Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 15

Discussione: pozzi per acqua

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito pozzi per acqua



    Buongiorno, sono un nuovo frequentatore del forum.

    Ho trovato indicazioni generiche sulla costruzione del pozzo di Russel per la produzione di acqua per condensazione.

    Poichè tutto sta nella esatta progettazione e dimensionamento delle canalizzazioni d'aria relative al volume della cavità interrata desidero sapere se qualcuno è in possesso di questi dati, dove reperirli e se è visibile un'opera realizzata.

    Grazie, Franco

  2. #2
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito generatore Russel

    salve, sono nuovo del foro, però sono molto interessato alla costruzione del generatore di Russel (Stagno di rugiada-Generatore d’acqua dall’aria) )per avere acqua in estate quando qui nella mia zona è tutto secco, qualcuno potrebbe aiutarmi a trovare un progetto dettagliato per realizzarlo.fficeffice" />>>
    gcev>>

  3. #3
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    qualcosa puoi trovare quì:

    forum sull'acqua

  4. #4
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito generatore Russel

    ti ringrazio per la risposta, però quello che stavo cercando è un progetto dettagliato con dimensioni (se esiste) per realizzare la soluzione più semplice per ricavare acqua dall'aria che mi sembra il generatore Russel

    ciao

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho Inviato Una Mail Ad Un Divulgatore Scientifico Americano Per Avere Notizia Dell'articolo Scritto Su Popular Science Da Russell Nel '22.
    Se Mi Risponde Ve Lo Faro' Sapere.

    P.s. Questo Signore Ha La Fortuna Di Possedere Un Cessna 150 Che Fu E Con Cui Volo' Lindberg!!!

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    in Australia si stà lavorando a questo :
    WATER UN LIMITED - Potentially the world's first continuous source of water

    sembra molto promettente ed il costo , da quello che ho appreso, si aggira intorno ai 50.000 $ (non so' se australiani o meno )
    Tecnicamente non sembra niente di impossibile da realizzare anche artigianalmente !

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Franco, ci sono novitá dal Divulgatore Scientifico Americano sul generatore Russel ?

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    scusami, solo ora dopo molto tempo mi sono accorto della tua domanda.
    no, non ho avuto nessuna risposta positiva.questo pozzo di russell rimane una chimera.

  9. #9
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito idea


    Ciao Franco, solo oggi ho trovato la tua domanda. Vorrei contribuire a darti una risposta che suona così:
    Prendi una cella di Peltier http://it.wikipedia.org/wiki/Cella_di_Peltier: Il suo non irrisorio fabbisogno elettrico lo puoi soddisfare tramite celle fotovolaiche.
    Posizionando la cella obliquamente, diciamo 45 °, in modo che la superficie fredda sia quella superiore, l’ aria che grazie al freddo aumenterà di densità, sarà continuamente richiamata su quella superficie dove l’ umidità contenuta nell’ aria in forma di vapore si condenserà e ti permetterà di raccogliere l’ acqua che scenderà dalla lamina.
    E’ ovvio che il rendimento, mai elevato, è proporzionarle all’ umidità dell’ aria. In zone calde e desertiche l’ aria è quasi secca: Il rendimento è bassissimo e quella poca acqua che raccoglierai dovrà essere raccolta subito in Vaso Dewar per evitarne una veloce evaporazione.
    Non ti conviene di pensare ad una trivellazione per cercare una falda idrica ?
    Auguri. Un saluto.
    Franco

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao franco , grazie.

    le trivellazioni sono care. per un pozzo in questa zona dove bisogna scendere di circa 150 metri, necessitano circa 14000 euro.

    la zona è inserita in un parco regionale, ahimè solo di nome, e le trivellazioni sono proibite o necessitano di una autorizzazione difficile da ottenere.

    speravo in una raccolta per condensazione perchè non necessita di nessuna energia esterna. tipo quelle descritte sui manuali di sopravvivenza : telo di plastica su fossa umida e raccolta.
    il tutto un pò più "tecnologico".

    la necessità di acqua si limita all' abbeveratoio per i cavalli. certo avendone di più potrei saltuariamente irrigare delle piante durante l'estate.

    l'alternativa è recarsi sul posto con un carro botte.

    franco

  11. #11
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    tieni:
    Acqua: come ricavarla dall'aria - Grillo Parlante

    ma non credo ti servirà

    Odisseo

  12. #12
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito nuovo consiglio


    Ciao Franco,
    da quel poco che posso capire tra le righe di ciò che mi scrivi, mi sembra la tue essere una situazione pensabile al parco del Pollino.. Tanti sassi, poca acqua, ma territorio non arido. Se la tua zona è quella che penso, non ci sono restrizioni a fare ciò che non si dovrebbe, se non la tua coscienza.. Pozzi artesiani compresi. Potresti pensare a questa soluzione :
    Ricavare un fontone, un laghetto impermeabilizzato anche con sola argilla, per garantirne la tenuta, posto in una depressione dove raccogliere acqua piovana. Per evitare l’ evaporazione soprattutto estiva dell’ acqua, puoi ricoprire quella superficie con pannelli solari, opportunamente collocati , in modo tale che nessuno potrà accorgersi della loro presenza. Non è difficile. Ti garantiscono l’ ombra, l’ acqua non evapora, e hai l’ energia elettrica necessaria per pompare l’ acqua a tuo piacimento

    10.000 € sono ca. 10 mq di pannelli fotovoltaici. Una buca di due X due X tre metri ti fa accumulare ca 12 mq di acqua. Sai a quanti cavalli puoi dare da bere ?

    Sappiami dire. Franco

  13. #13
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    la zona è quella del lago di bracciano. avevo pensato in effetti ad un laghetto come riserva di acqua in un canalone, costruire una dighetta poi scavare a monte e riportare la terra a valle della diga. inerbire e mettere qualche acacia per consolidare il terreno. a monte impermeabilizzare.ho un amico in toscana che lo ha fatto ma nonostante il continuo, anche se piccolo apporto di acqua, durante l'estate il livello diminuisce paurosamente. il suo fondo di argilla non è sufficiente. dovrei probabilmente pavimentare il fondo con cemento in modo da creare una specie di fontanile profondo ma senza apporto di acqua costantemente e senza copertura...bello ma secco.

    l'idea di una cisterna interrata invece dovrebbe funzionare.
    essendo chiusa, l'acqua dovrebbe mantenersi pulita per più tempo.
    sul "tetto" una pompa a mano o alimentata da un pannello per rifornire un abbeveratoio e per un eventuale ricircolo e filtrazione oltre ad un portello di ispezione per la pulizia a fine stagione. a monte un letto di sassi per l'arresto di materiale grossolano.sopra il serbatoio una ventina di cm. di terra coibentante ed ...occultante. intorno un paio di alberi. se facessi un letto con un telo impermeabile sotto ai sassi potrei raccogliere un po di acqua anche d'estate. mal che vada potrei caricare la cisterna con il carro botte in momenti difficili.

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie odisseo lo stagno di rugiada è attraente. lo conosco. la sua costruzione,tuttavia deve essere non molto facile anche se semplice.
    mi piacerebbe provare a costruirne uno piccolo per prova.

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito il pozzo



    Ciao Franco,
    la zona del lago di Bracciano non è da considerarsi siccitosa. Ti consiglio di rivolgerti ad un rabdomante che sia possibilmente anziano ( prossimo agli 80 anni )- non tanti anni fa l’ unico modo di avere acqua nelle campagne era quello di fare pozzi, ogni casa ne aveva uno -. Il rabdomante veniva a casa, si armava di un ramoscello verde, che sceglieva e puliva lui, e tenendolo piegato a forma di arco, cominciava a scandagliare il terreno finchè la bacchetta che stringeva tra le mani non si curvava verso il basso con una forza tale che si sbucciava malgrado la forte pressione delle mani. Questo era il segno che li sotto c’è l’ acqua. Contando i passi tra inizio e fine segnale, poteva dire con buona approssimazione la profondità del buco da fare. Dai 15 ai 30 metri, trovi tutta l’ acqua che vuoi Per pozzi di questa entità il rabdomante è molto più sicuro del geologo. Se sei in zona collinare è probabile che ti trovi una falda quasi affiorante , raggiungibile con poco lavoro, senza la necessità di una trivella. Sarebbe ottimo per te, ma le falde affioranti possono cambiare percorso e si possono perdere. Un rabdomante anziano ha esperienza e ti può consigliare al meglio. Di solito non è un professionista: viene per farti un favore. Gli offri qualche cosa della tua azienda, un po’ di vino o altro e tutto è a posto. Provaci !!!!! Forse non ti serve la cisterna !

    Franco ti saluta.

  16. RAD

Discussioni simili

  1. [lavatrici] usare acqua calda solare?
    Da gab nel forum pozzi per acquaSolare TERMICO
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 21-12-2009, 10:02
  2. Nuove fonte di energia
    Da energianow nel forum Ai Confini della Scienza
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 01-08-2008, 20:53
  3. Recupero acqua piovana
    Da ener nel forum RIFIUTI, RIUTILIZZO, RICICLO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 06-06-2008, 00:07
  4. Un problema di portata acqua
    Da excalibur54 nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 02-06-2008, 20:55
  5. Risposte: 131
    Ultimo messaggio: 28-05-2008, 21:43

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •