Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 2 di 20 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 390
Like Tree131Mi piace!

Discussione: Emancipazione delle gerarchie terrestri

  1. #21
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito



    Io penso per mia opinione personale , poi ognuno può pensarla come vuole , che la situazione attuale internazionale sia tutto un progetto studiato a tavolino dai soliti ignoti , cioè entità sovrannazionali che gestiscono il denaro e le politiche e le vite delle persone in tutto il mondo .

    Non vedo perché allora si dovevano eliminare i cosiddetti dittatori in Irak o in Libia , creando un vuoto di potere ed il caos , mentre si sta creando o si è già creato nel mondo globalizzato una dittatura dei soliti ignoti , velata da una democrazia che invece non c'è , vedasi governo Renzi e precedenti ,Monti e Letta.
    Queste sono cose reali e dati fatto , ma non solo l'unico o il primo a dirlo .
    Per quando riguarda le pensioni e legge Fornero , che mi ha toccato in prima persona , dico che la legge è stata ingiusta e dittatoriale per vari motivi , non solo per l'aumento della età pensionabile, a me hanno allungato di colpo 5 anni , potevo andare in pensione 1 anno dopo con 35 anni di servizio , ma hanno portato a 42+10 mesi , o potevo andare in pensione per vecchiaia a 65 anni , invece ci dovrò andare a 66 e 7 mesi .
    Dicevo ingiusta per vari motivi , non solo un aumento di colpo , ma perché non hanno previsto nessuna agevolazione per i futuri lavoratori vecchi , ne una flessibilità dell'orario di lavoro , ne riduzione , ne agevolazione dei turni lavoro, giorni feriali o festivi , nulla di nulla .
    Io continuo a fare i miei turni e sono obbligato a farli peggio di prima con personale ridotto ai minimi termini , grazie (?) al risparmio della spesa nelle strutture pubbliche , con turni solitari notturni di 12 ore .
    Campa cavallo ... che l'erba cresce .
    Per quando riguarda l'euro , una moneta che non è stata scelta ma imposta, forse non vi siete accorti che nel passaggio lira-euro si è avuto una svalutazione del 30 % , questo lo dicono tutti gli economisti , non solo io .

    Ora se il banco saltasse e si va in default io credo che non sarebbe un male , ma forse un bene ,in quando siamo già al default , tornando alla moneta nazionale che chiamerei liro non lira al femminile, dando la piena occupazione a tutti .
    Questa sarebbe emancipazione dei popoli...
    Ultima modifica di zagami; 02-03-2016 a 07:26
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  2. #22
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,378

    Predefinito

    Posso solo aggiungere che trovo del tutto azzeccato il confinamento di certe discussioni in queste sezioni..
    a tersite3, Darwin e serman Piace questo messaggio

  3. #23
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    Pensa te che il nostro premier (?) renzi ha detto che per la modifica alle pensioni bisogna sentire cosa ne pensa l'Europa (????).

    Questo si è essere autonomi e indipendenti ... e con le palle ...
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  4. #24
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,330

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Franco52 Visualizza il messaggio

    e l'acqua è il grande mediatore....il Mezzo.....
    nel tuo caso forse più il .... Vino
    zagami e fedonis piace questo messaggio
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein

  5. #25
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2015
    Messaggi
    820

    Predefinito

    più il .... Vino
    speriamo sia un buon barolo, barbaresco,roero ,(vitigno nebbiolo)
    andrebbe bene anche un carema ,
    oppure un gattinara,uno spanna o un ghemme
    Ultima modifica di innominato; 07-03-2016 a 20:25
    sono un minchione con massa cerebrale ridotta ...abbiate pazienza
    cogito ergo sum

  6. #26
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    No Francy deve essere un vino un po' pesante come gradi alcolici , io direi un vino siculo o marsala o nero d'avola ...
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  7. #27
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,378

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Per quando riguarda l'euro , una moneta che non è stata scelta ma imposta, forse non vi siete accorti che nel passaggio lira-euro si è avuto una svalutazione del 30 % , questo lo dicono tutti gli economisti , non solo io .
    Sarei curioso di sentire gli "economisti" citati
    Io sapevo di forti polemiche in quanto il cambio secondo molti fu anzi "sopravvalutato" (Democrazia e libertà: Alcune leggende sull'Euro).
    Del resto è bizzarro sentire l'accusa di "troppa svalutazione" della lira da parte di chi propugna le tesi di Bagnai di uscita dall'euro unilaterale per raggiungere una "svalutazione competitiva"!
    Mettetevi d'accordo! Svalutare è "bona cosa" o no?

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Questo si è essere autonomi e indipendenti ...
    Se domani esci dalla UE e dici ai tedeschi "tranquilli, ci pensiamo noi e voi non rischiate di tirare fuori nulla" di modifiche alle pensioni te ne lasciano fare 2000! Se garantisci loro di essere lasciati esenti da qualsiasi ricaduta ti approvano ad alzata di mano pure l'età pensionabile a 32 anni e i contributi messi a carico del druido di Shannara! Tranquillo!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 14-03-2016 a 14:55

  8. #28
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    Carissimo BE , fosse per me uscirei dall'euro anche domani se fosse possibile , poiché sono sicuro al 100 per cento che ci troveremmo meglio, come dice Bagnai ed altri migliaia di economisti , che ti ho citato in altra sede .
    Vedi il problema non è l'euro in se , o la moneta unica europea che potrei anche accettare per facilitare gli scambi commerciali . Il problema sono gli interessi sul debito imposti delle banche , che allo stato italiano costano 80 miliardi anno .
    Mario Draghi o la Banca Centrale Europea stanno immettendo liquidità per 70 miliardi al mese per darle a tasso 0 % alle banche private europee .
    Lo stato italiano dovrebbe invece versare il 5 % alle banche private per avere euro , aumentando cosi il debito pubblico .
    Perché invece non acquista tramite le banche statali a tasso 0 % ?

    Il discorso delle baby pensioni, su cui ti piace tanto insistere , ti ricordo che non esistono più , o ti sei scordato ?
    Esistono ancora invece i privilegi dati ai politici , con doppie pensioni da nababbi , quelle si debbono colpire .

    Purtroppo allo stato attuale dei fatti NON SIAMO IN DEMOCRAZIA , poiché vi è al potere un governo ed un rappresentante non eletto dal popolo , ma da accordi politici UMMA UMMA , TRA DESTRA E SINISTRA , mai verificatesi nella storia italiana .

    Per dirla in breve , si doveva andare a votare di nuovo e poi vediamo quale successo avrebbe avuto tutte queste modifiche fatte da Renzi , sul parlamento , sul lavoro , sulla sanità, ecc... zero virgola zero zero 00000.
    Ultima modifica di zagami; 14-03-2016 a 15:50
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  9. #29
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    A proposito di emancipazione dell'umanità ...
    Interessante questo video , ascoltatelo attentamente:

    https://youtu.be/O6hmF-pKJ7o?t=

    ~Pubblicato il 02 mar 2016
    "Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione" [Henry Ford].
    Se una cosa è tua, hai bisogno di prenderla in prestito? E allora perché prendi a prestito la moneta?
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  10. #30
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,378

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Carissimo BE , fosse per me uscirei dall'euro anche domani se fosse possibile
    Maddai? Non l'avrei mai detto...
    Comunque resta il fatto che primo, non hai specificato nessuno delle "migliaia" di economisti che dicono che l'Italia farebbe bene a lanciarsi fuori dall'euro. A parte il tuo eroe del condominio, Bagnai, che peraltro dice chiaramente che uscendo dall'euro l'Italia avrebbe una SVALUTAZIONE (che lui, col solito ottimismo saccente, reputa non superiore a un 20% che a me pare già pesantissimo!) e un po' di "turbolenza" per poi ripartire a razzo. Secondo, la tua ricetta anche secondo Bagnai e qualche centinaia di migliaia di economisti produrrebbe la stessa svalutazione che, due messaggi sopra, hai detto essere stata prodotta dall'euro, lamentandotene!
    Gira gira è sempre la solita frittata demagogica di chi sperava che l'andazzo lassista in campo pensionistico e di pubblico impiego sarebbe durato in eterno. Specie a certe latitudini. Ed invece si trova a dover ingoiare prima Monti, Fornero, Letta, Renzi e che si troverà a dover ingoiare anche quelli futuri. Che NON cambieranno una virgola di quanto già riformato! Vogliamo scommettere?
    P.S. le baby insieme con tantissime altre misure follemente demagogiche hanno creato il debito. Le abbiamo abolite nel senso che tu non hai alcuna speranza, con grande scorno del tuo fegato immagino, di approfittarne. Ma chi ne ha usufruito è ancora vivo e vegeto nella stragrande maggioranza dei casi e, seppure tema probabilmente una futura riforma in senso "tagliente", al momento si fa beffe soprattutto di voi che gli pagate il privilegio. Finchè a pagarle sei tu coi tuoi contributi a me va benissimo fingere che "non esistano più", figurati! Tanto anche se me ne scordo io ci pensa l'Inps a ricordarsene quando dirotta i tuoi contributi!
    Contento tu, contenti tutti!
    Darwin e serman piace questo messaggio

  11. #31
    Seguace
    Registrato dal
    Oct 2013
    residenza
    provincia di milano
    Messaggi
    259

    Predefinito

    Zagami, Forse non ha considerato che anche con una ottimistica valutazione del 20% il nostro debito pubblico di 2000 e passa mld di € aumenterebbe immediatamente della stessa percentuale (parliamo dell'equivalente di 400 mld di €, per intenderci) se pagato in lirette svalutate. Come pensa il tuo genio Bagnai di risolvere questo semplice quesito ?
    a Darwin piace questo messaggio.
    Viva la tecnologia che semplifica la vita.

  12. #32
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    Quello che dico io è semplicemente che bisogna ascoltare tutte le campane prima di esprimere giudizi affrettati

    IO vi ho postato decine e decine di link , con nome e cognome degli economisti , ma se voi non ascoltate attentamente quello che dicono allora è tutto inutile , come quello che non interessa ascoltare altri ragionamenti diversi dai propri .
    Qua non si tratta della mia pensione o della tua pensione, ma del futuro dei giovani che non trovano lavoro e le cose andranno sempre peggio , io bene o male alla mia pensione ci sono già arrivato , ma non vedo una luce in fondo al tunnel .

    Serman non vi sarà nessuna svalutazione , ma solo la paura della tante persone come te del cambiamento .
    Spero ti sarai accorto che sono le banche a detenere il potere economico , e dobbiamo a pagare alle banche 80 miliardi di euro anno di interessi sul debito . Ti sarai accorto che è la Banca Centrale europea a stampare l'euro e non gli stati europei , pensa un pò che della Banca Centrale europea sono soci anche le banche inglesi e olandesi che non hanno aderito all'euro.

    Ecco un altro economista che propone una ricetta interessante , ma siete pregati prima di ascoltarlo e poi di esprimere giudizi .
    Certo se poi non si hanno le competenze specifiche nel settore economico, poi diventa tutto inutile , come spiegare a Mostro Magnetico che la free energy non esiste .

    https://www.youtube.com/watch?v=mJHrNGlBAXA

    ~Pubblicato il 03 lug 2015
    Giovanni Zibordi, analista di Cobraf, spiega come uscire dall'Euro in maniera indolore, realizzando una moneta complementare.
    Ultima modifica di zagami; 16-03-2016 a 16:53
    a simonveris piace questo messaggio.
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  13. #33
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    . Secondo, la tua ricetta anche secondo Bagnai e qualche centinaia di migliaia di economisti produrrebbe la stessa svalutazione che, due messaggi sopra, hai detto essere stata prodotta dall'euro, lamentandotene!
    Vedo che non hai ascoltato bene i video di Bagnai , forse non ti interessano, ma esprimere giudizi sbagliati e non veritieri , non credo sia proficuo per nessuno .

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    . Finchè a pagarle sei tu coi tuoi contributi a me va benissimo fingere che "non esistano più", figurati!
    Io? Ma anche tu ed altri 55 milioni di italiani , con le tasse . Figurati . Io ho pagato si, ma tra poco ,a breve , nonostante i tuoi tanto simpatici (?) Monti- Fornero (che ti hanno reso giustizia , secondo te ) , dovrò anche io prendere la pensione , alla faccia dei detrattori .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  14. #34
    Seguace
    Registrato dal
    Oct 2013
    residenza
    provincia di milano
    Messaggi
    259

    Predefinito

    Zagami. Noto un tono un po' arrogante nelle tue risposte del tipo : "le persone come te che si fanno prendere dalla paura" o anche "bisogna avere la competenza economica per capire il discorso". Non parliamo poi della sicumera con cui decidi che "non ci sarà nessuna svalutazione" Detto da uno che sembra un fedele alunno di Salvini (uno dei maggiori economisti del XX secolo..) non è neppure offensivo ma fa solo ridere. Vedi di scendere dalla cassetta della frutta da cui stai sparando anatemi al mondo come un novello Savonarola. L'economia globale e' una cosa seria, complessa e soggetta a eventi imprevedibili e dato che noi ne facciamo parte ormai a tutto campo ogni velleità indipendentista è semplicemente un suicidio viste le nostre dimensioni economiche e sopratutto gli enormi debiti che ci siamo caricati sul gobbo. Se non capisci questa semplice realtà .... non insisto e mi dedico ad altre discussioni. Ciao a tutti.
    pox1964 e Darwin piace questo messaggio
    Viva la tecnologia che semplifica la vita.

  15. #35
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,378

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    .... ma siete pregati prima di ascoltarlo e poi di esprimere giudizi .
    Certo se poi non si hanno le competenze specifiche nel settore economico, poi diventa tutto inutile
    Ok! Ascoltiamolo!
    Dice in sequenza che la possibilità di dover abbandonare il sogno euro è reale (cosa che nessuno si è mai sognato di negare!!)
    Dice che le ricette di Bagnai sono bubbole demagopopulistiche che porterebbero al disastro. Cosa che dicono appunto le vere "migliaia" di economisti e pure io!
    Dice che uscire dall'euro e tornare alla lira UNILATERALMENTE comporterebbe la fuga dei capitali, il crollo delle banche, una svalutazione anche del 50% verso l'Europa che resta nell'euro, un'inflazione terribile che si mangerebbe in pochi mesi il potere di acquisto di stipendiati e soprattutto pensionati!
    Dice che il vero problema dell'Italia è che è SOFFOCATA dall'eccessiva tassazione (che si è creata da sola con le spese folli degli anni 70-80!!). Ma visto che restando nelle regole euro NON potrebbe diminuire le tasse se non tagliando corposamente le spese si è inventato la proposta di un'uscita "morbida" creata in pratica, se non capisco male, dalla creazione di una specie di "moneta virtuale" solo italiana, non utilizzabile all'estero e quindi NON SCAMBIABILE!
    NON DICE che questa moneta sarebbe ottima perché abbasserebbe non solo le tasse alle imprese, ma anche il costo del lavoro (gli stipendi verrebbero ovviamente subito agganciati a questa nuova pseudo-moneta, mentre le vendite all'estero continuerebbero a fruttare euro!).
    NON DICE che lo stimolo ai consumi si avrebbe soltanto verso i prodotti (e i servizi!) interni, perché i beni di importazione ovviamente resterebbero agganciati all'euro!
    NON DICE che un altro scopo della moneta sarebbe quello di ridurre tramite inflazione (controllata si spera) il peso dei debiti verso i cittadini italiani dello stato. PENSIONI COMPRESE!

    Io l'ho ascoltato ed esprimo il giudizio che la soluzione proposta sia molto più realistica e realizzabile delle fanfaluche staliniste fuori tempo massimo di Bagnai e gregge plaudente.
    Non ho ben capito se TU, zagami, hai davvero capito cosa significherebbe! Se speri che basti il "basta con l'euro" per tornare ai fasti pre-Fornero... campa cavallo! Come dicevo soluzioni per ritornare a una zona non-euro ce ne sono diverse. C'è anche la soluzione dell'euro A e euro B, con questo riservato alla zona mediterranea.
    Ma NESSUNA soluzione potrà riportare in auge furbate populistiche ormai sepolte! Stanne certo!
    Per inciso... il fatto che questa soluzione sia in pratica quella proposta anche dalla confindustria tedesca e dal partito antieuro tedesco dovrebbe farti nascere qualche dubbio, non credi? O pensi che i crucchi si preoccupino per il potere d'acquisto della tua pensione?


    Se poi è il futuro dei giovani a preoccuparti posso confermarti che basterebbe dimezzare i contributi previdenziali obbligatori e portare la pressione fiscale sulle imprese a livello anche solo austriaco per vedere la disoccupazione giovanile in vertiginosa caduta!
    Ovviamente occorrerebbe trovare il modo per tagliare le spese che con quelle tasse e contributi si fanno (oibò.... ) e quello di creare un sistema di "crediti fiscali" con cui pagare pensioni e stipendi pubblici è uno. Quello di rimandare a ddd ogni ritocco degli stipendi e ricalcolare le pensioni contributive elevate è un altro!
    Scegli quello che credi. a me vanno bene entrambi!

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Io? Ma anche tu ed altri 55 milioni di italiani , con le tasse ..
    Tu hai pagato circa il 25% dei contributi che ti verranno conteggiati. I 3/4 restanti ti sono, in effetti, stati REGALATI dalla comunità, grazie alla vergognosa normativa imposta dai primati togati. I miei contributi comunque restano al nostro fondo e non transitano per l'Inps. Quindi una certa consolazione mi resta!
    Che tu prima o poi vada in pensione è ovvio. Che questa rimarrà per sempre contabilizzata con le norme di privilegio attuali (seppure un po' corrette da Fornero e Monti) è una scommessa appassionante!
    I video di Bagnai li ascoltavo da prima che li scoprissi tu. Il succo è che la svalutazione lui la ammette eccome. Solo la "limita" con tracotante sicumera a un 20% ottimistico (che però vorrebbe dire che il tuo potere d'acquisto si ridurrebbe di un buon 10%, ad essere ottimisti!) e si immagina che per evitare questa perdita di potere d'acquisto sia possibile "imporre" alle aziende e allo stato di "adeguare" stipendi e pensioni di conseguenza! Cerrrrto! Vai tranquillo!!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 16-03-2016 a 20:19

  16. #36
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    Come ho detto sopra :

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Quello che dico io è semplicemente che bisogna ascoltare tutte le campane prima di esprimere giudizi affrettati
    .
    Quella proposta da Zibordi è una delle campane che bisogna sentire .
    L'uscita dall'euro in maniera soft , sarebbe secondo me più realistica . Anzi secondo la mia modesta opinione sarebbe sufficiente rimanere nell'euro , cosi da poter tranquillizzare Serman e te , ma affiancare una sorta di valuta parallela come proposta da Ziboldi , allo stesso valore dell'euro ,ma stampata e garantita dallo stato italiano . Nessuna svalutazione ma solo , sovranità monetaria .
    Qui naturalmente si sta discutendo quale possa essere la soluzione migliore e nessuno credo che abbia la bacchetta magica per poter sistemare i disastri combinati dai nostri politici nelle epoche passate .
    SI sta discutendo delle varie proposta possibili , messe sul piatto da vari personaggi ; certo che di austerità di può solo morire ed affamare già chi è affamato e povero da prima .

    Quote Originariamente inviata da serman Visualizza il messaggio
    . L'economia globale e' una cosa seria, complessa e soggetta a eventi imprevedibili e dato che noi ne facciamo parte ormai a tutto campo ogni velleità indipendentista è semplicemente un suicidio viste le nostre dimensioni economiche e sopratutto gli enormi debiti che ci siamo caricati sul gobbo. .
    Serman , non sono eventi imprevedibili , ma sono cose studiate a tavolino da persone che stanno nella stanza dei bottoni , avere paura di capire o rinunciare a capire perché le cose sono al di sopra delle nostra capacità non credo sia costruttivo .
    Come ho detto sopra non ho la bacchetta magica, ne sono sopra un piedistallo ,ma mi sforzo di capire e trovare una soluzione accettabile per tutti , senza costringere nessuno , ascoltando soluzioni proposta da specialisti del settore .
    Ciao.
    Ultima modifica di zagami; 16-03-2016 a 20:29
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  17. #37
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,378

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Quella proposta da Zibordi è una delle campane che bisogna sentire .
    E se leggi bene cosa ho scritto è anche una delle più accettabili. Se a te va bene sono felice. L'importante è capire che le bubbole di Bagnai NON avranno mai alcuna speranza. E se non vedi differenza fra le proposte Borghi/Bagnai e quella di Zibordi sei meno preparato di quanto ti piace credere!
    Uscire UNILATERALMENTE dall'euro sarebbe un tonfo drammatico. L'ho sempre detto e non sono certo il solo. Lo dice pure Zibordi per inciso.
    Cambiare la rigidità dell'euro invece è auspicabile. Ma nel senso di sollevare la produttività (aziende e lavoratori) dal carico fiscale abnorme ora esistente! Non certo per tornare al sindacalismo parassitario degli anni 80!!
    La soluzione di Zibordi è a mio parere ottima. Purchè sia chiaro che gli UNICI che non avranno alcuna possibilità di sottrarsi allo scambio monetario della nuova pseudo-moneta saranno dipendenti pubblici e pensionati! E questo a me pare uno dei migliori vantaggi di questa soluzione, per essere proprio franchi! (Anche l'intervistatore se ne è accorto e non mi pareva proprio così convinto eh!... ).
    Comunque se siamo d'accordo... ottimo! Viva Zibordi|

  18. #38
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Sardegna
    Messaggi
    5,064

    Predefinito

    Ciao a Tutti....

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    ...affiancare una sorta di valuta parallela come proposta da Ziboldi , allo stesso valore dell'euro ,ma stampata e garantita dallo stato italiano
    Mi sfugge come una valuta "parallela" con lo stesso valore dell'euro possa risolvere i nostri problemi!!! Se ha stesso valore si equivale, o no??
    Garantita dallo stato??? Cioè da noi???
    Nessuna svalutazione ma solo , sovranità monetaria
    E quale sarebbe il fine, scusami??? Forse pensi di risolvere i problemi stampando della carta colorata simil Euro in fai da te Italiota???
    Io da ignorante in materia quale sono capisco (o credo) che abbiamo attaccato sulle spalle un grosso carrozzone inefficiente e parassitario che, invece di aiutare chi produce veramente (e gli paga lo stipendio), fa di tutto per mungere quotidianamente anche l'impossibile e, non contento di ciò, vi è una burocrazia terribile che inficia ulteriormente chiunque tenti di fare qualcosa di utile e VERAMENTE produttivo per il paese!!!
    Sarebbe ora di finirla perché non se ne può proprio più.....

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  19. #39
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,139

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    E se leggi bene cosa ho scritto è anche una delle più accettabili. Se a te va bene sono felice. |
    Ma io sono un comune cittadino come te e come molti altri , io sto solo cercando di capire ed analizzare quale proposta possa essere più corretta ed accettabile per tutti .
    Come ho detto nessuno ha la bacchetta magica , ma la situazione della zona euro non si può risolvere con politica dei tagli indiscriminati , anche perché come ha detto Ziboldi i soldi in Italia ci sono , non siamo come la Grecia .

    Quote Originariamente inviata da renatomeloni Visualizza il messaggio
    E quale sarebbe il fine, scusami??? Forse pensi di risolvere i problemi stampando della carta colorata simil Euro in fai da te Italiota???
    Senza presunzione e senza offesa .
    Renato forse è il caso che tu ascoltassi e ti leggessi un po di economia o quello che dicono gli economisti per farti una tua idea personale , come io me la sono fatta nel corso di questi anni .
    Punto uno il problema del debito pubblico italiano è dovuto al fatto che lo stato italiano ha dovuto prendere in prestito il denaro , dal 1980 in poi , dalle banche pagando interessi sopra interessi ed aumentando cosi nel tempo il debito solo per gli interessi maturati . LO Stato non è il comune cittadino che si presta il denaro dalle banche , ma lo Stato deve fare lo Stato ed essere il proprietario e gestore della moneta . In questo siamo d'accordo ?
    E' lo Stato a stampare moneta , come è in Cina, in America in Canada , Autralia ,Polonia ,Russia ecc.
    In questo siamo d'accordo ?
    Lo stato non deve prestarsi il denaro dalle banche , ma crearlo e gestirlo ed essere il garante degli scambi commerciali , questo dicono tutti gli economisti .
    Purtroppo in Europa si è creato un sistema per cui sono le banche europee a stampare euro dal nulla e richiedere per la moneta cosi stampata l'interesse del 5 % allo stato italiano .
    Questo interesse non fa altro che aumentare di 80 miliardi di euro ogni anno il debito pubblico italiano , senza che l'Italia abbia richiesto ulteriore debito , e questo aumenterà sempre .
    In 10 anni sono 800 miliardi , che dovremmo pagare io e te e BE e Serman , che piaccia o no .
    Allora quale è la soluzione tagliare -tagliare- tagliare ?
    Secondo te ?
    Io non ho la pretesa di sapere come fare , ma cerco capire ..........
    Ciao.

    Quote Originariamente inviata da renatomeloni Visualizza il messaggio
    Sarebbe ora di finirla perché non se ne può proprio più
    Saluti
    Ma io sono d'accordo con te , condivido appieno il tuo pensiero e per questo cerco una soluzione per uscire da questa situazione , ma stando le cose come descritto sopra lo Stato italiano deve per forza di cose spremere il cittadino di tasse per prendere denaro , è inutile lamentarsi ; tranne che lo Stato diventa proprietario della moneta e non deve pagare interessi a nessuno , come proposto da certi economisti .

    Ciao e riciao.
    Ultima modifica di zagami; 17-03-2016 a 04:42
    a simonveris piace questo messaggio.
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  20. #40
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,378

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    ..Questo interesse non fa altro che aumentare di 80 miliardi di euro ogni anno il debito pubblico italiano , senza che l'Italia abbia richiesto ulteriore debito , e questo aumenterà sempre .
    In 10 anni sono 800 miliardi , che dovremmo pagare io e te e BE e Serman , che piaccia o no .
    Allora quale è la soluzione tagliare -tagliare- tagliare ?
    Secondo te ?
    Non posso parlare per Serman, ma secondo me hai capito solo quello che ti piace capire!
    Il debito NON è creato dagli interessi sul debito! Ma dal fatto che hai deciso di fare spese a debito! Sta storia del governo che sia fa prestare i soldi dalle banche invece di stamparseli ha elettrizzato molti pseudo-economisti da sbarco, ma senza le spese ASSURDE degli anni 70-80 (e non parlo delle spese di investimento, ma delle regalie clientelari come la gestione pensionistica pre-Dini-Maroni-Fornero che tanto ti affascina!!) il nostro debito sarebbe stato a livello di quello francese o minore.
    Uscire dall'euro non solo non ti "abbonerebbe" quegli 80 miliardi, ma probabilmente li moltiplicherebbe visto che se speri di continuare a piazzare BTP con tasso 0 o negativo fuori dall'euro sei davvero un illuso!
    Tu forse confondi l'uscita dall'euro col default. Cioè dire "non vi paghiamo più interessi".
    Puoi farlo l'ho già detto, ma solo se rinunci al mercato dei titoli (che non ti comprerebbe più NESSUNO. Tantomeno la BCE visto che non sei più nell'euro!). E rinunciando al mercato rinunci a circa 200 miliardi di euro. Puoi a quel punto stamparli, certo. Ma non credi che se fosse così facile e banale per qualsiasi stato "stamparsi" da sè quel che gli garba lo farebbero tutti? Pensi non ci avrebbero pensato già in Polonia, Moldavia o Marocco prima di Grillo??
    Quella di Zirboldi è una soluzione MOLTO diversa! Cerca di capirla! Sarebbe di fatto una moneta parallela solo interna, utile per le azeinde e lo stato per rimandare gran parte dei pagamenti! O meglio, a mio parere, farli inghiottire dall'inflazione che sull'euro non si può ottenere, ma che questa valuta interna probabilmente vedrebbe balzare a due cifre in pochi mesi.
    Inflazione per di più limitata solo al mercato interno! Uno spettacolo per le aziende!!
    Il fatto che siano certificati "fiscali" non significa granchè se non un modo per distribuirli (paghi 100.000€ di tasse te ne dò 10.000e, ne paghi 1.000 te ne dò 100). Infatti la quota di tasse non più ricevute in euro NON si convertirà affatto in una quota di spesa in euro! Ma sarà TUTTA spesa in "certificati". Per forza di cose quindi interna e rivolta a chi dallo stato prende! Cioè dipendenti pubblici e pensionati, appunto! Probabilmente il tuo idraulico, meccanico, panettiere ti chiederà sempre conti in euro o in certificati al cambio reale (diminuito quindi per l'inflazione!), ma il tuo stipendio/pensione sarà TUTTO ed ESCLUSIVAMENTE in "certificati"! Era chiaro questo?

    Tu ti dai un gran daffare per "spiegarci" il verbo anti-euro. ma secondo me faresti meglio a studiare un pò più a fondo le proposte che ti entusiasmano.
    L'entusiasmo sulle bubbole di Bagnai lo capisco. Svalutiamo, ma a me mi garantisci comunque il valore del mio stipendio/pensione (eccerto! come no? ) e così puoi vendere i tuoi prodotti a prezzo svalutato e assumi mio figlio e dimezziamo le tasse! L'attrattiva per certe classi sociali è evidente.
    Meno comprensibile l'entusiasmo per una proposta che è sicuramente più plausibile e sostenibile (non per niente è pressochè uguale a quella della confindustria tedesca!), ma che di fatto va a costituire una sorta di "tessera annonaria" interna, riservata a prodotti interni, e da cui solo dipendenti pubblici e pensionati non potranno sfuggire in alcun modo!
    Diminuire le tasse senza parallelamente trovare un escamotage per ridurre le necessità di spesa pubblica è IMPOSSIBILE! E questo dei certificati fiscali è un escamotage!
    Tagliare pesantemente la spesa pubblica sarebbe un altro modo. E non sarebbe certo "austerità" (che è rappresentata dal peso fiscale).
    In paesi falliti come la Grecia si adottano AMBEDUE le soluzioni. In paesi forti, con capitalizzazione enorme, con bilancio primario in attivo e capacità produttive enormi come l'Italia non serve più la cieca austerità imposta dai tremebondi tedeschi. Ma per tagliare decisamente le tasse e rimanere in pareggio SERVE tagliare la spesa!
    Girateci intorno finchè volete, ma non scapperete da questi caposaldi di VERA economia!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 17-03-2016 a 10:45
    a tersite3 piace questo messaggio.


 
+ Rispondi
Pagina 2 di 20 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Criticità delle aste per l'incentivazione delle rinnovabili.
    Da PaolP7 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 19-10-2011, 10:55
  2. ingegnere delle tlc e FV?
    Da sole&luna nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 48
    Ultimo messaggio: 02-10-2009, 21:57
  3. Conto energia, aggiornamento delle modalità per la stipula delle convenzioni
    Da gigisolar nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 02-07-2009, 07:03
  4. Bando delle PMI
    Da marco1212 nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 23-02-2008, 17:25

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi