PDA

Visualizza la versione completa : Potenzialità del geotermico in Italia



rbarba
12-12-2008, 10:02
Salve a tutti
propongo questo thead per raccogliere link e info sui sistemi esistenti e i progetti in corso studi e iniziative pubbliche e private che riguardino lo sfruttamento dell'energia geotermica
con i seguenti vincoli
SOLO per la produzione di energia elettrica
SOLO in Italia.


Cose di questo tipo insomma:
http://enerweb.casaccia.enea.it/enearegioni/UserFiles/OSSERVATORIO/Sito/Sardegna/PE/Capitolo%2010%20-%20Energia%20Geotermica.pdf
Piano energetico regionale - Regione Sardegna - Capitolo 10 - Energia geotermica

Secondo questa presentazione la Sardegna nel 2002 aveva una potenzialità di produzione elettrica dal geotermico pari se non superiore a quella attualmente installata in Toscana.

Poi vorrei laciare un'idea e vedere cosa ne pensate.
Se ENI ed ENEL costituissero una nuova società che abbia lo scopo di progettare, realizzare e gestire realizzare impianti geotermici in Italia prima e nel mondo poi.

Unendo capacità e risorse delle 2 società ri potrebbe creare in Italia un colosso dell'energia geotermica.

L'ENI ha le sue divisioni per la prospezione geologica e la ricerca, l'ENEL gestisce già impianti geotermici.

Se pensate che poi in Italia esistono anche alcune delle società migliori del mondo nella produzione di quelle che vengono comunemente chiamate talpe meccaniche!

Si tratta di mettere insieme le forze intellettuali ed economiche che già ci sono.
L'antitrust non potrebbe opporsi perchè la fetta di mercato energetico che questa eventuale società coprirebbe sarebbe piccola.
Ma sarebbe piccola all'inizio (1-2% dell'energia elettrica italaina) ma la potenzialità del sottosuolo italiano , se ben sfruttata, potrebbe decuplicare questi valori.

Che ne pensate?
Qualcuno vuol mettere questa pulce nell'orecchio di Scaroni e Conti?

marbar
07-01-2009, 14:10
Ciao, proprio oggi ho letto un articolo che risponde in parte al tuo post. Leggi qui: ITALIAN INNOVATION - News - Enel: l'Italia è leader nell'energia geotermica (http://www.italianinnovation.it/html/modules/article/view.article.php?11654)

Io intanto ti riporto un estratto:

In Italia l’Enel sta lanciando una campagna per la produzione di energia geotermica. E la Toscana è già diventata una regione pilota nel mondo per lo sfruttamento di questa energia assolutamente pulita. che proviene dal sottosuolo I tecnici hanno calcolato che l’energia termica contenuta nei primi cinque chilometri sotto la crosta terrestre sia superiore 500mila volte agli attuali fabbisogni mondiali, anche se, per ora, solo una piccola parte è sfruttabile.

paolo.s
08-01-2009, 08:17
Mi sembra che esistano già centrali geotermiche, mi sembra in Svizzera...ma non ne sono sicurissimo!
Quello che scrivi rbarba è giustissimo e da promuovere, ma sino a quando non si ridurranno i consumi energetici soprattutto legati al riscaldamento non si puo' andare da nessuna parte! Io sono rimasto scioccato i dati relativi all'inquinamento da riscaldamento...e raffrescamento! Oggi TUTTE le nuove abitazioni dovrebbbero essere almeno in classe A (reale non solo sulla carta) e allora si le fonti alternative sarebbero davvero appetibili....purtroppo a livello culturale siamo anni luce indietro!

brushie
16-01-2009, 11:02
Invece il sistema sperimentato in Francia, Hot Dry Rocks, con un pozzo di 5000 metri, iniezione di acqua fredda che sfrutta il gradiente del terreno ( circa 30 C° ogni 1000 metri) e recupero di vapore a 175 gradi, sistema a ciclo Rankine e potenza del generatore di 1,5 Mwe, potrebbe essere adottato in ogni regione D'italia dove le condizioni di permeabilità delle rocce del sottosuolo lo pemettono.
Chi ha informazioni in merito alle caratteristiche geologiche che questo tipo di sistema necessità?
Chi ha esperienza in merito a perforazioni di 5000 metri?
A presto.

rossi fausto
22-01-2009, 21:20
Invece il sistema sperimentato in Francia, Hot Dry Rocks, con un pozzo di 5000 metri, iniezione di acqua fredda che sfrutta il gradiente del terreno ( circa 30 C° ogni 1000 metri) e recupero di vapore a 175 gradi, sistema a ciclo Rankine e potenza del generatore di 1,5 Mwe, potrebbe essere adottato in ogni regione D'italia dove le condizioni di permeabilità delle rocce del sottosuolo lo pemettono.
Chi ha informazioni in merito alle caratteristiche geologiche che questo tipo di sistema necessità?
Chi ha esperienza in merito a perforazioni di 5000 metri?
A presto.


Io ho lavorato nella perforazione dei pozzi , le perforazioni dei pozzi SK1 -2-3, sono state fatte da Enel , macchine, e personale enel, i migliori perforatori nel campo geotermico di tutto il mondo, e non esagero.

rossi fausto
22-01-2009, 21:30
Mi sembra che esistano già centrali geotermiche, mi sembra in Svizzera...ma non ne sono sicurissimo!
Quello che scrivi rbarba è giustissimo e da promuovere, ma sino a quando non si ridurranno i consumi energetici soprattutto legati al riscaldamento non si puo' andare da nessuna parte! Io sono rimasto scioccato i dati relativi all'inquinamento da riscaldamento...e raffrescamento! Oggi TUTTE le nuove abitazioni dovrebbbero essere almeno in classe A (reale non solo sulla carta) e allora si le fonti alternative sarebbero davvero appetibili....purtroppo a livello culturale siamo anni luce indietro!
no in svizzera non ci sono centrali geotermiche, stanno lavorando molto nelle basse entalpie, sfruttamento geotermico per il riscaldamento delle abitazioni, e in francia, e germania stanno cercando di realizare il sogno per lo sfruttamento geotermico delle rocce profonde Enel à perforato i pozzi di Soulz
noi in italia , abbiamo pozzi da 100000kg vapore chiusi da anni ( bagnore 3 bis due pozzi perforati nel 1989 -io cero- e ad oggi mai utilizzati) questi due pozzi potrebbero riscaldare una citta come grosseto, o alimentare una centrale elettrica da 20mw

rossi fausto
22-01-2009, 21:51
mi presento
Rossi Fausto lavoro da 25 anni in Enel , oggi Enel Geen Power
negli impianti di perforazione ,non so più quanti pozzi ho perforato, quando vapore ho visto, comunque qualcosa sulle perforazioni di pozzi geotermici , e sulla geotermia in generale l'ho imparata.
Vorrei parlarne e portare le mie esperienze diponibile con tutti sempre
ciao a tutti fausto:bye1:

livingreen
23-01-2009, 00:23
no in svizzera non ci sono centrali geotermiche Come no?

Il progetto geotermico Deep Heat Mining causa una scossa di terremoto a Basilea - swissinfo (http://www.swissinfo.ch/ita/rubriche/scienza_e_technologia/Un_progetto_geotermico_fa_tremare_Basilea.html?sit eSect=511&sid=7333804&cKey=1165912102000&ty=st)

http://www.isaac.supsi.ch/ISAAC/energia%20nella%20costruzione/Geotermia/Geotermia/Doc/InfoGeo2.pdf

rossi fausto
23-01-2009, 10:18
Come no?

Il progetto geotermico Deep Heat Mining causa una scossa di terremoto a Basilea - swissinfo (http://www.swissinfo.ch/ita/rubriche/scienza_e_technologia/Un_progetto_geotermico_fa_tremare_Basilea.html?sit eSect=511&sid=7333804&cKey=1165912102000&ty=st)

http://www.isaac.supsi.ch/ISAAC/energia%20nella%20costruzione/Geotermia/Geotermia/Doc/InfoGeo2.pdf
Le centrali geotermiche cioè quelle centrali che producono energia elettrica sfruttando vapore endogeno proveniente da un pozzo di perforazione, sono solo in Italia, e solo in tre zone. Zona larderello, zona travale , zona Amiata.
In europa ci sono dei progetti in francia, e in svizzera , il primo Hot Dry Rock , e il secondo a basilea. Il progetto più avanzato è il primo in francia e precisamente a Souls sur Foret. Questo progetto a terminato la fase di perforazione,ma mi risulta che ad oggi i risultati sono deludenti.
Di cosa si tratta
Il principio è semplice ,immettere h2o in un foro verticale fino a 5000mt
e dai due fori vicini che sono stati messi in comunicazione con il primo tramite fratturazione del terreno , recuperare vapore per alimentare una centralina elettrica da 7mw, e sfruttare la temperatura residua per il teleriscaldamento del vicino paese. Quindi si tratta di produrre vapore, non di trovare vapore.
Questo progetto è in fase di ricerca un pò in tutto il momdo, Gran bretania, stati uniti, giappone, ed appunto francia e svizzera.Quello che a dato i migliori risultati, è appunto quello Francese.
Il terremoto del quale parli potrebbe essere in correlazione con la fase di fratturazione del terreno , e ne avevo sentito parlare , il fatto risale a qualche anno fà,2/3 anni.
Gli svizzeri puntano molto sulle basse entalpie, cioe lo sfuttamento con pompe di calore di h2o, o con pozzi a 100mt per il riscaldamento delle abitazioni.
Le abitazioni devono ,in fase di costruzione ,essere progettate con inpianti di riscaldamento a bassa temperatura, cioè, non elementi radianti, ma serpentine inserite sotto il pavimento ,o in parete. Questo tipo di sfruttamento della geotermia, è possibile in qualsiasi parte del mondo, e sta prendendo campo anche in italia

livingreen
23-01-2009, 11:50
L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di CALORE, poco importa che generi vapore oppure no, oppure che si tratti di trovare sorgenti naturali di vapore.


Il progetto più avanzato è il primo in francia e precisamente a Souls sur Foret. Questo progetto a terminato la fase di perforazione,ma mi risulta che ad oggi i risultati sono deludenti.

Beh, se hanno solo completato la perforazione, non sono poi così a buon punto... Leggo infatti nel sito su Basilea:

"9 dicembre 2006 - 11.59
(...)Dall'inizio di dicembre si sta pompando dell'acqua ad alta pressione a cinque chilometri di profondità....(...)"

rossi fausto
23-01-2009, 13:01
L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di CALORE, poco importa che generi vapore oppure no, oppure che si tratti di trovare sorgenti naturali di vapore.


Beh, se hanno solo completato la perforazione, non sono poi così a buon punto... Leggo infatti nel sito su Basilea:

"9 dicembre 2006 - 11.59
(...)Dall'inizio di dicembre si sta pompando dell'acqua ad alta pressione a cinque chilometri di profondità....(...)"
nel progetto Hot Dry Rock si deve cercare di produrre energia geotermica trasformandio h2o in vapore.
i problemi sono che devo produrre più energia di quella che impiego per mettere in marcia il sistema
Se pompo in un pozzo 100 di h2o devo riuscire a recuperare 100 di vapore, e per il momento siamo intorno a 60 .(il miglior risultato al mondo)
nel momento che fratturi il blocco di granito dai 3000mt in giù non è detto che le fratture siano poi tutte in comunicazione. Per pomare h2o a 5000mt non è semplice, il costo in termini di energia è rilevante, ed è chiaro che se non riesci ad ottenere ritorni di vapore i costi sono enormi .
una cosa è sicura , se questi esperimenti in tutta la valle del reno dovessero dare risultati positivi, si potrebbe aprire veramente uno nuovo scenario rivoluzionario.
Per il momento personalmente sono un pò dubbioso:cry:

brushie
23-01-2009, 14:18
Salve Fausto, ben trovato;
nel sistema Hot dry Rock, la conformazione rocciosa alla profondità di 5000 mt deve avere particolarità geologiche specifiche ( esempio zona fratturata permeabile circondata da zona impermeabile ) o altre caratteristiche... o può essere replicata in ogni zona terrestre?
Data la tua esperienza, si conosce il bilancio energetico tra il pompaggio dell'H2o a quelle profondità e la produzione di energia elettrica?
L'enel ha acquistato delle centrali geo negli Stati Uniti, che sappiate in Italia sono previste nuove perforazioni?
A presto.

