Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 3 di 6 primaprima 1 2 3 4 5 6 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 106
Like Tree57Mi piace!

Discussione: Trivelle si trivelle no .

  1. #41
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,960

    Predefinito



    proverò a chiarire le posizioni di chi non andrà a votare, in mdo sintetico così da risultare comprensibile ai più refrattari.
    Non si tratta di dire si o no alle trivelle (che poi non c'entrano nulla, visto che si parla di concessioni), si tratta di dire no a un referendum-pagliacciata, pieno di errori e mistificazioni tanto che porterà danni sia che vinca il sì, sia che vinca il no. Il perchè è stato abbondantemente spiegato nei post precedenti.


    Partendo dalla sentenza della Corte di Cassazione del 1967 che ha confermato la condanna a nove mesi di reclusione di alcuni anarchici di Foggia....Con questa edificante motivazione la Corte di Cassazione, con una sentenza che non risale ai tempi di Pelloux né a quelli di Scelba ma al 1967, ha confermato la sentenza di condanna a nove mesi di reclusione di alcuni compagni anarchici di Foggia, ..... Ha detto anzi che queste cose sono così ovvie che non c’è bisogno nemmeno di dirle e che i propagandisti dell’astensione possono essere condannati senza motivazione.....una volta si veniva condannati per l'apologia di reato di astensione al voto
    Appunto, una volta: le sanzioni del
    l’articolo 115 sono state soppresse nel 1993, ventitre anni fa.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  2. #42
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    Udine,+/-
    Messaggi
    1,780

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Credo che tu dovresti spiegarlo a te stesso.... fidandosi del fatto che una minoranza comunque non potrà andare a votare semplicemente perché impossibilitata , o troppo vecchia o invalida o ammalata a all'estero o al lavoro o annoiata o disillusa .... .
    Secondo me vale sopratutto l ultimo aggettivo ma non deve bastare per andare tranquillamente a spasso.Io credo che se vogliamo veramente le cose le possiamo cambiare,ma se volete che i vostri nipoti risparmino sulla crema solare,con protezione 1000 gia inclusa nel bagnetto o rotolandosi sulla spiaggia fate come vi pare.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  3. #43
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,960

    Predefinito

    Diezedi, per cambiare bisogna fare le cose sul serio, e basta recepire le direttive europee sulle 200 +12 miglia, così non ci becchiamo l'infrazione comunitaria che pagheremo noi cittadini. Questa è la legislazione europea vigente, e discutere su un referendum locale che va comunque in direzione opposta alle delibere europee e che AL MASSIMO, se vince il sì, porta il limite a 12 miglia... e che se vince il no porta il limite a zero, non puoi chiamarlo "migliorare le cose".
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  4. #44
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    Udine,+/-
    Messaggi
    1,780

    Predefinito

    Ma intanto facciamo qualcosa poi miglioreremo.......Nuove possibili trivelle entro le 12miglia se fallisce il referendum ....Trivelle, marea nera a 100 km dall’Italia ....Trivelle scadute operavano in mare senza autorizzazione....... TTIP e TPP, le armi segrete dei grandi inquinatori.........................E poi abbiamo veramente bisogno ora di questi combustibili o sarebbe meglio tenerli per quando ce ne saranno pochi. .... Trivelle in crisi: nel 2016 il 35% delle compagnie rischia di fallire Certo che no abbiamo fretta,fretta e ancora piu fretta.Ma di andare dove. Non so cosa devono inventarsi per bloccare l Italia.
    a Carlo A piace questo messaggio.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  5. #45
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,960

    Predefinito

    Non deviamo la discussione! Nel referendum non si discute affatto della questione se abbiamo bisogno o no dei combustibili fossili (e non ne abbiamo bisogno). E non si discute del fatto che il fossile debba essere italiano oppure no, è che venga da zero, da dodici o da mille miglia. E non si discute nemmeno dei posti di lavoro che si ipotizza spariranno (difficile, visto che i due terzi del personale è impegnato in realizzazioni per l'estero).

    Si discute di un falso referendum che è solo politico, e IN OGNI CASO non risolverà nulla, visto che va contro tutti gli altri paesi europei, qualunque fazione vinca. E' un referendum che nasconde solo ambizioni politiche e mazzette che andranno a uno oppure all'altro. Contro l'interesse di tutti gli italiani e dell'ambiente.

