i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 100

Discussione: accumulatore di energia tramite volani

  1. #41
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    guardare qui please....
    http://handle.dtic.mil/100.2/ADA305281

    il rapporto è datato 1980 e la ricerca è stata
    condotta negli anni 1977-1979
    secondo me i flywheels sono la forma di accumulo energetico
    più efficente e promettente su piccola scala.

  2. #42
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao ragazzi,(anche se tecnicamente grezzo) l'accumulo di energia cinetica su volano affascina pure me (sarà per la alta efficienza), e non mi sentirei così sfiduciato di parlare di decine di anni per vederli in sostituzione alle batterie chimiche,sono già stati creati dei mezzi su rotaie con energia caricata su volano (probabilmente senza vuoto) non so quanti siano i Wh in questione ma sappiamo che qualsiasi cosa debba essere installata su un mezzo debba rispondere a dei requisiti più restrittivi di un apparecchiatura da abitazione,speriamo venga incentivata al pubblico questa tecnologia..

  3. #43
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    pino81,
    mi sono occupato per anni di supervolani a livello lavorativo, vendendoli e seguendo la messa in servizio, e toccando con mano i diversi problemi.
    Qui non si tratta di incentivare, ma di capire bene quali sono i limiti fisici ed economici.
    I supervolani vanno benissimo nella fase di partenza dei generatori elettrici di emergenza in una centrale nucleare o in un ospedale, perche' consentono di dare tanta potenza ma per tempi brevi, e in queste applicazioni i supervolani sono eccellenti. Quando invece devi accumulare poca potenza per tempi lunghi, il supervolano diventa meno interessante. Considera che oggi i supervolani commerciali a velocita' periferiche anche ultrasoniche non accumulano piu' di 1 kWh ed i sistemi pesano non meno di 2 tonnellate. Aggiungo che per i veicoli c'e' anche il problema dell'effetto giroscopico, che va considerato su tutti i piani e non solo su quello orizzontale. Ritengo molto piu' probabile uno sviluppo di supervolani verso dimensioni maggiori piuttosto che minori. Mentre in elettronica gli avanzamenti tecnologici sono molto rapidi, in meccanica e' diverso.
    Ciao
    Mario

  4. #44
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao mario,hai ragione,ma per l'effetto giroscopico il rimedio potrebbe essere l'accoppiamento controrotante di 2 volani,comunque io non mi riferisco tanto ai supervolani, ma a congegni del tipo kers ,se ad esempio questi kers sono in grado di offrire circa 60 cavalli per un tot secondi ad una monoposto di F1 potrebbero essere utilizzati per alimentare un ciclomotore elettrico redistribuendo magari 1-2 cv anzi che 60 per un tempo maggiore che di una manciata di secondi
    ps. sia inteso le mie sono solo supposizioni dato non sono al corrente di valori precisi..
    però che bisognerà tralasciare le batterie in un dato futuro ne sono convinto.. vuoi per il fattore inquinamento.. vuoi per il fattore cicli di vita

  5. #45
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    pino81,
    ma per l'effetto giroscopico il rimedio potrebbe essere l'accoppiamento controrotante di 2 volani
    NO! Non basta, 2 volani vanno bene solo se il veicolo va in orizzontale, senza buche, cunette o tombini, come in una gru di porto.
    Ciao
    Mario
    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

  6. #46
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    mario non mi trovi molto d'accordo con la tua affermazione (magari potrei ignorare qualche determinata legge fisica) ma se prendiamo d'esempio il singolo volano del kers da F1 posto in modo da non impedire i cambi di direzione, non mi pare dia eccessivi scompensi alle auto,quando salgono ripetutamente sui cordoli e movimenti che non rispettino l'asse di rotazione del kers(certo sarà anche la massa irrisoria del volano che non arreca troppi scompensi) ma in ogni caso io mi riferivo ad un sistema coassiale come da figura esempio 1,in ogni caso si potrebbe ideare un sistema di sospensione del volano ed estranearlo a 360° dai movimenti bruschi di un veicolo....
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  7. #47
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    pino81,
    n ogni caso si potrebbe ideare un sistema di sospensione del volano ed estranearlo a 360° dai movimenti bruschi di un veicolo....
    sei convinto che si possa fare, io dalla fisica ho imparato che un corpo mantiene il suo moto fintantoche' non intervengono forze esterne. Per l'effetto giroscopico, dopo una cunetta il veicolo perderebbe aderenza, restando sollevato nel cercare di seguire la traiettoria.
    Ciao
    Mario

  8. #48
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    si ma mario quello di cui parli tu è l'effetto inerziale della massa del volano che porterebbe a seguire la traettoria,ma lo stesso effetto nei veicoli è dato dalla massa ad es.del motore,una massa sia essa fissa o in rotazione è pur sempre soggetta all'inerzia ed alla forza di gravità,l'effetto giroscopico in particolare è l'opposizione della massa rotante alla variazione del proprio asse di rotazione che come hai ben detto tu nel caso di un solo volano l'unica possibilità è l'uso su una gru,ma le cose cambiano con la controparte giroscoscopica opposta annullandosi a vicenda (ovviamente di pari diametro,massa e costantemente a pari regime di rotazione)il problema per lo più lo vedrei nella complessità meccanica per realizzare questo ambaradan... sul punto strutturale di unione dai due volani si genererebbe un forza di torsione che non oso immaginare ad ogni brusco spostamento dell'asse
    Ultima modifica di pino81; 19-03-2011 a 09:20

  9. #49
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    pino81,
    l'effetto giroscopico in particolare è l'opposizione della massa rotante alla variazione del proprio asse di rotazione
    lo dici anche tu, un'auto che supera una cunetta pretende di modificare l'asse. Se non lo capisci, mi dispiace. ti saluto!
    Mario

  10. #50
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    guarda.. forse sei tu che non capisci che mi trovi d'accordo su questa tua affermazione e che il volano singolo non vada bene per le auto... saluti...

  11. #51
    amir
    Ospite

    Predefinito

    Un esperimento sui volani.

    FASE 1:
    a-disegnare in terra un cerchio di un paio di metri di diametro;
    b-prendere una ruota di bici, ai bulloni del mozzo attaccarci due manici (perché bisogna poterla tenere saldamente);
    c-impugnare i manici a braccia tese, ruota verticale;
    d-con la ruota ferma (che non gira), passare ai punti successivi;
    e-provare ad alzare e abbassare le braccia;
    f-provare a camminare di fianco;
    g-provare a percorrere la circonferenza camminando.

    Fase 2:
    a-invariato;
    b-invariato;
    c-invariato, salvo stavolta impugnare saldamente i manici;
    d-chiedere a qualcuno di far girare la ruota;
    e-invariato.
    f-invariato:
    g-invariato.

    Fase 3:
    a-descrivere le differenze, se ve ne sono;
    b-applicare quanto appreso alle varie situazioni possibili su un veicolo in movimento.

    amir

  12. #52
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Le lezioni di fisica di amir.
    Lascia perdere le ruote di bicicletta. Vai in garage ed accedi la mola che fai prima.

    http://cgi.ebay.it/Offerta-GIROSCOPI...-/320418732773

  13. #53
    Novizio/a

    User Info Menu

    Smile generatore magnetico a super volano

    Salve, volevo chiedere al Sig. Mario Maggi se l'accumulatore da € 70000 a 400 V se potevo aggiungere qualcosa all'uscita del generatore per avere una o due delle 3 usciate da 400 V a 220V 50 HZ


    ​Grazie

  14. #54
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    L'ideale sarebbe un affarino di questi
    Volvo: arriva il kers a volano - Eco - Automoto.it
    ridimensionato ad hoc.
    In fase di recupero "carica" il volano, in fase di marcia il volano cede gradualmente e senza picchi all'impianto elettrico in sostegno alla batteria...
    Fattibile (tecnicamente)? Ma mi sa che economicamente poco vantaggioso ...

  15. #55
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    purtroppo un sistema del genere lo fece anche chrysler con la patriot (1989-1996), poi un volano sottovuoto (da 58.000RPM e qualche Kg) esplose in un test in laboratorio perche' non resse alle forze a cui era sottoposto, ed un tecnico ci rimise la vita.
    la patriot fu' cestinata e chrysler non le volle piu' sapere.

    non e' certo economico... servirebbe una blindatura da 10cm per quanto e' pericolasa una cosa del genere.
    Ultima modifica di nll; 07-11-2013 a 23:43 Motivo: Citazione superflua rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum.

  16. #56
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Peccato come idea era carina, ne avevo sentito parlare, aveva il vantaggio di mantenere il numero di giri bassisimo nei motori proprio perchè dava una mano ni momenti morti del giro...

  17. #57
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    basso non direi... la patriot aveva un generatore a turbina da 250/300cv callettata direttamente ad un alternatore siemens da 100.000rpm (ed un rendimento meraviglioso dichiarato del 99.5% e superiore.
    la turbina girava da 50 a 100.000RPM da riposo a full power, ed in effetti era un prototipo ibrido di una storia lunga un ventennio per portare le turbine sulle auto.
    l'energia dall'alternatore veniva usata sia sui motori (2, sui due assi con differenziale sulle due ruote), sia ai volani concentrici e controgiranti sottovuoto in compositi di ceramica e fibra callettati direttamente ad un alternatore di non so' quale produttore, con una massa volanica di 5Kg l'esterno e una decina l'interno (come gia' accennato da 58.000RPM), che venivano usati come deposito, sia sui transienti della turbina che delle frenate accellerazioni dei motori di trazione, tanto che i motori potevano disporre di piu' di 400CV.
    un piccolo pacco batterie al nicd serviva per la fase di preriscaldamento della turbina e per alimentare centraline e controller (ossia serviva poco e nulla, e non credo che ci fosse una ricarica "in corsa", ma da fermo ed esterna).

    il sistema era funzionale, ma il volano, con quel peso e a quei regimi..

    sinceramente non la proporrei mai come alternativa su un veicolo; troppo pericoloso, complicato da mettere a punto (avere in pratica un giroscopio del genere su un veicolo non e' il massimo), e soprattutto costoso per renderlo sicuro.
    io buttai su carta un sistema a microturbine (piccole, da potenze di 10-25KW in quantita' di una ventina, da usare a basso e alto regime) da mettere sui veicoli commerciali (TIR), ma senza massa volanica.. contando che il motore V8 di un TIR pesa all'incirca 1 tonnellata... poi pero' scania fece i turbo compound e con un motorino ci muoveva 38T.

  18. #58
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate se mi intrometto nella discussione (sono una new entry..) ma vorrei portare una piccola esperienza personale sull'argomento.Nel lontano 1990 ho partecipato ad un progetto in Pirelli per un sistema di accumulo cinetico a volano che avrebbe dovuto sostituire le ingombranti batterie usate nei gruppi di continuita (Ups)L'obiettivo era raggiungere almeno i 20 kwh e in effetti lo abbiamo raggiunto ma il problema era tenere una massa di 10 kg in rotazione a 80000 rpm per un tempo ilimitato.I cuscinetti erano frictionless a galleggiamento grazie ad un sottile strato di olio ad altissima pressione ed il volano era formato da una matassa di sottilissimi fili d'acciaio speciale che in caso di evento distruttivo si doveva letteralmente polverizzare senza genegrare proiettili pericolosi.Ovviamente l'involucro era corazzato e dotato di ammortizzatori che dovevano smorzare ogni sollecitazione esterna che avrebbe potuto generare forze di sbilanciamento nel rotore.Il progetto fu abbandonato perche le problematiche di sicurezza pur risolvibili comportavano costi sproporzionati ai vantaggi.Il punto debole era la capacita di smorzare le vibrazioni che causando temporanei attriti sui cuscinetti potevano portarli in breve tempo alla distruzione data l'elevatissima velocita di rotazione.Il problema era gia critico in una applicazione statica in ambiente controllato come quello di un laboratorio per cui furono effettuate prove in situazioni piu reali simulando leggeri urti e vibrazioni tipiche di un'applicazione in ambiente civile/ industriale con risultati ...... devastanti.Sono piuttosto scettico che il sistema possa superare le normative di sicurezza vigenti attualmente sopratutto in aree classificate sismiche.Sono cosi comode e semplici le batterie.. e costano molto ma molto meno.sermanserman, viva la tecnologia amica che non ti complica la vita !
    Viva la tecnologia che semplifica la vita.

  19. #59
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    concordo, nella speranza come è già successo tante volte che tecnologie poco utilizzabili lo diventino grazie al lampo di genio di un pazzo utopista (o più probabilmente di un laboratorio avanzato)
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  20. #60
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ... questo progetto lo conoscete?
    Velkess - About

    che ne dite? è passato anche da kickstarter per il finanziamento:
    Velkess Energy Storage by Bill Gray — Kickstarter

  21. RAD
Pagina 3 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •