PDA

Visualizza la versione completa : le perdite di una condotta



Maurizio8
07-07-2009, 20:04
Ciao a tutti, volevo sapere se qualcuno mi saprebbe togliere un dubbio, che nonostante molte ricerche non sono riuscito a togliermi. Se io ho una condotta di acciaio inox lunga 30 metri con una portata massima di 600 l/s a quanto potrebbero ammontare le perdite considerando un salto per una banki di 17 metri? un ultima domanda, qualcuno mi saprebbe dire di quale diametro dovrebbe essere la condotta? spero mi possiate dare una mano, sono veramente in difficoltà....... un saluto a tutti da Maurizio:bye1:

Spes
07-07-2009, 23:33
Per conoscere le perdite devi partire dal Diametro.
In prima approssimazione devi trovare una tubazione che ti consente di viaggiare con l'acqua sotto i 3 mt/sec, eccezionalmente oltre.
La velocità, nel calcolo delle perdite, influisce al quadrato.

Con 0.6 mc/sec costanti potresti andare con un 600 mm. su 30 metri di lunghezza potrai perdere al max 0.3 m di perdite distribuite + altrettanto in concentrate. Se passi al 500 mm le perdite possono arrivare a 0.7+0.7.

A questo punto devi vedere il costo della tubazione, ma hai solo 30 metri, e i maggior kWh che puoi capitalizzare.

Spero ti sia sufficiente per dormire questa notte, se ti occorrono dati più precisi provvederemo.
Spes

car.boni
08-07-2009, 06:54
Buongiorno a tutti,
la velocita' indicata dall'amico Spes e', a mio modo di vedere, un po' eccessiva.
Su quei diametri e quella lunghezza le differenze di costi sono marginali e considerando che una tubazione la si costruisce per durare generazioni, propenderei per un diametro magggiore (700 mm).
ciao car.boni

Spes
08-07-2009, 08:51
Di solito mi regolo con valori di velocità in condotta compresa tra 1 e 3 mt/sec. per approssimare il diametro, poi passo al diametro commerciale superiore e verifico le perdite ed i costi. Per questo ho scritto di stare sotto i 3 mt/sec. (< di 3 mt/sec.)

Maurizio Bernardini ha una Q max di 0.6 mc/sec. ed in quel caso viaggia con 2.12 m/sec, ma se ipotizziamo la sua portata ordinaria in 0.4 m/sec la velocità scende a 1.41 m/sec.

Considerando che utilizza inox, da un punto di vista tecnico/economico, mi sento di confermare il 600mm, se consideriamo solo l'aspetto tecnico vanno bene tutti i diametri maggiori.

Spes

sandroturbine
08-07-2009, 12:13
Salve ,
Un tubo in in inox saldato da 506mm 3mm di spessore regge 12 bar e pesa 38Kg al metro ,certo te lo devi far costruire direttamente dalla Marcegaglia !
Le perdite con 600lt/sec e 30 mt di lunghezza sono di 0.4 mt corrispondenti a 2.3kW idraulici, considerata la potenza idraulica totale di 100kW ,sei al 2 %.
La tua scelta di usare l'inox al posto dell'acciaio è comunque sbagliata ,perchè la cura nell'installazione deve essere meticolosa ,la saldatura va fatta sul posto ,hai una pendenza pazzesca ,i tubi vanno ancorati ogni metro con un plinto in cemento armato ..
anche se spendi di più , userei un tubo in ghisa con l'interno smaltato con le giunte a bicchiere con la guarnizione Sono 30 mt quindi 5 verghe da 6 metri ,mentre fai lo scavo posi il tubo e lo innesti .
Ciao.

sunny life
08-07-2009, 14:09
ciao sandro, concordo con tè.....
visto che si parla di condotte avete dati medi di cosa possano costare?
per esempio in questo caso....ma comunque dati reali cioè come se fossero commissionati a ditte, non autocostruiti...
grazie ciao a tutti

Maurizio8
08-07-2009, 20:25
grazie a tutti per avermi aiutato, sicuramente se riuscirò a portare avanti il mio progetto punterò sulla qualità oltre alla funzionalità, perchè se poi si fà uno sbaglio te lo porti avanti nel tempo,conviene spendere un pò di più in certi casi, sinceramente non conoscevo l esistenza di tubi in ghisa internamente smaltati, voglio documentarmi meglio, ringrazio tutti per la disponibilità. Maurizio

car.boni
09-07-2009, 08:19
........visto che si parla di condotte avete dati medi di cosa possano costare?
per esempio in questo caso....ma comunque dati reali cioè come se fossero commissionati a ditte, non autocostruiti...


Ciao Sunnylife,
beh......intanto diciamo che autocostruirsi una tubazione da 500 mm nn e' una cosa banale ed alla portata di tutti.
Detto questo una tubazione da 500 mm in ghisa sferoidale, rivestita all'interno, con giunti automatici puo' costare intorno ai 100,00 €/ml, il medesimo diametro ma in vetroresina, giunti automatici, siamo a ca 160,00 €/ml ed infine in acciao siamo a 115,00 €/ml a cui devi aggiungere ca 30,00 €/ml per la saldatura. (IVA a parte su tutti i prezzi)
Tengo a precisare che questi prezzi INDICATIVI gli ho aumentati per adeguarli ad un quantitativo limitato. Per ghisa ed acciaio nn ci sono problemi di pressioni mentre per la vtr si, e nel caso indicato siamo a 25 Atm.
Ultima considerazione sulla posa : con ghisa e vtr si puo' tranquillamente scavare, posare e ricoprire senza problemi in quanto i giunti garantiscono una tenuta efficace e senza la necessita' di mettere in pressione (collaudo) l'intero tratto di tubazione. Caso diverso per l'acciaio dove diventa indispensabile provvedere al collaudo prima del reinterro.
Spero di esser stato esaustivo nella risposta
ciao car.boni

sunny life
14-07-2009, 20:54
grazie car.boni, sempre molto preciso....approfitto della tua esperienza per chiederti altre info,
mi hanno proposto di acquistare una piccola centrale kaplan di cui al momento non conosco ancora i dati tecnici, vorrei visionarla e in seguito valutare l' ipotesi dell' acquisto..che domande dovrei fare all' attuale propietario secondo tè ? per il momento mi ha detto che l'entrata media degli ultimi 4-5 anni è stata di 50000 euro a fronte di un affitto tra stabile e canale di circa 12000 euro, se fosse vero...che valore indicativo avrebbe?
ciao.

car.boni
15-07-2009, 07:26
Buongiorno Sunny life,
le cose fondamentali da sapere sono :

- durata residua della concessione idroelettrica
- condizioni e termini del contratto di locazione delle strutture
- conoscere lo storico della produzione

Su questi dati puoi elaborare un piano d'impresa e stimare un valore d'acquisto.
Dalle Tue parole nn si comprende se i 50 k€ sono il ricavo netto o lordo dell'attivita ma, se fossero lordi, avere quasi un quarto dei ricavi destinati agli affitti mi pare eccessivo.
ciao car.boni

sunny life
21-07-2009, 21:01
si sono lordi, mentre x la concessione è rinnovabile facilmente oppure
ci possono essere problematiche ?
il mio dubbio maggiore riguarda l'impianto ...se la kaplan ha parecchi anni
potrebbe avere bisogno di costose riparazioni... e questo è un po difficile da ipotizzare senza un' accurata analisi... quindi il valore della centrale
quanto potrebbe essere ?

car.boni
22-07-2009, 07:03
si sono lordi, mentre x la concessione è rinnovabile facilmente oppure
ci possono essere problematiche ?
il mio dubbio maggiore riguarda l'impianto ...se la kaplan ha parecchi anni
potrebbe avere bisogno di costose riparazioni... e questo è un po difficile da ipotizzare senza un' accurata analisi... quindi il valore della centrale
quanto potrebbe essere ?

Buongiorno Sunny life,
nn si puo' rispondere a queste domande senza conoscere bene i contorni dei problemi, sia dal punto di vista autorizzativo che tecnico.
Il rinnovo delle concessioni e' sempre un problema in quanto, nel tempo, possono essere mutati gli scenari ambientali al quale devi aggiungere nuovi interventi o progetti in corso di rilascio di concessioni che possono in qualche modo ostacolare la Tua pratica.
Sono tutte supposizioni "a naso" ma fondate.
Per la parte tecnica, nn mi considero un grande esperto, ma so per certo che le giranti kaplan, specialmente quelle di diametro sotto al metro (nn so quanto sia la Tua), si sporcano molo di piu' e possono aver sofferto di problemi di cavitazione. Sicuramente dando maggiori informazioni troverai, da alcuni amici del forum, delle risposte piu' tecniche e, lo spero, piu' rasicuranti.
Il valore resta un altro dilemma........ avere quasi 1/4 dei ricavi destinati solo agli affitti mi sembra eccessivo.
ciao car.boni

sunny life
22-07-2009, 18:06
grazie. appena ho notizie ci aggiorniamo...