PDA

Visualizza la versione completa : Dov'è l'errore???



Bluessoulman
14-01-2009, 09:52
Salve,
sono un ingegnere e devo valutare la fattibilità economico-finanziaria di un impianto di cogenerazione ad olio vegetale da realizzarsi in Puglia. La potenza è appena inferiore ad 1 MW (2 generatori da 499 kW ciascuno). Ciò al fine di poter procedere con una semplice DIA ed evitare l'obbligo di procedure ambientali, ecc..
Ho messo giù un semplice foglio excel in cui riporto costi e guadagni.
Ho un'azienda che mi fornisce l'olio per 5 anni a prezzo bloccato (0.65€/kg). La tariffa omnicomprensiva (Certificati verdi + Incentivi statali) è di 0.22 €/kWhe (trascuro il recupero termico).
Con tali importi, l'investimento di circa 2.000.000 di euro per l'impianto e la sua gestione nel tempo (assicurazione, personale, manutenzione) si recupera in tempo breve, circa 5 anni.
Se non ho commesso errori, mi chiedo perchè di tali impianti non ce ne siano in ogni paese o città?
Che ne pensate?
A chi voglia, posso inviare il foglio excel per un esame condiviso.
Grazie
A.G.

cla076
23-02-2009, 11:35
ciao Bluessoulman,
anche io sono ing. e devo valutare la fattibilità economico finanziaria di un investimento da realizzarsi in Umbria, sono alle prese con un conto economico per un cogeneratore da 450 Kw ad olio vegetale, e come a te vengono fuori numeri "sospetti"....
Vengono fuori ricavi sostanziali già dal primo anno... in 5 ripago il mutuo e dal 6 in poi senza il fardello del mutuo i ricavi raddoppiano... il tutto per 15 anni...mahhh!:closedeyes:

caponord23
24-02-2009, 10:50
Forse non tutti vogliono "rischiare" investendo quelle cifre.
Sarebbe molto interessante poi riuscire a recuperare l'energia termica,poichè ne avrai una marea.

Sulzer1
15-03-2009, 15:00
Che costo avete inserito annualmente per il service ? In quale regime avete valutato di vendere l'energia elettrica ? Quante ore valutate possa girare un motore da 1/2 Mwe per un anno a olio di palma? Il contratto di 5 anni come è garantito dal fornitore ?

caponord23
15-03-2009, 20:54
Quoto la domanda di sulzer sul prezzo dell'olio garantito per 5 anni.

ezio
31-03-2009, 15:00
Ciao...
Anche a me interesserebbe sapere quant'è e dove la si mette l'energia termica...
Le ore dovrebero essere circa 2000/anno ? Solo inverno ?

Sulzer1
31-03-2009, 15:44
Ciao...
Anche a me interesserebbe sapere quant'è e dove la si mette l'energia termica...
Le ore dovrebero essere circa 2000/anno ? Solo inverno ?
Se l'impianto è autorizzato ai sensi della 387 e successive , è classificato come impianto di generazione elettrica a biomassa e è sottoposta a autorizzazione IAFR da parte del GSE e non ha vincoli riguardanti la cogenerazione ( ameno che Ventola abbia inventato delle regole nuove). Questo non esclude che possa anche cogenerare e utilizzare in modo proficuo il calore di raffreddamento del/dei motori . Se hai la curiosità di sapere le ore di riscaldamento che puoi prevedere al fine del teleriscaldamento o della minicogenerazione devi basarti sui decreti regionali che regolano il riscaldamento domestico . Nel nord Italia sono 4000 ore , non so in Puglia.
L'energia termica non ti dirà nessuno dove metterla perchè è tuo compito , se vuoi sfruttarla trovale un utilizzo , penso che in Puglia sarebbe proficua la trigenerazione , tenendo conto che ogni 100 Kwt assorbiti negli impianti ad assorbimento devi prevedere c.a. 300 litri di acqua dolce da evaporare nella torre di raffreddamento.
Sulzer1

caponord23
31-03-2009, 17:16
Anche a me interesserebbe sapere quant'è e dove la si mette l'energia termica...



In scatole di cartone al riparo dall'umidità..........


scherzo ovviamente....il punto è tutto lì,sfruttando l'energia termica ha un senso,non sfruttandola....

ezio
01-04-2009, 07:04
Si, ed oltre ad essere il punto spesso è anche il problema...

Quindi mi interessa sapere se la cogenerazione nel caso in oggetto sarebbe affiancata ad uno specifico processo industriale termicamente energivoro (cartiere...)

paries
23-06-2009, 08:23
Salve,
sono un ingegnere e devo valutare la fattibilità economico-finanziaria di un impianto di cogenerazione ad olio vegetale da realizzarsi in Puglia.
***moderazione: non si cita interamente un messaggio!***

Non ci sono tanti impianti in giro per lo stesso motivo per il quale tu sei alla finestra: a parte che non dici che tipo di olio ti vendono a prezzo fisso per 5 anni (CPO, raffinato di palma , colza, girasole o che?) non dici quante ore lavora in un anno e che consumi avrebbe l'ipianto che ti propongono, quanta energia elettrica genera, se è munito di ORC, costi di manutenzione programmata e tipo di finanziamento. Senza questi dati non si può avere la ragionevole certezza di fare un business plan attendibile.
Saluti

Dott Nord Est
23-06-2009, 14:26
mi permetto di intervenire, perchè al prezzo indicato di 0.65 euro al litro, l'impianto non si ripaga così facilmente.
avrei piacere che fossero esposti qui i conteggi con relative rese.
grazie

caponord23
23-06-2009, 15:10
Quoto le perplessità di Dr,poichè se ammettiamo una produzione di circa 3,5 kwh per litro di olio abbiamo un ricavo di 0,77 euro per ogni litro di olio consumato,quindi con 12 cent. lordi.
Per lordi si intende al netto di manutenzioni,madodopera e per utlimo....si dai mettiamole...le tasse.

asiram
23-06-2009, 19:10
sulzer ma sotto i 500 kv è sufficente una dia? ......