PDA

Visualizza la versione completa : Norme di progettazione Impianto Geotermico con Scambiatore di Terra



Falo
15-12-2008, 18:28
Salve a tutti.
Sono uno studente presso la facoltà di Ing. Energetica di Bologna e attualmente sto tentando di mettere assieme del materiale per una tesi inerente la progettazione e il dimensionamento di sistemi a pompa di calore a bassa entalpia con scambiatore di calore di terra. Il mio professore di riferimento mi ha fornito a tale proposito la pubblicazione "Ground-Source Heat Pumps: Design of Geothermal System for Commercial and Istitutional Buildings" che sto finendo di tradurre (dato che non me la cavo ancora benissimo con l'inglese).
Sempre a tale proposito ho contattato uno studio di progettazione della mia zona (abito a Reggio Emilia) che mi ha comunicato che al momento il dimensionamento non è sempre fatto, come dire..."a regola d'arte". Non essendoci ancora una normativa di riferimento.
Al momento dispongo di alcuni dati di sonde montate nella mia zona: dati sperimentali inerenti l'andamento delle temperature dell'acqua nello scambiatore di terra (chiedo scusa se la terminologia non è la più appropriata, ma risento delle traduzioni fatte) per periodi temporali indicativamente di 2-3 giorni.

Sono dunque a rivolgermi a voi esperti, di certo potete illustrarmi meglio la situazione e consigliarmi ulteriore documentazione utile.
Se qualcuno volesse anche indicarmi discussioni fatte precedentemente inerenti a tale argomentazione ve ne sarò estremamente grato.

Un grazie in anticipo a tutta la comunity

brunovr
16-12-2008, 07:50
ciao!
ti consiglio questo libricino :

Manuale Geotermia (http://www.manualegeotermia.it/)

ciao ciao

Falo
16-12-2008, 09:00
Grazie mille per l'indicazione, in effetti l'avevo omesso nel post di apertura, ma me lo sono già procurato quel libro e direi che mi soddisfa anche molto.
Comunque un grazie di cuore per il consiglio!

Ho anche appena notato che il moderatore di questo forum è proprio l'autore del libro! Complimenti per lo spessore e la completezza dell'opera, credo che ne trarrò utile spunto per il mio lavoro.

libressa
16-12-2008, 13:17
Grazie mille per l'indicazione, in effetti l'avevo omesso nel post di apertura, ma me lo sono già procurato quel libro e direi che mi soddisfa anche molto.
Comunque un grazie di cuore per il consiglio!

Ho anche appena notato che il moderatore di questo forum è proprio l'autore del libro! Complimenti per lo spessore e la completezza dell'opera, credo che ne trarrò utile spunto per il mio lavoro.

Ma non è vietata la propaganda in specie per persone in chiaro conflitto di itneressi con il ruolo del Forum??!!. Almeno fosse a ragion veduta...............

Falo
16-12-2008, 13:25
ehm...? Che significa?

Se ho sbagliato qualcosa o commesso qualche errore (anche di intenti) sarò ben lieto di correggermi.

**** Nota di un admin: non hai sbagliato niente, vai tranquillo ****

savinobasta
20-12-2008, 00:16
Salve Falo,
per quanto concerne il dimensionamento di campi sonde io procedo in questo modo:
residenziale fino a 25/30 kW --> tabelle VDI + valutazione falda;
residenziale da 30 a 60 kW o altri usi fino a 40 kW ---> simulazione dinamica con dati da ground response test ipotizzati in relazione alla stratigrafia presunta
residenziale oltre i 60 kW / altri usi oltre i 40 kW ground response test + simulazione dinamica.

Al momento non posso darti maggiore aiuto rispetto a quanto riportato nel testo (ringrazio te e Bruno per l'apprezzamento).

Savino Basta

libressa
20-12-2008, 07:55
Salve Falo,
per quanto concerne il dimensionamento di campi sonde io procedo in questo modo:
residenziale fino a 25/30 kW --> tabelle VDI + valutazione falda;
residenziale da 30 a 60 kW o altri usi fino a 40 kW ---> simulazione dinamica con dati da ground response test ipotizzati in relazione alla stratigrafia presunta
residenziale oltre i 60 kW / altri usi oltre i 40 kW ground response test + simulazione dinamica.

Al momento non posso darti maggiore aiuto rispetto a quanto riportato nel testo (ringrazio te e Bruno per l'apprezzamento).

Savino Basta

Scusa, ma non ti sembra che ci sia troppa aleatorietà in quello che descrivi??
Secondo te uno dovrebbe decidere da questi presupposti? Ma non fa prima a chiedere a chi l'impianto ce l'ha gia da tempo???