PDA

Visualizza la versione completa : Fusione Elio3



Franco52
07-03-2008, 17:31
La luna contiene un enorme fonte di He3 depositato dal vento solare.<br>La fusione di solo 100 Kg di He3 con Deuterio in un reattore a fusione può produrre 1.000 MW di energia elettrica e le risorse lunari sono stimate a un milione di tonnellate di He3 che rifornirebbero la Terra di energia elettrica per mille anni.<br>La reazione è:<br><br> D + He3 = protone + He4<br><br>Si producono pochi neutroni e pochi rifiuti radioattivi.<br>Sarebbe un buon motivo per tornare sulla Luna&#33;<br>Chiss&agrave; se è utilizzabile il fusor per una tale reazione&#33;

livingreen
07-03-2008, 19:03
Ho paura che il problema stia nella prolunga.....

Franco52
07-03-2008, 19:24
Beh, se i governi, invece che in spese militari, investissero nella cosa, avremmo un&#39;umanit&agrave; orientata verso ideali positivi, tanta energia, un eccezionale osservatorio astronomico (sulla faccia nascosta della luna), miniere di titanio, una base per esplorare marte, ecc.<br>Piuttosto volevo far notare che nel reattore in questione si potrebbe usare il confinamento inerziale elettrostatico, perchè i protoni sono particelle cariche.

Guiotto
07-03-2008, 19:58
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Franco Malgarini @ 7/3/2008, 16:31)</div><div id="quote" align="left">La luna contiene un enorme fonte di He3 depositato dal vento solare.<br>La fusione di solo 100 Kg di He3 con Deuterio in un reattore a fusione può produrre 1.000 MW di energia elettrica e le risorse lunari sono stimate a un milione di tonnellate di He3 che rifornirebbero la Terra di energia elettrica per mille anni.<br>La reazione è:<br><br> D + He3 = protone + He4<br><br>Si producono pochi neutroni e pochi rifiuti radioattivi.<br>Sarebbe un buon motivo per tornare sulla Luna&#33;<br>Chiss&agrave; se è utilizzabile il fusor per una tale reazione&#33;</div></div><br><a href="http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/2006/02_Febbraio/luna-energia.shtml" target="_blank">http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/...a-energia.shtml</a>

Franco52
09-03-2008, 11:52
Quì c&#39;è tantissimo materiale sull&#39;argomento<br><br><a href="http://images.google.it/imgres?imgurl=http://fti.neep.wisc.edu/pubs/lib/img/wcsar_cover.jpg&amp;imgrefurl=http://fti.neep.wisc.edu/pubs%3Frm%3Dwcsar&amp;h=72&amp;w=61&amp;sz=5&amp;hl=it&amp;start=9&amp;tbn id=4Zl28WO5M4nGWM:&amp;tbnh=69&amp;tbnw=58&amp;prev=/images%3Fq%3Dhelium3%2Bfusion%26gbv%3D2%26hl%3Dit% 26sa%3DG" target="_blank">http://images.google.it/imgres?imgurl=http...l%3Dit%26sa%3DG</a>

stranger
09-03-2008, 12:33
Senza andare sulla Luna a fare cose lunatiche...<br>L&#39;elio 3 si crea da solo senza fare niente aspettando semplicemente che il trizio decada.<br><br>Quindi <b>il problema vero è la produzione artificiale del trizio</b><b><span style="font-size:14pt;line-height:100%">,</span></b> che può essere fatta applicando una tensione CONTINUA tra 2 anelli di rame del valore di 2,5 MEGAvolt: bersaglio= litio in gas di idrogeno.<br><br><br><span class="edit">Edited by stranger - 12/3/2008, 11:35</span>

Franco52
09-03-2008, 20:50
Ma qual&#39;è il tempo di decadimento del trizio ed in quale quantit&agrave; avviene la reazione?

stranger
09-03-2008, 21:46
Nel mio precedente post sono stato un pò precipitoso perchè in quel momento avevo premura di fare altre cose.<br><br>Il trizio può essere prodotto artificialmente irradiando con ioni di comune idrogeno un target di litio.<br><br>un pò di cose sono scritte <a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Trizio" target="_blank"><span style="color:blue">qua</span></a><br><br>Il trizio impiega 12,33 anni a decadere ma ovviamente non decade tutto in un breve istante perchè altrimenti avremmo una piccola esplosione nucleare.<br>Io penso che purtroppo necessitano tonnellate di trizio per avere una produzione di elio3 non trascurabile, utile per fare quello che dici (in qualunque caso sempre più conveniente che andare sulla Luna).<br><br><br>L&#39;irradiamento del litio con ioni di H a 2,5 Mev non produce soltanto trizio, ma produce anche un flusso di neutroni che può essere utilizzato per trasmutare altri materiali ma anche per trasmutare lo stesso litio che sta generando i neutroni.<br><br>Quindi le possibilit&agrave; della produzione energetica sono 3<br>possibilit&agrave; 1: si produce energia facendo neutrone + Litio6 = elio4 + Trizio + 4.86 MeV<br>possibilit&agrave; 2: si produce energia facendo neutrone + Torio = Uranio233 -----&#62; scissione Uranio233 ---&#62; energia<br>possibilit&agrave; 3: si produce energia facendo D + He3 = protone + He4<br><br>Poi c&#39;è il fatto trascurabile che il trizio decadendo libera un pò di energia, non per niente il trizio è luminoso (però questo fatto non è importante a livello energetico)<br><br><br>Come si nota, una volta che il litio viene bombardato con ioni di H da 2,5 Mev si innescano complesse reazioni nucleari, per la maggior parte tutte produttive di energia nucleare.<br><br>E&#39; sciocco pensare di fare reazioni nucleari non trascurabili con le particelle alfa o beta emesse da un banale pezzo radioattivo NATURALE, perchè l&#39;intensit&agrave; delle particelle emesse è inrilevante (corrente protonica di intensit&agrave; trascurabile o corrente alfa di intensit&agrave; trascurabile).<br><br>Necessita un emettitore artificiale la cui corrente è molto più intensa, appunto un piccolo acceleratore di particelle <b>(artificiale)</b>.

Franco52
11-03-2008, 17:24
Non mi sembra che ci siano tutti questi vantaggi.<br>Oltretutto sulla Luna bisogner&agrave; per forza tornarci e il tutto potrebbe essere automatizzato...

stranger
13-03-2008, 16:17
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Franco Malgarini @ 11/3/2008, 16:24)</div><div id="quote" align="left">Non mi sembra che ci siano tutti questi vantaggi.<br>Oltretutto sulla Luna bisogner&agrave; per forza tornarci e il tutto potrebbe essere automatizzato...</div></div><br><a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Elio-3" target="_blank"><span style="color:blue">http://it.wikipedia.org/wiki/Elio-3</span></a><br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (copia ed incolla da wikipedia @ -,-)</div><div id="quote" align="left">Produzione<br>L&#39;elio-3 è molto raro, e non viene in genere trovato in depositi naturali. Per questo viene prodotto artificialmente. L&#39;elio-3 è un sottoprodotto del decadimento nucleare del trizio, e il trizio può essere prodotto bombardando con neutroni litio, boro, o azoto.<br><br>Attualmente una parte delle scorte di elio-3 derivano dallo smantellamento delle armi nucleari, in cui si è accumulato col tempo. circa 150 chilogrammi di elio-3 sono stati ottenuti dal decadimento della produzione statunitense di trizio a partire dal 1955, che veniva realizzato principalmente per le testate nucleari.<br><br>La produzione e stoccaggio di grandi quantit&agrave; di trizio è un processo antieconomico, poiché servono circa 18 tonnellate di trizio per produrre una tonnellata di elio-3 in un anno di tempo (N γ = N t½ / (ln2)).<br><br>Unire trizio e litio-6 consuma i neutroni, mentre unirlo con litio-7 produce un neutrone a bassa energia come rimpiazzo per il neutrone consumato. Questi processi per essere svolti sulla Terra richiedono però un flusso di neutroni ad alta energia.</div></div><br>Faccio notare che la barriera di coulomb è più forte in elio3-deuterio piuttosto che trizio-deuterio, quindi non vedo il vantaggio rispetto a quest&#39;ultimo.<br><br>Ma non ho capito<b>: </b> si dovrebbe andare sulla Luna per prendere elio-3 <span style="font-size:14pt;line-height:100%">?</span> oppure e l&agrave; che si dovrebbe costruire una centrale nucleare <span style="font-size:14pt;line-height:100%">?</span><br><br>e se fosse costruita l&agrave;, come si dovrebbe trasmettere l&#39;energia da l&agrave;... a qui <span style="font-size:14pt;line-height:100%">?</span>

Franco52
13-03-2008, 17:13
No, le centrali sarebbero costruite sulla Terra.<br>Sulla Luna si recupera l&#39;Elio3 con un trattore automatizzato che è gi&agrave; stato progettato e lo si trasporta sulla Terra con dei voli automatici che utilizzano la stazione spaziale (che finalmente servirebbe a qualcosa, visto che è costata un sacco di soldi e finora non è servita a niente).

Franco52
14-03-2008, 18:44
Sapete perchè sarebbe vincente questa strategia?<br>Perchè basterebbe portare dei piccoli carichi di Elio3 dalla Luna ogni sei mesi (100-200 Kg) con dei robot poco complicati.<br>Dalla stazione spaziale sarebbero poi portati a Terra con le navette.

stranger
03-04-2008, 10:52
Però stavo pensando....<br>4,5 miliardi di anni fa, la Luna era distante dal pianeta Terra solo 16 mila km, peccato che a quell&#39;epoca non c&#39;era nessuno a vedere il cielo perchè la Luna doveva essere certamente una palla enorme con facilissima visione di montagne e crateri, forse copriva 1/6 del cielo visibile (quasi tutto il cielo coperto dalla Luna).<br><br>E&#39; evidente che lentamente la Luna si sta lenti<span style="color:blue"><b>sss</b></span>imamente allontanando da noi.<br><br>Non so come far&agrave; l<span style="color:blue"><b>u</b></span> Sant<span style="color:blue"><b>u</b></span> Papa a calcolare la Pasqua fra un miliardo di anni...Boh&#33;<br>Si arranger&agrave;, saranno problemi suoi...<br><br>Però stavo pensando....<br>Se facendo una esplosione nucleare nella giusta posizione geografica e al momento giusto, la Luna riprendesse la posizione che gi&agrave; aveva 4,5 miliardi di anni fa... allora sarebbe più facile andare sulla Luna.<br>No?<br>Basterebbe un aereo militare di alta quaota per prendere questo elio3, non penso che un aereo di linea turistico ce la farebbe ad andare cosi lontano (16 mila km) ma un aereo militare forse si.<br><br>Però per spostare la Luna ci vorebbero tante bombe H sincronizzate al momento giusto, nel posto giusto e al momento giusto.<br><br>Che ne pensi ?<br>Si potrebbe fare ?

randagio73
03-04-2008, 11:21
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (stranger @ 3/4/2008, 10:52)</div><div id="quote" align="left">Però stavo pensando....<br>Se facendo una esplosione nucleare nella giusta posizione geografica e al momento giusto, la Luna riprendesse la posizione che gi&agrave; aveva 4,5 miliardi di anni fa... allora sarebbe più facile andare sulla Luna.<br>No?<br>Basterebbe un aereo militare di alta quaota per prendere questo elio3, non penso che un aereo di linea turistico ce la farebbe ad andare cosi lontano (16 mila km) ma un aereo militare forse si.<br><br>Però per spostare la Luna ci vorebbero tante bombe H sincronizzate al momento giusto, nel posto giusto e al momento giusto.<br><br>Che ne pensi ?<br>Si potrebbe fare ?</div></div><br>Come si dice? se Maometto non va alla montagna , la montagna va da Maometto. Se la montagna non vuole andare da Maometto basta convincerla gentilmente con qualche centinaio di bombe H&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9f1dbc3300dd9637801e294ab650bff3.gif" alt=";)">

cirowsky
03-04-2008, 18:46
sempre da <a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Elio-3" target="_blank">http://it.wikipedia.org/wiki/Elio-3</a>...<br><br>&quot;Si ritiene che l&#39;Elio-3 sia più diffuso sulla Luna<br>(...) si ritiene che possa essere usato come fonte di energia per le centrali elettriche a fusione di seconda generazione.&quot;<br><br>...si ritiene...<br><br>poi... le centrali a fusione di prima generazione quando le hanno fatte? me le devo essere perse...<br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4d143000a35002ba70bc8359820c7d88.gif" alt=":huh:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5b9849025aab48a995a46412a0d1f4f7.gif" alt=":cry:">

Franco52
03-04-2008, 19:24
La prima generazione sono i vari Tokamak e iter.<br>La seconda generazione è quella a confinamento inerziale elettrostatico (FUSOR).

cirowsky
04-04-2008, 00:14
per essere centrali, devono riuscire a produrre energia.<br>cosa che non mi risulta<br>diciamo che sono studi, o prototipi

stranger
04-04-2008, 08:28
Avevo gi&agrave; scritto e ripeto ancora...<br><br>Bersagliando il litio con ioni di H da 2,5 Mev ottengo neutroni e trizio.<br><br>A sua volta: bersagliando il torio con neutroni ottengo la massa critica q quindi energia, e poi aspettado che il trizio decada ottengo elio3.<br><br>Poi...<br>Se l&#39;elio3 è utile per fare altre cose... ben venga.<br>

Franco52
04-04-2008, 08:39
Per Cirowsky<br>Certo sono prototipi che costeranno miliardi di euro......<br>Mentre il fusor lo sta costruendo teslacoil a casa......<br><br>Per Stranger<br>L&#39;Elio3 si può usare anche come propellente per astronavi

cirowsky
05-04-2008, 11:50
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Franco Malgarini @ 4/4/2008, 08:39)</div><div id="quote" align="left">Mentre il fusor lo sta costruendo teslacoil a casa......</div></div><br>se lui o uno degli smanettoni da fusor riesce a costruire un protoipo che produce una chiara e costante overunity (incrociamo le dita&#33;) magari non abbiamo più bisogno di andare sulla luna...

Franco52
05-04-2008, 18:52
Ma l&#39;Elio3 sta sulla Luna&#33;<br><br>Sulla Luna sarebbe più facile costruire fusor perchè c&#39;è gi&agrave; il vuoto richiesto.

cirowsky
06-04-2008, 17:22
tutto sta nello sforzo richiesto: quanti soldi ci vogliono?<br><br>io tendo a pensare che tuto quello sforzo potrebbe essere rivolto per la produzione di pannelli solari: produrre qualche miliardo di pannelli solari, organizzarsi per produrre i pannelli per sostituire quelli che invecchiano<br><br>questo di sicuro fuinzionerebbe e risolverebbe alla radice i nostri problemi energetici

teslacoil
15-05-2008, 14:24
Sulla Luna sarebbe più facile costruire fusor perchè c'è già il vuoto richiesto.


NON mi risulta che ci sia abbastanza rarefazione sulla luna

Ad ogni modo, e' piu' facile realizzare una camera stagna a vuoto e pompare fuori i gas sulla terra piuttosto che andare sulla luna e NON aver bisogno di alcuna camera stagna..... ;-)



Mentre il fusor lo sta costruendo teslacoil a casa......

Beh, in realta' NON sono l' unico a realizzare il fusor.
Quello che NON riesco pero' a capire e' come mai nessun' altro di questo gruppo lo stia realizzando (o lo abbia gia' fatto!), come al solito, parlare e' facile, far andare le mani un po meno....... :-(

Alex Svoboda
23-05-2008, 09:50
Potrebbe essere la fonte energetica preferenziale, insieme al fotovoltaico già utilizzato dalla Stazione Spaziale Internazionale e dai satelliti, per una grande stazione lunare... ;)

Nabla
24-11-2009, 01:06
Franco Malgarini,
a oggi non si riesce ancora a sfruttare la reazione D + T la quale, tra tutte le reazioni di fusione nucleare studiate, offre la più alta sezione d'urto alla più bassa energia; come si può allora pensare di sfruttare la D + He3 che ha sezione d'urto minore della D + T e, per giunta, serve energia maggiore?

endymion70
24-11-2009, 09:44
Franco Malgarini,
a oggi non si riesce ancora a sfruttare la reazione D + T la quale, tra tutte le reazioni di fusione nucleare studiate, offre la più alta sezione d'urto alla più bassa energia; come si può allora pensare di sfruttare la D + He3 che ha sezione d'urto minore della D + T e, per giunta, serve energia maggiore?

Capisco rispolverare i vecchi post, ma fino a questo punto... :)

teslacoil
24-11-2009, 10:35
Hola All!


Buona rispolverata, giusto in tempo, ero fermo da qualche anno con la questione fusor (problemi sia di natura tecnica, che organizzativa, che di salute, che di tempo) e giusto meno di un mese orsono ho ripreso in mano l' argomento attivamente.

due settimane fa, dopo circa due anni di mancanza, ho rivisto nuovamente una "stellina" dal vivo, giusto per gradire, guardate questa recentissima foto:

http://img526.imageshack.us/img526/6627/pompeq.jpg (http://img526.imageshack.us/i/pompeq.jpg/)

NO COMMENT!


Ciao!
Fabio.


EDIT: e' inutile che mi asciughiate con queste cose, tanto sono comunque condizionato dalla mancanza di un tornio-fresa e dai tempi tecnici che mi servono per farmi fare anche un solo pezzettino da qualche amico; se pero' avete un tornio-fresa da vendere o conoscete qualcuno che lo vende a buon prezzo, fatemelo sapere. (NB: che NON sia un giocattolo ma neppure un mostro, una cosa di mezzo tra un ottimo tornio-fresa hobbystico ed un piccolo tornio-fresa professionale che sia in grado di fare pure le filettature -meglio se a scatola di norton, va bene anche con ingranaggi da cambiare- pensavo qualcosa attorno ai 200-250 kg di peso).

archiemme
17-11-2018, 14:51
Franco Malgarini,
a oggi non si riesce ancora a sfruttare la reazione D + T la quale, tra tutte le reazioni di fusione nucleare studiate, offre la più alta sezione d'urto alla più bassa energia; come si può allora pensare di sfruttare la D + He3 che ha sezione d'urto minore della D + T e, per giunta, serve energia maggiore?


l'elio che si libera in atmosfera credo che sfugga allattrazione gravitazionale terrestre, come i palloni sonda atmosferici.
come fa la luna a immagazinare nelle regolite tutto quest'elio???? se ha una pressione atmosferica e un'attrazione gravitazionale irrisoria?????
comunque l'elio3 ,litio,boro, dimostrano che i'innesco fusorio catalitico da vantaggi energetici di accenzione e da fattibilita alla conversione energetica in un motore a espansione volumetrico non autofertilizzante a ciclo chiuso ma a recupero di specie atomiche da riutilizzare in funzionamento intermittende e non continuo , in modo che le repentine reazioni diano il tempo al motore di assorbire nel tempo l'energia e convertirla con appositi cinematismi:bye1:

archiemme
17-11-2018, 15:02
Avevo già scritto e ripeto ancora...

Bersagliando il litio con ioni di H da 2,5 Mev ottengo neutroni e trizio.

A sua volta: bersagliando il torio con neutroni ottengo la massa critica q quindi energia, e poi aspettado che il trizio decada ottengo elio3.

Poi...
Se l'elio3 è utile per fare altre cose... ben venga.


dissociazione di carica nucleonica tramite condensazione e scarica di antimateria per ridurre le interazioni gluoniche di fusione.
da appurare il bilancio energetico!?:cry:

Solarfranco
14-01-2019, 01:09
Il problema dell'umanità non è la disponibilità di energia
sulla Terra ma..come viaggiare nello spazio in tempi sostenibili.
Nello spazio c'è il vuoto, come anche sulla Luna. Credo che
la Luna, se davvero avesse l'He3, sia il punto di partenza per studiare e
testare una propulsione a fusione nucleare aneutronica nel vuoto.
Ho letto ad esempio di una propulsione a fusione prodotta da una serie di microesplosioni.
Mi pare una buona idea. Se si riuscisse ad attivare la reazione
con una micro fissione nucleare(forse la stessa cosa avviene con la fusione fredda)
e a mantenerla in un certo modo tramite urti tra elio3 e deuterio ad alta energia il gioco sarebbe
bello è fatto!!!
In tal caso anche la geometria dell'astronave avrebbe la sua importanza perché
dovrebbe cercare di sfruttare al meglio queste microesplosioni. Per esempio a forma di
volano(la palla con cui si gioca a badminton)...