PDA

Visualizza la versione completa : L'opinione di QUATTRORUOTE



franz5000
11-04-2005, 09:45
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

o la penso così:

Non confondete il biodiesel con l'olio di semi per uso alimentare. Anche se utilizzano la stessa materia prima (sono estratti da semi di colza o girasole) si tratta, però, di prodotti con caratteristiche completamente differenti fra loro. Adatto ai motori il primo, adatto alla cucina il secondo.

Completamente differenti non direi proprio, dato che il motore funziona lo stesso


Il biodiesel è un vero e proprio combustibile per motori diesel, che rispetta criteri molto severi descritti dalla norma europea EN 14214. L'olio di semi di colza o di girasole, invece, no.

E allora abbassate i prezzi del biodiesel.

Se si usa l'olio di semi in un moderno diesel si provocano, presto o tardi, danni molto costosi da riparare all'impianto iniezione (pompa e iniettori) e al motore: per risparmiare un centinaio di euro si provocano danni per migliaia di euro. Magari nei semplici, lenti e pesanti motori diesel di trent'anni o quarant'anni fa non succede nulla di grave utilizzando tali oli; nei moderni motori, invece, non è così: sarebbe come mettere nel motore un olio pensato per i motori degli anni Cinquanta.

Questo è da vedere. Dalle testimonianze sembra che i casi di danno siano estremamente pochi. E anche che le macchine nuove vadano meglio di quelle vecchie (tranne che in Italia i motori venduti in Europa sono quasi tutti predisposti per il biodiesel). Inoltre il risparmio è ben oltre un centinaio di euro.

L'olio di semi alimentare lascia dannosi depositi carboniosi, morchie e gomme negli iniettori e nella camera di combustione. Non è un olio pensato per resistere alle temperature che si trovano all'interno del motore (basta lasciare troppo tempo una padella con olio di semi sul fornello della cucina per rendersi conto dei depositi che si creano).

E invece pare non sia vero. Anzi l'olio di colza contiene meno particolato e pulisce il motore, eliminando i residui lasciati dal gasolio. Più pulizia, meno emissione di sostanze inquinanti. L'olio non deve "resistere" alle temperature del motore, deve bruciare.

Per utilizzare il vero biodiesel al posto del gasolio, occorre disporre di modelli di autovetture in grado di funzionare senza problemi con tale combustibile. Sono pochissimi quelli già predisposti dalle Case per funzionare con il biodiesel puro, mentre molti accettano una miscela costituita dal 30% di biodiesel e il 70% di gasolio.

"Molti" lo dicono loro. A me risulta che la maggior parte dei motori funzioni bene con il 50% e oltre di olio di colza. Che siano "pochissimi" quelli predisposti dalle case è vero solo in Italia, le macchine all'estero (in Europa) sono quasi tutte predisposte. Come al solito qui siamo i più furbi.

Utilizzando biodiesel puro in una vettura che non lo prevede comporta immediatamente il decadere della garanzia.

Sai quanto me ne frega.

Una consistente quota del gasolio realizzato in raffineria contiene già una parte di biodiesel (sino al 5%) perché così diluito è un ottimo additivo lubrificante per il gasolio senza zolfo.

5% non è niente rispetto a quello che si potrebbe fare. Come dice Grillo, quando diesel ha inventato il motore, lo faceva andare ad olio.

Dal momento che il costo di produzione del biodiesel non è competitivo con il gasolio ricavato dal petrolio, ogni anno il Governo stabilisce un tetto massimo per la produzione di biodiesel esente da accise. Per questo motivo, oltre che per altri, la produzione di biodiesel è limitata.

Che mi frega se non è competitivo? Se posso evitarmi un cancro ai polmoni, sono ben contento di spendere un po' di più (se non ci fossero accise su tutto il biodiesel (senza "tetti") non ci sarebbe il problema. Ma lo stato vuole succhiare soldi....

13-04-2005, 07:33
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO CON TE.

PERCHE NON PROVIAMO A PROPORRE A 4RUOTE DI EFFETTUARE UN LORO CLASSICO TEST DI UTILIZZO COMPARATIVO TRA DUE MODERNE AUTO DIESEL "EURO 4" AD ESEMPIO DI 50.000 KM UNA ALIMENTATA A GASOLIO PURO E L'ALTRA A MISCELA GASOLIO 30% ED OLIO DI COLZA ALIMENTARE TIPO LXXL 70%.
QUESTO SAREBBE VERAMENTE ESSERE DALLA PARTE DEGLI AUTOMOBILISTI E NON DELLLE CASE COSTRUTTRICI CHE TENGONO IN PIEDI IL GIORNALE.

MADITATE E MISCLELATE GENTE

gattmes
13-04-2005, 10:10
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Cosi poi risulta un bel servizio come quello della Prius, che esalta le caratteristiche (pootrebbe osare altro con un "motore dell'anno 2004", "auto dell'anno 2005", e tanti altri premi/riconoscimenti???).........ma dice che nella prova in autostrada i consumi sono poco oltre 10Km/litro....(penso che dovevano togliere il freno a mano prima della prova....)

ag_smith
13-04-2005, 15:20
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE
....(penso che dovevano togliere il freno a mano prima della prova....)
</center>

hahahahaha

hai proprio ragione gatt

dado VRC
13-04-2005, 20:06
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

difatti io ogni due pieni cambio iniettori e pompa d'iniezione, e ogni 10 metto i pistoni a mollo nell'acido...bah...

Ragazzi...4R mi sa che è governato dai petrolieri!!

ag_smith
13-04-2005, 20:10
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE (dado VRC @ 13/4/2005, 20:06)
difatti io ogni due pieni cambio iniettori e pompa d'iniezione, e ogni 10 metto i pistoni a mollo nell'acido...bah...

Ragazzi...4R mi sa che è governato dai petrolieri!!
</center>
io addirittura dopo 20 pieni faccio rifondere il motore e riassemblarlo

saduhbsaubdsauhbdusahbduahs ahhahahaha http://img.forumfree.net/html/emoticons/blink.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif

26-04-2005, 19:25
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

quindi anche l'articolo che ho letto su auto di maggio intitolato " la maionese nel motore" , secondo voi è spinto dai petrolieri??????????? ............... che delusione

danieleb84
26-04-2005, 21:49
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE (gattmes @ 13/4/2005, 10:10)
Cosi poi risulta un bel servizio come quello della Prius, che esalta le caratteristiche (pootrebbe osare altro con un "motore dell'anno 2004", "auto dell'anno 2005", e tanti altri premi/riconoscimenti???).........ma dice che nella prova in autostrada i consumi sono poco oltre 10Km/litro....(penso che dovevano togliere il freno a mano prima della prova....)
</center>
Cosa??? http://img.forumfree.net/html/emoticons/ohmy.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/ohmy.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/ohmy.gif Vuoi dire che Quattoruote sostiene che la Prius fà poco più che i 10 km/l in autostrada? Allora perchè su internet trovo solo ottime parole (consumo urbano, extraurbano e autostradale praticamente uguale)? http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif

27-04-2005, 10:06
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Semplice internet è fatto per la maggior parte da noi utenti che non abbiamo nessun interesse (almeno da parte mia) a monipolare i dati, mentre i giornali sono tutti "guidati" e ci fanno sapere solo quello che per loro sia giusto sapere.
ragazzi se ancora non l'abbiamo capito siamo tante povere pedine, manovrate a loro piacimento. Guardate che è successo con le auto diesel: nel giro di pochi anni vendono quasi esclusivamente auto diesel. Prima la differenza tra diesel e benzina era di circa 400/500 lire, guardate quant'è oggi...
Ecco perchè ci hanno spinto tutti in quella direzione.
Ora se tutti noi italiani (grazie ad internet non esistono più realmente confini) siamo capaci di sperimentarci le cose da noi, sicuramente i dati saranno più attendibili!

gattmes
27-04-2005, 10:36
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE



CITAZIONE

Cosa??? Vuoi dire che Quattoruote sostiene che la Prius fà poco più che i 10 km/l in autostrada?

</center>
da non credere???
guardate qua:
http://www.quattroruote.it/auto/mondoauto/...fm?CodProva=427 (http://www.quattroruote.it/auto/mondoauto/prove/prove_su_strada/prestazioni.cfm?CodProva=427)
..cita "media autostradale 10,5km/litro".....

27-04-2005, 12:24
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE (diavolorosso @ 27/4/2005, 10:06)
Guardate che è successo con le auto diesel: nel giro di pochi anni vendono quasi esclusivamente auto diesel. Prima la differenza tra diesel e benzina era di circa 400/500 lire, guardate quant'è oggi...
Ecco perchè ci hanno spinto tutti in quella direzione.

</center>
Bhè, su questo non sono d'accordo....il rapporto causa effetto è invertito secondo me: l'aumento del diesel è stata la conseguenza dell'aumento delle vendite di auto a gasolio. Gli sviluppi tecnologici che hanno portato il diesel a livelli mai visti prima intermini di potenza, rumorosità, ecc.....quando i petrolieri hanno visto che si vendevano più diesel che benzina hanno ben pensato di aumentare i prezzi del diesel e guadagnarci di più....ma senza premeditazione da parte delle case costruttrici....
Almeno secondo me.....
Senza offesa, eh!!! http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif

27-04-2005, 12:33
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Ognuno è giusto che la pensi a modo proprio, altrimenti ...sai che monotonia tutti a pensarla nello stesso modo http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif

danieleb84
27-04-2005, 12:56
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Su http://www.infomotori.com/a_52_IT_1284_1.html c'è il test drive della Prius e danno un consumo di 5l città, 5,5l extraurbano e 5,9 autostrada ovviamente ogni 100 km...il problema grave è che quattroruote è il più importante giornale di auto e infomotori l'ho scoperto solo su internet...

danieleb84
27-04-2005, 13:08
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Purtroppo diavolorosso la situazione è molto più grave...la colpa è di tutto il sistema...pensa solo che le auto diesel inquinano di più e quindi più targhe alterne, più blocchi delle auto, più multe, più utilizzo dei mezzi pubblici praticamente in una parola sola........DENARO!! Se sei andato a Rimini puoi sapere l'enorme traffico che c'è tutto il giorno sul lungomare e la via parallela più interna. Sai cosa mi fà schifo di questa città? Che i Vigili passano a fare le multe alle auto che non pagano il parcheggio (e hanno comunque torto a farlo) ma non si degnano di fare posti di blocco! In 10 giorni di ferie ho visto 3 volte i Carabieri a controllare il traffico ma già 50 metri dopo ognuno faceva quello che voleva... http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif Ti chiedi perché mi arrabbio così? Perché se ero un cittadino di Rimini me ne sarei già andato...all'altro mondo per colpa dell'inquinamento! http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif

Scusate la pappardella ed eventuali errori... http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif

Edited by danieleb84 - 27/4/2005, 13:09

gattmes
27-04-2005, 14:34
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE



CITAZIONE

Su http://www.infomotori.com/a_52_IT_1284_1.html c'è il test drive della Prius e danno un consumo di 5l città, 5,5l extraurbano e 5,9 autostrada ovviamente ogni 100 km

</center>
..e sono nuovamente dati del cavolo...anche se molto piu vicini alla realtà
...del cavolo perchè il consumo più basso si ha in citta e/o extraurbano e non in autostrada (dove è solo lievemente migliore di un diesel).
A titolo indicativo rimanendo SEMPRE sotto i 50Km/h...e ho scritto 50 e non 55-60 o perfino 51!!!! (tenere presente che selezionando la modalità solo elettrica EV a 51km/h viene automaticamente disinserita.....) e facile arrivare a 25-30km/litro (3,3-4 litri x 100km...e non 5....)....e anche qui ho scritto facile...nel senso che guidando da "prova tecnica di percorrenza" (improponibile nell'uso normale) si sfiorano i 40Km/l (2,5 litri x 100Km).
Da notare che se il clima è freddo (e anche caldo) i consumi aumentano perchè è necessario tenere in funzione il climatizzatore..

Edited by gattmes - 27/4/2005, 14:35

danieleb84
27-04-2005, 16:22
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Quei dati dicono che fà i 20 km/l in città, 18,8 km/l extraurbano e 17 in autostrada...nel test drive parlano anche della modalità elettrica EV citata da te e finora ho solo avuto riscontri positivi da quel sito...tieni conto che "spinge" a comprarla perché parla di "2 motori che lavorano in simultaneo facendolo sembrare un 2.000cc". Visto che la maggioranza degli italiani voglio auto potenti, questa è sicuramente un'auto che offre ottime prestazioni, consumi e inquinamento basso http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif ...comunque concordo con te che questi dati sono un pò fasulli... http://img.forumfree.net/html/emoticons/unsure.gif

gattmes
28-04-2005, 19:29
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Diciamo una cosa:
E' difficile fare queste prove con un ibrido.

Per esempio lo stato iniziale di carica della batteria di trazione è significativo nella prova.
Un'auto prelevata dal concessionario dove è esposta da 3-4 mesi puo averla al minimo (NiMH ha una autoscarica molto piu elevata di una classica PbCa automobilistica...)...appena si parte, il sistema ibrido cerca di ripristinare un "certo" livello di scorta...e lo fa usando il motore termico, cioè consumando "benzina" (come un gruppo elettrogeno)
...200V a 6,5Ah sono oltre 1,2KW/h...se la batt era al 20% si consuma benzina per 1KW/h (1h=60 minuti)...questo (non considero le perdite) è come dire 10Kw per 6 minuti....60KW per 1 minuto.

Visto che il termico è 57KW max...è come se erogasse la massima potenza per oltre un minuto (quando il display ti indica... tipo... 38litri x 100Km!!! Che sono tip 2-2,5Km/litro ...tipo carrarmato!!!!)....e a macchina ferma - non ne rimane più per le ruote-

...e, lo ripeto, non ho tenuto conto delle perdite/rendimenti!!!!

Quindi una prova...diciamo di 1/2 ora=30 minuti....(è gia tanto , visto i filmati di 4R in pista!).....è falsata da quel minuto (sara un po di più) con "consumi equivalenti" di 2Km/litro.....

...L'unica è usare l'auto per svariate ore (ma chi fa una simile prova se non il proprietario??) in modo di rendere la cosa trascurabile



per concludere voglio dire: quello che stai consumando sei sicuro di....consumarlo al 100%....o una parte la stai consumando....per dopo...cioè la stai "accumulando" nell'accumulatore appunto...cioè non la stai buttando via. Chi ha tenuto conto di questo nelle prove? Secondo me nessuno.
Nessuno si è avvicinato neanche a dire ...la batt era 2 tacche....fine prova è es. 4... metto in modalità EV e faccio un po di strada in pista fino a che non arriva nuovamente a 2 tacche...poi aggiungo quei 2-3Km fatti (quello che è) nel calcolo dei consumi

...ed è comunque una prova del piffero, ma (ripeto) nessuno sembra aver fatto almeno questo!

Scusate se lo meno con la cosa, ma se in futuro saranno sempre piu i mezzi ibridi bisogna stare all'occhio (vista la "vacanza" normativa al riquardo...)

..tutto cio COMUNQUE contiunua a non giustificare quel 10.5Km/l di 4R !!!!! Lo riscrivo solo con il freno tirato (le prime volte si dimentica facilmente, visto che è un "pedale" a sinistra...) oppure il selettore invece che in D (drive) era in B (brake, ma consuma anche di +)...o addirittura era in R (reverse...hanno fatto la prova in retromarcia http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif ).......

danieleb84
28-04-2005, 19:35
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Come ho già detto nell'altro post, la gente vuole auto potenti e almeno su interet ho trovato ottimi riscontri per quanto riguarda le prestazioni...e poi ci aggiungi ottimi consumi...questo è http://www.vocinelweb.it/faccine/varie/pag3/44.gif

gattmes
28-04-2005, 19:46
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Bastano 113Cv max (82KW) e 478 N-m di coppia (prestazioni dell'ibrido- combinazione massima dei due motori)?????????....Pagando bollo è assicurazione solo per un 78CV (57KW) e 115 N-m di coppia....

No????
Basta aspettare qualche giorno ed esce la Lexus (semprer Toyota è...) SUV ibrida (con due motori elettrici ed un termico 3300...oltre 450CV!!!!!!)

Edited by gattmes - 28/4/2005, 19:50

danieleb84
28-04-2005, 20:11
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

E speriamo che se la comprino tutti quelli che vogliono per forza queste supre-inquinanti fuoristrada...ormai sono più loro dei camion!

gattmes
29-04-2005, 12:13
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

...maggiori info:
http://it.lexus-hybrid.com/
....

danieleb84
29-04-2005, 13:09
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE (gattmes @ 29/4/2005, 12:13)
...maggiori info:
http://it.lexus-hybrid.com/
....
</center>
Ho letto le informazioni nel sito...molto interessanti...però non indicano neanche lontanamente i consumi ed è un peccato! http://img.forumfree.net/html/emoticons/sleep.gif

Dupagu
29-04-2005, 15:57
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Ho provato la prius,mi e' sembrata un'ottima auto.Questo e' cio che volevano ottenere i progettisti.Rispetto alla vecchia versione e' piu' spaziosa.Mentre guidi il grafico ti mostra cio che fa il computer ,quando recupera l'energia in frenata ,quando spenge il motore termico e quando lo riaccende.Tutto da sola.
Partire al semaforo nel silenzio assoluto da una sensazione stranissima.
Costa 5000 euro piu di una macchina equivalente classica,per questo non la compra nessuno.

29-04-2005, 18:01
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE (franz5000 @ 11/4/2005, 09:45)
io la penso così:

Non confondete il biodiesel con l'olio di semi per uso alimentare. Anche se utilizzano la stessa materia prima (sono estratti da semi di colza o girasole) si tratta, però, di prodotti con caratteristiche completamente differenti fra loro. Adatto ai motori il primo, adatto alla cucina il secondo.

Completamente differenti non direi proprio, dato che il motore funziona lo stesso


Il biodiesel è un vero e proprio combustibile per motori diesel, che rispetta criteri molto severi descritti dalla norma europea EN 14214. L'olio di semi di colza o di girasole, invece, no.

E allora abbassate i prezzi del biodiesel.

Se si usa l'olio di semi in un moderno diesel si provocano, presto o tardi, danni molto costosi da riparare all'impianto iniezione (pompa e iniettori) e al motore: per risparmiare un centinaio di euro si provocano danni per migliaia di euro. Magari nei semplici, lenti e pesanti motori diesel di trent'anni o quarant'anni fa non succede nulla di grave utilizzando tali oli; nei moderni motori, invece, non è così: sarebbe come mettere nel motore un olio pensato per i motori degli anni Cinquanta.

Questo è da vedere. Dalle testimonianze sembra che i casi di danno siano estremamente pochi. E anche che le macchine nuove vadano meglio di quelle vecchie (tranne che in Italia i motori venduti in Europa sono quasi tutti predisposti per il biodiesel). Inoltre il risparmio è ben oltre un centinaio di euro.

L'olio di semi alimentare lascia dannosi depositi carboniosi, morchie e gomme negli iniettori e nella camera di combustione. Non è un olio pensato per resistere alle temperature che si trovano all'interno del motore (basta lasciare troppo tempo una padella con olio di semi sul fornello della cucina per rendersi conto dei depositi che si creano).

E invece pare non sia vero. Anzi l'olio di colza contiene meno particolato e pulisce il motore, eliminando i residui lasciati dal gasolio. Più pulizia, meno emissione di sostanze inquinanti. L'olio non deve "resistere" alle temperature del motore, deve bruciare.

Per utilizzare il vero biodiesel al posto del gasolio, occorre disporre di modelli di autovetture in grado di funzionare senza problemi con tale combustibile. Sono pochissimi quelli già predisposti dalle Case per funzionare con il biodiesel puro, mentre molti accettano una miscela costituita dal 30% di biodiesel e il 70% di gasolio.

"Molti" lo dicono loro. A me risulta che la maggior parte dei motori funzioni bene con il 50% e oltre di olio di colza. Che siano "pochissimi" quelli predisposti dalle case è vero solo in Italia, le macchine all'estero (in Europa) sono quasi tutte predisposte. Come al solito qui siamo i più furbi.

Utilizzando biodiesel puro in una vettura che non lo prevede comporta immediatamente il decadere della garanzia.

Sai quanto me ne frega.

Una consistente quota del gasolio realizzato in raffineria contiene già una parte di biodiesel (sino al 5%) perché così diluito è un ottimo additivo lubrificante per il gasolio senza zolfo.

5% non è niente rispetto a quello che si potrebbe fare. Come dice Grillo, quando diesel ha inventato il motore, lo faceva andare ad olio.

Dal momento che il costo di produzione del biodiesel non è competitivo con il gasolio ricavato dal petrolio, ogni anno il Governo stabilisce un tetto massimo per la produzione di biodiesel esente da accise. Per questo motivo, oltre che per altri, la produzione di biodiesel è limitata.

Che mi frega se non è competitivo? Se posso evitarmi un cancro ai polmoni, sono ben contento di spendere un po' di più (se non ci fossero accise su tutto il biodiesel (senza "tetti") non ci sarebbe il problema. Ma lo stato vuole succhiare soldi....
</center>
http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif Ragazzi uso olio di semi vari (quello di colza è difficiele da trovare) da più di un anno nella mia Citroen Berlingo 2000 HDI. In questi giorni riesco anche ad utilizzarlo puro. L'unico problema è quando la temperatura esterna è minore di 14 15 gradi. Questo causa una difficoltà della accensione a freddo. Problema che aumenta man mano che la temperatura scende. Niente problema, d'inverno miscela dal 30 al 50 % di diesel. Da maggio in poi olio puro e vai una favola. Ho fatto tutte le prove possibili e il risultato è che va tutto super-bene. Dimenticavo 50.000 km percorsi. Iniettori e valvole in perfetto stato sempre. Risparmiate senza inquinare. Ogni pieno rispparmio circa 28 euro. In barba a quei puzzoni che vogliono rendere laterra un immondezzaio. http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif

mariomaggi
29-04-2005, 19:06
<center>
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

CITAZIONE (gattmes @ 27/4/2005, 10:36)
da non credere???
guardate qua:
http://www.quattroruote.it/auto/mondoauto/...fm?CodProva=427 (http://www.quattroruote.it/auto/mondoauto/prove/prove_su_strada/prestazioni.cfm?CodProva=427)
..cita "media autostradale 10,5km/litro".....
</center>
Consumo (km/l)

Se una rivista vuole essere considerata, dovrebbe almeno usare le unita' di misura corrette.
La "percorrenza" si puo' misurare in km/l
Il "consumo" si puo' misurare in l/km o piu' spesso l/100 km

L'uso di dare numeri - peraltro dello stesso ordine di grandezza - con unita' di misura sbagliate, non aiuta di certo.

Ciao
Mario


Edited by mariomaggi - 29/4/2005, 19:07

danieleb84
29-04-2005, 19:28
discussione originaria: L'opinione di QUATTRORUOTE

Caro Mario...difatti questa "stupenda" rivista (http://www.vocinelweb.it/faccine/speciali/23.gif) vuole in modo MOLTO evidente remare contro la vendita di una auto (la Prius) che ridurrebbe notevolmente l'inquinamento e soprattutto il consumo di petrolio...http://www.weitalia.net/images/smilies4/stikazzi.gif

Gpl
02-05-2005, 19:12
discussione originaria: Quattroruote
su quattroruote di maggio c'è un'atricolo sulla colza ora vado a vedere cosa dicono http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif
bye

02-05-2005, 19:27
<center>
discussione originaria: Quattroruote

CITAZIONE (Gpl @ 2/5/2005, 19:12)
su quattroruote di maggio c'è un'atricolo sulla colza ora vado a vedere cosa dicono http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif
bye
</center>
dai facci sapere!!
La mia ragazza oggi mi ha registrato una trasmissione sui raitre...stasera la guardo e vi dico cosa hanno detto
CIAO

danieleb84
02-05-2005, 20:00
discussione originaria: Quattroruote

Tanica...Che trasmissione era?

02-05-2005, 21:28
<center>
discussione originaria: Quattroruote

CITAZIONE (danieleb84 @ 2/5/2005, 20:00)
Tanica...Che trasmissione era?
</center>
Ciao. Era "Occhio alla spesa". Ho appena visto la registrazione e sono incazato nero.
Ovviamente hanno super-sconsigliato l'olio di colza: l'assicurazione potrebbe addirittura non pagare in caso di sinistro se accerta che stai usando olio di colza al momento del sinistro....e (ma questo già lo sapevo) decade la garanzia sul veicolo....che nel mio caso (ho un'auto nuova) è un fatto rilevante.
Ha anche parlato un ingegnere, il quale ha detto che l'olio di colza è estremamente dannoso per i motori diesel, soprattutto per quelli di nuova generazione (tdi e common rail) in particolare per pompe ed iniettori e che lascia residui...il problema è la viscosità....e la glicerina (che infatti si toglie facendo il biodiesel).
Altra brutta notizia (da verificare): anche il biodiesel non si può usare puro sui veicoli, ma al massimo al 30%, miscelato con gasolio normale....ma non hanno spiegato come mai. Hanno detto che se uno mette biodiesel a più del 30% la garanzia decade e l'assicurazione può non pagare.

Personalmente sono molto scoraggiato: la colza avevo deciso di smettere di usarla (dopo aver esaurito i 50 litri che ho in garage), contavo di mettere il kit elsbett per ridurre i problemi. Ma se i rischi sono così elevati, anche con l'assicurazione, non so più se farlo o no: innanzi tutto il problema della glicerina resta (mi pare d'aver capito che è quella che danneggia gli iniettori-pompa)...e poi c'è la questione garanzia e quella assicurazione: se (toccando ferro) investo una vecchietta, si accorgono al volo che ho il kit e non essendo omologato, non pagano....e sono guai seri.

Ci tengo tanto alla problematica ambientale, per questo mi sono appassionato tanto a questo forum....ma al momento sto seriamente pensando di lasciare perdere tutto: troppi rischi. Davvero un peccato.

Saluti

Federico

Gpl
03-05-2005, 13:26
discussione originaria: Quattroruote

Sostanzialmente hanno smontato il motore di una punto e la faranno andare a gasolio, penso che nel prossimo mese vedremo i risultati ad ogni modo vi riporto un confronto che hanno fatto con beppe grillo:

Grillo: La stragrande maggioranza dei motori diesel (credo potrste avere dei problemi con quelli turbocompressi) è capace di bruciare qualsiasi olio da cucina.

Risposta di QR: FALSO, a parte il fatto che tutti i diesel recenti hanno il turbo, è vero che possono bruciare qualsiasi olio, il problema è come e con quale risulato per consumi e durata del motore

Grillo: bruciando l'olio di colza invecie del gasolio s'inquina meno, quanto a C02, zolfo e polveri sottili

Risposta di QR: VERO, non ha zolfo ed emette la metà di polveri. Però potrebbe incrostare il catalizzatore mettendolo KO.

Grillo: I vecchi diesel, quelli non common rail, quelli con le candelette di preriscaldamento per intenderci, non hanno nessun problema con l'olio da cucina

Risposta di QR: FALSO, a parte che le candelette ci sono anche sui motori attuali, non solo i common rail subiscono danni, ma anche iniettori pompa e pompe rotative moderne. DI QUALSIASI MARCA.

Grillo: Il vostro motore non solo durerà di più ma avrà una resa migliore e brucierà meno combustibile.

Risposta di QR: FALSO, il consumo aumenta. quanto alla durata, vedremo. Già abbiamo avuto da meccanici notizie di danni

Grillo: L'unico problema tecnico è che l'olio è più denso e potrebbe dare problemi all'accensione

Risposta di QR: VERO, con l'olio puro il motore fatica molto ad avviarsi, però questo è soltanto uno dei problemi tecnici

Grillo: Lo stato considera l'uso dell'olio nel motore una truffa.

Risposta di QR: VERO, si rischiano da 6 a 36 mesi di carcere e una multa di 7500 euro

Grillo: I giornali scrivono che l'olio da cucina non si può utilizzare nei motori perchè ricevono pubblicità dalle aziende petrolifere

Ci metto una nota io: da notare che la tabella che vi sto riportando è a pagina 73 e a pagina 47 c'è un facciata sulla shell V-Power

andiamo avandi....

Risposta di QR: FALSO, invitiamo chi incita l'uso di oli senza verificarne tutti gli effetti, a farsi carico dei costi di riparazione di chi rovina i motori


Nota mia: perchè in germania i motori sono predisposti per l'uso di oli ?

danieleb84
03-05-2005, 16:41
discussione originaria: Quattroruote

Scusa Gpl... http://img.forumfree.net/html/emoticons/huh.gif secondo te la maggior parte delle persone dà retta a un grande ma un pò "strano" personaggio come Grillo o al più importante giornale italiano di auto che annovera tra le sue fila esperti di auto?????http://faccine.forumfree.net/sad2.gif

03-05-2005, 16:51
discussione originaria: Quattroruote

Bel mischiume di verita' e falsita', queste informazioni di quattroruote!

Tanto per cominciare, le "affermazioni di Grillo" non sono di Beppe Grillo, ma di qualcuno che si e' spacciato per lui (andate a documentarvi sul sito antibufala www.attivissimo.net).

Secondo luogo: e' vero che l'olio di colza "as is" cioe' cosi' com'e', danneggia il motore, sia per questioni di eccessiva densita', sia per questioni di di residui di glicerina che vanno agrippare il motore e a incrostare la marmitta.

Terzo luogo: e' assolutamente falso che si possa usare biodiesel solo al 30%. Al massimo, al biodiesel viene addizionata una certa percentuale di metanolo per facilitare l'accensione, ma si puo' usare biodiesel anche al 100%.

Qui nel sito viene detto che con un sistema particolare sia possibile abbassare direttamente il grado di viscosita' dell'olio e usarlo come carburante, ma io credo che questo non risolva il problema della glicerina.

Per quanto riguarda le assicurazioni: a prescindere che tutte le assicurazioni sono associazioni a semidelinquere e pur di non risarcire l'assicurato potrebbero attaccarsi a qualunque cosa, ritengo che in ogni caso , non si sa mai, e' meglio essere prudenti. E soprattutto, farsi i conti: potrebbe essere ad esempio vantaggioso modificare vecchie auto e non le nuove.

Purtroppo con l'olio di colza si evade il fisco, e questo e' quanto.

Va inoltre detto che la "convenienza" dell'olio di colza sta' tutto nel differenziale di tassazione lungo tutta la catena di produzione agricola (specie per il basso costo dei carburanti agricoli) e per quel piccolo input di energia solare addizionale. Senza tasse, il gasolio costa molto meno dell'olio di colza (anche se inquina). A proposito di inquinamento: chiedetevi quanto inqinamento ci sia dietro un litro di gasolio e dietro un litro di olio di colza, parlando in termini di processo globale (dal pozzo al serbatoio e dal seme al serbatoio) e avrete delle grosse sorprese.

Saluti

danieleb84
03-05-2005, 22:56
discussione originaria: Quattroruote

Phitio...credo che l'inquinamento dietro il gasolio e l'olio di colza sia pari...non me ne intendo di coltivazioni, ma ti posso dire certamente che il gasolio passa questi processi:

-scoperta del "pozzo petrolifero";
-costruzione "pozzo";
-estrazione gasolio (con annesso bruciatura metano, ovvero la fiammella ben visibile);
-trasporto al porto più vicino;
-trasporto con petroliere;
-raffinazione;
-trasporto ai benzinai.

Ti ho elencato 7 processi che inquinano per farci avere il gasolio a noi...per l'olio aiutami tu e correggi la mia tabella

eroyka
04-05-2005, 08:53
discussione originaria: Quattroruote

Phitio,
mi spiace ma non puoi assolutamente paragonare l'inquinamento dell'olio vegetale con il gasolio. E' fuori di dubbio che il gasolio inquina assolutamente di più. E se anche i trattori lo utilizzassero per le pochissime lavorazioni veramente utili... arriviamo a dei valori di inquinamento ridicoli rispetto a quelli odierni.

Non vi è paragone... fatti bene il conto di tutti i problemi ambientali e etici che circolano in tutta la filiera del petrolio compresi gli enormi trasporti in giro per il globo che con gli olii non esiste...

Per quanto riguarda la parte più viscosa dell'olio che DOPO LA TRANSESTERIFICAZIONE diviene glicerina, se la temperatura dell'olio viene portata sopra i 110 gradi NON causa alcun problema al motore poichè brucia completamente (e dando molta energia) nella camera di combustione.
Il biodiesel è meno energetico del gasolio proprio perchè viene "sgrassato" dalla parte più energetica che lo rende si meno viscoso, ma anche meno potente.
Un saluto,
Roy

Edited by eroyka - 4/5/2005, 08:54

danieleb84
04-05-2005, 12:16
discussione originaria: Quattroruote

Grazie Roy per la risposta...anche se non era per me! Finalmente qualcuno mi sà dire che l'uso di olio è assolutamente meglio del gasolio...nel piccolo credevo fossero pari, però effettivamente dietro il gasolio si sviluppa un bel pò di schifezze sia in termini di inquinamento sia in termini di "fregature" socio-economiche...ciao

eroyka
04-05-2005, 12:43
discussione originaria: Quattroruote

Ciao Daniele,
purtroppo nei calcoli energetici del petrolio non si tengono conto dei danni ambientali e sulla popolazione che ne derivano.
Un esempio per tutti l'enorme e diffuso (più di quanto si pensi!) inquinamento delle falde acquifere causato dalla perforazione dei pozzi. E non solo di quelli che poi usano per prelevare effettivamente greggio ma anche di tutte quelle perforazioni utilizzate per verificare quantità e presenza di idrocarburi.
Questi, dopo aver capito che il giacimento è troppo piccolo lasciano il buco, lo riempiono di inerti e via. Peccato che avendo bucato gli strati argillosi che separavano il greggio dall'acqua potabile, si mischia tutto e per decine di Km2 si rilevano forti presenze di idrocarburi disciolti che rendono imbevibile l'acqua.

Solo questo danno varrebbe l'abbandono immediato dell'utilizzo dei fossili... ma sappiamo tutti che questo problema non è neppure conosciuto!!
A voi le riflessioni...
Roy

danieleb84
04-05-2005, 13:07
discussione originaria: Quattroruote

Come hai detto tu, anche e soprattutto la popolazione subisce pesanti ripercussioni...http://utenti.lycos.it/dengel85/Gif/hacker.gif difatti gli arabi e tutti quelli che producono petrolio sono ricchi, mentre l'operaio che lo estrae materialmente è immerso nel petrolio per ore e la sua vita durerà poco lasciando pochi soldi... http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif

04-05-2005, 13:39
discussione originaria: Quattroruote

...e le guerre fatte per il petrolio, ragazzi, quanto ci costano, in termini di vite umane, di ripercussioni sulle popolazioni (TUTTE le ripercussioni, anche quelle sui cattivi, come i danni da uranio impoverito), sulle economie, e chi più ne ha più ne metta. Ma chiaro che qualcuno comunque ci guadagna. E son gli stessi che fanno pressione sui governi come il nostro affichè ostacolino l'uso di carburanti alternativi al petrolio. http://img.forumfree.net/html/emoticons/mad.gif

04-05-2005, 13:56
<center>
discussione originaria: Quattroruote

CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 2/5/2005, 21:28)
<center>
CITAZIONE (danieleb84 @ 2/5/2005, 20:00)
Tanica...Che trasmissione era?
</center>
Ciao. Era "Occhio alla spesa". Ho appena visto la registrazione e sono incazato nero.
Ovviamente hanno super-sconsigliato l'olio di colza: l'assicurazione potrebbe addirittura non pagare in caso di sinistro se accerta che stai usando olio di colza al momento del sinistro....e (ma questo già lo sapevo) decade la garanzia sul veicolo....che nel mio caso (ho un'auto nuova) è un fatto rilevante.
Ha anche parlato un ingegnere, il quale ha detto che l'olio di colza è estremamente dannoso per i motori diesel, soprattutto per quelli di nuova generazione (tdi e common rail) in particolare per pompe ed iniettori e che lascia residui...il problema è la viscosità....e la glicerina (che infatti si toglie facendo il biodiesel).
Altra brutta notizia (da verificare): anche il biodiesel non si può usare puro sui veicoli, ma al massimo al 30%, miscelato con gasolio normale....ma non hanno spiegato come mai. Hanno detto che se uno mette biodiesel a più del 30% la garanzia decade e l'assicurazione può non pagare.

Personalmente sono molto scoraggiato: la colza avevo deciso di smettere di usarla (dopo aver esaurito i 50 litri che ho in garage), contavo di mettere il kit elsbett per ridurre i problemi. Ma se i rischi sono così elevati, anche con l'assicurazione, non so più se farlo o no: innanzi tutto il problema della glicerina resta (mi pare d'aver capito che è quella che danneggia gli iniettori-pompa)...e poi c'è la questione garanzia e quella assicurazione: se (toccando ferro) investo una vecchietta, si accorgono al volo che ho il kit e non essendo omologato, non pagano....e sono guai seri.

Ci tengo tanto alla problematica ambientale, per questo mi sono appassionato tanto a questo forum....ma al momento sto seriamente pensando di lasciare perdere tutto: troppi rischi. Davvero un peccato.

Saluti

Federico
</center>
Spero che questa dell'assicurazione sia un falso allarme. Avremmo veramente la dimostrazione lampante che siamo governati dalle lobbies del petrolio a tutti i livelli. A rigor di logica, il fatto che nel mio serbatoio ci sia olio di colza, piuttosto che gasolio, non penso pregiudichi le caratteristiche di sicurezza della mia vettura. Voglio dire...i freni frenano di meno? Mi pare di no. Le luci smettono di funzionare? Non credo. La cintura di sicurezza che io uso sempre mi si slaccia con effetto caramella Fishermann? Spero di no, prenderei l'aggancio di metallo sul naso... Ripeto, voglio sperare, per quella poca fiducia che ancora mi rimane nelle istituzioni e in chi ci governa, che la notizia che ho letto stamattina, secondo la quale le assicurazioni , in caso di incidente, non risponderebbero se si sta usando carburante non ufficiale, sia solo una bufala. Un saluto a tutti
Mari http://img.forumfree.net/html/emoticons/cry.gif

danieleb84
04-05-2005, 14:04
discussione originaria: Quattroruote

Mari...fregatene dell'assicurazione, o per meglio dire...pensaci di meno! Se sai che usi l'auto molto a livello cittadino e che sei un autista molto tranquilla e disciplinata (come me), allora non corri nessun rischio!

04-05-2005, 15:36
<center>
discussione originaria: Quattroruote

CITAZIONE (danieleb84 @ 4/5/2005, 14:04)
Mari...fregatene dell'assicurazione, o per meglio dire...pensaci di meno! Se sai che usi l'auto molto a livello cittadino e che sei un autista molto tranquilla e disciplinata (come me), allora non corri nessun rischio!
</center>
http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif Ma certo che me ne frego dell'assicurazione, Daniele. Sono disciplinata ma non tranquilla, e cerco per quanto possibile di fare percorsi alternativi rispetto alla solita statale, che guarda caso è anche sempre ingolfata. Così alla fine sono anche più contenta, perchè posso godermi dei begli scorci di natura, ogni tanto ci scappa una foto, l'andatura la decido io e mi stresso di meno. Rimane il fatto che mi danno un sommo fastidio questi ricatti cui siamo sottoposti. Però compenso sai...oggi sono stata al Lidl e ne sono uscita con 2 cartoni da 15. E CON UNA SODDISFAZIONE SELVAGGIA!!!! http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif

dado VRC
04-05-2005, 18:54
Visto che voglio fare un pò di pressioni su chi può fare informazione e decide di non farla, e li ho avvertiti, adesso riporto qui tutte le mail che ci siamo scritti in simpatia®.<br><br>1a mail:-)<br>Ho letto della prova, sul numero di maggio, che state eseguendo sull’olio di colza come carburante.<br><br> <br><br>Premetto che sono abbastanza ferrato in materia di carburanti alternativi, e soprattutto riguardo all’olio vegetale utilizzato nei motori diesel.<br><br> <br><br>Sono sincero, leggendo la prova mi sono chiesto se avete studiato e pianificato a tavolino il danneggiamento del motore della punto, per poter sbandierare ai 4 venti che la colza nei diesel fa danni, o se siete solo male informati.<br><br> <br><br>Da ANNI in Germania, Svizzera, Danimarca, Gran Bretagna e Irlanda si usa olio vegetale al posto del gasolio.<br><br>Chiaramente, visto che noi italiani non siamo i più furbi, anche loro hanno provato, e hanno trovato la soluzione a tutti i problemi legati all’uso di oli vegetali (notare che “Rapeseed oil”, cioè l’olio utilizzato nella maggioranza dei casi per l’autotrazione, è olio di colza (Rapeseed=Ravizzone=Colza).<br><br> <br><br>In linea di massima, si agisce così:ci sono dei kit da montare sull’auto, di varie ditte. Alcuni completissimi, altri un po’ meno, comunque risolvono i problemi.<br><br> <br><br>Per i motori “vecchio stampo”, cioè i motori a pompa rotativa (che deve essere Bosch, le altre marche, come Lucas, Cav, Stanadyne eccetera sono conosciute per la loro fragilit&agrave;, e con l’olio tendono a trafilare dalle guarnizioni)si usa il serbatoio dell’auto per l’olio o le miscele olio-gasolio nei mesi + freddi, viene montato uno scambiatore di calore acqua(di raffreddamento motore)/olio(combustibile) e dei riscaldatori elettrici. Vengono poi cambiati iniettori, la molla di contrasto dell’anticipo dove presente, candelette e altri particolari.<br><br>Lo scopo è di riscaldare l’olio a 90° per abbassarne drasticamente la viscosit&agrave;, a motore freddo con le resistenze elettriche, e man mano che il motore si scalda, con l’acqua di raffreddamento del motore.<br><br>Gli iniettori, studiati per atomizzare il + finemente possibile il carburante, garantiscono, assieme alle candelette, ottime partenze a freddo.<br><br>Gli altri particolari sono solo un “contorno” per migliorare il funzionamento del motore, che comunque spesso funziona senza problemi anche senza montare il kit di modifica.<br><br> <br><br>Per i motori di nuova generazione il contenuto del kit è lo stesso del precedente, in più contiene un serbatoio supplementare, completo di pompa, filtro e di una valvola a 3 vie.Viste le altissime pressioni del sistema di iniezione nei motori moderni, non è possibile avviare il motore con % alte di olio freddo e viscoso, quindi si avvia semplicemente a gasolio o biodiesel.Una volta raggiunta una temperatura superiore ai 60-65° si commuta l’alimentazione a olio, e tutto è a posto, il motore fuma meno, e rende meglio che a gasolio (chiaramente cambiando gli iniettori con quelli del kit).<br><br> <br><br>Prima di raggiungere la meta, a circa 3-5 km, si ri-commuta l’alimentazione a gasolio o biodiesel per “lavare” via l’olio dall’ impianto di iniezione, per evitare problemi nell’avviamento a freddo.<br><br>Chiaro che se il motore tra la sosta e il successivo avviamento non arriva a raffreddarsi, si può avviare tranquillamente a olio.<br><br> <br><br>Chi usa l’olio di colza, o anche di semi vari, sia qui in italia che all’estero è soddisfatto della sua scelta.<br><br>Non pensate che anche qui in italia si dovrebbe poter usare??<br><br>In germania è totalmente defiscalizzato, ma per esempio in Gran Bretagna no.<br><br>Si paga una tassa pari a quella applicata sul metano sul quantitativo fatturato e si viaggia tranquilli.<br><br> <br><br>Vi allego un po’ di link: www.elsbett.com (kit di conversione, a mio avviso i migliori) www.poeltech.de www.diesel-therm.com (kit di conversione) www.eilishoils.com (montaggio di kit, progetto SOVVENZIONATO DALLA U.E.) www.oliomobile.org (sito dedicato, Svizzera) www.journeytoforever.org/biofuel_library.html (sito esplicativo).<br><br> <br><br>Questa mail verr&agrave; diffusa per molti forum nel web…che trovo essere un informazione libera.<br><br>Spero di vedere pubblicate delle ricerche fatte sul quanto si può apprendere dai link che vi ho lasciato.<br><br> <br><br>Sono certo che li troverete interessanti, sono pieni di informazioni.<br><br>Loro allegra risposta:-)<br>A essere male informati, crediamo, sono tutti coloro che hanno sbandierato la possibilit&agrave; di utilizzare l&#39;olio da cucina nei motori di tutti i diesel senza minimamente accennare alla necessit&agrave; di effettuare costose modifiche alla vettura. Chiss&agrave;, forse sono loro che stanno pianificando il danneggiamento dei diesel in circolazione...non noi. <br>Battute a parte, noi vogliamo semplicemente scoprire con i fatti e non con le chiacchiere prive di fondamento (che inquinano molti forum...) quanto consuma, quanto va e cosa accade a una vettura di serie quando viene alimentata con oli da cucina.<br><br>Quanto lei scrive (per funzionare con oli vegetali si devono sostituire particolari costosi quali iniettori, candelette, riscaldatori elettrici, scambiatore di calore acqua motore/olio da cucina particolari vari e in più installare un serbatoio supplementare con pompa e particolari vari) è l&#39;ammissione indiretta che nessun mezzo diesel così come esce dalla fabbrica è adatto a funzionare con gli oli da cucina e che le modifiche per rendere una moderna vettura compatibile con l&#39;uso di oli alimentare sono troppo costose (nel sito irlandese che lei ci segnala si parla di kit di conversione a partire da 600 euro, iva e manodopera escluse, ma non viene detto a quale tipo di impianto alimentazione ci si riferisca: <br>dubitiamo che con una cifra così modesta si possa adeguare un motore common rail o con iniettori pompa) per poter rendere interessante a un generico privato questo tipo di alimentazione in Italia.<br>Stante anche i rischi penali che l&#39;evasione delle accise sui combustibili comporta nel nostro Paese. Anche perché noi viviamo in Italia e dobbiamo tutti fare i conti con le leggi italiane in vigore: <br>consultando soltanto siti internet esteri non si ha quindi l&#39;intero quadro della situazione sotto controllo.<br>A questo punto, tanto varrebbe, secondo noi, acquistare un&#39;auto a benzina trasformata per funzionare a metano...<br><br>Siamo lieti che lei voglia divulgare tali documenti nei forum su internet, così chi utilizza gli oli da cucina nella sua diesel avr&agrave; un&#39;autorevole fonte in più che racconta loro come l&#39;uso degli oli da cucina non è compatibile con una vettura nata per funzionare a gasolio.<br>Cordiali saluti<br>La redazione di Quattroruote.<br><br>E io ribatto:<br>Il discorso da fare , a mio avviso, sarebbe un po’ diverso: la strada che si dovrebbe intraprendere dovrebbe essere quella della legalizzazione dell&#39;uso di olio vegetale su motori modificati, con l&#39;obbligo di pagare le accise, con una rete distributiva o meno non ha importanza (per esempio in germania ci sono anche alcuni distributori di olio vegetale, in Inghilterra no, però è legale l&#39;uso di oli da supermarket pagando le accise sul quantitativo fatturato).<br>Per i kit di modifica non vorrei deludervi, ma per la cifra modica di 850€ circa, la ditta elsbett vende i kit, per esempio, per i motori Fiat TD, siano 1.7 o 1.9 (vecchi diesel a precamera di combustione) composti da iniettori Bosch, candelette Bosch, scambiatori di calore, riscaldatori elettrici, filtro carburante, cablaggi, tubi eccetera, kit facilmente montabile da un meccanico.<br>quanto costa un impianto a metano, il più scarso e meno costoso??Dubito fortemente che il prezzo possa essere inferiore al kit per l&#39;uso di olio vegetale.<br><br>Il discorso potrebbe cambiare, come costi, per un kit per common rail/iniettore pompa eccetera,(comunque non ho notizie di kit che costino più di 1500€)però c&#39;è da dire che su un auto a benzina moderna e costosa nessuno si sognerebbe di montare un impianto a gas di bassa qualit&agrave;, e quindi alla fine penso proprio che il kit di conversione all&#39;olio vegetale costerebbe meno, a parit&agrave; di "classe" del motore(accetto smentite con documentazioni).<br><br>Inoltre c&#39;è da dire che un motore funzionante a olio vegetale inquina pochissimo confrontato ad uno alimentato a Gasolio, in primis per il fatto di avere un ciclo chiuso di CO2, e il trattato di Kyoto ringrazia, oltre che per altri fattori(fumosit&agrave; eccetera).<br><br>Provate a informarvi per il costo di un kit per la vostra punto, sicuramente incontrerete minori difficolt&agrave; nella traduzione dal Tedesco della descrizione del Kit di conversione di quanta ne possono trovare delle persone "ignoranti" come quelle che usano da tempo oli vegetali senza problemi.<br><br>Inoltre, tanto per essere precisi, una direttiva della comunit&agrave; europea, che allego in PDF, stabilisce che gli stati devono favorire i carburanti alternativi, dal biodiesel agli esteri alcolici (ETBE MTBE) all&#39;etanolo, passando anche per gli oli vegetali...<br>Visto che le persone che ci rappresentano nell&#39;Unione Europea non mi sembrano un&#39;accozzaglia di buffoni circensi come si potrebbe credere che siano personaggi del calibro di Grillo e di Fo, il fatto che un motore diesel propriamente modificato può funzionare a olio vegetale mi pare sia assodato e certo...<br><br>A meno che non vogliate far credere che chi ci governa non sappia quello che dice, alla stregua di un mucchio di personaggi da bar, dovreste almeno prendere atto del fatto che l&#39;accoppiata diesel-olio funziona, seppur con delle riserve.<br><br><br> <br><br><center><div class="fancyborder" style="margin:4px;padding:4px;width:50%" align="left"><img align="left" style="margin: 10px 8px 10px 2px" src="http://img.forumfree.net/html/mime_types/pdf.gif" alt=""><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?act=Attach&amp;type=post&amp;id=21698385">Download attachment</a><br>dir_30_2003.pdf ( Number of downloads: 91 )</div></center><br>

dado VRC
04-05-2005, 18:57
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Vi chiedo di fare girare il testo delle mail ovunque vi capiti...

tanto per fare un pò di pressione in+...

Gpl
04-05-2005, 19:48
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

MITICO !!!!!!

danieleb84
04-05-2005, 20:55
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Grande Dado! Per fortuna qualcuno che capisce di motori si è deciso almeno a fargli capire le c*****e che dicono! Ora la mando in giro...

05-05-2005, 00:52
discussione originaria: E-Mail a 4ruote


CITAZIONE (dado VRC @ 4/5/2005, 18:54)
Visto che voglio fare un pò di pressioni su chi può fare informazione e decide di non farla, e li ho avvertiti, adesso riporto qui tutte le mail che ci siamo scritti in simpatia®.

1a mail:-)
Ho letto della prova, sul numero di maggio, che state eseguendo sull’olio di colza come carburante......



Ok per la mail, voglio solo aggiungere che nelle mie ricerche sull'utilizzo di oli vegetali e biodiesel sono finito nel sito CTI Comitato Termotecnico Italiano - Cultura e Normativa del Settore Termotecnico (http://www.cti2000.it), che è il sito UFFICIALE del Comitato termotecnico italiano, sito patrocinato dalla regione Lombardia e dal ministero delle politiche agricole.
E qui la rabbia diventa grande visto che in alto loco sanno perfettamente da anni che l'utilizzo di oli vegetali è perfettamente fattibile e con poche modifiche tecniche.
Come al solito manca la volontà politica.
E sarà solo grazie al tam tam che possiamo fare tramite internet ( la fiducia che ho in quattroruote e negli altri giornali è meno che zero ) che potremo avviare un utilizzo da parte di tutti dei carburanti alternativi.
Comunque è giusto cercare lo stesso di fare pressione sui giornali specializzati anche se mi sembra una battaglia persa in partenza, ci guardano dalla loro torre d'avorio e non credo che vogliano scendere
Ciao a tutti:B):

moderazione: non quotare messaggi altrui per intero!

goffredodsd
05-05-2005, 11:33
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Bravo, bravo, bravo, molto bene Dado!!
Ora faccio copia e incolla

dado VRC
05-05-2005, 19:15
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

penso che questa sia la loro ultima risposta:

Dal momento che lei, pur in assenza di problemi di traduzione, non ha alcuna voglia di capire il senso di quanto abbiamo scritto sul giornale e nella nostra mail di rispostanon vi è nessun motivo per continuare la discussione.
Cordiali saluti
La redazione di Quattroruote


Io, che sono uno scassa***** nato, ho insistito ancora un pò...

Vedremo come andrà a finire il test...e come verrà scritto il prossimo articolo.
Se si accennerà o meno alla possibilità di modifica o no; Se si accennerà al fatto che in stati diversi dal nostro si può usare, o no;


Detta tra noi, mi rendo conto che sicuramente il vostro giornale ha introiti maggiori per la pubblicità da parte delle sette sorelle piuttosto che da parte degli oleifici...

Spero solo che questo non vi impedisca di dare delle informazioni limpide, senza ricorrere a delle mezze verità.



Nota Bene® che sono io che "pur in assenza di problemi di traduzione, non ha alcuna voglia di capire il senso di quanto abbiamo scritto sul giornale e nella nostra mail di risposta", non loro che scrivono mezze verità su un giornale...


e come dice il Ranzani:"Vaaaaaaaaaaaaaaaaa bene...OOOOooooooooooooooooooooook!!"

danieleb84
05-05-2005, 20:04
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Dado...mandali a c****e! http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif Tanto hanno deciso già da tempo di fare i comodi dei petrolieri! http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif Se poi penso che pubblicizzano proprio la Shell che è la peggiore e in Iraq è molto attiva...http://faccine.forumfree.net/war.gif

05-05-2005, 20:40
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Le riviste e i quotidiani dipendono dai lettori che li acquistano.
Se i lettori non li acquistassero più...
Non so la tiratura di 4r, bisognerebbe essere in tanti.
Io personalmente non lo compro, ogni tanto lo leggo a scrocco.

Una bella mail ai signori di 4r, i membri di questo forum hanno deciso di non comprare più la vostra rivista.
Che ne pensate?

Edited by legolas20 - 5/5/2005, 20:41

Gpl
05-05-2005, 20:43
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

e sai cosa cambia 100 copie forse io personalmente avrò comprato 5 copie in tutto perchè dovevo prendermi la macchina e ho preso questa con l'olio, per cui io sono già tra quelli che non lo acquistano

05-05-2005, 21:42
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Come da me sostenuto e proposto (prova sul campo di un auto da parte di 4 ruote) in uno dei miei primi messaggi in questo forum approvo in pieno questa botta e risposta di mail con quattroruote per "pressarli" affinchè restino il più possibile imparziali anche se come tutti voi sono sempre scettico.
Sta di fatto che, se le prova dà risultati positivi e questi venissero portati al giusto risalto, sarebbe una bandiera di vendite non da poco per 4 ruote (ed un ben più grande risultato per tutta la comunità).
Mi permetto di aggiungere un'altra pulce alle decine che già tutti mettiamo nei nostri mesaggi. Ultimamente, e per ultimamente, parlo degli ultimi 3-4 anni, molti scandali e quant'altro di mangerie e fregature del nostro bel paese, sono stati messi in risalto ed in buona parte analizzati da "striscia la notizia". Lasciato questo forum provo a scrivergli io, vi invito a fare altrettanto, e mettiamo tutti insieme in risalto "l'impegno di 4 ruote" verso la "verità". Chissa che questa risulti più facile e chiara. Ancora un saluto a tutti e buone fritture

danieleb84
05-05-2005, 22:31
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Speriamo in Striscia...facci sapere...e ricordatevi http://faccine.forumfree.net/war.gif

Edited by danieleb84 - 5/5/2005, 22:38

06-05-2005, 15:41
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Come volevasi dimostrare mi hanno risposto, si, ma con una risposta automatica, ringraziandomi per la segnalazione ma sottolineandomi anche che cito "causa le migliaia di segnalazioni che riceviamo per i più svariati motivi non ci è sempre possibile rispondere a tutte". Poco male ogni giorno ne spedisco una, speriamo che prima o poi facciano "scivolare" il "vendicatore rosso" sull'olio di colza di 4 ruote. Tutto il vostro aiuto è fondamentale.
Salute a tutti e come sempre buone fritture http://img.forumfree.net/html/emoticons/huh.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/wub.gif http://img.forumfree.net/html/emoticons/unsure.gif

08-05-2005, 19:09
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

e le jene no?

dado VRC
29-05-2005, 17:54
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

VITTORIA!!

Ho comprato 4R, hanno dedicato solo una pagina alla colza e al loro test, dicendo che al 70% di olio l'unico difetto è una leggera rumorosità dalla pompa di alimentazione nel serbatoio, e dopo le mie mail hanno scritto anche che ci sono i kit citando link internet di Elsbett, Diesel Therm, oliomobile.com eccetera...
Quindi hanno ammesso che un diesel modificato a olio frulla tranquillamente, voglio vedere a fine test cosa verrà fuori dallo smontaggio del motore!!!

Edited by dado VRC - 29/5/2005, 17:55

danieleb84
29-05-2005, 19:38
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Bene! Aspetto ansiosamente...

15-07-2005, 16:07
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Qualcuno sa dirmi come è andata a finire la prova con l'olio di colza di quattro ruote???
avevo sentito di un articolo positivo dopo il primo mese di sperimentazione..... e poi????
qulalcuno ha letto qualcosa?

dado VRC
15-07-2005, 18:34
<center>
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (atlante @ 15/7/2005, 16:07)
Qualcuno sa dirmi come è andata a finire la prova con l'olio di colza di quattro ruote???
avevo sentito di un articolo positivo dopo il primo mese di sperimentazione..... e poi????
qulalcuno ha letto qualcosa?
</center>
Questo mese silenzio...se entro il prossimo numero non scrivono nulla, mi metto a scassargli le palle di nuovo...

dado VRC
15-07-2005, 18:48
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

anzi, gli ho appena scritto!!

Salve!

È un po’ di tempo che non ci si sente...
Volevo sapere...come procede la prova sull'olio di colza??non capisco perché sul numero di questo mese non è stato pubblicato nulla...

State solo macinando km su km e l'assenza del discorso colza è solo una dimenticanza oppure cercate di distogliere l'interesse dall'argomento??
Poi col boom di nuovi carburanti diesel "speciali" fatti da chi vi finanzia con la pubblicità...eh??

Ovviamente sto scherzando...però mi aspetto una risposta.

Buon lavoro->Davide Venturini

dado VRC
18-07-2005, 20:06
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Risposta:
L'appuntamento è sul numero di agosto, in edicola alla fine di luglio.
Cordiali saluti
La redazione di Quattroruote


Vedremo i risultati!

Gpl
18-07-2005, 20:22
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Staremo a vedere!
bravo dado sempre al lavoro !!

lukemon79
22-07-2005, 08:19
<center>
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (Gpl @ 18/7/2005, 20:22)
Staremo a vedere!
bravo dado sempre al lavoro !!
</center>
Dado rokkeggi alla grandissima! <!--emo&:<dwsdqwer9qer9&#39;wr9e>:-->http://info.supereva.it/kaoani/kaoani/kao178.gif<!--emo&:<dwsdqwer9qer9&#39;wr9e>:-->http://info.supereva.it/kaoani/kaoani/kao178.gif

dado VRC
28-07-2005, 20:14
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Comprate 4ruote e rabbrividite...secondo me sono dei bugiardi...

28-07-2005, 20:31
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 28/7/2005, 20:14)
Comprate 4ruote e rabbrividite...secondo me sono dei bugiardi...


Non che ci faresti un resoconto dell'articolo di cui parli?

eroyka
29-07-2005, 08:35
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Si dado, facci un riassuntino, non vorrei finanziare con i miei soldini gente che dice falsità sui biocombustibili...

Grazie!
Roy

dado VRC
29-07-2005, 09:34
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (eroyka @ 29/7/2005, 08:35)
Si dado, facci un riassuntino, non vorrei finanziare con i miei soldini gente che dice falsità sui biocombustibili...

Grazie!
Roy


ho solo visto 3 foto sul forum di elaborare...qui dalle mie parti 4R non è arrivato.
Ci sono foto di un motore che secondo me non può aver avuto quei problemi con soli 7300km a colza...c'è una polimerizzazione pesante dell'olio(trafilamenti eccessivi) tanto che il turbo si è inchiodato.
Cioè...sono danni possibili usando olio...ma 7000km non sono nulla...ho dei dubbi grossi sulla veridicità della prova!

belinassu
29-07-2005, 10:43
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

mah secondo me è tutto vero e semplicemente "pilotato" per spaventare la "massa"....

dado VRC
29-07-2005, 12:04
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (belinassu @ 29/7/2005, 10:43)
mah secondo me è tutto vero e semplicemente "pilotato" per spaventare la "massa"....


ma belinassu, sul forum di fuoristrada c'è uno con un JTD che è andato a olio d'oliva, le ha provate tutte e ancora l'auto va da dio, ogni tanto smonta gli iniettori e sono sempre OK...mi puzza che quello spari balle e che 4r no...

29-07-2005, 12:46
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 29/7/2005, 09:34)


CITAZIONE (eroyka @ 29/7/2005, 08:35)
Si dado, facci un riassuntino, non vorrei finanziare con i miei soldini gente che dice falsità sui biocombustibili...

Grazie!
Roy


ho solo visto 3 foto sul forum di elaborare...qui dalle mie parti 4R non è arrivato.
Ci sono foto di un motore che secondo me non può aver avuto quei problemi con soli 7300km a colza...c'è una polimerizzazione pesante dell'olio(trafilamenti eccessivi) tanto che il turbo si è inchiodato.
Cioè...sono danni possibili usando olio...ma 7000km non sono nulla...ho dei dubbi grossi sulla veridicità della prova!


Scusa Dado, ma tutto credo dipenda dalle condizioni della prova, in particolare:
- tipo di motore
- percentuale di colza
- temperatura esterna
- presenza assenza del pre-riscaldatore

Ovvio che se hanno fatto la prova con temperature esterne non altissime, col 100% di olio, senza preriscaldatore e su un motore "sensibile"....allora grazie tante che si è rotto...

Vorrei sapere: ma la polimerizzazione che cavolo è???? E' un problema che si risolve con il preriscaldatore??

belinassu
29-07-2005, 16:01
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 29/7/2005, 12:04)


CITAZIONE (belinassu @ 29/7/2005, 10:43)
mah secondo me è tutto vero e semplicemente "pilotato" per spaventare la "massa"....


ma belinassu, sul forum di fuoristrada c'è uno con un JTD che è andato a olio d'oliva, le ha provate tutte e ancora l'auto va da dio, ogni tanto smonta gli iniettori e sono sempre OK...mi puzza che quello spari balle e che 4r no...


ne ho parlato anche su elaborare...
secondo me il problema è proprio la colza...(il tipo di fuoristrada infatti ha messo oliva, e poi in che percentuali?)

la colza è molto fluida (rispetto agli altri olii) e costa poco...

però è un olio che non sopporta le alte temperature (non va bene per friggere, fuma subito-leggi decomposizione)
il fatto che è fluido fa capire che è molto insaturo, quindi è anche molto propenso a polimerizzare in gomme e lacche....

mettici che un commonrail ha anche le pressioni (e di conseguenza le temperature) elevate
e secondo me si creano tutti i presupposti per produrre cacca a profusione nel motore...

in un motore aiutato dalla precamera e da un'iniezione meno stressante come pressioni
le cose possono invece essere più sostenibili, come tu hai sperimentato....

in questo senso la prova di 4R può essere pilotata...lo sapevano già che succedeva il patatrac...

paradossalmente l'olio di palma bifrazionato e riscaldato (perchè è quasi solido) avrebbe dato meno rogne visto che è un "tri-cetano"...
(questa è solo la mia opinione.....)

Edited by belinassu - 29/7/2005, 16:04

29-07-2005, 16:46
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

io con un 30 % sul peogeot hdi per ora tutto ok

29-07-2005, 16:56
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Vi seguo dal forum di elaborare e la mia macchina va a olio di semi vari( soia e girasole) presi a 0.69 al litro. non mi pare che vi siano problemi. forse dipende dal caldo. Non tiro molto l'auto ( la uso di solito tra i 1500 e i 3000 giri) oggi a Roma fa da 30 a 40 gradi ( 43 da termometro auto) . la macchina non sforza e ha la temperatura acqua a 80 gradi. Ho fatto circa 2000 km. ho iniziato piano per gradi. prima un litro in 14, poi due ecc. Puzza solo un po' di fritto. mi preoccupa 4 ruote. cerchiamo di avere più certezze. mi affido a voi che siete più capaci e magari se qualcuno ha la possibilità di dare uno sguardo al motore aprendolo o controllando le parti sensibili ( turbo, iniettori, pompa).

29-07-2005, 17:13
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

di 4 ruote mi fido poco. Ma è una rivista molto considerata per i suoi test. Anche altre riviste vedono male l'olio di colza nel motore. ma hanno tutte pubblicità Agip shell total ecc. Quanto perderebbero di incasso pubblicitario? Vi chiedo se potrebbe servire ( credo che farò cosi) magari verso fine settembre con temperature più basse usare un pulitore di iniettori o acetone o acquaragia per ripulire le tracce e rendere più fluido il tutto e abbassare la percentuale di olio da un 30- 35 % di ora ad un 10% . non voglio mettere il riscaldatore sul mio 2000 hdi. servirebbe magari cambiare olio e filtro motore un po' prima ( lo voglio fare a fine dicembre a circa 10 mila km invece di 15 mila mettendo un olio fluido 5w 40 e di buona qualità( magari il Mobil 1)

29-07-2005, 17:23
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Quale prodotto potrebbe aver usato per il test per poter fare quelle foto ?( non ci sono notai o certficatori o qualcuno che abbia verificato dalla parte dei pro colza). Es catrame olio usato o altri prodotti. In più mi chiedo se magari tirando allo morte un motore al 70 % con colza e magari gasolio di cattiva qualità i danni ci sarebbero stati veramente. Forse test certficati come le gare di 24 tra auto diverse e squadre di meccanici diversi e certificatori e notai, gli interessi dei pro colza sarebbero stati veramente garantiti. sapete che interessi sono in ballo?

30-07-2005, 11:26
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (belinassu @ 29/7/2005, 16:01)


CITAZIONE (dado VRC @ 29/7/2005, 12:04)


CITAZIONE (belinassu @ 29/7/2005, 10:43)
mah secondo me è tutto vero e semplicemente "pilotato" per spaventare la "massa"....


ma belinassu, sul forum di fuoristrada c'è uno con un JTD che è andato a olio d'oliva, le ha provate tutte e ancora l'auto va da dio, ogni tanto smonta gli iniettori e sono sempre OK...mi puzza che quello spari balle e che 4r no...


ne ho parlato anche su elaborare...
secondo me il problema è proprio la colza...(il tipo di fuoristrada infatti ha messo oliva, e poi in che percentuali?)

la colza è molto fluida (rispetto agli altri olii) e costa poco...

però è un olio che non sopporta le alte temperature (non va bene per friggere, fuma subito-leggi decomposizione)
il fatto che è fluido fa capire che è molto insaturo, quindi è anche molto propenso a polimerizzare in gomme e lacche....

mettici che un commonrail ha anche le pressioni (e di conseguenza le temperature) elevate
e secondo me si creano tutti i presupposti per produrre cacca a profusione nel motore...

in un motore aiutato dalla precamera e da un'iniezione meno stressante come pressioni
le cose possono invece essere più sostenibili, come tu hai sperimentato....

in questo senso la prova di 4R può essere pilotata...lo sapevano già che succedeva il patatrac...

paradossalmente l'olio di palma bifrazionato e riscaldato (perchè è quasi solido) avrebbe dato meno rogne visto che è un "tri-cetano"...
(questa è solo la mia opinione.....)


Quindi è un problema che non si risolve nemmeno montando il kit Elsbett, almeno su motori common rail...

Ma lo stesso discorso vale per gli oli di giasole, soia, ecc?? O solo per la colza??

contex
30-07-2005, 11:56
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

ho letto l'articolo di 4 ruote sull'olio di colza e voglio sorvolare sui dettagli tecnici che sfortunatamente non è il mio campo ...ma quando ho letto in uno dei box...


CITAZIONE

Finti Risparmi.
Alcuni produttori tedeschi offrono kit che promettono(sara vero?) di adeguare la vettura all'uso della colza.
Peccato che costino un migliaio di euro.
E se si riducesse al 30% la percentuale di colza? Con la <
> si risparmierebbero appena 400 euro in 100.000 Km,senza alcuna garanzia sulla durata del motore e sempre con il rischio di prendere 7500 euro di multa dalla finanza
</punto>


allora partiamo dall'uso di 100% olio di colza con esempio la mia macchina che consuma 7 litri ogni 100 km e voglio essere parsimonioso.
Usiamo la proporzione: 7:100=X:100000 questo per trovare i litri che consumo in 100000 km e troviamo X=(7*100000)/100 che fa X= 7000 litri.
allora un litro di gasolio costa 1.10 € ed uno di colza 60 cents(e sono parsimonioso) quindi su ogni litro risparimierei 50 cents che andandoli a calcolare per i 7000 ottengo.

(50*7000)/100= 3500 €!! su 100% di colza!

veniamo adesso al 30% il 10% di 3500 € sono 350 € e quindi il 30% sarà 1050 € e non 400 come dice quattroruote.
W la disinformazione!
Ho fatto i calcoli considerando il caso(riferito alla mia macchina) peggiore quindi il risparmio è anche maggiore.

Se ho sbagliato qualcosa mandatemi anche a quel paese http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif

dado VRC
30-07-2005, 14:11
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Il fatto nasce dal prezzo dell'olio, credo.

Quello che hanno usto non è LIDL(che ora sfiora i 70Cent)

dado VRC
30-07-2005, 14:20
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (belinassu @ 29/7/2005, 16:01)


CITAZIONE (dado VRC @ 29/7/2005, 12:04)


CITAZIONE (belinassu @ 29/7/2005, 10:43)
mah secondo me è tutto vero e semplicemente "pilotato" per spaventare la "massa"....


ma belinassu, sul forum di fuoristrada c'è uno con un JTD che è andato a olio d'oliva, le ha provate tutte e ancora l'auto va da dio, ogni tanto smonta gli iniettori e sono sempre OK...mi puzza che quello spari balle e che 4r no...


ne ho parlato anche su elaborare...
secondo me il problema è proprio la colza...(il tipo di fuoristrada infatti ha messo oliva, e poi in che percentuali?)

la colza è molto fluida (rispetto agli altri olii) e costa poco...

però è un olio che non sopporta le alte temperature (non va bene per friggere, fuma subito-leggi decomposizione)
il fatto che è fluido fa capire che è molto insaturo, quindi è anche molto propenso a polimerizzare in gomme e lacche....

mettici che un commonrail ha anche le pressioni (e di conseguenza le temperature) elevate
e secondo me si creano tutti i presupposti per produrre cacca a profusione nel motore...

in un motore aiutato dalla precamera e da un'iniezione meno stressante come pressioni
le cose possono invece essere più sostenibili, come tu hai sperimentato....

in questo senso la prova di 4R può essere pilotata...lo sapevano già che succedeva il patatrac...

paradossalmente l'olio di palma bifrazionato e riscaldato (perchè è quasi solido) avrebbe dato meno rogne visto che è un "tri-cetano"...
(questa è solo la mia opinione.....)


il tipo di fuoristrada.it aveva messo l'80% se non erro...però ci ha fatto pochi km...

dado VRC
30-07-2005, 14:23
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...

contex
30-07-2005, 14:29
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

bhè a quel punto sono 40 cents di risparmio ed otterremmo

(40*7000)/100=2800 €

al 30% 280*3= 840 €
se i calcoli sono esatti

30-07-2005, 15:28
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 14:23)
Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...


Ok, hai ragione....ma il kit non modifica gli iniettori per tutti i motori: nei TDI come il mio, ovviamente, lasciano gli iniettori originali (kit a 2 serbatoi)....quindi ciò significa che il problema persiste? O sbaglio?

Grazie

Edited by Tanica-Ibiza TDI 130 - 30/7/2005, 15:29

30-07-2005, 17:49
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Ho letto oggi che sulla nuova fiat croma col motore 16 valvole da 150 cv multijet è possibile con circa 650 euro di spesa montare un riscaldatore supplemetare del gasolio. Secondo voi potrebbe essere utile per andare a percentuali alte di Colza es 80 %? potrebbe sostituire il il kit elsbett ?

dado VRC
30-07-2005, 19:01
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 15:28)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 14:23)
Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...


Ok, hai ragione....ma il kit non modifica gli iniettori per tutti i motori: nei TDI come il mio, ovviamente, lasciano gli iniettori originali (kit a 2 serbatoi)....quindi ciò significa che il problema persiste? O sbaglio?

Grazie


Se non erro gli iniettori vengono modificati su tutti i motori ad iniezione diretta...

dado VRC
30-07-2005, 19:02
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (canemaia @ 30/7/2005, 17:49)
Ho letto oggi che sulla nuova fiat croma col motore 16 valvole da 150 cv multijet è possibile con circa 650 euro di spesa montare un riscaldatore supplemetare del gasolio. Secondo voi potrebbe essere utile per andare a percentuali alte di Colza es 80 %? potrebbe sostituire il il kit elsbett ?


No...i kit son un pò + complessi...leggi sul forum che è pieno di chiarimenti!!

dado VRC
30-07-2005, 19:06
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (contex @ 30/7/2005, 14:29)
bhè a quel punto sono 40 cents di risparmio ed otterremmo

(40*7000)/100=2800 €

al 30% 280*3= 840 €
se i calcoli sono esatti


vedendo quanto costa negli ingrossi...lascia perdere!! il girasole è economico...

30-07-2005, 19:32
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 19:01)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 15:28)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 14:23)
Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...


Ok, hai ragione....ma il kit non modifica gli iniettori per tutti i motori: nei TDI come il mio, ovviamente, lasciano gli iniettori originali (kit a 2 serbatoi)....quindi ciò significa che il problema persiste? O sbaglio?

Grazie


Se non erro gli iniettori vengono modificati su tutti i motori ad iniezione diretta...


Proverò ad informarmi....ma guardando la lista di componenti compresi nel kit a 2 serbatoi, non mi pare di aver visto gli iniettori....mentre su quello a serbatoio unico sì.

dado VRC
31-07-2005, 19:52
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 19:32)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 19:01)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 15:28)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 14:23)
Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...


Ok, hai ragione....ma il kit non modifica gli iniettori per tutti i motori: nei TDI come il mio, ovviamente, lasciano gli iniettori originali (kit a 2 serbatoi)....quindi ciò significa che il problema persiste? O sbaglio?

Grazie


Se non erro gli iniettori vengono modificati su tutti i motori ad iniezione diretta...


Proverò ad informarmi....ma guardando la lista di componenti compresi nel kit a 2 serbatoi, non mi pare di aver visto gli iniettori....mentre su quello a serbatoio unico sì.


Vabbè, non cambia!!Se il kit non li comprende significa che non servono...probabilmente l'olio a 90° ha una viscosità tale che viene polverizzato adeguatamente...

31-07-2005, 21:19
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 31/7/2005, 19:52)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 19:32)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 19:01)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 15:28)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 14:23)
Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...


Ok, hai ragione....ma il kit non modifica gli iniettori per tutti i motori: nei TDI come il mio, ovviamente, lasciano gli iniettori originali (kit a 2 serbatoi)....quindi ciò significa che il problema persiste? O sbaglio?

Grazie


Se non erro gli iniettori vengono modificati su tutti i motori ad iniezione diretta...


Proverò ad informarmi....ma guardando la lista di componenti compresi nel kit a 2 serbatoi, non mi pare di aver visto gli iniettori....mentre su quello a serbatoio unico sì.


Vabbè, non cambia!!Se il kit non li comprende significa che non servono...probabilmente l'olio a 90° ha una viscosità tale che viene polverizzato adeguatamente...


Ma questo fenomeno della polimerizzazione, da un punto di vista chimico, che cavolo rappresenta? Intendo dire, fisicamente cosa accade?

X Belinassu: tu che sei parecchio pratico di chimica, ci sai dare conferma se l'olio a 90° non crea problemi di polimerizzazione? Ho sentito pareri discordi...

Grazie!!

belinassu
01-08-2005, 10:51
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

non ho nozioni sicure in fatto di temperature e pressioni di polimerizzazone...

nel caso dell'olio , specielmente se di tipo insaturo (molecole con doppi legami)
si può rompere un legame e far si che più molecole si aggreghino a formare molecole enormi
che hanno proprietà fisiche e chimiche ben lontane dall'olio di partenza (gomme e lacche) e tappano e grippano tutto....

dado VRC
01-08-2005, 18:07
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 31/7/2005, 21:19)


CITAZIONE (dado VRC @ 31/7/2005, 19:52)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 19:32)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 19:01)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 30/7/2005, 15:28)


CITAZIONE (dado VRC @ 30/7/2005, 14:23)
Con il kit elsbett questi problemi si eliminano, gli iniettori sono modificati, hanno un getto adatto a polverizzare l'olio correttamente e ad evitare che giunga a toccare le pareti del cilindro, ergo 0 trafilamenti, 0 polimerizzazione...

Ad uccidere il JTD è stata la percentuale e l'assenza di modifiche...non l'olio in sè...infatti sono mesi che si dice e ripete che per eliminare il problema ci vuole un kit...


Ok, hai ragione....ma il kit non modifica gli iniettori per tutti i motori: nei TDI come il mio, ovviamente, lasciano gli iniettori originali (kit a 2 serbatoi)....quindi ciò significa che il problema persiste? O sbaglio?

Grazie


Se non erro gli iniettori vengono modificati su tutti i motori ad iniezione diretta...


Proverò ad informarmi....ma guardando la lista di componenti compresi nel kit a 2 serbatoi, non mi pare di aver visto gli iniettori....mentre su quello a serbatoio unico sì.


Vabbè, non cambia!!Se il kit non li comprende significa che non servono...probabilmente l'olio a 90° ha una viscosità tale che viene polverizzato adeguatamente...


Ma questo fenomeno della polimerizzazione, da un punto di vista chimico, che cavolo rappresenta? Intendo dire, fisicamente cosa accade?

X Belinassu: tu che sei parecchio pratico di chimica, ci sai dare conferma se l'olio a 90° non crea problemi di polimerizzazione? Ho sentito pareri discordi...

Grazie!!


non è che l'olio a 90° non fa polimerizzazione...è che se l'olio iniettato è caldo perde viscosità, viene polverizzato bene e non trafila in coppa...

03-08-2005, 11:35
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif ti faccio i miei complimenti, mettili in buca quei venduti alle case automobilistiche.... dalle quali prendono diversi denari di pubblicità..... mah non ho parole

kattirik
03-08-2005, 17:00
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (belinassu @ 1/8/2005, 10:51)
non ho nozioni sicure in fatto di temperature e pressioni di polimerizzazone...

nel caso dell'olio , specielmente se di tipo insaturo (molecole con doppi legami)
si può rompere un legame e far si che più molecole si aggreghino a formare molecole enormi
che hanno proprietà fisiche e chimiche ben lontane dall'olio di partenza (gomme e lacche) e tappano e grippano tutto....


Mi fate cominciare a preoccupare non poco !!!
Non vorrei succedesse la stessa cosa alla mia piccolina.

Dupagu
08-08-2005, 15:38
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Secondo me non bisogna partire da una malafede di quattroruote,al limite c'e un po' di presunzione di chi fa una prova aspettando conferme alla sua tesi.Ma i problemi alla punto ci sono stati ,e' inutile negarlo.

Dupagu
08-08-2005, 18:41
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

il calcolo va fatto considerando che 1 litro di colza e 1 litro di gasolio non ti permettono di fare gli stessi km.Va ricalcolato su ogni auto in base ai consumi.

belinassu
08-08-2005, 21:38
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

si, ma per conciare il motore così vuol dire che avevano avvisaglie gravi e evidenti già da parecchio
e se ne sono fregati per vedere fino a dove arrivava il motore....

credo che nessuno di noi lo farebbe.....

in quall'ottica li l'esperimento mi sembra un po' pilotato...
o quantomeno poco scientifico....

Dupagu
10-08-2005, 11:04
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

A Belinassu,
Ipotesi ottimistica:il biodiesel potrebbe sciogliere o perlomeno bloccare la formazione di quelle macromolecole nere che si depositano.Ovvero mescolando biodiesel e olio potrebbero annullarsi gli effetti negativi dell'olio solla formazioni nere nei cilindri?
Tornando alla prova di quattroruote:
1) loro hanno visto il problema quando si e' rotta la turbina,fino ad allora c'era una differenza dei consumi notevole che forse imputavano al rendimento della colza invece era il segnale di problemi al motore.
Addirittura su percorso cittadino l'incremento del consumo era del 50%.
2)Centralina ,iniettori, pressione,anticipo,ecc. sono tutti ottimizzati per l'uso di gasolio.Cambiando anche solo i dati in centralina si arriverebbe a grossi miglioramenti nella combustione e probabilmente nel prevenire deposito nei cilindri.

belinassu
10-08-2005, 11:23
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

non so quanto il biodiesel aiuti....
cmq dovrebbe fare da solvente...

la colza a motore caldo dovrebbe essere iniettata bene e bruciare bene...
per cui sta storia delle morchie nella punto d 4R mi sembra davvero un po' ambigua....

goffredodsd
10-08-2005, 11:44
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Lasciamo parlare chi ha esperienza...vera!

http://www.quattroruote.it/auto/forums/ind...&threadid=17088 (http://www.quattroruote.it/auto/forums/index.cfm?action=messages&threadid=17088)

10-08-2005, 12:34
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

Mah....io uso la colza, in % variabili in base all temperatura esterna (al momento sono al 30%, percentuale che non supererò) da circa 8000km...la macchina va benissimo, ho avuto solo qualche problrmino di avviamento quando avevo osato il 40% con 10 gradi....!

Penso proprio che metterò il kit Elsbett appena scadrà la garanzia dell'auto, cioè 13 mesi. L'idea che mi sono fatto documentandomi sull'argomento è che in effetti tale kit risolve tutti i problemi relativi alla colza...inoltre, nel mio caso, si tratta di kit a 2 serbatoi, quindi in qualunque momento posso commutare l'alimentazione a diesel...

Rimangono solo 2 grandi dubbi, che spero di risolvere (o almeno di capire più a fondo) in questi 13 mesi:
1) il problema della polimerizzazione
2) le questioni legali/assicurative

Per il resto, l'articolo di 4r non mi stupisce affatto, non ci si poteva aspettare razionlmente nulla di diverso da un organo quasi istituzionale: non potevano certo dire che l'uso della colza non rovin il motore: metti caso che poi tutti iniziano ad usare colza e qualcuno (ovviamente) ha problemi....sai quante denunce?!??!

mother
17-08-2005, 01:09
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

i calcoli così non mentono...certo che se dopo 8000 Km partono le guarnizioni...

Comunque considero valida anche l'0idea di dupangu, anche se a riguardo fare qualche calcoletto torna difficile.

In merito alle rese dell'olio di colza: ti faccio notare che un barile di petrolio, cioè circa 159 litri costa ben 65 dollari...che a casa mia fan: 0.40 euro al litro...se facciamo i motori a petrolio risparmiamo ancora di + http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif

purtroppo la colza e tutti gli altri vegetali oleaginosi hanno una resa di 1.5 tonnellate per ettaro...e considerando che devi piantare 1 volta per tutta l'energia che ti serve nei 365 gg dell'anno viene una bella cifretta...non è un caso che appena è aumentata la richiesta di olio di colza: 1) è aumentato il prezzo (molti chiedono= prezzo + alto del bene) 2) son finite le scorte.

A meno che non venga fuori un qualche OGM che permette rese multi-cicliche anziche annuali o maggiori dell'attuale è una soluzione non definitiva...o meglio per quei pochi che voglion rischiare ad evader le accise (anche se non ho mai capito perchè non le posso pagare lo stesso con autocertificazione dei consumi...boh...)

Infine ti faccio notare una cosa: 100000 Km non tutti li fanno in un anno...io per esempio con un croma li ho fatti in 10 anni (non la uso mai ciuccia troppo)...con la fiat uno in 10 anni ho fatto 164000 Km circa.
Ora 1050 euro di risparmio in 10 anni fanno circa 100 euro all'anno, cioè 8.3 euro di risparmio al mese....certo non è come il l'abbassamento delle tasse fatto quest'anno da un certo signore....ma quasi ci siamo...comunque non si butta via niente quando è guadagnato.
(se volessi comunque fare un conto preciso anche con gli interessi dovresti considerare che la spesa dellimpianto 3500 euro agisce con interessi per tutti e 10 gli anni, mentre il risparmio è progressivo come capitalizzazione degli interessi....i conti si complicano un po'...diciamo che non recuperi proprio in tre anni il costo ma metti di metterci un po' di +)

Molto probabilmente quattroruote ha riportato i 400 euro di risparmio facendo un conto di massima e considerando il risparmio annuo...oppure chi ha fatto i calcoli ha messo il 10% 350 euro circa - 400 euro a seconda del prezzo dell'olio usato facendo l'errore di non moltiplicare per tre il prezzo del 10%.
Oppure ha fatto dei test in laboratorio usando le vetture (ricreando le impostazioni di prestazione medie che si hanno su strada) ed ottenendo questi risultati....

BOH....

Comunque riguardo l'olio di colza c'è questo thread di paolo attivissimo...
c'è anche un file audio di raio24 che può essere ascoltato...
http://www.attivissimo.net/antibufala/colza/diesel.htm

Edited by mother - 17/8/2005, 01:15

mother
17-08-2005, 11:39
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

ok la notte ha portato consiglio: a 0.5 l'olio di colza mixato al 100% nel serbatoio fa:
1.1-0.5 euro in meno di spesa per 100000 Km compiuti in 10 anni.

quindi 0.6 di risparmio * 7000 litri prima calcolati = 4200 euro in 10 anni.
quindi 420 euro all'anno risparmiati...molto simile a quanto affermato come risparmio secondo quattroruote, solo che probabilmente quando han scritto l'articolo non hanno messo in evidenza la questione temporale o che il risparmio di 400 euro era all'anno.

Ciò significa che se la spesa del kit è 3500 anni a 400 euro di risparmio all'anno senza interessi li recupero in 8.75 anni (come i pannelli solari...) e poi vado in positivo, ovviamente senza contare variazione dei danneggiamenti delle guarnizioni (si parla tanto del punto fatidico 8000 Km).

Ciao

17-08-2005, 14:44
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (mother @ 17/8/2005, 11:39)
ok la notte ha portato consiglio: a 0.5 l'olio di colza mixato al 100% nel serbatoio fa:
1.1-0.5 euro in meno di spesa per 100000 Km compiuti in 10 anni.

quindi 0.6 di risparmio * 7000 litri prima calcolati = 4200 euro in 10 anni.
quindi 420 euro all'anno risparmiati...molto simile a quanto affermato come risparmio secondo quattroruote, solo che probabilmente quando han scritto l'articolo non hanno messo in evidenza la questione temporale o che il risparmio di 400 euro era all'anno.

Ciò significa che se la spesa del kit è 3500 anni a 400 euro di risparmio all'anno senza interessi li recupero in 8.75 anni (come i pannelli solari...) e poi vado in positivo, ovviamente senza contare variazione dei danneggiamenti delle guarnizioni (si parla tanto del punto fatidico 8000 Km).

Ciao


Giustissimo....

Mi permetto solo di aggiungere una postilla: il prezzo del diesel nel prossimi 10 anni è destinato a raddoppiare....mentre il prezzo dell'olio di colza aumenterà, ma molto di meno. Quindi il risparmio è di 0.6 il primo anno, ma poi aumenta...

A tal proposito: hai calcolato il tutto basandoti su un prezzo dell'olio di colza di 50centesimi al litro: lo trovi a questa cifra? Dove?

Saluti!!

mother
17-08-2005, 18:49
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

L'attuale produzione di olio di Colza viene fatta soprattutto il germania.
Ultimamente questo paese ha deciso di utilizzare il suo olio di colza non per venderlo ma per farne biodisel con cui prevede di far funzionare i suoi mezzi pubblici, incentivando così un trasporto comunitario che non sprechi benzina col minimo di persone trasportate, ma al contrario cerca di massimizzarle....pianificazione dei trasporti docet.
Oltre a ciò attualmente il paese europeo che produce + colza è la germania...che a malapena sostenta i suoi mezzi tanto che vuole aumentare la produzione.


attualmente consumiamo 80 milioni di tonnellate di barili di petrolio al giorno (di cui 2 milioni dall'iraq...e 10 dall'arabia saudita e tre dall'iran...sarà mica che gli americani han sbagliato il paese da invadere?! oppure è sbagliata la teoria dell'avidità di petrolio...mah...)
1barile=159 litri.
4642800 milioni di litri all'anno.
Ora la densità del petrolio-residuo pesante è 0.8 quella del biodisel 0.6...se volete considerarla nei calcoli densità = massa / volume...
Fanno 40% del petrolio che va in carburanti e 40% che va in carburanti per corrente elettrica e industrie....20 % altri prodotti (polimeri ecc...)
Abbiamo quindi un fattore 80%
la produzione di olio di colza è 1.5 tonnellate di olio per ettaro...un ettaro son 100 metri quadrati.
Assumo che i pesi , volumi e densità di biodisel e olio di colza siano simili... (non so la densità dell'olio di colza...e diventa + difficile il conto probabilmente variando di poco)
Volume = massa / densità
Massa = volume * densità
Mi riporto con i conti ai volumi
volume petrolio= 4642800000000*80/100=3714240000000 Kg
Volume biodisel = (1.5 tonnellate/ettaro )/0.6
Facendo la divisione trovo il numero di ettari: 1485696000000 ettari.
Un ettaro è 100 metri quadri...quindi 1485696000000*100= 148569600000000
1Km^2 = 100*100*100 m^2 = 1000000m^2
148569600000000/1000000=148569600
da qui:http://www.oilcrash.com/italia/italia_a.htm
"La superficie globale del territorio italiano, è di 301.268 chilometri quadrati."
e
"La SAU (Superficie Agricola Utilizzata) italiana, nel 2000, era di soli 132.000 chilometri quadrati"

Abbiamo quindi: 148569600/301268=493 italie coltivate a piante che danno olio vegetale!
(strano ricordavo che veniva 100...solo che questa volta ha introdotto il coefficiente 0.6...provate comunque a controllare i calcoli).
confortante che la superficie agricola utilizzata sia 132000 Km quadri.
(e nel calcolo abbiamo trascurato che parte del carburante delle macchine agricole è fornito proprio dai campi...il che crea un surplus...e che sarebbe meglioa avere un fattore di sicurezza di 1.5 per non trovarsi senza carburante con il raccolto e la trasformazione da fare...)
Anche ipotizzando che le macchine a disel siano il 10% di quelle sul mercato al max arrivi a 50 nazioni, che rende il tutto lo stesso improbabile (visto che per esempio in italia le sau sono 1 terzo del territorio).

(Buona parte dell'olio di colza arrivava poi dalle cooperative che fanno capo al movimenti poltici di sinistra.)

qualche altro calcoletto:
100000 chilometri in 10 anni sono mediamente 27 chilometri al giorno.
Una persona normale che relega viaggi sopra i 100 chilometri a 15 giorni...facciamo un mese e che compie 20 chilometri ogni giorno per andare e tornare dal posto di lavoro compie: 30*100*10+355*20*10=74000 chilometri all'anno.
Quindi per un'utente famigliare non è molto conveniente a breve termine il biodisel soprattutto se si considera l'esiguità di quantitativo presente e che se in 10 anni il prezzo cambia te la prendi in tel ....
Si potrebbe comunque immettere biodisel nel ciclo del gasolio se questo superasse la quota di costo produzione olio e trasformazione in colza + accisa (attualemente il prezzo da 0.6 di olio di colza si tramuta in 1.4-1.5 in costo di biodisel), con summo gaudio anche per le guarnizioni...e ciò rappresenterebbe forse un sistema per abbassare i costi (anche se è difficile prevedere di quanto...tanto quanto è difficile prevedere i costi intrinseci assunti dall'oli in caso di forte consumo di tutti i paesi europei)....si stima comunque che ciò potrebbe accadere (biodisel che costa meno del gasolio) se si supera la quota di 80 dollari al barile.

Gli utenti + favoriti sarebbero i rapppresentanti, i camion, i mezzi pubblici, ed i furgoncini.
I camion consumano moltissimo perchè viaggiano motlissimo...oltre a essere tanti, quindi si può presupporre che se l'italia si mettesse a produrne non basterebbe.
Rimangobo rappresentanti e trasportisu furgoncino che mediano numero di vetture basso con km percorsi alti e ci potrebbero stare con l'esigua quantità di olio di colza , oppure i mezzi di trasporto pubblici.
O l'uno o l'altro...purtroppo la resa delle piante oleaginose fa penuria.
Comunque ultimamente si stanno mobilitando per tentare di ricavare composti similari (stesso numero di ottani) da differenti strarci e tipologie (banane, arance, vegetali oleaginosi...) forse solo in questo modo si può sostituire la richiesta di carburanti che servierebbe (ben consci che avremmo meno scarti di materiale vegetale...= meno compost-fertilizzante naturale = + fertilizzante artificiale ricavato via petrolio (non so come) o guano).

Di + non mi viene or ora...

Il prof. Tommaso maggiore che sostiene che il problema sia economico.
https://www.cti2000.it/virt/normativaamica/...GGIORE_%202.pdf (https://www.cti2000.it/virt/normativaamica/probio/probio2000/Integrato/MAGGIORE_%202.pdf)
https://www.cti2000.it/virt/cti2000/solidi/...03_Maggiore.pdf (https://www.cti2000.it/virt/cti2000/solidi/PDF/003_Maggiore.pdf)
e un file MAGGIORE_1.pdf di cui non trovo il linl...sarebbe 2 Mb e non si carica come allegato.

riguardo:
"Mi permetto solo di aggiungere una postilla: il prezzo del diesel nel prossimi 10 anni è destinato a raddoppiare....mentre il prezzo dell'olio di colza aumenterà, ma molto di meno."
Dipende da domanda ed offerta e tutto gioca a sfavore dell'olio di colza perchè le quantità producibili come puoi vedere sono basssssssissime rispetto alla richiesta che potrebbe esserci.
Se la pensi come riserve avrai che la parità di quantità che può essere estratta (petrolio) e prodotta da campo (colza) determinerà i medesimi prezzi...ma hai voglia che i campi di colza eguaglino le riserve di petrolio.
Quindi meno diffondete la voce dell'olio di colza + vi conviene!
Sperando che gli stati comunque ne aumentino parzialmente la produzione per quei pochi che sanno dell'olio di colza e lo usano.
E se non mi credi ti faccio un piccolo esempio: in brasile una parte di macchine... non tute sono state dotate di motori che possono andare anche ad alcool derivato dallo zucchero estratto dalla canna da zucchero e mi risulta che solo lui abbia fatto questo.
Ora il brasile non è che sia un paese sovrasviluppato (non tutti hanno la macchina) ...eppure nell'ultimo anno il prezzo dello zucchero ha raddoppiato e sta andando per la triplicazione del costo...ciò perchè non è aumentata la produzione di canna da zucchero, e non son diminuiti i consumatori di zucchero nel mondo, quindi aggiungerci altri consumatori provoca esattamente quello che sta succedendo al petrolio con l'ingresso della Cina (anche se qui il discorso è difficile...in questo forum ne ho messo una parte...se cerchi bene) e come succede-succederà alla colza miscando o kenaf...purtroppo.



Edited by mother - 17/8/2005, 18:54

Lord_SNK
18-08-2005, 02:21
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

La resa per ettaro e' 3 tonnellate di olio e non 1,5, e il raccolto mi sembra si faccia 2 volte all'anno.....
Comunque tieni presente che il biodiesel puo essere ricavato anche da grassi rancidi , sostanze di scarto ,alimenti etc etc.
E poi conviene comunque incentivarne la produzione al massimo delle possibilita per i soliti motivi ovvi.

GTD
18-08-2005, 11:50
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE

la produzione di olio di colza è 1.5 tonnellate di olio per ettaro...un ettaro son 100 metri quadrati.



allora la superficie di un appartamento sarebbe di circa un ettaro....
per fortuna che questo 3d si intitola "LA MATEMATICA NON E' UN'OPINIONE"!


N.B. un ettaro=100m*100m=10000m quadrati!

GTD
18-08-2005, 12:01
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE
30*100*10+355*20*10=74000 chilometri all'anno.


se moltipichi per 10 sara' in 10 anni!

mother
18-08-2005, 21:06
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

e oggi che ho meno sonno aggiungo anche che 1 litro = 1 dm^3

Faccio prima a mettervi il calcolo corretto già fatto che ha anche link per i dati:
http://www.p2pforum.it/forum/showthread.ph...ighlight=ettaro (http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=28959&highlight=ettaro)

"Nel frattempo il consumo giornaliero ha toccato quota 80 milioni di barili al giorno..." inteso di petrolio tratto dall'articolo http://blog.repubblica.it/rblog/pag...200408244115106
Ora quanti litri son un barile di petrolio?
"Il costo attuale del petrolio è quello di circa 40 dollari per barile, cioè 159 litri..." tratto da http://www.controluce.it/giornali/a...ioelepatate.htm.
Quindi si utilizzano 80000000*159 litri di petrolio al giorno=12720000000litri al giorno=12,720 miliardi di litri di petrolio al giorno (consumo a livello mondiale).

Quanto olio si può produrre da una pianta oleosa? beh circa 30%-50% che corrisponde ad una resa di 15 quintali di olio all'ettaro.
E' difficle conciliare le due misure poichè sarebbero da considerare i pesi specifici delle sostanze. Immagino per semplicità (ma se mi fornite il peso specifico del biodisel il conto diventa + corretto) che come per l'acqua 1 litro corrisponde a 1 dm cubo.
12,720 miliardi di litri diventano quindi 12,720 milardi di decimetri cubi = 12,720 milioni di metri cubi.
1 litro di acqua sempre per semplicità poichè non ho i dati sui pesi specifici di petrolio e biodisel pesa 1 Kg.
Quindi una resa di 1 dm cubo di acqua a cui paragono il biodisel = 1 litro di acqua = 1 Kg d'acqua.
Se l'olio ricavato dalle piante ha una resa di 1500 kg/ettaro = 1500 dmcubi/ettaro di olio.
Ora trascuriamo anche che nella reazione per la produzione di biodisel (che riporterò in seguito) non si debba separare una certa componente acquosa e quindi tanto olio utilizzo tanto biodisel ricavo (senza scarti...la glicerina rientra nel bilancio degli scarti rispetto alle sostanza che devo aggiungere all'olio vegetale).
da ciò ne deriva che: 12720000000dm^3/15000(dm^3/ettaro)=8480000 ettari di terreno al giorno.
Purtoppo la produzione delle piante a base vegetale è annuale, il che significa piantare ad inizio anno le piante utili per rifornire per tutto l'anno e sostituire il petrolio, il che implica moltiplicare la cifra per 365 (senza prevedere incrementi di richiesta e conseguenti scorte preventive) = 3095200000 ettari.
E' fattibile?
1 ettaro (ha) equivale chiaramente ad un quadrato di m 100 di lato.
tratto da: http://www.soraweb.it/pietromargiot...omastica/02.htm (perchè la misura dell'ettaro cambia di poco da paese a paese).
un quadrato di 100 metri di lato fa una superficie di: 10000 metri quadrati.
3095200000*10000=30952000000000 metri quadrati=30952000 km quadrati.
"La superficie dell'Italia, per esempio, è passata dal valore di 301.263 kmq, calcolato nell'ottobre del 1981, al valore di 301.302, ottenuto nell'ottobre del 1991." tratto da: http://www.globalgeografia.com/ital...a_curiosita.htm
30952000 km^2/301263 km^2/nazione italiana = servono 103 nazioni come l'italia per soddisfare la superficie che servirebbe per produrre totalmente biodisel al posto di consumare petrolio.
E' ancora fattibile?
Io spererei di si ma mi sorge qualche dubbio...infatti per permettere il raccolto e la trasformazione di così tante piante devono essere usate tamte macchine mosse da una qualche forma di energia...insomma il processo potrebbe diventare ancora + costoso.

Ovviamente 78000 erano in 10 anni anche perchè li confrontavo con i 10000

Il biodisel non può sostituire il petrolio agli attuali consumi anche perchè essendo infinitesimo nella produzione hja già un costo che ne è la metà, ciò non toglie che produrne il più possible non sia utile almeno per calmierare i prezzi del petrolio se supera gli 80 dollari.
Oppure dovrebbe esserci una qualche scoperta che ne aumenti la produttività per ettato (10000 m^2)

GTD
19-08-2005, 12:22
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE
Ora trascuriamo anche che nella reazione per la produzione di biodisel (che riporterò in seguito) non si debba separare una certa componente acquosa e quindi tanto olio utilizzo tanto biodisel ricavo (senza scarti...la glicerina rientra nel bilancio degli scarti rispetto alle sostanza che devo aggiungere all'olio vegetale).


la percentuale di carburante ricavabile da un barile di petrolio è ancora piu' bassa!




CITAZIONE
Io spererei di si ma mi sorge qualche dubbio...infatti per permettere il raccolto e la trasformazione di così tante piante devono essere usate tamte macchine mosse da una qualche forma di energia...insomma il processo potrebbe diventare ancora + costoso.


perchè raffinerie,autocisterne e petroliere che trasportano il greggio da una parte all'altra del mondo non consumano nulla?senza contare poi che scaricano in mare l'acqua di lavaggio delle cisterne quando non si schiantano sugli scogli!



CITAZIONE
30952000 km^2/301263 km^2/nazione italiana = servono 103 nazioni come l'italia per soddisfare la superficie che servirebbe per produrre totalmente biodisel al posto di consumare petrolio.


la superficie delle terre emerse è circa 500 volte quella dell'italia e ci sono piante oleaginose come la canapa che possono essere coltivate anche in aree semidesertiche senza contare che si potrebbe estrarre olio anche dalle alghe.....

nitc
19-08-2005, 15:57
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (mother @ 18/8/2005, 21:06)

Il biodisel non può sostituire il petrolio agli attuali consumi anche perchè essendo infinitesimo nella produzione hja già un costo che ne è la metà, ciò non toglie che produrne il più possible non sia utile almeno per calmierare i prezzi del petrolio se supera gli 80 dollari.
Oppure dovrebbe esserci una qualche scoperta che ne aumenti la produttività per ettato (10000 m^2)


salve a tutti

se le industrie mondiali si concentrassero piu sulla produzione di automobili e motori tenendo conto SOLO il risparmio di carburante e non da 0 a 100 km/h i 0000000001 sec forse i tuoi calcoli non servirebbero e la produzione di biodisel sarebbe in scacla mondiale e non solo praticata da pochi appassionati.

ci sono tutte le premesse per un carburante alternativo ORA figurati fra 20 anni, se la tecnologia fosse incentrata solo su questo.
un saluto a tutti

P:S
guarda il progresso che anno avuto le armi di distruzione di massa in pochi decenni

VOLERE E POTERE

mother
20-08-2005, 11:23
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

-------------------------------------------------------------------------------------------
CITAZIONE
Ora trascuriamo anche che nella reazione per la produzione di biodisel (che riporterò in seguito) non si debba separare una certa componente acquosa e quindi tanto olio utilizzo tanto biodisel ricavo (senza scarti...la glicerina rientra nel bilancio degli scarti rispetto alle sostanza che devo aggiungere all'olio vegetale).

la percentuale di carburante ricavabile da un barile di petrolio è ancora piu' bassa!
------------------------------------------------------------------------------------------
Considerando che un 40% va in energia per il trasporto, un 40% in energia per industria e elettricità ed un 20% in prodotti secondari, mi piacerebbe capire quale sarebbe quella parte di carburante così bassa da essere estratta.
Insomma gli scarti di lavorazione del petrolio ci sono visto che viene estratto solo una minima parte di carburante ed il resto per te è o prodotto secondario o scarto?
-------------------------------------------------------------------------------------------
CITAZIONE
Io spererei di si ma mi sorge qualche dubbio...infatti per permettere il raccolto e la trasformazione di così tante piante devono essere usate tamte macchine mosse da una qualche forma di energia...insomma il processo potrebbe diventare ancora + costoso.

perchè raffinerie,autocisterne e petroliere che trasportano il greggio da una parte all'altra del mondo non consumano nulla?senza contare poi che scaricano in mare l'acqua di lavaggio delle cisterne quando non si schiantano sugli scogli!
-----------------------------------------------------------------------------------------------
In effetti da 0.4 il petrolio arriva a 1.2 (159/60=0.37euro)
0.4+0.4+0.4=1.2
Cioè 0.4 per comprarlo, 0.4 per trasportatlo e 0.4 lavorarlo trasformarlo (se fossero con prezzo eguale) e 0.4-0.5 di accise (biodisel o benzina).

Per il biodisel: 0.4-0.6 per comprarlo (anche se ora alcuni (Dario fo) dicono che non si trova o ha aumentato di prezzo)
Poi ci sarebbe 0.475 di accise e 0.5 di lavorazione
In effetti il biodisel non è mai stato conveniente economicamente rispetto al disel, motivo per cui moti usano l'olio di colza in percentuali o al 100% (altriemnti avrebbero il prezzo del disel)
0.4+0.475+0.5=1.375
0.6+0.5+0.475=1.575
--------------------------------------------------------------------------------------------
CITAZIONE
30952000 km^2/301263 km^2/nazione italiana = servono 103 nazioni come l'italia per soddisfare la superficie che servirebbe per produrre totalmente biodisel al posto di consumare petrolio.

la superficie delle terre emerse è circa 500 volte quella dell'italia e ci sono piante oleaginose come la canapa che possono essere coltivate anche in aree semidesertiche senza contare che si potrebbe estrarre olio anche dalle alghe.....
--------------------------------------------------------------------------------------------
L'olio dalle alghe è un buon aumento di produzione (anche se a dire il vero non ne avevo mai sentito parlare), bisogna vedere se questo olio è compatibile con quello vegetale e se ne può estrarre energia (composti compatibili con gli oli vegetali)
Rimane sempre il fatto che la raccolta su campo terrestre o marino non è come l'estrazione del petrolio, e che già prima che si diffondesse la notizia del biodisel o dell'olio di colza:
petrolio = costo acquisto 0.4 (con previsione di scorte per miliardi di barili)...e prezzo + costoso raggiunto finora
olio di colza = 0.6 con previsione di scorte non di miliardi di barili.
Certo 0.4 = produzione + trasporto al supermercato.
Io sarei cauto e finanzierei la ricerca per migliorare le prestazioni e la resa tanto per essere sicuri che sostituisca al meglio.
Anche perchè l'italia è coltivata (SAU) per un terzo del territorio, ma se la coltiviamo per tutto questo terzo con una sola cultura: 1) facciamo una catastrofe ambientale poichè non variegamo la coltura e non rinnoviamo molte piante 2) dobbiamo importarci il cibo dall'estero con spesa di carburante.
Riguardo alla canap: meglio il kenaf che fa lo stesso e non espone i contadini a furti per il thc.
-----------------------------------------------------------------------------------------------
Il biodisel non può sostituire il petrolio agli attuali consumi anche perchè essendo infinitesimo nella produzione hja già un costo che ne è la metà, ciò non toglie che produrne il più possible non sia utile almeno per calmierare i prezzi del petrolio se supera gli 80 dollari.
Oppure dovrebbe esserci una qualche scoperta che ne aumenti la produttività per ettato (10000 m^2)

salve a tutti
se le industrie mondiali si concentrassero piu sulla produzione di automobili e motori tenendo conto SOLO il risparmio di carburante e non da 0 a 100 km/h i 0000000001 sec forse i tuoi calcoli non servirebbero e la produzione di biodisel sarebbe in scacla mondiale e non solo praticata da pochi appassionati.
ci sono tutte le premesse per un carburante alternativo ORA figurati fra 20 anni, se la tecnologia fosse incentrata solo su questo.
un saluto a tutti
P:S
guarda il progresso che anno avuto le armi di distruzione di massa in pochi decenni
VOLERE E POTERE
-----------------------------------------------------------------------------------------------
Hai perfettamente ragione: risparmiare prima ancora che aumentare le produzioni.
Ciò cozza con la Cina e con il concetto-mito per esempio dei pannelli solari o del biodisel stesso.
Piccolo esempio: Se tutti montassimo vetrocamere risparmieremmo in condizionatore d'estate poichè non entrerebbe calore come nelle finestre normali e riscaldamento d'inverno poichè non uscirebbe calore e consumeremmo meno.
Hai mai sentito qualcuno-comunità promuovere le vetrocamere come vengon promossi da circa 10-20 anni i pannelli solari?
Le vetrocamere costano un centinaio di euro (se prendi quelle costose) i pannelli solari mooolto di +.


Volere è potere...ma studiare porta a trovare le soluzioni.
Inomma voler studiare soluzioni
e poter studiare nuove soluzione
E visto come la gente reagisce quando gli scrivo quanto sopra sul biodisel: senza pregiudizi.

Lord_SNK
20-08-2005, 13:04
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Io ripeto che la resa di un ettaro di terreno (10000 m^2) e' 3 tonnellate d'olio di colza, senza calcolare le coltivazioni di palme e altre piante piu redditizie.
Il motore ora come ora ha bisogno di piccolissime modifiche ,e comunque nel 2006 non accetto che mi si dica che non si possono installare iniettori a olio DI SERIE,si avrebbe quasi nessuna differenza di prezzo.
Il prezzo del liberarsi dalla schiavitu del petrolio (per la quale siamo in Italia al 85% delle importazioni) non ha prezzo.
Si creerebbe inoltre un redditizio mercato di coltivazione locale senza buttare via i soldi agli arabi.
I costi per la coltivazione della colza nel suo paese d'origine sono miseri, qui nel territorio ci sono centinaia di ettari incolti o coltivati alla stregua del guadagno da parte degli agricoltori che potrebbero benissimo essere usato sempre per lo stesso scopo.
Anche il rimpiazzare il 50% di quel petrolio marcio porterebbe un brusco calo delle emissioni inquinanti.
Il discorso e' che bisogna impegnarsi per riampiazzare il piu possibile (a qualsiasi percentuale) sostanze con idrocarburi aromatici a favore degli olii vegetali, senza ombra di dubbio, tenendo presente che COME noi importiamo MILIONI di MC di gas dall'estero possiamo benissimo importare dell'olio,sempre per alzare la percentuale.


Edited by Lord_SNK - 20/8/2005, 13:05

GTD
21-08-2005, 11:47
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

x mother
sono stanco di replicare ad una lunghissima serie di approssimazioni ed inesattezze(le ho evidenziato solo gli errori piu' gravi) espressi con un'ottica miope e dato che è anche permaloso/a lascio perdere!
per fortuna non sono tutti come lei.

p.s. per sua informazione io ho le vetrocamere da 20 anni e i pannelli solari da 10!

ciusto
21-08-2005, 12:13
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

ora il calcolo ve lo faccio io..

prezzo gasolio 1.175
prezzo colza lidl 0.69
differenza 0.485
il mio furgone fa 12/l
e ha gia compiuto 125000Km solo diesel e ho speso il gasolio (media gasolio ultimo 5 anni 0.92 cent) circa 9.583€

se avessi usato colza avrei speso solo 6770 €

differenza 2813 €

... e che ho fatto i calcoli con il costo del gasolio basso....

le varie perchentuali e i consumi variabili e l'usura non li ho fatti...

mother
21-08-2005, 12:52
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

http://it.wikipedia.org/wiki/Brassica_napus (http://it.wikipedia.org/wiki/Brassica_napus)

La resa media mondiale dell'olio di colza è stimata in 1.5 tonnellate per ettaro.
La resa media europea è stimata in 3 tonnellate per ettaro.
Abbiamo ragione entrambi poichè io mi son sempre basato su dati medi che considerassero nell'insieme il consumo di colza (in tutto il mondo esattamente come la produzione di 80 milioni di barili) e tu su quelli europei.

------------------------------------------------------------------------------------------------
I costi per la coltivazione della colza nel suo paese d'origine sono miseri, qui nel territorio ci sono centinaia di ettari incolti o coltivati alla stregua del guadagno da parte degli agricoltori che potrebbero benissimo essere usato sempre per lo stesso scopo.
Anche il rimpiazzare il 50% di quel petrolio marcio porterebbe un brusco calo delle emissioni inquinanti.
------------------------------------------------------------------------------------------------
Purtroppo i fondi della comunità europea si perdono nei meandri...
Per esempio: i fondi europei per la costruzione di un sistema di trasporto pubblico a biodisel che in Germania sono stati utilizzati, qui in Italia grazie alle pressioni giuste dei sindacati sono finiti negli stipendi degli autoferrotramvieri, poichè le pressioni di questi sono arrivate a conti già fatti e quando per soddisfare l'aumento di contratto per questi lavoratori non c'erano + soldi (e d'altra parte con lo stipendio che avevano non è che non potesse essere così....). Speriamo quindi nel nuovo anno.
Altri fondi vengono offerti per la coltivazione e per esempio:
http://www.kenaf-fiber.com/it/azienda.asp
Ma in questo caso sono i contadini che dovrebbero farsi avanti.
------------------------------------------------------------------------------------------------
Il prezzo del liberarsi dalla schiavitu del petrolio (per la quale siamo in Italia al 85% delle importazioni) non ha prezzo.
Si creerebbe inoltre un redditizio mercato di coltivazione locale senza buttare via i soldi agli arabi.
------------------------------------------------------------------------------------------------
Ti dirò: credendo alla verità ufficiale....non vedo l'ora anch'io di non comprare il + possibile petrolio...così gli arabi invece che commerciare con il resto del mondo si ritroveranno come nel medioevo a scaldarsi col petrolio senza che questo gli permetta di avere contratti per importare quanto è utile per il loro sostentamento e che non riescono ad avere poichè vivono nella maggior parte in zone desertiche (fra cui prodotti alimentari).
------------------------------------------------------------------------------------------------
Il motore ora come ora ha bisogno di piccolissime modifiche ,e comunque nel 2006 non accetto che mi si dica che non si possono installare iniettori a olio DI SERIE,si avrebbe quasi nessuna differenza di prezzo.
-----------------------------------------------------------------------------------------------
La mia idea è che ci sono certi parametri che dicono quale sia una macchina che può legalmente circolare su strada e quale no.
Purtroppo la comunità europea è un dinosauro lento a muoversi (basti ricordare che per circa 1 anno dalla sua instaurazione il governo europeo l'ha passato a definire i prodotti: con zucchina si intende....con fagiolo si intende.....era finito anche sui TG come sperpero di tempo e risorse...ma purtroppo tutti gli apparati burocratici funzionano a modelli in cui si discerne ciò che è , ciò che è legale e soggetti e oggetti della vita). Il fatto è che probabimente deve essere cambiato tale aspetto, perc cui un iniettore ad olio non viene definito come iniettore per autoveicolo e quindi le case produttrici non lo realizzano, poichè non seguirebbero la legge (in effetti fra olio e gasolio ci sono delle differenze di ottani e di residuo....che si fa notare soprattutto d'inverno).
Questa comunque è una mia ipotesi.
Una buona democrazia diretta sarebbe quella che rileva le questioni che premono + al popolo e affronta prima quelle ottenendo benefici sulla governabilità del territorio.
----------------------------------------------------------------------------------------------
x mother
sono stanco di replicare ad una lunghissima serie di approssimazioni ed inesattezze(le ho evidenziato solo gli errori piu' gravi) espressi con un'ottica miope e dato che è anche permaloso/a lascio perdere!
per fortuna non sono tutti come lei.
------------------------------------------------------------------------------------------------
Mi spiace che si stanchi così presto di comunicare con la gente.
Mi spiace anche che ciò la renda offensivo e permaloso...perchè io espongo le mie idee e se c'è qualcuno che si sente colpito e diviene permaloso questo è proprio lei.
Non a caso tronca i rapporti.
Per fortuna anche che non sono tutti come lei.
------------------------------------------------------------------------------------------------
p.s. per sua informazione io ho le vetrocamere da 20 anni e i pannelli solari da 10!
-----------------------------------------------------------------------------------------------
Complimenti è appena andato in attivo.....è un peccato che non potrà usufruire dei nuovi incentivi della recente legge (che se non erro premiano solo chi passa ora ai pannelli solari...magari prendendone un altro riesce a rientrare con tutto l'apparato...il che è conveniente visto che danno 3 volte il prezzo dell'energia elettrica fornita).
Speriamo che con i nuovi incentivi dal fondo A3 anche altri seguano la sua strada.
-----------------------------------------------------------------------------------------------
X ciusto
In qanti anni ha fatto 125000 Km?
Secondo lei se i veicoli italiani e non cominciassero ad andare a colza il prezzo rimarrebbe invariato a 0.65?
Si può fare qualche paragone con la questione zucchero in borsa e il Metanolo usato in Brasile?

Saluti a tutti.

Lord_SNK
21-08-2005, 13:15
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Il discorso e' che come importiamo metano dall'algeria e petrolio dall'arabia possiamo benissimo importare alcool e olio.
Il segreto per battere questa petrol-dipendenza e' l'uso di piu fonti alternative e non di una sola!
Ma se alle case automobilistiche e al governo sembra non interessare proprio ,si grattano e invece di testare e preparare motori compatibili, ci mettono la scritta "No biodiesel" sul serbatoio a me fa girare tutti i cog....i.
E' come se stessimo rovinando il nostro condomio e il direttore si grattasse i cosidetti tutto il di.
Cmq preferisco che il motore diesel mi duri 170000 km anziche 320000 km ma almeno uso olio vegetale in grosse % e fan.... tanto dopo 10 anni le auto nn valgono .......

Edited by Lord_SNK - 21/8/2005, 13:17

mother
21-08-2005, 13:26
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Ok, la logica dell'importazione non è esatta, è + che esatta...è giusta ambientalmente.

Il problema è che le riserve di petrolio sono miliardi di litri, quelle di gas milioni di litri...e quelle di colza si rinnovano annualmente ma raggiungono cifra bassissime.
Attualmente vengono prodotte 35 milioni di tonnellate all'anno di olio di colza.
Di petrolio vengono prodotti 80 milioni di barili al giorno.

Ora mi spieghi perchè il maggiore produttore di colza: la China dovrebbe vendere proprio all'Italia la colza o l'olio di colza?
Per lui è conveniente usarlo per se....o tutt'al + venderlo a sovraprezzo in funzione del numero dei richiedenti.

Al contrario l'arabia saudita 1) deficita di risorse e quindi è costretta a comerciare
2) che se ne fanno del petrolio in eccesso, si scaldano (parte già lo usano come lo usiamo noi, bitume per strade, polimeri, idrocarburi, combustibili....se non ricordo male In iraq con Saddam la benzina era gratis per gli iraqueni)?

Ari-saluti a tutti.

ciusto
21-08-2005, 15:11
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

X MOTHER
Li ho fatti in 6 anni..

Il consumo di olio di colza attualmente è diviso a metà, infatto la 1a metà è utilizzata per scopi alimentari e la seconda va al settore energetico (produzione del biodiesel)
Il fatto è che il petrolio attualmente è la fonte energetica più usata per far andare macchine treni aerei navi centrali. e copre attualmente il 40% della domanda mondiale.
Se questa percentuale fosse sostituita dalla biomassa (colza e altri grassi vegetali) si creerebbe un vero e prorpio terremoto agricolo, infatti se domani non ci fosse più petrolio e questo fosse sostituito a colza i terreni coltivabili sarebbero monopolizzati per questo vegetale e i prezzi degli alimenti sarebbero decuplicati.
Quindi non è attuabile questo discorso di questi tempi e con le odierne tecnologie.
LA MIA IDEA è QUESTA
Se fosse possibile modificare geneticamente la colza, in modo da creare una pianta capace di produrre l'olio di 100 piante e con la capacita di arricchire il terreno trasformando le sostanze concimanti come i letami e i residui vegetali in sostanze utilizzabili nell'arco di tempo di una stagione, come avviene nelle foreste equatoriali, allora serebbe possibile produrre colza per usi energetici.

x la questione della borsa.
Questo discorso non ha un significato proprio, dato che il mercato dello zucchero non ha rilevanza per la produzione di alcool in brasile.
Infatti il brasile utilizza alcool e non la benzina proprio perchè ne ha la possibilità, ogni anno ha una quantita minima di canna da zucchero e legno che gli garantisce il rifornimento energetico.

L'acool lo ricavano dai residui delle lavorazioni della canna e il metanolo dai residui delle lavorazioni del legno(per distillazione frazionata del legno della foresta)

Proprio per questo che non ha senso la questione.

ciusto
21-08-2005, 15:17
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

... sempre x mother..

alla fine delle riserve mondiali accertate mancano circa 780 miliardi di barili,
e il peak oil si avrà nel 2006 (almeno a quando dicono le statistiche)
non aspettatevi abbassamenti di prezzo e soprattutto non fatevi illusioni...
vi consiglio vivamente di fare rifornimento... io sto gia facendo la buca per la mia cisterna.....

mother
21-08-2005, 16:13
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Li ho fatti in 6 anni..
----------------
Cavoli allora hai ripsarmiato molto + dei calcoli sopra fatti....circa 350 euro all'anno.
Non male.
----------------
Il consumo di olio di colza attualmente è diviso a metà, infatto la 1a metà è utilizzata per scopi alimentari e la seconda va al settore energetico (produzione del biodiesel)
Il fatto è che il petrolio attualmente è la fonte energetica più usata per far andare macchine treni aerei navi centrali. e copre attualmente il 40% della domanda mondiale.
Se questa percentuale fosse sostituita dalla biomassa (colza e altri grassi vegetali) si creerebbe un vero e prorpio terremoto agricolo, infatti se domani non ci fosse più petrolio e questo fosse sostituito a colza i terreni coltivabili sarebbero monopolizzati per questo vegetale e i prezzi degli alimenti sarebbero decuplicati.
Quindi non è attuabile questo discorso di questi tempi e con le odierne tecnologie.
----------------
A dire il vero è da aggiungere un 40% e passa di energia termoelettrica basata su oli combustibili da petrolio, ed a dire il vero energoclub stima ancora peggio di quanto io abbia fatto sopra, poichè afferma che:
"I suoi derivati, ottenuti dall'industria petrolchimica, oltre che coprire buona parte del sistema energetico servono per innumerevoli e svariati prodotti di uso comune, per tali produzioni oggi si impiega circa il 7% del petrolio estratto."
http://www.energoclub.it/a/petrolio.htm
QUindi 7% in prodotti secondari e 93% fra energetico e combustibili.

Aggiungo alla tua analisi molto buona questo: la quinta rivoluzione
http://www.oilcrash.com/italia/petrolm.htm...tura%20mondiale (http://www.oilcrash.com/italia/petrolm.htm#Petrolio%20e%20agricoltura%20mondiale)
"Per la maggior parte della gente, le principali relazioni col petrolio e col gas naturale avvengono nella forma di fonti di energia per il riscaldamento domestico, per la cottura dei cibi e per l’alimentazione dei propri veicoli personali. L’importantissimo ruolo del petrolio e del gas naturale in agricoltura, oltre all’ovvio impiego come combustibile nei macchinari agricoli, è spesso sconosciuto. Ma questi materiali grezzi costituiscono la base per i fertilizzanti per mezzo dei quali i raccolti vengono incrementati, nonché per i pesticidi usati per proteggere i raccolti dagli insetti e dalle malattie e per controllare le erbe infestanti che competono con le coltivazioni. I fertilizzanti più usati sono composti di ammoniaca ricavati dal gas naturale."
----------------------
...
Se fosse possibile modificare geneticamente la colza, in modo da creare una pianta capace di produrre l'olio di 100 piante e ...
----------------------
E' talmente possibile basarsi sull'olio di colza come fonte di energia che gli studiosi invece di far nulla perchè tutto è a posto, stanno studiando proprio la soluzione OGM similarmente alla tua idea....nella quale dimostri di aver intuito...
----------------------
x la questione della borsa.
Questo discorso non ha un significato proprio, dato che il mercato dello zucchero non ha rilevanza per la produzione di alcool in brasile.
Infatti il brasile utilizza alcool e non la benzina proprio perchè ne ha la possibilità, ogni anno ha una quantita minima di canna da zucchero e legno che gli garantisce il rifornimento energetico.
-----------------------
La questione canna da zucchero è proprio indicativa di ciò, poichè l'attuale canna da zucchero utilizzata non è un'OGM e il doppio uso come materiale per ricavare l'alcool per alimentare parte dei veicoli del brasile e come materia per produrre zucchero ha fatto in me che non si dica raddoppiare il prezzo al Kg dello zucchero.
Il Brasile è uno dei maggiori produttori mondiali di zucchero di canna.
Ora non ne sono sicurissimo, ma credo che la produzione di alcool e zucchero non siano complementari..o ne produci uno o l'altro....in altre parole non ho cercato la spiegazione della trasformazione. Mi parrebbe comunque strano che abbia prodotto per anni zucchero ed abbia sempre scartato per anni l'alcool.
Va inoltre detto che Lula sta facendo una campagna di abbattimento delle foreste che non ha eguali (laddove non ci son riserve).
Comunqe visto che mi dici il contrario approfondirò questo argomento (produzione alcoo-zucchero)
------------------------------
alla fine delle riserve mondiali accertate mancano circa 780 miliardi di barili,
e il peak oil si avrà nel 2006 (almeno a quando dicono le statistiche)
non aspettatevi abbassamenti di prezzo e soprattutto non fatevi illusioni...
vi consiglio vivamente di fare rifornimento... io sto gia facendo la buca per la mia cisterna.....
-------------------------------
Dipende dalle statistiche...diciamo che non è ben preciso mail trend non è di certo ottimistico.
Si va da chi prevede ancora 80 anni a chi 50 a chi 20-30.
Molti invece concordano che all'85% delle riserve sarà assurdo ancora estrarre petrolio.
Ma la benzina non deperisce col tempo?
Si è vero resta a decantare per 90 gg nei serbatoi che costituiscono riserva strategica.
Se fossimo sicuri della continuità di fornitura potremmo anche "abbattere" questi serbatoi, visto che son un costo...

saluti.

Dupagu
25-08-2005, 16:37
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (ciusto @ 21/8/2005, 12:13)
ora il calcolo ve lo faccio io..

prezzo gasolio 1.175
prezzo colza lidl 0.69
differenza 0.485
il mio furgone fa 12/l
e ha gia compiuto 125000Km solo diesel e ho speso il gasolio (media gasolio ultimo 5 anni 0.92 cent) circa 9.583€

se avessi usato colza avrei speso solo 6770 €

differenza 2813 €

... e che ho fatto i calcoli con il costo del gasolio basso....

le varie perchentuali e i consumi variabili e l'usura non li ho fatti...


Ricalcola tutto considerando che se va bene farai 9-10 km/litro(esperienza diretta)

Dupagu
25-08-2005, 16:47
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

mi sembra che si siano stati appurati alcuni punti:
1) la colza non puo' sostituire neppure in minima parte l'uso di petrolio.
2) Una convenienza economica non c'e' (tasse escluse).

Inoltre se uno riconverte terreni messi a grano in colza si ipotizza una carenza di grano e un suo incremento di prezzo.
Quindi la coltivazione della colza andrebbe fatto su terreni (come di fatto viene sperimentato) non sfruttati perche' non vantaggiosi con altre colture.
Andrebbe recuperato molto piu' olio usato di friggitura sempre per produzione di biodiesel.Attualmente milioni di litri di olio vengono buttati dalle case direttamente nel lavandino.
Il biodiesel andrebbe utilizzato esclusivamente nelle aree urbane con maggiori problemi di inquinamento.

25-08-2005, 21:39
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Riporto quanto detto :

Ho sentito alla radio che se il prezzo del barile supera i 70 dollari risulta vantaggioso produrre carburanti provenienti dai prodotti agricoli.....
.....ho sentito anche che la Germania, e altri stati europei, sono più pronti per questo nuovo passo invece l' Italia risulta essere + indietro.....non è mai troppo tardi...... cmq speriamo che con un pò di ricerca i carburanti biodisel diventano competitivi anche con il prezzo del petrolio più basso dei 70 dollari.....

N.B. Oggi il barile costa circa 67.5 dollari

ciao

Sicuramente un pò di produzione di olio di colza in italia aiuterebbe la nostra economia..... cmq io penso che i carburanti biodisel non potranno mai sostituire il petrolio......

con il barile a circa 67 dollari mi piacerebbe sapere chi ci guadagna veramente ? Io intanto pago ogni mese sempre di + la benzina ......

dado VRC
26-08-2005, 10:59
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Ma quanti calcoli inutili, porca eva!!
Si sa da sempre che non c'è abbastanza terra per prosurre colza per soddisfare il consumo mondiale di petrolio...
Ma questo non conta nulla di nulla...perchè la colza non è la sola strada per renderci indipendenti tal petrolio...Energia ne tireremmo fuori anche dalle immondizie organiche, dalla cacca nostra e delle bestie che alleviamo, dagli scarti agricoli(SCARTI, roba che viene fuori come sovrappiù dalle coltivazioni dedicate al nostro sostentamento).
L'economia e i consumi energetici mondiali non vanno bene con la colza, per il semplice motivo che sono fatti per il petrolio.
Il petrolio era una risorsa idealmente inesauribile, e si è sempre sprecato(con goduria di chi lo estrae, raffina e vende).
Se quel pirla di Benz non si fosse messo ad alimentare il suo motore a benza invece che ad alcool (e soprattutto se non si fosse scoperto il petrolio in pieno sviluppo industriale) forse adesso vivremmo in un mondo dove le auto fanno 200km/l di biocarburanti, e in cui tutti avrebbero il loro bel pannello solare, perchè altri modi di produrre energia non ci sarebbero...
Invece giriamo su delle caldaie con le ruote che per effetto collaterale si muovono...e che per inciso pesano anche un pò troppo pare...Inoltre sprechiamo energia a strafottere per qualunque cosa...

lukemon79
26-08-2005, 11:55
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (dado VRC @ 26/8/2005, 10:59)
Invece giriamo su delle caldaie con le ruote che per effetto collaterale si muovono


Eccezionale questa sintesi! Davvero! http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif

GTD
26-08-2005, 12:11
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

ben detto dado!

Lolio
26-08-2005, 15:25
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Il fatto che la superficie agricola totale non sia sufficiente a soddisfare il fabbisogno energetico derivante dall'eventuale sostituzione della fonte petrolifera non è ragionevolmente un buon motivo per rinunciare a sfruttare al massimo questa possibilità. L'obiettivo dell'Unione Europea è di sostituire il 2% dei carburanti per autotrazione entro quest'anno e il 5% entro il 2010 mi sembra (l'Italia ha recepito la norma a suo modo, con il solito ritardo, e dimezzando gli obiettivi...). Quelle norme sono state giustamente definite come una vittoria per gli ambientalisti.
Per quanto riguarda l'energia fossile che si spende per ricavare biocarburante (coltivazione, trasporto, estrazione) il bilancio è favorevole (si ricava più di quanto si spende) per il biodiesel (vedi https://www.cti2000.it/virt/cti2000/biodiesel.htm) (https://www.cti2000.it/virt/cti2000/biodiesel.htm%29) e, a maggior ragione, per l'olio.
Per quanto riguarda l'alcol non ho trovato dati certi, l'argomento sarebbe da approfondire.

Saluti

Lolio
26-08-2005, 23:58
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Scusate, il link così come l'ho messo non funziona:
http://www.cti2000.it/biodiesel.htm
poi andate in "aspetti energetico ambientali" e nella pagina di introduzione cercate "effetto serra".

27-08-2005, 08:57
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Si Lolio sono d' accordo con te, i carburanti biodisiel non potranno mai sostituire il petrolio ma con tali carburanti si possono calmerare i prezzi ed essere meno dipendenti dal petrolio.

27-08-2005, 16:33
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Non so se sul mensile abbiano già pubblicato dei risultati ma oggi su Radio 24 è stata fatta un'intervista ad un giornalista di quattroruote sulla punto in questione.

Pare che il turbocompressore sia saltato a causa dell'occlusione dei canali di lubrificazione e il motore stesso ha subito dei danni sempre a causa dell'occlusione del relativo circuito di lubrificazione.
Il tutto per un danno quantificabile in 3500€.

Che dire, boh... a voi la parola!

Ciao, Nemox!

Gian 6600
29-08-2005, 19:24
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

Quattroruote di Agosto ha pubblicato un articolo nel quale mostra i dati relativi a test con olio di colza su una Fiat Punto 1.9 JTD, risultato: Colza 70% e Gasolio 30% = rottura del turbo dopo 7300 Km.

Dopo la prova hanno riscontrato che l'olio incombusto provoca grosse incrostazioni nei cilindri ed incolla le fasce ai pistoni per cui riuscendo ad oltrepassarle finisce nell'olio di lubrificazione inquinandolo.

Loro stimano un risparmio pari a circa 81 euro in 20.000 Km con miscela al 30% di colza e 70% di gasolio, considerando cmq che per riparare il danno dell'autovettura provata ci sarebbero voluti circa 3500 euro (e rischio di multa dalla Guardia di Finanza di 7500 euro)...

L'articolo riporta tutti i numeri che riguardano consumi e prestazioni della prova effettuata, i quali lasciano intendere che a conti fatti la convenienza è minima.

http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif

dado VRC
30-08-2005, 21:11
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

Difatti, facendo 2 conti io avrei già cambiato tipo 7.53 motori, avrei scassato tutte le turbine anche prima di 4R, visto che la mia auto è preparata e ne ho aumentato la pressione, tanto sono multimiliardario e non mi interessa...

Dai per piacere...la mia auto ha 170'000km, di cui 55000 a olio, è dal 2003 che lo uso...guarda caso funziona ancora...


Basta sapere certe cose di base...che trovi in tutto il forum...motori adatti, pompe adatte...c'è tutto...basta cercare...

E purtroppo non sono multimiliardario...se no avrei un Mercedes a olio, e non una punto...

ag_smith
30-08-2005, 22:46
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

e poi guarda che infami non so se ti sei reso conto scrivendo...


CITAZIONE
test con olio di colza su una Fiat Punto 1.9 JTD, risultato: Colza 70% e Gasolio 30% = rottura del turbo dopo 7300 Km.


e poi


CITAZIONE

81 euro in 20.000 Km con miscela al 30% di colza e 70% di gasolio,



i coefficenti numerici sono uguali ma sono invertiti...


altra cosa ho fatto delle prove con un pentolino e facendoci surriscaldare l'olio d'oliva ( molto piu' denso di quello di colza ) con poca aria ( quindi combustione non funzionante ) e senza nebulizzazione ( quinbdi niente combustione... ) dopo 0,5lt di olio si e' formata una specie di patina blu sul metallo e ho iniziato a sentire puzza di fritto ma mi sono accorto che si forma anche surriscaldando il pentolino senza niente...

Edited by ag_smith - 30/8/2005, 22:47

dado VRC
31-08-2005, 19:24
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

CITAZIONE (ag_smith @ 30/8/2005, 22:46)
e poi guarda che infami non so se ti sei reso conto scrivendo...


CITAZIONE
test con olio di colza su una Fiat Punto 1.9 JTD, risultato: Colza 70% e Gasolio 30% = rottura del turbo dopo 7300 Km.


e poi


CITAZIONE

81 euro in 20.000 Km con miscela al 30% di colza e 70% di gasolio,



i coefficenti numerici sono uguali ma sono invertiti...


altra cosa ho fatto delle prove con un pentolino e facendoci surriscaldare l'olio d'oliva ( molto piu' denso di quello di colza ) con poca aria ( quindi combustione non funzionante ) e senza nebulizzazione ( quinbdi niente combustione... ) dopo 0,5lt di olio si e' formata una specie di patina blu sul metallo e ho iniziato a sentire puzza di fritto ma mi sono accorto che si forma anche surriscaldando il pentolino senza niente...


L'olio d'oliva è ben + resistente alle alte temperature...
La patina "blu" sull'acciaio si forma con il calore...se non ricordo male sta a dire che l'acciaio ha passato gli 800°...

Dupagu
05-09-2005, 21:00
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Per favore un po' di chiarezza.Le critiche vanno fatte dopo aver capito la ipotesi di Quattroruote ovvero:
1)L'olio di colza trafila dalle fasce,si mescola all'olio di lubrificazione peggiorandone le prestazioni e quindi creando incrostazione e cattiva lubrificazione alle parti piu' delicate (turbina).
2)Si formano gomme e residui vari sia in camera di combustione che negli intestizi di lubrificazione.
Secondo me hanno ragione con un jtd ,ma usando altri motori questi problemi non si verificano ,altrimenti tutti i visitatori del forum sarebbero già a piedi.

06-09-2005, 00:25
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (Dupagu @ 5/9/2005, 21:00)
Per favore un po' di chiarezza.Le critiche vanno fatte dopo aver capito la ipotesi di Quattroruote ovvero:
1)L'olio di colza trafila dalle fasce,si mescola all'olio di lubrificazione peggiorandone le prestazioni e quindi creando incrostazione e cattiva lubrificazione alle parti piu' delicate (turbina).
2)Si formano gomme e residui vari sia in camera di combustione che negli intestizi di lubrificazione.
Secondo me hanno ragione con un jtd ,ma usando altri motori questi problemi non si verificano ,altrimenti tutti i visitatori del forum sarebbero già a piedi.


Anche io ho letto quell'articolo ed in effetti mi ha un pò spaventato....io ho un TDI iniettore pompa...finora ho fatto 8.000km senza problemi, ma sarei tranquillo solo vedendo in che stato è l'interno del motore....purtroppo non ho le competenze per aprirlo da me e guardare....

Mi piacerebbe anche fare analizzare l'olio lubrificante per valutare se le colza trafila, ma non so a chi rivolgermi e non ho idea dei costi....qualcuno ne ha idea? Grazie!

CIAO

06-09-2005, 20:42
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

accettando che l'olio di colza trafili
le incrostazioni non vengono intercettate dal filtro Olio
ciao

08-09-2005, 07:52
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

Io non capisco come mai quella Punto Jtd ha avuto quei problemi! mi sembra assurda come cosa... io avrei ipotizzato problemi di alimentazione inquanto quest'auto montau n sistema d'iniezione sofisticato di ultima generazione... magari si doveva rompere qualcosa legato all iniezione ma addirittura il turbo!!! e le fasce che si incollano!!!! booo

dado VRC
08-09-2005, 19:02
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

CITAZIONE (PL4N3T @ 8/9/2005, 07:52)
Io non capisco come mai quella Punto Jtd ha avuto quei problemi! mi sembra assurda come cosa... io avrei ipotizzato problemi di alimentazione inquanto quest'auto montau n sistema d'iniezione sofisticato di ultima generazione... magari si doveva rompere qualcosa legato all iniezione ma addirittura il turbo!!! e le fasce che si incollano!!!! booo


Quella è la ine che hanno fatto praticamente tutti i motori ad iniezione diretta studiati dalle università varie...

Solo che i problemi capitavano a chilometraggi/ore di funzionamento un bel pò + elevati...

Secondo me quelli di 4R accendevano il motore, facevano 2 giri di pista a tavoletta a freddo e poi spegnevano fino al giorno dopo...
Conosco uno del forum di Fuoristrada.it che sul JTD della punto ci ha messo l'80% di olio d'oliva...no problem!

09-09-2005, 01:57
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

oliva ? economico http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif

dado VRC
09-09-2005, 18:19
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

CITAZIONE (PL4N3T @ 9/9/2005, 01:57)
oliva ? economico http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif


Glie l'hanno dato perchè era andato a male...

Dupagu
15-09-2005, 10:58
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

CITAZIONE (PL4N3T @ 8/9/2005, 07:52)
Io non capisco come mai quella Punto Jtd ha avuto quei problemi! mi sembra assurda come cosa... io avrei ipotizzato problemi di alimentazione inquanto quest'auto montau n sistema d'iniezione sofisticato di ultima generazione... magari si doveva rompere qualcosa legato all iniezione ma addirittura il turbo!!! e le fasce che si incollano!!!! booo


leggi il forum e trovarai altre informazioni sul perche'!!

gattmes
19-09-2005, 15:33
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Una volta per tutte.....
Visto che, secondo 4R, l'olio (di colza o altro) spacca i motori, anche se dotati di kits appositi, posto il sito tedesco che riporta la mappa di tutti i distributori stradali di olio...e si ...ho scritto proprio distributori stradali di olio...e non biodiesel e/o supermercati!!!!
http://www.pflanzenoeltankstellen.de/

Inoltre parlando di biodiesel questo è il sito dell'autorevole....beh vedetelo voi,... il sito parla da se.... che da i prezzi nei vari distributori dei vari carburanti (non solo biodiesel)
http://www.oeamtc.at/index.php?type=menu&id=27
Questo a monito di chi dice che introdurre il biodiesel sarebbe (=futuro) impossibile...mentre in germania è (=presente), anzi lo è da molto (=passato) una realtà...
Punto (quello grammaticale, non quello Fiat...)

Edited by gattmes - 19/9/2005, 15:38

19-09-2005, 22:44
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Ma in Italia non c'è qualche distributore di biodiesel?

22-09-2005, 21:24
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

io volevo contestare i dati di 4rote ed esattamente sui consumi...

io oramai ho percorso 16300 km e recentemente ho calcolato 21,9 km/l su una yaris con cocktail al 20% cozza + benza + bludiesel... mentre prima consumavo sempre sui 20 km/l.

alla faccia di 4ruote che afferma che i consumi debbano aumentare...

Mio

dado VRC
23-09-2005, 17:55
discussione originaria: QUATTRORUOTE - Agosto 2005

CITAZIONE (Mio @ 22/9/2005, 21:24)
io volevo contestare i dati di 4rote ed esattamente sui consumi...

io oramai ho percorso 16300 km e recentemente ho calcolato 21,9 km/l su una yaris con cocktail al 20% cozza + benza + bludiesel... mentre prima consumavo sempre sui 20 km/l.

alla faccia di 4ruote che afferma che i consumi debbano aumentare...

Mio


Probabilmente al 70% la punto (forse solo la loro??) non iniettava bene...per fare 15km andavano 700cc nella combustione, e 300 giù per la coppa...

contex
17-12-2006, 14:41
discussione originaria: Per chi ancora crede alle balle di quattroruote...

http://video.google.it/videoplay?docid=-9174349947086780029

andate al minuto 8.30 ed ascoltate,figuriamoci se non fanno muro sull'olio di colza....

SolarPrex
17-12-2006, 19:27
discussione originaria: Per chi ancora crede alle balle di quattroruote...

Benvenuti in Italia.

goffredodsd
18-12-2006, 12:04
discussione originaria: Per chi ancora crede alle balle di quattroruote...

Grazie, molto ben documentato.

DJGIOSTRA
09-01-2007, 20:11
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Sara' anche vero che l'olio di colza non potra' mai sostituire
completamente il petrolio,pero'.. se lo unissimo a tutte le altre
forme di energia pulita e rinnovabile che si conosca ( vedi eolico,
solare,idrogeno equant'altro si conosca), in piu' si cominciasse
a fare impianti votati al risparmio, io sono convinto che il petrolio
potra' essere sostituito,anche perche' se cosi nn fosse quando il
petrolio sara' finito saremo nella me..a piu' nera !!!!!!!!!!!!!!!!!

Quindi piu' che discutere se conviene o no,( e secondo me conviene)
sarebbe da discutere se a parita' di costi converrebbe solo per il
fattore inquinamento che si ridurrebbe...

io la penso cosi e secondo me ce ne sono molti che la pensano cosi..

Correggetemi se sbaglio..

Ciao a tutti...
dj..

dado VRC
16-01-2007, 01:24
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

CITAZIONE (lucaeffe @ 6/9/2005, 19:42)
accettando che l'olio di colza trafili
le incrostazioni non vengono intercettate dal filtro Olio
ciao


L'olio vegetale, come il gasolio, trafila SEMPRE.
Bisogna vedere in che quantità.
Se la quantità è infinitesimale, l'olio motore(che ha appositi additivi detergenti) mantiene sbloccate le fasce elastiche, e così limita fortemente i trafilaggi.
Se gli iniettori polverizzano male, detta in gergo "pisciano", la quantità di combustibile che trafila in coppa sale, e con esso le incrostazioni.
Se il combustibile è gasolio incrosta meno le sedi delle fasce, e inquina meno l'olio motore perchè appena il motore si scalda il gasolio evapora e viene aspirato da un condotto apposito (ne resta in coppa solo una piccola quantità, la frazione + altobollente), se invece è olio a contatto con il calore e l'aria si ossida e polimerizza, blocca le fasce (e così la strada per i trafilamenti è ancor + percorribile), finisce in coppa, non evapora, perchè la temperatura dell'olio motore non è abbastanza elevata, e polimerizza in coppa.
è assodato da molti studi universitari che gran parte dei motori NON MODIFICATI, specie quelli ad iniezione diretta, subiscono danni + o - gravi in un lasso di tempo relativamente breve, se alimentati ad olio.
Per questo esistono le modifiche...
Non è che serva una scuola per capirlo.
Quello che non quadra nella prova di 4R è il kilometraggio, secondo me...7300km sono pochi.
Le incrostazioni in turbina si formano perchè la turbina è calda e l'olio vegetale disciolto nell'olio motore è propenso a carbonizzarsi.
Capita anche con gli oli minerali scarsi, se usati in motori turbo molto sfruttati, non c'è nulla da stupirsi.

Ma tutte 'ste mene si sanno, ci sono studi ben+seri del test di 4R...basta googolare un pò e si trovano!(in inglese, però).
Il fatto è che la soluzione è talmente semplice che non sembra vera, probabilmente.



CITAZIONE (ciusto @ 21/8/2005, 14:11)
LA MIA IDEA è QUESTA
Se fosse possibile modificare geneticamente la colza, in modo da creare una pianta capace di produrre l'olio di 100 piante e con la capacita di arricchire il terreno trasformando le sostanze concimanti come i letami e i residui vegetali in sostanze utilizzabili nell'arco di tempo di una stagione, come avviene nelle foreste equatoriali, allora serebbe possibile produrre colza per usi energetici.


Idea orribile.
Le modifiche genetiche sono incontrollabili, ed è stato già dimostrato ampiamente.
Sarebbe decisamente + intelligente cominciare a fare auto leggere, con meno Cv e meno velocità...
I rendimenti sono migliorabili, costa un pò, ma preferisco avere un motore da 2000€ in +, se quei 2000€ mi rientrano in 20'000km.

Lolio
16-01-2007, 20:32
discussione originaria: QUATTRORUOTE: La matematica non è un opinione!

Ho una modifica biocar nel pompa-iniettore Vw 101 cv, loro mi hanno detto di cambiare l'olio motore ogni 10.000 km invece che ogni 15.000. E di far controllare la presenza di olio vegetale nel lubrificante presso questo laboratorio (http://www.asg-analytik.de/) . Così dopo circa 6000 km ho spedito 20 ml di olio motore e il risultato è stato mi pare intorno al 6% di olio vegetale. Mi hanno detto che è molto rassicurante, fino al 10% si può dormire tranquilli.
Dopo aver ricevuto il risultato mi è arrivata la fattura per l'analisi (39 euro).

LLibera
03-12-2007, 16:15
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (dado VRC @ 1/8/2005, 17:07)


CITAZIONE (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 31/7/2005, 21:19)
Ma questo fenomeno della polimerizzazione, da un punto di vista chimico, che cavolo rappresenta? Intendo dire, fisicamente cosa accade?

X Belinassu: tu che sei parecchio pratico di chimica, ci sai dare conferma se l'olio a 90° non crea problemi di polimerizzazione? Ho sentito pareri discordi...

Grazie!!


non è che l'olio a 90° non fa polimerizzazione...è che se l'olio iniettato è caldo perde viscosità, viene polverizzato bene e non trafila in coppa...


http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c72f50262657cb95b64511bb03d01b9a.gif Probabilmente quelli di 4 ruote hanno fatto molti piu KM di quelli scritti per avere quei risultati e ovviamente hanno "dovuto" mopdificare i risultati .
http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4ad54f074f1e3f301d3492e760cde712.gif Noi siamo gli unici a sapere che il gioco funziona e funziona bene io con la mia JTD non ho mai avuto problemi per ora , anzi il mio meccanico è incuriosito e mi chiedono sempre delle modifiche che sto facendo e quando vanno ai corsi della Bosh parlano con gli ingegneri del corso per avere delucidazioni http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/37c897796dedc5c5193ea07506af6ea4.gif e gli stessi ingegneri hanno detto che grossi problemi non ce ne sono basta fare i tagliandi in modo giusto !

caponord23
03-12-2007, 23:25
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (LLibera @ 3/12/2007, 15:15)


CITAZIONE (dado VRC @ 1/8/2005, 17:07)
non è che l'olio a 90° non fa polimerizzazione...è che se l'olio iniettato è caldo perde viscosità, viene polverizzato bene e non trafila in coppa...


http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7a1373e8684af7e55ec46f64d9f735c2.gif Probabilmente quelli di 4 ruote hanno fatto molti piu KM di quelli scritti per avere quei risultati e ovviamente hanno "dovuto" mopdificare i risultati .
http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9af5c389bdfbb8c8a3ab4c48862463bb.gif Noi siamo gli unici a sapere che il gioco funziona e funziona bene io con la mia JTD non ho mai avuto problemi per ora , anzi il mio meccanico è incuriosito e mi chiedono sempre delle modifiche che sto facendo e quando vanno ai corsi della Bosh parlano con gli ingegneri del corso per avere delucidazioni http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d33ac5bcf0e7836626db86542d4e2163.gif e gli stessi ingegneri hanno detto che grossi problemi non ce ne sono basta fare i tagliandi in modo giusto !


Hai fatto caso che la discussione è vecchia di 28 mesi?

LLibera
04-12-2007, 11:40
discussione originaria: E-Mail a 4ruote

CITAZIONE (caponord23 @ 3/12/2007, 22:25)


CITAZIONE (LLibera @ 3/12/2007, 15:15)
http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f80a73218dc9c1fbbea53350a4601579.gif Probabilmente quelli di 4 ruote hanno fatto molti piu KM di quelli scritti per avere quei risultati e ovviamente hanno "dovuto" mopdificare i risultati .
http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c8c890f50af6629e469de1953673b0fe.gif Noi siamo gli unici a sapere che il gioco funziona e funziona bene io con la mia JTD non ho mai avuto problemi per ora , anzi il mio meccanico è incuriosito e mi chiedono sempre delle modifiche che sto facendo e quando vanno ai corsi della Bosh parlano con gli ingegneri del corso per avere delucidazioni http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3f81297f7b77b67261637ba322a7052f.gif e gli stessi ingegneri hanno detto che grossi problemi non ce ne sono basta fare i tagliandi in modo giusto !


Hai fatto caso che la discussione è vecchia di 28 mesi?


Certo ma volevo dire la mia http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f80a73218dc9c1fbbea53350a4601579.gif