PDA

Visualizza la versione completa : Impianti caldo/freddo



janvaljan
13-05-2005, 22:40
Secondo voi non sarebbe il caso che nelle nostre case si cominci a creare un ciclo unico per il caldo/freddo ?<br><br>Mi spiego meglio: un frigorifero per funzionare produce una certa quantit&agrave; di calore, che viene poi dissipata nell&#39;ambiente. Lo stesso, e in misura maggiore, vale per i condizionatori d&#39;aria. Bene, nulla ci vieta di usare quel calore per riscaldare dell&#39;acqua che poi useremo per la nostra doccia&#33; Naturalmente il sistema dovrebbe funzionare con acqua corrente, per permettere al sistema di dissipare sempre il calore in eccesso<br><br>Altro dubbio: perchè sulla maggior parte delle lavastoviglie/lavatrici ci si ostina ad inserire il solo tubo d&#39;attacco per l&#39;acqua fredda? Perchè bisogna usare chiss&agrave; quanti watt per portare l&#39;acqua da 10 a 90 gradi, quando si potrebbe partire dai 50 gradi della caldaia, naturalmente a gas, che a parit&agrave; d&#39;energia fa spendere di meno?

barb3tta
14-05-2005, 11:01
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (janvaljan @ 13/5/2005, 23:40)</div><div id='QUOTE' align='left'>Secondo voi non sarebbe il caso che nelle nostre case si cominci a creare un ciclo unico per il caldo/freddo ?<br><br>Mi spiego meglio: un frigorifero per funzionare produce una certa quantit&agrave; di calore, che viene poi dissipata nell&#39;ambiente. Lo stesso, e in misura maggiore, vale per i condizionatori d&#39;aria. Bene, nulla ci vieta di usare quel calore per riscaldare dell&#39;acqua che poi useremo per la nostra doccia&#33; Naturalmente il sistema dovrebbe funzionare con acqua corrente, per permettere al sistema di dissipare sempre il calore in eccesso<br><br>Altro dubbio: perchè sulla maggior parte delle lavastoviglie/lavatrici ci si ostina ad inserire il solo tubo d&#39;attacco per l&#39;acqua fredda? Perchè bisogna usare chiss&agrave; quanti watt per portare l&#39;acqua da 10 a 90 gradi, quando si potrebbe partire dai 50 gradi della caldaia, naturalmente a gas, che a parit&agrave; d&#39;energia fa spendere di meno?</div></center><br>Beh, per creare il ciclo unico occorrerebbe pensare alla casa nella sua interezza fin dalla progettazione, mentre invece ora si fa la casa vuota poi chi la abita la riempie come meglio crede...Ma sarebbe una gran bella cosa&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>Per la lavatrice, beh, alcuni modelli, per essere di categoria "alta", prevedono il doppio attacco di acqua calda e fredda. Una su tutte è un modello della LG: oltre ad utilizzare l&#39;acqua calda di casa ha la meccanica simile a quella di un videoregistratore, che le permette di essere una delle lavatrici a minor consumo energetico.<br><br>Comunque sia, lavatrici e lavastoviglie hanno un termostato interno, quindi nulla ti vieta di attaccarci direttamente l&#39;acqua calda: la resistenza elettrica lavorer&agrave; di meno e la bolletta potrebbe giovarne (magari a lungo periodo...)<br><br>bye&#33; <br><br><span class="edit">Edited by barb3tta - 14/5/2005, 12:06</span>

14-05-2005, 12:03
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (barb3tta @ 14/5/2005, 12:01)</div><div id='QUOTE' align='left'>[QUOTE=janvaljan,13/5/2005, 23:40]<br>Comunque sia, lavatrici e lavastoviglie hanno un termostato interno, quindi nulla ti vieta di attaccarci direttamente l&#39;acqua calda: la resistenza elettrica lavorer&agrave; di meno e la bolletta potrebbe giovarne (magari a lungo periodo...)<br></div></center><br> Attenzione&#33;<br>In questo caso l&#39;acqua calda verrebbe usata anche per i risciacqui oltre che il lavaggio.<br>Penso che alla fine dei conti consumeresti di piu&#39;.<br>Ciao&#33;

barb3tta
14-05-2005, 15:42
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (paolo1961 @ 14/5/2005, 13:03)</div><div id='QUOTE' align='left'><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (barb3tta @ 14/5/2005, 12:01)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>Comunque sia, lavatrici e lavastoviglie hanno un termostato interno, quindi nulla ti vieta di attaccarci direttamente l&#39;acqua calda: la resistenza elettrica lavorer&agrave; di meno e la bolletta potrebbe giovarne (magari a lungo periodo...)<br></div></center><br>Attenzione&#33;<br>In questo caso l&#39;acqua calda verrebbe usata anche per i risciacqui oltre che il lavaggio.<br>Penso che alla fine dei conti consumeresti di piu&#39;.<br>Ciao&#33;</div></center><br>do&#39;h&#33;<br>non ci avevo pensato...ma ci hanno pensato loro: <a href='http://www.portalsole.it/sezione.php?d=55' target='_blank'>http://www.portalsole.it/sezione.php?d=55</a><br><br>per fortuna le lavatrici con l&#39;attacco dell&#39;acqua calda ci sono, non so le lavastoviglie...anche se nel link precedente si dice che:<br><center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Sulle lavastoviglie non sussite il problema della doppia connessione calda/fredda, dato che è possibile, con quasi tutti i modelli, il collegamento diretto all&#39;acqua calda. &nbsp;( si veda il libretto di istruzioni a corredo della macchina ).<br> La fase di risciacquo di una lavastoviglie non usa molta acqua per cui risulta economicamente vantaggioso il collegamento diretto all&#39;acqua calda senza operare complicate operazioni.<br>In questo caso il risciacquo con acqua calda, permette una più rapida ed efficiente asciugatura delle stoviglie inoltre il consumo energetico resta comunque minore rispetto ad una lavastoviglie collegata alla fredda; senza peraltro complicare le cose.<br>Insomma una modifica alla portata di tutti.</div></center><br><br>la lavatrice che menzionavo è questa:<br><a href='http://www.portalsole.it/sezione.php?d=35' target='_blank'>http://www.portalsole.it/sezione.php?d=35</a><br><br>bye&#33; <br><br><span class="edit">Edited by barb3tta - 14/5/2005, 16:54</span>

16-05-2005, 09:00
Ciao a tutti,<br>le lavatrici ad asse orizzontale con doppia alimentazione esistono (praticamente per ogni modello) basta chiedere al negoziante la versione UK ed attendere pazientemente la consegna.<br>Sconsiglio comunque la modifica per l&#39;ingresso H2O calda come indicato nell&#39;articolo perchè l&#39;ingresso diretto in vasca di acqua a 40° stressa le fibre più delicate ed inoltre "fissa" sul tessuto gli sporchi organici (sangue, cioccolata, ecc).<br>Se il lavaggio inizia con acqua a 40-50°C c&#39;è in più la certezza che si stanno distruggendo gli enzimi contenuti nel detersivo che sono preposti all&#39;aggressione dello sporco organico, i quali enzimi essendo molecole organiche abbastanza delicate hanno una temperatura di "morte" nell&#39;intorno dei 40°.<br>Insomma, si risparmia qualche centesimo di euro si, ma si rischia di ottenere un lavaggio scadente.<br>Attenzione alle lavatrici ad asse verticale (tipo Daewoo, LG, ecc.), per il lavaggio consumano la stessa quantit&agrave; di acqua che una lavatrice comune consuma durante tutto il ciclo (risciaqui compresi).<br>Vi sembra ancora meravigliosa la LG ???<br>Saluti, Hike <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'>

28-06-2005, 10:04
la mia mi sembra ancora meravigliosa dopo dieci anni di funzionamento( quella a bolle d&#39;ossigeno della Daewoo).<br>E&#39; vero che consuma più acqua e meno energia, ma anche molto meno detersivo:)<br>Inoltre lava a temperature inferiori di circa 10 gradi rispetto alle equivalenti di tipo normale.<br>E si è sicuramente ripagata ...come daltronde si è ripagata la doppia connessione per la lavastoviglie... per le lavatrici ad asse orizzontale non so, mai avuta una.