PDA

Visualizza la versione completa : Digestato



Rossifumi
14-06-2008, 14:06
Ciao a tutti,
sono impegnato nel redigere un business plan relativo ad un impianto di biogas di potenza pari a 500 kW e alimentato con insilato di triticale(4.450 t/anno), sorgo(3.100 t/anno), polpa di barbabietola(4.200 t/a) e sansa(3.100 t/a) e necessiterei di conoscere la quantità di digestato prodotta e di azoto contenuto in esso.
Sono a disposizione nel fornire qualche informazione a mia disposizione a coloro che ne necessitano.
Marco

bryanx78
14-06-2008, 18:18
se x digestato prodotto intendi la quantità di biogas prodotta, conta ke considerando una temperatura costante di 60 gradi, si parla di circa 0,8 mc al kg di liquame inserito... sono certo ke si tratti del tuo caso, visto ke stiamo parlando d un impianto ad alti livelli...
ovviamente se la temperatura scende, oppure è incostante, le quantità scendono di molto...
dell'azoto nn saprei proprio dirti... mi dispiace...

+ tosto, sapresti dirmi xkè la fiamma ke produce il gas del mio digestore è trasparente ma dopo una settimana inizia a diventare azzurra? e appena metto del liquame nuovo diventa nuovamente trasparente?!?!?

giosp77
17-06-2008, 10:10
per quanto rigauarda l'azoto, mi dispiace ma tanto ne entra e tanto ne esce (più o meno).....quello che si abbatte sono il BOD e il COD.
Su internet troverai migliaia di tabelle e prove effettuate da vari enti CNR, APAT, ecc....
Questi impianti a valle devono avere un impianto di trattamento delle acque reflue per rientrare nella direttiva nitrati.
CON LA DIGESTIONE ANAEROBICA NON SI ELIMINA L'AZOTO

alexraffa
17-06-2008, 14:07
Io sono digiuno nel tema biogas, (scusate il gioco di parole!), ma volevo sapre quali sono i trattamenti cui sottoporre i reflui per abbattere l'azoto?

grazie
Alex

engiel
19-06-2008, 17:25
Nei liquami 'normali' è presente l'urea che non è altro che ammoniaca. I processi ossidativi presenti nei trattamenti (processi AEROBICI) abbattono la sostanza organica ma contemporaneamente favoriscono la formazione di composti azotati, (nitriti e nitrati) che non possono essere scaricati tal quali; pertanto dalla vasca di ossidazione una porzione di liquame viene estratta e rispedita indietro ad una vasca di DENITRIFICAZIONE, processo che avviene ad opera di batteri anaerobici. I composti azotati vengono quindi ridotti dai batteri che si 'mangiano'(anzi lo respirano) l'ossigeno della molecola azotata e rilasciano azoto gassoso in atmosfera.

alexraffa
19-06-2008, 21:54
Ma la digestione metanogena nonavviene per mezzo di batteri anaerobici??

Rossifumi
20-06-2008, 11:27
Grazie a tutti coloro che mi hanno risposto.
Sono riuscito a calcolare la quantità di azoto ma non la quantità di digestato(sembra che è circa l’80% di ciò che entra).
Adesso sarei interessato a conoscere ciò che si ottiene (quantità del materiale, quantità di azoto e altri componenti) in seguito alla separazione del digestato in una frazione solida da avviare a compostaggio ed in una frazione liquida con valore fertilizzante.
Ricordo che le biomasse utilizzate sono triticale, sorgo, polpa di barbabietola e sansa.
Ciao

engiel
20-06-2008, 15:56
Non capisco cosa intendi fare:
parti da triticale, sorgo, polpa di barbabietola e sansa di cui dici di essere riuscito a calcolare la quantità di azoto...e va bene.
Ma cosa ne vuoi fare?biogas?
Se vuoi 'digerire' anaerobicamente il tuo composto,come ti diceva qualcuno, l'azoto te lo ritrovi praticamente tutto nel digestato che sarà quasi esclusivamente in forma liquida (sono fanghi) e che non puoi pensare di utilizzare 'tal-quale' come fertilizzante!