PDA

Visualizza la versione completa : Risparmio energetico ed attività commerciali.



pier0
24-02-2008, 19:13
Cercavo qualcuno che potesse indicarmi quali sono le normative che regolano le attivit&agrave; commerciali e il risparmio energetico. Mi chiedevo perché i negozi e le varie attivit&agrave; possono mantenere i loro grandi portoni aperti sull&#39;esterno sia in estate che in inverno anche quando al cittadino viene chiesto giustamente di abbassare di due gradi le caldaie. Se qualcuno potesse dirmi almeno dove andare a cercare...nelle norme comunali? Grazie<br>Piero

scu
24-02-2008, 19:33
Al cittadino viene chiesto di abbassare il riscaldamento ma non di tenere chiuse le finestre...<br><br>Secondo me non esiste una normativa specifica attualmente e se esiste non la si fa applicare.

pinetree
24-02-2008, 20:32
Purtroppo se uno non ha il buon senso, le norme cosi come sono non aiutano mica a ridurre i sprecchi.<br><br>La Coop svizzera dichiara un consumo energetico di 650kWh/m² nei loro centri commerciali, dal calcolo era escluso i consumi del maggazino ed uffici amministrativi.<br><br>Quindi quando vedi un centro commerciale vuoto il martedi alle 10.00, e vedi il mega parcheggio illuminato a giorno con tutto il sistema di condizionamento a manetta, capisci che in quel momento, questi di ecologia non interessa niente.<br>Poi vai a comprare un TV e trovi 150 TV accesi, con un vendita se tutto va bene di 2 al giorno, e capisci che questi hanno spreccato nel esposizione più energia di quanto tu riesca a risparmiare spegnengo il standby della TV per tutta la vita del apparecchio stesso ed altre 100 possesori.<br>Fai presto a calcolare almeno 5KWh a testa sprecato nel commercio per ognuno di noi, poi vai a casa ed in modo generico senza darti una regola di calcolo, ti stressano per lo spreco dello standby, non considerando che ce gente che hanno un TV che ne consumano magari 0,1Wh, quindi neanche un euro/anno.<br><br>A Milano trovi il parcheggio silos alla Metro di Milano illuminato a giorno nonostante sia chiuso dalle 22 alle 7.<br>Il mega centro commerciale Auschan a S.S.Giovanni è illuminato a giorno 24h su 24h&#33;&#33;&#33;

mariomaggi
24-02-2008, 20:35
Confermo lo spreco, oggi sono andato in un noto grande magazzino, la temperatura all&#39;interno arrivava a 28°C <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f7d19cf01c8e99d9221256453c3e055b.gif" alt=":angry:"><br><br>Non ho comprato niente da loro, mi disturba pagare per il combustibile sprecato che inquina.<br><br>Ciao<br>Mario

pinetree
24-02-2008, 21:29
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 24/2/2008, 20:35)</div><div id="quote" align="left">Confermo lo spreco, oggi sono andato in un noto grande magazzino, la temperatura all&#39;interno arrivava a 28°C <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/14877e050f4e6f0ccf8d487d9b571ef9.gif" alt=":angry:"><br><br>Non ho comprato niente da loro, mi disturba pagare per il combustibile sprecato che inquina.<br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br>Bisogna chiedere la direzione &quot;mi scusi, mi sai indicare la guardaroba, sai sono obbligato ad entrare qui dentro con il cappotto&quot;<br><br>se poi hai 28°C a neanche 2 metri da terra, quale è la temperatura a 3. 4 o 5 metri da terra ?

scu
24-02-2008, 21:29
Dopotutto un centro commerciale potr&agrave; anche essere sovra riscaldato ma solitamente hanno doppie porte automatiche, quntomeno lo spreco non è così sfacciato, mi infastidisce molto di più il negozietto in centro con porta di dimensioni abnormi rispetto alle dimensioni del negozio stesso aperta fissa.<br>Purtroppo è la norma almeno dalle mie parti la percentuale di negozi in queste condizioni è molto alta.<br>Poi ti obbligano a mettere il vetro doppio bassoemissivo, la parete con trasmittanza infima, l&#39;impianto di riscaldamento verificato tutti gli anni.... ma se permetti di riscaldare parallelepipedi senza una parete...

pinetree
24-02-2008, 22:08
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (scu @ 24/2/2008, 21:29)</div><div id="quote" align="left">Dopotutto un centro commerciale potr&agrave; anche essere sovra riscaldato ma solitamente hanno doppie porte automatiche, quntomeno lo spreco non è così sfacciato, mi infastidisce molto di più il negozietto in centro con porta di dimensioni abnormi rispetto alle dimensioni del negozio stesso aperta fissa.<br>Purtroppo è la norma almeno dalle mie parti la percentuale di negozi in queste condizioni è molto alta.<br>Poi ti obbligano a mettere il vetro doppio bassoemissivo, la parete con trasmittanza infima, l&#39;impianto di riscaldamento verificato tutti gli anni.... ma se permetti di riscaldare parallelepipedi senza una parete...</div></div><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6b3fa2ba1042ce34b4e1d21e4802b33a.gif" alt=":woot:"><br><br>un negozietto non ha parcheggi illuminati, sistemi di areazione nel parcheggio, tetti alti 5 metri, un atrio alto 15 metri, scala mobili sempre in moto.<br><br>Per un metro cubo di merce in esposizione, il centro commerciale ha almeno 20 metri cubi di spazio da scaldare ed illuminare, dubito che il negozietto si trova in queste condizioni.. ricordiamoci il 650kWh/m², una casa tipica italiana il peggiore d&#39;europa è intorno al 160kWh/m², la classe di isolamento A e dato a 35kWh/m².

pier0
25-02-2008, 12:55
Mi riferivo infatti ai negozi del centro storico. Ho notato che in inverno stanno tutto il giorno con le immense porte spalancate ed entrando si muore di caldo. In estate idem, porte fisse aperte ed aria condizionata a manetta. E&#39; stato più fastidioso l&#39;inverno scorso quando nel mio condominio é stato abbassato di due gradi il riscaldamento seguendo un&#39; ordinanza comunale sul risparmio. Io all&#39;ultimo piano non ho mai più di 19 gradi e mi sta pure bene, quindi non superavo i 17 e i miei bimbi davano segni di insofferenza con i maglioni in casa.<br>Verso le feste notavo sempre più gli sprechi per &quot;motivi commerciali&quot;. La spiegazione che ho avuto parla di strategia di vendita, porte spalancate=il cliente entra più volentieri, molto caldo in inverno=si spoglia e si ferma più a lungo con più probabilit&agrave; d&#39;acquisto, stessa cosa quando dentro fa molto fresco.<br>Queste politiche di spreco di energia e danaro se la permettono però quasi esclusivamente le grandi catene e multinazionali, i piccoli proprietari hanno altri criteri.<br>Mi sono permessa di farlo notare in alcuni negozi, sottolineando che era uno schiaffo alla citt&agrave; che tentava il risparmio e sono stata trattata come una povera mentecatta in più occasioni.<br>Qualcuno mi ha risposto che se la vedr&agrave; con i vigili se é una cosa che non si può fare...fino ad allora se ne fregava. Ho cercato risposte su se esiste una regolamentazione per poter essere più precisa e lottare per farla rispettare, ma non trovo nulla&#33;

BrightingEyes
25-02-2008, 16:41
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 24/2/2008, 20:35)</div><div id="quote" align="left">Non ho comprato niente da loro, mi disturba pagare per il combustibile sprecato che inquina.</div></div><br>O si adottano norme che colpiscono tutti, o se comportamenti come quello di Mario restano una sparuta minoranza e il commerciante (che ha gi&agrave; i suoi bravi problemi su tutto il resto&#33;) che decide di avere un comportamento virtuoso si vede penalizzato sulla concorrenza perchè la gente v&agrave; dove c&#39;è luce e microclima più gradevole non vedo proprio come uscirne&#33;<br><br>Quando la maggior parte delle persone valuteranno l&#39;attenzione allo spreco e si comporteranno come Mario forse le cose cambieranno. Secondo me si fa prima a progettare qualche norma e farla applicare. A tutti&#33; (Senza i soliti favoritismi all&#39;italiana&#33;)<br><br>In alcuni casi però penso ci siano altre considerazioni da fare. Io stesso difficilmente utilizzerei un parcheggio totalmente buio. A volte ci sono motivi di sicurezza che impongono certe scelte, non scordiamolo.

