PDA

Visualizza la versione completa : Batterie



navigator
14-10-2009, 10:08
Salve,
qualcuno mi puo' spiegare che differenza c'e', sia costuttivamente e di funzionamento, tra accumulatori per impianti solari e accumulatori per automobili?

ciao da Navigator.

tonini_mingoni
15-10-2009, 08:09
Salve,
qualcuno mi puo' spiegare che differenza c'e', sia costuttivamente e di funzionamento, tra accumulatori per impianti solari e accumulatori per automobili?

ciao da Navigator.

Ciao navigator , la differenza tra i due tipi di batterie è nella costruzione interna delle piastre ma anche della chimica perchè:

1)Accumulatore impianti solari : la batteria accetta cariche e scariche , anche profonde , ma con livelli energetici non di spunto.

2)Batteria "avviamento" : deve avviare un motore , quindi spunti elevati per brevi periodi.

Ciao

Fox

n.b. (ciò non vieta che per fare delle prove puo iutilizzare o un modello o l'altro...)
<input id="gwProxy" type="hidden"><!--Session data--><input onclick="jsCall();" id="jsProxy" type="hidden">

carest
15-10-2009, 11:51
Le batterie da avviamento, per avere alte correnti di spunto, hanno gli elementi conduttori (piombo) "scavati" per offrire maggiore superficie di scambio con l'elettrolita (acido) e di conseguenza sono anche più fragili e soggette a rotture improvvise, ma sostanzialmente hanno la stessa chimica di quelle "stazionarie" o "solari".

saluti
carest

navigator
15-10-2009, 13:26
[QUOTE=
n.b. (ciò non vieta che per fare delle prove puo iutilizzare o un modello o l'altro...)
<input id="gwProxy" type="hidden"><!--Session data--><input onclick="jsCall();" id="jsProxy" type="hidden">[/QUOTE]

Utilizzando gli accumulatori da avviamento, quanto tempo possono durare nel tempo?
Dato che devo fare delle prove e un accumulatore solare costa almeno 2,5 volte un accumulatore da avviamento.

atomax
15-10-2009, 14:18
Utilizzando gli accumulatori da avviamento, quanto tempo possono durare nel tempo?


Prendiamo come esempio un accumulatore con capacità di 100A/h da "avviamento". Questo potrà essere caricato-scaricato circa 200 volte, dopodichè perderà circa l'80% della sua capacità nominale. Il punto cruciale è: quando posso considerare scarica una batteria di questo genere? Diciamo che una batteria da avviamento non bisognerebbe scaricarla oltre il 10% della sua capacità nominale, pena la diminuzione dei cicli di carica-scarica della batteria. Per l'accumulatore dell'esempio puoi scaricarlo assorbendo una corrente di 10A per un'ora o 5A per 2 ore e così via. In questo modo la sua vita utile sarà di 200 cicli. La riduzione della vita utile diminuirà in modo esponenziale con l'aumentare della profondità di scarica. Se arrivi a profondità di scarica (DoD) dell'80% i cicli di vita possono ridursi anche a meno di dieci. Se scarichi al 100% a volte non arrivi nemmeno ad 1 per l'instaurarsi di processi di solfatazione interni all'accumulatore. Un accumulatore ad uso semi-ciclico accetta DoD del 50%, mentre uno ad uso ciclico accetta DoD anche dell'80%.
A questo punto è immediato stimare la convenienza.
Un accumulatore di automobile o camion da 100A/h potrà fornirti solo il 10% della sua capacità nominale (quindi 10A/h) e ti costa diciamo 100 euro. Uno ad uso semi-ciclico il 50% (quindi 50A/h) e ti costa 250. Per avere le stesse caratteristiche offerte da quest'ultimo dovresti comprare 5 accumulatori da auto da 100A con un costo (relativo all'esempio) di 500 euro, quindi in definitiva spenderesti il doppio!