ComproGreen.it
Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 45

Discussione: Gruppo continuità con batteria auto

  1. #21
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Scusate se rispolvero questo topic
    ma dato che devo sostituire la batteria del mio UPS e ne ho una di una macchina bella bella, nuova nuova... volevo mettere questa batteria
    Quali accorgimenti devo tener conto per montare questa batteria ??
    che cavi devo mettere ?
    grazie.
    il mio ups e' un Vultech da 1200VA
    grazie.

  2. #22
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AngelOfEviL Visualizza il messaggio
    Scusate se rispolvero questo topic
    ma dato che devo sostituire la batteria del mio UPS e ne ho una di una macchina bella bella, nuova nuova... volevo mettere questa batteria
    Quali accorgimenti devo tener conto per montare questa batteria ??
    che cavi devo mettere ?
    grazie.
    il mio ups e' un Vultech da 1200VA
    grazie.
    Aprilo e tienilo sotto osservazione "al tatto" per la temperatura dei componenti (ovviamente da spento). Se non sei esperto fiuta delle puzze di qualcosa che si scalda troppo. Leggi i miei post precedenti. Se un UPS non e' calcolato per quella batteria si stressa IN FASE DI RICARICA A FONDO della stessa. Allontana tutto cio' che c'e' di infiamabile attorno, magari mettilo all'esterno per evitare inutili incendi. In caso di esito negativo comprati questo, come ho fatto io:

    2000W Watts 4000W(peak) 12v to 220v Power Inverter+Charger & UPS For Solar/Wind | eBay

    E' un vero e proprio UPS ma a differenza del tuo, se deve caricare una batteria da 80 A non va a fuoco, poi vedi tu.....io te l'ho detto.

  3. #23
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quindi mi sconsigli di metterci la batteria dell'auto su questo mio ??
    se devo rischiare di mandare tutto a fuoco meglio di NO
    non ci provo per nulla!!!!
    magari ci metto la batteria di uno scooterone allora
    con la batteria dello scooterone non devo apportare modifiche giusto ???
    alla fine ci siamo con l'originale o mi sbaglio ?
    grazie ora vedo il tuo

  4. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io, ripeto, con i miei UPS (e ne ho provati diversi modelli) avevo per tutti questo problema. Non so come facciano altri utenti che hanno scritto su questo thread a farli funzionare. Lo scopo era di aumentare la durata della cosiddetta "mancanza rete enel" dalla mezzora alle 4-5 ore ma purtroppo avendo problemi di sicurezza ho dovuto togliere di mezzo gli UPS da PC e comprare un UPS di quelli fatti apposta allo scopo come quello che ho linkato e in quel modo si risolve. Quello ha nelle specifications una corrente di ricarica (per la pila) di 10 A, se non sbaglio. Non penso bastino delle ventoline in quelli da PC. A meno che non abiti nel deserto e non ti fa nulla che si possa incendiare....la sabbia. D'altronde ci sara' un motivo se costano cosi' tanto.

  5. #25
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusa l'igniuoranza al cubo.. ma quello e' un inverter da 12 a 220V
    cioe' trasforma una 12v in 220 ma non c'e' una batteria che accumula
    e anche se ci metteri il l'accumulatore "" batteria"" come la carico ?
    va via la corrente e si spenge anche quello...

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AngelOfEviL Visualizza il messaggio
    Scusa l'igniuoranza al cubo.. ma quello e' un inverter da 12 a 220V
    cioe' trasforma una 12v in 220 ma non c'e' una batteria che accumula
    e anche se ci metteri il l'accumulatore "" batteria"" come la carico ?
    va via la corrente e si spenge anche quello...
    Se noti bene cha una spina Schuko tipo lavatrice (quello di Zelig....ahahah) come il tuo.

  7. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    E CHA PURE LA VENTOLINA...... !!!! tie'


    .....so that it can support battery deep discharge. (descrizione)

  8. #28
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ho un inverter da 1500 anche io lo usavo sul camper
    con la ventola
    ma non capisco che centra con un UPS.

  9. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da frengo Visualizza il messaggio
    Aprilo e tienilo sotto osservazione "al tatto" per la temperatura dei componenti (ovviamente da spento). Se non sei esperto fiuta delle puzze di qualcosa che si scalda troppo. Leggi i miei post precedenti. Se un UPS non e' calcolato per quella batteria si stressa IN FASE DI RICARICA A FONDO della stessa. Allontana tutto cio' che c'e' di infiamabile attorno, magari mettilo all'esterno per evitare inutili incendi. In caso di esito negativo comprati questo, come ho fatto io:

    2000W Watts 4000W(peak) 12v to 220v Power Inverter+Charger & UPS For Solar/Wind | eBay

    E' un vero e proprio UPS ma a differenza del tuo, se deve caricare una batteria da 80 A non va a fuoco, poi vedi tu.....io te l'ho detto.
    se il tuo era un problema di ricaricare le batterie risolevi con un caricabatteria per AUTO costa 25 euro lo uso da una vita ci ricarico la batteria della macchina e della moto

  10. #30
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho un UPS APCCS 650, vorrei metterci una batteria da auto (prima la carico a dovere), dovrei solo utilizzarla per mantenere 100w (router, raspberry, telecamere, ecc...) in modo da aumentare l'autonomia. potrei avere problemi?
    grazie

  11. #31
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non vedo problemi.

  12. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Problemi di riscaldamento?

  13. #33
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Problemi di riscaldamento quando va via la corrente?
    Nessun problema perchè ha una portata continua di 400W, tu assorbi 100W, puoi andare avanti per ore.
    Occhio però a non superare i 200W continui di assorbimento, perchè oltre potrebbe effettivamente surriscaldarsi.
    Sopra a 200W devi metterne due, separando equamente i carichi.
    I 400W di assorbimento li puoi tenere per meno di un'ora (dipende dalla temperatura ambiente).

    Insomma anche per rispondere a quesiti precedenti, molto approssimativamente:
    il limite di questi Ups commerciali è dato dal surriscaldamento dei circuiti dell'inverter, che sono progettati per dissipare calore alla max potenza, per la durata della batteria, solitamente meno di mezz'ora.
    Se però li facciamo lavorare alla metà della potenza, possiamo allungare di molto i tempi offline, perchè la corrente ed il relativo calore dissipato sui finali di potenza, sarà della metà. Poi consiglio sempre di fare delle prove di temperatura, non si sa mai.

    Inoltre volevo aggiungere che molti di questi ups (come il mio Trust da 800VA) quando ricaricano la batteria, non hanno il classico fine carica a 14.4V e poi il floating a 13.3-13.8V, ma restano sempre intorno ai 13.5V.
    In questo modo la batteria non si ricaricherà mai al 100% aumentando di molto la solfatazione, anche su batterie nuove.

    Per ovviare a ciò, bisogna ricaricare al 100% la batteria, approssimativamente ogni 10 cicli di carica-scarica.
    Per farlo bisogna staccare fisicamente la batteria dall'Ups (se no i circuiti dello stesso potrebbero assorbire e/o modificare la carica) e ricaricare con un CB a 14.4V, meglio ancora se l'ultima ora di carica si mette a 15.6V (si può fare se il CB ha il controllo manuale della tensione).

    P.S.
    occhio alla sezione dei cavi tra la batteria e l'Ups, nel ns caso di 400W max su 12V abbiamo una corrente di 33A, quindi è consigliato un cavo da 10mmq.
    Per Ups intorno ai 1200VA, cavi di almeno 16mmq.

  14. #34
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da frengo Visualizza il messaggio
    Aprilo e tienilo sotto osservazione "al tatto" per la temperatura dei componenti (ovviamente da spento). Se non sei esperto fiuta delle puzze di qualcosa che si scalda troppo. Leggi i miei post precedenti. Se un UPS non e' calcolato per quella batteria si stressa IN FASE DI RICARICA A FONDO della stessa. Allontana tutto cio' che c'e' di infiamabile attorno, magari mettilo all'esterno per evitare inutili incendi. In caso di esito negativo comprati questo, come ho fatto io:

    2000W Watts 4000W(peak) 12v to 220v Power Inverter+Charger & UPS For Solar/Wind | eBay

    E' un vero e proprio UPS ma a differenza del tuo, se deve caricare una batteria da 80 A non va a fuoco, poi vedi tu.....io te l'ho detto.
    Salve, ho visto solo ora questo tuo messaggio. Funziona ancora il tuo inverter? Piuttosto volevo chiederti se hai misurato i 2000 watt effettivi. Oppure quanti watt effettivi sono?

  15. #35
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Certo, è sicuro usare uno scadente inverter ad onda sinusoidale modificata da 2kw solo le dimensioni fanno capire che manco 1kw esce perchè 2kw a 12 V con un 10% in più per la perdita di conversione siamo oltre 180 Ampere e su quei cavetti rossi e neri é porcheria Cinese che magari la si vuole collegare ad una batteria magari da 60/70Ah ma stiamo dando i numeri !!!

    Un UPS di taglia piccola ha una correte di carica molto bassa quindi per caricare una batteria gia normalmente ci mette 24 ore con una batteria più grossa di amperaggio ci metterà 3/4 giorni come capita con uno mio che hgli ho messo una batteria da 100Ah AGM dato che è in casa, il surriscaldamento viene dato da carico elettrico a 230V ad esempio se un carico é induttivo o resistivo cambia, la potenza di quelli piccoli é espressa in VAi (W informattici) un'altra boiata, bastava far capire alla gente il corretto valore di potenza induttiva e resistiva, qundi uno da 600VAi terrà al massimo 480W diciamo 450W resistivi, quindi se surriscalda o spara bruciandosi non è colpa della poca correte di carica o della batteria sovradimensionata che fa solo allungare il tempo di ricarica e l'autonomia ma è colpa sia del carico elettrico, oltre al fatto che qualli sotto il 1000VAi sono una porcheria. meglio acquistare un apparato apposito e sopra i 500/600W andare ad almeno 24V.
    ad esempio a quasto ci puoi ataccare anche i pannelli solari direttamente 1000w 12v 230vac Solar inverter + 40A mppt solar charger + battery charger | eBay
    Ciao

  16. #36
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    DICO LA MIA:
    ho da anni un APC Back-UPS 700VA ovvero il modello piu piccolo formato ciabatta. ( googlate il modello per capire). dopo tot anni la batteria minuscola interna era esauta, le originali costavano un BOTTO, cosa ho fatto? mi sono informato sulla piu economica batteria da auto ed ho trovato sui 25/30 euro una URSUS da 45ampere.
    Ho smontato semplicemente l'ups , tagliato i cavi ed i relativi connettori a "piattina" adatti alle batterie originali, ci ho SALDATO una prolunga di circa 50cm per ogni polarita ed alla fine di questi due cavi ho saldato per bene dei COCCODRILLI/PINZE da auto del valore di 3 o 5 euro ( sono come le mollette dei panni ma piu grandi )

    il lavoro è venuto pulito, ora quando la batteria devo cambiarla mi basta sganciare in 1 secondo le pinze e cambiar batteria!
    Non ho notato surriscaldamenti strani anche perchè non va via spesso la corrente ma quando ho provato... la batteria durava molto di piu rispetto alla originale e sopratutto non è costata molto!

    il fatto delle pinze a coccodrillo è davvero utile, massima liberta di cambio batterie al volo!

  17. #37
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, le pinze a coccodrillo sono fatte per connessioni temporanee, spesso sono anche economiche e il contatto non è ottimale e nel tempo non si ossidano e non si sa mai, la corrente in scarica a pieno carico può arrivare a oltre 50A, preferierei due occhielli a crimpare e due connettori con dado EnRise Terminali Morsetti di Batteria 12V/24V Connettori di Batteria con Dado ad Ala(1 paio): Amazon.it: Auto e Moto
    al massimo connettori rapidi Kkmoon batteria morsetti a sgancio rapido morsetti terminali batteria 12 V Quick Release batteria morsetti Boat/Truck/Car/Van Quick Release Scap battery connectors clamps 12/24 V: Amazon.it: Auto e Moto

  18. #38
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da realista Visualizza il messaggio
    Ho smontato semplicemente l'ups , tagliato i cavi ed i relativi connettori a "piattina" adatti alle batterie originali, ci ho SALDATO una prolunga di circa 50cm per ogni polarita
    di che sezione sono i cavi? Quanti mmq?



    Quote Originariamente inviata da realista Visualizza il messaggio
    Non ho notato surriscaldamenti strani anche perchè non va via spesso la corrente ma quando ho provato...
    Quanti minuti hai provato, all'incirca?



    Quote Originariamente inviata da buran001 Visualizza il messaggio
    Ciao, le pinze a coccodrillo sono fatte per connessioni temporanee.... preferirei due occhielli a crimpare e due connettori con dado
    Si, sono la soluzione ottimale, ma il problema è che costano come metà batteria del ns caso.
    Gli occhielli hanno senso da batterie da 100€ in su, se no è meglio investire nella batteria che nel morsetto.
    il problema è che i coccodrilli, richiedono manutenzione se si ossidano, vanno controllati, etc, etc, etc.

  19. #39
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Cristiano, il costo degli occhielli con dado è pressoché 0 basta andare da uno sfascia-carrozze e staccarli dai cavi. Come dice buran, le correnti in gioco possono raggiungere valori anche abbastanza elevati con relativi (trattandosi di C.C.) archi voltaici in caso di contatti "sporchi"
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    qui da me, il costo zero dagli sfascia carrozze non esiste....
    ti fanno pagare anche l'aria che respiri.
    Diverso sarebbe mettersi d'accordo con uno di essi con un accordo del tipo: ti do 20€ e alle prossime 50 auto stacchi i morsetti invece che buttarli via.
    Sarebbe cmque un buon prezzo: 20cent a morsetto, 40cent a batteria.

  21. RAD
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. gruppo di continuità
    Da bruno rossi nel forum Gruppo continuità con batteria autoSolare TERMICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 25-10-2013, 19:44
  2. Gruppo continuità su termostufa
    Da Mototopo nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 21-02-2011, 22:01
  3. Recupero vecchio gruppo di continuità
    Da energia69 nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 19-10-2009, 20:03
  4. Batteria e gruppo di continuità
    Da gnaliivo203 nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-10-2008, 06:57
  5. Gruppo di continuità
    Da SpitsFire nel forum Asse VERTICALE - prototipi privati (Fai-Da-Te Mini-micro eolico)
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 25-06-2008, 16:44

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •