PDA

Visualizza la versione completa : Impianto Geotermico abbinato al fotovoltaico



fenice75
27-12-2007, 15:17
Ciao ragazzi,<br><br>Mi sto documentando in materia e vi volevo chiedere un parere.<br>Abito in Piemonte (sapete se la regione da incentivi per il geotermico? Posso utilizzare quest&#39;incentivo sia per il fotovoltaico che per l&#39;impianto geotermico?: <a href="?t=10836393" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=10836393</a>)<br>Sto per iniziare a ristrutturare un vecchio cascinale:<br>dovrò rifare tetto, solette e tutto un po&#39;.<br><br>Pensavo di fare un impianto geotermico a pompa di calore (non so ancora di che tipo, consigli?)<br>Ho un bel giardino, diciamo 250mq e l&#39;alloggio da scaldare è di circa 130mq al piano rialzato, su un unico piano. Il tetto è bello grande ed esposto a sud.<br>In aggiunta alla pompa di calore, pensavo di fare un impianto fotovoltaico per sopperire alla spesa elettrica della pompa di calore (magari un impianto da 4 KW?) inoltre se faccio lavorare un po&#39; meno il riscaldamento la notte e un po&#39; di + di giorno dovrei risparmiare ulteriormente, no?<br>Dimenticavo, la falda acquifera si trova tutto l&#39;anno a 2 massimo 3 metri di profondit&agrave;.<br><br><br>Avete suggerimenti, consigli, link o qualsiasi altra info da darmi?<br><br>Grazie in anticipo

fenice75
27-12-2007, 21:11
Dimenticavo, ma una pompa di calore per un alloggio di 130mq ben isolato su un solo piano con riscaldamento a pavimento quanto può consumare?<br>Ho letto sui 3KW è vero?<br><br>Quindi bisognerebbe fare un contratto ENEL di almeno 6KW.<br><br><br>Aspetto le vostre risposte

BrightingEyes
28-12-2007, 09:54
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (fenice75 @ 27/12/2007, 21:11)</div><div id="quote" align="left">Aspetto le vostre risposte</div></div><br>Ciao Fenice75<br><br>Se vuoi un consiglio, sfogliati per bene le varie discussioni che ci sono gi&agrave; state proprio su problematiche di questo tipo. Lo so che porta via tempo, ma anche gli esperti (che poi sono entusiasti volontari come noi) trovano a volte un pò frustrante riprendere daccapo la stessa discussione ogni quindici giorni.<br><br>Per quanto può servire (esperto certo non sono) posso dirti che la problematica mia è molto simile e ho capito che:<br><br>1) La PdC più performante è la geotermica che sfrutta la falda acquifera. Se ce l&#39;hai disponibile (ma mi pare un pò superficiale a 3 metri o sbaglio? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5ca8acb1086725a7cafab74a4ac48b92.gif" alt=":unsure:"> ) informati su tutti i permessi necessari e usa quella con una PdC acqua-acqua.<br>2) Una PdC produce acqua a temperatura media, va benissimo se accoppiata a un impianto di riscaldamento a bassa temperatura (pavimento, parete, soffitto), meno se con i radiatori classici.<br>3) Non so quanto consumi, devi sapere prima quanti kW necessiti per la tua casa, poi è facile trovare una PdC che dia i kW termici e vedere sulla scheda tecnica il consumo richiesto. Tieni presente che il COP varia da 2 a 5, vuol dire che il totale di kW termici che otterrai sar&agrave; da 2 a 5 volte quello dei kW elettrici consumati. Comunque sicuramente i 3 kW standard sono pochi. In teoria fino a qualche tempo fa era possibile chiedere un contatore separato per la sola PdC, ma come ottenerlo non l&#39;ho mai ben capito. Appena installerò la mia lo chiederò e vedrò che mi rispondono.<br>4) Il fotovoltaico per alimentarla è una soluzione molto valida se utilizzi il conto energia. L&#39;investimento così fatto, oltre al ritorno per la tariffa incentivante, ti render&agrave; indipendente da qualsiasi spesa di combustibile futura (e non è cosa da poco&#33;). Io ho rinunciato anche all&#39;allacciamento del gas (anche per motivi prudenziali, visto che la maggioranza degli incidenti mortali casalinghi è associata a questa tecnologia).<br>5) Con una casa ottimamente coibentata (almeno classe C) conviene senz&#39;altro un riscaldamento a bassa temperatura acceso 24 ore su 24 con modulazione della temperatura nei vari ambienti tramite termostato.<br><br>Saluti e auguri.

fenice75
28-12-2007, 11:55
Grazie mille per la risposta, sto cercando di reperire la maggior quantit&agrave; di informazioni prima di iniziare i lavori, in modo da poter sciegliere gi&agrave; da subito la strada giusta.<br><br><br>Grazie ancora,<br>Diego

luca giordano
02-01-2008, 15:54
Non ho molto tempo ma provo ad aiutarti visto hce, a quanto dici, vuoi prendere la strada giusta:<br><br>. raggiungi un indice energetico di minimo 50 kWatt/h mq annuo<br>. il valore del serramento (vetro+telaio+raccordo)non devo deve superare i 1.4W/mqK<br>. verifica se puoi sfruttare l&#39;acqua di falda <b>e a che prezzo </b> (canone fisso solitamente almeno 800.00 euro l&#39;anno) e soprattutto se ti permettono di riimmetterla in falda e a che delta di temperatura..<br>.vedrai che a quel punto la geotermia verticale sar&agrave; più interessante (per intenderci tutti e due i sistemi utlizzando una pompa di calore, se vuoi + info entra nel mio sito <a href="http://www.tecnoclima.ch" target="_blank">www.tecnoclima.ch</a>)<br>. il probelma sar&agrave; digerire il maggiore costo, ma a tal riguardo ti consiglio di leggere le altre discussioni anche quelle chiuse da tempo<br><br>. se non ti è chiaro qualche cosa rispondi pure<br><br>grazie mille saluti.<br><br>Luca Giordano ing. e bio-arch.<br><br>