Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 1 di 6 1 2 3 4 5 6 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 106
Like Tree57Mi piace!

Discussione: Trivelle si trivelle no .

  1. #1
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,145

    Predefinito Trivelle si trivelle no .



    Ricordo agli amici del forum che il 17 aprile si terrà il referendum sulle trivelle .

    Io voterò SI .
    Anche per dare un segnale di spingere sulle energie rinnovabili .

    Potrei sapere la vostra opinione ?

    Una guida :

    Trivelle, guida al referendum - AG ilVelino - Libero 24x7

    Ciao .
    a eroyka, diezedi e akiro Piace questo messaggio
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  2. #2
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jan 2010
    Messaggi
    3

    Predefinito

    per mille motivi, voterò anch'io per il SI
    dico solo che chi vota NO, si oppone di fatto al cambiamento verso un nuovo modello di sviluppo compatibile con le risorse finite del paese e del pianeta
    bisogna prima di tutto sconfiggere l'indifferenza che regna sovrana e cercare di coinvolgere più persone possibile
    ciao
    a zagami piace questo messaggio.

  3. #3
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    May 2008
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    4,448

    Predefinito

    il problema del no non si pone visto chi è contrario non va a votare,ero dell'idea di non andare a votare
    ma ci andrò visto che si fa presto a fare i froci col di dietro degli altri,poi qualcuno si tiene il di dietro rotto
    e qualcun'altro potrà dire di aver rimesso in moto l'italia o secondo me svenduto l'argenteria
    a trigen piace questo messaggio.

  4. #4
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,145

    Predefinito

    Hai ragione Pox è proprio quello che pensavo io ed il motivo per cui andrò a votare.
    l'italia si rimette in moto solo per alcuni danneggiando molti .
    Ciao.
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  5. #5
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,128

    Predefinito

    Ecco alcuni motivi per i quali voterò si:



    1a) Le concessioni durano 30+10+5+5 anni, cioè CINQUANTA anni! Non bastano 50 anni, cioè mezzo secolo, per poter dire che un manufatto umano arrugginito debba essere rimosso?


    1b) Ho letto che spesso tali piattaforme vengono mantenute in loco, estraendo una quantità minima di gas o petrolio, per non dover affrontare i costi di smaltimento, NON perché il giacimento sia realmente produttivo


    2) Come detto si può perforare obliquamente, e comunque è innegabile l'impatto visivo e psicologico sui turisti... e ritengo che l'Italia dovrebbe tutelare il turismo molto più di una misera percentuale del suo fabbisogno fossile


    3a) Il petrolio e il gas costano poco, e questo a prescindere dai recenti ribassi. Secondo me sono risorse prezione e esauribili e dovrebbero costare di più. Ha senso estrarre ora una risorsa che costa pochissimo?


    3b) Ovviamente per molti l'effetto serra è una bufala degli ambientalisti, ma di fatto è opinione di molti scienziati che per evitare catastrofi dovremmo lasciare sotto terra buona parte delle risorse fossili esistenti


    4) Se li lasciamo sotto terra non è che gas e pertolio si perdono, magari lasciarne un po' ai nostri nipoti non sarebbe poi così sbagliata come idea


    5) viste le recenti e meno recenti inchieste, è chiaro a tutti quanti interessi e corruzione si nascondono dietro queste piattaforme. Non mi sembra opportuno che una concessione rappresenti un diritto di fatto imperituro ad estrarre, ha un valore talmente elevato da provocare corruzione mostruosa.


    6) Altri quesiti sono stati come detto "annullati", ma per me anche se la domanda è tecnica resta l'opportunità di dare un segnale a questo governo, quello di spingere ancora e di più le rinnovabili (mentre invece stanno facendo il contrario)
    a Furio57, akiro, trigen e 1 altri Piace questo messaggio
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #6
    Seguace
    Registrato dal
    Oct 2012
    Messaggi
    346

    Predefinito

    Q
    ualcuno è stato avventato,il referendum è incompleto e pericoloso perché sappiamo bene come sia difficile raggiungere il quorum e come siano subito pronti a considerare un non quorum come un no deciso.Ormai è andata,senza entusiasmo ma bisogna assolutamente andare. Dopo,a bocce ferme,bisogna rivedere parecchie cose.
    BrightingEyes e riccardo urciuoli piace questo messaggio

  7. #7
    Seguace
    Registrato dal
    Jan 2007
    Messaggi
    781

    Predefinito

    [QUOTE=riccardo urciuoli;119690293]Ecco alcuni motivi per i quali voterò si:
    Grazie per l’assist
    Non bastano 50 anni, cioè mezzo secolo, per poter dire che un manufatto umano arrugginito debba essere rimosso?
    Abito in una casa che è stata costruita nel 1970, devo preoccuparmi? Chi lo dice agli egiziani che le loro piramidi devono essere dismesse?
    1b) Ho letto che spesso tali piattaforme vengono mantenute in loco, estraendo una quantità minima di gas o petrolio, per non dover affrontare i costi di smaltimento, NON perché il giacimento sia realmente produttivo
    Però devono affrontare i costi di manutenzione e comunque i costi di smaltimento li dovranno sostenere comunque. Non mi pare una cosa furba. Se non sono produttivi conviene chiudere subito. Ma forse non è così
    2) Come detto si può perforare obliquamente, e comunque è innegabile l'impatto visivo e psicologico sui turisti... e ritengo che l'Italia dovrebbe tutelare il turismo molto più di una misera percentuale del suo fabbisogno fossile?
    Ho visto delle installazioni di quel tipo nella zona di Ancona, mi hanno incuriosito, ma non preoccupato.
    Ho trovato spiagge sporche di catrame nel mar Ligure (e non ci sono trivelle)
    Ho visto spiagge sporche disastrate da comportamenti incivili dei frequentatori in Puglia
    Mi fermo qui…. Il turismo si tutela con ben altri mezzi.
    3a) Il petrolio e il gas costano poco, e questo a prescindere dai recenti ribassi. Secondo me sono risorse prezione e esauribili e dovrebbero costare di più. Ha senso estrarre ora una risorsa che costa pochissimo?
    Giusto! Ma se dismetto l’impianto non li estraggo più. A meno che si rifaccia tutto daccapo. Neanche questa è una cosa furba
    3b) Ovviamente per molti l'effetto serra è una bufala degli ambientalisti, ma di fatto è opinione di molti scienziati che per evitare catastrofi dovremmo lasciare sotto terra buona parte delle risorse fossili esistenti
    L’effetto serra probabilmente non è una bufala degli ambientalisti, ma neanche il disastro ipotizzato.
    In ogni caso senza L’energia delle risorse fossili la vedo dura sostenere 9 miliardi di persone (non sono ancora none miliardi? Non ti preoccupare ci arriveremo domani)
    4) Se li lasciamo sotto terra non è che gas e pertolio si perdono, magari lasciarne un po' ai nostri nipoti non sarebbe poi così sbagliata come idea
    Perfetto
    5) viste le recenti e meno recenti inchieste, è chiaro a tutti quanti interessi e corruzione si nascondono dietro queste piattaforme. Non mi sembra opportuno che una concessione rappresenti un diritto di fatto imperituro ad estrarre, ha un valore talmente elevato da provocare corruzione mostruosa.
    Naturalmente dove girano soldi è molto probabile che ci siano attività non esattamente benefiche, ma non è un buon motivo per smettere di usare i soldi. Nessuno ha mai chiesto di chiudere gli ospedali perché medici cialtroni eseguono operazioni costose e inutili o infermiere pazze fanno le flebo con lo sturalavandini
    Questo lo aggiungo io…
    In molti interventi del SI si sbandiera il fatto che siamo già al 40% di rinnovabili (mi piacerebbe parlarne… un’altra volta) Il 40% di rinnovabili si riferisce alla produzione di energia elettrica. Tutto il resto sembra che non ci sia. Se fai il conto completo del fabbisogno energetico il 40% si riduce a poche unità.

    Spero che domenica faccia bello, così avrò la scusa di andarmene a spasso, senza grossi problemi di coscienza
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  8. #8
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,980

    Predefinito

    La tentazione di andare a votare sì per fare "qualcosa" per l'ambiente e "in favore delle rinnovabili" è molto forte, ma la disiformazione privata e quella di stato rendono impossibile fidarsi di quanto si è sentito dire sul referendum.

    Quale oscura ragione dovrebbe inserire nella legislazione italiana, fra le più restrittive al mondo sulle prospezioni e sulle estrazioni di petrolio, una legge per la regolamentazione nelle acque territotiali (le famose dodici miglia) e permettere invece quelle a dodici miglia + un metro?
    Per giunta, nello stesso momento in cui gli altri Stati propongono invece una moratoria comune per evitare le attività sugli oli pesanti nell'intero Mediterraneo, prevista nella Convenzione di Barcellona? E perchè solo dodici miglia, invece delle 200 miglia previste dalla Zona Economica Esclisiva?

    http://www.fondazioneuniverde.it/wp-...definitivo.pdf

    Inutile ricordare che in un mare chiuso, l'inquinamento colpirebbe tutti i Paesi costieri e la questione "nelle acque territoriali no / fuori dalle acque territoriali va bene tutto" sarebbe assolutamente irrilevante.

    Per quale motivo una delle fazioni, che ha fortemente promosso il referendum fino a portarlo ad attuazione, e che poi ha fatto fuoco e fiamme per scorporarlo dalla data dalle elezioni in cui era prevista la sua votazione e anticiparlo di poco più di un mese con un forte aggravio di spesa pubblica, improvvisamente fa dietrofont e "consiglia" di non andare a votarlo? Forse le arie cattive di questi giorni sugli scandali del petrolio erano state annusate qualche settimana prima da qualche insider di quel partito, ben prima che fossero di dominio pubblico?

    Perchè si dovrebbe votare un referendum proposto dalle stesse forze e dalle stesse persono che poi risultano coinvlte in scandali legati proprio a illeciti in quella attività? E' veramente spirito ambientalista o nelle pieghe di queste leggi che si vogliono abrogare si nascondevano ostacoli che impedivano di fare provvedimenti ad personam o di realizzare altri guadagni illeciti finalmente senza la paura di essere condannati?

    Come mai le stesse associazioni ambientaliste che attribuiscono le bandiere blu pubblicano solo in concomitanza del referendum i rapporti sull'accumulo di metalli pesanti presso le piattaforme? Metalli pesanti... nell'estrazione di gas?!?! Con piattaforme a un quarto d'ora dalla spiaggia, non se ne sono mai accorti? E come mai non ne viene accertata la provenienza, visto che l'Adriatico è PIENO di metalli pesanti provenienti dal passato di scarichi nel Po e di scarichi di Porto Marghera?
    Si è trovato il capro espiatorio che conviene adesso? A chi conviene? Perchè?

    Per quale motivo si doffondono notizie false di ogni tipo, come quella dell'attuale estrazione di petrolio in mare (dove invece si estrae solo gas), o quella delle compagnie che non sono obbligate a bonificare le piattaforme esaurite (dove invece esiste una pesantissima legislazione internazionale che impone alle Compagnie così pesanti opere che sono state obbligate a costituire un panel comune per il decommissioning)? Perchè non sono MAI state citate le conferenze periodiche che tale panel organizza in tutto il mondo, che sono la base della legislazione mondiale e degli obblighi assicurativi, e a cui partecipa anche l'Italia?

    La risposta è semplice: a nessuno dei gruppi di pressione interessa qualcosa di dare una svolta ambientalista o tenere una linea conservatrice, ma solo di avere l'autorizzazione a perseguire i propri interessi e ad avere una legislazione che permetta di avere leggi che li favoriscano o che tolgano poetere all'avversario, e di fare in modo che la magistratura non possa perseguire gli illeciti perchè sono diventati leciti.

    Al referendum, me ne andrò a fare un giretto in moto, magari incontro Tersite.
    a levyrameg, marcober, Carlo A e 1 altri Piace questo messaggio
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  9. #9
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,145

    Predefinito

    Ogni opinione del si e del no è parimenti rispettabile, anche se penso che se si supera il quorum del 50% vincerà di sicuro il SI.


    http://www.ansa.it/sito/notizie/poli...7f03f046c.html

    Trivelle: Grossi, a referendum si deve votare.
    Il presidente della Consulta sottolinea che "la partecipazione fa parte della carta d'identità del cittadino.

    Presa di posizione del presidente della Consulta Paolo Grossi interpellato sul referendum di domenica: è giusto partecipare al voto, ha detto.
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  10. #10
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,980

    Predefinito

    Il fatto é che i cittadini si illudono che si tratti di una lotta fra i buoni (ambientalisti) e i cattivi (petrolieri), quando invece è solo una disputa fra cattivi e cattivi... Al solo scopo di fregare i buoni. L'artista riuscirebbe a fare inciuci e illeciti anche nelle rinnovabili. Come dite? Li hanno già fatti?
    Darwin e Carlo A piace questo messaggio
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  11. #11
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,128

    Predefinito

    torniamo in tema... dal sito de la stampa:
    http://www.lastampa.it/2016/04/04/it...QN/pagina.html
    e da questo
    http://unmig.mise.gov.it/unmig/stat/.../it/ra2015.pdf

    ecco lo storico di estrazione gas in Italia:


    Senza andare nel dettaglio delle piattaforme, mi sembra evidente un forte calo dal 1994 ad oggi. Non vorrà forse dire, visto che ad oggi nessuno ha costretto a chiudere attività estrattive attive, che di fatto è innegabile un esaurimento dei pozzi in tempi ben inferiori a 50 anni?
    Ovviamente se uno li sfrutta ...

    oppure, sempre su sito istituzionale:
    http://unmig.mise.gov.it/unmig/strut...ine/elenco.asp

    colpisce l'elevata percentuale di piattaforme non operative o non eroganti.


    Non conosco il significato tecnico di queste parole ma a me fanno pensare a strutture non più produttive o messe li per "occupare una postazione".


    Ripeto, non conosco in profondità la questione, ma il dubbio viene... e quindi magari quelli che credono che il progresso si faccia dicendo sempre si senza condizioni a imprenditori e multinazionali potrebbero aiutarmi a capire a cosa servono strutture enormi, impattanti, se sono non produttive e/o non eroganti.


    Le dobbiamo considerare una attrazione turistica?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  12. #12
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,377

    Predefinito

    L'unica questione che non mi è chiara è proprio il fatto che , per evitare costi, le Compagnie non chiudano formalmente pozzi che non usano...rimandando le "spese" ad esercizi futuri.
    Se cosi, andrebbe fatta una legge che li obblighi a farlo...ad esempio aumentando i costi (esempio IMU) che colpisce la piattaforma..in modo che sia economico mantenerla solo se eroga.
    Ma è cosi? il link di Riccardo non mi va...
    poi le Royalties dovrebbero essere penso piu generose per lo stato ed Enti locali...se Eni riesce a fare business con margini normali in egitto , meglio che lo faccia la che non entro le ns 12 miglia, ovvio..se glielo facciamo fare, almeno che sia un buon affare per lo Stato e non solo in buona parte per le Compagnie (vedi esenzioni annue, etc)

    Al contrario..vietare di estrarre gas da un giacimento non esaurito..su cui GIA INSISTE una piattaforma..solo perchè "è scaduta la concessione"..è da fessi..come lo è stato non usare alcune centrali nucleari nuove e piene di combustibile e buttare il vapore per anni in aria perche era "vapore di origine nucleare".

    In ogni caso..sono questioni TECNICHE..che NON valgono a spesa del referendum..e che NON dovrebbero essere oggetto di referendum.. che li paghiamo a fare consiglieri Regionali e Parlamentari?

    Per dare un segnale che il referendum usato cosi è un insulto e uno spreco..io non vado a votare.

    Su altri punti della Campagna del SI, condivido Tersite...sino a quando vedo persone di buon senso, c'è speranza.

    per il resto (impatto, inquinamento, posti di lavoro..) io farei votare solo i cittadini residenti in comuni rivieraschi che hanno almeno 1 piattaforma installata ... se va bene a loro, chi sono io per dire cosa fare o non fare a 24 km da casa loro...se pensano che sia meglio il turismo o se si possa conciliare turismo e gas e pesca..nessuno meglio di loro o sa...li ci vivono loro, i loro figli e i lor padri..hanno investito loro..è la loro terra.

    ma non è che poi salta fuori che, grazie ai divieti di pesca nelle zone sfruttate..c'è piu pesce li che altrove? mi pare che in certe zone affondano vecchie carrette per dare zone di ripopolamento ai pesci..o sbaglio?

    e poi...fa davvero piu ribrezzo una piattaforma a 10 km...o l'albergone 5 piani fronte mare?
    Inquina davvero piu quella piattaforma..oppure il Paesone da 5000 abitanti col "falso depuratore" che depura solo se non si fanno i prelievi.

    Non so..come livingreen..ci vedo poco chiaro.
    Di certo vedo Emiliano (PD Puglia) che cerca di fare le scarpe a Renzi..lotte fra correnti di partito...almeno ai tempi della DC, se le risolvevano al Congresso le loro beghe..adesso cercano di mettere in mano a noi la pistola del delitto, dicendoci perche dovremmo premere il grilletto... manco il coraggio di farlo loro hanno sti fantocci...
    a tersite3 piace questo messaggio.
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein

  13. #13
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,980

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Senza andare nel dettaglio delle piattaforme, mi sembra evidente un forte calo dal 1994 ad oggi. Non vorrà forse dire, visto che ad oggi nessuno ha costretto a chiudere attività estrattive attive, che di fatto è innegabile un esaurimento dei pozzi in tempi ben inferiori a 50 anni?
    In media, hai ragione: i pozzi si esauriscono in meno tempo. Dipende dal pozzo, però: alcuni si sono esauriti prima del previsto, altri invece danno produzioni inaspettate, maggiori e più durevoli del previsto. in ogni caso, l'estrazione di gas non si interrompe di colpo a giacimento esaurito, ma cala progressivamente. Le piattaforme improduttive totali non esistono, esistono quelle che ormai danno poco gas. Ma non sono esauirite, o spente e abbandonate.

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Non conosco il significato tecnico di queste parole ma a me fanno pensare a strutture non più produttive o messe li per "occupare una postazione".
    Si e no: nessuno se ne fa niente di una postazione improduttiva a cui deve per giunta fare continue manutenzioni. Piuttosto, dato il sistema geologico sottomarino dell'Adriatico, a volte basta perforare un nuovo pozzo a 500 metri e abbandonare il vecchio, collegandosi alla stessa piattaforma. Bisogna distinguere fra pozzi e piattaforme, insomma... la piattaforma è l'infrastruttura che serve il pozzo, e può essere usata anche per altri pozzi.

    Inoltre, non dimentichiamoci che una piattaforma può essere anche periodicamente portata in bacino di carenaggio per la revisione o il revamping, e poi riportata dov'era prima (o altrove). E' una pratica abbastanza comune. E poi, ci sono pozzi a così poca distanza dalla costa e con gas così pulito che semplicemente si porta un gasdotto sottomarino dal pozzo fin sulla terraferma e si fa l'installazione del trattamento nell'entroterra.
    a marcober piace questo messaggio.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  14. #14
    Seguace
    Registrato dal
    Oct 2012
    Messaggi
    346

    Predefinito

    @livingreen: diamole tutte per buone le tue affermazioni,io però una riflessione la voglio fare,(e ripeto che non sono affatto entusiasta del referendum),non pensi che all'ambiente faccia meglio una vittoria dei sì,che poi sostanzialmente cambierebbe davvero poco,visto che in caso di non quorum ci sarà subito qualcuno pronto a sentirsi legittimato ad agire in sfregio alla legislazione vigente? Già le vedo le multinazionali minimizzare gli effeti di airgun,fratturazioni,perdite,(che poi sono considerate normali sotto una certa percentuale).Ma soprattutto,quale etica o morale ha un padre di famiglia che considera ad uso esclusivo della propria generazione tutto quel che trova? E di chi verrà dopo ce ne freghiamo allegramente...qualcosa s'inventeranno...più o meno come il progetto del ponte con le saldature che non sopportavano il carico,ma la postilla che quando si sarebbe arrivati a farle si presumeva sarebbero state inventate di un tipo nuovo.
    a riccardo urciuoli piace questo messaggio.

  15. #15
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,980

    Predefinito

    non pensi che all'ambiente faccia meglio una vittoria dei sì,che poi sostanzialmente cambierebbe davvero poco
    Penso che sarebbe bello, se fosse vero. Ma credo che a chi ha proposto il referendum, a chi spinge in una direzione e a chi spinge dall'altra, dell'ambiente non freghi nulla... e che a noi lascino solo l'illusione che sia per una buona causa.
    a Tordesillas piace questo messaggio.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  16. #16
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,128

    Predefinito

    Beh però questa conclusione qualunquista Living non te la passo... si può votare si o no, scegliere il meno peggio... ma che a Legambiente non freghi nulla dell'ambiente...

    I siti forse erano bloccati dall'accesso, ora funzionano.

    Sembra ci siano molti pozzi potenzialmente produttivi ma non eroganti... ma anche così non capisco perchè una società possa perforare, costruire un pozzo/piattaforma, lasciarlo inattivo per decenni e poi pretendere di continuare a usarli dopo la scadenza.

    Di fatto mi sembra di capire che se ne approfittano di questa carenza legislativa, i motivi possono sfuggire ai profani ma sono sicuramente meri motivi economici di convenienza.

    O peggio, sembra quasi, veramente, che abbiano voluto "mettere una bandiera", per esempio perforare entro le 12 miglia perchè era in arrivo il divieto.

    E allora che li sfruttino questi benedetti pozzi e poi li chiudano!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  17. #17
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,980

    Predefinito

    Pensala come vuoi, le contraddizioni restano.

    Legambiente? Basta che si mettano d'accordo: o ci sono "i gravi inquinamenti da metalli pesanti", oppure ci sono le bandiere blu. Di certo queste cose non appaiono magicamente solo durante la campagna elettorale del referendum.

    Perforare entro le dodici miglia per prendere il posto? E chi glie lo ha detto, che arrivava il referendum? Gli insider, che però si fa finta che non esistano?
    Prendere posizione? Con la perforazione direzionale ti puoi spostare di 6-7 chilometri in orizzontale, "prendere il posto" non serve a nulla.
    Vedo però che le piattaforme non eroganti sono poche, le altre sono "piattaforme di supporto alla produzione (compressione o raccordo)" e quindi non hanno pozzi, e "strutture non operative (ritrovamenti effettuati in permessi di ricerca ora in attesa del conferimento della relativa concessione di coltivazione per essere messi in produzione)", cioè hanno fatto la domanda ma non hanno ancora la licenza.
    Non vedo commenti sugli argomenti che ho introdotto, segno che li conoscevate già.
    a Darwin piace questo messaggio.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  18. #18
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,377

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da livingreen Visualizza il messaggio
    Vedo però che le piattaforme non eroganti sono poche, le altre sono "piattaforme di supporto alla produzione (compressione o raccordo)" e quindi non hanno pozzi, e "strutture non operative (ritrovamenti effettuati in permessi di ricerca ora in attesa del conferimento della relativa concessione di coltivazione per essere messi in produzione)", cioè hanno fatto la domanda ma non hanno ancora la licenza.
    .
    Le non eroganti sono 31 entro le 12 (su 39 totali, quindi la maggioranza)
    Le "a supporto" solo 5
    Le non operative 8..e sono piattaforme vecchie a cui sono connessi pozzi non eroganti...per cui non penso siano piattaforme nuove in attesa di licenza per perforare pozzi.

    Se poi sono piattaforme su giacimenti ancora non esaurito..dove magari perforando ancora si potrebbe cavare ancora gas..puo darsi...ma se abbiamo deciso che entro le 12 non si perfora più..sarebbe bene smantellarle

    Tuttavia sottomettere a referendum tali questioni spicciole, è errato.

    La cosa poi che trovo strana è che il portabandiera di tutto sia il Sig Emiliano..Puglia..quando la Puglia ha 2 piattaforme su 135 totali....e chi ne ha di più forse vota SI.
    Gia questo fa capire che della questione spicciola per cui si fota..non frega nulla ai promotori...che infatti dicono "noi vogliamo dare un segnale..."

    Ma allora non mi devi usare il REFERENDUM...fai la battaglia politica..con una Associazione..con un partito..dentro un partito..al Congresso...insomma, come vuoi, ma non rompi le scatole a 60 mio di italiani (spendendo 300 mio) per "dare in segnale"...perchè allora è normale che la cordata opposta reagisca..e si innesta una battaglia politica in una sede che , quella referendaria, che a mio parere non è quella adata per risolvere certe partite ..che sono piu "interne" al PD che vere questioni fondamentali (come aborto, divorzio, eutanasia, etc)

    E io , di "prestarmi" al gioco di una delle due parti...non ho alcun interesse... spero invece che con astensione sia chiaro che "la devono piantare" di coinvolgerci in loro beghe interne attraverso referendum "del piffero".
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein

  19. #19
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2015
    Messaggi
    1,474

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da livingreen Visualizza il messaggio
    Quale oscura ragione dovrebbe inserire nella legislazione italiana, fra le più restrittive al mondo sulle prospezioni e sulle estrazioni di petrolio, una legge per la regolamentazione nelle acque territotiali (le famose dodici miglia) e permettere invece quelle a dodici miglia + un metro?
    semplice, l'Italia dovrebbe fare tutto e più di tutto per promuovere il turismo, l'alimentazione (compreso quella ittica) e le rinnovabili visto che siamo il paese del sole e del mare e degli innumerevoli microcliclimi differenti
    i posti di lavoro non si fanno con le piattaforme in mezzo al mare e l'energia si può prendere dai fiumi, dai mari dal vento e dal sole basta investire in tecnica ed innovazione
    a riccardo urciuoli piace questo messaggio.

  20. #20
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Oltrepo pavese
    Messaggi
    24,377

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da alexsky Visualizza il messaggio
    i posti di lavoro non si fanno con le piattaforme in mezzo al mare e l'energia si può prendere dai fiumi, dai mari dal vento e dal sole basta investire in tecnica ed innovazione
    ti faccio notare come Legambiente sia sostanzialmente contro Idrico (e comunque miniidrico non puo certo risolvere i ns bisogni di energia), eolico e FV a terra...resta il FV sui edificio...capisci che essere solo "contro" non è che sia utile ..bisogna magari gestire bene certe cose..come far pagare e royalties..far chiudere strutture inutili, etc...ma dire no atutto pensando che poi gli laberghi pe ri turisti stranieri si alimentino solo di fv sul tetto..mi pare nemmeno degno di commento.
    “Through the release of atomic energy, our generation has brought into the world the most revolutionary force since prehistoric man's discovery of fire.” Albert Einstein


 
+ Rispondi
Pagina 1 di 6 1 2 3 4 5 6 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi