PDA

Visualizza la versione completa : [moto_elettrica] Italiainmoto Elettra



Pagine : [1] 2

amos_trooper
24-11-2008, 13:02
sabato sono stato a provare l'Elettra 1500W.

aspetto estetico: a me piace molto, appre ben costruito, la centralina è nascosta, il quadrante strumenti è chiaro, ben disegnato e gradevole.

ciclistica: la forcella e l'ammortizzatore posteriore sono sufficienti per il lavoro che deve fare il mezzo. ha 2 freni a disco. la frenata è sicura.

ora passiamo alle caratteristiche più importanti:

il motore è 1500W, non esiste il bottone booster per le riprese. lo spunto da fermo è buono, si raggiongono in fretta i 30 km/h, poi...il nulla! dai 30 in su le cose cambiano. sale molto più lentamente fino ad arrivare ai 50 di tachimetro, a questa velocità è possibile tornare indietro con l'acceleratore di qualche grado, ma non sono sicuro che abbia effetti sulla diminuzione dei consumi.

ho provato il tutto per pochi chilometri, quindi non posso dire nulla sull'autonomia.

il mezzo costa circa 2600 euro di listino, con l'incentivo di 1100 euro che fanno da me lo porterei a casaa 1500€

la cosa strana è che il 2500W costa 3150, ma l'ncentivo è di 2000 euro quindi con 1150 € costa meno del "cinquantino"

i prezzi sono della concessionaria in qui sono stato, su internet si trovano a meno.

Buttero
05-12-2008, 14:28
Saluto tutti,
ringrazio per le info trovate nel forum mi sono servite tantissimo.

Ciao Amos,
ieri ho ritirato Elettra 2500W, percorsi 10Km, al Max 65Km\h (peso conducente robusto :preoccupato:)
Al primo semaforo in attesa del verde una strana sensazione non sentire
rumori o dare qualche sgasatina. Ho messo la mano di fronte al faro per vedere se c'era qualcosa di acceso.

Vabbo', passando di fronte ai benzinai immaginavo al posto della pompa benzina uno scambio batt. Mentre aspettiamo un Saluto.

aztlan
05-12-2008, 15:50
bè io l'altro ieri che son rimasto a piedi per un guasto col vectrix, l' ho spinto fino al benzinaio per chiedere se aveva una presa (per vedere se si resettava qualcosa, purtroppo no), pensavo mi mandasse a ca..re invece è stato gentilissimo:spettacolo:

Buttero
13-02-2009, 13:13
Cavoli può essere un'idea, chissà se inventeranno un tasto per la carica rapida come nel modellismo.

Nel frattempo volevo rassicurare le persone che hanno incertezza nel ricevere i soldi dalla Regione. Raga confermo, sono arrivati i $.
La pratica e' andata più veloce perché non ho rottamato un vecchio mezzo.
(consiglio; fategli un trillo per informarli della mancata rottamazione così la pratica prenderà una via più breve)

cdr
19-03-2009, 21:04
Buttero (http://www.energeticambiente.it/members/buttero.html), potresti fornire qualche altra impressione sul modello Elettra 2500?

Confermi la velocità massima di 70 Km/h? In quanto tempo si raggiunge?
Com'è l'accelerazione?

Grazie,
cdr

catoplepa
27-03-2009, 17:04
ciao buttero sono andato a vedere la versione 2500w l'ho provato e l'impressione è stata piacevole.....mi sai dire la reale distanza di percorrenza e le tue impressioni visto che ora lo usi da un pò?
ciao

cdr
27-03-2009, 17:48
ciao buttero sono andato a vedere la versione 2500w l'ho provato e l'impressione è stata piacevole.....mi sai dire la reale distanza di percorrenza e le tue impressioni visto che ora lo usi da un pò?
ciao

ciao catoplepa,
com'è l'accelerazione? E la velocità massima? Dove l'hai provata? A quanto la vendono chiavi in mano?

Grazie,
cdr

catoplepa
27-03-2009, 18:20
ciao cdr lo spunto iniziale è notevole ed immediato poi accellera piano ma progressivamente fino a 70 km/h . io l'ho provato a como, ho fatto solo il giro dell'isolato perchè avevo una targa prova .
a como per i residenti c'è l'incentivo regionale di 2000 € costa3200 € circa quindi con 1200 € arriva a casa!
una cosa non mi è piaciuta ed è il cavo che alimenta il motore che sporge lungo il forcellone posteriore , ma non credo sia complesso applicargli una protezione aggiuntiva.
è impressionante il silenzio mentre và o mentre sei al semaforo!

cdr
27-03-2009, 20:59
grazie.
Il prezzo di listino però è attorno ai 2900 euro ma tutti i concessionari approfittano degli incentivi per non fare sconti, anzi per alzare loro i prezzi!
Resta da capire l'autonomia...

Ciao,
cdr

catoplepa
27-03-2009, 21:08
ciao
2900 è il prezzo senza iva e messa in strada
il concessionari mi ha garantito 45-50 km ....ma se non vedo non credo

cdr
27-03-2009, 21:50
Mi ero confuso con l'EVO che costa 2.402 + IVA = 2882 €
Per l'Elettra i 3200€ chiavi in mano sono un prezzo accettabile.
Sai dirmi da quanti Ah sono le batterie?

Ciao,
cdr

catoplepa
27-03-2009, 21:53
ciao cdr

dovrebbe essere 5 batt da 12volt 50 Ah

cdr
27-03-2009, 22:17
Se sono veramente così allora i 45 Km dovrebbe farli ;)

Ciao e grazie,
cdr

gattmes
28-03-2009, 08:32
si...se si fa erogare alle bat i 50Ah di targa (probabilmente a 20 ore di scarica, se "standard"..o ben che vada a 5 ore, se definite come "uso trazione")... e non di meno ..tipo 30Ah (vedere FAQ sulle bat x spiegazioni..)

Baciccia71
16-10-2009, 14:51
Ciao a tutti, sono nuovo del forum, anche se é un pò che vi leggo ed ho trovato sempre molte informazioni utili.:clapping:
Circa un anno fa, dicembre 2008, ho acquistato un elettra 1500W, da allora lo uso quotidianamente nel tragitto casa lavoro, 21 km andata (ricarica nel garage dell'ufficio), 21 km ritorno (ricarica nel box di casa). Ad oggi ho percorso circa 6200 km e mi accorgo che l'autonomia comincia a diminuire, penso quindi di dover cambiare le batterie. Secondo voi quanto potrebbe costare la sostituzione? (4 batt da 12 volt al silicone).
Inoltre, potrei chiedere di aumentare leggermente la velocità di punta (da 45km a 60km per esempio) senza compromettere l'autonomia.

Grazie a tutti per l'attenzione

:bye1:

gattmes
16-10-2009, 15:59
A naso dovresti rimanere ben sotto i 100 € l'una.
Circa l'aumento di velocità (non entro nei meriti legali, ma tecnici), ovviamente avrai una riduzione sia dell'autonomia che della vita.

Tal cosa non sarà proporzionale all'aumento. in quanto di per se le resistenze aerodinamiche salgono circa quadraticamente

C'è da dire che anche la capacità effettiva diminuisce all'aumentare della richiesta sulla bat.. ovvero dato "100" il termine di capacità attuale a x potenza assorbita... a 2x non otterrai 50.. ma molto meno (30-40).

Insomma ...molto indicativamente.. se ora fai sui 30km.. con 45km/h max.. a 60km/h potresti ritrovarti verso la metà.... (sto andando a spanne/ sensazione.... vediamo se ci "do" come per il Vectrix :))

Baciccia71
09-11-2009, 11:00
Ciao di nuovo a tutti: sabato ho portato l'Elettra a cambiare le batterie (oramai arrivava a mala pena ai 20 km necessari per arrivare in ufficio :cry:...)

Facendo un pò di conti penso di essere arrivato a circa 330 ricariche mai complete. Al rivenditore sembrava un pò presto perché le batterie fossero già scariche e ipotizzava che una delle quattro batt fosse più scarica, o addirittura staccata dalle altre :oops:, in modo da compromettere l'efficienza di tutto il pacco.
A vostro parere é un evento che può succedere?

Grazie ancora per l'attenzione
Ciao

tonini_mingoni
09-11-2009, 12:14
... e ipotizzava che una delle quattro batt fosse più scarica, o addirittura staccata dalle altre :oops:, in modo da compromettere l'efficienza di tutto il pacco.
A vostro parere é un evento che può succedere?

Grazie ancora per l'attenzione
Ciao


si può snche essere che una delle batterie abbia un problemia.

Ciao

Fox
<input id="gwProxy" type="hidden"><!--Session data--><input onclick="jsCall();" id="jsProxy" type="hidden">

Baciccia71
12-11-2009, 13:56
Sono sempre in attesa del mio scooter, ieri ho telefonato per sapere come vanno le cose, mi hanno detto che le batterie sono ancora buone, che hanno chiesto e stanno aspettando un caricabatterie dal fornitore dello scooter per effettuare una carica prolungata che dovrebbe ripristinare l'autonomia delle batt.
Mah, attendo con fiducia :biker:

Baciccia71
16-12-2009, 11:42
Ciao a tutti, volevo approffittare della vostra esperienza per sapere se potete indicarmi, ad ovest di Milano (zona Abbiategrasso), la presenza di aziende specializzate in veicoli elettrici, dove eventualmente portare il mio scooter. L'esperienza un pò tribolata che ho passato con il mio rivenditore, che resta un autosalone e quindi, nonostante la buona volontà, probabilmente non é in grado di fornire supporto per questo tipo di veicoli, mi ha fatto pensare che sarebbe meglio che trovassi qualcuno di più esperto.

Grazie per l'attenzione e ciao a tutti

Albert82
07-04-2010, 18:37
Ciao Ragazzi,

Sabato mattina vado a vedere gli scooter di Italiainmoto.
Volevo chiedervi, ci sono ancora gli incentivi di cui parlavate anche se non nulla da rottamare.
Io lo usere per tratti anche in salita, conviene quello da 2500 W?
Grazie, sono grato a chiunque mi vorrà dare qualche consiglio

Baciccia71
09-04-2010, 13:04
ciao Albert82,
io ho un elettra 1500 W con il quale ho percorso circa 8600 km. quasi tutti casa ufficio / ufficio casa, dentro e fuori Milano.
Il mio percorso é naturlamente tutto pianeggiante. Se tu devi fare qualche salita forse é meglio avere qualche Watt in più, per cui 2500 é meglio. Quello che devi considerare bene, però é l'autonomia, ovvero devi capire per cosa lo vuoi usare e quanti km farai prima della ricarica successiva.
Tieni conto che l'autonomia indicata sulle brochure é sempre mooolto ottimistica. Il mio, con le batterie originali al piombo, non andava oltre i 30 km. Adesso, con le lifepo4, supero i 40 km.

Detto questo, non ho ancora smesso di divertirmi a viaggiare in silenzio, e penso che prima o poi anche io passerò ad un modello più potente...

Ciao Baciccia71

Albert82
09-04-2010, 14:26
Baciccia71 grazie della risposta.
Per me il problema dell'autonomia non c'è; perche percorro pochi km x andare al lavro, solo che sono in salita ( logicamente x tornare a casa è discesa :P ). Poi al lavoro avrei anche la presa per ricaricare. Comunque pensavo sicuramente le batterie al litio, immagino che con questa tipologia di batteria non sia necessario la scarica completa?

amos_trooper
28-09-2010, 14:18
arriva l'elettra 2500
ci ho messo quasi 2 anni, ma l'ho trovato usato a un prezzo ottimo.
settimana prossima vado a prenderlo.

amos_trooper
21-10-2010, 08:25
aggiorno questa pagina con le mie prime esperienze.
i primi giorni ho testato lo scooter in modo abbastanza invasivo, e "estremo", il risultato è che ho percorso 45 km a velocità tra i 35 e i 45 km/h. arrivavo a fine percorso con le batterie scariche e la centralina che limitava la velocità sotto i 30 Km/h.

ora utilizzo lo scooter per 24 Km al giorno, andando a velocità più sostenuta, diciamo tra i 50 e i 65 Km/h, e devo dire che spesso arrivo a casa senza avere particolari limitazioni di velocità.

ho riscontrato alcune anomalie, ma italiainmoto non mi risponde (per ora) ovviamente ritenterò a contattarli.

Mrleg
07-12-2010, 08:16
Moto nuova novembre 2008 autonomia 38 km (e non 68)
novembre 2009 (3000 km percorsi) autonomia 28 km
novembre 2010 (6000 km percorsi) autonomia 7 km
batterie da sostituire al costo di 900 €.:cry:
Dopo due anni e 3000 € spesi la moto è da buttare.
Spero che abbiano migliorato gli ammortizzatori perché con la mia quando prendo delle buche mi sembra di essere tornato in sella alla mia biciclettina Saltafoss!!!
Assistenza da brivido!

amos_trooper
07-12-2010, 13:38
posso sapere in che zona d'italia abiti?
hai la versione litio?

il mio ha 8000 km ed è fermo per una batteria da sostituire.
l'assistenza è da brivido!!!

Mrleg
07-12-2010, 14:02
Io abito a Bergamo a pochi km da dove li assemblano.
Ho 5 batterie 12v 27ah cinesi della Greensaver al silicone.
Mi sono lamentato fin dall'inizio ma mi hanno detto che la garanzia per le batterie è solo di 6 mesi e che la colpa della scarsa autonomia era la mia perché dovevo essere più dolce...
Tu in che zona abiti?

amos_trooper
08-12-2010, 16:16
io l'ho comprato usato da un ragazzo di bergamo. lui mi aveva detto che una batteria era esaurita infatti dopo 1000 km percorsi da me (8500 del mezzo) l'automnomia è calata bruscamente. sto aspettando che arrivi la batteria di ricambio. le batterie costano 126€ iva esclisa, cioè 151,2€, come mai tu le hai pagate 180 euro l'una?

Mrleg
09-12-2010, 08:11
Dopo 6 mesi che utilizzavo la moto il mio rivenditore (che poi ha chiuso) mi ha detto che cambiare le 5 batterie mi sarebbe costato 900 €. Il mese scorso ho chiesto a Italiainmoto quanto mi sarebbe costato a cambiarle tutte ma non mi ha ancora risposto. Come fai a sapere che è solo una batteria guasta? Ultimamante mi sono informato sulla vita media delle batterie di questo tipo e tutti mi dicono circa 2 anni. Per la batteria, se non sei troppo lontano da Bergamo, ti consiglio di telefonare Italiainmoto, parlare con Gigi e poi andare di persona a Osio Sopra (BG) a ritirarla ( e... buona fortuna!).
Io ho deciso che non butterò più via nemmeno un euro per questa moto anche perché, secondo me, non ne vale la pena; non ha tenuta di strada (il manubrio trema dai 20 km in su) - gli ammortizzatori non ammortizzano (quando prendo una buca continuo a molleggiare per metri) - il mio freno anteriore, da quando l'ho comprata, è ovalizzato (e non c'è stato modo di farlo sistemare, quindi quando freno la moto salta come un cavallo imbizzarrito - e per ultimo non fa rumore!!! ho rischiato di investire due persone in centro a Bergamo perché non mi hanno sentito arrivare. Probabilmente è ancora troppo presto per l'elettrico, a malincuore tornerò alla benzina.

amos_trooper
16-12-2010, 06:55
io ho trovato le batterie a 138 € l'una da elettricittà in toscana. te le fanno arrivare a casa e puoi fare tutto per mail, e la persona che ti risponde è sempre puntuale e cordiale.

per sapere se hai 1,2,3,4 (ma non tutte e 5) batteria rovinata il procedimento è semplice

carichi so scooter

lo utilizzi fino a quando la centralina taglia l'erogazione e ti blocca a 30 Km/h

a quel punto smonti il cupolino cromato dietro la sella e col tester controlli quanto è il voltaggio

a me dava 12.65V

poi ho controllato col tester sulla presa del caricabatterie dello scooter
a me dava 60.5

a questo punto se tutte le batterie sono buone la somma dovrebbe fare 12.65v x 5= 63.25V

invece io avevo 61.5.

allora ho smontato tutti gli sportellini per fare i check delle batterie e ho visto che una segnava 10V mentre le altre segnavano 12.65V quella che segna 10V ha una capacità inferiore delle altre e quindi è usurata.

se hai una batteria usurata l'autonomia non scende di 1/5 cioè non passi dai 40 a 32, potresti anche passare da 40 a 20, tutto dipende da quanto dura la batteria peggiore che hai. se durasse 10 Km anche con tutte le altre in ottimo stato la centralina taglierebbe l'erogazione di corrente lasciando a piedi dopo 10 km.

riccardo urciuoli
16-12-2010, 21:47
Ho un problema simile sulla mi aEcolà, solo che io non pretendo di venderla...

Quando si usano più batterie in serie andrebbe bilanciata la carica... addirittura in applicazioni come questa andrebbe bilanciata cella per cella!

Non sono mai tutte uguali, e la batteria peggiore comincia a dare problemi anche da nuova se il controller ferma l'erogazione troppo tardi... la batteria meno brillante viene 'caricata' al contrario dalle altre e si deteriora in fretta...

Comunque se sono al litio è incredibile che siano durate 30 ricariche o poco più!

dimenticavo...le mie sono 3 batterie da 45Ah al piombo, 30-40 euro l'una...

amos_trooper
17-12-2010, 07:11
sono al piombo.

in realtà se le batterie hanno la stessa età e sono costruite in modo corretto e sono ugali dovrebbero scaricarsi in modo uguale, tenendo conto che non si possono scaricare fino allo 0%, ma dovrebbero arrivare al 15-20%.

sul libretto uso e manutenzione come manutenzione programmata delle batterie c'è di spostarle ogni 3000 km se non erro. questo perchè essendo in serie una delle 5 potrebbe soffrire di più

con le batterie da 30-40 euro non puoi farci molta strada. peseranno 7-8 kg??? quelle da 45 Ah c/20 erogano 27Ah c/2 e pesano 11,5 Kg 1 costano 140 € circa. il fatto che pesino di più indica che all'interno c'è più materiale e che non sono prprio la stessa cosa.

io ho fatto anche un'altra prova, ho preso una lampadina da 10W da auto che quindi assorbe 0,83 Ahper ogni ora poi ho scaricato da internet la tabella che relazione il voltaggio della batteria con la carica residua.