pinetree
25-02-2008, 17:32
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 25/2/2008, 16:41)</div><div id="quote" align="left">....<br>In alcuni casi però penso ci siano altre considerazioni da fare. Io stesso difficilmente utilizzerei un parcheggio totalmente buio. A volte ci sono motivi di sicurezza che impongono certe scelte, non scordiamolo.</div></div><br>non serve avere il parcheggio interamente in servizio quando si sa quanta gente aspettarsi, si isolano parti del parcheggio tramite barriere automatici, e si usa poca luce accesa sui percorsi a piedi, si possono accendere ulteriore luci al passaggio delle auto.<br>Non c&#39;è niente da inventare, sono soluzioni in moltissimi luogi in Italia, basta obbligare l&#39;applicazione a tutti.<br>Si studia meglio in ingresso ed uscite per evitare che le auto devono fare km internamente.<br>Il gigantesco Auschan di SSG è un schiaffo all&#39;intelligenza umana, mai visto soluzioni cosi sbagliati.

scu
25-02-2008, 18:41
Quando prendi un negozio in centro storico, tipo negozio di abbigliamento di qualche marca famosa, luce alogena a gogo, riscaldamento o condizionamento a mille e porta aperta i consumi credo siano paragonabili se non maggiori rispetto al centro commerciale che comunque beneficia del volume compatto.<br><br>Quanto si consuma per mantenere 21-22° in un negozio da 60-70mq quando hai un&#39;apertura costante di 3-4 mq e 0° fuori? E quando hai invece il bel calduccio di agosto all&#39;una/due e dentro 25°?<br><br>Che poi la gestione nei supermercati sia pessima con parcheggi illuminati a giorno anche quando è chiuso e magari anche met&agrave; delle luci dentro accese, che il volume climatizzato sia molto grande e spesso sia sovra climatizzato anche, ma climatizzare dei luoghi praticamente aperti è uno schiaffo ad ogni impegno nel contenimento energetico.<br><br>Comunque ne avevo gi&agrave; parlato tempo fa in altro post sempre all&#39;interno di questa sezione, denunciando questo fatto, ma mi è stato risposto, se non ricordo male, che la logica commerciale non si pone questi problemi... esattamente come per il super-packaging, l&#39;illuminazione indiscriminata di insegne e pubblicit&agrave; varia, la produzione di volantini/giornaletti pubblicitari in quantit&agrave; abnormi...

pier0
25-02-2008, 22:36
Che la logica commerciale ed industriale non si ponga questo problema é fuori da ogni dubbio. Che sia uno schiaffo e un disincentivo a qualsiasi sforzo di risparmio energetico che una comunit&agrave; si impone di intraprendere ed é smaccatamente diseducativo. Non riesco a capire se esiste qualche straccio di norma comunale regionale provinciale o nazionale che anche parzialmente o minimamente se ne occupi. Magari anche solo delle linee guida indicative.

scu
27-02-2008, 03:45
Non so se esiste qualcosa ma basterebbe obbligare tutti i negozi ad avere porte a chiusura automatica, se qualcuno le blocca aperte scatta la multa salata.<br>Oppure bisognerebbe sensibilizzare la gente a non comprare nei negozi che hanno questo comportamento, ma l&#39;utente è il primo che se ne frega e se vede qualcosa che vuole lo compra sia che sprechi energia, sia che sfrutti i bambini del terzo mondo...

alexfox1979
01-03-2008, 10:57
dove lavoro io oltre a 250 (&#33;&#33;&#33;) televisori accesi esposti in vendita l&#39;anno scorso ne avevano monti altri 80 uguali &quot;per fare una bella parete&quot; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ed7f9fb0035c4fb5de4ffde38586f0f9.gif" alt=":ph34r:"> Quest&#39;anno li abbiamo smontati e rivenduti e sostituiti con &quot;solo altri&quot; 30 tutti uguali. Tutto sommato la crisi economica non ha solo effetti negativi.<br>Vero è che un chi compra un tv lo vuole vedere acceso, ovvio.<br>Altrettanto vero è che non ci vorrebbe molto a installare qualche congegno per far si che sia il cliente stesso ad accendere il o i tv che gli interessano e a far si che il tv si spenga da solo dopo alcuni minuti.<br>Penso che si rientrerebbe dall&#39;investimento nel giro di una settimana, poi sarebbero valanghe di denaro risparmiate. Senza contare l&#39;immagine &quot;green&quot; che gioverebbe moltissimo all&#39;azienda.<br>Volete proprio arrabbiarvi?<br><br>via con altri esempi:<br><br>raccolta differenziata pari a zero assoluto (in provincia siamo al 40 %, nella citt&agrave; capoluogo al 50%)<br>almeno 50 kg (misurato così a occhio, fossero 30 o 100 la sostanza non cambia) di cartone al giorno avviato al termovalorizzatore<br><br>faccio una media di 10 grandi catene commericiali - Li moltiplico per 10 milioni di volantini distribuiti a livello nazionale 2 volte al mese. Fanno 200 milioni di volantini (calcolo sempre grossolanamente ma sono cifre ragionevoli).<br>Ebbene, da ricerche di mercato pubblicate in queste settimane su giornali dedicati agli addetti ai lavori, risulta che:<br> - il 50% dei volantini non viene distribuito &#33;<br> - il restante 50 %, incide solo sul 2 % degli acquisti &#33;&#33;&#33; ovvero, solo il 2% di chi acquista è entrato per comprare proprio ciò che ha visto sul volantino e lo ha acquistato effettivamente&#33;&#33;&#33; Lo spreco è immane <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8957fe7d078a029296b37558cd662f1b.gif" alt="image"> , grida vendetta, poi io a casa sto ad eliminare la finestrella trasparente (di plastica) delle buste per buttare solo la parte cartacea nella campana apposita, scollego tv e pc con le ciabatte con pulsante e... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9e6d6e24b7514ceff1816ceba12b4d60.gif" alt=":("><br><br><br>

pinetree
01-03-2008, 11:54
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (alexfox1979 @ 1/3/2008, 10:57)</div><div id="quote" align="left">...</div></div><br>In effetti, quello dei volantini e solo un spreco inutile di carta, la gente va al solito posto per fare la spesa, non allunga di certo qualche km, perchè un centro ha in offerta la coca cola.<br><br>Per le televisioni, e solo una stupida moda quello di lasciarli tutti accesi, basterebbe un legge che lo vieta, e vedrai che cambia la moda, il cliene piggia un pulsante ed la TV desiderata si accende per un minuto. come fanno da anni per la scelta dell&#39;amlificatore e casse.<br>Magari li interessava n 15 pollici LCD per la cucina, e invece viene bombardato da 42 a 50 pollici con suono surround.<br>

Lariyol
16-12-2008, 17:32
Che la logica commerciale ed industriale non si ponga questo problema é fuori da ogni dubbio. Che sia uno schiaffo e un disincentivo a qualsiasi sforzo di risparmio energetico che una comunità si impone di intraprendere ed é smaccatamente diseducativo. Non riesco a capire se esiste qualche straccio di norma comunale regionale provinciale o nazionale che anche parzialmente o minimamente se ne occupi. Magari anche solo delle linee guida indicative.

DPR 412/93 art 4, commi da 1 a 3, art 8 commi 6-7, art 9 commi 2-5
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 novembre 1996, n. 661 - Regolamento per l'attuazione della direttiva 90/396/CEE concernente gli apparecchi a gas. (http://www.comune.jesi.an.it/MV/leggi/dpr412-93.htm)

alexraffa
18-12-2008, 13:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (alexfox1979 @ 1/3/2008, 10:57)</div><div id="quote" align="left">...</div></div><br>In effetti, quello dei volantini e solo un spreco inutile di carta, la gente va al solito posto per fare la spesa, non allunga di certo qualche km, perchè un centro ha in offerta la coca cola.<br><br>Per le televisioni, e solo una stupida moda quello di lasciarli tutti accesi, basterebbe un legge che lo vieta, e vedrai che cambia la moda, il cliene piggia un pulsante ed la TV desiderata si accende per un minuto. come fanno da anni per la scelta dell'amlificatore e casse.<br>Magari li interessava n 15 pollici LCD per la cucina, e invece viene bombardato da 42 a 50 pollici con suono surround.<br>

Ma non dovrebbe essere NECESSARIA una nuova legge per questo, poi trovo anche inutile che siano accese e collegate a sistemi di distribuzione del segnale TV pessimi, che sembra di guardare un TV di 20 anni fa!

L'elettricità della rete da non rinnovabili dovrebbe costare 1 Euro / Kwh, allora vedi come si risparmierebbe!|!
Il differenziale a sovvenzionatre le FER vere (mica gli inceneritori e le centrali nucleari)

Saluti
Alex

pinetree
20-12-2008, 16:51
Ma non dovrebbe essere NECESSARIA una nuova legge per questo, poi trovo anche inutile che siano accese e collegate a sistemi di distribuzione del segnale TV pessimi, che sembra di guardare un TV di 20 anni fa!

L'elettricità della rete da non rinnovabili dovrebbe costare 1 Euro / Kwh, allora vedi come si risparmierebbe!|!
Il differenziale a sovvenzionatre le FER vere (mica gli inceneritori e le centrali nucleari)

Saluti
Alex

Sto cercando un nuovo TV LCD da 42 pollici per mia madre per sostituire il vecchio Plasma 42 pollici che regalerò a mia sorella visto che lei la usa poche ore al gg.

Il nuovo mediamente consumo 250Wh, il vecchio è intorno al 400Wh, quindi un risparmio di circa 150Wh e quindi di circa 1.5kWh/gg, questo fa alla fine un risparmio di circa €120/anno.
Per tutta la durata del TV, nel mio caso tipicamente 8-10 anni, riesco a recuperare il costo del apparecchio.
In di Standby oggi i modelli che sto puntando dichiarano un valore di 0,1Wh, ma siccome la TV da sempre viene spento la notte, il risparmio in questo senso lo sfrutto solo circa 6 ore/gg, quindi 6 ore a 3Wh quindi 18Wh * 365gg fanno €1,5/anno

Ho girato moltissimi negozi, ormai è diventato di moda avere centinaia di TV accesi per fare scena, questo vizio da solo brucia qualunque tentativo di risparmio, visto che si spreca solo di esposizione mediamente per ogni TV venduto un valore tale, che anche sommando il resparmio di standby possibile di 500 possesori per 10 anni, non andrebbero mai alla pari.

Ma per peggiorare la cosa, mi sono reso conto che neanche in tutto la mia vita potrei compensare lo spreco nel uso del automobile per andare alla ricerca, visto che avrò bruciato l'equivalente di 100kWh.
Mi sa che dovrò limitarmi a cercare i prodotti via internet farli arrivare a casa.

iP Tom
28-12-2008, 14:19
Oppure bisognerebbe sensibilizzare la gente a non comprare nei negozi che hanno questo comportamento, ma l'utente è il primo che se ne frega e se vede qualcosa che vuole lo compra sia che sprechi energia, sia che sfrutti i bambini del terzo mondo...
in parte se ne fregano ed in parte non pensano mimimanente all'esistenza del problema in quanto non sufficientemente informati.

penso che la sensibilizzazione dell'acquirente possa orientare la domanda nella direzione giusta ed al commerciante non resterà altra scelta che adeguarsi ed avere il suo ritorno anche in termini di risparmio energetico.

alexraffa
13-01-2009, 20:58
A proposito dello sprecoi, leggo oggi qui: PI: Ban europeo per i televisori al plasma? (http://punto-informatico.it/2521901/PI/News/ban-europeo-televisori-al-plasma.aspx)
una iniziativa lodevole....
verrà mai recepita in italia???

Ciao

pinetree
19-01-2009, 16:22
A proposito dello sprecoi, leggo oggi qui: PI: Ban europeo per i televisori al plasma? (http://punto-informatico.it/2521901/PI/News/ban-europeo-televisori-al-plasma.aspx)
una iniziativa lodevole....
verrà mai recepita in italia???

Ciao

Se fai una ricerca attenta scopri che si tratta di un falso allarme, sul mercato ci sono plasma che consumano quasi quanto un LCD.