    Te lo dico in un altro modo... E' come se tutti vietassero la pena di morte e allora in Italia proponessimo un referendum per far esprimere i cittadini sul quesito se è meglio l'impiccagione o l'iniezione letale.
    E visto che si tratta di una cosa illogica, lo scopo è sicuramente un altro.
    Carlo A e Tordesillas piace questo messaggio
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  6. #46
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    Udine,+/-
    Messaggi
    1,780

    Predefinito

    Sono solo d accordo con te che sara politico ma nel senso di polis,il quesito non sara tecnicamente perfetto ma e il segnale se vuoi o no che le cose le facciano solo a modo loro.Poi ci sara l altro piu avanti,e questo per l Italia.Per le altre sedi vedremo come dovremo muoverci.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  7. #47
    Moderatore
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    Piccola Parigi
    Messaggi
    1,236

    Predefinito

    Non è solo politico, vi è di mezzo anche il costo di smantellamento impianti che non è risibile ed il relativo controllo che viene demandato alle compagnie estrattive affidandone il fine vita produttiva.
    Guarda caso molti impianti sono già con rinnovi di 10 e 5 anni concessi anche per più volte, forse li si vuole agevolare per evitargli tali costi ? con quali rischi ?
    Sull'astensionismo, un ex presidente della repubblica ed un presidente del consiglio avrebbero fatto molto meglio a tacere, ma tanto si è imparato a conoscerli come cialtroni.
    facesole e zagami piace questo messaggio
    L'ottimo è nemico del bene. ( Cit. )

  8. #48
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,272

    Predefinito

    Ma come ...Napolitano che faceva dimettere Berlusconi era un galantuomo e adesso che legge la costituzione è un cialtrone? Come cambiano i tempi...e la convenienza.
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein

  9. #49
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,960

    Predefinito

    Il costo dello smantellamento delle piattaforme gas è ridicolo, per le piattaforme installate in Adriatico.Certo, se qualcuno si offre di farglielo risparmiare in cambio di qualcosa...

    Diezedi, se volevano fare qualcosa di serio recepivano ALMENO le direttive comunitarie, invece di fare l'opposto. Davvero pensi che chi propone una cosa simile, con tanto di inchieste in corso sugli appalti di tempa rossa, sia poi lo stesso che ascolterà il risultato del referendum?
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  10. #50
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    May 2008
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    4,429

    Predefinito

    molte cose si imparano dopo degli anni,e si vede come alcuni politici pur di cacciare il cav
    hanno agito contro l'italia e gli italiani,a noi i cocci a loro i vitalizi

  11. #51
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,272

    Predefinito

    Vignetta.....
    Immagini Allegate
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein

  12. #52
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    In Russia stanno già brindando.

  13. #53
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da livingreen Visualizza il messaggio
    Nel referendum non si discute affatto della questione se abbiamo bisogno o no dei combustibili fossili (e non ne abbiamo bisogno).
    A parte il fatto che le centrali a metano servono a compensare il contributo rinnovabile che non è regolabile (nelle sere di inverno come compensiamo l'8% medio di fotovoltaico?), ma l'Italia è il paese che più di ogni altro utilizza il metano direttamente negli edifici: riscaldamento, cottura, ecc.

    Fino a qualche anno fa gli ambientalisti promuovevano il metano, pulito ed efficiente, ed erano contro l'energia elettrica.

    Addirittura si promuoveva la congenerazione: tante caldaiette domestiche che con il metano non solo scaldavano ma producevano energia elettrica, permettendo di ridurre il consume di energia elettrica in barba a quella cattivona di Enel.

  14. #54
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Astenersi significa lasciare la decisione agli altri , non mi pare il discorso di una persona valida come te .
    A un referendum abrogativo per il quale la nostra Costituzione prevede il raggiungimento del quorum (ed anche quindi del non raggiungimento), l'astensione significa semplicemente il disaccordo sul referendum stesso.

  15. #55
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,122

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    Ma come ...Napolitano che faceva dimettere Berlusconi era un galantuomo e adesso che legge la costituzione è un cialtrone? Come cambiano i tempi...e la convenienza.
    Col senno di poi ti posso dire che Berlusconi è stato un galantuomo , visti i risultati del poi cioè il governo Monti -Letta-Renzi tutti illegittimi che hanno affamato e danneggiato la popolazione povera italiana con leggi assurde ,vedi legge Fornero ,trivelle ,art,18,licenziamenti facili, sanità smantellata, costituzione stravolta a loro favore , favori ad amici ed altro ...

    Come cambiano i tempi , SI , come cambiano , ai miei tempi si diceva chi non votava era un disertore o un anarchico , ora un politico, una sottospecie di premier mai eletto ed un ex specie di presidente incitano alla disobbedienza civile .

    Come cambiano i tempi ,Si, mi ricordo che quando era ragazzo e non volevo andare a votare perché non capivo l'importanza del voto in una società democratica ,qualcuno mi disse che dopo tre volte che non avrei votato, avrei potuto perdere i diritti civili ,come per esempio lavorare in un settore pubblico .
    Allora io ubbidii ed andai votare .
    Ma ora i tempi sono cambiati SI , hanno cambiato le leggi , quello che prima era corruzione, abuso di potere, favoritismo, ora non lo è più...
    Ultima modifica di zagami; 16-04-2016 a 03:39
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  16. #56
    Moderatore
    Registrato dal
    Nov 2010
    residenza
    Piccola Parigi
    Messaggi
    1,236

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    Ma come ...Napolitano che faceva dimettere Berlusconi era un galantuomo e adesso che legge la costituzione è un cialtrone? Come cambiano i tempi...e la convenienza.
    Forse la memoria mi inganna, ma parliamo dello stesso presidente della Repubblica che promulgò il lodo Alfano ?
    Parliamo dello stesso presidente della Repubblica che come ruolo principe deve essere il garante della carta costituzionale ?
    Mi sembra strano che un presidente della Repubblica si faccia carico di promulgare una legge che viene successivamente dichiarata incostituzionale dalla corte (sentenza 262/2009).
    In effetti secondo una ricerca la memoria di una persona tende a dimenticare le cose importanti mediamente dopo circa 7 anni, siamo border line ma ci rientriamo.
    a livingreen, trigen e zagami Piace questo messaggio
    L'ottimo è nemico del bene. ( Cit. )

  17. #57
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,960

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carlo A Visualizza il messaggio
    A parte il fatto che le centrali a metano servono a compensare il contributo rinnovabile che non è regolabile (nelle sere di inverno come compensiamo l'8% medio di fotovoltaico?),..Fino a qualche anno fa gli ambientalisti promuovevano il metano, pulito ed efficiente, ed erano contro l'energia elettrica.
    Sono mediamente d'accordo con te, anche se ci sarebbero dei distinguo che non voglio affrontare in questo thread, ma ho anche l'impressione che stia passando un messaggio sbagliato.
    Avere gas o petrolio in Italia non vuol dire "prima lo compravamo dall'estero e lo pagavamo, ora usiamo il nostro così è gratis". In ogni caso, gli idrocarburi vengono estratti dalle compagnie petrolifere, che poi lo mettono in vendita sul mercato. Quindi, ci costa uguale... ma può benissimo capitare che il petrolio che viene dall'estero costi meno del nostro, e che si compri quello e il nostro rimanga nel giacimento (salvo intervengano "aiutini" vari). Vale per i prodotti cinesi che compriamo tutti i giorni, vale anche per il petrolio.
    L'unica differenza è che le royalties verrebbero pagate allo stato italiano invece che finire nelle casse di uno stato estero. Ma anche i rischi...
    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Col senno di poi ti posso dire che Berlusconi è stato un galantuomo...Ma ora i tempi sono cambiati SI , hanno cambiato le leggi , quello che prima era corruzione, abuso di potere, favoritismo, ora non lo è più...
    Beh, anch'io lo dico spesso... Se ogni volta peggiora, un giorno Berlusconi sembrerà un galantuomo e lo faranno santo. Ma vale solo se il confronto lo facciamo con lui. Se prendiamo come unità di misura i veri galantuomini dei tempi della costituente, allora quelli attuali sono soltanto più o meno ladri.
    levyrameg e trigen piace questo messaggio
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  18. #58
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Aug 2008
    Messaggi
    1,023

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carlo A Visualizza il messaggio
    In Russia stanno già brindando.
    si accontentano di poco...

  19. #59
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Aug 2008
    Messaggi
    1,023

    Predefinito

    Living, chiedo a te che mi sembri sul pezzo. Per quanto riguarda le concessioni, nel caso di rinnovo secco come previsto dall'attuale regolazione, dovranno essere sottoposte a procedure di VIA e quindi ad eventuali nuove prescrizioni che seguano anche lo sviluppo della tecnica o saranno automaticamente rinnovate?

    Io credo che andrò a votare SI, per vari motivi, anche se concordo con molte tue considerazioni.

  20. #60
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,272

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
    In effetti secondo una ricerca la memoria di una persona tende a dimenticare le cose importanti mediamente dopo circa 7 anni, siamo border line ma ci rientriamo.
    nel tuo caso pare funzioni al contrario..cioè ricordi piu le cose vecchie (2008) che le cose piu recenti (autunno 2011)...
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein


 

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi