PDA

Visualizza la versione completa : M'illumino di meno? No, m'illumino meglio



francescomat
13-02-2009, 08:35
Ciao a tutti.
Stavo riflettendo: perché non lanciare una controcampagna dal titolo: m'illumino meglio?
In fondo a me sembra stupido spegnere l'illuminazione dei monumenti alle 18.00 per risparmiare energia. Ciò a cui dovremmo puntare non è un minor benessere (meno luce, meno calore, meno spostamenti ecc.) ma lo stesso benessere con un minor spreco di energia.

Che ne pensate?

F.

pinetree
13-02-2009, 09:02
...Stavo riflettendo: perché non lanciare una controcampagna dal titolo: m'illumino meglio?

Non sempre il minor benessere come lo intendi tu sia effettivamente un benessere.
Di vere sprechi ce ne tanta.
Quale è la tua proposta pratica ?

francescomat
13-02-2009, 09:22
Se lo scopo della giornata è quello di invitare al risparmio energetico, penso che si dovrebbe riflettere su come sia possibile ottenere gli stessi risultati in termini di beni e servizi con un minor consumo di energia, non limitare quei beni e servizi.
Se non sbaglio per aderire all'iniziativa la Regione Liguria spegnerà le luci della facciata del suo palazzo nella piazza centrale di Genova. Questo mi sembra stupido, perché crea una macchia nera a De Ferrari, e suggerisce che per risparmiare energia si deve restare al buio. Io cambierei l'illuminazione attuale con luci a basso consumo, così da illuminare lo stesso, ma sprecando di meno.
Se poi vogliamo fare della filosofia, anche io sono d'accordo sul fatto che possiamo rinunciare tutti a qualcosa, ma mi sembra un discorso diverso. Il punto focale è che una lampadina normale usa il 90% dell'energia per scaldare e solo il 10% per illuminare. risparmiare energia secondo me significa lavorare su quel 90%, non sul quantitativo di lumen (si dice così?) prodotti.

F.

nll
13-02-2009, 10:02
Servono entrambe le cose e infatti l'iniziativa di "M'Illumino di meno" non si limita allo spegnimento di qualche lampada, ma per i più significa proprio illuminare meglio. In molte piazze si distribuiranno lampadine a risparmio energetico, proprio per l'efficientamento dell'illuminazione a parità di lumen. In altre parti si andrà a piedi, che tra l'altro fa anche bene alla salute. Ci sono iniziative per riscoprire l'intimità di coppia cenando con la luce tenue di una candela, o del camino. Un grosso Comune proprio ieri annunciava la sua partecipazione ed elencava le iniziative che porteranno in essere quest'anno, che si sommano a quelle delle scorse edizioni, con la sostituzione dell'illuminazione con lampade a led, ancora più risparmiose di quelle fluorescenti, il completamento dell'adozione dei led anche per la segnaletica stradale e per i semafori, il tutto accompagnato, anche per loro, da qualche spegnimento significativo. Le Poste Italiane hanno espicitato la loro partecipazione con l'impegno all'ampliamento del loro parco mezzi alimentato a metano, a sostituire i mezzi a gasolio, prossimamente sostituiranno anche le auto dei portalettere, visto che le case automobilistiche stanno rendendo più disponibili le vetture alimentate con questo gas. Qui si parla di risparmio economico e di minore inquinamento. Anche loro, poi, in segno evidente di partecipazione spegneranno le luci a qualche edificio.

Non bisogna vedere questi spegnimenti di luce, limitati nel tempo e nei luoghi, come risparmio fine a se stesso, qui si tatta di lanciare un messaggio, per sensibilizzare la gente sul tema del risparmio e dell'efficientamento energetico.

Probabilmente se questo aspetto a qualcuno è sfuggito, è senz'altro perché non ha seguito con attenzione né la trasmissione Caterpillar che promuove l'evento, né tutte le locandine sparse per l'Italia, dove di questa manifestazione si parla.

francescomat
13-02-2009, 10:32
Tratto dal blog di "caterpillar":

"L’invito rivolto a tutti è quello di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili il 13 febbraio 2009 dalle ore 18.
Nelle precedenti edizioni M’illumino di meno ha contagiato milioni di persone impegnate in un’allegra e coinvolgente gara etica di buone pratiche ambientali. Semplici cittadini, scuole, aziende, musei, gruppi multinazionali, società sportive, istituzioni, associazioni di volontariato, università, commercianti e artigiani hanno aderito, ciascuno a proprio modo, alla Giornata del Risparmio. Lo scorso anno il “silenzio energetico” coinvolse simbolicamente le piazze principali in Italia e in Europa: a Roma il Colosseo, il Pantheon, la Fontana di Trevi, il Palazzo del Quirinale, Montecitorio e Palazzo Madama, a Verona l’Arena, a Torino la Basilica di Superga, a Venezia Piazza San Marco, a Firenze Palazzo Vecchio, a Napoli il Maschio Angioino, a Bologna Piazza Maggiore, a Milano il Duomo e Piazza della Scala ma anche Parigi, Londra, Vienna, Atene, Barcellona, Dublino, Edimburgo, Sofia, Palma de Mallorca, Lubiana si sono “illuminate di meno”, come altre decine di città in Germania, in Spagna, in Inghilterra, in Romania."

Non mi sembra che da questa presentazione emerga molto il concetto di migliorare l'efficienza.

Non so a te, ma a me la frase "silenzio energetico" fa pensare a qualcosa di tragicamente definitivo. Non vedo perché si debba spegnere il pantheon o altri monumenti definiti "non indispensabili".
Io dico invece: usiamo tutta l'energia che ci serve per vivere bene, senza sprecarne neanche un joule.

BrightingEyes
13-02-2009, 10:39
Quoto in pieno Francescomat che ha colto perfettamente il punto per cui a me restano notevolissime perplessità per iniziative come l'ormai ipertrofico "m'illumino di meno".
Criticare in toto l'iniziativa non è possibile, primo perchè si rischiano conseguenze fisiche (:rolleyes:) secondo perchè una forte importanza a livello di sensibilizzazione e di incentivo all'attenzione energetica da parte della grande massa della gente sicuramente questa iniziativa la può vantare.
A mio parere ormai dovrebbe evolversi selezionando un pò le iniziative da incensare e tagliando un pò le inutili "azioni di facciata".
Conosco persone che fanno i pendolari con l'Alfa Romeo (il SUV ce l'ha la moglie per portare i bimbi a scuola e comprare il pane), si lamentano che d'estate con l'aria condizionata a manetta salta il contatore... ma poi spengono le luci mezz'ora un giorno all'anno e si sentono legittimati a chiedermi "ma tu cosa fai per l'ambiente?" :bored:
Io spegnerò la radio quella sera. Mi pare già una buona iniziativa. :rolleyes:

pinetree
13-02-2009, 11:01
Infatti, c'è una forte ignoranza in giro, ho sentito anchio persone che dicono di spegnere il Standby della nuova TV (e sono convinto che cosi risparmiano forse €1/anno) e fa 1 ora al giorno di viaggio andata e ritorno al lavoro con una Turan nonostante sia ben servito di mezzi pubblici.
spreca tutti i giorni 50kWh di energia per risparmiare con la TV 5kW/anno.
"E!!! ma la macchina è indispensabile, se mi chiama la moglie che devo andare a comprare il pane, non mi passa più con i mezzi pubblici."

Certo spreca 15.000kWh/anno in standby moglie, ma si vanta di risparmiare 5kWh/anno in standby TV.
Un rapporto di 3000/1.
Ma quanto li costa al kilo questo pane alle fine, forse li conviene chiamare un Taxi e farsi portare il pane a casa, almeno con €50/kg se la cava meglio.!!!

nll
13-02-2009, 11:04
...impegnate in un’allegra e coinvolgente gara etica di buone pratiche ambientali...

Che non si ritenga sufficiente spegnere la luce di un monumento per mezzora per risolvere il problema del fabbisogno energetico credo che ne siano convinti proprio tutti, anche gli organizzatori di "M'Illumino di meno". Qualcuno aveva dei dubbi in proposito?

Vi ricordo che i propositi (e non solo propositi, anche vere e proprie realizzazioni) non hanno riguardato e non riguardano solo il risparmio energetico, anche se si è partiti da lì. Il car-sharing, per esempio, è una delle forme di adesione alla campagna tra le più scelte. Durante la stessa trasmissione di ieri c'era chi annunciava il ciclobus per recarsi questa mattina al lavoro, da Rivoli a Torino (oltre 11km), con temperature ben al di sotto dello zero e per questa sera alle 20.30, dopo il lavoro, massa critica in bici per le vie della città.

Ma per quale motivo si deve sminuire il significato simbolico dell'iniziativa, per il solo fatto che non è in grado da sola di risolvere il problema che vuole evidenziare? Se così fosse giusto, allora a cosa servono tutte le manifestazioni che si svolgono in Italia e nel mondo, per qualunque ragione vengano fatte?

Non condivido il ragionamento di chi dice che, non avendo significato il proprio piccolo contributo, evitano di darlo del tutto. A mio parere ciascuno risponde a queste iniziative come meglio crede e se la sua sensibilità non lo porta a fare gesti eclatanti, pazienza, ma almeno quel poco che farà sarà nella direzione di un miglioramento, almeno per quel giorno.

BrightingEyes
13-02-2009, 18:20
Ma per quale motivo si deve sminuire il significato simbolico dell'iniziativa, per il solo fatto che non è in grado da sola di risolvere il problema che vuole evidenziare?

A mio parere non va sminuito il significato simbolico, ma il tentativo di far passare sotto il nobile manto dell'iniziativa di sensibilizzazione e incentivazione a comportamenti più attenti da parte di tutti idee che a me personalmente appaiono fumose, assurde o francamente pericolose.
Anche a me pare che si ponga molto più l'accento su comportamenti volontariamente quaresimali che sulle serie iniziative di ottimizzazione. Ora stanno facendo una gara su quale parlamento spegne più a lungo... boh! A me pare una scemenza se è una misura "una tantum". Si può decidere di spegnere tutto un'ora prima e andarsene a casa tutti i giorni, allora servirebbe si. Per me ok, ma sia chiaro che il mio dipendente prenderà lo stipendio per 7 ore invece che per 8! E i miei clienti probabilmente dovranno sopportare un aumento che vada a coprire le spese che presumibilmente continuerò ad avere! Ogni riduzione di servizio ha un costo, non solo un risparmio!
Anche sulle idee veramente intelligenti, tipo il cambiare i motori con altri più efficienti, ci tocca sopportare l'esilarante notizia che col risparmio fatto sull'energia si potrebbe evitare di licenziare i dipendenti! (Detto mezz'ora fa) E già! Che scemi a non averci pensato eh! Ma un briciolo di demagogia ci può stare dai.

Secondo me è un'iniziativa interessante, purchè la si prenda "cum grano salis". Sempre. :closedeyes:

livingreen
13-02-2009, 23:30
Pare che stavolta, contariamente ai due anni precedenti, l'iniziativa abbia funzionato.
Domani posterò il grafico di Terna sui consumi rilevati.

pinetree
14-02-2009, 08:44
L'unico successo che vedo io sarebbe quello di strappare un accordo con le aziende stile Berlusconi:

"Io qui prometto che alla fine dell'anno vi presento una mia bolletta elettricia ridotto del 40% applicando le seguente misure
elenco:


Nel caso non supero il 20% di risparmio finanzierò l'acquisto di €60.000 (40% della boletta) di lampadini a basso consumo da distribuire gratuitamente.
ecc ecc.

A me fa ridere pensare che basta che un sindaco di Milano applica un divieto di circolazione degli automobili per un solo giorno a Milano, e riusciamo a risparmiare quello che si potrebbe fare con tanti consigli elettrici in 1 anni.

I consigli non portano da nessuna parte, servono leggi e chi li fa applicare.

remtechnology
24-02-2009, 18:57
Ciao a tutti,
ho letto con attenzione i vostri post e dico anch'io la mia.
Ascolto Caterpillar perchè mi trovo spesso in auto all'ora della trasmissione e l'iniziativa che hanno promosso secondo me è intelligente, non tanto sull'ora dell'evento che comunque quest'anno ha portato ad un taglio di 500 MW di potenza (fonte Terna - Livingreen che sta valutando anche lui i dati lo potrà confermare) ma su tutto il contorno , di settimane, che hanno creato.
Sono cosciente e consapevole del fatto che un conto è "risparmiare energia" tagliando gli sprechi e un conto è " migliorare l'efficienza" e giusta l'osservazione che il titolo esatto sarebbe M'illumino meglio ma il traino era nato sulla nota poesia.
Il motto "M'illumino meglio" comunque mi piace molto e lo potrebbe usare EA, vedo molti moderatori in questo post e magari si potrebbe usare, complimenti a Francesco per l'idea.
Comunque sia vi fornisco un dato pratico che forse sembrerà banale.
Sono riuscito a convincere un mio cliente, che è il direttore generale di una grossa azienda di servizi, di approvare un'azione di sensibilizzazione sull'onda dell'iniziativa e questo imprenditore ha mandato a tutti i dipendenti, oltre 800 persone, una mail sul risparmio energetico e sul miglioramento dell'efficienza.
Questi numeri non compaiono nei 500 MW di potenza, ma vi assiciro che girando per l'azienda in questione nelle settimane prima e dopo ho notato molte stampanti, utenze non necessarie, luci di corridoi vuoti spente rispetto al solito.
Basta così? No, non basta ma è un inizio di un lavoro di miglioramento dell'efficienza dell'azienda la quale deve imparare prima a consumare meno e meglio all'interno prima di certificare i proprio prodotti a risparmio energetico.
Sarei contenti se molti altri mass media, con stili e metodi diversi, facessero un pò di promozione alla Caterpillar che forse non sempre corretta a livello ingegneristico ma ottimo a livello generalista.
Nella mia attività di consulente a volte mi chiedono di tenere dei corsi di energy management e chiedo di avere tra i partecipanti non solo lo staff degli uffici tecnici,che magari sanno bene e meglio di me la differenza tra risparmio energetico e miglioramento dell'efficienza energetica, ma anche altri settori dell'azienda che sono quelli che comandano i "bottoni dei consumi" quali i capi cantiere, i capi officina e simili.
Ogni kWh risparmiato è guadagnato per l'ambiente e la cosa che comunque mi ha fatto piacere sempre in merito alla trasmissione i questione è che hanno coinvolto molte scuole e i bambini di oggi sono gli uomini di domani.Tra questi anche uno dei miei nipotini è stato nominato "energy manager della classe per una settimana" e ha capito cosa fa lo zio come lavoro.
Ciao a tutti
Rem

pinetree
25-02-2009, 21:28
....


Certo c'è tantissimo che si può fare, ma sono convinto che la strada migliore sia interventi, leggi, obblighi e multe, la gente capisce solo questo.

I consigli durano poco poi si torna come prima, tanto non sono io a pagare la bolletta.

Purtroppo le fobie incontrollate e non intelligente possono creare situazioni opposto a quello che si vuole ottenere.
In un ufficio dove si stampa di continua, non ha senza provvedere allo spegnimento fisico, oppure iniziamo a spegnerlo durante la chiusura dell'ufficio, oppure impostiamo il metodo di lavoro in modo che le stampanti sono disponibile 1 ore la mattina, ed un ora la sera.
Ma evitiamo di fare la cretinata di spegnere di continuo rischiando di creare un effetto contrario perché ormai molte stampanti finiscono in discarica anche per guasti banali.
Molti stampanti sprecano inchiostro per la pulizia durante la ripartenza.

Non ho mai visto un azienda che fornisce ai propri dipendente l'illuminazione personale, quindi si ha sempre veneziane quasi chiusi e tutta l'illuminazione a plafoniera accesa in pieno giorno.
Se ognuno avesse un lampade sul proprio posto di lavoro potrebbe gestire meglio l'illuminazione mirata dove l'illuminazione esterna non arriva bene.

Le tende a strisce verticali dovrebbero essere aboliti, in qualunque posizione li metti qualcuno avrà sempre troppo luce in faccia.

iP Tom
27-02-2009, 12:35
Ciao a tutti,
Sono riuscito a convincere un mio cliente, che è il direttore generale di una grossa azienda di servizi, di approvare un'azione di sensibilizzazione sull'onda dell'iniziativa e questo imprenditore ha mandato a tutti i dipendenti, oltre 800 persone, una mail sul risparmio energetico e sul miglioramento dell'efficienza.
secondo me questa è la soluzione vincente ed appena si riuscirà a superare l'impatto iniziale che può comportare un sollecito del genere, le buone abitudini potranno diffondersi a tappeto.
Cosa c'era scritto nella mail?

remtechnology
02-03-2009, 16:47
Non posso copiare la mail essendo un documento che è entrato nel sistema di qualità dell'azienda, ma fondamentalmente si invita all'attenzione al consumo di fonti primarie, siano esse energia elettrica, termica, frigorifera, acqua potabile.
Per Pinetree: concordo che i semplici consigli magari fanno poco , ma quando a spingere sono i proprietari delle aziende o noi contribuenti c'è poco da dire, se si riducono gli sprechi si paga meno. Lasciare una stampante o un monitor accesso tutta la notte o un week end è innegabile che spreca energia.
Una prova da fare banale, si va in uno stabilimento, si misura il carico alle 7.00, alle 8.00, ecc...alle 20.00 e si vede che cosa è accesso e si vede cosa si può togliere, facciamo un 5%, può sembrare poco ma in un anno la cosa si fa sentire
Caso pratico - azienda verificata nel 2008 (stabilimento produttivo audit energetico, potenza 780 kW full time) per scherzo con il titolare vediamo la sede :
Pn = 80 kW facciamo le misure di notte e nei week end si può togliere mediamente il 6%, facciamo 2 conti : 80 x 0,06 = 4,8 kW
Il titolare abituato a potenze maggiore mi dice "Cosa vuole che siano 4 kW in più"
Facciamo il conto del consumo di energia in più, considerando 4 kW per sicurezza, e risultano :
52 settimane = 52 * 2 * 24 * 4 = 9.984 kWh
300 giorni di cui scaliamo per sicurezza 12 ore al giorno = 12 * 300 * 4 = 14.400 kWh
Totale anno = 24.384 kWh
Costo dell'energia dell'azienda (mercato libero ) = 0,18 euro/kWh * 24.384 = 4.389 euro

Morale : il giorno dopo è partita una circolare a tutti i dipendendi degli uffici sul taglio delle cose in più vista la somma. Il consumo misurato verrà girato in busta paga l'anno dopo ;-)
I dipendenti della palazzina sono 52 quindi circa 100 euro di bonus all'anno e al titolare non è costato niente e poca fatica ai dipendenti.
Ciao
Rem

iP Tom
02-03-2009, 16:53
bella dimostrazione! la soluzione non è ne complicata ne costosa

[06/03/2009]
ieri sera ho scoperto che anche i simpatici RADICI NEL CEMENTO hanno dato il loro contributo con m'illumino di meno (YouTube) (http://www.youtube.com/watch?v=oPJM3_FCtRE)

gigisolar
12-02-2010, 20:25
Dal sito Terna (http://www.terna.it/)

http://www.energeticambiente.it/attachment.php?attachmentid=9207&stc=1&d=1266014746
:bye1:

riccardo urciuoli
22-03-2010, 19:21
Io nell'azienda dove lavoro ho provato a far spegnere gli strumenti inutilizzati...
non solo plotter, ma analizzatori di reti, oscilloscopi e simili, in media sui 300W cadauno... tutti strumenti che con le nuove tecnologie in pochi minuti dall'accensione sono perfettamente calibrati...
Risultato: ho quasi litigato, perchè gli strumenti accesi (INUTILMENTE) servono a far finta di lavorare...se li spegni lo notano e pensano che stai lì a far niente (e in certi momenti è sicuramente vero)

I proprietari magari contestano acquisti di pochi euro, ma sulle cose pratiche e intelligenti non si concentarno...

excalibur54
31-03-2010, 10:16
La stessa cosa e' valsa piu' volte per me, nell'Azienda dove lavoravo, da tener presente che, era un locale fronte uffici, adibito a "parcheggio" per veicoli, erano (e lo sono ancora tuttoggi) installate la bellezza di 300 plafoniere con 6 tubi da 36Watt caduno, per la bellezza di 64800 Watt, accese 24 ore su 24! Piu' volte all'uscita dal lavoro, ho provato a spegnere almeno in parte, (quelle inerenti alla area di parcheggio dei veicoli del nostro modello), ma gli effetti sono stati sempre i soliti. Dopo pochi minuti, qualcuno si prendeva l'incomodo di riaccendere il tutto. E non solo, ma qualcuno si permetteva di fare dei commenti poco edificanti nei miei confronti....

zintolo
31-03-2010, 10:58
http://www.energeticambiente.it/attachments/decrescita/9207d1266014746-millumino-di-meno-no-millumino-meglio-terna-mi-illumino-di-meno-2010.jpg

Una piccola considerazione energetica in favore del "mi illumino meglio", messaggio implicito nel "mi illumino di meno".
Il consumo elettrico medio nazionale nell'orario lavorativo risulta essere circa 44GW. Supponiamo che solo il 10% sia dovuto ad illuminazione, sono 4.4GW. Supponiamo di sostituire i metodi di illuminazione attuali con sistemi a led (da 130 lm/W attuali fino a 190 lm/W a breve termine LEDs Magazine - Cree achieves 186 lm/W LED, 98.3 lm/W LED streetlight (http://www.ledsmagazine.com/news/6/12/2) ). ..con questa semplice operazione quanto nucleare pulito abbiamo realizzato in Italia? Quanto sarà costato? Quanti posti di lavoro avremo creato?