PDA

Visualizza la versione completa : migliorare la temperatura con intercapedine



omero
20-12-2007, 09:27
Salve a tutti, sono un nuovo iscritto e chiedo consiglio.<br>Vivo nella provincia di Roma (zona nord) in una villetta indipendente su due livelli, un seminterrato e un piano terra con soffitta accessibile, costruita fine anni 70 con blocchetti di tufo e solai in cemento armato. La parte da me abitata è il piano terra. Gli infissi sono in legno e doppio vetro (2-6-2), persiane in ferro e quasi tutte porte/finestre. Considerato che con un impianto di riscaldamento con termosifoni in ghisa e caldaia a GPL raggiungo al massimo una temperatura interna di 18°, dopo 7 ore di accensione con una spesa annua di circa 1600 €, ho deciso di coibentare.<br>1. La zona notte ha un intercapedine in forati da 6 cm con camera d&#39;aria di 3 cm;<br>2. Nella zona giorno ho la possibilit&agrave; di realizzare un intercapedine.<br>Le mie domande:<br>1. che materiale usare tra muro e intercapedine nella zona giorno e quale spessore?<br>2. come posso migliorare l&#39;isolamento nella zona notte?<br>Non posso fare un cappotto esterno e la casa è esposta ai quattro venti. Immaginate il freddo quando c&#39;è tramontana.<br>Potete consigliarmi? Grazie

giorgio demurtas
20-12-2007, 09:35
La cosa migliore sarebbe il cappotto, perchè i muri ti aumentano l&#39;inerzia termica interna, e in sostanza la casa ti rimane calda per più tepo da quando spegni il riscaldamento.<br>Se isoli dall&#39;interno potresti usare dei pannelli di lana di roccia e ricoprirli di cartongesso. Ci sono dei telai da montare sul muro con i tasselli che ti consentono di fissage agevolmente il cartongesso. Poi l&#39;isolante va piazzato nello spazio fra muro-cartongesso e longheroni dei telai.<br>Sono dell&#39;idea che all&#39;interno non vadano usati materiali infammabili come polistirolo, poliuretano, polistirene ecc ecc.<br>Se lo fai all&#39;interno dovrai spostare in fuori le scatole portafrutti dell&#39;impianto elettrico.<br>Se isoli da dentro non puoi chiudere i ponti termici dei solai.<br>In conclusione, forse farlo fuori è più semplice, oltre che più efficace.

omero
20-12-2007, 10:10
Come ho gi&agrave; detto non posso fare il cappotto esterno (intonaco e mattoni a faccia vista con stipidi intorno a porte e finestre. Con il cartongesso e lana di vetro ti riferisce alla parte dei muri con intercapedine (zona notte)? Nella zona giorno lo costruirò ex novo (in mattoni forati da 6 cm e isolante tra muro e forati), penso che vada meglio o no?

giorgio demurtas
20-12-2007, 10:17
Cartongesso e lana di ROCCIA. Mi riferisco alle pareti che isolerai dall&#39;interno, che abbiano intercapedine o meno.<br>Di sicuro se al posto del cartongesso di fai un&#39;altro muro il risultato è migliore, in termini di inerzia termica interna e stabilit&agrave; del muro.<br>L&#39;intercapedine potresti fartela riempire di materiale isolante. C&#39;è chi può inietare da un paio di buchi fatti in bassso della Perlite o delle schiume.<br><br>

dotting
20-12-2007, 11:38
Per la zona notte insufflaggio con perlite, è il materiale più semplice da insufflare e più economico ed ha un lambda accettabile, per la tecnica di insufflaggio cerca in Internet.<br><br>Per la zona giorno un isolante ad alta permeabilit&agrave; al vapore, pannelli in sughero, Celenit, fibra di legno ed una muratura un pò più pesante del classico forato.<br>Senza escludere anche qua la possibilit&agrave; dell&#39;insufflaggio, più facile perchè non devi praticare i due fori per parete, come nel caso della zona notte.<br>Intonaco alla perlite/calce, composizione nel sacco.<br><br>Spessori e materiali da affinare in base a calcolo termotecnico.<br>

omero
20-12-2007, 11:57
Per la zona notte l&#39;insufflaggio sia di perlite che di schiuma non è conveniente in quanto lo spessore disponibile è di soli 3 cm (a detta della ISOFOR) quindi dovrei provvedere diversamente. Per la zona giorno pensavo anch&#39;io a pannelli di sughero di 4 cm. Ma come posso fare un calcolo termotecnico? Quanto possono influire i ponti termici dei solai (pavimento e soffitto)? Lo so forse chiedo troppo......

dotting
20-12-2007, 15:53
3 cm di perlite da 0,050 lambda sono quasi equivalenti a 4 cm di pannelli di sughero da 0,045.<br>Qui i dati di conduttivit&agrave; di materiali:<br><a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/conduttivit_it.pdf" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico...duttivit_it.pdf</a><br>Qui un sito per il calcolo della trasmittanza:<br><a href="http://www.isolparma.it/calcoloresistenza/calcola.asp" target="_blank">http://www.isolparma.it/calcoloresistenza/calcola.asp</a><br><br>E&#39; solo un aiuto non pensare di fare da te, affidati ad un termotecnico, è casa tua.

omero
21-12-2007, 11:29
Certo che l&#39;insufflaggio, se lo farò, sar&agrave; un tecnico esperto a farmelo. Da solo farei solo la zona giorno (pannelli isolanti e parete in forati e intonaco). Qual&#39;è il risultato migliore della resistenza e trasmisttanza? ci sono dei valori di riferimento? Non l&#39;ho capito.

dotting
21-12-2007, 11:43
Io mi riferivo al calcolo termotecnico, attraverso il quale ricavi i valori corretti per la tua situazione, non ai lavori di insufflaggio.<br>Nel sito che ho indicato nella sezione controlla qui la tua zona climatica vengono riportati i valori limite per la trasmittanza U che non conviene superare.<br>Nella pagina vi è la procedura per calcolare U.

Mena#1
06-10-2009, 11:03
Una valida alternativa è realizzare una parete interna dello spessore di 8 cm. (o variabile) in blocchi alveolati (gasbeton, Ytong, Minipor)appoggiata direttamente sulla vecchia parete ..
Prova a guardare sui siti dedicati la loro trasmittanza...avrai una parete con un ottimo isolamento, un' ottima traspirabilità senza rischio di condense interstiziali , oltremodo le pareti non "Suonano vuoto" come quelle in cartongesso!