PDA

Visualizza la versione completa : isolamento termico batterie



Chiarella
19-03-2009, 12:27
Ciao a tutti...avevo già aperto altre discussioni in questo forum dove spiegavo il progetto che sto portando aventi....ebbene sono ancora qui a chiedervi un'aiuto.
Devo collocare un'accumulatore litio-polimero piuttosto vicino ad una fonte di calore. anche se ho letto che questi accumulatori non sono infiammabili e sono sicure, in genere le batterie non dovrebbero essere poste vicino a fonti di calore, per questo vi chiedo: come posso realizzare un'isolamento "termico" della batteria?

grazie a tutti...:bye1:

gattmes
19-03-2009, 15:16
dati insufficienti...
intanto anche la bat scalderà... bisognerebbe capire di quanto..
poi bisognerebbe capire la fonte di calore quanto irradia verso la bat
servirebbe sapere il delta termico da tenere....
la temperatura della bat da tenere...
altre zone fredde dove riversare gli eccessi (viceversa bisogna "pompare"... calore)
dei dati dimensionali..
ecc. ecc.

altrimenti si finisce come nel 3D dove si chiedeva quanta potenza serve per scaldare 30cl d'acqua.. e dove continuamente si ignoravano le mie precisazioni sul "contenitore" , ecc...

Chiarella
19-03-2009, 15:46
dati insufficienti...
intanto anche la bat scalderà... bisognerebbe capire di quanto..
poi bisognerebbe capire la fonte di calore quanto irradia verso la bat
servirebbe sapere il delta termico da tenere....
la temperatura della bat da tenere...
altre zone fredde dove riversare gli eccessi (viceversa bisogna "pompare"... calore)
dei dati dimensionali..
ecc. ecc.

altrimenti si finisce come nel 3D dove si chiedeva quanta potenza serve per scaldare 30cl d'acqua.. e dove continuamente si ignoravano le mie precisazioni sul "contenitore" , ecc...

Grazie...hai perfettamente ragione...però come hai già pututo capire, da sola tutte queste cose non le posso sapere perchè non ne so nulla, perciò io chiedo semplicemente un materiale o un metodo per poterla isolarlare...penso che questo può variare considerando le variabili che hai scritto sopra, ma se possibilile vorrei avere comunque una dritta generica....
grazie

amir
19-03-2009, 16:48
... vorrei avere comunque una dritta generica....

materiali e tecniche:
polistirolo
poliuretano
gomma
papier maché
lana
cuoio
sughero-legno
lana di vetro
argilla espansa
terra refrattaria
fibre ceramiche
amianto
altro
vaso di Dewar
dissipare calore

per un minimo di calcolo bisogna sapere:
temperatura sorgente di calore (10 °C, 100 °C, 800 °C?)
potenza termica irraggiata ( 10, 100, 1000 W?)
superficie irraggiante: area - forma (laminare/espansa, sferica/compatta)- materiale/i
distanza fra superficie calda e sup. batteria (pochi millimetri, molti centimetri?)
temperatura max ammissibile della batteria

se è la batteria stessa a fornire energia alla fonte di calore, della batteria bisogna sapere anche
capacità
stato di carica
potenza nominale
corrente e tempo di scarica


vincoli, ad es.:
peso
dimensioni
materiale/i
forma
assorbimento energia
rumorosità
costo
ecc.

amir

gattmes
20-03-2009, 15:29
Per completare la lista dei materiali.. aggiungo che il migliore in assoluto è........... il nulla! :oops: (Ovvero il vuoto... vedi "thermos")
Segue... l'aria :shocked: (dopo il vuoto è il migliore di tutti... se tenuta ferma!)..e poi tutti gli altri....

Però , torno a dire.. bisogna sapere i dati.. altrimenti è come voler cercare il materiale per costruire qualcosa. senza sapere cosa!
Voglio dire: qualcosa come una "canadese".. è diverso da una "villetta"... a sua volta diversa da ...l'Empire State Building! Non si usano neccessariamente gli stessi materiali...

Garlick
23-03-2009, 16:02
Trasmissione del calore, fisicatecnica................

FrancescoNino
15-07-2018, 09:56
Salve a tutti, mi chiamo Francesco e sono un nuovo "appassionato" del forum.
Seppur vecchiotta, mi aggancio a questa discussione per non aprire un nuovo 3D che sarebbe quasi identico. Spero di aver fatto la scelta giusta.

Il mio caso é molto simile: vorrei evitare il riscaldamento di un vano batterie esposto al sole nel quale si raggiungono circa 60gradi con temperatura ambiente esterno oltre i 30gradi (sud italia)
Dati:
Vano batterie in lamiera di ferro spessore 2mm.
Dimensioni (LxHxP) 50cm x 20cm x 30cm
Esposizione al sole dalle12. 00 al tramonto su un solo lato (50x20cm faccia verticale del vano). Gli altri lati sono in ombra.
La superficie esposta é rivestita con uno strato di vetroresina di 3mm.
Il vano é aerato tramite 2 fori diametro 2cm su 2 lati opposti del vano.
Le batterie sono del tipo agm e hanno una temperatura di funzionamento massima di 45gradi C. sono mediamente cariche e durante le ore di esposizione sono tenute in carica da un pannello solare e relativo regolatore.
Le batterie sono accostate tra loro e poggiate a 2 lati del vano. Distanziate, invece, dalla superficie metallica esposta al sole, di 3cm.

L'applicazione è su un camper, pertanto non c'è piena libertà di intervento.
È possibile una coibentazione dall'interno (max 3cm), ma solo per il lato esposto al sole. Gli altri lati possono essere coibentati dall'eserno del vano.

Faccio appello alle vostre competenze per migliorare le condizioni delle batterie all'interno del vano.
Grazie mille
Francesco

FrancescoNino
15-07-2018, 10:32
Aggiungo la seguente foto per specificare meglio la posizione e le condizioni di esposizione.
La parte evidenziata in arancione é il lato esposto al sole del vano portabatterie.
Dalla foto si intuisce anche che la superficie superiore del vano é a contatto col pavimento interno del veicolo.
Tutto il veicolo é investito dai raggi del sole e la temperatura interna del mezzo raggiunge anche 45gradi.

66710
Ringrazio ancora quanti vorranno aiutarmi.
Francesco

Top
15-07-2018, 10:41
Il camper ha le ruote... Come fai a dire che la superficie esterna è esposta al sole dalle 12 a sera? Se il camper è stanziale, ombreggia in qualche modo e ci sei, se non è stanziale, considerare l'esposizione al sole è poco corretto.

riccardo urciuoli
15-07-2018, 10:50
alcune considerazioni:
- non ha senso coibentare, si parla di tempi lunghi e inoltre non puoi coibentare tutti i lati...è totalmente inutile
- la superficie è già bianca..altrimenti di avrei suggerito di verniciarla bianca
- la cosa migliore se possibile è ombreggiare come già detto, ma aggiungo che potrebbe essere utile in alternativa un pannello riflettente o chiaro, da poggiare a terra per evitare che, se il fondo stradale è asfalto o scuro, il calore arrivi dal fondo surriscaldato

- infine, se sei sicuro del surriscaldamento (l'hai misurato?) la cosa migliore e più efficace è prevedere una piccola ventolina che forzi il ricambio di aria nel cassone, magari comandata da termostato

FrancescoNino
15-07-2018, 11:34
Per TOP: Il camper ha le ruote, ma non necessariamente girano 7giorni su 7.
Quando é parcheggiato, per minimo 5 gg alla settimana, su strada pubblica, sfrutta l'ombra di un palazzo nelle prime ore della mattina. Dalle 12.00 in poi é al sole, lo giuro.

Per Riccardo:
Grazie mille per il tuoi consigli, penso tu abbia ragione in pieno dicendo che la coibentazione é inutile visto il tempo di esposizione.
Proverò a installare una ventolina tipo quelle da pc e magari tentare con un pannello verniciato "a specchio" da appendere sul coperchio bianco per migliorare la situazione.
Grazie mille

serman
18-07-2018, 19:44
Quoto Riccardo. Una ventolina è la soluzione migliore visto che hai una sorgente di energia disponibile (pannello ) . Mettici anche un termostato che la fa partire solo al superamento dei 40 gradi e sei a posto.

FrancescoNino
19-07-2018, 08:15
Grazie Serman, l'idea mi sembra ottima. Al momento sto cercando un termostato non troppo ingombrante, (né costoso) che possa comandare una ventola tipo quelle da pc (da 80mm) a 12v. Avresti per caso un consiglio su cosa acquistare? Io ho trovato questo termostato che mi sembra sufficiente per questo utilizzo. (solo la consegna ad agosto é troppo lontana) 6673066730
Provo a cercare qualcosa che non parta dalla Cina...
Grazie di nuovo
Francesco

serman
20-07-2018, 19:52
Ma perché non usi un semplice termostato da casa che trovi in qualunque brico ? Hanno tutti il doppio contatto estate/inverno per comandare caldaia e climatizzatore, vanno a batteria e non occorre predisporre alimentazione esterna .

FrancescoNino
20-07-2018, 23:38
Si, c'avevo pensato ma vorrei sfruttare l'occasione per mettere una termocoppia tra 2 batterie e controllare "più da vicino" la temperatura delle stesse.
L'idea resta comunque buona, visto che non c'é necessità di avere una precisione assoluta. Impostando il termostato sui 38gradi e fatta partire la ventola, posso immaginare che le batterie non abbiano superato i 45gradi.

riccardo urciuoli
21-07-2018, 10:49
Va benissimo il termostato, e li trovi anche online...

La termocoppia è inutile, stiamo parlando di un riscaldamento diffuso e "lento", non un riscaldamento localizzato e veloce come può essere quello indotto da elevate correnti di scarica nei veicoli elettrici

FrancescoNino
21-07-2018, 11:58
Allora aggiudicato il termostato classico.
Grazie mille a tutti.

Lupino
23-07-2018, 13:01
Concordo con riccardo sull'uso di semplici ventole per far circolare l'aria ma mi preoccuperei anche di ampliare le prese d'aria, 2 fori da 2cm di diametro sono assolutamente insufficienti, rischi che le ventole turbinino solo aria calda. L'optimum sarebbe creare un tunnel virtuale con ingresso ed uscita con, ai due capi, due ventole, una in immissione e una in estrazione, ed in mezzo le batterie
Come dice serman risparmia i soldi e utilizza un semplice termostato meccanico o un interruttore termostatico da soffione, di questi ne esistono per un ampio range di temperature.

P.S.
Se hai spazio ti consiglierei ventole da 120mm, a parità di velocità spostano un volume d'aria maggiore

FrancescoNino
23-07-2018, 13:50
Grazie Lupino, la mia intenzione era quella di fare un foro da 80mm sul quale montare la ventola in aspirazione e dalla parte opposta una serie di fori con area di passaggio totale, pari o superiore al foro di uscita.
La ventola da 120 penso sia troppo grande solo perché non avrei possibilità di aprire una area simile dalla parte opposta. Teoricamente sarei in 'depressione' se così si può dire.
Ora corro a vedere cos'é un interruttore termostatico da soffione:):)
Intanto grazie

Lupino
23-07-2018, 16:33
Questo (https://m.ebay.it/itm/interruttore-termico-40-C-normalmente-aperto-termostato-sensore-ART-EP02-/332295384455) ; ve ne è anche da meno di 40°, l'importante è che sia N.A. (normalmente aperto)

FrancescoNino
23-07-2018, 22:26
:spettacolo:
-piccolo
-semplice
-economico
-senza alimentazione
Anche se non regolabile, proverò con questa soluzione perché non voglio occupare altro spazio in un vano ormai pieno al 90%.
Dovrà faticare la mia ventolina!