45Ah (capacità nominale) / 0.83 Ah/h (assprbimento della lampadina) =54 ore
54 ore scarica completa
27 ore scarica 50%
13.5 ore scarica 25%

io dopo 12 ore trovavo su quella batteria 12.36V che indica che la scarica è sotto a 50% invece di 13V ho ipotizzate che la abtteria si fosse scaricata il doppio del dovuto e che quindi la capacità fosse la metà

infatti ho portato la batteria dal meccanica che l'ha testata con un prova batterie che l'ha caricata e testata. mi ha detto che la capacità era al 58%

amos_trooper
25-12-2010, 15:34
il mio scooter è fermo da più di un mese, ho trovato una batteria che non finzionava correttamente e l'ho sostituita, già che c'ero ho fatto un paio di modifiche:

io inserito un cavo "dati"(un cavo a 12 fili di sezione molto piccola) in parallelo sulle batterie in modo da non dover smontare tutto per controllare l'efficienza delle stesse. ora monerò una presa con almeno 6 poli e potrò misnurare col tester lo stato di ogni batteria smontando solamente il cupolino posteriore.

poi, avendo letto più o meno tutto sul forum dei veicoli elettrici, ho deciso di sdoppiare l'ingresso alla centralina in modo da poter collegare un secondo pacco batterie in alternativa a quello standard (praticamente una batteria di riserva)

fatto tutto questo con molta cura, ieri esco per andare a provare se tutto funziona correttamente, e dopo pochi chilometri incontro una pozzanghera che non potevo assolutamente evitare e quindi la attraverso. lo scooter comincia a singhiozzare arrivato a casa ha smesso di funzionare.

allora inizio a fare i controlli del caso.

sul cruscotto ho un led che lampegia in caso di guai, il lampeggio indica "problemi col freno". quando freno, l'erogazione di corrente viene sospesa, dopo aver lasciato il freno l'erogazione riprende.

ho scollegato quindi il trasformatore che porta la tensione da 60 V a 12 per le lampadine, e lo scooter funziona benissimo, a parte che non si accendono più le luci, frecce, e faro del freno.
se ricollego il tutto lo scooter non va( mentre funzionano tutte le luci)

pensavo che potrebbe essere il contatto sul cavalletto laterale, che a sua volta finziona come il freno interrompendo l'erogazione di corrente. qualcuno ha altre idee?

Pioner
25-12-2010, 16:15
Ciao, intanto grazie di tutte le info ch mettete a disposizione nel forum.
Per quel che ho capito il problema del tuo scooter sembra essere nell'inverter 60V-12V.

Comunque un controllo agli switch su freno e cavalletto e d'obbligo. Potrebbero essersi ossidati o chissa altro. Per quel che mi riguarda neutralizzerei quello su freno, ma e solo un parere personale.

amos_trooper
26-12-2010, 22:00
Ciao, intanto grazie di tutte le info ch mettete a disposizione nel forum.
Per quel che ho capito il problema del tuo scooter sembra essere nell'inverter 60V-12V.

Comunque un controllo agli switch su freno e cavalletto e d'obbligo. Potrebbero essersi ossidati o chissa altro. Per quel che mi riguarda neutralizzerei quello su freno, ma e solo un parere personale.

grazie per la risposta. dici che si trova in commercio un inverter 60V-12V?

il mio dubbio resta solo nel fatto che il faro dello stop funziona correttamente (sia frenando che abbassando il cavalletto) quindi ho il dubbio che potrebbero non essere gli switch. comunque le feste sono finite e domani sera ci guardo... e dovrò smontare anche il cruscotto.... mannaggia!!!

amos_trooper
27-12-2010, 12:38
se è vero che non può piovere per sempre è altrettanto vero che quando smette di piovere prima o poi si deve asciugare. stamattina mi sono detto, se il contatto si è asciugato lo scooter dovrebbe ripartire, e infatti così è successo. oggi sono in giro in scooter avitando le ultime pozzanghere. però dovrò metterci mano a sto cavalletto laterale

se qualcuno è interessato vi spiego la modifica per lo sdoppiamento del pacco batterie.

amos_trooper
02-01-2011, 11:30
tra le modifiche che ho fatto ho messoun cavo per fare il chek delle batterie senza dove aprire tutto lo scooter, ho inoltre sostituito una batteria che era usurata.le 5 batterie sono in serie, la nuova è stata messa come ultima( negativo che va in centralina)

la stranezza è che la prima batteria (positivo che va in centralina) ha sempre un voltaggio superiore e che sostandosi lungo la serie il voltaggio diminuisce e la batteria nuova è 0.5 volts inferiore della prima. questa cosa avviene sia in carica che a caricatore staccato.

qualcuno può darmi una spegazione?

stefanoPc
02-01-2011, 22:54
Ciao
La batteria di trazione è raffreddata in qualche modo o riscaldata per esempio dal caricabatteria o dall'inverter?

Ci sono degli elementi piu caldi (riscaldati o in alto ) o piu freddi (raffreddati o in basso).
Le differenze di temperatura possono influire sulla tensione di ricarica e creare le differenze di cui parlavi.
:bye1:

amos_trooper
03-01-2011, 08:14
la batterie sono tutte dentro allo scooter parcheggiato nel box a 4-7 gradi le batterie saranno alla stessa temperatura(tra loro) ma non ho controllato

amos_trooper
10-01-2011, 07:32
ho trovato le batterie litio da 15 Ah 64 V
i dati sono:
tensione max: 73V
tensione min: 40V
corrente max continua 45A
corrente max picco: 70A
Bms incluso

ora, ho un dubbio.

facciamo 2 conti, anche imprecisi, ma giusto per capire alcune cose.

batterie al Pb:
27 Ah c/2

diciamo 20 Ah nelle migliori condizioni.
60V x 20 Ah= 1200Wh
con 1200 Wh percorro 30 Km


batterie litio

15Ah

diciamo che ottengo 15 Ah nell'uso normale dello scooter

64V x 15 Ah=960 Wh
con 960 Wh dovrtei percorrere 25 Km

ora arriva il dubbio:
i 15 Ah si ottengono portando la batteria a 40V, ma questo non è possibile, perchè a 55 la centralina taglia tutto essendo fatta per batterie al Pb.

quanti ampere riuscirò a cavare dalle batterie al litio passando da 73(carica piena) a 55 volts

grazie.

amos_trooper
12-01-2011, 06:46
nessuno riesce a darmi una risposta?

Spuzzete
12-01-2011, 15:12
ho trovato le batterie litio da 15 Ah 64 V
i dati sono:
tensione max: 73V
tensione min: 40V
corrente max continua 45A
corrente max picco: 70A
Bms incluso

Ciao amos,

Secondo me 70A di picco sono pochi. Se non ricodo male la centralina del mio evt 4000e (il motore era da 1500w 48v ) poteva "tirare" 120/150A di picco, quindi ti serve grosso modo il doppio della corrente. Se riesci a "scoprire" le specifiche techiche delle singole celle e del bms magari riesci a smontare il pacco batterie e comporne un'altro (sicuramente va cambiato il bms se le celle sopportano elevate correnti).

:bye1:


Jac

amos_trooper
13-01-2011, 21:50
Ciao amos,

Secondo me 70A di picco sono pochi. Se non ricodo male la centralina del mio evt 4000e (il motore era da 1500w 48v ) poteva "tirare" 120/150A di picco, quindi ti serve grosso modo il doppio della corrente. Se riesci a "scoprire" le specifiche techiche delle singole celle e del bms magari riesci a smontare il pacco batterie e comporne un'altro (sicuramente va cambiato il bms se le celle sopportano elevate correnti).

:bye1:


Jac
l'interruttore di protezione è da 64V 60A (a memoria, però l'ordine di grandezza è quelelo). è possibile che sopporti carchidi da 120 A?

amos_trooper
22-01-2011, 13:53
l'altro giorno sono rimasto a piedi.
la ruota posteriore ha cominciato a fare un rumore di ingranaggi poi si è quasi bloccata.

si sono svitate TUTTE le viti del coperchio della ruota, così lo statore è entrato in contatto col rotore e la ruota si è bloccata.

ora ho rimesso tutto a posto (almeno credo) la ruota gira liberamente però ho un problema:

a ogni giro la ruota ha un "sussulto", sembra che voglia girare al contrario per un istante e poi riprende con il giro normale. come posso sistemare questa cosa?

grazie a tutti quelli che vogliono darmi una mano.

Spuzzete
23-01-2011, 12:31
Ciao amos,

Potresti smontare il motore e postare delle foto dettagliate di statore e rotore?

Probabilmente si è lievemente danneggiato qualcosa.

Ciao,

Jac

amos_trooper
25-01-2011, 12:44
faccio un filmato alla ruota che gira e poi la smonto e posto tutto qui. ma che sfortuna però....

Spuzzete
25-01-2011, 16:04
ma che sfortuna però....

Ciao Amos,

se ti può consolare quando avevo l'EVT 4000e ho bruciato sia motore che controller a causa di un problema di consumo "spazzole" del motore (ai tempi ancora non si usavano i bushless sugli scooter) con spesa non indifferente per cambiarli entrambi.
Mi sento ancora di ringraziare Gattmes che mi diede una mano coi sui preziosi consigli!

Spero che il tuo eventuale danno sia riparabile con molto meno.

:bye1:


Jac

amos_trooper
25-01-2011, 20:13
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img831.imageshack.us/i/cimg1460y.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img690.imageshack.us/i/cimg1461z.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img194.imageshack.us/i/cimg1462ve.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img231.imageshack.us/i/cimg1463w.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img404.imageshack.us/i/cimg1464h.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img151.imageshack.us/i/cimg1465n.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img143.imageshack.us/i/cimg1466.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img839.imageshack.us/i/cimg1467u.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img511.imageshack.us/i/cimg1468.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img842.imageshack.us/i/cimg1469l.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img684.imageshack.us/i/cimg1472l.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img231.imageshack.us/i/cimg1475q.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img51.imageshack.us/i/cimg1476x.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img839.imageshack.us/i/cimg1478u.jpg/)
ImageShack&#174; - Online Photo and Video Hosting (http://img716.imageshack.us/i/cimg1480a.jpg/)

amos_trooper
25-01-2011, 20:35
Ciao Amos,

se ti può consolare quando avevo l'EVT 4000e ho bruciato sia motore che controller a causa di un problema di consumo "spazzole" del motore (ai tempi ancora non si usavano i bushless sugli scooter) con spesa non indifferente per cambiarli entrambi.
Mi sento ancora di ringraziare Gattmes che mi diede una mano coi sui preziosi consigli!

Spero che il tuo eventuale danno sia riparabile con molto meno.

:bye1:


Jac

si mi ricordavo e infatti oggi ho riletto quella discussione.

ho messo le foto ora carico anche il video così vedi qual'è il problema, spiegarlo a parole non è mai semplice

avevo passato la carta vetrata fine sui magneti per cancellare un po' o segni che si erano creati dal contatto tra rotore e statore. oggi però i segni mi sembrano più marcati. potrebbe essere che la ruota si blocca per un contatto?

l'errore riportato dalla diagnostica è "sovraccarico motore", lo stesso errore però mi viene dato anche se accelero senza collegare il motore(allora cosa si sovraccarica???)

http://www.youtube.com/watch?v=ibDsOqMbVis (http://www.youtube.com/watch?v=ibDsOqMbVis)

Spuzzete
25-01-2011, 23:34
Ciao,

ho visto il video e le foto.

Dalle foto non riesco a capire se c'è qualcosa di rotto o bruciato.

Mi sembra tutto a posto.


Dal video che vedo posso ipotizzare un problema ad un sensore di hall (se presente). Hai controllato che tutti i cavi fossero collegati correttamente? Io avevo un brushless sulla bici elettrica e si comportava come il motore nel video, poi mi sono accorto che c'era un falso contatto.

Attendo però le parole dei piu esperti :)

Ciao,

Jac

amos_trooper
26-01-2011, 07:15
come è fatto un sensore di hall?

Spuzzete
26-01-2011, 08:01
Ti metto qualche link così vedi se è il tuo caso

Qui spiega a cosa serve il sensore di hall:

Forum Indipendente Biciclette Elettriche - che cosa è l'hall sensor? (http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=4067)
Simple Electric Motors | How It Works: Hall Effect Motor (http://www.simplemotor.com/hemotor.htm)



Qui ci sono foto e commenti utili:

Forum Indipendente Biciclette Elettriche - sensori hall nel nine (http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=6781)

Forum Indipendente Biciclette Elettriche - FASI IN CORTO???SENSORI DI HALL? MALEDETTI MOTORI! (http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=8503)


:bye1:


Jac

amos_trooper
26-01-2011, 12:53
grazie spuzzete per il tuo aiuto.

OK ho capito quali sono. ce ne sono 6, più un sensore che secondo me serve per la temperatura.

ora come faccio a testarli? sembrano tutti uguali, i cavi sono tutti integri.

Spuzzete
26-01-2011, 13:19
Ciao Amos,

la procedura è scritta qui (seecondo messaggio): http://visforvoltage.org/forum/4194-testing-hall-sensors#comment-28114

hai visto segni di bruciature o danni sui sensori? Magari se c'è scritto anche il codice si riesce a risalire alle specifiche tecniche.

Ciao,

Jac

amos_trooper
26-01-2011, 13:37
nessuna bruciatura visibile, nessun codice e nessun odore di bruciato.

gattmes
26-01-2011, 14:11
difficilmente vedrai bruciature nei sensori (non è roba di potenza, ma di segnale).

Tuttavia... se:

lo statore è entrato in contatto col rotore e la ruota si è bloccata.potrebbe essere che l'attrito ha spellato qualche filo e/o asportato della resina (o quello che è) isolante messa a protezione dei punti di saldatura tra sensore e fili di collegamento. (Vedere zona evidenziata con 3 saldature nella foto allegata)

In tal caso (e verificata l'assenza di interruzioni / tagli) potrebbe essersi rotto anche qualcosa nella centralina: il sensore va alimentato (esempio io ne ho uno che ha 3 fli: +; - ; e segnale di uscita) e se qualche alimentazione ha "toccato" dove non doveva... "puff" (magari banalmente le alim dei vari sensori sono sezionate tramite piccola resistenza: chi ha toccato ha fatto fumare la resistenza e quindi, non essendo + alimentato, non va più...., mentre gli altri vanno correttamente)

Come prima cosa verificherei quindi le zone della foto, poi, con statore (quello con gli avvolgimenti) in mano... proverei ad alimentare il tutto (via centralina...come succede normalmente... e senza accelerare... e non dilungandosi troppo): con un multimetro dovrebbe essere abbastanza facile scoprire quale dei fili (saranno penso gli stessi x ogni sensore) rappresentano le alimentazioni (NB con i puntali non "bucherei" l'isolamento nella zona indicata se non è proprio necessario.... ma cercherei un contatto da qualche altra parte... magari sui connettori d'uscita, ecc.).... quindi vedere se tutti sono alimentati.
Scoperte le alimentazioni, per esclusione si sa anche quale è quello di segnale.... a questo punto o con un magnete (avvicinando ora un polo, ora l'altro)... o ricomponendo lo stesso motore (e facendolo girare) si dovrebbe vedere il segnale sbattere tra 0 e 1 (sempre alimentando da centralina il tutto)

amos_trooper
26-01-2011, 14:55
i 3 fili sono segnati proprio nel punto che hai indicato tu.

i fili sono diversi, 2 di sezione maggiore ai lati (probabilmente l'alimentazione)e uno di sezione minore centrale (probabilmente il segnale)

non so cosa è un multimetro. tester? volmetro? quello che invia un segnale e misura la resistenza (o la continuità del filo)??

Spuzzete
26-01-2011, 15:54
non so cosa è un multimetro. tester? volmetro? quello che invia un segnale e misura la resistenza (o la continuità del filo)??

si un multimetro è un "tester" Multimetro - Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Multimetro)

Quello che ti chiede di fare Gattmes è misurare la tensione che arriva ad ogni sonda per capire se è alimentata o meno.

amos_trooper
26-01-2011, 19:47
si un multimetro è un "tester" Multimetro - Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Multimetro)


io non lo avevo mai chiamato così.

a parte questa piccola digressione, ho capito come misurare la tensione di alimentazione delle sonde, mentre non capisco come misurare la tensione del segnale.

un capo del tester viene collegato al cavo di segnale (ovviamente) ma l'altro puntale dove lo metto? (scusate per le continue domande che per voi possono sembrare banali)

Spuzzete
26-01-2011, 20:48
l'altro puntale va messo a massa.

gattmes
27-01-2011, 09:10
visto che mi sembra di trovare.... terreno fertile... cominciamo a coltivarlo giusto e diversamente dai canonici stereotipi:
tutto ciò che "non si muove", ossia che non è un segnale, o un segnale ripetitivo ossia "una frequenza", in altre parole ciò che rimane costante (o sufficientemente costante per le "frequenze in esame") può essere considerato come RIFERIMENTO, se vogliamo massa, nella misura di segnali (AC) che non sono quindi "fermi".
[ approfondimenti > "Giacoletto" ]

Di conseguenza, per vedere se un segnale si muove, come riferimento può essere preso qualsiasi segnale fermo... nel caso specifico sia il positivo che il negativo di alimentazione (diceva Einstein: tutto è relativo!).
Quel che cambia, usando come riferimento un livello fermo, piuttosto che un altro livello fermo... è una eventuale componente continua, facilmente scorporabile dal segnale o per sottrazione o con altri mezzi (esempio misura in AC piuttosto che DC) e secondo il caso.

Esempio... supponiamo il sensore in esame alimentato a 5V.. Supponiamo anche che il segnale sia di tipo digitale (non analogico) e che assuma un valore uguale al negativo di alimentazione quando a livello logico "0" e un livello a 2/3 dell'alimentazione - e spostato verso quella positiva quando - a "1" (NB li sparo "di fantasia" per fare l'esempio!)
Se noi assumiamo come nostra "massa" il negativo... allora avremo:
1) un filo "-" che è 0V rispetto massa (in quanto è essa stessa: in pratica -per misurare- metto sia il terminale nero che quello rosso del "multimetro" sullo stesso filo! In cortocircuito tra loro!)
2) un filo "+" che è 5V rispetto massa (in pratica -per misurare- metto il terminale nero sulla massa...che è anche il filo "-" e quello rosso sul filo "+")
3) un filo "segnale". Misurando mettendo il rosso su detto filo (e ovviamente il nero su ciò che abbiamo "eletto" a massa, ossia il filo "-") vedremo:
0V quando il segnale è a 0 (per autocitare quanto scritto prima ..che assuma un valore uguale al negativo di alimentazione quando a livello logico "0"...)
3,33.. V (con il segno + se i terminali sono messi come citato) quando a "1" (..un livello a 2/3 dell'alimentazione [.....] a "1"... ). La variazione picco-picco del segnale (componente AC) sarà 3,33 - 0=3,33 Vpp

Se però avessimo eletto come "massa" il filo positivo (per convenzione terminale nero del multimetro su questa massa, il rosso su quanto si misura), allora avremo misurato.
1) -5V (notare il negativo) quando è in misura il filo "-" di alimentazione
2) 0V quando è in misura il filo "+" (essendo la stessa "massa")
3).... vediamo
-5 V quando a livello "0" (in quanto ...assuma un valore uguale al negativo di alimentazione quando a livello logico "0"...)
-1,66 V quando a "1" (in quanto ...un livello a 2/3 dell'alimentazione - e spostato verso quella positiva quando - a "1"...)
La variazione picco-picco del segnale (componente AC) sarà sempre :
(-1,66) - (-5)= 3,33 Vpp
e di norma idem per le altre misure tipiche in AC (esempio valore efficace...)
(NB valori in AC non hanno polarità! Non fate come uno... da tutti stimatissimo [ndr - quasi tutti...] .... ingegnere inglese di mia conoscenza che scrive [verba volant...]... "il tensione" deve avere valori compresi tra -50 mVrms e +50 mVrms... !!!!
Semmai hanno fase, ecc. [quindi si potrebbe interpretare un - o un + in tal senso, ma ci sono espressioni più efficaci, in quanto la fase può assumere sfasamenti ben più variegati di 0 o 180 gradi!])

Se avessimo eletto come massa un livello/filo che per puro caso è 2.5 V sopra il "-" (e quindi -2.5 V rispetto il "+").. magari un riferimento interno della centralina... oppure supponiamo il sensore alimentato in maniera DUALE, in questo caso a +/- 2,5 V....
1) misura del "-".... da -2,5 V; 2) misura del "+" da +2,5 V (da cui alimentazione duale a +/-2,5 V)
3) misura del "segnale": -2,5 V quando a livello "0"; +0,83 V quando a "1"; differenza picco picco (+0,83 V) - (-2,5 V)= 3,33 Vpp

amos_trooper
27-01-2011, 17:40
eccomi, facendo e prove col multimetro ho riscontrato i seguenti dati:

tutti i sensori sono alimentati e rispondono alle sollecitazioni della calamita in modo uguale (5 Volts)

lo statore ha i sensori raggruppati a coppie, diciamo coppia 1,2 coppia 3,4 e coppia 5,6

la copia 1,2 e quella 3,4 è formata da sensori completamente indiendenti, andando a testare per esempio il sensore 3 e eccitando con la calamita il sensore 4 non si hanno risposte dal sensore 3.

la coppia 5,6 funziona diversamente, andando a testare uno dei due e eccitando l'altro si ottiene la risposta di 5V.

potrebbe essere un corto tra i 2 segnali?

sulla coppia 5,6 nonvedo particolari abrasioni o dannegiamenti, non vedo nemmeno dei contatti, ci sono solo i "piedini" un po' scoperti (meno di mezzo decimo di mm, ma comunque si vede un po di piedini).

il problema potrebbe essere direttamente in centralina?

amos_trooper
31-01-2011, 11:11
nessun'altro consiglio?

Spuzzete
31-01-2011, 11:56
la coppia 5,6 funziona diversamente, andando a testare uno dei due e eccitando l'altro si ottiene la risposta di 5V.

potrebbe essere un corto tra i 2 segnali?

sulla coppia 5,6 nonvedo particolari abrasioni o dannegiamenti, non vedo nemmeno dei contatti, ci sono solo i "piedini" un po' scoperti (meno di mezzo decimo di mm, ma comunque si vede un po di piedini).

il problema potrebbe essere direttamente in centralina?


Se te la senti, e con la dovuta cautela io aprirei il controller e darei un'occhiata considerando anche quello che ha detto gattmes:



In tal caso (e verificata l'assenza di interruzioni / tagli) potrebbe essersi rotto anche qualcosa nella centralina: il sensore va alimentato (esempio io ne ho uno che ha 3 fli: +; - ; e segnale di uscita) e se qualche alimentazione ha "toccato" dove non doveva... "puff" (magari banalmente le alim dei vari sensori sono sezionate tramite piccola resistenza: chi ha toccato ha fatto fumare la resistenza e quindi, non essendo + alimentato, non va più...., mentre gli altri vanno correttamente)

:bye1:

Jac

amos_trooper
03-03-2011, 14:53
basta, sono bloccato. chiamo la persona che ho conosciuto all'eicma che presentava l'xspin. tra l'altro la tec.o è a 10 minuti da casa mia.
a presto ulteriori aggiornamenti

amos_trooper
19-05-2011, 19:20
siamo a maggio, ho trovato i sensori di hall!!! devo andare a monza a prenderli quado arriveranno. poi vi faccio sapere. speriamo bene!!!

non vi avevo aggiornato: il motore ha 6 sensori posizionati a coppie. una coppia non funziona correttamente, cioè eccitando uno con un magnete rispondono in coppia.

Pioner
22-05-2011, 23:15
Grazie dell'info sul numero dei sensori Hall!

Da parte mia posso dirti che al mio Zefiro 1500W ho installato una centralina Kelly Controller KBL 72101 con recupero energia cinetica. Risultato? Nel percorso collinare ho raddoppiato l'autonomia!

amos_trooper
31-05-2011, 15:15
hai avuto problemi con i cablaggi o hai solo inserito la spina e via?
la centralina è programmabile?
tra oggi e sabato mi arriveranno i sensori, poi li cambio... speriamo bene

Pioner
01-06-2011, 09:29
Non è così immediato cambiare la centralina ma niente di impossibile! Come switch per attivare il recupero energia ho usato quello della leva freno posteriore scollegato dall'impianto elettrico originale.
Se interessa posso dare più informazioni su come ho proceduto.

La programmazione via Pc è semplice nella procedura, un pò meno nell'interpretare il significato delle varie opzioni

amos_trooper
28-06-2011, 11:26
mi hanno sostituito i sensori di hall. loil motore gira ancora male. ho smontato la centralina ma non trovo segni di bruciature e componenti rotti. altre idee?

miki67
31-07-2011, 21:51
salve a tutti.ho uno scooter elettra 2500w.mentre caricava le batterie,ho sentito uno scoppio che proveniva,appunto dal carica batterie.l'ho smontato e ho constatato che un transistor e brucciato.siccome i produttori di questi carica batterie hanno avuto la ,,brillante" idea,di cancellare le sigle di quasi tutti componenti,non so che transistor aquistare.se qualcuno puo aiutarmi...grazie!

sensazionale
02-09-2011, 20:40
:bored:
Grazie a tutti per i vostri commenti.
Ero in procinto di acquistare un Elettra 2.500 watt piombogel,usato pochissimo.

Sembra perfetto,ma dopo aver letto le vostre esperienze credo proprio che lascerò perdere....
Tra l'altro vivo a Bolzano e l'assistenza è inesistente.
In ogni caso penso che punterò ad un Tikey usato.
Vedremo...
Buona serata!:bye1:

Mau

jumpjack
12-10-2012, 14:23
a un anno di distanza come vanno le esperienze sull'Elettra 2500W?

Pioner, ci racconti come si cambia una centralina?

jumpjack
12-10-2012, 14:31
Il manuale della centralina Kelly (http://www.oblibene.biz/userdata/shopimg/elektrolode/file/KBL%20User%20Manual.pdf) dice:


Please place precharge resistor on any breaker! It can cause damage without it!!!

Tre punti esclamativi cinesi :) devono significare qualcosa di davvero importante!

Questa "precharge resistor" sarebbe la resistenza "antiscintilla" di cui parlavamo altrove?

bonkers_corp
12-10-2012, 19:36
il problema dell'accensione è presente in tutti i circuiti in cui vi sono condensatori, soprattutto di considerevole capacità come nelle centraline dei mezzi elettrici. Quando il veicolo è spento, i condensatori si scaricano. Se lo accendi, i condensatori scarichi causano un picco di assorbimento ENORME, perché da scarichi agiscono alla stregua di un corto. Dunque serve qualcosa che limiti il picco per non danneggiare gli altri componenti elettronici.
Una resistenza di precarica è una resistenza che assolve a questo scopo. Può essere usata una normale resistenza di adeguate dimendioni con un inserimento controllato da apposito circuito, o più semplicemente un termistore (una resistenza che varia a seconda della temperatura: da fredda limita iò passaggio di corrente e dunque lo "spike" di assorbimento generato dai condensatori; quindi si scalda e lascia passare tutta la corrente che serve al mezzo per andare).

jumpjack
12-10-2012, 20:53
ma allora perchè non la montano di serie sulle centraline?!? Anzi, visto che si tratta di aggiungere UN componente, potrebbero aggiungerne invece due o tre e temporizzare la resistenza: il circuito aumenterebbe di 3 euro il costo della centralina a dire tanto!

Oppure lo fanno apposta per farle rompere prima possibile?...

matita
21-10-2012, 16:47
Ciao a tutti è un pò che cercavo un forum in cui si parlasse dell'elettra. Volevo confrontarmi con altri proprietari perchè a me purtroppo è andata molto male ed il rivenditore continua a ribadire che sono un caso isolato. il mio scooter è un elettra 2500, ha circa un anno e mezzo e mi ha costretto ad andare dal rivenditore parecchie volte, tutte riparazioni gratuite, ma che di certo infastidiscono per la perdita di tempo. Comunque rimanendo ai difetti più gravi dopo 10 mesi mi hanno sostituito le batterie a causa della forte perdita di autonomia, gratuitamente per fortuna, il costo si sarebbe aggirato sui 500€. L'attesa per l'arrivo delle batterie è stato di tre mesi, dopo un mese e mezzo si ripresenta in forma + lieve il problema, dei 45/50 Km ne fa solo 30. Mentre faccio una curva detallona la gomma posteriore. Lo scooter sbanda ma riesco a mantenerlo dritto e per fortuna io e la mia compagna non cadiamo. Ho saltato per brevità altri incovenienti accaduti. So per certo di un altra persona che ha avuto a distanza di un anno problemi alle batterie con uno scooter dello stesso modello. Siamo gli unici? Di voi chi l'ha comprato che esperienza ha avuto?

matita
21-10-2012, 16:58
Moto nuova novembre 2008 autonomia 38 km (e non 68)
novembre 2009 (3000 km percorsi) autonomia 28 km
novembre 2010 (6000 km percorsi) autonomia 7 km
batterie da sostituire al costo di 900 €.:cry:
Dopo due anni e 3000 € spesi la moto è da buttare.
Spero che abbiano migliorato gli ammortizzatori perché con la mia quando prendo delle buche mi sembra di essere tornato in sella alla mia biciclettina Saltafoss!!!
Assistenza da brivido!

Ciao, io ho comprato lo scooter elettra 2500 da un anno e 1/2, svariati problemi tra cui le batterie, sugli ammortizzatori hai pienamente ragione. Ho messo un post in merito alla fine della discussione. Comunque cercherò in ogni modo di farmi rimborsare, sopratutto ora che leggo i vostri post e capisco ceh non è un caso isolato.

Spuzzete
22-10-2012, 21:52
Può essere usata una normale resistenza di adeguate dimendioni con un inserimento controllato da apposito circuito, o più semplicemente un termistore (una resistenza che varia a seconda della temperatura: da fredda limita iò passaggio di corrente e dunque lo "spike" di assorbimento generato dai condensatori; quindi si scalda e lascia passare tutta la corrente che serve al mezzo per andare).

Ciao Bonkers-corp,

qui mi trovi in disaccordo. Il sistema da te citato può essere usato su una bici elettrica. Su uno scooter elettrico invece, dove le potenze in gioco sono elevate si usa solitamente, visto che è già presente un dc/dc per ottenere i 12v dell'impianto luci, un teleruttore che è attivato/disattivato dall'interruttore a chiave.

bonkers_corp
22-10-2012, 22:37
Probabilmente hai ragione, è una soluzione migliore. E a pensarci bene, sul mio mezzo credo che funzioni così... :spettacolo:

matita
23-10-2012, 16:43
Ciao,
ho bisogno di una delucidazione. Sono alle prese ancora con problemi di batterie. Le batterie sono piombo gel. Dopo averle sostituite due mese fa L'Elettra fa 28/30 km invece dei 45/50 previsti. Il rivenditore dice che l'autonomia raggiungerà i 45/50 km dopo 35/40 cicli di ricarica, qualcuno sa valutare la bontà di tale affermazione?
Grazie.

Spuzzete
23-10-2012, 16:51
Il rivenditore dice che l'autonomia raggiungerà i 45/50 km dopo 35/40 cicli di ricarica, qualcuno sa valutare la bontà di tale affermazione?
Grazie.

Che io sappia questo fenomeno non si verifica per nessuna batteria. In particolare le batterie al piombo sui veicoli elettrici hanno un decadimento rapido rispetto ad altre applicazioni per via delle correnti di carica e di scarica elevate.

Si può tentare un recupero della capacità originale con scariche e ricariche a bassa corrente e desolfatori. E' un procedimento che richiede tempo e non sempre funziona.

Consiglio sempre, se si ha la possibilità economica, di passare alla chimica al litio, l'investimento è un po' piu costoso ma ne vale la pena, si ripaga nel tempo.

matita
23-10-2012, 17:02
Che io sappia questo fenomeno non si verifica per nessuna batteria. In particolare le batterie al piombo sui veicoli elettrici hanno un decadimento rapido rispetto ad altre applicazioni per via delle correnti di carica e di scarica elevate.

Ti ringrazio,
in sostanza mi dici che continua a prendermi per il naso (per usare un eufemismo). Bene a sapersi.

jumpjack
23-10-2012, 17:13
Io ho sentito dire che le batterie al litio richiedono un delicato rodaggio iniziale prima di raggiungere l'autonomia massima.
Ma in compenso ho anche scoperto che le autonomie dichiarate dai costruttori si riferiscono, implicitamente, a velocità di 40 km/h...
In generale, bisogna sempre considerare come "reale" il 70% dell'autonomia dichiarata dai costruttori.
Se poi ci aggiungi che NON si devono scaricare le batterie al 100%, diciamo che si può arrivare a considerare valida come autonomia utile il 40% di quella dichiarata.
Quindi, se te lo hanno venduto per 50 km, diciamo che puoi contare su 20 liberamente utilizzabili senza sfasciare le batterie...
Se riesci a farne 35 vuol dire che stai scaricando troppo le batterie, e dureranno meno di due anni.

Un altro modo per stimare l'autonomia reale di uno scooter è considerare consumi di 40 Wh/km per cinquantini da 90 chili e 60 Wh/km per 125cc-equivalenti da 150 kg, e dividere il contenuto della batteria (3000 Wh?) per questo valore: 3000/40=75, 3000/60=50

matita
23-10-2012, 17:24
L'Elettra è 2500 W. Mi hanno detto 400 cicli di ricarica, 3/4 anni di durata, mi sento preso in giro da quel che mi dici e non mi piace affatto. Come possono pubblicizzare sul sito stime non veritiere? Vi ringrazio comunque, ero partito con molto entusiasmo ma devo dire che ora sono molto deluso...

jumpjack
23-10-2012, 17:36
La durata in anni dipende da quanti chilometri fai al giorno...
Se un ciclo al 100% corrisponde a 50 km, NON puoi fare 50 km al giorno, ma al massimo 25-30.
Se ti servono 25 km al giorno, 400 cicli al 100% (cioè 800 ricariche del 50%) ti garantiscono 800 giorni di vita delle batterie, cioè 2 anni e spicci.
Si porebbe usare questa formuletta:
giorni totali = cicli * autonomia / km giornalieri

All'inverso:
km giornalieri = cicli * autonomia / giorni totali

Quanti km al giorno posso fare per far durare la batteria 4 anni?
giorni totali = 4x300=1200 (supponendo solo i giorni lavorativi)
cicli = 400
autonomia = 50

km giornalieri = 400 * 50 / 1200 = 17 km

Se però in realtà una batteria ti dà al massimo 35 km, il calcolo dà 12 km/giorno.

Qualcuno ha voglia di verificare?

Spuzzete
23-10-2012, 17:37
@ matita

purtroppo è così per tutti gli scooter che montano batterie al pb.

Questi concetti sono spiegati molto bene nella nostra FAQ batterie http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/3149199-batterie-faq-frequently-asked-questions.html

In pratica la capacità effettiva (NB diversa da quella nominale) degli accumulatori al pb in particolare dipende da quanti Ampere si "tirano". Piu sono gli Ampere meno è la capacità effettiva della batteria. Questo comporta inoltre in degrado della batteria con un accorciamento dei cicli di ricarica e diminizione progressiva (talvolta drastica) dell'autonomia (o capacità).

La chimica al litio, in particolare Lifepo4 non presenta queste problematiche. E' studiata/realizzata per scariche continue ad 1-3C (a volte anche di piu), in paragone le pb sono dimensionate per un quinto-un decimo di quei valori.

Spuzzete
23-10-2012, 17:40
Qualcuno ha voglia di verificare?

Se parli di batterie al pb sono d'accordo.

Se parli di Lifepo4 le cose sono assai diverse, ed in meglio, molto meglio.

matita
23-10-2012, 17:49
Grazie per le delucidazioni,
sottolineo comunque che non mi sembra corretto non spiegare queste dinamiche garantendo 50 km di autonomia su un piombo gel.
Meglio che mi fermo qui con le considerazioni...
Buona serata.

Spuzzete
23-10-2012, 18:03
Matita,

hai tutte le ragioni per essere frustrato/a col venditore.

Lo scopo di questo forum è informare per evitare situazioni spiacevoli come è successo a te.

Il venditore è quello di Milano? Se si avevo acquistato uno scooter elettrico da lui circa 6-7 anni fa. L'autonomia era calata come è successo a te su entrambi i pacchi batterie (ne avevo due) dopo un po' di ricariche/scariche. Se vuoi maggiori dettagli scrivimi in privato.

jumpjack
23-10-2012, 18:11
Se parli di Lifepo4 le cose sono assai diverse, ed in meglio, molto meglio.
parlavo della formula. dovrebbe andare bene per qualunque batteria, basta che in CICLI... metti il numero di cicli previsto!
Credo che sia le litio che le piombo non amino essere scaricate a fondo.

jumpjack
23-10-2012, 18:16
Grazie per le delucidazioni,
sottolineo comunque che non mi sembra corretto non spiegare queste dinamiche garantendo 50 km di autonomia su un piombo gel.
E che spiegazioni vuoi che ti diano? Mica lo sanno che cosa ti stanno vendendo... :closedeyes:

Spuzzete
23-10-2012, 18:22
basta che in CICLI... metti il numero di cicli previsto!
Credo che sia le litio che le piombo non amino essere scaricate a fondo.

Ehm...non funziona proprio così.

I cicli "previsti"..dipendono anche dal DOD (depth of discharge), quindi se una lifepo4 è data a 2000 cicli all'80% DOD, se scarichi meno dell' 80% gli allunghi la vita, ovvero aumentano i cicli di scarica.

Ci sono troppe variabili d'uso per stabilire una formula, soprattutto sulle batterie al litio, che sono usate da pochi anni sui veicoli elettrici, l'esperienza pratica è ancora troppo poca.

Nessuna batteria "ama" essere scaricata al 100%. La differenza tra pb e lifepo4 è che le lifepo4 tollerano scariche fino all'80% della capacità senza danneggiarsi e/o perdere capacità rapidamente. Mentre sulle pb se scaricate all'80% DOD la perdita di capacità è avvertibile in modo molto piu rapido.

jumpjack
23-10-2012, 18:22
Vedo che non indicano la capacità delle batterie, quindi tocca estrapolarla...

caricabatterie dedicato 10Ah/60V
Tempo di ricarica: 5 ore (versione al silicone)

10x60x5=3000 Wh

3000 Wh / 2500 W = 1,2 ore

1,2 h x 45 km/h = 54 km

In teoria "ci starebbe"...

Pero' possiamo ipotizzare che le 5 ore non siano tutte di ricarica, perchè in genere l'ultima ora viene usata per bilanciare/sistemare le batterie; per di più il rendimento immagino non sia del 100% ma del 90%; quindi, 0.9 * 4 ore = 3,6 ore di "energia";
10x60x3,6 = 2160 Wh

2160/2500 = 0,864 h

0.864 x 45 = 39 km

E' un po' più plausibile.

Ma sulle batterie c'e' scritta la capacità?

jumpjack
23-10-2012, 18:24
Ehm...non funziona proprio così.

I cicli "previsti"..dipendono anche dal DOD (depth of discharge), quindi se una lifepo4 è data a 2000 cicli all'80% DOD, se scarichi meno dell' 80% gli allunghi la vita, ovvero aumentano i cicli di scarica.
Infatti l'ho scritto all'inizio del post; non considerare mai più del 50% dei km di autonomia dichiarata.

jumpjack
23-10-2012, 18:31
Ah, ho trovato le specifiche delle batterie:
N° 5 al Gel di Silicio da 12V /27 Ah
Elettra 2500 Watt (http://www.scooterelettricimilano.com/index.php?option=com_igallery&view=igcategory&id=13&Itemid=16)

5x12x27=1620 Wh

Addirittura meno della mia peggiore stima!!!

Il mio scooter da 1500W/85kg con 1440 Wh (24Ah/60V) fa 43 km reali (33 Wh/km) andando a 40 all'ora, intorno ai 35 andando a 50-60 (41 Wh/km).
Con questa batteria quindi farebbe 50 km o 40 km... se pesasse 10 kg come la mia, ma invece credo pesi una cinquantina di chili...

Matita, ma i 35 km a che velocità li fai?

matita
23-10-2012, 19:53
jumpjack (http://www.energeticambiente.it/members/jumpjack.html) il link è quello "giusto" per farci capire. La velocità pubblicizzata è di 70km/h, con le prime batterie arrivava a circa 63 km/h con le attuali 55km/h. Non ne faccio 35 ma 30 di km di autonomia. Pensa che al momento è dal rivenditore perchè la ruota dietro ha pure stallonato e a momenti io e la mia compagna andavamo per terra. Comunque sto discutendo per farglielo riprendere. Altra chicca, tempi di ricarica sulle 8/9 ore.

matita
23-10-2012, 19:56
Matita,

Se vuoi maggiori dettagli scrivimi in privato.

Come faccio per scriverti in privato?

jumpjack
23-10-2012, 20:00
Non ne faccio 35 ma 30 di km di autonomia.
Purtroppo "dimenticano" sempre di dire che se uno scooter va fino a 60 all'ora e ha autonomia fino a 60 km... le due cose non sono contemporanee!
Per il messaggio privato, clicca sul nick dell'utente.

ccriss
24-10-2012, 10:38
Matita, purtroppo anche tu sei entrato a far parte dei delusi del piombo e ti assicuro che sono parecchi. Se leggi in giro per i vari post si va dai 3.000Km ai 9.000Km, oltre mi sembra ce ne sia uno solo a vantare il superamento dei 10.000 e ancora un buon rendimento.
Se parti con delle batterie da 27AH x 60V ed uno scooter che "ambisce" a fare i 70Kmh di tachimetro (reali saranno 65Kmh se va bene), l'aspettativa di vita delle batterie secondo me parte male, considera che a spanne per andare alla velocità max consumerai tra i 35A e i 45A, le batterie hanno 27AH che nel caso delle piombo si traduce sempre a spanne in un 20AH reali, da qui si deduce un'autonomia di 40Km (20AH/35A*70Kmh=40km). Se poi hai degli start e stop molto frequenti, fa freddo etc.. allora la tua autonomia scenderà ancora.
Sei mai riuscito a fare piu' di 40Km di autonomia senza andare come una lumaca?

Ci sono scooter che montano batterie al piombo meglio dimensionate, il mio ad esempio aveva ambizioni da 45Kmh e "ben" 40AH di batteria!!
A me quelle batterie sono durate solo 7.000Km, le ho cambiate con delle LiFePO4 quando la mia autonomia e scesa sotto i 20Km, non riuscivo piu' a fare A/R casa - lavoro.


Se ritieni che lo scooter sia buono, ma non mi sembra che tu ne sia felice, potresti valutare l'upgrade a Litio, mettere ancora le batterie al Piombo (a meno che siano gratis) secondo me economicamente non è vantaggioso..

matita
24-10-2012, 12:04
CCriss ti ripondo in privato per darti un'idea della bontà del prodotto...

bonkers_corp
24-10-2012, 14:24
rispondi in pubblico, i forum servono a questo. Se non scadi nell'offensivo e le tue osservazioni sono documentate, non ci sarà alcun problema.

matita
24-10-2012, 14:58
Ciao @bonkers_corp, non sono offensive e posso provare ciò che dico. Dal 3/4° guasto mi sono fatto rilasciare i moduli di riparazione. Non vorrei coinvolgere altre persone, tra l'altro molto gentili e che mi aiutano a capirne di più. Comunque in soldoni ho avuto diversi inconveniente al di là delle batterie che mi fanno optare per non mettere batterie al litio su quello scooter.

ccriss
24-10-2012, 16:45
Posso capire bene Matita rispetto alla esperienza che ha avuto semplicemente perche' ci sono passato anche io. Quando ho ricevuto lo scooter ne ero orgoglioso e sentivo di aver fatto la cosa giusta... Pian piano l'entusiasmo ha lasciato il posto alla delusione. Il rischio è che le persone che provano questa esperienza facilmente passano da promotori a detrattori, anche io ho corso il rischio perche' all'inizio non conoscevo bene le potenzialità reali di questi mezzi se fatti bene.
Bonkers se ricordo bene ha un Lepton che è una specie di carro-armato e macina Km senza problemi (batterie al piombo a parte:))

Quello che secondo me va chiarito sul forum è che i mezzi elettrici di questo tipo sono possibili, ma occorre scegliere bene in partenza, altrimenti diventa un calvario e molti scottati dalla esperienza negativa passeranno questo sentimento negativo bloccando (a ragione purtroppo) l'evoluzione della mobilità verso l'elettrico.

@Matita: scrivi la tua esperienza qui sul forum anche per aiutare altri a fare le scelte giuste. Ogni esperienza in questo campo è utile visto il basso numero di utilizzatori di scooter elettrici

matita
24-10-2012, 17:43
Va bene, cerco di mettere giù la mia esperienza senza enfasi. Premessa, sono vegano e utilizzo una specie di GAS per fare i miei acquisti, quindi pensavo allo scooter elettrico come un ulteriore scelta rispetto ai miei convincimenti. ccriss ha colto nel segno, avevo molto entusiasmo quando ho acquistato circa una anno e 1/2 fa l'Elettra 2500.

Purtroppo in sequenza ho avuto i seguenti problemi, rottura del parafango posteriore per due volte, rottura dei ganci che tengono ferme le batterie, che spostandosi e ballando mi impedivano di richiudere la sella,(due volte sono andato per farle fissare), rottura del fusibile della centralina di servizio, rottura del sensore del cavalletto laterale, rottura del caricabatteria in dotazione, stallonamento della gomma posteriore e infine rottura del cavo contakm,(questi siono i motivi per cui non ci metterò sopra le batterie al litio). Dopo 10 mesi le batterie sono partite, le hanno sostituite gratuitamente anche se la garanzia era di 6 mesi. Ancora adesso però velocita ed autonomia non sono quelle dichiarate. Tutte le riparazioni sono state effettuate gratuitamente e con cortesia, quando chiamo me lo ricordano sempre, ma il punto è, fra 6 mesi quando finirà la garanzia e con le batterie che già danno una autonomia di 30km contro i 45/50 dichiarati chi pagherà?

Dimenticavo, ha un difetto strano, a volte decelera come se mancasse l'alimentazione, ma lo fa senza alcuna causa apparente, a volte quando riparto dopo un semaforo oppure mentre sono su un rettilineo. Quindi sono passato dall'entusiamo dei primi mesi ad essere molto molto deluso e arrabbiato. Ho detto senza enfasi ma non so se ci sono riuscito, comunque la storia è questa. io sono completamente digiuno di conoscenze su circuiti elettrici e affini, quindi mi basavo su quello che leggevo sul sito e che mi è stato detto. AVERVI TROVATO PRIMA!!

jumpjack
24-10-2012, 19:28
Dimenticavo, ha un difetto strano, a volte decelera come se mancasse l'alimentazione, ma lo fa senza alcuna causa apparente, a volte quando riparto dopo un semaforo oppure mentre sono su un rettilineo.
Ci sono 3 interruttori di sicurezza sul mio scooter elettrico: uno per ogni freno, e uno sul cavalletto.
Quello sul cavalletto mi è marcito per colpa dell'acqua, faceva falso contatto e mi spegneva il motore nei momenti più strani. Alla fine ho eliminato sia l'interruttore che il cavalletto.
Uno di quelli sul freno a volte mi scattava perchè non mi tornava del tutto in fondo la leva del freno, ho dovuto metterci un po' d'olio.
La prossima volta che ti "manca il gas" prova a spingere le leve del freno, o a tirare ben su il cavalletto (non facile mentre sei in movimento...).

bonkers_corp
24-10-2012, 22:49
Scusa Matita, di dove sei? Magari qualche smanettone del forum può darti una mano con questi "piccoli disguidi tecnici"...

matita
25-10-2012, 11:36
@bonkers_corp sono della provincia di Milano. A me farebbe piacere conoscersi e bere una biretta insieme e avere anche delucidazioni in + ma non ho intenzione di tenere questo scooter. Ho comprato un bene che mi ha dato + problemi che giovamento. In un futuro, ma con molta calma e molta + attenzione e forte di questa esperienza vorrei tornare ad un elettrico, ma prima di un acquisto è sicuro che passerei dal forum a chiedere un parere.

elettra-2500
02-04-2013, 21:55
buonasera a tutti,

sono possessore di un' Elettra 2500 con autonomia di max 10 km,
italiainmoto che aveva la sede a pochi km da bergamo ha chiuso, quindi chiedo per cortesia aiuto a chi mi può spiegare come accedere al pacco batterie e rimuoverle per poterle eventualmente sostituire.

jumpjack
03-04-2013, 08:56
italiainmoto che aveva la sede a pochi km da bergamo ha chiuso
Eccone un altro che se ne va...
Me rimarra' soltanto uno? (cit.) ;-)

GianniTurbo
03-04-2013, 11:39
oxgen ha chiuso..

elettra-2500
18-04-2013, 15:36
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

ciao Baciccia71, per cortesia mi puoi dire come fare per rimuovere le batterie dell'elettra 2500 ?
grazie.

matita
04-05-2013, 08:05
Ciao,
leggo di altra gente con elettra 2500 le cui batterie durano poco. Dalla mia esperienza e con le informazioni che mi hanno dato gli amici del sito posso dirvi che le batterie piombo gel dell'elettra sono una fregatura, durano meno di un anno. Il primo anno ho preteso dalla mad motor la sostituzione gratuita. A maggio lo scooter fa due anni e siamo punto e a capo con il problema batterie. Per non buttare tutto lo scooter, (che avevo comprato per inquinare meno, che fregatura!!), chiederei se qualcuno conosce un luogo in MIlano e provincia in cui ci sia gente COMPETENTE per chiedere un preventivo per adattare lo scooter e sostituire le batterie con quelle al LITIO, e se questa operazione valga la pena.
Un saluto a tutti.

riccardo urciuoli
04-05-2013, 09:45
Matita di competenti in giro ce ne sono ma, a meno che siano centro assistenza dello scooter specifico, pagheresti uno sproposito... per agire su una singola trasformazione è da valutare il 'fai da te' magari assistito!

In zona Milano ci siamo io Criss e altri del forum, se hai un minimo di manualità e di spazio per lavorare potremmo darti una mano, sia a distanza che dal vivo (io) se sei in zona Milano est.

Non conosco lo scooter, ma in generale l'upgrade è sempre possibile, si tratta di capire quanta circuiteria aggiuntiva c'è da fare.
Se decidi in tempi ragionevoli (tipo 1-2 settimane) puoi accodarti al mio imminente ordine di batterie litio, le pagheresti meno sfruttando il mio acquisto 'pesante', ma dovresti poi venire a prendertele a Pessano...

jumpjack
04-05-2013, 22:08
Ciao,
leggo di altra gente con elettra 2500 le cui batterie durano poco. Dalla mia esperienza e con le informazioni che mi hanno dato gli amici del sito posso dirvi che le batterie piombo gel dell'elettra sono una fregatura, durano meno di un anno.
E' assurdo ma è normale: durano meno di un anno se le scarichi ogni volta completamente, perchè è possibile farlo solo 200 volte, 300 ad essere fortunati.

Se vuoi che durino invece 1000 (mille) scariche complete... devi fare scariche INcomplete: cioè, se scarichi le batterie solo per il 33% per 3 volte di seguito (però ricaricandole ogni volta), è come se avessi fatto una scarica completa del 100%... ma in questo caso potrai farlo 1000 volte invece che 200! (a causa di complicati fenomeni fisici).

Mi spiego meglio:
se una ricarica ti permette di fare, che so, 60 km, se usi le batterie per fare solo 20 km per volta e poi le ricarichi, dopo 3 volte (3x20=60) è come se le avessi scaricate completamente. Però in questo modo non si rovinano, e quindi riuscirai a fare queste "scariche complete spezzettate" ben 1000 volte (=60.000 km) invece che 200 (=12.000 km).

NOTA DI MODERAZIONE: la parte in rosso è una considerazione non supportata in maniera rigorosa, e infatti si contraddice anche in italiano (per fare 1000 scariche complete devi fare scariche INcomplete -??)
Invito gli interessati a documentarsi e leggere la FAQ sulle batterie
http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/3149199-batterie-faq-frequently-asked-questions.html (http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/3149199-batterie-faq-frequently-asked-questions.html)

Tutta questa manfrina si chiama "Profondità di scarica", in inglese "Depth of Discharge" o DoD.
Ma chi vende scooter elettrici NON lo sa!!!:cry:

GianniTurbo
04-05-2013, 22:20
o se lo sa non lo dice senno non venderebbe scooter...

Spuzzete
04-05-2013, 22:30
Mi spiego meglio:
se una ricarica ti permette di fare, che so, 60 km, se usi le batterie per fare solo 20 km per volta e poi le ricarichi, dopo 3 volte (3x20=60) è come se le avessi scaricate completamente. Però in questo modo non si rovinano, e quindi riuscirai a fare queste "scariche complete spezzettate" ben 1000 volte (=60.000 km) invece che 200 (=12.000 km).

Fermi un attimo.

Stiamo parlando di dati reali o di teorie sulla carta?

Perchè io, col mio scooter elettrico evt4000e con batterie al piombo non ho mai superato i 10.000 km per pacco batterie (ed avevo 2 pacchi batterie, di cui uno completamente nuovo quando l'ho acquistato). Ricaricavo al lavoro ed a casa, percorrendo circa 10-12km a tratta. Quindi anche con ricariche come dici tu non si ottengono miracoli, anzi le cose non cambiano molto. Magari si riescono a fare 1000-2000km in piu, ma li conosciamo tutti ormai i difetti delle batterie al piombo sui veicoli elettrici.

Non per contraddirti in toto ma vorrei vedere un po' di dati per credere a quanto scrivi...e parlo di dati reali, persone che hanno usato il tuo "metodo" ed hanno riscontrato quel che affermi.

jumpjack
05-05-2013, 09:35
Non per contraddirti in toto ma vorrei vedere un po' di dati per credere a quanto scrivi...e parlo di dati reali, persone che hanno usato il tuo "metodo" ed hanno riscontrato quel che affermi.
Vorrei vederli anch'io... ma in mancanza, mi devo accontentare del classico datasheet delle batterie al piombo:
30097

Per l'appunto questo è proprio il datasheet dell'etropolis, che sono già meglio di quelle del Birò, e ancora meglio di quelle che ho io nel mio impoanto fotovoltaico, che al 100% fanno 200 cicli.

Dettaglio:
30098

Le batterie dei miei pannelli (a memoria mi ricordavo questi valori, quando ho scritto il post sopra):
30099

Spiegazioni:
Confronto tra batterie al piombo | Jumping Jack Flash weblog (http://jumpjack.wordpress.com/2012/12/01/confronto-tra-batterie-al-piombo/)

Spuzzete
05-05-2013, 14:44
Vorrei vederli anch'io... ma in mancanza, mi devo accontentare del classico datasheet delle batterie al piombo:

Mi dispiace ma non è assolutamente sufficiente. I datasheet delle batterie al piombo li conosciamo tutti e da NESSUNA PARTE viene minimamente menzionato il fenomeno da te citato.
Tanto più che non riesci a fornirmi un esempio (e te ne chiedo uno solo anche se per avere valenza scientifica c'è bisogno di replicare il fenomeno) che dia riscontro della tua "teoria", devo dedurne che quel che dici non è la realtà. Infatti la maggior parte degli utenti che ha scooter al piombo supera a malapena i 10.000km, mi vorresti dire che tutti scaricano le batterie all'80% ogni volta??

riccardo urciuoli
05-05-2013, 17:44
io ho già provato recentemente a fargli capire l'errore, ma Jump non recepisce...

Ok, devo ammettere che le batterie in questione sono particolarmente avvantaggiate da DOD bassi, provo a cercare ma non sono tutte così.
Altra annotazione, come ho detto altrove i grafici sono riferiti a ricariche 'ideali' in laboratorio, di batterie singole...sicuri che caricabatterie e bilanciamento funzionino bene come oggetti da laboratorio?

Ma anche volendo ipotizzare che i grafici dicano il vero Jump non hai capito una cosa che a me sembra basilare... il DOD non è un numero di fantasia, scaricare al 33% vuol dire usare 1/3 degli Ah e quindi NON fai 60km sia al 100% che al 33%!

Quindi, visto che l'hai messo anche in firma e in ambito scientifico si possono avere convinzioni diverse ma almeno i conti bisogna farli giusti...rifacendo il conto giusto, il miracolo già si ridimensiona:

dando per esatto il tuo numero (60km con DOD al 100%) il conto si fa così, e se non sei d'accordo vedi di motivarlo in maniera sensata; uso i numeri del data-sheet e non quelli dei tuoi pannelli che non c'entrano:

DOD 100%: max 450 ricariche -> 450x60= 27000 km
DOD al 30%: max 1800 ricariche -> 1800 x 60 x 30/100 = 32400 km

Il vantaggio c'è ma non è di 1 a 5, e tra l'altro entrambi i modi di uso danno risultati TEORICI ben maggiori di quello che tutti i possessori riscontrano.

Forse ammetterai anche tu che i 60000km che ti vengono al 30% sono troppo inverosimili....

matita
06-05-2013, 08:42
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Ho il box come spazio, ma purtroppo nessuna competenza. Vorrei capire prima di decidere il costo, tra l'altro io sono di Trezzano sul Naviglio, abbastanza distante. Volevo pure andare ad elettrocity a chiedere, ELETTROCITY (http://www.elettrocity.com/), ha aperto a Milano in vi a foppa 49, poi ho visto che espone anche il rivenditore del mio scooter e mi è venuto qualche dubbio sulla bontà del posto. Non so come valutare la situazione.

jumpjack
06-05-2013, 09:26
Mi dispiace ma non è assolutamente sufficiente. I datasheet delle batterie al piombo li conosciamo tutti e da NESSUNA PARTE viene minimamente menzionato il fenomeno da te citato.
??????
!!!!!


Tanto più che non riesci a fornirmi un esempio (e te ne chiedo uno solo anche se per avere valenza scientifica c'è bisogno di replicare il fenomeno) che dia riscontro della tua "teoria"
mia teoria"????
non ho capito se sei serio o se mi prendi per i fondelli, quindi non posso risponderti.
la spiegazione nel mio post precedente è più che sufficiente per capire come funziona e come si usa una batteria.

jumpjack
06-05-2013, 09:33
DOD al 30%: max 1800 ricariche -> 1800 x 60 x 30/100 = 32400 km


Sbagliato.
Il calcolo esatto è:
1800x 60=108.000
Cercate da qualche parte la definizione di ciclo di scarica


NOTA DI MODERAZIONE: la parte in rosso è una considerazione non supportata in maniera rigorosa

Invito gli interessati a documentarsi e leggere la FAQ sulle batterie
http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/3149199-batterie-faq-frequently-asked-questions.html (http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/3149199-batterie-faq-frequently-asked-questions.html)

Spuzzete
06-05-2013, 13:45
mia teoria"????
non ho capito se sei serio o se mi prendi per i fondelli, quindi non posso risponderti.
la spiegazione nel mio post precedente è più che sufficiente per capire come funziona e come si usa una batteria.

No sono serissimo.

Nel tuo post non ci sono spiegazioni scientifiche a parte "a causa di complicati fenomeni fisici".

Non c'è nessun riferimento scientifico, nè teorico nè pratico, se non al tuo blog.

Nei datasheet ci sono solo quei grafici the tu interpreti a modo tuo.


Lo so benissimo come funziona una batteria,soprattutto le ricaricabili, ne ho usate, testate, riciclate e rigenerate a centinaia, tu puoi dire lo stesso?

Non ho MAI riscontrato il fenomeno da te citato nella mia esperienza pratica. Ti ho dato la possibilità di fornire prove concrete, ma ti arrocchi sulle tue posizioni senza fornire nulla di concreto. Non c'è nessuno ad oggi che abbia riscontro di quel che affermi.

riccardo urciuoli
06-05-2013, 19:10
Ho dovuto dare infrazione a Jumpjack, e nel frattempo ho aggiunto un post alla FAQ sulle batterie.

Direi di tornare al tema del 3d e approfondire altrove le conoscenze sulle batterie.

ccriss
23-09-2013, 20:56
La elettra 2500W non è un L1, ma un L3 pero' visto che questo thread già esiste ho pensato di mettere questo bel video

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=MOLhWsWaKPY
Si tratta della trasformazione della Elettra 2500W al litio con ben 21 celle Winston da 40AH che ho spostato dal vecchio scooter

Qui se volete trovate altre info sull'attività in corso
Il blog di Ccriss: Elettra 2500W (http://eco-mobilita.blogspot.it/search/label/Elettra%202500W)Non è ancora stato messo in strada, ma funziona, e questo per me è già un gran piacere :spettacolo:

Pioner
24-09-2013, 11:47
Complimenti Ccriss!
Nelle foto che hai postato ho rivisto pari pari quello che anch'io feci 2 anni fa' sul mio Zefiro 1500W..
Lo scooter è quindi uguale esternamente al tuo ma con freno posteriore a tamburo e motore 48V 1500W..

Nel frattenpo ho superato la percorrenza di 13'000 Km con grande soddisfazione e pochissimi inconvenienti!

Sono molto soddisfatto di quanto ottenuto e mai e poi mai tornero' a un 50cc a benzina, poco ma sicuro!!

Certo avessi un motore 2500W e 75 Kmh sarebbe per me il top!
Comunque la strada che ho intrapreso è grandiosa:
batterie a Litio, centralina Kelly con regen, bms capacitivo, costi di esercizio irrisori, consumo disco tamburo e pastiglie inesistente!!

Appena le Pb vi tradiscono mandatele al posto che meritano, museo della scienza reparto tecnologia secolo '800 !!

Le mie Litio sono 16 celle LiFePo4 60Ah Winston.. fantastiche!!
130 Km automia in collina/montagna ( e io peso sui 90 Kg )

Un ringraziamento particolare a Ermanno della Lukas 2 che grazie al suo sistema di raffreddamento ad aria del motore ho risolto i problemi di affidabilita'.

ccriss
24-09-2013, 21:27
Complimenti Pioner... Un bel risultato il tuo con conferma,se mai ce ne fosse bisogno , che le LiFe sono un altra storia e aggiungo, finalmente di successo.
In effetti le mie 20celle hanno 2 anni di utilizzo e 17.000Km sulle spalle, adesso alle spalle hanno anche un vecchio scooter che ha fatto un po' il suo corso. Con l'elettra spero di fare almeno altri 20.000Km.
La particolarità di questo Elettra è il fatto che funziona su 6 fasi, sono curioso di capire che consumi ha, visto che vanterebbe una efficienza del 92%. Piu' avanti faro' dei bei grafici con i dati che logghero'.
Vi aggiorno presto

P.S.: Presto lo scooter inziera a girare, devo solo fare l'assicurazione

Pioner
25-09-2013, 11:05
Ottima conferma sulla bonta delle LiFe la tua Ccriss!

"92%"! ..Grande, un valore veramente altissimo!!
:)

Ccriss buon lavoro! Le soddisfazioni non mancheranno!

Spuzzete
25-09-2013, 13:55
La particolarità di questo Elettra è il fatto che funziona su 6 fasi, sono curioso di capire che consumi ha, visto che vanterebbe una efficienza del 92%. Piu' avanti faro' dei bei grafici con i dati che logghero'

Per capire se l'efficienza è vera dovresti misurare la temperatura del motore rispetto alla potenza che viene erogata. 92% significa che solo l'8% della potenza viene persa come calore.

Non è detto che i consumi siano diversi perchè i fattori in considerazione sono tanti (efficienza del controller ad esempio), ma sicuramente è un buon punto di partenza rispetto ad un hub tradizionale.

:bye1:

ccriss
25-09-2013, 22:39
Oggi ho fatto il primo giro di prova, pensavo meglio, ma non è malaccio.
Arriva a circa 66Kmh, pensavo di piu' con 21celle, ma non gli ho dato tutto il lancio che serviva, forse qualche kmh in piu' lo fa.
Il consumo di picco in accelerazione e limitato dalla centralina è intorno ai 70A (il vecchio scooter arrivava a 110A) e vicino alla velocità max è intorno ai 37A con voltaggio intorno ai 66V per una potenza 2800W. Quando avro' dei dati piu' significativi ve li riporto, comunque sia centralina che motore sono migliori del vecchio, piu' silenzioso, piu' coppia a parità di ampere come sensazione generale. L'unica cosa che mi sta antipatica sono le ruotine da 10" , avesse almeno le 12"... Sarà con il prossimo scooter tra qualche anno.

GianniTurbo
26-09-2013, 08:49
Concordo le ruote da 10" ... pollice verso...

Pioner
26-09-2013, 09:07
Confermo anchi'io che le ruote da 10" pollici sono un po' troppo piccole.
Soprattutto per le nostre malandatissime strade pubbliche, piene di buche e di dossi rallentatori!!

Di giorno con un po' di attenzione si deve cercare di evitare le buche più grosse.

Di notte invece è più difficile e sentire sobbalzare di brutto tutto lo scooter è molto fastidioso, soprattutto se conosci bene quanti contatti elettrici, saldature e componenti delicati sono a bordo!!

Comunque i pneumatici sono della stessa misura della vecchia vespa piaggio..

jumpjack
26-09-2013, 21:55
Confermo anchi'io che le ruote da 10" pollici sono un po' troppo piccole.
Una volta un motociclista al semaforo mi è sbottato a ridere in faccia dicendomi "Ma che cihai, un monopattino???"" (stro**o!!! :-) )

ccriss
05-10-2013, 18:48
Jump ma noi sappiamo che non abbiamo comprato uno scooter per fare le penne :), e poi ricordargli il prezzo della benzina!!

Tornando all'Elettra 2500W, ho fatto un'altra modifica per renderlo migliore. Lo scooter aveva la centralina troppo limitata, spunto solo in partenza e di pochi secondi a 70A (quando andava bene) e poi fissa intorno ai 45A. Io ero abituato meglio con l'altro che arrivava a 100A, ma erano troppi e dovevo modulare per non scaricare troppo sulle celle. Ho aperto la centralina per la seconda volta e modificato con l'aggiunta di stagno lo shunt usato dalla centralina per monitorare gli Ampere. Adesso va meglio, scarica continuativamente tra i 50 e 55A, il tiro è sufficiente per fare sorpassi e mi sento piu' a mio agio.
P.S.: Essendo 6 fase ha 2 centraline con due shunt, la mia preoccupazione era che dovevo fare il lavoro a entrambi il piu' possibile simile, non sembra sia andata male. Mi chiedo cosa sarebbe potuto succedere con resistente molto diverse sulle due centraline.

GianniTurbo
06-10-2013, 06:42
Ma i transistor di potenza reggono l'aumento di corrente?

ccriss
06-10-2013, 09:37
Direi di si, i mosfet sono questi: TP152N, reggono fino a 75A x 85V max.
Sono 4 x fase x 6 fasi, ho una centralina da 24 mosfet!!! Un mostro.
Per il momento ho controllato la temperatura della centralina ed è proprio tiepida..

andypairo
06-10-2013, 14:06
J
P.S.: Essendo 6 fase ha 2 centraline con due shunt, la mia preoccupazione era che dovevo fare il lavoro a entrambi il piu' possibile simile, non sembra sia andata male. Mi chiedo cosa sarebbe potuto succedere con resistente molto diverse sulle due centraline.

Direi che un avvolgimento avrebbe lavorato più dell'altro, ma dubito te ne saresti accorto. Nel diagramma del ripple di coppia che avevo postato fai conto di avere due sinusoidi di ampiezze diverse.

ccriss
07-10-2013, 16:47
Grazie Andy, mi chiedevo se in caso di amperaggio sbilanciato avrei sentito delle vibrazioni o qualcosa del genere nelle fasi di accelerazione. Se un avvolgimento "tira" parecchio piu' dell'altra cosa potrebbe succedere? Sembrerebbe nulla, ma il dubbio mi era venuto

GianniTurbo
07-10-2013, 17:10
a naso credo sia difficile se non impossibile accorgersene, probabilmente al massimo qualche lieve vibrazione...

andypairo
07-10-2013, 17:17
Mah direi che se la differenza non supera il 50% sei sempre in vantaggio rispetto al tre fasi ;-)
A livello dei singoli avvolgimento quello più sollecitato scalda di più (e così il suo controller) e ciò potrebbe peggiorare (ma nemmeno troppo) l'affidabilità.

andypairo
07-10-2013, 19:31
Visto che te la sei andata a cercare :devilred:
33706

Questo grafico rappresenta il ripple di coppia di motore 3 e 6 fasi (correttamente bilanciato)

Per punizione devi postare quello con il 6 fasi (4,5 e 6) "sbilanciato" rispetto alle fasi 1,2 e 3.:biker:
(modifica solo le ampiezze delle fasi 4,5 e 6)

33707

ccriss
08-10-2013, 14:29
Ammazza Andy sei troppo avanti!!
Quindi, se ho capito bene, il grafico rappresenta un giro della ruota e lo stato della coppia in relazione ai gradi.
Sempre interpretando il tuo bel excel , si capisce la 6 fasi avrebbero una coppia piu' lineare rispetto al 3 fasi, dal grafico si evidenzierebbe chiaramente.
Ho capito bene?
Quanto al compito, io non saprei bene come fare, ma capisco meglio adesso come funziona.

Con una ruota che a max velocità è intorno a 800/min -> 13 giri al secondo , con tre fasi su 6 che tirano un po' di piu' , secondo me non mi accorgo di nulla:) Ed infatti è proprio questo che succede. Lo scooter, pur avendo modificato a naso i due shunt, non mostra alcun problema. Nessuna vibrazione, nessun surriscaldamento etc..
In partenza, dove forse potrei notare qualche cambiamento, non mi accorgo di nulla.

riccardo urciuoli
08-10-2013, 14:37
grande Andy!

Ok, giuro che ho provato a dare la risposta prima di mettere i valori. Se non alimenti per niente 3 delle 6 fasi ricadi nello stesso andamento delle 3 fasi.
Quindi qualunque sia lo sbilanciamento i 3 fasi su 6 del motore a 6 fasi andrebbe comunque meglio del 3 fasi.

Il dubbio secondo me è un'altro, ma varrebbe solo in caso di rottura o di sbilanciamento esagerato: i circuiti del 6 fasi (specie i finali di potenza) sono dimensionati per gestire solo metà della potenza fornita al motore, sbilanciamenti notevoli potrebbero sollecitare un po' di più i componenti.

andypairo
08-10-2013, 14:52
ccriss, non dirmi che tu che hai sventrato e rimontato ben due scooter, abarthizzando pure le centraline, ti fermi davanti a un foglio di excel :preoccupato: (suggerimento: E2,F2,G2)

riccardo, l'andamento è effettivamente migliore rispetto al tre fasi (dove il ripple di coppia è del 50%). Gli svantaggi sono la maggior complicazione circuitale (hai due controller più piccini) e la relativa maggior delicatezza di ciascun semi-controller (e del relativo avvolgimento, che sarà avvolto con filo di minor sezione credo) rispetto a uno di pari potenza ma a tre fasi. I grafici sono normalizzati sulla potenza di picco ma usare una sola serie di avvolgimenti limiterebbe la potenza alla metà circa.

ccriss
09-10-2013, 22:20
Andy, l'excel credo di averlo compreso;-), ma i grafici sulla coppia non sono calcolati automaticamente e non mi tornano i conti, come dovrei calcolarli per aggiornare il grafico?
Comunque grazie al grafico si intuisce che tutto sommato l'influenza di potenze diverse sui 2 avvolgimenti non produce particolari effetti, almeno non percepibili. Il forum contribuisce alla crescita di ognuno e mi piace molto scoprire nuove particolarità, se penso che qualche anno fa non sapevo nemmeno cos'era un mezzo elettrico.
Dovrebbero scrivere da qualche parte che il sito puo' provocare assuefazione:).

andypairo
10-10-2013, 07:28
Le celle da variare sono, come dicevo poco sopra, E2,F2 e G2 che indicano l'ampiezza delle "fasi" 4,5,e 6.
Il grafico viene di conseguenza, poi un bello snapshot e lo posti:beer:

ccriss
10-10-2013, 13:38
Si e l'avrei anche fatto fatto, ma i valori di coppia del 6 fasi (colonna normalizzato) non vengono aggiornati automaticamente e dovrebbero cambiare per aggiornare il 2° grafico, quelli con che formula li calcoli?
Per fare la prova ,le celle che dici le ho cambiate applicando un coefficiente di moltiplicazione (cella * 0,75 - 0,75%) è giusto per simulare una potenza inferiore sul 2° avvolgimento?.

andypairo
10-10-2013, 13:45
Strano, modificando solo i valori che ti ho detto a me funziona (anche scaricando nuovamente lo spreadsheet)

ccriss
01-11-2013, 18:10
Un aggiornamento sullo scooter, questa mattina avevo un po' di tempo e cosi' ho deciso di rifare una prova di "lunga" (tutto è relativo ho fatto 60KM) percorrenza per vedere che differenze c'erano in termini di consumo tra il vecchio Urban Flower 2000W ed il "nuovo" Elettra 2500W.

La tabella riepiloga in sintesi i risultati


<tbody>
2000W
Novembre 2013
Scooter Elettra 2500W


Itinerario
Sp35 Milano - Meda
Sp35 Milano - Meda


Km percorsi
60km
60km


Descrizione percorso
Pianeggiante con poche salite e discese
Pianeggiante con poche salite e discese


Temperatura
16°
14°


Andatura
Velocità costante al max -> 68Kmh circa
Velocità costante al max -> 68Kmh circa


Consumi in AH
33AH
29,7AH


Consumi in WH
1980 WH Stimati
1850WH - reali


Consumo WH x KM
33
30,8


Pacco batteria scooter
20 celle LiFePO4 da 40AH
21 celle LiFePO4 da 40AH


Autonomia max stimata
72 Km
80 Km

</tbody>




Il consumo in WH è stimato sul vecchio scooter perche' su Arduino non avevo ancora sviluppato la logica, mentre gli AH sono misurati correttamente.
Quello che emerge è che entrambi gli scooter consumano poco, ma devo dire che l'Elettra non è davvero male. Una autonomia da 80Km teorici ,non credo arrivi a tanto visto che non so quanti AH tutto il pacco possa erogare e poi l'ultimo 10% la velocità scenderebbe in modo consistente.

Qui qualche dettaglio in piu' sul percorso
Il blog di Ccriss: Prova di autonomia - secondo test
(http://eco-mobilita.blogspot.it/2013/11/prova-di-autonomia-secondo-test.html)
Qui il vecchio esperimento
Il blog di Ccriss: Esperimento di autonomia su un percorso extra cittadino

Qui sotto buona parte del percorso fatto
34398


(http://eco-mobilita.blogspot.it/2012/05/esperimento-di-autonomia-su-un-percorso.html)

jumpjack
02-11-2013, 08:03
30 Wh/km andando a 70 all'ora con uno scooter da 3000 W sembrano pochini, io ho questo consumo con uno scooter da 1500W a 50 all'ora!

ccriss
02-11-2013, 12:18
In effetti sembra bassino, ma ho incrociato il dato con quanto ho caricato dopo e i dati tornano. I km percorsi sono quelli anche confrontandoli indicativamente con google maps. La velocità è intorno ai 67-68Kmh all'inizio, poi scende pian piano fino a 66Kmh.
Tieni presente che è una percorso senza semafori a velocità costante. In città consumo intorno ai 40Wh x Km.

Spuzzete
02-11-2013, 14:06
Bravo Ccriss,

come vedi salta fuori anche il dato di efficienza, visto che riesci a percorrere circa un 10% di distanza in più, segno che il combo motore-centralina a sei fasi fa il suo bel dovere!

:bye1:

ccriss
04-11-2013, 22:38
Si Spuzzete i conti in effetti tornano, anche se trattandosi di due scooter diversi entrano anche altri parametri, compreso il cx ,le gomme e il peso diverso (sono pure dimagrito rispetto all'anno scorso:)).

Comunque il bello di questo scooter è che è estremamente piu' morbido nella gestione dell'accellerazione, segno di una centralina piu' evoluta, estremamente piu' silenzioso ,anche questo grazi alla centralina. Il motore, confrontandolo con il precedente, scalda molto meno. D'estate il vecchio scooter diventava cosi' caldo che non potevi tenerci su la mano per piu' di un secondo, questo rimane in range piu' sani. Quando faceva molto caldo dovevo fare attenzione perche' avevo paura di rimanere a piedi definitivamente e cambiare il motore costa parecchio.
In definitiva sono contento della scelta anche se questo scooter va decisamente piu' piano in accelerazione e perde qualcosina in velocità di punta.

ccriss
23-11-2013, 22:01
Ho comprato 2 celle Calb da aggiungere alle 21 di prima, quindi fatti due conti diciamo che il pacco batterie arriva a 3Kwh, non male per un Elettra 2500W...
La centralina ha mosfet da max 85V e condensatori da 100V, spero che la parte di alimentazione a basso voltaggio non abbia problemi con un fine carica a 82V circa. Altra cosa che ancora non so è se la centralina abbia un controllo sul voltaggio max, ma presto lo sapro'.

Ho fatto 2 conti e a spanne con le 2 ulteriori celle dovrei arrivare a 75Kmh di velocità max, il tachimetro che è piu' generoso probabilmente arriverà a fondo scala che è di 80Kmh.
Le celle dovrebbero arrivare settimana prox, spero presto di poter aggiungere un post "felice" a questo che ho scritto.

jumpjack
24-11-2013, 11:38
dove le compri?
Io ho recentemente scoperto un sacco di siti polacchi (pl), cechi (cz) e tedeschi (de) che vendono celle LiFePO4! Niente dogana!
Mi sa che compro un po' di Headway su lipopower.de , hanno persino un versatilissimo BMS da 16-24 celle! :-)

ccriss
24-11-2013, 14:20
Io alla fine ho comprato da Lipotech.it per semplicità e convenienza. Per 2 celle mi sembrano prezzi concorrenziali se includi le spese di spedizione.

ccriss
30-11-2013, 18:26
Ed eccomi per un aggiornamento, MISSIONE COMPIUTA. Adesso lo scooter monta ben 23 celle!!
Prestazioni di velocità e allungo oltre i 60Kmh nettamente migliorate, velocità di punta su GPS sui 72Kmh, mentre di tachimetro siamo intorno ai 77kmh, per quel che vale.
Da tenere in considerazione il fatto che ho fatto queste prove con temperature prossime agli zero gradi, d'estate le aspettative sono migliori. Unico problema, il wattometro che aveva tenuto fino a 75V, con 83V attuali di fine carica è morto,comunque con onore visto che aveva il limite max a 60V.


Lo spazio sullo scooter per aggiungere le due celle è stato trovato a fianco delle 4 celle del box piu arretrato. Le due celle Calb sono state aggiunte nel box anteriore. I box in tutto sono 3: uno davanti (zona pedana)e conteneva una batteria al piombo , il centrale (sotto la sella) 3 batterie, il posteriore (sopra la ruota posteriore) 1 batteria al piombo. Oggi sono: box anteriore 5 celle, box centrale 12 celle, box posteriore 6 celle. Adesso non avanza piu' uno spillo, poi il voltaggio piu' di cosi' non è possibile per via delle componenti in gioco.

Qualche foto dell'aggiunta
35248

35249

GianniTurbo
30-11-2013, 18:47
Il watt metro se era il classico turnigy si può modificare per alzare il voltaggio. Su jobike era spiegato.

ccriss
30-11-2013, 20:00
Si era una roba simile al Turnigy, ma non volevo mettere un partitore di tensione, del tipo dimezzo il voltaggio, avrei voluto poter leggere quello giusto. Adesso provo a dare una occhiata su Jobike

Grazie

ccriss
30-11-2013, 20:48
Gianni, ho cercato, ma non ho trovato il post su come si fa, comunque era solo di backup con Arduino ad oggi arrivo tranquillo sino a 110V:)

GianniTurbo
01-12-2013, 06:06
Cerco io, se riesco. Il parametri rimanevano corretti, era la parte di gestione fatta con un partitore.

jumpjack
01-12-2013, 21:32
Su Hobbykig fialmete sono usciti anche powerlogger da 80V di diversi tipi:
MicroPower V4 E-Logger (http://www.hobbyking.com/hobbyking/store/__4575__MicroPower_V4_E_Logger.html)

ccriss
08-12-2013, 15:00
L'almperaggio fa una grossa differenza e si nota..
Qui sotto una comparativa tra i due mezzi (li ho usati entrambi, adesso uso l'Elettra 2500W), l'Elettra pur avendo un voltaggio piu' alto ha una centralina meno esigente in termini di ampere (max 60A) contro l'Urban Flower che ne chiede 100A di piccco.
Sotto la differenza in termini di accelerazione, come vedete i primi 50Kmh l'Urban Flower accelerava decisamente piu forte:spettacolo:




<tbody>

Elettra 2500 - 23 celle


Urban Flower - 20 celle


Velocità
Secondi
Secondi


30Kmh
4,5
2,9


35Kmh
5,7
4,2


40Kmh
6,8
4,9


45Kmh
8,6
6


50Kmh
10,5
7,6


55Kmh
13,1
9,5


60Kmh
16,8
15


65Kmh
22,7
23,7

</tbody>

ccriss
05-01-2014, 22:01
Il piacere di guidare elettrico tema questa volta si dovrà fermare per un po' :cry:
Oggi pomeriggio, ero un po' di fretta, testavo i valori delle celle a fine carica e mi accordo che due celle erano a 3,1V. Mi sono subito preoccupato pensando che il BMS stesse drenando le celle a prescindere dal voltaggio, cosi' ho staccato il BMS (ho dei connettori PowerPole) e collegato direttamente il cavo negativo alla centralina, bypassado il temuto BMS (poi era tutto un falso problema, sono i contatti ossidati).
Quando ho fatto questa operazione avevo il quadro acceso e non so perche' è successo che Arduino si è fulminato e sembra anche la centralina. Arduino è collegato ad un Hall Sensor per la rilevazione della velocità e quindi suppongo che sull'ingresso analogico gli sia entrato un voltaggio troppo alto, questo mi fa pensare che la centralina abbia ricevuto una botta quando l'ho ricollegata.
Adesso sono ufficialmente a piedi e dovro' capire se la centralina è andata, cosa non facile visto che non da segni di vita apparenti, c'e' giusto un led sul cruscotto che credo faccia da diagnostica,ma è sempre verde (tranne qundo premo il freno).
Potrebbe essere un Hall Sensor e la centralina va in protezione se non funziona, ma non saprei, devo ancora testarlo. Ho iniziato a vedere i fili che escono dal motore e mi ha preso un colpo, è un arcobaleno di colori e non si capisce granche'.
Con questo post temo di allungare l'elenco di problemi che ha questo scooter.

Se qualcuno sa come reperire una centralina, anche usata, fatemi sapere, potrei essere interessato.
Qualunque info ,magari sulla diagnostica di questo mezzo è ovviamente ben venuta

Spuzzete
05-01-2014, 23:05
Ciao Ccriss,

così come prima impressione mi sa che hai bruciato la centralina o qualche componente al suo interno. Normalmente si usa un inrush current limiter ( Anti-spark system / Inrush current limiter | Jacopo.tk (http://jacklithium.wordpress.com/2012/07/31/anti-spark-system-inrush-current-limiter/) ) per fare queste operazioni. Sospetto che il tuo scooter abbia un contattore di potenza che si occupa appunto di gestire l'attacco/stacco delle batterie alla centralina.

Apri la centralina e guarda se ci sono componenti bruciati. Se non sbaglio l'hall sensor non è l'unica cosa attaccata ad arduino, ma anche dc/dc converter e sensore degli ampere...e tutti questi hanno la massa in comune...

Indaga e facci sapere!

ccriss
06-01-2014, 09:50
Grazie Spuzzete, ho fatto diverse volte l'operazione sull'altro scooter dii stacco e riattacco, la scintilla l'avevo messa in conto,ma non pensavo di bruciare la centralina mannaggia.

GianniTurbo
06-01-2014, 12:33
Il problema è che da quel che avevo capito la centralina è fuori standard, non avendo tre fasi ma sei. Sennò avresti potuto mettere una Kelly e via.

Spuzzete
06-01-2014, 13:40
@ ccriss ci sono anche altri motori 6 fase in circolazione, tipo sullo scooter di Andypairo, quindi in caso una centralina la dovresti trovare. Su endless sphere c'è chi ha usato 2 controller singoli se non erro proprio per gestire un motore sei fasi, quindi non demordere!

Prova ad aprire la centralina, magari il danno è limitato e te la cavi con poco.

ccriss
06-01-2014, 14:02
@ ccriss ci sono anche altri motori 6 fase in circolazione, tipo sullo scooter di Andypairo,

Si, si tratta di efun-ev.com (http://www.efun-ev.com/) ,ma il problema è che ho visto dalle immagini che le centraline non sono identiche, quindi quando colleghero' le fasi dovro' impazzire per metterle nell'ordine giusto. Già con tre fasi è un casino, figuriamoci con 6.
Penso comunque di contattarli per vedere cosa mi suggeriscono, ma la via migliore potrebbe essere quella di trovare una centralina identica. Forse qui a Milano c'e' chi ha pezzi di ricambio, non oso immaginare i prezzi, poi in futuro se si rompe di nuovo lo butto!!

camil
06-01-2014, 17:40
Non sono un esperto nel campo e mi scuso in anticipo se dirò un'eresia, ma forse la centralina dell'Elettra è analoga a quella del Lukas -Two Eva, vedi alla pagina

http://www.lukas-two.com/spareparts/eva_elis.htm

P.S: ho appena preso un'Elettra 2500 e ringrazio tutti per gli interessanti contributi al forum, che credo mi saranno molto utili nella gestione dei probabili problemi futuri..

ccriss
06-01-2014, 18:40
Non sono un esperto nel campo e mi scuso in anticipo se dirò un'eresia, ma forse la centralina dell'Elettra è analoga a quella del Lukas -Two Eva
Purtroppo credo di no, quella della Lukas dovrebbe essere tre fasi, ma non trovo tra i dati tecnici una conferma, provo a mandare una mail per saperlo con certezza.
Grazie

ccriss
06-01-2014, 18:48
ho appena preso un'Elettra 2500 e ringrazio tutti per gli interessanti contributi al forum, che credo mi saranno molto utili nella gestione dei probabili problemi futuri..

Un commento sul mezzo: si tratta di centralina e motore abbastanza fuori dal comune ed è piu' complicata delle classiche 3 fasi, in pratica è come se ci fossero due centraline che lavorano in parallelo sul motore. Il fatto che la centralina sia saltata con questa facilità mi lascia un po' perplesso. Per intendersi, il precedente scooter elettrico, che ho usato e abusato per 25.000Km, su queste operazioni non ha mai avuto problemi e ti assicuro che ci ho smanettato parecchio.
Comunque se dovesse andare proprio male, c'e' sempre la possibilità di montare un motore + centralina 3 fasi decente e tanti saluti, ma è una spesa non indifferente.

andypairo
06-01-2014, 20:54
Io farei una prova ad aprire la centralina. L'inrush limiter dovrebbe essere integrato, dato che (almeno il mio) ha un magnetotermico che permette di staccare la centralina... tentare non nuoce

GianniTurbo
07-01-2014, 08:53
Prova a cercare sum mondo dell'usato magari qualcuno lo ha rottamato...

ccriss
07-01-2014, 09:42
Sto "lavorando" anche in quel senso, forse ho trovato l'opzione alternativa.
In aggiunta mi sono messo in contatto con i Cinesi ed ho avuto una risposta veloce e chiara.. Il prezzo è molto competitivo, non pensavo fosse cosi' basso... Il prezzo della centralina è sotto i 300$,a cui occorre aggiungere IVA , trasporto e dazi (da verificare).

GianniTurbo
07-01-2014, 09:48
Occhio che un bonifico fuori ue ti costa un occhio della testa, a me lo hanno fatto pagare 54 euro per 98 euro di valore, 130 dollari e 46 euro di dazi e spese doganali.
Cerca di pagare con carta di credito/paypal

ccriss
07-01-2014, 16:30
E' esattamente quello che gli ho chiesto appena mi ha mandato la mail, vediamo cosa mi rispondono...

riccardo urciuoli
07-01-2014, 17:57
ma aprila dai! Forza CCriss non mollare!
A volte, ci vuole un po' di cxxo... il componente danneggiato può essere facilmente identificabile, es un elettrolitico gonfio, un FET bruciato...

ccriss
07-01-2014, 21:05
Mollare non mollo, ma che iella..
Comunque in tempi rapidissimi ho forse trovato uno scooter uguale ad un prezzo piu' basso della centralina nuova.
Vado a vederlo presto, se tutto è ok, procedo con acquisto per recupero pezzi di ricambio, cosi' se rompe qualcosa altro per un po' sono a posto.

Per la riparazione della centralina attuale vediamo, ma non sono molto ottimista.

GianniTurbo
08-01-2014, 08:27
che fatica essere pioneri dell'elettrico !!!

ccriss
08-01-2014, 15:00
Allora , ecco l'esito della prima verifica e qualche foto della centralina tanto per gradire..

A) Arduino si è fulminato
B) L'unico Hall sensor del motore collegato ad Arduino si è bruciato
C) La logica a 5V è defunta, esce solamente 1,2V
D) Il led di diagnostica interna si accende e poi si spegne immediatamente senza comunicare nulla, temo sia il segno che il processore puo' avere poca tensione per lavorare o essersi fulminato pure lui.

Non so cosa sia successo per aver fatto un danno simile, ma il giro Arduino -> Hall sensor -> Centralina credo sia stato il tallone d'Achille. Da domani, con la "nuova" centralina e motore, Arduino smette di leggere l'Hall Sensor!

La centralina non è riparabile da un hobbista, vedi qui sotto

36559

I segnali utilizzati, come vedete è 6 fasi 100%
36560

I connettori
36561

ccriss
11-01-2014, 19:28
E la storia si è conclusa oggi dopo tanto lavoro, ma anche la soddisfazione di vedere tutto riprendere a funzioare :)
Cosa ho combinato:
A) Comprato uno scooter che era rimasto sotto una tettoia per un bel po' di mesi + passaggio proprietà per la modica cifra , tutto compreso (anche il carro-attrezzi), di 350€.
B) Espiantato motore e centralina, infatti se ne era andato anche l'Hall Sensor del motore, ma quello lo ripareremo in seguito. il problema è che non è stato possibile verificare in fase di acquisto se la centralina funzionasse. Le batterie erano talmente giu' che il CB non partiva, ma ho deciso di comprarlo lo stesso, visto che il proprietario l'aveva usato fino all'ultimo giorno.
C) Impiantato il tutto sull'Elettra Litiozzato, sostituito Arduino (altri 30 Euro!!) e voila il resto era a posto. Intendo sensore corrente, temperatura etc.. Naturalmente non ho collegato la misurazione della velocità, per quella mi attrezzero' in modo diverso, non voglio piu' un Hall Sensor sulla coscienza.

Oggi sono a 5.900Km sul tachimetro, di cui percorsi da me solo 2.000Km, me li segno e incrocio le dita augurando lunga vita alla centralina.
Per inciso, chi volesse / dovesse cercare una centralina sostitutiva, ci sono fornitori che la vendono sia in Italia che in Cina. Il prezzo pero' non è proprio da low cost.

riccardo urciuoli
11-01-2014, 19:31
Non avevo dubbi!

ccriss
11-01-2014, 19:36
Grazie Riccardo per la fiducia, ma non nascondo che delusione e tristezza mi hanno accompagnato per qualche giorno dopo questa esperienza, inizialmente ero poco ottimista. Ho avuto molta fortuna nel trovare un usato a poco per ripartire, altrimenti sarebbe stato un salasso economico ed avrebbe richiesto molto piu' tempo.

Dimenticavo, per evitare di fare qualche altro danno, ho usato una resistenza di pre-carica sulla centralina che consiglio di usare sempre. Con una semplice 800 Ohm ce la si cava in pochi secondi e senza scintillone.

andypairo
11-01-2014, 19:42
Bravo ccriss!

jumpjack
12-01-2014, 10:14
Quali sono i fornitori che vendono in italia?

GianniTurbo
12-01-2014, 12:43
Grande Ccriss.
Ma hai fatto il passaggio o lo hai rottamato?
Nel primo caso ti ritrovi con uno scooter che non camminerá mai e che dovrai pagarci il bollo.

ccriss
12-01-2014, 13:50
In Italia, la Lukas mi ha detto che hanno centraline 6 fasi analoghe, ma non ho fatto approfondimenti ulteriori visto che ho trovato l'usato.
Gianni, qui in Lombardia, il bollo è gratuito , quindi non ho spese di questo tipo per fortuna

Grazie a tutti per il supporto

GianniTurbo
12-01-2014, 15:04
il bollo è gratuito per sempre? non per 5 anni? non ti costava di meno rottamare il secondo e usarlo solo per i pezzi, realisticamente non lo rimetterai mai in circolazione, buttavi il telaio e tenevi tutti i pezzi, plastiche, forcella, sella...

camil
12-01-2014, 17:43
In Italia, la Lukas mi ha detto che hanno centraline 6 fasi analoghe, ma non ho fatto approfondimenti ulteriori visto che ho trovato l'usato.

Grazie a tutti per il supporto

Grazie a te (ed agli altri!) per tutte le utili informazioni..
..e di avermi confermato (e rincuorato con il tuo parere esperto) di poter trovare alla Lukas ciò che mi potrà servire in futuro per il mio Elettra.

Complimenti per la tua tenacia!

ccriss
12-01-2014, 18:32
il bollo è gratuito per sempre?
Si, in Lombardia, salvo che non cambino idea, è esente per sempre.

Il passaggio di proprietà era solo il modo piu' semplice, il venditore non lo voleva piu' in carico e portarlo allo sfascio significava smontarlo tutto prima, ma non volevo aspettare altri gg. Per il momento me lo tengo da parte, poi con calma decidero' quali pezzi tenere, non ho problemi di spazio, quindi mi sembrava la scelta piu' comoda.

GianniTurbo
12-01-2014, 19:25
Potevi pagare tu le pratiche di rottamazione e rottamare solo il telaio... credo che costasse meno.

stefanoPc
13-01-2014, 18:24
Ciao Criss. Sai cosa fai : Con comodo ripari la centralina guasta e poi ne hai due di moto ... cosi puoi fare le prove più tranquillamente. Ciao :bye1:

ccriss
13-01-2014, 22:42
Stefano, non sono mica bravo come te in elettronica, ma qualche esperimento posso provare a farlo in ogni caso.
Poi è tutto in SMC, diffilcile metterci mano.

Ciao

GianniTurbo
14-01-2014, 08:32
si, senza sapere dove mettere le mani la vedo dura...

camil
20-02-2014, 16:42
Ciao CCRISS, ho letto sul tuo blog dei nuovi problemi invernali che hai avuto con l'Elettra.. Spero vi siate entrambi ben ripresi. Ricordando le sventure di Amos_trooper io qui a Bologna sto cercando con difficoltà di schivare le pozzanghere più profonde. Dato che hai avuto problemi anche tu ti chiederei di condividere come hai sigillato le feritoie nella parte anteriore dello scooter che permettono l'ingresso dell'acqua tra i connettori.

ccriss
21-02-2014, 09:25
Camil, ormai i problemi sono alle spalle, ma lo scooter in quanto a problemi non smette mai di sorprendermi, prima o poi devo sostituire gli ammortizzatori posteriori, sono scarichi dopo soli 6.000Km, delle autentiche ciofeghe.
Non è che con quello precendente (un Urban Flower) fosse andata meglio, ma dopo anni di lavoro era diventato affidabile, per questo devo ancora aspettare.
Quanto ai lavori fatti per renderlo meno permeabile all'acqua, provo a descrivere dove sta il problema:
Il parafango anteriore ha la coda quasi del tutto assente, credo per via del fatto che sterzando andrebbe a toccare contro il telaio. L'assenza permette all'acqua di schizzare sullo scudo del subito dietro la gomma anteriore, sullo scudo ci sono delle feritoie che permettono l'accesso dell'acqua, dietro a queste feritorie , all'interno dello scudo anteriore, ci sono i contatti di luci, clacson, frecce etc che vanno tutte a 12V. L'alimentazione di questi circuiti arriva dal DC/DC, se entra molta acqua il DC/DC puo' andare in corto.
Qui a Milano ha piovuto per giorni e io l'ho usato anche con la pioggia, il risultato è stato uno Zoooooot.

P.S.: tanto per parlare di sfortuna, la settimana dopo aver riparato lo scooter per il corto circuito,causa ghiaccio sono finito per terra.

GianniTurbo
21-02-2014, 09:46
Hai risolto per il DC DC?, io ne mettendo in ordine ho trovato uno, sempre a tre fili non glavanicamente isolato, se ti serve mandami un mp.
per me che ho 16 celle a giorni prendo questo chargery model power, Accessories is designed specially for big current application (http://www.chargery.com/cellSaver16S.asp)

camil
21-02-2014, 12:38
..prima o poi devo sostituire gli ammortizzatori posteriori, sono scarichi dopo soli 6.000Km, delle autentiche ciofeghe..
..Quanto ai lavori fatti per renderlo meno permeabile all'acqua..
Volevo proprio chiederti consigli anche per gli ammortizzatori, che mi causano pericolosi sobbalzi e mi rendono insicuro anche se sinora ho percorso solo 250km.. Forse sono sfavorito dall'avere ancora 55kg di batterie al piombo!
Per le feritoie che fanno passare l'acqua non sono ancora riuscito a vederle alla luce del sole, ma cosa ci hai messo per chiuderle? Silicone sigillante o qualche barriera fisica incollata in qualche modo?

ccriss
21-02-2014, 13:58
Si l'ho sostituito, avevo un DC/DC in piu' che è tornato utile proprio in questa occasione.
Avevo già visto quel sistema di monitoring , è carino per avere idea dei consumi e già che c'e' per avvisarti quando una cella va troppo in basso, peccato che non riesca ancora a sostituire un BMS. Io ne avevo trovato uno, descritto su endlessphere che oltre al display dei dati (compreso la singola cella), fa anche da BMS, peccato che costi piu' di 200€, quindi finche' non muore mi tengo il mio.

GianniTurbo
23-02-2014, 11:16
A me non dispiace affatto, il tipo cinese, sembra che me lo mandi x 60 $ meno di 50 euro spedito, e l'idea era di metterlo dentro il cruscotto.

ccriss
20-03-2014, 14:30
Arrieccome...

Teniamo un po' in vita il thread, anche se non ci sono grosse novità.

Il problema della pioggia direi che è alle spalle, dopo aver tappato i vari buchi da cui poteva entrare l'acqua. E' anche vero che ha piovuto poco rispetto ai giorni precedenti, era ora!

Ad oggi il mezzo ha 7.400 Km di cui cica 4.000Km fatti da me.

Man mano che vado avanti noto che i freni stanno in qualche modo degenerando, le pinze lavorano male, mi sa che le faccio cambiare al mio meccanico di fiducia (mio padre :-) ). N.B.: Le pastiglie sono nuove, sostitute subito con qualcosa di piu' decente.

Con le 23 celle e la temperatura che sale, il mezzo tocca i 73Kmh di GPS, ma con l'estate al pieno del suo caldo direi che i 75Kmh sono alla sua portata.

Al prossimo aggiornamento :bye1:

ccriss
15-04-2014, 15:42
Eccomi per il nuovo aggiornamento, le pinze dei freni adesso lavorano bene, è stato sostituito l'olio freni e spurgato il circuito. L'olio originale era veramente una ciofega, adesso frena decentemente, ma non si puo' definirlo eccellente.

ccriss
30-04-2014, 10:40
Altro aggiornamento lampo sull'Elettra 2500W, non so se altri proprietario hanno avuto lo stesso problema, gli ammortizzatori erano ormai inservibili se non inutili. Dopo 8.500 Km lo scooter rimbalzava come una palla da tennis sulle buche. Ho trovato degli ammortizzatori di ricambio e ho sostituito i vecchi, adesso non rimbalza piu', peccato che sono piu' duri, quindi mi tocca soffrire sulle buche :cry:.
Il mezzo ha delle pecche, ma paragonandolo al precedente scooter Urban Flower (simile per potenza motore anche se aveva solo 20 celle, mentre questo ne ha 23), devo dire che l'autonomia è decisamente migliorata e posso permettermi extra giri senza problemi.
La guidabilità non è eccellente con queste ruote da 10", ma per la velocità che raggiunge me ne posso fare una ragione.

Al prossimo aggiornamento, chissà quanti KM riiusciro' a spremere da questo scooter prima che caschi a pezzi.

camil
30-04-2014, 12:28
Ciao CCris, sì anch'io ho problemi con gli ammortizzatori e prima o poi cercherò qualcosa di meglio anche se sono ancora a soli 1000km.. Anche i freni hanno già iniziato a non comportarsi a dovere.. Come tu già ben sai occhio alle curve sul bagnato. La mia vecchia Vespa endotermica aveva una tenuta decisamente migliore, ma non saprei dire se è per le dimensioni o la qualità della gomma o la distribuzione del peso o chissà che altro..

jumpjack
30-04-2014, 12:41
Già, anch'io inizio a fare bei rimbalzi sulle buche... ma non ho idea di cosa fare per rimediare: si possono ricaricare gli ammortizzatori? Quanto costano? E cambiarli invece quanto costa? Come faccio a sapere quale modello mi serve?

GianniTurbo
30-04-2014, 12:50
Fai prima a cambiarli, su quella fascia di ammortizzatori non c'è nulla da revisionare.
Fondamentalmente devi andare con il vecchio ammortizzatore da un ricambista, l'importante è l'interasse fra i due fori.
(Anche se a mio avviso non è l'unico problema in quel motorino)

riccardo urciuoli
30-04-2014, 13:28
beh gianni non semplifichiamo troppo!

Gli ammo frenano le oscillazioni, quindi sono dimensionati in fase di progetto; per lo meno oltre a verificare che il nuovo copra lo stesso intervallo di interasse (min-max) meglio sceglierne uno fatto per veicolo che abbia circa lo stesso peso per ruota.

Se metti l'ammo di un'auto di 1,5 tonnellate.... mica va bene lo stesso!

Poi forse siete imprecisi e chiamate ammortizzatore l'assieme molla+ammortizzatore, allora ancora di più la durezza della molla deve essere adatta al tipo di veicolo.

Per intenderci: di solito si può smontare e cambiare il solo ammortizzatore, cioè la parte idraulica che si 'scarica'. Il solo ammo non ha una posizione di riposo ma si mette dove vuoi, per quello bisogna verificare che riesca ad estendersi e comprimersi quanto l'originale, se fa un range un po' più ampio va bene lo stesso

GianniTurbo
30-04-2014, 13:40
Sugli scooter di fascia medio bassa l'ammortizzatore e molla è sempre accoppiata. si cambia in coppia, su moto, quad e auto sono 2 cose separate e separabili.
Per fare le cose corrette, dovresti conoscere le caratteristiche di quello originale, e cercarne uno più simile possibile, ma nel caso di Jumpjack, non sappiamo nulla di quel motorino. è più realistico andare con un ammortizzatore smontato da un ricambista e trovare la cosa che gli assomigli di più.

ccriss
30-04-2014, 13:56
Ciao CCris, sì anch'io ho problemi con gli ammortizzatori e prima o poi cercherò qualcosa di meglio anche se sono ancora a soli 1000km..

In effetti gli ammortizzatori erano già scarichi da un po'..
Per cambiarli mi sono limitato ad andare in un negozio di ricambi per scooter e comprare l'unico compatibile :cry:, c'era ben poco da scegliere nel range di scooter simili al mio. Purtroppo con questi scooter è difficile reperire ricambi, ne puoi usare i suoi originali, avresti lo stesso difetto di prima, dopo pochi KM smettono di funzionare.
Sono costati quasi 50Euro e li ho sostituiti in meno di 30min, l'operazione per questo scooter è molto semplice.
Confermo che per questi molla+ammortizzatori non c'e' possibilità di revisione.

jumpjack
30-04-2014, 14:35
Ma poi perchè si "scaricano"?
Perdono olio?
Si consuma la guarnizione?

riccardo urciuoli
30-04-2014, 14:43
si esatto, a parte alcuni più complessi che possono avere anche aria o gas compressi dentro, si consumano le guarnizioni di tenuta, l'olio trafila lungo lo stelo e la funzione ammortizzante non c'è più...

camil
30-04-2014, 18:14
..Purtroppo con questi scooter è difficile reperire ricambi, ne puoi usare i suoi originali, avresti lo stesso difetto di prima, dopo pochi KM smettono di funzionare..

Effettivamente i componenti dell'Elettra non sono particolarmente affidabili..
Eventualmente i ricambi potrebbero esser ordinati anche anche alla Lukas Two, dato che la ciclistica dovrebbe essere la stessa dell'Eva e dell'Elis.
http://www.lukas-two.com/spareparts/eva_elis.htm
Magari hanno selezionato dei ricambi un po' migliori.. e comunque il simpatico sig. Ermanno della Lukas potrebbe dare qualche buon consiglio!

ccriss
03-05-2014, 20:34
E' da un po' che dopo aver ricaricato lo scooter la notte, la mattina attacco il CB e scopro che si è consumato durante la notte un po' piu' del normale. Cosi' oggi l'ho ricaricato dopo averlo tenuto fermo per 2 giorni, il risultato è piuttosto deludente. A quanto pare da spento consuma la bellezza di 0,8AH al giorno. Chi lo possiede faccia attenzione, lasciarlo fermo per piu' di un 1 mese significa rischiare di portare a terra le batterie. Il vecchio scooter che avevo,che uso come paragone, consumava molto molto meno.
P.S.: Io il magnetotermico non lo stacco, spegno solo il quadro.

riccardo urciuoli
03-05-2014, 22:07
ma hai capito dove li perdi? Comunque provo a riepilogare: 60V x 0,8Ah= 48Wh, circa 1W di assorbimento costante.

1/60= 17 mA... mica un'enormità, basta un BMS un po' energivoro, o un celllog sempre attaccato o roba del genere.

Senza dire che comunque forse stai misurando gli Ah necessari a riportare le celle a Vmax, a quanto fermi? Tutta l'energia sopra i 3,3 poi viene 'persa'...

Prova a rifare la misura dopo 1g, se non è circa la metà....

ccriss
04-05-2014, 18:34
Non so dove li perdo, ma credo tra DC/DC e centralina, il BMS lo escluderei visto che lo avevo anche nel vecchio scooter e non consumava quasi niente. Il vecchio scooter aveva una centralina che quando veniva spenta chiudeva con dei rele', questa invece credo rimanga attaccata alla alimentazione costantemente, quindi basta qualche stabilizzatore di tensione a ciucciare la corrente.
Sul vecchio scooter per tornare da 3,3V a 3,6V era un lampo, tipo 0,1AH, anche dopo 2 gg.

Le misure le ho già ripetute in diverse occasioni prima di scrivere i valori e purtroppo sono quelli.

Diciamo che capire da dove viene il consumo è relativamente interessante, l'unica sarebbe staccare con magnetotermico, ma poi ho sempre il problema del rischio scintilla quando lo ricollego e non voglio fare la fine del sorcio un'altra volta:cry:

riccardo urciuoli
04-05-2014, 20:17
beh per evitare la scintilla basta precaricare con una resistenza serie

ccriss
04-05-2014, 20:56
Si, lo faccio quando stacco la centralina, ma non lo voglio fare ogni giorno:rolleyes: , quindi mi tengo il consumo e se ho piu' di 30gg di ferie (mai) stacchero' l'alimentazione

camil
05-05-2014, 10:46
Premetto che ho tutto ancora originale, comprese batterie al piombo.. Se stacco con il magnetotermico e mi si scaricano i condensatori della centralina rischio che mi salti tutto quando riattivo il magnetotermico? Non c'è protezione?

GianniTurbo
05-05-2014, 10:49
bella domanda...
A me sull'italvel mi sono giocato una centralina, inspiegabilmente... il timore è che sia stato un togli e metti i contatti.
molti consigliano uno resistenza di precarico in parallelo sull'interuttore.

ccriss
05-05-2014, 11:14
Io il magnetotermico non l'ho piu', quindi non posso controllare se montava una resistenza di precarico prima di dare l'alimentazione, ma ci sono buone probabilità che non sia cosi. Detto questo, non credo che i condensatori si scarichino in poco tempo, ma potrebbe accadere.
A me è saltata la centralina per questo scherzetto e sostituirla costa un bel po' di soldi.

GianniTurbo
05-05-2014, 11:17
e sostituirla costa un bel po' di soldi.
...se ne trovi una ..

ccriss
05-05-2014, 11:24
Già, a me è andata bene in quell'occasione, ma non è sempre festa!

camil
05-05-2014, 11:53
Ok, grazie! Non staccherò mai il magnetotermico.. Il motorino, per altro genere di sfortuna che sarebbe fuori tema (come sa GianniTurbo), mi è già costato troppo!

ccriss
05-05-2014, 16:32
Beh non ti preoccupare, basta metterlo sotto carica ogni tanto per stare tranquillo, visto che lo scooter consuma 0,8AH al gg..
Fai tu i conti con le batterie che monta, se sono quelle al piombo non ricordo da quanto erano.
Cosi' almeno eviti rischi, anche se molto rari, visto che hai speso dei soldi.

camil
06-05-2014, 14:19
Non avendo ancora avuto problemi elettrici (ma sono ancora a 1000km!) non ho ancora aperto lo scooter per cui non ho ancora verificato se monta la batteria da 27 o quella da 36 Ah.
Difficilmente sto fuori città per più di una settimana, per cui dovrei cavarmela.. ma se fossero un paio di settimane la questione si fa più seria: 0.8x15=12Ah!

ccriss
06-05-2014, 16:54
Beh dai 2 settimane non dovrebbero essere un problema anche per quelle da 27AH, considera che la scarica è molto bassa, quindi i 27AH sarebbero reali (ad esempio se scarichi a 1C andrebbe molto peggio)...
Magari,se ti capita di ricaricare il mezzo dopo molti gg di fermo, prova a prendere il tempo (in hh) che ci mette a ricaricarlo, dato che il CB dovrebbe essere da 5A calcoli quanto hai caricato. Poi lo moltiplichi per xx (diciamo che l'efficienza di carica) e lo dividi per il nr di gg di fermo. Dovrebbe darti spannometricamente una indicazione di quanto ha consumato il tuo mezzo.

Es.: 10gg di fermo , 2 ore di carica -> 5A (A di carica del CB)*2hh (hai caricato 10AH) -> 10AH * xx (tolgo gli effetti della inefficienza, diciamo 80%, ma non la ricordo) -> 8AH/ 10gg = 0,8Ah consumati al gg.

N.B.: Non ricordo bene se il CB in dotazione spegneva il led nella fase di tapping charge, è quella di carica di bilanciamento che dura un sacco di tempo..

camil
06-05-2014, 17:28
Dopo la seconda fase di carica (a V costante, led arancio) fa un'ora di bilanciamento con led verde, che però rimane acceso anche se ha finito. L'unico sintomo che abbia finito il bilanciamento è lo spegnimento della ventola.

jumpjack
06-05-2014, 18:19
Diciamo che capire da dove viene il consumo è relativamente interessante, l'unica sarebbe staccare con magnetotermico, ma poi ho sempre il problema del rischio scintilla quando lo ricollego e non voglio fare la fine del sorcio un'altra volta:cry:
Mah, io sono 3 anni che accendo e spengo tramite magnetotermici non una ma tre batterie, e non se n'è rotta nessuna, si sono solo esaurite nel tempo...

Comunque, sul tuo scooter c'è l'antifurto?

ccriss
06-05-2014, 19:09
Comunque, sul tuo scooter c'è l'antifurto?

No, i consumi credo siano tutti della centralina e forse il DC/DC

Anche io sul vecchio scooter non ho mai avuto problemi di questo tipo, ma su questo mi è bastata la prima e spero unica esperienza...

camil
06-05-2014, 20:43
..tre batterie, e non se n'è rotta nessuna, si sono solo esaurite nel tempo..Le batterie tengono botta, ma non le centraline!


..se ti capita di ricaricare il mezzo dopo molti gg di fermo..Quando vado in ferie provo dopo una settimana che succede!

ccriss
18-05-2014, 21:42
Ed eccomi per una nuova "sola" del mezzo..
Da circa una settimana lo scooter si comportava in modo anomalo, alle volte quando giravo la chiave si accendeva tutto il sistema 12V (Luci, frecce etc) , ma girando l'acceleratore non succedeva nulla. Poi tentando altre volte, anche 5/10 volte, riprendeva a funzionare normalmente. Cosi' ho preso a pulire tutti i contatti della centralina , quelli dei freni etc... Per un po' non è piu' successo per poi riprendere, diciamo che dopo qualche tentativo si rianimava. Oggi il maledetto lo ha fatto ancora e questa volta non è piu' ripartito.
Che diavolo avrà questa volta? Il problema mi sembra legato al consenso della centralina, ma va a capire come fare troubleshooting senza uno straccio di documentazione. Qualcuno vedendo l'immagine qui allegata vuole provare a dire la sua sui controlli da fare?
Premetto che :
lo switch freni l'ho già controllato e sembra funzionare
il blocchetto sembrerebbe funzionare visto che attiva il DC/DC, ma potrebbe non arrivare il segnale alla centralina, ma quale sarà? Forse la label VKEY (vedi immagine qui sotto)? Ma cosa ci deve passare per quel pin?
Sulla serigrafia ci sono altre scritte, alcune facili da comprendere, altre strane (es.: Learn -> cosa dovrebbe imparare, boh)
Forse la scritta LED puo' servire per la diagnostica, ma ad avere delle documentazione, altrimenti non serve a nulla. Magari qualche possessore di Elettra 2500W ha il manuale, io non ho nulla purtroppo :cry: e ve ne sarei grato.

40107

La foto è una ciofega, ecco le diciture

1° blocco di contatti (quello a sx)
La Riga 1 indica la fase A (sono 2 centraline, quindi la prima)
+5V,GND, SA, SB,SC

Riga 2 (seconda centralina)
+5V,GND, SA, SB,SC


2° blocco di contatti (quello a dx)
Riga 1REV, +5V, GND, BRK, LEARN, LED

Riga2
TS, VKEY, GND, BRK, LEARN, LED

Ciao

GianniTurbo
18-05-2014, 22:14
Learn nelle bici elettriche, se non erro serve a far capire il senso di rotazione del motore, si usa una volta appena montato e poi mai più.Magari sgoogla un po' o cerca nel forum dei cugini, jobike.

Dormouse75
18-05-2014, 22:38
Ccriss,
hai controllato il microswitch del cavalletto laterale? Nel mio scooter lavora come i freni, mantiene alimentato il DC-DC, ma blocca il motore.


Ma cosa ci deve passare per quel pin?

Provo a dare una mia interpretazione: per esempio i due pin indicanti BRK, dovrebbero raccogliere la serie NC dei contatti dei freni. Quindi a freni rilasciati dovresti trovare contatto chiuso tra BRK e BRK, quindi 5v (deduco sia l'alimentazione utilizzata) su entrambi i pin (riferito a GND). Appena premi il freno, dovresti vedere uno dei due BRK andare a 0V, ovvero il ritorno dalla serie dei freni. Se applichi la stessa cosa agli altri contatti, può darsi che scopri qual'è il contatto che ti crea il problema (sempre che dipenda dall'esterno)

andypairo
19-05-2014, 07:51
Dai un occhio al magnetotermico. Sul mio a mgt spento vanno le luci, ecc (brucia anche il blocchetto ;-) ) a mgt spento, ma se dai un po di gas non si muove.

GianniTurbo
19-05-2014, 09:06
Qui indica la procedura del learniong
Forum Indipendente Biciclette Elettriche, Pieghevoli e Utility - Connessioni centralina (http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=20652)
Per quanto riguarda il cavallotto learning la procedura è questa:
"Si alimenta e si chiude il cavallotto,
immediatamente il motore gira in un verso con un colpo di gas la rotazione si inverte.
Quando gira nel verso corretto si apre il cavallotto. Fine."

ccriss
19-05-2014, 13:46
Ccriss,
hai controllato il microswitch del cavalletto laterale?
Quello ho dovuto rimuoverlo qualche mese fa, non ha mai funzionato bene:cry:


per esempio i due pin indicanti BRK, dovrebbero raccogliere la serie NC dei contatti dei freni. Quindi a freni rilasciati dovresti trovare contatto chiuso tra BRK e BRK, quindi 5v (deduco sia l'alimentazione utilizzata) su entrambi i pin (riferito a GND). Appena premi il freno, dovresti vedere uno dei due BRK andare a 0V
Questa è una delle prove che voglio fare, i freni funzionano correttamente, ma non ho ancora potuto verificare il segnale che arriva alla centralina, magari si è perso qualcosa lungo la strada..


Dai un occhio al magnetotermico.
Ho eliminato anche il magnetotermico, uso dei connettori powerpole per staccare per una serie di ragioni, ma non vi voglio annoiare:)

Ringrazio tutti per i commenti e vedro' di riportare man mano come vanno i test, ma quello scooter è scomodo da smontare, mi sa che ci vorrà del tempo, spero di uscirne vivo. Nel frattempo ho chiesto ad EFUN di avere qualche info sulla diagnostica, speriamo che mi rispondano

Dormouse75
19-05-2014, 16:33
mi è venuto in mente un altro segnale che potrebbe essere, non so se lo hai già escluso: l'acceleratore.
Ciao

ccriss
19-05-2014, 21:56
Eccomi qui per l'aggiornamento, ho controllato tutti gli ingressi alla centralina, purtroppo sono ok.
Ho quindi controllato switch freni è ok
Acceleratore è ok
Input Vkey gli arriva il voltaggio del pacco batterie ->OK
Poi ho controllato le uscite e sob sob, i 5V che dovrebbero uscire sugli hall sensor sono 0,1V , come anche i 5V che escono per acceleratore..
Ho controllato anche le uscite led che suppongo siano di diagnostica, esce un voltaggio che non è in grado di accendere un led:cry:, 0,9V..Quindi se c'e' diagnostica, non funziona manco quella!
E se fosse saltata l'alimentazione a bassa tensione, è possibile che sia morto il regolatore lineare, considerando questi singhiozzi fatti prima di morire? Il fatto di aver fatto andare la centralina con 23 celle potrebbe essere la ragione della morte, il regolatore potrebbe aver sofferto il caldo di questi gg. e dopo qualche sussulto ha ceduto del tutto, ha senso o muoiono di colpo?
Ma soprattutto, adesso che faccio?
Per il momento ho in mente 2 opzioni
A) Sostituisco la centralina e tolgo 2 celle, se ne muore un'altra lo butto e vado all'opzione B
B) Resuscito il vecchio scooter con 25.000Km sul groppone e ne faccio altri 25.000Km, ma questa volta gli monto su una bella Kelly 72V 60A continuativi, sperando che il motore da 2000W non tiri le cuoia
Altre opzioni da consigliare?

riccardo urciuoli
19-05-2014, 22:32
I regolatori lineari possono 'singhiozzare' più difficile che muoiano, di solito hanno protezione termica.

Provare a cambiare gli elettrolitici e/o ripassare un po' di saldature? Non ho capito se si accende, potresti anche verificare le tensioni sulla scheda, mi sembra di vedere un +5V, magari c'è manche un 12V.

Se la devi buttare... se sei proprio sicuro... prima si può provare qualche sostituzione alla cieca, o osservando i componenti al microscopio per notare eventuali segni di surriscaldamento, saldature fredde ecc ecc

GianniTurbo
20-05-2014, 08:37
Hai provato a vedere se c'è un regolatore di tensione (lineare) noto ? (in maniera di poterlo sostituire)

andypairo
20-05-2014, 13:56
Se riesci a fare una foto ad alta risoluzione magari ti si può dare qualche suggerimento.....

GianniTurbo
20-05-2014, 13:58
si, con una reflex, possibilmente, senza flash.

ccriss
20-05-2014, 14:30
Purtroppo non ho una macchina fotografica di gran qualità, ma sicuramente meglio di quelle che vi ho postato con il cellullare..
EFUN nel frattempo mi ha risposto, la cosa curiosa è che la centralina che per loro è una 48V 53A (ante 2008), oggi loro montano le 60V 65A, ma i connettori sono diversi. Mi hanno anche spedito le foto ed in effetti è proprio come dicono, mi chiedo allora come sia possibile che sia stato venduto come 60V, boh...

Comunque ho anche verificato l'uscita 12V, morta pure quella. Nel dubbio che la centralina sia andata in una sorta di protezione per eccesso di voltaggio, ho anche provato a farla andare con soli 60V, ma niente da fare :cry:

Per fortuna che ho lo scooter elettrico di backup, quello di mio padre, da domani lo metto alla frusta. Sono tentato di prendere la centralina da sostituire, ma non voglio perdere l'upgrade a 23 celle, ma nemmeno rischiare di friggere questa nuova centralina.


Hai provato a vedere se c'è un regolatore di tensione (lineare) noto ?
E' tutto su SMD, quel che è peggio è che la centralina è fatta a strati e per aprirla bisogna anche dissaldare alcune parti, un vero casino.
La centralina che avevo sul vecchio scooter era decisamente piu' semplice per un DIY, questa è un incubo, secondo me non hanno previsto di farci su manutenzione.

GianniTurbo
20-05-2014, 14:34
Non ho capito, tu ritieni di avere la versione 48V o la 60V ?
se avessi la 48V che hai overvoltato, potresti prendere la 60V così staresti al sicuro da eventuali stress da overvolt.
ti basterebbe modificare i connettori

ccriss
20-05-2014, 14:38
Si, è quello che pensavo anche io, considera che prima di overvoltare questa avevo controllato mosfet e condensatori, poi pensavo che la parte di alimentazione a basso voltaggio solitamente ha un buon margine e non mi ero preoccupato. Se invece il design di questa scheda era già partita a 48V, portarla a 82V a fine carica risultava già essere un omocidio!

GianniTurbo
20-05-2014, 14:40
Uno schedicidio...
Se la spesa non è forte, potrebbe valere la pena, alla fine è vero anche che hai anche un altro scooter per i pezzi di ricambio...
e il problema non si dovrebbe ripresentare...

Dormouse75
21-05-2014, 19:36
Se invece il design di questa scheda era già partita a 48V, portarla a 82V a fine carica risultava già essere un omocidio!
Se riesci ad appurare questo, indicando per esempio a EFUN codice o S/N della tua scheda, può essere che se acquisti una centralina ultimo modello, fatta per lavorare a 60v, magari riesci a continuare con le 23 celle.
Sarebbe un vero peccato tornare indietro dopo gli ottimi risultati che hai ottenuto in termini di velocità e di autonomia...