Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 1 su 1

Discussione: Centrale nucleare a melt-down programmato.

  1. #1
    Mazarul
    Ospite

    Predefinito Centrale nucleare a melt-down programmato.



    Riporto qui un' idea altrui, da me rimaneggiata; l' originatore è libero di rivendicarne la paternità.

    Installare una centrale nucleare a grande profondità sottoterra, predisponendo tubazioni per l' arrivo di acqua fredda e l' uscita di vapore, e farla andare in crisi come quella di Cernobyl.
    Le turbine ovviamente starebbero in superficie.

    Chi saprebbe stimare per quanti anni il nocciolo fuso continuerebbe a emettere calore, e quali la temperatura, la pressione, e la quantità di vapore ipotizzabili ?

    Penso che potrebbe fornire elettricità e calore a una città intera.

    Senza necessità di ricarica combustibile? Se fosse necessario, da un terzo tubo si potrebbe lasciar cadere direttamente sul corium a tre (?) chilometri sottoterra la quantità giusta dell' opportuno materiale nel dovuto confezionamento.

    Senza possibilità immediate di ricavarne plutonio o altre sostanze problematiche.

    Senza costi di dismissione, senza trasporto scorie.

    Senza il Vessel che, se ricordo giusto, è molto costoso (forse però il costo del Vessel risparmiato fa il pari con quello degli scambiatori di calore che immagino necessari per non dover inviare alle turbine vapore che abbia lambito il nòcciolo).

    Vero, anche senza possibilità di manutenzione (salvo forse mediante robot), ma alla peggio basterebbe smettere di inviare acqua, e il Balrog se ne starebbe tranquillo a sobbollire nel suo piccolo inferno personale.

    Senza possibilità di regolazione? Forse si potrebbe seguire il ritmo giorno-notte, modulando la quantità di acqua fredda in ingresso.

    Un terremoto? Sarebbe lo shut-down automatico, la caverna crolla e seppellisce la Lampada di Aladino praticamente per sempre.

    Niente manometri, interruttori, leve e pulsanti che poi Homer Simpson ci si intriga.

    E quando nel lontano futuro il nòcciolo ormai freddo fosse accessibile all' uomo (o a chi per esso), che elementi vi si troverebbero ?


    MaZ


    Il fuoco, per esempio di legna, una volta acceso non è strettamente necessario, per la sicurezza, che si debba poter regolare; nella stufa si può tranquillamente aspettare che si spenga da sé.
    Ultima modifica di Mazarul; 17-03-2013 a 11:08

  2. RAD

Discussioni simili

  1. Il nucleare pulito è italiano (ENERGIA NUCLEARE DAL FERRO)
    Da themose nel forum Energia da Suono o Cavitazione
    Risposte: 82
    Ultimo messaggio: 09-04-2013, 19:18
  2. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 25-10-2011, 11:39
  3. Nucleare etc.
    Da antonio.canu nel forum Discussioni sui MASSIMI SISTEMI del mondo ENERGETICO
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 29-05-2008, 18:27
  4. Nucleare
    Da MetS nel forum A Fissione
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 01-02-2007, 10:40
  5. Nucleare ...
    Da demonbl@ck nel forum A Fissione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-03-2006, 13:23

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •