PDA

Visualizza la versione completa : Cogenerazione vs Certificati Verdi



Formatgio
09-06-2008, 11:29
Ciao a tutti, sono nuovo di questo forum e, ringraziandovi già da ora, avrei un chiarimento non troppo piccolo da sottoporvi.
Mi sto addentrando nel campo della cogenerazione e di tutte le forme di incentivazione levate all'energia e mi son trovato impacciato cercando di far collimare la Cogenerazione stessa, con i Certificati Verdi.
Spero di essere velocemente smentito, ma a quanto ho potuto apprendere dalle norme che ho analizzato, i CV vengono rilasciati per impianti cogenerativi solo se questi sono alimentati da fonti rinnovabili (smentitemi vi prego).

Grazie di nuovo per l'aiuto.

Geom. G.B.

ps.
Peccato non ci sia una sezione apposita sulla Cogenerazione visto il crescente interesse del mercato e la ricchezza delle info che ho potuto spulciare tra il vostro forum.

Formatgio
13-06-2008, 07:09
mi rispondo da solo:
niente più CV x la cogenerazione se nn alimentata da fonti di energia rinnovabile.

Lolio
16-06-2008, 12:01
Meno male, ci sono già i certificati bianchi per la cogenerazione da fonti non rinnovabili.

energiecomuni
16-06-2008, 13:09
della serie: si faccia una domanda e si dia la risposta... ;-)

cmq è proprio così:
- coge da fonte rinnovabile >>> certificati verdi
- coge da fonte fossile >>> titoli efficenza energetica (certificati bianchi)

Una volta c'era il discorso di coge + tlr, ma è stato abolito.

Formatgio
16-06-2008, 17:13
Se buttate un sasso in uno stagno ... io raccolgo le onde che si propagano e ne approfitto:

Parlando di certificati bianchi mi risulta che siano bancabili fino al 2009, quindi ancora per poco, infatti stanno gradualmente perdendo valore.

Ci sono notizie in tal senso che auspichino un prolungamento dei termini del 2009, qualcosa insomma che renda i TEE di nuovo d'interessa per il mercato?

Grazie

Lolio
18-06-2008, 09:37
Non so, mi auguro si abolisca quell'enormità per cui il produttore di detersivi riceve i certificati bianchi se scrive sulla scatola di lavare a 40 gradi invece che a 90, oppure se regala lampadine fluorescenti compatte (di pessima qualità peraltro) e cose del genere. Anche AMGA/AEM, ma so che lo ha fatto anche Enel, regala a raffica lampadine e così con nessuna fatica recupera certificati bianchi che invece dovrebbe poter ottenere a mio avviso solo migliorando l'efficienza degli impianti di produzione.

Formatgio
18-06-2008, 10:46
Questo è fuor di dubbio.
Famosa la "volpata" di ENEL di regalare lampadine e così accaparrarsi montagne di certificati bianchi, con ricavi spaventosi per loro e perdita di valore degli stessi con relativi danni per chi invece produce sistemi che realmente concorrono al risparmio effettivo di energia globale.

Ma le società piccine come ENEL sono maestre in questo genere di cose.

Quello che mi auguro io è che i TEE vengano rilanciati in qualche modo dopo l'1/1/09, anche se dubito visto che già si è definito per quella data lo "Scambio sul Posto" per la cogenerazione ad alto rendimento e si è fatto cenno di una fantomatica "Tariffa omnicomprensiva" che dovrebbe essere il nuovo incentivo.

Staremo a vedere

remtechnology
24-06-2008, 11:48
Nel frattempo i 1,2 TWh di Certificati Verdi con il vecchio sistema che entreranno in esercizio nel 2008/2009 contribuiranno a dare l'ennesima spallata in basso dei Certificati Verdi portando l'offerta a 8.9 TWh contro una richiesta di appena 7 TWh.
Mi viene da dire per fortuna che non ci sono più i CV e solo i TEE (Certificati Bianchi) perchè altrimenti era come non avere i CV.
Ciao
Rem

Formatgio
24-06-2008, 16:09
ok, ma tieni presente che i TEE sono bancabili fino al 2009 salvo sorprese normative che molti si aspettano ma che nn hanno ancora trovato voci certe.
Dal 2009 si parlerà di tariffa omnicomprensiva, ma anche per questa nn si sa ancora come, quanto, ecc...:closedeyes:

remtechnology
26-06-2008, 11:48
Tariffa omnicomprensiva ma non per la cogenerazione con gas metano...
I TEE poi valgono decisamente meno e sono spendibili per 5 anni.
Dubito che il 2009 non si utilizzino più i TEE visto che l'obiettivo di 20 - 20 - 20, il 20% dell'energia rinnovabilil nel 2020 è ben lontano.Poi le lampadine e il domestico finirà. partirannoi le sopcietà e le industrie come il caso mio dove installiamo solo motori ad eff 1e inverter.
Ciao
Rem

Formatgio
27-06-2008, 15:28
Perchè sostieni che la tariffa omnicomprensiva nn interesserà la cogenerazione a metano?

Per la bancabilità dei TEE oltre il 2009 avrei delle riserve, sai bene che sono legati al decreto 20 luglio 2004, quindi:

http://promo.24oreprofessioni.ilsole24ore.com/ambientesicurezza/archivio/19_2006/Ambiente118.pdf

si è parlato di allungarne la vita per il discorso degli obiettivi lontani a cui tu facevi riferimento, ma non mi risulta che ci siano state recenti novità, ma se mi sbaglio sarei MOLTO felice di essere contraddetto.

quindi attendo smentita...

remtechnology
29-06-2008, 21:40
Sostengo che la tariffa omnicomprensiva non rigurda il metano perchè per averla devi avere la qualifica IAFR e con il metano è dura dichiarare che è rinnovabile...
Per i TEE poco male se finiscono nel 2009 ma visto che siamo lontani dall'obiettivo di kyoto, lampadine a parte, dovremo pur fare qualcosa sull'efficienza!
Ciao
Rem

Formatgio
30-06-2008, 07:23
Ignoravo si parlasse solamente di rinnovambili con sta nuova tariffa.
Riesci a darmi un riferimento a quanto sostieni in riferimento alla IAFR e alla tariffa omnicomprensiva?

grazie in anticipo

remtechnology
30-06-2008, 12:00
Vai nel sito del GSE (http://www.gsel.it) in alto a destra "Incentivazione fonti rinnovabili" leggiti sia "Quadro regolatorio" che Certificati Verdi e Tariffa Omicomprensiva".
Vai nella sezione Idroelettrico dove ho inserito un messaggio appunto su Cv e TO.
Ciao
Rem

Formatgio
30-06-2008, 13:15
Grazie 1000, purtroppo la cosa nn mi fa piacere ma ottimo avere le info corrette.
Grazie ancora

remtechnology
02-07-2008, 11:30
Ti devo dire "per fortuna" è così invece che "purtroppo è così".
Già i Certificati Verdi valgono poco se ci mettiamo ad incentivare tutto come si è fatto con il CIP 6 "energie alternative E ASSIMILABILI" con due parole hanno legnato le rinnovabili e fatto fare i soldi a chi bruciava residui di pneumatici o scarti petrolchimici.
Ciao
Rem

Formatgio
02-07-2008, 13:49
Far di tutta l'erba un fascio concordo che sembra una porcata, ma devi ammettere che si, le FER sono importanti se nn essenziali sotto molti punti di vista, ma anche che, non potendo dimenticare il concetto di uso razionale dell'energia, le altre fonti devono avere la loro importanza.
L'incentivo poi serve più che altro a spingere gli investimenti e le risorse nella giusta direzione, sia essa rinnovabile, o alternativa, o altro ancora che dir si voglia.

;)

remtechnology
04-07-2008, 08:41
Sia chiaro che non sono contro la cogenerazione o trigenerazione, anzi, è uno dei sistemi milgliori per sfruttare meglio l'energia a livello di rendimento energetico.
Ma dobbiamo anche definire in maniera molto chiara che cosa è rinnovabile e cosa non lo è. Le risorse e i fondi per le fonti rinnovabili, che pago e che ho sempre pagato, DEVONO andare alle fonti rinnovabili. Per quello che riguarda l'efficienza energetica ci sono altri strumenti finanziari e fiscali dal banale 36/55% di detrazioni IRPEF per le ristutturazione ai TEE per le ESCO.
Se si danno soldi a pioggia se ne prendono poco i piccoli e molti, anche se la quantità per unità di energia è la stessa, i grossi produttori e questo non solo non è corretto ma al limite della frode fiscale.
Dare i CV ai cogeratori è stato un grosso sbaglio che ha ulteriormente abbassato le quote dei CV dando il colpo di grazia piccoli impianti hydro e eolico ad esempio.
Comunque ti ripeto non sono contro la co/trigenerazione ma sarei dell'idea di imporla nei grossi centri commercili o nuovi e grosse lottizzazioni con u n taglio minimo però di 500/750 kW. Non ci credo molto ai piccoli gruppi.
Ciao
Rem

Formatgio
04-07-2008, 09:33
Il tuo ragionamento nn fa una piega finchè parli di finanziamenti vari, ma nn concordo per nulla quando bocci la cogenetazione sul piccoli impianti (micro-cogenerazione).
Se ammetti che la cogenerazione è "uno dei sistemi milgliori per sfruttare meglio l'energia a livello di rendimento energetico", allora perchè vorresti darle dei limiti?
Se esistono tecnologie valide e applicabili a impianti di piccola taglia, perchè non puntare anche su di loro? Hai risparmio di energia, hai risparmi per l'utenza, ecc; quindi perchè no, scusa!?

Sulzer1
04-07-2008, 10:39
Per Format,
scusa se mi intrometto, penso che REM cerchi di farti capire che rinnovabili e risparmio energetico sono le due soluzioni di uno stesso problema ma devono essere affrontate in maniera differente.
Questo perchè produrre energia elettrica con il metano significa comunque prelevare dal sottosuolo anidride carbonica e immetterla in atmosfera mentre "rinnovabile " significa che virtualmente il bilancio dell'anidride carbonica atmosferica rimane inalterato, vuoi perchè prodota con idroelettrico , solare , eolico ; vuoi perchè l'anidride carbonica sviluppata dalla "combustione" delle biomasse è la stessa che nella loro crescita gli organismi componenti la " biomassa" hanno metabolizzato crescendo.
Allo scopo di differenziare questi due aspetti dell'obbiettivo comune , è stato creato il sistema dei certificati verdi CV per gli impianti utilizzanti fonti " rinnovabili" e quello dei "certificati bianchi " per gli impianti che pur alimentati a fonti fossili , risparmiano o recuperano energia altrimenti dispersa in malo modo.
Il problema è più di lana caprina di ciò che sembra perchè .......
Perchè nella realtà in questo momento il 20% di rinnovabili da produrre sono una fola, una presa in giro. gli unici CV che vengono acquistati sono quelli che i trader e produttori di energia elettrica da fonti tradizionali sono costretti a comperare /produrre ,ed è fissato nel 2% del totale. Dal 2006 l'Italia produce più di quel 2% e il mercato è già saturo. il resto son balle e fumo negli occhi.E' per questo che giustamente REM è preoccupato di una riapertura a fonti non rinnovabili di certificazioni IAFR. Sarebbe il collasso totale ( come è successo per i certificati bianchi) del mercato dei CV.
Se vuoi dell'altra filosofia basta che chiedi

Formatgio
04-07-2008, 11:35
Per la filosofia c'è sempre posto.
Il concetto è chiarissimo.

FG.

remtechnology
04-07-2008, 13:35
Non voglio affossare la piccola cogenerazione e che se ne parla tanto e se ne installano poche.
Forse sono io che sul piccolo, o meglio non che gestisca grandi macchine...
Ad esempio così per curiosità tu che macchine hai installato o gestisci?
Ciao
Rem

Formatgio
04-07-2008, 14:10
Io parlo di potenze di 30 kW (2x15), ecco perchè citavo la micro-cogenerazione.
A livello civile/residenziale, il nostro Studio gestisce realtà di un centinail di unità abitative, per singolo impianto, alimentato a gass metano.
Ma siamo ancora all'inizio della nostra avventura.