PDA

Visualizza la versione completa : Veicoli e motori ad aria compressa (Eolo, ecc.)



Pagine : [1] 2

02-02-2005, 15:48
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

So che sono anni che se ne parla, e ogni volta cala il più fitto mistero.<br>Però ho scovato un filmato addirittura in italiano e addirittura di provenineza RAI dove se ne vede una in funzione<br><br><a href='http://www.mdi.lu/modules.php?op=modload&name=Downloads&file=index&req=getit&lid=37' target='_blank'>http://www.mdi.lu/modules.php?op=modload&n...eq=getit&lid=37</a><br><br>Inoltre a fine Gennaio è stato presentato a Roma un generatore elettrico il cui funzionamento si basa sullo stesso motore ad aria compressa<br><br><a href='http://www.mdi.lu/upload/sub/documents/rome.pdf' target='_blank'>http://www.mdi.lu/upload/sub/documents/rome.pdf</a><br><br>Le cose che mi chiedo sono due...<br><br>come mai il progetto che doveva inizialmente portare alla fabbricazione di un'autovettura si è trasformato in quello di un generatore elettrico?<br>come mai, vista la notizia comunque importante, non ne ha parlato un cacchio di nessuno?

02-02-2005, 16:40
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Perchè secondo me non è una gran idea usare l'aria compressa, infatti non da un gran che di potenza<br><br>Prova a pensare per esempio a un compressore, anche se ne prendi uno con una bombola molto grossa non fa una gran fatica per mandarla su di pressione, ci metter&agrave; giusto qualche minuto...<br><br>Quindi per conservare molta potenza come richiede un auto ci vorrebbero o delle bombole enormi o l'aria a pressioni mostruose, che se per caso si schioppano ti fanno saltare via come un razzo <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' border='0' valign='absmiddle'>

dado VRC
02-02-2005, 21:17
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (Matx @ 2/2/2005, 16:40)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>Perchè secondo me non è una gran idea usare l'aria compressa, infatti non da un gran che di potenza<br><br>Prova a pensare per esempio a un compressore, anche se ne prendi uno con una bombola molto grossa non fa una gran fatica per mandarla su di pressione, ci metter&agrave; giusto qualche minuto...<br><br>Quindi per conservare molta potenza come richiede un auto ci vorrebbero o delle bombole enormi o l'aria a pressioni mostruose, che se per caso si schioppano ti fanno saltare via come un razzo <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' border='0' valign='absmiddle'></td></tr></table><span id='postcolor'><br> non è neanche tanto quello il problema...<br>difatti su quell'auto si usava aria a 200bar(come nelle bombole del metano per auto)<br><br>Il problema è che per comprimere tutta quell'aria si spende una barca di energia!!!e quindi il gioco non vale la candela!!!

02-02-2005, 22:00
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Infatti, dal progetto dell'auto si è passati a quello del generatore. Da usare solo per sopperire ai temporanei (e limitati) black out, è un sistema pulito, ma non economico per produrre energia elettrica per periodi molto limitati. E' anche vero che il combustibile che non brucio in un generatore per produrre energia durante il black out lo brucio prima per ricaricare le bombole, però si parte dal presupposto che il ciclo per produrre energia nelle centrali sia più efficente di quello di un generatore di soccorso.

02-02-2005, 22:32
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (dado VRC @ 2/2/2005, 21:17)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>Il problema è che per comprimere tutta quell'aria si spende una barca di energia!!!e quindi il gioco non vale la candela!!!</td></tr></table><span id='postcolor'><br>Qui siamo al solito discorso che vale anche per l'idrogeno e le auto elettriche...<br>Questi sistemi servono solo per <b>IMMAGAZZINARE</b> energia, quindi è chiaro che l'energia che serve per gonfiare le bombole è uguale o maggiore (uguale solo in teoria <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' border='0' valign='absmiddle'> ) di quella che si ottiene sgonfiandole<br>Come anche l'energia per produrre idrogeno con l'elettrolisi bene che vada è uguale a quella che si ottiene mettendolo nelle fuel cell<br><br>Quindi l'aria compressa è solo un sistema come tanti altri... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br><span class="edit">Edited by Matx - 2/2/2005, 22:32</span>

Furio57
03-02-2005, 00:15
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (Matx @ 2/2/2005, 22:32)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>Qui siamo al solito discorso che vale anche per l'idrogeno e le auto elettriche...<br>Questi sistemi servono solo per <b>IMMAGAZZINARE</b> energia, quindi è chiaro che l'energia che serve per gonfiare le bombole è uguale o maggiore (uguale solo in teoria <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' border='0' valign='absmiddle'> &nbsp;) di quella che si ottiene sgonfiandole<br>Come anche l'energia per produrre idrogeno con l'elettrolisi bene che vada è uguale a quella che si ottiene mettendolo nelle fuel cell<br>Quindi l'aria compressa è solo un sistema come tanti altri... &nbsp; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' border='0' valign='absmiddle'></td></tr></table><span id='postcolor'><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Matx bentrovato! In effetti l' aria compressa è una maniera per poter immagazzinare energia da riutilizzare quando si desidera. Potrebbe essere per esempio una maniera per recuperare energia solare quando non serve. Il sistema di compressione dovrebbe lavorare molto molto "tranquillamente" , questo per non richiedere enormi potenze energetiche perchè una alta compressione, porta inesorabilmente ad un riscaldamento eccessivo <br>dell' aria e di conseguenza sprechi notevoli di energia.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'>

03-02-2005, 09:09
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

A me quel motore-generatore impressiona soprattutto per la sua <br>capacit&agrave; di variare facilmente la quantit&agrave; di corrente senza<br>perdite proprio come una batteria.<br><br><br>

eroyka
03-02-2005, 09:23
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Ciao Ragazzi,<br>sul numero di gennaio di aamterranuova c'è un articolo molto interessante sulla eolo. Sono andati a nizza a trovare Negre, l'ingenere inventore.<br><br>I problemi che sono stati riscontrati e per cui la produzione è stata fermata sono molteplici.<br>Principalmente: alta rumorosit&agrave;, problemi a gestire le bassissime temperature dovute all'espansione dell'aria (si congela tutto!!), poca potenza e l'enorme peso e spazio dovuto alle bombole.<br>Tutto ciò per un uso automotivo sono problemi molto grossi bypassabili in parte per un uso stazionario.<br>Comunque sembra che con la progettazione di un nuovo motore ibrido (benzina-aria compressa) abbiano raggiunto un certo equilibrio e a breve verranno prodotte e commercializzate queste nuove auto ibride.<br><br>Saluti!<br>Roy <br><br><span class="edit">Edited by eroyka - 3/2/2005, 09:23</span>

dado VRC
03-02-2005, 12:03
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (Matx @ 2/2/2005, 22:32)</td></tr><tr><td id='QUOTE'></span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (dado VRC @ 2/2/2005, 21:17)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>Il problema è che per comprimere tutta quell'aria si spende una barca di energia!!!e quindi il gioco non vale la candela!!!</td></tr></table><span id='postcolor'><br>Qui siamo al solito discorso che vale anche per l'idrogeno e le auto elettriche...<br>Questi sistemi servono solo per <b>IMMAGAZZINARE</b> energia, quindi è chiaro che l'energia che serve per gonfiare le bombole è uguale o maggiore (uguale solo in teoria <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' border='0' valign='absmiddle'> ) di quella che si ottiene sgonfiandole<br>Come anche l'energia per produrre idrogeno con l'elettrolisi bene che vada è uguale a quella che si ottiene mettendolo nelle fuel cell<br><br>Quindi l'aria compressa è solo un sistema come tanti altri... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' border='0' valign='absmiddle'></td></tr></table><span id='postcolor'><br> Si, ma l'aria compressa non è una cosa che abbia un rendimento chiss&agrave; che elevato...<br>Poi va sfruttata in un vero e proprio motore meccanico per produrre moto...così alle perdite che si sommano per comprimerla(attriti, riscaldamento dell'aria compressa, rendimento dei compressori eccetera) si sommano i problemi del motore che andr&agrave; ad alimentare(sempre attriti...)<br>per l'H2 il problema è lo stesso solo se viene utilizzato per un motore endotermico, ma se si usano fuel cells il problema sparisce...

03-02-2005, 12:08
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Grazie a tutti per le risposte.<br>A me questo progetto affascina particolarmente, se non altro perchè lo vedo come un grosso paletto nel C..O dei petrolieri (per quanto ricadesse tutto nelle loro mani, vorrei vedere a quanto potrebbero vendere aria compressa!)

eroyka
03-02-2005, 13:14
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Ciao viganet,<br></span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> </td></tr><tr><td id='QUOTE'>A me questo progetto affascina particolarmente, se non altro perchè lo vedo come un grosso paletto nel C..O dei petrolieri</td></tr></table><span id='postcolor'><br><br>non è proprio così poichè se l'energia elettrica utilizzata per comprimere l'aria proviene da combustibili fossili....<br>Stiamo attenti a non confodere gli accumulatori di energia con le fonti energetiche. Stesso discorso vale per l'idrogeno.<br><br>Saluti!<br>Roy

03-02-2005, 15:36
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 3/2/2005, 13:14)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>. . non è proprio così poichè se l'energia elettrica utilizzata per comprimere l'aria proviene da combustibili fossili....<br>Stiamo attenti a non confodere gli accumulatori di energia con le fonti energetiche. Stesso discorso vale per l'idrogeno.</td></tr></table><span id='postcolor'><br> Mi associo !!!

03-02-2005, 16:44
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Concordo, e forse il mio è un discorso egoistico e neanche tanto ambientalista, ma quello che intendo è che se ho un motore che viaggia ad aria compressa, e che l'aria compressa me la posso comprimere pure da solo, ben difficilmente un pieno di "carburante" mi coster&agrave; quei 60 euro che mi costa oggigiorno...<br>E anche se l'aria compressa la comprassi dal benzinaio, non credo che il discorso cambierebbe di molto (a meno che non si inventassero la tassa sull' aria per autotrazione, e allora addio ai benzinai!)<br><br>Cioè, il diesel era conveniente perchè il gasolio costava poco.<br>Stesso discorso per gpl e metano; basta che aumentino il prezzo e la convenienza muore come per il diesel.<br><br>Ma l'energia elettrica che mi serve per comprimermi l'aria, non credo potr&agrave; mai costare moltissimo perchè non potr&agrave; mai essere discriminata da quella casalinga e tassata come "carburante".<br><br>Per l'idrogeno non parlo per ignoranza, ma non credo che si potr&agrave; "produrre" in casa come l'aria compressa, o sbaglio?

gattmes
03-02-2005, 18:44
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> </td></tr><tr><td id='QUOTE'><br>eroyka Inviato il: 3/2/2005, 09:23<br><br>.....Comunque sembra che con la progettazione di un nuovo motore ibrido (benzina-aria compressa) abbiano raggiunto un certo equilibrio e a breve verranno prodotte e commercializzate queste nuove auto ibride.....<br><br></td></tr></table><span id='postcolor'><br><br>Sono sicuro che ad alcool (od olio di colza...) NON FUNZIONA....<br>Invece se compr..pardon... impieghi un po di prodotti petroliferi allora si (vedi Prius... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cry.gif' border='0' valign='absmiddle'> ).....

04-02-2005, 00:13
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (viganet @ 3/2/2005, 16:44)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>Concordo, e forse il mio è un discorso egoistico e neanche tanto ambientalista, ma quello che intendo è che se ho un motore che viaggia ad aria compressa, e che l'aria compressa me la posso comprimere pure da solo, ben difficilmente un pieno di "carburante" mi coster&agrave; quei 60 euro che mi costa oggigiorno...<br>E anche se l'aria compressa la comprassi dal benzinaio, non credo che il discorso cambierebbe di molto (a meno che non si inventassero la tassa sull' aria per autotrazione, e allora addio ai benzinai!)<br><br>Cioè, il diesel era conveniente perchè il gasolio costava poco.<br>Stesso discorso per gpl e metano; basta che aumentino il prezzo e la convenienza muore come per il diesel.<br><br>Ma l'energia elettrica che mi serve per comprimermi l'aria, non credo potr&agrave; mai costare moltissimo perchè non potr&agrave; mai essere discriminata da quella casalinga e tassata come "carburante".<br><br>Per l'idrogeno non parlo per ignoranza, ma non credo che si potr&agrave; "produrre" in casa come l'aria compressa, o sbaglio?</td></tr></table><span id='postcolor'><br>Ciao Viganet,<br><br>concordo con la tua visione dell'aria compressa.<br>Pur con le perdite di rendimenti che ci sono tra compressione<br>e decompressione, rimane a mio avviso il sistema più ecologico<br>e a portata di tutti per un immagazzinamento di energia.<br>Vedrei molto più applicabile il concetto ad un generatore<br>di corrente che ad una automobile, pertanto vorrei avere<br>qualche informazione su questo generatore, anch'esso realizzato<br>(pare) dalla Eolo.<br>Grazie e saluti.<br><br>Vilmo<br><br>

06-02-2005, 12:15
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

</span><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> (orzo-way @ 3/2/2005, 09:09)</td></tr><tr><td id='QUOTE'>A me quel motore-generatore impressiona soprattutto per la sua <br>capacit&agrave; di variare facilmente la quantit&agrave; di corrente senza<br>perdite proprio come una batteria.</td></tr></table><span id='postcolor'><br> Una bomba..di batteria superecologica.<br>Grande potenza e ricarica veloce.<br>Data l'anergia in gioco può sostituire <br>le inquinanti batterie al piombo, del <br>rendimento in questo caso non ce ne <br>può fregar de meno. <br> <br><br><br>Windforce <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'>

11-03-2005, 09:09
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Sul sito ufficiale del gruppo MDI Italia www.eoloenergie.it. ho trovato tante nuove informazioni. Forse si sta smuovendo qualcosa finalmente...<br>1)<br>IN ESCLUSIVA MONDIALE, MDI SVELA IL FUNZIONAMENTO DELLA «CAMERA ATTIVA» E IL NUOVO CICLO TERMODINAMICO DEI SUOI MOTORI<br>2)<br>Mercoledì 19 gennaio 2005 ha avuto luogo a Roma la presentazione in anteprima mondiale del generatore di elettricit&agrave; di emergenza ad aria compressa sviluppato da MDI. Questo evento, organizzato dalla citt&agrave; di Roma e dall’Universit&agrave; «La Sapienza» (Dipartimento di Ingegneria Nucleare e Conversioni di Energia), è stato realizzato grazie all’iniziativa della societ&agrave; Eoloenergie (che ha firmato un contratto di opzione di licenza dei nostri generatori di elettricit&agrave; per il territorio italiano).<br>3)<br>Il giorno 20 Aprile 2005 sar&agrave; presentato a L'Aquila il nuovo modello di trattore industriale ad aria compressa<br><br>ciao a tutti<br><br>Mio <br><br><span class="edit">Edited by Mio - 11/3/2005, 10:29</span>

11-03-2005, 10:55
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Mi piacerebbe che mettessero nero su bianco le cifre del rendimento termodinamico di questo sistema.<br><br>In ogni caso, io ormai ho abbandonato l'idea che le auto ad aria compressa possano essere l'alternativa del futuro. Troppe complicazioni, ingombri, rese basse, parti in moto e cosi' via.<br>Il futuro sta' nelle auto elettriche, nelle batterie di nuova concezione ad altissime prestazioni e capacita', e nella combinazione con motori termodinamicamente *davvero* efficienti (tipo il motore termoacustico) per ricaricare le batterie. Il motore termico a bordo e' pensato essenzialmente per aumentare le autonomie e facilitare la gestione complessiva, ma gia' le nuove elettriche sono una meraviglia.<br><br>Infatti esistono gia' delle auto elettriche perfettamente funzionali per gli usi cittadini: la Bolloré BlueCar, per esempio, abbina ad ampia capienza (capirai, tolti il motore termico, il serbatoio, svariate parti meccaniche...) una autonomia di 250 km e una velocita' di punta di 125 km/h all'occasione. Senza contare le ottime prestazioni alle basse velocita' tipiche di un auto elettrica.<br>Vi giuro che se questa macchina fosse in vendita la comprerei domani. Fa 100 km con un euro di elettricita', capite? Inoltre l'efficienza termodinamica di questa vettura e' tripla rispetto quelle convenzionali: oltre a non inquinare localmente, abbatte anche del 66% l'inquinamento generale. Si guasta con frequenza dieci volte minore (per le poche parti meccaniche, che sono tra' l'altro molto piu' affidabili), ed e' 10 volte piu' sicura (non prendera' MAI fuoco, ne' potra' mai esplodere).<br><br>Saluti <br><br><span class="edit">Edited by Phitio - 11/3/2005, 10:57</span>

eroyka
11-03-2005, 11:19
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Sono assolutamente daccordo con Phitio.<br>Il futuro è nell'elettrico. Ha rendimenti non raggiungibili da nessun'altro motore (nemmeno dalle fuel cell!!!) e può essere accoppiato con altri sistemi.<br><br>Il futuro andr&agrave; sempre più verso ibridi che caleranno in potenza del termico per aumentare la potenza dell'elettrico. Almeno se il buon senso prevarr&agrave; su scopi politico-commerciali.<br><br>E la nascita di batterie molto più potenti sar&agrave; la chiave di volta. Io stò aspettando le batterie a fusione fredda... quelle si che saranno la vera svolta definitiva!<br><br>saluti a voi.<br>Roy

gattmes
11-03-2005, 14:30
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Il presente è invece ibrido...<br>Svegliaaaaaa... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'>

11-03-2005, 17:16
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

<span style='color:green'><span style='color:blue'>Io del generatore non so nulla, ma una cosa posso dire con estrema sicurezza<span style='color:green'> la macchina ad aria compressa gi&agrave; c'è ed è in circolazione in un periodico del 1999 ho trovato questo:</span><br> Automobile a inquinamento zero<br><br>Le automobili sono una delle principali fonti di inquinamento nelle metropoli del mondo. Per risolvere il problema, riferisce il Guardian Weekly di Londra, un ingegnere francese ha inventato una macchina per la citt&agrave; silenziosa e inodore che “funziona ad aria”. L’ingegnere meccanico Guy Nègre ha inventato un motore ad aria compressa. <span style='color:green'>Bastano meno di due dollari di elettricit&agrave; per riempire il suo serbatoio di aria compressa, dopo di che l’automobile può girare per dieci ore nel traffico urbano raggiungendo punte di circa 100 chilometri all’ora. La macchina aspira aria dall’esterno in fase di frenata e, grazie a un sistema di filtraggio al carbone, l’aria che emette è più pulita di quella che aspira. Dopo aver sperimentato decine di veicoli non inquinanti, le autorit&agrave; messicane hanno scelto questa macchina per sostituire gli 87.000 taxi di Citt&agrave; di Messico.</span></span></span>[/FONT][/FONT]

11-04-2005, 12:40
(moderazione. Importato da: Vettura ecologica ad aria compressa EOLO)

Si è nuovamente affacciata la Vettura alimentata ad aria compressa "EOLO" dopo i tentativi del 2001 naufragati a causa di interventi esterni (l'ecologia da fastidio ai grandi e l'aria compressa non paga tasse...), sar&agrave; presentata a Roma a settembre del 2005. <br>Visitate il sito www.eoloenergie.it e www.mdi.lu per avere informazioni, <br>saluti<br><br>Marco <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'>

13-04-2005, 15:57
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Il problema è sottointeso nel tuo stesso post.<br>Ovvero si tratta di informazioni vecchie di 6 anni... un'enormit&agrave; !<br>E nel frattempo che fine ha fatto l'auto ad aria?<br>Aveva insormontabili problemi di funzionamento che ne hanno precluso la messa in vendita, oppure è stata boicottata?

Furio57
13-04-2005, 17:04
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>L'ibrido con il massimo del rendimento al momento, è certamente un motore a combustione interna a regime fisso o semifisso con curva di potenza e coppia ottimali che fa girare un' alternatore, il tutto alimentato magari a biocarburante. I motori di propulsione elettrici possibilmente uno su ogni ruota, multipoli trifase con controllo vettoriale della potenza. In questo modo avremo veramente il massimo dell' efficienza e tecnologia. In un futuro non lontano il gruppo motore endotermico alternatore potr&agrave; essere sostituito da fuel cell, da fusione fredda, da superbatterie,dal meg?, ecc. ecc.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 13/4/2005, 21:45</span>

13-04-2005, 20:29
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Penso che l'unica soluzione praticabile x sostituire il vecchio caro motore endotermico sia la fusione fredda...il meg maaah <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/blink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>Cmq ma davvero Prius e Civic IMA non possono andare a etanolo o metano? Mi pare molto strano! <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/unsure.gif' border='0' valign='absmiddle'>

16-04-2005, 10:01
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

Ciao a tutti,<br>ultime novit&agrave; su AUTO AD ARIA!!!<br>vi avviso che sul numero di aprile della rivista "Automobile" di ACI MONDADORI, c'è un articolo sull'auto ad aria. Sono stati direttamente allo stabilimento della MDI in Francia.<br>Il giornale credo lo puoi trovare in tutti gli uffici Aci oppure provate a chiedere a:<br>Milano Oltre - Palazzo Tiepolo<br>Via Cassanese, 224 - 20090 - Segrate (Milano) <br>Telefono: 0039 02 26937550<br>(indirizzo trovato su internet)<br><br><br>

janvaljan
21-04-2005, 23:01
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

mah...l'unica cosa che ci può dire se un sistema è efficiente o no sono i calcoli. E credo che <a href='http://www.aspoitalia.net/documenti/bardi/eolo.html' target='_blank'>QUI</a> siano fatti abbastanza bene. Date un'occhiata!

25-04-2005, 02:34
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (janvaljan @ 22/4/2005, 00:01)</div><div id='QUOTE' align='left'>mah...l'unica cosa che ci può dire se un sistema è efficiente o no sono i calcoli. E credo che <a href='http://www.aspoitalia.net/documenti/bardi/eolo.html' target='_blank'>QUI</a> siano fatti abbastanza bene. Date un'occhiata!</div></center><br> Sapete dirmi qualcosa del generatore ? chi lo vende?Quell'ing. che ha costruito quest'auto ha seminato il panico nei periodi di F1. E' un mito vivente.<br>Rispetto ad un auto elettrica non si cambiano le batterie. Le bombole non pesano perchè sono in fibra di carbonio.<br>..La fisca parla chiaro per il rendimento.L'energia elettrica come l'energia dell'aria compressa sono energie di prima specie. In teoria si può recuperare tutto quello che si è immagazzinato.In realt&agrave; bisogna vedere quanto il nostro ingegnere è riuscito a riconvertire energia pneumatica in meccanica.<br>Il ciclo a riscaldamenti successivi è una ****ta.<br>Ma avete sentito il video ??? sono poco più di un euro per fare più di 100km. Siamo al livello o meglio delle auto elettriche o mi sbaglio?Ma vi rendete conto cosa vuol dire avere dallo scarico solo aria fredda e filtrata??????<br>Se qualcuno sa dirmi dove trovo il generatore lo faccio comprare al professore così faccio tutte le prove del caso..

27-04-2005, 23:00
(moderazione. Importato da: Vettura ecologica ad aria compressa EOLO)

Mi interessa molto quest'idea, anche perchè tecnicamente i disegni presentati sono interessanti. ma ho dei forti dubbi per quel che riguarda l'autonomia data la scarsa densit&agrave; energetica dell'aria compressa per quel che riguarda il settore dell'auto.<br><br>cito:<br>"400 litri di aria compressa a 300 bar per fornire 12 kW in un’ora"<br><br>in effetti se considero un'espansione isotermica di tale riserva d'aria a 300K tiro fuori 20Kwh, col rendimento dichiarato del 60% si arrivano ai 12 kw/h dichiarati. Ma 400 litri di aria compressa a 300 Bar se non sbaglio non sono circa 150 Kg di aria?<br>E dove lo metto un serbatoio (che resista a 300 bar!) da 400 litri su una macchina? Sull'altro sito si fa vedere un serbatoio da 100 litri per 300 bar in compositi, (35 kg di serbatoio+37 kg di aria compressa) ma questo contiene solo 3Kwh utilizzabili, usando i parametri usati in precedenza. 3Kwh sono più o meno quello che sta in tre o quattro potenti batterie per auto.<br><br>Vedo più promettente il discorso come fonte energetica alternativa e non inquinante per quel che riguarda la generazione in caso di blackout, ossia come "batteria pneumatica" , che mi sembra il core business su cui vi state concentrando a giudicare dal sito. Ma l'accumulazione pneumatica è ancora competitiva con un'accumulazione elettrica (o al limite in idrogeno con processi elettrolitici+fuel cell), considerando i rendimenti non ottimali di compressione ed espansione?<br><br>ciao! <br><br><span class="edit">Edited by Polipone2 - 28/4/2005, 00:03</span>

27-04-2005, 23:28
(moderazione. Importato da: Eolo Auto ad aria compressa)

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (cicciorco @ 11/3/2005, 18:16)</div><div id='QUOTE' align='left'><span style='color:green'><span style='color:blue'>Io del generatore non so nulla, ma una cosa posso dire con estrema sicurezza<span style='color:green'> la macchina ad aria compressa gi&agrave; c'è ed è in circolazione in un periodico del 1999 ho trovato questo:</span><br> Automobile a inquinamento zero<br><br>Le automobili sono una delle principali fonti di inquinamento nelle metropoli del mondo. Per risolvere il problema, riferisce il Guardian Weekly di Londra, un ingegnere francese ha inventato una macchina per la citt&agrave; silenziosa e inodore che “funziona ad aria”. L’ingegnere meccanico Guy Nègre ha inventato un motore ad aria compressa. <span style='color:green'>Bastano meno di due dollari di elettricit&agrave; per riempire il suo serbatoio di aria compressa, dopo di che l’automobile può girare per dieci ore nel traffico urbano raggiungendo punte di circa 100 chilometri all’ora. La macchina aspira aria dall’esterno in fase di frenata e, grazie a un sistema di filtraggio al carbone, l’aria che emette è più pulita di quella che aspira. Dopo aver sperimentato decine di veicoli non inquinanti, le autorit&agrave; messicane hanno scelto questa macchina per sostituire gli 87.000 taxi di Citt&agrave; di Messico.</span></span></span>[/FONT][/FONT]</div></center><br> veramente si tratta dello stesso tizio... che ogni tot anni salta fuori con la sua idea. Sono convinto che i taxi a citt&agrave; del Messico continuino ad andare come prima, dato che di macchine di questo tipo non ne è stata venduta neanche una. Mi ricordo che Quattroruote ne aveva parlato tempo fa, prima provando la macchina (all'inizio si era ghiacciato lo scarico e la macchina non era partita, ma poi andava bene) poi delle vicissitudini legali e imprenditoriali della ditta (che al momento non ricordo nel dettaglio, qualcuno ha una collezione che risale a qualche anno fa?). In sostanza qualcuno aveva comprato una fabbrica in Italia dalla quale non è mai uscito nulla (non voglio dire castronerie vado a memoria!!!). Scusate, ma avete visto le foto della fabbrica? NON C'E' lo straccio di una macchina non dico di una catena di montaggio, ma nemmeno di un'officina! Che senso ha mettere on-line foto di una fabbrica evidentemente vuota???<br><br>Cercherò di studiare il sistema per curiosit&agrave; tecnica meglio, ma penso che la densit&agrave; energetica, nonchè l'efficienza a livello di rendimento di un sistema del genere non regga in confronto ad una soluzione elettrica soprattutto in ottica di sviluppo futuro. Voglio dire una volta che sei arrivato ad avvicinarti ad un'espansione isoterma, non hai più nulla da fare... cosa fai immagazzini a 1000 bar? Impossibile... Se non altro non vanno rinnovate le batterie, anche se penso che dei serbatoi in pressione del genere oltre ad un costo proibitivo abbiano anche una legislazione molto "stretta".<br><br>

26-06-2005, 10:49
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Intendiamo acquistare un'auto ad aria compressa della Eolo (o direttamente in Francia).<br>Qualcuno può darmi qualche indicazione utile? L'ostracismo sull'argomento è incredibile...<br><br>esperantiano

26-06-2005, 15:07
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Intendiamo acquistare un'auto ad aria compressa della Eolo (o direttamente in Francia).<br>Qualcuno può darmi qualche indicazione utile? L'ostracismo sull'argomento è incredibile...<br><br>esperantiano </div></center><br>Ciao esperantiano1 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> ,<br>credo che dovrai pazientare ancora un pò, ca. 7-8 mesi fa avevo letto su un intervento diretto di Guy Negre sul sito ufficiale MDI, nella sezione forum che la commercializzazione di vetture era prevista tra due-tre anni a partire da quella data(si paarla di fine2006 inizio2007). Ora hanno momentaneamente sospeso il forum (problemi di hackeraggio <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' border='0' valign='absmiddle'> ). <br>Puoi contattarli direttamente, il sito ufficiale è <a href='http://www.mdi.lu/' target='_blank'>QUI'</a><br><br><br><br>wpower <br><br><span class="edit">Edited by wpower - 26/6/2005, 16:27</span>

26-06-2005, 19:36
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Ti ringrazio di cuore, vpower, anche se la tua risposta mi addolora.<br><br>Significa che non potremo realizzare il nostro progetto, o almeno che non potremo realizzarlo secondo le modalit&agrave; che desideravamo.<br><br>Forse tu potresti offrirmi dei consigli. Non sono un diretto esperto della materia e apprezzerei moltissimo l'aiuto di chi condivide questo orientamento che caratterizza il gruppo promotore del meg.<br><br>Se hai tempo sarò felice di esporti il progetto. E' sufficiente che mi invii un cenno a ordeno_esperantiana@yahoo.it<br><br>Grazie ancora,<br><br>esperantiano

27-06-2005, 16:46
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (esperantiano1 @ 26/6/2005, 20:36)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ti ringrazio di cuore, vpower, anche se la tua risposta mi addolora.<br><br>Significa che non potremo realizzare il nostro progetto, o almeno che non potremo realizzarlo secondo le modalit&agrave; che desideravamo.<br><br>Forse tu potresti offrirmi dei consigli. Non sono un diretto esperto della materia e apprezzerei moltissimo l'aiuto di chi condivide questo orientamento che caratterizza il gruppo promotore del meg.<br><br>Se hai tempo sarò felice di esporti il progetto. E' sufficiente che mi invii un cenno a ordeno_esperantiana@yahoo.it<br><br>Grazie ancora,<br><br>esperantiano</div></center><br><br><br>HaI un pvt (se necessiti di qualche info particolare posta direttamente qui , ci sono persone molto più preparate di me che sicuramente sapranno dirti a riguardo del tuo problema).<br><br><br>wpower <br><br><span class="edit">Edited by wpower - 27/6/2005, 17:47</span>

04-07-2005, 11:14
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Il nuovo sito italiano di Eolo è il seguente<br>www.eoloenergie.it<br>

05-07-2005, 09:58
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Grazie Mippy76!!!<br><br>esperantiano

14-07-2005, 10:54
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (wpower @ 26/6/2005, 16:07)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ora hanno momentaneamente sospeso il forum (problemi di hackeraggio <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' border='0' valign='absmiddle'> ). <br></div></center><br> Si, come no...

14-07-2005, 18:02
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (wpower @ 26/6/2005, 16:07)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ora hanno momentaneamente sospeso il forum (problemi di hackeraggio &nbsp;). <br></div></center><br><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (f(x)14/07/2005 @ 11:54)</div><div id='QUOTE' align='left'>Si, come no...</div></center><br>Speigati meglio...<br><br><br><br>wpower

14-07-2005, 18:43
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (wpower @ 14/7/2005, 19:02)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (wpower @ 26/6/2005, 16:07)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ora hanno momentaneamente sospeso il forum (problemi di hackeraggio &nbsp;). <br></div></center><br><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (f(x)14/07/2005 @ 11:54)</div><div id='QUOTE' align='left'>Si, come no...</div></center><br>Speigati meglio...<br><br><br><br>wpower</div></center><br> Se ti riferivi al sito ufficiale di eolo auto, non credo che il forum sia stato sospeso per problemi di hackeraggio. E' semplicemente sparito da un giorno a un altro, il sito, da quanto ne so io. Ma potrei sbagliarmi. Se avessi ragione, però, credo ci sia sotto qualcos'altro.

15-07-2005, 11:29
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Eh, ma un finanziere non dovrebbe parlare così! :-P

dandb
18-07-2005, 21:38
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (esperantiano1 @ 26/6/2005, 11:49)</div><div id='QUOTE' align='left'>Intendiamo acquistare un'auto ad aria compressa della Eolo (o direttamente in Francia).<br>Qualcuno può darmi qualche indicazione utile? L'ostracismo sull'argomento è incredibile...<br><br>esperantiano</div></center><br> è un po che non mi faccio sentire su questo forum ....perchè ho tante idee.<br><br>ultimamente sono icappato anche io in eolo ma perchè provvenivo da una ricerca indipendente.<br><br><br>Come alcuni sanno ho intenzione di creare un veicolo alternatico il cui progetto si chiama V-CREA<br>ossia veicolo a conservazione e recupero energetico ambientale.<br><br><br>insomma dopo aver proceduto sulla strada del solare che ancora percorro mi sono imbattuto nel problema fattore C<br><br>ossia conservazione energetica e qui casaca l'asimo perchè questo è il problema di base dei veicoli alternativi, cioè<br><br>della foente energetica e di conseguenza di come accumularla.<br><br>le batterie non sono gradite!<br><br>e tutti sanno perche , sono pesanti allo stato attuale della tecnologia hanno una densit&agrave; di energia bassa e comunque sono sempre inquinanti.<br><br>quindi come scritto nell'ultimo carattere dell'ultima riga (ho scritto punto [.] )........battuta!<br><br>si ma è pero perchè ero al punto e a capo senza parafrasare poi è erravita l'idea di utilizzare aria compressa e tecnicamente è stato possibile costatare che tecnicamente è una soluzione valida perche dal punto specifico si pone a met&agrave; strada tra la benzzina e le batterie ed.....eccomi qua a parlare di eolo.<br><br>come voi sapete io sono drastico e vi dico subito che quella soluzione è fattibile e utilizzabile subito.<br><br>ma ci sono due problemi.<br><br>non se ne vedra mai una in circolazione prima di 25 anni o forse mai oppure dovranno inventare un balzello .......<br><br>perchè.........perche la ricarica te la fai te da casa a costo zero!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!<br><br>e cio purtroppo non mi sembra in linea con le linee politiche economiche in auge diciamocelo pure MISTIFICATORIE!!!!!!!!!!!!!<br><br><br>a presto.<br><br>quindi non la compro ne costruisco una su misura con degli appropriate modifiche cioè allegerita e con <br><br>un nuovo concetto il V-CREA il che presuppone che un veicolo alternativo non debba essere necessariamente essere paragato ai veicoli tradizionali con cui si sgomma e si fa lo sborone!!!!!!!!!!!!!!<br><br>ciò significa che che il veicolo alternativo va progettato massimizando la funzionalit&agrave; dello spostamento rinunciando alle comodit&agrave; sedili in pelle vetri ruote grosse e tante cose altre che non sto ad elencare se è gi&agrave; ghiaro il concetto che mi vogliate passare.

19-07-2005, 11:39
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

La Eolo e' termodinamicamente molto sconveniente come auto. Come sistema di recupero energetico per fonti discontinue, ci sono metodi molto piu' efficienti che riempire e svuotare una bombola di aria compressa. Il problema dellla compressione e decompressione dell'aria, e degli scambi termici connessi, chissa' perche', sembra siano sempre ignorati... mah.<br><br><br>

dandb
20-07-2005, 16:39
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

punto numero 1 il motore esiste gi&agrave; è dicono che ha un rendimento del 70% <br><br>punto 2 a me interessa solo accumulare energia e questo è un buon sistma<br><br>tu dirai be poi bisogna usarla e non ha senso trasformarla in eletrico e poi usarla perchè ogni passagio perde rendimento!<br><br><br>ma è anche vero che c'è modo e modo di usare l'aria compressa.<br><br>il problema di fondo è che non si può pensare di usare il ciclo di espansione dell'aria in modo analogo o comparativo ai cicli termici pechè quelli sfruttano in più una densit&agrave; di energia specifica 10 volte superiore che è l'energia contenuta nel combustibile.<br><br>se non si vuole usare i combustibili tradizionali o quelli ppartenenti alla catena del petrolio non bisogna semplicemente usarli e basta è quindi necessario anche un cambio sostanziale di concetto nell'uso dell'energia proprio perchè fino a quando non si trovano mezzi ad alta energia specifica occorre semplicemente ridurre i consumi dei veicoli tradizionali che quindi diventano il primo principio dei veicoli alternativi

dandb
20-07-2005, 16:51
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Phitio @ 19/7/2005, 12:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>La Eolo e' termodinamicamente molto sconveniente come auto. Come sistema di recupero energetico per fonti discontinue, ci sono metodi molto piu' efficienti che riempire e svuotare una bombola di aria compressa. Il problema dellla compressione e decompressione dell'aria, e degli scambi termici connessi, chissa' perche', sembra siano sempre ignorati... mah.</div></center><br> a differenza della tecnologia ad idrogeno che si spende energia per comprimere il gas <br><br>qui nel caso dell'aria non è una reale spesa perchè non si fa altro che immagazinare energia ciòe la stessa energia che è spesa per mettere l'aria nel contenitore ad alta pressione viene poi fornita durante l'espansione.<br><br>ma qui bisogna intendersi su due questioni<br><br>l'espansione deve essere graduale cioè a bassa velocit&agrave; per impedire il raffreddamento ma sopratutto perche corrisponde ad una espansione a salti multipli cioe a più stadi o micro espansioni che determinano di fato una espansione quasi teorica.<br><br><br>allora si capisce che il motore attuale della eolo non soddisfa a queste ipotesi infatti si hanno salti di 40Kpa e velocit&agrave; di espansione elevate corrispondenti alle velocit&agrave; di rotazioni.<br><br>insomma qui casca l'asino nel senso che comuque tutto va bene ma non è quello che ci si prefigge.......sempre che c'è lo si voglia prefiggere.<br><br><br>ma tali incongruenze nascono da un errore di fondo molto grave ossia che sia indispensabile necessitare di elevate potenze sempre nell'ottica consumistica.<br><br><br>è ovvio che è necessario pensare ad una progettazione finalizzata essenzialmente alla ottimazione del processo di espansione a basse velocit&agrave; e a basse potenze e con l'obbiettivo pero di usare tali potenze con razionalit&agrave; e parsimonia non come neglia ttuali veicoli in cui si pensa solo a pigiare sull'accelleratore almeno tutte quelle volte che non si è appisolati in coda!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!

20-07-2005, 16:53
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando

20-07-2005, 17:00
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 17:51)</div><div id='QUOTE' align='left'>l'espansione deve essere graduale cioè a bassa velocit&agrave; per impedire il raffreddamento ma sopratutto perche corrisponde ad una espansione a salti multipli cioe a più stadi o micro espansioni che determinano di fato una espansione quasi teorica.<br></div></center><br>Basta utilizzare un tubo di Hilsh.<br><br>Comunque ora stanno provando a trovare finanziamenti per produrre un nuovo tipo di motore, lo chiamano Bi-fuel; in pratica brucia (senza bruciare) un caburante, con il calore prodotto utilizzando un motore simil stirling si produce aria compressa.<br><br>Praticamente un motore ibrido con efficenze simil Prius.<br><br>Ritorno alle origini... eh GIA'!!!! <br><br><span class="edit">Edited by Armando de Para - 20/7/2005, 18:14</span>

dandb
20-07-2005, 17:16
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Phitio @ 19/7/2005, 12:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>La Eolo e' termodinamicamente molto sconveniente come auto. Come sistema di recupero energetico per fonti discontinue, ci sono metodi molto piu' efficienti che riempire e svuotare una bombola di aria compressa. Il problema dellla compressione e decompressione dell'aria, e degli scambi termici connessi, chissa' perche', sembra siano sempre ignorati... mah.</div></center><br> sono curioso di sapere quale sia il sistema di repuro di energia discontinua che tu hai in mente.<br><br>tenendo presente che trattandosi di energia meccanica l'aria compressa è difatti il sistema meccanico più diretto che condure a ciò<br><br>anche i mezzi meccanici a molla sto trattando ma i punti sono:<br><br>2 come al solito<br><br>il sistema di recupero deve essere flessibile cioè adattarsi a diverse potenze e a frequenze di utilizzo elevate e dicontinue.<br><br>inoltre non bisogna dimenticare che l'energia meccanica che è la fonte iniziale deve essere contenuta in un "serbatoio" ad elevata densit&agrave; specifica in funzione del peso e attualmente i sistemi di accumulo sono solo si fa per dire<br><br>chimico:<br>batterie al piombo 0,03Kwh/kh<br>o al litio 0,130Kwh/Kg<br>idrogeno 30Kwh/Kg<br><br><br>ossia no esistono sistemi meccanici se si escludono quindi l'aria compressa e le molle che tuttavia non sono ancora state realmente utilizzate.<br><br><br>in pratica il progetto V-CREA ha lo scopo secondo il fattore [R] (recupero) di recuperare essenzialmente l'energia meccanica in frenata<br><br>tale obbiettivo ovviamente va giustamente inquadrato e posizionato come ripeto all'interno di un progetto funzionale a misura quindi per veicoli a massima efficenza e quindi a bassa potenza.<br><br>Io penso infatti ed è questo l'essenza l'anima del progetto che se gi&agrave; tutte le auto avessero un sistema di frenatura a recupero di energia gi&agrave; si otterrebbero notevoli aumenti di rendimento e quindi consumi inferiori sopratutto in funzione dell'inquinamento che provocano.<br><br>Ma questo ovviamente è pura fantasia al momento perchè contrario alle politiche economiche consumistiche.<br><br>inoltre finche non ci saranno le auto ibride non è possibile avvicinarsi minimamente a tale concetto perchè solo in tale condizione attraverso un processo che comunque considero a rendimento inferiore si può recuperare l'energia meccanica in eletrrica.<br><br>ma ciò secondo me ripeto non è efficente e possibile allo stato attuale perchè le limitazioni delle batterie in temini economici (quelle al litio) di peso e volume (quelle al piombo, oltre che inquinanti) hanno in generale limiti in termini di ciclo di utilizzo e di flessibilit&agrave; di potenza<br><br>invece un serbatotio d'aria lo scarico d'aria o lo ricarico all'infinito (finche la bombola no marcisce per ossidazione o esplode per fatica, ma è una questione meccanica) con energie specifiche sufficienti a soddisfare potenze piccole ma sufficienti per veicoli non tradizionali soprattutto concettualmente a elevata efficenza e sostanzialmente con una flessibilit&agrave; o modualzione di potenza soddisfacente ciò a garantire le condizioni di frenata. <br><br>In attesa che qualcuno politico o azienda (fiat) in primis abbandoni l'idea che per vivere bisogna vendere il culo lavorando per arricchire i soliti ignoti e che i soldi quadagnati servono a pagare benzine gas bollette elettriche<br>........bhe nel frattenpo si può dire con assoluta certezza anche in opposizione a chi lo nega con semplicistiche controindicazioni che..... i veicoli ad aria compressa sono utilizzabili.<br><br><br><br>Ps ovviamente se non mettono le pompe di aria compressa al posto delle pompe di benzina è ovvio che non possono andare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!<br>

dandb
20-07-2005, 17:20
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando</div></center><br> l'hai provata?

dandb
20-07-2005, 17:22
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:20)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando</div></center><br>l'hai provata?</div></center><br> aggiungo: però non inquina e se il rendimento è edl 18% è superiore al rendimento delle auto tradizionali<br><br>quindi è comunque vantaggiosa ..........sorry capisco non per il sistema economico ed in generale per il sistema<br><br>

20-07-2005, 17:24
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:16)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ps ovviamente se non mettono le pompe di aria compressa al posto delle pompe di benzina è ovvio che non possono andare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!</div></center><br> Per il momento mi accontenterei di usare questi motori a combustione con efficienze superiori al 80% <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>www.regtech.com <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Armando

dandb
20-07-2005, 17:28
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:20)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando</div></center><br>l'hai provata?</div></center><br> in assoluto io non uso l'automobile perchè come gi&agrave; molti sanno non voglio finanziare le guerre e inquinare il mondo<br><br>quindi vado in giro in bicicletta anche se ogni giorno devo fare 25 km per andare a milano e 25 per tornare.<br><br><br>be se comprero un'auto sara sicuramente ad aria compressa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!<br><br><br>per tutti quelli che usano le auto trdizionali sono sicuro che risultera un concetto molto ostico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!<br><br><br>ma ho gi&agrave; lanciato la sfida e ho gi&agrave; detto chi da domani rinuncia a usare l'auto? in senso assoluto diro e in modo incondizionato,<br><br>ripeto anche come forma di protesta o meglio di presa di posizione sostanziale nei confronti delle varie querre sparse per il mondo<br><br>la cui causa è anche e sopratutto la necessita esosa di energia e petrolio dei paesi occidentali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!!!!!

20-07-2005, 17:31
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:20)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando</div></center><br>l'hai provata?</div></center><br> Ho fatto un giretto a Nizza e dintorni, sono andato a litigare, indovina un po con chi???<br>Hai capito bene, non chiedermi altro, non posso dirti altro....<br><br>Lascia perdere la Eolo, è tempo perso!!!<br><br>Concentrati sul concetto che hai espresso e trova altre soluzioni che ci sono....<br><br>Informati sul Quasiturbine, mi dicono che sia molto interessante e non abbia i problemi del motore della Eolo che in verit&agrave; altro non è che un motore tradizionale con un 20% di meccanica in più (se funzionasse avrebbe un 20% di possibili rotture in più), mentre il Quasiturbine è tutta un'altra storia.......

dandb
20-07-2005, 17:32
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:24)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:16)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ps ovviamente se non mettono le pompe di aria compressa al posto delle pompe di benzina è ovvio che non possono andare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!</div></center><br>Per il momento mi accontenterei di usare questi motori a combustione con efficienze superiori al 80% <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>www.regtech.com <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Armando</div></center><br> le citazioni sono belle ma dire che un motore a combustione interna ha un rendimento dell'80% con tutto il rispetto di chi scrive qui e in generale sopratutto nel rispetto della fisica e dell'inteligenza è pura sciocchezza .........................................<br><br><br>e solitamente sono pesante ma preferisco non infierire ulteriormente.

dandb
20-07-2005, 17:36
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:31)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:20)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando</div></center><br>l'hai provata?</div></center><br>Ho fatto un giretto a Nizza e dintorni, sono andato a litigare, indovina un po con chi???<br>Hai capito bene, non chiedermi altro, non posso dirti altro....<br><br>Lascia perdere la Eolo, è tempo perso!!!<br><br>Concentrati sul concetto che hai espresso e trova altre soluzioni che ci sono....<br><br>Informati sul Quasiturbine, mi dicono che sia molto interessante e non abbia i problemi del motore della Eolo che in verit&agrave; altro non è che un motore tradizionale con un 20% di meccanica in più (se funzionasse avrebbe un 20% di possibili rotture in più), mentre il Quasiturbine è tutta un'altra storia.......</div></center><br> visto che è meglio non perdere tempo e energie in polemiche anche perche se è vero che espremo un sostanziale pensiero positivo verso la eolo e anche vero che sono deluso e incazzato perchè di fatti la politica che ne ha seguito non ha fatto altro che screditare in generale il vasto mpndo delle alternative.<br><br>quindi una rivalutazione e necessaria .<br><br><br>cos'e sta storia delle turbine?<br><br>puoi essere più preciso, hai un link, in barba alla legge di quel cornutazzo di gasparri?

20-07-2005, 17:44
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:32)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:24)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:16)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ps ovviamente se non mettono le pompe di aria compressa al posto delle pompe di benzina è ovvio che non possono andare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!</div></center><br>Per il momento mi accontenterei di usare questi motori a combustione con efficienze superiori al 80% <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>www.regtech.com <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Armando</div></center><br>le citazioni sono belle ma dire che un motore a combustione interna ha un rendimento dell'80% con tutto il rispetto di chi scrive qui e in generale sopratutto nel rispetto della fisica e dell'inteligenza è pura sciocchezza .........................................<br><br><br>e solitamente sono pesante ma preferisco non infierire ulteriormente.</div></center><br>Puoi essere pesante quanto vuoi, basta leggere, documentarsi, studiare, informarsi, ricercare le pubblcazioni tecniche eventualmente anche qualche relazione grigia e alla fine prendere l'aereo e andare a toccare con mano.<br>Sono cose che io faccio tutti i giorni. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao<br>Armando<br><br>ripeto il link : www.regtech.com vai a vedere, scarica i documenti, i filmati ecc, poi commentiamo assieme... <br><br><span class="edit">Edited by Armando de Para - 20/7/2005, 18:46</span>

dandb
20-07-2005, 17:46
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:31)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:20)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Punto uno; ha un rendimento del 18% circa alla ruota<br>Punto due; non è un buon sistema..........<br><br>Parlo per esperienza e non per cose lette in giro, acqua in bocca.<br>Armando</div></center><br>l'hai provata?</div></center><br>Ho fatto un giretto a Nizza e dintorni, sono andato a litigare, indovina un po con chi???<br>Hai capito bene, non chiedermi altro, non posso dirti altro....<br><br>Lascia perdere la Eolo, è tempo perso!!!<br><br>Concentrati sul concetto che hai espresso e trova altre soluzioni che ci sono....<br><br>Informati sul Quasiturbine, mi dicono che sia molto interessante e non abbia i problemi del motore della Eolo che in verit&agrave; altro non è che un motore tradizionale con un 20% di meccanica in più (se funzionasse avrebbe un 20% di possibili rotture in più), mentre il Quasiturbine è tutta un'altra storia.......</div></center><br> la necessit&agrave; di avvicinarsi ai concetti delle turbine apre un mondo molto serio.<br><br>infatti interessarsi di aria copressa quando si superano le pressioni di 200bar e quando necessariamente ci sono in gioco delle velocit&agrave; oltre che acqua infatti l'aria in generale ha un contenuto di vapore acqueo.......<br><br>aggrava e rende tutto molto più complicato.<br><br>questa complicatezza nasce dal fatto che credo non esistono studi approfonditi effettuati dall'industria in questo campo <br><br>anche perchè se si pensa che lo standard dei recipienti in pressione è di 200bar fa capire come mai sia mai stato preso in considerazioni tali problematiche.<br><br>ovviamente le alte pressioni sono state trattate prevalentemente dall'industria aeronautica ma con altre necessiata altre problematiche e comunque sempre a braccetto con lo studio delle turbine a gas quindi inserito del contesto dello sfruttamento dei combustibili.<br><br>aprire un studio sullaria copressa edel suo utilizzo alle alte pressioni credo che sia un campo un po inesplorato e forse è anche questo il motivo che eolo ha avuto un stop brusco forse e necessario come molti dicono uno studio approfondito della dinamica dei fenomeni.<br><br>ma secondo me è importante basare il lavoro proprio finalizzato a acumulare e poi utilizzare energia che deve essere recuperata sopratutto in qui settori del veicolo che attualmente rappresentano dei serbatoi aperti di energia.

dandb
20-07-2005, 17:49
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:44)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:32)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:24)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:16)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ps ovviamente se non mettono le pompe di aria compressa al posto delle pompe di benzina è ovvio che non possono andare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!</div></center><br>Per il momento mi accontenterei di usare questi motori a combustione con efficienze superiori al 80% <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>www.regtech.com <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Armando</div></center><br>le citazioni sono belle ma dire che un motore a combustione interna ha un rendimento dell'80% con tutto il rispetto di chi scrive qui e in generale sopratutto nel rispetto della fisica e dell'inteligenza è pura sciocchezza .........................................<br><br><br>e solitamente sono pesante ma preferisco non infierire ulteriormente.</div></center><br>Puoi essere pesante quanto vuoi, basta leggere, documentarsi, studiare, informarsi, ricercare le pubblcazioni tecniche eventualmente anche qualche relazione grigia e alla fine prendere l'aereo e andare a toccare con mano.<br>Sono cose che io faccio tutti i giorni. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao<br>Armando<br><br>ripeto il link : www.regtech.com vai a vedere, scarica i documenti, i filmati ecc, poi commentiamo assieme...</div></center><br> se veramente tu fai tutto questo e poi ti limiti a dare giudizi personali senza esporre la documentazione che tu dici con i relativi tuoi commenti in merito ale questioni tecniche....................<br><br>bhe allora mi sembri come quei politici che sventolano i simboli e le ideologie senza difatti assumersi responsabilit&agrave; reali.

dandb
20-07-2005, 18:35
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:44)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:32)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 20/7/2005, 18:24)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:16)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ps ovviamente se non mettono le pompe di aria compressa al posto delle pompe di benzina è ovvio che non possono andare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!</div></center><br>Per il momento mi accontenterei di usare questi motori a combustione con efficienze superiori al 80% <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>www.regtech.com <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Armando</div></center><br>le citazioni sono belle ma dire che un motore a combustione interna ha un rendimento dell'80% con tutto il rispetto di chi scrive qui e in generale sopratutto nel rispetto della fisica e dell'inteligenza è pura sciocchezza .........................................<br><br><br>e solitamente sono pesante ma preferisco non infierire ulteriormente.</div></center><br>Puoi essere pesante quanto vuoi, basta leggere, documentarsi, studiare, informarsi, ricercare le pubblcazioni tecniche eventualmente anche qualche relazione grigia e alla fine prendere l'aereo e andare a toccare con mano.<br>Sono cose che io faccio tutti i giorni. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao<br>Armando<br><br>ripeto il link : www.regtech.com vai a vedere, scarica i documenti, i filmati ecc, poi commentiamo assieme...</div></center><br> spiacente ma devi avere pazienza io l'inglese non lo digerisco!<br><br>prova a spiegarlo con le tue parole .....tipo<br><br>di casa si tratta e cosa fa e a cosa potrebbe essere utile?

21-07-2005, 10:02
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dandb @ 20/7/2005, 18:49)</div><div id='QUOTE' align='left'>se veramente tu fai tutto questo e poi ti limiti a dare giudizi personali senza esporre la documentazione che tu dici con i relativi tuoi commenti in merito ale questioni tecniche....................<br><br>bhe allora mi sembri come quei politici che sventolano i simboli e le ideologie senza difatti assumersi responsabilit&agrave; reali.</div></center><br> Tu dici?<br>Hai ragione, scusa se sono intervenuto nella questione Eolo, non accadr&agrave; più.....<br>Buona giornata<br>Armando

mother
16-08-2005, 17:28
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Entro anch'io nella discussione.<br>Ho seguito il caso eolo auto su un altro forum: www.p2pforum.it entrate nel forummo e dovreste trovare la discussione di qualche mese fa e mi son limitato a prendere i dati forniti dalla MDI e fare considerazioni con i dati che l'azienda ha fornito.<br>Lo trovate cercando fra i miei messaggi...anche lì son registrato come mother.<br><br>Risultato: do ragione a chio vede nel caso eolo auto una truffa (zeusnews) o quanto meno una cosa non realizzabile.<br>Cercando meglio è venuto fuori che lo sviluppo dell'auto della MDI è passato di mano a suon di milioni ben 3 volte da MDI a eolo a eoloitalia...ora tutto sembra fermo a eoloitaia e i dipendenti che dovevano fare le vetture (una decina di operai per i milioni di richieste da tutto il mondo?!...mah...) in cassa integrazione.<br>I brevetti di questo portentosissimo motore sono ben 26...ora cosa abbiano brevettato su delle semplici espansioni isoterme su pistone sfugge ai + che se ne intendono di fisica elementare...<br><br>Comunque il risultato dei calcoletti svolti su p2pforum è che anche se assumete una espansione adiabatica teorica con azoto invece che aria (togliendo tutte le resistenze eccetto la resistenza allo pseudoscorrimento...altrimenti come procede il veicolo...) i tanto paventati 150 Km non li raggiungete...a malapena si raggiungono una ventina di Km.<br>(W=P*V/(1-gamma))<br>Trascurando: resistenza areodinamica, velocit&agrave; ridottissime, ricarica di 4 ore con compressore a 5 cavalli e 87 decibel, resistenza al perso e varie altre resistenze accidentali (resitenza in curva riesistenze dovute a accelerazioni decelerazioni...) trascurando che l'espansione del gas congela il vapore acqueo e quindi dopo pochi minuti si grippa tutto il motore, trascurando che inizialmente la pressione è massima nel volume, ma poi si riduce mantenendo il volume della bombola (cosa che riduce notevolmente le distanza percorribili) ed infine si trascura il volume e la pressione finale di espansione(a favore del lavoro che compirebbe l'espansione).<br>Insomma anche solo guardando i rendimenti paventati sul pdf della MDI si capisce che c'è qualcosa che non va. Lì viene messo in effetti la produzione dell'energia con le perdite in modo tale da dedurre il rendimento.<br>La eolo auto ha unrendimento del 18% come l'auto elettrica.<br>Ora sfugge un aspetto notevole a riguardo: la eolo auto invece che caricare direttamente una batteria passa per il compressore, e le perdite del compressore son valutate come nulle (compressore a resa del 100%)...è giusto questo?!<br>Se il comrpessore avesse una resa minore si avrebbe che la eolo auto avrebbe un rendimento minore di quella elettrica.<br>Insomma se ci son 26 brevetti per un unico motore forse ci si dovrebbe accorgere che la questione è proprio questa.<br>Un brevetto costa mantenerlo, ma se si riesce a convincere un industriale che si ha in mano la pietra filosofale, lo si può vendere per milioni. Se poi i risultati non sono come prospettati, cavoli dell'industriale che si è fatto abbindolare....rimane comunque il fatto che a quel punto all'industriale conviene di + rivenderlo piuttosto che fare causa perdendo altri soldi...ergo per cui MDI, poi eolo, poi eoloitalia...poi magari qualcuno che sostiene tale sistema su questo topic...se davvero ci credi investici sopra denaro ed acquista i brevetti.<br><br>Un saluto, mother.<br><br>PS. piccola aggiunta, chi vive nel guadagno, coloro che alcuni chiamano "i soliti potenti" vedono di buon occhio soluzioni che fanno gola alla gente, poichè le vendono meglio. Purtroppo tali truffe non fanno altro che far pensare alla gente quello che volgiono credere, e cioè che il mondo è una schifezza (inquinamento, petrolio, ecc...) identificando in poche persone le colpe di questo e scaricando a loro la colpa di tutto. La realt&agrave; è che internet non fa altro che amplificare a dismisura tali cose, poichè una volta che viene fuori una voce che la gente ama sentirsi dire questa diviene inarrestabile e così per esempio il caso eolo auto per i + è un caso di privazione di una tecnologia ecologica, in realt&agrave; questa discussione in cui si fa notare che è una bufala non verr&agrave; mai diffuso fra chat forum o blog, poichè non è questo quello a cui si vuole credere....<br>Purtroppo non si vuole credere sempre alla scienza...

17-08-2005, 11:53
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Tutto giusto!!!<br>Un particolare, i soldi che sono stati incassati fino ad oggi sono soldi pubblici, almeno una gran parte, mi correggo!!!<br><br>Ciao a tutti <br>Armando

mother
17-08-2005, 17:59
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

"Un particolare, i soldi che sono stati incassati fino ad oggi sono soldi pubblici, almeno una gran parte, mi correggo!!!"<br><br>Buona questa...lo sospettavo ma non ne ho mai trovato le prove....o qualcuno che lo affermasse.<br><br>Son contento di trovare anti-disinformatori.<br><br>ciauz

17-08-2005, 18:21
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mother @ 17/8/2005, 18:59)</div><div id='QUOTE' align='left'>"Un particolare, i soldi che sono stati incassati fino ad oggi sono soldi pubblici, almeno una gran parte, mi correggo!!!"<br><br>Buona questa...lo sospettavo ma non ne ho mai trovato le prove....o qualcuno che lo affermasse.<br><br>Son contento di trovare anti-disinformatori.<br><br>ciauz</div></div><br> Lo sospettavi???<br><br>Per caso conosci un imprenditore Italiano disposto ad investire in nuova tecnologia propri soldi?<br><br>Scusa, ma imprenditori in Italia non ne ho mai conosciuti, veri imprenditori, quelli che creano impresa da un'idea con i propri soldi!!!<br><br>Se l'Europa mette a disposizione una certa somma di denaro a fondo perduto anche solo al 50%, stai pur certo che alla fine è il 150% che viene dato.. funziona così e purtroppo continuer&agrave; ad essere così ancora per molto.... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' alt='alien.gif'> <br><br>Non sono un anti-disinformatore, sono un anti-anti-anti-anti(n)-disinformatore... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'> <br><br>Complimenti ancora per quanto hai scritto più sopra <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/rolleyes.gif' alt='rolleyes.gif'> , hai capito in pieno il problema...<br><br>Ciao<br>Armando<br><br>

mother
19-08-2005, 11:27
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Lo sospettavi???<br><br>Per caso conosci un imprenditore Italiano disposto ad investire in nuova tecnologia propri soldi?<br><br>Scusa, ma imprenditori in Italia non ne ho mai conosciuti, veri imprenditori, quelli che creano impresa da un'idea con i propri soldi!!!</div></div><br>Beh uno ci sarebbe, solo che non lo si sa...fanno + scalpore quelli che usano il 150% su 50% di investimenti a fondo perduto (la cosa incredibile è che anche l'umanitarioato si basa sui fondi a perdere...ed in effetti è pieno di aziende cooperative che investono nell'umanitariato...)<br><br>L'Italiano che ha investito parte del suo capitale per fare un'azienda è quel menager che in 2 anni ha aperto un'azienda ed ottenuto l'appalto per la fornitura dei 4 supertubi del progetto di Calatrava per lo stadio di Atene costruito dalla Cimolai con la collaborazione dello studio Romaro.<br><br><a href='http://www.campiello.it/hsh/atene01.htm' target='_blank'>http://www.campiello.it/hsh/atene01.htm</a><br><br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Se l'Europa mette a disposizione una certa somma di denaro a fondo perduto anche solo al 50%, stai pur certo che alla fine è il 150% che viene dato.. funziona così e purtroppo continuer&agrave; ad essere così ancora per molto.... alien.gif<br></div></div><br>Il bello è che l'europa il denaro lo genera in gran parte dalle multe....mah...

maurjzjo
22-08-2005, 00:26
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

A questo sito vendono auto ad aria compressa: <br><br><a href='http://www.theaircar.com/models.html' target='_blank'>http://www.theaircar.com/models.html</a><br>

AlessandroTesla
22-08-2005, 13:27
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (maurjzjo @ 22/8/2005, 01:26)</div><div id='QUOTE' align='left'>A questo sito vendono auto ad aria compressa: <br><br><a href='http://www.theaircar.com/models.html' target='_blank'>http://www.theaircar.com/models.html</a></div></div><br> Se leggi bene le FAQ è sempre lo stesso Guy Negre che la mena con la sua auto ad aria compressa ma DI FATTO chi ha visto la produzione in serie? Inoltre l'efficienza di una auto si può sì migliorare alleggerendo la carrozzeria ma non si può basare solo su quello.<br>Calda, fritta, al forno o pasticciata sempre di polenta si tratta, e se il modello non viene industrializzato e commercializzato è perchè loro stessi sanno che non sarebbe altro che un FLOP commerciale...

maurjzjo
22-08-2005, 13:44
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (AlessandroTesla @ 22/8/2005, 14:27)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Calda, fritta, al forno o pasticciata sempre di polenta si tratta, e se il modello non viene industrializzato e commercializzato è perchè loro stessi sanno che non sarebbe altro che un FLOP commerciale...<br></div></div><br><br></div></div><br> ..... o magari non hanno sufficienti finanziamenti ed investitori che hanno creduto alla loro idea.<br><br><br><br>I prototipi li hanno realizzati , le dimostrazioni le hanno fatte negli autosaloni e tutti ne hanno visto il funzionamento.<br><br><br>

mother
22-08-2005, 14:33
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

..... o magari non hanno sufficienti finanziamenti ed investitori che hanno creduto alla loro idea.<br>-----------------------------------------------------------------------------------------------<br>o magari si son beccati i finanziamenti andando in attivo e poi hanno ceduto i breventti andando ancora + in attivo ed ora che ha comprato porta avanti la truffa.<br>Ti faccio una domanda di fisica:<br>secondo te l'energia si:<br>1) crea <br>2) distrugge<br>3) dissipa<br>4) trasforma<br>5) altro<br><br>Scegli.<br>-----------------------------------------------------------------------------------------------------<br>I prototipi li hanno realizzati , le dimostrazioni le hanno fatte negli autosaloni e tutti ne hanno visto il funzionamento.<br>---------------------------------------------------------------------------------------------------<br>Per quanti secondi ne hanno visto il funzionamento? non 40 secondi come nei video.<br>Le hanno visto correre per 10 ore senza produzione di ghiaccio confermata dalla teoria della termodinamica?<br>Hanno spiegato perchè applicando una adiabatica con i dati forniti + approssimazioni non si ottiene l'energia che si ottiene con la loro isoterma e che dicono?<br>Hanno dato la possibilit&agrave; di capire se c'era un motore elettrico che permetteva di procedere?<br>Hanno spiegato il bilancio energetico? Per esempio alla Eolo Italia che ha comprato il brevetto dalla Eolo che l'ha comprato dalla MDI affermano di spendere 5.5 KW per 4 ore di caricamento e di ottenre 12 KW per 10 ore di corsa su strada. Hanno spiegato come riescono a fare questo?<br>Perchè non producono macchine e stanno studiando forme ibride? se la macchina va gi&agrave; a 200 Km che bisogno c'è di farla andare a motore ibrido per fare 500 600 Km? 1) non farò mai 500 Km tutti in una volta senza spostare + bagagli di quanti potrebbe trasportarne senza influire sul peso 2) ibrido inquina, poichè potrebbe andare a disel.<br><br><br>Ciao.

AlessandroTesla
22-08-2005, 16:27
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (maurjzjo @ 22/8/2005, 14:44)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (AlessandroTesla @ 22/8/2005, 14:27)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Calda, fritta, al forno o pasticciata sempre di polenta si tratta, e se il modello non viene industrializzato e commercializzato è perchè loro stessi sanno che non sarebbe altro che un FLOP commerciale...<br></div></div><br><br></div></div><br>..... o magari non hanno sufficienti finanziamenti ed investitori che hanno creduto alla loro idea.<br><br><br><br>I prototipi li hanno realizzati , le dimostrazioni le hanno fatte negli autosaloni e tutti ne hanno visto il funzionamento.</div></div><br> Ma scusa la domanda, tu compreresti la EOLO?<br>Io no, in citt&agrave; uso i mezzi (la metropolitana non ha rivali in termini di costi e velocit&agrave;), fuori un auto che mi permetta di affrontare viaggi seri, spaziosa, comoda e sicura.L'industrializzazione dell'auto elettrica sopperir&agrave; al bisogno dell'utilitaria a costi molto bassi e la eolo far&agrave; la fine dell' Arna, se mai trover&agrave; un folle che la manda in produzione.<br>Amen. A me la polenta piace fritta.<br><br>A.T.

maurjzjo
22-08-2005, 18:38
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Ti faccio una domanda di fisica:<br></div></div><br><br>Trascuri la fisica applicata. Troppo facile applicare un teorema quando una realizzazione ne puo' comportare mille che di certo il realizzatore non e' tenuto a svelare tutti mille.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Hanno spiegato perchè ..............<br></div></div><br><br>Non sono tenuti a spiegare nei minimi particolari la loro tecnologia visto che si tratta di una novita'.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Perchè non producono macchine e stanno studiando forme ibride? <br></div></div><br><br>Perche' sono liberi di ampliare il loro parco prodotti.<br><br><br><br><br>

22-08-2005, 20:30
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Scusate se mi intrometto , secondo me ci sono vari motivi per cui eolo non vedr&agrave; mai la luce , si può cominciare con il motore stirling , molto efficente ma commercialmente nessuno sa cos'è , al motore wankel , potente ma non molto sviluppato <br>, al motore regtech anche quello , se è cosi performante perche non lo si usa gi&agrave; tutti i giorni ? poi il quasiturbine , mi sembra tanto simile al wankel.<br>io penso anche all'utente medio , cosa fa in questo momento ? Va a fare benzia , gasolio ,gpl o gas con la sua bella punto , fa 500 KM a velocit&agrave; media di circa 30 KM/ora (controllate il computer di bordo del vostro frigorifero a 4 ruote) o un po di piu se va in autostrada, se abita in montagna ha bisogno di una macchina che vada sempre , ma propio sempre , caldo freddo , salita e discesa, cambia l'olio una volta a l'anno , cosi come le gomme.<br>Ora io utente medio non mi faccio molti problemi se la macchina va con un carburante rispetto ad un altro (ho 2 macchine per cui fo..o anche le targhe alterne , di questo se ne occupa il politico , che a sua volta è stipendiato da chi ? <br>secondo me chi 30 anni fa ha inventato l'impianto a gas è stato un grande (anche se di mezzo per me c'era l'eni , ente quasi statale) perche ha dato il carburante ed il mezzo su come usarlo con la macchina , perche il discorso è sempre quello , se la mia macchina va ad idrogeno e nessuno lo vende , come faccio ? c'è bisogno di un investimento iniziale spropositato ... ma tornando al discorso iniziale , riparo machcine da qualche anno , teoricamente basterebbero 40 cavalli per un veicolo , anche se 100 fa un cavallo portava 8 e dico otto persone , se non di piu , su un carretto , per cui usate tutti i mezzi che volete per darmi 40 cavalli e 250-300 km di autonomia , poi quasta percentuale di cittadini medi (cioe la parte piu grande di chi usa la macchina) potr&agrave; inquinare meno ( vi ricordo che fare e costruire una macchina o un pannello fotovoltaico si inquina lo stesso un po) resteranno alcuni settori che però avranno bisogno di veicoli piu performanti , e qui i combustibili tradizionali hanno 100 anni di vantaggio ! io vi scrivo da modena , ma a volte mi vergogno a pensare che a 10 KM da casa mia fanno macchine da 500 cavalli per portare in giro una persona , mentre non si sta studiando il contrario , fare un amcchina da 1 cavallo per portare in giro non dico 500 , ma facciamo 2 presone , mi viene in mente il museo di parigi , se non sbaglio li c'è una macchina che fa 100 km con un litro di benzina e noi dove l'abbiamo messa , per strada ? non ma nemmeno per sogno , la mettiamo li , in un museo , che tutti la vedano , ma che nessuno la usi .<br>Finiremo d'esser schiavi dei produttori di petrolio , ma non cosi presto , bisogner&agrave; apettare hce il greggio superi i 100 dollari al barile per far si che qualche governante , a proposito sapete chi vota i nostri governanti ?, pensi qualcosa poi , forse , dopo altri 100 anni qualcosa si far&agrave; , forse.<br>piccola parentesi motoristica , lo sapete chi ha inventati i motori ad iniezione diretta ? la fiat , con la croma nel 1988 !! e chi non si ricorda della uno 1300 turbo diesel !! italiani gran inventori , ora il nostro multijet è esportato in tutto il mondo .<br>Mapurtroppo importiamo la droga piu subdola che esiste , la benzina , senza qualla , ora , nel 2005 se manca quella , si ferma tutto , trasporti ed energia eletrica poi chissa cos' altro..<br><br>Tecnicamente non credo che una macchian ad aria compressa possa funzionare , me gradirei che qualcuno mi smentisse , <br>se si vuole usare l'aria perchè non usare un sasso , lo si mette in rotazione a 20.000 giri su cuscinetti magnetici poi da li si ricava l'energia elettrica necessaria per poter girare in citt&agrave;.<br><br>se vendessero questa macchina e avesse le caratteristiche per me adatte io la comprerei , da me non ci sono mezzi pubblici.<br><br>non vorrei però che eolo che facesse la fine di quella ditta di rimini , come si chiamava ? azz mi sfugge il nome , sono stati anche a striscia la notizia. ora ricordo Taker (spero si scriva cosi)!!! che botto che ha fatto , si è sentito fino a modena !!!<br><br>a me comunqua basta dimostrare che ,con un po d'impegno e d'aiuto da persone che non pensano solo al caro e vecchio soldino , si può fare tutto , anche un motore che funzioni con un propellente che non sia solo di 2-3 persone al mondo , che questo motore sia semplice , non troppo pericoloso ( ricordo che l'acqua , se gelata ed in curva uccide anche lei ) quarto motore puo essere in mille modi , rotativo , a pistoni , immobile , gas , ecc...<br><br>poi ci vorra un sacco di tempo per far accettare a tutti che la terra è rotonda e non quadrata , ma alla fine ci si riuscir&agrave;.<br><br>a proposito ho letto di una caldaia che usa l'effetto IDROSONICo per produrre acqua calda , dai che qualcosa si muove !!<br><br>Salute aa tutti e non sparate sul pianista !!<br>ANgelo

23-08-2005, 08:02
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Ciao Angelo,<br>prima o dopo mi sparano sul serio o faranno cadere l'aereo che mi trasporta, anche se non faccio il pianista!!! <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> <br><br>Ti confermo che con la questione Eolo, non ci sono complotti, ma solo tantissimi ripensamenti per le problematiche che sono state gi&agrave; scritte.<br><br>Sapevi che tra i soci della Eolo Italia c'è anche un petroliere?<br><br>Non solo anche il figlio di un famoso premio Nobel Italiano......<br><br>La Eolo energia vede come soci i precedenti meno il figlio del premio Nobel..... boh <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'> <br><br><br>

mother
23-08-2005, 11:35
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

angelo71...sniff, sniff....ho letto il tuo discorso e mi sono commosso....<br><br>Vediamo...un croma pesa: 3.5 tonellate...un uomo in media 80 Kg.<br>Portata della croma 5 persone...bagagliaio a parte.<br>3500 kg da spostare per far felici 80 Kg....direi che da proprio da pensare...<br>Nel migliore dei casi 3500 Kg da spostare per muovere 400 Kg.<br>Non cambia molto...<br><br>Ma secondo voi c'è un motivo per cui devono esserci la parti della carrozzeria in metallo?<br>(tralasciando il fatto che ciò aumenta il peso e aumenta i consumi)<br>Cosa succederebbe ad una macchina a 100 Km all'ora del peso di 0.5 tonnellata anzichè 3.5 tonnellate? (che forse è la stessa cosa che succede ad una fiat a 130 all'ora...siete mai andati con una magghina utilitaria leggera a quelle velocit&agrave;?)<br>(ovviamente con tutti i semafori che ci sono per le strade italiane...mi andrebbe + che bene una macchina che raggiunge i 100 all'ora, piuttosto che i 300...oppure piuttosto che una fiat che ha l'indicatore dei 160...ma + dei 130 non li raggiunge...).<br><br><br>Era il tubo Tucker. grandissima invenzione....come far pagare centinaia di euro un tubo vuoto di metallo...altro che pietra filosofale...il tubo trucker trasformava il metallo in oro, basandosi sulla presunta ecologia.<br>Su <a href='http://ulisse.sissa.it/SingleQuestionAnswerProfile.jsp?questionCod=623911 20' target='_blank'>http://ulisse.sissa.it/SingleQuestionAnswe...ionCod=62391120</a><br>prima ancora che fosse domostrata l'inutilit&agrave; del tubo dicevano che ci sono in america e europa altre azinde che vendono metallo per oro sfruttando la non conoscenza scientifico-tecnica delle persone basandosi sul pregiudizio della riduzione dell'inquinamento (e la tucker è stata chiusa le altre invece....).<br>In compenso noto che i siti di disinformazione (quelli che parlano e non verificano mai le cose che dicono) come www.disinformazione.it (che di fregnacce ho avuto gi&agrave; modo di notare ne scrive parecchie) ha come pubblicit&agrave; una cosa che dovrebbe ricordarti il tubo tucker....in basso a destra su "pubblicit&agrave; consapevole"...<br>Puoi scegliere fra <a href='http://www.elisirproductor.com/sintomidacarenza.htm' target='_blank'>http://www.elisirproductor.com/sintomidacarenza.htm</a><br>e una cosa simile al tubo tucker: <a href='http://www.disinformazione.it/econogreen.htm' target='_blank'>http://www.disinformazione.it/econogreen.htm</a><br>Sar&agrave; poi vero quello che dicono quelli di ecogreen? Buona domanda che andrebbe verificata...magari scopriamo l'ennesima pietra filosofale.<br>Intanto il primo per la magnetizzazione dell'acqua costa solo 180 euro, mentre ecogreen non c'è il prezzo...tanto quanto il sito internet della societ&agrave;.<br>In compenso il compagno di merende di disinformazione.it...nexus o nexusitalia mette:<br><a href='http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?option=com_content&task=view&id=346&Itemid=77' target='_blank'>http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index...d=346&Itemid=77</a><br>Quasi quasi lo segnalo a "mi manda rai tre".<br><br><br><br><br>---------------------------------------------------------------------------------------------<br>Sapevi che tra i soci della Eolo Italia c'è anche un petroliere?<br>Non solo anche il figlio di un famoso premio Nobel Italiano......<br>La Eolo energia vede come soci i precedenti meno il figlio del premio Nobel..... boh wacko.gif<br>-----------------------------------------------------------------------------------------------<br>Te lo sei inventato o è solo scritto in un sito di disinformazione? oppure l'hai trovato scritto da qualche parte attendibile?<br><br>Aspe faccio una teoria nuova: il padre petroliere non ha dato la paghetta al figlio ed il figlio per vendetta ha inventato eoloauto per mettere il mondo contro il padre petroliere.<br><br>Rimane sempre il fatto che l'energia teorica non è quella pratica, poichè l'energia che si ottiene praticamente è quella teorica meno perdite e dispersioni dovute a ipotesi semplificative o attriti vari sfuggiti al calcolo.<br>L'energia si trasforma...a meno che non ci sia una reazione nucleare, per cui la massa diviene energia.<br>Ora la trasformazione termodinamica + efficiente è la adiabatica che da + energia della isoterma, che nel caso pratico se ti guardi MDI o eolo auto cercano di ricreare una isoterma perfetta con + passaggi di pistoni (c'è un grafico con delle curve se guardi).<br>Ora nemmeno la adiabatice permette di avere l'energia sufficiente per il moto per 200 Km.<br>Quindi da ciò se ne deduce che per i sostenitori della eolo o MDI i frigoriferi sono in realt&agrave; reattori termonucleari...poichè la eolo auto garantisce di ottenere + energia di quella che immette <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'>

23-08-2005, 16:16
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

se entriamo ne l settore auto mi sento preso in causa , infatti riparo autoveicoli, ora sto anche finendo una 500 del 1972 poca roba e ci si andava in giro in 4 , chissa da chi ha copiato la smart ?<br><br>comunque alcuni anni fa tutti sapevano mettere le mani su una macchina , ora se non hai un pc non riesci a fare niente .<br>per non parlare degli iniettori attuali , anno dei fori con diametri dell'ordine di micron , serve a polverizzare il gasolio con pompe a 1500 bar !! azz ma che ci devono tirare fuori da un 2.000 , 3000 cv ?<br><br><br>Ma staremo a vedere , inatno noi sperimentiamo , nel nostro piccolo si intende.<br>SAluti<br>ANgelo

AlessandroTesla
23-08-2005, 20:56
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mother @ 23/8/2005, 12:35)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>Vediamo...un croma pesa: 3.5 tonellate...un uomo in media 80 Kg.<br>Portata della croma 5 persone...bagagliaio a parte.<br>3500 kg da spostare per far felici 80 Kg....direi che da proprio da pensare...<br>Nel migliore dei casi 3500 Kg da spostare per muovere 400 Kg.<br>Non cambia molto...<br></div></div><br> Caro Mother,<br>non so quanto pesi una croma ma penso meno della met&agrave; di quello che dici, se no sarebbe al limite della patente B <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>Sei mai stato in auto mentre quel XXXXXXX del guidatore di fianco a te andava a sbattere contro un palo della luce a 80 all'ora? Io purtroppo si, e sono stato ben contento che l'auto fosse in lamiera e non in resina.<br>Si chiama scocca autoportante ad assorbimento d'urto, difficile realizzarla in plastica, o perlomeno antieconomico, gli ingegneri non sono mika scemi.<br>Il difetto dell'uomo moderno è essere cieco davanti a problemi che pensa che non esistano solo perchè egli non li vede. Ed invece bisogna avere fede, sicuramente esistono anche gli extraterrestri su Alfa centauri o qualche altro pianeta distante almeno 12 milioni di anni luce dalla terra.<br>Un conto è mettere un pannello solare sul balcone e godere perchè la mattina alle 9 ha gi&agrave; reso 1 kw, un conto è far girare il mondo sui pannelli solari, spero di essermi spiegato bene<br>La mia nuova lavatrice lava 5 kg di biancheria a 60 gradi con meno di 1 kw: sono proprio contento che si sia rotta quella vecchia, e ricordate sempre: i soldi risparmiati sono i primi ad essere guadagnati <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br>A.T.

mother
23-08-2005, 22:04
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Caro Mother,<br>non so quanto pesi una croma ma penso meno della met&agrave; di quello che dici, se no sarebbe al limite della patente B.<br>---------------------<br>Si effettivamente...è intorno alle tre tonnellate...comunque anche se fosse 2.5 o 2 t ovviamente si avrebbe uno spreco di peso rispetto al peso degli uomini.<br>Il problema è che il peso c'è per altri motivi.<br>Uno è quello che spieghi tu, e mi spiace di avertelo ricordato, il secondo è contrastare la portanza dell'aria che ad alte velocit&agrave; diminuisce l'aderenza trasversale.....cioè il vero fatore importante dello spostamento: la direzionalit&agrave;.<br>----------------------<br>Si chiama scocca autoportante ad assorbimento d'urto, difficile realizzarla in plastica, o perlomeno antieconomico, gli ingegneri non sono mika scemi.<br>----------------------<br>Ti dirò magari c'è qualche nuovo materiale resistente e leggero...poi che sia anche economico...è da vedere...diciamo che si deve trovare l'optimum dei tre e se invece che inventarsi complotti fantasmagorici si pensasse ad usare internet per questo scopo (o si facesse qualcosa di utile per scoprire un sostituto degli attuali metalli per carrozzeria) sarebbe molto meglio.<br>----------------------<br>gli ingegneri non sono mika scemi.<br>----------------------<br>Ti dirò...qui rispetto la fuori mi sento in una culla circondata da pescecani o cose strane che non vedono l'ora di far fesso chiunque...<br>Credo che questo ti renda l'idea...<br>----------------------<br>Il difetto dell'uomo moderno è essere cieco davanti a problemi che pensa che non esistano solo perchè egli non li vede. Ed invece bisogna avere fede, sicuramente esistono anche gli extraterrestri su Alfa centauri o qualche altro pianeta distante almeno 12 milioni di anni luce dalla terra.<br>----------------------<br>Il problema non è crederci...è crederci senza cercare di dimostrarlo, ma peggio ancora, credere ed arrivare ad odiare chi non ci crede.<br>----------------------<br>Un conto è mettere un pannello solare sul balcone e godere perchè la mattina alle 9 ha gi&agrave; reso 1 kw, un conto è far girare il mondo sui pannelli solari, spero di essermi spiegato bene<br>----------------------<br>Boh...alle 9 di mattina rende gi&agrave; 1KW (un impianto di pannelli solari)?<br>Ma riesco a far andare la caldaia con 1 KW?...per lavarmi con l'acqua calda...<br>Devo imparare a fare i conti con i pannelli solari...soprattutto se parte la mania tettofotovoltaico.<br>-------------<br>La mia nuova lavatrice lava 5 kg di biancheria a 60 gradi con meno di 1 kw: sono proprio contento che si sia rotta quella vecchia, e ricordate sempre: i soldi risparmiati sono i primi ad essere guadagnati <br>------------<br>Anch'io....<br>Se non ricordo male classe AA (psss pare che con 4 ruote possa correre col il moto di vibrazione della centrifuga.... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> )<br>Soldi risparmiati=energia risparmiata=-petrolio consumato.<br>Speriamo arrivino gli alieni di Alfa Centauri prima che finisca...<br><br><br>QUESTIONE ECOGREEN:<br>Econogreeen® è composto da una pluralit&agrave; di parti tutte brevettate che modificano la composizione molecolare dei carburanti rendendoli più idonei ad una combustione completa. Una efficiente combustione, produce maggior potenza per unit&agrave; di carburante, minor consumo, riduzione in uscita di gas tossici e un motore più pulito!<br><br>Econogreen® sfrutta il principio della scissione catalitica che provoca il cambiamento della struttura molecolare dell'intero mix di idrocarburi, scindendo le molecole multiple di carbonio in molecole singole (più piccole sono le molecole più alto sar&agrave; il valore degli ottani) Così facendo, tutte le molecole avranno lo stesso punto di ebollizione a temperature più basse, all'accensione del motore bruciando istantaneamente e completamente, provocando un aumento dell'energia trasmessa al pistone e preservando da eventuali dispersioni di combustione! <br>-----------------------<br>Ma non bastava come dice angelo polverizzare per bruciare meglio e rendere + omogenea il mix ossigeno gasolio:.... dei fori con diametri dell'ordine di micron , serve a polverizzare il gasolio con pompe a 1500 bar !! azz ma che ci devono tirare fuori da un 2.000 , 3000 cv ?<br><br>Se non ho capito male ecogreen avrebbe dei magneti e dei catalizzatori che "spaccano" le molecole....boh....<br><br>Xangelo<br>comunque alcuni anni fa tutti sapevano mettere le mani su una macchina , ora se non hai un pc non riesci a fare niente .<br>---------------------------------<br>Purtroppo la tecnologia richiama la tecnologia per fare tecnologia avanzata....ricominciando il ciclo.<br><br>Ciao a tutti.<br><br>

24-08-2005, 11:08
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Ciao Mother,<br>mi sei molto simpatico per il primo intervento che hai fatto sulla Eolo, ma vorrei che i tuoi interventi fossero un po più contenuti, sparare a zero su tutto e su tutti non sta bene soprattutto se non si hanno prove concrete alla mano.<br><br>Mi riferisco alle tue sffermazioni su Nexus e su Disinformazione.it, che abbiano preso delle cantonate questo è vero, ma tutto questo non deve offuscare il grande lavoro che queste due testate svolgono quotidianamente, si è vero, il mio giudizio è un po di parte (sono un collaboratore di Nexus <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif' alt='mad.gif'> ), ma come collaboro con Nexus collaboro anche con moltissime altre realt&agrave; portando i miei contributi, quindi come si suol dire hai toppato <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br><br>Penso che anche tu non sia nato perfetto, no? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' alt='alien.gif'> <br><br>In merito al fatto Tucker e simili, econogreen, turbofast, termoairclean e pistoloni vari, ti ricordo che in questo forum ci sono persone che stanno testando questi dispositivi da diverso tempo e ci sono molti 3D aperti a tal proposito, io stesso ne ho provati diversi e ti posso garantire che molti funzionano, certo le efficenze dichiarate nell'utilizzo dei soli magneti permanenti è poca cosa, non superano il 5% di risparmio effettivo (questo è stato certificato più di 20 anni fa in America, se cerchi trovi i link postati in questo forum) ma se associati ad altri sistemi tipo i catalizzatori metallici, i risultati cominciano a diventare interessanti...<br><br>Immagino tu non abbia letto tutto il forum, ma se cerchi non sono difficili da trovare, sono tra gli argomenti più seguiti.... magari qualche buona anima che ha più tempo di me in questo periodo ti posta tutti i link <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> <br><br>Per quanto riguarda le isobare, le trasmutazioni o l'over unity, idem come sopra, gli argomenti ci sono e sono continuamente aggiornati; la trasmutazione a debole energia non è più una favola per bambini, come del resto (e di conseguanza aggiungo) anche la FREE ENERGY....<br><br>Sei in gamba e sveglio Mother (o sveglia??? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wub.gif' alt='wub.gif'> ), cerca di andare più in profondit&agrave;, il mio è un consiglio da amico che come te diversi anni fa è partito sparando a zero su tutto e vedendo truffe dappertutto, ma poi alla fine ho visto che le cose non sempre stanno come appaiono; la verit&agrave; è dentro di noi, io faccio ancora fatica a trovare completamente la mia figurati, se mi metto a cercare la tua... <br><br>Buona caccia<br>Armando<br><br>p.s per le informazioni sulla Eolo, le ho avute di prima mano e direttamente, come sono solito sempre fare, non sono sempre seduto davanti al pc!<br>Comunque basta che richiedi una visura camerale del costo di 3 € circa (se non ricordo male sono anni che non ne faccio una)....

AlessandroTesla
24-08-2005, 12:12
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Caro Mother,<br>la mia Passat da libretto pesa 1,6 t, dubito la Croma pesi di più, a meno che non abbia i cerchioni in ghisa <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>Sai, ci sono tanti accorgimenti che funzionano, tipo il Tucker del quale ho visto anche una certificazione del TUV lodare i suoi effetti. Però per questioni burocratiche o di costi spesso il gioco non vale la candela. Se il gioco valesse la candela gli stessi produttori monterebbero il dispositivo in serie sugli apparecchi per potersi vantare di prestazioni migliori.<br>La visura camerale costava 2 anni fa 4 euro, credimi, soldi veramente buttati via, meglio offrire un gelato alla fidanzata, poi lei ti far&agrave; una bella visura <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>Non pensare che tutti siano Ezechiele Lupo, pronti a divorare ed imbrogliare. I lupi sono quasi estinti, il mondo purtroppo è fatto di grandissimi porcellini che vogliono mangiare il tuo denaro nel pieno rispetto della legge facendoti credere eccezionali episodi normali. Devi solo stare attento...<br><br>A.T.

24-08-2005, 12:39
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Le non certificazioni EPA:<br><a href='http://www.epa.gov/otaq/consumer/reports.htm' target='_blank'>http://www.epa.gov/otaq/consumer/reports.htm</a> <br><br><a href='http://www.epa.gov/otaq/technology/420f05007.htm' target='_blank'>http://www.epa.gov/otaq/technology/420f05007.htm</a><br><br><a href='http://search.epa.gov/s97is.vts' target='_blank'>http://search.epa.gov/s97is.vts</a><br><br>RAGAZZI SONO STANCO DI RIPORTARVI SEMPRE LE STESSE COSE!!!<br><br>(OGNI VOLTA VE LE DEVO CERCARE) <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> <br><br>Forza Mother, indaga e scava a fondo, dai... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' alt='alien.gif'> <br><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'> <br>Armando <br><br><span class="edit">Edited by Armando de Para - 24/8/2005, 13:43</span>

mother
24-08-2005, 12:48
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Guarda comincio dicendoti subito: non ho nessuna intenzione di litigare o contrariarti...anche perchè non ne guadagno nulla.<br>-----------<br>Mi riferisco alle tue sffermazioni su Nexus e su Disinformazione.it, che abbiano preso delle cantonate questo è vero, ma tutto questo non deve offuscare il grande lavoro che queste due testate svolgono quotidianamente, si è vero, il mio giudizio è un po di parte (sono un collaboratore di Nexus mad.gif ), ma come collaboro con Nexus collaboro anche con moltissime altre realt&agrave; portando i miei contributi, quindi come si suol dire hai toppato biggrin.gif<br>------------<br>Mi spiace che leggendo quanto ho prima scritto ti senti contrariato su quello che penso visto che ci colabori, ma questa opinione me la son fatta leggendo certi thread un anno fa.<br>Saranno tuoi thread saranno thread di altri, da quello che ho letto, quella opinione mi son fatto.<br>Vuoi che la cambi?<br>------------<br>In merito al fatto Tucker e simili, econogreen, turbofast, termoairclean e pistoloni vari, ti ricordo che in questo forum ci sono persone che stanno testando questi dispositivi da diverso tempo e ci sono molti 3D aperti a tal proposito, io stesso ne ho provati diversi e ti posso garantire che molti funzionano, certo le efficenze dichiarate nell'utilizzo dei soli magneti permanenti è poca cosa, non superano il 5% di risparmio effettivo (questo è stato certificato più di 20 anni fa in America, se cerchi trovi i link postati in questo forum) ma se associati ad altri sistemi tipo i catalizzatori metallici, i risultati cominciano a diventare interessanti...<br>------------<br>Sul sito sono dichiarati funzionanti al 5% o al 20%?<br>Magari ho letto male.<br><br>Il tubo tucker che intendi tu e Alessandro Tesla è quel tubo finito a striscia la notizia che aperto era vuoto all'interno (una semplice camera di espansione)?<br>------------<br>Immagino tu non abbia letto tutto il forum, ma se cerchi non sono difficili da trovare, sono tra gli argomenti più seguiti.... magari qualche buona anima che ha più tempo di me in questo periodo ti posta tutti i link wink.gif<br>------------<br>In effetti proprio tutto il forum non l'ho letto...ho provato a guardare meglio dopo questo thread, ma + di questo non ho trovato nel forum, anche usando la funzione cerca nel forum<br><a href='http://www.forumcommunity.net/?t=1748938' target='_blank'>http://www.forumcommunity.net/?t=1748938</a><br>tucker <a href='http://www.forumcommunity.net/?t=1308860' target='_blank'>http://www.forumcommunity.net/?t=1308860</a><br>e questo topic....2 risultati nel forum<br><br>Boh...<br>-------------<br>... le trasmutazioni .... la trasmutazione a debole energia non è più una favola per bambini, ...<br>-------------<br>Io ho scritto questo a cui non ha risposto nessuno, tanto quanto mi dispiace che non si permetta di studiare e portare avanti la fusione fredda con le trasmutazioni a debole energia ma non si dimostrino da subito che esistano (cosa fattibilissima).<br><a href='http://www.forumcommunity.net/?t=1793911' target='_blank'>http://www.forumcommunity.net/?t=1793911</a><br>A cui aggiungo:<br><a href='http://www.lngs.infn.it/site/exppro/gno/gno_italiano.html' target='_blank'>http://www.lngs.infn.it/site/exppro/gno/gn...o_italiano.html</a><br>D'altra parte al momento l'uomo non mi risulta produca artificialmente neutrini se non con una reazione nucleare (calda)....per questo se li producesse con una reazione nucleare fredda sarebbe molto importante e sicuramente dimostrata....ma purtroppo ciò sembra non avvenire.<br>------------<br>Sei in gamba e sveglio Mother (o sveglia??? wub.gif ), cerca di andare più in profondit&agrave;.....<br>------------<br>Sono un uomo...<br>Cerco di andare in profondit&agrave;....e per questo che ho scritto a riguardo del GNO...ed è per questo che mi faccio certe opinioni.<br>Devo dire che sono piuttosto perplesso dalle recenti evoluzioni di cui scrivo per'altro in questo messaggio.<br>------------<br>.... la verit&agrave; è dentro di noi, io faccio ancora fatica a trovare completamente la mia figurati, se mi metto a cercare la tua... wacko.gif<br>------------<br>Sempre + perplesso...<br>Rifacendomi in parte ad uno scultorino di qualche anno fa:<br><br>La forma è nel marmo,<br>L'idea è nell'uomo,<br>La verit&agrave; pesa come un macigno.<br><br><br>Arrivederci armando e buona girnata, e non incavolarti se non tutti la pensiamo allo stesso modo.<br><br>Mother<br><br><br><br><br>PS:<br>" la Croma non sembra costruita in economia, con un peso che va da 1.430 a 1.650"<br><a href='http://www.motorbox.com/cntDefault.prn.aspx?idcontent=6608' target='_blank'>http://www.motorbox.com/cntDefault.prn.asp...?idcontent=6608</a><br>Ok. <br><br><span class="edit">Edited by mother - 24/8/2005, 13:52</span>

24-08-2005, 13:27
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Caro Mother,<br>ti prego lasciamo cadere un velo pietoso sul tubo Tucker... ai posteri la sentenza, non ho tempo di elencarti i link...<br><br>Per Eolo idem come sopra!<br><br>Per le trasmutazioni un secondino lo perdo volentieri:<br><br><a href='http://www.forumcommunity.net/?t=1587828' target='_blank'>http://www.forumcommunity.net/?t=1587828</a><br><br>Il seguito dopo il 13 settembre<br><br>In allegato il focus di quella convention.... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' alt='alien.gif'> <br><br>Per quanto riguarda l'arabbiarsi, io non mi arrabbio, sono infastidito dalla pochezza, dalla non-consapevolezza, dalla totale mancanza di seria e reale verifica e dalla assoluta superficialit&agrave;, tutte qualit&agrave; di cui io sono il primo peccatore, ma guardando gli altri si migliora no? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/huh.gif' alt='huh.gif'> <br><br>Perplesso??? <br><br>Di che cosa, dei macigni che stanno cadendo?<br><br>Del fatto che la fisica abbia raggiunto il suo limite?<br><br>Che la scienza ortodossa debba accettare un'amara sconfitta....<br><br>La scienza poggia su tre gambe come uno sgabello, una di queste (la fisica) si è rotta, che fine far&agrave; lo sgabello? <br><br>E tutto per colpa degli ingegneri <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <br><br>Ciao <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br>Armando <br><br><center><div class="fancyborder" style="margin:4px;padding:4px;width:50%" align="left"><img align="left" style="margin: 10px 8px 10px 2px" src="http://img.forumfree.net/html/mime_types/pdf.gif" alt=""><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?act=Attach&amp;type=post&amp;id=25799772">Download attachment</a><br>CAS5O50N..pdf ( Number of downloads: 22 )</div></center><br>

AlessandroTesla
24-08-2005, 19:48
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]
Mother:<br>Il tubo tucker che intendi tu e Alessandro Tesla è quel tubo finito a striscia la notizia che aperto era vuoto all'interno (una semplice camera di espansione)?<br><br>A.T.<br>Boh, è da oltre 15 anni che nn guardo la TV e non la possiedo. Ho visto su internet un analisi del TUV per questo dispositivo applicato ad una caldaia ad olio combustibile mentre facevo le mie ricerche, mi è sembrato una cosa seria ma forse di poco valore commerciale. Diminuiva il CO ed aumentava le emissioni di ossidi di azoto.<br>Comunque io non lo compro <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'>

mother
25-08-2005, 10:29
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

La forma è nel marmo,<br>L'idea è nell'uomo,<br>La verit&agrave; pesa come un macigno.<br>-------------<br>Non hai capito cosa ho detto....buona a sapersi....comunque fa nulla solo farneticazioni poetiche...<br><br>Riguardo a Tucker sei per caso favorevole alla Cirami? X Curiosit&agrave;....<br><br><br>Alessandro Tesla...stai parlando di TUV italia o TUV con dieresi sulla U?<br><br>saludos...

AlessandroTesla
26-08-2005, 11:30
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mother @ 25/8/2005, 11:29)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>Alessandro Tesla...stai parlando di TUV italia o TUV con dieresi sulla U?<br></div></div><br> Ciao Mother,<br>sinceramente non ricordo, ricordo solo il classico logo del TUV.<br>Magari era una patacca e mi hanno infinokkiato <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>Fai una ricerca su google con "olio combustibile tucker"<br>scommettto che ti salta subito fuori...

nitc
31-08-2005, 08:37
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Armando de Para @ 21/7/2005, 11:02)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>Hai ragione, scusa se sono intervenuto nella questione Eolo, non accadr&agrave; più.....<br>Buona giornata<br>Armando</div></div><br> x Armando de Para<br>dopo tanto tempo che seguo questo forum mi sono reso conto che ci sono persone molto preparate che mi hanno insegnato un sacco di cose e tu sei una di queste. Grazie.<br><br>comunque ho notato che i tuoi interventi sono (scusa se te lo dico) molto risicati. Ti limiti a dire non funziona perchè l'ho provata, quello che penso e che molte volte forse è proprio questo il tuo lavoro, tu fai delle prove su dei prototipi <br>non pensi che possano qualche volta essere migliorati?<br><br>un abbraccio a tutti<br><br>P:S<br>Le prime macchine progettate per svolgere un qualunque movimento specifico sono sempre le più complesse, e di solito i successivi ideatori scoprono che con meno ingranaggi, meno principi in movimento di quelli originariamente impiegati, è possibile conseguire più agevolmente i medesimi risultati.<br>I primi sistemi filosofici sono, analogamente, sempre i più complessi.<br>Adam Smith<br><br>QUESTO E IL TUO MOTTO <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/huh.gif' alt='huh.gif'>

31-08-2005, 10:19
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

Ciao Nitc,<br>quando si parla di prototipi sempre si può migliorare, nel caso Eolo i miglioramenti sono tantissimi, pensa se passassero da un motore a cilindri e pistoni ad un motore a turbina, hai capito no?<br><br>Hanno preso un motore a cilindri e lo hanno modificato complicandolo meccanicamente di un ulteriore 30% per ottenere una efficienza alla ruota del 18% (con un motore ibrido però).....<br><br>Con un motore elettrico-ruota si raggiungono efficienze superiori al 85%<br><br>Ti meravigli del mio motto?<br>Mi sembra di essere perfettamente in linea, forse non lo avevi capito <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> <br><br>Il loro problema di espansione e di raffreddamento dell'aria lo si poteva risolvere utilizzando un semplice tubo di Hilsh e invece si sono complicati la vita, perchè? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/blink.gif' alt='blink.gif'> <br><br>Si è vero non conoscevano il tubo di Hilsh, ma se ti presenti nel mercato dichiarando di avere risolto i problemi del mondo con soluzioni avveniristiche e all'avvanguardia e con molta fretta ti preoccupi di depositare e gestire decine di brevetti con una societ&agrave; creata appositamente che oggi costa 5 milioni di € all'anno, alla fine penso che dovresti adottare anche le soluzioni più semplici, quantomeno cercarle no?<br><br>E se poi arriva il mona di turno, che in 15 minuti (forse 16 non ricordo) gli rabalta come un calzino la loro avveniristica tecnologia e gli indica dei percorsi più semplici, non capiscono che in quel momento si è manifestata la loro più grande paura causata dall'egocentrismo e dalla mancanza di umilt&agrave;, cavoli loro hanno speso milioni di €... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ph34r.gif' alt='ph34r.gif'> <br><br>Caro Nitc,<br>se continuo sono capaci pure di denunciarmi!!!<br>Quest&agrave;, anzi queste sono le verit&agrave;!!!<br><br>Grazie per i complimenti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br><br>A presto<br>Armando <br><br><span class="edit">Edited by Armando de Para - 31/8/2005, 11:21</span>

mother
31-08-2005, 13:10
[moderazione. Importato da: EOLO Auto ad aria compressa (precedente)]

CITAZIONE (mother @ 25/8/2005, 11:29)<br><br>Alessandro Tesla...stai parlando di TUV italia o TUV con dieresi sulla U?<br><br>Ciao Mother,<br>sinceramente non ricordo, ricordo solo il classico logo del TUV.<br>Magari era una patacca e mi hanno infinokkiato smile.gif<br>Fai una ricerca su google con "olio combustibile tucker"<br>scommettto che ti salta subito fuori...<br><br>-------------------<br><br><a href='http://users.libero.it/antap/Pres_tecn.html' target='_blank'>http://users.libero.it/antap/Pres_tecn.html</a><br><a href='http://www.vivitelese.it/archivio/lavoro/Tucker.htm' target='_blank'>http://www.vivitelese.it/archivio/lavoro/Tucker.htm</a><br><a href='http://www.confconsumatori.com/attualita25.htm' target='_blank'>http://www.confconsumatori.com/attualita25.htm</a><br><a href='http://www.cirnet.it/GR_su_TUV_e_Tucker.html' target='_blank'>http://www.cirnet.it/GR_su_TUV_e_Tucker.html</a><br><a href='http://www.agcm.it/agcm_ita/DSAP/Dsap_pi.nsf/0/08765ddfdc8a1a49c1256c7c003874e5?OpenDocument&ExpandSection=-1000&Highlight=2,Tucker' target='_blank'>http://www.agcm.it/agcm_ita/DSAP/Dsap_pi.n...hlight=2,Tucker</a><br><br>

mother
01-09-2005, 10:35
(moderazione. Importato da: Vettura ecologica ad aria compressa EOLO)

in effetti se considero un'espansione isotermica di tale riserva d'aria a 300K tiro fuori 20Kwh, col rendimento dichiarato del 60% si arrivano ai 12 kw/h dichiarati. Ma 400 litri di aria compressa a 300 Bar se non sbaglio non sono circa 150 Kg di aria?<br>E dove lo metto un serbatoio (che resista a 300 bar!) da 400 litri su una macchina? <br>----------------------------------------------------------------------------<br>Se considero un'espansione isoterma ho che l'energia ricavabile è:<br>L=P*V-P0*V0.<br>Dove P0 è la pressione atmosferica e V0 è il volume finale nel pistone.<br>Trascurandoli ottengo P*V=L=400*300*100000/1000=12MJ<br>Se considero la velocit&agrave; a sola aria compressa di 590Km/h come affermato dalla MDI o dalla eolo (perchè affermano in forma ibrida di raggiungere i 100 Km/h) ho ches=spazio t=tempo s=vt (per comodit&agrave; considero un moto costante)<br>P=L/t<br>Se percorro 20Km a 50 all'ora ottengo t=s/v=0.4ore=24min=1440 sec<br>Quindi una potenza media (meno le considerazioni di perita di energia e attriti vari) di <br>P=12000000/1440=8333.3Watt=8KW....molto poco<br><br>in effetti se considero un'espansione isotermica di tale riserva d'aria a 300K tiro fuori 20Kwh, col rendimento dichiarato del 60% si arrivano ai 12 kw/h dichiarati. Ma 400 litri di aria compressa a 300 Bar se non sbaglio non sono circa 150 Kg di aria?<br>E dove lo metto un serbatoio (che resista a 300 bar!) da 400 litri su una macchina? Sull'altro sito si fa vedere un serbatoio da 100 litri per 300 bar in compositi, (35 kg di serbatoio+37 kg di aria compressa) ma questo contiene solo 3Kwh utilizzabili, usando i parametri usati in precedenza. 3Kwh sono più o meno quello che sta in tre o quattro potenti batterie per auto.<br><br>Vedo più promettente il discorso come fonte energetica alternativa e non inquinante per quel che riguarda la generazione in caso di blackout, ossia come "batteria pneumatica" , che mi sembra il core business su cui vi state concentrando a giudicare dal sito. Ma l'accumulazione pneumatica è ancora competitiva con un'accumulazione elettrica (o al limite in idrogeno con processi elettrolitici+fuel cell), considerando i rendimenti non ottimali di compressione ed espansione?<br>Se volessi ricavare lo spazio percorribile poi otterrei uno spazio molto inferiore rispetto ai 100-150 Km dichiarati.<br><br>Va detto poi che la pressione non è costante per tutta la corsa, poichè il pieno d'aria si fa ad inizio corsa e non durante la corsa.<br>Quindi si ha che i 300 Bar sono variabili...all'inizio si hanno 300 bar a motore scarico si hanno 0 bar (ed a 10 bar mi piacerebbe vedere quanta spinta si può ottenere).<br>Al contrario nella combustione a serbatoio pieno ed a serbatoio quasi vuoto si ha sempre quella quantit&agrave; di ottani utili per ottenere la spinta prefissata.<br><br>Infine in un altro messaggio del forum un Utente che si intende di meccanica ha scritto che per far andare un veicolo servono minimo 40 cavalli.<br>Sbaglierò magari utilizzando i cavalli vapore, ma:<br><a href='http://it.wikipedia.org/wiki/Cavallo_Vapore' target='_blank'>http://it.wikipedia.org/wiki/Cavallo_Vapore</a><br>Cavallo vapore europeo (DIN)<br><br>Il cavallo vapore europeo (secondo le misurazioni DIN, Deutsches Institut für Normung) è un'unit&agrave; ancora molto diffusa in Europa. La sua abbreviazione cambia da Stato a Stato:<br><br> * PS in Germania (Pferdestärke, "forza del cavallo")<br> * pk nei Paesi Bassi (paardenkracht, "forza del cavallo")<br> * ch in Francia (chevaux, "cavalli" sottointeso "vapore" perché CV in Francia indica la potenza fiscale)<br> * CV in Italia, Spagna e Portogallo (cavallo vapore, caballo de vapor, cavalo de vapor)<br><br>La sua definizione è però unica:<br><br>1 CV = 75 kgp·m/s = 735,49875 W<br><br>Quindi 40CV=735.49875*40W=29420W=29KW per ogni metri di quei 100-150 Km.<br>Come ci si riesca con solo 12 Mj è un mistero.<br>29KW=12000000/t-->12000000J/29000W=t=413.79s<br>S=v*t=v*414s<br>v=50Km/h-->S=50*414s*Km/3600s=5.75Km<br>e sempre trascurando la perdita di pressione della bombola.<br><br>Sono estremamente titubante.<br>-----------------------------------------------------------------------------------<br>Sull'altro sito si fa vedere un serbatoio da 100 litri per 300 bar in compositi, (35 kg di serbatoio+37 kg di aria compressa) ma questo contiene solo 3Kwh utilizzabili, usando i parametri usati in precedenza. 3Kwh sono più o meno quello che sta in tre o quattro potenti batterie per auto.<br>-----------------------------------------------------------------------------------<br>Ma tre batterie per auto non pesano 35+37 Kg, quindi via espansione isoterma si ha una doppia perdita di energia elettrica, poichè una parte va in perdite per caricare le bombole e una parte va in peso da trasportare (anche se la questione meriterebbe di prender in cosiderazione i diversi rendimenti e il fatto che una batteria non si sa se inquina + di una bombola...visto che per entrambi c'è il processo di formazione e smaltimento differente).<br><br>Saluti a tutti.

ElPaulista
25-01-2006, 10:46
(moderazione. Importato da: Vettura ecologica ad aria compressa EOLO)

Salve,<br> io tempo fa abitavo a San Giorgio di Nogaro (UD), dove la Eolo pensava di avviare una linea di produzione. A quei tempi ero disoccupato e ho mandato il mio CV.Inoltre mi ero iscritto ad un forum per avere subito nuove informazioni. Mi sembra che il progetto sia poi morto li, non ho mai ricevuto altre notizie, quindi sono dubbioso su un riavvio. A suo tempo avevo fatto anch'io un due conti, ed anche a me la convenienza complessiva sembrava inesistente.<br>

mother
26-01-2006, 09:28
(moderazione. Importato da: Vettura ecologica ad aria compressa EOLO)

Mi risulta che la eoloitalia ha dismesso la concessione italiana (dopo aver speso circa 4 milioni di euro) per lo sfruttamento della caldaietta innovativa a vapore-ossigeno (un po' come le vecchie locomotive, ma in restyling moderno) chiamata eolo-auto e poichè la mdi ha fornito i parametri del progetto con delle efficienze che non vengono verificate nell'uso pratico ha denunciato la MDI.<br><br>Negre ringrazia...per i soldi...che credete...

Clorofillo
24-03-2006, 13:52
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa)

Ho trovato questo documento in rete che vi posto in allegato.<br><br>Buona lettura ... e fatelo girare se lo ritenete opportuno.<br><br>Clorofillo. <img src=http://faccine.forumfree.net/sun.gif><br><br><center><div class="fancyborder" style="margin:4px;padding:4px;width:50%" align="left"><img align="left" style="margin: 10px 8px 10px 2px" src="http://img.forumfree.net/html/mime_types/pdf.gif" alt=""><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?act=Attach&amp;type=post&amp;id=35920861">Download attachment</a><br>Eolo.pdf ( Number of downloads: 72 )</div></center><br>

Spuzzete
24-03-2006, 14:02
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa)

Ti rispondo con dei link:<br><br><a href="http://www.aspoitalia.net/documenti/bardi/eolo.html" target="_blank">http://www.aspoitalia.net/documenti/bardi/eolo.html</a><br><a href="http://attivissimo.blogspot.com/2006/03/eolo-auto-scomparsa.html" target="_blank">http://attivissimo.blogspot.com/2006/03/eo...-scomparsa.html</a><br><a href="http://www.kensan.it/articoli/Eolo.php" target="_blank">http://www.kensan.it/articoli/Eolo.php</a><br><br>A presto!<br><br><span class="edit">Edited by Spuzzete - 24/3/2006, 14:04</span>

31-01-2007, 11:45
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Motore ad aria compressa<br><br><a href="http://www.youtube.com/watch?v=D-A3XHFT5qc" target="_blank">http://www.youtube.com/watch?v=D-A3XHFT5qc</a>

DinoDF
31-01-2007, 22:28
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Interessante, ma che energia utilizzano per comprimere l'aria? spero non quella elettrica derivata dalla fossile!<br>

01-02-2007, 00:30
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

chiss&agrave; perchè quasi tutte le autovetture che montano propulsori ecologici hanno un'estetica così brutta!<br>Ma chi se lo compra quel cassonetto con le ruote? E' peggio della multipla!

01-02-2007, 08:39
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Hanno messo delle bombole al carbonio per la leggerezza, ed il costo ipotizzato è di un euro per 200 Km.<br>Per la carica mi sembra di sì; le caricano con l'energia elettrica.<br>Non è un problema... con un compressore alimentato ad energia alternativa... qualsiasi essa sia, si carica un grosso serbatoio che si ha in garage, ed abbiamo sempre pronta la..... benzina.<br><br>Hanno un'estetica così brutta perchè... non sono italiani; a questo proposito basti pensare al concetto del metano, lo si mette su qualsiasi macchina, io utilizzerei la smart... è veramente simpatica e... leggera.<br><br>..... L'ingegnere che l'ha costruita, ha lavorato anche per la ferrari.<br>Appena posso vi trovo il sito dove c'è la traduzione in italiano simultanea.<br><br><br><br><br>

stv2020
21-02-2007, 10:50
Sentite un po......<br>(tratto dal sito <a href="http://mlist.alcatraz.it/redazione/NEWS/show_news_p.php3?NewsID=2936" target="_blank">http://mlist.alcatraz.it/redazione/NEWS/sh...hp3?NewsID=2936</a>)<br><br>L&#39;auto ad aria compressa e&#39; viva e lotta insieme a noi&#33;&#33;&#33;<br>di Jacopo Fo<br><br>Il colosso indiano Tata Motors ha firmato con MDI dei Négre (padre e figlio) un contratto per la produzioni in India dell&#39;auto ad aria compressa.<br>Il fatto che un&#39;azienda dello spessore di Tata abbia deciso di investire su questo progetto dimostra che non si tratta dell&#39;invenzione bislacca di un folle.<br>In molti ne siamo convinti da anni. Quando 6 anni fa salii su uno dei primi prototipi, nella fabbrica di Marsiglia, ebbi la sensazione di muovermi con la macchina del futuro.<br>Era un&#39;auto straordinaria, un&#39;invenzione geniale, economica e ecologica. Una monovolume a sei posti, grande bagagliaio, 200 chilometri di autonomia, raggiungeva i 120 chilometri orari, consumava 3 euro di elettricita&#39; per percorrere 100 chilometri e sarebbe dovuta costare 12mila euro. Veniva alimentata direttamente con aria compressa allo stato liquido, contenuta in due grandi bombole, alloggiate sotto l&#39;auto per tutta la sua lunghezza. In alternativa era dotata di un compressore elettrico capace di riempire le bombole. Per ottenere un pieno era sufficiente collegarla per una notte a una presa di corrente.<br>Insomma gia&#39; 6 anni fa era un&#39;auto strepitosa. Tra l&#39;altro si avvaleva di ben 56 brevetti originali. Tutto era particolare: dall&#39;impianto elettrico con 3 chilogrammi di fili al posto dei 30 di una comune auto di media cilindrata, ai sedili con anima tubolare che proteggevano il conducente in caso di incidente, al meccanismo per abbassare<br>manualmente i vetri dei finestrini. La carrozzeria era stata progettata per essere leggerissima, offrire ottimi risultati nei crash test e venir costruita anche in fibra e resina di canapa.<br>Ma, nonostante le potenzialita&#39; ecologiche ed economiche di quest&#39;auto, sono passati gli anni e i Négre non sono ancora riusciti a omologarla in Francia. E qui bisogna proprio fermarsi e chiedersi come sia possibile che per cosi&#39; tanto tempo si sia riusciti a bloccare la commercializzazione di un mezzo simile.<br>Ora, appunto, la scesa in campo di Tata Motors cambia tutta la situazione.<br>Ho telefonato alla MDI e ho sentito aria di grande festa. E&#39; tutto vero, mi confermano. Entro un anno e mezzo gli indiani inizieranno a vendere questo miracolo tecnologico, sbeffeggiato dalle grandi case europee produttrici di automobili, sabotato dalla lobby dei petrolieri e da politici ottusi.<br>E di certo dopo l&#39;omologazione in India sara&#39; difficile per i burocrati europei negare il permesso di circolazione sulle nostre strade all&#39;auto ad aria compressa.<br><br>Il segreto di quest&#39;auto sta in un&#39;idea rivoluzionaria. Ai tempi, gli ingegneri della Fiat elaborarono un&#39;analisi tecnica di 16 pagine che dimostrava che questo mezzo avrebbe potuto percorrere solo pochi chilometri, molti meno dei 200 che millantavano i Négre. E non avevano tutti i torti: per quanto si possa immagazzinare molta aria compressa allo stato liquido, questa puo&#39; esprimere solo poca potenza. Ma Négre aveva escogitato un sistema per moltiplicare l&#39;autonomia del mezzo.<br>Infatti, l&#39;aria compressa a 300 bar di pressione esce dalle bombole a 70 gradi sotto zero. Più l&#39;aria e&#39; compressa più e&#39; fredda, e&#39; un principio noto ma non pienamente sfruttato fin&#39;ora nelle sue possibili applicazioni.<br>Ne&#39;gre invece di usare direttamente la pressione dell&#39;aria, la faceva entrare in un contenitore dove veniva scaldata dalla temperatura stessa dell&#39;auto. In questo modo l&#39;aria, aumentando di temperatura, si espande notevolmente e solo a questo punto veniva utilizzata la forza della sua pressione. Ed e&#39; questo il segreto che consentiva all&#39;auto di raggiungere un&#39;autonomia di 200 chilometri.<br>Uso il passato perche&#39; in questi anni i prototipi sono stati ulteriormente sviluppati. Nell&#39;auto ad aria compressa e&#39; stato integrato un serbatoio di gas e il motore puo&#39; essere indifferentemente azionato dalla combustione del gas o dall&#39;aria compressa. E&#39;, cioe&#39;, un motore ibrido. Cosi&#39;, se non c&#39;e&#39; modo di alimentare l&#39;auto con una presa di corrente o un pieno di aria compressa liquida, si puo&#39; farla andare con il gas che gia&#39; e&#39; supportato da una rete di distributori.<br>Ma la presenza del gas ha anche un&#39;altra funzione che ha portato l&#39;ultimo modello a un&#39;autonomia di 500 chilometri e una velocita&#39; di 150 chilometri orari. Infatti l&#39;aria in uscita dalle bombole ora viene scaldata nel &quot;vaso di espansione&quot; con una fiamma alimentata dal gas cosi&#39; da moltiplicare ulteriormente il volume dell&#39;aria e quindi moltiplicare la quota utilizzabile di pressione. Invece di utilizzarla a 2-3 gradi di temperatura la si porta a 30 gradi. E, come abbiamo detto, aumentando la temperatura, l&#39;aria si espande ulteriormente.<br>Infine si e&#39; sperimentato l&#39;uso di meccanismi che recuperano l&#39;attrito della frenata dell&#39;auto e dell&#39;inerzia nei percorsi in discesa per sviluppare elettricita&#39; che permette di comprimere altra aria nelle bombole. Insomma, l&#39;auto che si sono comprati gli indiani e&#39; veramente &quot;completamente diversa&quot;.<br>Ma qualche europeo che si dovesse svegliare all&#39;ultimo momento avrebbe ancora la possibilita&#39; di buttarsi sull&#39;affare, almeno per quanto riguarda alcuni paesi dove i diritti di sfruttamento dell&#39;invenzione sono ancora liberi.<br>Infatti, il meccanismo commerciale con la quale quest&#39;auto viene proposta e&#39; anch&#39;esso particolare. MDI detiene i brevetti e cede fabbriche chiavi in mano e diritti commerciali di esclusiva su un dato territorio. Tata Motors ha comprato i diritti per l&#39;India. Ma, ad esempio, Eolo Italia, che deteneva i diritti per il nostro paese, pare non esista più e quindi i diritti potrebbero essere liberi.<br>Vedremo quel che succedera&#39; ora. E certo la partita non e&#39; chiusa. Resta da registrare che insieme all&#39;auto ad aria compressa sono molte le tecnologie che le Multinazionali del Dolore sono riuscite a sabotare.<br>Vi ricordate le campagne di linciaggio contro gli scopritori della fusione fredda?<br>Oggi nessuno più la mette in discussione e ci sono decine di brevetti registrati. Ma ancora gli investimenti nella ricerca, per arrivare ad applicazioni industriali, sono minimi.<br>E che dire del progetto delle torri energetiche da impiantare nei deserti? Bloccato anche quello. Si tratta di enormi tubi, alti 800 metri e larghi 400. Sarebbero da installare nei deserti più torridi. Alla base migliaia di metri quadrati di pannelli solari scaldano l&#39;aria che salendo attraverso il tubo si espande grazie all&#39;alta temperatura dando vita a un vero e proprio tornado artificiale all&#39;interno del tubo stesso. In cima una schiera di pale eoliche azionano enormi turbine che producono elettricita&#39;. Figuratevi che basterebbero 40 di questi tuboni per produrre l&#39;energia elettrica necessaria a tutto il pianeta. Anche questo progetto e&#39; bloccato da anni.<br>E vorrei notare che anche qui, come nel caso del motore ad aria compressa, siamo di fronte a un uso trasversale di conoscenze vecchie sulle interazioni tra temperatura e dilatazione dell&#39;aria.<br>Ma la lista delle invenzioni bloccate e&#39; lunga (vedi il libro &quot;Olio di colza e altri 30 modi per risparmiare&quot; <a href="http://www.commercioetico.it/libri/jacopo-fo.html" target="_blank">http://www.commercioetico.it/libri/jacopo-fo.html</a>).<br>Nel nostro piccolo il premio Nobel Rubbia ha dovuto andarsene in Spagna per veder realizzata la sua idea di centrale solare &quot;di potenza&quot;. Una cosa geniale: con specchi e lenti si scalda fino a 500 gradi una miscela di sali minerali contenuta in tubi di metallo brunito posti all&#39;interno di tubi trasparenti, isolanti termicamente. Vengono scaldate sostanze innocue simili chimicamente ai comuni fertilizzanti agricoli. Queste sostanze a 500 gradi sono liquide e vengono accumulate in un grande serbatoio sotterraneo, coibentato per non disperdere il calore. In questo modo lo si puo&#39; utilizzare sia di giorno che di notte per produrre elettricita&#39;. Con questo calore viene portata dell&#39;acqua a 100 gradi e si sfrutta il vapore cosi&#39; prodotto per azionare un generatore elettrico a turbina.<br>Fra duecento anni i nostri pronipoti si chiederanno increduli: &quot;Ma perche&#39; se avevano gia&#39; tutte le invenzioni necessarie per evitare l&#39;inquinamento hanno continuato per decenni a suicidarsi respirando petrolio bruciato?&quot;<br>La risposta sara&#39; una sola:&quot;Erano ********&#33;&quot;<br><br><br>Per maggiori informazioni sulle torri energetiche clicca <a href="http://www.alcatraz.it/redazione/news/show_news_p.php3?NewsID=1587" target="_blank">http://www.alcatraz.it/redazione/news/show...hp3?NewsID=1587</a><br><br>Per maggiori informazioni su Eolo, l&#39;auto ad aria compressa vedi:<br>Terzo Millennio <a href="http://www.ecplanet.com/canale/varie-5/dario_fo-28/0/0/3065/it/ecplanet.rxdf" target="_blank">http://www.ecplanet.com/canale/varie-5/dar...t/ecplanet.rxdf</a><br>Auto ad aria compressa in dirittura d&#39;arrivo? <a href="http://www.jacopofo.com/?q=node/1524" target="_blank">http://www.jacopofo.com/?q=node/1524</a><br>

Archangel
21-02-2007, 12:26
(moderazione. Importato da: L'auto ad aria compressa e' viva e lotta insieme a noi)

Ne sutor ultra crepidam ...

giorgio demurtas
21-02-2007, 13:07
(moderazione. Importato da: L'auto ad aria compressa e' viva e lotta insieme a noi)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">aria compressa allo stato liquido, contenuta in due grandi bombole</div></div><br>Non si può avere aria liquida a temperature superiori alla temperatura critica, che è -140.6°C. Sono bombole criogeniche? Piuttosto complicato per un veicolo... perchè se devi rifornire aria liquida, mica basta un compressore, ci vuole anche un refrigeratore!<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Più l'aria e' compressa più e' fredda</div></div><br>A dir la verit&agrave; una compressione adiabatica porta ad una aumento di temperatura.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ne'gre invece di usare direttamente la pressione dell'aria, la faceva entrare in un contenitore dove veniva scaldata dalla temperatura stessa dell'auto. In questo modo l'aria, aumentando di temperatura, si espande notevolmente e solo a questo punto veniva utilizzata la forza della sua pressione</div></div><br>Capirai che trovata! è semplicemente una espansione isoterma, con la conversione completa di calore in lavoro. Per aumentare la densit&agrave; energetica la tiene liquida a temperature molto basse, invece di tenerala temperatura ambiente e pressioni elevate, come gi&agrave; si faceva dal 1900.<br><br>Lo sai perchè è un pacco l'auto ad aria compressa? ecco: <a href="http://www.webgiorgio.it/ambiente/eolo/index.htm" target="_blank">http://www.webgiorgio.it/ambiente/eolo/index.htm</a>

impazzitoinvolo
22-02-2007, 20:32
(moderazione. Importato da: L'auto ad aria compressa e' viva e lotta insieme a noi)

Ciao a tutti:<br> Ma non credo che le percentuali siano cosi tanto pessimiste dai...... E anche se si avvicinassero bisogna tener presente che la corrente elettrica non viene tutta dal petrolio, c'e' molto rinnovabile in italia, centrali idroelettriche, ecc.Io non la darei per spacciata, altrimenti la TATA perchè cavolo avrebbe investito?<br>Almeno io la penso cosi.<br>Saluti<br>Gustavo

snowstorm
23-02-2007, 12:01
(moderazione. Importato da: L'auto ad aria compressa e' viva e lotta insieme a noi)

Ma negre' riesce ancora ad abbindolare la gente con questo progetto ??<br><br>In italia s'e' preso i soldi e non ha prodotto neanche una vettura ,<br><br>adesso si e' rivolto da un altro credulone

SolarFranco
09-05-2007, 14:21
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Avendo la possibilit&agrave; di produrre energia elettrica in casa, credo che l'aria compressa<br>sia l'idea migliore per macchine da citt&agrave;.<br>Infatti è quella che consuma meno in citt&agrave; ed ha seri problemi di autonomia...<br>Bisognerebbe a mio avviso portare avanti l'idea di una macchina che serva solo per la citt&agrave; e<br>che fosse ben trainabile per lunghi spostamenti, sono buoni gi&agrave; quei 50 km di autonomia in citt&agrave;!...

7rax77G
10-05-2007, 11:35
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Questa non è altro che la ditta di Guy Negre, e la macchina è sempre la Eolo di cui abbiamo parlato qualche anno fa (c'è anche la MiniCat che è più piccola..).<br>Dovevano installare un paio di catene di montaggio qui in Italia, tra cui una a Broni, a meno di 200 Km da casa mia, poi però la stronzaggine di alcuni imprenditori italiani, che si sono intascati i finanziamenti dati da Guy Negre per tirare su il tutto, hanno fatto migrare altrove (Spagna) le intenzioni dell'ex ingegnere della Renault.<br><br><br>Parlando di dati tecnici, per ricaricare le bombole di aria compressa, si utilizzano due metodi:<br><br>- colleghi il bocchettone tipo quello dell'auto a metano ad un compressore esterno che ti ricarica le bombole in pochi minuti. Il compressore è tipicamente di tipo industriale, per poter raggiungere la pressione sufficiente (ma si potrebbero installare tranquillamente in un qualsiasi distributore aggiungendo accanto al bombolone del metano un altro di aria).<br><br>- colleghi il cavo della corrente ad una presa da 220V e attendi 8 ore (se bombole completamente scariche): il motore dell'auto si trasforma in compressore e pompa l'aria nelle bombole.<br><br>Costo stimato quando entrer&agrave; in produzione: 9460 Euro + iva<br>Costo stimato della miniCat: 6860 Euro +iva<br><br>Autonomia dei due modelli, dai 200 ai 300 Km, velocit&agrave; di punta di 110 Km/h.<br><br>Per vedere i modelli:<br><br><a href="http://www.theaircar.com/models.html" target="_blank">http://www.theaircar.com/models.html</a><br><br>Ovviamente ci sono anche tutte le info tecniche x chi è interessato ad approfondire...<br><br>P.S. attualmente so che la ditta di Guy Negre sta per mettere in commercio (o forse lo hanno gi&agrave; fatto) dei generatori di corrente elettrica ad aria compressa, che funziona con il medesimo principio delle sue automobili...<br><br>Saluti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d83fb9a241aa0762c5029229c1396959.gif" alt=";)">

SolarFranco
10-05-2007, 18:21
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Ho sentito da alcuni studiosi che probabilmente il motore aveva seri problemi di congelamento in quanto c'era<br>troppa differenza di pressione.<br>La formazione di ghiaccio avveniva anche un pò di tempo fa nel tradizionale motore Otto a causa della forte espansione dell'aria e del carburante.<br><br>Credendo che fosse questo il problema abbiamo pensato che la cosa migliore era progettare un auto solo da citt&agrave;(per molti sar&agrave; buona come seconda macchina)......<br>Si calcola che per 1 m3 di aria a 40-50 atm., da realizzare in un volume possibilmente non simmetrico..., è possibile avere un autonomia cittadina di 30-50 km...<br><br><br><br><br><br>

11-05-2007, 15:33
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Ho provato a fare qualche calcolo.<br><br>Ho visitato il sito della MDI (<a href="http://www.theaircar.com" target="_blank">www.theaircar.com</a>). Loro (non io) sostengono che l'energia disponibile in un serbatoio da 300 litri a 300 bar (non pensiamo per il monento al peso, all'ingombro, al pericolo) è di 46MJ (=46 milioni di Joule). Sembra tanto un numerone ma equivale al potere calorifico di circa 1 litro e mezzo di benzina! <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/29bdf96b9185590f092ba98a1dca1f4f.gif" alt=":lol:"> In più dicono che basta una presa domestica (220V) e 4 minuti per ricaricare il serbatoio: ma il tipico contattore di casa è da 3,5KW in 4 minuti eroga al massimo 0,2 KWh pari a 0,84MJ; per riempire il serbatoio servirebbero almeno 200 minuti. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/29bdf96b9185590f092ba98a1dca1f4f.gif" alt=":lol:"> E tutto senza considerare le dispersioni ed i problemi di filtraggio e deumidificazione spinta dell'aria che richiederebbe un sistema del genere, di calore (perso) generato dalla compressione e di congelamento a seguito dell'espansione.<br><br>Un motore ad aria compressa non fa solo schifo dal punto di vista funzionale e prestazionale, ma richiede più energia che utilizzare, ad esempio, una macchina elettrica.Il fatto è che comprire aria per produrre energia sia un processo inefficiente.<br><br>Saluti

SolarFranco
11-05-2007, 21:13
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

Il problema della ricarica non c'è, è sufficiente preparare prima l'aria compressa... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ab2fb782bbee5b27751d3473831841e8.gif" alt=":o:"><br><br>Altra idea: produrre a casa aria compressa direttamente col calore del sole, facendo evaporare l'acqua.......... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/54215b9feb7afcc853af23a8ecc1ef26.gif" alt=":alienff:">

12-05-2007, 08:36
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (SolarFranco @ 11/5/2007, 22:13)</div><div id="quote" align="left">Altra idea: produrre a casa aria compressa direttamente col calore del sole, facendo evaporare l'acqua.......... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8cd2d6226a7fabfb53313cf56eba0186.gif" alt=":alienff:"></div></div><br>Me la spieghi un po' meglio<br>Grazie<br>

12-05-2007, 13:16
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (StevenING @ 11/5/2007, 16:33)</div><div id="quote" align="left">Loro (non io) sostengono che l'energia disponibile in un serbatoio da 300 litri a 300 bar (non pensiamo per il monento al peso, all'ingombro, al pericolo) è di 46MJ (=46 milioni di Joule)</div></div><br>L'energia idealmente ricavabile da un serbatoio come quello, in condizioni ideali, sarebbe di 51MJ, e dubito fortemente che il rendimento globale sia del 90% (dovrebbe essere intorno al 60/70% solo il motore, senza considerare perdite meccaniche)..<br>Qualcuno conosce questi motori? <a href="http://www.engineair.com.au" target="_blank">http://www.engineair.com.au</a>

SolarFranco
12-05-2007, 17:01
(moderazione. Importato da: Motore ad aria compressa, questo il sito...)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (StevenING @ 12/5/2007, 09:36)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (SolarFranco @ 11/5/2007, 22:13)</div><div id="quote" align="left">Altra idea: produrre a casa aria compressa direttamente col calore del sole, facendo evaporare l'acqua.......... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/be1e7d26e299c117356a3612c7ee03fb.gif" alt=":alienff:"></div></div><br>Me la spieghi un po' meglio<br>Grazie</div></div><br>Ciao.<br>Sto parlando di un nuovo, ipotetico, compressore che va a calore...<br>Giusto un idea!...

francescomat
30-05-2007, 17:43
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Ciao.<br>Guardate questo link: sembra una nuova versione della macchina ad aria compressa &quot;eolo&quot;:<br><a href="http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&amp;cod=5815" target="_blank">http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=5815</a><br><br>Funzioner&agrave;, o si congeler&agrave; come l'altra?

snowstorm
31-05-2007, 14:13
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Oh dio santo!!!!!<br>E' riuscito a fare la &quot;sola&quot; anche alla tata..........<br>Ma possibbile che ci siano cosi' tanti polli .<br>I motori da F1 del &quot;grande&quot; progettista non hanno fatto neanche un collaudo in pista ,<br>come non ha costruito neanche un'eolo ,<br>nonostante sia stato finanziato abbondantemente in entranbi le occasioni<br><br>N.B. con 2000 euro ci compri forse le bombole ad alta pressione<br><br><span class="edit">Edited by snowstorm - 31/5/2007, 18:16</span>

snapdozierxxxxxxxxxxxxxxxx
06-06-2007, 07:26
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<a href="http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/scienza_e_tecnologia/citycat/citycat/citycat.html" target="_blank">Anche Repubblica</a> rilancia la notizia. Non parlano di autonomia e si pongono il problema del riscaldamento. Forse nella fascia tropicale fa qualche chilometro in più.

skablast
06-06-2007, 07:44
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

TATA è un gruppo molto solido.<br>Dubito che presentino un qualcosa che non funziona. E dubito ch esistano varie foto di almeno 4 colori se non uscisse veramente.<br><br>Infatti :<br>La macchina è un ibrido tra aria e benzina cosi come la prius è un ibrido tra elettrico e un benzina<br>il motore ad aria è utilizzato come ricarica veloce invece dell'elettrico per due motivi:<br> è leggero e meno costoso.<br><br>permette però la ricarica dall'energia elettrica, xchè dotata di un compressore installato sulla vettura<br><br><br>Unico grosso dubbio: il veicolo non può essere approvato in USA xchè non rispetta le normative di peso/ robustezza.<br><br>La vedremo da noi ? non lo so.<br>

nll
06-06-2007, 08:16
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (snapdozier @ 6/6/2007,08:26)</div><div id="quote" align="left">Non parlano di autonomia e si pongono il problema del riscaldamento.</div></div><br>Sul sito di Repubblica non citano l'autonomia della vettura, ma su quello di zeusnews, che si riferisce alla stessa vettura, sì:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">L'autonomia è prevista di circa 100 chilometri e pare accettabile visto l'uso cui la vetturetta è destinata.</div></div><br>E' il problema classico degli articoli di stampa, che devono districarsi tra esigenze di divulgazione scientifica e disponibilit&agrave; editoriali (spazi concessi, e non solo). Per questo è una buona cosa informarsi sempre da più fonti.<br><br>Comunque attendo di vedere in circolo queste vetture e a quale prezzo decideranno di venderle, poi esprimerò il mio giudizio, ora troppi dati risentono del fattore propaganda e non so quale affidamento dar loro e sono tante le vetture che non sono mai andate oltre la presentazione del prototipo in qualche fiera dell'automotive.

06-06-2007, 08:56
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Si era gi&agrave; parlato di quest'auto in un'altra discussione, riporto volentieri i calcolo che avevo fatto:<br><br>Ho visitato il sito della MDI (<a href="http://www.theaircar.com" target="_blank">www.theaircar.com</a>). Loro (non io) sostengono che l'energia disponibile in un serbatoio da 300 litri a 300 bar (non pensiamo per il monento al peso, all'ingombro) è di 46MJ (=46 milioni di Joule). Sembra tanto un numerone ma equivale al potere calorifico di circa 1 litro e mezzo di benzina! In più dicono che basta una presa domestica (220V) e 4 minuti per ricaricare il serbatoio... ma quando mai: il tipico contattore di casa è da 3,5KW in 4 minuti eroga al massimo 0,2 KWh pari a 0,84MJ; per riempire il serbatoio servirebbero almeno 200 minuti (3h:20m), altro che pochi minuti. E tutto senza considerare le dispersioni ed i problemi di filtraggio e deumidificazione spinta dell'aria che richiederebbe un sistema del genere, di calore (perso) generato dalla compressione e di congelamento a seguito dell'espansione.<br><br>Un motore ad aria compressa non fa solo schifo dal punto di vista funzionale e prestazionale, ma richiede più energia che utilizzare, ad esempio, una macchina elettrica.Il fatto è che comprimere aria per produrre energia è un processo altamente inefficiente. A questo punto perchè non l'auto a molla?<br><br>Saluti

06-06-2007, 09:15
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

sar&agrave; per questo che non se ne è vista ancora una?<br>

nll
06-06-2007, 09:32
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Effettivamente sovente si scrivono sui giornali delle autentiche fesserie, contando sul fatto che i più non hanno la necessaria competenza per smascherarle e gli altri neppure la voglia di aprire il contradditorio (a che pro?). E così ci si trova di tutto. Magari i 3-4 minuti stanno nella mente del giornalista e nell'intervista originaria il tecnico aveva appunto parlato di ore.<br>Quando, e se, vi saranno veicoli in circolazione i dati reali saranno a disposizione di tutti e non potranno esservi fraintendimenti.<br>

giorgio demurtas
06-06-2007, 09:35
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Un motore ad aria compressa non fa solo schifo dal punto di vista funzionale e prestazionale, ma richiede più energia che utilizzare, ad esempio, una macchina elettrica.Il fatto è che comprimere aria per produrre energia è un processo altamente inefficiente. A questo punto perchè non l'auto a molla?</div></div><br>Concordo pienamente.<br>Ho scritto un paginetta: <a href="http://www.webgiorgio.it/ambiente/eolo/index.htm" target="_blank">http://www.webgiorgio.it/ambiente/eolo/index.htm</a><br>

nll
06-06-2007, 09:48
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Pienamente in accordo con la tua analisi, Giorgio.<br>Comunque a volte serve un sistema così inefficiente per il solo fatto di poter utilizzare questi mezzi in aree gi&agrave; fortemente compromesse dall'inquinamento, spostanto il problema in altre dove questo non è ancora così rilevante. Se vogliamo, è un po' il discorso delle biomasse, che sono ecologiche fintanto che vengono utilizzate laddove il vegetale è cresciuto (restituzione di CO<span style="font-size:8pt;line-height:100%">2</span> nell'ambiente da dove la pianta l'ha prelevato).

jonata80
06-06-2007, 13:27
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (nll @ 6/6/2007, 10:48)</div><div id="quote" align="left">Pienamente in accordo con la tua analisi, Giorgio.<br>Comunque a volte serve un sistema così inefficiente per il solo fatto di poter utilizzare questi mezzi in aree gi&agrave; fortemente compromesse dall'inquinamento, spostanto il problema in altre dove questo non è ancora così rilevante. Se vogliamo, è un po' il discorso delle biomasse, che sono ecologiche fintanto che vengono utilizzate laddove il vegetale è cresciuto (restituzione di CO<span style="font-size:8pt;line-height:100%">2</span> nell'ambiente da dove la pianta l'ha prelevato).</div></div><br>Scusate l'intromissione... cmq non sono d'accordo sul discorso delle biomasse. L'anidride carbonica va enuta sotto controllo a livello globale, per cui conta solo il bilancio complessivo... non è un inquinante vero e proprio e non conta dove viene emessa (contrariamente alle polveri o gli NOx)... in questo senso la biomassa è ecologica sempre!<br><br>Riguardo l'oggetto del post condivido l'impostazione di giorgio demurtas, bisogna ricordare sempre che le batterie o i serbatoi d'aria in pressione (in questo caso) sono solo accumulatori di energia, quindi danno il meglio di sè con la tecnologia ibrida, facendo lavorare il motore termico sempre alle condizioni vicine al rendimento max. Tuttavia anche il compressore migliore ha un rendimento isoentropico di 0,8... ma costerebbe un sacco di soldi, per cui possiamo ipotizzare un 25% di rendimento (max)... per cui l'immagazzinamento dell'energia sotto forma di pressione non sembra conveniente nemmeno in questo caso (al contrario delle batterie + motore elettrico)<br><br>Saluti

francescomat
06-06-2007, 14:39
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Tutte le vostre critiche sono giuste. Però bisogna ricordare che lo smaltimento di una batteria per l'auto elettrica è più problematico di quello di una bombola, quindi la perdita di efficienza dovuta alla perdita di energia che la macchina ad aria richiede, potrebbe essere compensato da questo punto di vista (anche considerando che una bombola presumo duri virtualmente all'infinito).

gattmes
08-06-2007, 09:47
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">lo smaltimento di una batteria per l'auto elettrica è più problematico di quello di una bombola</div></div><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">quindi la perdita di efficienza ...[cut]... potrebbe essere compensato da questo punto di vista (anche considerando che una bombola presumo duri virtualmente all'infinito).</div></div><br>Intanto per una valutazione corretta bisogna vedere a <b>CHE TIPO</b> di batterie ci si riferisce.<br>Se si usa tecnologia del secolo scorso il discorso vale, non ci piove.<br>Se &quot;viviamo&quot; nel presente (che è gi&agrave; il &quot;passato&quot; nella ricerca... ndr) forse le cose non sono così drastiche.<br>Facendo un esempio/2 calcoli, un buon progetto che preveda ...diciamo 50km di autonomia (100km &quot;da concessionario&quot;...) e con bat da 1000 cicli (3000 di targa...), significa 50000km.<br>Considerando che raramente una &quot;utilitaria&quot; viene tenuta in vita per più di 100.000km ..se così fosse significa 2 stock di batterie per l'intera vita del veicolo.<br><br>Ora smaltire 2 stock di bat odierne (quindi NON mi riferisco al PIOMBO! Ne NICHEL CADMIO...) non è ecologicamente un dramma... e neanche &quot;fisicamente&quot; (disassemblaggio)... quindi:<br>NO! Secondo me l'eventuale perdita di energia NON è compensata. In tal caso meglio 10 volte il veicolo elettrico...

francescomat
08-06-2007, 13:34
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Ne saprai sicuramente più di me. Era solo un'idea.<br>E' che una bombola mi d&agrave; l'idea che possa aspettare lunghi periodi senza essere utilizzata e senza perdere energia. Un batteria invece non credo che faccia altrettanto. Inoltre bisogna vedere se il numero di ricariche di cui parli è effettivamente realistico.<br>In ogni caso, un motore elettrico non dovrebbe reggere anche per un milione di chilometri?

gattmes
08-06-2007, 17:31
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Mah... sai ... io ho scritto 1000 (cioè &quot;ho considerato&quot;) riferendomi a un modello che, di targa, ne ha 3000 a 70% DOD.<br> In questo tengo conto anche di eventuali scariche un po più profonde, inoltre ho premesso:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">un buon progetto</div></div><br>dove tutto è considerato &quot;a regola d'arte&quot; (x ciò che riguarda il modo di &quot;trattare&quot; la bat).<br><br>Circa la perdita (autoscarica) d'energia nel tempo non ci piove... però:<br>1) Anche da una bombola si possono avere perdite (valvola) anche se molto + limitate<br>2) Sulla bombola sono sicuramente previsti controlli e SOSTITUZIONI di legge (vedi impianti gas...)<br>3) Se si pensa di immagazzinare energia per svariati mesi senza utilizzarla (considera/confronta con un 5% al mese di perdita x delle buone bat... &quot;odierne&quot;...) allora si è sbagliato veicolo/acquisto....<br><br>Per il motore elettrico la cifra citata è possibile... dipende da che tipo di motore e come è costruito, ovviamente... (quello del mio scooter certamente no! Quello di una Prius può darsi...)

francescomat
08-06-2007, 18:52
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Ma secondo voi sarebbe fattibile il progetto di Pallante di cablare le citt&agrave; con una sorta di binario che passa in mezzo alle strade, dal quale i mezzi prendono la corrente necessaria per muoversi?

malibus
08-06-2007, 19:06
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (StevenING @ 6/6/2007, 09:56)</div><div id="quote" align="left">Un motore ad aria compressa non fa solo schifo dal punto di vista funzionale e prestazionale, ma richiede più energia che utilizzare, ad esempio, una macchina elettrica.Il fatto è che comprimere aria per produrre energia è un processo altamente inefficiente. A questo punto perchè non l'auto a molla?</div></div><br>Anche io pensavo cosi, ma vedo che in questo caso c'e un po d'evuluzione.<br>L'Air car accumula nelle bobmole 51 MJ di energia ( 14,1 kWh) con la quale e credibile fare circa 100 km di percorso. La Tesla car ne impiega solo 11 kWh per 100 km, naturalmente ha un motore elettrico che dovrebbe essere piu efficente.<br>Qui dobbiamo fare attenzione sul processo di compressione ed espansione, che entrambi vengono fatti in condizioni vicini al processo isotermico, e da questo un'efficenza piu grande.<br>Per l'efficeza totale viene riportata la cifra di 40% , che confrontata con l'elettrica risulta un po meno, ma piu di un'auto a celle di combustibile, per esempio.<br><br>Saluti

gattmes
10-06-2007, 12:07
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Per l'efficeza totale viene riportata la cifra di 40%</div></div><br>..allora fa meglio la Prius...

10-06-2007, 15:03
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (malibus @ 8/6/2007, 20:06)</div><div id="quote" align="left">Qui dobbiamo fare attenzione sul processo di compressione ed espansione, che entrambi vengono fatti in condizioni vicini al processo isotermico, e da questo un'efficenza piu grande.</div></div><br>Dimentichiamoci per un momento la compressione. Ma come puoi dire che la decompressione è vicina all'isotermica se l'aria esce a -15°C?<br>Ciao

malibus
10-06-2007, 18:51
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (StevenING @ 10/6/2007, 16:03)</div><div id="quote" align="left">Dimentichiamoci per un momento la compressione. Ma come puoi dire che la decompressione è vicina all'isotermica se l'aria esce a -15°C?<br>Ciao</div></div><br>Leggendo questo file<br><br><br>ciao<br><br><center><div class="fancyborder" style="margin:4px;padding:4px;width:50%" align="left"><img align="left" style="margin: 10px 8px 10px 2px" src="http://img.forumfree.net/html/mime_types/pdf.gif" alt=""><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?act=Attach&amp;type=post&amp;id=70111582">Download attachment</a><br>E14.pdf ( Number of downloads: 42 )</div></center><br>

10-06-2007, 21:09
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Diciamo che il punto è decidere cosa vuol dire essere &quot;vicini&quot; alla isotermica. Se invece di 51MJ ne ottieni 40MJ, sei vicino o lontano?<br><br>Su <a href="http://www.theaircar.com" target="_blank">www.theaircar.com</a><br><br>- Non si parla da nessuna parte che il compressore a bordo vettura sia a 4 stadi. Attenzione: la compressione in queste condizioni è comunque molto lenta.<br><br>- L'espansione è fatta con 3 politropiche (<u>non 4</u>)<br><br>Ciao

janvaljan
10-06-2007, 21:56
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Se si creasse un sistema ad aria compressa da aggiungere alle auto normali col solo scopo di recuperare energia in frenata, ben venga.<br><br>Ed a pensarci bene il sistema c'è gi&agrave;: il condizionatore. Basterebbe solo qualche piccola modifica ed una bombola da qualche parte

10-06-2007, 22:25
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

In che senso? Il condizionatore funzionerebbe solo durante le frenate?

janvaljan
14-06-2007, 23:49
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Paolo Cattani @ 10/6/2007, 23:25)</div><div id="quote" align="left">In che senso? Il condizionatore funzionerebbe solo durante le frenate?</div></div><br>sarebbe semplice da fare ma poco utile.<br><br>Io avevo pensato a 2 possibilit&agrave;:<br><br>SEMPLICE<br><br>Innanzitutto bisognerebbe collegare il compressore all'albero tramite un CVT (le coppie in gioco sono basse) che oltretutto ne ottimizzerebbe il funzionamento. Inoltre bisogna aggiungere una bombola dove il compressore invia l'aria prima di passare nello scambiatore e nell'espansore.<br><br>In fase di frenata il cvt salirebbe di rapporto, aumentando la velocit&agrave; del compressore e frenando l'auto. Nella bombola verrebbe stoccata una maggiore quantit&agrave; di aria. In questo modo il condizionatore potrebbe funzionare virtualmente &quot;gratis&quot; tenendo il cvt sempre in folle quando il motore è in accelerazione. E' una soluzione non complicatissima dal punto di vista costruttivo e in un'auto di fascia alta potrebbe avere la sua ragion d'essere.<br><br>COMPLESSA<br><br>Si dovrebbe collegare il compressore, sempre tramite CVT, direttamente all'albero della trasmissione. Inoltre il compressore stesso dovrebbe poter funzionare in modo &quot;reversibile&quot;, ossia sia da compressore sia da motore ad aria compressa.<br><br>A condizionatore acceso il funzionamento sarebbe simile al precedente. A condizionatore spento il sistema funzionerebbe da recuperatore d'energia: in frenata l'aria verrebbe stoccata nella bombola, per poi essere usata in fase di ripartenza.<br><br>Addirittura si potrebbe pensare di riscaldare ulteriormente l'aria in uscita dalla bombola con il calore del motore, per aumentarne la pressione e quindi il lavoro utile nel motore/compressore<br><br><br><br>EDIT: leggo su <a href="http://www.rivistamotor.com/tecnica/tecnica12.htm" target="_blank">questo interessantissimo sito</a> che i moderni condizionatori hanno gi&agrave; un sistema simile al cvt, ossia un <b>compressore a pistoni a cilindrata variabile</b>, anche se non ho idea di quali siano le velocit&agrave; di risposta del sistema. Quindi si tratta solo di programmare la centralina (ma per caso lo fanno gi&agrave;?) in modo che il massimo carico sia richiesto in frenata e carico nullo in accelerazione.<br><br>Inoltre leggo che le temperature max raggiunte dopo la compressione sono di 60°. Riscaldando ulteriormente il gas col calore del motore si avrebbe ulteriore potenza da trasmettere ad un ipotetico sistema di recupero<br><br><span class="edit">Edited by janvaljan - 15/6/2007, 01:05</span>

VEMICHELE
11-09-2007, 21:04
(moderazione. Importato da: auto ad aria)

un po di tempo fa era stat presentata alla Fiera del motociclo a Bologna la Eolo:una macchina funzionante ad aria e senza bisogno di manutenzione.<br>Qualcuna sa dirmi che fine abbia fatto?

lukemon79
12-09-2007, 07:18
(moderazione. Importato da: auto ad aria)

Il progetto pare sia stato rimandato (o chi dice accantonato) perchè il motore gelava, se ricordo bene, e l'autonomia inoltre era molto molto bassa. A differenza di quanto dichiaravano loro: se non sbaglio parlavano di qualcosa in più ad un centinaio di km di percorrenza...

12-09-2007, 07:34
(moderazione. Importato da: auto ad aria)

Anche la Eolo francese e' stata accantionata, stessi problemi in piu' mancanza di affidabilita', i motori craccavano quasi subito (dopo pochi kilometri).<br>Un buco nell'ìacqua, anzi, nell'aria <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b089fd359f21c06f76fef53ac755e11e.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b089fd359f21c06f76fef53ac755e11e.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b089fd359f21c06f76fef53ac755e11e.gif" alt=":D">

grigioscuro
02-10-2007, 14:06
(moderazione. Importato da: auto ad aria)

Scusate ma voi intendete <a href="http://it.youtube.com/watch?v=WEN449wawhM" target="_blank">Video You Tube</a> questa?<br>Il nome è CAT ed è di produzione francese...

lukemon79
02-10-2007, 20:25
(moderazione. Importato da: auto ad aria)

Sì è lei, c'era di mezzo un tale Guy Negre, che aveva lavorato in Formula Uno. Doveva essere commercializzata in Italia nel Settembre 2002, ma non se ne fece più nulla. Erano gi&agrave; state create le fabbriche e assunti i lavoratori, che puntualmente sono stati cassintegrati e licenziati

genialloyd
23-10-2007, 15:31
(moderazione. Importato da: Eolo, l'auto ad aria)

Eolo, auto ad aria compressa<br><br><br>di: Donata Allegri<br><br>Eolo è il nome della prima auto ad aria compressa, raggiunge i 100 Km/h ed ha una autonomia di 200 Km allamedia di 60 Km/h (oppure 10 ore di utilizzo in citt&agrave;). L'idea della Eolo, sviluppata da Guy Negre, gi&agrave; progettista di motori da Formula, è della MDI, che ha ceduto la licenza per costruzione e commercializzazione in vari paesi alla Eolo International, che ha girato per l'Italia alla Eolo Italia.<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/dac4f4b171668669cf42aa9380f34663.jpg" alt="image"><br><br>Il cuore dell'Eolo è costituito dal motore in alluminio, che non utilizza la combustione ma l'espansione d'aria, senza quindi l'uso di fiamma e senza superare mai i 40 °C. In questo modo si diminuiscono l'usura meccanica e la manutenzione, mentre aumenta la durata. L'aria che esce dal tubo di scarico è, oltre che priva di gas nocivi, molto fredda (arriva infatti -20 °C). L'assenza di combustione consente di impiegare come lubrificante olio alimentare. Il rifornimento d'aria compressa può avvenire attraverso compressori da 5,5 o 3 Kw integrati nel veicolo che permettono di fare il pieno, rispettivamente in 4 o 7 ore, collegandosi a qualsiasi presa di corrente.<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b8675ccbce5783d76ab15ff1498cc5a5.jpg" alt="image"><br><br>L'aria viene stipata in quattro contenitori tubolari in fibra di carbonio, che trovano posto sotto il pianale dell'auto, la cui resistenza è stata testata fino a 750 bar; inoltre l'aria compressa non è infiammabile e non può quindi esplodere. Tra gli altri particolari degni di nota, l'impianto elettrico di nuova concezione con un solo filo che comanda tutti i dispositivi, la carrozzeria in fibra di resina (nel futuro sar&agrave; di estrazione vegetale, interamente riciclabile), i sedili in canapa.<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/204f4d5c2eb05a929254966c71ae71db.jpg" alt="image"><br><br>La Eolo entrer&agrave; in produzione quest'anno (2003) e sar&agrave; asseblata a Broni, nell'Oltrepò pavese. La fabbrica che coprir&agrave; una superficie di ventimila metri quadrati, quattromila dei quali destinati all’impianto produttivo dove verranno assemblate ottomila vetture l’anno. All’interno dei capannoni, interamente realizzati con pannelli in fibra di resina vegetale riciclabile, lavoreranno 240 persone, tra cui anche i capireparto che attualmente stanno seguendo il il corso di formazione a Nizza.<br><br>__________________________________________________ ____________________________<br><br><br><br><br>Come avete letto, l'auto è entrata in prduzione nel <u>2003</u>. Eppure non ne ho mai vista una in giro, ne la pubblicit&agrave; ne niente. Cos'è successo? Che ne pensate?

Zolgor
24-10-2007, 22:26
Ho avuto un idea geniale proprio ora. Mi sono detto: Perchè al posto dell&#39;esplisione della benzina non posso usare aria compressa per mandare giù il pistone? Bene ora se siete interessati io vi dico i calcoli che ho fatto,ma se non siete interessati,chiederò la cancellazione della discussione (Per gli admin e i moderatori,questa non è una richiesta di cancellazione,lo farò io quando lo riterrò opportuni)

livingreen
24-10-2007, 22:39
Beh, quando si vuole provare un modello di motore si fa proprio così, coi modellini di motore a vapore per esempio.<br>Ma che renda qualcosa, è tutt&#39;altra storia.

MetS
24-10-2007, 22:48
Va bene mods, cancellatelo, bananoide ha inventato la Eolo, tranquilli presto fallira&#39; cosi&#39; come la Eolo e&#39; miseramente fallita.<br><br>Banan hai altre idee meno compresse?<br><br>M

Zolgor
24-10-2007, 23:07
Spiritosi,vi dico che con l&#39;aria compressa si possono ottenere dei risultati belli e buoni e datemi almeno una possbilit&agrave;

livingreen
24-10-2007, 23:18
Avanti coi calcoli, allora.<br>

Zolgor
24-10-2007, 23:38
Allora questi sono i calcoli che servono per muovere un pisotne.:<br><br>(Dati inventati)<br>Pistone:<br><br>Peso: 10 grammi<br>Circonferenza della parte superiore: 20 mm<br>Volume: 18<br>Area: 25 cm<br><br>Per spostare un pistone che ha questi dati bisogna calcolare alcune cose: Innanzitutto la quantit&agrave; di aria compressa che deve seere spinta per spostarlo,la velocit&agrave; con cui deve essere spinta l&#39;aria:<br>Quantit&agrave; di aria: 17 cm cubici<br>Velocit&agrave; dell&#39;aria: 13 m/s<br><br>Ora so cercando di fare i calcoli con i dati di un pistone vero e poi mi servono altri dati,tipo la frequenza di diffusione dell&#39;aria.<br><br>Poi io ce la avrei un idea per come fare a &quot;spruzzare&quot; l&#39;aria sui pistoni,ma il problema è che bisognerebbe modificare tutta la macchina ad esempio. Ora sto facendo i calcoli solo con le utomobili,ma li voglio fare co tutti i mezzi di trasporto disponibili.<br><br>Ora vediamo se sono un imbecille

livingreen
25-10-2007, 00:30
I motori ricavano la loro potenza trasformando l&#39;espansione del gas in lavoro: in un diesel, ad esempio, il ciclo ideale dell’aria è modellato come una compressione adiabatica reversibile seguita da un processo di combustione a pressione costante, poi segue un’espansione adiabatica (lo scoppio) ed uno scarico iso-volumetrico.<br>Non mi sembra invece che tu parli di pressione (che è la cosa più importante)... ma parli di flusso e velocit&agrave; dell&#39;aria. E non parli nemmeno del lavoro di espansione. Boh....

Zolgor
25-10-2007, 12:21
Infatti. Se tu calcoli che l&#39;eplosione della miscella benzina(o quello che ti pare)/aria da potenza al motore. Se tu la stessa energia la ricavi con una spinta di aria compressa non è la stessa cosa? Oppure tu stai dicendo che ci serve comunque un espanzione di gas che generi pressione per poi esplodere?

valmaximus
26-10-2007, 07:18
E&#39; una questione di rapporto fra resa in lavoro e quantit&agrave; di energia necessaria per quel lavoro.<br>Accendendo della benzina o del gasolio con una semplice scintilla ottieni MOLTA più energia, a pari quantit&agrave; di carburante, di quanta ne otterresti liberando dell&#39;aria compressa.<br>E DEVI tenere conto che pressurizzare aria, soprattutto al livello necessario per alimentare un motore, richiede energia, energia che spendi usando fonti non rinnovabili -con le tecnologie attuali, almeno. Alla fine, il conto nel mercato dell&#39;automobile, per ora, va ancora in favore dei carburanti convenzionali. Bisogna auspicare invece la progettazione di veicoli elettrici per il trasporto urbano (medie/brevi distanze) ricaricabili con fonti rinnovabili.

livingreen
26-10-2007, 08:09
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Infatti. Se tu calcoli che l&#39;eplosione della miscella benzina(o quello che ti pare)/aria da potenza al motore. Se tu la stessa energia la ricavi con una spinta di aria compressa non è la stessa cosa? Oppure tu stai dicendo che ci serve comunque un espanzione di gas che generi pressione per poi esplodere?</div></div><br>Non intendevo dire &quot;esattamente&quot; quello.....<br>Quando il pistone è al PMS (più o meno) la miscela aria /benzina esplode, e crea una pressione. Questa pressione spinge il pistone in basso, ma mentre il pistone scende cambia anche il volume della camera, quindi la pressione scende (e il gas si espande). Quindi, i calcoli si fanno in base alla pressione ed all&#39;espansione.<br>Nei tuoi c alcoli, invece, trovo:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Innanzitutto la <b>quantit&agrave; di aria</b> compressa che deve seere <b>spinta</b> per spostarlo,la velocit&agrave; con cui deve essere spinta l&#39;aria:<br><b>Quantit&agrave; di aria:</b> 17 cm cubici<br><b>Velocit&agrave; dell&#39;aria</b>: 13 m/s<br><b></b></div></div><br>Non si tratta di un flusso continuo, dove portata e velocit&agrave; possono avere senso, si tratta di pressione ed espansione.

Schrödinger
26-10-2007, 19:44
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Bananoide @ 25/10/2007, 00:07)</div><div id="quote" align="left">Spiritosi,vi dico che con l&#39;aria compressa si possono ottenere dei risultati belli e buoni e datemi almeno una possbilit&agrave;</div></div><br>A prescindere dai calcoli, dal rendimento ecc., hai dimenticato un piccolo particolare: l&#39;autonomia.<br>Quanta aria compressa puoi immagazzinare in un veicolo?<br><br>Ma soprattutto: la sicurezza dove la mettiamo? mi viene paura al solo pensiero di vedere un auto con un serbatoio d&#39;aria a 250 atm fare un frontale contro un muro <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/75fc92d798b37056d44a636086306640.gif" alt=":sick:">

livingreen
27-10-2007, 20:11
Veramente, si parlava di pressioni ben maggiori. 250 bar era solo per i test, prima di fare il bombolone in composito.<br>

mariomaggi
27-10-2007, 20:20
Schrödinger<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ma soprattutto: la sicurezza dove la mettiamo? mi viene paura al solo pensiero di vedere un auto con un serbatoio d&#39;aria a 250 atm fare un frontale contro un muro</div></div><br>io non sono favorevole all&#39;auto ad aria compressa, ma un serbatoio d&#39;aria compressa e&#39; meno pericoloso della corrispondente bombola di metano, o di idrogeno, o del GPL in bombole trasportate di solito senza sicurezza alcuna su veicoli e roulottes di zingari.<br><br>Ciao<br>Mario

MetS
27-10-2007, 23:50
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (Schrödinger @ 26/10/2007, 11:44)</div><div id="quote" align="left">Ma soprattutto: la sicurezza dove la mettiamo? mi viene paura al solo pensiero di vedere un auto con un serbatoio d&#39;aria a 250 atm fare un frontale contro un muro <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/cc83a8468a19838f34230add086a3f86.gif" alt=":sick:"></div></div><br>Mai fatto il subacqueo? No e si vede&#33;<br>Io pratico tuttora l&#39;immersione profonda con le bombole caricate ad aria compressa con 300BAR per 6000 litri d&#39;aria.<br>Diciamocelo francamente, una bombola puo&#39; essere pericolosa solo in determinate circostanze, molto limitate.<br>Il test di resistenza sulle bombole che viene effettuato alla Dalmine a Bergamo prevede urti violenti con masse importanti, le bombole non esplodono facilmente, anzi risulta difficile.<br>Piu&#39; facile e&#39; la rottura della rubinetteria seppure costruita in acciaio molto resistente e dal pieno.<br>Non e&#39; il serbatoio il problema dell&#39;auto ad aria compressa, lo e&#39; la ricarica, per esempio, per caricare il mio bibo a 300BAR occorrono 6 ore con un compressore multistadio che costa circa 30000 euro, quanto costerebbe allora la super risparmiosa auto ad aria compressa?<br><br>Senza ricorrere ad artifici e considerazioni varie abbiamo il progetto Eolo a farci da esempio. Il suo misero naufragio dovrebbe farci pensare che certe soluzioni non sono praticabili.<br><br>Pensateci bene.<br><br>MetS<br><br><span class="edit">Edited by MetS-Energie - 27/10/2007, 17:10</span>

valmaximus
27-10-2007, 23:56
Amen&#33;

Schrödinger
28-10-2007, 12:41
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (livingreen @ 27/10/2007, 20:11)</div><div id="quote" align="left">Veramente, si parlava di pressioni ben maggiori. 250 bar era solo per i test, prima di fare il bombolone in composito.</div></div><br>Ecco si. Ho sparato una cifra alta a caso, non so in realt&agrave; a che pressione potrebbe andare, ma 250 bar mi sembra il minimo...<br><br>giusto per rendere l&#39;idea, in gas cromatografia si usano bombole di azoto caricate a 200 bar, sono alte quanto una persona. Durano una settimana continua con una pressione di uscita di 2-3 bar se non erro.<br>Immaginatevi quanto durano a 200+ bar, praticamente esce tutto in un solo colpo :asd:<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 27/10/2007, 20:20)</div><div id="quote" align="left">Schrödinger<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ma soprattutto: la sicurezza dove la mettiamo? mi viene paura al solo pensiero di vedere un auto con un serbatoio d&#39;aria a 250 atm fare un frontale contro un muro</div></div><br>io non sono favorevole all&#39;auto ad aria compressa, ma un serbatoio d&#39;aria compressa e&#39; meno pericoloso della corrispondente bombola di metano, o di idrogeno, o del GPL in bombole trasportate di solito senza sicurezza alcuna su veicoli e roulottes di zingari.<br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br>Si ma io parlo in generale, per esempio se tutte le auto venissero sostituite con macchine ad aria compressa (cosa impossibile comunque)... Sono più sicure le auto attuali, perché il serbatoio difficilmente prende fuoco, mentre una bombola d&#39;aria compressa basta che di rompa in un punto per fare un esplosione da paura. 300+ bar sono tantissimi...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (MetS&#45;Energie @ 27/10/2007, 23:50)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Schrödinger @ 26/10/2007, 11:44)</div><div id="quote" align="left">Ma soprattutto: la sicurezza dove la mettiamo? mi viene paura al solo pensiero di vedere un auto con un serbatoio d&#39;aria a 250 atm fare un frontale contro un muro <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f3a5810af49f8388af5cd003fe014da6.gif" alt=":sick:"></div></div><br>Mai fatto il subacqueo? No e si vede&#33;<br>Io pratico tuttora l&#39;immersione profonda con le bombole caricate ad aria compressa con 300BAR per 6000 litri d&#39;aria.<br>Diciamocelo francamente, una bombola puo&#39; essere pericolosa solo in determinate circostanze, molto limitate.<br>Il test di resistenza sulle bombole che viene effettuato alla Dalmine a Bergamo prevede urti violenti con masse importanti, le bombole non esplodono facilmente, anzi risulta difficile.<br>Piu&#39; facile e&#39; la rottura della rubinetteria seppure costruita in acciaio molto resistente e dal pieno.<br>Non e&#39; il serbatoio il problema dell&#39;auto ad aria compressa, lo e&#39; la ricarica, per esempio, per caricare il mio bibo a 300BAR occorrono 6 ore con un compressore multistadio che costa circa 30000 euro, quanto costerebbe allora la super risparmiosa auto ad aria compressa?<br><br>Senza ricorrere ad artifici e considerazioni varie abbiamo il progetto Eolo a farci da esempio. Il suo misero naufragio dovrebbe farci pensare che certe soluzioni non sono praticabili.<br><br>Pensateci bene.<br><br>MetS</div></div><br>Ah ho letto adesso... Beh sicuramente le bombole moderne sono ben protette... però dubito che una bombola che si schianta contro un muro a 50+ km/h rimanga intatta, soprattutto se è dentro un auto che accumula molta energia cinetica grazie alla sua elevata massa...<br><br><br>Ad ogni modo quoto la parte sulla ricarica. Sembra una cosetta da poco ma sono questi piccoli dettagli che compromettono completamente un progetto.

t-patte
01-11-2007, 15:02
Intanto un saluto a tutti, e la prima volta che posto nel forum&#33;<br>Per quello che mi e dato sapere le problematiche in gioco sono essenzialmente due: la compressione del gas e la sua espansione.<br><br>La compressione è un problema enorme (come del resto fa notare MetS-Energie). <b>Ma vanno fatti dei distinguo</b>.<br><br> Faccio un sunto dei mie appunti di chimica presi quando studiavo ingegneria.<br>I gas si possono infatti distinguere in due categorie: quelli omonucleari (H2,He,...) e quelli eteronucleacri (CH4,CO, e ovviamente le miscele di gas come l&#39;aria che respiriamo). Queste due tipologie di gas infatti hanno caratteristiche di comprimibilit&agrave; decisamente differeti, sia fra loro sia se confrontati con un ipotetico modello di gas ideale (che ovviamente non esiste...).<br>Se comprimiamo un gas dobbiamo spendere dell&#39;energia (sacrosanto direte voi... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fa870601edd97e3fa85ceaa40596f95f.gif" alt=":)"> ). Il problema e che l&#39;energia spesa per la compressione non ha proporzionalit&agrave; diretta con la pressione. Un gas ideale infatti richiederebbe una certa energia per essere compresso a 10bar. Per comprimerlo a 100bar spenderemmo 10 volte l&#39;energia che era servita per comprimerlo a 10. Nel mondo reale invece le cose cambiano. Un gas reale infatti ha una comprimibilit&agrave; variabile. I gas Omonucleari sono sempre meno comprimibili di un gas ideale ma hanno una proporzionalit&agrave; fra pressione e l&#39;energia spesa per comprimerli. I gas Eteronucleari invece si comportano in maniera singolare. A &quot;basse&quot; pressioni (da prendere con una certa relativit&agrave; il termine basse...) possono essere addirittura più comprimibili di un gas ideale (la compressione è quindi molto conveniente). Con l&#39;aumentare della pressione però il loro comportamento cambia radicalmente e la loro compressione diventa man mano sempre più difficile.<br>Questo e il motivo per cui le bombole da sub richiedono ore di carica per arrivare a 300 bar mentre una bombola di metano si riempie a più di 200 bar in meno di 15 minuti. La loro curva di comprimibilit&agrave; e decisamente diversa (sebbene siano entrambi eteronucleari). Dopo i 300 bar anche il metano è una rogna da comprimere perchè la sua curva di comprimibilit&agrave; cambia decisamente pendenza. Quindi appare chiaro che sebbene l&#39;aria si disponibile in quantit&agrave; e gratis non sia conveniente il suo utilizzo inquanto non ne è conveniente la compressione oltre qualche decina di bar. Non a caso infatti anche nel settore industriale raramente si utilizza l&#39;aria a pressioni superiori ai 10/15. Dai 40 bar in su si usano sempre centraline idrauliche che sebbene costino di più all&#39;aqcuisto sono molto più economiche come gestione. L&#39;aria non va quindi bene come gas e se si vuole intraprendere la strada dell&#39;autotrazione a gas compressi: <b>bisogna per forza scegliere un altro tipo di gas</b>.<br><br>Il secondo problema e invece legato all&#39;espansione del gas stoccato ad alta pressione nel serbatoio. Qualunque gas espandendosi cede calore all&#39;ambiente raffreddandosi. Questo comporta che espandendo notevoli volumi d&#39;aria in tempi brevi si arrivi a temperature decisamente sotto zero. Questo provoca seri problemi alle tubazioni e specialmente alle valvole che regolano la portata del gas provocandone il blocco. se poi si utilizza aria compressa con anche piccole quantita di umidita residua allora andiamo a gelare anche l&#39;interno delle tubazioni e delle valvole varie senza possibilit&agrave; di scampo...<br>Questo se non erro era uno dei vari problemi dell&#39;auto a aria compressa che era comparsa su tante pubblicazioni automobilistiche qualche anno fa.<br><br>Non sussistono invece problemi di sicurezza per quanto riguarda lo stivaggio di bombole ad alta pressione su di un veicolo, anche in caso di urti devastanti. Ovviamente se le bonbole vengono fatte come debbono essere fatte. Questo lo posso testimoniare perchè conosco grosso modo i test di resistenza delle bombole di metano per uso automobilistico, e principalmente, perchè circa 8 anni fa ho fatto un incidente spaventoso con la vecchia Croma CHT a metano. Sono infatti uscito di strada alla velocita di almeno 100Km/h (ma sicuramente anche di più), finendo contro un albero con il baule della macchina. Posso affermare che la bombola mi ha salvato la vita. Successivamente alla rottamazione della macchina la bombola è stata ricollaudata e ricertificata e successivamente riutilizzata. Le bombole sono imfatti progettate e realizzate per reggere tranquillamente il doppio e + della pressione di esercizio. A campione poi vengono riempite (con acqua) e sottoposte a test distruttivo (pressione circa 750-1000&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fbf397cf5290dcc0e88f71eb16a1526d.gif" alt=":o:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fbf397cf5290dcc0e88f71eb16a1526d.gif" alt=":o:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fbf397cf5290dcc0e88f71eb16a1526d.gif" alt=":o:"> bar) dove la bombola non deve esplodere ma bensi lacerarsi, per permettere uno sfogo della pressione il più graduale possibile.<br><br>Questo e quanto mi è dato sapere. Se ho commesso qualche imprecisione o errore parlando dei gas vedro di ristudiarmi meglio gli appunti... e magari di inserire qualche grafico che rende meglio l&#39;idea di quanto non faccia il mio sunto.<br><br>lollo<br><br><span class="edit">Edited by mariomaggi - 1/11/2007, 17:32</span>

LedZepp
01-11-2007, 20:39
Ciao<br><br>andate su<br><br><a href="http://www.carlobertocchi.it/" target="_blank">http://www.carlobertocchi.it/</a><br><br>cliccate su rendimenti<br><br>aria compressa: rendimento 9%<br><br>non mi sembra un granche&#39;<br><br>ciao

janvaljan
02-11-2007, 04:18
Ragazzi pare che il progetto Eolo sia miracolosamente risorto grazie all&#39;azienda indiana Tata. A breve verr&agrave; messo in commercio un modello a basso costo, con compressore integrato da attaccare semplicemente alla presa di corrente:<br><br>Fino a poco tempo fa circolava in rete la storia di Eolo, un’auto ad aria compressa inventata da un ex-ingegnere di formula uno, in grado di percorrere 100 km con 0,77 euro di elettricit&agrave; (per comprimere l’aria), raggiungere i 110 km/h e operare per più di 10 ore consecutive in ambito urbano. Presentata nel 2001 al Motorshow di Bologna, sembrava fosse imminente la sua produzione su grande scala. Poi non se ne è saputo più nulla, e sono iniziate a circolare le voci su complotti e sabotaggi. Questo articolo di Attivissimo fa il quadro della vicenda.<br><br>Sembra però che la vicenda sia giunta ad una svolta: il produttore automobilistico indiano Tata, come annunciato anche da Repubblica, ha deciso di produrre Eolo su grande scala, introducendo dei miglioramenti tecnici che hanno portato l’autonomia ad addirittura 500 km. Qui l’anuncio della casa automobilistica. Di seguito un pezzo di Jacopo Fo sulla notizia, che aggiunge ulteriori informazioni, visto che Jacopo sembra conoscere personalmente i protagonisti della vicenda.<br><br>Il colosso indiano Tata Motors ha firmato con MDI dei Négre (padre e figlio) un contratto per la produzioni in India dell’auto ad aria compressa.<br>Il fatto che un’azienda dello spessore di Tata abbia deciso di investire su questo progetto dimostra che non si tratta dell’invenzione bislacca di un folle.<br>In molti ne siamo convinti da anni. Quando 6 anni fa salii su uno dei primi prototipi, nella fabbrica di Marsiglia, ebbi la sensazione di muovermi con la macchina del futuro.<br>Era un’auto straordinaria, un’invenzione geniale, economica e ecologica. Una monovolume a sei posti, grande bagagliaio, 200 chilometri di autonomia, raggiungeva i 120 chilometri orari, consumava 3 euro di elettricita’ per percorrere 100 chilometri e sarebbe dovuta costare 12mila euro. Veniva alimentata direttamente con aria compressa allo stato liquido, contenuta in due grandi bombole, alloggiate sotto l’auto per tutta la sua lunghezza. In alternativa era dotata di un compressore elettrico capace di riempire le bombole. Per ottenere un pieno era sufficiente collegarla per una notte a una presa di corrente.<br>Insomma gia’ 6 anni fa era un’auto strepitosa. Tra l’altro si avvaleva di ben 56 brevetti originali. Tutto era particolare: dall’impianto elettrico con 3 chilogrammi di fili al posto dei 30 di una comune auto di media cilindrata, ai sedili con anima tubolare che proteggevano il conducente in caso di incidente, al meccanismo per abbassare<br>manualmente i vetri dei finestrini. La carrozzeria era stata progettata per essere leggerissima, offrire ottimi risultati nei crash test e venir costruita anche in fibra e resina di canapa.<br>Ma, nonostante le potenzialita’ ecologiche ed economiche di quest’auto, sono passati gli anni e i Négre non sono ancora riusciti a omologarla in Francia. E qui bisogna proprio fermarsi e chiedersi come sia possibile che per cosi’ tanto tempo si sia riusciti a bloccare la commercializzazione di un mezzo simile.<br>Ora, appunto, la scesa in campo di Tata Motors cambia tutta la situazione.<br>Ho telefonato alla MDI e ho sentito aria di grande festa. E’ tutto vero, mi confermano. Entro un anno e mezzo gli indiani inizieranno a vendere questo miracolo tecnologico, sbeffeggiato dalle grandi case europee produttrici di automobili, sabotato dalla lobby dei petrolieri e da politici ottusi.<br>E di certo dopo l’omologazione in India sara’ difficile per i burocrati europei negare il permesso di circolazione sulle nostre strade all’auto ad aria compressa.<br><br>Il segreto di quest’auto sta in un’idea rivoluzionaria. Ai tempi, gli ingegneri della Fiat elaborarono un’analisi tecnica di 16 pagine che dimostrava che questo mezzo avrebbe potuto percorrere solo pochi chilometri, molti meno dei 200 che millantavano i Négre. E non avevano tutti i torti: per quanto si possa immagazzinare molta aria compressa allo stato liquido, questa puo’ esprimere solo poca potenza. Ma Négre aveva escogitato un sistema per moltiplicare l’autonomia del mezzo.<br>Infatti, l’aria compressa a 300 bar di pressione esce dalle bombole a 70 gradi sotto zero. Più l’aria e’ compressa più e’ fredda, e’ un principio noto ma non pienamente sfruttato fin’ora nelle sue possibili applicazioni.<br>Ne’gre invece di usare direttamente la pressione dell’aria, la faceva entrare in un contenitore dove veniva scaldata dalla temperatura stessa dell’auto. In questo modo l’aria, aumentando di temperatura, si espande notevolmente e solo a questo punto veniva utilizzata la forza della sua pressione. Ed e’ questo il segreto che consentiva all’auto di raggiungere un’autonomia di 200 chilometri.<br>Uso il passato perche’ in questi anni i prototipi sono stati ulteriormente sviluppati. Nell’auto ad aria compressa e’ stato integrato un serbatoio di gas e il motore puo’ essere indifferentemente azionato dalla combustione del gas o dall’aria compressa. E’, cioe’, un motore ibrido. Cosi’, se non c’e’ modo di alimentare l’auto con una presa di corrente o un pieno di aria compressa liquida, si puo’ farla andare con il gas che gia’ e’ supportato da una rete di distributori.<br>Ma la presenza del gas ha anche un’altra funzione che ha portato l’ultimo modello a un’autonomia di 500 chilometri e una velocita’ di 150 chilometri orari. Infatti l’aria in uscita dalle bombole ora viene scaldata nel “vaso di espansione” con una fiamma alimentata dal gas cosi’ da moltiplicare ulteriormente il volume dell’aria e quindi moltiplicare la quota utilizzabile di pressione. Invece di utilizzarla a 2-3 gradi di temperatura la si porta a 30 gradi. E, come abbiamo detto, aumentando la temperatura, l’aria si espande ulteriormente.<br>Infine si e’ sperimentato l’uso di meccanismi che recuperano l’attrito della frenata dell’auto e dell’inerzia nei percorsi in discesa per sviluppare elettricita’ che permette di comprimere altra aria nelle bombole. Insomma, l’auto che si sono comprati gli indiani e’ veramente “completamente diversa”.<br>Ma qualche europeo che si dovesse svegliare all’ultimo momento avrebbe ancora la possibilita’ di buttarsi sull’affare, almeno per quanto riguarda alcuni paesi dove i diritti di sfruttamento dell’invenzione sono ancora liberi.<br>Infatti, il meccanismo commerciale con la quale quest’auto viene proposta e’ anch’esso particolare. MDI detiene i brevetti e cede fabbriche chiavi in mano e diritti commerciali di esclusiva su un dato territorio. Tata Motors ha comprato i diritti per l’India. Ma, ad esempio, Eolo Italia, che deteneva i diritti per il nostro paese, pare non esista più e quindi i diritti potrebbero essere liberi.<br><br>L’Italia può dire la sua sul progetto? Io un’idea ce l’avrei: una rivisitazione completa del design, e questa sar&agrave; la killer application dell’automobilismo&#33;

mariomaggi
02-11-2007, 08:33
janvaljan,<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Infine si e’ sperimentato l’uso di meccanismi che recuperano l’attrito della frenata dell’auto e dell’inerzia nei percorsi in discesa per sviluppare elettricita’ che permette di comprimere altra aria nelle bombole. Insomma, l’auto che si sono comprati gli indiani e’ veramente “completamente diversa”.</div></div><br>con le parole si fa tutto. Traduzione: dall&#39;inerzia meccanica si passa ad un generatore elettrico che comanda un motore elettrico che comanda un compressore .......<br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/943aaa883a1c6de2579ad86c258c5555.gif" alt=":cry:"><br><br>Ci manca la centrale nucleare, poi c&#39;e&#39; tutto&#33; Siamo seri ....<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Più l’aria e’ compressa più e’ fredda</div></div><br>da scrivere sulla pietra, in modo che resti vivo nei secoli questo principio rivoluzionario. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8673bf7985aeea8d390bfb8bebd6c477.gif" alt=":wacko:"><br>E sotto il sole di Luglio, l&#39;auto parcheggiata al sole resta fredda?<br><br>Ciao<br>Mario<br><br><br><br><br>

t-patte
02-11-2007, 14:23
La propaganda e sempre bella è affascinante, e le dichiarazioni di ditte e multinazionali, non sono altro che propaganda e sogni (o inganni&#33;) spacciate per realt&agrave;.<br>Vediamo di chiarire meglio i concetti del perchè l&#39;auto ad aria non si vede ingiro per strada e probabilmente non si vedra mai.<br><br>1) difficolta di comprimere l&#39;aria nei serbatoi. L&#39;esperienza dei sub insegna. Ed anche il costo dei compressori è un dato di fatto. Il loro consumo in termini di elettricit&agrave; e poi risaputamente mastodontico. Tanto è che nella pubblicit&agrave; della Eolo si dichiarava che si potevano ricaricare le bombole in una notte a patto di non utilizzare altri elettrodomestici, ergo: almeno 3 kW/h di consumo&#33; non propriamente economico&#33;<br>Se poi quelli della MDI habbiano inventato (e quindi brevettato) un compressore rivoluzionario con rendimenti da fantascienza sarebbero proprio stupidi a non sfruttarlo a fini commerciali per vivere di rendita per tutta la vita loro e di almeno tre generazioni di figli....<br><br>2) difficolta nell&#39;espanderla senza effetti collaterali (vedere congelamento&#33;). La Eolo quando fu provata (si fa per dire...) da Quattroruote aveva appunto questo problema. L&#39;auto infatti percorse appena pochi metri (strattonando in maniera esagerata&#33;) nel parcheggio della fabbrica, poi si blocco per congelamento di tutto il congelabile <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/44afa6847fd393b55e7b66181f550a06.gif" alt=":lol:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/44afa6847fd393b55e7b66181f550a06.gif" alt=":lol:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/44afa6847fd393b55e7b66181f550a06.gif" alt=":lol:"> &#33; Come risolvere il problema? Beh direi che i casi sono due: o riscaldiamo il gas mentre si espande oppure lo espandiamo in maniera più graduale. Il primo metodo e tecnicamente na boiata perchè abbassa ulteriormente il rendimento globale di un veicolo che gia di perse è infimo. Il secondo è infattibile perchè per ottenere le potenze richieste non possiamo spostarci più di tanto dai valori di pressioni e portate che sono effetivamente utilizzati sulla Eolo.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ai tempi, gli ingegneri della Fiat elaborarono un’analisi tecnica di 16 pagine che dimostrava che questo mezzo avrebbe potuto percorrere solo pochi chilometri, molti meno dei 200 che millantavano i Négre.</div></div><br>Gli ing. della Fiat non sono degli stupidi (magari qualche dubbio poteva venire dai dirigenti...) se dicono che non è fattibile quasi di sicuro non lo è&#33;<br>La Eolo 200 km , che io sappia, non li ha mai fatti. Il giro più lungo effettuato (e DOCUMENTATO&#33;&#33;&#33;) e di pochi netri nel parcheggio della ditta (fonte Quattroruote che sembrano stati gli unici con un minimo di competenza che abbiamo provato il veicolo)<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">E non avevano tutti i torti: per quanto si possa immagazzinare molta aria compressa allo stato liquido, questa puo’ esprimere solo poca potenza</div></div><br>La potenza che esprime l&#39;aria e data da 3 cose: Pressione, Superfice di applicazione (pistone), e portata.<br>Quindi P = L/t (dove L è il lavoro, t è il tempo)<br>L=F*s (forza e spostamento ovvero: bar per superfice pistone per corsa del un pistone)<br>Perciò il lavoro è (F*s)/t .Perchè quindi l&#39;aria compressa non è in grado di esercitare la potenza necessaria se le pressioni e le superfici in gioco sarebbero sufficenti a produrre il risultato richiesto. Il problema sta infatti nella portata che deve essere sufficente ad alimentare il mio motore. La rogna sta qui. Espandendo i volumi di gas necessari congeliamo tutto, e la macchina dopo pochi metri si blocca....<br><br><br><br>A questo qualcuno si chiedera: ma se quello che dici è vero perchè questi signori si intestardiscono su un progetto del genere.<br><br>Vi do subito la risposta, e questa, la do per esperienza personale. Anni fa la ditta dove lavoravo (produce attualmente materiali compositi per il settore automotive, e specialmente per IVECO e Ferrari) era stata contattata per la realizzazione di parti in vetroresina per la scocca della Eolo. Il mio capo studio la questione e rifiuto il lavoro perchè non gli venivano date garanzie adeguate. Gli chiesi lumi in proposito e grosso modo mi disse questo: &quot;...vogliono solo alcuni pezzi per realizzare i prototipi, poi stanno finendo i finanziamenti europei e la questione probabilmente finisce li...&quot;. Ecco proprio qui sta il punto :<b>FINANZIAMENTI EUROPEI&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;</b>.<br>Quindi questa e la dinamica:<br>1)Progetto interessante<br>2) Finanziamento della Comunit&agrave; europea per lo sviluppo del progetto a livello prototipale<br>3) Mangiamo un po&#39; sui finanziamenti finche c&#39;è ne sono.<br>4) Finanziamenti finiti e la macchina ovviamente non va : la storia finisce con qualche personaggio con il portafogli più gonfio e basta.<br><br>La Comunita Europea infatti non ti elargisce altri finanziamenti se hai fallito il progetto e non hai raggiunto i risultati che dovevi ottenere quando hai presentato la richiesta di finanziamento.<br><br>Ma i furbi si sa non stanno mai con le mani in mano. Quindi si sono pasturati la TATA. Con il sostegno di un gruppo del genere non sar&agrave; un problema mungere altri soldi all&#39;Unione Europea. Poi sicuramente la TATA avra fatto i suoi conti a livello di tornaconto.<br><br>Quindi credo che sentiremo parlare ancora per un po&#39; della macchina ad aria prima che ricada in un altro periodo di oblio...<br><br>Lollo<br><br><br><br>

valmaximus
02-11-2007, 22:37
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Più l’aria e’ compressa più e’ fredda, e’ un principio noto ma non pienamente sfruttato fin’ora nelle sue possibili applicazioni.</div></div><br>Anche volendo escludere il Sole, i cui gas supercompressi sono un tantino caldi, a fare un viaggio negli strati interni di Giove, Saturno, Urano e Nettuno, te la passeresti mica male. Oh, sì, e la pressione atmosferica sulla superficie di Venere contribuisce a rendere l&#39;habitat un po&#39; caldo.<br>Se il principio di cui parli è quello da sfruttare, stemo freschi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/79db5274be8c77991d9ec7560994a44f.gif" alt="image"><br>Per il resto, quoto tutti gli altri: è solo l&#39;ennesimo, patetico gioco di caccia ai finanziamenti sulla pelle dei grulli.

Schrödinger
03-11-2007, 11:44
[QUOTE=janvaljan,2/11/2007, 04:18 Più l’aria e’ compressa più e’ fredda, e’ un principio noto ma non pienamente sfruttato fin’ora nelle sue possibili applicazioni.<br>[/QUOTE]<br><br>Non pienamente sfruttato nelle sue applicazioni? Come pensano che venga prodotta l&#39;aria liquida?<br>Per il resto vi quoto tutti.. ma roba da matti

francescomat
03-11-2007, 15:56
Se non sbaglio, qualche anno fa anche Quark aveva fatto un servizio sull&#39;auto ad aria compressa, in termini abbastanza positivi.

guzzillo
03-11-2007, 17:36
<br>vabbè che vuol dire le doti di scienziato di piero angela sono risapute..

janvaljan
06-11-2007, 01:08
Ragazzi l&#39;articolo l&#39;ho ricopiato pari pari e naturalmente non mi sono preso la briga di correggere eventuali strafalcioni. Ciò che mi sorprendeva è il fatto che un gruppo in forte ascesa come la Tata si prenda il rischio di investire in un progetto così rischioso. Non parlatemi di finanziamenti, perchè non credo proprio che il governo indiano abbia soldi da scucire per questo genere di cose.<br><br>Inoltre cito da Wikipedia:<br><br>Il 7 febbraio 2007 (Tata n.d.r) ha annunciato un accordo con il gruppo MDI per costruire sotto licenza una macchina basata sul motore ad aria compressa sviluppato da MDI. Su tutti i modelli si avr&agrave; un telefono vivavoce GSM incorporato e un GPS ed, inoltre, una scheda elettronica per l&#39;accensione. La messa in commercio in India è prevista per il 2008.[1]

RedEnergy
11-11-2007, 02:37
altrove nel forum parlavamo di auto ad aria compressa e delle loro versioni ibride.<br><br>dicevo che UPS ha gi&agrave; dall&#39;anno scorso dotato una serie di furgoni con un sistema ibrido che permette di accumulare energia comprimendo aria in frenata. L&#39;aria compressa viene poi sfruttata per lo spunto in partenza. Ovviamente parliamo di un utilizzo molto particolare... sono furgoncini he hanno 1 stop ogni 100 metri. Comunque ci soo e funzionano. E UPS dichiara un risparmio enegetico vicino al 50%. Che poi siano sistemi economicamente convenienti per il costo iniziale non lo so. Ma se il problema è quello lo si può superare.<br><br><a href="http://www.pressroom.ups.com/pressreleases/current/0,1088,4694,00.html" target="_blank">http://www.pressroom.ups.com/pressreleases...88,4694,00.html</a>

andrusha
22-11-2007, 17:17
A dire il vero con un compressore portatile per uso personale ci vogliono 2 ore per caricare la tua bombola. 10lt per 300 bar. il compresore funziona con un motore elettrico da 2.2 kw.<br><br>Un centro immersioni normale ha una capacit&agrave; di 27m3/h equivalente a ca 12 bombole ora alla pressione di 200 bar. Il compressore ha un motore da 11 KW. Il compressore costa 13.000 euro<br><br>le stazioni di rifornimento metano utilizzano gli stessi compressori dei centri immersioni ovviamente di maggior portata e leggermente modificati, il motore elettrico generalmente è di 30 kw<br><br>Un compressore di un distributore metano costa ca 50.000 euro<br><br>L&#39;equivalente per aria compressa costa ca 40.000 euro.<br><br>parlo comunque di compressori certificati Ce e di qualit&agrave; non del solito ferro da stiro<br><br>tanto per precisare sui costi...<br><br>Calore7bombole: i vigili dei fuoco utilizzano bombole in acciaio (Sub) e in composito per i loro autoprotettori ad aria compressa caricati a 200 e 300 bar.<br>Chiss&agrave; quanto calore produce un incendio????<br><br>CIAO

WTR
23-11-2007, 14:18
stavo leggendo questo post a tempo perso e quindi espongo il mio parere maturato a tempo perso...<br><br>forse la Tata sta utilizzando parte di questa tecnologia per creare dei motori più puliti ed efficienti specie nelle fasi di spunto o ripresa.<br>Potrebbero utilizzare l&#39;aria compressa immagazzinata con un piccolo compressore di bordo azionato da motore elettrico o ke magari si innesca nelle decelerazioni in modo da contribuire al freno motore.<br>In fin dei conti nei motori navali di grosse dimensioni l&#39;avviamento è ad aria compressa.

Zedemel
04-12-2007, 21:20
sar&agrave; anche una fregatura come dicono alcuni qua dentro, ma sembra che anche in Australia vogliano puntarci, fonte peswiki.

livingreen
05-12-2007, 00:44
Sembra quasi che qui si faccia il tifo per la propria squadra e denigri la squadra avversaria....<br>Chi sa fare i calcoli è poco convinto.... che i principi della termodinamica vengano stravolti e che da un rendimento attuale del 10-15% si dichiarino rendimenti del 90%....<br>E poi, oltre alle parole, non si è ancora vista una macchina ad aria compressa che riesce a fare più di 300 metri senza congelare. Quando la vedrò, ci crederò.

Zedemel
05-12-2007, 14:17
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (livingreen @ 5/12/2007, 00:44)</div><div id="quote" align="left">Sembra quasi che qui si faccia il tifo per la propria squadra e denigri la squadra avversaria....<br>Chi sa fare i calcoli è poco convinto.... che i principi della termodinamica vengano stravolti e che da un rendimento attuale del 10-15% si dichiarino rendimenti del 90%....<br>E poi, oltre alle parole, non si è ancora vista una macchina ad aria compressa che riesce a fare più di 300 metri senza congelare. Quando la vedrò, ci crederò.</div></div><br>Vorr&agrave; dire che India e Australia saran rincog.lioniti.

Lawrence
05-12-2007, 16:47
Per quel che vale, dico la mia.<br>Ho letto l&#39;intero thread, chi è a favore della macchia ad aria, sbaglia su molti punti, ma anche chi è contro sbaglia su altri.<br>Io penso che il prototipo sia una ciofeca per questo la Eolo andava a strattoni e poi si è congelata. Sono convinto che lavorandoci sopra si possa far meglio. Gli indiani ed gli australiani non sono rinco, sono un sacco più in gamba degli italiani, che sono invece un sacco in gamba con la lingua asciutta a sparar sentenze... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78f5f4006172b8fffa46b6238a44c9d6.gif" alt=":lol:"><br>(senza offesa per i connazionali eh)<br>Le bombole di aria compressa è meglio conservarle all&#39;ombra, ma al sole non esplodono. Quelle che si usano per le immersioni al mare non hanno quel vizio, almeno.<br>Se si riscalda il gas liquido dalla bombola a 200Atm e si fa evaporare otteniamo un casino di gas gassoso sempre a 200Atm ma molto di più. Questo gas può spingere un motore pneumatico a pistoni, a turbina, o rotativo come ce ne sono in giro. Il problema è che la portata necessaria è tanta e lo scambiatore ha il suo rendimento di scambio e l&#39;aria dell&#39;ambiente anche d&#39;estate non supera i 30/35 gradi centigradi. Uno scambiatore piccolo ben ventilato evidentemte non basta se viene richiesta molta porata d&#39;aria. Ma forse uno scambiatore più efficiente e più grande potrebbe risolvere il problema. Ma uno scambiatore ha anche l&#39;efficienza dinamica, uno scambiatore grande riduce la portata. E allora occorre uno scambiatore più grande ancora. Ma forse alla fine, così ad occhio e croce ci si potrebbe fare. Nel traffico si usano molto i freni che sono la causa dello sperpero energetico, qualcuno si ricorda che un oggetto lanciato nel vuoto procede di moto lineare uniforme? Però se lo devo accelerare uso energia, che riottengo quando freno in calore. Quel calore potrebbe essere sfruttato visto che è in proporzione all&#39;energia che otteniamo dalla gassificazione dell&#39;aria liquida. Quindi, tendendo alla centrale atomica di Mario la eolo potrebbe anche andare. Il problema che resta è che comprimere l&#39;aria non è un processo molto efficiente, liquefarla anche meno, visto che si deve togliere calore mentre si comprime e infine, il motore pneumatico è una ciofeca di rendimento. Alla fine abbiamo usato 1000KWh di energia elettrica per ottenere 30Hp alle ruote.<br>Questo è un dato di fatto inconfutabile, incontrovertibile e indisputabile. Provate per credere, chiedete nell&#39;ambiente pneumatico, chiedete alla SOL alla Air Liquide o a chi vi pare se non è così. Anche se ciò non toglie il fatto, che la eolo secondo me si può fare, può essere estremamente ecologica, e anche fresca d&#39;estate. Anche se molto costosa da costruire e quindi comprare ma anche da gestire. Io andrei sulle batterie ricaricabili a ioni di litio, che mi pare una tecnologia a rendimento più alto.<br>Questa è la mia opinione. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/96e1df328d9e158c77a13e939e460817.gif" alt=":rolleyes:">

circkeg
07-12-2007, 14:38
(moderazione. Importato da: Eolo: chi non muore si rivede)

Salve a tutti per maggiori informazioni <a href="http://it.youtube.com/watch?v=uU2eOcRUD6I" target="_blank">http://it.youtube.com/watch?v=uU2eOcRUD6I</a>

jumpjack
18-03-2008, 18:55
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

Ma... che storia è?!?<br><a href="http://www.ecoblog.it/post/5021/macchina-ad-aria-compressa-in-vendita-in-australia" target="_blank">http://www.ecoblog.it/post/5021/macchina-a...ta-in-australia</a><br><br>Non riesco a vedere il <a href="http://www.tg1.rai.it/SITOTG/TG1_rubriche/0,8547,23%5E1068266,00.html" target="_blank">video...</a><br><br>Non capisco come sia fisicamente possibile. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/53e0547b7c2035141f1d33f29f2457ed.gif" alt=":wacko:">

livingreen
21-03-2008, 17:19
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

ma non è la solita dichiarazione che abbiamo gi&agrave; sentito?<br>&quot;....primi modelli <b>dovrebbero</b> arrivare sul mercato nella seconda met&agrave; del 2008, quindi fra pochi mesi&quot;<br><br>Coi dovrebbero, potrebbero, faremo e vedremo.... hanno raccolto diversi milioni di euro in italia, ora pare anche in Australia... e non si è ancora vista un'auto ad aria fare più di UN chilometro senza bloccarsi...<br><br>E l'accordo con la TATA indiana, dove sarebbe andato a finire?

alex1202
24-03-2008, 21:21
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

Ciclicamente la &quot;eolo&quot; ritorna.<br><br>Ci sono gi&agrave; state parecchie discussioni e in sintesi le conclusioni sono state:<br><br>- Oltre al prototipo che si è visto viaggiare per 100 m, non è apparso altro.<br>- Il primo modello aveva un motore in cui si congelava l'acqua presente nell'aria<br>- Il problema del ghiaccio (mai ammesso in anni) sembra essere stato risolto, ma non si sa come<br>- dopo aver raccimolato soldi in mezza europa (compresa l'Italia), i costruttori hanno &quot;convito&quot; la Tata, che ha rimandato la produzione all'anno 20xx<br>- Se miracolosamente dovesse un giorno funzionare, dal punto di vista energetico non potrebbe avere prestazioni migliori di un'attuale auto elettrica non batterie al piombo. Ecco perchè è tutta in plastica leggera.<br>- per farla funzionare si deve comprimere e decomprimere l'aria, perdendo energia ad ogni conversione.<br><br>Se ho dimenticato qualche &quot;pregio&quot; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0c0673a6e81dd271afa16772a74eb280.gif" alt=":woot:"> , segnalatelo.<br><br>Ciao

triac60
24-03-2008, 21:45
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

Bisogna riscaldare bombole tubi e motore, in piena estate forse può andare, e avremmo anche l'aria condizionata, ma in inverno dovremo lasciarla nel garage. Non è l'auto di tutti i giorni, a meno che non decidiamo di spendere ulteriore energia per riscaldare il tutto, ma a questo punto sarebbe più conveniente andare in carrozza, due cavalli alimentati a biada, che la trasformano in energia pura.<br>Fantastico.. NO??<br><br>ma mi sto ripetendo..<br><br><br>

jumpjack
25-03-2008, 08:41
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

sinceramente non capisco come possa un trabiccolo del genere avere anche solo le prestazioni &quot;minime&quot; richieste da una macchina: 50 km/h per 50 chilometri di autonomia (giusto, insomma, per andare a lavoro).<br>

Schrödinger
25-03-2008, 11:13
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (jumpjack @ 25/3/2008, 08:41)</div><div id="quote" align="left">sinceramente non capisco come possa un trabiccolo del genere avere anche solo le prestazioni &quot;minime&quot; richieste da una macchina: 50 km/h per 50 chilometri di autonomia (giusto, insomma, per andare a lavoro).</div></div><br>Infatti è una bufala totale. E' stato un fallimento ma stanno cercando di salvarsi la faccia...<br>Una macchina ad aria compressa, con le tecnologie esistenti, non potr&agrave; MAI avere un rendimento migliore di un auto elettrica.

jumpjack
25-03-2008, 12:30
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

'sti cavoli se non puo' avere un rendimento migliore di una elettrica, basta che ce l'abbia almeno pari a quello di una macchina tradizionale, no? Con la differenza del costo zero per il carburante! (un compressore elettrico lo alimenti con un pannello solare).<br><br>Pero' mi sembra macchinoso: il pannello alimenta il compressore, poi devi portare la bombola in macchina, la bombola aziona una turbina che fa girare le ruote... Quanta energia si perde in tutto questo trambusto? tutta...?

leo48
25-03-2008, 13:45
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Quanta energia si perde in tutto questo trambusto? tutta...?</div></div><br>Considerando che un motore endotermico ha un rendimento che si aggira tra il 20 e 25%<br>e che la benzina o gasolio lo paghi a suon di euri e invece il sole non lo paghi<br>quello che viene è gratis e non inquina c'è il problema per la notte e nelle<br>giornate uggiose ma non si può ottenere tutto nella vita.<br>leo48

alex1202
25-03-2008, 15:33
(moderazione. Importato da: Auto ad aria compressa?!?)

<a href="http://www.decrescitafelice.it/?p=88" target="_blank">In questa notizia del 25/2/2008</a> si parla di<br><br>una &quot; tre posti in fibra di vetro che pesa solo 350kg e coster&agrave; intorno ai 3500 euro&quot;<br><br>Carburante: Aria compressa (benzina a più alte velocit&agrave;).<br><br>Costo del rifornimento: 1.50 euro.<br><br>Autonomia: 200-300 km (un serbatoio pieno può durare fino a dieci ore)<br><br>&quot;potrebbe essere lanciata sul mercato in India entro la <b>fine di quest’anno</b>.<br><br>O è un colpo di scena <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5a7935843f5e02e7804d112a238c5da5.gif" alt=":o:"> clamoroso o la bidonata sta crescendo in maniera incredibile <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9da481a5fae546952dcd92a345ee13a6.gif" alt=":shifty:"><br><br>Ciao<br><br><br>

Rob&Ide
31-03-2008, 20:08
Un veicolo ad aria compressa bella Idea. Immaginerei un piccolo veicolo da citt&agrave; più piccolo della smart. Vi ricordate la vecchia Dyane Cv ,ancora più piccola .<br>Un veicolo messo a disposizione di voglia muoversi autonomamente nelle aree metropolitante con emissioni zero ( lasciarebbe il proprio veicolo ai margini della metropoli in ampi parcheggi.<br><br>L&#39;aria compressa generata da compressore , situatoa bordo veicolo, alimentato magari da pannelli solari ad alta efficienza ( 1kw) .<br><br><br>Serbatoio di accumulo aria compressa ,da definire volumi e pressione di immagazzinaggio.<br><br>Per questo veicolo abbandonarei il vecchio concetto di automobile e di meccanica relativa.<br>L&#39;aria compressa alimenterebbe direttamente le quattro ruote motrici ciascuna motorizzata con un motore pneumatico. Aumenterebbe l&#39;efficienza energetica.<br>Il freno sarebbe pneumatico e la regolazione di velocit&agrave; pneumatica. Il veicolo sarebbe di tipo lento, sotto i 50 Km la sua velocit&agrave;, e assolverebbe solo alla funzione di mobilit&agrave; in area densamente popolate.<br>Che ne dite è davvero fantascienza oppure è la realt&agrave; prossima ventura? Vincer&agrave; ( o forse soppravivver&agrave;&#33;) in futuro chi consumer&agrave; meno energia<br>Rob&amp;ide <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e2a5925a9825e50df623ede1d9cda8c1.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1944367548cb5c0c642af073dd1846fa.gif" alt=":)">

livingreen
31-03-2008, 20:45
Dunque... ammesso che abbia 1 kWh di energia solare a disposizione, ci alimento un compressore... il migliore, finora, arriva al 75% di rendimento e costa decine di migliaia di euro. Beh ne mettiamo uno da 1 kW, classico, rendimento 55%, che costa decisamente meno...<br>Ci ritroviamo con 550 watt, che infilati nel migliore motore pneumatico che DICONO ci sia, e che rende l&#39;85%... si trasformano in 467 W.<br>Togliamo ancora qualche attrito nella treasmissione e arriviamo a 400 W, che è poi la potenza che sviluppa un ciclista bene allenato... insomma, con tutto quell&#39;ambaradan riesci a fare andare una bicicletta, molto leggera. Altro che veicolo.<br><br>Fra l&#39;altro, uno scooterino da 50 cc ha almeno il triplo di potenza, e ci puoi far andare un sulky, al massimo.

triac60
31-03-2008, 22:40
Mi viene in mente adesso che un modo ci sarebbe per non far congelare bombola e tubazioni varie, usare un piccolo motore a scoppio di adeguate dimensioni(le dimensioni andrebbero calcolate) e sfruttare il calore generato per riscaldare il tutto. Ovviamente l&#39;energia generata dal motore a scoppio non andrebbe persa e potrebbe essere sfruttata per ricaricare le bombole.<br>Chiaramente la pressione nella bombole prima o poi andr&agrave; a zero e avremo consumato qualche litro di benzina, oltre ad avere inquinato anche l&#39;aria.<br>Ma penso che potrebbe funzionare.<br>Resto tuttavia convinto che sprecare energia elettrica per caricare le bombole piuttosto che caricare delle batterie, non sia conveniente nè mai sar&agrave; competitivo. Sono un sub anche io e credo proprio che 0.70€ per 100Km sia una leggenda messa in giro da chiss&agrave; chi.<br>Ciao a tutti

livingreen
31-03-2008, 23:25
ecco, mi piacerebbe proprio sapere da te, allora, qualcosa sul compressore che usi.<br>Senza olio sicuramente... quanti cavalli è il motore? Quanto ci mette a caricare la bombola (250 bar?)? che pressione hai di partenza?

Rob&Ide
01-04-2008, 08:46
Grazie per la risposta e la critica accurata .<br>Non ho una soluzione ma vorrei studiare insieme ad un gruppo di studenti ed appassionati una possibile soluzione.<br>Siamo una scuola tecnica di Treviglio(BG) e ci lavorermo sopra a partire dal mese di settembre<br><br>Ciao Rob&amp;ide<br> Treviglio<br><br><span class="edit">Edited by Rob&amp;Ide - 1/4/2008, 11:11</span>

Rob&Ide
01-04-2008, 10:07
A proposito di progetti alternativi. attualmente abbiamo lavorato sulla robotica: climbing robot.<br>Un Robot bioispirato che si muove come un verme all&#39;interno di un Tubo.<br>vi vinvio se l&#39;argomento vi incuriosisceun link al nostro Blog Rob&amp;ide <a href="http://blog.edidablog.it/blogs/index.php?blog=275" target="_blank">http://blog.edidablog.it/blogs/index.php?blog=275</a> dove troverete a Ma rzo le ultime immagini della macchina<br>Ciao Rob&amp;ide <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4398fd7b837d8f477f8720267c0a1a41.gif" alt=";)">

livingreen
01-04-2008, 11:43
Ok, trovo che sia un&#39;ottima idea. Se ci tieni informati, possiamo anche darti delle dritte che ti saranno utili.<br><br>(P.S.: Fate bene i calcoli&#33;&#33; Vi serviranno per comprendere meglio le tecnologie, e per distinguere le idee interessanti dalle bufale)

Rob&Ide
05-04-2008, 09:14
Per la vostra comunit&agrave; un altro argomento da dibattere:<br>è possibile costruire una macchina che raccolga rifiuti solidi Urbani ( lattine di alluminio, bottiglie di pet, bottiglie di vetro, carta/cartoni)<br>e sia in grado di:differenziarli e ridurli di volume.<br><br>E&#39; meglio costruire tante piccole macchine localizzate nei posti pubblici e/o in ambiente domestico che consumino poco energia(100-150 watt prelevando l&#39;energia dal sole)oppure grandi macchine posizionate nei posti di raccolta collettivi?<br><br>Personalmente sono per le piccole macchine ( un mix di energia solare abbinate a tecnologie pneumatiche<br>usando sia aria compressa che le tecnologie del vuoto. Inserisco , per questa scelta, il messaggio nel forum veicolo/macchine ad aria compressa<br>Arrivederci Rob&amp;ide <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/599257a7c4b8117b2fb31fc3cb6956a9.gif" alt=":D">

livingreen
05-04-2008, 12:41
Il problema è il costo degli impianti, non ammortizzabili per una piccola macchina.<br>Per separare alluminio e ferro nessun problema, si usano sistemi magnetici... costosi. Gli altri metalli si separano con impianti di flottazione col ferrosilicio.<br>Il vetro e la plastica, una volta isolati, possono essere separati per colore con macchine tipo gli Scanmaster, ma non esiste una macchina capace di riconoscere il PET dal PP o dal PE e l&#39;ABS.<br>Quel che resta, potrebbe essere considerato &quot;umido&quot;, in quanto anche qui non esiste una macchina capace di riconoscere la carta dalle bucce di patata o dalle ramaglie...<br>Per separare tutto quanto automaticamente.. la cosa è difficilissima, ci vorrebbe qualcosa in grado di &quot;giudicare&quot; il materiale e fare la cernita... è praticamente impossibile.<br><br>Quel che proponi riguarda alla fine solo il comando degli attuatori, che può essere anche pneumatico... ma sai come si dice, è il manico della cesta.<br>

qualcuno
11-07-2008, 07:47
http://www.autoblog.it/post/14768/la-tata-nano-potrebbe-ricevere-il-motore
-ad-aria-compressa#continua

Moderazione-
il link corretto dovrebbe essere questo:
http://www.autoblog.it/post/14768/la-tata-nano-potrebbe-ricevere-il-motore-ad-aria-compressa

al lupo
11-07-2008, 18:29
Salve a tutti, ho letto i vostri commenti, colgo l'occasione per dire la mia.
Non bisogna fare confusione fra un motore a combustione interna e una macchina motrice a fluido, il primo si basa su un ciclo termodinamico; credo lo sappiate tutti, una miscela di aria e combustibile vaporizzato o nebulizzato entra in camera di combustione e brucia (non scoppia!) innalzando la pressione e esercitando una forza sulla testa del pistone che, tramite il manovellismo biella-manovella, genera una coppia motrice.
Sostituendo un gas in pressione si genera ugualmente una coppia ma il rendimento sarebbe scarsissimo.
Esistono i motori pneumatici (strutturati in maniera completamente diversa) sono utilizzati in automazione industriale e necessitano di un'alimentazione fissa ossia di un compressore.
Altrimenti si ricorre alle turbine che sono turbomacchine e non macchine volumetriche, ma poco si adattano alle applicazioni automobilistiche; ci sono stati prototipi che utilizzavano delle turbine a gas, concettualmente simili a quelle delle centrali elettriche, ma la guidabilità era pessima e i rendimenti pure.

gattmes
14-07-2008, 09:33
Piccola precisazione:
tra scoppi e combustione non c'è molta differenza... l'unica è la velocità con cui avviene la cosa.
Nel motori ad accensione per compressione o spontanea (leggi "Diesel") la combustione avviene in modo abbastanza progressivo man mano che l'iniettore apporta combustibile in camera.
Nel motori ad accensione comandata (leggi "Benzina" / "Etanolo") l'accensione avviene (su comando appunto) in corrispondenza della scintilla sulla candela ed in modo abbastanza veloce.
Nei primi quindi si ha piuttosto una combustione (da cui anche il maggior tiro e l'uso storico per trazioni pesanti), nei secondi invece si ha più uno scoppio... da cui deriva anche il termine in uso "motore a scoppio"!

al lupo
14-07-2008, 18:04
A voler essere proprio pignoli si parla di combustione anche nei motori ad accensione comandata, in quanto si tratta di un fenomeno controllato e il fronte di fiamma si espande in maniera prevedibile e predeterminata.
Un fenomeno di tipo esplosivo (detonazione) avviene per un malfunzionamento del propulsore quando la reazione di combustione si innesca in punti non ancora raggiunti dal fronte di fiamma generando tutta una serie di effetti poco graditi al motore.
Ma si tratta di un caso limite che non dovrebbe verificarsi durante la vita di esercizio.

gattmes
15-07-2008, 08:49
tuttavia si definisce/rientra nella categoria "scoppio"... da cui il nome "motore a scoppio" (che tutti conoscono e non devo certo stare qui a renderlo noto..) e che, per minima logica, non può certamente riguardare o essere ricondotto ad una fase rara di malfunzionamento...
...di norma il nome è associato a un comportamente "prevalente" (è ovvio...) e quindi l'associazione a scoppio è netta.

Quel tipo di malfunzionamento o detonazione anomala citato rientra invece in un gruppo di fenomeni più frequentemente noti con il termine "battito in testa".

Cmque ribadisco il confine tra combustione/scoppio è molto sottile ed è più una definizione.. per così dire.. nozionistica... ed a mio avviso un po personale (in senso generico).
A ogni modo nell'uso comune quel che succede in un motore ad accensione comandata è definito scoppio (a torto o ragione!)

...semplicemente per chiarezza verso chi "non avezzo" a certi... ..sofismi.. poi so bene che a noi questi non interessano..

qualcuno
15-07-2008, 10:25
Intendendo con lo "scoppio", parlando di motori a idrocarburi (benzine, alcoli e gasoli), la reazione chimica tra combustibile e comburente, con sviluppo di calore, la stessa cosa può definirsi combustione. In questo caso, a parer mio, va inteso come lo stesso fenomeno.

al lupo
15-07-2008, 10:27
La dicitura "motore a scoppio" è impropria, si tratta sempre di motori a combustione interna in cui il combustibile brucia.
La detonazione è un fenomeno atipico che, quanto avviene avviene a bassi regimi, manifesta il sintomo del battito in testa.

Al di là di sterili diatribe sulle definizioni, avevo fatto questa precisazione perchè ho notato un uso piuttosto improprio di parole come esplosione, combustione e implosione attribuendole ai diversi combustibili creando un pò di confusione.
Tutto qui.

qualcuno
15-07-2008, 12:55
Parlando di "scoppi" è chiaro che il motore deve essere a "combustione" interna, mi piacerebbe vedere un motore a combustione esterna basato su "scoppi" esterni.
La detonazioe è un'ulteriore fenomeno che interessa solo i ciclo Otto alimentatati da carburanti e non da combustibili, è un fenomeno indesiderato per cui lo lascerei fuori dalla disputa scoppio vs combustione. Non ritengo che la discussione abbia assunto i contorni di diatriba.

al lupo
15-07-2008, 14:52
Scusa "qualcuno" , col mio ultimo commento intendevo rispondere a Gattmes e lo stavo scrivendo mentre tu postavi il tuo che ho avuto modo di leggere solo ora.
Spero non ci siano equivoci.

qualcuno
15-07-2008, 19:05
Nessunissimo equivoco.
Ciao

gattmes
16-07-2008, 11:01
..notare anche il termine "detonazione".... molto spesso definito "autodetonazione"...
Interessante notare che è utilizzato anche da chi ormai aborra il termine "..a scoppio" a favore di quello più ufficiale "..ad accensione comandata"....
.... ma detonazione è un termine che orbita intorno a "scoppio", piuttosto che a "combustione".. e l'(auto)detonazione citata (battito in testa & C,) è appunto un'accensione di, diciamo..., un fronte di fiamma non voluto/spontaneo.. o meglio non "comandato" (per rimanere -in linea- con la terminologia), ma del tutto simile!
Quindi se il comandato non è uno scoppio, come può esserlo uno spontaneo di simili fattezze?
Appesantisco dicendo che tanto più "anticipa" l'autodetonazione, tanto meno pressione nel cilindro è presente (distanti dal punto morto superiore).. e quindi tanto meno a uno "scoppio" assomiglia..

Insomma forse "scoppio" è sparito dall'uso dei più nella definizione "teorica" del funzionamento.... non del tutto in quella del "malf-funzionamento"...

qualcuno

mi piacerebbe vedere un motore a combustione esterna basato su "scoppi" esterni.
:woot_jump:

qualcuno
16-07-2008, 17:31
Il grande Dante Giacosa, nel suo libro Motori endotermici, divideva i motori a pistoni tra quelli ad accensione per scintilla (AS) e quelli ad accensione per compressione (AC), cioè ad accensione comandata (gli AS) e spontanea (gli AC). Probabilmente, nel lontano 1854 quando Barsanti e Matteucci realizzarono il primo motore a gas (ad AS) e circa una trentina d'anni dopo il Rudolf realizzò il motore che ancora porta il suo cognome (ad AC), venne naturale chiamarli a scoppio in quanto non avevano ancora inventato i silenziatori allo scarico. Senza risalire a oltre 150 anni fa, ma solo negli anni '50 e '60, i Landini testa calda giustifivavano pienamente tale classificazione.

gattmes
17-07-2008, 11:34
Bene abbiamo fatto sicuramente un po di approfondimenti su terminologia, ecc...

...sarebbe un peccato se la cosa rimanesse relegata in questo 3d...

..forse è meglio estrapolare questi ultimi messaggi (lasciando magari un rimando) in una discussione dedicata...

...mhhh..vediamo.

:bye1:

qualcuno
17-07-2008, 12:46
Chiamiamole come vogliamo, combustioni, detonazioni o quant'altro, ma se durante la reazione chimica di ossidazione si libera anche rumore, oltre ad energia, non è sbagliato chiamare motore a scoppio un motore a combustione interna a ciclo Otto o Diesel. Diverso è per i motori a combusione esterna, (come ad esempio il motore a vapore) dove la combustione non ha effetti sonori tali da indurre all'appellativo " a scoppio", a meno di procurarsi il vapore con dei petardi, cosa abbastanza difficile!

amos_trooper
28-10-2008, 21:05
recupero questo post perchè vorrei fare un paio di calcoli per spiegare (secondo il mio parere) perchè l'auto ad aria compressa non è fattibile.

tratto solo i calcoli di forza di un motore del modello di un 2T, quindi un pistone, un giro per ogni ciclo.

diametro 40mm
corsa 40mm
sezione del pistone 12.56 cm quadri
volume camera di espansione 50.24 cm cubi.
volume della camera di intriduzione aria quando il pistone è al punto morto superiore (p.m.s.) 5.24 cm cubi per un rapporto di compressione 10:1


se io ho un serbatotio di 250 atm, e inietto il gas a tale perssione, a ogni ciclo ho una perdita di potenza.
avendo 10 litri dopo 1908 cicli il serbatoio è vuoto.

allora il metodo succeccivo può essere di mettere un regolatore di pressione prima del cilindro.

lavoriamo a 125 atm nel cilindro, abbiamo ancora 1908 cicli a forza massima e costante(ma metà di quella precedente) dopo di che (ipotizzando di esclidere i regolatore di pressione) abbiamo altri 1908 cicli a forza decrescente.

lavoraimo ancora in questa direzione, lavoraimo a 83 atmosfere, abbiamo solamente 3816 cicli a potenza 1/3 della prima e poi si cala di potenza


ora l'energia potenziale è di 83 atm (kg/cm2) * 5.24 cm2(sezione del postone)=435 kg


ok ma a quanto va uno scooter di peso totale 200 Kg (con conducente)

Ecin= 1/2.m.v2

Epot= Ecin

quindi v=radice quadrata(Epot*2/m) cioè radicequadrata(435*2/200)= 2.085m/s 7.5Km/h massimo!! e per il tempo di percorrere i 3816 cicli


ora, questi calcoli sono puramente teorici e legati a un modello ipotetico.

ovviamente sonopronto a essere smentito da chiunque ne sappia più di me.

macgyver68
26-11-2008, 19:50
scusate, recupero anch io questo post, prima domanda, sembra che uno dei grandi problemi sia la temperatura troppo bassa,ma il motore non ha attriti ? non si scalda ? se non è sufficente perche non collegare un generatore alle ruote in modo da pre riscaldare il tutto, motore e tubazioni suppongo, e poi, il motore deve essere per forza del tipo a pistoni ? , io penso invece che la cosa sia fattibile, si può anche recuperare energia a costi zero

macgyver68
26-11-2008, 19:52
www.engineair.com.au (http://www.engineair.com.au/airmotor.htm) date un occhiata a questo

macgyver68
26-11-2008, 20:01
io un po di idee forse ce l avrei per migliorare il tutto, come penso ognuno di voi, e sono certo che siamo ad un passo dalla soluzione, non conosco ne calcoli ne formule, forse quello che dico è impossibile, ad esempio perche invece di recuperare calore in franata invece non si carica aria ? perche quest aria non caricarla anche dalle sospensioni ? e infine si possuno creare stazioni dove si carica aria in pochi minuti ? quante auto ci sono in circolazione ? bene perche allora non creare pedane mobili che con il passaggio e peso di ogni auto carichino aria in serbatoi dove poi rifornire? a parte i costi de realizzazione, per il resto energia ZERO

livingreen
26-11-2008, 22:15
sembra che uno dei grandi problemi sia la temperatura troppo bassa,ma il motore non ha attriti ? non si scalda ?
Si, gli attriti forniscono una parte minima di riscaldamento, magari sufficiente a riscaldare di 4 o 5 gradi il motore. Peccato che l'espansione invece sia in grado di raffreddarlo di 40 gradi. E' evidente che il motore non si scalda, e nemmeno rimane a temperatura costante: si raffredda invece sempre di più, fino a ghiacciare e bloccarsi.


se non è sufficente perche non collegare un generatore alle ruote in modo da pre riscaldare il tutto, motore e tubazioni suppongoPerchè il generatore userebbe tutta l'energia del motore per scaldare i tubi....

e poi, il motore deve essere per forza del tipo a pistoni ? Certo che no, ma cosa cambia? L'espansione dell'aria rimane la stessa, segue le stesse leggi e provoca lo stesso raffreddamento.

perche invece di recuperare calore in franata invece non si carica aria ?In realtà, nessuno recupera il calore... il recupero in frenata è invece fattibile (ed infatti, viene già fatto).

perche quest aria non caricarla anche dalle sospensioni ?
E' possibile, molto complicato e costoso ma possibile.

si possuno creare stazioni dove si carica aria in pochi minuti ? Certo, basta che ti sostituiscano le bombole vuote con quelle piene. Se invece pensi di ricaricare le bombole a 300 atmosfere.. ci vogliono MOLTI minuti.

perche allora non creare pedane mobili che con il passaggio e peso di ogni auto carichino aria in serbatoi dove poi rifornire? Perchè l'energia viene presa dalle auto che passano... che di conseguenza aumentano i loro consumi per comprimere l'aria delle pedane, che poi va a rifornire le stesse auto... è un cane che si morde la coda.

macgyver68
27-11-2008, 13:33
mi sembra che guardi il bicchiere mezzo vuoto, che io sappia ci sono diversi materiali con i quali costruire un motore, un attrito che produca 4 5 gradi mi sembrfile:///C:/Documents%20and%20Settings/Marcelli/Documenti/Immagini/esempio.bmpa un pò poco, riguardo alle pedane mobili intendevo qualcosa del genere

macgyver68
27-11-2008, 13:36
non riesco a inserire un immagine purtoppo, comunque era un qualcosa di molto semplice,magari posizionate su strade in discesa in modo da creare il minimo sforzo, o nullo per caricare bombole di aria

livingreen
27-11-2008, 20:35
Non ci siamo capiti: non cè nessun bisogno di creare attriti in un motore, se è per quello basterebbe frenarlo (che è poi lo stesso). I motori si costruiscono in modo da NON avere attriti, altrimenti hai un motore bloccato con i cuscinetti e le bronzine che si fondono...

macgyver68
28-11-2008, 13:13
infatti, è ovvio che tutte le parti in movimento vanno lubrificate,ma io mi domando : se aioniamo un compressore che caricando aria dopo pochi minuti di funzionamento la testata arriva a temperature moto elevate, con 4 pistoni non si ottiene lo stesso risultato o piu ? considerando anche il processo inverso,

livingreen
28-11-2008, 14:16
se aioniamo un compressore che caricando aria dopo pochi minuti di funzionamento la testata arriva a temperature moto elevate, con 4 pistoni non si ottiene lo stesso risultato o piu
Infatti: col processo inverso (cioè espansione invece di compressione) l'unica cosa che ottieni è un consistente e continuo raffreddamento. NON un riscaldamento

(P.S.: ma non hai un frigorifero, a casa?)

HAMMURABY
28-11-2008, 14:33
be, da vari ragionamenti, si potrebbe dedurre che dopo l' espansione , l'aria fredda ha un <b>aumentata</b> capacita' di assorbire termica dall ambiente, e, quindi
la miglior resa dovrebbe essere ottenuta se l'aria compressa verra' decompressa a "cascata" come nell originale di Miller, MA,
con inseriti dei dissipatori nei tratti intermedi tra i pistoni o le turbine (x prod.elettricita'?)....
sfruttando il principio della pompa di calore....

SECONDA deduzione: certamente, la possibilita' di riempire e svuotare il serbatoio a ogni frenata e accelerata, rende l uso dell aria compressa MOLTO efficente in un sistema di recupero di frenata (o,energia di scarico)...specialmente autobus (stop and go)o mezzi di movimento terra (heavy duty)....

PS: il recupero dinamo batteria , da ruota a ruota arriva al 23%, mentre il sistema istallato sui van UPS arriva da ruota a ruota al 83%
(chi ha dati sul supercondensatore di pininfarina??)

secondo me' un ibrido elettrico-aria compressa sarebbe efficentissimo....

livingreen
28-11-2008, 17:17
con inseriti dei dissipatori nei tratti intermedi tra i pistoni o le turbine (x prod.elettricita'?)....
Infatti, si cerca di solito di fare esattamente così... solo che non è facile assorbire dall'aria ambiente tutti quei kW ncessari al risaldamento... infatti, l'auto ad aria compressa è ancora sulla carta.



il recupero dinamo batteria , da ruota a ruota arriva al 23%, mentre il sistema istallato sui van UPS arriva da ruota a ruota al 83%
Portare dati dimostrabili, please.

macgyver68
28-11-2008, 20:18
credo che gli unici dati siano quelli ottenuti con la sperimentazione, che purtoppo nessuno fornisce

HAMMURABY
29-11-2008, 10:38
no nno...i dati li ho visti 23%elettrico, 83% con il sistema, ma ora ho trovato solo questo:

"Up to 80 percent of the initial kinetic energy is returned to the vehicle as hydraulic fluid flows from the high- to the low-pressure accumulator"

parker runwise sistem

FORD’S INNOVATIVE USE OF HYDRAULICS ADDRESSES LARGE TRUCK FUEL ECONOMY | Ford Motor Company Newsroom (http://media.ford.com/article_display.cfm?article_id=10636)

per quanto riguarda l' auto ad A/Compressa sulla carta, credo che restera' tale, e questo principalmente per colpa del volume dei serbatoi (4kWh= 1000lt a trenta atmosfere!!),

..... che PERO', ricordo che e' possibile riempire e svuotare ad ogni frenata - accelerata....

ma comunque, oltre ai <b>freni</b>, anche su

una <b>barca </B>
in cui il dissipatore (inserito nella sezione <b>TRA</b> le turbine <b>A CASCATA</b>)
potrebbe assorbire tutti i kW (joule) termici necessari dall acqua
ed ANCHE avere i serbatoi sufficentemente dimensionati alle necessita'.....
dato che in immersione potrebbero essere di 10 000lt o piu'

macgyver68
30-11-2008, 14:42
so che esistono anche adittivi antigelo per l aria compressa

macgyver68
30-11-2008, 20:04
un altra considerazione, perche non costruire un telaio tubolare che faccia anche da serbatoio ?

livingreen
30-11-2008, 21:27
perche non costruire un telaio tubolare che faccia anche da serbatoio ? 1 - Per quale motivo?
2 - Se riesci a risovere il problema di garantire la sicurezza di una bombola caricata a 300bar senza usare spessori di tre cm di acciaio, che in più ha un piccolo volume interno e quindi anche un peso enorme, accomodati.


so che esistono anche adittivi antigelo per l aria compressa Adesso non esageriamo....

HAMMURABY
01-12-2008, 10:34
credo che prima di avere delle certezze, bisongnerebbe avere ben chiaro cosa serve l' alimentazione ad aria compressa;
come alimentazione primaria,o,
come assistenza a vettura ibrida....

comincerei a portare ad evidenza che come alimentazione primaria NON PUO fisicamente funzionare....a meno che lo si dimostri...vedi tab di conversione

http://www.energeticambiente.it/attachments/ai-confini-della-scienza/360d1211649797-accumulo-e-gestione-delle-acque-di-superfice-e-conversione-aria-compressa-pistone-20stantuffo-20conti-1-.jpg

in questa tabella si DEFINICSE come SERVONO 50lt di acqua da trecento metri di altezza (trenta atmosfere) per produrre 14lt di A/C ,
piu 14lt per spingere l'aria compressa nel serbatoio

se fai i conti 360000kg/mt(1kWh) ti risultera' che a trenta atmosfere un mero cubo di aria compressa sara' accumulo di < 3kWh...
risultato,
per l' alimentazione primaria , DOVE VAI??

macgyver68
02-12-2008, 19:53
sembra che ogni idea sia scartata a priori, che io sappia esistone anche altri materiali, leggeri resistenti, ache se un po piu costosi, o magari i compositi

livingreen
02-12-2008, 22:48
Credo che tu debba prima farti una vera cultura sulla resistenza dei materiali, sulle tecnologie da utilizzare, e sulla fisica in generale. Le buone idee NON sono scartate a priori.... quelle cattive si.

HAMMURABY
05-12-2008, 12:09
e, un metro cubo a cento atmosfere, ACCUMULA circa 12kWh, ma,
bisogna avere la possibilita' di reintegrare la termica positiva che era stata scaricata-scissa nella fase di compressione....
i compositi, sono ottimi, ma il PROBLEMA da aggirare e' UNO e, solo UNO:
<b> la scarsa densita energetica / litro</b>

quindi o 1 : ENORMI SERBATOI in materiali compositi (materiale usato nei serbatoi della eolo...), che potrebbero essere usati SOLO nella nautica...

oppure 2 :comprimereFRENARE decomprimereACCELERARE comprimereFRENARE decomprimerACCELERARE magari 200 volte in un ora di utilizzo di un veicolo IBRIDO
((es:bus urbano)
(ma, per esempio anche in una gru ... carico -scarico))

spero di essere stato utile a mcgayver68....

UnioneFaLaForza
06-02-2009, 18:00
questo motore non sembra un pò uno stirling?... YouTube - Motore eolo car (http://www.youtube.com/watch?v=3TEKur7-3bk&feature=related)

livingreen
06-02-2009, 20:20
???
Direi di no...

UnioneFaLaForza
07-02-2009, 08:42
L'aria fredda entra nel pistone piu piccolo, la compressione la scalda e la manda nell'altro cilindro...somiglianza...

renatore
07-02-2009, 09:06
L'aria fredda entra nel pistone piu piccolo, la compressione la scalda e la manda nell'altro cilindro...somiglianza...

La somiglianza è che ci sono cilindri e pistoni, tutta qui.

L' aria a temp. del serbatoio (ambiente) entra nel cilindro piccolo, e si dilata e quindi si raffredda, quando la ricomprimi torna alla temp. di prima, e ci hai perso gli attriti...

A me sembra di più un sistema a duplice espansione, l'aria a temp ambiente entra nel cilindro piccolo, dove si dilata un pò, ma non si raffredda quanto dovrebbe perché assorbe calore dalle pareti del cilindro; la successiva dilatazione avviene nel cilindro grande, ancora assorbendo calore dalle pareti.

Poi lo Stirling è a circuito chiuso, e questo no.
Poi lo Stirling lavora per differenza di temperatura, e questo per differenza di pressione... come le macchine a vapore..

Però la meccanica è molto bella, mi perplime l' angolo molto stretto che fa la biella grande con l' asse del cilindro al PMI, questo geenera spinte radiali, cioè attriti.

Hai notato che il pistone grande porta solidale un pistone più piccolo? Hai capito a cosa serve il pistone piccolo?

r

UnioneFaLaForza
07-02-2009, 10:03
immagina uno stirling con l'aria compressa, il cilindro piccolo ad alta compressione tipo i diesel l'aria la scalda di molto e va in quello piu grande...è solo un'idea, magari non funziona un tubo

livingreen
07-02-2009, 10:47
Ecco, quello non sarebbe uno stirling, ma un normale compressore.

livingreen
07-02-2009, 10:48
E naturalmente, servirebbe solo a consumare energia....

UnioneFaLaForza
07-02-2009, 11:09
esatto, pensavo di fargli fare il giro al contrario...

guzzillo
07-02-2009, 18:02
esatto, pensavo di fargli fare il giro al contrario...
e l'altro motore dell'altro video"no petrol"? non pare una bufala..

livingreen
07-02-2009, 21:56
esatto, pensavo di fargli fare il giro al contrario...
Bella battuta....

HAMMURABY
08-02-2009, 08:27
@unione fa la forza
quando comprimi, l' aria si scalda, e il calore lo potresti prelevare se rafreddi il cilindro con un circuito (di raffreddamento) , come nell auto....
nel momento che invii l'aria compressa in un altro cilindro, <b>si decomprime</b> e quindi sara' piu fredda che nell tratto dell aspirazione, perche COMUNQUE ,
nella prima camera (di compressione) avrai dispersione di calore.
se non ti serve,o, <b>se non utilizzi la termica </b>che per induzione va nella massa del cilindro (per la conduzione/2),
<b>sara' PURO spreco energetico</b>

RISULTATO, :impossibile produrre qualsiasi moto....anzi ,

kingofpiova
23-03-2009, 10:57
novità su Eolo : La macchina del futuro: l’auto ad aria compressa - Automobili : sci-tech, hi-tech | euronews (http://it.euronews.net/2009/03/17/la-macchina-del-futuro-l-auto-ad-aria-compressa/)
Ciao

HAMMURABY
23-03-2009, 16:05
ciao, con piacere vedo che vi sono ancora i credenti, con molta fede....
vediamo a che utilizzo saranno destinate queste auto....
100 lt a 100ATM = 1kWh....
poi parliamo pure di resa 100 %
beato Mr Negre che si fida della voglia di uscire dal petrolio di molti...
peccato che non sara' utile fino a che non presentera' UNA BARCA con almeno 10000Lt di serbatoio... ciao

UnioneFaLaForza
26-03-2009, 17:26
se la mettono in produzione ci sara un motivo, non credo che il signor Tata di questi tempi di crisi sia impazzito di colpo...

UnioneFaLaForza
26-03-2009, 17:44
Eolo, l’auto ad aria compressa risorge in India Rivoluzione verde (http://rivoluzioneverde.wordpress.com/2007/02/12/eolo-lauto-ad-aria-compressa-risorge-in-india/)

HAMMURABY
28-03-2009, 09:24
proviamo a capirci, cosi', leggi questo che e' il mio blog sull aria compressa...
aria compressa come vettore energetico (http://fulldatasariacompressa.blogspot.com/)

non che e' inutile l' A/Comp , ANZI....dipende a che applicazione serve...

ma un serbatoio di 100 Lt a 100atm, non puo produrre piu di un kWh...
a meno che sia un overUnity....ma non lo dice nessuno....

allora tre soluzioni...
a) nautica con serbatoi di 10 000Lt o giu di li'
B) carico-scarico del serbatoio ad ogni frenata -ripartenza
c) uso dell aria compressa con impianto, tipo rete gas...

con eolo che in citta' puo essere ricaricata ogni ,,,2Km ?? OK,
basta sapere se TATA sta' progettato anche la rete a Mumbay

Camillo
10-05-2010, 07:16
Scusate se mi intrometto ma vorrei ricordare che è finalmente stata omologata per tutta l'Europa una piccola auto da città ad ARIA COMPRESSA.
"29 gennaio 2010. Ci siamo: nel perfetto silenzio dei media internazionali, la casa costruttrice delle Auto ad Aria Compressa comunica che, nelle prossime settimane, lancerà la campagna di pre-acquisto dei propri mezzi super ecologici a costi d’esercizio incredibilmente ridotti..."


Autonomia 150 km (il doppio della attuali corrispondenti elettriche)
Velocità max 70 km/h Ricarica elettrica circa 4 ore.
Poca manutenzione, vita del serbatoio in carbonio superiore ai 250000 km. Quando non è usata non si scarica come le batterie, ai semafori si spegne, tenete presente che l'aria compressa dà uno spunto istantaneo alto. Emissioni nocive ZERO. Scarica aria fredda pulita più del normale in quanto nella fase di compressione l'aria viene filtrata per non rovinare il motore.
Costo presunto 7-8000 Eu
Con il prezzo dell'energia elettrica francese il pieno si fa con 2 Eu
Esistono poi dei compressori accumulatori che permettono poi di travasare l'aria compressa come si fa col GPL, tempo di ricarica 2--3 minuti.
Da adesso in poi i nuovi modelli dovranno essere migliori o uguali come prestazione.
E' vero che è una macchina da città ma per molti il 70% del km fatti sono per andare al lavoro, portare a scuola i bimbi, ecc.

Per il momento stanno riifornendo alcuni aereoporti (serve anche per pubblicità), ma appena entreranno in funzione nuove fabbriche sarà disponobile. Io mi sono già prenotato al sito:


Auto Aria Compressa 2010 MDI - Airpod AirOne Onecat Flowair - Air Car (http://www.autoariacompressa.com/)
:bye1:
Il regolamento del forum (qua: EnergeticAmbiente.it - Regole del Forum (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules) , accettato in fase di registrazione, alla regola 3, approfondimento "a" cita:
a) Il Forum è suddiviso per sezioni ove è possibile trattare un solo argomento. Tale suddivisione deve essere rispettata da tutti gli utenti che, prima di postare una nuova discussione, sono invitati a scegliere accuratamente la sezione più adatta e controllare che l'argomento non sia già stato trattato aiutandosi con il motore di ricerca interno. E' vietato postare la stessa discussione in più sezioni. Violazioni alla regola causeranno l’eliminazione della discussione e l’attribuzione di una infrazione all’autore.
Il messaggio è stato originariamente postato nella sezione veicoli elettrici (Nuova Panda Mes-Dea), quindi in una sezione certamente non adatta a veicoli con propulsori ad aria compressa
Esiste inoltre opportuna discussione che poteva essere individuata con il motore di ricerca
Sposto d'ufficio e mi limito alla sola segnalazione

danbart
10-05-2010, 08:02
Stupendo era l'ora...ma perchè fanno solo auto piccole ? Per chi gira con bici, famiglia e roba varia sono improponibili poi non competono con la forma delle tradizionali: per questo non decollano sulla massa. Presto che in Niger e in mezzo mondo muore tutto per merito di chi non sa essere lungimirante( ho sentito l'altra sera Giulietto Chiesa dare la giusta priorità all'Alternativa che ormai molti reputano indispensabile,sosteniamolo,grazie)

Camillo
10-05-2010, 13:27
Se vai sul sito che ho segnalato scoprirai che è in arrivo anche una auto ad
aria compressa ibrida.
Ha un serbatoio di gas per riscaldare l'aria decompressa e/o ricaricare il serbatoio di aria. Con un pieno si arriva ad un'autonomia di 1500 km!!!
Però si parla di 2 anni d'attesa, i problemi maggiori credo siano il ghiacciammento in fase di decompressione che per una cilindrata maggiore cresce esponenzialmente, l'omologazione del crash test unito al tentativo di massimo allegerimento.
Comunque finalmente almeno una versione c'è.
Occorre vedere piuttosto i tempi d'attesa, per averle la minicar da città. Servono fabbriche e lungimiranza da parte di grosse ditte come la Tata o anche la Fiat che ha un collegamento con la Tata.
Forse si potrebbe evitare di chiudere certe fabbriche e convertirle; tutto dipende dalla domanda. Tutti attendono un po' prima di rischiare, io quale ecologista di antica data, la voglio subito.
ciao.

N.B. mi scuso col moderatore ma non avevo cercato sufficientemente la discussione.
:preoccupato:

livingreen
10-05-2010, 14:25
A me sembra invece la stessa identica cosa che si sente da sempre... "abbiamo fatto un giro di prova e funziona " (per duecento metri nel cortile della fabbrica, perchè poi si ghiaccia), ,a "metteremo un motore a gas per evitare che si ghiacci tutto".
A dieci anni di distanza, e DOPO aver messo il famoso motore, siamo ancora alla stessa dichiarazione sentita e risentita fin dall'inizio:
"Non è ancora il modello che può percorrere un’autostrada (per quello ci vorranno minimo due altri anni)"

Come detto anche infinite volte in questo thread.

amir
10-05-2010, 14:42
... tutto dipende dalla domanda...


la domanda di auto ad aria compressa come quelle che dici tu secondo me dipende dalle risposte alle seguenti domande:
1) massima distanza effettivamente coperta senza fermate intermedie;
2) velocità media rilevata su tale distanza;
3) accelerazione rilevata;
4) accelerazione laterale ammissibile (tenuta di strada);
5) spazio d' arresto a velocità data;
6) autonomia rilevata;
7) consumo rilevato;
8) energia in kWh per un pieno completo.

Risposte non ce ne sono....
prima vedere cammello, poi cacciare quattrini....

Camillo
10-05-2010, 16:30
x livingreen

Certo nel sito non è specificato quanta strada hanno fatto, ma aggiungono che hanno tempestato di domande Nègre e che daranno risposta nel prossimo post.
Avrai sicuramente notato che il primo commento è stato:
risolto il problema del ghiacciamento?
E’ chiaro che tutti sanno di questo problema, ora se osservi bene le pretese di autonomia sono molto ridimensionate rispetto alla Eolo iniziale, infatti a fronte di una macchina più pesante con presunta autonomia di 300 km siamo passati a una più leggera con soli 150 km. Da subito dopo che la Tata ha “salvato” le finanze, Nègre ha dovuto ridimensionare il suo estremo spirito ecologista. Ho visto articoli che dicevano che il gas di scarico passava da -20° a -10° poi ancora meno ma imprecisato.
Ora dicono di star producendo l’auto per rifornire alcuni aeroporti, mi sembra strano che la mettano in vendita con un difetto così grande, sarebbero contestati e ridotti al fallimento.
Poi, l’auto ha ricevuto l’omologazione europea, gli ingegneri addetti ai lavori non sono mica stupidi.
Io penso piuttosto che per una macchina da città senza grandi pretese abbiano piazzato dei limitatori di ripresa collegati ai sensori di temperatura.
Come sicuramente sai i punti critici sono le 3 fasi di decompressione (presumo siano 3 e non 2 dato che hanno elevato da 300 a 350 la pressione), ogni fase porta tendenzialmente la temperatura a -80° quindi si deve somministrare il calore necessario a portare a temperatura ambiente. Il calore è lo stesso che avevamo generato in fase di compressione e che è come se fosse stato trasportato gratuitamente dall’atmosfera. (per i non addetti il vantaggio reale è anche qui nel fatto che depositiamo prima parte dell’energia nell’atmosfera, poi andiamo a riprendersela evitando il trasporto., oltre al fatto che riesce a prelevare energia dal calore atmosferico come una specie di pompa di calore.)
L’altro punto di ghiacciamento è il motore vero e proprio che mi sembra operi a 30-40 bar, anche qui occorre un sensore collegato al limitatore.
Presumo quindi che al massimo avremo una limitazione dello spunto, ma con una macchinetta da città non è che ci saranno grossi disagi. Non mi sembra possibile che gli ingegneri omologhino un’auto che nel bel mezzo di un sorpasso si blocchi per ghiacciamento, sarebbe delinquenziale!
Io non conosco le procedure di omologazione europee, ma per quello che ne so sono molto severe.

Finchè dipendeva tutto dalle dichiarazioni di Nègre avresti avuto sicuramente ragione di dubitare, ma con ingegneri che omologano per tutta l'Europa (la macchina può essere targata e venduta in tutta Europa), no! non credo proprio sia possibile che commettano avventatezze come faceva Nègre.
Négre dal mio punto di vista è scusato , era innamorato dell'idea di dare la soluzione ecologica al mondo; ma questa emozione lo rendeva avventato e inaffidabile fino alla nausea, nascondeva i difetti ed esaltava i pregi.
Mi ricordo che in una prima discussione con mio nipote ingegnere che aveva visto la Eolo al motoshow di Bologna, formule alla mano mi disse "Questo motore avrà enormi problemi di formazione di ghiaccio". Se il problema lo aveva inquadrato istantaneamente un giovane ingegnere, non vedo come Nègre facesse a ignorarne l'importanza.
Nègre continuava a cantare vittoria prima di aver messo la lepre nel sacco. Però ci credeva fino in fondo, tanto che ha investito tutto ed era sul punto di fallire perdendo ogni suo avere. Direi che è un peccato più di altruismo che per interesse personale.

livingreen
10-05-2010, 20:04
Tutto giusto, ma io voglio vedere una prova su su strada urbana di 50 km. e poi ci credo.

Camillo
10-05-2010, 21:21
Sono ovviamente d'accordo.

Anche perchè nei filmati di You tube mi sembra che vada sempre piuttosto piano.

Resta sempre il fatto dell'omologazione europea, non credo che abbia corrotto gli ingegneri.

In prima approssimazione ho fatto due calcoli del calore immesso nell'aria per la compressione di 200 litri con un salto di pressione di 320 bar (amettendo per ipotesi assurda che tutta l'energia vada in calore, il che non è, d'altra parte il motore lavora come una pompa di calore e preleva dall'aria più calore di quanto ha immesso, insomma i calcoli reali sono molto ma molto più complessi; mi accontento di un ordine di grandezza)
mi dà circa 1.531.100 cal (= 6.400.000 Joule)
Ora se andasse ai 50 km/h per 3 ore svuoterebbe il serbatoio. Quindi in 3 ore deve riassorbire l'energia precedentemente dispersa nell'aria durante la compressione.
Quindi 1.531.100 calorie divise per 10.800 secondi danno circa 150 cal al secondo che deve ricavare dall'aria a temperatura ambiente.
Per dare un'idea in 6 secondi abasserebbe di un grado 1litro d'acqua
O anche in tre minuti porterebbe 1 litro d'acqua da 100° a 0°

Certo che dovrà avere dei bei ventilatori che riscaldano il radiatore e funzionerà molto meglio nei paesi caldi.
ciao