PDA

Visualizza la versione completa : I primi dati concreti sul risparmio energetico



spazialis
14-02-2008, 18:48
Credo che questo dati possano interessare tutti perche&#39; riguardano le cifre reali che quantificano in soldoni (e non solo), l&#39;effetto ottenuto con l&#39;abbinamento dei LED e il Fotovoltaico, su larga scala.<br><br>Molti di voi avranno sentito parlare del paese di Torraca, dove sono stati installati Ben 700 Lampioni a LED alimentati da una centrale FV da 35KW..<br><br>Ho avuto la fortuna di andarci e li ho fatto alcuni <span style="color:red"><b>filmati</b></span> ed ho avuto il piacere di conoscere il sindaco, Daniele Filizola ed il Consulente per la realizzazione dell&#39;impianto Fotovoltaico sig. Luigi Pascuzzi, coi quali sono rimasto in contatto e che gentilmente mi hanno messo a disposizione le <span style="color:red"><b>Bollette ENEL 1 Bim 2008</b></span> e quelle realtive allo stesso bimestre dello scorso anno, da cui si puo&#39; verificare l&#39;entita&#39; del risparmio realizzato.<br><br>Sullo stesso post (e&#39; nel mio Blog) sono anche riportati dati relativi alla riduzione di CO2.I files sono disponibili via Download, cliccando un link evidenziato in rosso verso la fine del post.<br><br>Mi farebbe piacere ascoltare reazioni e commenti al riguardo.Ma Torraca non e&#39; l&#39;unico caso,e&#39; stato il primo a fare una conversione cosi radicale e quindi grande merito, ogni giorno nuove notizie di nuovi impianti ovunque nel mondo.<br><br>Comunque posso dire, avendo visto un esempio reale, che la luce dei LED e&#39; assolutamente superiore come qualita&#39; della visione.La cosa che balza subito agli occhi e&#39; che i colori sonbo molto percettibili e non alterati, ed e&#39; anche rilevante notare come a differenza dei lampioni tradizionali che nascondono ad esempio il muro che sta dietro o al quale sono appesi, coi LED si vede distintamente, cosi&#39; il panorama appare molto piu&#39; dettagliato e vivido.<br><br>Comunque scaricate i file e diffondeteli, le cifre sono piu&#39; persuasive di ogni altra cosa in questo caso.La mia personale convinzione e&#39; che da ora in poi le cose non potranno che migliorare, furbetti e politicanti permettendo.<br><br>Mi sono reso conto che ho dei problemi a postare i link sia dei filmati >(che ho messo su youtube) ma sopratuuto il link per scaricare le bollette.Che qui sono le parole in grassetto rosso.ed ecco perche il post sembra strampalato.<br><br>qualcuno sa dirmi come fare?

pinetree
13-04-2008, 21:36
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (spazialis @ 14/2/2008, 19:48)</div><div id="quote" align="left">....</div></div><br>Cosi per correttezza d&#39;informazione:<br><br>Mi puoi gentilmente indicare come hai fatto a determinare che l&#39;illuminazione a LED, consuma 80% di energia in meno delle lampade a Sodio ?<br>Sodio tipicamente 180Lm/W, LED di Torraca erano montati quando i LED erano a circa 50lm/W, oggi tutti parlano di 100lm/W, ma sono introvabile.<br>Mi puoi spiegare gentilmente come le lampade a LED siano costati SOLAMENTE 3 volte quelli a Sodio ?<br>Mi potresti gentilmente spiegare perchè mai ritieni che il 50% della luce delle lampade a Sodio vanno perso per riflessione ?<br>Sei a conoscenza del fatto che i LED vengono venduto con lente incorporato, fai lo stesso con le lampade a Sodio.<br>Sei a conoscenza del fatto che ci sono altre soluzioni con luce bianca e vita da 60000 ore ? (<a href="http://www.OSRAM.it" target="_blank">www.OSRAM.it</a>)<br>Sei in grado di dirci che tipo di illuminazione aveva Torraca prima, in modo da fare un confronto corretto.<br><br>Questo è il datasheet della CREE (il sito che pubblicizzi sul tuo sito) <a href="http://www.cree.com/products/pdf/XLamp7090XR-E.pdf" target="_blank">http://www.cree.com/products/pdf/XLamp7090XR-E.pdf</a>, vedo che parlano di LED da 100lm, ma da nessuna parte leggo 100lm/W, di fatto penso che faccendo un volgare calcolo corrente e tensione di lavoro, non dovrebbero superare 80lm/W.<br>Non ne dubito che ci possa essere da 100lm/W, ma il fatto che non li trovi in commercio ha un motivo.<br>Nella stessa documentazione c&#39;è anche un grafico con la fascia luminosa, il massimo dichiarato c&#39;è ovviamento solo al centro, poi scende rapidamente.<br><br>Io ritengo che si sta parlando di novit&agrave;, design nuovo, progettazione d&#39;illuminazione nuova, ma non penso che si possa fare un confronto terra terra, luminosit&agrave; e consumo, perchè non riesco ancora a vedere come regge.<br>Personalimente ne ho acquistato qualche centinaia di LED di tutti i tipo, fino a 3W, e alcuni da 70lm/W, lo uso perchè mi piace la luce, a me sta bene avere i spot sul tavolo di lavoro ecc. posso controllarli più facilmente elettronicamente tramite Microcontrollore ecc, ma per quanto riguarda l&#39;illuminazone stradale vedo ancora spazio alla concorrenza in casa, perchè la OSRAM produce tutto anche i LED, ma non la promuovono per l&#39;illuminazione stradale.<br><br>Se poi sei riuscito a trovare qualcosa di interessante, puoi gentilmente fornici il link.<br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2877675edb895b352c85a2d4c4409f87.gif" alt=":)">

andoge
14-04-2008, 20:54
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pinetree @ 13/4/2008, 22:36)</div><div id="quote" align="left">Io ritengo che si sta parlando di novit&agrave;, design nuovo, progettazione d&#39;illuminazione nuova, ma non penso che si possa fare un confronto terra terra, luminosit&agrave; e consumo, perchè non riesco ancora a vedere come regge.</div></div><br>Il problema maggiore deriva dal fatto che il rendimento di sistema fra i due dispositivi è completamente diverso, una lampada al sodio ha bisogno di ottimi sistemi ottici per portare tutta l&#39;energia luminosa sull&#39;area da illuminare mentre i led di potenza sono puntiformi e direttivi, i CREE che hai provato hanno la lente. Un&#39;ottima parabola per lampioni perde il 20-30% dell&#39;energia riflessa, un 10-20% percento dopo la riflessione della parabola ritorna dentro la lampada e viene perso. Bisogna poi mettere in conto lo spettro visivo della luce che nel sodio tipicamente e tendente al rosso dove il nostro occhi perde di sensibilit&agrave;.<br><br>Anchio vorrei vedere i dati reali dei risparmi energetici, quando hanno istallato i lampioni sicuramente potevano contare solo sui 50 L/W e mi sembra tanto ma tanto il risparmio publiccizzato,<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">perchè la OSRAM produce tutto anche i LED, ma non la promuovono per l&#39;illuminazione stradale.</div></div><br>I led della Osram non vanno oltre i 50 L/W e solo ultimamente dicono di aver raggiunto i 80 L/W comunque hanno gi&agrave; fatto delle applicazioni per l&#39;illuminazione stradale.<br><br>Comunque ripeto i rispami dichiarati dal famoso paesino non mi tornano allo stato attuale visto che hanno utilizzato vecchie tecnologie salvo che non riducano la luminosita dei lampioni nelle ore centrali notturne (con i lampionio al sodio non si può fare).<br><br>andoge

molegi
18-06-2008, 18:01
Ciao
Io posso portare il caso dello stabilimento dove lavoro e dove una mia semplice idea, una idea che è alla portata di tutti poi, ha permesso di risparmiare circa il 30% di energia per illuminare i capannoni di stabilimento.
I capannoni sono, anzi erano, illuminati con le classiche lampade a scarica, 400 w ognuna per una potenza complessiva di 99 kw. Sostituendo tali lampade con lampade al neon e mantenendo la stessa illuminazione abbiamo ridotto il consumo a 72 kw nel caso peggiore ( la notte) e scendendo sotto i 50 (di giorno) con i crepuscolari nelle varie zone.
Ciò porterà nell'arco dell'anno a scendere dal consumo 2007 di 784000 kw (solo per l'illuminazione) a un consumo di circa 520000 kw.
Il tutto con una spesa di "soli" 12000 euro.
Ed ora stiamo analizzando macchina per macchina per ridurre il consumo dove è possibile.
Molte volte il risparmio energetico è molto facile a farsi anche senza andare verso tecnologie particolari ma solo usando quelle che sono alla portata di tutti i comuni mortali.