rossi fausto
23-01-2009, 15:20
Salve Fausto, ben trovato;
nel sistema Hot dry Rock, la conformazione rocciosa alla profondità di 5000 mt deve avere particolarità geologiche specifiche ( esempio zona fratturata permeabile circondata da zona impermeabile ) o altre caratteristiche... o può essere replicata in ogni zona terrestre?
Data la tua esperienza, si conosce il bilancio energetico tra il pompaggio dell'H2o a quelle profondità e la produzione di energia elettrica?
L'enel ha acquistato delle centrali geo negli Stati Uniti, che sappiate in Italia sono previste nuove perforazioni?
A presto.
La conformazione rocciosa , è granito,che a bisogno di essere fratturato, per mettere in comunicazione i tre pozzi.
Dopo aver effettuato la trivellazione, e il tubaggio del pozzo (tubaggio, tubi da 9.5/8'' fino a3000mt (soro' più preciso sulle quote di tubaggio tra qualche giorno) i 2000mt di foro scoperto sono nel granito,si inserisce un paker e si pompa in pressione .A 5000mt la pressione idrostatica con pozzo statico e fluido h2o è oltre 500bar ponpando in pressione si supera la pressione della formazzione ,la quale si frattura mettendo in comunicazione i pozzi.
pozzo 1 di pompaggio verticale a 5204 mt
pozzo2 deviato con uno scostamento rispetto al primo di 500mt a fondo pozzo
pozzo3 idem come il 2 , solo nella direzione opposta
[url=http://www.soultz.net/fr/]Programme Europ

brushie
23-01-2009, 17:26
Quindi la risposta è :
Tutte le zone che in profondità ( 5000 mt) hanno granito e non ad esempio calcite o pirosseno, le quali non hanno le stesse caratteristiche fisiche per la fratturazione e la formazione dei 3 pozzi necessari al pompaggio di acqua sono idonee.
Oppure le rocce metamorfiche non influenzano il risultato e possiamo perforare in qualsiasi punto della crosta terrestre?

rossi fausto
23-01-2009, 17:44
L'enel ha acquistato delle centrali geo negli Stati Uniti, che sappiate in Italia sono previste nuove perforazioni?
A presto.
Enel ha costituito una nuova società ,da dicembre 2008 con nome ENEL. GREEN POWER in questa nuova società sono confluiti tuttti quei gruppi che si interessavano alla ricerca e produzione di energia da fonti rinnovabili, quindi,geotermico, eolico, solore , mini idrico, ed altri. Nel campo geotermico enel è sicuramente uno dei lider a livello mondiale,è presente nel nord america U.S in centro america Salvador, in sud america Cile, a anche consulenze in islanda. In Italia la produzione geotermica, è presente solo in Toscana, con una produzione di circa 750mw, che corrisponde circa al 22% dell'energia prodotta in questa regione, è in fase di aplicazione l'accordo tra Enel e la regione toscana per aumentare fino al oltre il 30% la produzione da fonti geotermiche. Nella zona del monte amiata (dove vivo) è in corso un acceso dibattito con gruppi locali contrari alla geotermia, che ha portato ad interessanti studi, da parte dell'università di siena, sulla geotermia con un notevole studio geologico
Regione Toscana: Studio geostrutturale, idrogeologico e geochimico ambientale dell'area amiatina (http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/ambiente_territorio/energia/rubriche/piani_progetti/visualizza_asset.html_1211115045.html)
altro studio che puo interessare
<TABLE id=AutoNumber1 style="FONT-SIZE: 10pt; COLOR: #000000; FONT-FAMILY: verdana; BORDER-COLLAPSE: collapse" borderColor=#111111 cellSpacing=0 cellPadding=0 width=580 border=0><TBODY><TR><TD width=50 height=16></TD><TD align=justify width=400 colSpan=8 height=16>La risorsa geotermica per gli usi energetici in Italia</TD><TD width=50 height=16></TD><TD width=50 height=16></TD><TD width=50 height=16></TD></TR><TR><TD width=50 height=16>Amici della Terra - Toscana (http://www.amicidellaterra.org/)


</TD><TD align=justify width=50 height=16></TD><TD align=justify width=350 colSpan=7 height=16></TD></TR></TBODY></TABLE><!-- / message -->

rossi fausto
23-01-2009, 17:48
Quindi la risposta è :
Tutte le zone che in profondità ( 5000 mt) hanno granito e non ad esempio calcite o pirosseno, le quali non hanno le stesse caratteristiche fisiche per la fratturazione e la formazione dei 3 pozzi necessari al pompaggio di acqua sono idonee.
Oppure le rocce metamorfiche non influenzano il risultato e possiamo perforare in qualsiasi punto della crosta terrestre?
esatto tutte le zone come in francia che presentano quelle caratteristiche granito sono idonee

rossi fausto
23-01-2009, 19:31
ti segnalo un link
IGA International Geothermal Association (http://iga.igg.cnr.it/geo/geoenergy.php?lang=it)

brushie
23-01-2009, 23:35
grazie per il link....
Secondo te operatori privati riuscirebbero a sostenere le spese di perforazione e sfruttamento delle risorse Geotermiche?
A presto

rossi fausto
24-01-2009, 09:27
grazie per il link....
Secondo te operatori privati riuscirebbero a sostenere le spese di perforazione e sfruttamento delle risorse Geotermiche?
A presto
Il costo al mt perforato di un pozzo si aggira sui €2000, perciò fai un pò di conti , a 3000mt sono €6.000.000 .
Ma non è il costo che impedisce l'ingresso dei privati , quanto il rilascio delle concessioni di sfruttamento minerario, che sino al 2024 non saranno libere.(in toscana)
Sfruttando il vapore per la produzione di energia elettrica 20mw + una rete di teleriscaldamento, per un paese di 5000 abitanti con ivestimenti pari al costo diciamo di due nuovi aerei militari che saranno in dotazione alla nostra avviazione si potrebbe costruire almeno 4 pozzi , una centrale da 20mw e una rete di riscaldamento per uno o più paesi in un raggio di 20km (diamo per scontato che il pozzi producano tre pozzi almeno 100.000kgh di vapore, e il quarto serva per la riniezzione . in 5anni i costi vengono ammortizzati
questi sono un pò i conti della serva, mo sti tranquillo che ci siamo vicini

brushie
24-01-2009, 11:57
Grazie per le informazioni anche economiche.....
Forse l'unico sistema sostenibile sarebbe quello di adottare l' Hot Dry Rocks, se questo si dimostrasse competitivo nella produzione di energia elettrica e calore.
A presto.

rossi fausto
24-01-2009, 13:34
Grazie per le informazioni anche economiche.....
Forse l'unico sistema sostenibile sarebbe quello di adottare l' Hot Dry Rocks, se questo si dimostrasse competitivo nella produzione di energia elettrica e calore.
A presto.
In Italia basterebbe investire, o credere di+ sulla geotermia esplorare altre arie, fuori dalle tradizionali, e soprattutto puntare sulla geotermia per il tele riscaldamento.Enormi zone,hanno sotto i piedi temperature sufficenti per sfrattare il teleriscaldamento. Napoli, Roma, hanno potensialità enormi.
A Ferrara ho lavorato un mese , per sostituire una pompa,(1996) in un pozzo di 500mt che permette il tele riscaldamento della zona nord di questa città.
Geotermia, per produrre elettricità, ma anche,(e questo non è valorizzato in Italia) per il riscaldamento, e usi industriali .=risparmio energetico:bye1:ENORME

rossi fausto
28-01-2009, 16:42
http://www.enel.it/rinnova2005/doc/Rocco_Galotta.pdf
leggete , questo documento , aplicazioni pratiche di cosa può essere fatto con la geotermia.
:bye1:

pollat
08-04-2010, 14:47
http://www.enel.it/rinnova2005/doc/Rocco_Galotta.pdf
leggete , questo documento , aplicazioni pratiche di cosa può essere fatto con la geotermia.
Il link postato non funziona più puoi ripostarlo'
Grazie