PDA

Visualizza la versione completa : Nuovo gestore di elettricità



eroyka
17-02-2005, 10:09
Ciao a tutti&#33;<br>girando nel web ho trovato questa societ&agrave; che a breve (primavera 2005) inizier&agrave; ad erogare energia elettrica anche rinnovabile e si proporr&agrave; come nuovo gestore con prezzi più bassi di quelli attuali.<br>La cosa mi sembra un pò strana ma ho visto che deriva, in parte, dalla green Network Srl che esiste sul mercato gi&agrave; da un pò. Ma non so effettivamente che affidabilit&agrave; possono dare.<br>Voi che ne pensate? Ne sapete qualcosa in più?<br><br>Il <a href='http://www.la220.it/' target='_blank'>LINK</a><br><br>Grazie&#33;<br>Roy <br><br><span class="edit">Edited by eroyka - 17/2/2005, 10:11</span>

17-02-2005, 10:31
... io navigando nel sito non ho trovato dove sono...<br><br>poi ho guardato a chi è intestato il dominio:<br><br><br>domain: la220.it<br><br>org: TGE SRL<br>org-unit: via Corsica, 14/a<br>org-unit: It-25100 Brescia<br>descr: Compagnia Vendita Energia<br><br>.. stanno forse sondando il mercato? <br><br>copio ed incollo dal sito<br><br>" Se hai la partita IVA continua a leggere. Se no, devi aspettare il 2007, quando potrai comprare l&#39;energia liberamente. <br><br>Cosa devo fare per cambiare fornitore di elettricit&agrave;? <br>Basta una firma. Il tuo contatore è gi&agrave; tecnicamente pronto. Semplicemente non riceverai più la bolletta dal tuo attuale gestore, ma da la 220."<br><br>sembra che stia partendo la liberalizzazione della vendita di energia, come per i telefoni ..<br><br>..il mio pensiero? essendo una bestia .."non penso" <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ph34r.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>&#33;&#33;~<br>

eroyka
19-02-2005, 13:31
Ciao a tutti&#33;<br><br>Nessun&#39;altro ne sa qualche cosa? Qualcuno che ha la partita IVA ha gi&agrave; cambiato fornitore o siete tutti ancora con l&#39;Enel? <br>Se avete delle esperienze dirette da portare siamo tutti interessati (io lo sono di certo <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' border='0' valign='absmiddle'> )<br><br>Roy

AlessandroTesla
20-02-2005, 00:29
Conosco una ditta alla quale avevano proposto il cambio di gestore ma la convenienza era alquanto limitata. Chi lascia la casa vecchia per trovare quella nuova sa quello che lascia ma nn sa quello ke trova. Una ditta senza eletricit&agrave; è totalmente ferma, un risparmio inferiore al 30% non giustifica il cambio fornitore se non supportato da granzie reali (tipo ke interviene l&#39;ENEL ad erogare in caso di blocco del nuovo fornitore).<br>Di fatto come funzionerebbe la gestione essendo la rete unika?<br>La ditta nuova fa elettricit&agrave; e la butta nella rete ENEL, non vedo alternativa... in questo caso i problemi non sussisterebbero...

21-02-2005, 11:00
Ciao a tutti in effetti è vero che chi ha P.iva può cambiare il proprio fornitore di corrente elettrica, in italia ci sono un bel pò di aziende che comprano energia come grossisti dal Gestore dell&#39;energia e la rivendono al cliente finale. Se volete saperne un pò di più date una controllata al sito www.edison.it (registratevi e scaricate le guide). Poi vi sono un bel pò di delibere dell&#39;Autorit&agrave; per l&#39;energia (www.autorita.energia.it)che trattano l&#39;argomento. Vi posso dire che ad oggi in italia ci sono un bel pò di consorzi per l&#39;energia che sono costituiti da diversi soci(imprenditori, quindi possessori di P.iva) che acquistano energia per conto dei soci a minor presto.(basta andare su google e cercare quello più vicino a voi).<br><br>Un saluto<br>renzo

mariomaggi
23-02-2005, 22:39
<table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td><b>CITAZIONE</b> </td></tr><tr><td id='QUOTE'>Tensione &nbsp;220 V &nbsp; 380 V &nbsp; Media Tensione &nbsp;</td></tr></table><br><br>Chissa&#39; se qualcuno li ha informati che da qualche anno la tensione e&#39; 230 V e 400 V, e non piu&#39; 220 e 380 ?<br><br>Ciao <br>Mario

fede29
23-02-2005, 22:51
Non so da quanto tempo ma da un po di tempo che i clienti sopra 100.000 kWh anno possono accedere liberamente e cambiare gestore. Di gestori ce ne sono mille. Il tetto massimo mi sembra che dovesse variare a breve a 35000 kWh anno.<br>Comunque sia la cosa funziona in modo semplice perchè queste societ&agrave; sono dei gestori. Comprano dove vogliono, spesso all&#39;estero, pagano l&#39;energia al produttore e il vettoriamento e il trasporto dell&#39;energia ai vari gestori delle reti elettriche, in italia è il GRTN che è il gestore della rete terrestre nazionale. A questo punto cercano a chi venderla.<br>Gli sconti variano da un 2% a un massimo del 10%, all&#39;inizio era molto di più, anche il 20% ma poi il margine si è abbassato.<br>Il problema è che bisogna avere un monitoraggio molto corretto dei propri consumi in quanto a fine anno devi ordinare l&#39;energia per l&#39;anno successivo. <br>Ho provato a capirci qualcosa di più ma è veramente un casino, le societ&agrave; che fanno questo servizio hanno persone dedicate a spilciare leggi e decriti dell&#39;autorit&agrave; energia elettrica e gas che cambiano faccia al mercato ogni giorno.<br>Saluti. <br><br><span class="edit">Edited by fede29 - 23/2/2005, 22:53</span>

05-03-2005, 14:36
Mi spiegate come possono mandarci energia rinnovabile lasciando invariata la rete di distribuzione?

mariomaggi
05-03-2005, 14:46
isd88, <br>sono possibili diverse ottimizzazioni sulla rete. <br>Prima di tutto, producendo energia in modo distribuito, il consumo avviene piu&#39; vicino al punto di produzione, e quindi "scarica" un po&#39; la rete di trasmissione (che avra&#39; una temperatura inferiore ed una resistenza ohmica inferiore, quindi meno perdite). <br><br>Migliorando poi la qualita&#39; dell&#39;energia usata (e qui intendo sfasamento e dissimmetrie e armoniche), si migliora la capacita&#39; di trasporto della linea. <br><br>Non so se ho risposto alla tua domanda, semmai aggiungi qualche altra precisazione. <br>Ciao <br>Mario<br>www.elequality.it

05-03-2005, 14:59
kuello l&#39;o capito, ma se nn sbaglio, in un condominio tutti i contatori sn attaccati lla stessa linea, no?

mariomaggi
05-03-2005, 15:13
Se ti riferisci ad un solo condominio, si, le utenze sono attaccate alla stessa linea. <br>Ripeti la domanda completa, non mi e&#39; chiaro cosa vuoi sapere. <br>Ciao <br>Mario

05-03-2005, 15:16
grazie, ora mi è molto + kiaro. la mia domanda era: mettiamo ke nlemio condominio siamo 10 appartamenti. solo 3 appartamenti vogliono usare l&#39;energia rinnovabile di la 220. come fanno a darcela a noi rinnovabile e agli altri fossile?

mariomaggi
05-03-2005, 15:49
isd88, <br>l&#39;energia arriva sempre e solo dalle linee elettriche, tutta insieme.<br>Pero&#39; tu paghi la tua bolletta a chi la genera bene, usando energie rinnovabili, mentre i tuoi vicini di casa faranno arricchire i produttori di petrolio generando energia con sistemi inquinanti.<br>Ciao <br>Mario<br>

05-03-2005, 15:54
ekko&#33; sul sito mika è spiegata sta cosa&#33; mo si

eroyka
07-03-2005, 11:16
Caro isd88 e tutti,<br><br>quando tu fai un contratto di fornitura di energia rinnovabile il produttore deve immettere in rete tanta energia pulita quanta tu ne consumi. Quindi in effetti non è che l&#39;energia te la portano a casa tramite nuove linee ma semplicemente viene immessa nella reta nazionale.<br><br>Sul numero di Aprile di Aamterranuova troverai uno speciale che spiega proprio come funziona questo processo.<br>Comunque è importantissimo che più gente possibile sottoscriva questi tipi di contratti poichè è un valido metodo per far aumentare velocemente gli impianti di energia rinnovabile a scapito dell&#39;utilizzo del fossile. Se tu la chiedi sono OBBLIGATI a certificarti la provenienza rinnovabile dell&#39;energia. Quindi non si scappa, devono fare nuovi impianti e produrre energia in maniera ecocompatibile.<br>Vi lascio un link di un&#39;altro distributore che possiede un sito molto ben fatto dove spiega come funziona un pò tutta la storia:<br><a href='http://www.energia4u.it/energia4u/guests/channels/home/' target='_blank'>energia4u.it</a><br>Spero di avervi chiarito un pò le idee.<br>Roy

gattmes
07-03-2005, 12:25
Scusa Eroyka ma mi sembra di capire che il distributore da te indicato non operi con "clienti residenziali", ma solo con piccole-medie imprese, negozi, ecc.....<br>Quindi un condomino no può sottoscrivere qua un contratto di fornitura "verde" ....o mi sbaglio?? <br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 7/3/2005, 12:25</span>

eroyka
07-03-2005, 12:54
Ciao Gatt&#33;<br>No, non sbagli. Ma il problema non è il fornitore ma la legge.<br>Infatti fino al 1 luglio 2007 la liberalizzazione del mercato (e quindi la scelta del fornitore) riguarda tutti gli utenti che possiedono un contatore sotto partita IVA quindi tutte le aziende (di qualsiasi potenza) ed anche i liberi professionisti con partita IVA. <br>ma per l&#39;utenza residenziale bisogna aspettare appunto il 2007. (forse in toscana dal gennaio 2006 si anticiper&agrave; l&#39;apertura della liberalizzazione ma non è ancora sicuro. Una legge regionale ci st&agrave; provando...)<br><br>Quindi per il condominio... bisogna attendere.<br>Roy

gattmes
07-03-2005, 13:55
Ciao,<br>grazie della veloce e precisa risposta <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>.... 1 luglio 07..... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' border='0' valign='absmiddle'> peccato&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cry.gif' border='0' valign='absmiddle'>