PDA

Visualizza la versione completa : Come possiamo recuperare batterie che hanno perso capacità?



GiovanniG
28-09-2009, 00:11
Il topic è datato ad ogni modo mi aguro di arricchire la discussione con un punto in particolare, spero possiate aiutarmi perchè non riesco a trovare queste informazoni particolari sul web.
Vi faccio i miei complimenti per i contenuti espressi fin'ora, davvero utili!

Come possiamo cercare di recuperare delle batterie che hanno perso parte o completamente la capacità di carica? Mi riferisco anche ai differenti modelli Pb,Litio,Ni-Cd, ecc.
Dovrebbe esserci attraverso opportune tecniche di carica/scarica la facoltà di ripristinare parzialmente gli elementi chimici all'interno della batteria, ripulirne gli elettrodi, decristallizzare l'elettrolita che ormai è inefficacie.
Potreste spiegarmi come fare? Ho sentito di forti correnti impulsive, in alcuni casi correnti "negative". Brevi scariche in cortocircuito. Vorrei gentilmente un vostro parere grazie.

Nel particolare vorrei ripristinare la batteria del mio laptop, ma ho anche letto che in queste batterie è presente un'elettronica che ne verifica lo stato e necessita a volte di essere "resettata". Basterebbe questo per risolvere il problema?
Grazie.

spostato da Batterie FAQ (Frequently Asked Questions) (http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/3149199-batterie-faq-frequently-asked-question.html)

carest
28-09-2009, 12:29
ciao
Io ho sostituito gli elementi dentro il pacco del mio portatile.. non sono a conoscenza di metodi per recuperare capacità persa dalle batterie li-ion.

La parte più difficile, oltre a trovare le batterie nuove (io le ho trovate in fiera elettronica, e comunque già usate, provenivano da altri pacchi smontati) è aprire il tutto perchè è ben sigillato, proprio perchè NON deve essere aperto (ricordo che le li-ion hanno il brutto vizio di esplodere se difettose o trattate "male")
Nella sostituzione fisica è complicato far stare il tutto nell'ingombro originale, perchè le sagnature che fai tu non sono quelle fatte a macchina con saldatura a punti.
vedi qui, un esempio da cui mi sono "ispirato":
Jay’s Technical Talk � Refilling laptop batteries! (http://www.summet.com/blog/2007/02/17/laptop-battery-refill/)

comunque io sono andato bene, alla fine la batteria dura 40-45 minuti (prima non durava 3 minuti).
Non ho fatto nulla all'elettronica di comando perchè:
- NON sapevo cosa fare per eventualmente resettarla (se qualcuno ha idee sono ben accette).
- NON so se sarei riuscito a lavorare con i componenti SMD.

saluti
carest

GiovanniG
28-09-2009, 16:10
Ciao, grazie x il tuo messaggio. Io cercando ho trovato qualche forum che parlava di "dialogare" con questa elettronica attraverso il bus I2C (I quadro C) per resettare le sue soglie. Per farlo consigliavano dei sofware Win32 ma non ho capito se la batteria va tolta e collegata attraverso un'interfaccia I2C (ad esempio con un adattatore via USB) o se addirittura fosse possibile falro attraverso la schessa scheda madre del PC lasciandola collegata. Io dubito che l'ACPI di windows lasci fare questo ma forse è possibile (magari via DOS?). Oppure tramite BIOS? Ricordo che in alcuni BIOS è presente la voce "test batteria" in cui si deve lasciarla scaricare x fare in modo che il sistema si ricalibri.

Comunque a me succede questo: Decresce da 100 a 80% con un acerta regolarità e in circa 20 minuti, poi passa di colpo a 15% e mi segnala batteria scarica, a quel punto il livello decresce con decisa rapidità e + si abbassa + veloce decresce.
Lo ritengo un comportamento anomalo, insomma mi aspetterei che la batteria scendesse subito da 100% a valori bassi per poi calare lentamente. Quindi sospetto che possa essere l'elettronica la responsabile.

Vediamo se riusciamo a risolvere questi problemi sulle batterie (che magari non ci sono)

AlessioF76
28-09-2009, 22:09
non è che sia partita la logica di controllo? se apri la batteria puoi verificare se c'è qualche elemento guasto, poi persi per persi eventualmente se la tensione è compatibile isoli gli elementi dal connettore batteria e ti porti fuori un filo all'ingresso per l'alimentatore attenzione però a come le ricarichi! è solo una idea..
Ciao
Alessio

GiovanniG
29-09-2009, 01:41
Grazie x la risposta..
ad ogni modo prima di aprirla e testare magari con una resistenza e un tester ogni singola cella vorrei provare a testare questa benedetta logica di controllo elettronica attraverso un programma o collegando ai morsetti dalla batteria un'interfaccia I2C. Io credo che su internet qualcuno si sia già preoccupato del problema, devo cercare una soluzione già pronta :)

Wattos
29-09-2009, 19:32
Ciao, vi porto anche la mia esperienza, credo vi possa essere utile, avevo una batteria al litio da 11,1V 5,2Ah circa che alimentava un sony vaio, dopo che ha cominciato a durare da mezz'ora a solo qualche minuto, ho deciso di aprire il pacco batteria, dopo averlo aperto ho trovato il circuito impossibile da decifrare o da modificare dato che è in smd molto miniaturizzato, ho misurato 1 po di tensioni nei connettori, ho staccato gli elementi dal circuito e ho trovato il + e - agli estremi così ho preso direttamente le batterie in serie e ho provato ad alimentare sempre quegli estremi dello spinotto direttamente, per qualche decina di secondi tutto ok, dopo è uscito 1 messaggio strano e poi si è spento il pc.
Quando ho provato a rimettere le batterie come erano prima sia coi sensori che con i cavetti dell'equalizzazione, il pc non ne voleva sapere di "riconoscerle"
Comunque sia ho notato che 1 elemento aveva 1 resisitenza interna particolarmente alta e credo fosse il responsabile della limitata autonomia della batteria.

GiovanniG
29-09-2009, 22:19
Ciao Wattos, grazie del messaggio.
Potresti x favore spiegare meglio questa frase?
sì ho preso direttamente le batterie in serie e ho provato ad alimentare sempre quegli estremi dello spinotto direttamente, per qualche decina di secondi tutto ok, dopo è uscito 1 messaggio strano e poi si è spento il pc.
Non ho capito il procedimento. Grazie.

Ho letto in giro che se ad esempio viene scollegato il chip dalle batterie questi perde o "cancella" il contenuto della memoria e non funziona +. Credo che questa elettronica sia fondamentale al PC che ha bisogno di dialogarci quindi bisogna prestare attenzione. Sì probabilemente è colpa di una batteria sola.

Wattos
29-09-2009, 22:33
si esatto è proprio andata così ho levato le batterie ignorando questa funzione che dici, pur troppo non lo sapevo...
e poi anche rimettendole niente... tanto per quello che durava, però mi scoccia il fatto di non poter + riattaccare 1 batteria in qualche modo se non spendendo parecchie centinaia di euro, che tu sappia si può riattivare questa funzione?

GiovanniG
29-09-2009, 22:42
Scusa ma continuo a non capirti. Spendere centinaia di euro x riattaccare una batteria? Parli degli elementi interni, o di un pacco batteria nuovo? (non costa centinaia di euro). Per riattivare la funzione intendi far funzionare di nuovo l'elettronica del pacco batterie?

Wattos
30-09-2009, 12:24
Scusa ma non mi sembra di dire cose così incomprensibili, il pc non mi riconosce + il circuito e la batteria

poi..... mi chiedevo se conosci 1 modo per far si che si possa in qualche modo riutilizzare il circuito originale e o la batteria, senza spendere 1 patrimonio

carest
01-10-2009, 12:30
ciao Wattos
io da piccolo mi divertivo a smontare le cose... poi non sapevo più rimontarle.
adesso, prima di fare una cosa, ci penso bene e in ogni caso cerco di fare cose che sono in grado di rimettere come erano prima.
Quando ho smontato il mio pacco, mi ero informato il più possibile, ho monitorato le tensioni degli elementi durante l'uso prima di sostituirli e mi sono ben guardato dal collegarle al PC prima che tutto fosse a posto.

Come dicevo nel primo messaggio, le li-ion (al cobalto) hanno la possibilità di esplodere, il che le fa classificare come materiale pericoloso.... (sai quante batterie sono state ritirate dal mercato perche potevano avere questo "difetto"? svariati milioni di pezzi) e sono vendute solo all'interno di un pacco che contiene la parte elettronica di controllo. Questa parte elettronica ha la funzione di ESCLUDERE il funzionamento della batteria se rileva problemi tipo il corto di elementi, temperature troppo alte, tensioni troppo alte... quindi penso che scollegare due contatti intermedi (come hai fatto) sia a pieno titolo un evento problematico per l'elettronica di controllo.

In conclusione penso che il tuo vecchio pacco lo puoi buttare (all'oasi ecologica) tanto non riuscirai più a farlo funzionare.

P.S.: come hai fatto a misurare la resistenza interna degli elementi? voltmetro e resistenza di carico?

saluti
carest

Wattos
01-10-2009, 15:25
ciao Wattos
io da piccolo mi divertivo a smontare le cose... poi non sapevo più rimontarle.

Io lo faccio ancora adesso, ma solo se le cose che non funzionano + o sono in grado di modificare e rifar funzionare il tutto anche se non so come sia fatto 1 parte, pensa che invece alcune volte riesco invece a rimontare tutto come prima :D


In conclusione penso che il tuo vecchio pacco lo puoi buttare (all'oasi ecologica) tanto non riuscirai più a farlo funzionare.
Sai che forse lo avevo intuito quando ha cominciato a durare 4 minuti


P.S.: come hai fatto a misurare la resistenza interna degli elementi? voltmetro e resistenza di carico?
Con la telecinesi

tengo a precisare che il pc potrebbe ancora andare con 1 batteria esterna a 12V alimentando direttamente solo i pin estremi dello spinotto, l'ho fatto con le stesse celle cariche 1 volta smontate, solo che ogni volta esce 1 messaggio che mi dice che la batteria potrebbe non essere originale, o lo disattivo con gestione attività processi, prima che finisca il timer, oppure se non lo disattivo in tempo dopo 10 secondi ogni volta si spegne il pc.
Il consumo del pc da batteria esterna è sui 2,5-3A, come ti ho detto sono in grado di farlo funzionare lo stesso, anche non sapendo cosa c'è nel circuito, la cosa che mi scoccia è non poter usare il misuratore di carica interno e come eliminare funzione odiosa che mi fa partire il messaggio di batteria "non originale" che puntualmente devo disattivare...

carest
02-10-2009, 12:15
ciao Wattos
Io non ho una formazione elettronica e volevo veramente sapere che metodo hai utilizzato per controllare la resistenza interna, perchè cosi posso provare anche le mie che ho smontato e che a vuoto hanno tutte tensioni normali.
Per quanto riguarda il misuratore interno di carica credo che sia ovvio non riuscire ad averlo disponibile: una batteria da 12v (immagino al piombo) è diversa dalle originali. Puoi comunque mettere un tester sulla batteria e scollegarla quando raggiunge gli 11 volt. Per curiosità: il PC non prova a ricaricare la nuova batteria (hai visto correnti verso la batteria)?
Poi se nel messaggio precedente ho scritto qualche cosa che ti ha dato fastidio, non era mia intenzione e ti prego di scusarmi.

saluti
carest

Wattos
03-10-2009, 00:08
Io non ho una formazione elettronica e volevo veramente sapere che metodo hai utilizzato per controllare la resistenza interna, perchè cosi posso provare anche le mie che ho smontato e che a vuoto hanno tutte tensioni normali.
Per quanto riguarda il misuratore interno di carica credo che sia ovvio non riuscire ad averlo disponibile: una batteria da 12v (immagino al piombo) è diversa dalle originali. Puoi comunque mettere un tester sulla batteria e scollegarla quando raggiunge gli 11 volt. Per curiosità: il PC non prova a ricaricare la nuova batteria (hai visto correnti verso la batteria)?
Poi se nel messaggio precedente ho scritto qualche cosa che ti ha dato fastidio, non era mia intenzione e ti prego di scusarmi
saluti
carest

la mia + che formazione è passione elettronica, ti posso solo dire che camera mia sembra una fusione tra la camera di Mc Giver e il laboratorio dell'enigmista :D

comunque il metodo che ho usato è semplicemente quello di applicare 1 carico alle batterie simulando il pc (amplificatore audio 2X30W) e fai 1misura in tensione degli elementi sempre sotto carico (non a vuoto), ti accorgerai subito delle differenze sempre + marcate nel tempo fra le celle...

una batteria al Pb a12V sta tra i 12V e i 13,8V, una al litio da 11,1V sta tra gli 11 e 12,8V circa, quindi ci sarebbe 1 "gap di circa 1V" comune misurabile, (cioè > di 48%), ovviamente non pretendo che il misuratore si adatti da litio a piombo ma almeno vedere 1 barra, qualcosa, la X sulla batteria non so perchè ma mi sa di qualcosa di danneggiato o di tentativo di scasso...

sinceramente mi sembra che non carica, apparte che ora non dispongo + di 1 batteria in grado di erogare 3A continuativi senza rovinarsi, appena avrò 1 batteria decente credo che rifarò la prova da te suggerita (come si deve), o cercherò di farlo caricare in qualche modo alterando i pin rimanenti, boo vedremo

tutto ok dai non è successo nulla, il fatto è che magari hai scritto cose che a me parevano scontate e sinceramente leggendo mi sembravano 1 presa per il ...

per il tester... beh come ti ho detto da me è tutto automatico, regolatori di carica, stacca batteria, misuratori di alimentazione, luci a crepuscolare timerizzati... ti allego 2 foto se non ci credi, ovviamente è ancora in fase di espansione... ma il materiale è quasi tutto di recupero compreso il pannello fotovoltaico col vetro rotto che alimenta il tutto... ciau

GiovanniG
17-11-2009, 00:30
Ciao raga, scusate la latitanza. Allora ecco qua come ho intenzione di procedere: apro il pacco batteria (con qualche invenzione dato che non so come fare) ed esaminerò il circuito e le sue connessioni. Se dovesse avere delle connessioni intermedie tra le batterie in serie e l'elettronica (solo x rilevamento) cercherò di riprodurre anche queste tensioni prima di scollegare le batterie, infatti la cosa principale cmq è che l'elettronica resti sempre "alimentata" con le stesse tensioni. Ad ogni modo prima di tutto ciò farò una prova per individuare la cella che "fa cadere più la tensione", magari lavorando con lo stesso PC acceso (solo in bios) e rilevando con un tester le tensioni mentre scollego l'alimentazione.
Dopodichè testerò ogni singola cella applicando ai suoi capi una resistenza, comincerò con una corrente di 250mA per poi passare ad 1A e testare la curva di scarica. A quel punto avrò la certezza di sapere esattamente di quante batterie ho bisogno. Ora viene il bello, trovarle! Infatti le litio ricaricabili, visto la loro pericolosità, non sono in commercio. Sarà un'impresa.

Wattos
20-11-2009, 20:11
Puoi provare nei negozi di elettronica le vendono sia col circuitino di protezione, sia senza coi contattini "a saldare", ovviamente in un negozio ben fornito.
Nel tuo caso il circuito di protezione è quello della tua batteria, occhio come hai detto quando lo apri per non farti succedere quello che è successo a me, + tosto metti dei condensatori da qualche millifarad comunque sempre in tensione.
In alternativa alle litio ione ci sono le litio polimero da modellismo che hanno stesse tensioni ma capacità e quindi densità di potenza maggiore e una potenza stessa di scarica maggiore fino a 10C rispetto alle litio ione!, comunque massima attenzione a maneggiare le litio e in bocca al lupo

GiovanniG
20-11-2009, 20:49
Grazie x la risposta, spero di trovarle in qc negozio ma la vedo dura.. ho sentito che essendo pericolose o non le vendono "per legge" o non le vogliono tenere x evitare rogne con i clienti..
cmq comprerò le stesse celle che trovo sul PC (è un HP), x evitare problemi nella loro carica.
Devo mettermi a fare il lavoro perchè ora il protatile non funziona + senza alimentatore.. sembra che il circuitino abbia già rilevato un problema e appena stacco lo spinotto mi mette il pc in st-by.. ma è sempre meglio che "si spenga di botto". Qualcosa di vivo c'è ancora :)
Appena mi decido ad aprirlo vi tengo informati.

carest
24-11-2009, 11:59
Io le ho trovate (usate, tolte da un altro pacco) solo alla fiera dell'elettronica di Forli (c'è anche il 5-6 dicembre).
Ci sono fiere regolarmente anche in altre città, ma ad esempio a Faenza (che è più piccola come fiera), non le ho mai trovate.

Buona ricerca

GiovanniG
24-11-2009, 12:23
Capisco, grazie per il consiglio.
Sempre in attesa di eseguire il lavoro x poi comunicarvelo.

lukemon79
25-11-2009, 10:45
Per le batterie delle auto so che si usano i desolforatori. Li potete trovare su ebay a prezzi davvero modici, ma sull'effettiva utilità, rimando a chi è competente in elettronica.