PDA

Visualizza la versione completa : KIT per utilizzare olio vegetale al 100%



eroyka
22-04-2005, 09:36
Ciao ragazzi,<br>Domenica 24 alla conferenza sulle nuove energie di grottammare è stata presentata dal vivo un auto che monta un semplice sistema per alimentare <b>qualsiasi auto diesel a olio vegetale</b>&#33;<br><br>Il progettista, Carlo Bertocchi, l&#39;ha presenter&agrave; al pubblico spiegando le funzionalit&agrave; di base<br><br>Ho messo on line una pagina che descrive il progetto e da degli aiuti per replicarlo: <a href='http://www.progettomeg.it/macchinaolio.htm' target='_blank'>http://www.progettomeg.it/macchinaolio.htm</a><br> <br>Un occasione da non perdere&#33; Spargete la notizia a macchia d&#39;olio <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' border='0' valign='absmiddle'><br>Roy <br><br><span class="edit">Edited by eroyka - 28/4/2005, 15:39</span>

22-04-2005, 20:50
Ciao a Tutti<br>Interessante, davvero.Onore al Merito al sig.Carlo Bertocchi .<br><br>Io nel mio piccolo questi giorni stavo auto costruendo un Preriscaldatore , appunto per L&#39;olio Vegetale ((premetto che ora lo uso miscelato al Diesel , in varie percentuali anche fino al 75% sulla mia Opel TDI 2.0 e devo dire con successo))<br><br>per il riscaldatore sto usando componenti di recupero, non avendo molto materiale a disposizione.<br>quando avro&#39; finito postero qualche foto cosi&#39; da condividere la mia soluzione.<br><br>Ora guardando la soluzione del Sig.Carlo Bertocchi , <br>mi sembra che anche lui sfrutti il circuito del liquido di raffreddamento del motore,<br> quindi L&#39;olio si riscaldera&#39; dopo l&#39;avviamento dello stesso. (almeno cosi&#39; credo&#33;?).<br><br>Rimane credo sempre il problema dell&#39;avviamento del motore a fraddo ,giusto ?? <br>oppure parte normale e poi viene commutato il sistema ad olio dopo ?<br><br>PER il catalizzatore qualcuno sa darmi qualche notizia in piu&#39; ?? come e&#39; fatto ??<br><br>ciao ed a presto <br><br> LUCA

Furio57
29-04-2005, 00:22
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (lucaeffe @ 22/4/2005, 20:50)</div><div id='QUOTE' align='left'>...Ora guardando la soluzione del Sig.Carlo Bertocchi, mi sembra che anche lui sfrutti il circuito del liquido di  raffreddamento  del motore, quindi L&#39;olio si riscaldera&#39; dopo l&#39;avviamento dello stesso. Rimane credo sempre il problema dell&#39;avviamento del motore a freddo, giusto? oppure parte normale e poi viene commutato il sistema ad olio dopo? Per il catalizzatore qualcuno sa darmi qualche notizia in piu&#39;?? come e&#39; fatto ?</div></center><br>Ciao Lucaeffe bentrovato&#33; nello schema a blocchi è tutto molto chiaro. Infatti ci sono due serbatoi uno per il gasolio che si usa durante l&#39; avviamento e uno per l&#39;olio. Non mi torna il ritorno del carburante penso si tratti di un errore. Il gasolio deve rientrare nel suo serbatoio, mentre trovo giusto il ritorno dell&#39; olio, non nel suo serbatoio, ma collegato prima del reattore in modo che rientri caldo e non finisca nel serbatoio dell&#39; olio riscaldandolo tutto. Secondo me il reattore potrebbe essere riscadato non dalle due candelette, ma direttamente dal collettore di scarico del motore, in questo modo non si sprecherebbe corrente inutilmente.<br>Per il catalizzatore c&#39; è una bellissima sezione dello stesso che richiede spiegazioni solamente sulla griglia catalizzante ad ossidi metallici di cui non è stato spiegato il funzionamento, il resto è chiarissimo. <br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 29/4/2005, 00:30</span>

AlessandroTesla
29-04-2005, 01:37
In questo sistema di alimentazione, a parte il preriscldamento dell&#39;olio da parte del liquido di raffreddamento del motore, abbiamo la novit&agrave; del reattore. Di fatto la bont&agrave; del reattore, a parte di fungere come "scambio ferroviario", è quella di alzare ulteriormente la temperatura tramite 2 candelette elettriche.<br>Quindi il sistema si basa sul surriscaldamento dell&#39;olio, come tutti i sistemi gi&agrave; in commercio, nulla di nuovo.<br>Rispetto al kit elsbett c&#39;è il grande svantaggio che il sistema non prevede la sostituzione degli iniettori e di altri piccoli componenti del motore.<br>Vorrei far notare che se metto l&#39;olio in un diesel convenzionale gi&agrave; va, la tecnologia presentata mi sembra comunque inferiore a quella tedesca dove l&#39;auto ad olio omologata a libretto è una realt&agrave; con decine d&#39;anni di esperienza.<br>Il preriscaldatore se l&#39;è costruito da solo anche dadovcr, nulla di anormale...<br>Questo non per sminuire il lavoro di chi si da da fare ma per offrire a chi legge una panoramica obiettiva di quello che il mercato offre

eroyka
29-04-2005, 08:49
Ciao alessandro,<br>le tue osservazioni sono esatte ma non complete.<br><br>Infatti portando l&#39;olio a superare i 110 gradi si fa scendere la viscosit&agrave; (centistoke) da 60 a circa 7-9 centistoke che equivalgono a quelle del gasolio (circa 5-6). Di conseguenza E&#39; INUTILE cambiare anche gli iniettori. Diventa un costo aggiuntivo inutile. La Elsbett non mi pare faccia raggiungere all&#39;olio neanche i 100 gradi. Per questo fanno cambiare alcune parti più delicate.<br><br><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Vorrei far notare che se metto l&#39;olio in un diesel convenzionale gi&agrave; va, la tecnologia presentata mi sembra comunque inferiore a quella tedesca dove l&#39;auto ad olio omologata a libretto è una realt&agrave; con decine d&#39;anni di esperienza.<br>Il preriscaldatore se l&#39;è costruito da solo anche dadovcr, nulla di anormale...</div></center><br><br>Vero. La tecnologia è di per se inferiore ma la realizzazione è comunque valida e soprattutto è MOLTO più ECONOMICA&#33;<br><br>Qui si parla a si e no di 100 euro per la Elsbett minimo minimo devi sborsare 4-6 volte tanto per ottenere lo stesso risultato: andare al 100% a olio&#33;<br><br>Quindi direi che la minore tecnologia è ben accettabile visto la notevole differenza di costi.<br><br>Per Furio: perchè dici che non ti torna il ritorno carburante?<br><br>Un salutone a tutti&#33;<br>Roy

AlessandroTesla
29-04-2005, 15:06
Ciao Roy,<br>se guardi il diagramma di viscosit&agrave; dell&#39; olio in riferimento alle varie temperature scopri che si arriva a valori apprezzabili gi&agrave; alle temperature del radiatore. Inoltre il cambio degli iniettori non viene fatto dalla Elsbett per una migliore atomizzazione del combustibile, in quanto (vedi la tecnologia common rail) l&#39;atomizzazione è favorita dall&#39; alta pressione della pompa. La Elsbett sostituisce gli iniettori per effettuare un&#39;iniezione a turbolenza del combustibile che interessa il cilindro senza interferire con le pareti, in modo da sfruttare al massimo l&#39; energia dell&#39; olio.<br>Scusami ma il tuo discorso sul prezzo non calza. Forse a realizzare il sistema proposto spendi 100 euro recuperando i pezzi da un rutamatt, senza considerare il lavoro e tutto il resto.<br>Il kit Elsbett offre l&#39;alta qualit&agrave; che solo 40 anni di ricerca ed industrializzazione possono offrire e comprende una serie di pratiche burocratiche necessarie in Germania, per quello che offre non è caro.<br>Ti ricordo che i lavori artigianali (e scusami imprecisi) sono economici fino a quando te li fai da solo, se li commissioni a qualcuno... good luck&#33;&#33;&#33;<br>Take care...<br><br>AlessandroTesla

dado VRC
29-04-2005, 18:32
io nel disegno del "catalizzatore" ci vedo un semplicissimo riscaldatore...2 candelette, un perno di rame(alta conduttivit&agrave; termica a basso prezzo) con un tubo in cui passa l&#39;olio attorno...tanto che gli "ossidi metallici" sono facoltativi...<br><br>X alessandro Tesla:gli iniettori elsbett sono studiati per atomizzare meglio il carburante riducendo le incrostazioni, il fatto che abbiano costruito motori a carica stratificata (ti riferisci a"The elsbett Duotermic Combustion"?)non significa che il sistema sia applicabile su un motore concepito in maniera diversa...<br><br>Io sono Dado VRC, non VCR...Ventu Racing Competition=VRC, VCR se non erro è il videoregistratore...

goffredodsd
30-04-2005, 09:00
Esattamente, per la carica stratificata occorre fare motori ad hoc realizzati proprio da Elsbett.<br>Gli iniettori che forniscono con il kit permettono una migliore polverizzazione dell&#39;olio, il beneficio, tralaltro, si incrementa aumentando la pressione di apertura di almeno 5-10 bar secondo le loro specifiche.<br>Il costo del kit è altino proprio perchè sono forniti iniettori e candelette di marca (BOSCH), da soli rappresentano il 60 % del costo totale.<br>Per quanto riguarda il surriscaldamento dell&#39;olio nel kit di Bertocchi l&#39;idea mi sembra molto valida, però temo che non si possano tenere accese due candelette per il tempo di marcia... quanto durerebbero?<br>Nel mio kit le candelette -modificate- restano accese giusto il tempo per avere acqua calda nello scambiatore acqua-olio, ovvero al max 5/7 min.<br><br>Ciao a tutti<br>

goffredodsd
30-04-2005, 09:05
Lo stesso risultato del surriscaldamento dell&#39;olio a freddo lo ottieni mantenendo accese le candelette direttamente in precamera, quello che non elimini è lo sforzo della pompa d&#39;iniezione quando l&#39;olio è freddo, ma nel kit elsbett c&#39;è anche un collare riscaldatore sul filtro, anch&#39;esso si spegne dopo pochi minuti dall&#39;avviamento.

Furio57
02-05-2005, 01:38
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 29/4/2005, 08:49)</div><div id='QUOTE' align='left'>...perchè dici che non ti torna il ritorno carburante?</div></center><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Roy perchè la pompa se è calettata sul motore, quindi di tipo meccanico, pompa in continuazione quindi devi farla lavorare e non puoi chiudere semplicemente il condotto. Così anche quella elettrica non deve comunque sforzare su un condotto chiuso anche se si può spegnere, alla lunga si rompe. Non costa nulla fare un ritorno dal serbatoio gasolio al blocco "deviatore olio/gasolio" come da schema.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'>

dado VRC
04-05-2005, 18:27
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Furio57 @ 2/5/2005, 01:38)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 29/4/2005, 08:49)</div><div id='QUOTE' align='left'>...perchè dici che non ti torna il ritorno carburante?</div></center><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Roy perchè la pompa se è calettata sul motore, quindi di tipo meccanico, pompa in continuazione quindi devi farla lavorare e non puoi chiudere semplicemente il condotto. Così anche quella elettrica non deve comunque sforzare su un condotto chiuso anche se si può spegnere, alla lunga si rompe. Non costa nulla fare un ritorno dal serbatoio gasolio al blocco "deviatore olio/gasolio" come da schema.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'></div></center><br> La pompa di alimentazione è integrata nella pompa rotativa, quindi se collego il ritorno alla mandata, dando la possibilit&agrave; di "pescare" nuovo carburante dal serbatoio in aspirazione, mi trovo ad avere sempre l&#39;olio surriscaldato che circola, e perdo solo la quantit&agrave; che viene iniettata nel motore, che deve venire reintegrata dal carburante presente nel serbatoio.<br><br>So che non sono stato chiaro...

Furio57
09-05-2005, 00:44
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dado VRC @ 4/5/2005, 18:27)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Furio57 @ 2/5/2005, 01:38)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 29/4/2005, 08:49)</div><div id='QUOTE' align='left'>...perchè dici che non ti torna il ritorno carburante?</div></center><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Roy perchè la pompa se è calettata sul motore, quindi di tipo meccanico, pompa in continuazione quindi devi farla lavorare e non puoi chiudere semplicemente il condotto. Così anche quella elettrica non deve comunque sforzare su un condotto chiuso anche se si può spegnere, alla lunga si rompe. Non costa nulla fare un ritorno dal serbatoio gasolio al blocco "deviatore olio/gasolio" come da schema.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'></div></center><br>La pompa di alimentazione è integrata nella pompa rotativa, quindi se collego il ritorno alla mandata, dando la possibilit&agrave; di "pescare" nuovo carburante dal serbatoio in aspirazione, mi trovo ad avere sempre l&#39;olio surriscaldato che circola, e perdo solo la quantit&agrave; che viene iniettata nel motore, che deve venire reintegrata dal carburante presente nel serbatoio.<br><br>So che non sono stato chiaro...</div></center><br> Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>Ciao Dado parli con un ex meccanico (si ho fatto anche questo, però di fuoribordo).<br>Sì ho capito cosa intendi, però questa è la teoria, la flow chart dell&#39; impianto non è come dici tu. In ogni caso per evitare la mancanza di alimentazione alla pompa di iniezione, la portata della pompa del carburante ha una portata maggiore. Questa "eccedenza" gi&agrave; riscaldata ritorna nel serbatoio, cosa non propriamente desiderabile. Una soluzione potrebbe essere quella di creare un circuito chiuso di carburante riscaldato come un "serbatoietto" magari coibentato, e tramite una valvola di non ritorno portare il carburante dal serbatoio tramite una pompa elettrica tipo quelle montate sulle "Mini" senza ritorno, che pompano fino a che non raggiunge una certa pressione, poi si ferma per riprendere il funzionamemto appena la pressione della tubazione si abbassa, e così via.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'>

ciusto
29-06-2005, 08:25
MA SCUSA se metti delle resistenze attorno ai tubetti prima degli iniettori non fai la stessa cosa molto più semplicemente???

29-06-2005, 18:20
Ricordate quella specie di aggeggio che vendevano ma che non faceva quello per cui era progettato? Come si chiamava, Tucker? Ecco, ho visto un dispositivo simile che scaldava di brutto...non si potrebbe sfruttare il calore generato dal cilindro x scaldare l&#39;olio?

AleSp
17-07-2005, 15:03
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao a tutti &nbsp;<br>Ciao Dado parli con un ex meccanico (si ho fatto anche questo, però di fuoribordo).<br>Sì ho capito cosa intendi, però questa è la teoria, la flow chart dell&#39; impianto non è come dici tu. In ogni caso per evitare la mancanza di alimentazione alla pompa di iniezione, la portata della pompa del carburante ha una portata maggiore. Questa "eccedenza" gi&agrave; riscaldata ritorna nel serbatoio, cosa non propriamente desiderabile. Una soluzione potrebbe essere quella di creare un circuito chiuso di carburante riscaldato come un "serbatoietto" magari coibentato, e tramite una valvola di non ritorno portare il carburante dal serbatoio tramite una pompa elettrica tipo quelle montate sulle "Mini" senza ritorno, che pompano fino a che non raggiunge una certa pressione, poi si ferma per riprendere il funzionamemto appena la pressione della tubazione si abbassa, e così via.<br><br>Salutoni<br>Furio57 &nbsp;</div></center><br><br>Ciao&#33; <br>Scusa perchè il ritorno dell&#39;olio caldo al serbatoio non è una cosa gradita?

Lolio
21-08-2005, 16:41
Sono arrivato ieri da Monaco dove venerdì 19 agosto Georg Lohman (www.biocar.de) mi ha montato il suo kit per andare al 100%. Purtroppo c&#39;è stato un malinteso sul tipo di motore. Lui mi aveva consigliato il volkswagen 90 cv. Io ho acquistato (usato) una Passat 100 cv del 2002. il motore cambia completamente (infatti è il tipo iniettore-pompa). Allora, per prudenza in quanto non c&#39;è sufficiente esperienza su questo tipo di motore, mi ha programmato per il momento l&#39;alimentazione 80% olio-20% gasolio. Fra 5.000 km manderò ad un laboratorio da lui consigliato un campione di olio motore per le analisi. Se saranno negative, ovvero una presenza di olio vegetale inferiore al 5-10%, potrò modificare i valori impostati nella centralina di controllo.<br>Vi spiego in estrema sintesi come funziona il suo sistema: secondo serbatoio per l&#39;olio vegetale al posto della ruota di scorta; riscaldamento dell&#39;olio a partire dal serbatoio fino agli iniettori; miscelatore in grado di variare in continuo le percentuali della miscela olio-gasolio in base alle temperature rilevate dalle sonde al motore, al filtro, al serbatoio (man mano che il motore si scalda aumenta gradualmente le percentuale di olio, fino, nel mio caso, all&#39;80%). Possibilit&agrave; ovviamente di variare i parametri impostati in base ai risultati ottenuti dalle analisi dell&#39;olio lubrificante. Da quanto mi ha spiegato i problemi nei motori moderni nascono dalle partenze a freddo. L&#39;olio non brucia perfettamente, si deposita nei cilindri e trafila nell&#39;olio motore, alterandone le caratteristiche. Può succedere anche con il gasolio, ma essendo più volatile, in seguito evapora almeno in parte e dunque dilluisce meno l&#39;olio lubrificante. Per gli stessi motivi consiglia il cambio olio ogni 10.000 km invece dei 15.000 km di casa Volkswagen.<br>Comunque il viaggio di ritorno (circa 500 km) è stato perfetto. La lancetta del serbatoio gasolio non si è schiodata da dove era e dunque al momento sono soddisfatto.

maxgallotta
02-09-2005, 20:32
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Lolio @ 21/8/2005, 16:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>Sono arrivato ieri da Monaco dove venerdì 19 agosto Georg Lohman (www.biocar.de) mi ha montato il suo kit per andare al 100%. Purtroppo c&#39;è stato un malinteso sul tipo di motore. Lui mi aveva consigliato il volkswagen 90 cv.</div></div><br> ciao, io ho un VW new beetle TDi 90 cv.<br>direi perfetto per il kit, ma quanto costa?quanto tiene il tuo 2 serbatoio?quanto costa un litro di olio vegetale?<br><br>scusate per la raffica di domande <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'>

Lolio
03-09-2005, 23:50
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (maxgallotta @ 2/9/2005, 20:32)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Lolio @ 21/8/2005, 16:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>Sono arrivato ieri da Monaco dove venerdì 19 agosto Georg Lohman (www.biocar.de) mi ha montato il suo kit per andare al 100%. Purtroppo c&#39;è stato un malinteso sul tipo di motore. Lui mi aveva consigliato il volkswagen 90 cv.</div></div><br>ciao, io ho un VW new beetle TDi 90 cv.<br>direi perfetto per il kit, ma quanto costa?quanto tiene il tuo 2 serbatoio?quanto costa un litro di olio vegetale?<br><br>scusate per la raffica di domande <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'></div></div><br> Il kit di Biocar (www.biocar.de) costa molto (1400 euro + 500 di montaggio a Monaco di Baviera). Il secondo serbatoio contiene 45 litri.<br>Se invece prendi il kit Elsbett credo che su quel tipo di motore ti facciano una modifica agli iniettori e puoi andare sempre a olio, senza secondo serbatoio. In questo modo credo peraltro che ti costerebbe parecchio meno. Fatti fare un preventivo compilando il form sul loro sito (www.elsbett.com).<br>L&#39;olio di colza costa 69 cent al litro (Lidl), al Penny Market sempre 69 cent ma è semi vari (soia + girasole) in bottiglie da 5 litri. All&#39;ingrosso costa più o meno uguale (solo quello di soia costa decisamente meno) ma non perdi tempo a svuotare bottiglie.<br>

maxgallotta
04-09-2005, 23:45
ok grazie milleeeeee<br><br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

10-09-2005, 07:11
Raga tornando un attimo a parlare di kit artigianali e/o autocostruiti che ne pensate di istallare una pompa in grado di sopportare la maggiore viscosita&#39; dell olio e mantenere le candelle accese fin quando non va in temperatura lo scambiatore liquido di raffreddamento/olio ? vi sembra un ottima idea oppure pessima ?

maxgallotta
28-09-2005, 00:01
IO sto guardano sui cataloghi elettrici x avere delle resistenze da montare lungo i tubi del carburante.se l&#39;assorbimento non è elevato permetterebbe di eliminare i problemi di partenza a freddo

02-10-2005, 11:58
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (Lolio @ 21/8/2005, 16:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>Sono arrivato ieri da Monaco dove venerdì 19 agosto Georg Lohman (www.biocar.de) mi ha montato il suo kit per andare al 100%. Purtroppo c&#39;è stato un malinteso sul tipo di motore. Lui mi aveva consigliato il volkswagen 90 cv. Io ho acquistato (usato) una Passat 100 cv del 2002. il motore cambia completamente (infatti è il tipo iniettore-pompa). Allora, per prudenza in quanto non c&#39;è sufficiente esperienza su questo tipo di motore, mi ha programmato per il momento l&#39;alimentazione 80% olio-20% gasolio. Fra 5.000 km manderò ad un laboratorio da lui consigliato un campione di olio motore per le analisi. Se saranno negative, ovvero una presenza di olio vegetale inferiore al 5-10%, potrò modificare i valori impostati nella centralina di controllo.<br>Vi spiego in estrema sintesi come funziona il suo sistema: secondo serbatoio per l&#39;olio vegetale al posto della ruota di scorta; riscaldamento dell&#39;olio a partire dal serbatoio fino agli iniettori; miscelatore in grado di variare in continuo le percentuali della miscela olio-gasolio in base alle temperature rilevate dalle sonde al motore, al filtro, al serbatoio (man mano che il motore si scalda aumenta gradualmente le percentuale di olio, fino, nel mio caso, all&#39;80%). Possibilit&agrave; ovviamente di variare i parametri impostati in base ai risultati ottenuti dalle analisi dell&#39;olio lubrificante. Da quanto mi ha spiegato i problemi nei motori moderni nascono dalle partenze a freddo. L&#39;olio non brucia perfettamente, si deposita nei cilindri e trafila nell&#39;olio motore, alterandone le caratteristiche. Può succedere anche con il gasolio, ma essendo più volatile, in seguito evapora almeno in parte e dunque dilluisce meno l&#39;olio lubrificante. Per gli stessi motivi consiglia il cambio olio ogni 10.000 km invece dei 15.000 km di casa Volkswagen.<br>Comunque il viaggio di ritorno (circa 500 km) è stato perfetto. La lancetta del serbatoio gasolio non si è schiodata da dove era e dunque al momento sono soddisfatto.</div></div><br>Salve Lolio&#33;<br><br>Sono stato anche io da Lohman&#33; Solo per un preventivo. Stavo per installare il tutto ma lui, che è stato molto onesto e simpatico, mi ha detto di non aver avuto esperienze con il motore della mia Alfae, anche se in principio tutti i diesel vanno bene, c&#39;è un margine di rischio. Inoltre il costo di installazione non è certo dei più bassi.<br>A parte quanto sopra la cosa che mi ha poi dissuaso è il fatto di poter mandare la mia Alfa fino al 40% di biodiesel senza conseguenze per il motore. <br>Dimenticavo un dettaglio importante: io vivo in Germania, a Monaco, e qui il biodiesel si trova alla stazione di servizio anche se non è molto diffuso &#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br><br>Fammi sapere come sta andando il kit che stavo per montare. Ma tu l&#39;olio dove lo prendi. Non è mica così facile fare un pieno di 50 litri comprandolo al supermercato...?<br><br>Buon olio a tutti&#33;&#33; <br><br><span class="edit">Edited by bramasole - 2/10/2005, 12:09</span>

Lolio
02-10-2005, 19:26
Per il momento il kit va bene. Ho fatto circa 6.000 km. Nei prossimi giorni cambio l&#39;olio motore e lo mando ad analizzare. Vi farò sapere i risultati. L&#39;olio per ora lo compro al Lidl.

belinassu
09-05-2006, 23:42
è passato un po&#39; di tempo...<br>novit&agrave; sul motore TDI-PDE a olio?

er sola
13-05-2006, 21:05
qualkuno ha provato su opel 1.7 dti 16v 75cv ???

09-02-2007, 01:23
ciao a tutti ... letto il forum e la bella invenzione del sig. berlucchi .... o.O..<br>io e&#39; da anni che utilizzo nel mio motore diesel 1900 td ( alfa romeo) olio di semi vari , olio di colza e addirittura olio esausto di friggitrici da ristorante ( opportunamente filtrato dai residui ) e miscelato in proporzione del 40&#37; con benzina .... non ho mai riscontrato nessuno dei problemi elencati dal sig. berlucchi ... ( se sbaglio il cognome mi perdoner&agrave; spero )<br>non vorrei che questo progetto sia paragonabile all&#39;oro di bologna ... l&#39;unico inconveniente ad usare l&#39;olio di semi ( NON MISCELATO NE SURRISCALDATO ) sta nel fatto di dover disperdere l&#39;orda di gatti che ci viene dietro sentendo odore di frittura fuoriuscire dal tubo di scarico dei nostri motori ...<br>NON utilizzate l&#39;olio di semi nei motori common rail solo in questo tipo di motori non avremo rendimenti buoni ma danni , ma solo per un diverso funzionamento della pressione in atmosfere della pompa iniezione , che a differenza dei normali motori turbo diesel o aspirati diesel e anche tdi , funziona a 800 bar di pressione circa<br><br>buon biodiesel a tutti

s_riki
11-11-2007, 13:56
ciao ragazzi, da poco ho letto di questo forum..e ne sono felice..anzi<br>ora cercherò di capire come farmi il generatore..pensavo di saperne ma ho capito che sono un&#39;asino al vostro confronto<br><br>posso solo dire le mie esperienze..<br>motori nissan e toyota a precamera sui miei vecchi pick up e da anni non ho problemi di sorta,e uso olio dal 2001 a volte anche al 100 per cento..<br>spero di poter imparare molto ma anche di dare un mio piccolo contributo..

maximum2
16-11-2007, 03:00
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (s&#95;riki @ 11/11/2007, 12:56)</div><div id="quote" align="left">ciao ragazzi, da poco ho letto di questo forum..e ne sono felice..anzi<br>ora cercherò di capire come farmi il generatore..pensavo di saperne ma ho capito che sono un&#39;asino al vostro confronto<br><br>posso solo dire le mie esperienze..<br>motori nissan e toyota a precamera sui miei vecchi pick up e da anni non ho problemi di sorta,e uso olio dal 2001 a volte anche al 100 per cento..<br>spero di poter imparare molto ma anche di dare un mio piccolo contributo..</div></div><br>ciao, sto pensando di comprare un vecchio land-rover defender del 85 e farlo andare ad olio e/o biodiesel.<br>Tu mi dici che stai usando dei nissan... mi potresti dire quali modelli di fuoristrada usi?<br><br>sono andato a vivere in campagna e le auto cittadine fanno quello che possono <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e6d4b1a437b0bd06e6b307e45e186efd.gif" alt=":rolleyes:"><br><br>ciao,<br>MaX

lanternaverde
16-11-2007, 08:26
vai tranquillo con il def, prima avevo un disco 300 e andavo a olio senza problemi.<br>ora ho un disco td5 e vado a biodiesel<br>comunque ricorda di sostituire i diltri dopo poco che usi l&#39;olio, causa distacco di lerciume dlle tubeture.

s_riki
17-11-2007, 10:30
ciao io uso un nissan king cab md21 del 1989.<br>aveva iniziato a perdere dalla pompa, poi revisionata a mai più un problema.<br>poi ho rotto il motore per una boiata che ho fatto io , ma preferiso non parlarne(in ogni modo no imputabile all&#39;olio)<br>poi un altro king cab stesse caratteristiche( che gi&agrave; andava ad olio..)<br>segue un toyota hilux 1989 con 350000km.<br>il tojo ha inizato a perdere dalla pompa dopo due anni, ma sembra quello che digerisce meglio di tutti, soprattutto nella fase di partenza.<br>Su pajero 2800 td 1996 un pò di problemi

giorli
18-11-2007, 20:27
ciao ragazzi un mio amico su mio consigli sta mettendo olio all 80x100 sul suo terrano 2400 e va che e&#39; una scheggia io ho una opel astra del 91 e tuttora sto andando con olio mdi colza al 90x100 essendo pero&#39; andato fino a poco fa al 100x100<br>ciao a tutti

lym
03-01-2008, 21:35
E se si riscaldasse semplicwemente il carburante?<br>Cioè se con una semplice resistenza all&#39;interno del serbatoio si riscaldasse il combustibile? sembra una cazzata..........<br>ditemi

giorli
03-01-2008, 21:54
rimane il fatto che l&#39;olio che si trova nella tubazione non si scalderebbe e tanto meno quello che va dalla pompa a gli iniettori

RonnyRenneR
03-01-2008, 22:32
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (giorli @ 3/1/2008, 20:54)</div><div id="quote" align="left">rimane il fatto che l&#39;olio che si trova nella tubazione non si scalderebbe e tanto meno quello che va dalla pompa a gli iniettori</div></div><br>Infatti, per riuscire a fare un buon lavoro bisogna essere parenti di Mac Gyver, bisogna pensare ad un&#39;impianto con doppio serbatoio...<br>...oppure lasciar perdere il fai da te e rivolgersi ad aziende del settore...<br>

Carlo86
23-02-2008, 13:18
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ciao&#33;<br>Scusa perchè il ritorno dell&#39;olio caldo al serbatoio non è una cosa gradita?</div></div><br>perchè altrimenti potrebbe bruciare l&#39;olio presente in esso (se la temperatura è troppo elevata)

RonnyRenneR
23-02-2008, 20:03
Poi bisogna stabilire la temperatura minima...

Carlo86
24-02-2008, 13:35
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Poi bisogna stabilire la temperatura minima...</div></div><br>Esattamente. In particolare bisogna stare attenti alla temperatura di infiammabilit&agrave;, che dipende dalle caratteristiche chimico-fisiche dell&#39; olio vegetale considerato, e quindi variabile in base all&#39;olio scelto. I punti di infiammabilit&agrave; di alcuni oli sono i seguenti:<br><br>olio di soia 254 °C<br>olio di colza 246 °C<br>olio di girasole 274 °C

RonnyRenneR
24-02-2008, 13:49
Però, interessante&#33;&#33;<br>E l&#39;olio di palma??

Carlo86
24-02-2008, 14:22
ho trovato altre caratteristiche dell&#39; olio di palma tranne che il punto di infiammabilit&agrave;, Ronny....Senti sai quanto costa al litro l&#39;olio di colza?mi sapresti dire i riferimenti, avrei bisogno anche della fonte.Mi serve il valore più aggiornato possibile del prezzo delle principali borse europee dell&#39; olio di colza, non riesco a trovare niente, grazie

RonnyRenneR
25-02-2008, 20:25
Allora siamo in 2...

redrex
26-03-2008, 11:54
ciao a tutti..quindi secondo voi qual&#39;è il miglior motore per andare ad olio di frittura filtrato...