PDA

Visualizza la versione completa : Filtri per l'acqua



23-03-2005, 15:22
Innanzitutto ciao al forum: complimenti SINCERI ai gestori e agli utenti che postano e partecipano a le tantissime "grandi iniziative" per l&#39;energia rinnovabile.<br><br>Probabilmente non sono stato scrupoloso ma non ho trovato nessun post che tratti l&#39;argomento "filtri per rendere potabile l&#39;acqua di casa". Diverse persone mi hanno spinto in questa direzione un po&#39; per le montagne di plastica che genera il mercato della "minerale", un po&#39; perché sta "minerale" non è che sia poi così "salutare"&#33;<br><br>Prima di acquistare il filtro e/o impianto di depurazione, volevo chedervi se potreste darmi una mano nella scelta. Più che altro se avete pubblicazioni, siti, e quantaltro da indicarmi per una documentazione un po&#39; più approfondita.<br><br>CAri saluti a tutto il forum<br><br><br>Claudio

24-03-2005, 00:14
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (blooker @ 23/3/2005, 14:22)</div><div id='QUOTE' align='left'>Innanzitutto ciao al forum: complimenti SINCERI ai gestori e agli utenti che postano e partecipano a le tantissime "grandi iniziative" per l&#39;energia rinnovabile.<br><br>Probabilmente non sono stato scrupoloso ma non ho trovato nessun post che tratti l&#39;argomento "filtri per rendere potabile l&#39;acqua di casa". Diverse persone mi hanno spinto in questa direzione un po&#39; per le montagne di plastica che genera il mercato della "minerale", un po&#39; perché sta "minerale" non è che sia poi così "salutare"&#33;<br><br>Prima di acquistare il filtro e/o impianto di depurazione, volevo chedervi se potreste darmi una mano nella scelta. Più che altro se avete pubblicazioni, siti, e quantaltro da indicarmi per una documentazione un po&#39; più approfondita.<br><br>CAri saluti a tutto il forum<br><br><br>Claudio</div></center><br> Gli unici che danno veramente buoni risultati sono quelli ad osmosi inversa e non sono dei filtri, sono delle mambrane semipermeabili e funzionano per separazione molecolare, se cerchi delle informazioni cerca "depuratori ad osmosi inversa" troverai tantissimi siti che trattano l&#39;argomento.<br>ciao<br>

ag_smith
24-03-2005, 10:49
che io sappia l&#39;acqua del rubinetto deve essere potabile per legge senza bisogno di nessun filtro....

24-03-2005, 16:08
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>che io sappia l&#39;acqua del rubinetto deve essere potabile per legge senza bisogno di nessun filtro....</div></center><br><br>Ok, anche nell&#39;acqua minerale (in bottiglia) non dovrebbero esserci TALUNE sostanze NOCIVE e/o CANCEROGENE, <u>PER LEGGE</u>, ma ci sono...<br><br><br>Grazie dell&#39;info nick60&#33;

Delphinus
25-03-2005, 10:53
Se ti puo&#39; interessare io avevo trovato questo in rete :<br><br><a href='http://www.commercioetico.it/ecologia/filtroacqua/index.htm' target='_blank'>Commercioetico</a><br><br>Salute a tutti

25-03-2005, 15:22
Grazie anche a te.

AlessandroTesla
28-03-2005, 12:57
Per anni hanno potabilizzato l&#39;acqua di rubinetto col cloro, poi è nato il sospetto potesse essere cancerogeno (ma va?) ed ora utilizzano il permanganato di potassio. Il filtro ad osmosi inversa è una soluzione, non so se compatibile col tuo gusto, e poi nn ti dimenticare che COSTA ed INGOMBRA.<br>Io vado ad acqua minerale, perlomeno sulle bottiglie ci sono i risultati delle analisi, io scelgo quella con un bassissimo tenore di nitrati. Inoltre un filtro richiede manutenzione e sostituzione, però ti toglie quasi tutte le impurit&agrave;.<br>Io ho un decalcificatore per il calcare, non mi potabilizza l&#39;acqua ma faccio delle doccie e degli shampoo che sono una goduria.<br>Premetto che ho i capelli lunghi come una bambina.<br><br>A.T.

Delphinus
29-03-2005, 13:29
In un negozio oggi per caso ho visto questa caraffa , costo 14 Euro .<br><br><a href='http://www.sanaform.it/ita/lb_prod_scheda.php?cod_int=TSA6200&linea=&categ=categ12&subcateg=subcateg000000000001&ricerca=' target='_blank'>Caraffa Filtrante</a><br><br>Rimane sempre da capire se vale la pena &#33;&#33;<br><br>Ciao

eroyka
29-03-2005, 15:18
Ciao ragazzi&#33;<br>Cerchiamo di fare un pò di chiarezza. Premetto che mio padre lavora da anni nella purificazione delle acque.<br><br>Caro A.T. innanzitutto scordati che l&#39;acqua in bottiglia sia migliore di quella del rubinetto. Pensa che non è neanche classificata come acqua potabile&#33;&#33; La legislazione che regola le acque minerali è diversa e siccome sono considerate come acque terapeutiche vengono considerate come assunte per brevi periodi e per motivi di salute quindi moltissimi paramentri legati a sostanze inquinanti hanno limiti molto maggiori di quelli delle acque potabili.<br>Possono avere meno minerali (cosa che, a meno che tu non abbia problemi particolari, è un fattore negativo) ed essere ricche o povere di determinati elementi. Ma per il resto... lasciamo perdere ed infatti lasciano perdere anche loro visto che in etichetta mettono solo i 4 soliti riferimenti (obbligatori) e via andare.<br><br>Fatta questa premessa, il miglio modo per purificare l&#39;acqua a scopo alimentare è quello di mettere un filtro a carboni attivi eventualmente affiancato da uno a sabbia.<br>Questi filtri hanno bisogno di pochissima manutenzione, hanno prezzi bassi ( un filtro per una famiglia da 3 persone vi può costare intorno ai 60 euro più 15 euro per il ricambio che dura circa 6 mesi) e vi assicura un acqua buona organoletticamente e soprattutto esente da tutte le sostanze tossiche.<br>Inoltre se acquistate i filtri senza cartuccia precompressa potete addirittura pulirvi da voi il carbone e riutilizzarlo per alcuni anni senza mai doverlo sostituire&#33;&#33;<br>I filtri che invece utilizzano il cotone o fibre varie (tipo quelli bianchi) hanno un&#39;azione filtrante per le sostanze grossolane ma alcuni inquinanti passano ugualmente. Il carbone attivo rimane il migliore.<br><br>Se poi volete anche utilizzare l&#39;acqua per elettrodomestici e riscaldamento potete aggiungere un addolcitore che vi elimina il calcare. Ma questo è un optional che per la vostra salute non pone differenza.<br><br>Se avete domande, sono qui. <br>Roy <br><br><span class="edit">Edited by eroyka - 6/4/2005, 11:53</span>

06-04-2005, 11:04
Ciao a tutti, scusa eroyka poi dare qualche suggerimento in piu&#39; per i non addetti ai lavori. Vorrei evitare che un negoziante "furbo" mi faccia pagare come filtro ai carboni attivi magari vegetali un pezzo di plastica. Esistono delle certificazioni o dei riferimenti di legge che possano dare qualche tutela in piu&#39;? o qualche "trucco" degli addetti ai lavori per non farsi gabellare. <br><br>Grazie e ciao.

eroyka
06-04-2005, 11:51
Ciao ezechiele,<br>ti ho risposto anche via mail.<br>Per tutti posso comunque dire che essendo il costo dei carboni attivi abbastanza basso non vi sono interessi a venderne di taroccati. In genere. Quindi più che altro non bisogna farsi fregare nei prezzi poichè alcune aziende sparano prezzi allucinanti. Fate il conto che un filtro standard a carboni attivi non vi deve costare più di cento euro installazione esclusa. E magari con in regalo gi&agrave; un ricambio...<br>Se poi acquistate i filtri con i carboni granulari e non precompressi risparmiate un sacco sui ricambi (che non servono) a fronte però di un potere filtrante leggermente inferiore. Bisogna vedere la qualit&agrave; iniziale della vostra acqua.<br><br>Un saluto,<br>Roy

goffredodsd
06-04-2005, 12:10
Mi sai dire qualcosa sugli anticalcare magnetici; ho l&#39;acqua molto dura ed il bollitore del mio serbatoio solare potrebbe perdere presto efficienza. Cosa mi consigli?<br><br>Grazie

eroyka
06-04-2005, 12:26
Ciao goffredo,<br>su gli anticalcare magnetici non ho esperienza diretta per cui preferisco non giudicare ma... personalmente nutro dei dubbi.<br><br>Di sicuro puoi utilizzare quei bicchierini con i sali apposta (bianchi) che sono piccoli e lo puoi montare diretamente prima dell&#39;entrata del bollitore. Altrimenti se vuoi servire tutto l&#39;appartamento eliminando calcare dalla lavatrice, lavastoviglie e tutti gli eletrodomestici puoi mettere un addolcitore o un filtro a osmosi inversa.<br>Dipende dall&#39;uso e da quanto vuoi spendere.<br><br>Bye Bye,<br>Roy

06-04-2005, 12:27
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (goffredodsd @ 6/4/2005, 12:10)</div><div id='QUOTE' align='left'>Mi sai dire qualcosa sugli anticalcare magnetici; ho l&#39;acqua molto dura ed il bollitore del mio serbatoio solare potrebbe perdere presto efficienza. Cosa mi consigli?<br><br>Grazie</div></center><br> Ciao Goffredo,<br>questa linea di prodotti uscir&agrave; a settembre di quest&#39;anno, se ti può interessare è sempre l&#39;accademia delle tecnologie "San Matteo"<br>Ciao<br>Armando<br>p.s. leggi bene c&#39;è la soluzione anche per il calcare che chiedevi... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>EKO FORMULA 2D™ AQUARIUM<br>Gli effetti benefici da ogni trattamento EKO FORMULA 2D™ AQUARIUM iniziano direttamente con il costante, immenso e favorevole incremento dell’attivit&agrave; batterica e dell’ossigeno disciolto fino al suo incremento del 600%<br>Anche se molti altri risultati sono derivati dal relativo uso, la funzione primaria e notevolmente rilevante è l&#39;azione di alterazione o di indebolimento dei legami dipolari di ossigeno e d’idrogeno. <br>Questa trasformazione provoca un potenziato indice di re-ossigenazione.<br>CARATTERISTICHE<br>· Dinamico, rapido e potente <br>· Non tossico<br>· Elimina gli odori nocivi e sgradevoli<br>· Aumenta l&#39;attivit&agrave; biologica<br>· Risolve i problemi dello stagnante<br>· Redditizio ed economico<br>· Costo contenuto commisurato ai benefici<br>· Riduce le alghe<br>· Utilizzo semplificato e con acque diverse<br>· Custodisce, protegge e cura tutta la flora e la fauna acquatica <br>RISULTATI <br>1. In abbinamento ai trattamenti della gamma EKO AQUA Dinamic Ionizer™, straordinari ed eccezionali risultati, di rilevanza mondiale, nella gestione, anche statica, di qualsiasi tipo d’acqua<br>2. Un aumento immediato in ossigeno disponibile <br>3. Riduzione dell&#39;odore e dello sviluppo delle alghe<br>4. I nitrati ed i fosfati presenti sono convertiti in proteina unicellulare, in enzimi, in amminoacidi liberi ed in polipeptidi<br>5. Acqua detersa, ricca e limpida<br>6. Unico efficace per i problemi di temperatura estiva<br>I risultati, per esempio la riduzione degli odori, sono immediati,comunque osservati normalmente da 10-15 minuti a 3-4 ore, il break-up di solidi e schiuma di superficie in una settimana.<br>APPLICAZIONI<br>· Acquari domestici<br>· Acquari industriali<br>· Acquicolture <br>· Allevamenti<br>· Serre<br>· Condotte<br>· Stagni<br>EKO FORMULA 2D™ Idroponica <br>Le industrie del settore affrontano molte sfide: FCR aumentante (rapporto di conversione dell&#39;alimentazione), tasso di accrescimento più lento, di mortalit&agrave; in rialzo, malattie, qualit&agrave; scadente d’alimentazione, mutamenti di clima, contaminanti esterni, deterioramento del bacino, utilizzo di prodotti chimici.<br>Ma la produzione, crediamo, è determinata principalmente da due fattori:<br>1. La capacit&agrave; degli organismi e <br>2. La capacit&agrave; dell&#39;ambiente. <br>La massima capacit&agrave; degli organismi aumenta in condizioni ambientali ottimali. <br>La capacit&agrave; dell&#39;ambiente è determinata dalla qualit&agrave; di acqua e terreno (e fondo). <br>La qualit&agrave; dell&#39;acqua è il componente principale dell&#39;ambiente (ambiente attivo) che direttamente influenzano la durata degli organismi nell&#39;acqua, mentre il terreno è il componente secondario dell&#39;ambiente (ambiente generativo) che interessa la qualit&agrave; dell&#39;acqua.<br>FORMULA 2D™ ristabilisce un bio-ambiente sicuro e naturale fornendo le giuste circostanze aerobiche e riducendo o eliminando gli organismi patogeni, senza l&#39;utilizzo di prodotti chimici o droghe pericolose.<br>FORMULA 2D™ contribuisce a ridurre le alte densit&agrave; e l’accumulo di materia organica dissolta dai metaboliti e dalle decomposizioni.<br>FORMULA 2D™ normalizza il pH, fornendo ambiente ottimale per le varie colture/allevamenti.<br>I benefici effetti includono:<br>· In abbinamento ai trattamenti della gamma EKO AQUA Dinamic Ionizer™, straordinari ed eccezionali risultati, di rilevanza mondiale, nella gestione, anche statica, di qualsiasi tipo d’acqua<br>· Costo contenuto commisurato ai benefici<br>· Diminuzione del tasso di mortalit&agrave;<br>· Aumento del rendimento in tutti i sensi<br>· Aumento del rendimento in quantit&agrave; (anche del 100%)<br>· Aumento del rendimento in qualit&agrave;<br>· Diminuzione FCR<br>· Eliminazione di ammoniaca e di nitrati<br>· Eliminazione dei problemi unici di sviluppo e di salute associati con l&#39;aumento dei livelli dell&#39;ammoniaca (nitrato), delle infezioni da fungo batteriche e virali<br>EKO AQUA Dynamic Ionizer™ <br>EKO AQUA DY è un catalizzatore ceramico dell’acqua ottenuto da vari minerali naturali al 100% prodotti dai detriti radioattivi di alcune specifiche montagne vulcaniche, e la relativa sicurezza è confermata da varie istituzioni ufficiali. <br>La formula ceramica è sviluppata con le nette priorit&agrave; di rispettare l&#39;ambiente, flora e fauna.<br>Il principio di questo elemento stimolatore è di creare una condizione di eccitazione nella molecole H2O dovuta all’effetto ionizzante diretto dell&#39;alfa, beta e dai raggi gamma.<br>Analizza i grandi ioni (particelle polimerizzate) nei più piccoli accoppiamenti dello ione. <br>EKO AQUA Dynamic Ionizer è stato sottoposto a cottura ad alte temperature. <br>EKO AQUA Dynamic Ionizer, il generatore di ioni negativi ad alta densit&agrave; unico nel suo genere, emette miliardi di ioni i quali purificano l&#39;acqua viziata ed inquinata ristabilendo, condizionando ed arricchendola di qualit&agrave; specifiche basilari. <br>I benefici effetti includono:<br>· Costo contenuto commisurato alla qualit&agrave; delle prestazioni<br>· Evita l’ossidazione<br>· E’ resistente all’elettricit&agrave; ed agli agenti chimici<br>· In abbinamento ai trattamenti della gamma EKO FORMULA 2D™ straordinari ed eccezionali risultati, di rilevanza mondiale, nelle gestione, anche statica, di qualsiasi tipo d’acqua<br>· Riduzione della durezza<br>· Eliminazione di qualsiasi terapia chimica e/o meccanica<br>EKO AQUA BioKAT™ è l’innovativo sistema di trattamento acqua che obbliga il carbonato di calcio a cristallizzarsi sotto forma di cristalli amorfi che non si compattano tra loro ma precipitano con consistenza farinosa, venendo così eliminati dallo stesso fluire dell&#39;acqua, utilizzando tre tecnologie idrodinamiche i. r. :<br>1. I.E.M.W. & V., Infrared electro magnetic frequency & volts<br>2. F.I.R., Far Infra Ray<br>3. T.C.,Temperature Controlling <br>EKO BioKAT, I. F. T. Neodymium Super Conductor, sviluppando un’eccezionale attrazione di 16000 Gauss, assorbe l&#39;energia fototermica, migliorando la radiazione dei raggi infrarossi. <br>Applica la frequenza I.E.M., decomponendo e restringendo, dieci miliardi di volte al secondo, la molecola H2O sulla frequenza di radiazione, causando la risonanza IEM e nuclearizzando la frequenza fra le molecole acqua e le molecole minerali dei materiali. <br>Per contare sulla risonanza, la molecola è rotta e le impurit&agrave; in acqua completamente isolate. <br>La risonanza inoltre produce ioni ed ossigeno, in modo che si raggiunga una migliore detersione. <br>Ideato per l’utilizzo in tutte le applicazioni d’acqua, è compatibile con qualsiasi tipo d’impianto e realizza una significativa opera di pulizia interna, incrementando le performance e l’efficienza, diminuendo conseguentemente ogni consumo e manutenzione.<br>Sinteticamente ottiene le seguenti prestazioni:<br>· Fluido pulita<br>· Soluzione del problema calcare<br>· Risparmio energetico<br>· Installazione semplificata <br>LA TECNICA "EKO"<br>SENZA ALCUN FILTRO MECCANICO O CHIMICO, CHE SI USURANO NEL TEMPO E PERDONO PROGRESSIVAMENTE D’EFFICIENZA, NESSUNA VENTOLA, ZERO RUMORE, ZERO CONSUMO E ZERO MANUTENZIONE, LA TECNOLOGIA EKO SI RIVELA SEMPRE PARTICOLARMENTE UTILE ED EFFICACE NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE.<br>Un trattato teoretico sulla ionizzazione dell&#39;acqua ed i suoi effetti<br>L&#39;acqua rappresenta il prodotto chimico più essenziale della vita. <br>Ogni vita dipende dall&#39;acqua. <br>Perciò un alta percentuale di piante ed animali hanno scelto l&#39;acqua come spazio vitale. <br>La vita stessa ci trova il suo origine. <br>Il corpo di ogni essere vivente consiste di circa 70 – 90 percento di acqua.<br>Tutte le reazioni chimiche in piante ed animali sostenendo la vita, hanno luogo con l&#39;aiuto dell&#39;acqua. L&#39;acqua non fornisce soltanto il medio, nel quale le reazioni avvengono, ma gioca anche un ruolo importante durante queste reazioni.<br>L&#39;acqua è un solvente universale<br>Dovuto alla sua forte polarit&agrave; è in grado di dissolvere ogni materia polare e di costruire legami d&#39;idrogeno, che sono particolarmente responsabili per la geometria speciale di proteine e d&#39;acidi nucleinici.<br>Una molecola d&#39;acqua con la formula chimica H2O contiene 2 atomi d&#39;idrogeno ed 1 atomo d&#39;ossigeno. Considerato a parte, l&#39;atomo d&#39;idrogeno contiene un protone nel nucleo atomico ed un elettrone nella nube elettronica, il quale gira intorno al nucleo atomico.<br>L&#39;ossigeno contiene 8 protoni e 8 neutroni nel nucleo. Gli 8 elettroni girano intorno al nucleo, ma su orbite di raggi differenti. <br>Sullo strato interno si trovano 2 elettroni. <br>I sei rimanenti elettroni girano intorno al nucleo su un orbita con raggio più grande di 104°. <br>Questi elettroni sono anche denominati come elettroni esterni o elettroni di valenza.<br>Gli elettroni di valenza determinano la capacit&agrave; di legami chimici dell&#39;atomo d&#39;ossigeno. <br>Se l&#39;ossigeno possiede uno strato esterno occupato con 8 elettroni, raggiunge la sua massima stabilit&agrave; chimica e preferisce questo stato. <br>Se si lega con 2 atomi d&#39;idrogeno, può raggiungere questo stato. <br>Durante questo processo, l&#39;ossigeno utilizza i due elettroni degli atomi d&#39;idrogeno e l&#39;idrogeno utilizza i due elettroni dell&#39;ossigeno. <br>Le coppie d&#39;elettroni utilizzati insieme rappresentano il legame chimico. <br>Per dissolvere questo legame, ci vuole energia.<br>Dovuto alla posizione particolare delle coppie d&#39;elettroni, si forma una molecola asimmetrica, nella quale le coppie d&#39;elettroni leganti formano un angolo di 104° all&#39;idrogeno. <br>La polarit&agrave; di molecole d&#39;acqua è decisiva<br>Nel legame covalente tra leganti differenti si fa notare una caratteristica degli atomi. <br>Si tratta dell&#39;elettro-negativit&agrave;. <br>Caratterizza l&#39;effetto attraente agli elettroni del rispettivo elemento sulle copie d&#39;elettroni leganti. Con un valore di 3,5 l&#39;effetto attraente agli elettroni dell&#39;ossigeno è quasi il doppio di quello dell&#39;idrogeno (2,1). <br>Ciò ha delle conseguenze per la posizione delle copie d&#39;elettroni leganti. <br>Vengono attirati più vicini all&#39;ossigeno e lì causano una carica parziale negativa (delta -) al lato opposto della molecola. Alle molecole d&#39;idrogeno mancano gli elettroni e si produce dunque lì una carica parziale positiva (delta +).<br>Molecole possedendo estremit&agrave; con carica opposta, sono chiamate dipoli. <br>Dato che la differenza d&#39;elettro-negativit&agrave; è molto alta nella molecola d&#39;acqua, l&#39;acqua è un forte dipolo ed un solvente fortemente polare.<br>La di-polarit&agrave; ha un influenza decisiva sulle caratteristiche dell&#39;acqua<br>Molecole d&#39;acqua formano legami intermolecolari con molecole confinanti, creando forze d&#39;attrazione tra l&#39;estremit&agrave; negativa di una molecola e l&#39;estremit&agrave; positiva della molecola confinante. I legami d&#39;idrogeno non sono forti come le forze leganti dentro la molecola e possono dunque essere costruite e dissolte facilmente.<br>I legami d&#39;idrogeno sono la causa per la tensione superficiale dell&#39;acqua (formazione di gocce, "pelle dell&#39;acqua") ed il punto d&#39;ebollizione dell&#39;acqua di 100°.<br>Molecole d&#39;acqua sono idonee in modo eccellente per la soluzione di legami d&#39;ioni. <br>Dovuto alla carica diversa, le molecole d&#39;acqua possono inserirsi tra gli ioni con carica positiva e negativa di una griglia d&#39;ioni e circondare le particelle caricate con un involucro d&#39;idrati. Il lato positivo del dipolo d&#39;acqua si rivolge agli ioni negativi, cioè gli ioni negativi vengono rivestiti in maniera tale che il lato positivo del dipoli si rivolge a lui. <br>Così i cristalli duri di cloruro di sodio si sciolgono facilmente nel solvente acqua.<br>Allo stato secco, il sale è un legame molto duro. <br>Se si aggiunge l&#39;acqua, si scioglie, il Na+ con carica positiva legandosi con il polo negativo della molecola <br>H2O, ed il Cl- negativo legandosi con il polo positivo della molecola H2O.<br>Come si vede da questo esempio facile, i legami deboli si singole molecole d&#39;acqua sono in grado di dissolvere legami relativamente forti con l&#39;aiuto di questo processo convergente. <br>Ed è per questo motivo che chiamiamo l&#39;acqua un solvente universale. <br>E un solvente naturale capace di rompere legami forti e complessi. <br>Questa è la chimica di vita sulla terra.<br>Reazioni d&#39;ossidazione e di riduzione <br>Questo processo occupa una posizione centrale nei sistemi biologici. <br>Nella chimica si definisce l&#39;ossidazione come un emissione d&#39;elettroni (per esempio arrugginimento di metalli) e la riduzione opposta come una assorbimento di elettroni.<br>Ossidazione = emissione d&#39;elettroni<br>Riduzione = assorbimento d&#39;elettroni<br>Non esiste ossidazione senza simultanea riduzione. <br>Il nome per questa combinazione dei tipi di reazioni si chiama "reazione redox" risultando nella seguente reazione chimica:<br>donatore ricevente ossida riduce<br>d&#39;elettroni d&#39;elettroni (- 1 elettrone) (+ 1 elettrone)<br>Anche in sistemi biologici si trovano spesso tale reazioni redox in posizioni centrali del metabolismo (fotosintesi, ciclo dell&#39;acido citrico).<br>Acido ed alcalino (basico): il valore pH<br>Un altro tipo di reazione importante è la "reazione acido – base.<br>Anche in acqua altamente pura si trovano degli ioni. <br>Causano un leggera conduttivit&agrave; dell&#39;acqua. <br>Gli ioni si creano da una reazione tra due molecole d&#39;acqua.<br>Auto-protolisi: una molecola d&#39;acqua dona un ione d&#39;idrogeno (protone o H+- iono). <br>L&#39;altra molecola d&#39;acqua assorbe questo protone.<br>Nella chimica si definisce come segue:<br>Ogni materia donando protoni si chiamano acido.<br>Ogni materia assorbendo protoni si chiama base.<br>Se si determina la concentrazione degli ioni H3O+ in acqua normale, si ottiene una concentrazione di 10-7 mol/l H3O+ = 10-7 mol/l.<br>Si può influenzare questo valore aggiungendo acidi e aumentando cosi la concentrazione di H3O+ ioni (per esempio 10-3 mol/l) oppure aggiungendo basi ed abbassando la concentrazione di H3O+ ioni (per esempio 10-0 mol/l). <br>Chimicamente si determina la concentrazione d&#39;ioni d&#39;idrogeno con il valore pH.<br>Il valore pH è il logaritmo negative decadico della concentrazione degli ioni d&#39;idrogeno.<br>Concentrazione ioni d&#39;idrogeno (mol / l ) valore pH caratteristica della soluzione<br>10 –7 7 neutra<br>10 –3 3 acida<br>10 –9 9 alcalino<br>Per le cellule umane il margine ottimale pH si trova entro 6,8 e 7,2.<br>Dato che le indicazioni della concentrazione avvengono in modo logaritmico, il salto da pH 3 a pH 2 significa un decuplicarsi della concentrazione degli acidi.<br>Superacidit&agrave;<br>La putrefazione produce idrogeno solforato, ammonio, istamine, indoli, fenolo e scatoli. <br>Questi devono essere considerati la causa per dermatosi, reazioni allergiche, danni al fegato, gli indoli perfino come cancerogeni. <br>Antiossidanti (acqua ionizzata, vitamine, microelementi e minerali) rendono l&#39;ossigeno attivo inoffensivo tramite neutralizzazione chimica, di conseguenza il corpo umano non "arrugginisce" internamente, i processi d&#39;invecchiamento vengono nettamente rallentati. <br>Per esempio l&#39;acqua ionizzata alcalina ha un potenziale enorme di riduzione (cioè evita l&#39;effetto nocivo dell&#39;ossigeno attivo alle cellule. <br>Questo potenziale di riduzione può essere aumento ancora con l&#39;aiuto di antiossidanti supplementari (SPS, ORTHOMED o WON). <br>Ciò presuppone un intestino sano e funzionale. <br>Intestino sano = essere umano sano&#33;<br>Questo effetto viene favorito da una diminuzione dei cluster H2O (riunire le molecole H2O in fasci di 5-6 invece di 10-13) con il risultato di un approvvigionamento fino a 6 volte migliore delle singole cellule in confronto all&#39;acqua normale di rubinetto.<br>Cluster d&#39;acqua<br>Degli analisi NMR (nuclear magnetic resonance = immagine risonanza magnetica nucleare) mostrani che l&#39;acqua potabile ha dei cluster di 10 a 13 molecole di H2O.<br>Dopo l&#39;elettrolisi tramite l&#39;ionizzatore la dimensione dei cluster è soltanto di 5 a 6 molecole di H20. Il seguente diagramma mostra questo fatto.<br>Il diagramma mostra un analisi NMR, con la quale è stata misurata la dimensione dei cluster dei vari tipi d&#39;acqua. Con l&#39;aiuto di mezza ampiezza si ottiene un valore di 65 Hz per l&#39;acqua ionizzata e di 133 Hz per la normale acqua potabile e l&#39;acqua di fonte. <br>Ciò prova che la dimensione del cluster dell&#39;acqua ionizzata è circa met&agrave; dell&#39;acqua di rubinetto o di fonte.<br>Troppo ossigeno?<br>L&#39;ossigeno è indispensabile per sopravivere. <br>Se compare in altra concentrazione su forma attiva (radicale libero), è desiderato per la disinfezione e l&#39;eliminazione di batteri, virus e rifiuti del metabolismo. <br>L&#39;ossigeno è però indesiderato su questa forma se dovuto al suo alto potenziale d&#39;ossidazione assume elettroni da altre molecole e danneggia il tessuto cellulare. <br>Questo "furto d&#39;elettroni" dell&#39;ossigeno attivo ossida tessuti del corpo e causa malattie.<br>Come funziona uno ionizzatore d&#39;acqua convenzionale<br>Lo ionizzatore d&#39;acqua, poco più grande di un elenco telefonico spesso, è un apparecchio elettrico, chi viene collegato al rubinetto d&#39;acqua in cucina o in cantina, per sottoporla ad una elettrolisi ed ionizzazione, prima che l&#39;acqua viene bevuta o utilizzata per lavare.<br>Un dispositivo di fissaggio particolare conduce l&#39;acqua potabile a traverso un tubo di plastica (poliestere) nell&#39;apparecchio. Lì, in un primo passo, l&#39;acqua viene depurata in un filtro di carbone attivo a sei strati. Dopo l&#39;acqua passa a traverso una cartuccia con calcio di corallo naturale da Okinawa. <br>Solo adesso l&#39;acqua passa la cellula d&#39;elettrolisi con elettrodi a titanio, dove avviene l&#39;elettrolisi propria. Cationi, ioni positivi, circondano gli elettrodi negativi producendo acqua catodico (acqua ridotta). <br>Anioni, ioni negativi, circondano gli elettrodi positivi producendo acqua anodica (acqua ossidata).<br>Il potenziale redox d&#39;acqua ionizzata<br>L&#39;acqua del rubinetto possiede un potenziale di riduzione di +400 a +500 mV e dunque un alta capacit&agrave; di catturare elettroni, cioè fa ossidare altre molecole.<br>L&#39;acqua ridotta ha un potenziale di riduzione di circa –250 &agrave; –350 mV e dunque un&#39;altra concentrazione d&#39;elettroni per rendere innocuo l’ossigeno attivato ed altri radicali liberi. Riducendo l&#39;ossigeno attivato, impedisce il danneggiamento di molecole biologiche. <br>Di conseguenza, le molecole biologiche sono molto meno soggetto ad infezioni e malattie. <br>L&#39;acqua ossidata con un potenziale di riduzione fino a +800 mV è un ossidante chi può togliere elettroni dai batteri distruggendoli. <br>L&#39;acqua ossidata dai nostri apparecchi di trattamento dell&#39;acqua può essere utilizzata per lavarsi le mani, per pulire alimentari ed utensili da cucina e per sterilizzare piccole ferite. <br>L&#39;acqua è anche appropriata per annaffiare le piante.<br>Potenziale di riduzione/ossidazione (redox)<br>Tipo d&#39;acqua Potenziale redox pH Indice<br>Acqua di rubinetto +400 fino a +500 mV 7 Potenziale d&#39;ossidazione leggero<br>Acqua ridotta -250 fino a –350 mV 8 Potenziale di riduzione forte. Contiene grande quantit&agrave; d&#39;elettroni per i radicali liberi<br>Acqua ossidata +700 fino a +800 mV 4 Potenziale d&#39;ossidazione forte. La presenza di pochi elettroni consente l&#39;ossidazione con le sue caratteristiche sterilizzanti.<br>Acqua ionizzata in dieta<br>L&#39;acqua ionizzata alcalina è molto appropriata durante le diete, per prendere le medicine ed il rifornimento di persone anziane con liquidi e materie vitali sufficienti, basandosi sul suo basso peso molecolare di 18 (vitamina C 176), la piccola dimensione dei suoi cluster (5 a 6, invece di 10 a 13 molecole) e il suo alto potenziale di riduzione. <br>Allo stesso tempo riduce l&#39;auto-intossicazione intestinale (putrefazione e fermentazione nel tubo digerente). <br>L&#39;acqua ionizzata viene assorbita molto velocemente nel fegato (organo di filtrazione) e gli altri organi interni.<br>Paragone pesi molecolari<br>Sostanze Pesi molecolari<br>Micro acqua 18<br>Beta carotene 150<br>Vitamina E 153<br>Vitamina C 176<br>Le cellule sane dell&#39;organismo vengono risparmiate, l&#39;essere umano rimane sano e l&#39;invecchiamento si rallenta.<br><br>EKO WASHING PROJECT<br>Senza inquinare e risparmiando. . . . . <br>EKO WASHING è il nuovo rivoluzionario progetto tecnico industriale, di rilevanza universale, per il semplice condizionamento dell&#39;acqua e per l&#39;eliminazione del "problema calcare", quindi indispensabile per il migliore funzionamento e la minore usura di lavatrici e lavastoviglie.<br>EKO BioKAT, I. F. T. Neodymium Super Conductor, sviluppando un’eccezionale attrazione magnetica di 16000 Gauss, determina un orientamento direzionale delle cariche positive e negative dei sali disciolti.<br>EKO DYNAMIC IONIZER determina una differenza di potenziale che permette alle molecole di mutare più velocemente scindendosi in ioni positivi e negativi.<br>L’utilizzo in abbinamento con EKO Formula 2D innesca un rapido procedimento di trasformazione del carbonato di calcio. <br>Il sistema evita la formazione di calcite, dura, ostinata e soprattutto in continua crescita e per accumulo e favorisce la formazione di aragonite.<br>Quindi, obbliga il carbonato di calcio a cristallizzarsi sotto forma di cristalli amorfi che non si compattano fra loro, precipitando con consistenza farinosa e venendo così eliminati con lo stesso scorrere dell&#39;acqua.<br>EKO WASHING PROJECT non solo sconfigge il calcare, regalando lunga vita agli impianti, ma consente anche di ottenere un bucato pulito e di conservare a lungo, e al meglio, la biancheria e le stoviglie.<br>Utilizzando i dispositivi di EKO WASHING PROJECT è garantita la riduzione del 90% di detersivo e di ammorbidente fino all&#39;eliminazione.<br>L’azione è <br>· Più economica, per l’economia nei prodotti chimici e per l’aumento della vita dei tessuti, non più compromessi dalle sostanze aggressive contenute nei detergenti;<br>· Più pratica, per la semplicit&agrave; d’utilizzo dei dispositivi e la riduzione graduale di detersivi ed ammorbidenti;<br>· Più ecologica, poiché permette di lavare senza danneggiare il nostro pianeta, evitando la contaminazione di mare, fiumi e terreno; possono evitarsi inoltre le allergie cutanee, causate dai residui chimici e dagli sbiancanti che le alte dosi di detersivi rilasciano sui tessuti.<br>

Furio57
06-04-2005, 12:41
Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Goffredosds un mio amico sembra che abbia risolto il problema del calcare installando sulla "mandata" del bollitore questo circuito <a href='http://www.futurashop.it/index.html' target='_blank'><u>QUI</u></a> seleziona poi "Kit applicazioni varie" e seleziona "Accessori per la casa" troverai un kit elettronico anticalcare.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'>

goffredodsd
11-04-2005, 12:12
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Furio57 @ 6/4/2005, 12:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Goffredosds un mio amico sembra che abbia risolto il problema del calcare installando sulla "mandata" del bollitore questo circuito <a href='http://www.futurashop.it/index.html' target='_blank'><u>QUI</u></a> seleziona poi "Kit applicazioni varie" e seleziona "Accessori per la casa" troverai un kit elettronico anticalcare.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'></div></center><br> Ciao Furio, grazie per la segnalazione. L&#39;esperienza del tuo amico è stata quindi positiva, ma fino a che punto? Mi pare di capire che l&#39;attore principale è sempre il campo magnetico, ed in questo caso alimentato da bobine con energia di rete. Sai fino a quale temperatura si evita la formazione di precipitati?<br><br>Grazie

Furio57
11-04-2005, 12:21
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (goffredodsd @ 11/4/2005, 12:12)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao Furio, grazie per la segnalazione. L&#39;esperienza del tuo amico è stata quindi positiva, ma fino a che punto? Mi pare di capire che l&#39;attore principale è sempre il campo magnetico, ed in questo caso alimentato da bobine con energia di rete. Sai fino a quale temperatura si evita la formazione di precipitati?<br><br>Grazie</div></center><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Goffredodsd ha un alimentatore a 220V, ma il circuito elettronico funziona a bassa tensione in CC. Purtroppo non so fino a che punto, ma visto che non costa una esagerazione ed i vantaggi ci sono, penso che l&#39; investimento convenga. La temperature per evitare la formazione di precipitati non la conosco purtroppo devi chiedere ad un chimico, io sono elettronico. Un altro dispositivi ci sarebbe oltretutto passivo che sfrutta il campo magnetico potentissimo di magneti al neodimio, sono quelli usati per il dispositivo ad idrogeno montato sull&#39; auto di Armando de Para, però devi chiedere a lui.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 11/4/2005, 12:26</span>

12-04-2005, 18:44
ciao a tutti<br><br>x Armando de Para ti vorrei chedere delucidazioni a proposito del tuo messaggio: mi dai un indirizzo internet su cui informarsi di più. grazie.<br><br>x tutti:<br>cosa ne pensate del dispositivo che jacopo fo vende sul suo omonimo sito www.jacopofo.it - www.commercioetico.it costa 225 euro più costi aggiuntivi, è a struttura composita.<br><br>gli ho mandato una e-mail per chiedergli cosa significa struttura composita poi se a qualcuno interessa ve la passerò.<br><br>ciao <br>paolo<br><br><br>

ag_smith
12-04-2005, 20:02
cmq attenti con i filtri per acqua tempo fa leggevo su una rivista scentifica che alcuni desalinizzano troppo l&#39;acqua che arriva al nostro corpo priva di sali molto importanti per l&#39;organismo...

21-04-2005, 13:12
era quello che mi stavo chiedendo pure io. Non e&#39; che il filtro demineralizza l&#39;acqua e finiamo col bere acqua distillata? o e&#39; un problema di idmensioni

eroyka
21-04-2005, 13:26
Il filtro a carboni attivi non demineralizza assolutamente l&#39;acqua. Elimina sostanze inquinanti disciolte.<br>E&#39; il filtro a osmosi o l&#39;addolcitore che eliminano il calcare e altri sali. Quelli si che rendono l&#39;acqua molto più leggera. Ma si può sempre scegliere di quanto. Basta regolare una vite.<br><br>Bye,<br>Roy

AlessandroTesla
28-04-2005, 01:18
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 21/4/2005, 13:26)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>E&#39; il filtro a osmosi o l&#39;addolcitore che eliminano il calcare e altri sali. Quelli si che rendono l&#39;acqua molto più leggera. Ma si può sempre scegliere di quanto. Basta regolare una vite.<br><br></div></center><br> La vite non è altro che il comando di un organo che miscela l&#39;acqua in ingresso non trattata e quella trattata che è SEMPRE a gradi francesi zero, se le resine o le membrane sono in buono stato e rigenerate.<br>Una considerazione: tutti vogliono l&#39;acqua con poco Na per evitare la ritenzione idrica, ma quanto Na c&#39;è nei cibi che mangiamo? Molto di più rispetto all&#39;acqua minerale. I sali si assumono principalmente dai cibi.<br>Chi vuole fare sperimentazione su se stesso la faccia e poi si faccia gli esami del sangue come faccio io, sono molto più significativi che fare il bollino blu all&#39;automobile.

ag_smith
28-04-2005, 15:36
X AlessandroTesla<br><br><off_topic><br><br>il liquido che cambiava sapore era l&#39;altro...<br>ehhehehe<br></off_topic><br><br>ciao ciao<br><br>

AlessandroTesla
28-04-2005, 17:30
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (ag_smith @ 28/4/2005, 15:36)</div><div id='QUOTE' align='left'>X AlessandroTesla<br><br><off_topic><br><br>il liquido che cambiava sapore era laltro...<br>ehhehehe<br></off_topic><br><br>ciao ciao</div></center><br> Ma Smith,<br>l&#39;hai scoperto da solo o ti ha aiutato qualcuno?

ag_smith
29-04-2005, 13:06
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (AlessandroTesla @ 28/4/2005, 17:30)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (ag_smith @ 28/4/2005, 15:36)</div><div id='QUOTE' align='left'>X AlessandroTesla<br><br><off_topic><br><br>il liquido che cambiava sapore era laltro...<br>ehhehehe<br></off_topic><br><br>ciao ciao</div></center><br>Ma Smith,<br>l&#39;hai scoperto da solo o ti ha aiutato qualcuno?</div></center><br> no che da solo blahhh<br><br> prova a indovinare... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'>

AlessandroTesla
30-04-2005, 01:30
Fai un&#39;altra prova Smith:mangia gli asparagi e senti come cambia improvvisamenete l&#39;odore della tua pipì.<br>Tutto quello che metti in bocca ha influenza rapida e diretta sul tuo corpo, in fin dei conti sei formato da quello che mangi. Generalmente alimentandoti a vegetali i tuoi rifiuti organici hanno odore molto meno forte e sgradevole (asparagi a parte).<br>Vuoi fare una prova più scientifica? vai a fare gli esami del sangue dopo aver mangiato il taleggio e vedi il colesterolo come sale...<br>D&#39;ora in poi prima di mettere in bocca qualcosa pensaci...

ag_smith
30-04-2005, 14:09
cmq per gli asparagi lo sapevo ma per le arance la pipi&#39; resta uguale e&#39; l&#39;altro che cambia ahhahahah

goffredodsd
07-05-2005, 09:25
Ciao a tutti, possibile che non si trovi un addolcitore domestico a prezzo contenuto?&#33;<br>Offrono tutti la classica bombola con resine e rigeneratore automatico, da 900 a 1500 euro&#33;&#33;<br>Non esiste qualcosa che mi porta l&#39;acqua almeno a 20 °F ?<br><br>

25-05-2005, 16:45
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 21/4/2005, 13:26)</div><div id='QUOTE' align='left'>Il filtro a carboni attivi non demineralizza assolutamente l&#39;acqua. Elimina sostanze inquinanti disciolte....<br></div></center><br><br><br>infatti, <br><br>in questo articolo di Altroconsumo sono stati testati alcuni filtri montati sul rubinetto o installati sotto il lavello....e sembra che....<br><br><br><a href='http://www.robertore.it/public/buco_nell_acqua.ZIP' target='_blank'>http://www.robertore.it/public/buco_nell_acqua.ZIP</a> <br><br><br>ciao<br><br><br><br>

AlessandroTesla
29-05-2005, 23:21
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (goffredodsd @ 7/5/2005, 09:25)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao a tutti, possibile che non si trovi un addolcitore domestico a prezzo contenuto?&#33;<br>Offrono tutti la classica bombola con resine e rigeneratore automatico, da 900 a 1500 euro&#33;&#33;<br>Non esiste qualcosa che mi porta l&#39;acqua almeno a 20 °F ?</div></center><br> Se vuoi autocostruirti un decalcificatore le resine costano sui 5 euro al chilo, per una famiglia ne hai bisogno 15 (ti fanno 2200 litri per ciclo a gradi zero) e durano circa 1000 rigenerazioni. Il resto è tutto solo un viavai di vasi e tubi.

17-06-2005, 13:47
salve , io ho monto questo:<br><br><a href='http://www.cillichemie.com/anticalcare.htm' target='_blank'>Aqua total</a>

goffredodsd
18-06-2005, 08:43
Ciao rosma,<br><br>funziona bene? quanto è la durezza della tua acqua?

19-06-2005, 13:05
Ciao , non lo so ancora , devo chiamarli per il collaudo.<br><br>Ros

11-07-2005, 16:25
Io mi sono fatto fare un preventivo... e mi hanno chiesto o 1.300 oppure 2.400 euro...<br><br>

11-07-2005, 16:51
per aqua total 1.5 mcubi?

25-07-2005, 10:14
Salve a tutti,<br>diversi anni fa ho avuto anch&#39;io il problema dell&#39;acqua potabile. I miei figli non accettavano il sapore di cloro. Siamo andati avanti per decenni con la cosidetta &#39;minerale&#39;. Dopo la scoperta delle truffe ho deciso di intervenire sul sistema alla radice. Ho sostituito le vecchie vasche con quelle atossiche in plastica, due in parallelo per avere la possibilit&agrave; di far decantare un poco l&#39;acqua e applicata la possibilit&agrave; di entrare in diretta per la pulizia periodica delle vashce. Avevo previsto l&#39;utilizzazione di un sistema tipo osmosi o altro ma il prezzo e la non sicura riuscita mi hanno bloccato. Da allora (due anni) riusciamo a bere l&#39;acqua del rubinetto. Se qualcuno si è cimentato con il servizio di un condomino e può fornire &#39;dritte&#39; su come migliorare sar&agrave; ben accetto. Per Rosma, il collaudo com&#39;è andato?by. kingeagle

FernandoFast
02-09-2005, 19:11
<b>L’acqua pura o potabile?</b><br>Senza l’acqua, la vita non esisterebbe. Noi siamo nati dall&#39;acqua, due terzi del nostro pianeta sono coperti dall&#39;acqua, due terzi del nostro corpo sono composti d’acqua. In tutti gli esseri viventi, l’acqua rappresenta la parte predominante della massa.<br><br>La perdita d’acqua causa la morte per disidratazione che rappresenta una delle cause principali del processo d’invecchiamento.<br><br>L&#39;acqua è il costituente di base della cellula, dei tessuti, degli organi. Tutte le reazioni chimiche ed elettromagnetiche necessarie al nostro organismo, ossia tutte le funzioni vitali avvengono grazie all&#39;acqua.<br><br>Essa, infatti, trasporta e rende possibile l&#39;assorbimento delle sostanze nutritive e dell&#39;ossigeno a cellule e tessuti; inoltre svolge nel nostro corpo una fondamentale ed indispensabile e NATURALE FUNZIONE DEPURATTVA dissolvendo ed eliminando le sostanze di rifiuto.<br><br>L&#39;acqua quindi non è solo un liquido contro la sete bensì è la base della nostra SALUTE. La qualit&agrave; dell’acqua che ingeriamo, infine, è essenziale per la durata ed il benessere della nostra vita.<br><br>Oltre all&#39;acqua ingerita DIRETTAMENTE per dissetarci, ne ingeriamo INDIRETTAMENTE una gran quantit&agrave; attraverso la nostra alimentazione e la relativa cottura dei cibi.<br><br>La quantit&agrave; e la qualit&agrave; dell&#39;acqua che assumiamo tramite minestre, brodi, pasta, the, caffè, tisane è spesso trascurata in base soprattutto alla diffusa convinzione che la bollitura possa migliorarne le caratteristiche. Al contrario far bollire l&#39;acqua potabile dei nostri giorni ne peggiora certamente la qualit&agrave; aumentando la concentrazione di molti pericolosi inquinanti chimici.<br><br>Tutto ciò non è difficile da capire, ma quasi nessuno ci pensa: è essenzialmente un problema di scarsa cultura e informazione sull’argomento.<br>I reali problemi dell’acqua in occidente non consistono nella presenza di batteri eliminati con la clorazione, ma piuttosto nel degrado ambientale che trasferisce gli inquinanti chimici delle industrie e dell’agricoltura intensiva all’acqua per uso umano.<br><br>Scarichi industriali, smog, uso eccessivo di pesticidi e diserbanti chimici in agricoltura, discariche abusive, smaltimento incontrollato di rifiuti tossici; hanno contaminato il nostro ambiente e compromesso anche il ciclo vitale e depurativo dell’acqua.<br><br>L&#39;acqua pura in natura è ricca d’energia vitalizzante. Oggi, purtroppo, compiendo ancora quel ciclo di depurazione naturale che ha reso il nostro mondo pieno di vita e vitalit&agrave;, l’acqua invece di depurarsi si carica di veleni inglobandoli grazie al suo elevato potere solvente ( è il più potente solvente naturale). Questi veleni, nello stesso ciclo sono trasportati inevitabilmente sino alle falde acquifere da dove poi le aziende per l’acqua potabile attingono la loro materia fondamentale: l’acqua a questo punto inquinata e destinata inevitabilmente a trattamenti di potabilizzazione.<br><br>La prova più evidente dell’alterazione del ciclo naturale dell’acqua sono le piogge molto acide dovute alle emissioni di gas inquinanti nell’atmosfera. Questo fenomeno causa la morte di foreste, laghi, fiumi.<br><br>Altro problema grave è il cattivo stato di conservazione e manutenzione degli acquedotti, che di solito corrono “fianco a fianco” ad un&#39;altrettanto malandata rete fognaria, con conseguenti frequenti infiltrazioni. <br><br>Per evidenti motivi tecnici ed economici non è logico aspettarci un’efficace soluzione pubblica al problema dell&#39;inquinamento dell&#39;acqua. Dobbiamo accettare che l&#39;acqua “potabilizzata” arrivi oltre che alle industrie anche ai rubinetti di casa nostra: in effetti, è vero; in generale le persone usano per cucinare la stessa acqua utilizzata per lavare le strade o per i servizi pubblici, o che si usa per innaffiare il prato o lavare l&#39;auto.<br><br>Soltanto l’uno, il due percento, dell&#39;acqua utilizzata in casa, è effettivamente destinata all&#39;uso alimentare&#33; Le leggi in materia non fanno altro che prendere atto della situazione e arrivano a definire “potabile” un&#39;acqua che in realt&agrave; è SPORCA, DURA, INQUINATA, CERTAMENTE NON IDEALE PER SCOPI ALIMENTARI.<br><br>Questo non vuole essere un atto d’accusa contro le pubbliche amministrazioni. A loro anzi bisogna essere grati per l&#39;importantissimo servizio che svolgono con i mezzi a loro disposizione, riuscendo a far rientrare i parametri di un&#39;acqua, che sicuramente in origine ha gravi problemi, all&#39;interno di una seppur tecnica legge di potabilit&agrave;.<br><br>Tuttavia pur ringraziandoli dovremmo invitarli ad esser più chiari e sinceri sull&#39;informazione ai cittadini. <br><br>Sono, infatti, numerosi ed autorevoli gli studi che riguardano la stretta correlazione di malattie anche gravi con gli inquinanti presenti nell&#39;acqua di rubinetto. Nonostante i trattamenti di "potabilizzazione", sono stati trovati in acqua potabile: metalli pesanti (piombo, cadmio, cromo), solventi clorurati (trielina, cloroformio), diserbanti, concimi e antiparassitari, nitrati, cloro e relativi composti, eccesso di calcare, idrocarburi, microrganismi patogeni ormai resistenti alla clorazione , ecc .<br><br>In particolare sono sotto accusa i composti che questi inquinanti formerebbero interagendo tra loro (es. cloroderivati).<br><br>Si pensi inoltre che moltissime aziende non usano l&#39;acqua dell&#39;acquedotto cosi com’è, poiché è talmente sporca, calcarea e inquinata che danneggerebbe irreparabilmente macchinari e prodotti di lavorazione. Dal laboratorio d’analisi alla serra, dallo studio fotografico al semplice autolavaggio, le aziende dei più svariati settori trattano l’acqua per renderla idonea ai loro scopi&#33; <br><br>Per i comuni cittadini invece, la cultura sugli effetti dannosi dell&#39;acqua si ferma ai problemi che potrebbero essere creati al ferro da stiro o alla serpentina della lavatrice; ma nessuno c’informa adeguatamente cui danni che l’acqua inquinata arreca alla nostra salute.<br><br>Le leggi che fissano i parametri di potabilit&agrave; dell&#39;acqua sono molto distanti dalle raccomandazioni dell&#39; Organizzazione Mondiale della Sanit&agrave;. <br><br>Pur senza essere mai stati sufficientemente informati sulla gravit&agrave; della situazione, per tutelare la nostra salute a tutti appare naturale ricorrere all&#39;acqua imbottigliata, generalmente giudicata L’UNICA INTELLIGENTE SCELTA POSSIBILE.<br><br>Siamo, infatti, tra i più grandi CONSUMATORI AL MONDO DI ACQUE MINERALI.<br><br>Appare in ogni modo ovvio che non può essere soltanto l&#39;acqua degli acquedotti a risentire dell&#39;inquinamento generale ma che gli stessi problemi riguardano anche le acque imbottigliate, come si può dedurre anche da articoli e recensioni che appaiono frequentemente su stampa e televisione. <br>Inoltre l&#39;acqua può rimanere per legge imbottigliata fino a 2 anni, nonostante che le bottiglie di plastica potrebbero rimanere esposte alla luce, al sole e agli agenti atmosferici, nonostante che sulle etichette sarebbe raccomandato il contrario (&#33;) e che le indicazioni dell&#39;Organizzazione Mondiale della Sanit&agrave; indichino come lecita una scadenza di 6 mesi per il vetro e 3 per la plastica.<br>Se confrontate con le normative vigenti, molte acque in bottiglia (anche famose) non potrebbero essere definite ”potabili”&#33;<br>Questi sono aspetti del problema pochissimo pubblicizzati in quanto dietro le acque minerali si muovono interessi economici: si tratta di miliardi di litri e di migliaia di miliardi fatturati ogni anno. <br><br>Sul costo irrisorio della materia prima Acqua, il mercato aggiunge ricarichi economici di migliaia di volte: è, di fatto, una delle più grandi speculazioni dei nostri giorni. Il prezzo dell&#39;acqua in bottiglia, è in realt&agrave; dovuto essenzialmente ai costi pubblicitari e a quelli dell’imballaggio e trasporto, e spesso non è in alcun modo correlato alla qualit&agrave; effettiva.<br><br>A tutela di questi interessi siamo stati lasciati per anni in uno stato di quasi totale disinformazione. Tuttavia qualcosa si sta muovendo anche nel nostro paese dove la sensibilit&agrave; e l&#39;attenzione della gente stanno gradualmente aumentando.<br><br>Il recepimento delle recenti normative europee equipara, di fatto, l&#39;acqua trattata a quella di fonte, aprendo nuove prospettive e avvicinandoci a paesi come gli Stati Uniti, dove gi&agrave; da anni aziende come Coca Cola e Pepsi commercializzano acqua osmotizzata in bottiglia e lattina.<br><br>Un purificatore d&#39;acqua ad osmosi inversa è in realt&agrave; l&#39;unica vera, efficace e naturale risposta al problema dell&#39;acqua, così importante e così legato alla nostra salute.<br><br>Se volete avere informazioni più complete a questo riguardo, ad esempio sui costi reali dell&#39;acqua imbottigliata e sul suo impatto ambientale, oppure un elenco completo degli inquinanti, o meglio, i parametri di legge e quelli dell&#39;organizzazione mondiale della sanit&agrave; vi invito a visitare il sito che ho predisposto a questo riguardo:<br><a href='http://www.acquafacile.it' target='_blank'>www.acquafacile.it</a> <br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 2/9/2005, 20:45</span>

19-09-2005, 12:40
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (blooker @ 23/3/2005, 15:22)</div><div id='QUOTE' align='left'>Innanzitutto ciao al forum: complimenti SINCERI ai gestori e agli utenti che postano e partecipano a le tantissime "grandi iniziative" per l&#39;energia rinnovabile.<br><br>Probabilmente non sono stato scrupoloso ma non ho trovato nessun post che tratti l&#39;argomento "filtri per rendere potabile l&#39;acqua di casa". Diverse persone mi hanno spinto in questa direzione un po&#39; per le montagne di plastica che genera il mercato della "minerale", un po&#39; perché sta "minerale" non è che sia poi così "salutare"&#33;<br><br>Prima di acquistare il filtro e/o impianto di depurazione, volevo chedervi se potreste darmi una mano nella scelta. Più che altro se avete pubblicazioni, siti, e quantaltro da indicarmi per una documentazione un po&#39; più approfondita.<br><br>CAri saluti a tutto il forum<br><br><br>Claudio</div></div><br> ciao..ho letto quanto ghai scritto..hai risolto il tuo problema?? io ho una bimba piccola e così mi son posta il problemma di cucinare con una buona qualit&agrave; dell&#39;acqua...risultati..vivo meglio anche perchè nn sto più dietro all&#39;acquisto delle bottiglie dell&#39;acqua.<br><br>ciao elisa

21-10-2005, 12:16
Ciao a tutti<br>Essendo intenzionato ad acquistare un filtro ad osmosi inversa per l’acqua da bere/cucinare ho cercato informazioni sui prezzi e ho scoperto che quelli spacciati per uso alimentare costano mediamente sui 1000 euro (min 500-600 max 3000 &#33;) , mentre quelli per acquari costano circa 100 euro.<br>Entrambi hanno un prefiltro per sedimenti, un prefitro a carboni attivi e la membrana osmotica, (le membrane usate sono le stesse), in quelli per acquari manca la lampada battericida (di cui non capisco l’effettiva indispensabilit&agrave;) ed il rubinettino da aggiungere al lavello.<br>Non ho la necessit&agrave; di quest’ultimo (posso attaccarlo a vari rubinetti che ho liberi) e la lampada si può sempre aggiungere (per scrupolo) con pochi euro.<br>La domanda: secondo voi è possibile usare quelli per acquari senza problemi o mi è sfuggito qualche cosa ?<br><br>Salutoni<br>Livio<br>

Delphinus
21-10-2005, 12:28
Se veramente hanno le stesse caratteristiche , hai avuto una idea geniale &#33;&#33;&#33;

FernandoFast
21-10-2005, 18:51
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (digilo @ 21/10/2005, 12:16)</div><div id='QUOTE' align='left'>La domanda: secondo voi è possibile usare quelli per acquari senza problemi o mi è sfuggito qualche cosa ?<br></div></div><br>I filtri per l&#39;acqua per uso umano devono rispondere a parametri di legge che invece quelli per acquari possono snobbare senza problemi... non sempre, comunque, il prezzo nudo e crudo è un parametro corretto per valutare l&#39;efficacia e l&#39;efficienza di un&#39;apparecchio; infatti, perchè spendere a parit&agrave; di cilindrata 5.000 euro in più per comprarsi una mercedes invece che una fiat? Sono o non sono tutte e due delle macchine?<br><br>Per quanto riguarda i filtri è molto importante la certificazione, anche perchè a breve sar&agrave; possibile utilizzare solo impianti per la purificazione osmotica certificati.<br><br>In Italia la normativa è molto restrittiva e sono richiesti piccoli accorgimenti, come ad esempio la lampada sterilizzante ad UV, che in altri stati non viene richiesta. Un&#39;impianto che non ha questa lampada non può essere utilizzato per acqua per uso umano. Altra cosa richiesta è il regolatore di salinit&agrave;, ecc.<br><br>Ho sentito che alcune persone al di sotto della soglia della sopravvivenza, andavano al supermercato a comprarsi le scatolette del cibo per cani e se le mangiavano... io non lo farei ma ci sono alcuni che lo fanno...

21-10-2005, 23:43
ciao a tutti<br>ciao Fernando.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>I filtri per l&#39;acqua per uso umano devono rispondere a parametri di legge che invece quelli per acquari possono snobbare senza problemi... non sempre, comunque, il prezzo nudo e crudo è un parametro corretto per valutare l&#39;efficacia e l&#39;efficienza di un&#39;apparecchio; infatti, perchè spendere a parit&agrave; di cilindrata 5.000 euro in più per comprarsi una mercedes invece che una fiat? Sono o non sono tutte e due delle macchine?</div></div> <br><br>La mercedes se la può permettere chi rivende i filtri a 3000 euro pagandoli 100. Nel 1986 vendevo una collana editoriale (con metodo porta a porta) che costava al pubblico 495.000 Lire. IL costo era cosi distribuito: 60.000L il costo effettivo dei libri&#33;, 60.000L al venditore, 30.000L al capoarea ed il resto al titolare dell&#39;agenzia; chi la comprava (eravamo bravi noi a venderla) la pagava come una mercedes ed aveva meno di una fiat.<br>Quindi non mi sembra un motivo valido per non usare quello da 100 euro.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Per quanto riguarda i filtri è molto importante la certificazione, anche perchè a breve sar&agrave; possibile utilizzare solo impianti per la purificazione osmotica certificati.</div></div> <br>L&#39;acqua potabile dell&#39;acquedotto NON è certificata in tutti i suoi parametri in tempo reale (i problemi di inquinamento vengono comunicati al pubblico anche un mese dopo la scoperta causa burocrazia).<br>L&#39; acqua inbottigliata NON è certificata in tutti i suoi parametri. E proprio di oggi la notizia di un signore in provincia di Bergamo che ha bevuto acqua da una bottiglietta contenente lo 0.3% di candeggina. (naturalmente non è stata citata la marca cosi qualcun&#39;altro poteve berla e fare la stessa fine).<br>Quindi non mi sembra un motivo valido per non usare quello da 100 euro.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Ho sentito che alcune persone al di sotto della soglia della sopravvivenza, andavano al supermercato a comprarsi le scatolette del cibo per cani e se le mangiavano... io non lo farei ma ci sono alcuni che lo fanno...</div></div> <br><br>... gia finite le argomentazioni tecniche ? un po poco direi.<br>(comunque questa la giro ai clienti che voglio perdere)<br><br><br>Che cosa è il regolatore di salinit&agrave; ?<br>grazie in anticipo<br>Salutoni <br>Livio<br>

FernandoFast
21-10-2005, 23:58
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>La mercedes se la può permettere chi rivende i filtri a 3000 euro pagandoli 100. Nel 1986 vendevo una collana editoriale (con metodo porta a porta) che costava al pubblico 495.000 Lire. IL costo era cosi distribuito: 60.000L il costo effettivo dei libri&#33;, 60.000L al venditore, 30.000L al capoarea ed il resto al titolare dell&#39;agenzia; chi la comprava (eravamo bravi noi a venderla) la pagava come una mercedes ed aveva meno di una fiat.<br>Quindi non mi sembra un motivo valido per non usare quello da 100 euro.<br></div></div><br>Complimenti per l&#39;ammissione...di complicit&agrave; con il mercato del libro... <br>Chissa perchè poi un libro fatto con due etti di carta che costa pochi euro al chilo lo vendono a 20, 30 euro... magari perchè quello che c&#39;è scritto è interessante<br><br>Bah&#33; Mi sono sempre chiesto perchè i libri costano così cari... che ne pensi?<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>L&#39;acqua potabile dell&#39;acquedotto NON è certificata in tutti i suoi parametri in tempo reale (i problemi di inquinamento vengono comunicati al pubblico anche un mese dopo la scoperta causa burocrazia).<br>L&#39; acqua inbottigliata NON è certificata in tutti i suoi parametri.  E proprio di oggi la notizia di un signore in provincia di Bergamo che ha bevuto acqua da una bottiglietta contenente lo 0.3% di candeggina. (naturalmente non è stata citata la marca cosi qualcun&#39;altro poteve berla e fare la stessa fine).<br>Quindi non mi sembra un motivo valido per non usare quello da 100 euro.<br></div></div><br><br>Caspita non mi era venuto in mente. Allora l&#39;acqua che beviamo tutti noi è avvelenata... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> Ca::o devo smettere di berla&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'> <br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>... gia finite le argomentazioni tecniche ? un po poco direi.<br>(comunque questa la giro ai clienti che voglio perdere)</div></div><br><br>Guarda devo essere sincero sono proprio rimasto a corto di argomentazioni e tu?<br><br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <br>F <br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 21/10/2005, 23:59</span>

22-10-2005, 00:52
ciao a tutti<br>ciao Fernando<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Bah&#33; Mi sono sempre chiesto perchè i libri costano così cari... che ne pensi?</div></div><br>Paghi soprattutto il contenuto.e lo sai bene (si chiama &#39;propriet&agrave; intelletiva&#39;)<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Complimenti per l&#39;ammissione...di complicit&agrave; con il mercato del libro...</div></div><br>Ormai, per me,è caduto in prescrizione ...<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Caspita non mi era venuto in mente. Allora l&#39;acqua che beviamo tutti noi è avvelenata... sick. Ca::o devo smettere di berla&#33; </div></div><br>Non mi sembra molto diverso da quello che dici qui nel tuo sito :www.acquafacile.it<br>adesso non ho qui la documentazione opportuna ma se vuoi ti recupero un paio di casi avvenuti in zona (ne varesotto)<br>negli ultimi anni.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Guarda devo essere sincero sono proprio rimasto a corto di argomentazioni e tu?</div></div><br><br>IO no ho bisogno di trovarne altre, le mie sono limpide come l&#39;acqua: stessi filtri, stessa membrana, la lampada ce la metto, la salinit&agrave; la recupero con il 10% di acqua gasata aggiunta. Ho chiesto proprio se ci sono dei motivi TECNICI per non usare quelli da acquario e non ne ho trovati nella tua risposta.<br><br>Salutoni<br>Livio <br><br><span class="edit">Edited by digilo - 22/10/2005, 00:59</span>

FernandoFast
22-10-2005, 13:20
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (digilo @ 22/10/2005, 00:52)</div><div id='QUOTE' align='left'>Salutoni<br>Livio</div></div><br>Bhe, Caro Livio... adesso che il tuo tono da antagonistico è diventato più partecipativo posso spiegarti il perchè delle mie argomentazioni.<br><br>A prescindere dal fatto che come sempre per avere informazioni tecniche, valutazioni, consigli... (come dice Maggi) bisogna essere più precisi circa le caratteristiche delle macchine o degli strumenti da valutare. Io non sono uno specialista sulle tecnologie osmotiche, di filtrazione, nanofiltrazione, microfiltrazione (tutte diverse), sono uno che ha una qualche esperienza e che mi avvalgo per i sistemi di purificazione di un&#39;azienda italiana presente sul mercato dal 1949 e che ha tutte le varie certificazioni che garantiscono la qualit&agrave; delle loro realizzazioni.<br><br>I filtri per gli acquari, lo dice la parola stessa, cono filtri per "acquari". I sistemi di filtrazione per uso umano devono invece corrispondere a precise normative e DEVONO garantire degli standard di qualit&agrave; che li rendono utilizzabili per uso umano.<br><br>Quando mi riferisco ai mangimi per gatti do una notizia reale: purtroppo alcuni extracomunitari, forse per scarsa comprensione della lingua, hanno comperato e mangiato cibo per gatti. Questo però non vuol dire che il cibo per gatti è considerato commestibile per le persone. <br><br>Allo stesso modo i purificatori dell&#39;acqua. Potrebbero benissimo esser gli stessi, ma tu come fai a sapere che sono realmente gli stessi? Sei andato a vedere in fabblica se le membrane che vengono montate sono realmente fatte con materili utilizzabili per l&#39;alimetazione umana o piuttosto con materiali più scadenti non adatti all&#39;alimentazione umana?<br><br>Quando guardi un sacchetto di plastica è più o meno uguale ad un sacchetto per surgelati. Quelli per surgelati hanno però la scritta "per alimenti". Quello significa che sono adatti a contenere alimenti.<br><br>Purtroppo in questo nostro mondo di "chimica di sintesi" si fanno cose incredibili e dopo qualche anno, purtroppo, spesso ci si accorge che quel prodotto o quell&#39;altro hanno creato cancro o altro; quindi, dal mio punto di vista non è la stessa cosa usare sistemi per acquari e sistemi per l&#39;alimentazione umana. <br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 22/10/2005, 13:24</span>

22-10-2005, 22:07
Ciao a tutti<br>ciao Fernando<br><br>Questo è il Fernando che riconosco e che apprezzo di più.<br><br>E&#39; ovvio che non voglio mettere la salute dei miei cari e dei miei figli in pericolo per <br>poche centinaia di euro, se pensi che sto scrivendo il &#39;libro di manutenzione di casa mia&#39;<br>con in prima pagina la manutenzione del filtro che ho all&#39;ingresso dell&#39; impianto idrico, <br>una semplice cartuccia lavabile da pulire ogni x mesi, perchè se dovessi ... mancare <br>improvvisamente (mi perdonerai se scrivo con una mano sola ma con l&#39;altra mi sto toccando) <br>chi resta possa non trascurare questa manutenzione.<br>Quando acquisto un dispositivo che dovr&agrave; durare anni o decenni cerco di informarmi il più <br>possibile per non trascurare nessun aspetto, prima cerco la Qualit&agrave; e poi cerco di averla al <br>minor prezzo possibile, cosi mi sono imbattuto in questa differenza di prezzi per un <br>prodotto apparentemente uguale a quelli più costosi.<br>Cercherò di capirne di più e poi decido.<br><br>per chi fosse interessato all&#39;argomento può guardare qui:<br><br><a href='http://www.osmosi-inversa.com/ricambi%20e%20assistenza.htm' target='_blank'>ricambi</a><br><br><a href='http://www.acquaingros.it/edisplay/cat422.htm' target='_blank'>Impianti</a><br><br>oppure può cercare con google il codice di una membrana di ricambio : TW30-1812<br><br><br>Salutoni<br>Livio<br><br><br>

AlessandroTesla
23-10-2005, 01:17
Caro Digilo,<br>io sono del parere che se una ditta produce un codice, che quel codice venga usato per una osmosi da acquario o per un osmosi destinata all&#39; alimentazione umana, il codice resta sempre lo stesso. Non penso proprio che la ditta produca due standard diversi discriminando pesci e persone, solo per i fatto che aumenterebbe i costi di produzione.<br>Visto come funziona che un impianto da osmosi costi 1000 euro è un bel furto. le certificazioni servono proprio a legalizzare i furti per creare posti di lavoro. 5 anni fa un cellulare costava 250 euro, oggi con le stesse caratteristiche lo trovi a 25. Un filtro ad osmosi costa sempre 1000 euro... all&#39;utente&#33;&#33;&#33; al grossista coster&agrave; 10, sia che lo monti su un acquario che su un depuratore per casa.<br>In fin dei conti chi spenderebbe 1000 euro per 4 pesci? Certo per i propri figli si... con lo spauracchio dei rivenditori che se usi quello dei pesci poi i tuoi figli muoiono di cancro.<br>Senza arrivare alle analisi chimiche penso che una telefonata alla ditta che produce le membrane chiarirebbe molte cose, con grandissimo dispiacere per chi vende a 1000 euro e ne spende 10.

23-10-2005, 23:12
Ciao a tutti<br>Ciao AlessandroTesla<br>Concordo, hai sintetizzato perfettamente.<br>anche se poi bisogna stare attenti a tutto il resto, contenitore, raccordi, prefiltri ecc ecc<br><br>Salutoni<br>Livio<br><br><br><br><br>

FernandoFast
24-10-2005, 11:37
Ho provato a chiedere al produttore italiano da cui mi servo sull&#39;osmotizzatore della GE distribuito dalla Merlin. Ne hanno uno in prova e in effetti mi ha detto che in linea generale è un buon prodotto.<br><br>Le membrane che usano però sono meno fitte delle membrane che normalmente vengono utilizzate in Italia. Questo perchè per mantenere la produzione giornaliera alta senza mettere una pompa richiede che la membrana in qualche modo sia meno fitta (l&#39;efficacia di una membrana ad osmosi inversa è funzionale proprio per il fatto che l&#39;azione osmotica inversa è data dalla pressione e dalla trama di filtraggio).<br><br>La conseguenza della membrana meno fitta è la proliferazione batterica. A conseguenza di questo, loro propongono come opzionale il post filtro e la lampada UV come debatterizzatore. Questo naturalmente aumenta il prezzo dell&#39;impianto.<br><br>Per ora un filtro a presa diretta in italia costa molto di più. Naturalmente la competizione è aperta e se GE apre il mercato dell&#39;osmotizzatore a presa diretta (senza accumulo per capirci) e quindi rimette in discussione la tecnica oramai consolidata della filtrazione ad osmosi inversa con accumulo, e sviluppa quella senza accumulo nata in Italia proprio dai fornitori da cui mi servo io, la cosa comincia a diventare molto interessante.<br><br>Negli USA infatti l&#39;osmosi inversa è diventata un prodotto da supermercati e, naturalmente, in un mercato meno imperfetto, e cioè in un mercato dove il valore "informazione" è più diffuso e i "NUMERI" sono maggiori, i prezzi tendono a crollare.<br><br>Sar&agrave; questa l&#39;evoluzione del mercato anche italiano? Stiamo a vedere. Intanto io sto pensando di mettere sul mio sito un sistema ad accumulo con tutte le certificazioni del caso a 800 euro... (vi assicuro che questo sistema non costa 10 euro <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> )<br><br>Da notare che sotto i 2,76 bar il filtro della GE non funziona (non produce) e quindi bisogna aggiungere una pompa facendo alzare i costi e togliendo il fascino della semplicit&agrave; apparente del prodotto. Bisogna poi aggiungere che in Italia la linea di distribuzione dell&#39;acqua difficilmente raggiunge i 3 bar, soprattutto in meridione dove esistono i serbatoi di accumulo sui tetti... <br><br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 24/10/2005, 11:52</span>

FernandoFast
24-10-2005, 12:54
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (FernandoFast @ 24/10/2005, 11:37)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ho provato a chiedere al produttore italiano da cui mi servo sull&#39;osmotizzatore della GE distribuito dalla Merlin. Ne hanno uno in prova e in effetti mi ha detto che in linea generale è un buon prodotto.<br><br>Le membrane che usano però sono meno fitte delle membrane che normalmente vengono utilizzate in Italia. Questo perchè per mantenere la produzione giornaliera alta senza mettere una pompa richiede che la membrana in qualche modo sia meno fitta (l&#39;efficacia di una membrana ad osmosi inversa è funzionale proprio per il fatto che l&#39;azione osmotica inversa è data dalla pressione e dalla trama di filtraggio).<br><br>La conseguenza della membrana meno fitta è la proliferazione batterica. A conseguenza di questo, loro propongono come opzionale il post filtro e la lampada UV come debatterizzatore. Questo naturalmente aumenta il prezzo dell&#39;impianto.<br><br>Per ora un filtro a presa diretta in italia costa molto di più. Naturalmente la competizione è aperta e se GE apre il mercato dell&#39;osmotizzatore a presa diretta (senza accumulo per capirci) e quindi rimette in discussione la tecnica oramai consolidata della filtrazione ad osmosi inversa con accumulo, e sviluppa quella senza accumulo nata in Italia proprio dai fornitori da cui mi servo io, la cosa comincia a diventare molto interessante.<br><br>Negli USA infatti l&#39;osmosi inversa è diventata un prodotto da supermercati e, naturalmente, in un mercato meno imperfetto, e cioè in un mercato dove il valore "informazione" è più diffuso e i "NUMERI" sono maggiori, i prezzi tendono a crollare.<br><br>Sar&agrave; questa l&#39;evoluzione del mercato anche italiano? Stiamo a vedere. Intanto io sto pensando di mettere sul mio sito un sistema ad accumulo con tutte le certificazioni del caso a 800 euro... (vi assicuro che questo sistema non costa 10 euro <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> )<br><br>Da notare che sotto i 2,76 bar il filtro della GE non funziona (non produce) e quindi bisogna aggiungere una pompa facendo alzare i costi e togliendo il fascino della semplicit&agrave; apparente del prodotto. Bisogna poi aggiungere che in Italia la linea di distribuzione dell&#39;acqua difficilmente raggiunge i 3 bar, soprattutto in meridione dove esistono i serbatoi di accumulo sui tetti... <br><br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'></div></div><br>Aggiungo un altro paio di dati:<br><br>Sono andato a verdere la scheda tecnica dell&#39;impianto in presa diretta della GE Merlin è ho notato ulteriori fattori che ne fanno un filtro meno pregiato di quelli che tratto io.<br><br>NITRATI: abbattimento troppo basso (il 78,8% a partire da un 26 mg/L a un 6.26 mg/L). La situazione di partenza è sicuramente ottimale, ma cosa accadrebbe se l&#39;acqua di partenza avesse i parametri di 50 mg/L considerati validi dalla legge in Italia? Le cose forse sarebbero poco accettabili e con il 78,8% (difficile da mantenere a concentrazioni maggiori) si arriverebbe a al 10,6% di nitrati... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> <br><br>RADIUM: non è stata fatta la prova... forse perchè non abbatte le radiazioni?... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> <br><br>Ciao<br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>

24-10-2005, 15:18
Ciao a tutti<br>ciao Fernando<br><br>continua, continua <br><br>a proposito, cosa ne pensi delle cartucce ceramiche/argentate della Doulton<br>a loro dire sono meglio delle membrane proprio perchè non hanno il problema della<br>proliferazione batterica.<br><br>Se non le conosci gi&agrave; puoi vederle qui:<br><br><a href='http://www.doultonusa.com/HTML%20pages/water_treatment_technologies.htm' target='_blank'>http://www.doultonusa.com/HTML%20pages/wat...echnologies.htm</a><br><br>Si potrebbero usare da sole o come prefiltro sedimenti/carboneA prima della membrana.<br>Che ne pensi ?<br><br>Salutoni<br>Livio

FernandoFast
24-10-2005, 17:05
di norma i filtri ceramici si usano in laboratorio... e la legge italiana stabilisce solo che se dopo una membrana osmotica c&#39;è un filtro a carbone o un serbatoio, bisogna mettere la lampada UV.<br><br>Non vorrei però cadere nell&#39;errore di affermare cose che non mi competono. Lascio fare il mestiere dell&#39;assemblatore dei filtri a chi lo fa da 50 anni come i miei fornitori. Non ci si inventa nulla a questo mondo, soprattutto un mestiere.<br><br>Io vendo solo e per la costruzione preferisco appoggiarmi a chi ne sa più di me.<br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 24/10/2005, 17:06</span>

Osvaldo
08-01-2006, 22:22
<br><br>Ciao a tutti,<br> dalla descrizione che ne f&agrave; dovrei aver montato a lavello un filtro ad osmosi inversa simile a quello di Fernando. Sono molto contento, non solo per l&#39;acqua da bere, ma per fare il tè, il caffè, tisane, cuocere la pasta, fare la polenta, lavare le verdure, ormai è insostituibile. Ho una produzione di 10 litri-ora, con un serbatoio di tre litri, il tutto sotto lavello. Devi organizzarti un pochino ma è più che sufficiente.<br>Per produrre 10 litri d&#39;acqua ne "consuma" 30, adesso finiscono nello scarico, ma posso sempre organizzarmi per usarli nell&#39;orto. La lampada ad UV l&#39;ho spenta perchè mi scendeva acqua calda, fidando sul consumo giornaliero che non permette ristagni nel serbatoio, se dovessi assentarmi la ricollegherei.<br>Ciao<br> Osvaldo

FernandoFast
09-01-2006, 12:20
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Osvaldo @ 8/1/2006, 21:22)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ho una produzione di 10 litri-ora, con un serbatoio di tre litri, il tutto sotto lavello. Devi organizzarti un pochino ma è più che sufficiente.</div></div><br>Sono contento per te, tutte le persone che hanno un filtro ad osmosi, ma anche un semplice filtro composito tipo l&#39;Everpure, sono contentissimi della loro scelta. Che dire, io personalmente apprezzo il fatto di non dover più usare le maledette bottiglie di plastica, il fatto di sentire il gusto della pasta piuttosto che quello dei residui chimici... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <br><br>L&#39;evoluzione dell&#39;osmosi ad accumulo è quella dell&#39;osmosi a "presa diretta" di cui noi italiani siamo gli "inventori" (non è che li abbiamo inventati, ma per il fatto che la legge impone la lampada UV al contrario degli altri stati occidentali abbiamo dovuto fare di "necessit&agrave; virtù").<br><br>La presa diretta richiede un motore rotativo per portare l&#39;acqua a pressione, due membrane osmotiche, un prefiltro e un post filtro. La lampada UV in questo caso viene eliminata.<br><br>L&#39;acqua deve essere fatta scorrere per qualche secondo per diventare migliore, con un minor tasso di salinit&agrave;.<br><br>Ciao<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'>

Osvaldo
09-01-2006, 18:45
<br><br>Ciao Fernando,<br> una volta, per fare più presto ho messo a bollire nella pastaiola gli spaghetti usando l&#39;acqua calda, che non è filtrata. Il commento di mia moglie: adesso la pentola la lavi tu&#33;<br>In un anno ci siamo dimenticati il biancastro del calcare. Ho notato anche che adesso uso meno sale, sia per la pasta che per la polenta, e questo è certo meglio per la mia pressione.<br>Ciao<br> Osvaldo

beerladen
15-01-2006, 18:33
qui in romagna in alcuni supermercati anno messo dei depuratori .<br>comperi la tanica ,la riempi paghi alla cassa pochi centesimi e in teoria dovresti bere acqua pura.<br>la cosa é molto comoda per chi non vuole cercare e spendere in un depuratore.<br>la tanica o le bottiglie sono tue ,e le riusi finche ti pare .(volendo ti fa pure la gassata)<br>passata la moda del momento , mi sa che ora poche persone usano qquesto sistema,mi dispiace <br><br>penso che al nord bevono l acqua del sud .al sud quella del nord,quanti camion ?quanto gasolio?<br>neanche nel shara girano cosi, come degli idioti con un po di acqua in mano<br><br><br><br>beerladen <br> ospedale bevete bene fratelli

ag_smith
17-01-2006, 19:16
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (beerladen @ 15/1/2006, 17:33)</div><div id='QUOTE' align='left'>qui in romagna in alcuni supermercati anno messo dei depuratori .<br>comperi la tanica ,la riempi paghi alla cassa pochi centesimi e in teoria dovresti bere acqua pura.<br>la cosa é molto comoda per chi non vuole cercare e spendere in un depuratore.<br>la tanica o le bottiglie sono tue ,e le riusi finche ti pare .(volendo ti fa pure la gassata)<br>passata la moda del momento , mi sa che ora poche persone usano qquesto sistema,mi dispiace <br><br>penso che al nord bevono l acqua del sud .al sud quella del nord,quanti camion ?quanto gasolio?<br>neanche nel shara girano cosi, come degli idioti con un po di acqua in mano<br><br><br><br>beerladen <br> ospedale bevete bene fratelli</div></div><br>ahahah<br><br>io bevo quella del rubinetto&#33;&#33;<br>e quando sono in sicilia quella di sorgente&#33;&#33;

marcomato
19-01-2006, 20:52
Citando eroika all&#39; inizio... ve ne racconto una:<br><br>Io vivo a TS e qui l&#39;acqua "di spina" viene pompata dal TIMAVO, un fiume che in Slovenia diventa sotterraneo, in cui gli studiosi hanno buttato dentro anguille con i beeper che segnalano anche da una miniera di mille metri sotto terra, camion di bottigliette di plastica e cisterne di blu di metilene che avrebbero "segnalato" mezzo adriatico... ma niente ne è mai uscito e a tutt&#39; oggi il suo percorso principale è solo presunto... (scusate la premesa scientifico-geografica).<br><br>Cio fa si che abbiamo un acqua ricca di carbonati, in primis di calcio (carso) e a mio giudizio senza un decalcificatore non adattissima per farci il nostro famoso caffè... <br><br>ma hanno fatto le analisi da alcune fontanelle pubbliche ed il risultato era per certi aspetti MOLTO MIGLIORE di alcune note acque "minerali" in bottiglia.<br><br>Per cui non date per scontato che l&#39;acqua del vostro rubinetto sia cattiva perchè costa poco... dipende anche da dove vivete.<br><br>Certo, ho visto in tv l&#39;ente di distribuzione fiorentino che pompava su dall&#39; Arno... a vedere cosa restava nei primi filtri... mi posso anche fidare della loro tecnologia, ma se passo per Firenze mi sa che berrò solo birra&#33; <br><br>Sono daccordo anche con chi sostiene che bere acqua

MetS
29-01-2006, 14:39
Mio fratello ha avuto in comodato d&#39;uso una macchinetta che produce sia acqua minerale liscia che frizzante partendo dall&#39;acqua del rubinetto, e attraverso un filtro a carboni attivi, elimina lo sgradevole sapore di cloro dall&#39;acqua.<br>La macchinetta e&#39; distribuita ad un modesto costo dal Consorzio Acque Potabili della provincia di Milano e credo che altre provincie e regioni si stiano attivando per distribuirla anch&#39;esse.<br>Ovviamente cio&#39; comporta dei problemi data la grossa opposizione che il consorzio ha dai produttori di acqua in bottiglia, ma credo che alla fine raggiungeranno un valido compromesso.<br>Chiunque la voglia acquistare pero&#39; deve fare i conti con un prezzo esoso di vendita.<br>Da un minimo di 800 euro fino anche a 1300 euro.<br>Un furto.<br>Purtroppo in Francia non c&#39;e&#39; e mi sa che saro&#39; costretto a comprarmela.<br><br>Saluti<br><br>MetS <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

29-01-2006, 20:13
MetS sei sicuro che non sia una truffa?

MetS
29-01-2006, 23:11
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Nove^3 @ 29/1/2006, 19:13)</div><div id='QUOTE' align='left'>MetS sei sicuro che non sia una truffa?</div></div><br><br>Nove per chi mi hai preso? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif' alt='mad.gif'> <br>Chiedero&#39; a mio fratello di fotografarla e mandarmi copia del contratto perr dimostrarti la veridicita&#39; della cosa.<br>Sei come San Tommaso anche tu?<br><br>MetS <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' alt='alien.gif'>

FernandoFast
30-01-2006, 09:04
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (MetS-Energie @ 29/1/2006, 13:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>Mio fratello ha avuto in comodato d&#39;uso una macchinetta che produce sia acqua minerale liscia che frizzante partendo dall&#39;acqua del rubinetto, e attraverso un filtro a carboni attivi, elimina lo sgradevole sapore di cloro dall&#39;acqua.<br>La macchinetta e&#39; distribuita ad un modesto costo dal Consorzio Acque Potabili della provincia di Milano e credo che altre provincie e regioni si stiano attivando per distribuirla anch&#39;esse.<br>Ovviamente cio&#39; comporta dei problemi data la grossa opposizione che il consorzio ha dai produttori di acqua in bottiglia, ma credo che alla fine raggiungeranno un valido compromesso.<br>Chiunque la voglia acquistare pero&#39; deve fare i conti con un prezzo esoso di vendita.<br>Da un minimo di 800 euro fino anche a 1300 euro.<br>Un furto.<br>Purtroppo in Francia non c&#39;e&#39; e mi sa che saro&#39; costretto a comprarmela.<br><br>Saluti<br><br>MetS <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'></div></div><br>La settimana scorsa sono stato da un mio conoscente che aveva la stessa offerta... quella macchina noi la vendiamo compresa l&#39;installazione e iva a meno. Con poco più si può avere un depuratore ad osmosi inversa. In effetti il prezzo di quella che ho visto offerta al mio cliente era un poco eccessiva, comunque sempre meglio delle bottiglie.<br><br>Ciao <br>Fernando

30-01-2006, 10:45
Scusa, ma dalle mie parti ultimamaente ci sono tecnici che si spacciano per tecnici dell&#39;acquedotto usando un nome plausibile e vanno a fare le analisi dell&#39;acqua. Notare che da noi l&#39;acquedotto attinge alla stessa falda di una nota acqua minerale, se bevi acqua di bottiglia o di rubinetto lasciata un po&#39; a decantare non ti accorgi della differenza&#33; Senza contare che fanno centinaia di controlli all&#39;anno a differenza di quella in bottiglia, ed assieme ad ogni bolletta mandano l&#39;analisi media.<br>Comunque per un filtro ai carboni attivi mi sembra eccessivo lo trovi al massimo a 25 euro nei negozi di fai da te&#33;<br>Se poi rende l&#39;acqua frizzante e&#39; un altro discorso, ma credo che si trovino in commercio apposite polverine.<br><br>Volevo fare alcune domande.<br>Come mai per gli addolcitori vendo ogni mese quintali di salgemma ad uso alimentare (molto utile anche quando nevica)? Per addolcire si sala l&#39;acqua.... Per non vedere quel fastidioso strato bianco di minerali (essenzialmente carbonati ossia acqua dura) si aggiunge del sale per abbassare la durezza dell&#39;acqua. Bah&#33;<br> (Conosco al storia dei gradi francesi, ma forse non tutti la conoscono.)<br><br>E&#39; vero che volendo si puo&#39; richiedere l&#39;analisi dell&#39;acqua del rubinetto all&#39;acquedotto o al servizio igene dell&#39;asl?<br><br>Come mai e&#39; richiesto il filtro UV? Forse perche&#39; nei filtri e nei serbatoi si possono insediare colonie di batteri ed alghe? (E&#39; quello che si cerca di fare negli acquari "coltivando" i filtri che devono avere la funzione di ridurre i nitriti ed i nitrati)<br><br><span class="edit">Edited by Nove^3 - 30/1/2006, 10:23</span>

FernandoFast
30-01-2006, 14:58
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Nove^3 @ 30/1/2006, 09:45)</div><div id='QUOTE' align='left'>Scusa, ma dalle mie parti ultimamaente ci sono tecnici che si spacciano per tecnici dell&#39;acquedotto usando un nome plausibile e vanno a fare le analisi dell&#39;acqua. Notare che da noi l&#39;acquedotto attinge alla stessa falda di una nota acqua minerale, se bevi acqua di bottiglia o di rubinetto lasciata un po&#39; a decantare non ti accorgi della differenza&#33; Senza contare che fanno centinaia di controlli all&#39;anno a differenza di quella in bottiglia, ed assieme ad ogni bolletta mandano l&#39;analisi media.<br>Comunque per un filtro ai carboni attivi mi sembra eccessivo lo trovi al massimo a 25 euro nei negozi di fai da te&#33;<br>Se poi rende l&#39;acqua frizzante e&#39; un altro discorso, ma credo che si trovino in commercio apposite polverine.<br><br>Volevo fare alcune domande.<br>Come mai per gli addolcitori vendo ogni mese quintali di salgemma ad uso alimentare (molto utile anche quando nevica)? Per addolcire si sala l&#39;acqua.... Per non vedere quel fastidioso strato bianco di minerali (essenzialmente carbonati ossia acqua dura) si aggiunge del sale per abbassare la durezza dell&#39;acqua. Bah&#33;<br> (Conosco al storia dei gradi francesi, ma forse non tutti la conoscono.)<br><br>E&#39; vero che volendo si puo&#39; richiedere l&#39;analisi dell&#39;acqua del rubinetto all&#39;acquedotto o al servizio igene dell&#39;asl?<br><br>Come mai e&#39; richiesto il filtro UV? Forse perche&#39; nei filtri e nei serbatoi si possono insediare colonie di batteri ed alghe? (E&#39; quello che si cerca di fare negli acquari "coltivando" i filtri che devono avere la funzione di ridurre i nitriti ed i nitrati)</div></div><br>Il sale serve per rigenerare le resine degli addolcitori non per addolcire l&#39;acqua...<br><br>Per i filtri piuttosto che carboni attivi consiglio i compositi, il prezzo di uno abbastanza grande, non come quello piccolo che danno in COMMERCIOETICO di JacopoFO, costa all&#39;utente finale un 100 euro, compresa la testa e il rubinetto, esclusa l&#39;installazione.<br><br>Diversamente non so. Certo è che i Compositi non tolgono nitrati e quindi, consiglio di pensare all&#39;osmosi anche se piuttosto bistrattata da quelli che dicono che i sali dell&#39;acqua servono a qualcosa.<br><br>Per quello che mi risulta i sali nell&#39;acqua non hanno senso come alimento...<br><br>Il filtro UV viene richiesto solo in Italia e comunque serve da debatterizzatore.<br><br>Per l&#39;analisi dell&#39;acqua la tua ASL dovrebbe farla periodicamente al punto di produzione. La legge non dice che sono responsabili del punto di consumo... quindi, l&#39;acqua deve essere potabile al punto di consumo, per mantenerla tale ci mettono il cloro che permane fino a quando non ti arriva a casa... quindi in teoria anche a casa la tua acqua dovrebbe essere potabile, nel senso che non ha proliferazione di batteri.<br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 30/1/2006, 14:07</span>

MetS
30-01-2006, 15:28
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (FernandoFast @ 30/1/2006, 08:04)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (MetS-Energie @ 29/1/2006, 13:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>Mio fratello ha avuto in comodato d&#39;uso una macchinetta che produce sia acqua minerale liscia che frizzante partendo dall&#39;acqua del rubinetto, e attraverso un filtro a carboni attivi, elimina lo sgradevole sapore di cloro dall&#39;acqua.<br>La macchinetta e&#39; distribuita ad un modesto costo dal Consorzio Acque Potabili della provincia di Milano e credo che altre provincie e regioni si stiano attivando per distribuirla anch&#39;esse.<br>Ovviamente cio&#39; comporta dei problemi data la grossa opposizione che il consorzio ha dai produttori di acqua in bottiglia, ma credo che alla fine raggiungeranno un valido compromesso.<br>Chiunque la voglia acquistare pero&#39; deve fare i conti con un prezzo esoso di vendita.<br>Da un minimo di 800 euro fino anche a 1300 euro.<br>Un furto.<br>Purtroppo in Francia non c&#39;e&#39; e mi sa che saro&#39; costretto a comprarmela.<br><br>Saluti<br><br>MetS <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'></div></div><br>La settimana scorsa sono stato da un mio conoscente che aveva la stessa offerta... quella macchina noi la vendiamo compresa l&#39;installazione e iva a meno. Con poco più si può avere un depuratore ad osmosi inversa. In effetti il prezzo di quella che ho visto offerta al mio cliente era un poco eccessiva, comunque sempre meglio delle bottiglie.<br><br>Ciao <br>Fernando</div></div><br>Fernando<br><br>Visto che la vendete mi dai le coordinate per avere piu&#39; info prezzo compreso e disponibilita&#39;?<br>Sono mooooooolto interessato.<br><br>Ciao<br>MetS <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

30-01-2006, 16:14
Un quintale di sale al mese per rigenerare il filtro?<br>Mi sembra un po&#39; esessivo soprattutto come volume&#33; Sono circa 4 sacchi della dimensione di un cuscino e vanno tutti nel filtro e non nell&#39;acqua? Un piccolo addolcitore c&#39;e&#39; anche nelle lavastoviglie e va a sale che ogni mese bisogna aggiungere, mi dici dove va sto sale se non ci sono filtri nella lavastoviglie?<br>Io credo che vada in buona parte nell&#39;acqua e visto che e&#39; NaCl si aggiungono sodio e cloro.<br>Se poi si mette un filtro ai carboni attivi lo si riempie dei composti derivati.<br>Inoltre se i filtri ai carboni attivi non vengono cambiati o rigenerati (e qui bisogna vedere cosa si intende per rigenerazione) con la giusta frequenza il carbone non assorbe piu&#39; anzi tende a rilasciare quello che ha assorbito.<br><br>Sul fatto che l&#39;acqua non serva per l&#39;assimilazione di minerali tutto sbagliato infatti i pediatri sconsigliano (o almeno dovrebbero) l&#39;uso delle pastigliette al fluoro per i bambini nei comuni in cui l&#39;acqua di rubinetto contiene quantita&#39; sufficienti di tale componente, altrimenti si rischiano gravi danni da eccesso ai denti.<br>Per chi ha i calcoli prescrivono l&#39;acqua a basso contenuto di calcio, viceversa chi soffre di osteoporosi dovrebbe consumarne una ricca di calcio.<br><br>Per quanto riguarda il filtro UV. Lo si usa per sterilizzare l&#39;acqua perche&#39;? Perche&#39; con l&#39;uso dei filtri precedenti si perde la garanzia di sterilita&#39; visto che si rimuove il cloro&#33;<br>Il cloro limita la proliferazione dei batteri e delle alghe unicellulari, nel momento in cui lo si rimuove questa garanzia viene a mancare. Quindi un&#39;acqua flitrata senza il filtro UV e&#39; meno sicura dell&#39;acqua clorata. Inoltre su questa non vengono fatti periodici controlli.<br><br>Piuttosto che demonizzare il cloro io farei fare periodicamente un&#39;analisi della qualita&#39; dell&#39;acqua al rubinetto perche&#39; credo che siano piu&#39; pericolosi i composti che possono rilasciare i tubi degli impianti idrici (soprattutto se vecchiotti) piuttosto la quantita&#39; controllata di cloro che mettono in acquedotto&#33;<br><br><span class="edit">Edited by Nove^3 - 30/1/2006, 15:18</span>

FernandoFast
31-01-2006, 10:28
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Nove^3 @ 30/1/2006, 15:14)</div><div id='QUOTE' align='left'>Un quintale di sale al mese per rigenerare il filtro?<br>Mi sembra un po&#39; esessivo soprattutto come volume&#33; Sono circa 4 sacchi della dimensione di un cuscino e vanno tutti nel filtro e non nell&#39;acqua? Un piccolo addolcitore c&#39;e&#39; anche nelle lavastoviglie e va a sale che ogni mese bisogna aggiungere, mi dici dove va sto sale se non ci sono filtri nella lavastoviglie?<br>Io credo che vada in buona parte nell&#39;acqua e visto che e&#39; NaCl si aggiungono sodio e cloro.<br>Se poi si mette un filtro ai carboni attivi lo si riempie dei composti derivati.<br>Inoltre se i filtri ai carboni attivi non vengono cambiati o rigenerati (e qui bisogna vedere cosa si intende per rigenerazione) con la giusta frequenza il carbone non assorbe piu&#39; anzi tende a rilasciare quello che ha assorbito.<br><br>Sul fatto che l&#39;acqua non serva per l&#39;assimilazione di minerali tutto sbagliato infatti i pediatri sconsigliano (o almeno dovrebbero) l&#39;uso delle pastigliette al fluoro per i bambini nei comuni in cui l&#39;acqua di rubinetto contiene quantita&#39; sufficienti di tale componente, altrimenti si rischiano gravi danni da eccesso ai denti.<br>Per chi ha i calcoli prescrivono l&#39;acqua a basso contenuto di calcio, viceversa chi soffre di osteoporosi dovrebbe consumarne una ricca di calcio.<br><br>Per quanto riguarda il filtro UV. Lo si usa per sterilizzare l&#39;acqua perche&#39;? Perche&#39; con l&#39;uso dei filtri precedenti si perde la garanzia di sterilita&#39; visto che si rimuove il cloro&#33;<br>Il cloro limita la proliferazione dei batteri e delle alghe unicellulari, nel momento in cui lo si rimuove questa garanzia viene a mancare. Quindi un&#39;acqua flitrata senza il filtro UV e&#39; meno sicura dell&#39;acqua clorata. Inoltre su questa non vengono fatti periodici controlli.<br><br>Piuttosto che demonizzare il cloro io farei fare periodicamente un&#39;analisi della qualita&#39; dell&#39;acqua al rubinetto perche&#39; credo che siano piu&#39; pericolosi i composti che possono rilasciare i tubi degli impianti idrici (soprattutto se vecchiotti) piuttosto la quantita&#39; controllata di cloro che mettono in acquedotto&#33;</div></div><br>L&#39;unico rimedio dell&#39;ignoranza è la ricerca delle informazioni. La ricerca delle informazioni richiede tempo. Il tempo ha un costo. Ecco perchè spesso l&#39;ignorante deduce e con questo, sbagliando per eccesso di sicurezza, non fa altro che riaffermare la sua ignoranza.<br><br>Mi spiace ma hai solo fatto una brutta figura.<br><br>Il fluoro? No comment, cerca i riferimenti all&#39;uso del fluoro per AMMANSIRE il popolo di cui si faceva largo uso nella germania nazista.<br><br>Il calcio nell&#39;acqua? Per ottenere tutto il calcio di cui ha bisogno una persona giornalmente dovresti bere ettolitri d&#39;acqua.<br><br>Il cloro? Prova a fare una ricerca sui cloroderivati e sulla cancerogenesi.<br><br>Il sale negli addolcitori... se non sai come funzionano perchè non vai a cercare i principi di funzionamento?

31-01-2006, 12:03
Per essere ignorante pero&#39; so leggere.<br><a href='http://it.wikipedia.org/wiki/Addolcimento' target='_blank'>Addolcimento.</a><br>E quindi Na e Cl restano nell&#39;acqua in composti togliendo Ca e Mg.<br><a href='http://it.wikipedia.org/wiki/Durezza_dell%27acqua' target='_blank'>Durezza dell&#39;acqua.</a><br><a href='http://it.wikipedia.org/wiki/Fluoro' target='_blank'>Fluoro.</a><br>Non ho mica detto che devi assorbire tutto il calcio dall&#39;acqua. Non esiste un alimento che possa dare tutti i nutrienti nella giusta misura&#33; Ognuno fa la sua parte. Notare che i filtri ai carboni attivi assorbono anche lo iodio presente nell&#39;acqua. Insomma la natura ci mette del suo ma siccome noi siamo piu&#39; bravi dobbiamo togliere&#33;<br>Come e&#39; pure vero che le acque povere di sodio non servono asolutamente a niente&#33; Dall&#39;acqua possiamo assorbire al massimo il 5% del sodio che assorbiamo giornalmente. Ne contiene sicuramente di piu&#39; un bel piatto di pasta.<br><br><a href='http://www.zanclus.it/pagine/tecnica_carbone.php' target='_blank'>Il carbone attivo nei filtri per acquari.</a><br><br><span class="edit">Edited by Nove^3 - 1/2/2006, 11:08</span>

FernandoFast
31-01-2006, 17:01
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Nove^3 @ 31/1/2006, 11:03)</div><div id='QUOTE' align='left'>Per essere ignorante per&#39; so leggere.<br></div></div><br>Mi pare di no... e poi conosci solo WIKI come fonte... dovresti guardare qua..<br><br><a href='http://www.laleva.cc/archivio/news210303_nowar.html#Anchor-Attenti-37516' target='_blank'>Attenti al fluoro: fluoroprofilassi e fluorizzazione delle acque</a><br><br><a href='http://biogassendi.ifrance.com/biogassendi/alualz.htm' target='_blank'>L&#39;alluminio e il morbo di alzaimer</a><br><br>Cosa fa un addolcitore?<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Gli addolcitori per acqua sono scambiatori di specifici ioni, destinati alla rimozione di ioni caricati positivamente: essi rimuovono pricipalmente gli ioni calcio (Ca2+) e magnesio (Mg2+), spesso indicati come &#39;minerali di durezza&#39;.<br>Gli addolcitori a volte vengono anche applicati per rimuovere il ferro: i loro dispositivi possono rimuovere fino a cinque milligrammi per il litro (5 mg/l) di ferro dissolto. Essi possono funzionare automaticamente, semiautomaticamente, o manualmente. Ogni tipo è dimensionato in base alla quantit&agrave; di durezza da rimuovere prima che sia necessaria la rigenerazione.<br><br>Un addolcitore per acqua raccoglie i minerali che determinano la durezza all&#39;interno del relativo serbatoio di condizionamento e di tanto in tanto li fa fuoriuscire per il drenaggio.<br>Scambiatori ionici sono spesso usati per l&#39;addolcimento dell&#39;acqua: quando uno scambiatore ionico è applicato a tale scopo, va a sostituire gli ioni magnesio e calcio contenuti nell&#39;acqua con altri ioni, per esempio sodio o potassio. Gli ioni dello scambiatore sono aggiunti alla riserva dello scambiatore sotto forma di sali di potassio e di sodio (NaCl e KCl).</div></div><br><br>Per quanto riguarda la funzione dell&#39;acqua nel nostro organismo puoi vedere qui:<br><a href='http://www.bisogni.net/liquidi.htm' target='_blank'>Acqua disidratazione e salute della persona</a><br><br>Se hai interesse a quella che si chiama MEMORIA DELL&#39;ACQUA ti segnalo questa ricerca <a href='http://www.sciencedirect.com/science?_ob=ArticleURL&_udi=B6TVG-481MMWB-2&_coverDate=05%2F15%2F2003&_alid=360580581&_rdoc=1&_fmt=&_orig=search&_qd=1&_cdi=5534&_sort=d&view=c&_acct=C000050221&_version=1&_urlVersion=0&_userid=10&md5=16a75ed99a9c39cc43dc086d0104e306' target='_blank'>Thermoluminescence of ultra-high dilutions of lithium chloride and sodium chloride </a> in cui si riporta una ricerca effettuata sulla memoria chimica dell&#39;acqua molto interessante.<br><br>Poi non avevo capito che tu bevi l&#39;acqua del tuo acquario... scusa.<br><br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'><br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 31/1/2006, 16:03</span>

FernandoFast
31-01-2006, 17:15
EFFETTI COLLATERALI DELLA CLORAZIONE<br>In alcuni casi, quando l&#39;acqua è sottoposta a più trattamenti, possono essere presenti i DBP (disinfection by-products), composti formatisi per l&#39;interazione del cloro con le sostanze organiche naturalmente presenti nell&#39;acqua.<br>Infatti il cloro reagisce con la materia organica disciolta nell’acqua dando luogo alla formazione di cloroderivati , un gruppo di composti organici in buona parte dannosi per l&#39;uomo, molti dei quali permangono anche dopo bollitura dell’acqua.<br>Il cloro è fotosensibile ed evapora facilmente per cui si possono migliorare odore e sapore dell’acqua di rubinetto raccogliendola, prima di berla, in una caraffa.<br>In pratica il cloro non è di per sé nocivo, ma lo sono i suoi sottoprodotti, detti cloroderivati ( alometani, triaslometani, etcc…)<br>La tabella riporta alcune sostanze e il loro punto di ebollizione in cui esse evaporano, per cui se superiore ai 100C°, permangono nell’acqua anche dopo la sua bollitura ( Centro Studi Sereno Regis )<br><br><a href='http://ieg.or.kr:8080/abstractII/O0210603018.html' target='_blank'>Water purification systems: a comparative analysis based on the occurrence of disinfection by-products </a><br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 31/1/2006, 16:20</span><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9490727d06ffd7eb77cccbf31f1200e5.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

HEIM
31-01-2006, 21:52
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (FernandoFast @ 31/1/2006, 16:15)</div><div id='QUOTE' align='left'>EFFETTI COLLATERALI DELLA CLORAZIONE<br>In alcuni casi, quando l&#39;acqua è sottoposta a più trattamenti, possono essere presenti i DBP (disinfection by-products), composti formatisi per l&#39;interazione del cloro con le sostanze organiche naturalmente presenti nell&#39;acqua.<br>Infatti il cloro reagisce con la materia organica disciolta nell’acqua dando luogo alla formazione di cloroderivati , un gruppo di composti organici in buona parte dannosi per l&#39;uomo, molti dei quali permangono anche dopo bollitura dell’acqua.<br>Il cloro è fotosensibile ed evapora facilmente per cui si possono migliorare odore e sapore dell’acqua di rubinetto raccogliendola, prima di berla, in una caraffa.<br>In pratica il cloro non è di per sé nocivo, ma lo sono i suoi sottoprodotti, detti cloroderivati ( alometani, triaslometani, etcc…)<br>La tabella riporta alcune sostanze e il loro punto di ebollizione in cui esse evaporano, per cui se superiore ai 100C°, permangono nell’acqua anche dopo la sua bollitura ( Centro Studi Sereno Regis )<br><br><a href='http://ieg.or.kr:8080/abstractII/O0210603018.html' target='_blank'>Water purification systems: a comparative analysis based on the occurrence of disinfection by-products </a></div></div><br>Se mi era rimasto qualche dubbio circa l&#39;acqua.......<br>infatti il nonno mi diceva : < hai mai visto una nave arrugginire nel vino ?>>
<br>ergo......solo rosso &#33;&#33; l&#39;acqua va bene per la doccia... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'>

01-02-2006, 12:07
Salve.<br>Ho usato volutamente wiki per dare alla cosa un taglio uniforme e possibilmente gia&#39; moderato (cerca di essere un&#39;enciclopedia) e non un arlecchino di quello che piaceva a me.<br><br>Nel link della funzione dell&#39;acqua ti contraddici da solo dicendo che i sali non sono un alimento.<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'> Un&#39;opposta condizione di intossicazione da acqua della cellula, avviene in caso di eccessiva perdita di liquidi compensata in modo sbagliato. Quando si suda abbondantemente e si beve molta acqua senza che in essa siano presenti sufficienti quantit&agrave; di elettroliti persi con la sudorazione, si riduce ancor di più la concentrazione dei sali negli spazi extracellulari, per cui l&#39;acqua tende a penetrare nell&#39;interno della cellula, al fine di equilibrare la concentrazione dei sali intra ed extra-cellulari; nonostante alcuni meccanismi di compenso, un eccesso di acqua può quindi provocare la morte della cellula.<br><br> <br><br>Per un atleta, l&#39;acqua è chiara l&#39;importanza per reintegrare la perdita di sali, in caso di eccessiva sudorazione, con bevande isotoniche. Infatti, la disidratazione e comunque la perdita di elettroliti, è uno dei fattori determinanti che condizionano la "brillantezza" dell&#39;allenamento, causando dei veri e propri ritardi nel sistema neuro motorio. Oltre il ruolo di integrazione salina, non meno importanti sono il mantenimento del giusto &nbsp;dell&#39;equilibrio idrico e termico, indispensabili per il corretto funzionamento dei processi biologici, oltretutto accelerati durante l&#39;attivit&agrave; fisica.</div></div><br><br>A quanto sembra i sali disciolti nell&#39;acqua sono essenziali e non sono una cosa da togliere a cuor leggero inoltre lo dici tu stesso che per cambiare il gusto all&#39;acqua basta lasciarla decantare.<br><br>Qui metto un&#39;altro collegamento all&#39;<a href='http://www.sportmedicina.com/acque_minerali.htm' target='_blank'>acqua minerale.</a><br>Altro collegamento sulle caratteristiche delle acque e sulla funzione dei sali minerali (guarda caso ci sono anche cloro e fluoruri) <a href='http://freeweb.supereva.com/soloacqua.freeweb/index.htm?p' target='_blank'>Link</a><br><br>Sul funzionamento degli addolcitori confermi quello che avevo detto. Tutto il Ca che viene tolto viene "sambiato" (ecco perche&#39; scambiatori ionici) con Na e forma composti solubili che entrano in circolo nell&#39;acqua. quindi l&#39;acqua si arrichisce di composti dei Na che eventualmente vengono filtrati da un filtro ai carboni attivi.<br><br>Per quanto riguarda il fluoro e&#39; anch&#39;esso un elemento essenziale per la nostra vita. Dipende sempre in che concentrazioni. Se ci si fa fare un&#39;analisi dell&#39;acqua al rubinetto si puo&#39; capire cosa si beve e semmai intervenire per correggere certi eccessi che non metto in dubbio possano esserci in giro per l&#39;Italia (si usano acque di sorgente, di falda, di fiume ed in alcuni casi di mare). Credo che l&#39;organismo preposto sia l&#39;ufficio igiene della propria asl. Comunque basta una telefonata per scoprirlo.<br><br>Ho riportato l&#39;esempio dell&#39;acquario perche&#39; li&#39; i processi di degradazione dei filtri possono essere molto evidenti e fatali, visto che molto spesso sono la causa principale della moria dei pesci&#33; Il filtro se non viene cambiato (e ripeto cambiato e non lavato con che poi? acqua da filtrare?) spesso entra in saturazione e non filtra piu&#39; anzi rilascia alcuni composti che prima aveva trattenuto causando la morte dei pesci per avvelenamento&#33;<br><br>PS: Non conosco il francese.<br><br><span class="edit">Edited by Nove^3 - 1/2/2006, 11:12</span>

FernandoFast
02-02-2006, 10:14
Della serie IO ho ragione e TU hai torto... La cosa non mi interessa grazie. <br><br>La mia è solo un&#39;esortazione ad informarsi correttamente. Per farlo non basta andare in giro a trovare SCAMPOLI informativi, la necessit&agrave; è quella di trovare linee di pensiero, CRISTALLIZZAZIONI culturali che formano sull&#39;acqua una CULTURA che non sia frutto di semplice disinformazione o ignorante pressapochismo.<br><br>L&#39;acqua non è un alimento e i sali nell&#39;acqua in grandi quantit&agrave; favoriscono la degenerazione cancerogena. Esiste un&#39;acqua eccellente e agli inizi del secolo scorso l&#39;argomento è stato molto dibattuto fino ad arrivare ad una ricerca statistica sulla correlazione della qualit&agrave; dell&#39;acqua con la mortalit&agrave;. <br><br>La ricerca fatta da L.C. VINCENT a partire dalle ricerche di René Leriche, ha evidenziato che il peggioramento delle qualit&agrave; organolettriche dell&#39;acqua corrispondono ad un aumento del cancro e delle malattie cardiovascolari.<br><br>Questo però non può bastare a comprovare la ricerca. Quello che ha portato in evidenza gli assunti di base della ricerca è stata la situazione della cittadina di RIOM in cui si notò una continua diminuzione della mortalit&agrave; dopo un periodo in cui questa aumentava. In pratica ci si è accorti che nella cittadina dopo 10 anni di continuo aumento della mortalit&agrave; incominciò una lenta ma continua diminuzione statistica della mortalit&agrave; fino al di sotto della media nazionale francese. Cosa era successo?<br><br>A RIOM era stata cambiata la fonte di approvvigionamento dell&#39;acqua. Era stata scavato un pozzo profondo e la nuova acqua aveva delle particolari caratteristiche organolettriche. Questo è il punto di partenza della BIOELETTRONICA di Vincent.<br><br>Ora non voglio tediarti con tutto quello che è la cultura legata ai TERRENI BIOLOGICI e di come questi favoriscono o inibiscono la creazione di situazioni patologiche nell&#39;organismo; certo è che il corpo non è una provetta per analisi chimiche e non basta aggiungere o diminuire la quantit&agrave; di sali per rendere un&#39;acqua di qualit&agrave; o di pessima qualit&agrave;.<br><br>L&#39;acqua osmotizzata, comunque, pur essendo un acqua TRATTATA, si avvicina molto più all&#39;acqua IDEALE emersa dalle ricerche di VINCENT rispetto a molte altre.<br><br>Se vuoi approfondire ti consiglio questo LINK <a href='http://www.procaduceo.org/it_home/struindx/bvincent.htm' target='_blank'>http://www.procaduceo.org/it_home/struindx...dx/bvincent.htm</a><br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 2/2/2006, 16:28</span>

03-02-2006, 12:52
Forse non ci capiamo.<br>Non ho detto che l&#39;acqua trattata faccia male.<br>Io ho incoraggiato a far fare le analisi dell&#39;acqua al rubinetto per capire cosa si beve.<br>Qui mi sembra stesse balenando l&#39;idea che l&#39;acqua trattata fosse la migliore di tutte, ma non e&#39; cosi&#39;&#33;<br>Bisogna vedere innanzi tutto da che acqua si parte.<br>Sara&#39; che qui da noi dal rubinetto esce praticamente acqua minerale, ma sono sinceramente scettico su l&#39;opportunita&#39; di mettere un filtro solo per non vedere piu&#39; depositi di calcare sulle pentole o per essere sicuri dell&#39;assenza del cloro.<br>Anche perche&#39; a questo punto bisognerebbe filtrare anche l&#39;acqua che si compra in bottiglia al supermercato&#33;

FernandoFast
04-02-2006, 12:03
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Nove^3 @ 3/2/2006, 11:52)</div><div id='QUOTE' align='left'>Anche perche&#39; a questo punto bisognerebbe filtrare anche l&#39;acqua che si compra in bottiglia al supermercato&#33;</div></div><br>ESATTO&#33;<br><br>Io faccio le analisi dell&#39;acqua delle famiglie che visito SEMPRE. Cerco di far capire loro che non solo l&#39;acqua potabile ma anche l&#39;acqua minerale che comprano al supermercato non è salutare.<br><br>Basta fare un&#39;analisi COMPARATIVA e si rendono conto da soli delle differenze che esisteno tra i TRE tipi di acqua.<br><br>L&#39;ultima analisi che faccio è ancor più evidente: mostra in che modo l&#39;acqua incide dal punto di vista organolettrico nel gusto dei cibi.<br><br>Basta fare un THE con l&#39;acqua OSMOTIZZATA e l&#39;acqua del RUBINETTO e si vede un&#39;evidente differenza. Per prima cosa il colore del THE... poi il gusto... e infine l&#39;odore. Ti assicuro che dopo questa realizzazione degli effetti PRATICI che l&#39;acqua ha sulla semplice produzione di una tazza di THE, le persone aprono gli occhi su quello che bevono da una vita...<br><br>Ultima cosa... le persone che hanno un osmotizzatore, se riescono ad usarlo e manutenerlo correttamente, lo consigliano a tutti i loro amici e non porebbero più farne a meno... anche solo per il fatto che si liberano DEFINITIVAMENTE dalla schiavitù di andare a comprare le BOTTIGLIE di acqua minerale al supermercato per tutte le settimane che seguiranno nel resto della loro vita&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'><br><br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br><span class="edit">Edited by FernandoFast - 4/2/2006, 11:07</span>

05-02-2006, 12:48
Che l'acqua potabile e minerale non siamo salutari lo dici tu.<br>Anche perche' ci sono un mucchio di tipi di acque.<br>Inoltre mi riporti l'esempio della mortalita' della cittadina senza dire che limiti di legge vigevano in quel periodo.... probabilmente quell'acqua non sarebbe considerata potabile ora.<br>Non metto in dubbio che ci siano persone che si trovino bene con i tuoi filtri e sono contento per loro evidentemente hanno trovato l'acqua che fa per loro.<br>Io comunque rimango molto dubbioso.<br>Comunque buona vendita di filtri.<br><br>PS: ho anch'io un addolcitore per l'acqua e' collegato in ingresso alla caldaia per evitare incrostazioni. E' pero' di tipo proporzionale.

fragiba
06-02-2006, 10:14
Ciao Nove^3 in merito ai filtri posso solo riferirTi la mia esperienza con il filtro osmotico.<br>C'è l'ho da oltre 4 anni e mi trovo molto bene.C'è una notevole differenza tra l'acqua potabile normale sia come colore che, soprattutto, come sapore.<br>Per me non c'è paragone.Poi ognuno si comporta come crede.<br><br>ciao,francesco<br><br>

08-02-2006, 18:58
Scusa che intendi dire come colore?<br>L'acqua dovrebbe essere incolore&#33; O almeno dalle mie parti e' cosi'&#33;

fragiba
08-02-2006, 23:34
Esistono anche i modi di dire.<br>Comunque se vogliamo essere pignoli:<br>Dal momento che il nostro occhio è in grado di percepire solo le radiazioni visibili (380 -700 nm), ecco che le molecole d'acqua sono trasparenti al nostro occhio. Quindi il colore è un attributo psicologico della luce che deriva dall'interazione della luce stessa con lo strumento di percezione che è la retina dell'occhio. Tuttavia, la visione del colore è riducibile a precise leggi matematiche e fisiche, e quindi è quantificabile al di l&agrave; della percezione che noi ne abbiamo. Esistono in laboratorio strumenti (spettrofotometri) che permettono di "vedere il colore" di sostanze anche come l'acqua, nel senso di misurare la radiazione assorbita a lunghezza d'onda che non viene percepita dall'occhio.<br><br>ciao,francesco

09-02-2006, 01:44
Se era un modo di dire allora tutto ok&#33; Mi ero preoccupato perche' succede di vedere delle acque un po' piu giallognole o biancastre in base alla quantita' di sali sciolti.<br>Per quanto riguarda la fisica della luce stai tranquillo che qualcosa ne so, e pure di spettrofotometri.

contex
31-08-2006, 14:14
sono intenzionato a prendere un depuratore a carboni attivi per acqua,dove lo prendo?<br>avete dei siti di riferimento?

eroyka
01-09-2006, 09:27
Ciao Contex,<br>se mi dici di che parte di italia sei forse posso darti una dritta. Eventualmente contattami via email al seguente indirizzo: r.virgilio@gmail.com<br><br>Ciao&#33;<br>Roy

Lolio
01-09-2006, 11:28
Dunque con un filtro a scambio ionico l&#39;acqua si impoverisce di calcio ma si arricchisce di sodio. Dal punto di vista della salute questo è molto negativo (il sodio è dannoso). Invece un filtro ad osmosi inversa che tipo di cambiamenti apporta all&#39;acqua?

eroyka
01-09-2006, 12:06
Col filtro a osmosi ottieni acqua demineralizzata (o quasi).<br><br>Questo non fa assolutamente bene alla salute poichè l&#39;acqua è una fonte importante di minerali che sono NECESSARI all&#39;organismo.<br><br>Per cui io non la consiglio per un uso potabile. Per il ferro da stiro e la caldaia può andr bene ma per il nostro corpo no.<br><br>Saluti&#33;<br>Roy

Lolio
01-09-2006, 13:24
Allora per essere bevuta e per cucinare meglio evitare sia scambio ionico che osmosi, l&#39;acqua così ottenuta va bene per la durata degli elettrodomenstici e per usare meno detersivi. Per bere e cucinare eventualmente carboni attivi.

05-09-2006, 12:39
ciao eroika<br>ho visto che ne capisci e vorrei chiederti che sostanze rilasciano i carboni attivi. ho letto che possono rilasciare argento e mi chiedo se qs puo&#39; essere dannoso.<br>ho acquistato una caraffa filtrante che utilizza tali<br>filtri e vorrei sapere il tuo giudizio o quello di altri che ne sappiano qualcosa.grazie

dotting
19-11-2006, 09:48
Soluzione semplice e testata da cinque anni, nell&#39;ipotesi di acqua proveniente da acquedotto, che per legge DEVE essere batteriologicamente pura, ma che nel percorso acquedotto - casa, raccoglie di tutto:<br><br>1.- acquisto di un filtro grossolano desabbiatore con dischi lavabili in plastica, del costo di 15 euro, da pulire ogni sei mesi, ci rimane proprio la sabbia;<br>2.- acquisto di due contenitori in materiale plastico trasparente per filtri fini a cartuccia, la prima in materiale plastico e quindi lavabile, la seconda a filo, ricorda una grossa spagnoletta; costo contenitore 15 euro, filtro plastico, da lavare ogni tanto, 10 euro, spagnoletta, da sostituire ogni mese, da bianca diventa di un bel color mattone dopo un mese, 2.50 euro.<br>Il tutto ovviamente da mettere all&#39;ingresso dell&#39;impianto.<br><br>Vantaggi:<br>1.- non devo buttare la lavatrice ogni tre anni come prima,<br>2.- non devo buttare la lavastoviglie ogni due anni;<br>3.- non uso più miracolosi prodotti chimici anticalcare per la lavastoviglie;<br>4.- non devo più entrare dentro la cisterna dell&#39;acqua della riserva idrica in autoclave, per rimuovere il fango, che si accumulava sul fondo: un centimetro all&#39;anno;<br>5.- quando lavo un bicchiere e non lo asciugo, non rimangono più antipatici aloni;<br>6.- quando si scola la pasta non compaiono &quot;le mille bolle blu&quot;;<br>7.- si può finalmente bere un the decente: è la bevanda che è più sensibile alla qualit&agrave; dell&#39;acqua.<br><br>L&#39;unica rottura di b....e è che devo riempire e chiudere accuratamente le bottiglie di acqua naturale di una famosa e reclamizzata societ&agrave; nazionale, perchè altrimenti mie figlie non la bevono.<br>Mie figlie dicono che la pubblicit&agrave; ha ragione, quell&#39;acqua è proprio buona.

20-11-2006, 12:03
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 19/11/2006, 08:48)</div><div id="quote" align="left">Soluzione semplice e testata da cinque anni, nell&#39;ipotesi di acqua proveniente da acquedotto, che per legge DEVE essere batteriologicamente pura, ma che nel percorso acquedotto - casa, raccoglie di tutto:<br><br>1.- acquisto di un filtro grossolano desabbiatore con dischi lavabili in plastica, del costo di 15 euro, da pulire ogni sei mesi, ci rimane proprio la sabbia;<br>2.- acquisto di due contenitori in materiale plastico trasparente per filtri fini a cartuccia, la prima in materiale plastico e quindi lavabile, la seconda a filo, ricorda una grossa spagnoletta; costo contenitore 15 euro, filtro plastico, da lavare ogni tanto, 10 euro, spagnoletta, da sostituire ogni mese, da bianca diventa di un bel color mattone dopo un mese, 2.50 euro.<br>Il tutto ovviamente da mettere all&#39;ingresso dell&#39;impianto.<br><br>Vantaggi:<br>1.- non devo buttare la lavatrice ogni tre anni come prima,<br>2.- non devo buttare la lavastoviglie ogni due anni;<br>3.- non uso più miracolosi prodotti chimici anticalcare per la lavastoviglie;<br>4.- non devo più entrare dentro la cisterna dell&#39;acqua della riserva idrica in autoclave, per rimuovere il fango, che si accumulava sul fondo: un centimetro all&#39;anno;<br>5.- quando lavo un bicchiere e non lo asciugo, non rimangono più antipatici aloni;<br>6.- quando si scola la pasta non compaiono &quot;le mille bolle blu&quot;;<br>7.- si può finalmente bere un the decente: è la bevanda che è più sensibile alla qualit&agrave; dell&#39;acqua.<br><br>L&#39;unica rottura di b....e è che devo riempire e chiudere accuratamente le bottiglie di acqua naturale di una famosa e reclamizzata societ&agrave; nazionale, perchè altrimenti mie figlie non la bevono.<br>Mie figlie dicono che la pubblicit&agrave; ha ragione, quell&#39;acqua è proprio buona.</div></div><br>ciao, va bene quello che hai detto, pero&#39; ricordati che tutti i filtri dopo un po&#39; diventano dei vespai di batteri pertanto ci vuole un debatterizzatore a uv.<br>seconda cosa i filtri che hai citato non tolgono il calcare.

damasko
25-10-2007, 12:30
ciao a tutti, vivo a bergamo, l&#39;acqua dell&#39;acquedotto (al punto di prelievo) è ottima, ma non lo sono le condutture fino a casa mia e dentro casa.<br>sicuramente c&#39;è molto cloro e anche ruggine e sabbia.<br>che filtri posso mettere?<br>grazie&#33;

livingreen
29-10-2007, 13:49
Hai letto tutti i post precedenti?

damasko
30-10-2007, 10:08
certo, ma cercavo un consiglio su misura <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/24bf98888509f0068fb79a1e865f1da2.gif" alt=":)">

livingreen
30-10-2007, 10:23
All&#39;uscita del contatore di casa tu ci metti:<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">1.- acquisto di un filtro grossolano desabbiatore con dischi lavabili in plastica, del costo di 15 euro, da pulire ogni sei mesi, ci rimane proprio la sabbia;<br>2.- acquisto di due contenitori in materiale plastico trasparente per filtri fini a cartuccia, la prima in materiale plastico e quindi lavabile, la seconda a filo, ricorda una grossa spagnoletta; costo contenitore 15 euro, filtro plastico, da lavare ogni tanto, 10 euro, spagnoletta, da sostituire ogni mese, da bianca diventa di un bel color mattone dopo un mese, 2.50 euro.</div></div><br>Aggiungi una cartuccia a carboni attivi, per togliere gli odori dall&#39;acqua.

ste.sa
02-01-2008, 17:15
buongiorno a tutti. ho letto i vari post del 3d. ho ricevuto la seguente proposta di impianto idrico per un complesso di alloggi. cosa ne pensate? non riesco a comprendere la differenza tra acqua osmotizzata per usi alimentari e addolcita per lavaggio piatti ecc. al massimo, a parit&agrave; di trattamento per l&#39;acqua destinata ad entrambe le utenze, capirei una differenza tra acqua debatterizzata e non.<br>grazie per i preziosi suggerimenti<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7d1de3c2147dc16c24c7e62f8fa9c164.jpg" alt="image"><br><br><span class="edit">Edited by ste.sa - 2/1/2008, 17:40</span>

miliobalan
22-05-2008, 10:19
http://www.energeticambiente.it/images/icons/icon1.gif Consigli
<HR SIZE=1><!-- / icon and title --><!-- message -->Saluti a tutti e particolarmente a ideatori e moderatori per il loro impegno.
Nuovo del forum,anche se "viaggio" all'interno da alcune settimane!

Necessito di consigli....stiamo riaprendo una nuova gelateria e siamo decisi a dare ai ns.
clienti futuri minor "schifezze" possibile. Quindi partiamo dall'elemento principale: ACQUA
Pensiamo di installare: 1)addolcitore,per salvaguardare macchine,tubi,ecc.
2) osmotizzatore per gelati alla frutta ,ma non solo.
Cosa ne pensate,stiamo sbagliando,si(molto)..no???
Grati per sempre a chi ci aiuta in questa analisi!
Dopo magari anche dimensioni inpianti, ecc.ecc.
Salute a tutti:):) P.S. scusate, ho già postato in (filtri a osmosi)era sbagliato?????

eroyka
29-05-2008, 15:18
Ciao,
guarda, come ripetuto più volte qui nel forum per trattare l'acqua a scopo alimentare l'osmosi NON va bene poichè rende l'acqua demineralizzata. Va bene per i macchinari ma non per l'organismo umano.

Un addolcitore può essere un buon compromesso mantenendo i gradi di durezza intorno a 10°

Un filtro a carboni attivi a valle dell'addolcitore e esclusivamente a fini alimentari è suggeribile per eliminare tutte le sostanze attive e volatili (cloro compreso) che si possono trovare nell'acqua.

Se l'acqua che vi arriva è particolarmente sporca (magari rugginosa) mettete a monte dell'addolcitore un filtro con sabbia per fermare tutta la sporcizia più grossolana e non rovinare le resine dell'addolcitore.

Ciao e in bocca al lupo per il vostro gelato.

Roy
P.S. un gelato gratis me lo merito? :spettacolo:

miliobalan
04-06-2008, 00:14
Roy
P.S. un gelato gratis me lo merito? :spettacolo:[/quote]
... urca.. si...sii, Roy scusa sono rimasto intrippato con i progetti,sinceramente pensavo di averti già ringraziato,ma così non è.
Però ho ventilato al "mio trumber" (idraulico) i Tuoi suggerimenti.
Non ti dico un allagamento di considerazioni contro.. . allora lui farà tutto il resto e la "sanificazione" dell' acqua ci penseremo noi.:preoccupato::preoccupato:
Quindi a lui non voglio/posso chiedere più nulla,quindi la soluzione che prospetti in concreto la compero in Internet e me la monto ohh...mi puoi dare qualche dritta.
P.S. torta al mascarpone e cioko con semifreddo alla nocciola o crema antica...o zabajone.Appena apriamo puoi ritirare o...?????:)

maxi
24-11-2008, 18:11
<CENTER>
CITAZIONE (goffredodsd @ 7/5/2005, 09:25)
Ciao a tutti, possibile che non si trovi un addolcitore domestico a prezzo contenuto?!
Offrono tutti la classica bombola con resine e rigeneratore automatico, da 900 a 1500 euro!!
Non esiste qualcosa che mi porta l'acqua almeno a 20 °F ?
</CENTER>
Se vuoi autocostruirti un decalcificatore le resine costano sui 5 euro al chilo, per una famiglia ne hai bisogno 15 (ti fanno 2200 litri per ciclo a gradi zero) e durano circa 1000 rigenerazioni. Il resto è tutto solo un viavai di vasi e tubi.
ciao mi potresti spiegare come potrei fare per costruirlo? io lo vorrei usare per togliere il calcare del pozzo.tieni presente che questa acqua la userei solo per raffreddare i pannelli fotovoltaici ciao

spartano
24-05-2009, 17:33
[QUOTE=eroyka;118843623]Ciao,
guarda, come ripetuto più volte qui nel forum per trattare l'acqua a scopo alimentare l'osmosi NON va bene poichè rende l'acqua demineralizzata. Va bene per i macchinari ma non per l'organismo umano.

Ciao Roy e saluti a tutti . Volevo capire meglio perchè dici che l'acqua trattata con un filtro ad osmosi è demineralizzata , io non credo che sia vero del tutto e mi riferisco a prove fatte " sul campo " personalmente con il sistema dell'elettroflottazione , inoltre se questo fosse il problema ci sono in vendita dei depuratori che lo risolvono con una semplice taratura . Ma a parte questo ci terrei a capire perchè non dovrei bere acqua priva di minerali dato che quelli disciolti sono inorganici e invece mi insegnano che sono solo i sali / minerali organici quelli che il nostro corpo accetta , il resto si ferma nei reni o in altri posti e fanno solo danni . So che ci sono due correnti di pensiero ma dove sono i dati scentifici ?
Ti/vi faccio queste domande perchè se fosse vero quello che dici / dicono , dovrei essere cadaverizzato dato che da tre anni bevo solo acqua depurata ad osmosi inversa ( comprato su ebay a circa 180.00 euri ) e non credo che sia l'acqua contenuta nel vino a tenermi idratato anche se qui se ne beve molto . Conosco un ragazzo che nasce con un problema ai reni e che da circa 15 anni ha un depuratore ad osmosi inversa , un'Ing . chimico gli ha procurato ( o costruito ? ) l'atrezzo quando non esisteva neanche internet !!! Gode di ottima salute e non gira più negli ospedali , se vuoi ti faccio il suo nome in pv . Perchè non è ancora morto dato che beve acqua demineralizzata da così tanto tempo ??? Forse perchè oltre a pasta- riso -carne - pesce - vino , si strapazza frutta e verdure a volontà compresi succhi di vario tipo ? C'è qualcosa che non quadra , ma non riesco ad individuarla .
Saluti . Spartano .

geremia49
27-07-2009, 13:48
Prima di tutto grazie a tutti quelli che hanno scritto nel forum su questo argomento, la lettura mi hanno permesso di farmi un'idea generale della questione filtraggio acque.
Vi chiedo supporto.
Vorrei costruire, in una casa di collina/montagna (550 mt), un impianto per la purificazione dell'acqua.
L'H2O proviene da un ruscello (cristallino e apparentemente non inquinato, ma a lontano rischio di putrescenza foglie o animaletti affogati); un tubo lungo circa 150 mt porterebbe l'acqua ad una cisterna di 4000lt; da questa l'acqua andrebbe in un locale (10/12 mt sotto) ove sarebbe possibile mettere filtri, pompe, e vari.

Da quanto ho letto mi sembra che (una volta fatta analizzare l'acqua) potrei fare nel seguente modo :
1) un filtro con sabbia prima della cisterna grossa
2) addolcitore (per eliminare il calcare dannoso ad elettrodomestici) - 3) filtro a carboni attivi (solo per il sapore e l'odore?) - 4) Lampada UV (per batteri da eventuali putrescenze) da mettere nel locale inferiore.

Mi sembra di aver capito che l'osmosi inversa sia una tecnica ancora non del tutto chiara e non necessaria (o no?, magari è un'alternativa...).

Ho cominciato a girare sul web (anche su Ebay) per vedere un pò i prezzi, ma francamente mi sono perso per cui mi piacerebbe avere indicazioni di posti fisici o virtuali dove acquistare il tutto (per l'impianto ho l'assistenza di un amico idraulico).
Ciao a tutti.

omaccio
29-07-2009, 14:40
Addolcitore solo per ACS, il resto per l'acqua potabile: una dritta non puoi prelevare acqua dal ruscello senza autorizzazione!!!

geremia49
30-07-2009, 11:50
grazie per la risposta (ACS ?),.. rispetto alla dritta ... "Nacturally"......

spartano
30-07-2009, 23:31
Ciao Geremia . Vedo che hai cominciato ad informarti ma non è abbastanza . Il trattamento delle acque " sporche " mediante l'osmosi è ( come al solito ) una tecnologia derivata da brevetti militari . La usavano in Vietnam gli americani x poter fare in modo che le truppe potessero bere da stagni ecc senza beccarsi una moltitudine di infezioni gastrointestinali e varie . La popolazione del luogo poteva bere tranquillamente da questi stagni perchè gli anticorpi c'erano , ma un bianco del Minnesota col fischio che ce li aveva . Ho lavorato anche in India e ti assicuro che l'acqua che bevono loro a me ha fatto venire di tutto e ho sofferto x anni . Probabilmente meba in forma "leggera" , ma se avessi avuto il " kit" con relativa membrana osmotica opportunamente tarata credo che non avrei avuto problemi . Ci tengo a descrivere questo perchè è solo dopo anni che ho usato questi filtri , così hai un quadro più chiaro . Puoi anche scegliere il fai da te seguendo le ottime istruzioni di Livingreen , ma puoi anche scegliere di pagarti tutto il sistema di filtrazione a circa 280,00 euro su ebay con filtri di ricambio e con garanzia e ......................non ti serve un'idraulico x collegare i tubicini .
Sempre x informazione ti/vi dico che entro una / due settimane avrò il risultato di un'analisi di un'acqua derivante da un pozzo inquinato da coli appartenente ad una mia amica alla quale ho montato un piccolo depuratore ad osmosi inversa . Da una precedente analisi dell'acqua del pozzo sappiamo che è inquinata da coli , adesso vedremo se il depuratore ha risolto il problema o meno . Il tuo problema è proprio questo perchè prelevando l'acqua da te descritta puoi stare quasi certo che ha un basso residuo fisso , ma puoi stare certo che il numero di coli sarà alto . Secondo me il tuo problema non è depurare l'acqua dai sali minerali ( che comunque fanno male ) me è togliere i miliardi di batteri che ci sono e che si formano . La formazione di batteri aumenta se l'acqua è stagnante in un serbatoio e prelevata raramente , insomma la puoi depurare ma è meglio se corre continuamente , lo so è un concetto incasinato ma ne riparliamo quando ho i dati delle analisi in mano .
Nel frattempo resto sempre in ansiosa attesa di un Medico / Biologo / Chimico ecc che sia disposto a spiegare perchè devo mangiare formaggio x assumere calcio anzichè bermi semplicemente una damigiana di acqua " miracolosa " al giorno x supplire al problema .
Saluti . Spartano .

geremia49
09-08-2009, 00:00
"circa 280,00 euro su ebay con filtri di ricambio e con garanzia" c'è, per caso, un indirizzo?. Te lo chiedo perchè nel frattempo ho girato varie ditte dell'hinterland milanese ed il kit filtro a carboni attivi+filtro a raggi UV e/o il clorizzatore (con relativo declorizzatore) mi vengono offerti a prezzi piuttosto elevati (tra i 1500 ed i 2000 euro...per non parlare dell'osmosi inversa.....). Quando avrò il risultato delle mie analisi mi farò sentire, nel frattempo grazie anche a te spartano.

spartano
09-08-2009, 20:29
Ecco l'indirizzo ma è solo uno dei tanti : DEPURATORE AD OSMOSI INVERSA A PRODUZIONE DIRETTA 900 su eBay.it Piccoli Elettrodomestici, Cucina, Casa, Arredamento e Bricolage (http://cgi.ebay.it/DEPURATORE-AD-OSMOSI-INVERSA-A-PRODUZIONE-DIRETTA-900_W0QQitemZ120454248848QQcmdZViewItemQQptZPurifi catori_acqua?hash=item1c0ba1f990&_trksid=p3286.c0.m14)
questo è senza serbatoio e quindi senza lampada UV ma la produzione giornaliera è quasi la metà di quello con serbatoio e lampada UV . In compenso risparmi spazio e corrente elettrica e hai un kit di filtri . Quello che uso io da qualche anno è più o meno questo :
DEPURATORE ACQUA IMPIANTO AD OSMOSI INVERSA 5 STADI UV su eBay.it Piccoli Elettrodomestici, Cucina, Casa, Arredamento e Bricolage (http://cgi.ebay.it/DEPURATORE-ACQUA-IMPIANTO-AD-OSMOSI-INVERSA-5-STADI-UV_W0QQitemZ180289335578QQcmdZViewItemQQptZPurific atori_acqua?hash=item29fa14f11a&_trksid=p3286.c0.m14)
cambia il venditore ma la sostanza è quella , inoltre non ho nessun controllo elettronico di niente perchè lo ritengo inutile ma adesso lo vendono così e quindi ciccia . Sto / stiamo ancora aspettando le analisi e dato che è passato un pò di tempo mi sto preoccupando .
Non vorrei che si inventassero qualche problema studiato a tavolino , sappiamo bene che la lobby delle pseudo minerali in bottiglia ha un forte potere in quel di Roma politica ecc .
Sono proprio curioso di conoscere il risultato delle analisi , e nel frattempo sto pensando alle leggi costituzionali e alle derivate , vedremo . Nel frattempo sono sempre qui che aspetto una illuminazione che sia valida x tutti a riguardo della assimilazione di calcio .
Damigiana o fetta di parmigiano ? Ciao . Spartano .

eroyka
10-08-2009, 11:47
Ciao spartano,

scusa il ritardo della risposta ma... meglio tardi che mai!

Il problema dell'acqua osmotizzata (che, di fatto, vuol dire acqua deminerallizzata, poi se tu tari per lasciare una certa % di durezza ok... ma allora semplicemente non è del tutto osmotizzata) è che oltre a non apportare i minerali utili (e anche quelli non utili certo...) al corpo ha un effetto di fargli perdere quelli che ha.

Infatti se immetti nel tuo corpo acqua con un contenuto di sali inferiori a quelli del tuo corpo succede che i sali migrano dai tuoi liquidi corporei anche nella nuova acqua bevuta raggiungendo una concentrazione più bassa. Poi fai pipi e espelli acqua e sali. Poi ribevi acqua con meno sali e il corpo si riequilibra a ribasso nuovamente, poi espelli, ecc in un ciclo che pian piano tende a rubarti tutti i sali.

Tu mi dici: sono 3 anni che bevo ques'acqua e sono vivo. Per fortuna non vivi di sola acqua del tuo rubinetto ma la assumi dai cibi che mangi. Soprattutto se mangi molte verdure (spero) ti ricarichi di sali e minerali da li.
Per cui magari non hai effetti visibili ma di sicuro sottrai al tuo corpo la quantità di sali che deriverebbe dall'acqua del rubinetto.

Ribadisco che una filtrazione a carboni attivi rimane la migliore soluzione per togliere sostanze attive inquinanti e pericolose e lasciare intatta la quantità di sali.

Bye.
Roy

livingreen
11-08-2009, 11:52
aspetto una illuminazione che sia valida x tutti a riguardo della assimilazione di calcio . Non ci può essere... perchè dipende da quello che mangiamo e beviamo oltre all'acqua, e questa scelta è diversa per ognuno di noi.

Comunque, conosco un tizio che non beve "acqua" dall'età di 16 anni... solo birra, vino, vodka e whisky (che comunque contengono molta acqua), più l'acqua che assume dai cibi. Ha 56 anni, è ancora vivo ed è pure felice.

spartano
13-08-2009, 21:01
Non è consentita la citazione di un intero messaggio

Ciao Roy , a dire il vero non stavo cercando una risposta espressamente da te perchè immagino che tu abbia altri impegni molto più seri , la domanda era rivolta sopratutto agli esperti del settore , che puntualmente ( ti prego lasciamelo dire ! ) non hanno risposto .
Bè grazie del chiarimento ! Ok diciamo che ci sta tutto , resta ancora il fatto del veicolo trasportatore , il carbonio e l'impossibilità di un sale minerale di legarsi mentre quelli organici lo fanno . lo so è un discorso complesso che probabilmente se approfondito occuperebbe da solo parecchi posts e creerebbe problemi noti e non noti per cui è meglio non insistere . Resta il fatto che il tipo che conosco e che ha problemi ai reni dall'età di 16 anni ha risolto il problema ..................però si abbuffa di frutta e verdure . In sostanza mi stai dicendo che non siamo tutti uguali e che quindi non sapendo come reagisce il nostro corpo è meglio una filtrazione semplice piuttosto che una dura che elimini tutti i sali organici . Tengo in considerazione il consiglio e ti ringrazio , ne discuterò in altra sede , ne parlerò con dei medici e mi farò delle analisi ma continuerò ad usare questi filtri e continuerò a consigliarli premettendo i consigli ricevuti . Se ci saranno novità importanti ti mando un MP ! Stammi bene Roy . Spartano .


Non ci può essere... perchè dipende da quello che mangiamo e beviamo oltre all'acqua, e questa scelta è diversa per ognuno di noi.

Comunque, conosco un tizio che non beve "acqua" dall'età di 16 anni... solo birra, vino, vodka e whisky (che comunque contengono molta acqua), più l'acqua che assume dai cibi. Ha 56 anni, è ancora vivo ed è pure felice.

Ciao Livingreen . Certo , sì d'accordo lo so ! Ma potrebbe anche valere il contrario . E cioè :
ho dei problemi e quindi devo bere acqua depurata con osmosi inversa ! Non capisco l'assolutismo , o così o niente ! Sono concetti in cui in questo caso specifico siamo entrambi in torto , io lo ammetto ma non credo che tu sia in grado di dimostrare che il contrario sia la verità . Nel senso che se la decisione tende a propendere x l'acqua carica di minerali perchè fa comunque bene alla maggioranza delle persone , perchè non il contrario ? Dato che la scelta è diversa x ognuno di noi , perchè la maggioranza ( che è in salute ) dovrebbe scegliere acque con minerali che comunque non si possono assorbire ?
Penso che si dovrebbe provare anche l'altra soluzione no ? Bisogna tenere presente che negli anni le acque cambiano ma non mi sembra che il cambiamento sia altrettanto veloce con il nostro corpo , mio nonno non beveva cloro e credo neanche il tuo . A proposito del tipo che conosci , ti credo perchè ti considero una persona seria preparata e capace , i tuoi calcoli sul rendimento ( sezione stirling ) me li sono stampati e ciucciati come cioccolata , ma il tipo che conosci è un caso unico !!! Anche io non sono certamente astemio anzi , però ce ne passa ! Se anche tu mi consigli di chiudere questa discussione ( per chè lo sappiamo ) la chiudo e ciccia , mi sto appendendo x cercare l'alternativa e ti sto usando x questo , così è più chiaro . La tua firma non può che trovarmi d'accordo , senza riferimento alcuno immagino , in caso contrario è senz'altro un semplice abbaglio .
Ciao Livingreen . Spartano .

Ancora un particolare importante e poi mi eclisso . Ho prelevato di recente dell'acqua proveniente da un ruscello che è stato costruito intorno all'anno 1200 circa , detto ruscello non ha subito cambiamenti a causa di terremoti o interventi umani nè ha avuto particolari cambiamenti di percorso , l'unico cambiamento è la portata che a detta degli esperti locali era molto maggiore . La presa è sempre quella , un fiume comune . Ho voluto togliermi lo sfizio di confrontare il deposito di sali minerali di quest'acqua confrontandola con altre acque in vendita in bottiglia . La prova è sempre quella dell'elettroflottazione e ci sono rimasto male , e sì perchè di sali depositati non ce ne sono !!! O almeno non ce ne sono confrontando e rispettando i tempi di esposizione , l'amperaggio , il voltaggio , il tutto confrontato con delle " sane " acque normalmente vendute , compresa quella di acquedotto . Quindi immagino che gli avi si bevessero acque prive di sostanze minerali ma anche prive di coli e altro , oggi ci facciamo dei problemi perchè ci inducono a bere fango senza coli . Ok , in sostanza basta ridurre i sali minerali come sul tevere di qualche annetto fa , e ridurre drasticamente i coli che non sono naturali ma sono frutto dei depuratori che non funzionano e della tanta cacca e pipì che buttiamo nei fiumi . Se poi si riesce anche ad evitarsi un'overdose da coca bevendo l'acqua del po penso che abbiamo risolto il problema . Chiaramente sono disposto a fornire le prove fotografiche e volendo anche un video su quanto affermo , se poi non ci si crede neanche così allora siamo a posto sul serio . Saluti . Spartano .

goku
04-09-2009, 18:32
Salve, mi permetto di postare la mia esperienza che va in netta contrapposizione con tutto quello che state dicendo.
Sconsigliare l'osmosi inversa? E per quale motivo? Sapete come viene accumulata l'acqua e in quali tubature deve transitare fino a sgorgare dal rubinetto? Non la berrei mei nemmeno con la certificazione divina!
A scanso di equivoci, premetto che non sono un venditore, la mia professione è tutt'altra.
Detto questo, in un mondo dove l'inquinamento ha raggiunto limiti tali da essere sempre più difficile da invertire, come si può dire irresponsabilmente che l'omosi inversa produce effetti negativi? Eì vero, ne produce sicuramente al portafogli e ai monopoli delle acque imbottigliate. E poi, siamo fatti per oltre il 70% di acqua. Non mi sembra che il nostro organismo abbia bisogno di disinfettanti, nitrati e quant'altro vi si può trovare in sospensione o in soluzione.
Nel 1600 avrei bevuto acqua da un ruscello, nel 2009 ritengo IRRESPONSABILE proporre un filtro a carboni attivi. E cosa rimuoverebbe? Di sicuro gli elementi in sospensione, quelli inorganici. PERCHE' NON VI FATE SPIEGARE SE I CARBONI ATTIVI RIMUOVONO NITRITI E NITRATI? Dimenticavo, rispetto alla misera filtrazione al carbone attivo, che ha tanti pregi, tranne quello di eliminare i gravi squilibri ambientali prodotti dall'uomo sulla terra, e quindi nelle falde, un sistema ad osmosi rimuove TUTTE LE SOSTANZE CANCEROGENE. E, onestamente, se per toglierle devo sacrificare anche i minerali in essa contenute, sono contento di bere "ACQUA DISTILLATA".
Scusate lo sfogo, ma vengo dalla lettura dell'intera discussione ed ho provato un certo disagio leggendo affermazioni quantomeno discutibili. Anzi, improponibili per chi vive in una società densamente industrializzata.
Cordialmente

spartano
04-09-2009, 23:22
Non scusarti x chè quello che hai scritto non è uno sfogo ma è informazione !!!
Sono perfettamente d'accordo con quello che scrivi , d'altronde mi sono eclissato perchè ...................bè lo sai come vanno queste cose , anche in un forum libero come questo a volte è meglio non approfondire uno specifico argomento . Il problema è complesso e per essere approfondito e discusso nei corretti parametri bisognerebbe creare delle situazioni favorevoli all'approfondimento tecnico scentifico culturale che purtroppo l'attuale conformazione dello stato sociale economico non prevede in sintesi con l'appunto ecc ecc .
Diversamente asociale condanno l'ignoranza rischiando anche il ban ma sono ancora qui a chiedermi perchè stanno dicendo tutti il contrario della verità palese . Infatti non esiste proprio che una serie di filtri a carboni attivi ti ferma i coli ecc . Sembra incredibile ma o ci sono o ci fanno perchè è solo una questione di volume molecolare !!! Ci sono diversi tipi di membrane osmotiche ma se ci sono diversi tipi è proprio perchè la " maglia " è a seconda delle necessità più larga o più stretta !!! E cioè lascia passare molecole più grandi o più piccole !!! Ho già sentito pareri di chimici laureati e anche di qualche medico . Non voglio dire cosa hanno detto , prima vorrei che entrasse in questo discorso qualche medico o chimico organico o biologo che affermi scentificamente che questi depuratori ad osmosi inversa sono un pericolo x la salute . Mi hanno anticipato che sarebbe molto interessante ascoltare le motivazioni che eventualmente supportassero questo pseudo pericolo pubblico x la ns salute . Il problema reale è che il mercato delle acque imbottigliate rappresenta milioni di posti di lavoro e nessuno ha il coraggio di mettere in discussione che siano inutili e dannosi . Ciao . Spartano .


"circa 280,00 euro su ebay con filtri di ricambio e con garanzia" c'è, per caso, un indirizzo?. Te lo chiedo perchè nel frattempo ho girato varie ditte dell'hinterland milanese ed il kit filtro a carboni attivi+filtro a raggi UV e/o il clorizzatore (con relativo declorizzatore) mi vengono offerti a prezzi piuttosto elevati (tra i 1500 ed i 2000 euro...per non parlare dell'osmosi inversa.....). Quando avrò il risultato delle mie analisi mi farò sentire, nel frattempo grazie anche a te spartano.

Non vorrei farlo ma devo e devo dirti che le analisi sono finalmente arrivate . Prova ad indovinare . Tutto OK . In sintesi il pozzo della mia amica è a posto ed è a posto perchè i coli sono stati eliminati grazie ad un semplicissimo impianto ad osmosi inversa comprato su ebay e montato e monitorato dal sottoscritto . Se vuoi ti mando la copia delle analisi , ma tolgo l'indirizzo dell'amica per questioni di privacy . A dire il vero ci va orgogliosa e vorrebbe pubblicità ma io non sono d'accordo . Se decidi in tal senso sappi che l'impiantino deve essere alimentato ad una pressione non inferiore a 1.5 bar e che devi cambiare filtri ogni sei mesi . La membrana osmotica ogni due anni ma io la sto usando da tre anni e non ho problemi . La cosa importante è cambiare i filtri regolarmente perchè se non funzionano lasciano passare delle sostanze che messe in pressione dalla pompa possono bucare / forare la membrana osmotica e quindi rendere inutile il passaggio più importante che è la filtrazione finale . Se hai dubbi non avere dubbi e chiedi . Ciao . Spartano .

chiara900
16-09-2009, 23:12
Salve a tutti!
volevo sapere se hanno inventato un modo per depurare l'acqua dal trizio e dal deuterio ( isotopi dell'idrogeno ) .
Volevo sapere inoltre perchè questi elementi non vengono mai citati nelle etichette delle acque in bottiglia.
grazie mille

livingreen
17-09-2009, 08:08
volevo sapere se hanno inventato un modo per depurare l'acqua dal trizio e dal deuterio ( isotopi dell'idrogeno )
Per ottenere deuterio e trizio si usano sistemi di separazione isotopica, preceduti in genere da processi che estraggono l'idrogeno (per esempio, l'acqua residua del processo di elettrolisi contiene una percentuale più concentrata di D2O e T2O).
Vedendo questi processi dal punto di vista opposto, se sottoponiamo l'acqua ad elettrolisi e poi ricombiniamo i gas bruciandoli, l'acqua ottenuta ha una percentuale molto più bassa di deuterio e trizio rispetto alla soluzione di partenza.
Ci sono altri sistemi simili, che sfruttano la distillazione dell'idrogeno o lo scambio isotopico su composti idrogenati.


Volevo sapere inoltre perchè questi elementi non vengono mai citati nelle etichette delle acque in bottiglia.Semplicemente perchè non superano i livelli definiti dalla normativa come pericolosi (altrimenti, l'acqua ovviamente non potrebbe essere commercializzata)

La domanda, comunque, è curiosa: per quale motivo dovremmo depurare l'acqua da questi componenti, se hanno livelli di pericolosità insignificanti?

La quasi totalità del trizio esistente sulla terra deriva dai processi nucleari che i raggi cosmici innescano sul vapore acqueo ad alta quota, e ne riceviamo una discreta quantità tutte le volte che piove... e l'uomo quest'acqua l'ha sempre bevuta, da decine di migliaia di anni...

spartano
19-09-2009, 20:19
La quasi totalità del trizio esistente sulla terra deriva dai processi nucleari che i raggi cosmici innescano sul vapore acqueo ad alta quota, e ne riceviamo una discreta quantità tutte le volte che piove... e l'uomo quest'acqua l'ha sempre bevuta, da decine di migliaia di anni...
__________________
Ciao Livingreen . Ti voglio bene e mi rompe molto andare sul contraddittorio , ma devo farlo e ti invito a farti un giro dalle parti di Aviano con un contatore geiser ( non so come si scrive ) e farti un giro x la campagna . La dolce e bellissima campagna Friulana dove i nostri salvatori e portatori di pace e democrazia hanno da tempo costruito delle innocue murature che hanno dei difetti . Hanno delle perdite , perdite radioattive . Parecchi anni fa un Tenente dell'Esercito Italiano ha avuto la cattiva idea di ispezionare alcune costruzioni che erano fuori dalla routine e senza ordini specifici proprio da quelle parti , gli hanno detto che il contatore era starato e che non funzionava bene , quando si è rivolto al Maggiore questo gli ha chiesto dove volesse essere trasferito . Non conosco Chiara 900 ma credo di cogliere il senso della domanda , senso che puntualmente è stato traviato . Che l'uomo beva acqua radioattiva da milioni di anni e che respiri aria radioattiva più o meno dallo stesso periodo non è una novità , la novità è che ci sono dei limiti che se si superano diventa problematica la sopravvivenza stessa . Forse x te è normale ma se passi x Aviano .................fatti un giro anonimo da turista , e portati un contatore geiser . La domanda di Chiara è precisa e puntuale e ha parecchio senso . Mi pare che anche dalle parti di Cosenza ci siano problemi di radioattività e la gente muore , credo che come tumori ci facciano concorrenza , un'impiantino che depuri almeno l'acqua non sarebbe una cosa mal pensata .
Saluti . Spartano .

livingreen
19-09-2009, 20:33
Spartano, qui non si parla di perdite radioattive in generale, ma comunque non ho problemi a venire lì col mio Geiger..



La domanda di Chiara è precisa e puntuale e ha parecchio senso
Infatti. Parla di trizio e deuterio e di acqua. E su quello, ho fornito la mia risposta.
Non facciamo di tutta l'erba un fascio.

Se poi vogliamo parlare dell'influenza della radioattività sull'indice di mortalità è altra cosa, in quanto gli effetti dipendono dal tipo e dalla distribuzione dei radionuclidi.
Idem per l'inquinamento del terreno (e non necessariamente della falda acquifera) da nanoparticelle di uranio impoverito (dove la radioattività c'entra ben poco), tipiche dei teatri di guerra e dei poligoni militari.
E' un'altra cosa, che richede una discussione a parte.

spartano
24-09-2009, 23:52
Giusto Livingreen , hai ragione e ti chiedo di scusarmi . Purtroppo a volte mi lascio prendere più dai sentimenti che dalla ragione . In questi giorni ho riflettuto e sono andato a chiedere lumi ad un amico che a suo tempo ci smanettava parecchio con questi contatori x motivi che non sto a raccontare perchè superflui , ma ne ha costruiti e modificati e custodisce gelosamente alcuni modelli USA originali anche se ormai esauriti . Mi ha spiegato come funzionano e cosa devi cercare e come e come sono le tarature ecc ( azz che casino !!! ) e da qui ho capito parecchie cose . In sostanza quello che ho capito bene è che appunto non si può fare di tutta l'erba un fascio , pensavo che la misurazione della radioattività fosse una cosa semplice ma vedo che non è così . Mi diceva che anche il problema della misura della radioattività presente nell'acqua non è così semplice da rilevare perchè in sostanza l'acqua in sè non è mai radioattiva ma lo sono le eventuali particelle ..................................qui mi sono perso . Quando dici che ci vorrebbe una discussione a parte ti capisco , adesso sì . Voglio comunque togliermi lo sfizio di costruirne uno , o meglio me lo faccio costruire , non è che per caso mi cederesti il tuo ? Perchè mi pare di capire che il problema maggiore è la taratura perfetta , ma mi secca andare fino a Chernobil . Una cosa che ritengo importante : in questi impianti ad osmosi inversa alcuni costruttori / venditori dicono con chiarezza che depurano tutto tranne la radioattività o simili . Perchè ? Ma non dovrebbe essere una semplice questione di diametri ? Ne sai qualcosa ? Se non mi cedi il tuo sarò costretto a chiamarti x un confronto o mi avrai sulla coscenza perchè dovrò andare a tarare il mio in Russia , oppure colgo l'attimo e ti invito ad una giornata campale con grigliata mista ( non radioattiva ) in quel di Aviano . Chiaramente si beve acqua depurata con osmosi inversa , sia chiaro che non vogliamo avvelenare nessuno anche se con dei limiti . Stammi bene . Spartano .

livingreen
25-09-2009, 15:12
Mi diceva che anche il problema della misura della radioattività presente nell'acqua non è così semplice da rilevare perchè in sostanza l'acqua in sè non è mai radioattiva ....In effetti, bisognerebbe usare dei ternimi meno generici, ma penso che li capirebbero in dieci, in Italia. Se per acqua intendiamo solo la parte composta da molecole di H2O, ha ragione; ma siccome le forme isotopiche dell'idrogeno (deuterio e trizio) sono chimicamente indistinguibili dalla forma stabile (se non per piccole differenze di massa), secondo me vanno considerate come "acqua" anche le forme di D2O e T2O (dove, insomma, l'atomo di idrogeno è sostituito dai suoi isotopi)
Dire che NON è radioattiva non è corretto, perchè per natura esiste sempre qualche percentuale di "acqua pesante" nell'acqua potabile... come ho già detto, arriva con la pioggia....

.... ma lo sono le eventuali particelle
Infatti, oltre alle molecole di acqua, bisogna considerare anche i sali disciolti, che a loro volta possono essere composti da forme stabili oppure da isotopi.

Voglio comunque togliermi lo sfizio di costruirne uno , o meglio me lo faccio costruire Non che voglia sconsigliarti, ma credo sia meglio acquistarlo che costruirlo: se ne trovano anche a buon prezzo (specie se hai amici russi....). Il primo contatore Geiger, che si rivelò preciso ed affidabile, lo comprai dai polacchi a 25.000 lire nel 1986. Purtroppo era poco robusto e si ruppe tubo e display in seguito ad una caduta...

mi pare di capire che il problema maggiore è la taratura perfetta , ma mi secca andare fino a Chernobil A seguito di quel che è successo a Chernobyl, credo che sarebbe l'ultimo posto dove manderei a tarare un Geiger: sulle "cose radioattive" non hanno certo dimostrato affidabilità e competenza.
Comunque, ci sono laboratori serissimi in Italia, che possono provvedere alle tarature.

Poi, (e qui lo dico e qui lo nego), se hai un amico in qualche ex centrale nucleare italiana o nell'Arpa, te la cavi con una pizza... come ho sempre fatto io....


in questi impianti ad osmosi inversa alcuni costruttori / venditori dicono con chiarezza che depurano tutto tranne la radioattività o simili . Perchè ? Ma non dovrebbe essere una semplice questione di diametri ?
Più o meno, te l'ho spiegato qui sopra: acqua normale ed acqua pesante sono indistinguibili se non per il peso (il diametro è uguale); i sali minerali, invece, possono essere filtrati (che siano radioattivi o meno)

spartano
25-09-2009, 22:43
Chiarissimo , certo che ne mastichi di fisica eh ! Anche io a suo tempo ho avuto la possibilità di acquistare il contatore dai Polacchi o dai Russi nei mercatini ma non capendoci nulla non mi sono mai fidato , ad un amico ne hanno rifilato uno con il tubo guasto e non ha mai funzionato e lo hanno infinocchiato x bene , non ricordo quanto lo ha pagato . Comunque adesso che so qualcosa in più provo a vedere se li hanno ancora e quanto costano , poi x l'eventuale taratura ...............seguo le indicazioni . Se non combino so a chi chiedere più lumi . Non vorrei aprofittare ma se non ti dispiace vorrei approfondire di più sulla depurazione dell'acqua da scorie radio ecc , nelle varie forme in cui la radioattività si presenta ed è dannosa x la salute . Per esempio mi insegni che la pioggia è radioattiva da millenni x cause naturali e nessuno si è mai ammalato x questo , ma se ti bevi l'aquetta di fonte pura che sgorga sotto i reattori di Chernobil ( scusa se ci torno sopra ma è un chiaro esempio ) dicono che si possano contare le ore di sopravvivenza . Poi si potrebbe anche ipotizzare che un certo tipo di radioattività è sempre presente nelle falde acquifere di alcune città o in alcune campagne perchè mi dicono che non è vero che le varie munizioni di vario tipo e foggia che sono sigillate nei depositi che sono ermetici non hanno perdite . Ho avuto modo di constatare dal vivo che una pastiglietta di ...........non me lo ricordo ma credo ******o [Sr (elemento 38 della tavola periodica degli elementi). nll] oppure altro non lo so , comunque era sigillata dentro ad un contenitore in piombo e l'amico mi ha fatto vedere come " bippava " il contatore nonostante la schematura . Mi diceva anche che il comune plexiglass a volte aiuta molto a schermare , ma mi chiedo cosa succederebbe se una pastiglietta di queste fosse buttata in una falda o se nella stessa si riversassero acque pluviali che passano sopra questi depositi di armi o nelle adiacenze di una centrale nuke oppure nei depositi sotteranei di scorie radioattive definiti " sicuri " . Non c'è niente di sicuro e di certo nel sottosuolo , anche se i Francesi sono convinti del contrario . Basta vedere come sono cambiate le falde acquifere dopo qualunque terremoto , e quello non si pilota e non si controlla , si subisce . Lo so che diventerebbe una discussione impegnativa ma credo che sia anche molto interessante perchè ho notato che l'argomento è scomodo e non è facilmente dibattuto nei vari forum ( chissà perchè ? ) ma si parla di acqua e della sua possibile depurazione da sostanze radioattive . Che ne pensi ? Ce lo facciamo un giro interessante ?
Forse mi sbaglierò ma credo che in un immediato futuro ci sarà la necessità di depurare la sostanza più preziosa che abbiamo , l'acqua , ma non dai minerali classici , dalla radioattività . Stammi bene . Spartano .

tagoier_carrera
18-11-2009, 20:17
Non è consentito citare integralmente un messaggio. Violazione art.3d del regolamento.

Ciao eroyka!
Sono assolutamente d'accordo su quanto dici riguardo le sopravvalutate acque minerali. Il solo giro d'affari giustifica (si fa x dire) il raccontarci un sacco di balle...
La mia domanda però è questa; ascoltando i mass media sembra che i filtri non siano sufficienti a garantire un'acqua organoletticamente valida. E' proprio così?
Ho trovato una società che si chiama Purity e che dice di aver il miglior filtro attualmente sul mercato. Questo filtro si chiama C1P e promette miracoli nell'acqua da bere. E' così?
Loro non lo vendono ma lo danno in affitto e tu paghi solo quello che consumi. Cosa ne pensi?
Scusami per le molte domande ma visto che sei un'esperto ne approfitto... ;)
grazie ciao!!
Franco

ftac
13-11-2010, 12:18
Mi volevo inserire in questa discussione per chiedere alcune spiegazioni. Io ho un depuratore ad osmosi inversa che viene attaccato alla rete idrica comunale. E' un modello che mi permette di impostare la conducibilità elettrica dell'acqua depurata. Io l'ho impostato a 21,7 che è la conducibilità elettrica che ha l'acqua Sant'Anna che, dicono, sia una delle migliori in Italia. Per mia sicurezza, dopo circa 8 mesi dall'installazione, ho fatto fare l'analisi dell'acqua depurata da un laboratorio dell'ARPA. Dalle analisi è risultato che tale acqua ha una una durezza in gradi francesi < di 1 ed una conducibilità elettrica pari a 42. Gli addetti dell'ARPA mi hanno detto di fare regolare il depuratore perchè con una durezza del genere praticamente bevevo l'acqua distillata. Io ho controllato l'etichetta della Sant'Anna ed ho notato che la durezza di questa è di 0,62 gradi francesi ed ho dedotto allora che, con una conducibilità elettrica minore di quella del mio depuratore, anche quest'ultima, pur essendo considerata ottima e consigliata anche per i neonati, è acqua distillata. Qualcuno può darmi delle spiegazioni?

nll
13-11-2010, 16:35
L'acqua distillata è ben altra cosa rispetto a un'acqua minimamente mineralizzata come è quella che hai citato. Sebbene la S.Anna abbia naturalmente un residuo secco a 180°C tra i più bassi d'Italia, i minerali che conserva ne conferiscono ottime proprietà organolettiche, mentre l'acqua distillata, nel privarla quasi totalmente dei minerali, non abbatte selettivamente i minerali, per cui la composizione che ne risulta non garantisce assolutamente neppure di avvicinarsi alla qualità dell'acqua delle fonti di Vinadio.

Hai fatto un riferimento sulla conducibilità elettrica e ci dici che hai impostato per averla a 21,7 come la S.Anna, ma dalle analisi sulla tua acqua risulta una conducibilità superiore (42), che ci sia qualcosa da controllare?

ftac
13-11-2010, 17:03
Ti ringrazio per la risposta che, per quel che riguarda le considerazioni sull'acqua Sant'Anna condivido pienamente. Io però, probabilmente perchè non mi sono spiegato bene, volevo sapere un altra cosa. Ho comprato il depuratore proprio perchè volevo cercare di bere un'acqua il più possibile simile a quella e non riesco a capire perchè, se le analisi dell'acqua depurata sono molto simili per durezza e conducibilità elettrica a quelle della Sant'Anna, mi dicono che questa non è buona ma è acqua distillata. Quali sono le differenze?

eroyka
13-11-2010, 17:30
Ciao ftac,
si... stai bevendo acqua quasi distillata che per un organismo umano sano FA MALE. Come fa male bere acque oligominerali oggi tanto pubblicizzate poichè tendi a privare il tuo organismo dei sali necessari al corretto funzionamento.
Lo ripeto per l'ennesima volta: la durezza dell'acqua (in valori normali ovvero fino a 10-20 gradi) NON fanno male all'organismo. Quello che fa male sono i metalli pesanti o sostanze inquinanti che l'osmosi in parte elimina ma che dovrebbe essere affiancata anche da carboni attivi per un risultato ancora migliore.
Quindi.... una soluzione ideale è una via di mezzo, ovvero un filtro a carboni attivi di sicuro e poi o un filtro a sabbia o un osmosi... però questa andrebbe tarata per lasciare molti gradi all'acqua... almeno 6 gradi e non so se sia possibile. Io, onestamente, sotto i 6-10 gradi non berrei acqua per un lungo periodo.
Roy

nll
13-11-2010, 19:51
Sull'acqua oligominerale che fa male avrei qualche obiezione, perché non è quella che fa male, ma è l'abuso. Ciascuno deve valutare le proprie esigenze (possibilmente facendosi aiutare da un nutrizionista, o da un dietologo), perché molto dipende dalle abitudini alimentari del soggetto e dall'attività fisica che svolge. Per esempio, chi assume sali minerali in abbondanza attraverso altri alimenti, avrà la necessità di bilanciarli con un'acqua povera di sali, magari con solo quei minerali che diversamente non assumerebbe. Questo è il mio caso, per esempio, quindi sono anch'io un bevitore di acque leggere, sovente proprio quelle provenienti dalle terme di Vinadio (non c'è solo la S.Anna).

Quindi capisco il tuo tentativo di riprodurla con un adeguato filtraggio, ma torno a ripetere che la qualità dell'acqua non si misura esclusivamente dalla sua durezza.

Vi sono acque minerali, specialmente al centro Italia, che hanno una durezza notevole e hanno un grande mercato, perché sono sapide, ma alcune di queste sono state sconsigliate per l'alimentazione dei neonati, addirittura una di queste acque faceva la propria reclame tutta improntata sull'uso per i neonati ("l'acqua della nuova vita" era uno dei suoi slogans più popolari). Ora sono poche le acque in bottiglia che possono mettere in etichetta di essere idonee per l'alimentazione dei neonati, tra queste ci sono le oligominerali che provengono dalle stesse zone del Piemonte, dalle montagne tra la provincia di Cuneo e quella di Torino.

Un'acqua minerale con alto contenuto di sali e altri minerali che un tempo veniva liberamente venduta nei supermercati, ora è ritenuna un farmaco e la si trova in farmacia: un suo uso eccessivo può causare molti danni a chi non necessita di quei dosaggi di sali minerali.

eroyka
13-11-2010, 21:04
Ciao,
penso che stiamo confondendo le idee a ftac ;)

Caro Nll, certamente hai ragione che la cosa va soppesata caso per caso, nel senso di legarla alle abitudini alimentari della persona.
Però, a mio modo di vedere e per quelle che sono le mie conoscenze, un'acqua che ha una durezza di 1 grado o meno... è, per il corpo umano quasi distillata.
Assumendo grandi quantità di queste acque (e qui hi ragione sull'abuso... ma l'abuso di acqua non dovrebbere circa esistere poichè bere acqua sana fa sempre bene!) si va a rubare i minerali dall'acqua intracellulare che è più "sapida". Per cui se non vengono assunti minerali con altre fonti (il cibo ovviamente ne da di suo) si rischia che lentamente l'acqua assunta vada a impoverire le riserve di minerali del corpo perchè l'acqua oligominerale le ruba dalle cellule e la espelle con le urine.

Per cui... ci vuole equilibrio e assumere un acqua di media durezza (10gradi?) che si mantenga neutra rispetto all'organismo. (ovviamente pura da sostanze inquinanti).
Roy

nll
13-11-2010, 22:00
A me che piace mangiare saporito, i minerali li assumo quasi in eccesso dagli alimenti e controbilancio con l'acqua, sempre in abbondanza, che essendo povera di sali sottrae l'eccesso che ho introdotto per altre vie. Non ho un'attività che mi comporta grande sudorazione, quindi mi va giusto bene un'acqua povera di sali minerali. Quei rari casi nei quali mi capita di potermi dedicare un po' alla corsa, allora e solo allora gradisco una di quelle bibite, di cui non faccio il nome, ricche di sali minerali.

Torno a dire che non è possibile generalizzare è sempre doveroso fare i conti con le abitudini alimentari e con l'attività fisica che si fa. Per molti può essere utile tenere in casa almeno un paio di tipi di acqua (per chi fa piacere, quella del rubinetto e una imbottigliata) che abbiano caratteristiche diverse in termini di contenuto di sali minerali e quindi bere quella che in quel momento è maggiormente indicata alle richieste del nostro fisico.

Se ftac vuole filtrare l'acqua di casa al punto da renderla leggera come l'acqua che ha usato come riferimento, potrà sempre acquistare un'acqua più mineralizzata per quando avrà necessità di integrare, o non disperdere, sali minerali, oppure può fare come me, che ho in casa le famose bevande per sportivi, che io, ma soprattutto i figli, beviamo all'occorrenza.

eroyka
13-11-2010, 23:06
Ciao,

in tal caso nll il tuo discorso fila per quello che è il benessere dell'organismo.
L'unica cosa che non mi piace è la quantità di bottiglie che compri... quelle non fanno bene all'ambiente.. e quindi neppure a noi :preoccupato: pur se da un'altro punto di vista.
Bye!

nll
14-11-2010, 10:50
Per le bottiglie hai ragione, faccio la differenziata spinta, ma so che non è sufficiente. Purtroppo vivo anche in una zona che non è alimentata dall'acqua buona che sgorga a meno di 10km da casa mia, in montagna, ma viene prelevata da un pozzo di pianura che alimenta l'acquedotto della zona sud di Torino. Quest'acqua è "sana" da quando hanno innalzato i limiti di tolleranza per alcuni inquinanti impiegati in agricoltura nelle vicinanze del pozzo di captazione. Quando sono venuto ad abitare dove sto adesso, avevo una decina di pesci rossi che tenevo in un piccolo acquario che mi sono ovviamente portato appresso. Nel giro di meno di un mese, uno ad uno li ho trovati pancia all'aria stecchiti. L'unica cosa che era cambiata rispetto a prima è stata l'acqua del rubinetto...

Spero che a ftac il filtraggio dell'acqua dia migliori risultati di quelli che mi ha garantito il mio acquedotto.

Da meno di un anno, però, in zona sono stati installati punti di distribuzione d'acqua alla spina, che usano l'acqua dell'acquedotto e la filtrano ulteriormente, la refrigerano lievemente e per chi lo desidera l'addizionano di anidride carbonica per un'acqua più o meno frizzante.

saniterm
22-08-2012, 11:20
salve, l'acqua del rubinetto infatti dovrebbe essere potabile ma purtroppo durante il tragitto nelle tubazione (km e km) apporta varie modifiche che a monte non c'erano. gli acquedotti delle citta mettono (anche online) esposti i vari parametri all'uscita dell'acquedotto ma per curiosita' prova a chiedere se ti danno la certificazione di potabilizzazione all'uscita del rubinetto di casa :-)

diezedi
26-08-2012, 23:29
Buona sera, approfitto delle vostre conoscenze per chiedere se questo prodotto ha un "senso",cioè una qualche validità.Magnetikalm - I magneti della salute - salute benessere e magneti a campo stabile - ECO 1 la piastra megnetica per il benessere e la salute - Magnetikalm ECO 1 - (http://www.medicinaecologica.it/ECO%201.htm)

riccardo urciuoli
26-09-2012, 19:45
oddio, direi proprio di no, a me sembra una bufalona...

diezedi
29-09-2012, 22:27
Però chissà,forse,può darsi,non si puo mai dire:L'acqua ha memoria. Montagnier: «Così si diagnosticano le malattie» - Salute 24 - Il Sole 24 Ore (http://salute24.ilsole24ore.com/articles/13380-l-acqua-ha-memoria-montagnier-cosi-si-diagnosticano-le-malattie) .

riccardo urciuoli
29-09-2012, 22:53
Beh, non mi sembra sia attinente...

Che l'acqua possa 'memorizzare' tracce di sostanze e/o malattie è ovvio, e immagino che i ricercatori stiano preparando complicati macchinari per rilevare tali tracce.
Che sia sensata l'omeopatia a me sembra una conclusione del giornalista; sarebbe come dire che finchè nei liquidi corporei restano tracce anche tenui di una malattia che ho avuto non sono guarito...

Un magnete lugo il tubo... non ha effetti dimostrabili, e se proprio può avere effetti potrebbero essere anche deleteri, chi dice che la direzione scelta per le linee di forza sia quella giusta?

Bah e strabah....

diezedi
30-09-2012, 15:19
:bye1:Era solo in riferimento alla prima parte che parlava di effetti elettro magnetici, che in effetti non sono spiegati in quest articolo,sulla "trasmissione di informazioni" tramite l acqua.L omepatia,come tante altre cose,anche "certe",è una scelta :Luc colpisce ancora � Oggi Scienza (http://oggiscienza.wordpress.com/2011/07/27/luc-colpisce-ancora/) o Il Nobel e la memoria dell’acqua � Oggi Scienza (http://oggiscienza.wordpress.com/2010/06/29/il-nobel-e-la-memoria-dellacqua/) Io poi,purtroppo,sono un "incerto" di natura.

tascappane
05-11-2013, 18:03
Salve
da poco mi sono trasferito in puglia.
L'acquedotto dichiara potabile l'acqua, ma non so cosa succeda alla stessa lungo tutto il percorso fino al centro storico della città, per poi giacere nel serbatoio (1000lt inox) e quindi passare in autoclave fino al rubinetto.
Anche se l'acquedotto dichiara l'acqua potabile (al pozzo) ed il sapore non è poi così sgradevole, non mi fido nel bere l'acqua così come esce dal rubinetto.
Finora ho acquistato le odiate bottiglie, ma stanco di fare il facchino, ho acquistato un sistema osmosi economico (ebay) 5 stadi membrana 400gpd, produzione diretta senza accumulo. Ho acquistato anche un kit per la miscelazione tds (non previsto nel mio modello) e lampada UV.

Mi è sembrato di capire che la lampada deve essere sempre accesa è corretto ciò?

Un altro dubbio riguarda la modalità di collegamento del rubinetto di miscelazione, in quanto non essendo specifico per il mio modello occorre qualche adattamento.
è corretto collegarlo dopo la pompa booster, che realizza un ponte tra ingresso ed uscita dalla membrana?
è corretto aggiungere la valvolina di non ritorno fornita con il kit tra la membrana ed T di miscelazione a valle della membrana?

nll
09-11-2013, 09:27
Meglio che si esprima un chimico che tratti le analisi delle acque, o uno d'estrazione medica che ti possa raccontare qualcosa sui metodi di sterilizzazione UV. Io non sono né l'uno, né l'altro e posso solo raccontarti delle mie esperienze dirette.

Intanto suppongo che la lampada UV vada lasciata accesa fin tanto che ci sia la possibilità d'immissione d'acqua non trattata sotto il suo fascio di luce, per il tempo necessario ai raggi UV di svolgere il loro compito (la sterilizzazione non è istantanea, richiede un tempo minimo d'esposizione). Ma non serve che l'acqua sia sterilizzata, bensì che non contenga batteri e virus nocivi (alcuni batteri sono addirittura utili al nostro organismo!), quindi è opportuno che qualcuno che ne sappia più di me ti indichi il giusto grado di sterilizzazione che devi realizzare sulla tua acqua.

Sulle valvole di non ritorno, confesso che non ho capito bene tutto quello che hai scritto, ma suppongo che le valvole vadano certamente messe per evitare che una brusca variazione di flusso, aprendo o chiudendo l'acqua, faccia percorrere in senso inverso l'acqua trattata e/o quella non trattata. Ma potrebbe anche essere un falso problema, in quanto l'anidride carbonica che eventualmente aggiungi è in sovrapressione e quindi lei stessa impedirebbe un ritorno, inoltre un ritorno alla sterilizzazione UV non dovrebbe costituire un danno. Sono il ritorno verso l'acquedotto è vietato per Legge (non tutti farebbero rientrare acqua migliore di quella che ne è uscita) e quindi immagino che l'unica valvola di non ritorno vada posta sul rubinetto d'immissione dell'acqua sul tuo sistema idrico, per altro dovresti già averla.

tascappane
10-11-2013, 22:43
Intanto suppongo che la lampada UV vada lasciata accesa fin tanto che ci sia la possibilità d'immissione d'acqua non trattata sotto il suo fascio di luce, per il tempo necessario ai raggi UV di svolgere il loro compito (la sterilizzazione non è istantanea, richiede un tempo minimo d'esposizione).
Ok, lampada sempre accesa, risparmio di cercare un modo di pilotarla


Sulle valvole di non ritorno, confesso che non ho capito bene tutto quello che hai scritto
effettivamente....
http://imageshack.com/a/img542/571/hgyl.jpg (http://imageshack.com/i/f2hgylj)
io ho aggiunto all'impianto base, quanto in verde....
p.s. nessun sistema di gasatura dell'acqua.

la lampada la ritengo necessarian in quanto eventuali batteri (magari accumulati nella cisterna di stoccaggio) potrebbero giungere al mio bicchiere tramite il ramo di miscelazione di salinità.

Non mi è ancora arrivato il tds meter, per cui tengo la lampada spenta e la valvola tds chiusa.
E' corretto il collegamento che ho fatto? In caso negativo mi date una mano a rimetterlo nel modo migliore?

mrcrowley
14-01-2014, 13:00
Dietro consiglio di un ex-venditore di prodotti per la depurazione dell'acqua e dopo aver fatto fare l'analisi delle acque al rubinetto, mi ero ormai convinto (in questa eterna diatriba con l'osmosi) a prendere e installarmi un filtro EVERPURE 4DC.
Adesso ho trovato questa discussione e mi sono sorti nuovamente i dubbi.
Quanto costano adesso gli impianti a osmosi inversa ??

*** Sollecito rimosso. Violazione art.1 del regolamento del forum. nll ***

Quello che non capisco ... perchè se uno non ha particolari problemi (risultanti dalle analisi) dovrebbe andare cmq su un osmosi inversa ??
Solo per una questione di gusto + o - pesante a seconda del residuo fisso ??

riccardo urciuoli
21-01-2014, 13:27
io bevo acqua di rubinetto senza nessun filtro...
Però non ho capito se hai o non hai problemi di qualità e/o di gusto...

mrcrowley
21-01-2014, 13:37
Al momento non ho niente, solo un addolcitore che mi da acqua a 0°F (ma lo devo far regolare a 10°F) e quindi non saprei che gusto abbia. Ho intenzione, come detto, di montare un filtro EverPure 4DC e poi provare a berla.
Però immagino, vedendo i valori rilevati dal test di laboratorio, che essendo il residuo fisso e la conducibilità elettrica più alti di quelli dell'acqua S.Anna (che utilizzo di solito), il sapore sarà sicuramente diverso.

riccardo urciuoli
21-01-2014, 17:17
non ho esperienza diretta ma anche col filtro un'acqua di rubinetto avrà più sapore di una in bottiglia...

poi non tutto il residuo fisso contribuisce al sapore, solo (immagino) alcuni metalli e sali

mrcrowley
21-01-2014, 17:54
Boh ... non so .... cmq anche quando feci comparazione tra le diverse acque minerali in bottiglia, notai questo legame, tra sapore-gusto o leggerezza che dir si voglia, in rapporto con i valori di residuo fisso e conducibilità.

Cmq proprio adesso è venuto a casa quello dell'addolcitore a farci la manutenzione, e che consiglia l'osmosi inversa che guarda caso vende.
Lui: "Meglio l'osmosi perchè toglie tutto: calcio, sali etc"
Poi gli dico che voglio mettere un filtro ai carboni attivi e lui mi dice:"allora bisognerebbe metterlo prima dell'addolcitore, perchè se no hai l'acqua con poco o punto calcio e non va bene". Seeeeh ...

Mr.Hyde
02-03-2014, 16:30
Ciao ragazzi :)

cominciamo a dire che il trattamento con demineralizzatori , dolcificatori e osmosi inversa tolgono all'acqua le sue qualità salienti che sono proprio date dai minerali ( tra cui i sali di calcio e magnesio ),oltre a microelementi in essa contenuti .
facciamo distinzione tra acqua per consumo umano , e acqua per elettrodomestici batterie etc..

L'acqua destinata al consumo umano non puo' essere demineralizzata ( rischi per la salute ) , il calcio ed il magnesio contenuti sotto forma di bicarbonati sono una delle fonti maggiori di calcio e magnesio per il nostro organismo ( si dice bioassimilabile ) il calcio contenuto nel latte ad esempio è molto meno bioassimilabile del calcio contenuto in un'acqua ( a dire il vero il latte dopo i primi 2 anni di vita non ci serve piu', in quanto l'enzima "lattasi" (deputato al metabolismo del disaccaride "lattosio" ) viene prodotto in quantita' drasticamente inferiori dal nostro corpo, dando cosi' anche intolleranza e problemi intestinali oltre che a problemi di assorbimento dei minerali ).

Non è vero che le acque minimamente mineralizzate( molli) vadano preferite a quelle molto mineralizzate (dure)...anzi sembrerebbe il contrario , solamente in casi particolari (es.di patologie renali) vanno preferite le acque molli ma NON SODICHE o demineralizzate.

l'acqua completamente demineralizzata se usata per lunghi periodi , tende chiaramente ad eliminare anche i sali minerali dal nostro corpo(essendone avida), quindi non va bene in nessun caso creando problemi di assorbimento di calcio e magnesio con danni ai tessuti ossei ,ai denti alle unghie etc .

L'importante è che l'acqua rientri nei limiti dei parametri chimico fisici e microbiologici consigliati dall' istituto superiore della sanita' ed in conformita' alle leggi vigenti .

Il dolcificatore contiene resine sodiche a scambio cationico che trattengono tutti i cationi e rilasciano sodio al loro posto .. al posto di fare bene , ci tolgono gli elementi a noi indispensabili( calcio , magnesio ferro etc ) per inserirne uno che dovrebbe essere presente in piccolissime quantita' ..il sodio :(, che come sappiamo non fa' molto bene

Il demineralizzatore è usato normalmente per le caldaie industriali (con aggiunta di additivi) o nei laboratori chimici vista l'assenza totale di sali , è composto da una resina cationica acida ed una anionica basica . trattengono cationi ed anioni rilasciano H2O

L'osmosi inversa funziona grazie ad una membrana osmotica , tale membrana ha la peculiarita' di far passare solo le molecole di acqua , bloccando i sali minerali ( non mi addentro nel fenomeno per non complicare la vita a nessuno) .

Oltre alla beffa il danno ...

queste membrane e queste resine sono da sostituire spesso (ristagni), in quanto sono terreno fertile per batteri anche patogeni gravi .

tra l'altro non possono nemmeno essere utilizzate in caldaia cosi come sono ma devono essere ad un minimo di durezza , quindi rimiscelata con acqua grezza dell'acquedotto ( come si puo' vedere nell'impianto di tascappane )

osservazioni : prima togliamo i minerali dall'acqua spendendo un bel po' di soldini , poi compriamo gli integratori minerali ad alto costo per remineralizzarci ....fatemi capire ? ... si chiama business!

p.s. non ho parlato degli impainti magnetici in quanto non c'è letteratura scientifica o prove scientifiche che ne evidenzino l' efficacia .

per il gusto ....oltre ai sali e loro differenze di composizione c'è da ricordare la presenza di ferro e o solfuri.
inoltre le papille gustative vengono influenzate molto dalla presenza di CO2 sia la durezza (esaltata) che la morbidezza ( il gusto del dolce è influenzato parecchio , l'esempio classico è la c.cola ) ..provate a sgasarla e bevetela ...sentite come è piu' dolce di quando era gassata? eppure lo zucchero presente è uguale a prima) :)

spero di aver fatto un po' di chiarezza :)

cordialita'

Francy

mrcrowley
02-03-2014, 19:32
Quindi presumo che tu sia per la microfiltrazione ....
Io volevo mettere un filtro Everpure 4DC, ma in cucina mi arriva solo l'acqua addolcita, attualmente tarata a 15°.
L'alternativa sarebbe di metterlo al piano inferiore e all'esterno, derivando una linea non addolcita con acqua a 34-35°.
So che viene sconsigliata acqua con durezza inferiore a 15°, e per questo l'ho alzata da 10° a 15°.
Secondo te farei meglio a mettere il filtro sull'acqua non addolcita o va bene pure a 15° ??
ciaociao

Mr.Hyde
02-03-2014, 20:18
ciao mrcrowley :)


Quindi presumo che tu sia per la microfiltrazione ....

sinceramente io bevo sia l'acqua del rubinetto senza nessun tipo di trattamento ,che l'acqua in bottiglia, pero' il sistema di microfiltrazione non toglie sali minerali alla fine è la meno peggio ...ricordo a tutti che è assolutamente falsa la diceria che l'acqua viene analizzata solo al pozzo , altri controlli vengono eseguiti fino ai contalitri degli utenti (presi a campione su zona) dal contalitri in poi dipende dagli impianti realizzati ( è chiaro che se l'impianto è fatto con tubi zincati male oppure con altri materiali non idonei ,l'acquedotto e l'asl non si assumono le responsabilita' ,in quanto di competenza dell' installatore)..questi controlli sono obbligatori per legge su tutta la rete idrica

io sarei per il non trattamento a meno che l'acqua non venga dichiarata non potabile .

comunque se proprio lo vuoi montare dovresti montarlo possibilmente sulla linea dell' acqua non trattata ( di solito con prefiltro a carboni attivi vegetali , altrimenti il tuo filtro si intaserebbe in poco tempo essendo i pori di dimensioni micrometriche) l'acqua dolcificata come dicevamo prima ha molto sodio in piu' dell'acqua grezza anche se ti sei adoperato nella miscelazione con acqua grezza portando la durezza totale a 15° francesi .

in completamento ai discorsi di cui sopra aggiungo questo file pdf

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&ved=0CD4QFjAB&url=http%3A%2F%2Fwww.altroconsumo.it%2Fnt%2Fnc%2Fa rticoli%2Fl-acqua-del-rubinetto-e-buona-ma-non-ci-fidiamo-consumatori-diritti-e-mercato-14-n533070%2Fdownload&ei=h38TU4TzLqWJzAPa4YGYCg&usg=AFQjCNE3ErCN8zXGCG7obEyP2hdB-z9ZvQ

è molto interessante anche se un po' lunghino ...buona lettura :)

Francy :)

mrcrowley
02-03-2014, 21:00
mah ... molto sodio ... quanto sarebbe ??? Perchè a norma di legge i cloruri in generale devono essere inferiori a 250 mg/l.
A me con l'addolcitore in funzione, mi da 63,7 mg/l, quindi abbondantemente inferiore al limite di legge.

Mr.Hyde
02-03-2014, 21:37
mr , i cloruri non sono il sodio :)

lo ione cloruro è Cl- , mentre lo ione sodio è Na+

tu che analisi intendi quindi? l'anione cloruro o il catione sodio?

mrcrowley
02-03-2014, 21:41
Nei cloruri é compreso il cloruro di sodio, che é il comune sale da cucina.

Mr.Hyde
02-03-2014, 21:43
no ...i cloruri sono solo cloruri ...guarda una bottiglia dell'acqua per favore :)

mrcrowley
02-03-2014, 21:59
Guarda io non sono un chimico e non ne capisco niente, ma leggo e mi documento soltanto. Estratto da ImmediaTest Acqua - Universitá degli studi di Milano Bicocca:
"I cloruri sono composti inorganici contenenti cloro. Il cloruro piú conosciuto é quello di sodio, il comune sale da cucina. Sebbene non siano stati dimostrati effetti tossici derivanti da questi composti sull' uomo, la normativa italiana stabilisce che la quantitá di cloruri nell' acqua potabile non deve superare i 250 mg/l".

Mr.Hyde
02-03-2014, 22:24
Ciao caro


Guarda io non sono un chimico

io si


la normativa italiana stabilisce che la quantitá di cloruri nell' acqua potabile non deve superare i 250 mg/l

come puoi notare dice " la quantitá di cloruri nell' acqua potabile non deve superare i 250 mg/l " ed è corretto , ma parla di cloruri cioè lo ione Cl- ..non parla di sodio ..sbaglio?


allora cerchero' di spiegarmi meglio nell'acqua trovi solfati , nitrati , carbonati , bicarbonati , cloruri , fluoruri , e molti altri anioni ...

il sodio potrebbe anche non esserci e non è in alcun modo collegabile alla quantità di cloruri ... in quanto i cationi presenti sono anche potassio, calcio, magnesio ,stronzio , litio ...etc ...

la resina cationica ( zeolite naturale o sintetica o permutite che sia) rigenerata ,contiene solo sodio legato nei suoi siti attivi , quando l'acqua passa sulla resina il calcio il magnesio il litio etc vengono bloccati ( nei siti attivi) e scambiati con ioni sodio presenti sulla resina... questo processo aumenta la quantita' di catione sodio ,lasciando invariato lo ione cloruro bicarbonato carbonato etc ...

quindi l'acqua che prima conteneva poco sodio adesso ne contiene molto di piu' a discapito del calcio magnesio etc ... mentre gli anioni rimangono invariati

quindi i cloruri non c'entrano nulla con il sodio ...

non so' se mi sono spiegato bene ...spero di si :(

cordialmente

Francy

alerizzo74
11-03-2014, 17:01
Salve a tutti ,
avrei bisogno di un vostro consiglio riguardo a un eventuale sistema di filtraggio a valle del contatore acqua di una casa da me ristrutturata appena un anno e mezzo fa.
Questa casa si trova a Siracusa, dove l'acqua e' molto calcarea (35 gradi Francesi), acqua fatta analizzare circa 1 anno fa.
Attualmente non ho nessun filtro dopo il contatore dell'acqua, ma mi piacerebbe, dopo aver letto questo 3ad e anche questo http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=4544540 (http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=4544540)
inserirlo, visto che il genio del mio idraulico non ne ha messo nessuno e le assicuro che arriva spesso sabbia per continui lavori all'acquedotto.
Il mio problema piu' grosso e' comunque il calcare; figuratevi che attualmente ho uno scaldino da 30 litri a cui ho dovuto cambiare la resistenza circa 6 mesi dopo l'installazione.
La cosa triste e' che circa 1 mese fa l'ho svuotato, ripulito la resistenza e tolta una busta di plastica di calcare dallo scaldino :(. Lo scaldino, che faceva prima della pulitura un ronzio da caffettiera, e' tornato silenzioso, ma dopo circa 1 sola settimana ha iniziato a fare rumore (molto triste).
Ho letto in generale di non utilizzare filtri ai polifosfati e poi holetto di un sistema a tre filtri in serie.
Per il mio problema questo sistema secondo voi attenua la problematica del calcare? Mi aveveano anche proposto di installare un addolcitore ma non posso attualmente sostenere questo costo e non sono cmq convinto nell'utilizzarlo. Il calcare sta progressivamente sporcando tutta la rubinetteria anche pulendo frequentemente e abbiamo notato che, da 6 mesi questa parte, i rubineti si macchiano molto, producendo la classica patina Bianca e sporcando di marrone il lavandino. Questo fenomeno nel primo anno di vita c'era ma era piu contenuto...
Come mai? L'analisi della durezza dell'acqua e' stata fatta a ristrutturazione completata. Un ultima informazione: il contatore dell'acqua e' nel balcone dell'appartamento dunque in contatto continuo della luce solare, come potrei ovviare a questo problema visto che i filtri non dovrebbero stare alla luce?

Potreste darmi maggiori delucitazioni e/o delle dritte?

Vi ringrazio in anticipo,
Alessandro

riccardo urciuoli
11-03-2014, 23:20
risponderà qualcuno più esperto di me, io sono scettico sui filtri... comunque, se la durezza è veramente elevata secondo me devi operare selettivamente.
Alcuni addolcitori (forse tutti) non vanno usati sull'acqua potabile, e in generale il calcare è un problema solo dove l'acqua viene scaldata.
Quindi per esempio potresti usare un addolcitore solo prima dello scaldino, e filtro ad osmosi o roba del genere sul rubinetto della cucina.

I rubinetti ti tocca pulirli con l'aceto o il viakal, ma forse pensare di addolcire tutta l'acqua è dura.. e dovresti afrlo appunto in ingresso quindi sul balcone.

Il marrone non credo c'entri con la durezza, magari ci sono cantieri o lavori nelle vicinanze che sporcano l'acqua...

alerizzo74
13-03-2014, 13:49
Grazie per la risposta. Ok per l'addolcitore, ma purtroppo attualmente non mi e' possibile sostenere la spesa.
Ho letto in generale di non utilizzare filtri ai polifosfati e poi ho letto di un sistema a tre filtri in serie.
Per il mio problema questo sistema secondo voi attenua la problematica del calcare?
Questo sistema, che avevo letto sempre in questo forum, mi sembrava di capire che poteva cmq migliorare la situazione ecco perche' chiedevo maggiori informazioni.

Il marrone non credo c'entri con la durezza, magari ci sono cantieri o lavori nelle vicinanze che sporcano l'acqua... Quindi mi sembra di capire che se metto il filtro dissabbiatore a valle del contatore potrei ridurre le macchie nel lavandino. Corretto?

avestruz
26-04-2014, 16:58
Buongiorno, ho trovato dei vecchi post sul forum vecchio ma che qui non riesco a trovare e le ricerche mi portano nel nulla.
Non me ne vogliate se invece esiste qualche discussione.

Come tanti vorrei smettere di acquistare acqua in bottiglia e tentare di convincere mia moglie ad assaggiare l'acqua del rubinetto. E qui potreste già dirmi che è tempo perso.....

Scrivo da Genova e la qualità dell'acqua che arriva a casa mi confermano tutti che è decisamente buona e qualitativamente decente. La cosa che vorrei provare a fare è una filtrazione semplice con i più importanti stadi necessari senza complicarmi con osmosi inversa o UV. Quindi vorrei solo togliere il gusto "brutto" che ha l'acqua del rubinetto ed eventualmente tutte le "schifezze" più grossolane e chimicamente dannose per l'organismo "sano". - In famiglia non abbiamo necessità ne di arricchire l'acqua con qualcosa o di togliere qualche elemento ne per diete ne per problematiche varie - .
Inoltre non vorrei togliere tutte le sostanze che invece ci devono rimanere.
Concludendo e secondo quello che vedo in rete, potrebbe bastarmi un semplice impiantino con qualche stadio. Due o tre o quattro, non so........Qui arriva il punto dove ho necessità di aiuto.
Per lo spazio non ci sono problemi. Per il montaggio neanche.
Ho un vano della casa dove arriva l'impianto dell'acqua e da dove parte per servire l'appartamento. Pensavo di crearmi un punto dove prelevare acqua dall'impianto, filtrare e inserire un rubinetto per riempire le bottiglie di vetro da utilizzare. Ripeto che la necessita di filtrare e depurare è solo per acqua da bere. Solo successivamente potrei anche pensare di filtrare per "pulire" l'acqua che va alla lavastoviglie e/o lavatrice per questioni o di durezza o di calcare.

Da qualche parte ho trovato una possibile soluzione suggerita:

Primo stadio: pre-filtro 20 micron in prolipropilene estruso per fermare le particelle in sospensione più grosse (sabbia e ruggine).

Secondo stadio: filtro carbone estruso per rimuovere residui di cloro, prodotti di disinfezione, pesticidi, erbicidi, odori e sapori sgradevoli.

Terzo stadio: pre-filtro 5 micron in polipropilene estruso per fermare le particelle in sospensione più fini e per salvaguardare la membrana del quarto stadio.

Quarto stadio: Osmosi inversa per rimuovere batteri, virus, metalli pesanti, pesticidi.

Quinto stadio: post filtro a carbone attivo granulare che migliora il gusto dell'acqua osmotizzata.

CHE NE PENSATE?

Se evito lo stadio osmosi è come se non facessi niente o posso fermarmi al secondo stadio?

Fra gli stadi proposti, in quale si vanno togliere anche sostanze e/o minerali che in realtà non vanno tolti????

Eventualmente cosa proponete??



Grazie, saluti.

miradoc
27-04-2014, 11:04
Bevila tal quale: molto più sicuro ed economico.

Smilzo
28-04-2014, 10:01
Prenditi una caraffa filtrante della coop...

avestruz
28-04-2014, 13:25
Ringrazio i risponditori ma non mi aiutate....erano risposte ironiche??

Berla tale quale non risolve il mio problema del "gustaccio"
La caraffa della coop potrebbe avere lo stesso risultato dell'ipotetico impianto che vorrei fare?!?!?!?!
Con l'impianto potrei ottenere una Capienza maggiore, riempire le bottiglie quando voglio io e quante ne voglio io
Magari con un piccolo, modesto, economico impianto potrei avere qualche risultato in più la semplice caraffa che ha solo il filtro carbone....

Perché la proposta della caraffa? Pensate che il mio problema è solo aggiungere un filtro carbone pr togliere il gustaccio???
Non è sensato togliere anche qualche cosa in più???

Grazie

Smilzo
28-04-2014, 14:00
L'acqua filtrata non conviene tenerla tanto tempo in bottiglia (proliferazione batterica).
La caraffa filtrante coop è stata testata da altroconsumo: filtra bene, non rilascia sostanze tossiche, costa poco.
Filtrare l'acqua di rubinetto è "eccessivo", visto che la qualità dell'acqua di rubinetto è buona.
Puoi mischiare l'acqua di rubinetto o usarla al posto di una caraffa normale togliendo il filtro.

Fai una prova (perchè non è detto che poi l'acqua filtrata piaccia!).

pox1964
30-04-2014, 14:05
infatti ho fatto installare anni fa su pressione di mia moglie,il filtro per l'acqua a osmosi sotto
il lavello,dopo un paio di anni ha preteso di nuovo l'acqua in bottiglia,almeno il resto della
famiglia beve quella siamo in 5 altrimenti ogni volta che si faceva la spesa un carrello solo per l'acqua

spartano
02-06-2014, 06:41
Su questi filtri le opinioni sono contrastanti , leggete questo http://www.osmotic.it/files/1--relazione_PROTOCOLLO-SPERIMENTALE-OSMOTIC_finale-luglio-2006_4sb49kga.pdf , penso che del politecnico di milano ci si possa fidare , o no ?

gigisolar
09-06-2015, 21:58
Da qualche anno dalle mie parti l'acqua è molto clorata e fa veramente schifo berla.
Fino ad un paio di anni fa riempivo alcune bottiglie settimanalmente ad una fontanella dove c'era un'acqua molto buona, acquedotto del simbrivio, ma da un paio di anni anche li cloro, inoltre so che è usata per "tagliare" altre acque pesanti.
è iniziata quindi la trafila al supermercato per acquistare acqua minerale.
La settimana scorsa ho comprato la caraffa della coop che utilizza carboni attivi, ero un po scettico ma devo dire che in effetti il cloro lo toglie e l'acqua è tornata bevibile.
A volte penso che tutto quel cloro lo mettono apposta per far comprare l'acqua minerale.
Mi ricordo che da bambino l'acqua era clorata ma non 24 ore su 24, capitava per qualche ora ogni tanto....
Comunque secondo me se l'acqua del rubinetto è buona ma c'è il cloro la caraffa funziona.

mrcrowley
18-12-2015, 16:17
Nella mia zona, Toscana, é scoppiato un "caso Amianto", per via delle tubazioni in cemento-amianto. L' Asl e il gestore idrico però non ritengono ci siano problemi per la salute e non vogliono applicare il principio di precauzione. Ora mi domandavo se il mio filtro Everpure 4DC, che filtra il 99,7% delle fibre di amianto lunghe fino a 10 micron, sia sufficiente per stare tranquilli, oppure é meglio evitare ?

Inviato dal mio HTC One utilizzando Tapatalk

mrcrowley
22-06-2016, 19:03
Mi hanno proposto un apparecchio a osmosi inversa: Acquafarma. E' prodotto dalla Terminter e lo pubblicizzano come un apparecchio medico sanitario. Pare lo abbiano diverse Asl.
Mi ha detto che filtra parti fino a 0,0005 micron, ma non mi ha saputo dare info per la trattazione specifica dell' amianto (percentuale e lunghezza fibra).
Il costo non é poco, anche se invece dell' acquisto propongono un abbonamento da 300 euro anno compreso di manutenzione.
Qualcuno li conosce già ?

Saluti

innominato
22-06-2016, 23:33
mi domando ...

cosa centra l'amianto che eventualmente viene ingerito , con il mesotelioma pleurico ?

mrcrowley
23-06-2016, 08:31
Con il mesotelioma pleurico penso niente. Perchè l' ha detto qualcuno ??
La scienza medica non ha ancora provato che ci sia correlazione tra l' ingerimento di amianto nell' acqua e qualche forma di malattia. Per l' inalamento invece si.
Cmq a rigor di logica, penso si possa dire che bene non faccia.
Ma al di là del discorso amianto, il resto del discorso rimane valido.
Abbiamo infatti una conducibilità elettrica dell' acqua di 1100, ed un residuo fisso di 900, che vorremmo abbassare tipo la Lauretana (20).
Avendo già l' Everpure 4Dc, penso che l' unico apparecchio che possa farlo siano quelli a osmosi.

Inviato dal mio HTC One utilizzando Tapatalk

innominato
24-06-2016, 01:20
ciao mrcrowley :)


Cmq a rigor di logica, penso si possa dire che bene non faccia.

non posso che darti ragione !


La scienza medica non ha ancora provato che ci sia correlazione tra l' ingerimento di amianto nell' acqua e qualche forma di malattia. Per l' inalamento invece si.

qui purtroppo devo smentire ( o meglio non mi trovi in accordo ).

spiego perchè

già nel 1997 la Fondazione Maugeri , commissionata dalla regione toscana ,svolgeva attività di prelievi ed analisi sul territorio.

Dai dati emerge la presenza di fibre di amianto nelle acque potabili fluenti nei condotti in cemento-amianto. Ma la quantità di fibre contenute è altamente al di sotto della soglia minima ,ed in molti casi si avvicina al limite inferiore di rilevabilità dello strumento di analisi ( SEM ).

per intenderci il valore viene misurato in milioni di fibre in un litro . In toscana il valore massimo è a Livorno con 0,038 MFL (porto)

e Prato con 0,019 MFL (Monte Ferrato)

in altri casi le quantità si aggirano tra 0,002 e 0,006 MLF (milioni di fibre / litro )

secondo studi statunitensi della National Academy of sciences

le quantità ritenute pericolose se assunte quotidianamente per 70 anni sono state stabilite in 0,1 MFL

, esiste il rischio di contrarre un tumore gastrointestinale ogni 100.000 abitanti. dicono

mentre
l' OMS , IARC e ISS rispondono : non è cancerogeno nessun rischio per la salute non esistono studi che confermano

questo è quanto .

la mia opinione è che bisognerebbe cercare di fare maggior chiarezza , ma intanto non fare allarmismo inutile( allarmismo palpabile nei titoli dei quotidiani ...magari in prima pagina ).

nota/info

. in italia ci sono 125.000 km di tubazioni per acqua potabile in cemento-amianto !

in USA 560.000 Km e le fibre presenti in molti casi sorpassano di molto 1 MFL .

cordialmente

Francy :)

mrcrowley
24-06-2016, 06:39
Mi sembra invece che siamo abbastanza d' accordo. Ad oggi non ci sono evidenze scientifiche.
Cmq l' argomento amianto é abbastanza complesso. Quando ho un po' più di tempo magari, vedo di approfondire.
Intanto volevo affrontare la questione Osmosi.


Inviato dal mio HTC One utilizzando Tapatalk

innominato
25-06-2016, 01:59
ciao mr :)


Intanto volevo affrontare la questione Osmosi.



:D già lo sai cosa ne penso dei trattamenti che tolgono i sali minerali dalle acque per consumo umano

ma stavolta vorrei anche inserire il parere dell' OMS

dal documento " Linee guida sui dispositivi di trattamento delle acque destinate al consumo umano ai sensi del D.M. 7 febbraio 2012, n. 25 "

.......
( tenendo conto delle caratteristiche delle acque da trattare, della tipologia di trattamento adottata e della specifica apparecchiatura, attenzione specifica deve essere rivolta:
- ai potenziali rischi di un’eccessiva demineralizzazione delle acque e conseguente minore apporto di micronutrienti e sali minerali per il consumatore che potrebbe essere associata a taluni trattamenti

...........

"""" In particolare, è riconosciuto un ruolo importante dell’acqua nell’apporto di elementi minerali, tra i quali calcio e magnesio, principali determinanti della “durezza” di un’acqua; l’assunzione di tali elementi con l’acqua è sostanziale soprattutto per individui che ricevano contributi marginali degli stessi elementi da altre fonti alimentari, quali ad esempio individui intolleranti al lattosio o praticanti di diete pressoché esclusivamente vegetali. L’OMS, in considerazione dell’importanza della presenza di minerali essenziali nell’ acqua destinata al consumo umano e riferendosi non solo alle acque potabili ottenute mediante trattamenti di dissalazione ma anche ad acque ottenute da trattamenti domestici che comportino riduzione delle concentrazione di minerali essenziali tra cui calcio e magnesio, prevede che “Gli utilizzatori di questi dispositivi devono essere informati delle modifiche nella composizione minerale causate dai trattamenti e delle possibili conseguenze sull’ assunzione totale di sostanze nutritive. Ad esempio, coloro che vendono o installano questi dispositivi possono essere motivati ad attirare l’attenzione degli utilizzatori di queste apparecchiature circa l’eventualità di una ridotta assunzione di minerali.” L’OMS conclude, inoltre, con la raccomandazione generale che “Occorre informare i consumatori della composizione minerale dell’acqua, indipendentemente dal fatto che sia trattata o no”."""......
..

ARPAT (agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana), scrive :

"L'acqua potabile è una soluzione di ioni (ione calcio, ione sodio, ione bicarbonato ecc.) in concentrazione ottimale. L'acqua distillata ad esempio è da considerare non potabile perché priva di sali disciolti, lo stesso vale per l'acqua piovana o di fusione della neve". "

cordialmente

Francy

P.S. con questo non voglio dire che non utilizzo sistemi di questo tipo .

Nel mio laboratorio ho

1- demineralizzatore ( resine a scambio ionico , cationica ed anionica forte )

2- distillatore in vetro e piastre scaldanti in quarzo

3- osmosi inversa 5 stadi

4- ultrapurificatore millipore (acqua ultrapura grado 1)

solo che li utilizzo per uso analitico di laboratorio

mrcrowley
25-06-2016, 11:59
Mi confermi quanto scritto anche da FEM - Ambiente: "La presenza di sali è indispensabile ai fini della potabilità, in quanto l'organismo umano ha bisogno di una certa quantità di tali elementi. Tuttavia, un eccessivo livello di sali minerali è dannoso, sia perchè rende le acque troppo dure, sia perchè può alterare i caratteri organolettici...... Il valore ideale di residuo fisso nell' acqua potabile è di circa 500 mg/l, mentre la soglia massima è pari a 1500 mg/l."
Per venire incontro ai gusti della moglie, che soffre anche di ritenzione idrica, vorrei cercare di portare l' acqua dai 900 mg/l attuali, ai 500 mg/l.
Diciamo che l' impianto a osmosi dovrebbe essere tarato per abbassare un 50% dei sali.

innominato
25-06-2016, 13:32
... vorrei cercare di portare l' acqua dai 900 mg/l attuali, ai 500 mg/l.

ottimo ! :) se intendi usarlo in quel modo va benissimo .

da ricordare bene:

prima di incontrare la membrana osmotica ,l'acqua in ingresso ,transita in un prefiltro molto fitto (es.pori da 1 micrometro), poi in un filtro a carboni attivi , il filtro a carboni attivi elimina il cloro residuo e le sostanze formatesi per clorazione ( es. cloroammine). quindi migliora il gusto , ma allo stesso tempo , togliendo l'agente battericida , si presenta il rischio di proliferazione batterica.

è necessario quindi

soprattutto se con accumulo

acquistare un osmotizzatore a + stadi con trattamento battericida terminale. (esempio UVC)

solo per conoscenza... dal 50 al 70 % dell'acqua potabile che entra nel sistema di depurazione verrà buttata in fogna, insieme ai minerali tolti.

questa perdita è necessaria al normale funzionamento della membrana osmotica

il mondo green però potrebbe fare questa osservazione

scusa , entrava acqua potabile , gli togliamo i sali minerali , e ne buttiamo via il 50% ,

....non so :( ma io la vedo male sull'etica ambientale ,quando c'è gente che muore di sete o non ha acqua potabile.

con questo non voglio per nulla criticare la tua scelta , ma solamente informare sulle potenziali negatività di questi sistemi

Francy

mrcrowley
25-06-2016, 17:47
Ne sono a conoscenza, ma d'altronde continuare a comprare bottiglie di plastica non é cmq un crimine ambientale ?
Cmq fosse x me berrei la microfiltrata con 900 di residuo fisso, e mi risparmierei un millino di macchinario.
A proposito di questo, per un consiglio specifico sulla macchina, posso metterlo qui o apro un nuovo post ??

Inviato dal mio HTC One utilizzando Tapatalk

innominato
26-06-2016, 16:03
ma d'altronde continuare a comprare bottiglie di plastica non é cmq un crimine ambientale ?

diciamo che probabilmente per un paese che ha acqua potabile su quasi tutto il territorio , essere al 1° posto in europa e 3° al mondo per consumo procapite di acqua confezionata in bottiglia (che magari in alcuni casi è anche di qualità inferiore a quella di rubinetto)è abbastanza un controsenso, se poi consideriamo il prezzo di quella in bottiglia ...è una RAPINA! :(


per un consiglio specifico sulla macchina, posso metterlo qui o apro un nuovo post ??

non saprei .. prova a inserirlo qui , in caso sia OT penso che te lo possano spostare gli admin/mod

p.s. ho fatto un calcolo bolletta acqua alla mano

io pago 1000 litri di acqua potabile la cifra di 1,8 €
quindi 1 litro la pago 0,0018 €

prezzo medio al litro dell'acqua imbottigliata = 0,3 €:devilred:
in pratica se consumo acqua servita dall'acquedotto , con 0,3 € compro 166 litri di acqua :spettacolo:

nel prezzo medio,ovviamente non vengono considerate queste acque.. :D:D

http://www.acquedilusso.it/dettaglio_prodotto.php?lang=ita&menu=196&pagina=121


cordialmente

Francy :)

mrcrowley
27-06-2016, 11:22
Mi hanno proposto un apparecchio AcquaFarma, prodotto da Terminter a 330 euro l' anno x 10 anni, dicendo che la macchina è gratis :spettacolo:
Poi ho trovato le macchine OsmoGreen sul sito AcquaTua, dove si può scegliere i modelli completi del microfiltro Everpure, oppure senza. Ovviamente a me interessa senza, avendolo già.
Infine il mio rivenditore di zona, con cui ho già fatto il dolcificatore, mi propone una macchina tutta installata a 1000 euro con queste caratteristiche:
Produzione nominale 90 l/h
carrozzeria in alluminio
motore raffreddato ad aria 180W
pompa rotativa a palette da 300lt/h
salinità regettata 96/98%
mix regolatore salinità
filtro carbone attivo granulare in-line 12"x2,5"
filtro per sedimenti in line 12"x2,5"
membrane osmotiche n°2 TW30 1812
ritardo avvio pompa
sensore antiallagamento
auto flushing delle membrane

Con questo praticamente, il mio filtro Everpure lo posso pure buttare, in quanto è già corredato ed addirittura lo ha (marca italiana) da 0.3 micron, contro i 0.5 dell' Everpure. Inoltre ha un costo della metà di quello della Everpure.

innominato
28-06-2016, 16:34
ciao mr. :)


Mi hanno proposto un apparecchio AcquaFarma, prodotto da Terminter a 330 euro l' anno x 10 anni, dicendo che la macchina è gratis :spettacolo:

mizzica con 330 euro all'anno compri 1100 litri di acqua in bottiglia ( al prezzo medio 0,3 € /l).

se siete in 2 e bevete tutti i giorni almeno 3 litri di acqua( 1,5 l/giorno a testa) , in 1 anno consumate circa 1095 litri.

quindi non rientri mai nella spesa (considerando anche i costi energetici ), e paghi l'acqua di + di quella in bottiglia .

con il sistema proposto dal tuo rivenditore di zona (a proposito .. non sai il modello? ) teoricamente rientreresti nella spesa in circa 3 anni ( se consideri i consumi che ho stimato sopra,però.. non ho considerato l'acqua per cucinare).

ma ti dovrai pagare le manutenzioni ordinarie , quindi effettivamente non so in quanti anni ci rientri



cordialmente

Francy :)

mrcrowley
28-06-2016, 20:05
Si chiama Osmosystem, ma credo che siano macchine assemblate con vari pezzi da loro .... cioè non mi risulta che siano di un marchio di fabbrica.
Se fanno come con gli addolcitori, a quel che ho capito, prendono la testata con l'elettronica da un fornitore, il cabinet da un altro etc etc ... però l' addolcitore ce l'ho da 10 anni e funziona ancora come nuovo.
Della macchina AcquaTua che mi sai dire ?? Come caratteristiche sono equiparabili ?? Con quelle avrei il vantaggio di poter continuare ad usare l' Everpure 4DC, altrimenti lo butterei via.
D'altronde i filtri dell' Osmosystem costano 20 euro contro i 45 di Everpure, e come detto sono 0.3 micron. Vanno cambiati ogni 6 mesi, quindi 40 euro l'anno.

innominato
03-07-2016, 20:26
Si chiama Osmosystem, ma credo che siano macchine assemblate con vari pezzi da loro .... cioè non mi risulta che siano di un marchio di fabbrica.
Se fanno come con gli addolcitori, a quel che ho capito, prendono la testata con l'elettronica da un fornitore, il cabinet da un altro etc etc ...


è questo? :D

H2O - Osmosystem (http://www.h2odepuratori.com/prodotti/impianti-a-osmosi-inversa-ad-accumulo/item/175-h2o-system.html)

mrcrowley
03-07-2016, 20:31
Sembra quello però .... il sopra mi sembrava squadrato ... senza quella curvatura. Poi era nero ....e anche la scritta H2O non mi sembra ci fosse.
Ti ripeto loro non mi hanno mai parlato di marca. Dietro mia richiesta mi ha fotocopiato alcuni dati tecnici, su cui c'è il nome Osmosystem, ma non il nome della ditta.

innominato
03-07-2016, 20:37
Dietro mia richiesta mi ha fotocopiato alcuni dati tecnici, su cui c'è il nome Osmosystem, ma non il nome della ditta.



prova a vedere se corrisponde alla tua descrizione :spettacolo:



Produzione nominale: 100 L/h (+/- 10%)
Motore 180W 220V – 50 Hz
Pompa rotativa a palette 300 Lt/h
Salinità rigettata: 96/98 % (+/- 10%)
Mix regolatore della salinità
Filtro: PPF in-line 12″ x 2,5″
Filtro: CTO in-line 12″x2,5″
Membrane Osmotiche: n°2 TW30 1812
Centralina di controllo funzioni elettronica
Ritardo avvio pompa
Sensore antiallagamento
Auto flushing delle membrane
LED di segnalazione: esaurimento filtri, antiallagamento
Dimensioni (cm): L 44 – P 42 - H 10,5

mrcrowley
03-07-2016, 20:45
Simile ... molto simile. Ma qualcosa differisce, tipo:
Produzione nominale 90 L/h
Salinità rigettata: 96/98% (+/-20%)
Centralina di controllo funzioni elettronica ASSENTE
LED di segnalazione: esaurimento filtri, antiallagamento ASSENTE
Dimensioni (cm): L 43- P 40 - H 10,5

Questo tuo, potrebbe essere una versione superiore dello stesso prodotto. Non credi ??

innominato
03-07-2016, 20:58
allora dovresti chiedere se l'apparecchiatura

risulta in conformità con quanto previsto dalle seguenti Direttive comunitarie, comprese le ultime modifiche e con la relativa legislazione nazionale di recepimento D.M. 174/04 del Ministero della Salute, del 6 aprile 2004, sui materiali e gli oggetti che possono essere utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano.2006/95/CE direttiva bassa tensione.94/9/CE direttiva APEX.2002/95/CE direttiva RHOS.2002/96/CE direttiva RAEE.CEI EN 55014-1:2008-01 in riferimento alla direttiva EMC2004/108/CE direttiva compatibilità elettromagnetica.

mrcrowley
03-07-2016, 21:16
Woow ... ok.

Ma come ti sembrano ?? Buone come caratteristiche ?? Intendo quella che hai postato tu e la mia.

innominato
03-07-2016, 21:34
può andare , sempre che sia conforme :)

mrcrowley
05-07-2016, 14:31
A me sembra più questo: http://www.osmosystem.com/index.php/store/depuratori/depuratori-domestici.html
Cmq mi sembra che si assomigliano un po tutti.

Inviato dal mio HTC One utilizzando Tapatalk

Lupin4
12-09-2016, 11:24
Ciao! vorrei un vs parere, qualcuno utilizza sistemi simili a questo Depuratore purificatore per acqua ultrafiltrazione 5 stadi | eBay (http://www.ebay.it/itm/Depuratore-purificatore-per-acqua-ultrafiltrazione-5-stadi/171944199810?_trksid=p2047675.c100005.m1851&_trkparms=aid%3D222007%26algo%3DSIC.MBE%26ao%3D1%2 6asc%3D20140620091323%26meid%3D463b73205f1041e78ec 146a954e5088b%26pid%3D100005%26rk%3D2%26rkt%3D6%26 sd%3D112120026224

V)orrei evitare di utilizzare la lampada UV ma al suo posto una membrana a ultrafiltrazione, se c'è qualcuno che lo sta già utilizzando mi può far sapere come si trova?

fabiobr
30-09-2016, 08:43
salve, ho dato un'occhiata veloce alla discussione.
sarei interessato all'acquisto di un filtro(meccanico, senza l'uso di sostanze chimiche) da montare all'uscita del contatore, in maniera da preservare tutto l'impianto e relative utenze ad esso collegate( lavatrice, caldaia metano,etc)
cosa importante, beviamo l'acqua del rubinetto e vorremo continuarlo a farlo.
per quest'ultimo motivo vorrei escludere i filtri con polifosfati o altre sostanze chimiche.
domanda, magari banale:
i filtri (esempio preso a caso) di questo tipo, Filtro autopulente per caldaie impianti idrici domestici - Fornid (http://www.fornid.com/filtri-per-acqua/1006-filtro-autopulente-per-caldaie-impianti-idrici-domestici.html) che efficienza possono avere?
grazie

mrcrowley
24-12-2016, 19:12
ciao mr :)
:D già lo sai cosa ne penso dei trattamenti che tolgono i sali minerali dalle acque per consumo umano

ma stavolta vorrei anche inserire il parere dell' OMS

dal documento " Linee guida sui dispositivi di trattamento delle acque destinate al consumo umano ai sensi del D.M. 7 febbraio 2012, n. 25 "


Ciao Inno, volevo riportarti questo articolo, a proposito delle fibre di amianto nell' acqua potabile.
Rischio clinico da ingestione di fibre di amianto in acqua potabile | Epidemiologia & Prevenzione (http://www.epiprev.it/intervento/rischio-clinico-da-ingestione-di-fibre-di-amianto-acqua-potabile)
Se ti va di darci una lettura.

mrcrowley
19-01-2017, 13:30
Inno ci sei ??? :bye1:

innominato
21-01-2017, 18:33
ciao carissimo

eccomi :)

di fronte a quello studio,ho ben poco da dire :(

mi vien la pelle d'oca leggendo questa frase nell'abstract...

" Il riscontro di amianto in campioni istologici di carcinoma del colon e nella bile colecistica suggerisce la possibilità che, oltre alla migrazione/ traslocazione dai polmoni ad altri organi per via linfatica, sia possibile un riassorbimento intestinale delle fibre e il raggiungimento del fegato attraverso la circolazione portale."

magari il parere di un medico sarebbe gradito ,(ad esempio BrightingEyes)

cordialmente

Francy :)

Optmum
24-01-2017, 20:06
Ho visionato quell'impiantino messo in vendita su ebay... dicono fandonie... quello è un impianto ad osmosi inversa con tanto di "vessel" e dentro la membrana osmotica.
Con ciò, risulta efficace nel fare barriera alle fibre di amianto/asbesto; le membrane osmotiche riescono a bloccare anche la stragrande maggioranze dei virus presenti nell'acqua. La lampada UV si rende necessaria qualora il "permeato" ( acqua depurata ) non viene spillata al momento e viene stoccata nell'apposito serbatoio pressurizzato per essere consumata in un tempo successivo... comunque, la produzione di acqua depurata di questi impiantini è davvero piccola visto che "lavorano" a bassa pressione.

Ho visto il filtro auto pulente per caldaie, non è altro che un piccolissimo "filtro ciclone" adatto a bloccare particelle solide ( sabbia ruggine e simili ) di gran lunga più grandi delle fibre di amianto... quest'ultime invece, considerata la loro leggerezza e microscopicità rimangono in sospensione e le troviamo pari pari nel bicchiere.. magari un piccolo abbattimento lo fanno, ma per causare di quei danni clinici, bastano poche fibre, sicuramente molto meno di quante quel filtro lascia passare. Auto pulente perché ad intervalli regolari ( secondo l'uso e la tipologia di acqua e tubatura ) c'è la possibilità tramite apposito rubinettino di poter scaricare il sedimento che si forma in basso... nulla di eccezionale e nulla di veramente funzionale per l'uso " anti amianto ".

f.sco

innominato
25-01-2017, 07:31
Ciao a tutti :)


scritto da Optmum
Ho visionato quell'impiantino messo in vendita su ebay... dicono fandonie... quello è un impianto ad osmosi inversa con tanto di "vessel" e dentro la membrana osmotica.

prima di scrivere " dicono fandonie " (diffamazione)

senza offesa ... ma evidentemente hai visionato con fretta/superficialità :) guarda bene

vedi che quel vessel ha solo 1 entrata e 1 uscita e NON c'è lo scarico del concentrato?

secondo il mio parere non è un sistema RO , ma è un sistema UF.(proprio come dichiarano)

cordialmente

Francy

mrcrowley
25-01-2017, 16:33
... quello è un impianto ad osmosi inversa con tanto di "vessel" e dentro la membrana osmotica.
Con ciò, risulta efficace nel fare barriera alle fibre di amianto/asbesto; le membrane osmotiche riescono a bloccare anche la stragrande maggioranze dei virus presenti nell'acqua.

Scritto così sembra che con un impianto osmosi, si può stare tranquilli, anche in caso di presenza di fibre di amianto. Siamo proprio sicuri ??

Optmum
25-01-2017, 22:47
Ho ricontrollato come giustamente hai segnalato tu... innominato, diciamo che sarà come dicono loro ma i particolari io non sono riuscito ad individuarli con certezza come ti è riuscito di fare comunque, salvo aver "sparato" a zero( senza rifletterci) circa la reale tipologia dell'impiantino, rispondendo a mrcrowley, si può sicuramente affermarechel'ultrafiltrazione non si spinge oltre a certi livelli come invece può fare il sistema ad osmosi inversa ( Reverse Osmosis => R.O. ), il tutto viene proposto a seconda la necessità del "cliente" e alla spesa che vuole sostenere infatti, un impianto R.O. risulta più complesso e deve essere monitorato ( severamente ) nel suo funzionamento.

Venendo alla domanda...
si, un impianto R.O. correttamente dimensionato e "gestito", garantisce acqua pura quindi priva di inquinanti sia solidi che in soluzione pertanto, le fibre di amianto rientrano nella tipologia delle sospensioni o dei solidi... e vengono espulsi con l'acqua di scarico. Altra differenza nel ciclo di funzionamento rispetto all'ultrafiltrazione, l'impianto ad osmosi inversa consuma molta acqua primaria poiché il sistema prevede una sorta di lavaggio in contemporanea alla produzione di acqua "filtrata" ( osmotizzata - permeato ), con un impianto ad osmosi, dovrai controllare/aggiustare (e reintegrare )i valori dei sali disciolti perché il processo R.O. impoverisce il permeato/acqua-depurata di questi componenti.

f.sco

mrcrowley
25-01-2017, 22:55
Quindi osmosi ... i modelli che avevo postato addietro vanno bene ??

Come si reintegrano i sali in tali impianti ??

innominato
26-01-2017, 11:58
scrivo di fretta

Ciao a tutti :)


Come si reintegrano i sali in tali impianti ??

è proprio questo il punto , negli impianti osmotici casalinghi è presente una valvola miscelatrice che regola la salinità .

Questa valvola miscela parte dell'acqua a monte della membrana osmotica(ingresso) , con l'acqua a valle in uscita dalla membrana , in sorta è un by pass !(valvola regolatrice di salinità)

Quindi se i filtri a monte della membrana osmotica non hanno capacità di trattenere particelle solide delle dimensioni di circa 0,5 -0,1 micrometri, una parte dell'amianto in sospensione ,te lo bevi ugualmente . aggiungo che l' acqua che arriva sulla membrana osmotica non deve in alcun modo contenere particelle solide o comunque il meno possibile ,pena l'intasamento prematuro delle membrane e relativi problemi connessi.

Per non bere amianto in sospensione dovresti montare dopo il filtro a carboni attivi e quindi prima della valvola miscelatrice , un filtro microfiltrante o meglio ultrafiltrante.


Conclusioni :


se il tuo obbiettivo è eliminare l'amianto in sospensione perché comprare un sistema ad osmosi inversa , se poi per renderlo efficiente ti serve un sistema di microfiltrazione o di ultrafiltrazione che ovviamente dovrai comprare ?

se invece il tuo obbiettivo è togliere sia i sali che l'amianto allora può andare bene .

cordialmente

Francy :)

livingreen
26-01-2017, 12:32
Infatti, Francy, stavo pensando proprio la stessa cosa... Se una membrana con fori da 1 micron trattiene i batteri, una con fori da 0,1 trattiene anche i virus e una a osmisi inversa ha i fori ancora mille volte più piccoli e trattiene tutto... ma per quale motivo allora si mette una lampada UV se in quell'acqua non ci può essere più nulla?
Risposta: perchè all'acqua osmotizzata viene poi aggiunta di nuovo acqua normale non trattata.

Optmum
26-01-2017, 14:09
La lampada UV / lo sterilizzatore si mette sempre quando il permeato viene stoccato in un recipiente tipo autoclave per essere utilizzata dopo... per avere acqua subito pronta senza dovere aspettare che l'impiantino la produca. Questi inpiantini ( sottolavello ) mediamente produco circa 50/60 litri/h e se vuoi metter su una pentola per cucinare, alcuni minuti li perdi per riempirla quindi, ecco il serbatoio che in pochi secondi ti riempie la pentola... ma è facile che qualche batterio si sia riprodotto nel serbatoio ecco perché gli UV.


f.sco

livingreen
26-01-2017, 15:14
Si, questo l'avevamo capito... ma come può esserci qualche batterio se la membrana, dicono, ha tolto batteri, virus e qualunque altra cosa? Vuol dire che sono entrati da un'altra parte, da quell'ingresso di acqua non trattata che si trova in parallelo al sistema e va anche lui a riempire il vessel.

Optmum
26-01-2017, 19:44
Le membrane osmotiche ( come pure per l'ultra filtrazione ) sono soggette a danneggiarsi quindi, se l'acqua da trattare contiene qualcosa di nocivo ( come le fibre d'amianto o batteri o virus), c'è la certezza che qualche particella riesca a passare, a nulla vale mettere uno sterilizzatore U.V. in quanto le fibre di amianto ne escono indenni... pronte a compiere la loro azione malefica ( qual'ora fosse provata questa loro "migrazione" tra organi dentro il corpo umano ). Per quanto alla miscelazione con acqua di alimento sempre dalla rete idrica cittadina ( acqua già potabile...), per il problema posto in questa discussione, sicuramente mettiamo in essere una specie di "corto circuito" quindi, se l'acqua di alimento dovesse risultare "sporca", anche quella filtrata/osmotizata e MISCELATA, conterrà tracce di questa "sporcizia", sia essa organica che inorganica... ecco perché si rende necessario lo sterilizzatore UV... peggio ancora se quest'acqua miscelata quindi "sporca" la accumuliamo in un serbatoio...
Altro caso invece, quando l'acqua ( si spera già potabile ) non risulti di nostro gradimento e vogliamo "aggiustarne" le caratteristiche ma senza ricorrere alla miscelazione perché... "non si sa mai", bene... in questo caso nessuna "comunicazione" con l'acqua di alimento, basta anteporre un filtro rimineralizatore sulla line di produzione ed il gioco è fatto... tutti i "problemi" presenti nell'acqua da filtrare rimangono dall'altra parte della membrana ed espulsi... in continuo, pertanto, se le parti in gioco sono integre, non è necessario lo sterilizzatore U.V. anche se nel sistema abbiamo un serbatoio di accumulo e comunque, sempre per il... "non si sa mai", io lo sterilizzatore U.V lo metterei ugualmente. Con il sistema ad ultra filtrazione, i "problemi" rimangono all'interno del "vessel" intrappolati nella membrana per dar corpo ad una "fanghiglia" che in alcuni casi a seconda del liquido che si sta trattando, questa "fanghiglia" raccolta/accumulata nella membrana... diventa prodotto commerciabile.

f.sco

mrcrowley
27-01-2017, 14:47
è proprio questo il punto , negli impianti osmotici casalinghi è presente una valvola miscelatrice che regola la salinità .

Questa valvola miscela parte dell'acqua a monte della membrana osmotica(ingresso) , con l'acqua a valle in uscita dalla membrana , in sorta è un by pass !(valvola regolatrice di salinità)

Quindi se i filtri a monte della membrana osmotica non hanno capacità di trattenere particelle solide delle dimensioni di circa 0,5 -0,1 micrometri, una parte dell'amianto in sospensione ,te lo bevi ugualmente . aggiungo che l' acqua che arriva sulla membrana osmotica non deve in alcun modo contenere particelle solide o comunque il meno possibile ,pena l'intasamento prematuro delle membrane e relativi problemi connessi.

Per non bere amianto in sospensione dovresti montare dopo il filtro a carboni attivi e quindi prima della valvola miscelatrice , un filtro microfiltrante o meglio ultrafiltrante.


Conclusioni :


se il tuo obbiettivo è eliminare l'amianto in sospensione perché comprare un sistema ad osmosi inversa , se poi per renderlo efficiente ti serve un sistema di microfiltrazione o di ultrafiltrazione che ovviamente dovrai comprare ?



Si, ma siamo sicuri che la microfiltrazione sia sufficiente con le fibre di amianto ???
Sui filtri Everpure, che credo siano tra i migliori, è riportato:
particelle comprese tra 0,5 ed 1 micron abbattimento del 98 %
Amianto fibre con lunghezza di 10 micron abbattimento del 99,87%
Cioè sull' amianto il risultato dell' abbatimento c'è, ma su 10 micron di misura. Ben maggiore rispetto al particolato che è tra 0,5 e 1.

livingreen
27-01-2017, 15:20
Beh, se non fosse sufficiente (cosa tutta da dimostrare), si passa all'ultrafiltrazione....

mrcrowley
27-01-2017, 15:22
Hai qualche link dove poter vedere questi prodotti x l' ultrafiltrazione ?

Inviato dal mio HTC One utilizzando Tapatalk

innominato
28-01-2017, 19:59
Ciao raga :)


Hai qualche link dove poter vedere questi prodotti x l' ultrafiltrazione ?

mrcrowley sei + fuori di me :D ...al post 183 ce n'è uno,e ne abbiamo anche discusso poco sopra ,poi se cerchi in rete ne troverai altri di tutti i prezzi :).

Comunque volevo tranquillizzarti sull'argomento amianto in Toscana , in USA il limite max è di 7 milioni di fibre/litro,e sembra che anche in Italia adotteranno questa soglia . Acqua e amianto, e tutto a posto | SEI Toscana (http://www.seitoscana.it/rassegna-stampa/15032016-acqua-amianto-tutto-posto)

guarda qui sotto le analisi sulla presenza di amianto nelle acque, in tutti i comuni toscani.

http://www.autoritaidrica.toscana.it/focus-sugli-acquedotti-in-amianto/monitoraggio-della-presenza-di-fibre-di-cemento-amianto-nell2019acqua-ad-uso-potabile/risultati-delle-analisi-per-la-ricerca-di-fibre-di-amianto-su-campioni-prelevati-fra-novembre-2014-e-agosto-2015

Ciao Optmum :) , tu scrivi


Altro caso invece, quando l'acqua ( si spera già potabile ) non risulti di nostro gradimento e vogliamo "aggiustarne" le caratteristiche ma senza ricorrere alla miscelazione perché... "non si sa mai", bene... in questo caso nessuna "comunicazione" con l'acqua di alimento, basta anteporre un filtro rimineralizatore sulla line di produzione ed il gioco è fatto.

ma perchè mai dovrei mettere un impianto RO per aggiustarne il gusto, se poi devo rimineralizzare l'acqua in uscita con sali minerali prodotti da industrie chimiche? soprattutto pensando che erano già contenuti all'origine,erano NATURALI e li abbiamo tolti ? :cry:

questa si che è una truffa per il consumatore!! gli vendi un impianto ad osmosi che toglie i sali minerali e poi gli vendi anche i sali minerali(integratori) per riportarla al giusto grado salino...

accidenti :spettacolo:... è come vendere la sabbia nel deserto !!!

si chiama business e molti consumatori purtroppo ci cascano

ma forse lo ritieni corretto per far ripartire l'economia a discapito dei consumatori??

altrochè stampare banconote a costo zero

cordialmente

Francy :)

Optmum
28-01-2017, 20:31
Assolutamente no...:clapping: io non traffico di questi "aggeggi" e comunque, giusto per chiacchierare, tu come lo vedi il "businisse" delle acque minerali?... Abbiamo l'acqua della rete cittadina che ( se non ci fossero interessi strani ) è garantita dalla legge in quanto a qualità fisico/chimiche e anche organolettiche... ma ti risulta che le cose siano così "chiare e fresche e dolci acque" ?

Siccome attorno all'acqua potabile ci "giocano" in parecchi, a mio avviso si è reso necessario ricorrere a dei correttivi e questi impiantini... quelli seri intendo, trovano una loro applicazione e una soluzione home-made visto che nessuno dei nostri amministratori prende sul serio la questione. Vedi il discorso della soglia di idrazina nelle acque, i vari metalli pesanti ed altre schifezze che a confronto loro, il rischio amianto è una bazzecola. Il grosso del problema per quanto riguarda i limiti massimi riscontrabili affinché l'acqua risulti nei parametri, vengono sforati e tutte le volte... si alza l'asticella dei micro grammi accettabili... rendendo legale e "buona" ciò che solo ieri era non buona... semplicemente con un'ordinanza alla faccia del consumatore e della salute pubblica proiettata nel tempo. Un impiantino ad osmosi inversa se correttamente dimensionato e seguito dalla manutenzione, oltre ad un risparmio e altre soluzioni pratiche ( vedi l'acqua stantia/morta dal supermercato, oppure doverla portare magari al quarto piano senza ascensore come succede a me) offre una certa sicurezza... e un servizio in autonomia.
Io qui non devo vendere niente a nessuno, ho semplicemente risposto ad un quesito, nei limiti delle mie conoscenze e competenze.:bye1:

f.sco

innominato
29-01-2017, 01:26
Senti Optmum PER FAVORE non dare disinformazione,qui siamo in un 3D tecnico e non politico ,quindi le invenzioni o bufale tipo il signoraggio lasciamole agli altri!!

tu scrivi


Vedi il discorso della soglia di idrazina nelle acque, i vari metalli pesanti ed altre schifezze che a confronto loro, il rischio amianto è una bazzecola. Il grosso del problema per quanto riguarda i limiti massimi riscontrabili affinché l'acqua risulti nei parametri, vengono sforati e tutte le volte... si alza l'asticella dei micro grammi accettabili... rendendo legale e "buona"

bene allora guardiamo in faccia ai limiti sulle acque potabili prima e dopo

prima si intende il DPR 236/88....DOPO SI INTENDE D.Lgs 2001( che recepisce la norma europea 98/83/CE )

ANTIMONIO : prima 10µg/l ...dopo 5µg/l (dimezzato!)
ARSENICO : prima 50µg/l ...dopo 10 µg/l (5 VOLTE INFERIORE)
NICHEL : prima 50µg/l ...dopo 20µg/l (+ CHE dimezzato!)
PIOMBO : prima 50µg/l ...dopo 10µg/l (5 VOLTE INFERIORE!)
IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI: prima 0,2µg/l ...dopo 0,1µg/l (dimezzato!)
TETRACLOROETILENE : prima 30µg/l ...dopo 10µg/l (3 VOLTE INFERIORE!)
etc...
e moltissime altre schifezze che PRIMA nemmeno si ricercavano,mentre oggi finalmente hanno un limite!!

saluti

Francy

Optmum
29-01-2017, 10:15
innominato... perché fai di queste "misture"?...
Forse in ciò che ho scritto ci vedi un mio interesse a fare informazione o disinformazione?, io ho riferito "semplicemente" del modus operandi delle amministrazioni che dovrebbero prendersi cura della salute pubblica.. e che invece non lo fanno o comunque, non lo hanno fatto come si deve. I dati che riporti possono pure starmi bene, ma tu stai dicendo altro, stai "demonizzando" un prodotto tecnico come lo è il depuratore casalingo e stai "santificando" l'operato dei gestori/amministratori della salute pubblica; senza entrare nelle questioni che stanno sotto gli occhi di tutti, tranne che in alcune isole felici, nel nostro "bel" paese pochissimi si curano di tutelare e la questione acqua potabile e sue tutele ne è stata dimostrazione nei decenni scorsi. La questione amianto nell'acqua potabile non l'ho sollevata io... se mai sarà dimostrata la relazione "amianto nell'acqua/tumori nell'uomo", sarà o è già una dimostrazione che qualcosa non va nel verso come i tuoi dati lasciano intendere... e così, a fare disinformazione saresti tu coi tuoi dati e non io che riporto semplicemente testimonianza del modus operandi troppo "farfallone" da parte di chi deve tutelarci... oppure, lo vedi normale il colossale ricorso alle acque minerali ( fenomeno questo tutto italiano ). In allegato un pdf che in merito alla nostra "discussione" da una colpo al cerchio ed uno alla botte.


f.sco

innominato
29-01-2017, 13:07
innominato... perché fai di queste "misture"?...
Forse in ciò che ho scritto ci vedi un mio interesse a fare informazione o disinformazione?


quali misture? in ciò che hai scritto ci vedo si disinformazione e cioè


Vedi il discorso della soglia di idrazina nelle acque, i vari metalli pesanti ed altre schifezze che a confronto loro,
il rischio amianto è una bazzecola. Il grosso del problema per quanto riguarda i limiti massimi riscontrabili affinché l'acqua risulti nei parametri, vengono sforati e tutte le volte...
si alza l'asticella dei micro grammi accettabili... rendendo legale e "buona"


io con dati alla mano ti ho dimostrato che è semplicemente
FALSO quel che affermi .


questa non è mistura ma serietà.


non puoi affermare che si alza l'asticella dei microgrammi accettabili senza fornire alcun dato a conferma .(è diffamazione)


Il problema è tutto l'opposto di quel che credi ,


infatti i limiti sono stati abbassati e non ALZATI (come dimostrano i dati da me forniti appena sopra).


In una discussione tecnica non puoi fare affermazioni NON verificate senza darne evidenze numeriche .


es. arsenico e non solo : ABBASSANDO i limiti di ben 5 volte ( da 50 microgrammi/l a 10 microgrammi/l),alcune acque italiane si sono trovate fuori
limite accettabile ! questo ti è chiaro? ovviamente la direttiva europea ha lasciato un buon margine di tempo a tutti per
adeguarsi ed installare depuratori(visto che se non si recepiva la direttiva i limiti erano comunque di ben 5 volte superiori!).


oltre a questi abbassamenti dei limiti sono stati inseriti tantissimi altri inquinanti che prima non venivano nemmeno analizzati/controllati.
ecco alcuni esempi : escherichia coli,enterococchi,clostridium perfringes,acrilammide,benzene,benzo(a)pirene,boro ,epicloridrina,1,2-dicloroetano
trialometani,bromato,clorito,cloruro di vinile,disinfettante residuo...etc.


Alcune regioni hanno chiesto delle proroghe per adeguarsi ed installare depuratori( ,chi non si è adeguato nei tempi previsti ha dovuto metter i cartelli
ACQUA NON POTABILE.



I dati che riporti possono pure starmi bene, ma tu stai dicendo altro, stai "demonizzando" un prodotto tecnico come lo è il depuratore casalingo
e stai "santificando" l'operato dei gestori/amministratori della salute pubblica


adesso addirittura mi leggi nel pensiero? quel che ho scritto è chiaro punto.


se poi mi dici che i venditori di questi apparecchi che ti suonano alla porta di casa e ti fanno vedere
il bicchiere d'acqua che diventa marrone siano onesti ... bhè scusa ma da chimico analista ho qualche perplessità.
sono venuti a bussare anche alla mia porta ,li ho fatti filare in meno di 10 secondi(mi proponevano un'apparechhio RO per abbassare
la durezza ... gli detto for di bal cialtroni ,la durezza nella mia zona è già troppo bassa essendo 5,8 gradi francesi.oltretutto l'acqua del mio comune ,qualche anno fa è stata dichiarata a livello di inquinanti la migliore acqua d'europa
Per fare le analisi delle acque ci vogliono laboratori da migliaia di euro ,mentre loro con un apparecchio da 5 euro capiscono già
se è potabile o meno ? ma per favore ...semplicemente ti stanno TRUFFANDO ! e manco sono chimici
qualcuno addirittura non ha nemmeno la 3 media inferiore


solamente nel caso in cui l'acqua non venga dichiarata potabile potresti pensare di installare un rimedio sottolavello
ma per molti inquinanti tipo l'arsenico(+3) nemmeno l'osmosi inversa riesce ad eliminarlo completamente, prima bisognerebbe
ossidarlo ad arsenico (+5),quindi anche in questo caso dovresti far fare delle analisi serie per capire la qualità dell'acqua
in uscita.


Comunque chiunque può richiedere al proprio comune i parametri dell'analisi acqua eseguita dagli organi competenti,in modo da verificare se è potabile oppure no



e così, a fare disinformazione saresti tu coi tuoi dati


questa mi fa sorridere :)


cordialmente


Francy :)

Optmum
29-01-2017, 15:10
Allora, intendiamoci un po, io ho portato a riscontro un file pdf dove questa problematica è posta in evidenza...
tale articolo come in questo pdf, se non ho letto male, risale al Novembre 2016... quindi a pochissimo tempo addietro e non mi pare che le cose siano così rosee come le riporti tu, magari non saranno nemmeno brutte come appaiono a me... però che un problema circa la salubrità delle acque ad uso alimentare ci sia è inconfutabile.
Per quanto alle "analisi" che ti vengono a fare posto casa, questo problema l'ho già evidenziato in altra sede ( ora non ricordo dove ), costoro ( i venditori porta a porta) vendono magari un buon prodotto ma non sapendo ben illustrare le qualità e la convenienza che ne deriva dal loro uso...ricorrono a "scorciatoie" che sconfinano nell'inganno... ma sono proprio costoro ad auto ingannarsi..non sapranno mai che ( loro malgrado ) hanno dato/offerto un servizio all'acquirente. Buon per te che dalle tue parti hai di questa acqua... ma non per tutti è così. La "mistura" a cui mi riferivo si riferiva alla commistione che hai fatto con altra discussione. Io in casa mia pur servita dalla rete idrica comunale... ho uno di questi depuratori... non posso che parlarne bene. Rientrando nella problematica proposta in questa discussione, dalle mie parti si riscontra un anomalo numero di casi per ipotiroidismo e di tumori alla tiroide, ma nessun caso che possa essere messo in relazione con i tumori derivanti dall'uso di acqua che è venuta a contatto con l'amianto... e dalle mie parti, considerata la penuria ( politica ) di acqua, tutti ma proprio tutti abbiamo avuto delle cisterne ( eternit ) dove stoccare l'acqua quando arrivava... e non ho considerato che molte condutture idriche comunali erano realizzate in amianto/cemento... e salvo smentite, da me si parla quasi esclusivamente di tumori/problemi alla tiroide. Per completezza di informazione, sento di poter dire ( come ho detto già) che un buon depuratore ( osmosi o micro filtrazione che sia ) ci mette al riparo di molte insidie derivanti dall'uso alimentare dell'acqua "potabile"... specie quando non si hanno riferimenti/riscontri certi in merito ai contenuti di detta acqua potabile.

f.sco

pox1964
29-01-2017, 17:01
io mia madre e mio fratello abbiamo l'ipotiroidismo,io lo vedo più legato alla fuga radioattiva della centrale di
chernobyl,mia madre aveva l'orto,ci ha fatto consumare verdure fresche non c'è stata un informazione univoca per
la popolazione

riccardo urciuoli
30-01-2017, 00:07
non andiamo OT per favore con chernobyl...

Dunque..provo a scrivere qualcosa da profano.

Riguardo Atrazina o qualche altro inquinante ricordo vagamente di una polemica di anni fa, erano stati alzati i limiti per non dover dichiarare alcune acque comunali "non potabili"; se ho capito bene Francy afferma fosse dovuto all'introduzione di limiti più stringenti, io ricordo che si trattava di problemi locali.

A parte quella vicenda, io bevo da anni solo acqua di rubinetto, poveri i miei figli perché qui in provincia di Mi il sapore è pessimo. Ma per la potabilità mi fido eccome, siamo pur sempre in Italia, un paese civile.
Se poi si avvelena l'acqua usando cisterne non idonee… è colpa nostra e non degli enti locali direi.

Riguardo i vari filtri casalinghi…funzioneranno pure ma vanno mantenuti, quindi hanno costi di acquisto e/o gestione elevati. E io temo siano più i casi di inquinamento introdotto da filtri gestiti male che i casi di inquinamento eliminato dai filtri stessi.

Opinione personale, ognuno è libero di spendere i propri soldi come preferisce...

innominato
30-01-2017, 09:27
Ciao a tutti :)


Riguardo Atrazina o qualche altro inquinante ricordo vagamente di una polemica di anni fa, erano stati alzati i limiti per non dover dichiarare alcune acque comunali "non potabili"; se ho capito bene Francy afferma fosse dovuto all'introduzione di limiti più stringenti, io ricordo che si trattava di problemi locali.

sono andato un pò indietro negli anni ed ho compreso che probabilmente state parlando di questo personaggio

Carlo Donat-Cattin - Wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Donat-Cattin)

io avevo si e no 13 anni , quindi non potevo ricordare tale evento . Mi sono letto un pò la storia di quel che è accaduto in quegli anni .
il limite massimo nelle acque potabili era di 0,1 microgrammi/litro, quel soggetto ha risolto... spostando le virgole
aumentati di 10 volte il limite di atrazina ,di 40 volte il limite del molinate e di 165 volte il bentazone .:cry:

Probabilmente per quel soggetto potevano fare un'eccezione e condannarlo a morte per aver distribuito ai consumatori acqua avvelenata spacciandola per acqua potabile!!

Ringrazio sia te che Optmum per avermi dato l'input per la ricerca di questo particolare e triste momento storico .

Comunque il discorso che ho fatto sopra è un'altra storia che si sposta in avanti di 15 anni.

adesso vado a dormire che sono smontante dal turno di notte .

cordialmente

Francy :)

pox1964
17-12-2017, 16:08
il mio depuratore a osmosi inversa ultimamente,esce mezzo litro di acqua poi viene
pianissimo è da rottamare o è un problema dei filtri,se è da buttare il prossimo lo
acquisto io e mi faccio da solo la manutenzione,alla festa dell'unità in uno stand mi
pare della culligan parlava di 2990 €,sai che fornitura di acqua minerale che ci faccio

mflash
17-12-2017, 16:23
il mio depuratore a osmosi inversa ultimamente,esce mezzo litro di acqua poi viene
pianissimo è da rottamare o è un problema dei filtri,se è da buttare il prossimo lo
acquisto io e mi faccio da solo la manutenzione,alla festa dell'unità in uno stand mi
pare della culligan parlava di 2990 €,sai che fornitura di acqua minerale che ci faccio7 anni fà ho comprato un osmosi su ebay da un rivenditore italiano che tuttora opera, pagato circa 3-400 euro, fatta analizzare acqua più volte in farmacia risultata ok, cambio da solo i filtri ogni anno comprando da lui i vari filtri per poche decine d euro l anno.

non è un prodotto robusto e professionale ma per quel che costa va bene.

pox1964
19-12-2017, 17:16
provo a guardare se trovo i filtri di ricambio e mi arrangio

spartano
19-12-2017, 19:47
i filtri di ricambio li trovi qui Foto (http://www.webalice.it/systemplus/photo36.html) , ciao.

mflash
19-12-2017, 22:01
i filtri di ricambio li trovi qui Foto (http://www.webalice.it/systemplus/photo36.html) , ciao.stesso venditore di cui parlavo pochi post su, io però compro da lui da anni tramite ebay

pox1964
20-12-2017, 12:20
probabilmente è la membrana osmotica per oltre 10 anni solo cambio filtri,che mi fanno
pagare 80 € e volevano venire ogni 6 mesi ma facevo ogni anno,voglio vedere se trovo
i ricambi e arrangiarmi così magari li cambio un pò prima

cirosound
25-02-2018, 23:20
ragazzi ho un depuratore con filtro Refiner (standart) e una lampada UV..se installo un filtro con argento farei una cazzata?