PDA

Visualizza la versione completa : Motore ad acqua



stranger
27-03-2008, 16:18
Dunque:<br>Per fare andare una macchina ad acqua occorrono:<br>1) un serbatoio pieno d&#39;acqua<br>2) una piccola caldaietta<br>3) piastre di zinco<br><br><br>Si gira la chiave e un accumulatore scalda la resistenza elettrica, la resistenza elettrica scalda l&#39;acqua contenuta in una piccola caldaietta.<br>La caldaietta, (essendo piccola), contiene poca acqua e si scalda velocemente producendo vapore, il vapore bagna le piastre di zinco di ampia superficie e si produce idrogeno secondo la reazione<br>H2O + Zn ----&#62; ZnO + H2<br><br>(la quantità di idrogeno dipende dalla superficie delle piastre a contatto con il vapore)<br><br>In altre parole: produciamo idrogeno ossidando zinco, ovviamente la batteria tende a scaricarsi per scaldare la caldaietta, ma questa viene caricata dall&#39;alternatore, l&#39;alternatore è spinto dal motore.<br><br>ovviamente prima o poi: lo zinco sarà tutto ossidato, cioè esaurito, allora bisognerà sostituire le piastre oppure fare il processo chimico inverso che però costa energia elettrica.<br><br>Il altre parole: il motore non consuma solo acqua, ma anche zinco.<br>Si tratta comunque di poocessi chimici reversibili e rinnovabili innumerevoli volte, cioè lo zinco ossidato può ritornare ad essere zinco infinite volte e cosi pure il vapore può ritornare ad essere acqua, anche l&#39;idrogeno che brucia ridiventa acqua esattamente come era prima.<br><br>Ecco fatto il motore ad acqua.<br><br>( e ci voleva tanto?)

BrightingEyes
27-03-2008, 16:51
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (stranger @ 27/3/2008, 16:18)</div><div id="quote" align="left">( e ci voleva tanto?)</div></div><br>Ma il rendimento di tutto il processo?<br>E perchè mai scaldare lo zinco con energia elettica (sprecando presumibilmente energia che se va in calore) quando con la stessa energia elettrica puoi produrre direttamente idrogeno tramite elettrolisi? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/b10de95fbc39cfd7aa3488a2aa21a09a.gif" alt=":unsure:">

stranger
27-03-2008, 20:03
Ovviamente l&#39;energia necessaria per fare un pò di vapore è molto MINORE dell&#39;energia che ricavo bruciando idrogeno, altrimenti non avrebbe avuto senso aprire questa discussione.<br><br>Siccome la quantità di H, dipende fortemente dalla <b>superficie esposta,</b> allora io aggiungo la mia ipotesi (del tutto personale) che lo zinco dovrebbe essere in polvere, se si scieglie la via della povere allora il carburatore deve avere 2 minuscoli fori dalla quale escono polvere di zinco (da uno) e vapore d&#39;acqua (dall&#39;altro), i flussi devono convergere... e lì dove convergono viene prodotto idrogeno.<br><br>Il valore d&#39;acqua può essere prodotto sia col calore che con la&#39;ria compressa, se si seglie l&#39;aria compressa allora non c&#39;è bisogno di resistore elettrico per scaldare la caldaietta e non c&#39;è bisogno nenache della caldaietta stessa, tutto il lavoro di vaporizzazione sarewbbe compiuto dal carburatore che appunto deve carburare l&#39;aria con l&#39;aria.<br><br>Del resto, in una banale autovettura a benzina, la benzina non viene scaldata, essa viene vaporizzata.<br><br>Come in una banale automobile a benzina, la benzina viene vaporizzata... cosi in una automobile ad acqua, l&#39;acqua viene vaporizzata.<br><br>La convergenza di polvere di zinco e polvere d&#39;acqua (pardon vapore) crea un flusso di H2 che può essere bruciato, in altre parole: zinco in polvere e acqua sono una fonte di energia perfettamente rinnovabile, rinnovabile perchè lo zinco può essere recuperato infinite volte.<br>Inquinamento zero perchè bruciare idrogeno significa produrre vapore d&#39;acqua <i>(ma il vapore d&#39;acqua non era quello che serviva per avviare il sistema ? boh&#33; mah - chi ci capisce qualcosa è bravo.).</i><br><br><br>---------------------------------------------------------------------------------------------------------<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 27/3/2008, 16:51)</div><div id="quote" align="left">Ma il rendimento di tutto il processo?<br>E perchè mai scaldare lo zinco con energia elettica (sprecando presumibilmente energia che se va in calore) quando con la stessa energia elettrica puoi produrre direttamente idrogeno tramite elettrolisi? <img src="http://www.energeticambiente.it/images/9b65984bacf318addc3db43ec2129047.gif" alt=":unsure:"></div></div><br>Ma l&#39;energia per fare l&#39;elettrolisi dove la prendo <span style="font-size:21pt;line-height:100%">?</span><br>Che facciamo <span style="font-size:21pt;line-height:100%">?</span><br>Le cose della Cella di Meyer... secondo la quale l&#39;energia da spendere per fare l&#39;elettrolisi (secondo loro) è minore di quella che ricavo dalla combusione di H <span style="font-size:21pt;line-height:100%">?<br></span>facendo chiaramente una violazione del principio di conservazione delì&#39;energia <span style="font-size:21pt;line-height:100%">?</span>

triac60
27-03-2008, 20:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (stranger @ 27/3/2008, 20:03)</div><div id="quote" align="left">Ovviamente l&#39;energia necessaria per fare un pò di vapore è molto MINORE dell&#39;energia che ricavo bruciando idrogeno, altrimenti non avrebbe avuto senso aprire questa discussione.</div></div><br>Quantifica, così ci facciamo un&#39;idea.<br>Ciao

Eddy79
27-03-2008, 22:58
Sarebbe interessante capire quanti normalitri di H2 genera un kilogrammo di zinco e in quanto tempo; per quantificare l&#39;autonomia<br>la quantità di vapore necessaria sarebbe relativa dato che il motore a H2 funzionando ne genera parecchio ..<br><br>Eddy

janvaljan
28-03-2008, 01:44
Praticamente una batteria Idrogeno-Zinco<br><br>Se la densita energetica è maggiore di quelle al litio si può cominciare a ragionare, altrimenti rimane una bella idea un pò strampalata

stranger
28-03-2008, 09:01
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (janvaljan @ 28/3/2008, 01:44)</div><div id="quote" align="left">Praticamente una batteria Idrogeno-Zinco<br><br>Se la densita energetica è maggiore di quelle al litio si può cominciare a ragionare, altrimenti rimane una bella idea un pò strampalata</div></div><br>Non ho capito se si sta parlando di produrre idrogeno, oppure si sta parlando di produrre elettricità da una pila al litio simile a quelle che si usano per i telefonini portatili, ad ogni modo....<br><br>la reazione chimica dello zinco è la seguente...<br><span style="color:blue"><b>H2</b></span> + ZnO = H2O + Zn<br><br>la reazione chimica del litio è <span style="font-size:14pt;line-height:100%">?</span>...<br><span style="color:blue"><b>H2</b></span> + ? = ? + ?<br><br>

andel55
29-03-2008, 16:17
Ciao stranger, le trovi tutte tu queste soluzioni avanguardistiche.<br><br>Ma questa reazione che tempi ha?<br><br>Mi sembra strano perchè se tutto questo può accadere a qualsiasi temperatura mi fa pensare che quando c&#39;è nebbia la mia baracchetta zincata produce una gran quantità di idrogeno&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>Cosa c&#39;è che non va?<br><br>ciao<br><br>andel55

miky82
07-05-2008, 18:32
se metti in un bicchierino con aceto e sale sul fondo una paglia di ferro di qll ke si usano per pulir le pentole e penzolati dal bordo del bicchiere delle triscioline di cara di alluminio ottieni lo stesso risultato senza il calore il vapore ecc... (vanno bene 2 metalli qualsiasi, più differenza c'è fra i loro potenziali di riduzione standard e più sarà l'H2 prodotto)
Come noterai dall'esperimento la produzione di H2 è ridicola, se vuoi mi informo e ti fornisco 2 calcoli. Cmq confermo che l'energia per produrre i 2 metalli non ossidati dai minerali presenti in natura è ben più alta di quella che ricavi dalla produzione di idrogeno così ottenuto, parliamo di ordini di grandezza.
La maniera più conveniente economicamente ad oggi utilizzata per produrre H2 e il cracking del metano CH4.

PS se l'esperimento lo fate con un bicchierino con buona areazione ok ma evitate di fare le cose in grande, la chimica è bella ma anche pericolosa!

Alex Svoboda
13-06-2008, 18:58
Domanda:

Ma quest'auto (http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?uuid=7e14788c-395a-11dd-acb4-00144f02aabc) funziona col processo che avete descritto?

Se è vero dovevano dire che l'auto va ad Acqua-Zinco, non solo ad acqua.

Inoltre: dice anche che il motore è elettrico. Questo significa che l'idrogeno va in una cella a combustibile per produrre Energia Elettrica?

Infine: se è così, non hanno detto che comunque un prodotto di scarto c'è, l'ossido di zinco, da rimuovere per mandarlo ad un trattamento.

L'idea è ottima, ma che almeno l'informazione sia completa.

Alex Svoboda
14-06-2008, 12:55
Ma la cosa peggiore siete voi utenti che create questi postspam inutili e chi gestisce il forum dando il permesso a questo.
Nessuno si chiede quanto s'inquina scrivendo e leggendo inutilità per risolvere i problemi sull'inquinamento visto che i server ed i vostri pc consumano elettricità prodotta con il nucleare o petrolio???


Caro FBI qualcuno dovrebbe insegnarti la buona educazione della rete.
Anche io come vedi dal mio post ho espresso qualche perplessità sul modo di gestire certe informazioni, ma entro, partecipo e cerco di dare il mio contributo alla discussione.
Non è questione di 'dare il permesso', perché nessuno può dare il 'permesso' a qualcun altro per esprimersi liberamente. Sono entrato in conflitto con diversi amministratori di forum, fino alla bannatura, per aver difeso questo concetto, e sono disposto a farlo ancora.

E' vero, con i PC consumiamo energia prodotta in modo sporco, ma si cerca qua di farlo per poi superare questa fase infausta, facendo informazione, discutendo, dibattendo. E' questa la natura di un forum di cui non ne percepisci il significato.

ifftb
14-06-2008, 13:34
Per F.B.I.

Se tu conoscessi questo forum, non ti saresti mai sognato, pur avendo magari convinzioni diverse, di fare un commento del genere.

E se non l'hai ancora fatto, vai sul sito web del Corriere della Sera. Oggi ci trovi un
articolo e un filmato su un motore elettrico, che funziona con qualsiasi tipo di acqua,
presentato in Giappone dalla Genepax.

..... E la prossima volta, pensa, prima di fare certe sparate gratuite....

Alex Svoboda
14-06-2008, 15:46
e' quello che ho linkato io dove dicevo "quest'auto"... ;)

Ma appunto volevo sapere se quest'auto del video del corriere funziona con il sistema descritto in questo topic, o no?

BrightingEyes
14-06-2008, 16:44
Ma appunto volevo sapere se quest'auto del video del corriere funziona con il sistema descritto in questo topic, o no?

Non mi pare. Se funziona (a me pare troppo bello per essere del tutto vero) la Genepax funziona scindendo l'acqua in idrogeno ed ossigeno tramite una membrana non meglio precisata (MEA). Dicono che il meccanismo è simile alla reazione fra un idruro metallico e acqua (New Fuel Cell System 'Generates Electricity with Only Water, Air' -- Tech-On! (http://techon.nikkeibp.co.jp/english/NEWS_EN/20080613/153276/)). Poi c'è una normale fuel cell che produce energia elettrica.
Il costo del sistema attualmente è dichiarato in 18.000$ (ma non si capisce per che potenza) e potrebbe arrivare ai 5000$.
Vedremo! :rolleyes:

F.B.I.
14-06-2008, 16:49
Per F.B.I.

Se tu conoscessi questo forum, non ti saresti mai sognato, pur avendo magari convinzioni diverse, di fare un commento del genere.

E se non l'hai ancora fatto, vai sul sito web del Corriere della Sera. Oggi ci trovi un
articolo e un filmato su un motore elettrico, che funziona con qualsiasi tipo di acqua,
presentato in Giappone dalla Genepax.

..... E la prossima volta, pensa, prima di fare certe sparate gratuite....






In questo forum c'è gente che cerca solo di rispsarmiare soldi(non spendere soldi o rubare all'italiana per l'esattezza)e dell'amiente non gli interessa niente...

Sempre in questo forum il 95% dei post è inutilità...

F.B.I.
14-06-2008, 16:54
Non mi pare. Se funziona (a me pare troppo bello per essere del tutto vero) la Genepax funziona scindendo l'acqua in idrogeno ed ossigeno tramite una membrana non meglio precisata (MEA). Dicono che il meccanismo è simile alla reazione fra un idruro metallico e acqua (New Fuel Cell System 'Generates Electricity with Only Water, Air' -- Tech-On! (http://techon.nikkeibp.co.jp/english/NEWS_EN/20080613/153276/)). Poi c'è una normale fuel cell che produce energia elettrica.
Il costo del sistema attualmente è dichiarato in 18.000$ (ma non si capisce per che potenza) e potrebbe arrivare ai 5000$.
Vedremo! :rolleyes:

Tutte chiacchiere, realmente è tutto in alto mare infatti gira per qualche secondo e comunque sia voi ne parlate da anni in internet di questa cosa falsa...

Con la vostra elettrolisi fate funzionare a malapena un accendino utilizzando l'elettricità prodotta bruciando carburante...

Spegnete il computer e andate in bici, ai motori non inquinanti che ci pensino gli scienziati e non dei blog...

blackbombay
14-06-2008, 18:24
Spegnete il computer e andate in bici, ai motori non inquinanti che ci pensino gli scienziati e non dei blog...
A meglia parola è chella ca nun se ric'
(la migliore risposta è quella non detta)

Alex Svoboda
14-06-2008, 20:11
La Genepax funziona scindendo l'acqua in idrogeno ed ossigeno tramite una membrana non meglio precisata (MEA). Dicono che il meccanismo è simile alla reazione fra un idruro metallico e acqua (New Fuel Cell System 'Generates Electricity with Only Water, Air' -- Tech-On! (http://techon.nikkeibp.co.jp/english/NEWS_EN/20080613/153276/)). Poi c'è una normale fuel cell che produce energia elettrica.


Nell'articolo dice che è coinvolto un metallo che non viene precisato, e che dovrebbe dare un'autonomia maggiore rispetto a soluzioni già sperimentate (probabilmente si riferisce allo zinco).

Dico che nel momento in cui questo nuovo tipo di propulsione dovesse prendere piede, tutto il processo ed i materiali coinvolti dovranno essere noti, anche perché occorre capire se questo metallo viene poi riciclato con un processo anch'esso pulito ed ecologico oppure no.

Se poi funziona, non vedo particolari difficoltà a salire in potenza, prestazioni ed autonomia, vi pare? ;)

ultimoassoluto
14-06-2008, 21:28
oggi ho visto la macchina ad acqua al tg, ma non sono riuscito a capire il principio di funzionamento, voi lo sapete???
spero (ma dubito) che i giornalisti che hanno dato la notizia si siamo ben documentati.....

ifftb
15-06-2008, 00:29
Il filmato sull'automobile ad acqua trasmesso dal telegiornale è lo stesso del sito web
del Corriere della sera, ed è quello già linkato da Alex Svoboda nel post n. 10.

F.B.I.
15-06-2008, 08:54
Nell'articolo dice che è coinvolto un metallo che non viene precisato, e che dovrebbe dare un'autonomia maggiore rispetto a soluzioni già sperimentate (probabilmente si riferisce allo zinco).

Dico che nel momento in cui questo nuovo tipo di propulsione dovesse prendere piede, tutto il processo ed i materiali coinvolti dovranno essere noti, anche perché occorre capire se questo metallo viene poi riciclato con un processo anch'esso pulito ed ecologico oppure no.

Se poi funziona, non vedo particolari difficoltà a salire in potenza, prestazioni ed autonomia, vi pare? ;)

Il metallo non viene precisato???
Cos'è metallo alieno???
Non si sà il principio di funzionamento???


Lasciando stare questo finto scoop e tutti quelle strampalate teorie che avete detto fino adesso???


Ripeto smettete d'inquinare l'ambiente e ripresentatevi con qualcosa di reale e concreto( non serve, a quel punto lo faranno i media e le aziende), sicuramente non sarà più un'auto ad acqua ma ad idrogeno(ma quella esiste già da anni...)


[MODERAZIONE : cancellata la firma perchè inopportuna e offensiva verso tutto il forum. Per il resto nessuno ti impedisce di avere idee diverse dagli altri ed esporle, ma cerchiamo di evitare giudizi provocatori od offensivi basati sul nulla. Se pure gli utenti di EnergeticAmbiente.It inquinano l'ambiente non mi pare tu possa essere accreditato di dare patenti in tal senso. Limitiamoci a una discussione civile sull'argomento del post, anche con giudizi fortemente critici, nessun problema. Vista l'inesperienza del forum per ora mi limito ad un avvertimento informale]

ifftb
15-06-2008, 10:18
Sinceramente non riesco a capire il tuo feroce accanimento nei confronti di questo
splendido forum.

Forse hai qualche problema irrisolto ( e non mi chiedere quale!), ma questo non ti autorizza ad offendere le persone che impiegano tempo libero, e anche proprio denaro,
per offrire a tutta la comunità un aiuto prezioso.
Penso all'Amministratore del forum, ai moderatori, a chi mette a disposizione esperienza e conoscenze per dare una mano a chi la richiede...
....e penso soprattutto a tutti quelli che, invece di chiacchierare a vanvera, sperimentano, con coraggio e determinazione, nel tentativo di trovare qualcosa che
possa migliorare la vita di tutti.

Quindi, per rispetto verso tutte queste persone, ti invito gentilmente a cambiare il
tono dei tuoi interventi.


P.S. Se proprio non te la senti... per favore, alza i tacchi ed approda ad altri lidi...

F.B.I.
15-06-2008, 12:29
L'auto ad acqua non esiste e da ANNI dite il contrario ma non c'è niente di reale in tutto questo, intanto si continua ad inquinare(server, pc e monitor funzionano con energia prodotta dal petrolio e nucleare, per non parlare dell'elettricità usata per lavorare a qualcosa in qui non si è in grado) utilizzando come mezzo un forum scrivendo quello che non c'è...

Se invece si scrivessero solo le cose che realmente si possono realizzare allora è un'altra cosa, l'auto ad acqua non esiste e nessuno del forum può crearla perchè impossibile...

Spegnete il pc che inquina ed andate il più possibile in bici o a piedi, così farete un vero passo avanti...

ultimoassoluto
15-06-2008, 17:09
fbi ma tu hai un pc che non inquina??

VTwin
15-06-2008, 17:53
..don't feed the troll...:rolleyes:

BrightingEyes
15-06-2008, 23:03
... per non parlare dell'elettricità usata per lavorare a qualcosa in qui non si è in grado...

Ah beh! Chissà quanti dopo aver letto questa accozzaglia di false accuse e vere scemenze affronteranno contriti dal senso di colpa la triste verità che stanno usando l'elettricità per lavorare a qualcosa in qui non sono in grado di lavorare. Fortuna che ogni tanto qualche mente aperta ci mostra la via!

Tanto per chiarire a vantaggio di quelli che per leggere un forum in Internet non usano i piedi o i pedali, un'auto ad acqua è concettualmente del tutto possibile. Infatti la citi pure tu dicendo che l'auto a idrogeno esiste da anni. L'idrogeno è contenuto nell'acqua, che si comporta infatti come un qualsiasi idruro chimico o metallico, cioè un serbatoio di idrogeno. Il problema è solo di bilancio energetico, ovviamente l'idrolisi consuma più energia di quanta ne restituisca l'ossidazione dell'idrogeno nella pila a combustibile.
Non è che è fantascienza, semplicemente non conviene energeticamente, capita la differenza o è un argomento in qui ti muovi a disagio? :rolleyes:
Ma la pretesa (perchè per ora è solo un annuncio e nessuno qui ha mai preteso il contrario) della Genepax è proprio quella di aver inventato un sistema a membrana catalizzatrice non meglio indicata in grado di operare la scissione di idrogeno ed ossigeno a costo energetico minimo. Non ci sarebbe nulla di magico. Catalizzatori in grado di facilitare di vari ordini di grandezza reazioni chimiche è pieno il mondo.
Che poi sia verità è tutto da dimostrare e staremo a vedere. In ogni caso non abbiamo bisogno di nessun troll de borgata per giudicare con serenità.

P.S. Il mio PC è alimentato da un sistema FV a tetto... il tuo? :beer:

Delpy93
16-06-2008, 07:48
domanda più grande è......
l'idrogeno come lo inietti nel motore premettendo che nn puoi premiscelarlo con l'aria per ovvi motivi?

Alex Svoboda
16-06-2008, 10:29
Non si tratta di motore a Combustione Interna, ma di cella a combustibile che produce energia elettrica che alimenta il motore elettrico. Che poi è il miglior modo per usare l'idrogeno come combustibile.

Lolio
16-06-2008, 11:41
La cosa lascia perplessi, il servizio di corriere.tv è del tutto superficiale, del resto se questi avessero trovato un metodo per produrre idrogeno con un bilancio energetico positivo non avremmo risolto solo il problema dell'autotrazione ma il problema energetico dell'umanità. Altro che centrali nucleari.

Alex Svoboda
16-06-2008, 11:48
Nel processo l'acqua e l'idrogeno fanno solo da vettori, la vera fonte energetica è l'ossidazione dello zinco, o di eventuale altro metallo, è quello che da' il bilancio positivo.
Per questo è fuorviante parlare di motore ad acqua, la fonte e la relativa emissione, che sia ecologica oppure no, è un'altra.

F.B.I.
16-06-2008, 20:24
Ah beh! Chissà quanti dopo aver letto questa accozzaglia di false accuse e vere scemenze affronteranno contriti dal senso di colpa la triste verità che stanno usando l'elettricità per lavorare a qualcosa in qui non sono in grado di lavorare. Fortuna che ogni tanto qualche mente aperta ci mostra la via!

Tanto per chiarire a vantaggio di quelli che per leggere un forum in Internet non usano i piedi o i pedali, un'auto ad acqua è concettualmente del tutto possibile. Infatti la citi pure tu dicendo che l'auto a idrogeno esiste da anni. L'idrogeno è contenuto nell'acqua, che si comporta infatti come un qualsiasi idruro chimico o metallico, cioè un serbatoio di idrogeno. Il problema è solo di bilancio energetico, ovviamente l'idrolisi consuma più energia di quanta ne restituisca l'ossidazione dell'idrogeno nella pila a combustibile.
Non è che è fantascienza, semplicemente non conviene energeticamente, capita la differenza o è un argomento in qui ti muovi a disagio? :rolleyes:
Ma la pretesa (perchè per ora è solo un annuncio e nessuno qui ha mai preteso il contrario) della Genepax è proprio quella di aver inventato un sistema a membrana catalizzatrice non meglio indicata in grado di operare la scissione di idrogeno ed ossigeno a costo energetico minimo. Non ci sarebbe nulla di magico. Catalizzatori in grado di facilitare di vari ordini di grandezza reazioni chimiche è pieno il mondo.
Che poi sia verità è tutto da dimostrare e staremo a vedere. In ogni caso non abbiamo bisogno di nessun troll de borgata per giudicare con serenità.

P.S. Il mio PC è alimentato da un sistema FV a tetto... il tuo? :beer:

E' questo il punto: quanta strada fai con questo sistema???

Non meglio indicata??? Inesistente è più reale

Troppo comodo dare del troll perchè io dico la verità e voi inventate favole!!!

ultimoassoluto
16-06-2008, 20:44
sono stato sul sito della genepax e non c'è scritto nulla!!!!!!!!
la speranza della veridicità della notizia calano sempre di più....

BrightingEyes
16-06-2008, 22:03
E' questo il punto: quanta strada fai con questo sistema???

Non meglio indicata??? Inesistente è più reale

Troppo comodo dare del troll perchè io dico la verità e voi inventate favole!!!


Non sei nemmeno in grado di leggere cosa scrivono gli altri e ti permetti di accusare gli altri di 'inventare favole?'
Impara a capire cosa dicono gli altri prima di sparare accuse a destra e a manca e vedrai che nessuno ti darà del troll gratuitamente!
Che ne so di quanta strada fa questo sistema? Ho forse detto che ne ho uno in garage? La frase che hai diligentemente evidenziato serve proprio a dimostrare che, con le conoscenze attuali, un'auto ad acqua sarebbe sicuramente possibile, ma del tutto assurda dal punto di vista energetico! Nessuno lo nega!
La tecnologia della Genepax è diversa ed è plausibile certo. Questo non vuol dire che ci crediamo a scatola chiusa e deve essere vera per forza! Abbiamo detto e ripetuto che l'annuncio è interessante, ma occorre aspettare conferme serie!
Su che basi poi dici che la membrana che dichiara la Genepax è inesistente? Hai informazioni più precise? Mostrale! E' una tua estrapolazione critica suggerita dalla tua intelligenza sulla base di precise percezioni extrasensoriali e robusta esperienza? Ci permetterai (futuro assertivo, non interrogativo) di avere dubbi!

E visto che sei di buon umore e ben disposto... sei in grado di "scrivere qualcosa di reale, concreto e realizzabile" contro l'inquinamento così ci educhi e illumini o perlomeno ci fai fare quattro risate? :rolleyes:

shardanaelettronica
18-06-2008, 22:04
Kind sir
Bright ha torto marcio quando insulta Alex, ha ragione solo parzialmente quando sostiene
che l'drolisi efficiente è difficile da realizzare, poichè lui sostiene che occorra più energia
per scindere l'acqua di quanta ne venga prodotta, ciò è vero per l'elettrolisi classica
quella che viene insegnata nelle scuole con due elettrodi in platino e l'applicazione di una tensione continua. Non è vero invece che non si può raggiungere un'altissima efficienza immettendo la tensione continua ad impulsi ad onda sinusoidale pura od anche a dente di sega (migliore quest'ultima in quanto più idrodinamica). Naudin
pur di pubblicare qualcosa, si affretta a dire che il punto di scissione ideale dell'acqua
siano impulsi ad onda sinusoidale modificata (onda quadra, rettangolare) di 933 Hz.
Questa sua precisione fa saltare sulla sedia Bright e tante altre persone come me
che hanno smesso da tanto di ascoltare le storielle per mangiare la minestra.
Anzitutto l'onda quadra, immaginatevi un motore fuoribordo montato su una barca
di forma rettangolare senza chiglia, oltre agli spruzzi il sacrificio del motore per far
viaggiare questo cassone (ciò è per darvi un'idea su come viaggiano le onde).
Ho letto in silenzio in diversi forum che il segreto d'una elettrolisi efficiente sia il catalizzatore (e allora giù a sperimentare con sale da cucina, soda caustica, acido
solforico e muriatico, con solfato di rame, solfato di potassio, allumina ecc. persone
che vanno in ruscelli in alta montagna a prelevare il carburante, tutto ciò è se non
ridicolo molto comico). Io la penso diversamente, il nostro distributore d'energia
è il rubinetto domestico. Nessuno ha mai pensato che l'acqua sottoposta a scissione
elettrolitica cambia costantemente le sue caratteristiche per un fattore di "AUTOPROTEZIONE", propio come i batteri sottoposti ad una cura antibiotica.
Infatti leggo spesso: "come mai prima l'elettrolisi funziona bene, poi sembra non funzionare, poi riprende a funzionare"? Il motivo ve l'ho già detto, l'acqua è un elemento vivo che prende le sue contromisure in chi cerca di separare questo antico
primordiale connubio H2O (ricordiamo che anche noi viventi siam composti del 90%
di acqua, quindi anche la nostra intelligenza). L'acqua non vuole essere scissa,
purtroppo per motivi di soppravvivenza dobbiamo scinderla, è come ammazzare una bestia per nutrirci. Occorre come faccio io nei miei esperimenti inseguire l'acqua manualmente con il generatore d'onde e frequenze perchè la veda frizzante e separata
nei due elementi energetici naturali, tuttavia lo faccio manualmente manipolando
dei potenziometri . Sono a buon punto (e vi farò sapere) su un sensore potenziometrico che insegua i cambiamenti della natura dell'acqua in scissione per
renderla immuno********** alla separazione. Se le molecole d'acqua hanno un Papa,
credo che scomunicherà non solo voi ma anche me. Kind regards

shardanaelettronica
21-06-2008, 23:07
Kind F.B.I.
non son tetesco di Germania come il professor Kranz, apprezzo molto la tua ironia e t'ho
inviato un telegramma di gradimento della tua salacia. Tuttavia hai molta ragione sulle bufale che vengon propinate nel web ad iniziare da Youtube che per molti è evangelico.
Se solo certuni capissero cosa significa You tube (voi tubi), probabilmente apprezzerebbero un po di più la tua ironia e miscredenza. Se Proprio vuoi toglierti uno sfizio di viaggiare ad acqua vai su Ebay e digiti nelle ricerche "flashback flame arrestor"
e verrai indirizzato a Westshoreelectronics di Tampa in Florida che ti vende con tanto di istruzioni un Kit da montare in macchina o in camion o barca o moto subito funzionante, son delle aste che potrebbero costarti un dollaro o 500 dollari, ma evito
di insegnarti come partecipare alle aste. Anche 500 dollari se hai già comprato il pane per domani non rimarrai ucciso dalla fame. Kind regards

ultimoassoluto
22-06-2008, 21:38
cosa sarebbe questo flashback arrestor????

shardanaelettronica
22-06-2008, 22:18
Gentile Ultimoassoluto,
Benchè il gas d'acqua sia a bassa pressione, che nelle celle elettrolitiche chiuse si può
misurare (la pressione con un comunissimo manometro di recupero di un qualsiasi compressore d'aria), se tu liberi il gas a bassa pressione così prodotto e nel contempo
ti accendi una sigaretta vedresti un bagliore immenso nell'aria con ciglia e sopraciglia
e capelli completamente carbonizzati, nella peggiore poi delle ipotesi potrebbe esserci
un ritorno di fiamma alla cella elettrolitica di vetro o plexigass che nell'esplosione
polverizzerebbe non solo te ma anche i vicini di casa. Il parafiamma, in buona sostanza è una valvola che immette l'hidroxi nel motore ma l'esplosione che avviene nei pistoni
non consente che torni indietro e faccia eslpodere tutto il sistema elettrolitico con gravi danni per le persone e per le cose. Spero d'esser stato esaustivo nell'esposizione.
Pensa che il parafiamma viene usato da sempre anche nelle bombole per la saldatura
ossiacetilenica. Kind regards.

ultimoassoluto
23-06-2008, 19:01
shardanaelettronica.. allora se non ho capito male quell'attrezzo che vendono su ebay è una valvola antiritorno di fiamma come quelle che ho montato sui cannelli per la saldatura... ma il kit per andare ad acqua lo venderebbero li???

shardanaelettronica
24-06-2008, 10:49
Kind sir
lasciate trascorrere serenamente la simpatica ironia provocatoria di FBI, se si trova in questo Forum evidentemente anche a lui interessa apprendere qualcosa, altrimenti
avrebbe aderito a un forum dove raccontare barzellette. Ma, se FBI pone delle domande
serie o semiserie sui suoi dubbi, perchè insultare? Possiamo rispondere serenemente
in relazione alle nostre esperienze personali e non a quelle altrui, per aver sentito o per aver visto giochi di prestigio.
Volevo rispondere al forumista che mi ha chiesto se il flashback flame arrestor corrisponde alla valvola del ritorno di fiamma montato sulle bombole ossiacetileniche,
Hai capito perfettamente è la stessa identica valvola che evita letali esplosioni per
ritorno di fiamma, ma questa che vende quel signore che t'ho indicato serve per
l'hydroxi che ha dei parametri diversi dalla fiamma ossiacetilenica in quanto è una
fiamma fredda, infatti fonde il tungsteno (6000 gradi) ma non scotta e si dissolve in vapore acqueo. Kind sir ti sconsiglio di avventurarti in esperimenti di elettrolisi a cella
chiusa se non disponi di quel parafiamma. Si questo seller vende anche kit completi
da montare su motogeneratori , auto e camion a prezzi sostenibili, con il protocollo
si sicurezza che include anche il parafiamma. Se poi vuoi acquistare un saldatore a cannello ad hho puoi contattare la Xogen del Canada se non ricordo male ma, ti dico sind'ora che spendi un po di soldi. Kind regards

eroyka
27-06-2008, 21:36
MODERAZIONE: ho cancellato la sequela di messaggi offensivi che vi siete scambiati ultimamente. L'utente F.B.I. è stato avvertito e sanzionato. Alla prossima scorrettezza e violazione delle regole sarà bannato.

Continuate a discutere l'argomento dal punto di vista tecnico e lasciate le risse fra utenti ad altri lidi.

L'amministratore

shardanaelettronica
27-06-2008, 21:50
Kind sir
mi rivolgo ad FBI ed Alex che nella vita di ogni giorno porteranno certamente il pane a casa alle proprie famiglie con grande senso di responsabilità. Son oneste e brave persone, sicuramente entrambi, sostengono versioni contrapposte ma, qui il confronto civile nasce come imperatore naturale nel rispetto reciproco che i vostri genitori come i miei c'hanno insegnato prima di mettervi in bocca il ciuccio, il mio ciuccio era un ritaglio di lenzuolo imbevuto in acqua zuccherata eravamo poveri e v'era poco da scialare,
tuttavia son divenuto grande e nonno giovane con grande rispetto per tutti. Kind regards.

BrightingEyes
28-06-2008, 17:32
Kind sir
Bright ha torto marcio quando insulta Alex, ha ragione solo parzialmente...

Scusa, chi avrei insultato e quando?? Non mi è chiaro a cosa ti stai riferendo.
Sulla efficienza dell'elettrolisi attendiamo novità.

shardanaelettronica
28-06-2008, 23:54
Susami tu e non poco Bright avevo erronamente scambiato il post di FBI col tuo,
che non contiene alcun riferimento a frasi offensive Kind regards.

Alex Svoboda
01-07-2008, 13:22
Da parte mia chiedo comunque scusa agli utenti se ho ecceduto...

Tornando al motre ad Acqua, come dicevo: alla fine occorre capire bene qual'è il materiale 'primario' che si ossida fornendo in effetti l'energia necessaria. L'acqua fornisce l'idrogeno e l'ossigeno che poi alla fine del processo torna acqua (in teoria si potrebbe riciclarla così come esce), con un bilancio 'ideale' nullo.

Ciao a tutti!

shardanaelettronica
02-07-2008, 18:28
Kind Alex
Quel che tu dici in merito al riciclo dell'acqua di risulta potrebbe esser fattibile (riciclando
sempre la stessa acqua, ma andrebbe concepito un motore diverso da quelli sin'ora
conosciuti, con uno scarico a sepentina raffreddato in bagno d'acqua, proprio come accade nei distillatori tradizionali. Una simile trasformazione in un motore, sarebbe molto dispendiosa per un'obbista come noi, altrimenti si potrebbero concepire in tal
senso anche le marmitte che anzichè emanare fumi emanerebbero dei fumi condensati
liquidi che non inquinerebbero l'atmosfera e far contento così anche FBI. Questi
sistemi vengono adottati nei temovalorizzatori che per condensare i fumi della
combustione vengono raffreddati con fiumi d'acqua fredda in continua circolazione
esattamente come avviene nei nostri temosifoni casalinghi, man mano che l'acqua raffredda rientra in circolo e se ne aggiunge dell'altra in sostituzione di quella
evaporata. Un veicolo catalitico come quelli moderni, mediante il sensore lambda
di tutte le marmitte, non consente alla molecola O2 di passare per non formare
con la molecola C (carbonio) la famigerata CO2. Per questo i kit per il funzionamento
del motore ad acqua dispongono d'un dispositivo chiamato O2 sensor vacuum che serve per assorbire e disperdere la molecola O2 raggirando la sonda lambda
che altrimenti non farebbe metter in moto il veicolo. La O2 che si disperde non potrà
mai riaggregarsi col carbonio in aria, se non tramite un'esplosione.
Se poi, lamico FBI anzichè il pc o il cellulare per comunicare vuole utilizzare segnali
di fumo a basso consumo energetico va in bicicletta (bastano 2 uova fresche a digiuno per 70 Km e ci esce anche la scopatina ehehehehe) Se poi vuole risparmiare anche
sull'abbigliamento percheè prodotto da industrie inquinanti, può andare in giro col
pene infilato dentro una canna di bambù legata alla vita con qualche filo elettrico
di un impianto dismesso, che male c'è? ho visto che alcune tribù ancestrali lo fanno. Kind regards.

andel55
20-07-2008, 12:51
ciao a tutti,

volevo dire solo una stron...ta.

visto che nei tuoi esperimenti, shardana e anche negli altri, avviene che l'elettrolisi cambia di rendimento dopo un determinato tempo, ho pensato che magari si potrebbe in qualche modo far circolare l'acqua dall'elettrolizzatore ad un serbatoio cosicch'è si possa dare tempo per farla riposare e disintossicare!!!!!!!!

ciao