PDA

Visualizza la versione completa : sul canale che passa vicino casa, posso installare un piccolo generatore idroelettrico?? è legale??



Lasko
08-10-2009, 10:38
il canale è largo un metro e mezzo, a trapezio rovesciato, e con acqua profonda circa 60-70 cm max (maggio-agosto), con letto in cemento armato (una roggia del consorzio delle acque in pratica, destinata ad irrigazione nei momenti più siccitosi dell'anno).
di inverno per un mese o 2 si ghiaccia ed è tutto fermo, ma d'estate ha un bel flusso, potente e corposo, e per almeno i rimanenti 6-8 mesi all'anno ha una bella portata media, che per adesso non ho nemmeno provato a misurare.
parte del perimetro di confine del canale è territorio di servizio comunale, e parte è proprietà privata... ma io, volendo, il generatore posso montarlo a cavallo del canale, e non occupare spazio alcuno fuori dal suo metro e mezzo di larghezza... mi basterebbe dotare un generatore elettrico (stimo da circa 100 kw) di un rotore tipo pelton, costruito e saldato in casa, e installare il tutto in maniera che il rotore sfiori di pochi cm il fondo in cemento, per avere potenza tutto l'anno... poi il cavo per portare la corrente al mio contatore, utilizzarla e venderla all'enel, lo farei passare sotto terra a 50 cm di profondità, visto che il confine di casa mia è a neanche 2 metri, confinante appunto con la recinzione che delimita il canale, a parte quei 50 cm di passaggio pedonale per i lavori di manutenzione... che ne dite, è fattibile?? sarebbe una maniera omologata e accettata contrattualmente e tecnologicamente da Enel per fare qualche soldo con la produzione di energia rinnovabile, o nel paese della burocrazia è solo l'ennesima utopia?? :bye1:

E poi, il consorzio delle acque, visto che il canale è suo, potrebbe dirmi qualcosa, e fare veto, anche se installo il tutto in terreno privato, con solo il rotore pelton a bagno, e con l'albero di trasmissione che sfiora il bordo superiore del canale, con il motore interrato sotto il livello calpestabile entro il mio confine?? ESPERTI, CHE NE DITE??

Lasko
08-10-2009, 10:40
scusate per il grassetto da mitomane, non sono riuscito a levarlo efficacemente...

marcomambo
11-10-2009, 20:50
Ciao Lasko,
anch'io ho una situazione analoga alla tua.

Piu' precisamente, i miei genitori hanno una casa a Terni vicino alle cascate delle Marmore, dove esiste gia' una centrale idro-elettrica.
Al lato della casa dei miei, proprio attaccato, c'e' un canale d'acqua (uno dei tanti di sfogo delle acque delle cascate).
Il canale è largo ca 1,5 mt. e l'acqua ha una profondita' di ca. 1 mt.. Anche se l'acqua è poco profonda scorre molto veloce.

La differenza rispetto a te è che il canale e' attaccato a casa, devo controllare al catasto, ma probabilmente il canale passa nella mia proprieta'.

Fammi sapere se hai notizie di qualsiasi tipo, la cosa mi interessa.
Ho provato anche a inviare un'email a:
Enerc (http://www.enercat.it/ruota.htm)
per un eventuale studio di fattibilita'.
vediamo se mi rispondono.

Ciao,
Marco.

remtechnology
12-10-2009, 11:38
Ciao a tutti,
e benvenuti nel forum e nella sezione Idroelettrico.
Per produrre energia da un salto idroelettrico serve una concessione di derivazione per uso idroelettrico.
Sono d'accordo con voi che per poche centinaia di Watt o qualche kW la questione sembra eccessiva ma la situazione è questa.Se sono 100 kW la questione cambia,
L'acqua per propria natura non è di nessuno e ogni utilizzo che se ne svolge, anche il Consorzio di Bonifica per esempio, necessita di una apposità concessione idropotabile, idroelettrica, industriale.
Per ognuno di questo utilizzo si pagano dei canoni...
Bisogna valutare nel vostro caso se il gioco vale la candela..
Dovete trovare 2 dati fondamentali:

Portata - e questa è la cosa più difficile
Salto geodetico _ e questa è forse la cosa più facile

Fate il calcolo della potenza con questa formula ipotizzando un rendimento di 0,8:

Potenza = Portata (in metricubo/sec) x Salto (in metri) x 9.81 x rendimento (0,8)

Ciao
Rem

marcomambo
12-10-2009, 11:46
Ciao Rem, grazie del tuo intervento.

Nel mio caso pero' piuttosto che impianto micro-idroeletrico,
penso sia piu' fattibile un eventuale generatore a pala (tipo mulino ad acqua).
Secondo te, e' fattibile una cosa del genere?
In questo caso il calcolo per l'eventuale rata-concessione come si calcola?

Grazie.
Marco

car.boni
12-10-2009, 12:59
.........
La differenza rispetto a te è che il canale e' attaccato a casa, devo controllare al catasto, ma probabilmente il canale passa nella mia proprieta'...........


Ciao Marcomambo,
oltre a concordare su quanto scritto dall'amico Rem aggiungerei che anche qualora il canale passasse sulla Tua proprieta' nn e' assolutamente automatico averne la disponibilita' o una prelazione.
La proprieta' del terreno e' una cosa ed il diritto di passaggio del canale e la sua proprieta' e' ben altra cosa.
Il consiglio e' quello di informarsi presso il proprietario del canale ed il concessionario della derivazione e sentire la sua disponibilita'.
ciao car.boni

Wilmorel
13-10-2009, 16:14
Non entro in alcun modo nelle considerazioni di chi mi ha preceduto, che sostanzialmente condivido.
Espletati tutti i passaggi suggeriti, guarda questo:
Enerc (http://www.enercat.it/lazienda.htm)

Wilmorel
15-10-2009, 16:17
PS
Mi accorgo che Marcomambo, in precedenza, ha segnalato lo stesso link che ora ho indicato io...

Lasko
16-10-2009, 08:22
grazie tantissime per i vostri commenti.
mi sono molto utili.

ener
28-11-2009, 10:51
Una domanda a tutti.
C'è un limite di portata (o altra caratteristica tecnica) per cui non è necessaria domanda alle autorità competenti per la produzione di e.e. da fonte idroelettrica?

Grazie in anticipo, come sempre.

ener
28-11-2009, 10:53
Mi rispondo da solo, scusate.
Ho trovato questo link molto interessante.
Se qualcuno ha voglia di guardarselo, aspetto smentite o conferme.

http://minihydro.cesiricerca.it/Autorizzazioni/Autorizzazioni.asp