i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 5 primaprima 12345
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 100

Discussione: accumulatore di energia tramite volani

  1. #81
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    ..accumulo potenziale.. esatto! mi piacerebbe sapere per esempio una dinamo quanto puo tirare fuori da 1 quintale di piombo con 5 mt di caduta da sfruttare, come per esempio mi piacerebbe sapere quanto assorbe un motore per tirar su quel quintale di piombo a 5 mt.. il tutto in condizioni di attrito ottimali.

    sempre spulciando da utube ho trovato questo: https://www.youtube.com/watch?v=k_xm9k9_yEY ..sfrutta l'energia cinetica della turbina eolica demoltiplicando per tirare su un peso, in questo caso non ci sarebbero perdite per trasformare energia cinetica del vento in elettrica e poi di nuovo cinetica, sarebbe cinetica dall'inizio alla fine quindi avere un efficenza maggiore..

  2. #82
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da perestuk Visualizza il messaggio
    mi piacerebbe sapere per esempio una dinamo quanto puo tirare fuori da 1 quintale di piombo con 5 mt di caduta da sfruttare
    Formule delle scuole superiori alla mano, sicuramente non più di (a causa degli attriti e rendimenti):
    100 kg * g * 5 m = 4900 J.

    mi piacerebbe sapere quanto assorbe un motore per tirar su quel quintale di piombo a 5 mt
    Sicuramente più di 4900 J, a causa degli attriti e rendimenti.

    sarebbe cinetica dall'inizio alla fine quindi avere un efficenza maggiore..
    In mezzo hai messo delle conversioni, dunque hai delle perdite inevitabili.

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    qundi 1wh=3600j (1w=1j/s) - 100kg per 5mt=4900j? ...1.3wh?.1tonnellata solo 13wh, ci vorrebbero un 100tonnellate per fare qualcosa di decente.. non è una strada percorribile.
    i volani rendono di piu in termini di peso impiegato per realizzarli?? una molla gigante stile orologio?
    sparo troppe minchiate!?!

  4. #84
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Confermo, per accendere una piccola luce led da 1,36W per un'ora può funzionare, senza perdite ovviamente.
    è un buon inizio .

  5. #85
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ..una brutta fine piuttosto.
    cmnq grazie mi avete dato lo stimolo per leggere cosa sono i joule su wiki.. figo!
    Ultima modifica di perestuk; 06-12-2014 a 19:44

  6. #86
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,Vi passo un ondata di pessimismo..Dopo anni in cui noi forumisti proviamo, calcoliamo, testiamo il modo per essere indipendenti energeticapuntualmente ci si stoppa sulla convenienza o sulla garanzia..Non vi viene in mente che un poco di complotto vi sia, cioè le tasse e accise su energia elettrica devo essere pagate?Pensate solo se il prossimo anno uscisse sul mercato una superbatterie con dei nuovi materiali (Che credo in qualche cassetto vi siano) che costi la metà delle attuali piombo con cicli infiniti e durata 100anni ( tipo le ni-fe, infatti nessunomi risponde circa queste batterie)..Pensate quanta gente si staccherebbe dalla rete! E secondo voi lo stato ed i colossi energetici faciliterebbero tali invenzioni..Dai, bisogna guardare la realtà non ci sarà indipendenza energetica, ci mangiano in troppi e d'altronde tanta gente perderebbe il lavoro..

  7. #87
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate se intervengo, trovo l'argomento molto interessante, in passato per lavoro montavo e collaudavo turbine sottovuoto -0.8 0.9 bar a 20.000 giri, avevo risolto brillantemente il problema delle tenute che dividevano l'interno della turbina dal pacco cuscinetti in cermica, secondo le vostre esperienze e dati è possibile ottenere qualcosa usando come base la tecnologia di queste turbine?

  8. #88
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    purtoppo trinita ha ragione.. chissa che se trovi un modo di usare le turbine possa puntualmente saltare fuori una legge che ti vieta di usarle..

    torno sul topic tanto per sparare una minchiata: per usare il peso come accumulo di energia si potrebbe usare la casa stessa sollevandola su martinetti elettricamente con sole e vento o magari con degli stirling a concentrazione solare e facendola scendere su delle dinamo quando si ciuccia energia ...se fossi riccoricco assolderei una squadretta di smattiti e mi metterei a fare delle prove
    Ultima modifica di perestuk; 26-07-2015 a 23:33

  9. #89
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    I limiti sono stati creati per essere superati, in passato ho lavorato anche per una azienda Francese che faceva sistemi sferici in sospensione pneumatica, ma ciò che mi affascina è il vuoto, tipo il supervolano

  10. #90
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    i volani sono molto interessanti come sistemi: niente roba chimica da riciclare, nessun problema a scarica completa, nessun tot di cicli carica/scarica, concettualmente semplici da intendere, dovrebbe anche esser facile costruirli, apparte il sottovuoto e i cuscinetti magnetici.. leggo che possono raggiungere un efficenza del 97% decisamente figo!! farebbero comodo un paio in cantina
    ..
    se invece di investire miliardi nella ricerca per nuove automobili-shuttle basate su una tecnoligia ormai all'apice o a spremere petrolio dalle sabbie bituminose investissero in tecnologie piu inteligenti ci sarebbe molto piu lavoro, tempo, e delizia per tutti

  11. #91
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    si però.... i volani IN SE' sono interessanti, ma poi bisogna farli interagire col mondo esterno e li sono dolori.

    Come ha detto Mario difficile immaginarli a bordo di veicoli. E anche altrove, sono sistemi complessi e costosi.

    Non la menate col solito complottismo, se una tecnologia dopo anni (o decenni) resta di nicchia è perchè ha delle controindicazioni che la confinano nella nicchia...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  12. #92
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Se devo essere sincero ne ho solo sentito parlare in questo forum, quindi non ho idea di come funzionino, per esperienza diretta dico che i cuscinetti magnetici dopo una certa temperatura si smagnetizzano, non avrei problemi a far girare e ad equilibrare il nucleo che gira fino a 100.000 giri minuto tutto sta che il nucleo sia predisposto per andare oltre i 150.000 giri al minuto senza esplodere, basti pensare che gli elettromandrini per materie plastiche e legno girano tranquillamente sui 100.000 giri al minuto opportunamente raffreddati i cuscinetti.
    Se avete qualche schema di funzionamento di questi fantomatici supervolani postateli e parliamone, altrimenti restiamo a fare discussioni sui massimi sistemi teorizzando

    P.S sarebbe già un successo farne uno stazionario, senza fare voli pindarici.

  13. #93
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ovvio.. per uso stazionario. ho letto che lo hanno provato a montare su una porche ..ma credo su dei veicoli sarebbe estremamente difficile.

    nel caso esplosione per malfunzionamento si potrebbe blindare il tutto peserebbe un po ma per uso stazionario non sarebbe problema

  14. #94
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma ne siste uno funzionante in Italia?

  15. #95
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno, riprendo questa vecchia discussione perchè non mi è ben chiara una cosa.
    Il calcolo dell'altezza e del peso in un accumulatore ad energia gravitazionale non può essere in qualche modo "raggirato" tramite dei moltiplicatori di giri?
    Cerco di spiegarmi facendo un esempio: mettiamo che un motore gira a 1000 rpm e tira verso l'alto (ad esempio un dislivello di 3 metri) un peso di 50 kg in un tempo di 3 ore consumando 2 Kw.
    Una volta esaurito il cavo che porta in alto il peso il motore è costretto però a fermarsi (a meno che non abbiamo la possibilità di una altezza illimitata). Stessa cosa vale per il peso, cioè un peso illimitato.
    Per ovviare a questi due limiti non si potrebbe aggiungere al marchingegno più moltiplicatori di giri in modo che il motore e di conseguenza poi l'alternatore abbiano più autonomia?
    Se ad esempio si aggiunge un moltiplicatore di giri 1:2 l'altezza del peso verrebbe dimezzata; se poi aggiungo un altro moltiplicatore di giri, sempre a parità di velocità del motore, l'altezza si dimezza nuovamente.
    Mi scuso comunque se ho detto delle super cazzate.
    Immagine.png

  16. #96
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    il problema è che sul bilancio energetico la ciccia è sempre quella: tot energia per alzare il peso e tot piu inevitabili perdite nel riacquisirla quando lo stesso peso scende.. l'unica domanda che mi viene in mente è chissa se su piccole scale (uso domestico) usare un sistema meccanico con pesi solidi possa avere rendimenti migliori rispeto a piccoli bacini idrici e turbine

  17. #97
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok. Dai conti fatti sopra veniva fuori che 5 metri per 100 kg = 1,3 wh.
    Ma se mettiamo un moltiplicatore di giri 1:4 i cinque metri diventano 1,25 metri o sbaglio?
    E quindi secondo il conteggio sopra, se mettiamo altri 100 kg i wh diventano 2,6?
    Secondo me se il principio è corretto alla fine diventa solo una questione di peso o si può giocare anche sui moltiplicatori di giri e quindi sull'altezza di questo accumulatore?
    Per le eventuali perdite non ci sarebbero secondo me grossi problemi, basta sovradimensionare ad esempio l'impianto fotovoltaico.

  18. #98
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Le "eventuali perdite" diventerebbero così grandi, usando troppi moltiplicatori, che alla fine nessun peso riuscirebbe a far girare gli ingranaggi.

    Comunque... che c'entra un "accumulatore gravitazionale" coi volani del titolo del thread?!?
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  19. #99
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ..in effetti un po off topic

  20. #100
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Senko,
    vedo solo con anni di ritardo la tua domanda:
    Ma ne siste uno funzionante in Italia?
    Si, esistono. In fabbriche di semiconduttori e in ospedali.
    http://www.mmmm.it/doc/A2.pdf
    Ciao
    Mario
    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

  21. RAD
Pagina 5 di 5 primaprima 12345

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •