Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 3 di 6 primaprima 1 2 3 4 5 6 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 104
Like Tree15Mi piace!

Discussione: La buona scuola...

  1. #41
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito



    Nonostante queste modifiche che citi tu io non vedo una miglioria dei neo medici formati di recente , li vedo venire al laboratorio a fare tirocinio , tutti cercano il lavoro facile e meno faticoso , infatti sono pochi o nessuno che si dedica al settore chimica clinica-dosaggiormonali-tumorali-ria-tossicologia , perché settore più pesante e delle urgenze .

    L'unica cosa che ti posso dire è che i test di ingresso fatti a quiz non sono il massimo della cultura e della scelta dei candidati idonei .
    Un test più di ingresso invece che prevede una selezione in base ai meriti gestita dagli insegnanti sarebbe più idonea o meglio una selezione naturale , come avviene in natura , chi è più capace va avanti , chi meno resta indietro .

    Da anni chiediamo un ripensamento delle modalità di accesso al corso di laurea in Medicina e Chirurgia, che si stanno rilevando non solo inefficaci, ma anche dannose. Anche l'Ordine dei Medici comincia a mettere in discussione questa programmazione".
    La progressiva riduzione del numero di posti per l'accesso ai corsi con il numero chiuso nazionale è inaccettabile e va a ledere ulteriormente il diritto allo studio, già colpito da un test assolutamente iniquo".

    Precisa Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell'Udu - ma abbiamo denunciato che quella che avviene con il test è una selezione all'ingresso che di fatto si basa su elementi aleatori, e su cui incidono fortemente una serie di fattori che nulla hanno a che vedere con la capacità e la volontà del candidato di affrontare un determinato corso di studi.

    Davanti ad una drammatica riduzione degli studenti che si iscrivono all'università, il Ministero risponde nel peggiore dei modi. I bandi contengono elementi peggiorativi rispetto al passato, come la diminuzione sostanziale dei posti disponibili (se ne perdono più di 1000, di cui 300 a medicina) e la chiusura anticipata delle graduatorie al termine del primo semestre, lasciando immaginare che questo comporterà un'ulteriore riduzione dei posti. In questo modo moltissimi potenziali studenti sono buttati fuori dalle università, e si vedono negata la possibilità di scegliere il proprio futuro".

    SE POI QUESTA EUROPA SOMIGLIA DI PIU' A UNA DITTATURA , CHE A UNA DEMOCRAZIA IO RIVOLGO IL MIO DISSENZO .

    La selezione dei candidati la deve fare la vita , non un quiz , il vero medico viene creato e matura nel corso degli anni e degli studi , nessuno nasce medico , ma si forma con la passione e con il tempo , LO STATO DEVE GARANTIRE LE STESSE POSSIBILITA' A TUTTI , questa selezione a priori è come abortire un bambino prima di nascere , quando ancora non si sa se nascerà un genio o un disadattato .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  2. #42
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,384

    Predefinito

    MA non diciamo sciocchezze su! La "selezione" come la facciamo? In base al numero di pazienti "persi" dal chirurgo non adatto? Eccerto! La selezione naturale... che trovatona...
    La MODALITA' del filtro può essere oggetto di discussione! In alcuni paesi (Francia ad es.) l'accesso è garantito a tutti per qualche mese, poi c'è una serie di test che sbattono fuori gli "aborti" come li vuoi etichettare tu.
    Questo è un modo, ce ne sono molti altri, ma i furbastri che vogliono l'accesso libero a qualsiasi corso per chiunque NON hanno alcuna speranza (con politici "normali"... poi con la spensierata banda di ex-onesti pronti a mentire quando conviene non ci giurerei. Ma secondo me anche con quelli sarà duretta!).
    Il filtro va mantenuto. Un modo possibile era garantire l'accesso solo a chi si maturava con punteggi sopra il 90, ma anche qui, il sospetto che in certe zone del paese quei 90 ed oltre fossero poco rappresentativi della preparazione (diciamo così...) lo rende sconsigliabile in Italia. Spiace la sfiducia, ma proprio le evoluzioni del corpo docente di cui tratta il post sconsigliano il bis...
    Poi sul fatto che i test italiani non siano l'optimum concordo appieno. Se ne può discutere... Ma falli nel modo che più credi... sempre 10.132 posti avrai!
    Puoi anche estrarre a sorte se pensi che la giudizia divina sia più affidabile. L'importante è accettare il fatto che le università possono accoglierne 10.132. E 10.132 ne devi scegliere.
    E lascia da parte dittature e libertà che non è cosa.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 07-09-2016 a 14:49

  3. #43
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,128

    Predefinito

    intervengo brevemente perchè leggo troppi eccessi da una parte e dall'altra...

    Nelle considerazioni di Livingreen sul nastro isolante ci vedo un velato "razzismo". Spero non ti offenda, e mi spiego.

    Io sono di Potenza. Da ragazzo (1983) e incoraggiato da mio padre ho scelto di "emigrare" a Milano e fare ing. elettronica al Poli.

    Tra i motivi anche la consapevolezza dei tanti vizi e problemi del sud e della gente che ci abita, vizi che in parte ormai (ma anche allora) sono dell'Italia intera.

    Sono convinto, perchè ci ho vissuto e vedo le differenze, che al Sud purtroppo ci sia una tendenza maggiore a "regalare" tutto, dai posti di lavoro, ai voti a scuola. MA... giudicare un ing dal nastro isolante è una cazzata.

    Livingreen, tu puoi scrivere che da quello lo giudichi umanamente, o capisci che è poco "smanettone" e non ti interessa uno troppo teorico, ma non è un problema del sud o di voti elevati.

    Io al Politecnico non ricordo UNA esercitazione veramente pratica al punto di trattare non dico il nastro isolante...ma neanche la saldatura.
    Quelle di Elettronica applicata erano esercizi teoricissimi, interessanti, che allenano la mente ma.... per il lavoro sarebbe stato molto più utile approfondire l'uso degli amplificatori operazionali, o esempi pratici di polarizzazione...

    E così in tuti gli esami. L'unico con esercitazioni "pratiche" di misure elettroniche mi è rimasto in memoria per il professore, anziano, che ci deliziò con esempi di strumenti aperti davanti ai nostri occhi...ma erno strumenti anni 50 ancora di quelli annegati..non ricordo se fosse paraffina o cosa

    Insomma, l'Università italiana è teorica, forse troppo, è un problema ma NON del sud, dell'Italia intera. Ma la preparazione che fornisce (se università seria) PER ORA è ancora apprezzabile a livello globale.

    Riguardo i test d'ingresso, a medicina come in altri settori, sono a mio avviso inevitabili ma sono pur sempre un MALE MINORE.
    Passano comunque alcuni caproni, si perdono alcuni capaci.

    Meglio, anche se più costoso, sarebbe fare come si faceva (e si fa) al Poli: si può iscrivere chiunque, ma gli esami al 1o anno sono severi e scremano dagli incapaci.
    Al limite si potrebbe prevedere una tassa di iscrizione al 1o anno elevata e rimborsata solo a chi passa un tot di esami...o qualcosa del genere.
    a BrightingEyes, renatomeloni e Lupino Piace questo messaggio
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  4. #44
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,128

    Predefinito

    ancora su medicina: test necessario per evitare che diventi un obiettivo per tutti, solo perchè "garantisce" (garantiva...) un buon stipendio.

    Ma è vero anche che si sta tagliando da anni la Sanità, e che i nuovi laureati dimostrano lacune e mancanza di vocazione...anche se hanno passato il test.

    L'università di Milano ha recentemente mandato una mail agli studenti per far presente che se ci si iscrive ai tirocini sarebbe buona norma andarci, o almeno avvisare che si è impossibilitati.
    La mail ricordava anche il tipo di professione che si è scelto di andare a fare...

