Mi Piace! Mi Piace!:  8
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 7 di 7 primaprima 1234567
Visualizzazione dei risultati da 121 a 126 su 126

Discussione: EM-Drive

  1. #121
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Zagami grazie per la risposta pero ti faccio presente che come in fisica nulla si crea e nulla si distrugge e anche vero che per una reazione ce sempre una controreazione per cui m-drive va contro quello che si conosce della fisica.E qui si va verso la fisica quantistica in cui particelle virtuali compaiono e scompaionose io metto una radiazione dentro una cavità cosa succede viene assorbita dalle pareti osi crea un vuoto quantistico capace di attrarre la cavità?

  2. #122
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito


    Note di Moderazione:

    In effetti avevo contestato l'ubicazione fin dai primi post.

    E allora ho spostato questa discussione "ai confini", perchè non si tratta di free energy nè di energie controverse ma di un motore "controverso" nel senso che sembra un po' "al di là" della scienza accettata, proprio come da descrizione di questa sezione.

    Buona continuazione

    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  3. #123
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito motore al plasma

    Come avevo promesso se trovavo nuovi sistemi di propulsioni per viaggiare nello spazio
    le avrei pubblicate.
    L’innovazione del motore al plasma preannuncia l’inizio di una nuova era nel viaggio spaziale

    Un importante nuovo passo avanti nella tecnologia di propulsione potrebbe rivoluzionare l’industria aerospaziale, aprendo la strada ai motori al plasma che potrebbero portare un veicolo ai confini dello spazio usando solo l’aria e l’elettricità.
    Berkant Göksel, ricercatore in un nuovo studio dell’Università Tecnica di Berlino, afferma che la sua squadra ha completato con successo i test sui motori al plasma che potrebbero portare futuri velivoli ad un’altitudine di 50 km e oltre.
    Mentre gli studi sui motori al plasma si sono concentrati in gran parte sulla loro capacità di manovrare i piccoli satelliti nel vuoto dello spazio, Göksel ha detto al ‘New Scientist‘ che la sua ricerca si è concentrata nel testare il motore in un’atmosfera normale.
    Una vera dimostrazione di volo è il prossimo obiettivo per il progetto.
    La squadra ha utilizzato dei mini propulsori di 80 millimetri nei loro esperimenti – di cui 10.000 sarebbero necessari per sostenere un aereo di linea commerciale. Tuttavia, Göksel ritiene che la squadra potrebbe testare il loro lavoro su un piccolo aereo usando tra 100 e 1000 propulsori.
    Si spera che questo esperimento aiuti a superare l’ostacolo principale del progetto, che è l’enorme quantità di elettricità necessaria per generare e sostenere il plasma.

  4. #124
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La televisione cinese a dato questa notizia.

    La Cina ha un EmDrive funzionante?





    Secondo molti è impossibile perché contrasta con le leggi della termodinamica. Se fosse vero permetterebbe di andare su Marte in poche seChi vede la serie televisiva Salvation un'idea su cosa sia l'EmDrive se l'è fatta. Quella che nel telefilm è l'invenzione creata dalla corporation americana stile Tesla esiste anche nella realtà, ma si tratta di un progetto sviluppato in CIna, non negli Stati Uniti. E proprio la Cina, secondo una notizia data dalla stessa TV di stato, sarebbe ora in possesso di un prototipo funzionante.
    Teorizzato nel 2001 dal britannico Roger Shawyer, l'EmDrive ha la caratteristica di essere un motore che non emette propellente; il che, sfortunatamente, infrange la legge di Newton sulla conservazione della quantità di moto.
    L'applicazione di un motore di questo tipo rivoluzionerebbe il viaggio spaziale. Come il motore Epstein in The Expanse potrebbe rendere i viaggi spaziali molto più veloci, permettendo per esempio di arrivare su Marte in qualche settimana anziché parecchi mesi. A quel punto la colonizzazione e lo sfruttamento delle risorse del Sistema solare diventerebbero ipotesi realistiche e a portata di mano.
    Staremo a vedere.





    Sponsored

    Vuoi un hotel di design ?

    Scoprire




  5. #125
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Lightbulb nuovo articolo su M-drive

    Questa teoria trascurata potrebbe essere la parte mancante che spiega come funziona l'unità EM
    Cosa succede se non rompere le leggi della fisica?
     
    Fin dal momento che l'azionamento EM ha reso prima i titoli , gli amanti della scienza hanno intuito come il sistema di propulsione sembra produrre spinta , nonostante sia "impossibile" secondo una delle leggi fondamentali della fisica - la terza legge di moto di Newton.
    Ora un team di fisici ha presentato una spiegazione alternativa - si scopre che l'unità EM potrebbe effettivamente lavorare senza rompere le leggi scientifiche, se fattiamo in un'idea strana e spesso trascurata nelPer coloro che hanno bisogno di un rinfresco, il punto cruciale del problema è che l'azionamento EM, o elettromagnetico, sembra produrre spinta senza alcun combustibile o propellente.
    Ciò è straordinario perché significa che possiamo raggiungere lo spazio in modo meno caricato - è stato proposto che potrebbe anche arrivarci a Marte entro 72 giorni .
    Ma è anche perplesso perché, secondo la terza legge di Newton, ogni azione deve avere una reazione uguale e opposta. Così senza spingere alcun propellente fuori da un'estremità, l'azionamento non dovrebbe essere in grado di produrre spinta nella direzione opposta.
    Eppure, come una carta NASA peer-reviewed ha mostrato lo scorso anno , l'unità fa la produzione di spinta, almeno per quanto possiamo dire attualmente. E una quantità relativamente grande di spinta a questo. Non sappiamo come.
    Quindi la nostra comprensione della fisica non è giusta, o ci manca un pezzo grande del puzzle quando si tratta dell'unità EM.
    Un nuovo articolo pubblicato su The Journal of Applied Physical Science International afferma che ciò che manca è la teoria delle onde pilota - un'interpretazione alternativa leggermente controversa della meccanica quantistica.
    I ricercatori José Croca e Paulo Castro del Centro per la Filosofia delle Scienze dell'Università di Lisbona in Portogallo suggeriscono che non solo la teoria delle onde pilota potrebbe spiegare il misterioso comportamento dell'unità EM, ma potrebbe contribuire a renderla ancora più potente.
    "Abbiamo scoperto che applicando una teoria delle onde pilota alla frustum [o cone] dell'unità EM NASA, potremmo spiegare la sua spinta senza implicare alcuna azione esterna applicata al sistema, come avrebbe richiesto la terza legge di Newton", ha detto Castro a ScienceAlert via email.
    Quindi, cosa è la teoria delle onde pilota? Attualmente, la maggioranza dei fisici sottoscrive l' interpretazione di Copenaghen della meccanica quantistica, che afferma che le particelle non hanno luoghi definiti fino a quando non vengono osservati.
    Teoria delle onde pilota, d'altra parte, suggerisce che le particelle hanno posizioni precise in ogni momento, ma in modo che questo sia il caso, il mondo deve anche essere strano in altri modi - è per questo che molti fisici hanno respinto l'idea.
    Ma negli ultimi anni la teoria delle onde pilota è in aumento nella popolarità . La squadra ha mostrato nel suo ultimo documento questa teoria potrebbe essere modificata leggermente per applicare a qualcosa di più grande. Dire, l'azionamento EM. E potrebbe spiegare i risultati che abbiamo visto.
    Fondamentalmente, la teoria dell'onda pilota dice che un oggetto irradia un campo d'onda e viene quindi tirato o attratto da regioni di quel campo che hanno una maggiore intensità o densità di energia. In questo modo, il campo d'onda in realtà sta "pilotando" l'oggetto, quindi il nome.
    Attraverso la modellazione, la squadra ha mostrato che un campo elettromagnetico sufficientemente forte e asimmetrico potrebbe agire come un'onda pilota. Ed è esattamente ciò che genera l'azionamento EM.
    Poiché il cono o il frustum dell'azionamento EM è asimmetrico, genererebbe anche un campo d'onda asimmetrico. Di conseguenza, le pareti dell'azionamento EM passerebbero verso le aree di maggiore intensità, creando spinta.
    Mentre potrebbe sembrare un po 'fuori, questa è stata anche una possibile soluzione presentata dai ricercatori della NASA Eagleworks nella loro carta di credito dello scorso anno dove hanno segnalato la spinta generata dal proprio dispositivo:
    "Il modello di fisica di supporto utilizzato per trarre una forza basata sulle condizioni operative nell'articolo di prova può essere classificato come una teoria variabile nonlocale nascosta o una teoria delle onde pilota per breve".
    Per essere chiari, i ricercatori dell'Università di Lisbona non hanno ancora provato la loro proposta in un vero strumento.
    Hanno mostrato solo che è possibile, da un punto di vista del modello, che un'onda pilota guida l'unità EM. Ma hanno anche mostrato come l'idea potrebbe essere effettivamente testata in futuro.
    "Al momento la prova più empirica deriva dal comportamento dell'azionamento EM", ha detto Castro a ScienceAlert. "Tuttavia, abbiamo anche inventato un esperimento per individuare e modulare le onde subquanti".
    Importante, se l'ipotesi è confermata, significherebbe che l'unità EM non avrebbe dovuto rompere la terza legge di Newton. E la squadra spera che questo potrebbe comportare la presa seriamente e più ampiamente testati.
    "L'azionamento EM è il futuro dei motori propulsori spaziali", hanno detto. "[Anche se] forse troverà la sua applicazione iniziale in satelliti nano o nano drones, almeno prima che l'effetto possa essere scalato fino a macchine più pesanti".
    È importante, se un'onda pilota spiega la spinta dietro il dispositivo, potrebbe anche portare ad un modo per rendere ancora più potente il sistema di propulsione in futuro, e è semplice da modificare la forma.
    "Abbiamo visto che l'effetto potrebbe essere migliorato usando una forma diversa per il tronco", ha dichiarato Castro. "In realtà una forma esponenziale di tromba dovrebbe aumentare la spinta".
    Il team sta ora pensando di costruire un proprio set sperimentale per studiare i fenomeni e ha invitato chiunque sia interessato al progetto a entrare in contatto .
    Nel frattempo, la squadra NASA Eagleworks continua a provare il suo dispositivo. E ci sono anche gruppi che cercano di testare l'azionamento EM nello spazio - o secondo alcune voci che già lo fanno - che veramente dimostrerebbe una volta per tutte se funziona.
    C'è molto da imparare ancora sul misterioso azionamento EM ed è un argomento che continua a dividere il mondo della scienza. Ma se finisce per essere il futuro del viaggio spaziale, almeno sta insegnandoci di più sulla fisica che governa il nostro mondo.la fisica quantistica - la teoria dell'onda pilota .

  6. #126
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vinci Visualizza il messaggio
    La televisione cinese a dato questa notizia
    (...)
    Sponsored
    Vuoi un hotel di design ?
    Scoprire
    La parte migliore di tutto il discorso.
    Ich bin ein CimPy - Accidenti, mi sa che ho perso il treno (e mi si è pure rotta la sveglia)! Qualcuno sa dirmi a che ora passa il prossimo?

  7. RAD
Pagina 7 di 7 primaprima 1234567

Discussioni simili

  1. Enel Drive roadshow + offerte a consumo
    Da Smirne nel forum Infrastrutture per veicoli elettrici
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 09-02-2015, 12:56
  2. Enel drive
    Da gb88 nel forum Sistemi di MOBILITA' Eco-Logica
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 17-02-2013, 10:21
  3. motori direct drive
    Da emilio79 nel forum EOLICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 19-12-2010, 16:47
  4. Eco-drive
    Da nel forum Fuori casa
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 02-05-2009, 19:36
  5. quali vantaggi da un generatore direct drive
    Da Nicola Wind nel forum EOLICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 28-01-2008, 10:08

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •