PDA

Visualizza la versione completa : pozzo canadese come climatizzatore C e F



HAMMURABY
26-12-2008, 10:41
quando Marco Polo arrivo in pechino 1300..dalla corte di Quienlaby Khan ha visto che la citta' aveva un immenso magazino scavato sottoterra , per resistere agli assedi, e che questo era la base che permetteva alla citta' di
avere aria condizionata d' estate e
riscaldamento d' inverno...
un camino nero a est, riscaldato dalla riflessione solare mattutina faceva da estrattore di aria dall edifici, e dalla parte opposta l' aria calda estiva veniva forzata nel POZZO CANADESE dove la terra accumulava termica e quindi entrava nell edificio....
cosi d'estate aveva aria fresca, e d' inverno, avendo la massa di sottosuolo a 22C° si riscaldava il castello....per naturale emersione del calore..
dopo l' imperatore il secondo ruolo era il sindaco , il primo compitodel TALE era di dare ordini (segnalati con bandierine) per aprire e chiudere le condotte di aria forzata a questo scopo....

<b>nel 2009 si potrebbero usare i pannelli solari termici, GRAZIE chi prova a dare idee..</b>

primus71
26-12-2008, 10:52
quando Marco Polo arrivo in pechino 1300..dalla corte di Quienlaby Khan ha visto che la citta' aveva un immenso magazino scavato sottoterra , per resistere agli assedi, e che questo era la base che permetteva alla citta' di
avere aria condizionata d' estate e
riscaldamento d' inverno...
un camino nero a est, riscaldato dalla riflessione solare mattutina faceva da estrattore di aria dall edifici, e dalla parte opposta l' aria calda estiva veniva forzata nel POZZO CANADESE dove la terra accumulava termica e quindi entrava nell edificio....
cosi d'estate aveva aria fresca, e d' inverno, avendo la massa di sottosuolo a 22C° si riscaldava il castello....per naturale emersione del calore..
dopo l' imperatore il secondo ruolo era il sindaco , il primo compitodel TALE era di dare ordini (segnalati con bandierine) per aprire e chiudere le condotte di aria forzata a questo scopo....

<b>nel 2009 si potrebbero usare i pannelli solari termici, GRAZIE chi prova a dare idee..</b>

stai migliorando, complimenti

ciao

renatore
26-12-2008, 12:23
... l' imperatore ...

La questione è tutta qui, una Volontà Centrale che, sentiti tutti i pareri, valutate tutte le opzioni, dichiari chiusi i giochi e decida il da farsi -
oltre a una grande massa di lavoratori che, volenti o nolenti, lo mettano in pratica.

Per il bene di tutti, bisognerebbe però che tale Volontà fosse anche Illuminata ma, come la storia ci insegna, questo succede di rado.

Non so nulla della Pechino del 1300, ma mi sentirei di scommettere che l'aria condizionata ce l'avevano imperatore sindaco dignitari e concubine, e quelli che avevano scavato la terra e costruito il sotterraneo si dovevano accontentare di quattro stracci d'inverno e cappello di paglia d'estate.

r

HAMMURABY
29-12-2008, 15:13
meno male che adesso non ci sono grankhan, anzi il publico da' mercato, quindi si potrebbe fare,
e se ci sentiamo, oltre all impianto per edificio, a
LIVELLO 1;

avrei da proporre l' impianto comune per il blocco-quartiere, per scaldare una sezione di sottosuolo a forma di semicono rovesciato , con la base in fondo a un pozzo....
ho calcolato che da MENO 80 mt , si otterrebbero XXXXXm3 a X C°
a
LIVELLO2

renatore
29-12-2008, 19:06
... scaldare una sezione di sottosuolo a forma di semicono rovesciato , con la base in fondo a un pozzo ... da MENO 80 mt , si otterrebbero XXXXXm3 a X C°...

forse volevi dire " a forma di tronco di cono con la base minore in basso"? Però ottanta metri sono tanti, si rischia di andare nell 'improponibile...

Io la vedo come un grande sotterraneo con molte colonne e cunicoli e nicchie, in modo da massimizzare la superficie di scambio termico rispetto al volume della pietra da scaldare-raffreddare, e tutto dovrebbe funzionare grazie al flusso di aria.

Sono d'accordo che questo sistema funzionerebbe bene per un insieme di abitazioni abbastanza grande, comunque dovrebbe essere un sistema integrato, cioè nascere da un progetto che comprendesse, ai vari livelli di priorità, tutte le necessità dell' abitare.

Inizio O.T.:
E la regolazione? Un software-coordinatore, i cui parametri vengano decisi dalla Assemlea dei Coabitanti.... il valore del voto di ciascuno sia 1 moltiplicato per il suo Punteggio il quale Punteggio si calcoli in base a
(in ordine sparso):
-anzianità anagrafica........................................ .....documentare
-anzianità di domicilio (?)........................................documen tare
-Potenza Reputazione*...................................... .....valutazione
-quattrini e/o utilità tangibili fornite alla collettività .....documentare
-utilità intangibili fornite alla collettività.....................autodichiarazion e -valutazione
-purezza di cuore............................................. .....acclamazione
-altro
-varie
-ecc.
------------
*comprende Pregresso-Attuale-Atteso-Simpatia-Eulalia-molto altro

fine O.T.

salute

r

HAMMURABY
30-12-2008, 15:31
be, a parte l' OT, mi sembra di capire che ti (vi) va' di discuterne....
potrei aggiungere che l' uso dei pannelli solari (termici) in simbiosi con un sistema leggero di accumulo termico a livello A casa o condominio, permette di usare l'insolamento delle mezze stagioni per riscaldare, diciamo fino a novembre.....

mentre il calore dell estate , dovrebbe essere immagazzinato partendo da profondita' maggiore , LIVELLO 2 , perche' cosi si potra prelevare termica da integrare per le necessita' del liv 1 in dicembre , gennaio, e febbraio;
per quanto riguarda l' ipotesi di usare sotterranei con cunicoli e nicchie, certo che sarebbe funzionale in modo figurativo, mentre la stessa cosa si potrebbe FARE con sonde in orizzontale che partono dal fondo del pozzo,
oppure, usando come veicolo di termica il flusso dell acqua della falda, che di solito ha un senso di scorrimento (visto in pianta 0---->> )verso valle.

ricordando che e' necessario proteggere il SOTTOSUOLO CARICO dalla fredda pioggia invernale, quindi sotto a piscine, palestre , o.....

PS: non temere che risciremo ad integrare tutte le necessita' habitat-ive

renatore
30-12-2008, 20:54
[quote=HAMMURABY;118902496]... pannelli solari (termici) in simbiosi con un sistema leggero di accumulo termico ...

Aspetta un attimo HAMMURABY,
abbiamo appena cominciato a ragionare di un ( enorme) sotterraneo come sistema di accumulo termico, e già introduci i pannelli solari termici...

mentre il calore dell estate , dovrebbe essere immagazzinato partendo da profondita' maggiore , LIVELLO 2 , perche' cosi si potra prelevare termica oppure, usando come veicolo di termica il flusso dell acqua della falda.../quote]

Ecco qui mi metti in difficoltà:
-parli di un LIVELLO 2 come se tutti sapessero di cosa si tratta; penso di poter immaginare cosa intendi, ma esplicitarlo tocca a te!

-la ragione che dài " ...perché così si potra prelevare termica... " è troppo mh mh stringata? Un accenno al sistema che pensi dovresti darlo.

E "...usando come veicolo di termica il flusso dell' acqua della falda... " come va interpretato? Secondo me stai pensando ad una pompa di calore!

HAMMURABY, svisceriamo il sotterraneo ad aria, come e perché dovrebbe funzionare, prestazioni attendibili, pregi e difetti ecc., le complicazioni aggiungiamole dopo

r

Sulzer1
30-12-2008, 21:03
Amu, cos'è un pozzo Canadese ? Scusa ma non lo conosco

HAMMURABY
31-12-2008, 18:05
merci, mr.renatone...vedrai che sara' un piacere ACCETTARE i tuoi richiami, perche' so' di essere un po troppo sintetico....e complesso,ma

ho ben CHIARO in mente cosa sto descrivendo, e quindi almeno questo post leggilo passo passo.....:

A) se dobbiamo discutere di un "enorme" serbatoio termico,
MA, vorrei che ti (Vi) risulti evidente che la sua ENORME capacita' dovrebbe essere per servire tutto un BLOK o un quartiere; e lo chiamerei LIVELLO 2
il livello 2 potra' recuperare in superfice la termica in emersione e ri-spedirla per ri-scaldare il serbatoio termico sul fondo, mantenendo la temperatura nel tempo, fino a quando il livello 1 (utenza) non lo richiedera', e quindi preleva....
decideremo poi se e' effettivamente piu redditizio a scambio aria -terra, o, con impianto a circuito idraulico,


B)mentre allo stesso modo un piu piccolo e superficiale accumulatore termico , potrebbe essere usato per accumulare ed equalizzare la portata dei pannelli solari termici a un edificio, e , lo chiamerei LIVELLO 1

C) un sistema tipo pompa di calore, lo sto pensando, ma in modo POCO DIVERSO da quello in uso;
quello che penso e' di prelevare il calore con un circuito di raffreddamento del cilindro COMPRESSORE sistemato ggiiuu sul fondo, come in un auto;
circuito che caldo va "SSUU'' all impianto di riscaldamento, e scarica la termica ,
quindi ritorna freddo ggiiuu a raffreddare il cilindro

quindi NON calore dalla pompa-compressore sul modulo presente nell' abitazione
RISULTATO i due moduli della pompa di calore CLASSICA robur sarebbero vicini vicini...
tutti e due sul fondo di pozzo;

RISULTATO......next
http://www.energeticambiente.it/casa/14714461-quanto-si-risparmia-con-il-cappotto-termico.html

livingreen
31-12-2008, 23:46
Ma non è meglio unificare le discussioni, invece di aprirne sempre altre sullo stesso argomento?

http://www.energeticambiente.it/casa/14709688-riscald-raffresc-ipogeico-passivo-pozzo-canadese-parliamone.html

HAMMURABY
03-01-2009, 10:09
innanzi tutto, grazie livingreen per l' informazione "torre del vento" anche se la ritengo poco utile , almeno per quanto riguarda il riscaldamento, dato che usa acqua in scorrimento e quindi anche se utile per rinfrescare, non prevede accumulo termico!
cosa che era , e sarebbe auspicabile , sara' PROPOSTO qua....

poi, unificare va bene, ma credo che piu che la sezione risparmio energetico, che sarebbe qualcosa di PASSIVO, sia piu adatta alla sez. geotermico, perche impianto a flussi ATTIVO sia nel condizionare che scaldare.....
sperando che geotermico non sia sinonimo di pompa di calore....

livingreen
03-01-2009, 10:37
Perchè, il terreno e la costruzione non sono invece un ottimo esempio di accumulo termico? L'acqua serve solo per eventuale raffrescamento per evaporazione, nei climi caldi.

HAMMURABY
03-01-2009, 11:07
credimi, che il fatto di ottenere un "servizio" come il condizionamento C°--, benche in africa;
NON giustifica lo spreco di J,
se poi, la termica C°++ che scarichiamo nello scambio con l'acqua andrebbe dispersa;
a meno che, serva per desalinizzarLA, ma qui sarebbe gia un altro modulo.....

la cosa migliore resta SEMPRE portare calore sotto
(naturalmente, in africa, non sotto l' edificio, ma in fondo al <b>pozzo "canado-africano"...</b>);
utilizzabile per precaricare il fluido che passera' nei pannelli solari a concentrazione, o, per coibentare <b>il nocciolo</b> in un sottosuolo che funge da serbatoio termico a "cipolla" (strati termici)

in un circuito, che verticalmente funziona come in BILANCIA, il calore agisce come antigravitazione mentre il freddo e' a favore della gravita' (acqua C°--sul tetto...)

POI, <b> in ANDATA LUNGA una colonna calda che viene dissipata, o, in torre, o in serbatoio di acqua sul tetto, per TRAZIONE sull ANDATA CORTA porta geotermica fredda sul PLAFONE da cui precipita;
due andate per circuito a quattro colonne.....
RITORNANDO alla descrizione precedente per l' utilizzo del LIVELLO A edificio e LIVELLO B blocco</b>

HAMMURABY
28-03-2009, 08:58
naturalmente , consiglio di dare un occhiata al blog qui sotto...
dove una pompa di calore aperta...(ovvero motore Bryton) da calore da compressione alla abitazione; e l' aria compressa verra' turbinata nel pozzo di calore, cosi da recuperare l' energia elettrica quasi al 100%....

EBM/5
10-05-2009, 12:03
Amu, cos'è un pozzo Canadese ? Scusa ma non lo conosco

Il pozzo canadese, ossia come ottenere aria temperata dalla terra, viene definito anche pozzo provenzale, o scambiatore aria-suolo, offre aria temperata d'estate, come in inverno, basandosi su una tecnica già nota in passato. Esso e' costituito da un condotto d’aria sotterraneo che utilizza la temperatura costante del suolo (in effetti non e' cosi' e dipende dalle profondita' ma siccome le variazioni sono abbastanza limitate allora si considera costante, per riscaldare o raffrescare l’aria prima dell’ingresso nell’abitazione offrendo così un apporto termico al sistema di climatizzazione domestico. È un sistema di superficie, poiché le sonde non scendono in profondità nel terreno e, a differenza dei sistemi geotermici ad acqua, utilizza l’aria come vettore termico. Il principio è semplice: far passare sotto terra l’aria esterna attraverso il maggior numero possibile di tubi (a seconda del volume e della portata richiesta) i quali si dividono a partire da un unico condotto posto all’esterno per poi riunirsi in un collettore posto all’interno dell’edificio. Questa tecnica sfrutta il principio secondo il quale la temperatura del sottosuolo, a diverse profondità, subisce una variazione molto più debole che in superficie, rimanendo attorno ai 15°C. Nel sottosuolo, infatti, gli sbalzi di temperatura sono deboli nel passaggio da una stagione
all’altra, nulli tra il giorno e la notte, e non sono legati alle condizioni meteorologiche giornaliere. Più si scende nel suolo, più le temperature si avvicinano alla media annuale in superficie. Già a partire da una trentina di centimetri di profondità, la temperatura del suolo non varia nel passaggio dal giorno alla notte. A 2,5 metri di profondità, l’escursione termica annuale è ridotta della metà. E a 7 metri, la temperatura è stabile tutto l’anno. Questa inerzia termica del sottosuolo, che riscalda l’aria in inverno e la raffredda in estate, è conosciuta da millenni. Lo dimostrano, nei paesi del Medio Oriente e in Iran, le torri a vento. Grandi camini, orientati al vento, captano l’aria che, passando attraverso una canalizzazione sotterranea, va a raffrescare la casa. Nei paesi freddi, al contrario, l’obiettivo è di preriscaldare l’aria che entra durante la stagione fredda. Se all’esterno la temperatura è di -10°C, recuperare dell’aria entrante a 12°C permette di limitare il consumo legato al riscaldamento, perché è sufficiente guadagnare solo qualche grado supplementare per raggiungere la temperatura di comfort. La stessa idea è alla base dei pozzi utilizzati in passato per riscaldare e raffrescare le case di campagna in Provenza (da qui il nome “pozzo provenzale” per indicare questo sistema geotermico).

HAMMURABY
10-05-2009, 12:21
bravo ebm, per aver rivitalizzato questa importante discussione..
(e credo che NON sia un giudizio soggettivo).
NON so' se hai visto il thread che ho iniziato, parlando del sistema che veniva
usato dai MONGOLI, al tempo di Quienlaby Khan 1350dc...
Loro, invece di usare lo strato strettamente superficiale,
usavano una profondita' maggiore,
cosi' facendo la termica scaricata nello strato di suolo,
ri-emergeva "naturalmente in inverno....
la cosa potrebbe essere usata quantomeno in un isolamento a cappotto, con la parete ventilata..

NON sei d' accordo con me' , che questa tecnica dovrebbe essere migliorata, dato che son passati 750 anni??

EBM/5
11-05-2009, 18:24
Lascerei perdere i mongoli e formule matematiche campate per aria e mi concentrerei sul pozzo canadese/provenzale che e' la rappresentazione di quegli impianti del passato che servivano a raffrescare l'aria delle abitazioni.
Nei paesi francofoni viene molto utilizzato anche se in parte soppiantato dalla geotermia che permette anche il riscaldamento diretto degli ambienti e non solo come supporto come nel caso del suddetto pozzo.
La tecnica e' gia' stata migliorata, da diverso tempo, a tal proposito guardati questo sito (e' scritto in francese, quindi lo comprendi anche tu): Idéesmaison.com : Le puits canadien (http://www.ideesmaison.com/Energies/Geothermie-et-aerothermie/Le-puits-canadien/Installer-un-puits-canadien-1-2.html) (mi scuso con il moderatore ma non so come si fa ad inserire un link)

HAMMURABY
14-05-2009, 09:08
grazie del link, INTERESSANTE ....
c'e scritto che e' ideale specialmente per case non utilizzate in inverno, che grazie alla temperatura di 13C° stabile, permette di non far congelare tubature o ....in inverno.

quindi, CERTAMENTE con l' utilizzo dello sfiato come aeratore , inserito alla base in un cappotto
(parete ventilata) sul lato NORD della casa....
il fatto di avere il muro esterno a 13C° invece di zero,
darebbe enormi vantaggi di "economi--ci".

HAMMURABY
24-05-2009, 09:49
ecco un bel disegno...

primus71
24-05-2009, 16:28
non sarebbe meglio estrarre l'aria con dei camini solari, posti nel sottotetto?

ciao

HAMMURABY
24-05-2009, 16:54
sarebbe meglio? come...
se vedi il primo post, era proprio quelloil principio (cina 1350 DC).
il problema e' che non si ha una colonna sufficentemente lunga, e che il ventilatore, agisce anche a porte e finestre aperte...
a te' la descrizione, se credi che ci sia qualcosa che non intacchi l' estrema praticita' di questo SYSTema...

che anche tu' credi alle rinnovabili? e pure le piu meglio-ri..quelle passive? mahhh

primus71
24-05-2009, 20:25
credo alle rinnovabili?
che è, una fede?
io credo alla fattibilità ed alla convenienza di qualcosa.
il ventilatore sotto la casa, ti riscalderà l'aria

ciauuuu