PDA

Visualizza la versione completa : COGENERARE coi rifiuti urbani: miglior tecnologia e costi



biomassoso
29-11-2009, 11:31
Quale può essere allo stato attuale la miglior tecnologia "sperimentata & funzionante"? :preoccupato:

Si tratterebbe di "valorizzare" 50 ton/giorno di FORSU/CDR urbano/casalingo conferiti senza preventiva differenziazione in discarica, quindi c'è di tutto, anche copertoni!
Personalmente mi sono innamorato di questo:
Gassificazione di rifiuti - Pyromex (http://www.pyromex.it/gassificazione_di_rifiuti.htm)
o in subordine prenderei in considerazione anche questo:
Piromak Tanfoglio - pirodistilgasogeno, termovalorizzatori, produzione di idrocarburi e gas da biomasse - produzione energia da biomasse - abbattitori di particolato (http://www.piromak.it/produzione_pirodistilgasogeno.htm)
Qualcuno ha notizia dei costi cui si va incontro ed eventualmente dei problemi che si sono riscontrati?
Anche della meteora THOR di Paolo Plescia si son perse le tracce: qualcuno ha informazioni di prima mano sul suo utilizzo sperimentale in Sicilia?
Oma mi sa che alla fine costa meno bruciare il tutto in caldaia apponendo una bella targhetta "termovalorizzatore" all'ingresso dell'impianto? :bored:

Aggiungo che di NIMBY "nun me ne pò fregà de meno"! :bye1:

Sulzer1
29-11-2009, 14:02
Allora, da Tanfoglio l'estate scorsa ho passato un pomeriggio a veder pirolizzare la pollina , è un po' ruspante ( come i polli ) ma ha alcuni brevetti che mi sembrano importanti , gli altri mi sembrano più industrializzati ma non avendoli visti dal vivo non mi esprimo. Io ho una visione un po' diversa.
Visti i posti che frequenti , penso che ste 40.000 ton all'anno abbiano parecchio organico dentro ( una volta ho fatto la statistica di una discarica di Anatanarivo e l'80% del forsu era organico ) . Io immaginerei una prima fermentazione dry , mettendoci dentro anche le gomme ,per esempio Bekon o similari che effettua anche una prima disidratazione e produce biogas e poi metterei il tutto in un pirolizzatore , comprei i pneus. Ricaverai altro gas , dei liquidi schifosi che l'Ing. Tanfoglio definisce idrocarburi e del carbone - carbonella che potrai vendere come coke o comunque in discarica occuperà poco posto....

biomassoso
29-11-2009, 14:41
Io ho una visione un po' diversa.


Grazie della risposta, mi farebbe comunque piacere conoscere quale sia la tua "visione". :bored:
Dove "opero" saremo già mal messi, ma in Madagascar son peggio: il giorno che scappa anche l'ultimo Francese rimarranno sepolti! :)
La digestione in processo batch era l'altra tecnologia da considerare, però non conosco i tempi di permanenza nel digestore ed i costi.
La prima operazione sarebbe stata comunque triturazione e separazione liquidi....poi.....poi....boh!
Per il TANFOGLIO avevo sentito di problemi, ma non so a che impianti si riferiscano.
La cosa più difficile è comunque conoscere dei prezzi veritieri, che credo qui in Italia tanti si siano montati la testa e sparano cifre assurde
che partono conteggiando i possibili guadagni dell'acquirente, non il costo dell'ammasso di ferraglia col loro sacrosanto guadagno! :cry:
Ecco perchè meglio chiedere a chi opera "sul e nel campo"! :bye1:
http://www.bekon-energy.de/download/BEKON_Brochure_Italy_2008.pdf

P.S. Carbonella in discarica?....da una parte magnifichi il biochar e dall'altra me lo fai risbattere nell'immondizzaio? :rolleyes:
Poi non è che siamo proprio 3° mondo, qualcosa c'è già anche laggiù!
Bioware - Pirólise, Bio-óleo, Biomassa, Carvão vegetal e Briquetes (http://www.bioware.com.br/secoes.aspx?id=27&pai=6)
http://www.carbon-negative.us/docs/BiocharBusinesses.pdf

gordini-motori
29-11-2009, 16:20
scusami non avevo capito, riquardo ai rifiuti sono di quelli che pensano di trattarli separandoli, e il resto compressione e pirogassificatori, gas energia in tutte le sue forme,anche se io ho solo una buona esperienza con un sistema picccolo modulare e funzionante per le gomme, abbiamo più volte iniziato a parlare di rifiuti in generis e ho anche preso un campione di una pressa balla, fatta con una macchina idraulica e con ausilio del vapore per sterilizzare il tutto, e vista cosi non vi era problemi per gassificarla bisognerebbe provare realmente, il sistema in se stesso dovrebbe fiunzionare, i costi dipende, non neccessariamente devi specularci sopra, secondo mè il problema rimangono le varie lobby del settore, e permessi annessi, comunque possiamo approfondire, non ora ma approfondiremo, ciao

Sulzer1
29-11-2009, 16:46
X Livio
ti ho suggerito Bekon perchè mi sembrano seri , ho avuto 2 volte contatti con loro e mi sono piaciuti. Per i pirolizzatori ti do ragione, pensano tutti di vender per oro la carpenteria metallica . Io ho una mia convinzione , non me ne vogliano gli esperti di pirolisi , un conto è costruire una macchina che produca combustibili liquidi e solidi da utilizzare nei motori. Un altro conto è pirolizzare rifiuti per smaltirli e ricavare un char ( se ci distilli le gomme nn è più biochar ) da utilizzare in vari modi ( magari anche in un gassificatore per fare energia ) . Il secondo caso sa più di lamiera e forse dovrebbe costare molto meno .....
Tanfoglio non penso abbia problemi , anzi , semplicemente parte da prezzi che , come dici tu, son fatti su quello che pensano guadagneresti ......

gordini-motori
29-11-2009, 17:07
Sulzer non so i prezzi di Tanfoglio ma non risponde anche ,è troppo impegnato a contare i soldi forse, comunque non so se sono leggende ma parlano di pressi dal mezzo milione in su per il più piccolo, che non so in quanti impianti esiste, ho parlato con quello che ha fatto l'impianto in piemonte anche li prezzi da capogiro, e motore Cinese, ma come si fà, ciao