Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
Discussione chiusa
Pagina 4 di 36 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 24 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 712
Like Tree312Mi piace!

Discussione: Brexit

  1. #61
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,129

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da chilosà Visualizza il messaggio
    la scatoletta di tonno costerebbe circa come adesso,però essendo le lire svalutatissime ci vorrebbero 6970 lire per comperare una scatoletta di tonno.
    ?
    Parole sparate, la per la, senza senso , chissà chilosa? Come lo hai fatto questo calcolo della massaia con le dita delle mani ?

    Come mai una lattuga costava 200 lire è ora costa 0,60 eu , una pizza capricciosa 4000 mila lire , ora 5,5 eu ?

    Ascolta questa di Sgarbi che dice la pura verità, un gelato ghiacciolo 3 euro , costava 200 lire .

    https://youtu.be/mp_cxjWIxIE

    Sgarbi io credo di poter dire che esprime il pensiero di tutti gli italiani me compreso! Non abbiamo scelto noi l'euro quindi l'uomo nel video che cerca di attribuire a noi la colpa dell'euro è un emerito deficente. Quindi per quanto mi riguarda la gran Bretagna è molto più democratica di noi. Qui in Italia vige la DITTATURA, ci lasciano credere il contrario ma chissà perché sulle cose importanti il popolo non viene mai interpellato...decidono tutto tra loro massoni e noi dobbiamo solo accettare e tacere. Questa è Dittatura..

    Ciampi e Prodi ci hanno venduti per un piatto di lenticchie, ed eccoci qui a pagare in eterno non il debito, ma le tasse sul debito, che il debito cosi stando le cose non lo ripagheremo mai.

    Bisogna mandare a casa questi che nemmeno sono stati votati.Ascoltate i video di Barnard su come siamo stati fregati da potenze piu grandi di quelle che osiamo pensare, che non sono i nostri politi perchè i nostri politici sono solo manichini comandati da questi.

    Io non ho deciso x l'euro e adesso quando compro un litro di latte spendo le vecchie 4000 lire quando con la lira mi costava 1200.gli stipendi sono rimasti uguali e il potere d'acquisto con l'euro è dimezzato. con un milione di lire si campava ora con l'equivalente 500 euro non si campa.
    Ultima modifica di zagami; 29-06-2016 a 15:32
    a vince1948 piace questo messaggio.
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  2. #62
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2015
    Messaggi
    1,450

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Io non ho deciso x l'euro e adesso quando compro un litro di latte spendo le vecchie 4000 lire quando con la lira mi costava 1200.gli stipendi sono rimasti uguali e il potere d'acquisto con l'euro è dimezzato. con un milione di lire si campava ora con l'equivalente 500 euro non si campa.
    e ma vuoi mettere ora prendi 1000€ (2.000.000 di lire) ........ma vivi come se prendessi le 400.000 lire di una volta
    quindi stiamo meglio o peggio visto che nel pre-euro si arrivava tranquillamente a 1.500.000 lire ?

    qualcuno dirà...sì ma se vai all'estero hai più potere
    risposta...chisene.... visto che il 99,9% della mia spesa è in Italia
    a vince1948 piace questo messaggio.

  3. #63
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Jun 2016
    Messaggi
    91

    Predefinito

    le 6970 lire per la scatoletta di tonno sono uno scherzo.nessuno può sapere quanto costerebbe la scatoletta di tonno se ci fosse la lira.
    però ricordo bene che all'avvento della lira comperavo le scatolette in offerta all'esselunga e costavano circa 1000 lire.lo ricordo perchè dicevano che i prezzi con l'euro sarebbero aumenati.il prezzo della scatoletta ,quelo non è aumentato.
    certo ci sono state tante piuccole fregature. per anni e anni non ci siamo resi conto di quello che spendavamo con le piccole spese.
    adesso ,però, so devo prendere la frutta di stagione e che costa 1e al kg.
    se torniamo alla lira mi cambia il prezzo tutti gli anni e non si capisce più niente.
    è vero che c'è la crisi. ma non credo che sia colpa dell'euro.
    il fatto è che si produce tutto in cina.come fa a non esserci la crisi?

  4. #64
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Feb 2007
    residenza
    Florence
    Messaggi
    14,964

    Predefinito

    Il problema è quello : euro forte produzione in cina ed est europa , e noi facciamo finta di essere ricchi , lira debole saranno i cinesi a venire a produrre in italia , cosa vuoi essere o apparire ?
    Niuna impresa per minima che sia può aver cominciamento e fine senza sapere , senza potere e senza con amor volere
    (Anonimo fiorentino del 1300)

  5. #65
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,111

    Predefinito

    beh..io la casa l'ho comprata per tenermela non per rivenderla quindi... e il crollo immobiliare non è dovuto all'euro ma all'eccesso di cementificazione che è sotto agli occhi di tutti.

    Mamma mia, vedo che proprio i profeti dell'autonomia fanno proseliti!

    Che si stesse meglio prima...lo dici tu, forse è anche vero ma non c'entra con l'euro. Semmai è la globalizzazione che ci frega, ma semplicemente perchè abbiamo smesso di sfruttare i paesi poveri, ora pretendono di migliorare il tenore di vita anche loro.

    Riguardo quelli che hanno perso i soldi in banca: io vecchine che investono tutti i pochi risparmi in azioni, magari argentine, non ne conosco.
    Sono tutte persone che hanno tentato speculazioni, magari consigliati male ma in parte consapevolmente.

    Altrimenti sarei un genio dell'economia, visto che io ho sempre avuto risparmi bilanciati e molto tranquilli, che mi rendono poco ma NON sono crollati durante le varie crisi.
    Darwin e trigen piace questo messaggio
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #66
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,111

    Predefinito

    rispondevo a Spider...non avevo visto gli altri messaggi.

    A Zagami: NON CI CREDO che paghi il latte 2€, soprattutto in Sicilia. Fammi una foto degli scaffali, perchè se è vero sono i vostri politici locali che vi fregano.

    Io qui al Carrefour, che non è certo economico, lo pago tra 0,7 e 1,3€/litro.

    Occhio, forse state per affidarvi proprio a quelli che vi fregano...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  7. #67
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,111

    Predefinito

    non riesco a starvi dietro...credo abbandonerò presto questo 3d, ma ne sparate tante. Non sono i politici ma gli imprenditori a spostare le produzioni in Cina.
    E non per l'euro, la mia ditta per esempio ha iniziato a farlo da una decina d'anni soltanto, e sta già tornando indietro perchè ci sono paesi dell'est competitivi con la cina.

    Est Europa eh...quindi pagati in Euro...e hanno comunque il costo del lavoro più basso di noi.

    Ma non è solo colpa delle tasse eh, perchè non ho ancora sentito di operai o impiegati che si trasferiscono in Romania o Ungheria...
    E' che li hanno salari bassi e meno diritti che da noi, oltre a tasse più basse.

    Ungheria, Romania, Albania, sicuri che siano posti da invidiare? Ma che state a di'?
    a Darwin piace questo messaggio.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  8. #68
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,365

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da alexsky Visualizza il messaggio
    e ma vuoi mettere ora prendi 1000€ (2.000.000 di lire) ........ma vivi come se prendessi le 400.000 lire di una volta
    Si, vero. Ma non è colpa dell'euro. Che le sue colpe ce l'ha, intendiamoci, ma ben diverse dal banale aumento dei prezzi!
    La colpa è dell'aumento abnorme di pressione fiscale e soprattutto contributiva che serve, in assenza di polmone del ricorso al debito che ci siamo già bruciati tutto, a pagare le promesse clientelari e truffaldine degli anni 70-80.
    Dall'entrata nella comunità dell'euro l'Italia non ha più potuto contare spudoratamente sul debito perchè messa sotto controllo. Cosa che ad es. la UE si è scordata di fare in Grecia, dove invece l'entrata nell'euro ha permesso di aumentare sporporzionatamente la credibilità del paese e quindi ha permesso la "corsa al debito" che ha elevato di molto le condizioni di vita dei greci. Finchè è durata perlomeno.
    Basta vedere tutti gli indici economici, salariali, sanitari della Grecia per vedere il balzo in avanti dall'entrata nell'euro. Ma anche qui, non è certo "merito" di per sè dell'euro! Ma semmai dell'uso molto più spregiudicato del debito che l'euro ha permesso ai delinquenziali governanti greci in quegli anni.
    Faccio notare, se a qualcuno fosse sfuggito, che il debito greco prima dell'entrata nell'euro era molto minore di quello italiano e non aveva grandi speranze di crescita in quanto gli interessi che doveva pagare erano altissimi, tripli dei già elevati italiani, per via della scarsissima credibilità dell'economia greca!
    Il balzo (truffaldino) del benessere greco è ben rappresentato dal fatto che TUTTOGGI, dopo una serie di misure durissime di tassazione e tagli che hanno prodotto un crollo del PIL greco negli ultimi anni di diversi punti percentuali il PIL resta di circa il 20% (VENTI!!!) superiore a quello che la Grecia aveva prima dell'entrata nell'euro!! Per capirci è come se l'Italia potesse contare ora su un PIL di circa 380 miliardi superiore all'attuale che è grossomodo lo stesso del 2000.
    Altri paesi hanno l'euro e molti ci si trovano benissimo. Come ci si troverebbe del resto l'Italia se avesse una pressione fiscale e contributiva sulle imprese identica a quella di altri paesi, in quanto è una leggenda metropolitana insensata il fatto che l'euro impedirebbe la produttività e la concorrenzialità dei nostri prodotti!
    Questi sono strangolati da costi accessori elevatissimi! Infatti le aziende italiane che hanno delocalizzato sono tranquillamente sul mercato e vendono benissimo! L'Italia resta il secondo paese nel manifatturiero e in molti altri campi si comporta ancora molto meglio ad es. della Francia che sta perdendo vertiginosamente quote di mercato e competività.
    Il vero problema italiano è che le aziende non distribuiscono più la ricchezza prodotta tramite occupazione (la danno all'estero) o tramite tassazione (a cui cercano disperatamente di sfuggire in ogni modo legale), ma SOLO tramite la gigantesca contribuzione previdenziale, che va a foraggiare rendite improduttive!
    Spiace, ma anche se le fantasie youtubiche sono simpatiche, la realtà resta quella sopra espressa!

  9. #69
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Riguardo quelli che hanno perso i soldi in banca: io vecchine che investono tutti i pochi risparmi in azioni, magari argentine, non ne conosco.
    Purtroppo ce ne sono parecchi. Letteralmente ingannate da banchieri e bancari senza scrupoli (non sto dicendo che tutti i banchieri e i bancari sono senza scrupoli).
    Ma l'euro e l'UE non c'entrano.
    E' disonestà, mancanza di etica nel lavoro, impunità, mancanza di controlli.
    Succedevano anche 30 anni fa, ma molto meno.
    a Darwin piace questo messaggio.

  10. #70
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,111

    Predefinito

    può essere Carlo, ma sono "vecchine" che cercavano il colpo grosso, ricordo ancora le interviste...non sembravano ignoranti totali ma i soliti "furbacchioni" che scoprono che gli altri sono più furbi di loro

    I miei nonni investivano in Posta....e non firmavano a casaccio moduli sulla propensione al rischio...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  11. #71
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    May 2008
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    4,432

    Predefinito

    la borsa per i risparmiatori non è speculazione,infatti c'è il cassettista,colui che investe in qualche titolo
    e attende u dividendi e nell'aumento del valore del titolo,nel lungo periodo in tutto il mondo le azioni
    rendono più delle obbligazioni,che anche quelle possono diventare carta straccia e non dimentichiamo
    che falliscono anche gli stati,la stessa italia era data 5 anni fa sull'orlo del fallimento,poi monti ci ha salvato
    ma guarda casa il debito è aumentato,a guardare il debito siamo messi peggio di prima,vediamo più poveri
    più disoccupati,tornando alla borsa italiana è l'unica che dai valori del 2000 è a un terzo del valore mentre
    tutte le altre sono abbondantemente sopra,qualcosa che non va c'è sicuramente,per i poveri investitori poverini
    non sono stati avvertiti che per anni gli hanno raccontato un sacco di balle,amministratori e consigli di amministrazione
    si sono congedati con un sacco di bonus,dopo aver distrutto aziende e valore,senza che i nostri super pagati controllori
    abbiano mai detto una parola,allora riccardo agli investire il dirgli hai perso tutto ti sta bene,gli starebbe meglio dirgli
    hai messo i soldi in una bisca perchè l'italia è un paese di furfanti a cominciare dallo stato,era meglio che i tuoi soldi
    li investivi in uno stato più serio dove i ladri vanno in galera e non se la cavano con un buffetto,plaudo alla cina dove
    i funzionari CORROTTI vengono fucilati,altro che nessuno tocchi caino,ma gli si faccia il mazzo sul serio.

  12. #72
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2005
    residenza
    Roma
    Messaggi
    4,802

    Predefinito

    Avete notato come noi tutti stiamo effettuando un bel salto quantico in questo periodo...

  13. #73
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    può essere Carlo, ma sono "vecchine" che cercavano il colpo grosso, ricordo ancora le interviste...non sembravano ignoranti totali ma i soliti "furbacchioni" che scoprono che gli altri sono più furbi di loro
    Stai scherzando? li leggi i giornali?
    Sono persone qualunque, del tutto ignare di investimenti e risparmio, che vanno alla banca di fiducia e affidano tutti i loro risparmi, sentendosi rassicurare dal banchiere che l'investimento è sicurissimo.
    Ci credono e mettono lì tutti i loro soldi.
    Altro che colpo grosso.

    Io, che pure sono abbstanza ignorante, a chi me lo chiede, do sempre lo stesso consiglio: differenziare, un po' qui, un po' qui e un po' qui.

    Spero che i colpevoli siano condannati.

    I miei nonni investivano in Posta
    I miei nonni invstivano nelle banche popolari. Ma allora erano veramente popolari, di nome e di fatto.
    Ultima modifica di Carlo A; 29-06-2016 a 21:25

  14. #74
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Jun 2016
    Messaggi
    91

    Predefinito

    banche e compagnie telefoniche hanno costruito stratagemmi quasi legali per fregare i clienti.
    la gente va in banca chiedendo un buon consiglio per investire i propri risparmi
    ma non sa che il bancario è istruito per consigliare e far fare il miglior investimento per la banca (che è ,ovviamente ,il peggiore per il cliente)

  15. #75
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Be', non generalizziamo. Esistono anche banchieri e bancari onesti.

  16. #76
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,111

    Predefinito

    persone qualunque? Ma scusate a parte i tg, avete qualche conoscente che ha investito TUTTO in Argentina, o in obbligazioni Banca Etruria?

    Direi che..se non sono speculatori mal consigliati, sono ignoranti sprovveduti.

    Esistono da decenni fondi, anche azionari, che non crollano a zero in pochi giorni, manco i più audaci.

    Differenziare lo capiscono tutti, strano che i tg becchino sempre quelle 3-4 persone in tutta Italia che non lo sapevano.

    Me la ricordo la vecchina con tutti i 70000 euro investiti in un solo investimento, non ci credo manco se mi fa vedere l'estratto conto che avesse solo quelli e tutti in un posto....


    Comunque ovviamente sono d'accordo, se ci fu malafede dimostrata i colpevoli vanno puniti. Ma capite anche voi che è solo teoria, chi sarebbe il colpevole? La UE? Il direttore di banca? L'impiegato che propone l'investimento? (e magari ci credeva veramente)?

    O magari... il cliente che crocetta e firma un modulo che dice che è propenso a investimenti a alto rischio, e sa di cosa si tratta?

    Magari un po' tutti?
    a Darwin piace questo messaggio.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  17. #77
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,129

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Si scarica sull'euro colpe che sono tutte nostre, sia individualmente che per i politici che abbiamo scelto liberaente..
    Sbagliato , non abbiamo scelto noi l'euro , ci è stato imposto furbescamente . Ma anche i nostri politici sono stati ingannati .
    Ascolta quello che dice oggi Prodi .
    Nessuno per esempio ci ha detto che con l'euro l'italia avrebbe perso la sovranità monetaria , non avrebbe potuto più stampare moneta , avrebbe dovuto chiedere alla BCE euro in cambio di BOT, nessuno ha detto che questi interessi sarebbero stati alti per l'italia e bassi per la Germania , creando di fatto uno squilibrio tra Stati di pari dignità economica . Ma siete pazzi ? Chi mai si sognerebbe che in una cooperativa ci fosse qualcuno che prende il denaro gratis ed un altro al 10 %?

    Allora non volete capire il problema , siete contenti di pagare tutte ste tasse per pagare questi debiti usurai imposti dalle agenzie di rating ? sempre controllate dai banchieri ?
    E non venitemi adire è colpa dell'Italia che non è affidabile , sono tutte stronzate che voi vi bevete come dei fessi , se uno gli fai un interesse ed un altro niente interesse , stai creando delle disparità alla fonte che non consentono a chi è vittima di poter pagare , per poi accusarlo di insolvenza .

    Come legare un mulo al palo bastonarlo e pretendere che il mulo cammini .

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Io ho iniziato a lavorare con la lira, nel 1991, e ricordo ancora le rate di mutuo con interessi al 18%. Gli stipendi già non andavano su come prima, tant'è che nel 1996 ho cambiato lavoro causa mancanza di aumenti.
    Con l'inflazione alta sta meglio solo chi ha i soldi in banca e vive di investimenti speculativi, non certo chi deve pagare mutuo e bollette.
    .
    Ancora sbagliato !!!
    Con l'inflazione e con gli aumenti di stipendi conseguenti ogni due anni di rinnovo del contratto , circa 3% annuo , si riusciva coprire gli interessi che dopo 5 anni 3x5 = 15 % azzeravano gli interessi originali .
    Io pagavo 300 mila lire di mutuo e dopo due anni già avevo recuperato la somma grazie all'aumento dello stipendio .

    Nessuno ha voglia di spendere oggi con gli stipendi bloccati , ne può spendere , l'economia è ferma e non può crescere , ne ora ne mai , in questa situazione se non si fa una politica espansiva aumentando gli stipendi e le pensioni .

    Hai voglia di tagliare e risparmiare sulla sanità e sulla scuola , usciranno fuori degli asini , che faranno solo dei servi nei confronti della Germania.
    Ultima modifica di zagami; 30-06-2016 a 01:05
    spider61 e vince1948 piace questo messaggio
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  18. #78
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,708

    Predefinito

    Ok ne avete già abbondantemente scritto, però essendo nato prima tengo un po' più di memoria sull'andazzo di allora, naturalmente non sono nato imparato.
    Quando ho acquistato la mia prima casa era il 1970, mi è costata 13.000.000 milioni di lire, lavoravo e studiavo, lo stipendio era 170.000 lire mese allora era molto buono, la stessa casa dopo 10 anni l'ho venduta a 80.000.000 milioni, voi perché l'andazzo era cosi vuoi perché la mia zona era diventata di lusso, di certo in una città le cose sarebbero state diverse, il paesino di qualche migliaia di abitanti dove mi ero trasferito era ricco.
    Ovvio che il paragone immobiliare non era trasferibile in tutta Italia, poteva cambiare in peggio o meglio solo a pochi km di distanza.
    Adesso tornando in quel paese vedo solo povertà, tutte ma proprio tutte le piccole aziende famigliari sono sparite, su 15.000 abitanti mi hanno detto che ci saranno 3/500 case in vendita, certo si può dire che ultimamente erano abitate da vecchie coppie o solitarie anziane, dato che i maschi crepano prima, i figli ovviamente hanno cercato lavoro altrove e le case restano vuote.
    Vado a vedere la mia casa, un bel cartello vendesi mi traccia il cuore, m'informo, la casa vale 180.000 euro cento ottanta mila, .azz, però non riescono a venderla neppure per 40.000 euro.
    Cosi succede che le donazioni aumentano a dismisura, perché se una volta avere in eredità una casa era pur sempre un bel gruzzoletto, oggi è diventato un debito, i figli che se ne sono andati e questa è diventata seconda casa, questo la dice tutta sull'andazzo immobiliare e sulla tassazione di questi.
    Non è finita... perché non demolirla? niente più noie e tasse esose, per far questo ci vogliono 35.000 euro, belin.
    Ci potrebbe essere anche un altra soluzione, demolirla e rifarne una nuova, la probabilità di venderla aumenta, c'è sempre qualche omissis che si sposa, e una casa nuova è appetibile, bene allora facciamo 40.000+400.000, a questo punto bisogna blindare la terapia tapioco! prematurata la super*****la o scherziamo?

    Provate ora, con gli stipendi che ci sono, ad acquistare una casa... se ci riuscite.
    Aggiungo che ero solo, indi un solo stipendio e riuscivo a pagarmi l'università, e mangiavo pure.
    Ultima modifica di vince1948; 30-06-2016 a 08:03 Motivo: Aggiunta
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  19. #79
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,708

    Predefinito

    Poi è arrivato l'euro, e per come la vedo io, la lira si è svalutata quasi del 100% un affare insomma.
    A quel tempo giravo l'Europa, quello che ho visto qui non l'ho visto da nessuna parte.
    Da noi, primi giorni a parte, i doppi prezzi, lira/euro per far capire alla gente cosa spendevano sono spariti quasi subito, i crucchi francesi e altri li hanno tenuti anni.
    Da noi tutto quello che costava mille lire è diventato quasi all'istante un euro, eppure il duce e la sua quota 90 era morto da tempo...
    Ah! per la cronaca sono stati gli Inglesi che se la sono giocata bene a quel tempo, naturalmente Lui ha pensato bene al prestigio dell'Italia ed ecco la quota 90.
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  20. #80
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,365

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Sbagliato , non abbiamo scelto noi l'euro , ci è stato imposto furbescamente... nessuno ha detto che questi interessi sarebbero stati alti per l'italia e bassi per la Germania..., Ma siete pazzi ? Chi mai si sognerebbe che in una cooperativa ci fosse qualcuno che prende il denaro gratis ed un altro al 10 %?... siete contenti di pagare tutte ste tasse per pagare questi debiti usurai imposti dalle agenzie di rating ... sono tutte stronzate che voi vi bevete come dei fessi, se uno gli fai un interesse ed un altro niente interesse , stai creando delle disparità alla fonte che non consentono a chi è vittima di poter pagare , per poi accusarlo di insolvenza .

    sono tutte stronzate che voi vi bevete come dei fessi...
    Quando la maestra ha citato la favola della pagliuzza e della trave zagami era assente, mi sà...

    Guarda, genio della macroeconomia ruspante, che TUTTE le cose che hai "spiegato" finora appartengono a quella categoria dello scibile che tanto affascina te e alcuni nickname che indicano, non a caso temo, date di nascita poco attinenti all'acume giovanile, e che hai definito magistralmente nella citazione in neretto!

    1) L'euro nessuno ce l'ha imposto. Abbiamo addirittura pagato una tassa supplementare, la famosa "eurotassa" per essere ammessi quando altri storcevano il naso. Tassa che è stata rimborsata... ai soli dipendenti! In pieno, glorioso, stile sindacatocratico italiota! Ma vabbè... Tutti coloro che avevano responsabilità decisionali sapevano perfettaemnte cosa avrebbe comportato l'euro e gli altri stati erano stati estremamente chiari: "non illudetevi di poter continuare a fare i vostri comodi con spese clientelari e populistiche grazie alla credibilità data dall'euro!". I limiti di debito sono stati decisi proprio per il timore che paesi come l'Italia potessero semplicemente approfittare della credibilità monetaria garantita dagli altri paesi per raddoppiare il ricorso al debito! Proprio l'esempio del vergognoso ricorso al debito pubblico per mantenere la "pace sociale" e mandare in pensione a stipendio pieno TUTTI coloro che venivano espulsi dalle aziende in ristrutturazione è il "peccato originale" italiano che ci ha più tarpato le ali con l'euro! Il resto d'Europa ci ha semplicemente chiarito quello che pensava di questi abominii normativi con tatto e gentilezza! "Cari amici italiani, il fatto che vi siete studiato sto popò di furbata nel passato NON vi faccia saltare in mente l'idea che vi permetteremo di rifarlo in fuituro!
    Purtroppo per i tedeschi sono a parole sempre estremamente pignoli ed arguti, ma nella realtà sono i soliti ottusi che si fanno fregare dietro la schiena. E tenendo i riflettori su Spagna e soprattutto Italia si sono fatti sfuggire il festino populistico che ad Atene i furboni greci si sono concessi grazie al crollo degli interessi.

    2) L'euro ha ABBASSATO e non di poco gli interessi che l'Italia pagava sul debito! Informati prima di berti le tue di panzane! Il fatto che altri paesi paghino meno NON è una scelta dei banchieri! E' lo stato che EMETTE i titoli (che NESSUNO gli impone di emettere eh!!) che è costretto ad accettare le offerte di chi li compra! Se sei La Germania sei percepito affidabile, se sei l'Italia meno, se sei la Grecia per nulla (che tu ci creda o meno cambia poco), quindi funziona come alla fiera dell'asino (per rimanere sulla metafora che evidentemente ti è più congeniale). Che siano legati al palo o meno se tu cerchi di vendere un asino giovane, robusto, sano avrai molte offerte e strapperai un prezzo alto. Se cerchi di vendere il sacco di ossa mezzo cieco ci farai un decimo. Forse. Non c'è nessuna "cupola" di banchieri che decide gli interessi dei titoli!

    Prima di pontificare e dire agli altri che "non hanno capito" prova a imparare come funziona, almeno a grandi linee, il mercato dei titoli. Risparmieresti figure da macroeconomista legato al palo...

    Quote Originariamente inviata da Carlo A Visualizza il messaggio
    Spero che i colpevoli siano condannati.
    Come tutti, visto che dici benissimo, era da incoscienti proporre questi investimenti senza diversificazione e a gente di bassa istruzione economicistica.
    Però il punto su cui si dibatte NON è questo. A nessuno frega nulla di difendere il direttore di banca che ha consigliato i bond speculativi alla vecchina!
    Il punto è che a mio parere tutto questo cancan viene messo su per far passare il concetto che c'era comunque una responsabilità "superiore" per puntare a ignobili "restituzioni" di TUTTO il capitale! Perchè in Italia anche i macroeconomi della mutua pare riescano ad arrivare facilmente al concetto che anche se lo spremi come un limone difficilmente un direttore di banca riuscirà a tirare fuori le centinaia di milioni necessari, quindi si punta a mungere la solita mucca statale, cioè TUTTI NOI!
    Ribadisco cosa ho già detto. Può essere risarcito (e non certo al 100%!!) solo chi ha i requisiti per interpretare la parte della "vecchina truffata". E cioè chi ha redditi BASSI, chi non ha altri capitali investiti in altri settori (se avevo 1 milione e ho diversificato investendone 100.000€ in bond etruria col cappero che "ho diritto"!!), e chi può dimostrare le colpe REALI (non la Banca d'Italia che non ha "sorvegliato" per capirci!) di chi l'ha truffato!

    Quote Originariamente inviata da vince1948 Visualizza il messaggio
    ... la casa vale 180.000 euro cento ottanta mila, .azz, però non riescono a venderla neppure per 40.000 euro.
    Quindi la casa vale 40.000€. Forse. E' la tua versione dell'asino spelacchiato al palo!
    Il problema di chi pensa di poter distorcere le leggi di mercato con il "buon senso" dell'uomo della strada stà tutto qua! Il valore di "180.000€" NON è scritto sulla pietra da qualche saggio. Non so da dove t'è arrivato. Ma se il mercato ti offre 30.000€.. la casa ne vale 30.000! Non 180.000!
    Quando la bolla immobiliare in Italia era ai massimi (anni 2000-2006, piena era euro fra l'altro!) NESSUNO si lamentava di questo. Io mi sono costruito casa, acquistando pure il terreno, proprio grazie alla vendita del banalissimo appartamento di 100 mq, in periferia, che possedevo! E che mi ha permesso praticamente di triplicare quanto speso nel 1990 grazie anche all'euro!
    Ora la bolla s'è sgonfiata. Non ci sono state le scene di miriadi di case all'asta come in USA (perchè le nostre banche erano un pelo più serie coi mutui), ma il risultato era facilmente prevedebile.
    E l'euro anche qui NON c'entra nulla! La crisi del tuo paesetto NON dipende da quello! Prova a farti eleggere sindaco dittatore e imporre allo stato che nel tuo paesello le aziende paghranno un terzo dei contributi che pagano nel resto d'Italia e vedrai gli imprenditori fare a pugni per insediarsi e i prezzi delle case schizzare!
    E' il mercato baby, E tu non ci puoi fare niente! Nemmeno col referendum...
    Ultima modifica di BrightingEyes; 30-06-2016 a 11:10


 

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi