PDA

Visualizza la versione completa : Corretta impostazione del termostato ambiente



vince1948
18-11-2007, 15:39
Sembra sia inutile, la senzazione di caldo c&#39;è solo quando i termosifoni sono in funzione è una malattia tutta della suocera, aivoglia far vedere che ci sono 20 °, se il termo non è caldo non fa caldo abbastanza, ed io vengo matto, il fatto è che mi abita proprio di fronte e nonostante i suoi 80 anni sa usare perfettamente il telefono, insomma non ci scappo.<br>Tutto questo da quando ho installato un nuovo termostato ambiente Caleffi cronotermostato da parete &quot;Up and Down&quot; settimanale.<br>Per una impostazione ottimale, per la mia grana, gradirei il vs parere in merito ai gradi d&#39;impostazione del differenziale, dalla fabbrica è impostato su 0.6°.<br>Ecco che il discorso fatto sulla suocera si aggancia alla domanda, se io accorcio, per ipotesi, a 0.3° il differenziale le accensioni saranno più vicine, i termo quasi sempre caldi e viviamo tutti felici e contenti, ma il consumo quanto ne risentir&agrave;?<br>grazie.<br><br>seguono altre domande.

pinetree
18-11-2007, 18:00
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (vince1948 @ 18/11/2007, 15:39)</div><div id="quote" align="left">....</div></div><br>Penso di capire il problema, ho una donna anziana in casa, lo capisco anche perchè Io stesso ogni tanto soffro il freddo nonostante solo oggi per la prima volta la temperatura in casa è scesa sotto i 21°C.<br><br>Sto cercando di capire il rapporto tra irraggiamento e convezione per il confort in casa.<br>Per quello che ho capito, una calorifero calda anchè a 45°C,<br>nonostante la temperatura del aria sia a 19°C, e meglio di una calorifero fredda con la temperatura dell&#39;aria a 21°C.<br>Quindi meglio abbassare la temperatura dell&#39;acqua in modo che la caldaia rimane il più possibile accesa mantenendo a temperatura i caloriferi.<br>Non sono esperto in materia, Dotting fa presente che per una caldaia a condensazione non ci sono problemi perchè progettati appositamente per lavorare a bassa temperatura dell&#39;acqua di ritorno, per una caldaia normale aumenta l&#39;usura a causa della condensazione che formano acidi corrosivi.<br>Dotting fa anche presente che a bassa temperatura potrebbe non innescarsi il moto convettivo.<br><br>Le area fredde come vetrate vanno coperto con una tenda pesante quando non c&#39;è sole, e preferibilmente lasciate aperte quando c&#39;è il sole, se c&#39;è l&#39;usanza di tenere al buio una stanza, preferire tende scure (nero), verso l&#39;esterno per assorbire il calore e rilasciarla in camera.<br>Chiaramente tutti i spifferi vanno coperti, e gestire in un unico punto l&#39;entrata di aria esterna.

vince1948
19-11-2007, 09:02
Bè mal comune.... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d6ec848d8e7ece4ab2f85fd9197708d0.gif" alt=":D"><br><br>La caldaia seppur vecchia funziona alla perfezione, ma è una di tipo aspirazione naturale.<br>Più penso a questo problema più mi ingabbio, perchè devo tener conto anche delle ore di funzionamento, e della impostazione dei gradi in esse.<br>L&#39;idea di lasciarla bassa di temperatura caldaia non è male, ma appunto incappa nelle controindicazioni che hai spiegato.<br>In merito agli spifferi e varie non ci sono doppi vetri ma doppie finestre, per intenderci quelle di alluminio filo muro esterno e le solite filo muro interno, nesuna tenda coprente i termosifoni.<br>Mi pare d&#39;aver capito che Dotting, sia l&#39;esperto speriamo salti fuori, ciao.

buran001
25-11-2007, 05:24
Ciao, l&#39;acqua calda che circola in caldaia non deve mai scendere sotto i 60° pena la condensa e rottura della stessa o durata molto inferiore,se vuoi abbassare la temperatura dei termosifoni ti servira&#39; una valvola miscelatrice a monte di essi,non fai prima ad impostrare il termostato a 23°,tenete presente che una persona anziana ha una percezzione del caldo molto inferiore,senza contare che in casa sono molto piu&#39; ferme,specilamente quando guardano la TV ecc,se stai fermo immobile percepisci piu&#39; il freddo e 20° non bastano, imposta l&#39;acqua dei termo a 60° non meno e il termostato a 23-23,5° e vedrai che non si lamenta piu&#39; (anche sentire i termosifoni tiepidi a 45° da&#39; una sensazione di freddo a loro o che c&#39;é qualcosa che non va&#39;) ALZA la temperatura ambiente,se uno ha caldo non si lamenta&#33;<br>Ciao

SolarB
05-12-2007, 17:57
salve,teniamo conto per la senzazione di benessere,anche l&#39;umidit&agrave; dell&#39;aria,a volte si ha freddo con 21° e 80% di url,mentre si sta bene con 18°e 50%,esempi constatati in casa mia(moglie e due figlie freddolose) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/57099d1ff00b5615b8aaa64ed284137f.gif" alt=":D"><br>ciao.