PDA

Visualizza la versione completa : Risparmiola Alpina



Pagine : [1] 2 3

giuggiolo0107
04-09-2009, 09:06
non so come cominciare..... dunque diverse persone mi hanno contattato privatamente per avere informazioni su queste caldaie.... e andando di fretta ho fatto un po di casino..... rispondevo a 2/3 persone pensando che fosse soltanto uno (le domande si susseguivano in modo paurosamente con un senso logico, e uno non sapeva dell'altro.....) cosi ho deciso di scrivere pubblicamente (io ) e se vorranno anche quelli che mi chiedo informazioni , visto che sono diversi gli interessati a questo articolo, e gia 2 persone sono venute a vedere la caldaia a casa mia . ora non pretendo di fare come dr con le tatano (lui è anche un istallatore) ma qualcosina posso dare anch'io (senza considerare che posso anche imparare...)p.s non vendo caldaie non sono installatore e neanche idraulico......p.p.s. inizio anche un'altro discorso.... uno di quelli che mi ha contattato mi ha fatto conoscere anche questo( CIPPATORE Hrcules GL&D Group CIPPATRICE CIPPATRICI CIPPATORI CHIPPER hercules (http://cippatore.com/) ) io sono subito andato a vedere alla fabbrica e secondo me nelle mie caldaie dovrebbe funzionare.... nessuno ne ha mai sentito parlare??? (il costo è inferiore ai 3000 euro)un'ultima cosa manderò un messaggio privato a chi mi ha contattato per leggere qui, se non volete non siete obbligati a rispondere...

CaloRE
04-09-2009, 09:38
Va bene Giuggiolo, ma troviamo un titolo che possa essere davvero utile.

MDS
04-09-2009, 09:53
Ok, ti rifaccio l'utlima domanda...

Risparmiola:
può andare anche a pinoli?

NinoS
04-09-2009, 10:33
Che ne diresti come titolo "risparmiola alpina - I consigli di Giuggiolo" ?
Sempre meglio di " I casini di Giuggiolo con la alpina.":D che sembra il titolo di un film hard.

giuggiolo0107
04-09-2009, 11:43
se riuscite a cambiare voi il titolo ben venga..... sia chiaro che non sono un esperto ma uno a cui piace "pastrocchiare"....:bye1::bye1:p.s. come tutte le onnivore non dovrebbe avere problemi a pinoli, si tratta solo di individuare la coclea giusta..... (pinoli o gusci di pinoli???? ) se sono interi credo che possano andare anche nella coclea del mais(piu piccola e in alto) altrimenti dal basso......

bioterm
04-09-2009, 12:13
mi pare che da quelle parti le venda la Ecofiamma

giuggiolo0107
04-09-2009, 18:35
per chi me l'ha chiesto..... io mi sono portato a casa un po di quel cippato fatto con questa macchina. CIPPATORE Hrcules GL&D Group CIPPATRICE CIPPATRICI CIPPATORI CHIPPER hercules (http://cippatore.com/)... effetivamente ha un paio di problemi con la coclea predisposta a noccioli .:bored:.... credo risolvibili senza troppi problemi..:compress:..(ma non garantisco niente..). con la coclea per la potatura vanno giù che è un piacere.....provato anche il trinciato di mais, idem, ma comunque con questo materiale(mais triciato) il gioco non vale la candela :cry:....

giuggiolo0107
10-09-2009, 11:51
oggi ho avviato la risparmiola..... e con mio disappunto la scheda elettronica è saltata..... i sintomi sono la costante chiamata del cronotermostato , anche con i fili staccati.... quindi la caldaia produce sempre anche se non c'è niente che chiama...... in compenso ho provato il bollitore nuovo ed effettivamente 200 lt li ho scaldati in circa 15 minuti........... gia telefonato in ditta e mi spediscono la nuova (oltretutto versione nuova..) vediamo quanto mi costa questo scherzo.......:cry::cry:....p.s. il bollitore a serpentina mi è costato 150 euro (1 anno di vita, ancora con il cellofan) e gli attacchi idraulici ci ho messo 1 gg del mio lavoro (e mi sono divertito) e stranamente tutto a tenuto fin da subito (persino il ricircolo ho montato...):bye1::bye1:

Fuochista
10-09-2009, 16:41
Se è collegata anche la pompa, verifica che non sia in corto, spesso è quella + che il crono....:)

giuggiolo0107
10-09-2009, 18:13
se accendo la caldaia funziona tutto il resto , da il consenso alla pompa per verifica, e poi dopo 2 secondi si spegne e attende che sia in temperatura.... le coclee funzionano correttamente, è propio solo il consenso del crono che rimane acceso, e di conseguenza tutta la caldaia....:cry::cry::cry::cry::cry:

MDS
10-09-2009, 18:52
. come tutte le onnivore non dovrebbe avere problemi a pinoli, si tratta solo di individuare la coclea giusta..... (pinoli o gusci di pinoli???? ) se sono interi credo che possano andare anche nella coclea del mais(piu piccola e in alto) altrimenti dal basso......

Gusci di pinoli.

Speriamo bene per il guasto che stai avendo in questi giorni.

giuggiolo0107
10-09-2009, 19:03
mi hanno detto che me la spediscono in piao di gg.... 150 euro :cry::preoccupato:

giuggiolo0107
24-09-2009, 22:17
arrivata scheda..... non pagata:wub2::wub2: (non so se per errore o perchè ero al pelo con la garanzia...) è una 2.1...... non so cosa abbia di differenza dalla 1.3 che avevo prima.... ma per adesso l'ho montata e si accende...non mi resta che reimpostare tutti i parametri.... sto cercando di modificare l'impianto in moda da poter installare un puffer, purtroppo il mais per quanto poco costa, i noccioli di pesca non me li danno più... e il carico di legna non riesco a gestirlo, se pe un qualsiasi motivo i crono chiudono con il carico di legna mi va in ebollizione (è un vaso chiuso..:cry:) se voglio mettere a legna la risparmiola devo assolutamente montarlo.....

Dott Nord Est
24-09-2009, 22:41
giuggiolo, se sabato vieni a imola, ti spiego come fare........

giuggiolo0107
25-09-2009, 05:15
grazie per la proposta.... ma la mia difficoltà non è l'idraulica.. (nell'alpina l'ho gia fatto..) ma nei costi , in fondo alla base dei contadini c'è sempre il risparmio e il fai da te.... per adesso sto ancora cercando un puffer adeguato ..... ho una bella botte zincata a caldo (che con niente si coibenta) ma è solo 500 lt e modificare le tubazioni per così poco non ne vale la pena, però nei miei giri da fai da te (per rottamai..) ne ho vista una piu grande della mia (15 qli) già con un cappotto e in ottime condizioni , ma non avevo le misure dietro dello scantinato in cui va collocata (altezza massima 2,10 e difficoltà ad entrare....), volevano 300 euro, tra 3 gg finisco la vendemmia provo a caricarmi la mia e a vedere se con 200 più la mia indietro me la danno...... (ha 2 uscite filettate da 1 e mezzo , 2 da 1 4 da mezzo , perfette:rolleyes:)p.s. molto facile che ,vendemmia permettendo, venga a fare un giro, c'è sempre da imparare dai più bravi......(lode gratuita, senza fini di lucro.....)

ale62
27-09-2009, 22:57
giuro io posso capire la voglia di risparmiare, e l'entusiasmo nel costruire ma in un anno con il tempo che hai perso ora avevi il tuo puffer senza prob! ho visto il tuo prototipo, e giuro non ho parole per il tipo di coimbentazione,l'aria non è ill miglior coimbent, hai bisogno di capire cosa sono gli isolanti.... poi hai messo dentro di tutto mattoni pietre pezzi di ogni per alzare la densità.....senza conoscere le peculiarità dei materiali, ora la botte zincata...ti stimo per la tua audacia ma quello che tu vuoi fare è il frutto di studi di persone che conoscono tutte le variabili e i materiali, le tipologie di essi e il loro adattamento a tale lavoro. insomma chimici, fisici, e ingen... conoscere i materiali è importante!,vedi tu, non basta saper raccordare un tubo. ciao

giuggiolo0107
28-09-2009, 05:49
ho messo di tutto ma solo in teoria..... per adesso il mio(bombola gpl) funziona solo ad h2o ..... poi che il miglior isolante non sia l'aria stavolta sei in errore ..... c'è stata un'intera discussione (aperta da me appositamente) in cui è saltato fuori che in successione sono il vuoto , l'aria(senza circolazione) , e i solidi...... quindi il mio mille bolle isola di più del polistirolo . la consisteza è altra merce.....tant'è che i pannelli solari migliori sono sottovuoto....per quanto riguarda le spese , la raccorderia è identica sia che prenda un puffer "buono" sia con il fai da te, ma contro 1500 euro.ho speso 200.... se fra 3 anni si rompe (e voglio vedere dove ,ha una parete di 1 centimetro) ne metto uno buono , oppure un'altro cattivo da altri 200 euro.... la raccorderia è comunque quella , ed io sono ancora in vantaggio con la spesa. senza considerare il passatempo e soddisfazzione personale.... :bye1::bye1:

CaloRE
28-09-2009, 08:25
Ale62, per la zincatura puoi leggere qui (http://www.energeticambiente.it/caldaie-termocamini-stufe/14721290-la-zincatura-potabile.html#post118981229).

Per il resto massima stima per il "diversamente ingegnere" Giuggiolo, :worthy: che con le sue domande arricchisce le diverse sezioni del "fai-da-te" del nostro forum.

giuggiolo0107
28-09-2009, 12:47
cacchio ....mi piace "diversamente ingegnere":spettacolo::spettacolo::spettacolo::spettacolo::s pettacolo:...

boooxer
08-10-2009, 00:34
Ciao Giuggiolo,
sono 4 anni che ho acquistato una Risparmiola, sono molto contento, la faccio andare a mais, collegata in parallelo nella caldaia a metano con costi molto ridotti e zero problemi di temperature alte in caldaia.
L'impianto di riscaldamento è completo delle valvole termostatiche su ogni radiatore per darmi la gusta regolazione in tutta la casa, il primo anno utilizzavo il cronotermostato, attualmente non lo utilizzo più, tengo sempre l'impianto acceso nelle 24 ore, non noto degli aumenti di consumi o sono irrisori, anzi la casa rimane sempre in temperatura ed è scomparsa la muffa che si formava negli angoli con l'accendi/spegni.
La caldaia l'accendo nei primi di novembre e la spengo nella primavera inoltrata, d'estate uso la caldaia a gas per il sanitario spenderò 300 euri di gas all'anno, se invece dovessi mettere bollitori, puffler, valvole mix, pompe suplementari,valvole,locali più grandi che i garage, sensori ecc.. per ammortizzare queste spese 10 anni non bastano.
PRIMA DI FARE IN CASA UNA CENTRALE TIPO MONTEDISON PENSATECI, BASTA UNA POMPA RISCALDAMENTO E LE VALVOLE TERMOSTATICHE, VA BENE SPENDERE PER RISPARMIARE PERO' QUANDO IN CASA SI STA' BENE TUTTO IL RESTO......
PS:
quello che non c'è non si rompe mai
Boooxer

Dott Nord Est
08-10-2009, 05:02
boooxer, se tu avessi abbinato un semplice accumulo, saresti ancora più contento....

giuggiolo0107
08-10-2009, 15:57
si e no...... io propendo sempre per il semplice, meno roba meno rotture.... la risparmiola sarà spartana , ma guarda che funziona bene..... senza troppi fronzoli....... l'accumulo sarà importante, e se non hai spazio??? pompe , valvole miselatrici, costano , e io sono per l'uovo oggi...... se spendo 10000 euro in una centrale (e non so se bastano..) quanto mi vuole per ammortizzare.?... solo perchè nei termo ho h2o a temperatura costante.... ma a me non interessa, se un volta arriva h20 a 80 e dopo un po a 60(se ben regolata non succede..)..... l'importante è che l'ambiente sia caldo , sfido chiunque a sentire la differenza di 1 grado in casa ...... :bye1:poi ognuno fa quello che vuole...... p.s, per boooxer , mi dai i parametri che hai per il mais. (ho bruciato la centralina:cry:, e non ho tirato giu i parametri, non volevo passare un'altra settimana a trovarli, magari velocizzo il lavoro con i tuoi dati... grazie:bye1::bye1:

Dott Nord Est
08-10-2009, 21:51
giuggiolo, col puffer consumi anche meno..... oltre al resto.
temperatura + costante, caldaia che lavora quasi sempre in modulazione, meno accensioni, ecc ecc.
Logicamente, chi non ha spazio o non vuole spendere, la caldaia lavora anche senza....
Un'automobile senza aria condizionate, funziona lo stesso. Ma con l'aria condizionata, si viaggia meglio..... o no?

boooxer
08-10-2009, 23:44
Ciao Giuggiolo,
i parametri te li invio in privato, dammi l'ind. email.
ma che spartana, la risparmiola ti da la possibilità di pulirla accesa a porta aperta senza sporcarti, poi la combustione è a secco,senza f. tubiero, non esiste condensa a 40 gradi,(CAUSA DI DANNEGGIAMENTO DELLA STESSA) la pompa anticondensa non serve, può accendersi/spegnersi quando vuole a me non interessa basta che in casa ci sia caldo e acqua s. calda poi i consumi non sono esagerati.
Visto che si parla di consumi mi sa che sono pochine le caldaie che vanno completamente a mais 100% risparmiando quasi la metà rispetto al pellet, lo so è fatica bruciare mais, ma questo non è un problema per me.
La cosa che poi mi ha fatto più piacere è che non ho modificato il locale per farci stare tutta questa roba, allargare un locale vuol dire spendere tanto, anche troppo per poi non riuscire ammortizzare la spesa.
La ditta Ecofaber per i più esigenti sta producendo dei bollitori inox piatti sempre per motivi di spazio, quindi se ho ben capito la loro filosofia è sfruttare lo spazio, non fare una seconda casa con tutta sta roba solo per scaldarmi.
Poveretti quelli che devono spegnere la bella caldaia per pulirla, poi la fuliggine, mamma mia, magari vicino ai panni stesi o i muri imbrattati. PENSATECI!!
quello che manca non si rompe mai
boooxer

Dott Nord Est
09-10-2009, 05:33
moltissime caldaie non si spengono per pulirle....
guarda che la condensa non dipende dal tipo di caldaia, marca o altro. E' una legge fisica.....
cosa dobbiamo pensare?

giuggiolo0107
09-10-2009, 12:13
indirizzo spedito.........:bye1:

boooxer
11-10-2009, 01:01
ciao giuggiolo,
non mi è arrivato il tuo indirizzo, poi i miei parametri sono per il mais non cippato, fammi sapere.
boooxer

giuggiolo0107
11-10-2009, 08:03
i parametri mi servono per il mais.... l'indirizzo è nella tua bacheca(credo si chiami così..):bye1::bye1:

boooxer
11-10-2009, 23:02
ok, i parametri te li ho inviati, preparati che presto si comincia la stagione e ricordati che quello che manca non si rompe mai, l'importante che in casa ci sia caldo a tuo piacimento.
ciao
boooxer

giuggiolo0107
12-10-2009, 05:55
4 volte li hai spediti!!!!!:spettacolo::spettacolo:! grazie:bye1::bye1:

boooxer
12-10-2009, 22:34
ciao giuggiolo,
ho qualche problemino con la posta elettronica, ah.. stasera ci sono 11 gradi fuori.
Se ho ben capito la tua caldaia la fai andare a cippato, se riesci puoi darmi i parametri appena possibile.
boooxer

giuggiolo0107
13-10-2009, 05:41
allora ....... io ho 2 caldaie una alpina e una risparmiola... la risparmiola andava a noccioli di pesca interi, ed ho bruciato la scheda....quindi niete parametri... anzi ho qualche osservazione da fare su quelli che mi hai spedito tu per il mais...:rolleyes:a proposito grazie... poi ho l'alpina che per adesso la faccio andare a legna, (visto che ho montato un puffer (Autocostruirsi il puffer) (http://www.energeticambiente.it/fai-da-te/14717919-autocostruirsi-il-puffer.html) (http://www.energeticambiente.it/fai-da-te/14717919-autocostruirsi-il-puffer.html) per il cippato non ho ancora montato la coclea esterna (la monto solo in inverno,per problemi di spazio..) ma comunque sia la mia logica è diversa,1 ho diversi tipi di materiale ,potatura trinciata, cippato ( che non ho mai usato) noccioli. 2 nella mia fase di modulazione tutti i parametri sono a 0 in quanto carico moltissima legna in manuale e quindi quando raggiungo la modulazione con i fumi si ferma tutto per poi riprendere quando questi si abbassano .....ora non è che non ti voglio dare i parametri , ma l'ultima volta c'erano i noccioli, ed ho impostato i parametri noccioli..... per quanto riguarda l'osservazione sui tuoi parametri (che non ho ancora provato) ho notato che f22 è a 230 questo vuol dire che la modulazione la fai partire da 230 grati... per i miei gusti sono un po tanti io faccio partire la modulazione a 150... in quanto gia da diverse discussioni si evince che la temperatura dei fumi ,più è bassa migliore è la resa.....(con questo non dico che non vadano bene , è anche vero che il mais va bruciato a temperature più alte.... sono comunque prove che farò quest'inverno )
(http://www.energeticambiente.it/fai-da-te/14717919-autocostruirsi-il-puffer.html)

giuggiolo0107
20-10-2009, 20:55
per chi l'ha chiesto le mie pompe di circolazione sono tutte delle dab da 41 a 71 w di potenza(non so la portata...)i video che faccio li faccio alla alpina perchè è sotto la mia "giurisdizione" la risparmiola invece è a casa di mio fratello, e anche se i lavori li faccio io ,quando alla sera mi trovo il tempo di fare filmati , sono a casa mia......p.s. per chi ne ha voglia di rispondere , esiste una temperatura minima dei fumi??? mi spiego io con il carico di legna manuale ho impostato la ventola a 0 sopra i 100 gradi dei fumi, e al massimo arrivo a 120, questo però fa in modo che dentro alla caldaia il fuoco sia molto soffocato , ora questo è meglio o dai fumi che escono ,magari non "bruciati bene" si potrebbe estrarre piu calore??? spero di essermi spigato:bye1:

franking
20-10-2009, 22:56
che modello va.vs..?.anche io ho quelle..
la portata dovrebbe essere da 0.5 a 4m3/h

giuggiolo0107
21-10-2009, 05:57
VA....35/180....:bye1::bye1:

boooxer
01-11-2009, 00:30
ciao giuggiolo, scusa perchè la ventola la metti a zero, se invece la metti a 99 quando lavora il crogiolo la resa e ottima, i fumi aumenteranno ma aumenta anche la resa e la combustione è ottima, la cenere sarà bianca come il talco, poi quando arriva in temperatura va in mantenimento, secondo me in questo modo non fai altro bruciare male,la caldaia non rende, si sporca tutto, anche il tubo fumi.
boooxer

giuggiolo0107
01-11-2009, 08:23
il mio discorso è valido per l'alpina.... se io metto la ventola a 99 in modulazione con un carico pieno di legna (lo faccio 2 o 3 volte all'anno per pulire..) i fumi mi passano facilmente i 700 gradi , daccordo che si ferma comunque se se si superano gli 80 gradi di h2o , ma con 16 qli di puffer mi vogliono 5 ore a caricarlo, e a 700 gradi io non ho piu la ventola con motorino annesso , e forse ho deformato anche la caldaia. tutto questo se carico di legna, ma se vado con le coclee allora il discorso cambia e dipende dal materiale che brucio , allora alzo la ventola anche in modulazione, anche se non arrivo mai a 99 (la modulazione deve produrre meno calore della potenza):bye1:p.s. la scheda mi permette 3 ricette la 2 la tengo per solo legna , la 1 per noccioli di pesca , la 3 per il triciato di potatura...

salvy
02-11-2009, 14:33
ciao a tutti mi sapete dire se la risparmiola 50kw e piu meglio del 35kw grazie

giuggiolo0107
02-11-2009, 18:14
scusa ma non ho capito la domanda..... spiegati meglio....:bye1:

salvy
02-11-2009, 18:23
io avevo aquistato una risparmiola 40 in vece loro mi avevano mandato una 25 e per farsi perdonare mi anno mandato una risparmiola50 e piu grande volevo se il consumo e uguale grazie

MDS
02-11-2009, 19:35
ciao a tutti mi sapete dire se la risparmiola 50kw e piu meglio del 35kw grazie

Dipende da quanti metri cubi devi riscaldare....
In tutti i casi sopra i 35kw devi fare apposito locale tecnico a norma e far fare il sopralluogo ai pompieri.... cerca nel forum....

giuggiolo0107
02-11-2009, 19:58
per il lato normativo quello che dovevi fare per una 40 lo fai anche per una 50, poi quato devi scaldare? in che maniera? in linea di massima io ti dico che 200 mq casa in campagna ,no cappotto, si doppivetri, fuori paese , ravenna , con una 29 vado a quor leggero il vantaggio della grande è che hai più autonomia, ma se non hai il puffer nella mezza stagione la stressi con gli sbalzi di temperatura (che deve essere il più costante possibile) poi se ci metti 40 qli di puffer sei comunque in una botte di ferro. ma quanti metri hai?? cosa bruci . io tornassi indietro non prenderei più la risparmiola, ma direttamente un'alpina (infatti la mia seconda caldaia è alpina)

salvy
02-11-2009, 20:17
io non ho legna prima andavo con nocciolo di oliva ma consumava molto ed hora vado con il pellet ho solo dovuto cambiare la cloclea e deve riscadare una casa di mq 250 ...xche con il nocciolino di oliva mi consumava molto grazie...

MDS
02-11-2009, 20:48
io tornassi indietro non prenderei più la risparmiola, ma direttamente un'alpina (infatti la mia seconda caldaia è alpina)

Che intendi esattamente?

giuggiolo0107
02-11-2009, 21:05
non so quanto costi il nocciolo ma spendere di meno con il pellet mi sembra strano..mahh.. poi con il discorso "se tornassi indietro".... io personalmente ho tanta legna, e le coclee per la risparmiola vanno anche nella alpina, il crogiolo è lo stesso , se non hai problemi di spazio ....io seglierei una alpina.... la risparmiola di mio fratello , se non avessi fatto io alcune modifiche di impianto , non potrebbe andare a legna, adesso che può si lamenta perche il bracere è piccolo.... io come la vedo adesso dopo 3 anni di risparmiola /alpina e valutando lo spazio e la richiesta di calore seglierei una alpina:bye1:

boooxer
03-11-2009, 00:44
se la faccio andare a mais in automatico dal momento che devo comprare sia la legna che il mais preferisco il secondo che va sempre in automatico e zero problemi di pulizia, poi la Risparmiola è più compatta con la tramoggia sopra, per chi ha problemi di spazio,meglio di così.
La mia ha 4 anni(è ancora una bambina) senza puffler (si dice così) sempre accesa giorno e notte per 6 mesi, basta mettere le valvole termostatiche nei radiatori e il benessere è assicurato.
boooxer

giuggiolo0107
03-11-2009, 06:37
non ho detto che sia una brutta macchina, anzi.... giusto il discorso spazio e alimentazione, io che però ho il mais a 10 euro al ql e diciamo la legna a 2 euro al ql faccio il discorso "meglio alpina" logico che abito in campagna ed ho spazio.... discorso da valutare caso per caso.......:bye1::bye1:

MDS
03-11-2009, 13:00
non ho detto che sia una brutta macchina, anzi.... giusto il discorso spazio e alimentazione, io che però ho il mais a 10 euro al ql e diciamo la legna a 2 euro al ql faccio il discorso "meglio alpina" logico che abito in campagna ed ho spazio.... discorso da valutare caso per caso.......:bye1::bye1:

Ma come fate ad avere questi prezzi?
Qui nel Lazio il mais lo fanno 24 al q.le, la legna 15....
Io mi rifornirò da Nicola di Nola che ha prezzi molto buoni per il nocciolino e i gusci.... Giuggiolo come compro del mais a 10 euro?

Scusate l' OT

giuggiolo0107
03-11-2009, 14:52
avevo aperto una discussione da qualche parte non ricordo dove, dove consigliavo di contattare direttamente il contadino alla battitura e di mettersi daccordo sulla fornitura.... purtroppo quello che tu paghi 24 euro a me lo pagano 10 ...... poi per la legna ti ricordo che io riciclo bobine da filo elettrico (20 qli alla settimana) " a gratis" e io devo solo dividere in 4 come una torta.....(senza contare che l'anno scorso ho portato 2 bins di chiodi a un "riciclatore" ed ho preso 100 euro :rolleyes::rolleyes:) le 4 euro ipotetiche sono per la nafta del trattore che uso con la "ghigliottina":bye1::bye1:

MDS
03-11-2009, 19:00
avevo aperto una discussione da qualche parte non ricordo dove, dove consigliavo di contattare direttamente il contadino alla battitura e di mettersi daccordo sulla fornitura....

Si ora ricordo.... non ho trovato nessuno... anzi ho lasciato perdere dopo che da qualcuno si riesce a comprare pellet a 20 euro e da qualcun' alto nocciolino a 13.



purtroppo quello che tu paghi 24 euro a me lo pagano 10 ...... poi per la legna ti ricordo che io riciclo bobine da filo elettrico (20 qli alla settimana) " a gratis" e io devo solo dividere in 4 come una torta.....(senza contare che l'anno scorso ho portato 2 bins di chiodi a un "riciclatore" ed ho preso 100 euro :rolleyes::rolleyes:) le 4 euro ipotetiche sono per la nafta del trattore che uso con la "ghigliottina":bye1::bye1:

No, non sapevo dell'attività di riciclo.
Ok, messaggi ricevuti....

giuggiolo0107
03-11-2009, 20:02
non mi sono spiegato bene ... la mia non è un'attività di riciclo, è solo che vicino a casa mia smontano le bobine perchè sono sporche (non rotte, alla faccia della crisi:rolleyes:) e tutte le rondelle le buttano via , io devo solo andarle a prendere, non sono trattate, non sono verniciate, hanno solo un *******io di chiodi..... e dove vado ne fanno circa 40 qli alla settimana, io con il loro lavoro di un mese , mi scaldo un anno (o quasi):bye1::bye1:

boooxer
03-11-2009, 23:22
ciao Giuggiolo,
stavo pensando al funzionamento della tua alpina che per scaldare il puffer devi tenere il ventilatore forzato spento, non sono un tecnico però secondo me se tu utilizzavi le valvole termostatiche in tutti i radiatori la caldaia lavorava costantemente, sempre alla massima resa grazie alla combustione forzata, quando va in mantenimento i fumi si abbassano, lo sai che le nostre caldaie sono provviste della valvola di ritegno clappe nell'aria primaria nel mantenimento per non aumentare la resa nel mantenimento stesso,logicamente se non c'è tanto freddo non bisogna intasarla di legna, poi se devi andare a fare un giretto un paio di giorni fuori casa la passi a mais in automatico, es. la mia c. la lascio sempre in autom. ricetta 3 regolata al minimo uso sia legna che mais, quando rimane senza legna dal mantenimento passa a mais senza il mio intervento e non ho il puffer, ti posso garantire che i consumi sono molto contenuti, mq. 220 di casa ristrutturata, infissi pvc nuovi, soffitto 3 mt. zona adiacente ai lidi ferraresi quindi nebbia in valpadana, 25 mt. di linea esterna coibentata esterna, mi rifiuto di pensare che il mio locale caldaia debba essere più grande della centrale termica della scuola dove frequenta mio figlio, poi funziona tutto con solo una pompa circolatore piccola 90 watt, il cronotermostato lo utilizzato solo il primo anno e notavo dei consumi anomali nel mantenimento a pompa spenta e notevoli salti termici, invece così rimane sempre a temperatura costante grazie alle valv. termostatiche, sono già passati 4 anni e tutto va a meraviglia.
boooxer

giuggiolo0107
04-11-2009, 06:09
ogni impianto è a se..... ora a casa mia quando monto su l'alimentatore automatico mi parte il posto in tettoia quindi lo monto il più tardi possibile..... poi è vero che in automatico passano da legna a mais, ma è anche vero che in queste mezze stagioni dovrei fare più volte mezzi carichi, mentre così con un bela carico alla sera fatto bene vado tutto il giorno. poi a livello di consumi parliamo di quanto consuma una ventola se pur piccola, io preferisco (se ci sono le condizzioni )tenerla spenta ... ho impostato la ventola in modulazione a 0 e f22 a 150..... se sono a legna faccio presto a superare 150 gradi , fermo le coclee , fermo la ventola , e sfrutto il tiraggio naturale , che a volte riesce ad aprire la valvola a clapè. quando il termostato (adesso sul puffer) si spegne stacca il contatto in caldaia che entra in mantenimento e si apre la valvola della canna fumaria, bloccando il tiraggio naturale....:bye1:p.s. lidi ferraresi ? dove? io sono di lugo... ra

boooxer
05-11-2009, 00:54
ciao giuggiolo,
non trovo il tuo indirizzo email
boooxer

giuggiolo0107
07-11-2009, 10:46
adesso che incomincia a rinfrescarsi un po , io incomincio a bruciare la mia scorta a costo 0 , se siete curiosi guardate qua YouTube - questo è quello che brucio io , " a gratis" (http://www.youtube.com/watch?v=B3wzD6cetmw)

MDS
14-11-2009, 14:29
Una domanda...
La Risparmiola quanto si scalda all'esterno mentre è in funzione...
Mi interesserebbe sapere quanto si scalda davanti e ai lati...
Mi può bastare anche una stima sensoriale.... sul portello ci lascio la mano oppure sento solo che è caldo... stessa cosa sui laterali.
Ho un bambino quindi vorrei limitare i rischi al minimo.... la caldaia la metterò in un locale tecnico difficilmente accessibile per lui... ma sapete com'è, no?

Grazie

giuggiolo0107
14-11-2009, 14:57
ai lati ti ci pouoi tranquillamente appoggiare,anche se è su di giri... dietro c'è la camera dei fumi è meglio non avvicinarsi..... davantiil portello scotta parecchio , una bella ustione non te la leva nessuno. io avevo i bambini piccoli con una stufa in casa, a vetro anteriore... per insegnare al bambino ho acceso la stufa e con vetro appena poco più di tiepido ho fatto appoggiare la mano ....una volta sentito che scottava (senza procurarsi danni ) non è mai successo niente, e poi l'avevo in sala da pranzo , il luogo più frequentato... ovviamente fai in modo che non ci siano inciampi , per il resto è buon senso...:bye1:

MDS
14-11-2009, 15:56
ai lati ti ci pouoi tranquillamente appoggiare,anche se è su di giri... dietro c'è la camera dei fumi è meglio non avvicinarsi..... davantiil portello scotta parecchio , una bella ustione non te la leva nessuno.

Grazie giuggiolo....
Ma davanti, quanto scotta quando è accesa solo la fiammella pilota?
Magari sono tutte piccole paranoie, però è il primo filglio e non ho molta esperienza.

alexraffa
14-11-2009, 17:40
La mia caldaia ha isolamento integrale, anche un secondo portello isolato con lana di roccia, lati, posteriore e anche sotto isolato.

Non ci si può scottare, quase neanche a volerlo!!

Ciao
Alex

giuggiolo0107
14-11-2009, 19:17
va bene alex.. e quanto costa??? se sei al minimo con la risparmiola ti puoi appoggiare (anche un bambino). poi come ho detto buon senso.....:bye1::bye1:

alexraffa
14-11-2009, 20:27
Ciao,
è costata tanto, pronostico anche lunga durata.... ma su questo ci torniamo tra 10 anni!!

comunque è vero.... buonsenso!

ale62
14-11-2009, 22:18
mds ma non è nel locale dedicato? in quello qualsiasi caldaia scotta.......che domande sono?? metti degli inverter e i bimbi sono tutelati!

MDS
14-11-2009, 22:41
mds ma non è nel locale dedicato? in quello qualsiasi caldaia scotta.......che domande sono?? metti degli inverter e i bimbi sono tutelati!
Sono domande di un neo padre.... tutto qui.
A buon intenditor....

ale62
14-11-2009, 22:47
senso zero! domande senza senso! chiedi se la macchina che comperi può uccidere?? tutte e nessuna possono uccidere,solo il buon senso. fa di una macchina un mezzo!.... poi scusa non metti nella sala la caldaia ma in un locale dedicato!

MDS
14-11-2009, 23:35
senso zero! domande senza senso!
Diciamo che questa e' la tua opinione... credi di essermi utile rispondendo in modo sensato tu? O cerchi di fare solo il profeta

chiedi se la macchina che comperi può uccidere?? tutte e nessuna possono uccidere,solo il buon senso. fa di una macchina un mezzo!....
Risparmiami la filosofia da due soldi... basta con esempi inutili... sai rispondermi nel caso specifico?

poi scusa non metti nella sala la caldaia ma in un locale dedicato!
Si certo, ma cerco di essere previdente, se posso i problemi me li evito anche con varie sicurezze ridondanti. In tutti i casi vorrei evitare che il bimbo giocando in giardino vada nel locale tecnico accidentalmente aperto e si saldi le mani.
Siamo ancora senza senso?
Buona notte.

ale62
14-11-2009, 23:46
un frigorifero mal collegato è fatale! come qualsiasi elettrodomestico, hai fatto in tutti i forum la stessa domanda? cioè se mio figlio tocca o per caso sfiora??? .....ecc che filosofia! nel locale caldaia il piccolo non deve andare!! e poi nondeve essere accessibile per norme! informati bene! solo gli addetti ai lavori possono! le mani le salda anche in una caldaia a gas............notte a te.

giuggiolo0107
20-12-2009, 07:56
stanotte meno 11 appunto ..... per dire quanta differenza ci sia tra puffer si o no, ieri sera casa calda a 21 puffer "pieno" e caldaia in mantenimento..... riempita lostesso di legna (ho il trinciato sotto la neve!) il puffer così carico mi ha mantenuto la casa calda a 21 (mezza) e l'altra mezza a 18.... e stamattina la caldaia è ancora in mantenimento.... purtroppo ho una valvola non rivestita e a -11 si è congelata e io non ho più acs!!:cry::cry: spero non ci siano danni permanenti dovrebbe essere solo un tappo di ghiaccio......

marcos1975
20-12-2009, 17:09
Un saluto a tutti. Sono della provincia di Bologna ed ho acquistato ed installato la Alpina 35 kw da appena due giorni :)
Per ora sono ancora in una fase di di trepidazione ed apprensione (la vado a controllare ogni ora eheheh).
La sto facendo funzionare a mais con mantenimento a pellet.
No termostato ambiente
No acqua sanitaria. Impianto non in concomirtanza a caldaia gas.
(Gas , bombolone, solo per acqua sanitaria)
Mi sono iscritto perchè mi piacerebbe confrontarmi circa le impostazioni, i consumi ed altri interrogativi, penso comuni, con altri utenti di questa caldaia). Sono agricoltore ed ho fatto questa scelta per motivi di risparmio e di filosofia verde.
Sarei curioso di capire di più circa le esperinze di regolazione per capire se la mia caldaia stia consumando troppo o inquinando eccesivamente. In particolare mi ha impensierito la discussione sull'analisi dei fumi di scarico. Chi mi ha fatto il primo avvio l'ha fatto ad occhio. Insomma, se qualcuno ha qualche consiglio pratico per me io sono tutto orecchi :) Grazie

giuggiolo0107
20-12-2009, 17:42
sono della orovincia di ravenna (lugo) ho 1 alpina e 1 risparmiola... primo consiglio.. cronotermostato..... almeno comandi la caldaia da dentro ... è facile montarlo (so fare anch'io!!) secondo consiglio interruttore a levetta per contatto porta aperta (io lo mantato su entrambe le mie, permette con un comando di portare la ventola al massimo e chiudere le coclee (per pulirla o caricarla a legna..) p.s. anch'io sono un contadino......:bye1::bye1:

marcos1975
20-12-2009, 17:52
Mi sa che no siamo molto distanti allora perchè io vivo sotto la provincia di bo per un sghetto :)
Infatti lavoro a Massalombarda :)

marcos1975
20-12-2009, 17:54
é normale che la mia caldaia raggiunga praticamente sempre la tempretura acuq in fase di modulazione poi vada in mantenimento?
La tua quanto consuma a mais?

marcos1975
20-12-2009, 17:57
Circa i consigli, il cronotermostato è im programma ma sono un cagasotto e penso che lo farò collegare al mio installatore eheheheh. Circa le levette dovrò studiare un po' di più :)
La tua ce l'ha l'interruttore porta nella porta superiore?

giuggiolo0107
20-12-2009, 18:44
non ho interruttore porta superiore, che è quello che collego manualmente con la famosa levetta.... il crono è una cavolata ! hai il puffer? YouTube - questo è quello che brucio io , " a gratis" (http://www.youtube.com/watch?v=B3wzD6cetmw) http://www.youtube.com/watch?v=nHiWO_UG_0k:bye1::bye1:

marcos1975
20-12-2009, 18:58
Niente puffer. Nel mio modello di alpina è stato installato l'interruttore porta nella porta superiore( si vede che ti hanno sentito :)) Scusa per le domande ingenue ,a sono molto felice, dopo due anni di titubanze finalmenmte ho la alpina :)
L'unica cosa non so se sta consumando poco o tanto. L'installatore mi ha confifurato i parametri a razzo, percià ora mi sono limitato a giocare con la potenza in normale e quella (menu protetto) in modulazione.
La mia ora no va praticamente mai in normale. Stabilizzazione_ modulazione_ mantenimento.
La tua di sti giorni consuma molto? Io sto tenendo la temperatura acua a 60 e nella camera daletto si è stabilizzata sui 21,5 circa, a seconda che sia ghiorno o notte.
L'idraulico mi ha installato una valvola miscelatrice per regolare meccanicamente l'acqua dei termos. La caldaiaq è interna alla casa percià la tengo molto sottìocchio :)
Non conosco però le probelmatiche delle temperature fumi etc. Mi sono limitato a fidarmi delle impostazioni del tecnico.
Forse ho paerto un po' di più la serrandina dell'aria: ho fatto male? è pericoloso?

marcos1975
20-12-2009, 19:34
Il parametro potenza in normale è (o sarebbe, visto che no ci va mai) 2.5.
In modulazione è 2.
Avevo precedentemente calato troppo i parametri sperando di risparmiare ma durante la notte a momenti mi si spegneva :). Ho tribolato un po' per risollevare le sorti ma poi ce l'ho fatta :) Unica cazzat è che quest'anno no pensando di farcela ad installare la caldaia no avevo fatto del mais e adesso sono un po' in difficoltà per acquistarlo. Tu dove mi consiglieresti? Non chiedo prezzi bassissimi ma neanche 25 euro al qle come a prenderlo in bottega:)

MDS
20-12-2009, 21:02
Scusa Giuggiolo.
Sto approntando in questi giorni il mini locale tecnico per la Risparmiola 20. Dato che con le dimensioni sono giusto giusto, mi interesserebbe sapere quanto e' grande il portello del anteriore e se e' destro o sinistro

Grazie,
MDS

hombre
21-12-2009, 02:34
la risparmiola può essere dotata di un bruciatore eruttivo tipo quello dell'Alpina o ha solo quello a caduta simile alle stufe a pellet?

giuggiolo0107
21-12-2009, 06:03
per marco ..quanto hai f22??? per MDS ho entrambe le caldaia con apertura a destra (guarda bene l'avatar ) ma credo (non sono sicuro ) che su richiesta lo facciano rovesciato.... per hombre ..... ha anche l'eruttivo , dipende dagli optinal (costi) e da quello che vuoi bruciare... (il mais dal basso brucia male , i noccioli di pesca invece vanno benissimo, come pure il trinciato di potatura...il pellet di nuovo meglio alto ....) :bye1:

MDS
21-12-2009, 07:05
per MDS ho entrambe le caldaia con apertura a destra (guarda bene l'avatar ) ma credo (non sono sicuro ) che su richiesta lo facciano rovesciato.... :bye1:

Grazie giuggiolo,
alla prossima

marcos1975
21-12-2009, 12:51
Per giuggiolo 0107. F22 è a 235

giuggiolo0107
21-12-2009, 16:49
io tengo f22 a 200 (dopo prove e incendi vari!!!) ma carico a legna quando sono a casa, quindi vado a trinciato , poi se caico a legna e supero f22 la mia ventola va a 0 (mod) , visto che la mia canna tira molto .... e così mi risparmio pure la corrente della ventola e della coclea.....:bye1:

hombre
22-12-2009, 16:11
se posso vi faccio ancora qualche domanda per capire meglio

1- qualcuno di voi utilizza con continuità la risparmiola con il nocciolino di oliva o i gusci di nocciola? normalmente consigliano caldaie con l'aria soffiata e mi chiedevo come si comportava una caldaia che lavora in depressione

2- è difficile pulire la camera di combustione? a differenza delle marina dove con lo scovolo pulisci dei tubi qui si dovrebbero pulire dei triangoli si riesce (al centro sicuramente si ma in prossimità degli angoli? inoltre quali sono i principali vantaggi e difetti di una camera di combustione così piccola a differenza di una marina?

3- il mio termotecnico ha calcolato che per reintegrare le perdite termiche del mio impianto bastano 13600 watt se ricordo bene; (il fabbricato è di circa 180 mq su di un piano, senza vicini in provincia di cuneo buon isolamento, come da legge) mi basterebbe quindi il modello più piccolo con magari un piccolo puffer o meglio abbondare? (riscaldamento a pavimento quindi sempre acceso)

giuggiolo0107
22-12-2009, 18:54
io metto la ventola al massimo e pulisco i "triangoli" da accesa (non al massimo di legna perchè mi ustiono..) per il resto si fa tutto da accesa , io pulisco anche la cenere (sempre se non vado al massimo con la legna..) ho provato 1 cassa di nocciolo di oliva intero , dentro la coclea mais (carico dall'alto ) e non ho avuto problemi , ma non ho idea delle rese... se non hai intenzione di caricare di legna non occorre il puffer se hai i termosifoni, non ho idea dell'impianto a pavimento... purtroppo senza puffer ci sta che a volte i termo siano a 60 e a volte 70 (almeno di non dormire in caldaia ) non so quindi i comportamenti con il "pavimento".... so di certo che tanti non hanno il puffer , e io sono andato per 2 anni senza... ma se ho voluto fargli digerire la legna o dovuto montarlo..... se fosse oggi monterei magari un grosso bollitore (300 /400lt) così ho sia un po di puffer che una discreta autonomia di acs (magari in estate accendo una volta alla settimana e mando a quel paese 5000 euro di pannelli solari.... )p.s. adesso ho imparato a pulire la caldaia dal creosoto una volta al mese, metto al massimo la ventola per un po , supero i 500 gradi e in 5 min si pulisce tutto...:bye1:

NinoS
23-12-2009, 07:57
e mando a quel paese 5000 euro di pannelli solari.... )

Ciao Giuggiolo, non sapevo che avevi sostituito il polietilene con tubi d'oro. :D


adesso ho imparato a pulire la caldaia dal creosoto una volta al mese, metto al massimo la ventola per un po , supero i 500 gradi e in 5 min si pulisce tutto)

Specialmente quando
fai prendere fuoco alla canna si pulisce e si sterilizza tutto per bene.
;)

giuggiolo0107
23-12-2009, 17:48
hai mai sentito dire che i pompieri per prevenire grossi incendi ne appiccano dei piccoli? .. ... cosi faccio io con la canna ogni tanto mando su i fumi e così ho un piccolo incendio senza problemi... questo ovviamente è mio parere , certamente se pulisco la canna con la spazzola forse è meglio ..... vi dirò a fine stagione..... p.s. dopo lunghe e penose ricerche sono riuscito a procurarmi la pazzola in nilon per pulire la canna in acciaio...ma è 1 anno che ci provo e qui dalle mie parti mi guardavano strano quando facevo una richiesta del genere..... fortunatamente ho incontrato un rappresentante mentre ero in una grossa ferramenta che ha confermato la faccenda e con sommo stupore del titolare mi ha procurato la spazzola idonea per inox:bye1::bye1:

marcos1975
23-12-2009, 18:51
Eccoci qua. Per ora la mia alpina a mais continua ad andare egregiamente, di clinker ne fa poco, e va come un orologio. Ancora no mi sono fatto un'idea ben precisa dei consumi, ma ovviamente con questo aumento delle temperature sono calati :). Non mi è ancora chiaro però quale sia il punto di incontro per dosare bene la potenza in modulazione per fare in modo che faccia meno cicli mantenimento/stabilizzzaione/modulazione, senza però rischiare che si spenga per carenza di combustibile. Mah, intanto faccio le mie prove :) è solo che sono un plumone e meno pellet consumavo e meglio stavo eheheheheh

giuggiolo0107
23-12-2009, 19:47
ma in teoria se la caldaia lavora bene del pellet non ne deve consumare.... nella mia risparmiola il pellet lo uso solo per mantenere la brace quando va in mantenimento , ma di questa stagione non ci va mai :rolleyes:, quindi legna e mais a volontà!!!!!!!! scalda quasi 400 mq:wub2::wub2: p.s ma tu hai una risparmiola o un'alpina??

marcos1975
23-12-2009, 20:36
Spero che tu mi riesca ad illuminare: io ho una alpina 35 kw, ora tengo pochi termos aperti lo so, ma la caldaia raggiunge velocemente la temperatura acqua impostata (60°) per poi andare in mantenimento poi quando l'acqua va a 57 lei riparte, ed è durante il ciclo di stabilizzazione che consuma pellet. Ho provato a calare la potenza ( ecioè il mais) durante la modulazione per vedere se ci mette un po' di più ad andare a temperatura , per vedere se riuscivo a diminuire i cicli spegnimento riaccensione. Proprio pra sto fissando l'alppina:) Dimmi qualcosa :)

marcos1975
23-12-2009, 20:37
devo ammetere che ora i metri quadri sono pochissimi. Sai, sempre il solito braccino corto :)

marcos1975
23-12-2009, 20:41
ma è meglio che la alpina vada spesso e con pochi arresti o il contrario?
il punto è che se si ferma, poi quando riparte deve stabilizzare anche col pellet. Forse devo trovare ancora il giusto equilibrio nel dosare il mais per fare salire la temperatira più piano?

giuggiolo0107
23-12-2009, 22:15
non mi tornano i conti... l'alpina ha solo 1 coclea dal di sopra, generalmente usata per il mais non capisco come tu faccia a metterci il pellet...... poi se non vai a legna perchè non prendere una risparmiola... hai il carico dal basso ? (tipo cratere..) se la fai spegnere spesso comunque perdi del combustibile per portare il blocco di ferro in temperatura. per la potenza comunque è normale che giochi tra potenza e modulazione , in teoria la potenza dovrebbe sviluppare il massimo di calore possibile, per poi rallentare in modulazione, e fermarsi in mantenimento , quello che fa passare la caldaia da potnza massima a modulazione è f22 , quando tari i fumi ad es. 200gradi, sotto tale parametro è in potenza, sopra è modulazione...

fabry97
23-12-2009, 22:20
ciao Marcos, la caldaia x rendere al meglio, deve avere fasi di lavoro più lunghe possibili con meno fasi possibile di riavvio, perciò devi trovare il giusto equilibrio tra lavoro in normale e lavoro in modulazione. l'alpina è una caldaia con un'alta resa ed in più hai pochi radiatori aperti. abbassa l'F22 a 170°, non di più ed una volta arrivata in modulazione diminuisci i parametri CL27 (tempo lavoro in modulazione) e UC07 (ventola fumi in modulazione), sino a far mantenere la temperatura senza doverla far entrare in automantenimento. x eliminare il consumo di pellet in avvio, diminuisci il parametro T03 (tempo fase di stabilizzazione) fino a portarlo anche a 0. con un pò di impegno sono riuscito a tarare la fase di riavvio senza troppo fumo. ma in definitiva, perchè hai preso una 35 Kw x pochi radiatori? quanto mais consumi attualmente nelle 24 ore? ciao.:bye1:

boooxer
26-12-2009, 00:33
ciao fabry97,
ho sostituito il crogiolo della mia risparmiola 35kw di 4 anni fa,ancora in perfette condizioni, devo dire che ho trovato un notevole miglioramento,(è stato modificato) per quanto riguarda il clinker in tutto questo tempo la caldaia lavorato come il primo giorno, si toglie in 1 secondo con il suo uncino sostituito da un tondino zigrinato in acciaio, la caldaia nonostante brucia mais non presenta croste di catrame anzi è di colore biancastro, anche dove sono i turbolatori che ho inserito per abassare la temperatura dei fumi sono biancastri insomma devo dire che la combustione si presenta eccellente, senza cattivi odori, non ho mai trovato condensa nei tubi fumo o nella caldaia con temperature anche vicino a 40° (combustione a secco) la manutenzione è ridotta proprio al minimo, la carico in automatico con un silos in 25 secondi e la pulizia in circa 1 minuto al giorno, penso che per quello che è costata sia veramente un prodotto robusto e longevo.
PS: dimenticavo, la ventola fumi deve stare sempre al massimo(99) per evitare che nello spunto si blocchi, poi se senti una vibrazione altalenante della stessa, la si smonta senza togliere i collegamenti elettrici in 5 minuti per pulire la fuliggine che sbilancia la rotazione, per il resto è un mulo, non ci sono mai stati problemi, ciaoo.
boooxer

giuggiolo0107
26-12-2009, 08:20
anche a me è capitato che la ventola si bloccasse se non era al massimo, dopo di chè mi si è incendiata la canna (e bruciato il motorino)..... se non parte anche al minimo vuol dire che è sporca e sarebbe meglio pulirla (da quello che ho capito io, non è la ventola in se sporca, ma si crea del creosoto sulla parete della camera che "stringono" la ventola):preoccupato:.in particolare trovavo differenza tra caldaia calda(e partiva tranquillamente anche sporca ) e caldaia fredda (ventola bloccata) .....per la bruciatura basta un salvamotore....:bye1:.

luca65
28-12-2009, 10:23
Anche io ho da quasi 4 anni una Risparmiola che funziona perfettamente dapprima senza accumulo ed ora dopo l'installazione di pannelli solari abbinata ad un accumulo di 1.000 litri. Ho bruciato solo mais e non ho mai avuto ne condense ne incrostazioni catramose. La pulizia sia giornaliera sia stagionale risulta rapida e semplice. Fino ad ora sono molto soddisfatto.
Chiedo a Boooxer che ha installato un nuovo crogiolo e dei turbolatori se può postare qualche dettaglio in più per sapere se possa essere conveniente anche a me eseguire queste modifiche.
Grazie e ciao.

giuggiolo0107
28-12-2009, 12:21
magari con foto grazie.....:bye1::bye1:

boooxer
29-12-2009, 00:24
io vi manderei le foto volentieri, ma spiegatemi come si fa, non sono tanto esperto con gli allegati, i giovani imparano più velocemente, noi siamo moolto lenti...
boooxer

giuggiolo0107
29-12-2009, 06:25
quando apri la finestra per rispondere a un post vai in basso (fondo pagina) e cerca gestione allegati da li ti guida .........:bye1:

marcos1975
29-12-2009, 22:30
Grazie a tutti per i consigli, sono felice che ci siano così tanti appassionati come me desiderosi di condividere le loro esperienze.
Non vorrei dire una cazzata ma la mia alpina ha un braciere di tipo eruttivo dal quale fuoriesce il pellet e un buco laterale sul mantello dal quale piove giù il mais. Ora ho aperto più termosifoni raddoppiandone il numero e sto trovando piano piano un certo equilibrio nel quale la caldaia rimane in mantenimento alla ricerca della temperatura per cicli abbastanza lunghi e perciò andando in automantenimento meno di frequente. Ad oggi i consumi ancora no mi sono chiarissimi ma con le giornate odierne, temperature relativamente miti, direi tra i 50 ed i 75 kg/giorno con 7 termosifoni attaccati.

marcos1975
29-12-2009, 22:31
pardon, intendevo che rimane in modulazione per cicli più lunghi :)

boooxer
30-12-2009, 02:14
provo inviarvi le foto, la foto n. 1 si nota il crogiolo vecchio ha pochi fori rispetto a quello nuovo ha più fori aggiunti del diametro di 5mm. poi bisogna togliere il regolatore aria primaria e mettergli il tappo, oppure chiudere completamente la rondella aria primaria una volta fatti i fori, questo serve per ossigenare la turbolenza della fiamma risultante più omogenea.
Per i turbolatori questa è la foto (la 2) vanno infilati nei triangoli dentro il tegolo in acciaio e lunghi come tutta la caldaia, dipende dalla canna fumaria, se a porta aperta rigurgita il fumo, bisogna accorciarli.
In questo modo dovrebbe aumentare la resa e i fumi più bassi di un 15/20 %
Spero di esservi stato d'aiuto

boooxer
30-12-2009, 02:17
dimenticavo, i turbolatori devono essere in acciaio inox, anche sottili, ciao
boooxer

luca65
30-12-2009, 04:53
Grazie Boooxer per la risposta e soprattutto per le foto; spero che tu le abbia già avute e che non abbia dovuto smontare il crogiolo per inviarcele.
Porta pazienza ma vista la tua esperienza ti faccio un paio di domande sperando di non stressarti eccessivamente.
Pensi che sia possibile eseguire i fori sul vecchio crogiolo e chiudere la rondella dell'aria primaria per migliorare il rendimento o è probabile che si rompa ed è meglio quindi valutare la spesa per sostituirlo? I turbolatori te li sei realizzati o li hai trovati già fatti? Hai stimato quanto sia migliorato il rendimento con le modifiche realizzate?
Non ho capito il fatto del rigurgito di fumo: con la ventola che aspira non dovrebbe esserci problema e a riposo c'è il lamierino che chiude la presa d'aria quando non c'è aspirazione.
Ciao

giuggiolo0107
30-12-2009, 06:40
io sapevo che il crogiolo lo volevano fare aperto (con una fessura al posto del buco)... forse hanno cambiato ancora:preoccupato:.... per i turbolatori credo non sia difficile riprodurli, per i buchi nella ghisa non so ,non ne ho mai forata, ma credo che non ci siano problemi.... voglio essere sicuro di aver capito bene dove vanno i turbolatori, li metti nei triangoli che sono chiusi(quelli per intenderci che si puliscono con lo scovolino) e quindi sono da smontare ogni volta.. giusto?:bye1::bye1::bye1:

boooxer
31-12-2009, 00:26
x Luca,
il crogiolo lo puoi bucare tranquillamente,non si rompe, rispetta la distanza come da foto e il diametro fori mm.5, una volta fatti, puoi chiudere completamente la rondella aria primaria, la differenza sta che quando comincia farsi il clinker nel crogiolo la resa diminuisce con il sistema dei primi modelli, invece con questa modifica il cr.lavora sempre libero con una notevole resa (non si sentono mai cattivi odori dalla canna fumaria).
I fori devono essere fatti con lo stesso criterio degli originali (non obliqui) per evitare che la fiamma sfarfalleggia, nella foto i crogioli hanno i fori originali.
I turbolatori li ho trovati già fatti in una vecchia caldaia a metano marca Cosmogas, per il rigurgito dei fumi intendevo con la porta aperta, se esce del fumo quando fai le pulizie settimanali con lo scovolo hai più difficoltà a caldaia accesa.
x giuggiolo,
si, vanno infilati nei triangoli che pulisci con lo scovolo, praticamente dove passa il fumo che entra nell'aspiratore (non sono chiusi).
Concludo augurandovi un buon fine anno e un felice 2010!!
boooxer

boooxer
31-12-2009, 00:30
mi correggo, i fori fateli come da foto.
ciaoo!!
boooxer

giuggiolo0107
31-12-2009, 16:00
buon anno a tutti i posessori alpi....... che facciate crepare di invidia le altre marche !!!!:rolleyes::rolleyes::rolleyes::bye1::bye1:

luca65
31-12-2009, 16:24
Buona fine e ....... naturalmente ....... un miglior inizio a tutti!!

giuggiolo0107
02-01-2010, 11:38
DOMANDA: Quello che mi interessa è il fatto che dalla combustione del mais, c'è la formazione di acido cloridrico, questo in alcuni casi buca le lamiere. Certi produttori utilizzano la miscela con pellet proprio per prevenire la cosa.
comunque mi interessa perchè dato che ho fatto dei mie conti, risparmierei sul metano circa 1000€ anno, quindi se il costo della caldaia si aggira sui 4000 (quanto l'hai pagata?) devo tener conto di sperare che duri almeno 7-8 anni.
Dimmi un altra cosa il consumo di pellet quanto è in relazione al mais?
So che sarà in relazione a quante volte la caldaia va in stand-by, proprio per questo io volevo prendere la rpm da 10Kw utili sperando che vada sempre. In oltre tu hai tenuto il tuo impianto a vaso chiuso come penso, giusto?
Hai messo dei puffer per volano termico? RISPOSTA la risparmiola è a vaso chiuso(valvola di scarico termico , e da quest'anno ha 2 puffer da 8 e 5 qli(fatti in casa..)... non ho mai sentito il problema dell'acido cloridrico specificamente riferito al mais, sepevo però dell'acido solforico derivante dalla combustione in generale, che alla fine è poi il discorso della condensa dentro alla caldaia..... cosa evitabile grazie alla centralina di controllo.... considera che comunque ha la camera a secco quindi molti meno problemi di una marina! il pellet puoi anche non metterlo, in teoria se tarata bene potrebbe andare a mais anche con il mantenimento , ma non è cosigliabile, considera che da mio fratello ne userà 100 kg a stagione (più è freddo meno ne usa, solo nella mezza stagione ha senso usarlo) di mais quest'anno ne ha gia fatti fuor 40qli, poi anche un po di legna...... poi se hai un puffer puoi anche decidere di non usare la funzione mantenimento , accendi scaldi/carichi il puffer, e spegni per 1 gg(a piacere) , ma non lo consiglio... per il prezzo non so adesso io l'ho pagata 4200 (con modifica per noccioli di pesca , quindi togli 500 euro) ma si tratta di 3 anni fa!....a disposizione, e se altri hanno consigli fate pure....:bye1::bye1::bye1:

boooxer
02-01-2010, 20:55
Ecco un esempio di pulizia settimanale della caldaia senza spegnerla, compreso lo smontaggio dei turbolatori, la caldaia sta funzionando a legna/mais consecutivamente, consiglio andando con 2 combustibili, di pulirla almeno una volta alla settimana per mantenere la resa.
Nel video come si nota non esce assolutamente del fumo.
Cerca su You Tube, poi risparmiola, poi pulizia settimanale a caldaia accesa.
Buon 2010!!
boooxer

giuggiolo0107
02-01-2010, 21:40
piccolo aiuto... http://www.youtube.com/watch?v=_k4MIl481to

boooxer
02-01-2010, 23:34
grazie! l'informatica non è il mio forte.
ciao

boooxer
02-01-2010, 23:47
giuggiolo ho visto la foto della compagnia teatrale attori x sbaglio, non mi dire che sei quello che x stare dentro la foto visto l'enorme statura sei dovuto sdraiarti sul pavimento.
ciao!

giuggiolo0107
03-01-2010, 08:56
propio quello!!!!!!:spettacolo::spettacolo::spettacolo:

MDS
03-01-2010, 09:44
Ecco un esempio di pulizia settimanale della caldaia senza spegnerla, compreso lo smontaggio dei turbolatori, la caldaia sta funzionando a legna/mais consecutivamente, consiglio andando con 2 combustibili, di pulirla almeno una volta alla settimana per mantenere la resa.
boooxer

Ciao boooxer. Io comprerò la Risparmiola 20 a Giugno. Vedendo i video che hai pubblicato, sono sempre più convinto della scelta.
Ti voglio porre però due, tre domande a contorno:

1) Per quanto riguada la pulizia giornaliera,che dovrebbe essere l'aspirazione delle ceneri, come si fa a farla a caldaia accesa? (potresti fare un video)

2) Sul manuale vedo "pulizia camera fumi" e "pulizia ventola aspirazione fumi". Ogni quanto vanno fatte, praticamente? Quanto ci vuole ad effettuare queste operazioni?

3) Mi sembra di capire, sempre dal manuale, che la ventola aspirazione fumi va al massimo quando si apre lo sportello (P15), giusto? (Tra l'altro mi sembra sia l'impostazione di fabbrica)

Grazie,
MDS

Ps: Manuale Risparmiola (http://www.ecofaber.com/pdf/Manuale%20RPM.pdf)

fabry97
03-01-2010, 11:40
ciao MDS, non è necessario far pulizia ceneri quotidianamente, è un'operazione da svolgere a seconda del combustibile usato. nel mio caso lo faccio una volta la settimana ma non con l'aspirapolvere, basta una paletta tipo quelle da caminetto ed un contenitore in metall, pulisco gli scambiatori, 10 min. ed il gioco è fatto. la pulizia camera fumi la faccio a fine stagione invernale, allento i 4 dadi dietro la caldaia, sfilo la camera stessa dal corpo caldaia e vedrai anche tu le incrostazioni da togliere, si rimonta il tutto e con un pò di pratica in mezz'ora fai tutto. con l'occasione tolgo anche l'aspiratore x pulire il girante. spero di esserti stato d'aiuto.

giuggiolo0107
03-01-2010, 11:44
per mandare al massimo la ventola per le pulizie ,la caldaia deve essere munita di switc per il comando sportello che non credo booxer abbia (versione vecchia) non avevo neanche'io ma ho messo con una semplice levetta che ponticella il contatto....(5 euro!).....poi la ventola in teoria sarebbe da pulire quando pulisci la canna, più che altro per un discorso di equilibratura (si deposita del creosoto sulla ventola ) per la facilità della pulizia non è è granchè ,una volta smontato il pannello laterale ci sono 4 viti . l'importante è non farlo il sabato! (come ho fatto io!:cry:) in quanto c'è una guarnizzione ignifuga che si puo rompere (7euro se fatta in casa) ma se è sabato ti tocca aspettare il lunedì!! generalmente una volta all'anno a meno chè (sempre come ho fatto io:cry:) non incominci a fare prove di abbassamento temperatura fumi (ho lavorato 1 mese a 120 gradi! a legna e potatura) così facendo ho depositato un mucchio di creosoto , e mi si è bloccata la ventola (senza salvamotore si è bruciata!!:cry:) e mi si è anche incendiata la canna, nessun danno nella canna, per fortuna ma il motorino ventola 100 euro...:cry:!altro consiglio, dentro la scheda della caldaia ci sono 2 fusibili (sono dei cilidretti di vetro , sono comuni ma non ne conosco il termine tecnico) il consiglio dunque è di tenerne in casa 3/4 (1 euro per 4) . a me mi salta il contatore enel spesso, e con un frquenza di 1 volta all'anno fa saltre questi fusibili a protezzione della caldaia, il bello è se succede di sabato sera!!!! (come è successo a me!!:cry:)

giuggiolo0107
03-01-2010, 12:00
la camera dei fumi come dice fabry non l'ho mai smontata (risparmiola è al 4 anno) ma posso sfilare la canna dal corpo caldaia e la stessa camera ha una finestrella per l'ispezzione / pulizia, in poche parole con uno scovolino dalla canna e dal buco ventola esce tutto (o quasi) dalla finestrella di ispezzione ..... poi (sempre se fai come me!:cry:) se c'è tanto creosoto depositato prende fuoco da solo e si pulisce tutto a meraviglia:rolleyes::rolleyes:! per il crogiolo confermo fabry , una piccola paletta e viene via tutto (io riesco a lasciare un po di brace così non so spegne neanche!) per la frquenza dipende da cosa e quanto bruci , la potatura che per me è la più sporca non faccio una settimana (3 g) se vai a mais forse puoi passare anche oltre, ma vai a discapito della resa, in pratica però se per un qualche motivo sei impossibilitato a pulire ,vai anche a 2 settimane, consumerai un po di più ma starai sempre con le chiappe calde......:bye1::bye1::bye1:

MDS
03-01-2010, 14:37
Grazie Fabry, Grazie Giuggiolo.
Mi è tutto abbastanza chiaro per quanto riguarda la pulizia.
Quindi un paio di volte a settimana con la paletta,
una volta a settimana la pulizia che ha fatto vedere booooxer,
una volta a stagione la camera fumi...
e diciamo una volta al mese ispezione per vedere se ci sono condense e al limite aspirazione sporco vario.
Poi devo comprarmi un paio di guarnizioni di scorta e vabbè i fusibili.
Magari se ci riesco metto un UPS.
Altro materiale da aver di riserva per non restar fregato il sabato sera?

La canna fumaria come la pulite? E' necessario una volta sola a fine stagione vero?

Per la ventola fumi c'è qualcosa che non ho capito.
La modifica che hai più volte suggerito , giuggiolo, l'ho capita in linea di concetto. Interruttore sui piedini giusti e prima di aprire accendi e mandi al massimo. Io comprerei, ovviamente, la versione nuova della Risparmiola. Che voi sappiate, la nuova versione manda ala massimo automaticamente la ventola fumi appena si apre il portello?

Grazie

fabry97
03-01-2010, 15:13
la modifica è necessaria solo nei vecchi modelli, sulla nuova c'è già in origine. x scrupolo, prima dell'acquisto la richiedi al venditore. canna fumaria da pulire con scovolo, da sotto o da sopra a seconda di come è fatta.

giuggiolo0107
03-01-2010, 19:15
mi raccomando per la canna scovolo in nilon e non in ferro come si vede sempre(costa uguale e non rovina l'inox:oops:):bye1::bye1:

boooxer
04-01-2010, 01:28
ciao MDS,
appena possibile faccio il video, se la fai andare completamente a mais, basta mettere una specie di uncino dentro il crogiolo e dopo 24 ore lo togli in un attimo, si stacca senza nessuno sforzo, ne danno 2 in dotazione per non scottarsi, poi bisogna lasciarlo raffreddare ed è da freddo che si sbriciola il clinker,(avrai visto il video) se invece la fai andare a legna/mais serve una specie di mestolo per la cenere, con la combustione ad altissima temperatura la cenere diventa biancastra, nel crogiolo ne rimane veramente poca, poi ti farò vedere il mio attrezzo di raccolta ceneri.
E' più a dirsi che a farsi.
La ventola di aspirazione fumi bisogna pulirla, se si sente un rumore tipo leggere vibrazioni delle lamiere o ronzio altalenante in continuazione, vuol dire che si è sporcata e necessita la pulizia perchè lavora sbilanciata.
Per pulirla basta togliere 4 viti senza scollegare i fili, con un cacciavite raschi le incrostazioni, vedrai che sarà semplicissimo, occhio alla guarnizione, è molto delicata, penso sia in fibra di vetro.
Attualmente i nuovi modelli sono compresi del comando sullo sportello o un interruttore di apertura porta per poi mandare al massimo la velocità ventola.(nella mia ho dovuto montarlo perchè era un modello più vecchio)
spero di esserti stato d'aiuto,
boooxer

boooxer
04-01-2010, 01:35
buon 2010 giuggiolo e atuttui voi, chissà perchè ma me lo immaginavo che eri te nella foto.
ciao!

MDS
04-01-2010, 07:32
ciao MDS,
appena possibile faccio il video, se la fai andare completamente a mais, basta mettere una specie di uncino dentro il crogiolo e dopo 24 ore lo togli in un attimo, si stacca senza nessuno sforzo, ne danno 2 in dotazione per non scottarsi, poi bisogna lasciarlo raffreddare ed è da freddo che si sbriciola il clinker,(avrai visto il video) se invece la fai andare a legna/mais serve una specie di mestolo per la cenere, con la combustione ad altissima temperatura la cenere diventa biancastra, nel crogiolo ne rimane veramente poca, poi ti farò vedere il mio attrezzo di raccolta ceneri.
E' più a dirsi che a farsi.
La ventola di aspirazione fumi bisogna pulirla, se si sente un rumore tipo leggere vibrazioni delle lamiere o ronzio altalenante in continuazione, vuol dire che si è sporcata e necessita la pulizia perchè lavora sbilanciata.
Per pulirla basta togliere 4 viti senza scollegare i fili, con un cacciavite raschi le incrostazioni, vedrai che sarà semplicissimo, occhio alla guarnizione, è molto delicata, penso sia in fibra di vetro.
Attualmente i nuovi modelli sono compresi del comando sullo sportello o un interruttore di apertura porta per poi mandare al massimo la velocità ventola.(nella mia ho dovuto montarlo perchè era un modello più vecchio)
spero di esserti stato d'aiuto,
boooxer

Grazie boooxer.
Direi che andrò a nocciolino di sansa/ gusci di nocciole e pellet per mantenimento.
Anche se l'idea della legna l'avevo abbandonata... me l'avevano sconsigliata tutti.... ma dal tuo video qualche vecchia idea mi è tornata. Mi dicevano che non c'era spazio, invece penso che un paio di ciocchi c'entrano (buoni per la fase iniziale)...
Il Mais dalle mie parti non lo trovo a buon mercato, nè ho conoscenze nel settore... Giuggiolo anche mi ha consigliato di accordarmi con qualche coltivatore... mahhh... ai consorzi mi hanno chiesto minimo 24 euro al q.le più il trasporto. Nemmeno il pellet costa tanto.

Vabbeh ti chiederò lumi sui settaggi legna manuale/ nocciolino automatico l'anno prossimo.

Al momento sto approntando il locale tecnico e quindi sto collezionando informazioni circa le distanze e la manutenzione... il locale è piccolo, ma sufficiente credo.

Grazie tante.... e grazie per i video.
Grazie a tutti voi dei consigli.

hombre
04-01-2010, 13:32
per il nocciolino d'oliva utilizzerai sempre l'alimentazione a caduta o quella tramite braciere eruttivo?

MDS
04-01-2010, 15:05
per il nocciolino d'oliva utilizzerai sempre l'alimentazione a caduta o quella tramite braciere eruttivo?
Ciao,
beh mi fai più esperto di quello che sono per darti una risposta con cognizione di causa... in tutti i casi sfrutterò il serbatoio A della tramoggia carico di nocciolino oppure di gusci di nocciola, la parte B con il pellet.
Non ti so dire quale sia la soluzione migliore, ma la curiosità è lecita... come potrei attuare l'aimentazione con braciere eruttivo? Che vantaggi e svantaggi presentano le 2 soluzioni?

Ciao

giuggiolo0107
04-01-2010, 16:06
se il nocciolino d'oliva è asciutto (e quindi non compatta) io farei dall'alto, l'assorbimento di corrente è senz'altro minore , poi considera che se vuoi fare eruttivo ti vuole la coclea aggiuntiva laterale e ti giochi tutto lo spazio! :bye1:Caldaia legna, pellet, mais, ALP da 25 a 115 kW (http://www.ecofaber.com/page006.htm) nella foto il caricatore è affiancato ad una alpina , ma è identico per la risparmiola (io come al solito però l'ho modificato...:rolleyes:) e va fatta richiesta specifica alla prenotazione (specificando che cosa ci devi buttare dentro!)

MDS
04-01-2010, 16:34
se il nocciolino d'oliva è asciutto (e quindi non compatta) io farei dall'alto, l'assorbimento di corrente è senz'altro minore , poi considera che se vuoi fare eruttivo ti vuole la coclea aggiuntiva laterale e ti giochi tutto lo spazio! :bye1:Caldaia legna, pellet, mais, ALP da 25 a 115 kW (http://www.ecofaber.com/page006.htm) nella foto il caricatore è affiancato ad una alpina , ma è identico per la risparmiola (io come al solito però l'ho modificato...:rolleyes:) e va fatta richiesta specifica alla prenotazione (specificando che cosa ci devi buttare dentro!)

Si il nocciolino è asciutto.
Quindi deduco che un'alimentazione tramite braciere eruttivo macina più facilmente tutto?
No, io ho bisogno di spazio quindi non posso permettermi parti aggiuntive... tra l'altro non ne ho necessità.

giuggiolo0107
04-01-2010, 16:47
be se guardi il mio avatar , come serbatio penso di essere al massimo (per una casa) in effeti comunque dal di sotto non ha problema a passare nulla, il problema maggiore è portarlo fin dentro semmai (velocita coclea, dimensioni della stessa...):bye1:

MDS
04-01-2010, 19:08
be se guardi il mio avatar , come serbatio penso di essere al massimo (per una casa) in effeti comunque dal di sotto non ha problema a passare nulla, il problema maggiore è portarlo fin dentro semmai (velocita coclea, dimensioni della stessa...):bye1:

Ok, ho capito.
Grazie

fabry97
04-01-2010, 20:03
per il nocciolino d'oliva utilizzerai sempre l'alimentazione a caduta o quella tramite braciere eruttivo?



ciao hombre, la risparmiola ha l'alimentazione x caduta x entrambi i serbatoi, a meno che MDS non voglia acquistare a parte tramoggia e coclea da sotto. a mio parere, lavora meglio alimentata da sotto, tanto è vero che quando avevo la risparmiola era mia intenzione di dotarla di tale dispositivo.

ciao, Fabrizio.:bye1:

MDS
04-01-2010, 20:35
ciao hombre, la risparmiola ha l'alimentazione x caduta x entrambi i serbatoi, a meno che MDS non voglia acquistare a parte tramoggia e coclea da sotto. a mio parere, lavora meglio alimentata da sotto, tanto è vero che quando avevo la risparmiola era mia intenzione di dotarla di tale dispositivo.

ciao, Fabrizio.:bye1:

No, personalmente non ho lo spazio.... solo che a rifletterci bene a quel punto non mi converrebbe prendere l'Alpina? Almeno potrei caricare più legna all'occorrenza.

Ciao:bye1:

fabry97
04-01-2010, 20:44
No, personalmente non ho lo spazio.... solo che a rifletterci bene a quel punto non mi converrebbe prendere l'Alpina? Almeno potrei caricare più legna all'occorrenza.

Ciao:bye1:




infatti, x me è una caldaia più completa, VERA onnivora, tanto è vero che l'ho acquistata da 15 gg.:bye1:

giuggiolo0107
04-01-2010, 21:02
confermo .... ho una risparmiola ed una alpina (la risparmiola è stata la prima...) se tornassi indietro prenderei un'altra alpina...per carità la rpm va bene , ma adesso ho legna in quantità e nella rpm non ce ne sta tanta...:preoccupato::bye1::bye1::bye1:

MDS
04-01-2010, 21:09
infatti, x me è una caldaia più completa, VERA onnivora, tanto è vero che l'ho acquistata da 15 gg.:bye1:

Beh fabry, sono d'accordo... ovviamente solo teoricamente (in quanto non possiedo nessuna delle 2). Onnivora è registrato, diciamo policombustibile totale....

Io mi dovrò accontentare, di una che finge bene di mangiare tutto :D

Scherzo... per le mie esigenze va bene.


Non sono un coltivatore diretto e ci metterò dentro combustibili tranquilli... calcola lavoro in ufficio e abito a nella provincia sud di Roma. Da queste parti sono uno dei pochi che parla di caldaie a biomassa policombustibile... qui piuttosto si parla di stufe a pellet e al limite termocamini a legna.
Dalle mie parti ci sono ancora molti che si scaldano col GPL... e non si comprano nemmeno il bombolone di proprietà pagando 1 euro un litro di gpl...
Fortuna che qui non fa freddissimo, ma alla fine dell'anno lasci al signorotto col camion 2500 euro...
Io punto a spenderne 1/6 --> 400 euro l'anno.


Ciao e grazie delle risposte

fabry97
04-01-2010, 21:29
[QUOTE=MDS;
Io punto a spenderne 1/6 --> 400 euro l'anno.
[/OT]

non fraintendere, la risparmiola è una bruciatutto, legna compresa, si differenzia dall'alpina x in vano più piccolo e l'alimentazione dall'alto. non conosco le temperatuure di Roma, le dimensioni di casa tua e le tue esigenze in termini di gestione temop. in casa ma 400 E. sembrano pochini...:bye1:

MDS
04-01-2010, 21:41
non fraintendere, la risparmiola è una bruciatutto, legna compresa, si differenzia dall'alpina x in vano più piccolo e l'alimentazione dall'alto. non conosco le temperatuure di Roma, le dimensioni di casa tua e le tue esigenze in termini di gestione temop. in casa ma 400 E. sembrano pochini...:bye1:

Le temperature di dove abito vanno al minimo a zero gradi, io devo scaldare 360 Metri Cubi (120 mq x 3 mt di soffitti).
Punto ad accendere 7 ore al giorno dalle 16 alle 23 per 120 giorni l'anno. Diciamo che dai calcoli dell'allegato tecnico dell'università di Torino dovrei essere intorn agli 8kw di fabbisogno calorico in mantenimento.... quindi, diciamo 10 kwh equivalenti a 2kg di noccilino.

7 x 120 = 840 h
840h x 2kg/h = 1680 kg

Arrotondiamo a 20 q.li.
Il nocciolino l'ho trovato a 13 euro il q.le, arriviamo quindi a 260.
50 euro di pellet li metto per il mantenimento e arriviamo a 300 euro.
A questo punto sono ingordo e ci prendo gusto, nei giorni di gen/feb accendo qualche ora prima.... arrivo a 400 euro.


La temp al centro è molto mite rispetto al nord.
Ho il vicino di casa che consuma 20 q.li di pellet l'anno con una stufa DZ.

Ma voi quanto consumate?

fabry97
04-01-2010, 21:58
con le temp. attuali -2,+4 risc. sempre acceso e 200 L. di sanitaria, 40 kg di pellet al dì. 15 gg. fa, -12, -2, 60 kg. al dì.

boooxer
04-01-2010, 22:08
X MDS,
come ultimo consiglio, visto anche hai il locale tecnico piccolo, utilizzerei la caldaia a gas ( se c'è l'hai) x il sanitario, considera che in una famiglia di 4 persone consumano poco più di 500 euro in un anno, applicare un bollitore da 200 litri con valvolame e compresa la manodopera, arrivi a spendere anche 3000 euro, il bollitore se dura 10 anni è un miracolo, quando li ammortizzi?
Invece colleghi direttamente la caldaia a biomassa in parallelo a vaso chiuso, con il vaso di espansione supplementare, valvola di scarico termico, senza la pompa anticondensa perchè questo tipo di caldaia accende automaticamente la pompa non prima di 40°, ha la combustione a secco, quindi a 35° non trovi condensa, a dire la verità io in 4 anni non l'ho mai notata, questo collegamento ti viene a costare 1000/1500 euro, dipende dalla distanza, ti posso garantire che con un semplice termostato o meglio ancora anche le valvole termostatiche il benessere è assicurato logicamente tenendo acceso le 24 ore, prove fatte, convenienza/benessere con zero problemi x la caldaia stessa.
ciao,
boooxer

boooxer
04-01-2010, 22:11
quà sta nevicando da bestiaa... basta che ci sia caldo...
ciao farby.
boooxer

MDS
04-01-2010, 23:03
X MDS,
come ultimo consiglio, visto anche hai il locale tecnico piccolo, utilizzerei la caldaia a gas ( se c'è l'hai) x il sanitario, considera che in una famiglia di 4 persone consumano poco più di 500 euro in un anno, applicare un bollitore da 200 litri con valvolame e compresa la manodopera, arrivi a spendere anche 3000 euro, il bollitore se dura 10 anni è un miracolo, quando li ammortizzi?


Si si... ho intenzione di mantenere la caldaia a gas per acs. Nel 2011, quando si calmano le spese di ristrutturazione ,metterò un pannello solare termico a circolazione naturale. La caldaia a gas la userei 4 mesi l'anno per acs.
Per quanto riguarda il riscaldamento le 2 caldaie non collaboreranno... metterò delle valvole di switch tra il sistema a gas e quello a biomassa... solo nel caso di malfunzionamento della Risparmiola, commuterei sul gas.



Invece colleghi direttamente la caldaia a biomassa in parallelo a vaso chiuso, con il vaso di espansione supplementare, valvola di scarico termico, senza la pompa anticondensa perchè questo tipo di caldaia accende automaticamente la pompa non prima di 40°, ha la combustione a secco, quindi a 35° non trovi condensa, a dire la verità io in 4 anni non l'ho mai notata, questo collegamento ti viene a costare 1000/1500 euro, dipende dalla distanza, ti posso garantire che con un semplice termostato o meglio ancora anche le valvole termostatiche il benessere è assicurato logicamente tenendo acceso le 24 ore, prove fatte, convenienza/benessere con zero problemi x la caldaia stessa.
ciao,
boooxer

Avevo pensato ad un vaso aperto per poter utilizzare anche qualche ciocco di legna senza troppi calcoli o preocupazioni... si poi ho visto la valvola di sicurezza.
Su consiglio tuo e di giuggiolo non metterò la valvola anticondensa.
Metterò un cronotermostato.
Lascerò accesa la caldaia in mantenimento tutta la stagione, mandandola in potenza nelle ore in cui il cronotermostato chiama (16-23).

Beh dalle mie parti uno che consuma tanto è uno che usa 50 q.li di legna a stagione perchè ha un camino termico di vecchia concezione...

Grazie a tutti dei consigli, grazie veramente... se vi viene in mente altro sono tutto orecchie....

giuggiolo0107
05-01-2010, 06:57
non sono daccordo.... mio fratello non ha avuto acs per 2 anni (l'ho montato io quest'anno) e ti dico che è molto meglio averla!!! se l'idraulico è bravo è non spendi molto...... esempio: bollitore 200 lt, 450 euro (io l'ho trovato usato di 1 anno ancora con la pellicola trasparente a 150 euro...:rolleyes:) circolatore dedicato (non farti fregare con valvole deviatrici automatiche!!!! come hanno fatto con me!!)(se vuoi ti spiego!:devilred:) e un po di raccordi fai altri 100 euro..... se poi l'idraulico è veramente "sborone" fatti mettere il bollitore in serie con i termo..... solo una pompa,acs a volontà, e fa un minimo di puffer....(io l'ho fatto:rolleyes:) poi basta una semplice 3 vie sotto la caldaia gpl per far passare acs o solo dal bollitore o da dentro la caladaia....... MA IL BOLLITORE METTILO!!! (se poi devi fare il solare lo ammortizzi prima, purtroppo non ha circolazione naturale....!)(io l'ho fatto!!) p.s. quando dico che l'ho fatto non è per vantarmi:rolleyes:, ma per ribadire che si puo fare,e non l'ho solo sentito dire....p.p.s. devi collegare bene anche l'impianto elettrico , se vuoi per telefono ti dico come ho fatto io .....

MDS
05-01-2010, 08:28
Giuggiolo volevo fare le cose semplici... in tutti i casi prenderò in considerazioe quanto mi hai detto e mi informerò sui prezzi. Certo devo dire che tu trovi sempre i prezzi migliori... un bollitore appena usato a 150 euro, wow!!!!!
Una curiosità.... quando parli di bollitore in serie coi i termo, non stai complicando il tutto? Mi spiego, significa che devi accendere i termo per avere acs? Ok, non andiamo oltre, mi mancano le cognizioni di base.
Altra domanda... se vedo che mi costa troppo al moment, ma reputo che la spesa ha senso nei prossimi 2 o 3 anni, il bollitore è possibile inserirlo anche dopo?

Al momento vorrei rimanere sul semplicissimo, mandata ritorno pompa vaso aperto valvole di commutazione manuali sotto la caldaia a gas e stop.
Ma un ups non l'ha mai applicato nessuno per questo tipo di caldaie?


Comunque una chiacchierata su skype sarebbe buona.... sul cel evitiamo che quest'estate ho speso 13 euro.

giuggiolo0107
05-01-2010, 10:02
1.. non ho skype, ma se vuoi ho il fisso.......2 impianto è sempliissimo anche con acs... io non so fare a disegnare al pc ... quindi ho fatto prima a scannerizzare.......questo in soldoni è il mio impianto... le frecce sono sia valvole di non ritorno che per evidenziare il flusso dell'acqua....alcuni idraulici preferiscono mettere una valvola deviatrice e una pompa sola (come hanno fatto con me!) ma a me non va bene! spiego: se faccio una doccia la deviatrice mi chiude i termo e scalda il bollitore ma se (come nel mio caso ) si sono appena accesi rimangono freddi.... se faccio 4 docce (sempre nel mio caso) per 1 ora ho i termo freddi!!! siccome non sono stupido , lo feci notare subito all'idraulico che mi disse non si poteva fare altrimenti, e si risparmiava corrente:shocked:(non insistetti più di tanto! accidenti!!!) morale della favola un circolatore costa 96 euro , la deviatrice 150, comunque la corrente è maggiore(il circolatore è sempre quello , ma in più la deviatrice consuma...)per i contatti è semplice..... il cronotermostato e il termostato comandano un relè deviatore, che contemporaneamente accendono la rispettiva pompa e danno il contatto crono alla caldaia...... poi il contatto pompa della caldaia va ad un'altro relè che da il consenso alle pompe (cosi facendo le pompe si accendono con il crono , ma solo se la caldaia è in temperatura ..) poi prelevado corrente dal primo relè devi impostare i contatti in modo che a crono spenti (pompe spente) la caldaia possa accenderle forzatamente(sovratemperatura...) guarda è un casino spiegarlo , ma è una "..onzata" pensa che ho fatto io il tutto e poi faccio il contadino!!!:bye1::bye1:p.s. cos'è ups???

alexraffa
05-01-2010, 12:37
p.s. cos'è ups???

Ciao,

è una batteria tampone collegata con una caricabatterie incorporato (un bel mobiletto bianco computer) che si collega tra la rete 220 V e la caldaia, se va via la corrente questo interviene subito (millesimi di secondo) e fa funzionare pompa e quant'altro finchè dura la batteria.
Naturalmente ve ne sono di varie taglie ...

Ciao
ALex

giuggiolo0107
05-01-2010, 12:47
ahhhhhhhh!!!!!!!!! ecco.........!!!!!!! ups.... quindi una sorta di puffer elettrico! e di che autonomia si parla? di che spesa? (considerando che la caldaia comunque ha una bella richiesta di corrente! se poi come la mia ha 2 motori da 1hp.... credo che sia una cosa abbasatanza costosa.....magari per la rpm a mais.... ma comunque ha la ventola e minimo 1 circolatore........non so se il gioco vale la candela.....parliamo di costi ?? :bye1:

NinoS
05-01-2010, 12:52
UPS = Acronimo di Uninterruptible Power Supply, in italiano Gruppo statico di continuità, oltre ai componenti già citati da Alex, contiene anche un inverter che trasforma la corrente continua della/delle batterie in corrente alternata a 220V 50Hz.
Oltre che di diverse taglie, ne esistono anche di diverse tipologie e di diverse autonomie.
Per alimentare la pompa di circolazione è sufficente il tipo più scadente, è cioè quello detto "interactive" che è un modo elegante per dire che non usa la tecnologia a doppia conversione on line che è la migliore (e quindi la più costosa).
Lo devi mettere solo sulla pompa di circolazione, per un interactive si parla di meno di 100 euro per un 500VA, l'autonomia la puoi facilmente aumentare aggiungendo altre batterie in parallelo a quella in dotazione.
Cerca con Google "gruppo di continuità prezzo", te ne vengono fuori un miliardo.

MDS
05-01-2010, 12:56
Ok giuggiolo ti contatto in privato... se no roviniamo la discussione..
Non più Risparmila Alpina, ma l'impianto di MDS con o senza acs.

Skype è un programma, ti serve solo una cuffia microfono...
Vabbeh ti contatto in pvt.

Ora scommetto che un pensierino all'ups ce lo farai... vista la storia dell'enel e dei fusibili che mi raccontavi... :bye1:

NinoS
05-01-2010, 13:01
Se invece vuoi alimentare tutta la caldaia invece del solo circolatore, cerca un soccorritore elettrico, che è un gruppo di continuità fatto di proposito per alimentare carichi sporchi che non richiedono un'alimentazione filtrata come quella richiesta dai computer, costano molto meno e per l'uso che dovresti farne vanno bene lo stesso.

giuggiolo0107
05-01-2010, 13:16
ok ma che senso ha metterlo solo sulla pompa....se va via la corrente con caldaia spenta vado poco in la.... (forse sul circolatore puffer...) ma se non va la caldaia ed ho appena fatto il pieno vado in ebollizione! la vedo dura..... se non trovo abbastanza potenza per far girare anche la caldaia........a questo punto sarebbe bello un bel generatore a vapore ne ho visto uno bello che faceva funzionare la televisione in mezzo alla giungla.... però non riesco a trovarlo , bisognerebbe chiedere a biomassoso (http://www.energeticambiente.it/members/biomassoso.html):bye1::bye1:

NinoS
05-01-2010, 13:19
Se lo metti sulle pompe l'acqua circola e non dovrebbe andare in ebollizione, serve appunto a questo.
Quando la caldaia è spenta non serve.

giuggiolo0107
05-01-2010, 14:48
ok per le pompe puffer /termo... ma quella caldaia termo? è comandata dalla caldaia , bisogna prevedere una specie di attacco automatico all'ups .....baipassando la caldaia spenta..

NinoS
05-01-2010, 14:51
Si potrebbe gestire con un termostato aggiuntivo che forza la pompa a partire con l'ups se la T supera un valore critico.

MDS
05-01-2010, 18:34
boooxer ha aggiunto un altro video.
Pulizia giornaliera:

YouTube - Risparmiola, pulizia crogiolo giornaliero del clinker (http://www.youtube.com/watch?v=qqSAclTyAOk)

Grazie boooxer

hombre
05-01-2010, 20:32
tanto è vero che quando avevo la risparmiola era mia intenzione di dotarla di tale dispositivo.

ciao, Fabrizio.:bye1:[/QUOTE]

ora che caldaia hai?
grazie della risposta almeno chiedo quanto costa l'optional

fabry97
05-01-2010, 20:43
tanto è vero che quando avevo la risparmiola era mia intenzione di dotarla di tale dispositivo.

ciao, Fabrizio.:bye1:

ora che caldaia hai?
grazie della risposta almeno chiedo quanto costa l'optional[/QUOTE]



in uso ho una classica marina, ma a giorni installerò un'alpina. il caricatore da sotto tradizionale, coclea da 50 e serbatoio da 120 kg, costa 800E. caricatore con coclea da 100 (ci puoi caricare quasi tutto ma mi raccomando il salvamotore) e serbatoio da 300 kg, 1200 E. prezzi in fiera a Padova. ciao.:bye1:

hombre
05-01-2010, 20:52
grazie delle info solo adesso ho letto che lo avevi scritto poche righe prima..

ha tanti anni la classica marina?

fabry97
05-01-2010, 21:35
ha 4 anni, ma io ce l'ho da questa primavera.

giuggiolo0107
06-01-2010, 09:57
vedi hombre devi sapere che fabry non è capace di stare fermo:rolleyes: , e ha voluto provare se c'era di meglio rispetto alla risparmiola, ma si è "scornato":devilred: e adesso torna indietro con la coda tra le gambe!!!:spettacolo: :bye1::bye1::bye1:

fabry97
06-01-2010, 10:09
è vero Giugggiolo, non son capace di star fermo. la marina è stata una sfida x me, smembrarla e riassettarla. scommessa vinta. da questa esperienza, e qui mi attirerò migliaia di nemici, devo dire che ho trovato le ecofaber più pratiche in tutto ma la differenza sostanziale sta nella resa, secondo me, superiore al 90%. ho venduto la risparmiola x acquistare l'alpina,perchè come te ho possibilità di avere "a gratis" i rocchetti dell'enel ma fintanto che non ne ho trovata una dovevo pur scaldarmi (non a metano di sicuro) e visto che avevo vinto quella scommessa, perchè non usufruirne?

ciao a tutti

Fabrizio.

MDS
06-01-2010, 10:53
è vero Giugggiolo, non son capace di star fermo. la marina è stata una sfida x me, smembrarla e riassettarla.
Ahhh ecco perchè smonti la camera fumi la pulisci e la rimonti con tutte le altre pulizie in 30 min senza fare casini....

Per il resto mi conforta la tua esperienza che ha quantomeno termini di paragone...... quindi mi conferma la scelta giusta che sto facendo.

giuggiolo0107
06-01-2010, 16:13
90%???? !!!! adesso si che arriveranno i commenti!!!! però mi conforta il fatto del confronto sullo stesso impianto/casa...... meglio di così non credo che si possa fare.....:rolleyes::bye1::bye1::bye1:

boooxer
06-01-2010, 22:27
allora sono serviti a qualcosa le immagini su You Tube? scusate se i video sono muti o non commentati ma, come si nota non hanno bisogno di commenti.
boooxer

boooxer
06-01-2010, 23:08
x fabry97,
ti allego le foto del crogiolo di ultima serie, come si nota l'aria primaria ha dei fori più grandi e sono da 6mm. invece la secondaria ha dei fori da 5mm.
a risentirci,
boooxer

boooxer
07-01-2010, 00:17
ti allego la foto dell'impianto di riscaldamento funzionante solo con una pompa, compreso l'acqua sanitaria.
Ti spiego meglio, a sinistra si vede la pompa di riscaldamento che spinge nell'impianto, a destra invece c'è la caldaia a metano, tipo Cosmogas a semiaccumulo, praticamente sarebbe un contenitore che accumula circa 30 litri di acqua riscaldamento, dentro passa un serpentino di rame alettato che per scambio termico cede calore al sanitario.
Con questo impianto si può avere l'acqua sanitaria senza bollitore in pochissimo spazio con costi sicuramente ridotti e una funzionalità eccellente, con zero problemi di mancanza acs e riscaldamento, i consumi non sono esagerati, il puffer non serve perchè la caldaia va in mantenimento senza andare a temperature alte, se dovesse succedere la centralina della caldaia interviene accendendo la pompa a 80° solo qualche minuto facendo abbassare la temperatura.
Per fare questo, (avere acs) basta chiudere (che belloo) il gas, aprire la valvola 1 completamente,(caldaia gas) invece la valvola 2 viene strozzata x bilanciare la circolazione con i radiatori, l'importante che l'impianto sia acceso sempre nelle 24 ore, il cronotermostato l'ho usato il primo anno poi ho visto che i consumi erano quasi identici con le 24 ore di seguito mettendo le valvole termostatiche su tutti i radiatori, sono già 4 anni e sono felice di scaldarmi senza automatismi, con costi di energia ridottissimi, poi furtunatamente la caldaia a mais richiede delle manutenzioni ridottissime.
boooxer

MDS
07-01-2010, 09:16
allora sono serviti a qualcosa le immagini su You Tube? scusate se i video sono muti o non commentati ma, come si nota non hanno bisogno di commenti.
boooxer

Si sono stati utilissimi, grazie.
Compreò la 20.
Ho visto pure che in fondo qualche bel ciocco di legna c'entra... e io che pensavo che massimo ci potessi mettere qualche tavoletta.... bene bene.

Anche l'impianto è interessante.... ci siamo sentiti con Giuggiolo che ringrazio... in tutti i casi per quest'anno ho deciso di andare sul semplice semplice semplice. Termosifoni con RPM acqua calda con caldaia a gas.
Il mio impianto quindi sarà simile al tuo. Metterò un vaso aperto...
Ora cerco di studiarmi un secondo il tuo impianto, poi ti faccio qualche domanda.

Grazie di nuovo dei video delle foto e di tutto il resto.
Grazie a tutti, Giuggiolo, fabry e tutti gli altri.

biomassoso
07-01-2010, 10:49
Per fare questo, (avere acs) basta chiudere (che belloo) il gas, aprire la valvola 1 completamente,(caldaia gas) invece la valvola 2 viene strozzata x bilanciare la circolazione con i radiatori, l'importante che l'impianto sia acceso sempre nelle 24 ore

Andando un pò a ritroso nei tuoi interventi ho capito che sei dalle parti di quell'insano di mente del GIUGGIOLO e sei pure idraulico.....domanda: come hai ovviato "a normativa" alla possibile somma delle 2 caldaie oltre le 30.000 kcal e l'installazione delle stesse nello stesso locale?....Ferrara è zona a rischio come tutta la regione per i controlli a campione.....rilascio conformità, prova fumi, ecc...ecc...ci puoi spiegare meglio? :bye1:

giuggiolo0107
07-01-2010, 12:42
insano di mente?:bored:

biomassoso
07-01-2010, 12:47
GIUGGIOLO, prima o poi ti vediamo al TG coi VV.FF. che spiegano la dinamica! :spettacolo:

fabry97
07-01-2010, 16:01
x fabry97,

boooxer


grazie Booxer. a presto. la fiera di verona "progetto fuoco" è x il 28 febbraio, chi ci viene?:bye1:

boooxer
07-01-2010, 22:40
salve biomassoso,
non è stato costruito il tutto in un locale, anzi c'è una bella distanza l'una dall'altra, in 2 ambienti diversi, cosa ne pensi di questo impianto?? sono già parecchi anni che funziona senza problemi, purtroppo gli spazi sono piccoli, bisogna studiare la soluzione più efficace limitando le spese.
boooxer

fabry97
07-01-2010, 23:23
ciao boooxer, ti ho appena beccato in un altro forum. non hai dritte di dove vendono valvole anticondensa? qui da me nemmeno sanno cos'è. fammi sapere. ciao

boooxer
08-01-2010, 20:58
fabry,
cosa te ne fai della valv. anticondensa?? sai pure che nell'alpina la centralina accende la pompa dopo i 40° e a queste T non si formano condense o se si formano restano sempre dentro la camera di combustione a secco.
comunque se ti serve posso informarmi.

boooxer









ciao boooxer, ti ho appena beccato in un altro forum. non hai dritte di dove vendono valvole anticondensa? qui da me nemmeno sanno cos'è. fammi sapere. ciao

fabry97
08-01-2010, 21:19
[QUOTE=boooxer;119019132]fabry,
cosa te ne fai della valv. anticondensa??

ciao boooxer, hai ragione ma sono andato a misurare con precisione la T° dell'acqua di ritorno dai radiatrori appena avviata la pompa, ....zzo, è a 25°. comunque non è x questo che vorrei installarla. in teoria, mantenendo sempre la stessa T° in caldaia, si hanno minori escursioni termiche che tradotto è minor consumo.......provo e poi vi informo. ciao.:bye1:

boooxer
08-01-2010, 23:22
fabry, ho trovato qualche cosa su ebay x quanto riguarda le valv. antic. ci sono due modelli, il primo è da 3/4 Numero oggetto: 190361776298, il secondo è da 1" Numero oggetto: 190361776315.
ciao,
boooxer

hombre
09-01-2010, 11:34
[QUOTE=MDS;119018002]boooxer ha aggiunto un altro video.
Pulizia giornaliera:

YouTube - Risparmiola, pulizia crogiolo giornaliero del clinker (http://www.youtube.com/watch?v=qqSAclTyAOk)

Con quale combustibile te lo crea?

luca65
09-01-2010, 12:56
Vista l'esperienza di booxer ho realizzato dei turbolatori provvisori con del lamierino che avevo in casa. Devo dire che funzionano egregiamente. La caldaia raggiunge più velocemente la temperatura d'esercizio e i fumi sono circa 30° più freddi (prima 180 - 190). Dopo il loro inserimento ho aperto un po' l'aria e diminuito la quantità di combustibile mantenendo comunque i fumi sui 150 - 160. La camera di combustione rimane più sporca con più polvere nerastra anche sulla lamiera estraibile (prima era poca e biancastra tipo sabbia).
Ora devo trovare una soluzione per realizzare o comprare quelli definitivi.
Qualche idea?
Ciao

fabry97
09-01-2010, 13:26
quando trovi la cenere scura, è segno che la combustione non è ottimale, è carbonio. manca aria comburente. ho fatto il tuo stesso esperimento ed ho lasciato i parametri come prima. T° acqua ragiunta + celermente fumi + bassi e cenere sottilissima bianca. prova ad aumentare l'aria uno step alla volta sinchè non torni ad avere cenere come prima. personalmente preferisco avere quel leggero eccesso d'aria x una migliore combustione. ciao.
Fabrizio.

luca65
09-01-2010, 13:48
Grazie, provo ad aumentare ulteriormente l'aria. Hai modificato anche il crogiolo?
Ciao.

fabry97
09-01-2010, 14:05
uguale a boooxer, ma ne devo provare uno modificato x pellet

luca65
09-01-2010, 14:11
lo hai modificato tu o lo hai comperato? Per il mais confermi anhe tu che funziona meglio?

fabry97
09-01-2010, 17:50
così è perfetto x il mais. ne ho uno di vecchia data e l'ho mdificato in previsione di brucira pellet-legna.

boooxer
09-01-2010, 21:40
ciao luca65,
se hai questo tipo di crogiolo (quello di destra con parecchi fori) puoi chiudere completamente la rondellona dell'aria primaria per consentire al crogiolo stesso di ossigenarsi forzatamente a 360° e non solo da una parte, poi apri mediamente circa, 1cm. 1cm. e mezzo l'aspirazione frontale della caldaia.
a presto,
boooxer

boooxer
09-01-2010, 22:01
provo inviarti l'immagine con i due crogioli, la foto 0539 è ok

Integrav
09-01-2010, 23:51
Domanda per i consumatori di mais da combustione, notate differenze fra le varie tipologie di mais?

fabry97
10-01-2010, 07:10
Domanda per i consumatori di mais da combustione, notate differenze fra le varie tipologie di mais?



si certo, dipende dall'essiccazione e quanto pulito è. ciao.

Fabrizio.:bye1:

luca65
10-01-2010, 11:03
Grazie booxer, come già scritto ho sfruttato la tua esperienza per i turbolatori realizzandone dei provvisori con del lamierino che avevo in casa ora devo pensare a qualcosa di definitivo.
Io ho il crogiolo vecchio tipo (quello di sinistra) che vorrei bucare appena mi è possibile per realizzare quello di destra. Ho una paura bestia che si possa crepare!!
Hai una idea dei costi sia dei turbolatori sia di un nuovo crogiolo eventualmente decidessi di comprarli?

Ad Integrav posso dire che io ho sempre acquistato mais essicato senza notare differenze apprezzabili di rendimento. Un anno mi è successo che su quello avanzato si siano formate delle bestioline nere. Il venditore mi ha detto che il mais più "vetrificato" è meno soggetto a questo fenomeno. Comunque brucia e riguarda solo quel po' che eventualmente avanzi.

Ciao.

fabry97
10-01-2010, 12:09
[QUOTE=luca65;
Hai una idea dei costi sia dei turbolatori sia di un nuovo crogiolo eventualmente decidessi di compra[/QUOTE]


...i turbolatori di quella misura devi farli fare. invia una foto dei tuoi, che credo possano andar benne uguale. il ferro fonde a 1000° ca. xciò se lo spessore lo permette nema problema. x il braciere il costo è di 170-180 E. ca. ma non avere indugi, vai e fora senza nessun riguardo, non corri rischi. ciao:bye1:

boooxer
10-01-2010, 18:51
a volte l'apparenza inganna, mi spiego meglio, mettendo i turbolatori logicamente i fumi abbassano la temperatura perchè trovano delle strozzature, quindi se nella caldaia si forma un velo di parte scura non è detto che sia la carburazione povera di aria, potrebbe essere il mantenimento che sporca di più, quindi ve ne accorgerete se sotto la polverina nera intorno al crogiolo trovate la cenere biancastra,(tutto ok) poi se i turbolatori sono sporchi di polvere scura quando li pulite solamente passando con i guanti divenatno biancastri vuol dire che è sempre il mantenimento a sporcarli, niente paura.
il crogiolo una volta trovato la posizione giusta dei fori lo puoi bucare senza problema è molto robusto.
boooxer





...i turbolatori di quella misura devi farli fare. invia una foto dei tuoi, che credo possano andar benne uguale. il ferro fonde a 1000° ca. xciò se lo spessore lo permette nema problema. x il braciere il costo è di 170-180 E. ca. ma non avere indugi, vai e fora senza nessun riguardo, non corri rischi. ciao:bye1:

fabry97
10-01-2010, 19:43
a volte l'apparenza inganna,
boooxer



giusta osservazione boooxer. è mia abitudine infatti, iniziare la taratura della combustione di una caldaia, partendo dalla modulazione, trovato il giusto settaggio passo alla taratura in normale.l'installazione di quella valvola mi ha fatto lavorare parecchio, non perchè sia difficile l'intervento, è che sono minimalista e pretendo che sia tutto a posto giusto a livello pratico innanzi tutto ed anche esteticamente. ti farò sapere. ciao a tutti.

Fabrizio:bye1:

luca65
13-01-2010, 19:54
Aumentando ulteriormente l'aria come indicatomi da Fabry97, che ringrazio, sono riuscito a riottenere la polvere biancastra che avevo prima di inserire i turbolatori.
Ciao.

giuggiolo0107
13-01-2010, 20:43
una informazione .... amettendo che i turbolatori siano piatti di che larghezza stiamo parlando :D??? così prendo già la piattina in misura e l'attorciglio!!!:rolleyes::rolleyes: grazie!!!!:bye1::bye1:

luca65
15-01-2010, 18:10
Ciao Giuggiolo0107. Io ho utilizzato del lamierino che avevo in casa largo poco meno di 3 cm e lungo dai 55 ai 60.

boooxer
15-01-2010, 21:14
ok, la misiura di 3 cm. va bene, la lunghezza varia dal tipo di potenzialità.
boooxer

giuggiolo0107
17-01-2010, 09:16
ieri sera problema .... ventola che non parte,senza spinta iniziale, qualcosa blocca la ventola (solo alla partenza..) spento caldaia (fortuna che il puffer era carico ,quindi fino a mezzogiorno sono tranquillo...) dicevo ventola ostruita, smontata, e tolto grumo di creosoto , intanto ho pulito anche la canna in acciaio inox con la spazzola apposita in teflon (mi raccomando non usare quelle in ferro !) totale operazione 60 minuti circa.... tolto circa 2kg di materiale....

fabry97
17-01-2010, 11:48
'mmazza ma cosa bruci? avevi pulito il tutto 2-3 mesi fa?!

tom-tom
17-01-2010, 12:51
Giuggiolo, ma alle tue caldaie ci vanno i turbolatori?

giuggiolo0107
17-01-2010, 14:02
Giuggiolo, ma alle tue caldaie ci vanno i turbolatori?
sinceramente non li ho ancora messi... ma vedo che altri l'hanno fatto quidi credo che non sia un problema...... per il discorso pulizia , la canna è stato più uno sfizio per provare la spazzola nuova (era ancora vegine...)senza considerare il fatto che si era incendiata 2 volte , quindi più pulita di così... per la ventola il problema si è posto perchè ho rovesciato 1 bins di potatura , e mi sono accorto solo dopo che era bagnata... ho aumentato i parametri di temperatura,ma evidentemente non è contato, e infatti se nè accorto subito, anche se il grumo che bloccava la ventola credo fosse un pettirosso , mi sembra di intravedere un becco.... e con il fatto che la caldaia era in mantenimento (praticamente spenta) probabilmente è caduto (anno scorso è successo uguale a mio fratello, ma in estate...):bye1::bye1:

tom-tom
17-01-2010, 14:08
Giuggiolo,ma la caldaia ha i tubi fumo come una marina ?

giuggiolo0107
17-01-2010, 14:41
scusa ... colpa mia, visto il foum dove ci troviamo pensavo che sapessi gia che caldaia ho io...... io ho sia la risparmiola che l'alpina , ecofaber, hanno camera a secco , escambiatori "tubolari triangolari" :bye1::bye1: qui si vede bene a grazie boooxer http://www.youtube.com/watch?v=_k4MIl481to

tom-tom
17-01-2010, 15:11
Giuggiolo lo lo che hai questa caldaia,appositamente ti chiedevo dei turbolatori .io con questo tipo di scambiatore te li sconsiglio dal momento che vengono inseriti nei triangoli solo quelli a contatto con la camera,il fumo quando aspirato sceglie la strada più comoda ossia quella dove non stanno i turbolatori con meno scambio termico

giuggiolo0107
17-01-2010, 15:36
Giuggiolo lo lo che hai questa caldaia,appositamente ti chiedevo dei turbolatori .io con questo tipo di scambiatore te li sconsiglio dal momento che vengono inseriti nei triangoli solo quelli a contatto con la camera,il fumo quando aspirato sceglie la strada più comoda ossia quella dove non stanno i turbolatori con meno scambio termico
scusa ma non ti ho capito... dove sarebbe la via senza i turbolatori?:preoccupato:

tom-tom
17-01-2010, 16:28
Scusa,ma si vede benissimo i turbolatori sono inseriti un triangolo si e uno no,lo scambio migliore penso che lo fanno i triangoli dove sono inseriti i turbolatori e negli altri?Solo per conduzione con la camera,tu che dici dove preferiscono uscire i fumi dove stanno i turbo o dove non ci sono?

giuggiolo0107
17-01-2010, 19:47
Scusa,ma si vede benissimo i turbolatori sono inseriti un triangolo si e uno no,lo scambio migliore penso che lo fanno i triangoli dove sono inseriti i turbolatori e negli altri?Solo per conduzione con la camera,tu che dici dove preferiscono uscire i fumi dove stanno i turbo o dove non ci sono?
ahhhhh ecco dove fai l'errore.... se tu prendi una parete dritta e saldi 1 triacolo difianco all'altro lo spazio risultante tra i 2 è si un triangolo , ma non è 1 "tubo" , chiusa da quella lamiera a coppo inox ... non so come spiegarmi, chi ha la risparmiola capisce (e se riesce a spiegarlo dico grazie) comunque i fumi escono solo da dove vedi i tutrbolatori.....

tom-tom
17-01-2010, 20:13
Secondo quello che dici il fumo passa soltanto dove sono i turbolatori e nel triangolo ,che come base a quella volta in acciaio, li non passano fumi ?quindi presumo che i fumi fanno il giro, cioè dopo la combustione, passano, girano e vanno nei triangoli con i turbolatori per essere espulsi è così?Praticamente i fumi passano da tergo la camera di combustione sopra quella piastra ?Se è così va bene,io pensavo che il giro era come le marine, cioè dalla parte anteriore

luca65
17-01-2010, 20:23
In pratica i fumi entrano dal fondo della caldaia nello spazio tra la lamiera e i triangoli e poi, quando la porta è chiusa, entrano nei triangoli dove vengono inseriti e turbolatori e vanno nella camera di aspirazione dove c'è la ventola che li aspira verso il camino.
Spero di essere stato utile.

tom-tom
17-01-2010, 20:53
infatti,come ho detto io

boooxer
17-01-2010, 22:44
salve tom tom, non è così, se guardi bene il video si nota che i fumi passano dal tegolo in acciaio inox, poi quando la porta è chiusa passano prima dai triangoli senza turbolatori, infine passano obbligatoriamente dai turbolatori senza altre via d'uscita, solo chi ha una Risparmiola sa cosa voglio dire, i triangoli sono uno passante e uno non passante, uno passante e uno non passante ecc... ecc...quindi ripeto sono obbligati passare solo da lì, dico bene giuggiolo, ciao.
boooxer

tom-tom
18-01-2010, 08:57
boooxer,se leggi tutti i miei interventi dico la stessa cosa,inizialmente,non conoscendola,pensavo funzionasse come una marina ciao

comcenter
18-01-2010, 19:23
non sono un tecnico però secondo me se tu utilizzavi le valvole termostatiche in tutti i radiatori la caldaia lavorava costantemente, sempre alla massima resa grazie alla combustione forzata, quando va in mantenimento i fumi si abbassano, les. la mia c. la lascio sempre in autom. ricetta 3 regolata al minimo uso sia legna che mais, quando rimane senza legna dal mantenimento passa a mais senza il mio intervento e non ho il puffer, ti posso garantire che i consumi sono molto contenuti, il cronotermostato lo utilizzato solo il primo anno e notavo dei consumi anomali nel mantenimento a pompa spenta e notevoli salti termici, invece così rimane sempre a temperatura costante grazie alle valv. termostatiche, sono già passati 4 anni e tutto va a meraviglia.
boooxer
Ciao booxer mi dai un consiglio di come hai fatto a settare la tua caldaia......

giuggiolo0107
18-01-2010, 19:44
Ciao booxer mi dai un consiglio di come hai fatto a settare la tua caldaia......
ma tu non sei con il nemico??? (tatano)...:dev::dev::dev::dev:

boooxer
18-01-2010, 23:48
salve comcenter, che tipo di caldaia hai? di preciso cosa ti interessa sapere?
boooxer

MDS
08-02-2010, 07:34
Ciao a tutti.
Leggendo un po' in giro mi è venuto un dubbio circa il funzionamento della Risparmiola.
Ammettiamo la seguente situazione:
Risparmiola caricata a nocciolino di sansa (serbatoio principale) pellet (secondario).
Ammettiamo di avviare la caldaia....
All'inizio, ovviamente, la caldaia userà il nocciolino.
Quando arriva a temperatura l'acqua che succede?
La caldaia va in modulazione? Che combustibile usa, il pellet o il nocciolino?
La fiammella pilota è diversa dalla fase di modulazione giusto? Rimane viva , bruciando pellet, quando decido di tenere inattiva la caldaia, Giusto?


Grazie

giuggiolo0107
08-02-2010, 11:55
bisogna vedere come sono i collegamenti elettrico (crono..) nel mio caso succede così..... accendo parte il pellet..... sopra i 100 gradi (fumi) smette il pellet e parte il mais.... al massimo.... poi se la temperatura supera i 250 gradi entra in modulazione e le coclee si fermano (è perche c'è della legna...) puo entrare in modulazione anche se si superano i 85 gradi h2o.... poi se stacca il crono va in mantenimento, e anche qui dipende da come è settata (per assurdo potresti settarla al massimo della potenza!!) per capirci meglio .... in qualsiasi stato si trovi la caldaia sei tu che decidi i tempi e le potenze coclee e ventola.... se a te piace che si accendi a mais e faccia potenza con pellet lo puoi fare!!spero che sia chiaro...:bye1::bye1:p.s. cosa intendi per fiammella pilota??

MDS
08-02-2010, 20:07
bisogna vedere come sono i collegamenti elettrico (crono..) nel mio caso succede così..... accendo parte il pellet..... sopra i 100 gradi (fumi) smette il pellet e parte il mais.... al massimo.... poi se la temperatura supera i 250 gradi entra in modulazione e le coclee si fermano (è perche c'è della legna...) puo entrare in modulazione anche se si superano i 85 gradi h2o.... poi se stacca il crono va in mantenimento, e anche qui dipende da come è settata (per assurdo potresti settarla al massimo della potenza!!) per capirci meglio .... in qualsiasi stato si trovi la caldaia sei tu che decidi i tempi e le potenze coclee e ventola.... se a te piace che si accendi a mais e faccia potenza con pellet lo puoi fare!!spero che sia chiaro...:bye1::bye1:p.s. cosa intendi per fiammella pilota??

Non ho capito bene.
Faccio partire la caldaia col pellet. Poi sopra i 100 gradi di fumo parte il nocciolino. L'acqua della caldaia comincia così a salire. arrivata a 70 gradi (a me diciamo che sta bene così) la caldaia come si comporta? Io credo vada in mantenimento col pellet e quando l'acqua scende sotto i 65 riparta col nocciolino.
Arriva così la notte e il crono dice basta.
Come fa ad accendersi il giorno dopo? Grazie al pellet ed alla fiammella pilota.
Intendo questo.... quanto sono lontano?

giuggiolo0107
08-02-2010, 20:32
io la fiammella pilota la devo ancora capire..:preoccupato::preoccupato:. comuque in ogni fase decidi tu come far muovere il tutto... quindi in mantenimento (come la mia) decidi di far girare la coclea di un tot , la ventola di un tot , ogni tot..... diciamo che abbia il mantenimento a pellet io imposterò che si accenda la ventola ogni 10 minuti , che vada la coclea/ ventola per 30 secondi..... poi sta a te settarla, puo darsi che questi parametri non siano sufficenti, e ti si spegne, allora farai il tutto ogni 9 minuti.... se consumi troppo farai ogni 11 minuti.... e così via. ma visto che hai il mio cell chiama , chiama che faccio prima a spiegarti a parole...:bye1::bye1: p.s. i cento gradi dei fumi sono impostabili da te... puoi fare 50 come 150...

MDS
10-02-2010, 07:47
Ok allora ti spiego quello che non capisco.
Che differenza c'è tra modulazione e mantenimento?

giuggiolo0107
11-02-2010, 17:03
mantenimento è praticamente ferma....... (in teoria non scalda, il crono non chiama) la modulazione invece rallenta la "velocità" , scalda un po meno perchè ne ha di vantaggio rispetto al calore richiesto...:bye1:

giuggiolo0107
16-03-2010, 22:41
allora per non intralciare ulteriormente un'altro post, continuo qui...... mi è stato detto del tentativo di costruire un crogiolo autopulente..... tentativo encomiabile...... ma a quale scopo?.... mi spiego meglio... io sono per il partito de "se non c'è non si rompe".... propio oggi ho avuto un'interessante scambio di battute con il propietario ecofaber....parlava di come è tutto cresciuto (prezzi) e del fatto che ora come ora a spentere 10000 euro fai fatica! anche se c'è del risparmio, comuque sono 10000 euro sull'unghia..... e che adesso si sta puntando a fare le caldie semplici pochi fronzoli , che costino poco.... e sono soldi gia risparmiati..... come dicevo se in un anno consumate 100 qli di mais e la caldaia rende l'80% se rende solo il 70% quanto spendete di più??? io che brucio legnaccia perchè devo scervellarmi per tentare di alzare di 5 punti la resa?.. per risparmiare cosa? 10 qli di legna (metti 2 euro al qli =20 euro)....lo so che non è ecologico ...ma se ho del mais che mi costa 10 euro al ql...... cosa pastrocchio a fare...!! io ci ho lavorato dietro 2 anni , noccioli, mais, pellet , nocciolino di oliva, ricerca in pre stagionale,trasporti, incendio canna , valvola automatica sulla canna,motorini bruciati,regolazioni ricette, .....adesso io rallento!! sono servito, mi trovo bene ! vi guardo , commento , se qualche idea mi piace la posso aplicare, ma non facendo prove........è 2 mesi che devo montare i turbolatori, ma non l'ho ancora fatto............(poi domani dopo che ho dormito , magari faccio degli altri esperimenti:rolleyes::rolleyes::rolleyes:) p.s. ho raccontato al padrone ecofaber cosa ho fatto con il puffer, volete sapere cos'ha detto ? che anche lui nel lontano 97 utilizzò 2 botti da gpl da 30 qli al costo di 500.000 lire!!!

boooxer
20-03-2010, 00:44
[QUOTE=giuggiolo0107;119046017]allora per non intralciare ulteriormente un'altro post, continuo qui...... mi è stato detto del tentativo di costruire un crogiolo autopulente.....

ciao giuggiolo,
non mi ricordo dove ti ho scritto che stiamo facendo un crogiolo autopulente, si sono d'accordo per il detto ormai famoso "quello che non c'è non si rompe mai" non è per me, non mi interessa, io mi diverto a togliere in 1 secondo il klinker nel crogiolo ( vedi i video you tube risparmiola ) è solo x giocare dal momento che tutti cercano il telecomando su tutto, non trovo problemi x la pulizia, tutti i giorni devo caricare la tramoggia (con una coclea in automatico, che libidine, altro che pulizia crogiolo )quindi un secondo non dice niente, basta non sporcacarsi o affumicarsi.
PS: oggi sono andato a trovare un amico con una risparmiola come la mia, è talmente pigro che sono quasi 4 mesi che non la pulisce, sono rimasto impressionato di come nella caldaia si sia creato un passaggio forzato di auto pulizia x restare sufficemente accesa, poi l'ho convinto x pulirla, abbiamo smontato anche il tegolo inox, gli ho spiegato che pulirla una volta alla settimana risparmia combustibile.
boooxer

giuggiolo0107
22-03-2010, 05:20
ciao posso venirti a trovare??? :character05::character05: ho trovato un silos per cereale da 100 qli per 30 euri .... e volevo copiarti il brevetto del carico automatico.....:bye1::bye1:

boooxer
22-03-2010, 13:44
soccia..mo vieni quando vuooi (dicono a bologna) fammi sapere quando x non trovare nessuno. :bye1:
boooxer

ale62
23-03-2010, 23:47
infatti la ecofaber ora li ha messi sul mercato perchè molto attuali!!!!!!! sono giusto passati 13 anni........ma bravo!!! ora dai il tuo meglio spargendo quà e là il tuo conoscere! dai siamo tutti qui ad attingere dal tuo SAPERE!........................................... ...........

ale62
23-03-2010, 23:58
ora vedo sul mercato puffer zincati pieni di pietre o materiali refrattari (per aumentare la densità) ricoperti di "plurinball"........perchè il plurinball è molto ma molto coimbentante!, nasce come antiurto ma coimbenta! come dice giuggiolo quale miglior coimbentante dell'aria?? avrei 1000 risposte ma lui ne sa fidatevi ne sa! giuggiolo il plurimball è quella cosa che ricopre il tuo puffer...altrim per sapere di più wikypedia. ma non era utile nella sezione fai da te?? perchè è onnipresente?ciao

giuggiolo0107
24-03-2010, 05:59
sbaglierò me i miei "attacchi" funzionano......:character05: a differenza di chi non riesce neanche a leggere le istruzzioni e a settare la propia caldaia ,chiama a settarla un tecnico della concorrenza:oops:(non volendolo pagare ) e si fa pure prendere in giro perchè non sa neppure contrattare sul prezzo del pellet! togli la biomassa e vai con i combustibili fossili, li basta un bottone e funziona..... poooveretto:console::console::console:p.s . tutte le volte dici che il plurinbol non coibenta,ok dimostrami il contrario..... tutte le volte ti rispondo di "linkarmi" un sito dove si dichiara che l'aria non coibenta , ma tutte le volte glissi.... forse perchè non sei in grado neppure di dimostrare le tue teorie......ma solo di prendere per il cul°..... ripeto , poooveretto.....

fabry97
24-03-2010, 12:43
caro giuggiolo, capisco una discussione costruttiva ma che ti fai invischiare, ancora,da chi, sempre, dovunque e comunque solleva polemiche........siamo superiori, dai. perche non ci si trova assieme a boooxer, tanto x farci una chiaccherata davanti ad una pizza? organizza.

giuggiolo0107
24-03-2010, 17:46
o cacchio.... una pizza per chi ha ecofaber...... perchè no!!! a dire il vero potrei rispolverare una usanza che faccio con i bambini.... un ciliegioraduno (magari una domenica pomeriggio poi pizza alla sera..):spettacolo::spettacolo::spettacolo: per la polemica invece hai ragione ... mi faccio prendere.:bored:.... purtroppo penso sempre che dall'altra parte ci sia una testa che ragiona, invece c'è solo da litigare:ranting:......cercherò di trattenermi..:preoccupato:

ale62
24-03-2010, 22:40
giuggiolo, la testa ragiona!, allora i coimbentanti sono tutte schiume a base di poliuretano catene aperte o chiuse e tutti fatti sottovuoto! cioè in assenza di aria....... ti basta o vado a fondo nella tematica?? ma temo che di chimica e fisica tu non sia preparato....l'aria disperde!

fabry97
24-03-2010, 22:54
giuggiolo, non creiamo discriminazioni. una pizza o ciliegia party che sia, non tra possessori di ecofaber ma tra amici. che ne dici boooxer? magari, facciamo un sabato che poi la domenica si riposa.......

ale62
24-03-2010, 23:33
forse sono poco chiaro, ma vorrei che chi dispend, consigli fosse persona ferrata, e non un piccolo fai da tè! penso di pretendere il giusto, tu pensa se chi consiglia come frenare o fare una curva fosse uno che non ha la patente! è regolare? come si piantano le patate si, forse te lo chiedo! si forse si........

boooxer
25-03-2010, 01:01
[QUOTE=fabry97;119049082]giuggiolo, non creiamo discriminazioni. una pizza o ciliegia party che sia, non tra possessori di ecofaber ma tra amici. che ne dici boooxer?

ok, si può fare, ci mettiamo d'accordo.. a presto :bye1: :bye1: :bye1: :bye1: :bye1:
boooxer

giuggiolo0107
25-03-2010, 06:02
ma temo che di chimica e fisica tu non sia preparato....l'aria disperde!
sei solo capace di offendere..... (si vede che ti hanno insegnato così!!) comunque.....allora in parte mi dai ragione.... se è vero che i coibentanti hanno celle vuote (vuoto spinto) è quello che isola ,(il vuoto) poi l'aria, i liquidi , e i solidi....... però una curiosità secondo il tuo ragionamento i pannelli coibentanti sono sottovuoto! (lana di vetro, lana di roccia ... non credo che sia possibile, iploderebbero.... penso al piumino del letto...... che quando lo metto via per l'estate lo metto sotto vuoto, secondo il tuo ragionamento non dovrei riuscire a comprimerlo invece diventa 1/3 del volume inizziale...... potrei darti ragione su pannelli industriali (non li conosco).... ma su quelli usati abitualmente mi riesce difficile credere che abbiano bolle sottovuoto.... il poliuretano delle bombolette so che nelle bolle non ha aria (ma si creano altri gas), forse con meno trasmittanza.... ma sempre di gas..... ripeto puoi approfondire , non offendere, ma non sono convinto che i pannelli coibentanti abbiano bolle sottovuoto spinto:bye1:

giuggiolo0107
25-03-2010, 06:04
giuggiolo, non creiamo discriminazioni. una pizza o ciliegia party che sia, non tra possessori di ecofaber ma tra amici.beh facciamo cosi.. invitati tutti poi pagano solo "le altre caldaiae"...:spettacolo::spettacolo::spettacolo::bye1:

boooxer
25-03-2010, 22:11
basta litigare.. parliamo di cose serie, secondo me non sarebbe meglio farci una pizza (al ristorante) con mogli, figli ,fidanzate, alla domenica a pranzo? oh.. ho detto la mia. ciao
boooxer :bye1::bye1: :beer: :beer:

tom-tom
25-03-2010, 23:00
Giuggiolo, pagano le "risparmiole"............meglio risparmiare, no

ale62
26-03-2010, 20:36
per quello che riguarda le offese, forse dovresti riguardare i tuoi post nei miei confronti: represso, vedi marrazzo ecc..... poi non parlo di pannelli, ma di ciò che coimbenta un puffer, e cosa aumenta la densità: non sicuramente le pietre refrattarie..... ciao Giuggiolo!

giuggiolo0107
26-03-2010, 21:46
allora dagli con le pietre...a parte che non sono ancora convinto... la mia all'epoca era una domanda per conosenza.....poi ... che cosa coibenta un puffer??? dimmelo tu a questo punto....credi propio che ci sia quacosa (alveolato? ) sotto vuoto spinto?? oppure ho capito male .....fammi vedere un link.... o qualcosa..... come tomtom puo confermare quando mi ha spiegato il meccanismo del vaso aperto, l'ho capito e glio ho dato ragione..... guai a credere di sapere tutto.... e a non cambiare mai idea........fammi cambiare idea , ma non denigrando , ma con il ragionamento:closedeyes::closedeyes:

ale62
26-03-2010, 22:03
tutto quello che coimbenta, celle aperte o chiuse,che sia una casa o altro prevede meno aria possibile! trattenere calore! poi i link non sono mia competenza, guarda solo come sono fatti i contenitori che non devono disperdere calore! gli intercapedini ad aria sono oramai vecchi sostituiti con materiali e tecnologia, poi i link cercali ma sapendo cosa cerchi. ciao

luca65
27-05-2010, 17:12
Finalmente ho trovato il tempo per fare la pulizia stagionale della caldaia e del camino. Con l'occasione ho eseguito la modifica del crogiolo. Ho forato senza riguardo e non si è rotto. Ho rimontato il tutto e speriamo bene per ottobre quando la riaccenderò!!
Confido nell'esperianza di booxer e di fabry97 che ce l'hanno già.

giuggiolo0107
27-05-2010, 18:00
io invece l'ho accesa ieri sera...... avevo carta e ramaglia da smaltire, e una piscina nuova da scaldare:rolleyes::rolleyes::rolleyes::rolleyes:

Yari86
25-07-2010, 10:02
Ciao a tutti,
mi hanno proposto come caldaia pellet/legna una Alpina a buon prezzo; per quello che devo scaldare basetrerebbe la 25KW.

Ho visto nelle istruzioni che per farla andare a legna bisogna posizionare una griglia e una piastra raccolta ceneri ma se poi si attiva il funzionamento a pellet all'esaurimento della legna? bisogna estrarre la piastra perchè se no tapperebbe il crogiolo?
non è che ho capito molto bene il funzionamento :preoccupato:

Per la rimozione della cenere da pellet o da legna è comoda l'operazione? ogni quanto va fatto?

Grazie

boooxer
25-07-2010, 11:49
x Yari86,
sicuramente giuggiolo sa darti una buona risposta lui con l'alpina ne fa di tutti i colori, io ho una risparmiola e la faccio andare consecutivamente a legna/mais 100%
boooxer :bye1:

Yari86
25-07-2010, 17:04
sicuramente giuggiolo sa darti una buona risposta lui con l'alpina ne fa di tutti i colori, io ho una risparmiola e la faccio andare consecutivamente a legna/mais 100%


Bene attendo la dritta da Giuggiolo allora :biggrinthumb:

Scusa ma, se la risparmiola è la RPM, non dovrebbe andare solo a biomasse granulari?

giuggiolo0107
25-07-2010, 19:14
allora partiamo dall'inizzio...... risparmiola e alpina hanno quasi le stesse coclee, le stessa centralina (che ne comanda 2) l'unica è che l'alpi ha il doppio come camera di combustione , appunto per ospitare più legna , nulla vieta di riempire fino al colmo anche la risparmiola..... per la griglia...... la griglia è inclinata all'indietro.( io l'ho fatta una diversa inclinata su un fianco , almeno come la uso io con delle mezze flange mi trovo meglio) comunque lo scopo è non mettere del peso (legna ) sul cratere dove escono i noccioli..... visto che spingono dal basso...... ora se non vai a granaglie ma solo a legna puoi anche farne a meno (non consigliato) ma io metterei una griglia piana , anche solo per non gravare con il peso sul crogiolo (la griglia appoggia su sostegni laterali)se invece vai a mais , sempre griglia piana, visto che va dall'alto, pellet idem , insomma se usi il crogiolo dal basso sempre con griglia sollevata altrimenti piana o senza(non consigliato):bye1::bye1:

Yari86
25-07-2010, 21:33
allora partiamo dall'inizio...

Ok vediamo se ho capito: dato che andrò principalmente a legna usando il pellet come "tappabuchi" quest'ultimo passa dalla tramoggia verde in dotazione (sinistra) e sbuca da sotto quindi userò perennemente la griglia piana come sostegno legna. La griglia inclinata (in foto) serve solo per lasciare la via libera al mais che casca dallo sportello anteriore. Giusto?

http://www.allfreeportal.com/imghost2/images/218007Ecofaber.JPG (http://allfreeportal.com)

giuggiolo0107
26-07-2010, 05:17
come si vede dalla foto questa getta il mais dal fianco, se fai caso si vede il tronchetto di tubo nel fianco destro, si vede che per fare spazio ha pure 2 "stecche" più corte....se vai principalmente a legna e pellet (che è una combinazione che non uso) dovrai comunque mantenere la griglia inclinata per avere il crogiolo libero....ma da come la vedo io dipende anche da quata legna e quanto pellet (% di tempo) mi spiego.... se il pellet lo usi quasi solo per mantenere la brace puoi valutare di montare la griglia piana (per avere più spazio legna) e gettare il pellet dal "buco" mais, non avrai una combustione ottimale ma sufficente per avere la brace.....:bye1::bye1:

margiop
26-07-2010, 13:17
di larghezza va legna a 33 cm oppure a 50 cm ?

Yari86
26-07-2010, 13:25
di larghezza va legna a 33 cm oppure a 50 cm ?

sul manuale c'è scritto "lunghezza tronchetti 50cm" per la 25 e la 34KW

margiop
26-07-2010, 13:37
tronchetti ortogonali alle lamelle del piano inclinato oppure paralleli ?
c'è qualche buon'anima che posta i dati larghezza, profondità, altezza della camera di combustione ? calcolando il volume si può capire quanta legna tiene, + o -.

MDS
26-07-2010, 14:12
tronchetti ortogonali alle lamelle del piano inclinato oppure paralleli ?
c'è qualche buon'anima che posta i dati larghezza, profondità, altezza della camera di combustione ? calcolando il volume si può capire quanta legna tiene, + o -.


Da qui credo si possa evincere.

http://www.ecofaber.com/pdf/Manuale%20ALP-ECOFABER.pdf

Credo comunque perpendicoalre alle lemelle

Dal manuale si evice 50 cm e 70 litri di legna come capacità