PDA

Visualizza la versione completa : COSTRUIAMO UN IMPIANTO A BIOGAS



Abiss
26-02-2008, 19:17
Allora, potremmo partire da <a href="http://www.cpl.it/prodotti_e_servizi_cpl/energia/cogenerazione/prodotti/piccola_cogenerazione" target="_blank">qui</a>, usiamo il BB 35 AB (se qualcuno ha di meglio lo dica) un cogeneratore da 35 kWe .<br><br>Avremo allora questi dati:<br>Potenza assorbita (kW) 125<br>Potenza elettrica nominale (kW) 35<br>Potenza termica (kW) 78<br>Consumo orario di biogas (50% CH4) 27 Nmc/h<br>Rendimento elettrico 28%<br>Rendimento termico 63%<br>Rendimento totale 91%<br><br>Primo intoppo: WTR, ha quanti m3 di biogas equivalgono 27 Nmc/h?

pirandello98
26-02-2008, 20:37
ABISS....<br>MI SEMBRA DI CAPIRE CHE FORSE FORSE TU MI SI DIRE A QUANTI M^3 CORRISPONDE UN N1 DI BIOGAS?<br>CIAO CIAO<br>

WTR
27-02-2008, 01:27
abiss non sono un ingegnere, solo un appassionato, quindi vi prego di considerare il dato col beneficio del dubbio.<br>cmq dalle mie tabelle rapportando il biogas al 50% e un rendimento del 28% salta fuori che ti servono circa 500 mc/g di biogas.<br>

Abiss
27-02-2008, 16:21
Confermo, anche a me torna.<br>Ora, se ci servono 500 mc/g di biogas e alimentiamo il digestore con pane secco, farine di mais o frumento, ce ne serve una tonnellata al giorno.<br><br><br>

WTR
27-02-2008, 16:24
oppure 10/12 mc di liquame bovino ad es.

simonepgl
27-02-2008, 16:42
Wtr dove trovo queste tabelle di cui parli?<br><br><br>Dove posso trovare un esempio sullo studio di fattibilit&agrave; su questi tipi di impianti?

WTR
27-02-2008, 16:47
me le sono fatte io, non hanno valore ufficiale..

nicola
28-02-2008, 11:30
<br>Se vi interessa ho un foglio ecxel con le percentuali di biogas e di metano prodotto per singolo materiale, autori vari raccolti e trascritti tutti nel 2006 durante un master, e onestamente penso sia inutile tenermela per me per cui se volete la passo per posta interna.

WTR
28-02-2008, 16:30
ottimo, così vedo se corrisponde a quello che ho tirato su io.<br>

pirandello98
28-02-2008, 16:54
WTR, SE VUOI C&#39;è UNA DISPENSA DEL SIG. PICCINI SI CHIAMA ENERGIA DA BIOGAS UNA CONCRETA OPPORTUNITA PER GLI AGRICOLTORI, CERCA SU GOOGLE DOVRESTI TROVARE IL FILE PDF.<br>CIAO CIAO<br>BRUNO<br>

Abiss
29-02-2008, 16:13
Però siete andati fuori tema. allora, ci serve una tonnelata al giorni. Se lo facciamo funzionare al 10% si s.s. ci servono 10mc per i giorni di ritenzione. Facciamo 30? Allora avremo bisogno di un digestore di 300 mc. Tutti d&#39;accordo?

WTR
29-02-2008, 18:58
30 giorni per i reflui andrebbero bene. per silomais, ad es, starei minimo sui 45 così abbiamo la possibilit&agrave; di sfruttare meglio la biomassa. inoltre 10% di s.s. sono tantini, starei sul 7/8% per andare sul sicuro

pirandello98
29-02-2008, 19:16
MA IL DIGESTORE RIUTILIZZA L&#39;ENERGIA TERMICA PER IL SUO STESSO RISCALDAMENTO?<br>SE SI OPERIAMO IN TEMPERATURE SUPERIORI AI 35°(TERMOFILIA)..ALTRIMENTI AL DISOTTO (MESOFILIA)...<br>è STATO SPECIFICATO BENE IL PROCESSO?

WTR
01-03-2008, 11:11
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (pirandello98 @ 29/2/2008, 18:16)</div><div id="quote" align="left">MA IL DIGESTORE RIUTILIZZA L&#39;ENERGIA TERMICA PER IL SUO STESSO RISCALDAMENTO?<br>SE SI OPERIAMO IN TEMPERATURE SUPERIORI AI 35°(TERMOFILIA)..ALTRIMENTI AL DISOTTO (MESOFILIA)...<br>è STATO SPECIFICATO BENE IL PROCESSO?</div></div><br>penso che abiss voglia riferirsi ad un regime mesofilo.<br><br>PS: Pirandello98 ti prego di non scrivere tutto maiuscolo, equivale ad urlare.

pirandello98
02-03-2008, 13:03
ok pero se il regime è mesofilo i tempi di reazione si accorciano...se volete ho uno schema che mette in relazione la quantita di metano con il tempo di reazione e la temperatura...sarebbe interessate tenerne conto, scusate ma con l&#39;energia termica....che ci si fa?la si riutilizza in qualche altro modo?<br>se o....credo che il costo della serpentina si possa facilemente ammortizzare&#33;&#33;&#33;<br>ragaaa scusatemi se scrivo in maiuscolo...ma il fatto è che rispondo al forum mentre lavoro...e io devo lavorare putroppo a caratteri maiuscoli...quindi dai un po di pazienza...io non urlo mai nella realta&#33;&#33;&#33;<br>:-):-)<br>a presto<br>bruno<br>

Abiss
04-03-2008, 19:15
All&#39;energia termica pensiamo dopo&#33; Come dice WTR adottiamo il regime mesofilo. ci servir&agrave; un Digestore di 10 metri di diametro, alto 5m. (5*5*3,14*5=392,5 mc).<br>Prossimi Problemi:<br>Come lo manteniamo in temperatura?<br>Come movimentiamo la massa interna?<br>Con che sistema lo alimentiamo?<br>Come togliamo lo zolfo?<br>Come stocchiamo il gas?<br><br>P.s. Bruno, rifiutati di lavorare in Maiuscolo&#33;

pirandello98
05-03-2008, 18:21
...ecco secondo me per mantenerlo intemperatura possiamo &quot;semplicemente&quot; utilizzare l&#39;energia termica: è in abbondanza e richiede un costo relativamente contenuto per la sua utilizzazione nel digestore...non convenite?<br>per la movimentazione interna...ho un po di materiale di case costruttrici come Rota Guido...magari si potrebbero considerare i modelli offerti da quella azienda...che ne dici Abiss?<br><br>ps<br> Abiss, purtroppo in contabilit&agrave; o si scrive tutto in maiuscolo o tutto in minuscolo...e visto che il tutto il sistema di contabilita della mia azienda era gia impostato in maiuscolo...mi sono adattato...<br>dai non ve la prendete se scrivo qualche volta in maiuscolo...vedi sto gia migliorando ehehe eh..

pirandello98
07-03-2008, 13:50
abiss potremmo utilizzare deiezioni suinicole con l&#39;aggiunta di cerealicole che ne aumentano la resa.<br>per la movimentazione interna potremmo optare per digestori dotati di miscelatori intern. Per mantenere la temperatura interna secondo me si dovrebbe optare per una struttura isolata e dotata di serpentine, sfruttando cosi anche l&#39;energia termica che cmq l&#39;unita di coogenerazione produce cosi si opererebbe in termofilia o al massimo in mesofilia, si accorcerebbero notevblmente i tempi di digestione e aumenterebbero anche le rese.<br>ciaociao<br>a presto<br>ps hai visto sto migliorando con la scrittura eh ehe he eh<br>

WTR
07-03-2008, 17:13
appoggio il discorso del riscaldamento digestore, tuttavia operare in termofilia è più difficile in quanto il range di temperatura per i batteri termofili è più ristretto, gli sbalzi di temperatura possono uccidere i batteri. tuttavia vediamo dove porta il ragionamento, stiamo in termofilia.

Abiss
10-03-2008, 18:02
Vorrei fare un unico digestore SFERICO. Interrato per un terzo. BELLISSIMO&#33;<br>5 metri di raggio dovrebbero bastare.<br>Un buco di lato, un asse e un elica con motore esterno elettrico. Nella sfera si mischia tutto

pirandello98
10-03-2008, 18:28
il tuo entusiasmo mi piace&#33;&#33;&#33;eh ehe eh<br>bhe non so se interrarlo sarebbe la cosa migliore, io ne ho visti alcuni di impianti...ma nn mi sembra di avere visti interrati....cmq in linea di principio dovrebbe andare...5 metri di raggio...ma alto quanto?ho degli schemi se vuoi li scansione e te li mando...<br>ciao ciao<br>

giosp77
19-03-2008, 18:48
In fatto di impiantistica vi aiuto volentieri se posso esservi utile:<br>intanto direi che sferico è carino ma sicuramente è un pò complesso da realizzare, io opterei per la classica forma cilindrica, intanto come lo volete fare in cemento o in acciaio (in questo caso suggerisco l&#39;aisi 430).<br>per il riscaldamento visto che siamo in mesofilia, userei dei tubi interni, in acciaio, sfruttando il termico del modulo di cogenerazione.<br>per la movimentazione si può usare un agitatore sommerso ad elica con motoriduttore esterno al digestore (per la manutenzione).<br>per lo stoccaggio o meglio come polmonatura si possono usare cupole gasometriche direi circa 150 mc (vedi ecomembrane o sattler), però costano altrimenti si può uscire direttamente dal digestore in pressione e andare ai motori si evita anche la soffiante forse.<br>presse a vite per la separazione secco acqua in uscita dal digestore.<br>Adesso il problema sono le pompe e il carico, io suggerisco per il carico il quick mix della vogelsang e relative pompe volumetriche sono ottime per fluidi viscosi e con solidi sospesi e non consumano molto, altrimenti delle pompe trituratrici vanno ugualmente bene (consumano di più).<br>per lo zolfo, beh dipende la soluzione migliore è lo scrubber con lavaggio in acqua, ma costa. Se non usate letame suino di zolfo non ce ne dovrebbe essere molto, una volta deumidificato il gas con un normalissimo deumidificatore con chiller io dico che siamo a posto, magari aggiungiamo un filtro a candele se proprio vogliamo.<br>Il motore quanti ppm max di zolfo vuole in ingresso?<br>soffiante atex per biogas (Mapro, o Savio)<br>avete pensato alla torcia di sicurezza? non vorrete mica scaricare il metano in atmosfera in caso di guasto o manutenzione al motore?<br>comunque come vedete la spesa è alta per 35 Kw elettrici non ne vale la pena.<br><br>spero di esservi stato utile<br>p.s. io aggiungerei del mais al vostro digestato, non chiedetemi le dosi, in fatto di impiantistica vi posso aiutare ma in biologia c&#39;è sicuramente gente più competente di me nel forum

pirandello98
19-03-2008, 19:19
se fosse ancora vivo toto direbbe: per la faccia del bicarbonato di sodio&#33;&#33;<br>giosp qua si rischia davvero di realizzare sto impianto&#33;&#33;ehehe<br>cmq si la torcia di sicurezza è una cosa essenziale...parliamo di risparmio energetico ma anche di tutela ambientale...e lasciare il metano libero in atmosfera equivale a commettere un reato penale&#33;&#33;&#33;aime&#33;&#33;&#33;<br>ps noto che in tema di impiantistica tu ci puoi dare una grande mano, abiss e wtr invece ne sanno molto in termini di conversione biologica...e io?bhe da economo vi dico (ricordo se gia lo sapete) che con la nuova finanziaria è stato promosso u incentivo di 30 centesimi di euro per kwel prodotto&#33;<br>non mi sembrano pochi no?<br>

giosp77
20-03-2008, 11:38
no certo l&#39;incentivo è alto, ma un impianto del genere per 35 Kw elettrici io credo.....anzi ne sono quasi sicuro sia antieconimico.<br>Tieni presente che l&#39;impianto ancora non è finito, mancano i tubi la sensoristica, la strumentazione e il controllo, che oltre a far salire il costo aumentano anche se di poco i consumi elettrici.<br>Bisogna salire almeno a 250 Kw elettrici secondo me, per avere un bilancio energetico ed economico buono.<br>a meno che non debba essere un impianto pilota ad uso dimostrativo, allora è tutto un altro discorso.

pirandello98
20-03-2008, 19:15
umh...io nn sono proprio dell&#39;idea che solo impianti superiori a 250 kw siano economici.<br>con le deiezioni di 3000 suini riesci ad alimentare quasi per 24h un motore da 50kW...che ti copre i consumei delle diverse apparecchiature che occorrono per produrre il biogas....quindi diciamo che al netto ti rimane poco o niente da immettere sul mercato..pero dal canto tuo smaltisci...diciamo a costo 0&#33;&#33;<br>quindi il tempo di recupero dell&#39;impianto è breve (di solito tra i 5 e i 6 anni a fronte della vita media di 15) se consideri il costo di smaltimento non sostenuto...<br>che ne dici?

giosp77
26-03-2008, 11:55
costo di smaltimento non sostenuto è una parola grossa........<br>cosa ci fai con il digestato in uscita dal tuo digestore? lo butti sul terreno?<br>mai sentito parlare della direttiva nitrati?

mari1
31-03-2008, 15:52
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (WTR @ 27/2/2008, 16:47)</div><div id="quote" align="left">me le sono fatte io, non hanno valore ufficiale..</div></div><br>Salve wtr, molto interessante la vostra discussione sulla realizzazione on line di un impianto di biogas, volevo sapere se potevo anche io attingere informazioni dai tuoi appunti sullo studio di fattibilit&agrave;...spero di nn apparire troppo invadente...cmq ciao

Abiss
31-03-2008, 22:21
No giops77, restiamo sulla sfera. E&#39; bella&#33;<br>E se invece di muovere l&#39;acqua nella sfera ruotassimo la sfera?<br>E se invece di purificare il biogas e installare una torcia usassimo un motore stirling?<br><br><br><br>dio ci ha dato una energia semplice, la possiamo produrre anche con una pentola a pressione (vi asicuro che funziona perche mi stava esplodendo&#33;&#33;) e noi dobbiamo fare un impianto semplice, se no siamo imbecilli&#33;<br><br>Serve:<br>Sensore temperatura<br>Sensore PH<br>poi???

giosp77
01-04-2008, 16:54
alla faccia del semplice.......:-) soprattutto per la sfera&#33;<br>io sulla sfera credevo schrzavate.......hai mai visto un serbatoio sferico contenente liquido, (intento almeno 10 mc, non 2/3 litri)?<br>gi&agrave; la sfera da realizzare è complicata e scomoda da utilizzare, in più addirittura te la vuoi anche movimentare con dentro tonnellate di digestato&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>se vuoi usare il motore stirling fai pure......ne conosci qualcuno in produzione a costi accettabili? e con certe garanzie di affidabilit&agrave; naturalmente.<br>Sia stirling o ciclo otto comunque quando dovrai fare della manutenzione dove lo stocchiamo il biogas? lo vuoi buttare? ok lo stirling avr&agrave; la sua caldaia e lo puoi bruciare li a patto che sia possibile intervenire sul motore a cladaia accesa&#33; e se servisse la manutenzione sulla caldaia?<br><br>servono sonde di temperatura bastano delle normali pt100, rilevatori di ph, un analizzatore di metano e H2S, dei manometri, dei riduttori di pressione in ingresso ai motori, valvole di sfioro (per fare uscire il biogas dal digestore ad una certa P, credo che +/- abbiamo messo tutto.<br>

titaoit
03-04-2008, 20:51
Salve&#33; Ritengo che l&#39;unico modo per rendere economicamente vantaggioso il processo sia usare tutti e due i sistemi mesofilo e termofilo.Io immagino due cilindri coassiali..il cilindro centrale in metallo e l&#39;altro in muratura.Quello centrale dovtrebbe essere, alla fine si tratta di un tubo...devo andare. Appena torno finisco.<br>Scusate

titaoit
03-04-2008, 23:35
Dicevo che il tubo centrale dovrebbe essere metallico all&#39;interno ed in calcestruzzo all&#39;esterno permettendo all&#39;acqua calda proveniente da pannelli solari convettivi di riscaldare questa intercapedine creando cosi un&#39;area ristretta dove utilizzando i fanghi gia preriscaldati da un motore endotermico calati a pressione dall&#39;alto verso il basso far&agrave; si che si formi un microclima di tipo termofilo, che come sappiamo bene far&agrave; si che venga digerito in poche ore..La massa defluira dall&#39;alto verso il basso e poi uscira da questo primo tubo termofilo per sfociare in basso in quello mesofilo. che sta appunto tutto intorno a questo.Scriverò domani del resto..Sono stanco e vado a coricarmi.<br>Buonanotte

pirandello98
07-04-2008, 17:51
ciao giosp77<br>scusami se non ho risposto prima al tuo intervento sullo spandimento dei reflui dopo il processo di digestione, ma sono stato impegnato in un progetto interreg sull&#39;eficienza energetica e consapevolezza ambientale.<br>Cmq io ho letto il codice di buona pratica agricola, che riprende i dati dalla direttiva 91/676 CE (che dovrebbe essere la direttiva nitrati), l&#39;ho letto e li è scritto che nelle zone definite vulenerabili il carico di BOD passa da 4 a 3t/ettaro corrispondenti ad un livello di azoto pari a 170kg/ettaro, valore dimezzato perche si è in zona vulnerabile appunto.<br>Ora secondo i miei calcoli la quantita di azoto ammonta dopo il processo di digesione a 60kg circa.<br>questo dato l&#39;ho ottenuto considerando una % di azoto presente nelledeiezioni tal quali pari a 0,3 e una quantita di deiezioni giornaliere immesse pari a 17550kg. Visto che ho notato che tu hai molte conoscenze a riguardo, mi dici se c&#39;è qualche problema nel mio calcolo?<br>Grazie tante<br>ps ovviamete l&#39;invito è aperto a tutti coloro che ne sanno di piu, solo con il confronto si puo crescere&#33;<br>ciao ciao<br><br><br>ovviamente mi riferisco a reflui suinicoli

giosp77
10-04-2008, 19:49
ciao Pirandello98, mi dispiace ma io non ti posso aiutare molto in termini biologici io sono un ingegnere meccanico e mi occupo del dimensionamento di impianti del genere, di bilanci energetici e qualche considerazione economica......quello che te mi chiedi non è il mio campo, credo che puoi trovare persone più preparate di me in questo forum a riguardo.<br>Mi dispiace

pirandello98
10-04-2008, 20:02
sono un po perplessino sul fatto di utilizzare entrambi i processi termofili e mesofili...ma intedi in due digestori diversi si?quindi doppio digestore (doppi costi)....<br>ma poi scusa sta storia del digestore rotante?ma non è meglio un sistema di miscelazione interno?<br>ciao ciao<br>

giosp77
11-04-2008, 11:05
concordo con pirandello.....mi sembra assurda la storia del digestore rotante, anzi direi ridicola senza offesa......hai mai visto un contenitore di grandi dimensioni per liquidi sferico?<br><br>per quanto riguarda mesofilia e termofilia non credo si possa fare, i batteri termofili e quelli mesofili sono diversi, io non ho mai sentito nessuno fare termofilia in un digestore e mesofilia in un altro.<br>Un motivo ci sar&agrave; pure no?

pirandello98
11-04-2008, 12:08
in realta ci sono sistemi diciamo girevoli..e cilindrici...ma non è il digestore a girare bensi un sistema interno....<br>cmq se esistesse titaoit faccelo sapere....almeno vediamo di cosa si tratta.<br>solo con il confronto si cresce&#33;&#33;&#33;<br>ciao ciao<br>ps chi mi conferma questo dato: 8,4 kg ogni tonnellata tal quale di azoto per i reflui suinicoli?<br>e % tra il 6 e il 18 % di Azoto rispetto ai solidi volatili?<br>

giosp77
11-04-2008, 15:37
pirandello ti posso dire che per i suini si ha un carico giornaliero di azoto di0.31 Kg ogni tonnellata di peso vivo dei suini<br>per i bovini si ha 0.23 Kg di N ogni tonnellata di peso vivo dei bovini<br>per effluenti suinicoli:<br>COD 5Kg/t peso vivo<br>BOD 2Kg/t peso vivo<br>ST 5Kg/t peso vivo<br>SV 70% ST<br>SST 70-80% ST<br>0.35 Kg/t peso vivo<br>% N ammoniacale 60%<br><br>da CRPA<br><br>spero ti serva

pirandello98
12-04-2008, 12:08
ciao giosps<br>innanzitutto grazie<br>allora io sto consultando il mauale dell&#39;agricoltura (usato nella facolta di agraria dell&#39;unimol).<br>li ho i seguenti dati:<br><br>--&#62; 50kg/d = deiezioni di suini (peso vivo 1000kg)<br>--&#62; 4,3% delle diezioni sono solidi totali quindi= 2,15kg/d (solidi totali)<br>--&#62; il TKN (cioe azoto ammoniacale + azoto organico) è il 7,5% dei solidi totali quindi: 0,16kg/g per 1000kg di peso vivo<br><br>tu hai 0,32....probabilmente la differenza (significativa) sta nel fatto che il dato sul TKN che ho è riferito ai suini all&#39;ingrasso...mentre quelli sulle deiezioni e sui solidi totali sono riferiti ai suini in riproduzione...<br>cmq questi sono i dati che ho io...come si fa a trovare una via di mezzo?<br>help help help<br>agricoli&#33;&#33;&#33;????? AIUTO&#33;&#33;&#33;&#33;EH EH EHE<br>ps agricoli senza offesa eh io scherzo :-) ciao ciao<br>ps2 buon voto a tutti<br>

francesco1966
12-04-2008, 13:34
ciao pirandello98.<br>Perchè non usi i dati della DIRETTIVA NITRATI? per calcolare l&#39;N prodotto, sono abbastanza vicini alla realt&agrave;&#33;<br>ciao.<br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c2e76757ce39d8b274f6656d08651202.gif" alt="image">

pirandello98
12-04-2008, 17:44
mi dai un link? io ho preso un sunto della direttiva nitrati proiettato ad un congresso...magari avendo tutta la direttiva a portata di mano...cmq la quantita di TKN varia...come possono inserire una quota standard nella direttiva nitrati?..sapevo che nella direttiva vi fosse solo il quantitativo max di N da spandere..cioe 350kg nelle zone non vulnerabili..la meta in quelle vulnerabili...<br>fammi sapere se ouoi<br>grazie<br>

pirandello98
24-04-2008, 16:36
ecco finalmente nella nuova "sede" a chi faccio gli auguri....??
eh ehe
ciao ciao bruno

nicola
27-04-2008, 16:39
mi dai un link? io ho preso un sunto della direttiva nitrati proiettato ad un congresso...magari avendo tutta la direttiva a portata di mano...cmq la quantita di TKN varia...come possono inserire una quota standard nella direttiva nitrati?..sapevo che nella direttiva vi fosse solo il quantitativo max di N da spandere..cioe 350kg nelle zone non vulnerabili..la meta in quelle vulnerabili...<br>fammi sapere se ouoi<br>grazie<br>

Non è esatto, il TKN è tutto l'azoto presente ed è quindi la misura di azoto più stabile a disposizione. Paragonato all'azoto ammoniacale e all'azoto proteico.

Abiss
05-06-2008, 15:50
cambiato idea:
usiamo un motore stirling, tipo questo qui: Stirling Denmark - Biomass Based Energy (http://www.stirling.dk/default.asp?ID=136)

così risparmiamo su:
manutenzione
olio lubrificante
sistema di deumidificazione e desolforizzazione
sistema di monitoraggio dei gas

cioè un sacco di soldi

che ne dite?

Abiss
05-06-2008, 16:26
E dopo lunghe elaborazioni ecco come lo farei!

bryanx78
05-06-2008, 18:09
cambiato idea:
usiamo un motore stirling, tipo questo qui: Stirling Denmark - Biomass Based Energy (http://www.stirling.dk/default.asp?ID=136)

così risparmiamo su:
manutenzione
olio lubrificante
sistema di deumidificazione e desolforizzazione
sistema di monitoraggio dei gas

cioè un sacco di soldi

che ne dite?

bello questo giocattolino!!!
ma quanto può costare un cosino del genere?!?

ma sei sicuro ke con delle palette eoliche riesci a girare una melma del genere?!?
t assicuro x esperienza personale ke ha una densità abbastanza alta!
Ke t costa usare un motore a pale? tanto l'elettricità te la produci da te! ;)

bade
14-07-2008, 13:35
ciao...è il primo messaggio che scrivo e non credo di avere l'esperienza necessaria
comunque io sono un enotecnico e per quanto riguarda il mio settore esistono delle presse orizzontali cilindriche per la compressione e la trasformazione in mosto dell' uva
devo ancora controllare le capacità massime ma dovrebbero essere accettabili anche per applicazioni diverse(come questa appunto)...cerco i dati poi vi dico con più precisione
ciao e grazie x l'ascolto (speriamo)

bade
14-07-2008, 13:39
per adesso ne ho trovate fino a 47hl
Montanaro F.lli Enomeccanica - Macchine enologiche nuove ed usate con garanzia - Produzione di filtri a piastre, microfiltri, riempitrici lineari, elettropompe (http://www.montanarofratelli.com/site/rappit.htm#avant)
ma posso trovare di meglio

bade
14-07-2008, 13:55
pressepne_home (http://www.zambellienotech.it/ita/pressepne_home.htm)
il dato volumetrico ha grandi variazioni(anche se a mio parere eccessive)tra l'uva intera e il mosto fermentato non so quanto può essere utile...occorrerebbe sapere l'esatta composizione del materiale da inserire per poter determinare la quantità inseribile...boh...

iciodebby
02-12-2008, 22:39
solo oggi ho letto la vostra discussioe...è fantastica!!! purtroppo vi siete persi o magari avete costruito l'ipianto.Se ci siete ancora mi piacerebbe sapere a che cifra siete riusciti a rendere operativo l'impianto.

Abiss
06-12-2008, 15:02
bello questono?

iciodebby
07-12-2008, 00:51
Se hai 2 secondi per spiegarmelo ti sarei grato. Comunque complimenti.

edva
10-12-2008, 10:39
Ciao Abiss, scusa il disturbo ma potresti indicarmi dove posso trovare maggiori info riguardo all'impianto di cui ha postato l'immagine.

Grazie