    A Milano eh... per dire come siamo messi
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  5. #45
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    May 2008
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    4,448

    Predefinito

    io non ho fatto l'università,concordo con zagami che fare una selezione attraverso quiz e non dopo alcuni
    mesi di lezione per capire chi è portato,perchè fare il medico deve essere una vocazione per aiutare i malati
    non per avere una carriera e una buona retribuzione,e osservando i ragazzi per qualche mese si capisce cosa
    sta cercando e se ha la stoffa,anche tu BE,con questo sistema avresti potuto perdere qualche anno
    nell'inseguimento del passaggio della selezione,ci sono parecchi casi di ragazzi che perdono anni prima di riuscire
    ad entrare,se andare a i tirocini è facoltativo,che mettano obbligatoria la frequenza pena perdita dei requisiti per
    laurearsi

  6. #46
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,384

    Predefinito

    Ma sono d'accordo. l'ho detto, sul fatto che la selezione dei test italiani è approssimativa! E anche a me piace di più la soluzione francese con accesso libero, ma selezione immediata con test duri e impegnativi!
    Se frequento un corso di 6 mesi e alla fine ho un esame, però, quell'esame è DEFINITIVO! Non che dopo saltano fuori i 5000 ricorsi per il colore delle schede non adeguato o altre sciocchezze! E girala come vuoi dopo quell'esame, sostenuto con professori o comunque laureati nella materia, avrai un PUNTEGGIO che darà diritto, se adeguato, ad entrare in QUELLA università!
    Se, come dice Riccardo Urcioli e come è purtroppo in parte ancora verissimo, c'è una lassità nel giudicare... saranno comunque sempre 1 su 6 ad entrare su base nazionale. Probabilmente appena si sparge la voce saranno 1 su 10 in certe università e 1 su 4 in altre, più severe (perchè immagino che molti si presenteranno nelle università più morbide...), ma questo ci stà nella differenziazione che già oggi il mercato considera in base all'università di laurea.
    Semplicemente anch'io considero il numero programmato come il male minore. L'ideale sarebbe che la scuola secondaria fosse il filtro, ma questo è impossibile nella realtà italiana e l'alternativa sarebbe solo il marasma degli anni 70 (e che purtroppo mi dicono continua per certe lauree...) o il sistema privato o semi-privato all'inglese (dove, per chi non lo sapesse, qualsiasi corso universitario costa circa 9.000 sterline/anno e le borse di studio esistono, ma non certo ai livelli americani).
    Tutto ciò non ha nulla a che fare con concetti serii come libertà e democrazia. E' semplicemente un modo, approvato persino dalla nostra a volte invereconda corte costituzionale, di garantire a chi è capace o perlomeno a quelli più probabili di avere accesso a una preparazione che in Italia resta semi-gratuita e di ottimo livello.

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ...Io al Politecnico non ricordo UNA esercitazione veramente pratica al punto di trattare non dico il nastro isolante...ma neanche la saldatura.
    Hai perfettamente ragione, ma non fossilizziamoci sull'ipotesi che un ingegnere venga valutato sulla conoscenza o meno del nastro isolante, che credo fosse solo un esempio.
    Il discorso di base è sulla incredibile (per me eh!) pretesa di alcuni di fingere che un grado minimo di preparazione non sia un prerequisito fondamentale per chi insegna!
    Ribadisco che ho polemizzato con un docente (docente!!!) che cercava di spacciarmi come ignobile esagerazione pretenziosa le due o tre domande in inglese perchè essendo di livello B2 sarebbero state da "quasi madrelingua"!!
    Capisco benissimo che dopo 20 anni di tranquillo tran tran con ragazzini che a mala pena a volte arrivano a gestire problemi elementari l'impatto con un test del genere sia stato devastante per molti che hanno usufruito dei "regali" di cui parli ed anche per qualcuno che magari 20 anni fa era preparatissimo. Ma non credo si potesse fare diversamente. Un minimo di fondamentali sono ormai necessari. Nel campo del sostegno in teoria anche di più, seppure tutti sappiamo lo scopo reale con cui è stato organizzato.
    Probabilmente molti hanno preso un pò sottogamba la cosa, illudendosi che si trattasse dell'ennesima sanatoria all'italiana, verniciata di propaganda renziana. Scommetto che al prossimo test ci saranno molti meno non ammessi. E non per un improvviso "ammorbidimento" delle commissioni, ma perchè qualcuno penserà, intelligentemente, che fare qualche mese di aggiornamento spinto possa rappresentare un punto di vantaggio importante!
    E per la scuola italiana non credo sia un danno...
    Ultima modifica di BrightingEyes; 07-09-2016 a 15:49

  7. #47
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Sul test di medicina.
    «Test di Medicina, ci ho messo 44 minuti (e ho fatto 11 errori)»
    Il responsabile di Corriere Salute, laureato in Medicina, ha provato a eseguire le prove di ingresso .
    Mi sono cimentato nel test d’ingresso a Medicina trent’anni dopo essermi laureato nella stessa materia. Oggi sarei riuscito a «passare»? Impossibile dirlo.

    «Test di Medicina, ci ho messo 44 minuti (e ho fatto 11 errori)» - Corriere.it

    http://www.corriere.it/scuola/univer...e-bianco.shtml

    http://www.corriere.it/scuola/univer...-passare.shtml

    Nessun test è perfetto, qualche candidato di certo sarà «tagliato» ingiustamente, il metodo in sé presta strutturalmente il fianco a critiche legittime, ma chi ce la fa almeno partirà con motivazioni messe subito alla prova. E questo non è certamente un male.

    Leggo da un blog:
    Come Professore di Pediatria ( Facoltà di Medicina ,Torino) , 'misuratore professionale' data una specifica competenza nel campo della crescita e dello sviluppo (Auxologia) , mi chiedo;quale caratteristica intendono valutare i test? E' una grandezza misurabile? I test sono adeguati alla misura? Temo che chi li ha messi a punto non si sia posto questa domande.Siamo sicuri che una buona competenza nelle materie scientifiche a livello liceale sia predittiva.... di che cosa?

    Premesso che non ho interessi diretti, mia figlia frequenterà altro, mi pare, da insegnante di scuola media superiore, che questi test non abbiano senso: perché devo sapere cosa fu il piano Marshall per diventare chirurgo? E considerate che insegno storia... Meglio sarebbe come si fa altrove: ingresso libero, ma alla fine del primo anno se non hai passato certi esami sei fuori. Infine, ma qualcuno valuta le motivazioni di questi ragazzi?

    zorro1946 6 settembre 2016 | 21:07
    Bhè ci vuole una mente perversa per chi li ha proprosti ed una altrettanto mente perversa per chi riuscirà a risolverli. Pienamente d'accordo con il lettore 8819601: sono andato in pensione il 1° aprile scorso dopo ben 41 anni di attività medica, ma BOIATE come queste non le ho mai sentite. Vorrà dire che il futuro medico (ma quale?) se saprà che @ç§& non rappresenta un tubo, forse non saprà tenere una siringa in mano. E poi vogliono che noi gli facciamo da tutor........

    Ho eseguito circa 20.000 interventi chirurgici in 43 anni di attività, ho insegnato in università italiane ed estere a medici e paramedici, non so rispondere a queste domande e mi viene da ridere ma da italiano mi viene da piangere.

    CONSIGLIO PROVATE A LEGGERE ALCUNE DELLE DOMANDE , A ME E' VENUTO IL VOLTASTOMACO, confusione totale sul mandorlo in fiore e sulla rosa e dire che amo la campagna ...

    Ultima modifica di zagami; 08-09-2016 a 03:36
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  8. #48
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,384

    Predefinito

    si, zagami. Lo abbiamo scritto in diversi ed è opinione comune anche nel campo medico professionale che questi test in realtà non testino granchè di qualificante.
    questo discorsone però NON può essere preso a supporto per chi chiede l'apertura indiscriminata a chiunque! Anche i medici che citi NON sono certamente d'accordo nel tornare alle bolge infernali degli anni 70-80, stanne pur certo!

    Uno dei modi migliori a mio parere resta quello francese. Segui il corso semestrale, aperto a tutti, e POI ti presenti a sostenere il test NELL'UNIVERSITA' CHE HAI SCELTO!
    Se la stessa ha 100 posti e tu ottieni il 95° risultato sei dentro! Se ottieni il 105° sei fuori e RESTI fuori! Sia da quella che da qualsiasi altro ateneo italico. L'anno dopo sei liberissimo di riprovarci.
    Anch'io sono convintissimo che seguire sei mesi di istologia o anatomia sia molto più probante del test, ma mandorli in fiore o meno il concetto pilastro di base è che numero programmato E' e numero programmato RESTERA'!
    Poi sulla metodica di filtro sbizzarriamoci pure!

    P.S. Comunque il test è di valutazione attitudinale e psicologica. Il fatto che molti non vedano in un problema di logica binaria altro che un argomento per amanti della campagna credo sia proprio un risultato voluto... Non sono quelli i calibri neuronali che ricerca l'università!
    Per fare un esempio i test del MENSA sono universalmente ritenuti come buon indice di valutazione del grado di intelligenza. E sono molto simili ad alcuni, quelli più "criticati", del test di medicina.
    A mio parere è sicuramente vero che un buon medico può anche non sapere cos'è il piano Marshall (anche se la cultura generale non è proprio da schifare), ma certo un livello di QI superiore alla media è sempre ben accetto in uno studente universitario.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 08-09-2016 a 09:44

  9. #49
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Ecco i test per la prova unica di ingresso in medicina.

    http://accessoprogrammato.miur.it/co...dicina2016.pdf

    Maaahhh...

    Provate a risolverli .

    Se il mandorlo è in fiore , la rosa marcisce ...

    Quello che non mi torna è la logica naturale , siccome sono un naturalista l'esempio mi stupisce , per quanto io sappia il mandorlo è in fiore in primavera , tanto che ad Agrigento vi è la festa del mandorlo in fiore tra febbraio-marzo , ma non mi risulta che la rosa marcisce in primavera .
    Ultima modifica di zagami; 08-09-2016 a 14:06
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  10. #50
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,384

    Predefinito

    Ma sei serio?

  11. #51
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2015
    Messaggi
    822

    Predefinito

    ciao a tutti

    ciao Vincenzo cerco di spiegare la domanda almeno per come la vedo io


    non è una domanda di agraria , ma di logica


    "Se il mandorlo è in fiore, la rosa marcisce. Se la begonia marcisce il papavero sboccia.
    Inoltre o il mandorlo è in fiore o la begonia marcisce". In base alle precedenti affermazioni
    è sicuramente vero che:


    A) la rosa marcisce o il papavero sboccia
    B) il papavero sboccia
    C) il mandorlo è in fiore e il papavero sboccia
    D) la rosa marcisce e il papavero sboccia
    E) la rosa e la begonia marciscono


    io l'ho intesa così:


    vediamo la risposta E (la rosa e la begonia marciscono)

    dal testo risulta che


    la rosa marcisce se il mandorlo è in fiore , ma quando il mandorlo è in fiore la begonia NON marcisce


    quindi la E è sbagliata .

    ---------------------------
    vediamo la risposta D (la rosa marcisce e il papavero sboccia)


    dal testo della domanda vediamo che
    se la rosa marcisce significa che il mandorlo è in fiore ,
    quindi la begonia non marcisce ,
    quindi il papavero NON sboccia.

    --------------------------
    vediamo la risposta C (il mandorlo è in fiore e il papavero sboccia).


    se il mandorlo è in fiore
    la begonia non marcisce ,
    il papavero NON sboccia.

    --------------------
    vediamo la risposta B ( il papavero sboccia )


    "nonsense"
    --------------------------------

    la risposta corretta è la A (la rosa marcisce o il papavero sboccia)


    infatti se la rosa marcisce , il mandorlo è in fiore ,quindi
    la begonia NON marcisce e il papavero non sboccia


    quindi la rosa marcisce o il papavero sboccia




    cordialmente


    Francy
    BrightingEyes e zagami piace questo messaggio
    sono un minchione con massa cerebrale ridotta ...abbiate pazienza
    cogito ergo sum

  12. #52
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,384

    Predefinito

    Sono domande piuttosto banali zagami. Mia figlia che l'ha fatto 3 anni fa era molto irritata perchè dice che quest'anno sono molto più semplici, specie quelle scientifiche (biologia, ecc).
    Quelle che hai segnalato sono test di logica. Analizzano un'area di intelligenza umana, non danno una patente di "sotuttoio" nè dimostrano che sai tenere un bisturi in mano.
    Servono solo a scremare.

  13. #53
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,983

    Predefinito

    Mi ci sono divertito anch'io, ieri notte. Niente di speciale, a quanto sembra. A meno che la cosa speciale sia che qualcuno proprio non li capisce o prenda roma per toma. E questo test serve appunto a scoprire chi è...
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  14. #54
    Monumento
    Registrato dal
    Oct 2010
    residenza
    vagabondo del sud piemonte
    Messaggi
    2,464

    Predefinito

    P_20160908_181732.jpg
    Se volete ve lo presto, ha la bellezza di 41 anni!!
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  15. #55
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Aahhahaha. Molto divertente .

    Grazie per le spiegazioni soprattutto innominato che è stato più preciso nelle spiegazioni .

    Che fosse questione di logica ci ero arrivato , ma diventa una logica contro natura , una logica- illogica insomma.

    A) la rosa marcisce o il papavero sboccia
    B) il papavero sboccia
    C) il mandorlo è in fiore e il papavero sboccia
    D) la rosa marcisce e il papavero sboccia
    E) la rosa e la begonia marciscono


    Sarebbe stato più logico dire se A è diverso da B e B =C allora ecc...

    Ma fare dei paragoni assurdi non mi sembra il massimo della logica , come dire che io da chimico dicessi facciamo finta che il cloro Cl è un metallo ed il ferro Fe è un alogeno ecc...

    Come un gioco tra bambini insomma , stiamo giocando al piccolo contadino ?

    Le domande debbo essere pertinenti alla materia .

    PENSATE VERAMENTE CHE DA QUESTE RISPOSTE ASSURDE SI POSSA SCIEGLIERE UNA CLASSSE MEDICA EFFICIENTE E PREPARATA ?

    Ma siamo seri .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  16. #56
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,983

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    PENSATE VERAMENTE CHE DA QUESTE RISPOSTE ASSURDE SI POSSA SCIEGLIERE UNA CLASSSE MEDICA EFFICIENTE E PREPARATA ?

    Ma siamo seri .
    Si, è proprio per questo che si fanno test: se uno non ha logica e non sa fare un ragionamento se si va fuori dai canoni scolastici, meglio che faccia un altro mestiere. Fra l'altro, quei test li facevano persino ai militari di leva, una volta.... ma non si trovava un sacco di scuse per giustficare la propria incapacità. Forse era meglio un test di grammatica?
    SI POSSA SCIEGLIERE
    a BrightingEyes piace questo messaggio.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  17. #57
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,384

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Le domande debbo essere pertinenti alla materia .

    PENSATE VERAMENTE CHE DA QUESTE RISPOSTE ASSURDE SI POSSA SCIEGLIERE UNA CLASSSE MEDICA EFFICIENTE E PREPARATA ?

    Ma siamo seri .
    Le domande pertinenti ci sono. Io sinceramente non le vedo così "fondamentali". Lo scopo di un lisosoma me lo dovrebbe insegnare proprio il corso di laurea, non che devo "saperlo prima" io! Credo infatti servano proprio a placare le critiche dei non addetti che sicuramente esploderebbero se i candidati venissero scelti solo con domande di logica, cultura generale e test psicoattitudinali.
    La scelta di "mascherare" la logica con la botanica e simili è anch'essa del tutto studiata.
    Ripeto che sono dubbioso sulla effettiva validità in assoluto dell'intero test, io lo manterrei come filtro base. Quelli che interpretano la domanda sul papavero come prova di cultura botanica subito fuori, tutti gli altri ammessi al primo semestre con riserva e ri-filtrati con gli esami normali.

  18. #58
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    ...". Lo scopo di un lisosoma me lo dovrebbe insegnare proprio il corso di laurea, non che devo "saperlo prima" io! .
    Sono d'accordissimo .
    Ma le domande che dico io non dovrebbero essere specifiche ma conoscere concetti fondamentali di biologia , come in matematica se non hai le basi non puoi proseguire per una strada sbagliata .

    Credo infatti servano proprio a placare le critiche dei non addetti che sicuramente esploderebbero se i candidati venissero scelti solo con domande di logica, cultura generale e test psicoattitudinali. .
    Psicoattitudinali si ,è proprio quello l'indirizzo che bisogna sapere , ma cultura generale non dovrebbe essere preponderante .

    La scelta di "mascherare" la logica con la botanica e simili è anch'essa del tutto studiata..
    Si ma non bisogna confondere le idee , io avevo capito la domanda del mandorlo in fiore e sapevo anche la risposta , mica so scemo , ma con simili domande che non hanno una logica botanica, in quando la successione logica botanica degli eventi è slegata dalla successione logica della risposta .

    Ripeto che sono dubbioso sulla effettiva validità in assoluto dell'intero test, io lo manterrei come filtro base.
    Bene sono d'accordo .

    Quelli che interpretano la domanda sul papavero come prova di cultura botanica subito fuori, ..
    Ma non io no sarei cosi drastico , quella domanda è ininfluente in quanto più simile ad una finzione scenica , e la medicina non è una finzione scenica .

    Io porrei domande pertinenti nel senso che si vuole capire quali sono le reali tendenze dello studente se effettivamente ha la stoffa per fare il medico .

    La domanda è quali sono le qualità per essere un buon medico ?
    Io punterei su quelle ...
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  19. #59
    Moderatore
    Registrato dal
    Jan 2010
    residenza
    pessano (MI)
    Messaggi
    7,128

    Predefinito

    Tanto per difendere il test...

    Alcune domande sono appunto sconcertanti a prima vista, molto meno per un giovane liceale preparato. Inoltre anche quelle "mediche", che sembrano assurde visto che quei ragazzi devono ancora iniziare a studiare medicina, in realtà trattano argomenti spesso trattati (almeno in parte) alle superiori, e poi chi vuole provare il test lo sa e si mette a STUDIARE mesi prima.

    Il dato di fatto è che credo NESSUNO tra i compagni dei miei figli che ci hanno provato non è riuscito a passare. E parlo di ragazzi diplomati al liceao Volta di Milano, forse il miglior scientifico della città.

    Quindi... Living forse è esagerato, ma anche io come tanti altri sono certo, perchè l'ho vissuto, che le scuole non sono tutte uguali, che la preparazione non è uguale per tutti perfino nella stessa classe.

    Questo test ha almeno questo vantaggio: a parte eventuali (probabili) raccomandati, gli altri partono tutti alla pari.

    E se il 100/100 del liceo di Catanzaro, o del professionale di Milano, non vale quanto il 90/100 del liceo Volta... il ragazzo che ha studiato in una scuola più "difficile" prendendo voti meno "regalati" almeno al test parte avvantaggiato.

    Male minore ripeto, e non tutti i mali vengono per nuocere
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  20. #60
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,146

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    E se il 100/100 del liceo di Catanzaro, o del professionale di Milano, non vale quanto il 90/100 del liceo Volta... il ragazzo che ha studiato in una scuola più "difficile" prendendo voti meno "regalati" almeno al test parte avvantaggiato.
    Ma non dire sciocchezze Riccardo , non la mettiamo sempre con questo contrasto nord sud .
    A sud ci sono ragazzi anche più preparati del nord stai sicuro , e non è una difesa personale, ma una constatazione di fatto , avendo io insegnato per 3 anni a Novara e Milano .

    Che poi qualche professore regali un punto in più a un ragazzo , succede al sud come al nord .
    Non pensare che al sud i professori sono più buoni perché i ragazzi sono del sud , lo studente valido e intelligente viene premiato sia al sud che al nord , e chi è testa di zucca, sta sulle palle sia al nord che al sud .

    E nemmeno penso che un test possa discriminare per pochi voti chi è più preparato o meno , tranne siano test psicoattitudinali mirati , che servono naturalmente a vedere in quali materie un ragazzo è più portato.
    Ultima modifica di zagami; 09-09-2016 a 09:13
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".


 

Discussioni simili

  1. scuola EMAS toscana
    Da I.C.S. nel forum Fiere, Conferenze e Raduni
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 19-01-2011, 15:41
  2. Formazione e aggiornamento scuola emas
    Da giuliapira nel forum Comunicazioni al Forum e dal Forum
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 15-03-2010, 15:19
  3. Scuola
    Da Moppa nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 03-03-2010, 21:56
  4. Eolico dimostrativo per scuola
    Da Pinod nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-11-2008, 15:21
  5. BANDO 'Il Sole a Scuola'
    Da taote nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 19-10-2007, 16:03

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi