Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
Discussione chiusa
Pagina 5 di 36 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 25 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 712
Like Tree312Mi piace!

Discussione: Brexit

  1. #81
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Feb 2007
    residenza
    Florence
    Messaggi
    14,944

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio

    1) L'euro nessuno ce l'ha imposto.
    Mi dici dove ho firmato per avere l'euro , o mi ricordi quale partito ha portato come programma di governo per entrare nell'euro ?
    Niuna impresa per minima che sia può aver cominciamento e fine senza sapere , senza potere e senza con amor volere
    (Anonimo fiorentino del 1300)

  2. #82
    Seguace
    Registrato dal
    May 2011
    residenza
    Lombardia
    Messaggi
    570

    Predefinito

    Mi viene un dubbio, ma tutta sta manfrina sull'Euro. Con la brexit cosa ha a vedere?
    La situazione è decisamente diversa e comunque se la Britannia rischia una brutta fine, potete immaginare che succederebbe nel caso di un uscita dell'Italia dall'euro?
    Hai voglia a gridare che hai i diritti acquisti quando di lire non ce ne sono.

  3. #83
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,107

    Predefinito

    Darwin e che dubbi ti fai venire?

    L'euro, la Fornero, l'Europa sono i soliti feticci sui quali sfogare i malumori del popolo.
    Anni fa per i padani c'erano i meridionali, poi gli immigrati... l'importante è dare la colpa a qualcosa e fingere che si possa eliminare il problema alla fonte.

    Gli interventi fanno pensare, veramente. Mi aspetto che Zagami apra una finanziaria e inizi a prestare a tasso bassissimo ai cattivi debitori, per smuovere l'economia.

    E poi...i paesini si svuotano da decenni, si è continuato a costruire... se le case crollano è colpa dell'euro? Non del fatto che la casa dei genitori, se i figli vanno via, resta vuota? Che ormai di case vuote ce n'è tantissime?

    Qui, da bravi vecchietti, si rimpiangono i tempi andati, quando si stava meglio solo perchè si viveva al di sopra.

    -Al di sopra delle possibilità economiche, perchè molti stipendi e pensioni non erano e non sono sostenibili
    - al di sopra delle possibilità ambientali, perchè si asfaltava e cementificava senza curarsi delle generazioni future
    - al di sopra della legge, perchè invece di spingere a una riduzione di tasse e ruberie tutti o quasi tentavano di "farsi furbi" e beneficiare dell'andazzo.

    Ora tutti a piangere, perfino sui prezzi che per quanto siano saliti non sono poi così scandalosi se si considera l'inflazione... che invece si invoca solo quando conviene.

    Io quando ho comprato casa mi sono beccato l'odiata imposta sui conti correnti, e ci avevo appena messo un bel gruzzolo per pagare l'anticipo... ma non ho gridato la mia rovina al TG.
    Mio padre mi consigliava di tenermi la piccola casa di Milano, io no, testone, ho voluto fare meno mutuo...piuttosto che dovermi poi dannare tra tasse, e fitto in nero magari, che a fare le cose oneste "non conviene".

    Avevo anche azioni della Banca Popolare Commercio e Industri che andavano BENISSIMO, intorno al 20% di rendimento annuo. In banca mi consigliavano di tenerle e fare quei 10 milioni in più di mutuo, perchè rendevano comunque di più degli interessi del mutuo (14-16%)

    Beh io ero un ragazzotto di 30 anni, l'unico esame di economia all'università avevo preso 19 capendo che era una materia del cactus, avevo preso di più senza studiare al primo tentativo .
    Non ho certo ascoltato il bancario di turno, ma la mia intelligenza. Ma c'è pure un proverbio per quelli meno svegli: non chiedere all'oste se il vino è buono

    Quello che sta succedendo è dovuto a una infinità di fattori tra i quali l'euro forse non c'è o addirittura ha limitato i danni.

    Diciamo che il boom del dopoguerra fu dovuto alla condizione disastrosa di partenzadovuta alla genialità del pelato (che magari molti autonomisti rimpiangono) e ai molti vizi italici, ma fu basato su basso costo del lavoro.
    Insomma eravamo i cinesi di allora.

    Per un po' abbiamo fatto innovazione e siamo cresciuti, ma sempre a spese del pubblico. Tra i tanti problemi italiani sicuramente c'è una classe imprenditoriale "privata" penosa, che ha dimostrato grandi abilità a drenare fondi (pubblici), molto meno a investire a proprio rischio.

    Hanno dimostrato anche una grande abilità a scappare all'estero, coi soldi, con la produzione o anche fisicamente, appena la pacchia è finita.

    Maledetta Europa...
    a Darwin piace questo messaggio.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  4. #84
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,702

    Predefinito

    Ok, in linea di massima il tuo ragionamento fila, è qui che non sono d'accordo:
    Il problema di chi pensa di poter distorcere le leggi di mercato con il "buon senso" dell'uomo della strada stà tutto qua! Il valore di "180.000€" NON è scritto sulla pietra da qualche saggio. Non so da dove t'è arrivato. Ma se il mercato ti offre 30.000€.. la casa ne vale 30.000! Non 180.000!

    E' altresì vero che oggettivamente se ti danno 30.000 vale 30.000, ma il discorso non è cosi semplice, faccio qualche esempio:
    la vecchia casa di un mio amico abbastanza facoltoso, che è già morto, è stata valutata 500.000€, non sono andati da un mago per fare questo, le valutazioni si possono fare, perché le macchine usate non hanno un valore?
    Per la valutazione ci sono dei tecnici che fanno questo, posizione tipologia di costruzione arredi fissi interni stucchi, bagni favolosi e balle varie fanno quella cifra.
    Chi la vuole sa che costa cosi, però di grana non ce né indi se i figli la vogliono vendere la devono svendere, a meno di trovare l'amatore.
    Altro caso una casa all'asta, prezzo base 180.000€, la faccio breve l'ultima asta prezzo base 50.000€ è andata deserta, si può allora dire che ne vale ancor meno, ma proprio no! se ne avessi bisogno e un po' di denaro, l'acquisterei subito.

    Ci sono poi altre variabili, ad esempio: ho sempre avuto delle motociclette, qualcuna anche d'epoca, l'ultima rimasta è una Ducati Scrambler 350cc del 1971, valore di mercato 8/10.000€, qualcuno me ne ha messo in mano 12.000, non li ho presi e l'ho regalata a mio fratello, vabbè non fa testo ma se non l'avessi regalata non l'avrei venduta a meno di 14.000€ e prima o poi ti assicuro che l'avrei venduta a quel prezzo.
    Ora mi sta succedendo anche il rovescio... data l'età che avanza, tempo fa nel 2009, in previsione della vendita della potente moto che avevo, ho acquistato una motoretta tutto terreno leggerissima la può usare anche una ragazzina 110 kg, 230cc, euro3.
    E' bellissima immacolata, è sempre rimasta in garage, ovvio usavo l'altra più potente, ho speso 4.200€ e ci ho fatto 1.000 km, perché ogni tanto la facevo girare.
    Un paio di mesi fa decido di vendere pure questa, ho attaccato il casco al chiodo, i listini di moto usate danno 1.500/1.700€ bè non riesco a venderla nemmeno per 1.200€, e cavolo non si può mica dire che non li vale, casa vai a comperare con 1.200€?
    Il motivo è semplice, la grana non c'è e tutti si tengono caro quello che hanno, ora provo a venderla a 1.000€ mò vediamo.
    Morale si può valutare benissimo qualsiasi cosa, altra cosa è quello che puoi prendere.
    Ultima modifica di vince1948; 30-06-2016 a 14:39
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  5. #85
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Sardegna
    Messaggi
    5,047

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Darwin Visualizza il messaggio
    Hai voglia a gridare che hai i diritti acquisti quando di lire non ce ne sono.
    Che problema c'è Darwin, si stampano no!!.....
    riccardo urciuoli e Darwin piace questo messaggio
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  6. #86
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,107

    Predefinito

    Vince...ma è quello che cerca di farti capire Brighting...

    Il valore di un oggetto NON è la sua quotazione, scherzi?

    Ma siete proprio ingenui... il valore delle case deciso dai tecnici? Magari quelli dell'agenzia che quotandola bene spera di strapparti un incarico in esclusiva?

    O peggio, il valore di case o moto d'epoca deciso dai proprietari che vendono? Ma dai!

    E' l'incertezza del futuro che fa bloccare l'economia, e ultimamente anche e sicuramente il lavoro che scarseggia, specie tra i giovani.

    Ma per alcuni beni come case e veicoli il valore può crollare anche per altri motivi.

    Per le case il mercato saturo, se le case sono troppe si svalutano, anche se sono bellissime.

    Per i veicoli idem, non solo ce n'è troppi ma magari contano anche altri aspetti, come blocchi di quelli inquinananti, giovani che preferiscono chattare piuttosto che impennare

    In ogni caso la Merkel c'entra ben poco...
    a Darwin piace questo messaggio.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  7. #87
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Jun 2016
    Messaggi
    91

    Predefinito

    C'è un solo modo per uscire dalla crisi: produrre ricchezza.
    la maggior parte dei lavori che si fanno oggi fa guadagnare danaro ma non produce ricchezza.
    dopo decenni di libero mercato la gente si è fatta furba e ha imparato a guadagnare con tanti piccoli business che fregano un po' il prossimo.
    il danaro è diventato il metro di tutto.
    una fabbrica di borsette che finiscono in discarica dopo 2 anni può essere in attivo ,ma non crea ricchezza.
    a volte per guadagnare danaro bisogna distruggere ricchezza: 1 sola compagnia energetica (ad esempio enel di 30 anni fa)
    costa meno alla società ,allora bisogna distruggerla,spezzettarla,distribuirla,dividerla in tante piccole compagnie truffaldine da distribuire a imprenditori amici.Queste compagnie telefoneranno a raffica a tutti gli italiani cercando di imbrogliarli meglio che possono .
    così si è distrutta ricchezza ,perchè il servizio costa di più, ma c'è più denaro.c'è denaro per gli amici,c'è denaro per i call center.
    Intanto gli italiani fregati e incazzati imparano a non rispondere più a certi numeri di telefono.
    Occorre che una mano forte incentivi i lavori che creano ricchezza.
    la ricerca può creare ricchezza.
    l'applicazione della ricerca crea ricchezza.
    sulle auto fiat abbiamo ancora le lampadine a filamento anche per gli stop. è assurdo.
    la politica ha abdicato a dirigere l'economia e lascia fare tutto al libero mercato.
    il libero mercato si occupa solo di guadagnare denaro e non di produrre ricchezza.
    fra le due cose vi è una differenza non tanto grande ,ma nel tempo, anni e anni,gli effetti di questa differenza si accumulano.
    al punto in cui siamo se ne sono accumulati troppi.

  8. #88
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,361

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da spider61 Visualizza il messaggio
    Mi dici dove ho firmato per avere l'euro
    Non serviva alcuna firma. Come per ogni altro accordo internazionale è stata una decisione di un governo espressione di alcuni partiti a loro volta scelti dal corpo elettorale. C'era sicuramente la possibilità di votare un partito contrario all'entrata nell'euro, se esisteva (non ricordo neanch'io, ma mi sembra fossero tutti più o meno favorevoli). Ma anche se c'era evidentemente non ha raggiunto la maggioranza dei voti. Non so che dirti, spiace..

  9. #89
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,123

    Predefinito

    Io la soluzione ce la avrei e rispecchia le risposte date da BE et company Darwin .

    Il FMI ha trovato la soluzione alla crisi economica: “Dovete morire prima” | QuiFinanza

    Il FMI ha trovato la soluzione alla crisi economica: “Dovete morire prima”.
    Se la longevità delle popolazioni occidentali mette a rischio i bilanci degli stati più sviluppati.

    Nelle pieghe del Global Financial Stability Report, presentato dal Fondo Monetario Internazionale, c’è un’avvertenza: la longevità delle popolazioni occidentali – ossia il famoso “allungamento delle aspettative di vita” – mette a rischio i bilanci degli stati più sviluppati.

    Il Fmi arriva a questa affermazione quando prova a spiegare che “nessun asset può essere considerato veramente sicuro”. Che rapporto c’è tra investimenti finanziari e vecchiaia delle popolazioni? Quello tra affidabilità dei titoli di stato e, appunto, spesa pubblica dedicata agli istituti del welfare (pensioni, sanità, assistenza, istruzione). Silenzio assoluto, per esempio, sulla spesa militare.
    Di recente le principali agenzie di rating (tutte statunitensi) hanno deciso un downgrade di titoli fin qui considerati sicuri, “virtualmente privi di rischio”, come i Bund tedeschi o i Treasury americani. Beni rifugio per eccellenza.
    Il Fmi sottolinea inoltre che “l’offerta di asset sicuri è diminuita di pari passo alla capacità del settore pubblico e privato di produrre asset di questo tipo”. E la causa principale è individuata nella longevità “eccessiva” delle relative popolazioni. “Se l’aspettativa di vita media crescesse di tre anni più di quanto atteso ora entro il 2050, i costi potrebbero aumentare di un ulteriore 50%.

    La questione non riguarda insomma se la longevità sia un costo o no, ma esclusivamente quale parte della società devono pagare questo costo. Per il Fmi lo devono pagare soltanto i lavoratori dipendenti (“più alti contributi pensionistici“) e i pensionati stessi (“più alti contributi pensionistici“, ossia pensioni ancora più basse). E se neanche questo basta – e non può bastare, se dal pagamento del prezzo vengono esentati gli “investitori professionali” e tutte le classi dirigenti di ogni ordine e grado – allora non resta che tagliare drasticamente tutti gli istituti di welfare che hanno fin qui sostenuto l’allungamento delle aspettative di vita.


    AVANTI IL PROSSIMO .

    PS.
    Diceva un vecchio adagio siciliano ...
    A morti è capricciusa , lascia a vecchia e piglia a carusa ....
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  10. #90
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,702

    Predefinito

    Riccardo, non è questione di ingenuità, la valutazione chi la dovrebbe fare?
    Non mi sto riferendo ad una agenzia, sto parlando di valore intrinseco.
    Riguardo la famosa moto, il valore è già stabilito, sono sempre dei tecnici che lo fanno con dei parametri ben precisi oggettivi, per la valutazione della mia mica ho interpellato un bancario, per avere l'iscrizione al registro storico ecc.. basta che hai due manopole non originali che la targhetta te la sogni, di conseguenza la moto ha meno valore, tè capì!
    Che poi i prezzi di mercato di case ecc.. possa crollare è un altro discorso, cerca di capirmi la tua risposta non c'azzecca con il mio discorso... ripeto che tutto ha un valore ben preciso, altro conto è il valore di mercato che può variare da posto caso e quant'altro.
    Insomma se costruisco una casa, i mattoni termosifoni finestre ecc... hanno un costo? si, bene... questa casa costa 100.000€ ecco il mio famoso costo, certo che se poi la grana non c'è non la venderò mai a quel prezzo, ma la mia casa quei soldi vale, capitto mi hai!
    Ultima modifica di vince1948; 30-06-2016 a 16:12
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  11. #91
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,961

    Predefinito

    Stai confondendo il costo con il valore.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  12. #92
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,361

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vince1948 Visualizza il messaggio
    Morale si può valutare benissimo qualsiasi cosa, altra cosa è quello che puoi prendere.
    Si, appunto! E' il MERCATO che fa il prezzo! Se io decido di fare la villa bellissima, con i pavimenti in tek e le maniglie in titanio.. e la costruisco in un posto dove nessuno fa richiesta di una villa del genere... non ha alcuna importanza la valutazione dei "tecnici". Ha invece valore la valutazione tecnica dell'intermediatore che ti dirà "puoi farci tot in questo momento". Esattamente come le moto. Una Vespa del 1975 è capace di costarti di più di una moto molto più nuova ma che nessuno vuole nemmeno in regalo!
    Sulla mancanza di soldi non concordo appieno. E' ovvio che la stragrande maggioranza delle famiglie stà soffrendo la crisi. Che d'altronde non si chiamerebbe così se manco ce ne accorgessimo no? Ma proprio certi casi rivelati dai pasticci bancari degli ultimi tempi rivelano come ci siano ancora molti (guarda caso pensionati e nemmeno ex dirigenti, ma spesso semplici ex impiegati se non addirittura operai) che scelgono volutamente di abbandonare un mattone che ha subito un crollo di fiducia e un aumento di tassazione notevole per cercare fortuna nelle pianure fertili della finanza!
    Ecco, uno dei problemi stà proprio qua! Va ELIMINATA la possibilità per chi ha soldi di "fare soldi coi soldi" in maniera parassitaria, ma va POTENZIATA la scelta di investire in attività davvero produttive. Anche azionarie se è il caso, ma che producano ricchezza! Non che la brucino! Perchè molti interessi che vengono capitalizzati dai giochi finanziari in realtà li paga chi lavora eh!!

  13. #93
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,107

    Predefinito

    vince...ma che dici?

    Guarda che tra l'altro le quotazioni delle case serie SONO legate ai prezzi reali di mercato... se poi vuoi credere che la stessa casa vale uguale a Milano o in un paesino appenninico...beato te...

    Idem per le moto, sono quotazioni di mercato mica legate solo alle cromature. Una moto d'epoca ha un "valore" minore anche solo se la targa non è originale, perchè gli appassionati non gradiscono e neanche la FMI...

    L'unico valore "intrinseco" (ma neanche tanto universale) può essere il "costo di fabbrica", anch'esso variabile da zona a zona ma comunque molto inferiore a quello di vendita di solito.

    Ma ci stiamo perdendo, il punto è smetterla di credere che ci siano complotti ovunque. Interessi forti si... ma spesso sono anche i NOSTRI interessi.

    Se crollano le banche perchè usciamo dall'euro ci rimettiamo tutti, almeno su questo mi sembra siate d'accordo
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  14. #94
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,361

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    ...Per il Fmi lo devono pagare soltanto i lavoratori dipendenti (“più alti contributi pensionistici“) e i pensionati stessi (“più alti contributi pensionistici“, ossia pensioni ancora più basse).
    Effettivamente quello di lasciare il posto ai giovani è sempre stata una ricetta efficace!
    Però l'FMI fa un'analisi molto più articolata. La constatazione che serve per fare i titoloni è banale, ma totalmente esatta. Se lavori 40 anni e poi stai 20 anni in pensione hai coperto i costi della pensione. Se lavori 40 anni e ne vivi altri 40... ovviamente i tuoi costi li coprirà qualcun altro.
    Ma questo discorso in realtà vale solo per i paesi virtuosi in cui i contributi dei dipendenti e delle aziende sono stati tarati sulla spesa pensionistica. In Italia che vivano a lungo o meno molti pensionati sono già ora a rischio e il prezzo è già stato scaricato sulle generazioni giovani.
    Quindi in Italia servirebbe praticamente una "strage degli attempati"!
    A parte gli scherzi, in realtà il problema è stato già analizzato in passato. E la risposta è sempre la stessa! E' il sistema che si basava sulla "ripartizione" totale ad essere il vero responsabile del pasticcio!
    E' ovvio a un bambino che se hai 100 che lavorano e 5 in pensione con pensioni basse e che pure muoiono presto il sistema a ripartizione garantisce un sacrificio minimo a chi lavora. Ma era altrettanto OVVIO che la normale evoluzione di un sistema che garantisce un aggancio con retribuzioni in crescita e adeguamenti automatici già avrebbe rappresentato un problema. Ma allora gli astuti progettisti dell ciofeca previdenziale italiota avevano come solo interesse il consenso delle masse lavoratrici, e soprattutto c'era la grande illusione anni 60 di un'impresa italiana in solido, sicuro, inarrestabile incremento di fatturato, occupazione e quindi contribuzione!
    Altri sistemi, come quello danese che ho già ripetutamente trattato hanno creato un mix fra la parte previdenziale, a carico ESCLUSIVO del lavoratore e dell'impresa tramite liberi accordi di settore, e la parte assistenziale che invece si fonda sulla fiscalità generale, ma con pilastri identici per tutti e che non vengono minimamente alterati dal peso relativo delle varie lobbies.
    Il sistema danese è uno dei più efficienti al mondo e costa enormemente meno (in rapporto alle prestazioni che garantisce) evitando ad esempio le barbare sperequazioni fra gente che vive assistita con 500€ al mese in quanto i contributi versati garantiscono solo la "minima" e gente che vive assistita con 1800€ al mese perchè i contributi non raggiungono lo stesso la somma necessaria alla minima, ma loro facevano parte della elite statale dei 15nni6mesie1giorno! (il "1 giorno" mi è sempre sembrato un colpo di genio ammirevole! Come la firma di Lupin sul luogo del furto. E di furto si è ampiamente trattato).
    Il sistema danese, inutile dirlo, NON viene minimamente messo in difficoltà dal salire della speranza di vita.
    Ora un pensierino finale. Ma una badante rumena 25enne che "sposa" l'anziano pensionato per carpirne la demenziale "reversibilità"... come si pone nel calcolo sulla sostenibilità del sistema?

  15. #95
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    392

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    , avete qualche conoscente che ha investito TUTTO in Argentina, o in obbligazioni Banca Etruria?
    Tutto no, ma buona parte dei risparmi in azioni Popolare di Intra poi finita in Veneto Banca, alcuni.

    La Popolare di Intra era una bella banca locale, sana e onesta.
    Poi hanno avuto la sventura di assumere un Direttore Generale all'apparenza tanto brillante che si è dimostrato disonesto (deve anche essere finito in galera).
    E così sono iniziati i guai.
    Ultima modifica di Carlo A; 30-06-2016 a 20:01

  16. #96
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Feb 2007
    residenza
    Florence
    Messaggi
    14,944

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Ma una badante rumena 25enne che "sposa" l'anziano pensionato per carpirne la demenziale "reversibilità"
    La badante rumena prende i contributi e non spende una lira in Italia , pretendendo tutti i ns. diritti (vedi assistenza sanitaria) ma non pagando un caxxo di tasse visto che non vengono ritenute alla fonte , quindi o che sposi o non sposi il vecchio tutti i soldi che gli vengono versati finiscono in Dacia....
    a pox1964 piace questo messaggio.
    Niuna impresa per minima che sia può aver cominciamento e fine senza sapere , senza potere e senza con amor volere
    (Anonimo fiorentino del 1300)

  17. #97
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,107

    Predefinito

    ok carlo...se si tratta di truffa però non si può pretendere che rimborsi la collettività.

    Mi piacerebbe qualche riscontro oggettivo, qualche situazione reale..e magari il rendimento di quelle azioni.

    A tutti piacerebbe investire e guadagnare mucchi di denaro, ma credo basti cercare il significato di azione per capire che non può rappresentare "buona parte" dei risparmi se non si è disposti ad accettare il rischio di perderli

    Comunque..l'Euro e la Merkel mi sembra c'entrino poco con Banca di Intra, anzi magari l'Europa mette un freno alle piccole ruberie no?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  18. #98
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2015
    Messaggi
    801

    Predefinito

    ciao a tutti non voglio inserirmi nel discorso politico ma leggendo questa frase

    Provate ora, con gli stipendi che ci sono, ad acquistare una casa... se ci riuscite.
    stò facendo una proposta di acquisto su casa da 290 m2 , visitata ....stupendaaa !!+ 1000 m2 di terreno collinare zona quotata residenziale

    oggi i prezzi delle case (almeno qui da noi ( zona ticino oleggio ) si sono ridotti del 30-50% circa.

    la casa è in vendita a 170 mila ..mia proposta di acquisto.. 150 .. speriamo bene

    cordialmente

    Francy

    io di affitto pago 650 €, facendo il mutuo per quella casa circa 580-610 €
    a Darwin piace questo messaggio.
    sono un minchione con massa cerebrale ridotta ...abbiate pazienza
    cogito ergo sum

  19. #99
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    May 2008
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    4,431

    Predefinito

    sul fatto che ci sono ancora degli sprovveduti costretti dagli impiegati ad investire in strumenti rischiosi sono
    completamente d'accordo,qui si ricade sempre tanto ad alcuni e niente a molti altri,che di truffati ce ne sono
    tanti,chi investe alla borsa di milano sappia che si siede ad un tavolo dove quello più onesto è un baro
    la paura del governo che c'è tanta gente incavolata nera,ma i ladri devono andare in galera e i loro patrimoni
    sequestrati compresa pensione e liquidazione,poi se non mi danno il mutuo se non gli compro le azioni è
    una buona ragione per scappare subito,la storia insegna ma a molti al memoria è corta

  20. #100
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Sardegna
    Messaggi
    5,047

    Predefinito

    ....Ma infatti Francy!! Mai momento fu cosi propizio come ora per acquistare casa, prezzi da VERA occasione e tassi bassissimi!!!
    A proposito auguroni per la trattativa!!

    Saluti
    a Darwin piace questo messaggio.
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)


 

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi