PDA

Visualizza la versione completa : Impianto d'allarme che si spegne



RomNexus6
26-11-2007, 14:23
Ciao a tutti.<br><br>Sono anni che ho la predisposizione dell&#39;impianto d&#39;allarme in casa ma ancora non l&#39;ho completato.<br>Mi mancano: sensori ambientali, centralina e sirena.<br><br>Quello che mi ha bloccato fin&#39;ora è il fatto di avere sempre quel cavolo di radar sempre accesi e di dover alimentare centralina e sirena anche quando non sono in funzione.<br><br>A parte il fatto che non mi sfagiola per niente che i radar irradino quando io vivo in casa (sono un maniaco della prevenzione inquinamento elettromagnetico: non provate a farmi cambiare idea, sarebbe OT) mi da veramente fastidio doverli alimentare quando non mi servono.<br>Idem per centralina e sirena.<br><br>Ma non si può spegnere tutto?<br>Se serve solo per caricare la batteria, quello si può fare durante il funzionamento attivo.<br>Altri motivi per sprecare corrente proprio non ne vedo...<br><br>Quando ho tentato di chiedere informazioni a &quot;diversi&quot; installatori, li ho visti cadere dalle nuvole e guardarmi come se avessero visto un marziano...<br><br>Vi sembra una richiesta così irragionevole?<br>

scu
26-11-2007, 14:40
quando abbiamo fatto l&#39;impianto elettrico di casa, l&#39;elettricista ha avuto la geniale idea di non fare la predisposizione per l&#39;antifurto &quot;perchè adesso si fa tutto via radio&quot;, io immaginavo già la palla delle batterie da sostituire, però da quando l&#39;abbiamo fatto (almeno 4 anni) ho sostituito solo quelle dei sensori di fumo, i sensori ad infrarossi e i contatti magnetici sulle finestre mai sostituiti... quindi immagino che consumino veramente poco nonostante siano in costante comunicazione con la centrale e quindi debbano costantemente trasmettere informazioni...

pinetree
26-11-2007, 16:43
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (RomNexus6 @ 26/11/2007, 14:23)</div><div id="quote" align="left">....</div></div><br>Ti sei mai chiesti perchè questi sensori riescono a fare durare una normalissima batteria per anni ?<br><br>E semplice la potenza in gioco e piccolissima, praticamente qualche migliaia di volte meno potente di quello emmesso da un cellulare.<br>Un sistema wireless serio emmane meno radiazione di quello che potrebbe fare un frigorifero, reattore di una lampada fluoriscente, lavatrice, ventola e tante altre apparechiature.<br><br>Siamo circondati da onde elettromagnetiche di tutte le frequenze e potenze immaginabile, non hai la radio AM e MW, ma se lo avessi, sentiresti un pò di musica, cosa ti fa pensare ?<br>Hai la TIM, ma non pensare che non sei invaso da segnali della concorrenza.<br>I CB, la TV, AM, MW, FM, ecc ecc ecc.<br><br>

BrightingEyes
26-11-2007, 19:17
Il mio impianto, montato da nemmeno 4 mesi, non permette in alcun modo di essere &quot;spento&quot;. Anzi si inalbera violentemente se appena tenti di spostargli qualcosa ed è attivo anche quando non è inserito. Infatti tiene nota di ogni anomalia e avverte (ovviamente con dei warning, non con le sirene e le chiamate alla polizia&#33; <img src="http://www.energeticambiente.it/images/322b8c19342cf60b1e2c2a2a42b28290.gif" alt=":P"> ) di ogni malfunzionamento anche da apparentemente spento, in pratica fa un checkup periodico. Credo che la cosa non sia assolutamente casuale o dovuta a scarsa sensibilità, ma risponda a esigenze ben precise di sicurezza.<br>In pratica ed in parole povere credo ci siano altri settori dove il risparmio può avere migliore dignità e utilità. A me pare che l&#39;argomento non meriti tale sforzo...(in ciò confortato dall&#39;alto patrocinio di Pinetree che sull&#39;argomento risparmio non le manda a dire a nessuno di solito <img src="http://www.energeticambiente.it/images/58ff87df235c145ad621daf5ff1c6b0a.gif" alt=":D"> ) ma non tutti i gusti sono alla menta e, avendo ben presente rischi e vantaggi di tale scelta, credo che una soluzione per arrivare al consumo zero quando l&#39;impianto è spento si possa pure trovare, a mettercisi d&#39;impegno.

pinetree
26-11-2007, 20:55
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 26/11/2007, 19:17)</div><div id="quote" align="left">...in ciò confortato dall&#39;alto patrocinio di Pinetree che sull&#39;argomento risparmio non le manda a dire a nessuno di solito <img src="http://www.energeticambiente.it/images/178d8035374519f9c2c64099aeda52fc.gif" alt=":D"> )<br>....</div></div><br><img src="http://www.energeticambiente.it/images/06863d99b1abc7592aec4cc2c2f456e3.gif" alt="&lt;_&lt;"><br>grazie ma se continui cosi finsco di crederci anchio <img src="http://www.energeticambiente.it/images/1ed5e5858a08b13bf16dd4c9553ca01a.gif" alt=":lol:">

RomNexus6
27-11-2007, 08:53
<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...quindi immagino che consumino veramente poco nonostante siano in costante comunicazione con la centrale e quindi debbano costantemente trasmettere informazioni...</div></div><br>Per poco che consumino...<br>Supponiamo che consumino solo 1 Watt, moltiplicato per N sensori (nel mio caso: 5) + il consumo della centralina (diciamo, prudentemente, 20 Watt?) non è indifferente.<br>Nell&#39;esempio sarebbero 25 Watt, per 24 ore per 365 giorni = 219 Kwh<br><br>Anche dimezzando togliendo le ore effettive di accensione (quando per forza sarebbe da accendere) non mi sembrano comunque patatine...<br><br>P.S.: state parlando con uno tanto allergico allo &quot;standby&quot; da mettere una ciabatta in salotto con la quale &quot;staccare&quot; tutti i sistemi (TV, Sat, DVD, Decoder, Hifi... Unico sopravvissuto: il VCR). <img src="http://www.energeticambiente.it/images/4d90badc4a55b0cc700aaea0d3b936f3.gif" alt=";)"><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...Credo che la cosa non sia assolutamente casuale o dovuta a scarsa sensibilità, ma risponda a esigenze ben precise di sicurezza...</div></div><br>Immagino di si, ma forse ha più senso in una grande installazione.<br>In una piccola abitazione, se anche il checkup lo fai quando lo accendi, non credo sia così grave.<br>E per quanto riguarda le altre casistiche (ad esempio, perimetrale con abitazione abitata), basta accenderlo, no?<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...credo che una soluzione per arrivare al consumo zero quando l&#39;impianto è spento si possa pure trovare, a mettercisi d&#39;impegno...</div></div><br>Non chiedo altro... <img src="http://www.energeticambiente.it/images/e3a63c3dec09e8cf0d00247437487e93.gif" alt=":rolleyes:"><br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">...semplice la potenza in gioco e piccolissima, praticamente qualche migliaia di volte meno potente di quello emmesso da un cellulare...<br>...Siamo circondati da onde elettromagnetiche di tutte le frequenze e potenze immaginabile...</div></div><br>Sono sicuro di si, ma perchè aggiungere danno al danno?<br>Come il fumatore che giustifica la sigaretta dicendo: &quot;tanto l&#39;inquinamento fa più male&quot;. Frase forse esatta, ma allora perchè aggravare ulteriormente la situazione con una sigaretta?<br><br>Come premesso in testa al thread io sono forse un po&#39; paranoico da questo punto di vista. Ma da che mondo è mondo, essere più conservativi che speculativi su questi argomenti non fa mai male...<br><br>

scu
27-11-2007, 10:56
ma se vuoi fare un impianto che funziona come vuoi tu sei libero di farlo, gli altri costruiscono e istallano impianti che hanno un certo tipo di funzionamento, che si basano su una certa logica....<br>se a te interessa una logica differente puoi prendere le ampolle reed e istallarle sulle finestre i sensori ad infrarossi e piazzarli sulle pareti, cablare il tutto e collegarlo ad una centralina con un&#39;interruttore on-off e colleghi il tutto ad una sirena.... la logica non è + poi tanto complessa, credo che qualcosa tutto cablato di funzionante con elettronca quasi zero si possa fare...<br>

giorgio1769
27-11-2007, 11:47
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (RomNexus6 @ 26/11/2007, 14:23)</div><div id="quote" align="left">A parte il fatto che non mi sfagiola per niente che i radar irradino quando io vivo in casa (sono un maniaco della prevenzione inquinamento elettromagnetico: non provate a farmi cambiare idea, sarebbe OT) mi da veramente fastidio doverli alimentare quando non mi servono.<br>Idem per centralina e sirena.<br><br>Ma non si può spegnere tutto?<br>Se serve solo per caricare la batteria, quello si può fare durante il funzionamento attivo.<br>Altri motivi per sprecare corrente proprio non ne vedo...</div></div><br>Per spegnere tutto potresti collegare (se possibile) tutti gli apparecchi ad 1 presa multipla o meglio ancora ad 1 presa radiocomandata con telecomando.<br>come quella che vende Dmail non so se posso far pubblicità. Cmq la trovi altre marche anche a Lidl o altri supermarlket.<br><br>In 1 sol colpo spegni ed accendi tutto.

pinetree
27-11-2007, 18:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (RomNexus6 @ 27/11/2007, 08:53)</div><div id="quote" align="left">.....<br>Per poco che consumino...<br>Supponiamo che consumino solo 1 Watt, moltiplicato per N sensori (nel mio caso: 5) + il consumo della centralina (diciamo, prudentemente, 20 Watt?) non è indifferente.<br>Nell&#39;esempio sarebbero 25 Watt, per 24 ore per 365 giorni = 219 Kwh<br><br>Anche dimezzando togliendo le ore effettive di accensione (quando per forza sarebbe da accendere) non mi sembrano comunque patatine...<br><br>.....</div></div><br>Non esageriamo&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Un sensore che monta pile AAA non può avere un consumo superiore a 1Wh/annuo altro che al ora.<br>Cambi 5 o 10 pile all&#39;anno è hai speso €4/anno.<br>Alcuni modelli vanno avanti oltre due anni &#33;&#33;&#33;&#33;<br>La centralina se consuma più di 1Wh e tanto, in standby se consuma più di 0,2Wh e tanto.<br><br>Alla fine questi usano componenti elettronici (microcontrollori) che lavorano con potenze inferiore ai 0,01Wh, ed i segnali radio hanno potenze intorno a 0,001W<br><br>Chiaramente controlla sempre la serietà del costruttore, non è escluso che ci sono cani che operano sul mercato.

lux70
27-11-2007, 19:02
Bè, mi sembra che al quesito del risparmio energetico già le case costruttrici di allarme hanno risposto da un pezzo e...spegnerlo del tutto non sarebbe possibile in quanto ci sono delle protezioni che non posssono abbassarsi pena il decadimento del livello di sicurezza&#33;Una sirena funziona con positivo a mancare in quanto un eventuale tagliocavi fa scattare il suono..ergo non posso spegnere altrimenti suona&#33; Un infrarosso se di marca buona ha un apposito cavo che alimentato dal positivo o negati lo manda a riposo inibendolo così come per il microwave e limitandolo nel consumo&#33;<br>Una centrale ha sempre i cavi sotto tensione per controllo impedenza pena la sua sicurezza e quindi l&#39;idea di spegnerla non ha un gran senso a livellodi sicurezza&#33; Poi se uno vuol farlo basta invertire qualche sua funzione vitale o inibirla ed il gioco è fatto&#33;