Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 4 di 20 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 390
Like Tree131Mi piace!

Discussione: Emancipazione delle gerarchie terrestri

  1. #61
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,142

    Predefinito



    http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2016/03/20/fisco-uil-in-2-anni-pagati-7-miliardi-di-tasse-locali-in-piu_9d838fc9-64e5-45c1-b92c-73ff98b1f04d.htm

    Le imposte e tasse locali pagate dai cittadini tra il 2013 ed il 2015 sono aumentate di 7 miliardi di euro (il 16,7% in più), di questi 2,5 miliardi rappresentano l'incremento tra il 2014 e il 2015 (+5,5%). E' quanto calcola uno studio del Servizio Politiche Territoriali della Uil. In valori assoluti tra addizionali regionali e comunali IRPEF, IMU, TASI, Tariffa Rifiuti, nel 2015 l'incasso è stato di oltre 49 miliardi di euro a fronte dei 42 miliardi 2013, passando per i 46,5 miliardi del 2014.

    http://www.msn.com/it-it/money/storie-principali/fisco-in-due-anni-pagati-sette-miliardi-di-tasse-locali-in-pi%c3%b9/ar-BBqH9Yr?ocid=spartanntp


    Gli aumenti

    «In definitiva - ha spiegato Guglielmo Loy, segretario confederale della Uil - se tra il 2013 e il 2015 a livello nazionale per 10 milioni di contribuenti la pressione fiscale è diminuita grazie agli 80 euro, la stessa cosa non si può dire degli altri 30 milioni di contribuenti, tra cui 10 milioni di lavoratori dipendenti e 15 milioni di pensionati. Infatti, per quest’ultimi, la pressione fiscale dovuta agli aumenti del fisco locale è aumentata del 18,5% erodendo ulteriormente buste paga e cedolini di pensione. Certamente - prosegue Loy - per il 2016 ci saranno alcuni benefici dovuti, soprattutto, all’eliminazione delle tasse sulla prima casa, ma il blocco degli aumenti delle tasse regionali e locali decisi con l’ultima Legge di Stabilità non autorizza a stare sereni».









    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  2. #62
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,379

    Predefinito

    Stiamo andando OT.
    Tornado al tema del post sto rivalutando le probabilità di emancipazione dei sassi...
    Strano come le fesserie minori appaiano quasi sensate a confronto di quelle più grosse.
    Darwin e serman piace questo messaggio

  3. #63
    Seguace
    Registrato dal
    May 2012
    Messaggi
    349

    Predefinito

    Non penso siamo OT, finchè si argomenta su ciò che non fa emancipare i terrestri (anche se italiani).

    In effetti non riesco a capire quali siano le fesserie minori.
    - Saranno i 99 miliardi di esborso per interessi passivi dei titoli di Stato?
    - Saranno i 25 miliardi all'anno sprecati (su 119, rispetto ad un paese serio) per un servizio sanitario scadente, oltre alle spese pagate individualmente?
    - Saranno i 240 miliardi all'anno di pensioni IVS ripartite alla burundi-zambia (procapite per pensionato circa 14000, simile all'avs in svizzera che restituisce 15000sfr a tutti, invece in Italia il 70% è quasi un pezzente da 9000 anno, bene che vada)?
    Riferimento dati reali a bilancio 2015

    Oppure la fesseria da citrulli sono quella famosa stima di 40 miliardi/anno di evasione iva, Stima ricavata dal flusso dei movimenti di denaro dai conti correnti, che includono persino i prelevamenti per la mancetta della nonna data al nipote.
    Vogliamo far pagare l'iva anche per queste transazioni?
    Un conto è parlare per luoghi comuni come spesso si fa al bar, un'altro conto è leggere i dati e le analisi.

    Diciamo le cose come stanno realmente, l'iva è evasa per non più di una ventina di miliardi, il resto è inesigibile.
    Di questi 20 miliardi realmente evasi, poi vanno considerati gli imprenditori strozzati, che talvolta si vedono l'imputazione cassata perchè la Costituzione cita: Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
    Vogliamo attaccare al muro i contribuenti che non hanno capacità contributiva?

    Magari poi sono io che non ho il senso della misura, nel capire quali siano le cifre da fesseria minore.

    Sempre che poi non vogliamo includere la cifra volutamente evasa per colpa dei governi che non si decidono a regolamentare prostituzione (35miliardi di giro d'affari) e droghe (300miliardi) dai quali si ricaverebbe almeno 50/60 miliardi di imposte all'anno.
    Senza dimenticare che questi introiti vanno in mano alla criminalità organizzata che naturalmente crea un ulteriore esborso per affrontare il controllo e la repressione di questi fenomeni. Oltre al danno economico diretto sulle spalle della collettività per i problemi derivati da un'industria criminale potentissima, che corrompe tutto e tutti, dal ragazzino picciotto arruolato per "fare", al guardiano della discarica che chiude gli occhi per sotterrare scorie tossiche che provocano malattie e tumori agli abitanti, fino alla lievitazione dei costi d'appalto fino al 1000% rispetto agli altri paesi eu...
    In definitiva, o fette di salame sugli occhi, oppure prendere atto che è tutto correlato alla tenuta dei conti.

    E nonostante ciò, si va dietro alla fuffata evergreen dell'Evasione fiscale di 20mld su 800 di spesa complessiva? BBrutti cittadini che non pagano... ssi, Brutti e cattivi
    a zagami piace questo messaggio.

  4. #64
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,142

    Predefinito

    Parlando di emancipazione , c'è la emancipazione della donna , c'è l'emancipazione dell'uomo , c'è l'emancipazione dell'umanità .
    Siccome qua siamo 4 amici al bar , tanto per fare 4 chiacchiere da bar , parliamo di emancipazione della povera gente , rispetto ai potentati politici e finanziari che hanno impoverito la gente con la scusa dell'euro , tagliando pensioni e stipendi .

    Parlando di evasione ho saputo da un amico che i maggiori evasori sono le Banche .
    Perché le banche ? Perché con la creazione dal nulla del denaro dovrebbero mettere in bilancio il denaro cosi creato , ma non lo fanno .
    Ascoltiamo cosa dicono Marco Saba e Giovanni Zibordi a proposito :

    ~Le banche e la creazione del denaro - Marco Saba vs Giovanni Zibordi
    Come avviene la creazione del denaro? I salvataggi servono a risolvere le crisi o sono le crisi che servono a giustificare i salvataggi? Perché i bilanci delle banche seguono regole diverse rispetto a quelle seguite da qualunque altra attività commerciale?
    Per la prima volta, l'uno davanti all'altro, Marco Saba (spina nel fianco dei consigli di amministrazione delle banche e autore di alcune interrogazioni parlamentari) e Giovanni Zibordi (conosciuto come l'autore di Cobraf).
    Due ore per confrontarsi, senza esclusione di colpi ma civilmente, su un tema che divide l'opinione pubblica: il meccanismo di creazione del denaro e la sua legittimità.


    https://youtu.be/1Phltie0UWY?t=68

    ~Dopo due ora di filmato , questo ancora per rimarcare se è necessario impoverire la gente eliminando i mezzi di sussistenza , mentre altre categorie di persone possono inventarsi il denaro dal nulla e richiedere gli interessi sopra interessi allo stato italiano , aumentando le tasse .
    Ultima modifica di zagami; 21-03-2016 a 15:05
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  5. #65
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,379

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da max001 Visualizza il messaggio
    Non penso siamo OT, finchè si argomenta su ciò che non fa emancipare i terrestri (anche se italiani).

    In effetti non riesco a capire quali siano le fesserie minori.
    Diciamo che non mi riferivo in primis alle tue valutazioni. Anche se ce ne sono di scorrette (però non mi permetterei mai di definirle "fesserie"!). Ad es. scrivi che in Usa per l'assicurazione sanitaria bastano 1600€. Io ho molto più di un dubbio al riguardo.
    La sanità USA è estremamente costosa se di buona qualità (e non parlo certo dei centri di eccellenza!). Molte assicurazioni sono collegate ai contratti di lavoro, pagate dai datori di lavoro con costi almeno quadrupli. E certo ti scordi di andare ovunque.
    A mio parere e non solo mio la sanità europea in genere e italiana in particolare funziona molto meglio di quella americana. Anche come costi generali. E lo fa in quanto pubblica.
    Il sistema delle assicurazioni io, da operatore sanitario del privato, lo considero utile solo per ciò che riguarda le spese accessorie (vitto ed alloggio ospedaliero per intendersi). Non lo vedo come risolutivo nè "risparmioso" per le prestazioni sanitarie e strumentali.
    Per risparmiare è sufficiente sottoporre ogni spesa di acquisto a un tariffario comune nazionale e addebitare tramite ticket una parte del costo di ogni esame che non sia "a protocollo". Cosa che del resto si sta tentando di fare, anche se gli amanti delle fesserie la chiamano "tagli indiscriminati".
    Per ciò che riguarda l'IVA evasa sono stime, ma concrete e non realizzate considerando i movimenti bancari. Del resto è risaputo che l'italiano medio si inalbera per l'evasione dell'idraulico appena dopo che ha pagato il lavoro dello stesso in nero per "risparmiare". Che questo sia un "risparmio" e non un'evasione è, questa si, una fesseria. Ma non c'entra molto col discorso generale di fondo che fai e che mi trova in generale in accordo quando dici che gran parte dell'evasione è considerata endemica, inesigibile e viene "aggirata" con l'inserimento di imposte fasulle come l'Irap. Che serve solo, platealmente, a far pagare un pò di più chi è nella potenzialità di evadere (invitandolo ovviamente quindi ad evadere... tanto paga comunque!!!).
    Anche la stima di 20 miliardi di evasione annua su 800 di spesa è un pò riduttiva. In realtà se consideri la sola evasione "vera" si aggira sui 90-100 miliardi, di cui quasi metà dal settore utente finale privato. E' ovvio anche ai bimbi che nella stima di "sommerso" ci si infila di tutto, criminalità e evasione dell'IVA da dipendenti /pensionati comprese, addossandola poi alle sole classi che "possono evadere" per gonfiare la cifra in modo da far credere al gonzo che basterebbe evitare che il bar all'angolo non batta tutti gli scontrini per salvare il paese senza toccare i privilegi di molti.
    Cosa che è, quest'ultima si, una fesseria gigantesca...
    Ultima modifica di BrightingEyes; 21-03-2016 a 17:34

  6. #66
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,974

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Franco52 Visualizza il messaggio
    E' per questo che le rocce amano essere sgretolate come se si slegasse un prigioniero...
    E' per questo che i fiori amano essere colti, come per staccarsi dalla terra...
    Secondo me, i sassi vogliono essere tirati ai fuffari. Qualcuno, dotato di particolare sensibilità, giura di aver avuto l'impressione che sorridessero, dopo essere andati a segno.
    a BrightingEyes piace questo messaggio.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  7. #67
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2005
    residenza
    Roma
    Messaggi
    4,806

    Predefinito

    Purtroppo l'emancipazione della gerarchia terrestre prevede anche la suddivisione dell'umanità
    in due razze: una che diventerà angelica e l'altra che occuperà un residuo terrestre di scarto....

  8. #68
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,379

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Parlando di evasione ho saputo da un amico che i maggiori evasori sono le Banche .
    Perché le banche ? Perché con la creazione dal nulla del denaro dovrebbero mettere in bilancio il denaro cosi creato , ma non lo fanno .
    Scusa zagami. Ma questa è una sciocchezza. Non so chi sia il tuo "amico", ma nessuna banca privata può "stamparsi" il denaro! Che lo metta in bilancio o meno!
    Sulle critiche alla finanza e a certe politiche delle banche e dei governi che le proteggono possiamo concordare, ma questo è puro complottismo terrapiattista.
    Grandi imprese e anche le banche sono fra i maggiori evasori è vero. Ma lo fanno attraverso meccanismi di elusione piuttosto sofisticati. E c'è anche da dire che quello che è evasione per le norme italiane spesso non lo è per il resto del mondo. E in molti casi questo è il motivo della fuga di diverse aziende dall'esoso fisco italiano. Tornare alla lira alla maniera garibaldina di Bagnai sarebbe il maggiore regalo per queste aziende, visto che chi ha la possibilità di tenere il piede in due scarpe sarebbe in grado di massimizzare il guadagno nel periodo del cambio.
    Certo, una volta tornati alla lira potresti dire loro "bene signori, da oggi NON potete più stamparvi un solo biglietto. Lira o euro che sia!". Ma temo che si limiterebbero a brindare alla tua salute!
    a Darwin piace questo messaggio.

  9. #69
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,974

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Franco52 Visualizza il messaggio
    Purtroppo l'emancipazione della gerarchia terrestre prevede anche la suddivisione dell'umanità
    in due razze: una che diventerà angelica e l'altra che occuperà un residuo terrestre di scarto....
    Può essere... prova a indovinare in quale parte finirai, a forza di stupidate...
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  10. #70
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2005
    residenza
    Roma
    Messaggi
    4,806

    Predefinito

    Mah, io veramente mi riferivo a qualcun altro...

  11. #71
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,974

    Predefinito

    Loso, tu neghi sempre l'evidenza pur di continuare a spararle grosse.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  12. #72
    Seguace
    Registrato dal
    May 2012
    Messaggi
    349

    Predefinito

    Spero di non aver urtato la sensibilità di qualcuno permettendomi di definirle fesserie. Oltretutto fesserie si fa per dire, perchè se qualcuno evade col fine di fare il furbo ed arricchirsi, sta facendo concorrenza sleale percui è giusto che venga perseguito poichè non rispetta le regole a cui tutti si attengono.

    Intendiamoci, "fesserie" perchè si mette sotto lente un'evasione di pochi miliardi, rispetto alle centinaia di miliardi spesi per questioni di dogma culturale, ovvero non si mette mai in discussione la legittimità dell'esborso per usura/speculazione, o altre cose già ribadite nei post precedenti.
    La carta dell'evasione è ciclicamente ripresentata dai politici da talkshow per fini di propaganda elettorale. E infatti mi stupisce uno informatissimo come Travaglio (che stimo) abbocchi a quelle bazzeccole, che sarebbero felicemente risolvibili legiferando sul meccanismo di prelievo, ed evitando così di "molestare" i cittadini.

    Ribadisco che i 1600 euro/anno è il costo -medio- dell'assicurazione sanitaria USA (non il servizio base più economico). Capisco che sembra poco, ma solo perchè noi siamo abituati alle bastonate da 1900euro pagati attraverso la fiscalità generale, più tutte le spese di ticket, farmaci, e servizi privati (quantificate voi a quanto ammonta il surplus di esborso a carico individuale per queste).

    A mio parere e non solo mio la sanità europea in genere e italiana in particolare funziona molto meglio di quella americana. Anche come costi generali. E lo fa in quanto pubblica.
    Sulla base di quali informazioni c'è questa convinzione particolare per l'Italia?
    La qualità cui ti riferisci, è notoriamente solo in lombardia, perchè nelle altre regioni italiane l'organizzazione è pessima, quasi da nordafrica. E bada che mi espongo a ragion veduta perchè ho madre e padre che lavorano da una vita, una in una famosa clinica privata e l'altro in un ospedale regionale, entrambi in svizzera. E pensa che loro fanno il raffronto con ospedali nell'estremo nord italia.. non oso nemmeno immaginare come sia il servizio al sud.

    Per ciò che riguarda l'IVA evasa sono stime, ma concrete e non realizzate considerando i movimenti bancari
    Sono stime alla carlona, ricavate con metodi discutibili e senz'altro poco precisi, con stime tenute a rialzo per ovvie ragioni di propaganda.
    Sono indagini campionarie sui bilanci di famiglie e imprese, oltre all'auditing volontario, cioè sondaggi di un campione.
    Come già detto, fanno montante di quota di evasione anche transazioni verso attività non regolamentate, cui ovviamente non è consentito emettere fattura o scontrino.
    Per chi volesse informarsi meglio: Metodi per la quantificazione evasione fiscale.

    20 miliardi di evasione annua su 800 di spesa è un pò riduttiva. In realtà se consideri la sola evasione "vera" si aggira sui 90-100 miliardi
    20 miliardi è l'Iva (su cui andrebbe aperto un capitolo per valutarne l'equità, dato che paga il 22% sia il barbone che compra la pagnotta, sia il milionario che compra lo yacht). Poi nel complesso viene stimata anche l'evasione irpef, con metodo analogo.
    Poi vi è l'evasione, se così la vogliamo definire, dei contributi Inps, trattati alla stregua di un debito quando in realtà sono un mancato versamento di un credito. Per quale ignoto motivo viene irrogata sanzione più mora di interessi, per un mancato credito?
    Se non hanno pagato il contributo, benissimo, non gli eroghi il servizio, ma non lo puoi mettere in mora con l'aggiunta di sanzione per un "mancato credito". In più se ci metti pure il fatto che versando fino a 17 anni e 11 mesi si fregano tutto perchè non hai raggiunto i fatidici 18, beh oggettivamente c'è qualcosa di poco lecito nel meccanismo (ma è il sistema che funziona così. qualcuno dice)

    In riferimento all'esborso degli interessi sui titoli di stato, penso che ormai i più informati abbiano colto l'aspetto truffaldino del meccanismo delle agenzie di rating, "individui privati del sottobosco" che determinano una componente rilevante della pressione fiscale di un paese straniero. Ma purtroppo è un cardine del sistema a debito, e non accettarlo significa uscire dal sistema economico occidentale, che tutto sommato ha dimostrato essere il più efficiente in termini di capacità di stimolazione della produttività, almeno nel primo periodo industriale.
    Tuttavia oggi vi sono molte analisi di esperti che dimostrano la saturazione di questa leva, che pare porti più svantaggi che vantaggi.
    a zagami piace questo messaggio.

  13. #73
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2005
    residenza
    Roma
    Messaggi
    4,806

    Predefinito

    L'Umanità è destinata e deve compiere grandi opere, deve fare grandi cose
    per evolvere....

  14. #74
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,974

    Predefinito

    Noi ci saremo, Franco. Tu no.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  15. #75
    Seguace
    Registrato dal
    Oct 2013
    residenza
    provincia di milano
    Messaggi
    259

    Predefinito

    Max ha scritto : "Poi vi è l'evasione, se così la vogliamo definire, dei contributi Inps, trattati alla stregua di un debito quando in realtà sono un mancato versamento di un credito. Per quale ignoto motivo viene irrogata sanzione più mora di interessi, per un mancato credito?Se non hanno pagato il contributo, benissimo, non gli eroghi il servizio, ma non lo puoi mettere in mora con l'aggiunta di sanzione per un "mancato credito".


    Abbiamo le idee confuse ! La sanzione la paga il datore di lavoro che non versa i contributi al dipendente quindi rubandogli dei soldi che lui gli ha lasciato dallo stipendio. Che cavolo c'entra il credito ? Si tratta solo di un vero e proprio furto e va giustamente sanzionato. Se fossi tu il dipendente truffato ragioneresti allo stesso modo ?
    Viva la tecnologia che semplifica la vita.

  16. #76
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,379

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da max001 Visualizza il messaggio
    Ribadisco che i 1600 euro/anno è il costo -medio- dell'assicurazione sanitaria USA (non il servizio base più economico). Capisco che sembra poco, ma solo perchè noi siamo abituati alle bastonate da 1900euro pagati attraverso la fiscalità generale, più tutte le spese di ticket, farmaci, e servizi privati (quantificate voi a quanto ammonta il surplus di esborso a carico individuale per queste).
    Il costo medio significa poco. Occorre vedere su che campione è la media. Obama ha allargato la copertura, con enormi resistenze, ma tuttora milioni di persone sono praticamente senza copertura sanitaria. Per chi ha un lavoro non dico che il sistema non sia efficiente, ma anzitutto molto, molto difficilmente l'assicurazione ti copre tutto (moltissimi farmaci, molti esami, le cure per la maternità e parecchie malattie degenerative dell'anziano sono escluse!). Inoltre esistono massimali che, pur essendo sempre importanti (almeno 2 milioni di dollari almeno qualche anno fa) possono essere velocemente saturati in caso di malattie gravi. E le assicurazioni restano libere di recedere dal contratto in molti casi. Dopodichè fai tutto da te.
    Come efficienza il sistema americano è uno dei peggiori al mondo ed impone un costo allo stato (dalle tasse quindi!) più elevato di quello italiano.
    Il sistema italiano resta uno dei migliori sia come risultati (la mortalità neonatale, uno degli indici più probanti, è sui livelli dei paesi europei più avanzati e circa metà di quella USA :Tasso di mortalità infantile per paese - Mappa del Mondo - Mondo) sia come efficienza. Anche se è verissimo che certe zone del paese sono più vicine alla Grecia se non all'Africa che alla Svezia. Ma qui ricadiamo in discorsi secolari.
    Per dare un'idea dei costi sanitari americani basta vedere qui: Assicurazione viaggio Stati Uniti – costi delle operazioni negli ospedali

    Quote Originariamente inviata da max001 Visualizza il messaggio
    Sono stime alla carlona, ricavate con metodi discutibili e senz'altro poco precisi, con stime tenute a rialzo per ovvie ragioni di propaganda.
    Concordo, mica dico il contrario! I dati variano enormemente in base all'orientamento di chi li raccoglie (Evasione fiscale in Italia e in UE: percentuali, dati e numeri da incubo) e servono, come è facile capire dall'articolo, per fare un pò di fumo. Ma se leggi bene i dati di Confindustria e li depuri dalle generiche "intuizioni" su economia sommersa variamente immaginata, vedrai che l'evasione VERA vale per la Confindustria 90 miliardi, come per il DEF del governo! E di questi circa 40 provengono dal settore "che non può evadere nemmeno volendo". Come dicevo più sopra.
    L'IVA è un'imposta sui consumi. C'è una certa progressività in base alla tipologia, ma la storia che sarebbe ingiusta perchè il povero e il ricco pagano la stessa cifra è inaccettabile! La progressività riguarda le imposte sul reddito.
    Sui contributi Inps invece hai ragionissima. Infatti nè io nè gli economisti seri esteri li considerano nemmeno imposizione fiscale! Figuriamoci se è "evasione" il non pagarli!
    Semplicemente è una prova, l'ennesima, della disastrosa campagna di lavaggio del cervello imposta alla popolazione italiana da decenni di consociativismo sindacale. La necessità di rastrellare cifre sempre più ingenti per finanziare un sitema previdenziale generosissimo verso i votanti ha trasformato quello che negli altri paesi è una misura di giustizia sociale in un vero e proprio scippo verso il contribuente e l'impresa. Coi risultati che vediamo. Nel paese che ha la più alta spesa previdenziale al mondo ci sono le "ribellioni" di quelli che, senza vergogna alcuna, pretendono pure che i contribuenti adeguino pensioni spesso triple dei contributi versati all'inflazione! Con i primati togati che danno loro manforte!!

    Quote Originariamente inviata da max001 Visualizza il messaggio
    In riferimento all'esborso degli interessi sui titoli di stato
    Al momento gli interessi sono bassissimi, addirittura ora negativi, grazie proprio alla zona euro. Il totale è elevato a causa del mostruoso totale di debito che siamo riusciti a imporci da soli. E non certo per le fesserie sui divorzi Tesoro/BdI, ma per una politica scellerata di spesa senza controllo degli anni 70-80, anche se ora quelli che sperano torni quella politica si affannano a trovare ingegnose spiegazioni alternative!
    Uscire dall'austerità si può eccome. Basta diminuire ulteriormente la tassazione e la contribuzione sul lavoro (tutto!) e spostarla verso la rendita e i capitali. E tagliare ulteriormente le spese improduttive.
    O uscire dall'euro con lo spensierato entusiasmo degli autisti di autobus ubriachi, ovvio!
    Quote Originariamente inviata da serman Visualizza il messaggio
    La sanzione la paga il datore di lavoro che non versa i contributi al dipendente quindi rubandogli dei soldi che lui gli ha lasciato dallo stipendio.
    Per essere precisi questo furto si ha solo per la parte cosiddetta "a carico del lavoratore", che è l'unica che viene prelevata dallo stipendio lordo e che vale circa un quarto del totale.
    I 3/4 restanti sono "a carico dell'azienda" e NON vengono prelevati dallo stipendio lordo (come molti, purtroppo, credono ancora), ma solo CALCOLATI sullo stipendio lordo! Sono in realtà un carico parafiscale addossato all'azienda o ai contribuenti per i dipendenti pubblici. In teoria vengono uffficialmente presentati come futto della "libera contrattazione", ma ovviamente il datore di lavoro non contratta nulla, sennò lo ingabbiano.
    Lo stato non ha versato all'inps per anni parte delle quote che avrebbe dovuto versare, ma non per questo i dipendenti pubblici hanno subito alcun "furto", per capirci.
    Furto a mio parere è più il pretendere di portare d'arbitrio questa percentuale al grottesco 25% attuale e spacciare la cosa come "contrattazione".
    Tra l'altro è evidente a tutti come il recupero di occupazione giovanile avuto nel 2015 sia dovuto quasi esclusivamente al forte sconto sui contributi previdenziali! Appena questo sconto è stato ridotto, subito le assunzioni sono rallentate sensibilmente!
    Per la massa ideologica questo è prova che le riforme "non servono" e che le aziende assumono solo se gli si passano dei soldi, ma la realtà è che molto probabilmente ormai l'Italia ha esaurito i conigli nel cilindro e nel futuro c'è solo un bivio da affrontare: O si abbassano stabilmente i contributi o ci si rassegna a una disoccupazione giovanile altissima.
    Tertium non datur! Nemmeno con le fughe nella lira!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 22-03-2016 a 00:14

  17. #77
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,142

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da serman Visualizza il messaggio
    Abbiamo le idee confuse ! La sanzione la paga il datore di lavoro che non versa i contributi al dipendente quindi rubandogli dei soldi che lui gli ha lasciato dallo stipendio. Che cavolo c'entra il credito ? Si tratta solo di un vero e proprio furto e va giustamente sanzionato. Se fossi tu il dipendente truffato ragioneresti allo stesso modo ?
    Assolutamente falso .
    Mia moglie aveva una sala di estetica , che ha dismesso dopo 8 anni . Gli è arrivato di pagare inps +interessi doppi dopo 10 anni , quando invece aveva cessato l'attività . Non erano i contributi di altri , ma quelli suoi . Ha dovuto dimostrare che aveva chiuso l'attività 6 mesi prima della chiusura anno , dopo tante storie ed avvocati .
    Otto anni di contributi persi , e non recuperabili alla faccia del debito statale inps , di cui un lavoratore ha versato contributi che non avranno ritorno .

    Scusa tanto SERMAN tu fai il banchiere ?

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Scusa zagami. Ma questa è una sciocchezza. Non so chi sia il tuo "amico", ma nessuna banca privata può "stamparsi" il denaro! Che lo metta in bilancio o meno!
    Ma hai letto quello che ha scritto Marco Saba e Giovanni Zibordi ?
    Ultima modifica di zagami; 22-03-2016 a 03:04
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  18. #78
    Seguace
    Registrato dal
    May 2012
    Messaggi
    349

    Predefinito

    Concludo i miei interventi con un ultimo commento per questo thread.

    Naturamente essendo un'assicurazione privata si tratta sul prezzo, giocando su massimali e franchigia come per una RCA. Ma se ci addentriamo nei dettagli non se ne esce più.
    Il messaggio è che "mediamente" una quota assicurativa per la sanità, in un paese dove è privatizzata, ha un costo inferiore di quello italiano, con un servizio di qualità superiore (pulizia, ordine, oganizzazione, spazio.. in italia abbiamo le camerate multipaziente, se vuoi la singola paghi tu. Dove è privatizzata sei sempre in singola, perchè nel momento di necessità non si bada al contenimento delle spese... giusto per riportare un esempio di qualità di servizio in regime di privatizzazione).

    Per quanto riguarda l'abbandono della cittadinanza negli USA, con me sfondi una porta aperta.
    Gli USA sono un pessimo esempio, proprio perchè vi è una sublimazione del sistema capitalistico che sfrutta le leve di cui parlavamo prima, ignorando quasi completamente il welfare e il bene della collettività nel suo complesso. Molto meglio fare una valutazione dei nostri vicini europei, che non pagano quote assicurative più elevate della nostra quota pubblica.


    I dati variano enormemente in base all'orientamento di chi li raccoglie
    Esatto, le differenze sono notevoli in base agli interessi di parte. E Confindustria non è certo imparziale.
    Se prendiamo un'istituzione imparziale i dati crollano: In base alle indagini delle fiamme gialle, (nel 2013) il totale dell'IVA evasa dagli italiani sarebbe di circa 5 miliardi (qui un articolo riportato sui maggiori media).
    I 20 a spanne, partendo da una stima di 40, erano fin troppo ottimistici!


    Al momento gli interessi sono bassissimi, addirittura ora negativi, grazie proprio alla zona euro. Il totale è elevato a causa del mostruoso totale di debito che siamo riusciti a imporci da soli.
    Bright attenzione a non fare confusione. Il tasso di sconto deciso unilateralmente dalla BCE non c'entra nulla con l'asta dei titoli.

    Su 2000mld di debito italiano, i 100 miliardi equivalgono al 5% annuo (grafico storico), che fa molta differenza da uno 0,1-0,2% dei paesi virtuosi, o paesi che gestiscono diversamente il piazzamento dei loro titoli (anche con debiti colossali tipo giappone, che se li ricomprano con la loro banca centrale appena arriva a 0,3%).

    Il divorzio di Bd'I dal Tesoro è stato un bene. La gestione da parte dei politici era uno scenario da "pollaio aperto con le volpi in giro di notte".
    Il problema è la mancata istituzione di una Banca Centrale di proprietà pubblica totalmente autonoma posta allo stesso livello dei governi (come ad esempio l'istituzione della magistratura).
    Il discorso dei 70 milioni all'anno regalati alle fondazioni bancarie private, è scandaloso ma essendo spiccioli lascia il tempo che trova. Semmai è la garanzia di avere un organismo di controllo del sistema bancario gestito dalle stesse banche: Controllati e allo stesso tempo controllori. Infatti ogni 2 mesi fallisce una banca e quelli cosa fanno? dormono (per usare un eufemismo).
    Poi tralasciamo i 7 miliardi di ricapitalizzazione di Bd'I, fregati dalle Riserve di Stato della repubblica, regalati alle grandi banche detentrici delle quote di partecipazione. Un altro omaggio del gov renzi alle banche. E notare che le Riserve non sono di Bd'I, che le detiene e gestisce ma non ne ha la proprietà, ed è corretto poichè essendo il ricavato da monopolio di emissione è di proprietà di tutti i cittadini italiani.



    Serman non è al corrente del fatto che la maggioranza dei contributi inps non versati sono relativi al titolare di partite iva "dormienti" di autonomi professionisti o imprese individuali, attività ormai chiuse che non fatturano da anni, ma con posizione ancora aperta in camera di commercio (dunque inesigibili).
    I contributi non versati per i dipendenti, al di là che sono una piccola parte del totale, sono appunto un furto e si risolve portando in giudizio il titolare furbastro che viene condannato a versarli. Se il dipendente dormiva e non si è mai accorto di nulla(!!), a loro tutela c'è una sorta di camera di compensazione che prevede un vitalizio per la quota di contributi non versati.



    Per quanto riguarda il meccanismo di creazione del denaro, non è vero che le banche commerciali stampano moneta.
    Le banche commerciali accreditano sul conto del richiedente una cifra nominale (creata al momento e che non sottrae crediti della banca), a fronte del mantenimento di una riserva dal 2 al 10% (detta frazionaria, che è variabile negli anni, e in genere diminuisce perchè i contanti vengono usati sempre meno) a scopo di mantenere una liquidità sufficiente per le transazioni in valuta contante. La banca commerciale inserisce a bilancio il passivo nominale e l'attivo inclusivo degli interessi. Al termine della restituzione gli restano gli interessi, che corrispondono all'incremento della massa monetaria.
    Se c'è un'insolvenza la banca lo prende comunque in quel posto, percui deve valutare bene i rischi.
    Leggersi il testo Modern money mechanics


    Grandi imprese e anche le banche sono fra i maggiori evasori è vero. Ma lo fanno attraverso meccanismi di elusione piuttosto sofisticati.
    Una volta apparivano più sofisticati, oggi il gap culturale si è colmato ed è fattibile da chiunque abbia minime capacità.
    Ad esempio, è noto che una società LLC in Delaware paga Zero tasse sugli introiti derivati dall'esterno della nazione(USA).
    Poi si apre una società LTD Inglese con partita Iva valida in tutta EU (posseduta dalla LLC), che paga tasse in UK per solo il 5% del fatturato. Il restante 95% è esentasse, nel senso che le tasse le dovrebbe pagare alla nazione della società in capo, in questo caso LLC che non ne paga, essendo introiti extraUSA.
    Se poi serve, si aprono gli uffici di rappresentanza in qualsiasi paese eu, ad esempio Italia.
    Naturalmente non tutte le attività operanti sul territorio possono farlo. Un negozio fisico non può, ma per le attività online è una manna.

    Buona continuazione

  19. #79
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,379

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da max001 Visualizza il messaggio
    Esatto, le differenze sono notevoli in base agli interessi di parte. E Confindustria non è certo imparziale.
    Nemmeno gli """accertamenti"" fra tre apici della GdF sono imparziali. Anzi, sono spessissimo semplici operazioni di arbitrio economico tese a perpetuare il famoso detto "evadi pure perchè il giorno che arriviamo non sarà servito a nulla agire onestamente. Qualcosa troveremo!". Servono per le statistiche mediatiche che in Italia si usano per dimostrare l'utilità di chi le crea. Quelle cifre comunque sono relative agli accertamenti ed il Giornale a fare il solito minestrone.
    Comunque sia che si tratti di 40 che di 5 il succo del discorso mio è che una buona parte va addebitata alle fascie di popolazione che nella iconografia classica italiota sono viste come "esenti" dal peccato originale dell'evasione.
    Sul resto concordo, ma qualche precisazione. Non mi riferivo al tasso di sconto, ma proprio agli interessi di asta sui BTP (Btp, i rendimenti in negativo - Corriere.it).
    Forme di elusione molto sofisticate esistono sempre ed anzi sono in crescita perchè per molte aziende importanti è diventato fondamentale come business. Molti giri di valzer di cessioni e acquisizioni hanno come obbiettivo questo.
    Il trasferire aziende all'estero in paesi con pressioni diverse io non lo considero nè elusione nè tantomeno evasione! E' una normale azione di concorrenza fra stati. O altrimenti dovremmo considerare come elusori anche tutti coloro che si trasferiscono a vivere con la pensione all'estero dove vale di più o che vanno a curarsi i denti in Croazia!
    Se in Italia siamo così fessi da pensare che un'azienda debba strapagare perchè di proprietà italiana è giusto che ci troviamo poi la delocalizzazione e la disoccupazione giovanile!
    A me i discorsi dei genii economici che si lamentano per "l'ottusità" degli imprenditori che non hanno ancora capito che pagando il triplo dei concorrenti ed "investendo" in innovazione (se il sindacato non la boccia!) e aumenti di stipendio avremmo la crescita a 3 cifre non hanno mai convinto granchè, se te la devo dire tutta!
    L'Italia ha quello che si è meritata in 40 anni di follie demagopopulistiche. Evasione compresa!

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Ma hai letto quello che ha scritto Marco Saba e Giovanni Zibordi ?
    No, ma non mi serve "leggere" nessuna illuminante trovata del complottista in voga al momento. Semplicemente la leggenda che le banche private si possano "stampare" il denaro in casa è una fes.. ehm... "ingenuità", diciamo così và!
    Te l'ha spiegato molto bene Max001 nella risposta sopra.

    P.S. Zirboldi, a differenza dell'altro personaggio, è un economista ed infatti mi pareva strano che sostenesse questa sciocchezza. Infatti lo dice chiaramente nel video (time 1:09:10). Solo la banca centrale di uno stato o di un gruppo di stati può CREARE il denaro. E la cosa non è affatto gratuita e priva di effetti collaterali spiacevoli come cercano di farla sembrare molti! Le banche creano un debito esattamente come posso crearlo io se ti dico "vai pure a spendere questi 1000€, poi me li restituirai" e ti giro 1000€ che m'ha prestato qualcun altro. Ho "creato" qualcosa certo, ma se poi quello che m'ha prestato i 1000€ li rivuole e tu non me li restituisci... ho creato solo un bel "puffo"!
    P.P.S. lol... il filmato è divertentissimo. Zirboldi ha semplicemente spu...to in maniera pesantissima quel personaggio con la barba! Che dimostra la sua ASSOLUTA cialtroneria quando chiede "a chi lo devono restituire il denaro "creato" le banche?" E il povero Zirboldi fatica 7 camicie a tentare, senza successo, di fargli capire che il denaro non va restituito al governo, la banca centrale, il Bildenberg o i rettiliani cattifi, ma semplicemente ai CORRENTISTI che, ovviamente, chiedono di prelevare quello che hanno depositato (e che la banca ha prestato moltiplicandolo!!).
    Se sono questi i tuoi guru economici non lamentarti delle etichette che ti ritrovi...
    Ultima modifica di BrightingEyes; 22-03-2016 a 13:34

  20. #80
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2005
    residenza
    Roma
    Messaggi
    4,806

    Predefinito

    Sarà concesso ancora qualche migliaio di anni ai cattivi per redimersi,
    poi saranno gettati nel baratro...
    ma io penso che Living ce la farà...


 
+ Rispondi
Pagina 4 di 20 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Criticità delle aste per l'incentivazione delle rinnovabili.
    Da PaolP7 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 19-10-2011, 10:55
  2. ingegnere delle tlc e FV?
    Da sole&luna nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 48
    Ultimo messaggio: 02-10-2009, 21:57
  3. Conto energia, aggiornamento delle modalità per la stipula delle convenzioni
    Da gigisolar nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 02-07-2009, 07:03
  4. Bando delle PMI
    Da marco1212 nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 23-02-2008, 17:25

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi