PDA

Visualizza la versione completa : Riscaldamento a pavimento.quale massetto?



monexe
08-02-2008, 12:54
Ieri sono iniziati il lavori per l&#39;installazione del riscaldamento a pavimento,posto di seguito foto di una stanza.<br><br><a href="http://img209.imageshack.us/my.php?image=dsc00051to8.jpg" target="_blank">http://img209.imageshack.us/my.php?image=dsc00051to8.jpg</a><br><br>Il muratore mi ha detto che lui con i suoi strumenti (cariola e palanche <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0d2236944c6f8f99401b068327887c4f.gif" alt=":D"> ) non riesce a fare il masseto per paura di fare danni e mi ha consigliato un suo conoscente che userebbe una&quot;pompa&quot; ??<br><br>poi mi parlava di massetto in anidrite che roba e&#39;??<br><br>Infine in caso di massetto con sabbia e cemento che tipo di sabbia e&#39; meglio utilizzare o meglio quale tipo di massetto e&#39; ottimale per questo tipo di impianto?<br><br>Grazie.<br><br><br><br>

dotting
08-02-2008, 14:24
Catena umana, secchi e caldarelle e vai, senza scherzi.<br>La pompa da massetto costa un bel pò però ti risolve il problema alla grande, però gli operatori devono essere in gamba.<br>Usa il massetto classico e mi raccomando lo devi far fare al piastrellista, se proprio non lo puoi fare, chiedi a lui la composizione del massetto tradizionale.<br>Ricordati l&#39;additivo per il massetto riscaldante.

monexe
08-02-2008, 17:49
Ciao Dotting gravie della risposta. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d300252c28d9d04a41909aab482e932e.gif" alt=";)"><br>Per il massetto classico (sabbia e cemento giusto?) al muratore gli sono venuti dei dubbi sul tipo di sabbia da usare ..se non ricordo male ha fatto distinzione tra sabbia di fiume e un&#39;altro tipo che adesso non ricordo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/66c7a824a83e7f80d6062ed266ccb075.gif" alt=":("><br><br>Ciao e Grazie ancora&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/366b98afbcd96d0be7f3c567f9b467d1.gif" alt=":B):">

monexe
08-02-2008, 18:44
Leggendo alcuni post ho notato che alcuni parlano di passo 5 per il passaggio dei tubi...<br>Nella mia casa in tutti e 3 i piani i passi sono identici anche nel piano con parquet e cioe&#39; passo 10 vicino alle finestre e nei bagni ,passo 15 in tutto il resto ..nella foto che ho postato si riesce a vedere...<br>L&#39;impianto e un velta sistema calore.<br><br>C&#39;e&#39; qualcosa che non quadra oppure e&#39; normale per questo tipo di impianto?<br><br><br>

lux70
08-02-2008, 22:13
il passo lo determina il termotecnico che ti ha fatto il calcolo in base alle caratteristiche dell&#39;impianto e della casa.<br>Per i massetti quoto dotting anche perchè quello in anidride ti costa molto di più e non muovono la macchina, i silos ecc per 200mq di pavimento.in termini di prestazini è nettamente superiore a quello in sabbia e cemento. Per la sabbia non quella di fiume ma quella da cava lavata. il lavaggio serve infatti per togliere polvere e garantire una perfetta coesione con il cemento.<br>Quantit&agrave; di cemento 300 kg/mc di sabbia.<br>additivo e tagli termici.<br>se si utilizza la pompa per massetto è meglio, amalgama in modo più uniforme.

dotting
09-02-2008, 07:53
In una precedente discussione avevo messo un link ad una tabella di calcolo pratico, ma non la ritrovo, poco male, rieccola:<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8d3821ce46c335c4784966f5a6a3253a.jpg" alt="image"><br>Come vedi nel caso del parquet la resa diminuisce, quindi per avere la stessa potenza per metro quadro occorre incrementare il passo, se non l&#39;hanno fatto vuol dire che il programma di calcolo ha incontrato degli ambienti meno disperdenti.<br><br>I termotecnici si affidano solitamente a programmi di calcolo che disegnano in modo automatico le chiocciole, oppure si rivolgono direttamente ai fornitori del materiale che dai disegni e dalle dispersioni calcolate dal termotecnico forniscono le caratteristiche fisiche dell&#39;impianto, passati i bei tempi in cui si usava il regolo calcolatore Aristo.<br>Ma stiamo parlando di 32 anni fa, quasi era nuragica.

Manofthemoon
09-02-2008, 09:31
Vedo che hai utilizzato lìimpianto Velta, scuramente è uno dei migliori.<br>Per il massetto: Il tuo muratore può tranquillamente fartelo con cariola e botomiera a patto di:<br>usare &quot;sabbia&quot; con granulometria media/grossa, denominata misto pisello<br>utilizzaro l&#39;additivo fluidificante venduto da ogni casa produttrice di impianti, in questo caso Velta<br><br>Il massetto influisce solo sulla rapidit&agrave; dell&#39;impianto a pavimento, ma non sulla resa dello stesso, oggi vanno anche di moda i massetti premiscelati &quot;liquidi&quot;, ma in questo caso l&#39;impianto v&agrave; fatto in modo diverso: per esempio nel caso del Velta bisogna sigillare con del nastro le giunzioni del &quot;naylon&quot; e bisogna diminuire lo spessore di massetto sopra l&#39;estradosso del tubo.<br><br>Cosa importante da fare sono:<br>1. i giunti di dilatazione nele porte.<br>2. i giunti di frazionamento nei locali > 40 mq oppure con un lato > 8m<br>3. mantenere la striscia perimetrale di bordo fino all&#39;avvenuta posa del pavimento, e tagliarla solo per ricoprirla con il battiscopa.<br><br>HO installato più di 20.000 mq di impianti a pavimento con questa metodologia e non ho mai avuto nessun problema.<br><br>ciao.<br><br><br>Dimenticavo: il passo 5 non si utilizza mai, anche perchè differnza di res tra passo 20 e passo 10 (ne caso Velta che lavora con multipli di 10 cm) è del 20%, il passo 5 sarebbe assolutamente antieconomico sia per i metri di tubo, sia per la prevalenza delle pompe di circolazione.

monexe
09-02-2008, 10:02
Grazie a tutti per le vostre risposte. Spero di rimanere soddisfatto con questo tipo di impianto... ho tutti con il dito puntato che aspettano di criticare questa mia decisione hehehehehe .<br>A presto ;-)

gianni64
09-02-2008, 10:11
sono disponibili immagini di:<br><br>&quot;Cosa importante da fare sono:<br>1. i giunti di dilatazione nele porte.<br>2. i giunti di frazionamento nei locali > 40 mq oppure con un lato > 8m<br>3. mantenere la striscia perimetrale di bordo fino all&#39;avvenuta posa del pavimento, e tagliarla solo per ricoprirla con il battiscopa.&quot;<br><br>grazie

dotting
09-02-2008, 10:27
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 9/2/2008, 09:31)</div><div id="quote" align="left">Per il massetto: Il tuo muratore può tranquillamente fartelo con cariola e botomiera</div></div><br>Sai cosa succede a quei tubi ed ai supporti, che se noti sono quelli che sollevano di un centimetro i tubi per permettere al massetto di avvolgerli completamente, se ci passi con la carriola, magari a ruota piena.<br>Osserva la foto e poi modifica il tuo intervento.<br>

Manofthemoon
09-02-2008, 10:57
Bhè è ovvio che tutte le cose fanno fatte un con pò di senso, magari &quot;creandosi&quot; un passaggio con per la carriola con delle assi da pomteggio o da armatura.<br><br>Per i giunti:<br><br>é ovvio che il pavimento riscaldato ha delle dilatazione, quindi si tratta di farlo dilatare dove vogliamo noi, principalmente nei cambi di tipo di rivestimento del pavimento e quindi nelle porte<br><br>la striscia perimetrale serve allo stesso modo per compensare le dilazioni sungo le pareti, e questa deve dilatare anche le dilatazioni del rivestimento del pavimento non solo del massetto.<br><br>Ciao &#33;<br>

giangiman
11-02-2008, 12:01
quindi un pavimento di 55mt2 deve essere interrotto sotto le eventuali porte? Anche se la fuga è abbastanza larga, almeno 5mm?<br>grazie gianluigi

lux70
11-02-2008, 13:01
Bè, se hai un salone di 55Mq devi montare il tutto su caldana apposita per incollaggio pavimenti radianti superiore a 40mq; se in complesso hai il pavimento di casa di 55mq, quindi suddiviso in varie stanze ma nessuna supera i 40Mq, allora devi fare solo il taglio per giunto tecnico sotto le porte o in qualunque punto il pavimento passa da largo a stretto&#33; Questo per evitare spaccature dello stesso a seguito di dilatazione termica.<br>Ovviamente sotto le porte puoi mettere una greca o un diverso formato di pavimento e fare in modo che il taglio avvenga tra il passaggio di un pavimento all&#39;altro. Per esempio nel mio salone avendo messo il pavimento a forma di rombo per fare il taglio senza che si vedesse il segno ho messo sotto le porte(e nel corridoio) pavimento a forma di rettangolo e questo mi ha dato modo di effettuare il taglio tra pavimento a rombo e quello a rettangolo senza che si noti nulla a livello visivo.<br><br>Se proprio non vuoi fare nessun taglio allora puoi utuilizzare sempre la caldana prima citata per tutto il pavimento di casa.<br>

giangiman
11-02-2008, 21:43
[QUOTE=lux70,11/2/2008, 13:01]<br>se in complesso hai il pavimento di casa di 55mq, quindi suddiviso in varie stanze ma nessuna supera i 40Mq,<br><br><br><br>pianterreno 55mq massetto gettato l&#39;altro ieri, ma non avrei voluto tagliare il pavimento... vabbè farò come dici: interruzione sotto la porta della cucina e sotto quella cel bagno.<br>grazie gianluigi

lux70
12-02-2008, 08:25
<a href="http://www.schlueter.it/produkt.aspx?doc=6-1-ditra.xml&amp;pg=funktion" target="_blank">http://www.schlueter.it/produkt.aspx?doc=6...xml&pg=funktion</a><br>questa ti permette di non tagliare nulla..fa tu&#33;

giangiman
12-02-2008, 22:05
Grazie mille per il suggerimento, non l&#39;avevo mai vista.<br>Gianluigi

savi07
14-02-2008, 23:06
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 9/2/2008, 09:31)</div><div id="quote" align="left">Cosa importante da fare sono:<br>1. i giunti di dilatazione nele porte.<br>2. i giunti di frazionamento nei locali > 40 mq oppure con un lato > 8m<br>3. mantenere la striscia perimetrale di bordo fino all&#39;avvenuta posa del pavimento, e tagliarla solo per ricoprirla con il battiscopa.</div></div><br>ne deduco che la rete antiritiro non sia indispensabile

dotting
15-02-2008, 07:30
Personalmente non faccio mai giunti di dilatazione, se non in locali industriali; ma metto sempre la rete antiritiro.<br>Li mettevo 30 anni fa, ma allora mandavo l&#39;acqua al pavimento a circa 55°C.

casasolare1
15-02-2008, 11:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 15/2/2008, 07:30)</div><div id="quote" align="left">Personalmente non faccio mai giunti di dilatazione, se non in locali industriali; ma metto sempre la rete antiritiro.<br>Li mettevo 30 anni fa, ma allora mandavo l&#39;acqua al pavimento a circa 55°C.</div></div><br>A casa mia ho passo 30 nelle camere con parquet, mandata acqua 38/42. Impianto fatto 8 anni orsono. Per il prossimo impianto devo cambiare termotecnico?<br>Ciao Adriano<br>

dotting
15-02-2008, 12:22
Adriano il tuo impianto potrebbe essere corretto, ero io che sbagliavo, ma non ti dico il resto e allora si poteva usare solo il tubo Mannesmann in ferro che dovevi posare a serpentino e saldare in ogn curva.

casasolare1
15-02-2008, 12:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 15/2/2008, 12:22)</div><div id="quote" align="left">Adriano il tuo impianto potrebbe essere corretto, ero io che sbagliavo, ma non ti dico il resto e allora si poteva usare solo il tubo Mannesmann in ferro che dovevi posare a serpentino e saldare in ogn curva.</div></div><br>Questo è il mio impianto. In futuro dovrò riscaldare il seminterrato, mi conviene mantenere lo stesso passo oppure cambiare qualcosa?<br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/7/4/2/0/5/4/1203076371.jpg" target="_blank">http://image.forumcommunity.it/1/7/4/2/0/5/4/1203076371.jpg</a><br><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/55568fe4bfbfd5953fdb940b19b890da.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

Manofthemoon
15-02-2008, 14:22
tutto dipende da che tipo di solamento ha la tua casa e dal tipo di generatore:<br><br>1. se la tua casa è molto isolata e ti scaldi con un sistema tradizionale (caldaia a gas etc..) direi che potresti andar bene così, con le T di mandata che hai detto prima (mi sembra 42)<br><br>2. se usi un diverso generatore (es pompa di calore) bisogna valutare se installando più tubo quanto si abbassano le T di mandata e di quanto si alzano i COP (rendimenti) della pompa di calore.<br><br>Io Comunque non scendo mai al di sotto del passo 20, a meno di avere locali molto grandi (> 70/80 mq) con pochissime dispersioni.<br><br>Se casa tua è in classe A ovviamente il discorso cambia.

casasolare1
15-02-2008, 15:07
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 15/2/2008, 14:22)</div><div id="quote" align="left">tutto dipende da che tipo di solamento ha la tua casa e dal tipo di generatore:<br><br>1. se la tua casa è molto isolata e ti scaldi con un sistema tradizionale (caldaia a gas etc..) direi che potresti andar bene così, con le T di mandata che hai detto prima (mi sembra 42)<br><br>2. se usi un diverso generatore (es pompa di calore) bisogna valutare se installando più tubo quanto si abbassano le T di mandata e di quanto si alzano i COP (rendimenti) della pompa di calore.<br><br>Io Comunque non scendo mai al di sotto del passo 20, a meno di avere locali molto grandi (> 70/80 mq) con pochissime dispersioni.<br><br>Se casa tua è in classe A ovviamente il discorso cambia.</div></div><br>Per il momento uso una caldaia metano a condensazione, in futuro non saprei. Il sistema modula da 35 a 42 max a seconda del clima.<br>Ciao Adriano

Manofthemoon
15-02-2008, 15:19
dov&#39;è la casa?<br>zona climatica ?

casasolare1
15-02-2008, 18:37
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 15/2/2008, 15:19)</div><div id="quote" align="left">dov&#39;è la casa?<br>zona climatica ?</div></div><br>Centro Italia collina zona climatica D

Mollier
17-02-2008, 19:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 9/2/2008, 07:53)</div><div id="quote" align="left">In una precedente discussione avevo messo un link ad una tabella di calcolo pratico, ma non la ritrovo, poco male, rieccola:<br>(IMG:<a href="http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/resa_impianto.jpg" target="_blank">http://web.tiscali.it/risparmio_energetico/resa_impianto.jpg</a>)<br>Come vedi nel caso del parquet la resa diminuisce, quindi per avere la stessa potenza per metro quadro occorre incrementare il passo, se non l&#39;hanno fatto vuol dire che il programma di calcolo ha incontrato degli ambienti meno disperdenti.<br><br>I termotecnici si affidano solitamente a programmi di calcolo che disegnano in modo automatico le chiocciole, oppure si rivolgono direttamente ai fornitori del materiale che dai disegni e dalle dispersioni calcolate dal termotecnico forniscono le caratteristiche fisiche dell&#39;impianto, passati i bei tempi in cui si usava il regolo calcolatore Aristo.<br>Ma stiamo parlando di 32 anni fa, quasi era nuragica.</div></div><br>La tabella di cui sopra ci da un valore indicativo della resistenza termica. Ora, la Resistenza termica = spessore/lambda, per cui per il calcolo di R manca il riferimento allo spessore. Deduco che dovrebbe essere per la ceramica 15 mm e 25 mm, per il parquet 10 mm, per gli altri non è specificato. Non capisco inoltre perchè la resistenza del solo cemento risulta R = 0 mq * °K / W, che spessore ha questo cemento?<br>Un altra domanda: che resistenza ha il calcestruzzo cellulare? Quali possono essere gli svantaggi e vantaggi rispetto ad un pannello isolante?<br>