PDA

Visualizza la versione completa : PROBLEMA CON IMPIANTO



jacco77
07-02-2008, 23:51
CIAO SONO NUOVO, E VOLEVO PRESENTARVI UN PROBLEMA, IN CASA MIA MI è STATO MONTATO UN IMPIANTO COME QUELLO DESCRITTO NELLO SCHEMA, SECOND VOI PUO FUNZIONARE REGOLARMENTE O C&#39;E&#39; QUALCOSA CHE NON VA.<br>GRAZIE A TUTTI.<br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/4/7/4/8/1/0/1202424952.jpg" target="_blank">http://image.forumcommunity.it/1/4/7/4/8/1/0/1202424952.jpg</a>

dotting
08-02-2008, 07:26
Secondo me hai commesso un piccolo errore nel disegno: il ritorno dall&#39;impianto di riscaldamento deve essere il più basso possibile nel serbatoio a stratificazione, in modo che il solare termico possa dare la sua integrazione.<br>Molto poca in verit&agrave; con termosifoni.<br>Credo che il termocamino scambi con una serpentina e non versa direttamente nel serbatoio.<br>Se succede questo si devono sommare le potenze di caldaia e termocamino e se superi i 35 kW è un casino.<br><br>Scrivi in minuscolo.

jacco77
08-02-2008, 11:58
per ritorno intendi per caso la linea azzurra del riscaldamento?<br>se è quella ebbene no, non ho commesso errori,ed è proprio quello che a me non torna, per quanto riguarda lo schema, nonostante sia approssimativo le altezze dei circuiti sono abbastanza precise, inoltre nella mia più completa ignoranza, penso di aver capito che l&#39;andata del camino(tubo rosso) a cui è collegata la pompa, pesca acqua più fredda, e il ritorno mi immette nell&#39;accumulo acqua più fredda rispetto alla stratificazione, freddandomi di conseguenza il calore accumulato in alto al bombolo.<br>Se è come penso io l&#39;idraulico mi ha montato al contrario l&#39;andata con il ritorno dei radiatori, tralasciando il fatto che le altezze del circuito dei radiatori andavano posizionate in modo diverso.<br>Mi sono spiegato?<br>grazie ancora.<br><br>P.S. l&#39;impianto nonostante sia a radiatori è stato progettato pr funzionare a bassa temperatura 45/50 gradi, per fare un esempio in salotto benche sia grande 40 mq mi hanno fatto montare 4 radiatori per 140 elementi.<br><br>Il circuito del termocamino è a vaso aperto, e penso senza serpentina(cosi mi hanno detto), e se supero i 35 kw perchè è un problema?

dotting
08-02-2008, 13:00
Dai non può essere, ma come si fa&#33;<br><br>Fai spostare le tubazioni collegate al riscaldamento, la mandata il più in alto possibile il ritorno il più in basso possibile.<br><br>Devi aggiungere una serpentina per il termocamino all&#39;incirca in quella posizione va bene.<br><br>Il serbatoio va tenuto a 55°C circa, la caldaia a gas a 55°C circa, la pompa del termocamino la fai avviare quando superi i 65°C, devi comunque controllare il ritorno del termocamino che non deve essere minore di 55°C altrimenti la caldaia del termocamino si buca per condensa.<br><br>Se i due liquidi termovettori si mischiano devi avere progettazione firmata da tecnico, un locale caldaia segregato, collaudo Vigili del Fuoco, denuncia ISPSEL pareti REI 180 e chi più ne ha più ne metta.<br>Se ti succede qualcosa nell&#39;impianto passi guai seri.

jacco77
08-02-2008, 15:17
ti ringrazio per ora,e ti faccio un ultima domanda, immagino che tu sia un tecnico o comunque qualcuno molto ben informato in questo campo, ci sono secondo te gli estremi per fargli causa o perlomeno per richiedere un rimborso al &quot;terrorista&quot; che mi ha fatto l&#39;impianto visto che sono due anni che gli faccio presente che l&#39;impianto a qualcosa che non va e lui ha sempre fatto finta di niente, visto anche che considerando le bollette del metano e la quantit&agrave; di legna bruciata oltre al costo dell&#39;impianto ho speso un patrimonio?<br>Grazie ancora.<br><br>P.S. dimenticavo mi aveva montato l&#39;impianto senza la centralina del termocamino,e ho dovuto chiamare un altro tecnico con conseguente altra spesa per farmene montare una.

dotting
08-02-2008, 15:28
Come CTU e CTP ti rispondo che ci sono gli estremi per una denuncia per impianto non conforme.<br>Come cittadino italiano ti dico di lasciar perdere.<br>Mandagli una raccomandata con ricevuta di ritorno, magari la fai preparare da un legale, ma ti conviene fermarti la per il tuo portafoglio e per il tuo fegato.

jacco77
08-02-2008, 15:49
Grazie per il consiglio<br>

jacco77
08-02-2008, 17:00
Un ultima cosa se puoi ancora aiutarmi, l&#39;accumulo è un LOHE combi 650, e il circuito del termocamino e a vaso aperto ma con serpentina all&#39;interno del bombolo, erano le informazioni che mancavano.<br>Grazie.

dotting
08-02-2008, 17:36
Avevo detto: <i>non può essere</i><br><br>Allora è semplice con le tarature di temperatura che ti ho indicato non ti resta che far spostare le tubazioni di mandata e ritorno del riscaldamento.

jacco77
08-02-2008, 18:19
allora avevo visto giusto le due tubature oltre che nella posizione sbagliata sono anche invertite

jacco77
08-02-2008, 21:43
per ovviare al problema condensa esistono per caso dei filtri?<br>

dotting
09-02-2008, 08:07
Abbi pazienza i filtri con la condensa non c&#39;entrano.<br>La condensa nella caldaietta che all&#39;interno del termocamino scambia il calore fra i fumi di combustione e l&#39;acqua calda avviene perchè l&#39;acqua se troppo fredda fa abbassare la temperatura dei fumi ad un valore tale per cui sulla superficie degli scambiatori fumocaldo/acquafredda il vapore acqueo contenuto nei fumi per la combustione della legna, che notoriamente è umida, passa dallo stato di vapore a quello di liquido, oltre al vapore vi sono delle particelle acide nella legna, che vengono catturate dalle gocce d&#39;acqua che condensano e depositate sulle superfici di scambio termico.<br>Se queste superfici non sono progettate per supportare questi depositi acidi, come avviene invece per le caldaie a condensazione in cui questo fenomeno addirittura è voluto, gli scambiatori si bucano e ci butti il termocamino.<br>Se questo fenomeno è improvviso, avviene la cosiddetta &quot;fessurazione caustica&quot;, cioè la crepa istantanea di questo strato di sostanze acide che via via si è depositato e che ha eroso lo spessore dello scambiatore, con l&#39;esplosione della caldaia&#33;<br><br>Si rimedia tenendo alta la temperatura di ritorno dell&#39;acqua calda nel termocamino, se si ha qualche preoccupazione, specie in presenza di accumuli tenuti a bassa temperatura si inserisce nel circuito un apparato specifico che prende il nome di &quot;pompa anticondensa&quot;.