PDA

Visualizza la versione completa : pali di fondazione



sportivo
20-01-2009, 21:09
ho intravisto in un tg regionale un servizio su un'azienda che realizza pali di fondazione con avvolto a spirale un tubo nero di poletilene (forse da 32).-
mi sembra di aver capito che si trattasse di un nuovo brevetto.-
ne sapete qualcosa? grazie

luca.guglielmetti
25-01-2009, 16:47
Mi pare si tratti dei pali geotermici o pali energetici.
Praticamente una volta realizzata la perforazione si insericono queste spirali fino ad una profondità di una quindicina di metri. Tali pali energetici sono costituiti da una struttura a spirale di diametro da 400mm a 600mm e vengono inseriti nel terreno previa perforazione di pozzi riempiti di calcestruzzo (per assicurare un buon contatto termico).
In particolare, il Sistema a Spirale è costituito da un tubo in PE da 1/2" - 1" con un diametro esterno che varia dai 400mm ai 600mm ed un’altezza di 2000mm. Ogni sezione di spirale viene inserita nel pozzo precedentemente scavato, ad una profondità di 15m. A questa profondità la temperatura del sottosuolo non dipende più dalle stagioni, nè dal clima, ma solamente dalle condizioni geologiche e geotermiche.
Per concludere, invece di perforare un singolo pozzo da circa 200mm di diametro, a 200m di profondità, utilizzando il sistema dei pali geotermici a spirale si perforano diversi pozzi con un diametro di 400/600mm ad una profondità max di 15m, quindi senza intaccare l'integrità strutturare del suolo poiché nella maggior parte dei casi non si raggiungono le falde di acqua potabile.

HAMMURABY
26-01-2009, 15:54
scusa Luca, potresti dirmi se sono anche bi-direzionali, ovvero , non solo per prelevare termica d' inverno, ma ANCHE per iniettarla d' ESTATE....
usati per esempio sul perimetro di un edificio, e scaldati con fluido termovettore proveniente da pannelli solari, in modo che i 15 metri di suolo, siano un regolatore di emersione del calore.....
aumentando la temperatura geotermica di base....

NB: credo basti PALIFICARE "sotto" la parete NORD degli edifici...e magari con perforazioni NON perpendicolari, cosi' che anche il riscaldamento a pavimento, possa raccogliere la termica che emerge in momenti non opportuni, per rispedirla nel SUOLO...
ciao

luca.guglielmetti
26-01-2009, 20:10
Eccomi. Allora ti rispondo subito sulla prima questione. Le paizzate energetiche, così come tutte le sonde eotermiche accoppiate a pompe di calore sono bidirezionali. Servono quindi a scaldare di inverno prelevando calore dal suolo ed a raffreddare d'estate prelevando calore dall'edificio e trasmettendolo al suolo che a questo punto funziona proprio come serbatoio in cui immagazzinare e prelevare calore "a piacimento".
I pali sono una bella invenzione in quanto sono poco profondi am grazie alla loro struttura a spirale hanno una notevole superficie di scambio con il terreno che ha il grosso vantaggio di presentare temperature praticamente costanti sui 14-16 gradi tutto il giorno, tutto l'anno.
Metterli sulle pareti di un edificio, a parte renderlo parecchio bruttino, non credo che funzionino come dovrebbero perchè eccessivamente soggetti agli sbalzi termici sia stagionali che quotidiani e scambierebbero calore tra l'edificio e l'aria che è il metodo di scambio di calore assolutamente peggiore.

Per la seconda questione spero di averti risposto in maniera quanto più esaustiva possibile, altrimenti... sono sempre qua...

davide.bernardo
30-01-2009, 06:57
Mi pare di capire che, spazio permettendo, sarebbe possibile mettere tanti pali poco profondi invece che pochi e molto profondi.
Ma economicamente che conviene?

luca.guglielmetti
30-01-2009, 08:55
é proprio quello che sto per affrontare in un progetto di cui probabilmente mi occuperò. Diciamo che se la riduzione della lunghezza di perforazione è sensibile conviene fare più pali meno profondi. Anche perchè in questo modo, evitando l'interazione con la falda, si evita una trafila burocratica parecchio faticosa.
Insomma, dal mio punto di vista direi che anche se costasse qualcosa in più conviene quasi sempre rimanere più in superficie evitando di toccare la falda a meno che non se ne possa fare a meno.

scu
08-02-2009, 14:40
come costi di perforazione? fare tante perforazioni vuole dire anche spostare molte volte tutti i macchinari, mentre fare perforazioni profonde permette di mantenere immobile il cantiere continuando a perforare... a livelli di tempi credo che (a meno che sotto non vi siano terreni più difficili) sia più conveniente scendere in profondità...

Per quanto riguarda "buttare" calore sottoterra durante l'estate, se fatto tramite pali di fondazione conviene ricordare che si stanno modificando le condizioni igrotermiche del terreno sotto l'edificio e valutare bene la quantità di calore oltre la quale si potrebbero avere problemi di stabilità, cedimenti, stress ciclici...

giancarlo63
11-06-2011, 11:25
Salve Luca, volevo progettare un sistema geotermico per un'abitazione dove devono costruire dei pali di fondazione, hai dei dati su quella ditta che realizza le sonde a spirale? E/o anche sui paramteri di dimensionamento e sui costi? Grazie Giancarlo

Matteo Cultrera
11-06-2011, 12:59
Esistono diverse aziende che fanno questo tipo di intervento ... conviene chiamarne una che non sia troppo distante da te: i costi sono certamente poco significativi rispetto al costo che comunque devi sostenere per i pali.
E' comunque necessaria una accurata progettazione, in quanto il range delle temperature imposte al palo non deve raggiungere livelli tali da compromettere le proprietà meccaniche del palo stesso. I costi sono quelli delle sonde, a cui va aggiunto la posa. Non hai quello della perforazione. Attenzione al discorso profondità: fondazioni poco profonde rischiano di non fornirti il necessario scambio termico a causa dell'interferenza con le temperature esterne.

sportivo
11-06-2011, 19:33
Geotermico - Energy Resources S.p.A. | Ancona (http://www.energyresources.it/index.php/it/Geotermico)
credo che il brevetto sia stato fatto da energyresources in collaborazione con una azienda dell'ascolano.-
dopodichè io ho brevettato questo: AMELI MARIO - Home (http://www.ameli.it)
ultimo paragrafo del sito

giancarlo63
11-06-2011, 23:21
Salve Matteo, grazie per i consigli, se posso approfittare ti illustro meglio il mio problema. la casa è a Coriano (RN) e volevo utilizzare 17 pali (o anche di più) da 16 m per inserire sonde in Pe. la potenza necessaria è di circa 7,5 kW, quindi con 35 W/m ce la farei. Il preventivo che ci ha fatto la ditta Trevi per le sonde, collettori etc.. (18.000 €) è però + alto rispetto a 2 sonde verticali da 120 m (15000€)! mentre da letteratura dovrebbe essere il contrario! Conosci qualche altra ditta romagnola? Un altro problema è che il terreno è limoso e la potenzialità termica varia molto con il tasso di umidità, che non è noto con certezza. Volevo poi collegare l'impianto anche con i pannelli fotovoltaici ibridi dell'ANAFSOLAR, in modo da sfruttare anche l'energia solare e immagazzinare calore nel terreno in autunno/inizio inverno. So che con i pali la T non può scendere sotto lo 0° o sopra i 25°C circa. Che ne pensi/pensate?Ciao Giancarlo

giancarlo63
11-06-2011, 23:24
Grazie a Sportivo, ho appena inviato alla ditta di Ancona la richiesta per un preventivo. Se non ci fanno un buon prezzo la mia committente opterà per una pDC aria-acqua e amen...peccato perchè era una buona opportunità per un impianto secondo me con ottimi COP stagionali.