Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
Discussione chiusa
Pagina 22 di 36 primaprima ... 2 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 421 a 440 su 712
Like Tree312Mi piace!

Discussione: Brexit

  1. #421
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito



    Tornando al tema non pare che gli stessi inglesi credano poi tantissimo alle previsioni rosee:
    http://www.markit.com/Commentary/Get/03082016-Economics-UK-all-sector-PMI-at-lowest-since-April-2009-after-record-fall

    A
    nzi, a dire il vero proprio gli inglesi (non gli anziani delle midlands, vero) sembrano essere proprio i primi a suggerire all'Europa una strategia per evitare la brexit:
    https://www.theguardian.com/business...hange-its-mind

    "The EU could advance this strategy by calling May’s bluff on “Brexit means Brexit”. May should be told that only two outcomes are possible: either Britain loses all single-market access and interacts with Europe solely under World Trade Organisation rules, or it remains an EU member, after negotiating reforms that could persuade voters to reconsider Brexit in a general election or a second referendum."

    In sintesi la UE dovrebbe andare a vedere il bluff della May e darle solo le DUe uscite possibili: O la GB perde ogni accesso al mercato comune e interagisce con la UE solo attraverso le regole del WTO o rimane un membro UE dopo riforme negoziate (della UE!) che possano far riconsiderare la brexit alle elezioni o un secondo referendum.

    Quali siano queste riforme è spiegato più sotto. In pratica un calcio alla ottusa burocrazia di stampo tedesco e una nuova visione della UE che tenga conto della situazione creata dalla crisi. Cioè in sintesi quello che chiede l'Italia e che trova sempre più consensi.
    Che una brexit abortita alla fine si possa rivelare una cosa positiva???
    Ultima modifica di BrightingEyes; 03-08-2016 a 15:24
    a Darwin piace questo messaggio.

  2. #422
    Seguace
    Registrato dal
    Oct 2012
    Messaggi
    346

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pox1964 Visualizza il messaggio
    nel 85 ero un ausiliario della polizia penitenziaria,e visto che non avevo la benchè minima
    raccomandazione,e ne potevo avere,ma non è nel mio carattere,mi hanno mandato in prov.
    di caserta,questo lo dico che non c'è nessuna indennità fuori sede,c'era la missione se per alcuni mesi
    venivi distaccato in un'altra sede,se i concorsi sono nazionali tutti possono partecipare ma la sede
    ti danno quella che credono loro


    .
    Pox,ho fatto l'ausiliario nello stesso corpo,direi che quando l'hai fatto tu,fossero ancora sotto la difesa e non sotto grazia e giustizia. Stesso tuo percorso,zero conoscenze o raccomandazioni,venivo guardato con immenso stupore da tutti. In realtà fecero un esame dopo i 3 mesi e mezzo di corso e in base al voto ottenuto e alla disponibilità di posti,rapportati al numero di domande per quel posto,definivano le destinazioni. Io presi 54/60,unito al fatto che il 90% erano del Sud,quindi chiedevano destinazioni al Sud,andai vicino a casa. Hai ragione nessun'indennità per gli spostamenti. Ci terrei però a sottolineare come le indennità rischio venissero percepite da impiegati,dipendenti del ministero e ogni arruolato,pur se non in servizio attivo. Pensioni dopo 16 anni e sei mesi e l'ultimo mese che faceva quota,grado regalato e segnati in servizio 16 ore su 24,pur se non presenti. Stesso stupore quando dissi che tornavo alla Ferrari,il mio periodo di leva era finito. p.s. un detenuto allora costava allo stato circa 500000 al giorno,chi ha conosciuto un po quella realtà,sa che ci sono varie voci che concorrono ad alzare la quota.

  3. #423
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Jan 2012
    residenza
    Pescara
    Messaggi
    6,202

    Predefinito

    come vedete già trigen ha vissuto una realtà differente ma ancora meglio l'hanno vissuti in molti altri.
    Ultimamente ho conosciuto un maresciallo di finanza da 20 anni in polizia giudiziaria, i suoi due figli sono entrati nell'accademia della guardia di finanza, futuri ufficiali.
    A scuola non erano granché ma al concorso da ufficiali sono stati dei mostri, primi posti per entrambi, se pur in epoche differenti.
    Vogliamo mettere anche questo tra i privilegi, il nepotismo??? ma no lì si svolge tutto regolare.
    5.76 KW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 Kw , 2 boiler 0-1000watt in serie, controllo domotico , SDM120C Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  4. #424
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Vedo che, come al solito, eviti di rispondere e svicoli abilmente con tanto di solite offese gratuite.
    Non sono io a dire che si sono creati posti di lavoro inesistenti! Sono i sindacati della scuola a chiederlo!
    !
    Ma ti sbagli , io non svicolo affatto alle tue domande , ma risposte ne ho dato a centinaia e quindi dovrei ripetermi .
    Punto primo , io non ho sentito dire oggi dai sindacati quello che affermi tu , punto due sti sindacati per te sono gli asini da tirare in ballo ad ogni stagione a uso consumo delle cose storte che non vanno in questo paese , ma la colpa non è dei sindacati che non comandano na cippa , ma dei politici .
    Punto tre io non ho mai elogiato l'operato dei sindacati , ma sono altrettanto critico con questi sindacati quanto lo sono con il governo attuale .
    Punto quattro i sindacati non hanno fatto il loro dovere di sindacato da un bel po di tempo .
    Per quello che penso io nel 2011 della riforma Fornero i sindacati sono stati colpevolmente assenti , inutili e deleteri , dei quaquaraqua .
    All'epoca chi c'era Bonanni ed Epifani ? Cosa hanno fatto , nulla ?
    Il minimo sindacale cha avrebbero dovuto fare erano scioperi ad oltranza e bloccare tutto , scuola ,ospedali , industrie .
    La riforma Fornero era una riforma epocale e dovevano fare uno sciopero epocale , brutti stronzi .
    I sindacati di ora ? Chi sono quelle tre femminucce ? Una la Camusso e le altre due che non mi sovviene , tanto sono inutili ed insignificanti .
    Dicevano che dovevano rinnovare il contratto di lavoro finalmente fermo da 8 anni , CHI LE HA VISTE ? QUALCUNO PER CASO LE HA VISTE Più PARLARE ?
    Quindi NON PARLARE DI QUESTI SINDACATI INUTILI per favore , che contano quanto il due di coppe quando la briscola è a spade .
    Quindi qualsiasi cosa possano dire sti miserabili dei sindacati oggi nella scuola cosa conta ? TU gli dai ancora tutta questa importanza da tirarli in palio ogni volta come cavallo di troia ,contro tutte le belle idee di queste specie di governicchi che abbiamo da un po do di tempo ?
    Per quello che mi riguarda sti sindacati hanno rotto le palle con i loro assordante silenzio , dovrebbero fare uno sciopero epocale oggi visto che non lo hanno fatto ieri .

    Non ti volevo rispondere , ma nessuna offesa nei tuoi confronti , ma solo per dirti che sbagli a criticare chi non ha voce in capitolo ...per questo reputo fesserie .

    Baciamo le maniii....
    Ultima modifica di zagami; 03-08-2016 a 21:54
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  5. #425
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    Veramente non hai ancora risposto. Tutta sta tiritera sui sindacati non c'entra nulla. Io li ho citati solo per chiarire chi fa richiesta di cattedre inesistenti!!
    Ripeto la domanda...come fai a soddisfare la richiesta di cattedra vicino a casa dell'insegnante che hai citato se le cattedre vicino casa sono già state assegnate? Mi sembra semplice come domanda! No?
    E non preoccuparti, io non mi offendo automaticamente se qualcuno mi accusa di dire fesserie. Dipende tutto dalla credibilità di chi accusa...

  6. #426
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Io sono solidale con i professori , non si può essere contenti di trasferimenti a 2000 km di distanza a 1200 euro al mese di persone con 20-30anni di servizio .
    Se parliamo di trasferimenti nella stessa provincia di 30-50km potrei anche capirlo , ma qui si tratta di trasferimenti epocali , e non chiamiamola buona scuola , per favore perché di buono non ha nulla .
    L'idea che i manager sono trasferibili ovunque non ci azzecca nulla perché quelli guadagnano 100-1000 volte tanto .
    Leggiamo questo articolo con cui sono d'accordo .
    ll poliziotto pesta un minorenne, e l'Unità gode. "Così imparano" - Tiscali Notizie

    I fatti sono questi: a Napoli va in onda una protesta dei professori contro la cosiddetta riforma della #buonascuola di renziana memoria.
    C'è un caldo pazzesco, una professoressa sviene, scoppiano dei tafferugli. Si tratta di docenti con quindici anni di servizio, con case, mogli, mariti o figli. Non di giovani black blok. Ma questo a Fabrizio non interessa. Lui, che se ne sta a Roma con il culo in caldo, nella sua bella casa sul Lungotevere, e che 1230 euro li guadagnava con un solo articolo delle sue prestigiose collaborazioni, e che per una puntata del Grande Fratello - quando ci lavorava - prendeva quanto uno di questi docenti in un anno, è molto disturbato dal fatto che questi professori meridionali non siamo entusiasti per la riforma Renzi.
    Noi giornalisti abbiamo mille problemi, soprattutto i più giovani, ma sicuramente guadagniamo molto di più di coloro che, dopo una vita di lavoro, si prendono cura dei nostri figli, delle loro bizze, dei loro sogni. Io mi sentirei grato e riconoscente, per questo lavoro, così malpagato e non riconosciuto, Ma Rondolino (e quelli come lui) si permettono di fare la morale, perché non si trasferiscono battendo i tacchi. E non si fanno domande semplici e banali del tipo: se da un giorno all'altro si devono prendere una casa a Belluno come la pagano? Se i figli devono restare nella vecchia casa, come si pagani due affitti? Se devi andare in una città in cui il costo della vita è più alto, e hai le tue rate, il tuo stile di vita, come fai a onorare tutti gli impegni?


    I manager vanno e vengono: ma sono pagati mille volte tanto
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  7. #427
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    Insomma... ripeti semplicemente quello che TUTTI hanno capito. I professori meridionali (parole tue eh!) sono contrari a una parte della riforma che afferma semplicemente quello che tuttoil mondo sa perfettamente! E cioè che se mi propongo candidato per un lavoro in un'azienda che ha sedi a Palermo e Taranto NON posso pretendere che l'azienda stessa mi "inventi" il posto a Cuneo perchè mi sarebbe comodo dato che abito a 10 km!
    E NON rispondi ancora, prendo atto, alla semplicissima domanda!!
    Come fai a soddisfare la richiesta di cattedra dell'insegnante a 30-50 km max se le cattedre in quel raggio sono già tutte occupate??
    Noto che, con buona pace del tuo esperto compagno di likes, qui quello che gira la frittata e linka quel che trova per evitare una risposta semplicissima a una domanda semplicissima sei sempre tu!
    Io dei manager me ne infischio. Quello che prendono spesso è ottenuto proprio grazie a norme di protezione sindacale che i tuoi troppo "morbidi" sindacalisti hanno sempre difeso ed imposto anche per categorie che, grazie all'enorme potere ricattatorio (ah no, contrattuale, sorry...) che possedevano hanno avuto vita facilissima a strangolare le aziende. Che ora anche le capre demagopopuliste come il giornalista che citi se ne siano accorti è ininfluente.
    Manager o no, è ovvio anche ai bambini che la famigerata spending review non poteva fingere di ignorare i giganteschi sprechi da "tengo famiglia" del passato. Il fatto che ci siano casi con anzianità ventennale in situazioni antipatiche NON cambia la situazione!
    Il posto verrà coperto da qualcuno più vicino, forse più giovane, quasi certamente più preparato. Con grande vantaggio per quelli che sono i veri fruitori del servizio pubblico, cioè gli ALUNNI! Della cui preparazione a parole si preoccupano sempre tutti, ma che nei fatti è certificato anche dai risultati ocse come abbiano sofferto per anni di scarsa preparazione apportata da una massa di impreparati.
    Per gli altri piuttosto diamo un sussidio, ma certo non sj possono reinventare situazioni che poi creano "diritti acquisiti" e ulteriori richieste come la visione sindacale ci ha per decenni insegnato!
    Questa NON è solidarietà, ma furbizia clientelare verniciata di vittimismo borbonico, non scherziamo!

    P.s. molti non lo sanno, ma gran parte del problema deriva da una legge che ha garantito la precedenza nei posti a chi era in ruolo prima del 2014, ma fuori provincia! Dato che (non è colpa mia! È così!) moltissimi insegnanti meridionali avevano ottenuto cattedre DI RUOLO al nord (legittimamente eh! Anche se alcuni partiti locali al nord lo denunciavano come orrendo problema...) questi hanno, legittimamente, chiesto il trasferimento al sud, lasciando scoperte cattedre al nord e occupando i posti che erano affidati ai precari (di fatto poveracci truffati dalla furbizia sindacalistica del passato) al sud. Anche questi insegnanti hanno figli, famiglie, parenti ecc. e se hanno chiesto il trasferimento immagino un motivo lo avranno avuto no?
    Ora tu, il tuo geniale articolista e altre menti aperte al problema sapete inventare una soluzione al problema che rispetti i capisaldi civili? E cioè che TUTTA l'Italia deve avere le stesse cattedre per numero di alunni e la spesa percentuale di Pil destinata alla scuola NON può aumentare senza tagliare da altre parti? E quindi che non si può inventare alcun posto fittizio???
    Possiamo discutere di soluzioni e non ricette per il solito "tarallucci e vino"?
    Ultima modifica di BrightingEyes; 06-08-2016 a 10:54
    a Darwin piace questo messaggio.

  8. #428
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Io la soluzione ce la avrei , anzi le soluzioni , ma non sono un premier e quindi non la posso dire , lascio questo compito ai titolati burocrati che ci governano nel bene o meglio nel male , e cosi sono libero di criticarli , non prendo io mica li stipendio di manager laureato alla Bocconi , e ne ho visti anche nella mia azienda, ASP del sud che sono venuti a governare per uno o più anni , non hanno fatto altro che peggiorare la situazione e ora ci troviamo a lavorare un solo apparecchio per la tipologia di esami ungenti , nel caso di guasti la soluzione è portare il prelievo negli ospedali vicini nella mia zona .

    Ma perché non me lo dicevano prima che era possibile ?

    Lo avrei fatto prima io senza dannarmi l'anima e rompermi il cul a riparare in fretta apparecchi mal funzionanti e stare ore oltre il dovuto del mio orario di servizio , mentre i miei figli a scuola mi aspettavano per portarli a casa.
    Ma vaffan ... dopo 30 anni ...
    Ma io non sono un manager e non guadagno quanto un manager e quindi lascio a loro la soluzione dei problemi , ma vorrei almeno che fossero risolti , il problema è che non vengono risolti, a tira a campare , la responsabilità ricade al dirigente di turno.
    I turni di servizio giornaliero- pomeridiano- notturno- festivo- prefestivo e postfestivo debbono essere sempre coperti dal personale tecnico e dirigente di ruolo nella struttura anche se sottostimato costringendo il personale a turni stressanti, tipo protrarsi oltre l'orario di lavoro dopo una notte di turno di guardia attiva , ma questo i direttori di struttura complessa o i manager aziendali se ne fregano .
    Tanto non sono loro a dover coprire i turni e a dare il cul , poi si fanno i bei corsi aziendali e non aziendali e sono sempre fuori senza obbligo di timbratura di cartellino , oppure sono loro i docenti ai corsi con lettura su file pdf della lezione ...
    Naturalmente tutto pagato e spesato , e prendono 4 volte il mio stipendio .
    Potenza della politica ... mentre i pecoroni debbono guardare e tacere ...
    Mentre poi fustighiamo una povera insegnante a 1200 euro al mese , quasi sopra la sussistenza ...pretendendo che questo sia omnicomprensivo di trasferimento vitto alloggio auto bus cassamalattia e cosi via .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  9. #429
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    E continui a rimescolare senza rispondere! Ora hai preso spunto per la solita geremiade su quanto siete maltrattrati sul lavoro! Evabbè, tanta solidarietà...
    Tornando al caso la soluzione non la dici per pudore visto che sarebbe proprio quella che poi a gran voce pretendi di negare, si capisce benissimo.
    Ok! Te ne dò una io! Da 'apprendista premier'...
    Ti convoco come regione, ti dico 'sai che c'è? Da domani noi come stato garantiamo solo la copertura delle cattedre necessarie sul territorio. A chi va bene, bene. Chi vuole restare a casa ne ha tutto il diritto. Facendo un altro lavoro, però! In alternativa TU REGIONE SICILIA trovi nei non certo limitati "trasferimenti" che già ricevi una quota da investire nell'INVENTARE (ah, non non si può dire... beh trovati un sinonimo...) un posto per le povere mamme coi bimbi piccoli piezzeccore...
    Ok?

    P.s. Appena passato un servizio su Sky del problema. Sia in Sicilia, che Puglia che nelle altre regioni del sud il bilancio fra insegnanti che lavoravano al nord e che hanno chiesto l'avvicinamento e quelli che dovrebbero trasferirsi è positivo, nel senso che sono più coloro che vanno al sud, sfruttando un DIRITTO rivendicato e difeso dai sindacati, di coloro "costretti" a trasferirsi al nord.
    Ma di che stiamo parlando, su??? Un pò di pudore non guasterebbe...
    Ultima modifica di BrightingEyes; 06-08-2016 a 13:01
    a Darwin piace questo messaggio.

  10. #430
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    BE io non faccio ne il sindacalista ne il politico , mi limito solo a criticare le assurdità esistenti che per alcuni possono essere normalità.
    Grazie per la tua empatia che trasuda dalle tue parole , ma sai alla mia età ne faccio a meno e non mi preoccupo tanto .

    A proposito di sindacalista ho conosciuto un po di tempo fa un vecchio 80enne sindacalista della regione , ormai da 20 da anni fuori dal giro, solo per questo ne parlo, con cui ho avuto il piacere e l'onore di giocare a biliardo italiana-goriziana , essendo io un appassionato e lui anche un campione in questo campo , con cui abbiamo piacevolmente giocato con alterne vittorie sue e mie data la sua età .

    Mi diceva che tempo fa quando lavorava come impiegato , non dico dove , chiese chi comandava in quella sede a un superiore gli disse che comandava il capo ufficio , ma lui insistette , ma veramente veramente chi comanda e non fa niente? Al che gli rispose l'amico ma il sindacato ...
    Da allora lui decise che la sua strada era fare il sindacalista , fu importante per un periodo abbastanza lungo sino alla pensione .
    Allora io gli dissi che io avevo sbagliato mestiere .

    Se mi chiedi ora delle soluzioni a me, cosa ti posso dire io ho fatto la mia strada , ormai alla fine , avanti il prossimo ...a me non me ne frega nulla , tranne la libertà di criticare .

    Salutamu..
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  11. #431
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,713

    Predefinito

    L'ho già scritto ma credo ci sia bisogno di una rinfrescata, naturalmente in modo molto sintetico.
    Uno dei tanti "sblocchi" assunzioni di poco tempo fa, facevano riferimento ad una specifica tipologia d'insegnanti, indovinate con quale specializzazione...
    matematica, Italiano, educazione fisica.. no, a voi capire quali.
    Cosi in un grande paese, poco lontano da me hanno assunto quattro prof... che .azzo me ne faccio di sti quattro, dice il direttore/preside.
    Ma scusa direttore dico io, nessuno manda dei prof dalla bassa Italia se non si fa specifica richiesta, ma che scherziamo, no no non scherzo... e il racconto continua.
    Va bene sono qui, e dato che suonare il piffero non frega a nessuno, gli impegniamo in altre materie, sempre prof sono...
    Benissimo due insegneranno matematica, due di supporto andicap, belin incredibile come sei fortunato preside.
    Morale "LORO" tirano moccoli e dopo due giorni che sono sulle spese e non sanno neppure pisciare con il vento giusto, indovinate perché non ci sono più.
    Il preside ancora non ha capito come ha fatto il provveditorato a inviare quattro omissis, che se non lo avete capito insegnano musica, intendiamoci il piffero e l'ocarina.
    Ogni benedizione indirizzata al punto giusto è ben accettata, e auguri per i vs figli, i "suoi" non li manderà nella scuola pubblica, anche se grida a gran voce che solo uno ci va.
    Allora non sarebbe il caso di smetterla di raccontar panzane?
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  12. #432
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    E nessuno risponde nel merito! Però poi quelli che "ribaltano la frittata" sono gli altri! Quelli che non hanno "argomenti" sono... sempre gli altri!
    A dire "piove governo ladro" trovi dei veri virtuosi in Italia. Gente semiprofessionistica che diresti abbia passato la vita a stilare veline propagandistiche che cercano di spacciare per 'critica'!
    Ma quando si tratta di esporsi e proporre soluzioni... parlano d'altro!
    Non è un reato proporre soluzioni che "si fanno ma non si dicono" eh! Un pò di amor proprio intellettivo, che diamine!

  13. #433
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    BE credo che la soluzione in tasca ,certa e sicura non ce l'abbia nessuno , ma ci vuole buon senso e flessibilità da ambedue le parti , governo e cittadini insegnanti .

    Lo Stato non può fare il dittatore e dire o ti mangi sta minestra e ti butti dalla finestra , come sta accadendo oggi , cambiando le vecchie regole e pensando che la gente si debba assuefare dall'oggi al domani , ci vuole tempo .
    Le regole non si cambiano in corso d'opera o mentre uno sta giocando la partita , bisogna saperle prima le regole o le leggi . La buona scuola per chi ?
    Un eufemismo come quando si sentiva parlare di termovalorizzatore , ingannando nella terminologia della parola quello che si voleva dire , combustione della spazzatura , ma chiamatela per quello che è ,azzo.
    Ora io è da tempo che non sono più nella scuola , ma mi ricordo che all'epoca si facevano concorsi a cattedra per zona vacante ed l'insegnante sceglieva se fare il concorso o no .
    Era una sua libera scelta , se vinceva o meno , altrimenti ne faceva altri .
    Ora a come mi pare di capire i concorsi sono a livello nazionale e la sede non la scelgo io ma il computer, con algoritmi sconosciuti e tenuti segreti (???bohh) .
    Non mi sembra il massimo della democrazia ne del buon senso .
    A fare il dittatore o il piccolo dittatore , come hanno creato in tutti i settori della vita pubblica ,con i direttori, nullafacenti, esentati dalla timbratura,assenti spesso e volentieri per corsi o riunioni del menga , è facile , meno facile gestire con buon senso del padre di famiglia nell'interesse della collettività.
    Mi diceva il mio conoscente sindacalista anziano , che all'epoca del dopoguerra quando si decisero le sorti dell'Italia , fu deciso dai politici sindacati ed industriali che il nord sarebbe stato industrializzato creando posti di lavoro , mentre il sud viveva di assistenzialismo .

    Al che il mio sindacalista disse dove avrebbero potuto trovare lavoro quelli del sud per non restare disoccupati o in mano alla delinquenza .
    Gli risposero vengano a lavorare al nord .
    Ma tutti può essere ? Bene allora verranno creati dei posti di lavoro pubblici al sud, una sorta di assistenzialismo statale , pagato dai lavoratori del nord .
    Le scelte non furono sindacali ma politiche con il benestare degli industriali del nord .


    Questa è tutta la verità non scritta ma vissuta da chi era nella stanza dei bottoni all'epoca della prima repubblica .
    Per il resto a me interessa ora andarmi a fare una bella partita al biliardo che mi aspettano e dimenticare i problemi .


    Ciao .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  14. #434
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    La buona scuola per me significa che le cattedre necessarie vengono coperte da insegnanti preparati.
    Se ci sono 1000 cattedre e 1500 aspiranti... non è un problema dello stato. A meno che da domani non si decida che TUTTI quelli che non hanno il posto a cui ambiscono, a qualsiasi latitudine e per qualsiasi tipo di lavoro, autonomi e liberi professionisti compresi, abbiano "diritto" a vedere soddisfatta la propria aspirazione! A quel punto sarei d'accordissimo a mantenere le vecchie regole, o le vecchie furbate clientelari per meglio dire.
    Come dici? È impossibile garantire a chiunque il posto che desidera se non c'è la richiesta del mercato? E a me chemmefrega scusa? Io non ho la soluzione in tasca a ogni problema! Usate buon senso, flessibilità e il vattelapesca, risolvete il problema ed io sarò il primo ad accettare che si faccia finta che a Catania servano 3 maestri per alunno!
    Fino ad allora resto convinto che le FESSERIE sugli algoritmi segreti per penalizzare le povere maestrine meridionali siano l'ennesimo, patetico, esempio del vittimismo tipico del "tengo famiglia" che ha devastato questo paese!
    E fosse per me spiegazioni sul debito le chiederei prima al tuo amico sindacalista che per età, formazione e inclinazione politica ideologica credo abbia molto più da spiegare dei tecnici responsabili del divorzio BdI/Tesoro.... anzi farei anche capire alle maestrine precarie che la loro situazione, certo non simpatica, la devono molto di più ai colleghi del tuo amico che si credevano furbissssimi ad inventarsi necessità fittizie, che al governo attuale.

    Andrò anch'io a farmi una partitina a biliardo, ora! Un pò di fatalismo l'ho imparato, anche perché non sarò io ad essere trasferito comunque.
    Ciao neh!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 06-08-2016 a 18:09

  15. #435
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Mi sono ritirato proprio adesso .

    Se vuoi possiamo fare una partitina a Goriziana dove vuoi tu , chi perde paga da bere a tutti , chi vince ha ragione sull'argomento trattato .

    Nemmeno io sarò trasferito comunque ...
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  16. #436
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,713

    Predefinito

    Di certo se davvero una buona scuola significa insegnanti preparati, allora mi piacerebbe sapere dov'è quel pianeta.
    Ovviamente me ne guardo bene dal demonizzare tutti, ci mancherebbe, ho amici che si dannano per una scuola migliore, ho una figlia prof. che per inciso ha fatto i debiti concorsi ed è stata assunta di ruolo.
    Insegna la materia che ha imparato alla università, il tutto alla luce del sole, aborro le raccomandazioni, se mai fossero possibili.
    Da quel che mi racconta, anche lei è in cerca di quel pianeta, per di più si è fatta trasferire più lontano, e pensare che insegnava nel suo paese, perché dov'era era una babele, ora è almeno un po' più serena.
    Invece di una cosa mi sono accorto, con il passare degli anni peggiora sempre più, ha iniziato a prendere modi e parole delle più bisbetiche delle insegnanti, comunque se va avanti cosi, facendo da badante genitrice ad alunni perlopiù maleducati al limite della indecenza, e poi rispondere a certe teste... di genitori, che il loro lavoro non lo fanno e lo demandano alla scuola, alla età della pensione non ci arriverà mai, certamente ovviamente gli auguro di farcela.
    Per di più in Uk vogliono portare l'età pensionabile a 75 anni, chi siamo noi per non copiarli.
    In pratica se l'unica soluzione per raddrizzare la baracca è lavorare di più e più anni, non abbiamo capito una beata fava della vita, non veniamo al mondo per lavorare ma per vivere.
    Infatti guardate più su al nord vero, contratti di 6 ore giornaliere sono già in atto, cosi come l'aumento del monte ore per accudire i figli... certo se succedesse da noi queste ore sarebbero occupate in un modo moolto diverso.
    Ricordo che non sto puntando il dito contro qualcuno in particolare.
    Vi saluto, ora salto o meglio monto, sulla moto.
    Ultima modifica di vince1948; 07-08-2016 a 16:00 Motivo: errori di scrittura
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  17. #437
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    Tutto quello che è possibile fare all'interno dell'ATTUALE spesa in ogni settore per migliorare le cose va benissimo a tutti! Dato che la prestazione va comunque coperta, se si riesce a farlo riducendo il monte ore a 6 ore giornaliere SENZA aumentare di una lira bucata l'impegno pubblico... perchè no?
    Dato che le ore di differenza andrebbero coperte si aprirebbero anche possibilità lavorative per nuovi assunti!! Ottimo!! Finchè tutto si fa senza aumenti di costo concordo a piene mani!

    P.S. messaggio per chi ha meno di 40 anni. L'ipotesi di alzare l'età pensionabile ulteriormente NON deriva dalla necessità di salvare baracche, ma dal debito previdenziale preso a vostro nome, ma a proprio esclusivo vantaggio, dalle precedenti generazioni! Riportare l'età pensionabile a 60 anni non "salverebbe" nulla, semplicemente manderebbe in sbilancio il sistema, obbligando a tagliare non solo le future prestazioni (che già hanno tagliato!), ma anche le PRESENTI!
    Cosa che molti non vedrebbero di buon occhio appena scesi da moto e camper e di cui si ricorderebbero al seggio. Motivo per cui in Italia vige sempre il detto "chi tocca le pensioni muore" ed i politici preferirebbero di gran lunga alzare l'età pensionabile A VOI anche a 80 anni (tanto cheiefrega a loro?) piuttosto che fare la fine di Monti...
    Del resto una Elsa al momento giusto si scova sempre.
    a Darwin piace questo messaggio.

  18. #438
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Per quello che ho letto mi sembra ci siano delle incongruenze palesi nella buona scuola .
    Ne cito alcuni .

    Buona Scuola, la protesta dei docenti è virale. "Renzi stai sereno, al referendum votiamo no" - IlGiornale.it

    La professoressa passa in rassegna le tre regole del "gioco". "Non puoi sapere la tua posizione in graduatoria, il territorio dell'operazione è l'Italia intera e la tua carriera potrebbe non contare nulla". Alcuni insegnanti precari nei giorni scorsi hanno fatto notare che molti colleghi assunti con l'ultimo concorso sono stati assegnati a scuole delle loro zone di proveninenza; le loro richieste di avvicinamento invece sono state ignorate, pur avendo anni di esperienza alle spalle che dovrebbero valere un punteggio alto in graduatoria.
    La prof Floridia cita alcuni esempi: "Paola, calabrese, zero anni di precariato. Oggi in ruolo sotto casa. Maria, siciliana, 2 figli, da 17 anni precaria oggi in ruolo... a Torino!. Luca, pugliese, 17 anni fuori provincia. Non vi è mai rientrato. Laura, pugliese, zero anni di esperienza, idonea al concorso e oggi in ruolo sotto casa". Una diversità di trattamento che migliaia di docenti precari non possono digerire

    Buona scuola, dirigente scolastico: dissento e vado in pensione anticipatamente. Lettera | Orizzonte Scuola

    60 anni, preside da 9, 2 lauree, ho vinto tutti i concorsi cui ho partecipato. Dirigo 4 licei con 1200 studenti e 150 docenti.
    La scuola è stata la mia vita, la mia occasione di riscatto sociale e culturale.Tuttavia, in totale dissenso con la legge 107, ho scelto di andare in pensione il prossimo primo settembre con Opzione Donna e 36 anni di servizio.
    Ci perdo del denaro -non i pochi spiccioli di cui ciancia il premier- ma la dignità non ha prezzo.

    'Buona scuola', divampa la protesta dei professori - Live Sicilia

    La protesta è stata indetta dal 'Comitato 8 mila esiliati Fase B Gae', nato pochi mesi fa, per denunciare 'l'anomalia di una riforma, quella della Buona Scuola, che ha spedito al Nord gli insegnanti del Sud con i punteggi più alti e iperspecializzati pur in presenza di posti disponibili nelle scuole del Mezzogiorno". Secondo i manifestanti su 8 mila docenti immessi in ruolo nelle scuole del Nord, 5 mila sono siciliani e fino a due anni fa hanno insegnato negli istituti dell'Isola. Caterina Casa, 43 anni, è una di loro. "Ho una figlia di 10 anni - dice - Fino all'anno scorso ho insegnato inglese e sostegno in una scuola media di Agrigento; da vent'anni faccio questo mestiere da precaria. Dal primo settembre sono costretta di andare a Milano per non perdere un contratto a tempo indeterminato". "Questa riforma sta determinando - aggiunge - uno spostamento 'coatto' di insegnanti senza alcun criterio né logica. Non si capisce perché gli insegnanti con i punteggi più alti siano stati trasferiti al Nord , nonostante in Sicilia ci sono posti disponibili,

    Abbiamo lanciato un grido di allarme sociale e chiesto di sollecitare il governo affinché venga il rifacimento delle operazioni di mobilità con una graduatoria vera che tenga conto dei titoli e del merito".

    Quindi il discorso secondo il mio parere è che si sono create delle palesi assurdità .

    Una mia collega mi diceva che sua sorella insegnante di 65 anni è stata trasferita al nord , dove dovrebbe stare per altri 3 anni sino alla pensione , quando ha insegnato da precaria vicino casa .

    http://www.flcgil.it/rassegna-stampa...a-anche-no.flc

    La nota va incontro alle richieste di alcuni dirigenti scolastici che sarebbero inclini a non avvalersi del potere di esercitare la chiamata diretta. Anche perché, l'esercizio di tale potere potrebbe esporre il dirigente scolastico al rischio della responsabilità penale (si veda Italia Oggi del 26 luglio scorso). Stando all'orientamento esplicitato dal ministero, dunque, la facoltà di conferire gli incarichi non costituisce alcun obbligo.

    UN BEL PASTICCIO, ANZI PASTICCINO ALL'ITALIANA .
    Ultima modifica di zagami; 09-08-2016 a 01:17
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  19. #439
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,383

    Predefinito

    Non esiste alcun pasticcio! Solo fumo propagandistico di chi spera che un bel polverone mediatico porti a bloccare tutto attribuendo le cattedre con i criteri del passato. Ma i docenti che hanno ottenuto il trasferimento al sud dopo anni di trasferte non credo saranno d'accordo! E sono di più!
    Certo, ci saranno stati errori. Magari casi di gente con punteggi e precedenze minori che però conoscevano il "baciamo le mani vossia" meglio di altri. Non ci sarebbe da stupirsi in Italia. Diciamo così... ecumenicamente...
    Ma il sistema è chiaro. Chi era in ruolo da anni ha la precedenza. I precari no. Triste, ma vero.
    Anche sull'esilarante articolo Velina della Cgil... che dire? Quindi i presidi nemmeno sono "obbligati" ad agire da dirigenti-sceriffi! Tanto can can per nulla! Inoltre nessuno è obbligato ad accettarne le decisioni. Se non lo fa saranno gli uffici ad utilizzare i vecchi criteri!
    Ripeto.. ma di cosa state parlando??
    Ultima modifica di BrightingEyes; 09-08-2016 a 09:24

  20. #440
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,713

    Predefinito

    Buona scuola 2: ho trovato l'amica preside di città imbufalita...
    Non ho ancora trovato riscontro in web, indi la vendo come l'ho comprata, anche se non ho motivo di dubitare è una Renziana...
    La buona scuola dice che se ti assegnano un posto, ovunque esso sia, devi accettare una clausolina da poco che cita: firmi qui e da qui non ti muovi per almeno 3 anni, morale nessuno dai prof che si aspettava la preside ha accettato, i prof. mancano, facile indovinare cosa succederà... e la gira la gira la roda la gira, *preside questo impossibile amore continua anche senza di te** jeah.


    * so che ci legge spesso.
    ** so anche che si crede indispensabile.
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!


 

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi