PDA

Visualizza la versione completa : distanza sonde verticali



paolo grossi
01-07-2008, 22:05
vorrei sapere se esiste una distanza minima da tenere dal fabbricato per fare le perforazioni dove inserire le sonde verticali e qual'e' la minima fra di loro.

j.stecchino
03-07-2008, 10:29
La distanza dal fabbricato puo' essere anche 0, sempre che riesci a fare la perforazione :); scherzi a parte se l'edificio e' di nuova costruzione le sonde verticali possono essere posizionate anche sotto l'edificio. Per quanto riguarda la distanza tra di loro, non c'e una distanza minima; le sonde vanno dimensionate e la profondita' della perforazione dipende anche dalla distanza delle sonde. Di solito la distanza e' dai 4m ai 6m.
Ciao

paolo grossi
03-07-2008, 21:41
grazie della risposta che mi conforta,dal momento che dispongo di .pochissimo spazio intorno all casa.Quanto alla distanza minima tra di loro,non esiste il pericolo che interferiscano sulla temperatura del sottosuolo,qualora tropppo vicine?E ancora,qualche d'uno conosce le norme della Regione Valle d'Aosta in merito allo sfruttamento del sottosuolo?
Grazie

geoit
06-08-2008, 16:24
dipende anche da quante vuoi farne, un conto è farne 2 un onto è farne 50

savinobasta
03-09-2008, 18:40
Allo scopo di minimizzare le interferenze fra le sonde è opportuno assicurare una distanza minima fra le stesse di circa 6,00 mt (consigliati 8 - 10 mt). Nel caso di campi sonde consistenti, tale valore va maggiorato del 10-20%.

Savino Basta

Associazione GEOTERMIA.ORG
Via Magenta 13/C
37135 VERONA
P. IVA 03775810231
Tel. 045.20.60.878
Fax 045.475.02.66
Geotermia (http://www.geotermia.org)
info@geotermia.org

Matteo Cultrera
30-10-2008, 13:18
Vi sono dei riferimenti normativi (vedi Provincia o Regione). Inoltre è fondamentale conoscere la direzione prevalente del deflusso idrico sotterraneo: se posizioni 2 sonde allineate rispetto al verso del massimo gradiente idraulico 10 m potrebbero non essere sufficienti. Per impianti importanti (ma secondo me anche per quelli più piccoli, visto gli investimenti in gioco e l'impatto ambientale) sarebbe opportuna (in alcune Provincie obbligatorio) una modellazione matematica per valutare l'interazione sonda/sottosuolo+falde.

raffaele75
30-10-2008, 16:00
Savino.... complimenti!! sono un progettista termotecnico e ho comperato da poco il tuo libro sulla geotermia, veramente be fatto e sopratutto non fa parte di quei famosi libri "sola" che si trovano in giro...... COMPLIMENTI di nuovo

dominique
16-11-2008, 12:02
vorrei poter valutare la fattibilità (in un impianto centralizzato riscaldamento-raffrescamento a pannelli radianti di nuovo insediamento) di inserire le sonde verticali nei pali di fondazione; sono previsti pali di lunghezza 20-22 m per attestarsi sulla roccia (la roccia altrove è affiorante). Ignoro le modalità di esecuzione di tale tecnica; le domende sono: le sonde a U e doppio U non scambiano poco per la lunghezza di 20 m?; si possono inserire più sonde (valutando l'effettivo potenzialità di scambio)?; i pali saranno trivellati, quindi le sonde vanno attaccate alla gabbia di armatura, ci sarà il problema di tirarle fuori dal calcestruzzo che dovrà essere solidale con la platea di fondazione. Pensate sia davvero praticabile utilizzare il foro (600-800 mm di diametro) per inserire le sonde, o probabilmente il risparmio della perforazione è illusorio, perché sorgono altri problemi. grazie delle vostre opinioni