PDA

Visualizza la versione completa : caldaia biomassa TCM DELIA MINI



Pagine : [1] 2 3

steodoro
13-01-2010, 16:08
sapete darmi informazioni sulla caldaia biomassa dell TCM DELIA mod. MINI. grazie

lorenzo.catellani
05-06-2011, 10:43
Ciao a tutti.
Sono nuovo del forum e vi chiedo un'informazione. Sto comprando una caldaia della TCM Delia modello Mini THS. Qualcuno l'ha comprata o la conosce? Sapete dirmi se funziona bene?
Grazie

capodanilo
09-06-2011, 20:25
Lorenzo a me è arrivata ieri ovviamente la devo installare.....Di dove sei? Saluti

capodanilo
17-09-2011, 13:35
Lorenzo a me è arrivata ieri ovviamente la devo installare.....Di dove sei? Saluti


Ciao Lorenzo ho provato qualche volta a mandarti un mess.....ma niente risposte....Come è andata poi per la caldaia? saluti fatti sentire

arnosio
19-11-2011, 11:05
Salve, a tutti. Anche io ho comparto un termocamino Tcm Delia. Mi deve arrivare in questi giorni. Voi come vi trovate?

capodanilo
05-12-2011, 20:13
Salve, a tutti. Anche io ho comparto un termocamino Tcm Delia. Mi deve arrivare in questi giorni. Voi come vi trovate?

oggi è stata fatta l'accensione della mia caldaia a biomassa tcm delia.......tra qualche settimana scriverò qualcosa.....per lorenzo......ho provato a chiamarti ma avevi il cell spento......ciao

capodanilo
13-12-2011, 15:41
oggi è stata fatta l'accensione della mia caldaia a biomassa tcm delia.......tra qualche settimana scriverò qualcosa.....per lorenzo......ho provato a chiamarti ma avevi il cell spento......ciao

Salve vi partecipo la mia prima settimana con la TCM Delia Mini......

La caldaia è stata accesa lunedi scorso e devo dire che nonostante gli interventi operati all'accensione ed in un secondo momento dalla Ditta costruttrice (diciamo che la scelta di acquistare una caldaia prodotta a 30 km da casa mia è molto favorevole) la prima settimana l'ho trascorsa tra settaggi e prove di funzionamento.......

Questo è l'impianto in parallelo con la caldaia a gas argo deluxe 24

20553

Nell'altra foto la centralina che monta della tiemmeelettronica...........

Nella terza foto la caldaia........................................... .......20554

20555

Attualmente lavora con questi parametri..............Abbiamo notato che essendo montata al terzo piano con 4 metri di canna fumaria tutta in verticale la caldaia ha un tiraggio naturale molto elevato...........quindi è stato ridotta la velocità della ventola e la quantità del nocciolino

Attualmente lavora con:

7,5 di nocciolino di sansa...........
34 di ventola............................
temperatura 65°
temperatura attivazione circolatori 40
scambio con la caldaia a gas a 45 con valvole mut............
la caldaia va in modulazione a 63 gradi (lo abbiamo ridotto a 2 ma il valore di default era 5)
a 82° si attivano automaticamente le pompe per i radiatori.............

Ci dovrò lavorare ancora per avere una uniformità di braciere e di fiamma in relazione al tiraggio forzato che ho-----------credo che con 7 e 33 potrebbe andare bene........................

Spero di poter postare un video........magari con i parametri giusti...............per i consumi con tutte le prove che ho fatto sarebbe sciocco sbilanciarmi.........pensate ha lavorato anche a 13 di nocciolino......................adesso sono come ho detto a 7.5-------------il mio problema è il tiraggio naturale molto forte quindi devo cercare di avere una fiamma uniforme........

Saluti è gradito un intervento/opinione dei professionisti del settore del forum.......

http://youtu.be/F-3TVO1vYh4

Nel video la caldaia lavorava con 13 di nocciolino e 38 di ventola difatti la fiamma era eccessiva.......
Adesso lavora con 7 e 33--------

Dott Nord Est
13-12-2011, 21:23
due cosette:

- canna fumaria= perchè dritta perfetta? nessun scaricacondensa? se ne fà, ti va direttamente in caldaia??? normalmente è "consigliabile" curva 45° e scaricacondensa...

- partenza circolatori 40°= io li porterei almeno a 55° come minimo. Più alto lavori, più aumenta la resa di combustione.

Per il resto, ora devi fare esperienza e prove....:)

20562

capodanilo
13-12-2011, 21:37
Come parametri di nocciolino e coclea come le vede?......aumentando i circolatori a 55 quanto devo portare la temperatura in caldaia per l'automantenimento (attualmente 65)......A che regimi di temperatura pensa dovrebbe lavorare????? Attualmente con radiatori in funzione (testati per massimo 2 ore e mezza di accensione continua)....irsap acciaio a tubi modello a tre tubi 150 elementi (172 metri quadrati) la caldaia arriva intorno ai 70 e lavora intorno a quella temperatura ( a volte scende intorno ai 63-64) tra mantenimento e accensione...............in automantenimento senza radiatori accesi ma solo con acqua sanitaria arriva a piu di 80 e si attivano automaticamente i circolatore a 82..........

Grazie

Dott Nord Est
13-12-2011, 21:44
non capisco una cosa....
se la caldaia è tarata a 65°, come fà ad arrivare a 80°????

capodanilo
13-12-2011, 21:47
la caldaia a 65 gradi va in automantenimento........arriva ad 80 in quanto avendo un tiraggio naturale abbastanza forte (mi trovo al terzo piano abbastanza alto in zona ventosa) la fiamma nel focolare rimane viva e la caldaia senza i termosifoni accesi aumenta di temperatura......

Dott Nord Est
13-12-2011, 21:49
modifica la canna fumaria, altrimenti avrai molti problemi oltre a consumi esagerati.

capodanilo
13-12-2011, 22:01
quindi ritieni sia ooportuno inserire una curva 45°.........difatti sto lavorando con una ventola di 33 e nocciolino a 7......mi diceva il costruttore della caldaia che eventualmente si potrebbe intervenire per diminuire il tiraggio con un apposito restringimento....non ricordo come lo ha chiamato.....cmq aspetto allora prima di far murare definitivamente la canna......Grazie

Dott Nord Est
13-12-2011, 22:06
restingere la canna fumaria è sconsigliatissimo (se la restringi, avrai problemi di pulizia oltre che di pericolosi depositi di fuliggine, andando a modificare i flussi lineari dei fumi che normalmente hanno in un condotto omogeneo)
qui non si tratta di "eventualmente intervenire", ma DEVI intervenire !!!

Dott Nord Est
13-12-2011, 22:14
e lo vieni chiedere a me perchè non ci ha pensato LUI ??? :bored:

Camini (http://reffogiuseppe.it/Camini/Camini.html)

capodanilo
13-12-2011, 22:19
:bye1: Grazie dott.........

Dott Nord Est
13-12-2011, 22:33
ecco la stessa caldaia prima e dopo la modifica canna fumaria.
prima non funzionava bene, dopo si.
la canna fumaria è FONDAMENTALE

2056820569

lorenzo.catellani
14-12-2011, 08:18
Il braciere della mia TCM Delia non riesco e renderlo uniforme.
Ho fatto varie prove: pellet a 7 con aria 37 e pelley a 11 con aria a 41 come indicato dal costruttore. Poi pellete a 7 aria a 39 e pekket 7 aria 41 di mia iniziativa.
Premesso che brucio nocciolino di gusci di pesca,mandorla,nocciolio, il braciere presenta sempre una parte piena di materiale incobuto nel punto opposto a dove viene caricato il combustibile ed inviata l'aria.
Questo problema si è verificato anche con il pellet.
La caldaia scalda comunque però questa situazione non mi sembra corretta, la mia idea è che per come è fatto il braciere nella parte inferiore prende più aria nel punto più vicino alla ventola e meno in quello più lontano da qui la disomogeneità.
Datemi un consiglio.

capodanilo
14-12-2011, 08:43
lorenzo ciao ascolta io oggi vedo se posso fotografare il braciere.....la sensazione di accumulo sulla parte sinistra guardando il braciere ce l'ho pure io.....pero dopo una buona combustione in automantenimento brucia tutto......il mio problemino è che devo togliere qualche residuo di nocciolino dal braciere che dopo la combustione crea una specia di patina spessa.....parlo di nocciolino di olive vergine puro non misto.....

lorenzo.catellani
14-12-2011, 09:50
02057020573
Vi chiedo un giudizio sulla mia installazione.

capodanilo
14-12-2011, 10:10
Lorenzo lo vedo troppo vuoto......il mio dopo un po di funzionamento si ricopre totalmente......mi ha detto che lavora con nocciolino a 2 prova a riempirlo.......e fagli fare combustione...........prova una 13 40 per qualche ora....credo si assesti.....

La fiamma sembra cmq buona come colore...........ma la curva a 90 non so....dovrebbe risponderti Dott......

Dott Nord Est
14-12-2011, 15:40
xlorenzo.catellani:
iniziamo conle cose + evidenti:

- canna fumaria orizzontale....... ORRORE !!!
- troppa aria comburente (fiamma che "strappa" e scintille che volano a volontà)

ecco come dovrebbe essere una buona fiamma:

2058320584

lorenzo.catellani
14-12-2011, 21:42
Concordo che la canna orizzontale sia scorretta.
Attualmente la canna esce in verticale per circa 1,5 mt e prosegue in orizzontale per circa 1,5 mt.
Ne val la pena di cambiare il tutto per aver 0.5 mt in verticale, 1,4 in diagonale e 0.5 in orizzonatale?
Premesso che il valore di pellet/nocciolino impostato è basso rispetto a quello indicato dal costruttore: 7 di pellet contro i 2 da me impostati; abbassando la ventola mi rimane una parte incobusta come da foto.
Come mi regolo?
205972059820599

Dott Nord Est
15-12-2011, 05:53
Ne val la pena di cambiare il tutto per aver 0.5 mt in verticale, 1,4 in diagonale e 0.5 in orizzonatale?


dovrebbe essere così, con la diagonale.....

20606

capodanilo
15-12-2011, 14:07
ecco la mia fiamma anche se ho la sensazione di sprecare troppo nocciolino.........ora sono a 4 di nocciolino e 34-36 di ventola...............ma la caldaia ci mette un po a salire di temperatura.........

20611206122061320614

Dott Nord Est
15-12-2011, 14:11
capo, vedi il fumo che indico con la freccia?
sintomo di carenza di aria comburente.
ecco perchè tardi a scaldare.... hai poca aria primaria.

20615

Dott Nord Est
15-12-2011, 14:13
fai un confronto

20616

capodanilo
15-12-2011, 14:46
ok la provo a portare a 38 -----------una cosa da quanto vedo nelle tue foto...il braciere non è pieno fino a sopra mentre nel mio tende a salire perke il nocciolino arriva da sotto e sale man mano che si riempie......che parametri usa quella caldaia? anche se le centraline sono diverse??? che percentuale deve avere il rapporto tempo di lavoro coclea e ventola????? Grazie sei sempre di aiuto dott....

Dott Nord Est
15-12-2011, 14:48
come hai ben visto, se il tuo bracere cresce.... vuol dire che hai troppo carico o poca aria comburente..... (ecco la presenza del fumo in mezzo alla fiamma)

ecco altra fiamma:

20617


prova a vedere la fiamma qui: http://www.youtube.com/watch?v=IfSSGGASeA4&list=UU7HmB5Y-XwRT1-qnrC6GYMQ&index=9&feature=plcp

capodanilo
15-12-2011, 14:51
attualmente ho 6 di coclea quindi 6 di lavoro e 24 di riposo e 38 di ventola......quando ho fatto le foto avevo ridotto 4-34........Non riesci a darmi un rapporto dott?

Dott Nord Est
15-12-2011, 14:53
capo, non posso darti numeri a caso.... non conosco la caldaia, e non ci sono davanti......
devi essere tu il primo collaudatore !!!! io posso solo darti dei consigli.
prova 4/36 e vedi...

lorenzo.catellani
16-12-2011, 07:52
Ciao Danilo.
Ti volevo chiedere la temperatura fumi della tua caldaia ai vari valori di coclea impostati. Ad esempio la mia con pellet 7 è intorno ai 220 gradi con pellet 5 intorno ai 180 gradi.
P:S: pellet per me significa nocciolino.
Oggi ho fatto un'altra prova, amentando la ventola forse è aumentata anche la temperatura fumi: pellet 7 fumi oltre 240° pellet 5 fumi a cica 200°.
Cosa ne pensate?
Ho visto che le tatano non vanno oltre i 160° di temperatura fumi ............

anap73
13-01-2012, 19:56
ciao sono nuovo del forum e vi dico che a settembre ho montato una ths 50 x riscaldare 200mq di casa, e ad oggi angora non riesco a trovare una giusta combinazione tra aria e nocciolino di sansa,considerando che i costruttori mi hanno dato i seguenti parametri:cloghea a 11,ventola a 48 e temperatura di esercizio 70°c con la pompa dei termosifoni che va in funzione a 60 °c ed l'acqua sanitaria a 55°c,il grande problema che ho e che l'acqua sanitaria dopo poco tempo mi arriva fredda anche se la temperatura della stufa sta ancora a 65 °c,ed in piu in fase di accenzione ho un enorme fuoriuscita di fumi e polveri dai sportelli della stufa.CHI MI PUO AIUTARE ?
GRAZIE

Dott Nord Est
13-01-2012, 20:33
con cosa produci acs?

anap73
13-01-2012, 21:16
ciao ,la produco o tento con una termostufa THS 50 MINI,il fatto sta che il quantitativo e poco,ed in piu anche se la temperatura della stufa ancora mi mantiene l' elettrovalvola in apertura,a me arriva l'acqua fredda.

Dott Nord Est
13-01-2012, 21:20
se la fai diretta con la termostufa, avrai sempre problemi.
nonavrai mai quantità sufficenti di acs e la termostufa avrà vita più corta (causa continui stress da altalene di T° e probabile condensa)
per acs, ci vuole il boiller.

anap73
13-01-2012, 21:38
quindi mi consigli uno scambiatore supplementare che la ditta da come optional?considera che avendo una famiglia con 3 pargoli sono costretto ad atticare la funzione acqua plus x avere un maggior quantitativo di acs,ma cosi' escludo i termosifoni.
quanto riguarda l'eccessiva fuoriuscita di fumi e pulviscolo dagli sportelli cosa mi dici,io ho 2 dubbi,il primo e che forse ho montato la canna fumaria (diametro 18 data dalla casa,)e lo portata a filo del tetto di casa che e a solaio,premettendo che dalla stufa esce diritta x 1mt,poi curva a 45°contubo ad Ycon scarico condensa,e dopo 1 ulteriore metro finale x un totale di circa 2 mt e mezzo,la seconda ipotesi e che ho la ventola a 48 x aumentare la combustione visto che con i valori preinpostati la stufa non mi andava mai in mantanimento,mi lavorava in continuazione senza andare mai a temperatura.

Dott Nord Est
14-01-2012, 06:29
se hai bisogno di molta acs, la miglior cosa è il boiller esterno.

il cappello della canna fumaria è oltre il colmo della casa? (non il filo tetto)

capodanilo
14-01-2012, 09:08
Ciao Anap buongiorno......Io non so di dove sei......cmq anche io ho una ths 50 della TCM Delia.....Montata il 5 dicembre 2011 e con un po di cura e attenzione sono riuscito a settarla credo bene anche se si puo sempre migliorare e a fine stagione interverrò sulla canna ma non sulla caldaia che a mio parere va alla grande......Allora premesso che stiamo parlando di una 34.8 Kw. Non so se hai visto il mio video che ho postato in questo thread non vedrai ne fumo ne pulviscolo dagli sportelli durante il funzionamento.......Io credo che i problemi che hai possano dipendere da diversi fattori estranei alla caldaia.....................

1) Qualità del nocciolino???? Io ne sto utilizzando una qualità ottima completamente asciutto e mai avuto problemi di fumo;
2) Montaggio canna fumaria.........Io ho il problema del tiraggio naturale eccessivo mi trovo al terzo piano di una casa di 174 metri quadrati interni, 200 compreso gli esterni.....La caldaia è collegata ai termosifoni in acciaio tubolari modello irsap 150 elementi a tre tubi che richiedono elevata acqua all'interno........ i tuoi due metri e mezzo di canna mi sembrano pochini anche perke avendo la curva a 45 con lo scarico condensa (cosa che io non ho e cercherò di fare......perke la mia è totalmente verticale 4 metri) sul manuale la ditta consiglia almeno 4 metri di canna.
3) Impianto..............La caldaia è collegata in parallelo con quella a gas con due circolatori ed uno scambiatore a 40 piastre sia per stare tranquillo con la normativa sia per l'efficacia del funzionamento. Lo scambio tra le due caldaie di acqua sanitaria avviene attraverso elettrovalvole mut............................................... .........................................

Ho provato due modi di far lavorare la caldaia:

1° Parametri: Attivazione pompe 40°; uscita ausialiaria acqua sanitaria 45°; parametro centralina per il cronotermostato ambiente impostato su 0; temperatura in caldaia per l'automantenimento 65°; coclea 7 ventola 38 (provati diversi parametri). La caldaia fa acqua sanitaria direttamente senza boiler.......Rimanendo in automantenimento senza termosifoni mi arriva anche a 76-77-78 e rimane cosi per quasi due ore senza attaccare (ogni ora si attiva per 20 secondi per mantenere il braciere vivo). Mai avuto problemi di acqua sanitaria, sempre arrivata bella calda ed ovviamente non è che si puo lasciare il rubinetto sempre aperto sono garantiti 14 litri al minuto...... Con termosifoni accesi la caldaia ci mette una mezzoretta dalla prima accensione ad arrivare a 65 per andare in mantenimento.....Da questa posizione inzia un ciclo di lavoro di 9 minuti accensione con i parametri sopra descritti e 16 minuti in automantenimento quindi in un ora fa 9-16-9-16-9. Ovviamente piu stanno accesi i termosifoni più la caldaia si assesta arrivando in automantenimento anche a 69-70...................Considerato che casa mia è alta di fronte al mare venti freddi e non ottimamente isolata nonostante sia in calabria, la caldaia lavora in questo periodo con termosifoni accesi dalle 6 di mattina alle 12........e dalle 16-17 alle 22 in media 11-12 ore al giorno i termosifoni accesi un miraggio fino all'anno scorso per me..........Consumi medii dal 5 dicembre ad adesso 44-45 kg di nocciolino nelle 24 ore e da quel giorno la caldaia a gas gpl (una rovina per il portafoglio di uno statale) non si è mai attivata...............

2° metodo solo per prova...............attivazione pompe 55°, acqua calda 60°, coclea 7, ventola 38, parametro a5 per cronotermostato impostato a 1 e quindi allo spegnimento dei termosifoni va in automantenimento........beh lasciata solo per un giorno.....Ho notato che i consumi non sono poi tanto diversi.....la caldaia si assesta intorno ai 38-40 gradi quando è in automantenimento ed ho notato che con questo metodo la mia canna fumaria monoparete sebbene per la maggiorparte dentro il locale caldaia si raffredda ed essendo verticale probabilmente per la formazioni di condensa fa cadere sullo scambiatore del materiale solido cristallino (credo sia condensa)..............

La faccio lavorare con il metodo n°1 per i motivi soraesposti poi l'anno prossimo se metterò una canna coibentata e riusciro a mettere il tappo condensa variando l'andamento della canna per preservare lo scambiatore dall'eventuale condensa (non mi va che vada a cadere sullo scambiatore) proverò a farla lavorare con il 2° metodo
Credo che come consumi per la casa che ho 44 kg siano piu che buoni con 20 gradi in casa mia e 12 ore di termosifoni un miraggio fino a qualche tempo fa con spese assurde per il bombolone gpl.....

Ho detto all'idraulico di lasciarmi una T per l'attacco di un eventuale boiler se mi dovesse servire piu acqua quando piu in la i bimbi sono piu grandi......

Rivedi l'impianto e canna fumaria anap non so di dove sei e se siamo lontani....saluti-----Ah dimenticavo pulisci il braciere smuovendolo dai lati ogni due tre gioni perke il nocciolino crea una patina cementata ai lati del braciere ammassandosi e riducendo di conseguenza l'aria comburente.....spero di esserti stato di aiuto saluti danilo.....

anap73
14-01-2012, 19:30
ciao capodanilo,io ti scrivo da roma ed uso la stufa x riscaldare 2 appartamenti su 2 livelli,solo 1 usufruisce di acqua sanitaria,il mio problama te l'ho gia detto ed oggi ho provato a variare il settaggio della ventola,da 48 lo portata a 35 xche mi sono accorto che dal cassettino che serve x raccogliere la cenere fuoriesce il fumo ed il pulviscolo infuocato,quindi visto che i tecnici della ctm dopo ripetute telefonate xche questultima non mi andava in mantenimento anche dopo 4 ore che era accesa,mi hanno detto di settarna in questo modo:48 ventola ,11 cloghea,70°cla temp. di esercizio 55°c partono i termosifoni e 60 i sanitari.in questo modo dopo 40minuti mi va in mantenimento ,to come l'hai settata?

capodanilo
14-01-2012, 20:43
ti ho spiegato tutto su.......hai visto il video che ho postato?????

anap73
14-01-2012, 21:19
ti ringrazio,ho visto il video e mi chiedo:quanti metri di casa devi riscaldare? ed in quanto tempo av in mantenimentoO, anche io la facevo lavorare con 7 di cloghea 3 35 di ventola,ma in 4 ore non mi arivava mai a 70°c,quindi il tecnico mi ha detto di farla lavorare a 11 e 48 effettivamente mi arriva a temperatura in breve tempo ma ho il problema della fulicine infuocata che mi esce dal cassetto della cenere.
con l'acqua sanitaria come ti trovi?a ma non basta .

capodanilo
14-01-2012, 22:24
170 mq......a me va in mantenimento in una mezzora con i termosifoni accesi....a 65.......se in 4 ore non ti arriva a temperatura è strano.....anzi stranissimo.....io con 7 e 38 vado benissimo......ma la fiamma con 7 e 38 come è? riesci a postare qualcosa qualche foto della fiamma???? con 7 e 38?

anap73
15-01-2012, 08:12
ciao DOTT.purtroppo il cappello si trova a filo,sicuramente in settimana aggiungo 1 mt di canna.
come faccio ad evitare la fuoriuscita di pulviscolo dal cassettino della cenere?devo abbassare la ventola, ma questo mi comporta una cattiva combustione.

Dott Nord Est
15-01-2012, 08:36
appunto, tutto deriva dal poco tiraggio della canna fumaria.
una volta allungata, avrai bisogno di minor aria comburente, e quindi di conseguenza minor spinta nella zona cassetto.

anap73
19-01-2012, 14:10
dott.buona sera,come ti dicevo ho aggiunto 1 mt di canna fum. e sembrerebbe che non ho piu problemi di pulviscolo e fumi,ma mi chiedevo sempre stando alla ricerca dell'ottimizzazione:se elimino la fase di modulazione?ossia la stufa e programmata ad andare in mantenimento a 70°c,quindi un po prima posso scegliere quanto tempo far durare la fase di modulazione e quando farla partire,io l'ho messa a 1 e cosi' quando la stufa arriva a 69°c mi rallenta la portata di aria ed i giri della clochea cosi'facendo effettivamente tarda ad arrivare alla fase di mantenimento,cosa mi consigli?
grazie.

Dott Nord Est
19-01-2012, 14:13
se hai una stufa con il bracere a caduta, puoi farlo benissimo.

anap73
19-01-2012, 14:57
no la mia TCM lavora non a caduta,ma il combustibile viene spinto dal basso con la clochea,ma qual'eè la funzione della modulazione?ti chiedo scusa ma non credevo che x far funzionare questa stufa mi dovevo laureare.
comunque ad oggi la faccio lavorare con :
ventola accenzione 44
ventola funzionamento 38
velocita clochea 8.5
pompa 70°c
clochea modulazione 5
ventola modulazione 38
stop 70°c
poi mi menziona il tempo di pulizia,non so cosa voglia dire maaaaaaaaaaa

Dott Nord Est
19-01-2012, 15:03
la modulazione è quella fase in cui, in prossimità della T° max impostata, la caldaia rallenta il carico del combustibile (e di conseguenza l'aria comburente e la potenza), per avere meno materiale quando arriva in MAN.

non è il discorso di laurearsi..... non ti hanno fatto l'avvio/collaudo con relativo insegnamento quando te l'hanno venduta?

anap73
23-01-2012, 09:21
dott purtroppo mi e arrivata a casa con il manuale delle giovani marmotte,ho dovuto pensare a tutto io,mi hanno dato supporto telefonico x l'accenzione e regolazione,ma capisci da te che se la fai telefonicamente non ti rendi conto della situazione,mi sono stufato anche xche hanno mostrato poco interesse,ieri mi sono accorto che con la nentola superiore a 36,anche avendo allungato la canna ,mi fa fumo dai sportelli.leggendo il manuale ho anche trovatodelle voci che mi parlano di tempo di pulizia,tempo di ciclo attesa in mantenimento,tempo di lavoro in mantenimento,io le ho lasciate cosi come mi sono arrivate ossia 0,avranno un settaggio particolare? serviranno a qualcosa?
MA!buona giornata

Dott Nord Est
23-01-2012, 09:34
sei sicuro che non sia la guarnizione che non tiene?

anap73
23-01-2012, 10:50
puo' essere?la stufa e nuova e lo sportello chiude con un giusto sforzo,poi come gia' ti ho scritto ,il fumo esce dallo sportelletto dove raccoglie la cenere,poi se riesco ti mando delle foto.

0puo' essere?la stufa e nuova e lo sportello chiude con un giusto sforzo,poi come gia' ti ho scritto ,il fumo esce dallo sportelletto dove raccoglie la cenere,poi se riesco ti mando delle foto.queta e la caldaia,poi ti mando quelle del unzionamento21220

capodanilo
23-01-2012, 15:40
fai una cosa...........durante il funzionamento quando la caldaia comincia ad arrivare a temperatura da 58 in su apri lo sportello e fai una foto o un video della fiamma del braciere..........io la uso dai primi di dicembre e non ho mai avuto problemi.........sono tanti i fattori non è solo la caldaia.....saluti.....

anap73
23-01-2012, 22:09
queste sono le foto della stufa dopo il funzionamento,a breve pubblico quelle in funzione

Dott Nord Est
23-01-2012, 22:20
anap, la canna fumaria non sembra male.
fai una prova: togli la guarnizione di corda, la spazzoli con una spazzola di ferro (in modo da rigonfiarla) e la rimetti al suo posto.

capodanilo
24-01-2012, 08:45
un piccolo suggerimento da chi possiede questa caldaia........io evito sempre di lasciare molta cenere intorno al braciere........noto dalla foto che dietro il braciere il livello della cenere è molto alto non vorrei che la cenere soffochi la fiamma e per questo ti genera fumo.....solo una supposizione.......che tipo di nocciolino bruci????? il mio è puro nocciolino di sansa vergine disoleata.......... la mia cenere e di colorew nerastro tipo borotalco.......a questo punto sarebbe opportuno che facessi un video o foto della fiamma.....saluti

anap73
24-01-2012, 17:13
ok appena posso ti faccio un video,ma necessiterei di una grande cortesia visto che monti la mia stessa stufa,sicuramente avrai inpostato tutti i valori necessari e richiesti dal manuale,a me mi sono accorto che ne mancano un bel po dei quali non conosco le funzionalita'ad esemtio il T8,T4,T5.ecc.ecc
comunque x ora sto usando un nocciolino di sansa mischiato con gusci di pinoli,il nocciolino e scuro e non so dirti se e disoleato,a breve incomincero' ad usare il nocciolino assoluto,poi quello che vedi una parte e cenere ,ma sul bordo del crogiolo si tratta di toppe di resina dovute alla combustione dei gusci di pinoli,ma sono facilmente rimovibili xche non si attacca ,e lo faccio ogni 2 giorni.
SONO CONVINTO CHE MI MANCANO DEI VALORI DI INPOSTAZIONE.

capodanilo
24-01-2012, 20:52
sono valori che ho lasciato di default nessuna modifica...........pulizia 0 lavoro in mantenimento 20 secondi..........il tuo problema credo sia la combustione..............metti 7 coclea 39 di ventola..............e vedi come va..........anche il nocciolino tende a fare una crosta all'interno del braciere come una pietra lavica........bisogna rimuoverla altrimenti blocca l'aria.....usa l'attrezzo a corredo e smuovi dai lati il materiale che va ad otturare le uscite dell'aria comburente......essendo vicino alla ditta costruttrice la prima accensione l'hanno fatta loro e questi parametri non sono stati cambiati..........ripeto quanto scritto in un post precedente..............io utilizzo la caldaia con attivazione pompe a 40 e acqua sanitaria uscita ausiliaria a 45...........temperatura in mantenimento 65° modulazione 0 e mi trovo bene.....saluti.......l'unico mio problema riguarda la canna totalmente verticale non coibentata che credo a volte faccia condensa e va a finire sullo scambiatore

anap73
25-01-2012, 14:52
inizialmente la ditta mi aveva dato i valori che tu mi riporti,ma mi si crea il problema che la stufa dopo 4 ore ancora non mi va in mantenimento,allora mi hanno detto di lavorare con 12/13 di sansa e 48 di ventola,effettivamente con 11 e 48 mi bastano 45 minuti x andare in mantenimento ma poi i risultati sono quelli che hai visto in foto,addirittura mi dissero di portare la pompa a 75°c cosa che non ho fatto lasciandola a 70,ora come mi dici tu provero' a settarla come mi hai riportato,sperando di ottenere un risultato differente da quello che immagino.ciao
quanto riguarda la tua canna credo che se prima di installare la stufa facevi una ricerca vedevi che avevi 2 opzioni x evitare la condenza allinterno ossia o montavi una canna semplice con una Y come ho fatto io ,munita di drenaggio,oppure una canna coibentata che giustamente ti costava un po di piu.

anap73
25-01-2012, 14:56
dot gia' fatto ,ma il fumo fuoriesce da sotto dove e ubicato il cassetto x raccogliere la cenere,mi da la sensazione che non si riesce a smaltire il fumo che mi si crea aumentando la velocita' della ventola,che infatti non la posso mettere al di sopra di 36,infatti ora lavora con 36 e 9 di sansa,ma come dicevo mi manca da capire se e necessario inpostare anche il tempo di pulizia.

Dott Nord Est
25-01-2012, 15:00
ciao, ti ho scritto in pvt il mio cell, se mi chiami cerchiamo di risolvere.
e se ci riusciamo, scrivi poi qui per info di altri interessati qual'era il problema

anap73
25-01-2012, 16:20
ok come mi libero ti squillo,GRAZIE

capodanilo
29-01-2012, 17:44
http://youtu.be/oYGjYo9ktTU

Per anap cosi ti rendi conto per un confronto Fiamma Tcm Delia mini con 7 coclea e 38............ventola.....pulito braciere prima staccando dai lati il nocciolino che tende a bloccare l'aria creando una patina spessa tipo pietra lavica.... come vedi la fiamma sembra eccessiva perke spinge verso lo sportello tendendo a tratti ad uscire addirittura...............Ho ridotto pertanto la ventola a 37

ti posto il video con 7 e 37....saluti


http://youtu.be/kxj4m1VLyko

anap73
30-01-2012, 07:09
ciao capodanilo,non riesco a vedere il filmato,me lo puoi rimandare? intanto ieri ho ridotto la ventola di accenzione portandola da 38 a 35,e cosi'anche quella di funzionamento da 36 a 35 e sembrerebbe che ho risolto x il fumo,ora devo modificare la ventola nella fase di mantenimento che in effetti l'ho settata a 5 di clochea e 40 di ventola ed effettivamente mi fuma.
Premetto che ho iniziato ad usare la sensa assoluta e come pesso ti posto un filmato di prima e dopo.
CIAO

anap73
31-01-2012, 14:36
ecco i video della mia stufa,il primo mi sta lavorando con 38 di aria e 9 di sansa,il secondo invece mi lavora con 35 di aria e 7 di sansa,solo che cosi' x raggiuncere la fase di mantenimento che ho inpostato a 70°c ci inpiega 70 minuti circapoi mi si ferma x 10 minuti x poi ripartire x circa 20 minuti.
ti volevo chiedere cosa volevi dire dicendomi fase di pulizia 0 e mantenimento 20 sec.?comunque usando la sansa assoluta cho gia' notato una differenza sui residui,non mi si crea piu' lo strato resinoso sul bracere.
28012012
30012012

capodanilo
31-01-2012, 15:50
no vedo niente solo due link che mi portano a degli indirizzi ip.....ma mi esce impossibile collegarsi............Sei riuscito a vedere i miei video postati sopra???? Li carico su youtube e poi metto il link.......ripeto i video tuoi non si vedono.....chiedi lumi a qualche amministratore o caricali su youtube e poi metti il link qui ciao

lorenzo.catellani
05-02-2012, 08:22
Ciao Danile è da un po che non ci sentiamo.....
Ho visto il video della fiamma con pellet a 7 e ti volevo chiedere se il braciere e la fiamma rimangono costanti come nel video?
La mia come sai fa la fiamma solo in una parte del braciere e spero di risolvere a fine stagione quando richiamerò Tripodi.
Per Anap73 ho visto le foto della sua caldaia e la parte dove si apre lo sportello braciere è diversa dalla mia: lui ha delle fessura sul piano inferiore che in non ho, mentre la mia ha due "tubi" sulle pareti orizzontali. Per notizia quando c'è parecchio fumo in camera di combustione o ventola molto alta anche a me esce del fumo da questi "tubi" (vedete foto in precedenza pubblicate).
Io uso la legna e mi trovo bene, anche se bisogna caricare spesso!
Danilo hai montato il sensore temperatura fumi?
Se si come sono le temp?
Io con pellet 7 e ventola 38 viaggio sui 180°.
Ciao a tutti Lorenzo.

anap73
07-02-2012, 13:07
ciao lorenzo,ho letto dei tuoi problemi,ed ho visto le foto da te pubblicate,ti posso dire che all'incirca stiamo nelle stesse condizioni ma mi e sembrato di capire che la stufa da te montata e la stessa che co mostrato sul post con il catalogo,comunque ti volevo dire che anche io uso la sansa ed non ho potuto immettere i valori da loro datomi,infatti x ovviare al fumo sto lavorando con 35 di ventola in accenzione e mantenimento, con sansa a 6, temperatura di esercizio 65°c ventola modulazione 30 e sansa 5,cio' mi comporta fumo zero, ma piu tempo ad arrivare a temteratura ossia 70minuti anziche 40 come dicono loro,con questi valori x riscaldare 200mq di casa dopo i 70 minuti mi lavora x 10 minuti e mi sta ferma x 15,loggicamente mi viene da dire che sicuramente ce qualche cosa di anomalo nel funzionamento e nella progettazione,e la cosa che piu mi dispiace e che dopo innumerevoli email e telefonate,mai nessuno si e mai accertato del corretto funzionamento,mi dispiace anche xche il prodotto e stato pagato ed anche in anticipo.
ciao

capodanilo
08-02-2012, 15:10
Salve a tutti ciao lorenzo è un po che non ci sentiamo.....allora appare doveroso un appunto dopo 67 giorni di funzionamento della tcm delia senza sosta 24 ore su 24.......

Premesso che il problema di lorenzo lo conosco bene perke ci siamo sentiti varie volte e che i suoi problemi non sono tanto sul funzionamento della caldaia in se per se ma sul braciere che non lavora in modo compatto.........Io alcune cose di anap non le capisco......Noi parliamo di nocciolino e lui parla di sansa......Quindi quando io parlo di nocciolino parlo di nocciolino vergine disoleato asciutto.........quindi credo che con questo tipo di caldaie il confronto si debba fare con combustibile non dico di pari qualità ma quasi.......

Allora per lorenzo si la fiamma è abbastanza uniforme....come sai io ho il problema del troppo tiraggio naturale e sono legato ai fattori atmosferici a volte capita che strappa se ho vento forte (sono abbastanza alto come ricordi) e devo ridurre la ventola perke fa molta fiamma e a volte viene deviata sullo sportello, quindi per evitare questa cosa riduco l'aria comburente.........

Io non conosco il funzionamento di altre caldaie di questo tipo non so quanto tempo con i termosifoni accesi rimane in stand by una tatano 34.8 o una risparmiola 34.8 o altre della stessa potenza (questo ce lo potrebbe dire Dottor).....vi posso solo dire che la mia caldaia sta consumando in media 46 kg di nocciolino al giorno per un accensione di termosifoni media di 9 ore con picchi anche di 14 - 15 ore. La caldaia sta accesa 24 ore su 24 e fa acqua calda direttamente e dal 5 dicembre quella a gas non si è mai accesa.

Una cosa è certa....quando la caldaia fa fuoriuscire un po di fumo vuol dire che all'interno della camera di combustione ce ne è troppo e quindi è sintomo di una combustione non ottimale-----------------Questo dipende o dal combustibile non ottimale o dai parametri messi male-----ripeto per Anap------io ho lasciato tutto di default...........gli unici parametri che ho cambiato sono il nocciolino 7 - 38 ventola ma anche 37-36- 39...............a me le pompe partono a 40 ma ho il cronotermostato impostato a 0 quindi le pompe si bloccano quando il cronotermostato va a off-----------infine ho eliminato la modulazione quindi la caldaia quando arriva a 65 va in mantenimento..........con 7 e 38 in un ora lavora 9min. per poi stare 16 in stand by - e poi a ciclo 9 -16-9 = 59 minuti...........

La mia casa è al terzo piano a circa 15 metri di altezza con vista sul mare e quando soffia il vento qui soffia a 43 nodi......sopra non ho il tetto isolamento non ottimale pur essendo una casa nuova.........termosifoni Irsap a 3 tubi di acciaio in cui acqua ce ne va dentro e come rispetto ai classici di alluminio...............totale 172 metri.

infine per lorenzo per i fumi concordato a fine stagione quando cambierò la canna e metterò quella coibentata.......comunque 7-38 e fumi 180 credo sia ok.........180 è dato dalla ditta nella scheda......peccato per quel maledetto braciere ma credo risolverai........

Io credo che prima di dare giudizi sulla caldaia bisogna valutare tanti fattori........saluti

anap73
09-02-2012, 14:40
caro capodanilo,io concordo con te che prima di dare giudizi bisogna valutare tanti fattori,ma secondo te x quale motivo io mi sono iscritto a questo blog?probabilmente x trovare collaborazione da parte di chi ha montato la nostra stessa stufa e forse come me credeva di avere un sostegno maggiore da parte della ditta.
premesso cio' ti dico che forse sicuramente io parlo di sansa (scura) che non'e nocciolino di sansa ,che sicuramente contribuira' all'eccessiva emissione di fumo,ma questo e dovuto alla inesperienza sui prodotti,il prossimo anno sicuramente cambiero',in seguito sono convinto che il probblema dello smaltimanto dei fumi dipende dalla canna fumaria,oggi ho tolto il tappo dove e installato il drenaggio x facilitare l'effetto fenturi ma ho avuto la amara sorpresa di truvare all'interno di esso circa 10 cm di fuligine che lo ostruiva,ora provo sanza tappo e vediamo se riesco ad accelerare i fumi,poi se non va provero sempre ad agire sulla canna......MA TU DI CHE SEZIONE LA USI? xche dal video mi e sembrato di vedere alla base della tua canna una sezione maggiorata.
grazie ciao

http://www.energeticambiente.it/attachments/caldaie-termocamini-stufe/21228d1327356370t-tcm-delia-15012012-002-.jpg (http://www.energeticambiente.it/attachments/caldaie-termocamini-stufe/21228d1327356370-tcm-delia-15012012-002-.jpg)

capodanilo
09-02-2012, 17:27
anap ottimo osservatore.......difatti la mia canna è di 20 con un raccordo 18/20 alla base.......la sistemazione della caldaia nel mio ripostiglio purtroppo non mi consente di fare il lavoro che hai fatto tu per quanto riguarda la canna fumaria che è quello ottimale ed è stata montata completamente verticale.......si è pensato che essendo per gran parte dentro il locale chiuso la canna fumaria (totale 4 metri di cui 2 e 60 dentro) non si sarebbe fatta la condensa e l'abbiamo montata monoparete da 20 perke per la 18 dovevo aspettare che arrivasse ed era già dicembre......ma cosi non è....difatti ogni settimana circa apro la parte superiore della caldaia nello scambiatore e sopra il ripiano c'è un bel po di materiale cristallino credo sia la condensa e quindi la recupero.....in primavera non potendo ripeto fare il lavoro che hai fatto tu ho intenzione di montarla sempre verticale purtroppo ma prenderò una da 18 doppia parete coibentata e probabilmente con una valvola KW per il tiraggio naturale eccessivo.

In merito al nocciolino di sansa vergine disoleata ti posto un video.....................puro nocciolino asciutto disoleato separato da polpa e tutto.....detto vergine.............
E' ovvio che l'esperienza aiuta in tutto e l'anno prossimo migliorerai, anzi miglioreremo............nonostante è da piu di due mesi che utilizzo la caldaia con 7 38 è da un po di giorni che all'interno del braciere con gli stessi parametri la caldaia fa troppo fuoco, il nocciolino si ammassa un po di piu e devia l'aria e conseguentemente la fiamma verso lo sportello creando un eccessivo surriscaldamento dello stesso.......... Ho notato anche che la fiamma mi strappa un bel po.................eppure i parametri sono gli stessi............credo siano fattori esterni magari una partita di nocciolino un po diverso.................Attualmente difatti sono su 5 - 38 ma è ovvio che ci mette qualche minuto in piu ad arrivare in mantenimento non più 9 minuti ma 11-12................(con tutti i termosifoni accesi)

Avevo notato che non bruciamo lo stesso combustibile per la mole di cenere che ho visto dalle tue foto e soprattutto dal colore del braciere.......il nocciolino che brucio io non sporca fa pochissima cenere difatti in piu di due mesi non ho riempito nemmeno un secchio quello per la pittura (quello che uso per la cenere).........................................

Ti posto il video del nocciolino....saluti




http://www.youtube.com/watch?v=gjUygkVWPlI

anap73
09-02-2012, 19:59
perfetto,ti ringrazio ed infatti quello che uso io e scuro,quanto poi riguarda i residui della mia stufa ti fico che quelle foto si riferivano alla combustione di sansa e gusci di pinoli,ovviamente ora usando solo la sansa la cenere e notevolmente inferiore ,tipo borotalco...confermo che io non posso aumentare la ventola oltre i 35 causa fumo ed infatti purtroppo mi lavora a 35-6 di sansa,poi ho letto che sei stato costretto a montare la canna da 200 xche infatti quella da 180 va ordinata,ma ti dico che secondo me e stata la tua fortuna visto che secondo me studiando bene la situazione io saro' costretto ad aomentare la sezione della canna o quantomeno creare un'ampliamento della stessa x creare un'accelerazione dei fumi cosi' ottenendo una maggiore aspirazione,altrimenti non so cosa fare.

capodanilo
10-02-2012, 06:55
solo provare a cambiare combustibile.........ormai dalla prox stagione intendo.....

steodoro
10-02-2012, 14:17
salve a tutti. ho molti dei vs stessi problemi...fumo in braciere, consumo eccessivo, cenere eccessiva ecc....i kiei parametri 10 nocciolino 38 ventola- mantenimento 2 nocciolino 30 ventola- partenza elettropompa 50, mantenimento 65. ma non va mai in mantenimento si ferma a 64 e fa la modulazione. casa su 2 livelli 220 mq in campagna mal coibentata n 13 termosifoni modello vecchio unica piastra dimensioni ml 1x0.06x0.7 il mio nocciolino e quello chiaro ma mischiato con sansa al 50%

mi correggo.....nocciolino chiaro mischiato con polpa. la mia zona di residenza è velletri prov Roma altitudine 350 mt zono umida di campagna. alla fine della canna fumaria ho istallato un cappello con ventola

capodanilo
10-02-2012, 18:16
ciao steodoro ti ho mandato un email non so se l'hai letta.......

Non capisco una cosa mantenimento 2 e ventola 30...........se è in mantenimento nocciolino non ne chiama..........forse intendi modulazione......

Cmq prova a mettere 0 nel parametro della modulazione ed evita di farla fare.........

Ragazzi una cosa è certa ognuno di noi brucia una cosa diversa............dobbiamo cercare di settarla nel modo migliore (non credo sia solo un problema della tcm mini tutti hanno bisogno di settaggio) in relazione al combustibile..... steodoro devi darci qualche informazione in piu? tipo......ma come è la fiamma (aspetto colore vivacità) da lì si puo partire per una discussione....................................... ......saluti

steodoro
10-02-2012, 22:18
ho fatto come mi consigliavi....modulazione 0. nocciolino 11 ventola 39 fiamma viva molto sparata in alto, lieve fumo bianco centrale al braciere, temp max 70 pompa 50. ho provato molte volte a contattare la tcm e l'ing tripodi sia x chiedere delucidazioni su caldaia sia xchè alcuni mesi fa l'ing stesso mi aveva accennato che dalle sue parti producevano nocciolino bianco a buon prezzo e che però non sapeva i costi di spedizione per il lazio e che si sarebbe informato....da quel momento in poi.......IL NULLA!!!!!
di che zona sei Capodanilo...io vicino roma.

sai se esiste un modo per diminuire il tempo che intercorre tra la temperatura max impostata, nel mio caso 70° e il momento in cui riparte il nocciolino e la ventola. da me ho constatato che avviene nel momento in cui il termostato scende a 67° quindi con 3° di differenza...secondo te non sarebbe meglio diminiure tale differenza in modo da evitare che la caldaia debba poi recuperare molti gradi per tornare nella fase di mantenimento ?

capodanilo
11-02-2012, 08:23
Steodoro io vivo in calabria a 25 km circa dalla fabbrica della TCM Delia. Quando mi è stata fatta l'accensione dalla ditta i valori impostati erano 13 40 poi ovviamente li ho regolati io sulla base della qualità del combustibile del tiraggio e delle mie esigenze a 7 e 38.....Ovviamente la qualità del nocciolino che uso io molto asciutto puro ha una resa calorica notevole e soprattutto brucia subito........il fumo nella parte centrale lo fa anche a me appena la macchina si chiama il nocciolino ma quello credo sia il nocciolino nella prima fase di combustione......

Non sono riuscito a capire se adesso che hai variato i parametri la caldaia ti arriva a temperatura.....e va in mantenimento.....se la fiamma è viva e spara verso l'alto, come deve fare, perke non ti arriva a temperatura. Ti assicuro che questo lavoro di ricircolo dell'acqua nei termosifoni la caldaia lo fa molto bene ma deve essere supportata come tutte le altre da un impianto idraulico fatto bene.....il mio è con doppio circolatore e scambiatore in parallelo con la caldaia a gas.........Non mi hai parlato della tua canna fumaria.....

In merito al tempo che intercorre tra la temperatura max impostata, e il momento in cui riparte il nocciolino e la ventola, quella si chiama isteresi +-2 gradi e chie io sappia è impostata nella scheda e non è un valore che si possa cambiare...........non ho il manuale sotto ma credo che non si possa cambiare.......

Saluti

steodoro
13-02-2012, 11:34
ho seguito il tuo consiglio e ho messo modulazione 0 e poi cloea 8.5 ventola 39. va ni mantenimento con questi tempi in funzione circa 9/10 min e poi 8/9 in mantenimento. considera che il mio impianto è molto vecchio ed ho grossa dispersione termica. una domanda ? nella tua zona c'è qualche frantoio disposto al trasporto nel lazio di nocciolino e tu a che prezzo lo paghi al ql ? grazie

capodanilo
13-02-2012, 12:51
menomale che riusciamo a fare qualcosa......ascolta ti volevo dire una cosa....ogni quanto pulisci la caldaia???? e dove la pulisci?? sopra il braciere sempre all'interno della camera di combustione come vedi inizia il condotto per il ricircolo dei fumi un ripiano verticale in discesa........beh io non sapevo che dovevo ripulire li ma solo nel vano superiore e difatti la caldaia da qualche giorno faceva un po di fumo (ha bruciato 35 quintali).....ripeto (se già non lo fai) pulisci con l'attrezzo in dotazione quella parte fai cadere tutto giù sul braciere e poi ripulisci tutto.......la caldaia ha ripreso come prima.......

per quanto riguarda il nocciolino qui ce ne sono tanti frantoi.....io pomeriggio ne vado a prendere una 15ina di quintali per essere sicuro di non rimanere senza fino alla fine di marzo.....per il trasporto devo cmq provvedere io stesso.....a fine novembre insaccato da 25 kg l'ho pagato a 18 euro al quintale, lo trovi anche a 14 se sfuso.......per il trasporto ripeto non lo so.....anche se ero al corrente che nei pressi della ditta nello stesso paese si stavano attrezzando per una grossa distribuzione.......se ho notizie ti faccio sapere.........

danilo

capodanilo
13-02-2012, 12:55
perfetto,ti ringrazio ed infatti quello che uso io e scuro,quanto poi riguarda i residui della mia stufa ti fico che quelle foto si riferivano alla combustione di sansa e gusci di pinoli,ovviamente ora usando solo la sansa la cenere e notevolmente inferiore ,tipo borotalco...confermo che io non posso aumentare la ventola oltre i 35 causa fumo ed infatti purtroppo mi lavora a 35-6 di sansa,poi ho letto che sei stato costretto a montare la canna da 200 xche infatti quella da 180 va ordinata,ma ti dico che secondo me e stata la tua fortuna visto che secondo me studiando bene la situazione io saro' costretto ad aomentare la sezione della canna o quantomeno creare un'ampliamento della stessa x creare un'accelerazione dei fumi cosi' ottenendo una maggiore aspirazione,altrimenti non so cosa fare.


anap fai la pulizia che ho indicato sopra a steodoro e vedi che fumo (canna fumaria permettendo) non ne fa ma va come il vento :-)

steodoro
13-02-2012, 13:24
caro danilo, una volta alla settimana faccio la pulizia di tutta la caldaia comincio dallo sportello superiore facendo cadere tutto verso il ripiano inferiore fino ad arrivare allo sportello inferiore dove c'è il bracere e pulisco i ripiani inferiori...tu indendevi questi vero ? grazie per evntuali notizie in merito al nocciolino. ciao

lorenzo.catellani
14-02-2012, 07:34
Ragazzi pubblico il video della fiamma.


http://www.youtube.com/watch?v=DkMWPK16YNA


http://www.youtube.com/watch?v=LqHGDxHpcYA&feature=mfu_in_order&list=UL

Ho messo la temperatura a 80° per farla funzionare per più tempo a regime. Come si vede così è con 7 di pellet e 38 di ventola.

Ditemi cosa ne pensate !!!

capodanilo
14-02-2012, 13:27
Lorenzo a me la tua fiamma non mi dispiace............la cosa che io noto è che con un 7 e 38 il mio braciere tende a riempiersi e pertanto la fiamma come hai visto è piu morbida a parità di ventola.......a questo punto ho un dubbio............puoi postare la pezzatura del tuo nocciolino???? grazie

lorenzo.catellani
19-02-2012, 16:51
http://youtu.be/ampzMZTpu9Y

Vi posto il video della fiamma con 7 pellet e 40 ventola.
Per Danilo ho filmato anche il nocciolino, ti ricordo che il problema del braciere non uniforme cel'ho acnhe conpellet di legno.
Ciao

cico_32
20-02-2012, 16:46
Ciao a tutti leggendo qua e la vedo che sia danilo che lorenzo hanno acquistato la caldaia che vorrei acquistare io, adesso vi chiedo potete indicarmi i mc da riscaldare con quella caldaia?
Io ho circa 560 mc da riscaldare su 2 piani pensate possa essere utile una caldaia del genere o basterebbe una caldaia inferiore alle 34.8 KW?

Grazie a tutti

lorenzo.catellani
22-02-2012, 12:10
Ciao Cico.
Sinceramente non saprei risponderti perchè per quello che è la mia esperienza ogni situazione fa storia a sè !!!!
Sulla carta penso che la caldaia della TCM per la cubatura che indichi possa bastare, ma ci vorrebbe il parere di un esperto!
Tieni presente che tutte queste caldaie le puoi regolare in modo che esprimano anche una potenza inferiore....
Io penso che questa caldaia non fuonzioni male... tutto da valutare l'assistenza!

cico_32
22-02-2012, 22:10
Ciao Cico.
Sinceramente non saprei risponderti perchè per quello che è la mia esperienza ogni situazione fa storia a sè !!!!
Sulla carta penso che la caldaia della TCM per la cubatura che indichi possa bastare, ma ci vorrebbe il parere di un esperto!
Tieni presente che tutte queste caldaie le puoi regolare in modo che esprimano anche una potenza inferiore....
Io penso che questa caldaia non fuonzioni male... tutto da valutare l'assistenza!

Grazie per la risposta....tu stai avendo problemi con la caldaia o funziona egregiamente???

lorenzo.catellani
23-02-2012, 13:23
Il mio problema è la combustione usando triti.
Se guardi la mia fiamma e quella di Danilo noti che il mio braciere da una parte è pieno dall'altra è quasi vuoto, mentre quello di Danilo è più uniforme.
Dovrebbe essere un problema di coclea corta rispetto alla base del braciere che spero di risolvere a fine della stagione come da accordi presi con Tripodi.
Per il resto per me funziona bene....

pasmicon
23-02-2012, 15:07
salve ragazzi, ho acquistato un termocamino tcm delia con alimentazione legna-nocciolino che alimenta termosifoni e produzione di acqua sanitaria....e bene è da circa un anno che tento di regolare la centralina elettronica....è sempre la stessa storia se aumento la ventola si svuota il braciere se aumento coclea si riempe troppo...quando va in mantenimento tende a spegnere la fiamma che poi all'accensione qualche volta non parte....ma la cosa terribile e pericolosa mi è successa di recente: all'accensione si è generato moltissimo fumo dentro la camera di combustione e poi di botto si è accesa la fiamma producendo una mini esplosione che ha fatto aprire lo sportello di coplo con fuoriuscita di una grossa fiammata....insomma un vero casino. Questa centralina è priva di un manuale che spieghi esattamente il significato dei vari parametri in modo da non andare per tentativi...scusate per lo sfogo ma non ne posso più...e poi questo ing tripodi è introvabile dice che ci pensa lui non ci sono problemi e sparisce per mesi...
Aspetto un vostro riscontro
Pascal

lorenzo.catellani
23-02-2012, 17:46
Hai ragione ing Tripodi si fa desiderare molto...
Se sei lontano dalla sede l'unico che ti può aiutare è Danilo!
Ti è stato venduto con la formula soddisfatto o rimborsato? Se si restituiscilo...

capodanilo
23-02-2012, 17:48
ciao pascal.........io non conosco i termocamini e dovresti essere un po piu preciso sulle informazioni.

La centralina è uguale a quella postata da noi nei video??? ossia una tiemmelettronica SY115?

Perke ti ha generato molto fumo????? La canna è ok? Quanti metri? verticale?? Cosa bruci? Se si è generata un esplosione i fattori sono molti............

Saluti

pasmicon
24-02-2012, 09:26
Salve a tutti vi ringrazio per le risposte....allora l'acquisto è avvenuto due anni fa circa per cui niente più garanzia e poi per svariati motivi ho potuto montare il termocamino solo ora..la centralina è sempre la stessa SY115 quella che si vede anche nelle immagini del sito tcm, il termocamino è un combinato modello panorama il bracere è lo stesso che si vede nelle svariate foto pubblicate quì. La canna fumaria è lunga circa 7 mt con un primo pezzo di circa 2 mt in lamierino di acciaio e il restante in shunt di cemento 20*25 interni alla casa. Il problema n.1 è il seguente: all'accensione si genera sempre molto fumo e quasi sempre fa una fiammata. Problema n. 2) quando arriva in mantenimento, con bracere quasi pieno, prima della successiva accensione consuma tutto il pellets nel bracere per cui devo caricare pellets agendo sulla cntralina manualmente.io penso che debbano essere settati i i parametri tempo di accensione variabile e tempo di accensione fissa per il problema 1 e dei parametri T04 e T05 (tempo di ciclo di attesa in mantenimento e tempo di lavoro in mantenimento) per il problema 2.
Iinfatti per quanto riguarda l'accensione il mio bracere si rimpe con coclea che lavora ad intervalli e non in un sola volta e quindi credo che venga continuamente rimosso il pellets che si trova in prossimità della candeletta e di conseguenza non si genera sufficiente "calore", mentre per il problema 2 quando il termocamino va in mantenimento si blocca tutto tranne la pompa ovviamente, e non si ha nessun tipo di ciclo (vedi T04 e T05) che assicuri un ricarico del pellets che comunque anche senza ventilazione forzata continua a bruciare. ..Buonagiornata a tutti Pascal...

saeda
14-03-2012, 18:39
Buonasera a tutti. Posso cortesemente sapere il costo della caldaia tmc Delia mini? Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

lorenzo.catellani
18-03-2012, 13:09
A memoria circa 2700-2800 euro l'anno scorso. Ora chi sà ???

saeda
22-03-2012, 12:36
A memoria circa 2700-2800 euro l'anno scorso. Ora chi sà ???


Come ti trovi con questa caldaia? Pregi e difetti? Grazie ancora

lorenzo.catellani
01-04-2012, 07:47
Non male.
Ora devo valutare l'assistenza!

saeda
02-04-2012, 07:10
Non male.
Ora devo valutare l'assistenza!

Grazie Lorenzo.. Aggiornami sempre sulla caldaia perchè sono in procinto di acquistarla

Alve
04-05-2012, 09:17
Salve a tutti,
sto valutando anch'io l'acquisto di un termocamino policombustibile tcm delia....voi come vi trovate?
Io avrei la necessità di scaldare un appartamento di circa 80 mq (quindi opterei per il CALB/C 25)...
Qualcuno saprebbe dirmi, orientativamente, anche i prezzi?
A livello di assistenza come sono messi?
L'azienda è solida?

Ringrazio anticipatamente chi mi risponderà

Alve
08-05-2012, 16:13
Ho appena ricevuto il preventivo per il Termocamino Comby mod. Panorama...
Mi è stato proposto a 3400 € :


CALB/P25 Termocamino Mod. Comby Panorama CALB/P25 Potenza (Kcal/h / KW) 25.000 / 29,0
P/SAN Produzione Acqua Sanitaria
GA00 Girarrosto



Per favore mi date un parere?
Dovrei scegliere urgentemente...

Dott Nord Est
08-05-2012, 22:02
se lo fai andare a legna, io al posto del girarrosto penserei a un puffer........

Alve
09-05-2012, 04:22
se lo fai andare a legna, io al posto del girarrosto penserei a un puffer........

Grazie per la risposta Dott ;)
Il termocamino non andrà spesso a legna...il girarrosto è stato inserito come optional ma sicuramente verrà eliminato...
Siamo un pò indecisi su quale prodotto acquistare...
C'è il TCM Delia sopra citato proposto al prezzo che vedete e questo termocamino ITEM (http://www.itemeco.com/index.php/termocamino/) (che è un'azienda che sta a 40 Km da casa dei miei) che ci ha proposto il termocamino a 3400+IVA 10% (compreso di tubazioni).
Speravo di ricevere risposte sulla bontà del prodotto TCM...

pasmicon
24-05-2012, 09:13
io ho acquistato un termocamino tcm comby modello panorma...come ho gia scritto ho tutt'ora problemi con l'accensione automatica nel funzionamento a pellets e spesso si verificano problemi di tiraggio dei fumi probabilmente dovuti a cambiamenti climatici (pressione esterna , vento etc) che dovrei risolvere inserendo una ventola di aspirazione o meglio un soffiatore...per quanto riguarda l'assistenza la mia esperienza mi porta a dire che è molto difficile averla e ricevere informazioni da parte dell' ing, che sicuramente hai conosciuto...se dovessi tornare indietro sicuramente andrei da un altro rivenditore specialmente se non abiti dalle parti della tcm...sud della calabria...saluti

Alve
24-05-2012, 14:43
***

Proprio per questo motivo abbiamo optato per per untermocamino ITEM e la fabbrica si trova a 45 km da dove andrà installato il termocamino

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules)

capodanilo
02-06-2012, 15:42
Buonasera è da un po che non scrivo gli impegni di lavoro me lo hanno impedito.........

E' doveroso riportare la mia esperienza con la TCM Mini al primo anno di utilizzo.......

Di fatto già durante il corso dell'anno ho cercato di postare le mie impressioni che ovviamente non sono per niente negative...anzi.....

Quando si parla di queste caldaie non puoi non nominare la parola consumi.......

la mia caldaia è stata accesa il 5 dicembre 2011 e spenta il 31/03/2012......un dato certo è che la caldaia funziona egregiamente se supportata da:

un impianto idraulico degno di essere chiamato impianto (l'idraulico vermente competente è raro per fortuna io l'ho trovato e la pazienza nell'aspettarlo è stata ripagata);

una canna fumaria ok..... (la mia non lo è stata anche se non mi ha data problemi....... non posso ovviare al fatto di averla completamente verticale per problemi di spazio ma ho deciso di sostituirla con una coibentata);

un nocciolino buono (Ho usato tre tipi di nocciolino in quanto non mi è bastato il primo carico e quindi ho dovuto cambiare).....la caldaia lavora perfettamente con nocciolino di sansa vergine pulito (L'ho pagato 18 euro al quintale la prima tranche a 16 la seconda e a 14 la terza)..............................non c'è niente da fare quello che paghi hai.........quello da 18 euro filava come l'olio e quello comprerò l'anno prossimo.......

La caldaia non ha mai dato problemi di funzionamento............i radiatori in acciaio hanno sempre raggiunto la temperatura perfettamente anzi bollivano............Hanno funzionato anche per 14-15 ore al giorno....mai nessun problema......................

Il funzionamento da me adottato è stato quello di lasciare la caldaia sempre alla temperatura di 65....ossia ha sempre fatto acqua calda per tutto l'inverno anche con termosifoni spenti..........appena scendeva sotto i 65 riattaccava e poi andava in mantenimento..............Nessun boiler, solo fatto acqua calda con la caldaia che si è comportata egregiamente....

Ma andiamo ai consumi..........

Ripeto la caldaia è stata accessa sempre ogni giorno dal 05/12/2012 al 31/03/2012 ossia 117 giorni con le modalità sopra descritte.....nocciolino consumato........34 quintali (nocciolino purissimo vergine asciutto da 18 euro) 9 (quintali di nocciolino un po umido e non proprio pulito pulito da 14 euro) 5 quintali di nocciolino di sansa esausta (solo per fare prova ma bocciato in pieno per la troppa cenere)...........Totale 48 quintali.....

48 quintali casa da 170 mq........per 117 giorni........caldaia a gas mai impiegata neanche per acqua calda......media termosifoni 8-9 ore al giorno anche con picchi di 14 ore nei mesi di gennaio e febbraio.............

4800/117
= 41 Kg al giorno di nocciolino.......
Totale giornaliero e spesa di 34X18=590 scontato............9X14=120 euro scontato.........5X16=80 euro

Totale 590+120+80=790 euro.......rispetto al 1400 euro tra gas e caminetto artigianale mandato in pensione degli anni precedenti con freddo annesso direi un gran passo avanti.....

Accorgimenti che prenderò----

installazione di una canna fumaria sebbene verticale da 18 doppia parete che sostituisce quella da 20 attuale non coibentate;

installazione boiler per accumulo acqua calda sanitaria.......

Proverò a farla funzionare andando in mantenimento quando staccano i termosifoni......

Saluti spero che il presente post vi sia di aiuto....saluti

capodanilo
09-10-2012, 19:51
Non vedo l'ora di far ripartire la mini.........buon inverno a tutti........rieccoci qui........ordinato 50 quintali di nocciolino di sansa vergine....si ricomincia.......

steodoro
10-10-2012, 07:44
buon giorno, io non l'ho mai spenta perchè anche quest'estate la usavo per l'acqua sanitaria. quanto hai pagato il nocciolino al ql ? e in che zona ti sei rifornito. grazie

antoniomlg
15-10-2012, 11:09
ordinato 50 quintali di nocciolino di sansa vergine.....
complimenti quanto è il costo dalle tue parti?
grazie

capodanilo
18-10-2012, 19:06
Ho ordinato il top del nocciolino perchè ci tengo alla mia mini.......insaccato in sacchi da 25 kg. Nocciolino di sansa vergine lavato asciugato come quello del video postato nelle prime pagine di questo thread.....Sarà pronto per i primi di novembre.....Prezzo 18 quintale.....

cico_32
13-11-2012, 14:38
26302
Finalmente ho completato l'installazione delle mia mini.....canna fumaria da circa 11 mt.

Che ve ne pare della fiamma con alimentazione a pellet?
ovviamente il pellet l'ho preso per provarla utilizzerò la sansa per l'inverno!!!!
veltola 40 pellet 10.

http://youtu.be/4G993kjc-J8
Grazie a tutti

capodanilo
13-11-2012, 20:57
***

E' mia impressione o vedo il braciere circolare????

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules)

cico_32
13-11-2012, 21:27
Il braciere è circolare...il tuo non è lo stesso? A me la caldaia è arrivata ad aprile...Ma della fiamma che te ne pare?

anap73
14-11-2012, 06:40
ciao ho notato che hai il braciere ovale,forse sara' una modifica apposta sui modelli di quest'anno visto che il mio e ovale e la stufa lo installata lo scorso anno,la fiamma e spettacolare,ma ti posso dire che tra l'utilizzo del pellet e della sanza ce un'abisso,sia x i residui che lasciano e sia x il fumo che producono,infatti lo scorso anno anche io ho utilizzato la sansa ed ho avuto di questi problemi,x non dimenticare del vetrino che si oscura,cosa che con il pellet non avviene,ti volevo chiedere se la tua e prevista di accensione automatica,e come hai inpostato tutti i valori.GRAZIE

cico_32
14-11-2012, 09:50
Ciao Anap il vetrino con la sanza è diventato nero...:) per quanto riguarda le regolazioni ho lasciato tutto di fabbrica modificando solo ventola 40 pellet 10 tempo tempo totale di lavoro coclea 40 secondi.
La mia ha l'accensione automatica...inizialmente pensavo anche io che non funzionasse ma non ho saputo attendere i suoi tempi quindi spegnevo tutto e cercavo di accendere manualmente.....alla fine ho atteso 5 minuti ed ha cominciato a fare fumo ed era la resistenza che stava accendendo....adesso funziona in automatico.
Ti consiglio ( qual'ora la tua ne fosse provvista) di fargli fare il ciclo completo di accensione senza aprire lo sportello o spegnerla .....vedrai che parte sola.
Saluti

anap73
14-11-2012, 17:25
ti ringrazio,quanto riguarda il vetrino ti accorgerai che usando la sansail vetrino sara' sempre piu difficile da pulire,cosi' come aumenteranno i residui,comunque va bene,quanto riguarda l'accensione anche la mia e provvista di accensione automatica,ma tante volte non mi funziona,forse sbaglio qualche cosa,l'accensione gli ho dato 500 sec di preriscaldamento con ventola a 40,ma spesso non parte,forse sara'che ho montato un timer e quindi gli faccio fare x il momento la fase di accensione ogni 12 ore ovvero la faccio accendere la mattina x 1 ora,e poi la sera x 2,ma allo stesso tempo mi chiedo se e munita di accenzione automatica mi dovrebbe comunque partire:bored:questi sono i valori che sto usando: tempo preriscaldamento 500 sec,ventola preaccenzione 38,cloghea 10 ventola mantenimento40,cloghea 10,ventola modulazione 38,cloghea 5, e mi va in modulazione a 64 gradi,cosa mi dici?in fine ti volevo chiedere se montavi una canna fumaria a doppia parete.
GRAZIE:cry:

cico_32
14-11-2012, 19:46
***

Ciao...io a dire il vero nei tempi di preriscaldamento ho lasciato tutto di fabbrica anche se penso che un preriscaldamento da 500 secondi rischia di guastare la resistenza...prova a farla partire con i parametri di accensione impostati dalla fabbrica e la lasci per circa 10 minuti e vedi se parte da sola...
Per quanto riguarda la canna fumaria, non è a doppia parete.
Saluti

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules)

anap73
14-11-2012, 21:44
ciao cico,il fatto e che a forza di provare conbimazioni,non ricordo piu quali so i valori di fabbrica,e allo stesso tempo non riesco a contattare l'ingegnere,tutto cio' per provare le varie combinazioni x ottenere il max.comunque ho sempre avuto problemi di aspirazione e di accenzione

lorenzo.catellani
15-11-2012, 07:16
26302
Finalmente ho completato l'installazione delle mia mini.....canna fumaria da circa 11 mt.

Che ve ne pare della fiamma con alimentazione a pellet?
ovviamente il pellet l'ho preso per provarla utilizzerò la sansa per l'inverno!!!!
veltola 40 pellet 10.

http://youtu.be/4G993kjc-J8
Grazie a tutti

Ciao Cico_32, come avrai visto io ho la versione con braciere rettangolare e la mia fiamma non è uniforme come la tua, ti volevo chiedere:
-la fiamma rimane costente così per tutto il tempo di lavoro?
-con 10 pellet e 40 ventola a quanto sono i fumi?
-non sono un esperto ma con il pellet io proverei ad abbassare la ventola!

cico_32
15-11-2012, 07:55
Per Lorenzo
La fiamma rimane uniforme per tutto il tempo di lavoro.....sicuramente la ventola è forte, ma era la prima prova che ho fatto prova con il pellett e con quelle impostazioni la caldaia ha fatto un ciclo di 14 minuti attaccata e 25 minuti staccata.
La temperatura dei fumi è a 190 gradi max...

Per anap
Le varie impostazioni di fabbrica le trovi nel manuale che ti dovrebbe essere arrivato assieme alla caldaia......

Saluti

cico_32
16-11-2012, 19:23
Ecco la mia canna fumaria....

26347

lorenzo.catellani
17-11-2012, 07:10
Per cico

Bella canna fumaria! immagino tutta doppia parete!? Bella spesa...

Quanto scaldi con la caldaia? Che impianto di riscaldamento hai in casa?

Se ti riesce puoi pubblicare una foto del braciere vuoto in modo che si veda la coclea? Io ho il dubbio che nella mia sia o troppo corta o troppo lunga ...
26351

Io vi dico che facendola funzionare a legna non è male salvo dover caricare spesso


Ciao a tutti

arnosio
17-11-2012, 08:12
Ecco la mia canna fumaria....

26347

Ciao,Cico, io ho un termocamino TCM delia e devo ancora montarlo. Devo mettere la canna fumaria a doppia parete diametro interno 25 e mi hanno chiesto circa 70 € al metro. Vista la tua esperienza, che ne dici? Prezzo giusto?

cico_32
17-11-2012, 08:51
Per Lorenzo....la canna non è coibentata riscaldo 2 piani da 100 mq (interno) ciascuno da me la coclea se non erro è a filo con il bruciatore.
Ecco la foto del mio bruciatore...
26354
L'impianto di casa è con elementi in alluminio ferroli + un termoventilatore.

Per arnoiso la mia canna è da 180 quindi non ti so dire i prezzi, mi spiace.

Saluti

cico_32
18-11-2012, 16:37
Salve a tutti.

Problema.
Con l'acs della mia tcm delia e particolarmente all'accensione da fredda, quando inizia a riscaldare la pressione dell'acs sale oltre i 10 bar. Appena utilizzo l'acqua calda la pressione diminuisce e non succede più nulla e funziona tutto regolarmente.

L'impianto acs è così composto:
Ingresso: Allaccio acqua + regolatore di pressione 3 bar + valvola a sfera 1/2" + ingresso acs in caldaia.
Uscita: Valvola a sfera 1/2" + impianto acs.

Ho pensato di mettere una valvola di sicurezza tarata a 6 bar sull'uscita e scaricare acqua quando la pressione supera i 6 bar con conseguente immissione di acqua fredda, abbassamento della temperatura e dalla pressione.

Voi cosa dite?

Dott Nord Est
18-11-2012, 17:59
vaso di espansione?
attenzione, 10 bar sono MOLTO pericolosi.
l'acs mi sembra di capire la fai diretta, con cosa? serpentina? quanti lt tiene?

cico_32
18-11-2012, 18:56
***

L'acs è prodotta dalla caldaia TCM Delia (18 litri/m)

Questa la foto della parte interessata.
26396

Da sinistra:

Ingresso acqua sanitaria tramite riduttore di pressione a 3 bar (è questo che in accensione si porta a fondo scala) (in verticale il flussostato 1,5 bar riempimento automatico impianto termosifoni);
Sfiato sul circuito dei termosifoni (verso il vaso di espansione);
Mandata (verso scambiatore a piastre);
Uscita acs, direttamente verso impianto sanitario e qui, prima della valvola a sfera vorrei mettere la VSP.

Che mi dici?

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules)

Dott Nord Est
18-11-2012, 20:42
se fossi io, un piccolo vaso sanitario lo metterei...

cico_32
18-11-2012, 21:01
se fossi io, un piccolo vaso sanitario lo metterei...

Non capisco cosa vuoi dire.
Me lo spieghi per favore?
Come e dove lo dovrei mettere?

Capodanilo, tu hai la stessa caldaia.
Come hai realizzato ingresso ed uscita acs?
Me lo spieghi per favore?

Dott Nord Est
18-11-2012, 21:26
dici che da fredda aumenta la pressione.
bene, nel serpentino c'è acqua fredda, nella caldaia dove è immersa pure.
quando si scalda, il volume dell'acqua aumenta
la caldaia ha il vaso di espansione o il vaso aperto che compensa
il serpentino come compensa se non ha espansione?
stai molto attento, rischi di forarlo

inoltre, lo sai che senza valvola di sicurezza a 6 bar sei fuori legge?
quell'impianto te lo sei fatto tu o un'installatore?

antoniomlg
19-11-2012, 06:55
salve una domanda semplice
per caso l'acqua fredda in entrata viene pompata da un autoclave?
io credo che si formi aria.
buongiorno

cico_32
19-11-2012, 08:06
dici che da fredda aumenta la pressione.
bene, nel serpentino c'è acqua fredda, nella caldaia dove è immersa pure.
quando si scalda, il volume dell'acqua aumenta
la caldaia ha il vaso di espansione o il vaso aperto che compensa
il serpentino come compensa se non ha espansione?
stai molto attento, rischi di forarlo

inoltre, lo sai che senza valvola di sicurezza a 6 bar sei fuori legge?
quell'impianto te lo sei fatto tu o un'installatore?

Ho capito e ti ringrazio per il suggerimento.

Avevo già pensato di mettere la VSP a 6 bar in uscita dell'acs e lo farò subito.
Per compensare la pressione che vaso d'espansione dovrei mettere secondo te? Dipende dalla quantità di acqua accumulata nella caldaia?

per antoniomlg.

No l'acqua proviene dalla rete idrica ed entra in caldaia tramite un riduttore di pressione a 3 bar.


Grazie.

Dott Nord Est
19-11-2012, 10:04
se usi lo scambiatore a serpentina, il vaso si calcola in base al contenuto della serpentina stessa. (10%)

scusa, altra domanda: ma la caldaia è a vaso aperto o chiuso? Avrai l'espansione...spero....

cico_32
19-11-2012, 10:44
L'impianto è così realizzato:
26404

L'impianto è a vaso aperto verso la caldaia ed a vaso chiuso verso i termosifoni.
Il vaso di espansione si trova ad 1,5 mt. sopra la caldaia (all'esterno del locale caldaia).

Dott Nord Est
19-11-2012, 11:13
ah ok,
allora mancano solo valvola 6 bar e vaso espansione acs

cico_32
19-11-2012, 16:25
Per Lorenzo
questo è il mio bruciatore....
26411

cico_32
20-11-2012, 08:40
capodanilo, che mi dici relativamente al problema dell'acs?

Ho pensato di mettere, come suggerito da Dott Nord Est, un vaso d'espansione da 20 litri naturalmente oltre la VSP a 6 bar.
Tu, visto che hai la mia stessa caldaia, come dispositivi di sicurezza sull'acs, cosa hai messo?

:cry::cry:

capodanilo
21-11-2012, 13:40
Buongiorno a tutti. Innanzitutto volevo dire ai moderatori che le violazioni fatte non sono volontarie...Mi scuso per questo. Ho riletto il regolamento sperando di non fare altre violazioni.

Saluto tutti anap lorenzo ed il nuo arrivato cico........Ieri ho riacceso la mini......In considerazione del fatto che non so nello specifico ogni parte del mio impianto posto qualche foto affinchè chi ne ha bisogno le veda. Ripeto io l'anno scorso non ho avuto alcun problema. La caldaia sopra, sul terrazzo, hai il vaso di espansione ed è montata in parallelo con una caldaia a GPL. Doppio circolatore e scambiatore 40 piastre.
Ecco le foto:

26459



Vi posto anche il video di ieri dopo accesa.....Volevo chiedervi invece come la fate funzionare. Anche Dott. magari esprima un suo parere fermo restando che già so che per lui è fondamentale un accumulatore acs. Io la lascio in modo che stia sempre in mantenimento a 65 gradi, anche quando i termosifoni sono spenti dal crono. In questo modo l'acs la fa sempre la mini e mai quella a gas. So che alcuni allo spegnimento dei termosifoni fanno in modo che la caldaia vada in mantenimento così l'acs viene fatta da quella a gas. Non so quale è il più opportuno e migliore per la caldaia. Saluti

VID 20121120 170808 - YouTube (http://www.youtube.com/watch?v=1YEr_IG8twY&feature=youtu.be)

Dott Nord Est
21-11-2012, 13:46
Io la lascio in modo che stia sempre in mantenimento a 65 gradi, anche quando i termosifoni sono spenti dal crono.

è la soluzione ottimale per fare "meno male" alla caldaia.

P.S.: gli allegati non si vedono

capodanilo
21-11-2012, 13:47
Grazie Dott...........continuerò così allora..........Appena posso metterò un accumulatore acs........Come suggerito da te più volte....Grazie ancora

E' strano non vedo le foto aperte ma cliccando io le vedo....anche il video.........Non lo so....

Ho rimesso una delle foto la principale direi......Il video si vede???

cico_32
21-11-2012, 14:42
Buongiorno a tutti. Innanzitutto volevo dire ai moderatori che le violazioni fatte non sono volontarie...Mi scuso per questo. Ho riletto il regolamento sperando di non fare altre violazioni.

Saluto tutti anap lorenzo ed il nuo arrivato cico........Ieri ho riacceso la mini......In considerazione del fatto che non so nello specifico ogni parte del mio impianto posto qualche foto affinchè chi ne ha bisogno le veda. Ripeto io l'anno scorso non ho avuto alcun problema. La caldaia sopra, sul terrazzo, hai il vaso di espansione ed è montata in parallelo con una caldaia a GPL. Doppio circolatore e scambiatore 40 piastre.

Saluti



Ciao Capodanilo.
Grazie delle foto.
Da quello che vedo tu hai l'acs collegata direttamente entrata ed uscita senza nessun dispositivo (così come dice anche TCM. Devo vedere se è un problema di aria in quanto di notte il comune toglie l'acqua.
L'unica cosa che mi ha suggerito è di mettere una valvola di non ritorno all'ingresso dell'acqua fredda per acs ed all'uscita una VSP a 6 bar ed eventualmente un vaso d'espansione da 8 litri.

Mi potresti allegare anche una foto della caldaia dove ci sono entrata ed uscita acs?

Grazie.

P.S.: Scusa Capodanilo, ma i circolatori non sono messi al contrario? Cioè che spingono verso la caldaia piuttosto che verso lo scambiatore? Così andrebbero messe sui rispettivi ritorni, non sulle mandate. Vuoi controllare le frecce che ci sono sui circolatori? Io ho gli stessi circolatori e, per spingere verso lo scambiatore li ho montati al contrario di come li hai tu. Forse ho interpretato male la freccia?
Dott. Nord Est tu che ne dici?

capodanilo
21-11-2012, 14:56
Ti allego le foto:

Per i circolatori non ci capisco niente.....Il video si vede???

cico_32
21-11-2012, 15:50
Si, il video si vede e le foto sono chiare. Praticamente sull'acs non hai niente se non un'elettrovalvola in uscita.

Il senso dell'acqua, nel circolatore, è segnato, più o meno, da questo simbolo ">", nel corpo verde della pompa, che intende questo verso dell'acqua ===>.
Nel tuo caso mi sembra che prende l'acqua dallo scambiatore, quindi dal ritorno caldaia (fredda) e la spinge verso la mandata (calda). Il senso sarebbe giusto se la pompa fosse montata sul ritorno.
Montandola nel senso corretto, allo scambiatore arrive l'acqua calda della mandata e, sul ritorno l'acqua in uscita dallo scambiatore. E, secondo me, con una riduzione dei tempi di riscaldamento dei termosifoni.
Comunque io non sono un tecnico idraulico e questo è un mio parere e dubbio personale.

capodanilo
21-11-2012, 16:22
Cico non ti so rispondere...So solo che l'idraulico che l'ha montata è in gamba....Solo un tecnico ci può rispondere. Ti posso solo dire che cmq i miei radiatori in acciaio si riscadano subito......Saluti

Dott Nord Est
21-11-2012, 16:40
cico, leggi bene quello scritto da capodanilo....
la caldaia è sempre calda... tu il problema ce l'hai quando parti da caldaia fredda (e quindi anche contenuto del serpentino acs freddo)
con lo scaldarsi, la caldaia espande suo suo vaso, ma il serpentino acs dove espande? infatti, quando la caldaia è calda e apri acs, dopo aver compensato, la pressione non aumenta più, giusto? almeno così mi par di aver letto...

cico_32
21-11-2012, 17:33
Dott Nord Est quello che dici è giusto però...

Certo se Capodanilo lascia la caldaia sempre accesa, senza spegnerla MAI (vuol dire estate ed inverno sempre accesa) se il problema si è verificato, gli si è verificato alla prima accensione dell'anno scorso, ma non credo che sia così.

Come hai visto dalle foto allegate, nel circuito acs non vi è nessun tipo di controllo e nemmeno VSP, a meno che non sia da qualche altra parte. Non ho visto nemmeno la VSP a 3 bar sul circuito secondario, a meno che non sia posto all'esterno.

Domani sera completerò l'impianto con una valvola non ritorno sull'ingresso acs ed una vsp sull'uscita. Accensione e vediamo che succede.

Il problema che ho posto, che non c'entra nulla con l'acs, è il posizionamento del circolatore in quanto ho l'impressione che spinga al contrario.
Io ho lo stesso circolatore e l'ho messo sulla mandata che spinge dalla mandata della caldaia verso lo scambiatore e non dallo scambiatore verso la mandata della caldaia.
Ma, ti ripeto, è solo una mia impressione e potrei aver sbagliato ad interpetrare il segno sulla pompa DAB.

capodanilo
21-11-2012, 17:50
Per maggiore chiarezza posto altre due foto da più vicino:

Dott che ne pensi del fatto dei circolatori che dice cico? grazie. Cmq io la caldaia la utilizzo solo di inverno...Riaccesa ieri dopo lo spegnimento avvenuto il 31 Marzo scorso. Cmq mai avuto il problema rilevato da cico per quanto riguarda l'acs. Saluti

Dott Nord Est
21-11-2012, 18:10
non sò se capodanilo ha la 3 e la 6 bar, certo che però ci vogliono, per sicurezza e per legge (la 3 bar no se si monta a vaso aperto)

io preferisco le pompe sul ritorno, per lavorare a T° più basse. Cmnq se sono sulla mandata, va bene lo stesso.

capodanilo
21-11-2012, 18:15
Conoscendo chi l'ha installata mi sembra impossibile che non mi abbia montato queste valvole di sicurezza.......Comunque io ho il vaso di espansione sul terrazzo...

Dott Nord Est
21-11-2012, 18:18
la valvola 3 bar di solito è rossa (non serve con vaso aperto)
la valvola 6 bar di solito è azzurra

cico_32
21-11-2012, 18:29
Questo è il circolatore della DAB.

26470
Il senso dell'acqua non è lo stesso del senso di circolazione del motore, ma dipende da come è costruita la pompa.
Il senso di circolazione è sulla pompa (Come indicato dalla freccia).

E' vero che il circolatore può essere montato sia sulla mandata che sul ritorno, ma se è sulla mandata il verso non può essere dallo scambiatore alla caldaia ma viceversa. Questa è la mia osservazione.
E adesso chiudo questa parantesi in quanto non voglio entrare in polemica con nessuno e comunque, al posto di Capodanilo andrei a vedere sulle pompe se il senso dell'acqua è giusto (la freccia deve andare verso lo scambiatore).

Dott Nord Est
21-11-2012, 18:37
E' vero che il circolatore può essere montato sia sulla mandata che sul ritorno, ma se è sulla mandata il verso non può essere dallo scambiatore alla caldaia ma viceversa.

logico, lo scambiatore deve essere considerato ad esempio come un termosifone

capodanilo
21-11-2012, 19:15
Il circolatore che si vede nella foto sulla destra è montato sulla mandata ed ha il senso verso lo scambiatore ossia verso sinistra.......La stessa cosa il circolatore sulla sinistra montato nel pressi dello scambiatore ha il verso verso sinistra.......

anap73
22-11-2012, 21:46
ragazzi scusate,facendo la massima attenzione,chi di voi riesce a farmi sapere come e posizionata la candeletta di accenzione della THS 50,io ho il dubbio che la mia o non arriva a toccare il pellet ,o non funziona,non riesco ad avere l'accenzione.
GRAZIE

lorenzo.catellani
23-11-2012, 22:18
Per anap

La candeletta si trova nella parte bassa del braciere all'opposto da dove viene spinto il pellet.
Tiene presente che dopo le prime due accensioni non riesce più ad innescare la fiamma probabilmente perchè si sporca.
Salvo accurata pulizia del fondo braciere ti conviene l'avvio manuale.

Io sono sempre alle prese con la mia fiamma nonostante la modifiche del costruttore.

Ringrazio Cico per la foto del braciere dove si vede benissimo la coclea.

Chiedo se qualcun altro con la Mini 50 riesce a postare le foto del braciere vuoto con coclea in evidenza.

Danilo sei poi riuscito a contattare l'ingegnere? Io è da un po che ci provo ma in vano !!!!

Ciao a tutti

Nazukao
24-11-2012, 16:54
Salve, sono nuovo nel forum ed ho un problema con la mia caldaia che ho acquistato 2 settimane fà.
La caldaia è una biomassa TCM Mod. MINI THS 50.
Allora è stata installata e funziona correttamente però dato che in questa materia non ne capisco praticamente niente volevo sapere da voi, che da quanto leggo siete esperti, il giusto setting dei parametri.
La prima accensione è stata fatta con l'ing. Tripodi al tel che mi ha dato da inserire dei valori.
Devo riscaldare 200 mq e chiaramente vorrei avere sempre l'acqua calda sanitaria disponibile.
Ora è impostata con pellet a 10, ventola a 38, temp.55° e pompa che parte a a 40°.Questi sono gli unici parametri impostati. Tutto funziona bene però ho installato il cronotermostato in casa quindi quando la temperatura raggiunge quella impostata la pompa giustamente si ferma però la caldaia continua a funzionare normalmente e la temperatura arriva a 85°-86°.E giusto questo funzionamento? oppure devo inserire qualche altro parametro??dato che io ho inserito solo quelli che ho citato sopra.Vi prego datemi una mano, ripeto in questa materia sono 0.
Grazie 1000 in anticipo

anap73
24-11-2012, 18:27
ciao grazie della risposta in primis ti volevo chiedere cosa intendi x modifica del costruttore?io intanto oggi avendo il dubbio che la mia candeletta non funzionasse,l'ho rimossa ed ho appurato che dopo pochissimi secondi non la s poteva toccare,allora l'ho rimontata ed tramite il braciere sono andato ad appurare se la candeletta fuoriuscisse dal braciere x andare a toccare il pellet,allora ho notato che questa sta almeno 5 millimetri dentro,allora mi chiedo e normale? e se e cosi' come fa il pellet ad incendiarsi se non va a contatto con essa?poi ti volevo chiedere:se abbiamo comprato la stufa con la accenzione automatica ,un motivo ci dovra' pure essere,quindi deve funzionare.

lorenzo.catellani
25-11-2012, 07:30
Per anap

Mi hanno modificato il gruppo di caricamento aggiungendo una ventola ma il problema è rimasto: fiamma non uniforme, che penso derivi dalla coclea leggermente lunga forse 1 cm di troppo.
Per l'accensione automatico io non pensavo l'avesse visto che queste caldaie ad eruzione funzionano quasi tutte con la prima accensione manuale e poi si mantiene la bracie. La candeletta funziona bene per le stufe con il braciere a caduta.
Per me questo non è un problema visto che ho constatato che la bracie si mantiene anche abbassando i parametri di fabbrica.

Per nazukao

Non capisco se quando il termostato stacca e la caldaia è alla temperatura acqua impostata ti continua a fare fiamma? Se così è non è corretto!! Tieni presente puoi impostare la caldaia che allo stacco del termostato lei va in mantenimento(vedi manuale), cosa che comunque fa a temp. h2o raggiunta. A proposito la tem. acqua a 55 mi sembra bassa, però dipende anche dall'impianto.

Attendo foto o video di bracieri vuoti con coclea visibile e spero di trovare l'ing. Tr...

Ciao

cico_32
25-11-2012, 19:02
Bene. Finalmente ho completato e sembra che va tutto bene.

Inserita la valvola di non ritorno sull'entrata acs, inserita la vsp da 6 bar sull'uscita acs ed inserito un vaso di espansione da 12 L sull'uscita acs (prima della vsp da 6 bar) ed una valvola di sfiato aria sempre sull'uscita acs.

Allego foto delle modifiche

26541

Un fatto curioso.

Ho inserito il vaso di espansione sull'entrata acs e funzionava tutto bene tranne per il fatto che chiudendo bruscamente il rubinetto dell'acqua calda, avevo un forte colpo d'ariete con oscillazioni così ampie che mi facevano aprire la vsp a 6 bar.
L'ho spostato sull'uscita e le oscillazioni sono dei decimi di bar.

Per capodanilo:
Mi mandi in pm dove acquisti il nocciolino di sansa vergine? Grazie.

Dott Nord Est
25-11-2012, 20:55
visto cico?
sono contento, tutto risolto allora... bravo :beer:

anap73
25-11-2012, 22:00
ciao oggi ho fatto l'ennesima prova,e devo dire che ha dato i suoi frutti,ma poi non so come venirne a capo,mi spiego:praticamente ho notato che tra un'accenzione e l'altra,praticamente quasi con brace assente,ho notato che la candeletta non va a toccare il pellet visto che questo all'interno de braciere si e' esaurito,allora aggiungendo un pugno di pellet all'interno di esso e quindi coprendo la candeletta,la stufa miracolosamente parte,come si potra'fare x fare si che il braciere si carichi prima di iniziare la fase di accenzione?

Nazukao
26-11-2012, 07:58
Grazie per la risp. cmq si continua a bruciare il pellet immagazinato quindi sale di un paio di gradi al di sopra della temperatura impostata.
Ora l'ho impostata con pellet a 10 ventola a 38 e temperatura a 65. Come arriva a 64 esce scritto MOD per qualche secondo e poi a 65 compare MAN mentre la temp.sale fino a 67-68 e poi inizia a scendere. Con la pompa in funzione il mantenimento dura sui 11-12 minuti mentre con pompa spenta dura tantissimo. E' giusto che funzioni cosi? volendo usare il nocciolino devo mantenere le stesse impostazioni??

cico_32
26-11-2012, 09:38
Buongiorno a tutti

Ho trovato questo schema relativo all'acqua calda sanitaria fra caldaia biomassa e caldaia a gas.

26549

Qualcosa mi lascia perplesso, per esempio l'eccessiva temperatura d'ingresso alla caldaia a gas.

Cosa mi dite? Può funzionare.

Grazie

lorenzo.catellani
27-11-2012, 07:21
Per Nazukao

Funzionamento corretto. Per il nocciolino forse dovrai aumentare la ventola ma dipende dalla fiamma. Puoi postare foto o video?

Per Cico

Io penso che manchi una valvola miscelatrice in ingresso alla caldaia gas.

cico_32
27-11-2012, 09:31
Per Cico

Io penso che manchi una valvola miscelatrice in ingresso alla caldaia gas.

Ciao Lorenzo
Grazie del suggerimento.
Tu dici una valvola miscelatrice in ingresso caldaia magari tarata a 50° C per limitare la temperatura in ingresso caldaia in questo modo?

26570

scresan
27-11-2012, 12:11
... potresti usare questo gruppo della esbe, nato per il solare, ma credo sia ottimo anche per il tuo caso!

VALVOLA MISCELATRICE 1" KIT PANNELLO SOLARE TERMICO CALDAIA ESBE VMC312 (26443) | eBay (http://www.ebay.it/itm/VALVOLA-MISCELATRICE-1-KIT-PANNELLO-SOLARE-TERMICO-CALDAIA-ESBE-VMC312-26443-/200843802840?pt=Altro_per_Riscaldamento&hash=item2ec33938d8)

lorenzo.catellani
27-11-2012, 22:06
Ciao Lorenzo
Grazie del suggerimento.
Tu dici una valvola miscelatrice in ingresso caldaia magari tarata a 50° C per limitare la temperatura in ingresso caldaia in questo modo?

26570

Schema corretto!
Anche se da me l'idraulico ha usato un kit più complesso: entra acqua calda caldaia pellet, acqua calda caldaia gas, acqua fredda e lui miscela facendo uscire a tem. impostata...

scresan
27-11-2012, 22:41
26578


... infatti, uno dei kit e quello che ho segnalato!

capodanilo
28-11-2012, 18:27
Per Nazukao

Allora il funzionamento della caldaia è lo stesso del mio............io con nocciolino ho 7-38 (anche 7-37)..........E' ovvio che in questa fase in cui nelle mie zone non fa tanto freddo accendo i termosifoni 4 -5 ore massimo al giorno e quindi si può dire che la caldaia tende a stare per gran parte della giornata in mantenimento (MAN)...........La temperatura impostata è 65 gradi, attivazione pompe 50 anche 55 potrei portarle. Funzionamento ok............Io ho tolto quello che Nazukao chiama MOD ossia la modulazione l'ho messa a 0 .....La caldaia arriva a 65 e va in mantenimento. Anche a me arriva intorno agli 80............okkio che ad un certo valore di temperatura dovrebbe aprire automaticamente le pompe per evitare che vada in ebollizione.........

Per Lorenzo non ci sono salito...........La caldaia l'ho fatta ripartire lo stesso..........Quando mi hai mandato il mess ti ho risposto solo con la parola Niente perchè ero in una riunione di lavoro.........

Saluti

Nazukao
29-11-2012, 08:01
Quindi se con la pompa dei termosifoni spenta la temperatura sale fino a 80 85 è giusto il funzionamento? mentre come gia detto con la pompa attiva sale solo di qualche grado superiore alla temperatura impostata.
Ok farò delle foto e video..

lorenzo.catellani
29-11-2012, 13:02
Ho accorciato (tagliato e saldato) da me la coclea di 5 cm: ora sembra che la fiamma sia più omogenea?

Il problema : l'assistenza è molto scarsa !!!:closedeyes:

Nazukao
29-11-2012, 15:50
Ok grazie capodanilo.
Quindi se la temperatura supera gli 85 gradi e fa attivare la pompa non va bene giuto?cosa devo abbassare se mi accade questo? quanto dovrebbe essere indicativamente il consumo di nocciolino per una casa di 200 metri?e perchè dici le pompe?ne hai più di una?io ho solo quella per i termosifoni ed un modello che si può regolare la velocità da 1 a 7. a che velocità dovrebbe stare? Quale sono le differenze tra velocità bassa ed alta?
Grazie e scusami per le tante domande ma non ne capisco niente...

capodanilo
01-12-2012, 17:18
Se arriva ad 85 ti deve attivare le pompe per non andare in ebollizione..........Il fatto che sale a questa temperatura credo sia dovuto al fatto che ha troppo tiraggio (questo il mio caso) e allora sale soprattutto in questo primo periodo invernale che le temperature non sono fredde fredde.........Cmq di solito il problema di queste caldaie è che non arrivano a temperatura, questa arriva e come......Per quanto riguarda il funzionamento ti invito a rileggerti le mie recensioni sui tempi in cui la caldaia con termosifoni accesi rimane in mantenimento e lavora.........bene o male sono quelli.........Le pompe io non me ne intendo nemmeno ma siccome è montata in parallelo con una GPL ho due circolatori ed uno scambiatore....vedi foto messa in qualche post precedente......La mia casa è di 170 metri su un unico piano........io la uso con 65 di temperatura 55 attivazione pompe, 7 (anche 6) nocciolino - 38 (anche 37 36) ventola.........la lascio sempre a 65 di temperatura.....saluti

Nazukao
03-12-2012, 16:45
Grazie mille capodanilo...
Allora chiesto queste domande a qualche esperto del forum..Ce qualcuno che mi può dare una mano??

ivan73
11-01-2013, 10:47
ragazzi scusate,facendo la massima attenzione,chi di voi riesce a farmi sapere come e posizionata la candeletta di accenzione della THS 50,io ho il dubbio che la mia o non arriva a toccare il pellet ,o non funziona,non riesco ad avere l'accenzione.
GRAZIE


Ciao, come ti hanno ben detto la candeletta è posizionata diametralmente opposta alla fuoriuscita del combustibile. L'hanno posizionata a mio avviso male per due motivi:
- trovandosi troppo lontano dal punto di fuoriuscita del combustibile, prima che questo arrivi a toccare la candeletta il braciere si sarà riempito troppo;
- hanno creato lo staffaggio della candeletta in modo che questa non entri dentro il braciere ma resti praticamente a filo con la parete del braciere stesso (a braciere vuoto puoi toccarla con le dita e renderti conto). Ciò fa si che dopo la prima accenzione, non appena si crea un leggero strato di cenere o di incrostazione lungo le pareti del braciere, l'accenzione automatica te la scordi.
Se vuoi risolvere il problema non modificando il tipo di staffaggio (in questo caso dovresti avere un minimo di dimestichezza con le saldature) puoi procurarti una candeletta con ø10 mm e di lunghezza 170mm a 230V provvista di ghiera filettata maschio 3/8''. Quella montata è lunga 150 mm. In questo modo ti ritroveresti con la candeletta che sporge dentro il braciere per due centimetri aumentando la superficie di scambio per l'accenzione ed evitando che si formi il "tappo" di cenere. Unica attenzione la devi usare è durante la pulizia in modo da non danneggiare la parte sporgente.
Io uso un'aspiracenere elettrico che non crea danni e non ti fa sporcare e respirare cenere.

ivan73
11-01-2013, 11:05
Salve, sono nuovo nel forum ed ho un problema con la mia caldaia che ho acquistato 2 settimane fà.
La caldaia è una biomassa TCM Mod. MINI THS 50.
Allora è stata installata e funziona correttamente però dato che in questa materia non ne capisco praticamente niente volevo sapere da voi, che da quanto leggo siete esperti, il giusto setting dei parametri.
La prima accensione è stata fatta con l'ing. Tripodi al tel che mi ha dato da inserire dei valori.
Devo riscaldare 200 mq e chiaramente vorrei avere sempre l'acqua calda sanitaria disponibile.
Ora è impostata con pellet a 10, ventola a 38, temp.55° e pompa che parte a a 40°.Questi sono gli unici parametri impostati. Tutto funziona bene però ho installato il cronotermostato in casa quindi quando la temperatura raggiunge quella impostata la pompa giustamente si ferma però la caldaia continua a funzionare normalmente e la temperatura arriva a 85°-86°.E giusto questo funzionamento? oppure devo inserire qualche altro parametro??dato che io ho inserito solo quelli che ho citato sopra.Vi prego datemi una mano, ripeto in questa materia sono 0.
Grazie 1000 in anticipo


Ciao, inserendo il termostato ambiente come hai ben detto si ha lo spegnimento della pompa una volta che in casa si è raggiunta la temperatura prefissata. L'opzione che si verifica però è quella impostata dalla casa sulla scheda elettronica ed è modificabile all'interno del menù protetto. Per quanto mi riguarda è una impostazione balorda perchè con il blocco della pompa la temperatura dell'acqua sale troppo è arrivata a 85° la pompa si rimette in funzione per impostazione di sicurezza. Morale e che hai spreco di combustibile per riscaldare l'acqua a 85°, la pompa ti rifà circolare l'acqua calda in ambiente annullando di fatto il termostato ambiente, e cosa più grave fai subire all'intero circuito, caldaia inclusa, dei continui stress termici che nel tempo denneggiano tutto. Nella mia sono entrato nel menù protetto e ho cambiato l'impostazione del termostato ambiente. Se leggi il manuale delle istruzioni vedrai che è una cosa semplice. Scegli l'opzione 'spegnimento caldaia' e imposta la temperatura di avviamento pompa a 60° invece dei 40° che hai impostato in questo momento. In questo modo quando in casa avrai raggiunto la temperatura impostata da termostato si avrà lo spegnimento di coclea e ventola, la pompa continuerà a far circolare acqua calda per ulteriori 10 minuti (il tempo che arriverà a 60°) dopo di che anche la pompa si arresterà. Non appena il termostato ambiente ridarà il consenso la caldaia si riaccendera di nuovo, ma trovandosi l'acqua a 60° impiegherà una decina di minuti per ritornare a regime. Avrai risparmiato combustibile ed eviterai di procurare danni al circuito per stress termici gratuiti.

ivan73
11-01-2013, 12:03
Ciao a tutti volevo condividere con voi alcuni aspetti della TCM Mod. MINI THS 50.
Ne ho acquistata una nel 2011 da me installata, e una nel settembre 2012 sempre da me installata da un mio amico.
Entrambe installate con vaso di espansione tipo chiuso. Ho avuto già problemi nel dimensionamento del vaso di espansione perchè la TCM ti fornisce sulle schede presenti sul proprio sito dei parametri difformi da quelli che ritrovi sul manuale cartaceo allegato alla caldaia.
Sul manuale ti ritrovi una pressione di esercizio max. di 1,5 bar e una capacità della caldaia di 98 litri. Sul manuale online ti ritrovi 2bar di pressione di esercizio e 140 litri di capacità della caldaia. Io avevo dimensionato tutto con i dati internet (visto che la caldaia non mi era ancora arrivata) e avevo provveduto già all'acquisto delle valvole di sicurezza e del vaso di espansione fidandomi dei valori in mio possesso. Arrivata la caldaia l'amara sorpresa. Non vi dico la difficoltà per parlare con qualcuno della tcm per sapere quale fossero i parametri corretti ( non trovi mai nessuno, ne l'ing, ne tecnici ne elettricisti) e confermati quelli della copia cartacea ho dovuto ricomprare valvole a vaso. Ho installato tutto, collegati cronotermostato ambiente e quant'altro, accendo ma il motore non va.
Col tester ho visto che non arrivava tensione al motore elettrico. Vado a smontare il portafusibile che si trova attaccato alla scatola di derivazione attaccata in basso sulla caldaia e mi accorgo che non avevano messo il fusibile. Altra fatica per trovare qualcuno alla tcm che mi dicesse quanto meno di quanti Amp. doveva essere il fusibile, fusibile che mi sono procurato poi in zona.
Sul funzionamento non mi posso lamentare visto il costo decisamente basso rispetto alla concorrenza, ma qualche pecca c'è l'ha e miglioramenti da apportare parecchi. Pecca non perdonabile è la mancanza di un termostato di sicurezza che qualunque altra caldaia monta. Nella caldaia esiste un solo termostato a sonda che nel caso di guasto vi manderà in ebollizione la caldaia. Ho rimediato inserendo un termostato da 12 euro sul tubo di mandata che nel caso la temp. arrivi a 90° (per rottura della sonda a bordo macchina) mi si arresti la coclea e la ventola facendo funzionare invece la pompa (per smaltire l'acqua calda). Discutibile anche la qualità della sonda di temperatura (che potete smontare aprendo il display elettronico) del tipo NTC 10K nella versione in plastica e del suo posizionamento.
Potrete verificare usando un'altro termostato che c'è una differenza di almeno 5 gradi fra quella segnata sul display e quella reale.
Ho cambiato la sonda con una mettalica di 7 euro sicuramente più precisa e inserendo dentro l'involucro di alloggiamento della sonda un pò di olio di quello usato per il motore delle auto. La sonda per funzionare bene deve avere una buona superficie di contatto. Se inserite la sonda dentro l'alloggiamento "secco" presente in caldaia, la sonda toccherà (se siete fortunati) la superficie calda in un solo punto.
Mettere la sonda a bagno olio non è una cosa inventata da me ma dai concorrenti della tcm che fanno caldaie da 50 anni.
Discutibile è sicuramente il rendimento dichiarato intorno al 90%. Non è sicuramente un parametro che è misurabile in casa, ma una caldaia che espelle fumi ad una temperatura intorno ai 200° non sta sfruttando quasi per nulla il calore dei fumi. Potete abbassare la temperatura fumi abbassando combustibile ed aria, però se portate la temperatura a 160° (così come vorrebbe una caldaia con elevati rendimenti) per farvi salire la temperatura dell'acqua di un grado ci impiegherà un vita. Discutibile anche il fatto che debba funzionare ad una pressione massima di 1,5 bar (le concorrenti arrivano tranquillamente a 3 bar), pressione bassa vuol dire spessori degli acciai non idonei a sopportare alte pressioni e qualità delle saldature parimenti non idonee a sopportare pressioni più alte.
Al di là delle pecche riscontrate resta comunque una ottima caldaia con rapporto qualità-prezzo senza confronti e che ha anche pregi come le dimensioni contenute e la facilità ne pulire le varie superfici di scambio. Farebbe un gran salto di qualità se ventola e coclea fossero messe sotto inverter invece che a tensione diretta (si eviterebbero i continui strappi al motore e gli assorbimenti di corrente eccessivi ad ogni avviamento del motore) con risparmio sulla bolletta enel, e se la scheda elettronica con tutti quei temporizzatori venisse sostituita con un semplice plc a display.
In ogni caso è una caldaia che vale la pena acquistare. La scelta della canna fumaria e dei parametri impostati (inclusi quelli nel menù protetto) li tratto in seguito se a qualcuno interessa.

cico_32
11-01-2013, 13:59
Ciao Ivan e complimenti sull'ottima analisi che hai fatto riguardo la caldaia.
Anche io l'ho installata quest'anno da solo ed ho realizzato quanto vedi nelle foto di post indietro....
io smanetto molto nel menù protetto per cercare l'ottima condizione per il corretto funzionamento della caldaia.
Il tutto oggi è settato come segue:
C56 37 - pellet 7.5 - ventola 38 - temperatura 63° - attiv. pompa 55° - Isteresi modulazione 1° con pellet di modulazione 12 - tempo mantenimento T04 100 minuti con T05 20" di pellet.

Leggendo il post precedente dicevi di settare la pompa a 60° e fermare la caldaia allo stacco del termostato ambiente...
Io la caldaia dopo che stacca per termostato, mi rimane accesa e la temperatura mi arriva al max a 74° quando le pompe sono ferme...per poi ripartire o per intervento del termostato o per abbassamento temperatura acqua al di sotto dei 63° ...
Mi interessava capire come l'hai settata tu...
Io riscaldo una casa di 200 mq su 2 elevazioni e utilizzo l'ACS direttamente dalla caldaia....
Grazie saluti

ivan73
11-01-2013, 16:50
Ciao Cico, se la temperatura ti arriva a 74° (invece degli 85° del nostro amico) l'impostazione di default ti va più che bene. Tieni la caldaia accesa h24? Io la tengo accesa dalle 8.00 alle 21.00, e per non andare in garage per spegnere la caldaia avevo impostato il parametro P04 su 2 (ON-Off). In ogni modo avevo anch'io il problema che con il settaggio di default a pompa spenta la temperatura mi saliva troppo stressando troppo il vaso di espansione e il resto, quindi in ogni caso avrei dovuto settare il P04 o sul 2 o sul 1. Se non spegni mai la caldaia il P04 sul 1 andrebbe benissimo. Riguardo i miei parametri: brucio nocciolino di sansa, alimento in totale 65 elementi di termosifoni (non ho ventilconvettori) con interasse entrata uscita di 600mm. Preferisco darti indicazioni sul numero di elementi piuttosto che sull'area dell'abitazione perchè a parità di area potresti avere il numero di scambiatori sotto o sovra dimensionato. La ventola mi va a 41, pellet a 4.0, pompa a 60°. U00 (velocità ventola accenzione) 45, U05 (30), C05 3 sec. A05 2°. T01 15sec, T02 5min, T08 7sec(tempo di pulizia). P02 3, gli altri parametri non li ho toccati tranne il P16 (uscita ausiliaria) che ho utilizzato per il comando di una valvola di zona che mi comanda se spillare acs dalla caldaia in questione, oppure da una caldaia a gas.
Ti scrivo i miei settaggi solo perchè me li hai chiesti perchè ogni caso ha una sua storia e delle condizioni ambientali e di utilizzo e di tiraggio di fumi diversi. Quella del mio amico l'ho dovuta settare in modo totalmente diversa (ha diversi ventilconvettori e ho dovuto eliminare la fase di modulazione perchè non riusciva ad arrivare a mantenimento), e per canna fumaria esistente sta funzionando in modo eccellente senza un filo di fumo con una canna fumaria da ø150. Anche nel mio caso, pur avendo montato una canna da ø180 (80cm dritta, 150cm a 45°con V di condensa, 8m dritta) sono stato costretto a predisporre una strozzatura per elevato tiraggio.

cico_32
11-01-2013, 19:40
Grazie per le informazioni...si la caldaia è accesa dal 20 novembre sempre mai staccata....
Ma dimmi il C56 a quanti secondi lo hai? vedo che C05 è basso inoltre la tua temperatura a quanto è impostata?
Vedo anche che la U00 è 45...io l'ho impostata a 34 brucio sansa esausta, lasciata di default mi faceva fumo all'accensione automatica...

ivan73
11-01-2013, 20:50
C56 (periodo totale) è di 30 sec. La temperatura è impostata a 70°. La U00 (ventola in accensione) è alta, se non soffi con un pò con energia la fiamma non si innesca. Per quanto riguarda il fumo hai perfettamente ragione che venga fuori fumo. La colpa però è sempre costruttiva. Da me che ho un tiraggio esagerato tanto che a ventola spenta questa continua a girare per la forte aspirazione dalla canna fumaria, mi usciva fumo dal cassetto in fase di accensione. Soluzione: ho tappato con del mastice refrattario le fessure che dovrebbero servire a far cadere le ceneri di combustione nel cassetto, fessure che servono solo a far uscire fumo perchè tanto il 90% delle ceneri sei costretto a tirarle fuori in ogni caso accedendo direttamente al focolare.
Per quanto riguarda i parametri, se quelli che hai impostato ti vanno bene lasciali senza avere dubbi. Ti ripeto che ogni caldaia ha parametri diversi dalle altre. Il fatto poi che smanetti anche i parametri del menù protetto fa intendere che ci sai fare e che sicuramente hai trovato le impostazioni migliori per la tua casistica. Per il combustibile se vuoi ti do il nominativo del mio fornitore (io sono della provincia di Catania). Mi ha venduto un nocciolino che mi è costato un occhio della testa (22 cent. al kg) ma che brucia una meraviglia.
E' da 15 anni che brucio solidi triti (su altre caldaie), dalla sansa esausta (sicuramente più economica), al nocciolino, alle bucce di pistaccchio o di mandorle, ma è il primo anno che accendendo dalle 8.00 alle 21.00 tiro fuori alla fine di ogni settimana circa 500 grammi di cenere.
L'anno scorso ho consumato circa 5000 kg di nocciolino, l'anno prima di sansa esausta non me ne sono bastati 9000 kg. I furbi finiscono sempre con aggiungere terra e piccoli detriti che hanno granulometria e colore simile alla sansa esausta. Alla vista sembra ottima, in combustione però la "spazzatura" non brucia, e il giorno dopo ti ritrovi il braciere stracolmo di apparente cenere che cenere non è.

cico_32
11-01-2013, 21:02
Cmq il fatto del fumo l'ho risolto abbassando di 2 punti la velocità che era impostata di fabbrica e all'accensione nn ne ho più.....la fiamma con la sansa esausta a 36-38 la fa buona.....
Per quanto riguarda il nocciolino la prossima settimana mi arriva ordinato assieme ad altri che prendono sansa....a poco meno del prezzo che ti hanno fatto......a limite posso lasciarti il numero e ti presenti a nome mio.....te lo portano e te lo scaricano...ho preso dei sacchi campione e andava benissimo oltre che lasciava tutto pulito.....

Ma tornando a noi....perchè la caldaia non la lasci accesa?
impostando la pompa come la imposti tu che a 60° stacca....mettendola a 1 quando hai il termostato staccato ma la caldaia ti deve riscaldare l'acs non riparte lo stesso appena raggiunge i 60°?
Altra cosa "T08 7sec(tempo di pulizia)" cosa fa il T08???

ivan73
12-01-2013, 16:39
Ciao, se mi dai il numero mi fai una cortesia. Ormai le caldaie cercano di dare il massimo, ma se il combustibile se lo fanno pagare sempre più è inutile parlare di efficienza e risparmio. Il T08 è il tempo che la caldaia si riserva all'accensione. Se la tua è sempre accesa non lo percepisci, se invece stacchi l'alimentazione e poi la riaccendi ti fa un ciclo che sul display ti segna come test, durante il quale senti la ventola spingere al massimo. Questo periodo dura 30 sec.(anche se sul manuale è come se fosse impostato a 0 sec), è serve a pulire tutti i forellini che stanno dentro il braciere dai quali esce l'aria per la combustione. Io l'ho impostato a 7 sec. per evitare di sollevare una nuvola di cenere per un periodo spropositato.
Per il fatto di lasciarla sempre accesa, pur avendola provata, è una soluzione che economicamente non posso sostenere. Ho una casa di proprietà nella quale sto passando il mio primo inverno ed è la dissipazione di calore per eccellenza. Immagina una casa di 100 mq con tutti i lati perimetrali esposti (niente case confinanti), con sotto un garage non riscaldato e sopra un sottotetto non isolato. Infissi che lasciano a desiderare e muri senza isolamento. Se poi ci metti che sono in zona climatica E, a 1000 metri di quota ti rendi conto della dissipazione che ho. Il cronotermostato praticamente non mi si stacca mai, e se dovessi lasciare la caldaia accesa h 24 non mi basterebbero 3000 euro l'anno. Per adesso ci accontentiamo di stare al caldo il giorno in casa, e al caldo sotto le coperte la notte. Quest'anno devo necessariamente isolarmi casa, successivamente lascerò la caldaia sempre accesa.

ivan73
12-01-2013, 18:37
Ciao Cico, scusa se mi permetto, ma leggendo le tue discussioni delle settimane scorse riguardo al circuito ACS ho notato che hai installato una valvola di sicurezza da 6 bar. Non voglio sembrare rompiscatole, ma quando ho montato la mia mi sono fatto dire dai tecnici TCM (solita fatica per trovare qualcuno in quella azienda), visto che sul manuale tecnico non figura da nessuna parte, la pressione max. di esercizio del circuito acqua sanitaria. Mi hanno risposto che può lavorare al massimo a 4 bar. Stando alle loro indicazioni mi pare che la valvola che hai montato serve a poco.

cico_32
13-01-2013, 09:27
la valvola è messa in uscita dell'acs...all'ingresso ho iìun limitatore di pressione a 3 bar.......quella è una sicurezza in più .....

Dott Nord Est
13-01-2013, 09:33
la valvola a 6 bar è obbligatoria per legge

ivan73
13-01-2013, 12:25
è obbligatoria per circuiti che normalmente sopportano pressioni di esercizio di 10 bar, se l'impianto (scaldaacqua, tubo o altro ne sopporta solo 4 si arriva a rottura e la valvola avrà fatto felice solo il legislatore. Mi dici quale è la legge così ampio le mie conoscenze?
Mi piace imparare cose nuove.Ciao dott.

Dott Nord Est
13-01-2013, 13:26
se non vado errato... ma non sono sicuro

Valvole di sicurezza
Una valvola di sicurezza a membrana è un´armatura che aprendosi automaticamente impedisce che venga superata una pressione predeterminata e che si richiude automaticamente in seguito alla riduzione di pressione. Ogni TWE chiuso deve essere dotato di almeno una valvola di sicurezza a membrana omologata (contrassegnata da un simbolo di omologazione). I riscaldatori istantanei dell'acqua di capacità nominale inferiore a 3 litri sono l'eccezione alla regola. Fino a 5000 litri di capacità nominale possono essere utilizzate solo valvole di sicurezza a membrana con molla (DIN 4753, Parte 1).
I TWE chiusi con una capacità nominale superiore a 5000 litri e / o una potenza superiore a 250 kW richiedono la selezione di una valvola di sicurezza come specificato dal costruttore.

Dott Nord Est
13-01-2013, 13:39
cmnq 6 bar è dato anche dal buon senso
se normalmente l'impianto acs è a 3 bar di pressione, quando si scalda aumenta la pressione e se fosse tale valvola a 4 bar, sarebbe sempre aperta quando scaldi l'acs.

ivan73
13-01-2013, 15:40
Ti ringrazio di aver copiato da Valvole di sicurezza - Haustechnik Toskana (http://www.haustechnik-toskana.com/valvole-di-sicurezza.html) la citazione, ma non sembra che faccia a caso nostro. Non siamo in presenza di recipienti chiusi, quali scaldabagni o bollitori, ne tanto meno risulta in ciò che hai citato una legge che imponga i famosi 6 bar. Siamo solo in presenza di una semplice serpentina in rame (contenete qualche litro d'acqua) immersa in fluido caldo (l'acqua della caldaia) il cui fluido subisce una espansione quasi nulla che ben viene assorbita dal resto del circuito idraulico che percorre la casa. Se tu avessi ragione in un impianto di riscaldamento si dovrebbe mettere una valvola per ogni termosifone e a maggior ragione ad ogni ventilconvettore. Nella mia caldaia ho direttamente allacciato all'ingresso del acs l'acqua della rete idrica e l'uscita va direttamente ai rubinetti. Non ho valvole ne tanto meno vasi di espansione (che comunque è bene mettere ma solo per evitare colpi di ariete dovuti all'apertura e chiusura dei rubinetti e che nulla hanno a che fare con il calore o meno) e la pressione nel circuito è costantemente di 3 bar (la stessa pressione, ed è ovvio, del resto dell'impianto idraulico di casa mia). Il valore aumentato che lamentava cico che racconta di una pressione in aumento con il riscaldarsi dell'acqua è una "falsa lettura" dovuta al montaggio del riduttore di pressione al ridosso dell'entrata dell'acqua sanitaria. Tutti i riduttori funzionano solo in un solo senso (segnata da una freccia),e se vari di un decimo la pressione a valle (perchè stai riscaldando l'acqua), il manometro a bordo del riduttore comincia a dare i numeri perchè nel verso opposto alla freccia amplifica la lettura.
In ogni caso se mi trovi una legge, o meglio una normativa UNI dove vengano imposti i famosi 6 bar mi arrendo. Ma dubito fortemente che qualcuno possa imporre un valore ben preciso di 6 bar non tenendo conto delle condizioni che gli stanno attorno. Se avessi uno scaldabagno da 80 litri che il costruttore ti dichiara resistere a 3 bar, ti fornirà a corredo una valvola che si apre a 2 di bar (stiamo parlando in ogni caso di recipienti di accumulo non di semplici serpentine che restano per me senza obbligo di valvole). Con la tua valvola da 6 bar se l'acqua aumenta di pressione fino a superare i 3 bar del costruttore avresti un bel botto e la valvola a 6 bar non si è resa conto se fuori c'è il sole o sta piovendo. Attenzione che non voglio entrare in polemica, mi fa piacere parlare con persone competenti e che possano darmi lezioni. Amo condividere le esperienze e le conoscenze.

Dott Nord Est
13-01-2013, 15:44
il cui fluido subisce una espansione quasi nulla che ben viene assorbita dal resto del circuito idraulico che percorre la casa

è la regola base della fisica: i fluidi non si comprimono....quindi.... la valvola serve.... :bye1:

ivan73
13-01-2013, 18:29
Rispetto la tua posizione. Avremo sicuramente altri argomenti in futuro dove potremmo scambiare i nostri pareri e dove mi saranno sicuramente preziosi i tuoi consigli. Un abbraccio. (Ti prego di non citare fisica, meccanica dei fluidi,macchine a fluido o altro perchè mi viene l'orticaria dopo averci perso tanti anni della mia esistenza).

Ciao dott. mi dai qualche indicazione sul mais come combustibile? Dalle mie parti è impossibile trovarne e ne ho sentito parlare bene (nei vari forum). Conviene rispetto al nocciolino di sansa? Nel tempo pregiudica la durata della caldaia?
Sono sempre alla ricerca fra le biomasse di una che mi produca calore al minor costo.

Dott Nord Est
13-01-2013, 23:59
serve una caldaia specifica, altrimenti rischi di avere enrmi problemi di klinker
inoltre, prevedi la precoce corrosione dei metalli (in scarico)

cico_32
14-01-2013, 15:49
Ciao Ivan, la tua coclea o motore fa rumore, come se strisciasse, ad un certo punto del suo giro?

Ciao Dott. come la vedi questa fiamma?
Utilizzo sansa esausta al momento.....

27673

ivan73
14-01-2013, 16:29
ciao cico, fa rumore perchè effettivamente striscia lungo la carpenteria metallica. Le coclee (sono due per la presenza del famoso salto di non ritorno fiamma) sono alloggiate su un cuscinetto radiale solo lungo l'estremità prossima al motore, mentre la restante parte a sbalzo tocca lungo i tubi metallici dentro i quali sono alloggiate. Certe volte basta la presenza di un piccolo sassolino per farti accorgere maggiormente del rumore, rumore che addirittura senti amplificato dalle lamiere che stanno tutte intorno (la prima il carter di protezione della trasmissione a catena). Puoi provare a vedere di smorzare il rumore intervenendo sul tiraggio della catena di trasmissione. Se guardi dove è fissato il motoriduttore (un pezzo li lamiera con una cerniera) vedrai che nella parte alta di questa lamiera incernierata c'è un bullone M8 (ti servono due chiavi da 13) sul quale puoi intervenire per allentare o tirare la catena di trasmissione. Io intervenendo su questa sono riuscito a diminuire di molto il rumore. Mi raccomando non mettere la catena troppo a duro. In ogni caso come caldaia è rumorosa rispetto ad altre perchè la velocità delle coclee è alta (infatti come sai fa dei cicli di accendi-spegni per limitare la quantità di sansa immessa nel braciere). Ti dico ad esempio che nella caldaia di mia madre della D'Alessandro la coclea, tranne quando è in mantenimento e quindi è ferma, gira di continuo ma devi fissarla attentamente per accorgerti che sta girando per quanto è lenta. Essendo lentissima il rumore di attrito non lo percepisci completamente. Per questo ti dicevo che dovevano mettere il motore sotto inverter, così potevano magari allungare il periodo di funzionamento del motore ma farlo girare più lentamente annullando tra l'altro il rumore.
Per quanto riguarda la fiamma, attendo anch'io il rispettabile parere del dottore, ma per quanto mi riguarda la fiamma è ottima, però mi pare che hai un travaso spropositato di nocciolino al di fuori del braciere. Nella mia caldaia, al di fuori del braciere c'è solo un sottile strato di cenere, niente materiale incombusto.

cico_32
14-01-2013, 18:30
Grazie Ivan, poi vedrò di intervenire nella catena ma già mi sembra abbastanza tirante, magari provo ad allentarla un poco....
Il materiale che vedi lateralmente è cenere di 2 gg e comunque brucio sansa esausta no nocciolino....vedrò il prossimo anno di partire direttamente con il nocciolino....

ivan73
14-01-2013, 20:23
controlla la tensione della catena nella parte inferiore (il ritorno), non ti fidare della parte superiore che per forza di cose è sempre tesa perchè è il lato che trascina i pignoni delle coclee. Poi bravo prova anche ad allentare, potresti ottenere sempre il risultato di diminuire il rumore. Grazie per avermi fatto contattare dal tuo fornitore di biomassa. Mi ha fatto un prezzo accettabile e mi ha descritto un'ottimo prodotto. Domani ti mando una foto della quantità di cenere che viene fuori dalla combustione del nocciolino così potrai valutare cosa acquistare.

ivan73
17-01-2013, 10:11
Ciao Cico, ti avevo detto che ti mostravo quanto cenere produce il nocciolino di sansa che mi hanno venduto quest'anno.
Ciò che vedi è il residuo della combustione di 5 sacchi da 25 kg ciascuno, residuo tirato fuori dal focolare con un aspiracenere
pulendo perfettamente tutto il focolare e svuotando quasi tutto anche il braciere (ho lasciato circa sul fondo del braciere 2 cm di cenere calda). 27736

torakiki9999
17-01-2013, 11:16
Ciao Danilo,
anche io sono della tua zona e ti volevo chiedere da chi ti sei servito per il nocciolino,
ne sto provando tanti ma faccio fatica a trovare quello giusto.
Fammi sapere....saluti...Michele

cico_32
17-01-2013, 14:21
Ciao Ivan, anche il mio era il risiduo di 4 sacchi da 25 Kg quello intorno al braciere....cmq a limite poi ti posso chiamare e verifichiamo le varie impostazioni?
Io il tuo numero c'è l'ho che me lo hai mandato l'altro giorno, se per te nn ci sono problemi ci possiamo anche sentire....
Saluti

ivan73
17-01-2013, 15:41
nessun problema, puoi chiamare quando ti pare. Anzi ora ti faccio una foto del focolare in funzione.
E' stato pulito stamani, quindi ciò che vedi è la cenere formatasi dalle 8:00 alle 17:30 di oggi (9 ore e mezza) senza che il termostato ambiente sia mai intervenuto, quindi senza periodi di pausa tranne i normali cicli che durano una decina di minuti di mantenimento quando coclea e ventola si fermano.
27739

capodanilo
18-01-2013, 20:13
Buonasera a tutti mi fa piacere che la discussione su questa caldaia si stia ampliando. Credo che ne beneficieremo tutti.....Io attualmente brucio nocciolino di sansa vergine acquistato dalle mie parti. Per torakiki ti mando il mio cell via messaggio privato così ti indico dove l'ho comprato sperando ne abbia ancora.
Ho apprezzato le illustrazioni di Ivan, direi complimenti molto competente. E' il secondo anno che mi riscaldo con la Mini ho postato dei video e delle foto sia dell'impianto che del braciere. Brucio con 6 di nocciolino e 38 di ventola. Di sicuro ho il braciere un pò più pieno di te Ivan diciamo che arriva quasi a riempirsi. I parametri impostati sono quasi tutti quelli di default, io la uso in parallelo con una caldaia a gpl e la lascio continuamente accesa a 65 stacca e va in mantenimento. L'ho montata con una canna da 20 e non da 18 tutta in verticale per mancanza di spazio ed ho problemi di troppo tiraggio. Quindi nei primi mesi quando non fa tanto freddo a termosifoni spenti quando sta in mantenimento il braciere si consuma parecchio rimane fiamma viva per un bel pò e la caldaia arriva anche a 86 rimanendo inattiva per ore.
Mai avuto problemi di resa. Sto al terzo piano di un immobile con tre appartamenti ed è montata fuori al balcone in un rispostiglio.
Ripeto la mia lavora con 6 di nocciolino e 38 di ventola, acqua calda sanitaria parte a 45° e le pompe a 55° gradi. Anche a me non stacca mai il cronotermostato per un problema di inadeguatezza (in quanto piccolo) del termosifone nella zona dove ho installato il cronotermostato, ma non è un problema li stacco manualmente quando ritengo che siamo a temperatura ottimale. I termosifoni accesi anche 14 ore al giorno alla grande.
Tra un pò vado a ricaricarla se riesco posto la foto del mio braciere. Per la rumorosità sarei interessato a ridurla. Con il giorno farò delle foto alla catena così ivan mi puoi consigliare se allentarla magari o tirarla un pò. Grazie saluti

Ecco il mio braciere.....

27773

ivan73
18-01-2013, 21:52
Ciao Capodanilo,mi fa piacere scambiare con te qualche opinione dopo aver cominciato a settare la mia mini seguendo le tue indicazioni.
In fondo come ho già detto, alla casa produttrice non trovi mai nessuno che ti assista, quindi se non ci diamo una mano fra noi .....
Originariamente avevo il braciere pieno come il tuo (quasi fino all'orlo senza mai travasi) e con una bella fiamma come da tua foto. Quella bella fiamma però mi faceva espellere fumi ad una temperatura superiore ai 250°, e per me non era concepibile sprecare tanto calore in fumo e quindi sprecare nocciolino per riscaldare l'aria del vicinato, così ho "abbassato la fiamma" ed ora a regime (con la fiamma che hai visto in foto) espello fumi a 193° e mi ritrovo con il silos a fine giornata meno vuoto. Per quanto riguarda il tiraggio che è eccessivo, e credimi da quanto ho capito lo è per tutti, nella mia caldaia ho strozzato l'area di aspirazione in modo rude ma funzionale. I regolatori di tiraggio (ammesso che ne trovi inox) costano una cifra e allora mi son fatto realizzare una lamiera di 3mm di spessore con le dimensioni che ti trovi di seguito espresse in millimetri. Questa l'ho posizionata così come la vedi sull'ultima piastra di scambio della caldaia. Mi riferisco a quella superficie piana che ti ritrovi quando apri lo sportello superiore della caldaia, al di sopra della quale ti ritrovi a 105 mm più in alto il foro di ø180 di aspirazione dei fumi. I 105mm li ho misurati nella mia, nella tua saranno sicuramente di più o di meno perchè sono caldaie saldate a mano e quindi non tutte perfettamente uguali fra loro. Mettendo questa lamiera la parte superiore ti va a chiudere parzialmente il foro di aspirazione (lo chiudi a tuo piacere spostando la lamiera più in dentro o più in fuori). Io ho praticamente tappato metà del foro di aspirazione, ottenendo due risultati:
- meno tiraggio e quindi meno consumo di nocciolino;
- fumi che sono costretti a sostare maggiormente in caldaia e a scambiare il loro alto calore con l'acqua della caldaia stessa.
Per adesso ti mando un disegno, poi domani faccio una foto per chiarire meglio cosa ho realizzato senza spendere un centesimo.27775

cico_32
24-01-2013, 15:33
Ciao Ivan.....ho stretto di più la catena, di poco, ed il rumore è scomparso completamente!!!!!
Aveva bisogno di essere tirata e non mollata!!!!

ivan73
24-01-2013, 18:04
Sono contento che hai risolto. Con molta probabilità fra qualche periodo si ripresenterà lo stesso problema. E' normale sia perchè la catena nel tempo un pò stira (le catene tranne quelle acquistate prestirate hanno questo comportamento), sia perchè i dadi che hai manovrato con la chiave 13 si allentano nel tempo per le vibrazioni. Ma ormai conosci la procedura e sai come intervenire. Mi raccomando di tenerla lubrificata (quando è arrivata la mia caldaia la catena era totalmente secca) altrimenti il motore assorbe più corrente e si surriscalda e i denti dei pignoni si usurano più velocemente del previsto. Metti però olio e non grasso per catene. Trovandosi sotto il silos con il grasso le polveri e le particelle di sansa o nocciolino che cadono quando ci svuoti il sacco finiscono con "impastarsi" con il grasso stesso creando solo ulteriori danni. Non esagerare neanche con il pretensionamento: il ritorno della catena (la parte inferiore nel nostro caso dove la catena non è in tensione ma leggermente pende) deve essere tesa in modo che facendo forza con il dito per sollevarla, questa deve spostarsi verso l'alto di circa 5 mm. Se hai meno di questo piccolo gioco la catena è troppo tesa.
Di caldaie non ne capisco ma pignoni, catene, cuscinetti e motori elettrici sono il mio lavoro e quindi concedimi un pò di fiducia.

maurizio55
18-11-2013, 14:44
ciao anche se la data dei post sono vecchi mi fa paicere condividere l'esperienza.
Tuttio come da copione .
anch'io ho vissuto le stesse arrabbiature con aggunti problemi di disssamento dtra corona e pignone ed asse della coclea più lungo del dovuto.
Attenzione ad acquistare.
la garanzia scritta sulle carte parla di 7 anni. vi risulta?

Ciao se avete ancora problemi di "rumore" fatemi sapere . io sono diventato matto ma alla fine ho risolto.
sappiate che la catena non centra nulla , sono quasi sicuro.
E neanche si consuma per il poco lavoro che fa.

ivan73
18-11-2013, 15:22
Si almeno sulla carta risulta una garanzia (non sulla gestione elettronica) di 7 anni, ma in caso di necessità non saprei come rivalermi visto che è impossibile contattarli (non ci sono mai dall'ingegnere, al montatore, al tecnico, all'elettricista). Per quanto riguarda il rumore accetto sempre pareri e d esperienze altrui se posso eliminarlo del tutto. Da quanto hai la mini?

maurizio55
19-11-2013, 10:12
ciao ,
infatti latitano.
se vuoi ti faccio l'elenco dei problemi avuti . in parte risolti . in parte no ed alcuni sono progettuali e sono irrisolvibili. ad esempio l'accensione automatica.
Vorrei proprio conoscere uno che mi dica che questa caldaia parte in completa autonomia. per favore si faccia avanti.
Riguardo al rumore: nel mio caso era un grandissimo rumore. era la coclea che sbatteva contro il bracere fino a dissaldare la spirale dall'asse stesso della coclea. Inoltre erano disallineate le due corone sulle quali scorre la catena. Ho dovuto smontatare tutta la parte esterna al bruciatore, sono andato da un amico fabbro a rifare l'allineamento. Per correttezza dopo una concitata telefonata, l'Ing. mi ha mandato (gratis) una coclea nuova più corta della precedente. Ho rimontato tutto e adesso funziona. Ma per merito mio non per assistenza ricevuta. Non credo che in molti si mettano a smontare una caldaia nuova. se hai problemi e posso essere utile, dimmi pure. io sono alla 3 o 4 stagione.

ivan73
19-11-2013, 10:41
Grazie a Dio , problemi di meccanica non ne ho avuti. Niente disallineamenti ne tanto meno parti striscianti perchè troppo lunghe. L'accensione automatica l'ho risolta poche settimane fa acquistando una candeletta lunga 180 mm invece che 150 mm fornita in dotazione.
Sporgendo all'interno del braciere entra meglio a contatto con il combustibile e mi sta assicurando l'accensione automatica. Ovviamente bisogna prestare più attenzione nella fase di pulizia per non danneggiarla. E' sicuramente una caldaia buona visto il modesto costo, ma consigliabile solo a chi sa metterci mano in caso di guasti o di difetti di fabbricazione. In ogni caso ti terrò in considerazioni per eventuali problemi, soprattutto perchè la tua è in funzione da più anni (io sono alla seconda stagione) e quindi possibili usure in teoria dovrebbero presentarsi prima nella tua. (sicuramente starai facendo gli scongiuri).

cico_32
20-11-2013, 12:18
Io a dire il vero questa è la seconda stagione e anche quest'anno è partita in automatico senza nessun mio intervento.
Il mio rumore era dovuto alla catena che, grazie all'aiuto dell'amico ivan, ho risolto e adesso è silenziosa (prima la sentivo dalla mansarda).
Saluti

silvio.1
20-11-2013, 15:12
ciao a tutti voi ho appena finito di installare la caldaia tmc 50 mini chi mi puo aiutare a fare la prima acenzione perche dalla fabrica nessuna risposta al telefono non risponde nessuno. o provato ma parte solo poghi secondi poi si ferma poi riparte come dovrei ipostare per farla partire e poi fermarsi quando arriva a temperatura.

Dott Nord Est
20-11-2013, 15:14
non ti fanno l'accensione???
assurdo.............. insisti, è un tuo DIRITTO
(a parte il fatto che è praticamente impossibile regolarla di primo avvio senza la presenza fisica, tante sono le variabili.....)

silvio.1
20-11-2013, 18:50
ciao le cosa stanno cosi nel mese di luglio e arrivata la caldaia tutta impacchettata lo messa in un angolo perche dovevo fare dei lavoro nel locale quando o finito con i lavori o apperto l"involugro e o constatato due difetti nella caldaia (1 ) la quantita del contenuto d"aqua nella caldaia non corrispondeva a quello scritto nelle caratteristiche della caldaia la quale ce scritto contenuto d"aqua nella caldaia 140 litri quella arrivata solo 98 litri (2) il crogiolo dovrebbe essere totalmente in ghisa. fatto pressente non sono piu riuscito a contatarli ne con email ne con raccomandata. da tenere presente che io o avuto 35 anni una altra caldaia a nocciolino purtroppo lo dovuta sostituire per questo mi trovo nei quai perche adesso e arrivato anche il freddo. se ci sono dei sbagli perdonatemi ma non sono molto esperto del conpiuter.non sono giovane o 66 anni. buona serata a tutti voi.

renatomeloni
20-11-2013, 21:59
non sono piu riuscito a contatarli ne con email ne con raccomandata.
Ciao Silvio,
anche se ho già fatto presente più volte nel forum la scarsa serietà del produttore della tua caldaia, alla luce delle tue disavventure, tengo a ribadirlo nuovamente. Circa due anni or sono li contattai al telefono e via e-mail per chiedere caratteristiche e preventivi dei vari modelli ma l'ing. di turno non si fece mai sentire in alcun modo. Ho notizie dirette datemi da dei miei amici che acquistarono TC e caldaie direttamente da loro in fabbrica, che hanno avuto non pochi problemi e sono stati letteralmente abbandonati nonostante la validità della garanzia.
Penso che allo stato attuale, l'unica soluzione sia di rivolgersi ad un legale e citarli, sempre che nel frattempo non abbiano chiuso.
Mi spiace per la tua disavventura, se posso darti una mano a risolvere i tuoi problemi chiedi pure (ovviamente nel limite delle possibilità)

Saluti

silvio.1
21-11-2013, 06:21
buon giorno mi sono gia rivolto a un legale neanche a lei anno risposto per questo lo dovuti citare in tribunale. ma intanto e arrivato il freddo e io non so come fare la prima accensione. se non trovo qualcuno che mi aiuti sono costretto a venderla e perdere cosi dei soldi.Ciao

capodanilo
22-11-2013, 20:28
Ciao Silvio di dove sei?.....come puoi vedere dai primi post di questa discussione e dai video che ho postato io ho questa caldaia e ieri per il terzo anno è ripartita per affrontare l'inverno.

Mi dispiace per i tuoi problemi.........ovviamente non è facile poterti aiutare ma cercherò di farlo.

Non so da dove iniziare....innanzitutto la discussione dovrebbe continuare qui

*** Le due discussioni sono state unite in questa, effettivamente trattano lo stesso argomento e l'altra era maggiormente seguita. nll ***

Qui ci sono molte informazioni che ti saranno utili.....è questa la discussione vera della tcm delia che non volendo entrare nel merito delle credenziali della ditta installata bene ed impostata nel migliore dei modi ti assicuro che il suo lavoro lo fa e pure bene.....

Buonasera e buona stagione invernale a tutti.....domani cercherò di ritoccare la catena perchè al terzo anno sento una fastidiosa e più rumorosa vibrazione della coclea che tende ad aumentare nella parte finale del ciclo dei 6 secondi. Attualmente è impostata con 6 - 35....ciao ivan cico, maurizio new entry e tutti i possessori di questa caldaia....saluti

ivan73
23-11-2013, 09:06
Ciao Silvio, ti ho inviato il mio cellulare in caso tu abbia bisogno di aiuto. Come vedi siamo in diversi ad avere la tua stessa caldaia e più o meno abbiamo avuto tutti qualche difficoltà. Siamo qui per scambiare esperienze e per aiutarci in caso di bisogno. Descrivi nei particolari tutto ciò che noti che non va, e sicuramente non resterai senza risposte. I tuoi diritti legali sono sacrosanti e avrai modo di rifarti, intanto però il freddo è iniziato e per adesso la priorità è quella di riscaldare casa tua.

silvio.1
23-11-2013, 11:57
ciao buon giorno a tutti voi come scritto prima mi sono rivolto a un legale. comunque mercoledi sera o riprovato a chiamare e come per magia mi anno risposto mi anno detto di fare la prima accensione e poi richiamare io o fatto accensione il venerdi pomeriggio con nocciolino di sansa dopo i primi poblemini di assestamento con la centralina sono forse riuscito forse a trovare i suoi parametri dovro aspettare qualche giorno poi vi faro sapere. oggi sabato o chiamato come daccordo mi a risposto la signorina che l"ingegniere non ce e che mi avebbe fatto chiamare ma fino alle 12,55 non si sono fatti sentire.quomunque ce qualche rumore della coclea di troppo.ciao sono della provincia di lecce.

capodanilo
23-11-2013, 15:17
Ciao silvio guardati qualche filmato delle prime pagine.......imposta 6 o 7 di coclea e ventola 35-36 vedi come va.......lascia tutto come è impostato di fabbrica......al massimo elimina l'inutile modulazione....

Ciao Ivan come olio che prendo quello normale per catena motosega?.....va bene? un consiglio

ivan73
23-11-2013, 17:02
Ciao capo, preferisci un olio meno viscoso così non si impasta con la polvere del nocciolino che si crea quando riempi la tramoggia.
Ottimo quello usato per le macchine da cucire tipo l'olio della Singer tanto per non non fare pubblicità, o tipo un lubrificante siliconico, insomma un olio che assomigli come consistenza più all'acqua che ad un olio e che a tatto ti da la sensazione di non impastarsi con la sporcizia.
A proposito volevo parlare con te della modulazione della tcm che mi trova d'accordo sul fatto che sia inutile. Ho usato fin da subito la caldaia senza modulazione, sia partendo dal tuo consiglio, sia sperimentandolo di persona, però la scorsa stagione ho avuto sempre il problema che arrivata a regime (io l'ho impostata a 70°) coclea e ventola staccavano come da copione, ma quando si abbassava la temperatura e la caldaia ricominciava il ciclo toccavo i 62° prima che si alzasse di nuovo ai 70°. Insomma mi trovavo sempre con questi stress termici ciclici da da 62° a 70°. L'ideale sarebbe avere costantemente i 70° o comunque la temperatura impostata senza alti e bassi. In questi giorni ho provato ad intervenire sul mantenimento ottenendo ottimi risultati. Hai mai avuto modo di testare questi parametri? Fammi sapere.

capodanilo
23-11-2013, 18:11
Grazie per il consiglio Ivan lunedi lo prendo....siccome non ho mai lubrificato la catena da quando la utilizzo credo sia il caso di provvedere e pure presto.

Sto proprio tornando dal locale caldaia e mi sono accorto che quest'anno il braciere non si riempie mai fino all'orlo, fiamma sempre viva e sparata verso l'alto...boh...forse con 6 di coclea e 35 di ventola ho trovato il giusto compromesso combustibile comburente....staremo a vedere.....

In merito agli stress termici ho appena monitorato la caldaia.....nonostante la fiamma sia più chiara bella gialla viva e braciere non pieno fino all'orlo ho notato che come tempi siamo come l'anno scorso.....la caldaia arriva a 65 e va in mantenimento con termosifoni accesi sto parlando.....sale fino a 69-70 rimane per una 15 - 16 minuti scendendo fino a 63 negli ultimi minuti per poi riattaccare il ciclo.....a ciclo iniziato arriva fino a 59 e poi comincia a risalire...il tutto in circa 9 minuti......
In pratica per ridurre il tuo passaggio da 62 a 70 credo che dovremmo annullare quel margine di tolleranza che la caldaia si prende prima di ricominciare il ciclo di ricarica ossia anzichè farla attaccare a 63, magari farla iniziare un grado prima a 64 (l'esempio l'ho fatto con il mio caso)....ora non ricordo se questo è un parametro che possiamo gestire noi o è di default e non si può modificare....Domani guardo il manuale.....ricordo che qualcosa c'è.......

ivan73
23-11-2013, 19:58
Dimenticavo capodanilo, funziona egregiamente anche il comunissimo svitol in spray che è comodissimo da applicare con la catena in moto.

Io mi ritrovo con 5 di coclea e 40 di di ventola e mi trovo bene, ma i parametri sono individuali e i miei in altri casi andrebbero malissimo. Ero partito all'inizio con parametri simili ai tuoi (non so se erano quelli suggeriti da te stesso l'anno scorso) ma accumulavo troppo combustibile e non riusciva a bruciare. Vedo che in ogni caso ti trovi anche tu con dei delta di temperatura elevati. Così come racconti ti trovi ad avere i tuoi cicli oscillanti tra 59 e 70. Come ti dicevo quest'anno ho agito sul mantenimento e in questo momento mi trovo oscillazioni tra 68 e 70 con il mantenimento che mi dura anche 20 minuti rispetto ai 12 minuti dell'anno scorso.
In pratica quando la caldaia riattacca (nel tuo caso come racconti a 63) pur essendoci combustione la temperatura si abbassa almeno di 4-5 gradi se non di più per poi risalire. Intervenendo sui parametri del mantenimento sono riuscito ad annullare quasi del tutto questo calo. Vedi se riesci a fare qualche prova, sicuramente riesci ad ottenere risultati migliori dei miei e puoi suggerirmi come regolare ancor meglio la mia.

cico_32
23-11-2013, 21:00
Ciao Ivan e ciao capo....
Ivan che intervento hai fatto per il mantenimento?
La mia, che stacca a 65 per poi attaccare nuovamente a 63, scende fino a 57° e poi risale in circa 20° per staccare circa 14°...ma consideriamo che casa mia è su 3 elevazioni e i termosifoni sono al piano terra e 1 piano, per cui la quantità di acqua scambiata è maggiore (forse) rispetto alla vostra....io ho attiva la modulazione con ventola 35 e sansa 9" mentre in funzionamento normale ho 5 di sansa e 36 velocità in un tempo di 28"
Saluti

ivan73
24-11-2013, 09:27
Ciao cico. Allora dovresti eliminare intanto la modulazione quindi A05 lo metti a 0 (zero). Poni I03 uguale a 1. Poni U06 pari a 30.
A questo punto se la tua caldaia è uguale alla mia, e dovrebbe esserlo, devi controllare sul tuo libretto se il parametro T04 è espresso in minuti (ti ritrovi "min" nella tabella sul manuale), e T05 in secondi. Se è così prova con T04 a 2, e T05 a 10. Così facendo nella fase di mantenimento ogni 2 minuti si attiva coclea e ventola per 10 secondi. Il mantenimento ti durerà per molto più tempo e al momento che la caldaia ritornerà sotto mantenimento (nel tuo caso a 63) si troverà già il braciere con sufficiente combustibile da evitare l'abbassamento eccessivo della temperatura. Invece di scendere a 57° dovresti restare al massimo sui 62°. Ovviamente i parametri U06, T04 e T05 (sono tutti del mantenimento) li devi perfezionare per il tuo caso. Io te li sto dando tenendo conto dei parametri che stai utilizzando tu (5 sansa e 36 di velocità). Intervenendo sul mantenimento io mi sto trovando bene, ma questa ovviamente non è legge, per gli altri potrebbe risultare disastrosa o senza benefici. Fai qualche prova e fammi sapere.

capodanilo
24-11-2013, 19:53
Ciao Ivan penso che questa modifiche possano andare bene per me solo quando ho i termosifoni accesi. Come ben sai io mantengo sempre la caldaia sopra i 65 anche quando i radiatori non sono in funzione e questo mi consente di fare acqua calda. E' ovvio che soprattutto quando non fa molto freddo la caldaia mi sta in mantenimento anche 2-3 ore. Impostando questi parametri credo che la coclea durante il giorno ed a termosifoni spenti sia sottoposta ad un continuo movimento con un consumo di nocciolino maggiore. Le impostazioni di default T04 60 min e t05 20 sec....credo che siano fatti per mantenere viva la brace....Proverò a ridurre l'isteresi in modo tale da far attaccare la coclea a 64 e non a 63 di temperatura e magari durante il mantenimento ogni 30 minuti dare un 6 secondi di coclea....Vediamo........
Un'altra cosa Io attualmente ho 6 e 35 ed il braciere non si riempie ma noto che qualche particella di nocciolino schizza via come se avessi più aria nel braciere....tu con 5 40 0 la camera ti diventa piena di nocciolino impazzito che vola via dal braciere o cmq si mantiene nella norma.......forse la pezzatura del combustibile è pure diversa........domani posto un video......
Buona serata

ivan73
24-11-2013, 21:16
Certo capo, se usi la caldaia anche a termosifoni spenti solo per ACS tutto il discorso cade, anzi le miei impostazioni ti farebbero aumentare i consumi e ti farebbero aumentare la temperatura in modo ingiustificato, inutile ed anche dannoso. Il discorso fila solo a termosifoni accesi.

Con 40 di aria non mi esce dal braciere assolutamente nulla, ho solo una bella fiamma viva ma "calma". Ho provato con aria più bassa ma non è sufficiente per la combustione ed il nocciolino si accumula soffocando la fiamma stessa e producendo solo fumo.
Dall'idea che mi sono fatto sulla nostra caldaia credo che sia un prodotto molto artigianale e i vari esemplari in circolazione sono tutti uno diverso dall'altro. Nel mio stesso paese ne abbiamo installato un'altra da un mio amico e la caldaia è differente. Ha il braciere circolare e molto più ampio del mio che ha forma quasi ellittica-rettangolare, gli attacchi hanno filettature maschie invece da me femmine ed ha i valori dei parametri del menu con scale diverse dalla mia. Perfino le maniglie degli sportelli di ispezione sono diverse. Poi leggendo i vari post sembra che esistano coclee più o meno lunghe e magari con passo delle spirali diverse.
IN ogni caso tutte le mie considerazioni e le prove che propongo sono solo un modo per suggerire e trovare qualcuno che, giocando con i vari parametri, riesca a sua volta a suggerire qualcosa di nuovo che renda più performante sta benedetta caldaia: in poche parole sono alla ricerca della combinazione di parametri giusta che mi abbatta la quantità di nocciolino bruciata e che quindi mi faccia risparmiare denaro. L'anno scorso ho bruciato 5500 Kg di nocciolino, quest'anno lo vorrei concludere meglio lasciando invariate le ore di accensione.

cico_32
25-11-2013, 09:58
Ciao Ivan, anche io ho sempre la caldaia accesa e devo dire che lavorando meglio con i dati che mi hai indicato ho fatto la seguente impostazione:
La temperatura mi arrivava sopra 84° a termosifoni spenti quindi ho aumentato il tempo a 3 minuti e messo 5 secondi di sansa....per far si di recuperare quel calore che sale sopra gli 80° ho impostato la partenza della pompa di sicurezza A04 a 80° in modo che mi fa il ciclo con i termosifoni con la caldaia staccata per cui la recupero tutta visto che appena arriva a 77° le pompe staccano nuovamente e nel frattempo ho anche riscaldato casa....
@capodanilo si dovrebbe fare un ciclo di un giorno intero per verificare l'effettivo consumo in più, ma bisogna considerare che la caldaia ti parte già con braciere pieno e temperatura fumi, almeno la mia, sopra i 100° quindi il ciclo per arrivare a temperatura è più breve ma bisogna tener conto se compensa i consumi ogni 3 minuti che da me, come ripeto, sono impostati a 5 secondi.
Vi farò sapere se ci sono novità di sprechi.

capodanilo
25-11-2013, 11:43
Ciao Ivan puoi dare un'occhiata a questo video? La tensione della catena come ti pare? devo intervenire? Il prodotto per lubrificare la catena è buono quello che si vede nel video? Aspetto te per procedere....GrazieVID 20131125 120246 - YouTube (http://www.youtube.com/watch?v=8h8iQmJVLOI&feature=youtu.be)

cico_32
25-11-2013, 12:16
Ciao capodanilo, a video la catena sembra avere la stessa tensione della mia .... la mia è un pò più oliata io uso l'olio singer (quello delle macchine da cucire).
Penso che se non hai rumori potresti lasciarla cosi.

Saluti

ivan73
25-11-2013, 14:08
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Ciao capo, la tensione va bene e bene anche il lubrificante che sembra non dover far attaccare la sporcizia. E' bene e saggio seguire a questo punto due consigli:
1) lubrificare la catena ogni inizio stagione e a metà stagione (una catena secca fa assorbire al motore quasi il doppio degli ampere di una oleata, non considerando l'usura di pignoni e corone;
2)Mai aspettare me per procedere e tanto meno seguire alla cieca i miei consigli: nel peggiore dei casi potrebbe esplodere tutto, nel migliore dei casi potrei sentirmi preso per il culo.:bye1:


Dimenticavo, facci sapere se dopo questi interventi l'intera trasmissione continua a fare rumore. In tal caso mi sa che dobbiamo tutti quanti preoccuparci.

capodanilo
25-11-2013, 14:58
Ciao Ivan allora la vibrazione si sente e penso proprio che venga dal motoriduttore......ho notato che tenendo con le mani o meglio spingendo il corpo motoriduttore verso l interno ovvero verso la struttura della caldaia la vibrazione cessa... Ora mi chiedo quali sono le viti da stringere magari con le vibrazioni si sono allentate? Non ne ho spruzzato molto solo il necessario per bagnarla interamente.. Ciao

ivan73
25-11-2013, 16:15
Se hai notato che tenendo fermo il motore il rumore cessa, mi sa tanto che la tua sensazione che ci siano viti allentate sia azzeccata. La mia caldaia l'avevano consegnata con le 4 viti che collegano il motore al riduttore solo strette a mano. Evidentemente le avevano messe ma si erano scordati di stringerle con la chiave. Però in moto non vibrava, faceva solo uno scatto (tipo quando batti fra loro due pezzi di ferro) ogni volta che si avviava il motore. Se provi a muovere il motore in tutte le direzioni a caldaia spenta (prova anche ad afferrarlo di sopra dove c'è la ventola di raffreddamento e girarlo tipo quando spremi una arancia), potrai scoprire se e quali viti si sono allentate.
Spero che queste siano frasi perse e che nel frattempo hai risolto il problema. Mettici al corrente in modo che io e l'amico cico possiamo tranquillizzarci e possiamo essere in grado di intervenire se dovesse capitare sulle nostre.
Tanto se avessimo bisogno non potremmo sicuramente contare sull'assistenza della casa madre. Sarebbe più facile contattare Angela Merkel.

capodanilo
25-11-2013, 16:28
Ivan ma gli ingranaggi come sono fissati al motoriduttore? nel senso il corpo pignoni come è assemblato al motoriduttore?

Intanto ti posto il video della mia fiamma con 5 - 40.....effettivamente qualche zampillo infuocato di nocciolino si vede :-)

https://www.youtube.com/watch?v=7NYy5enLEno


Ho rivisto il mio video ed in pratica il motoriduttore è fissato alla struttura della caldaia con le due viti poste al di sotto e quelle le ho controllate provo a stringere la vite superiore al centro......speriamo bene....

P.s. da un certo punto di vista sono "avvantaggiato".....se non rispondono in 25 min sono in fabbrica :-)
(https://www.youtube.com/watch?v=7NYy5enLEno)

cico_32
25-11-2013, 17:02
......ho notato che tenendo con le mani o meglio spingendo il corpo motoriduttore verso l interno ovvero verso la struttura della caldaia la vibrazione cessa... Ora mi chiedo quali sono le viti da stringere magari con le vibrazioni si sono allentate? Non ne ho spruzzato molto solo il necessario per bagnarla interamente.. Ciao
Ciao capodanilo, hai lo stesso problema che avevo io ossia spingendolo verso l'interno il rumore cessa....le viti sulle quali agire sono 2 e sono, almeno nella mia caldaia, quelle che vedi in foto che non fanno altro che avvicinare o allontanare il motore, ovviamente devi verificare anche la tensione della catena cercando il giusto compromesso.....
E' scontato dire che le 2 viti devono essere regolate a motore fermo ed a piccoli giri (una svita e l'altra avvita)
35102

Saluti

ivan73
25-11-2013, 17:10
Per non sbagliare cerca di stringere tutti i bulloncini che vedi, inclusi i 4 che tengono assieme il motore al riduttore e che quasi non si vedono tranne che non ti metti a testa in giù. Hai controllato anche la staffa motore, cioè il pezzo di lamiera su cui il motoriduttore e fissato con 4 bulloncini e che è fissato alla caldaia con una cerniera?(quel pezzo di lamiera che tu hai regolato tendendo la catena)
Non è per caso che sta cedendo la saldatura della cerniera?
Perchè non cerchi di riprendere con audio il motore che gira, così magari riusciamo a sentire queste vibrazioni. Sai aumentando il numero di orecchie è possibile che qualcuno sappia dove metterci mano.

Per quanto riguarda il tuo video sulla fiamma, è chiaro che per te i miei parametri sono da buttare. Vedere il tuo braciere o guardare dalla mia finestra l'etna che erutta è la stessa cosa. Da me non ci sono quei proiettili di nocciolino sparati ovunque. Chissà che magari nella realizzazione delle caldaie non abbiano impiegato ventole diverse.

cico_32
25-11-2013, 17:38
Questa è la mia fiamma.
Tralasciate la cenere che si è formata ma devo perfezionare la durata in mantenimento....adesso ho aumentato il tempo a 6 minuti con 10 secondi di sansa....al momento la temperatura scende di circa 6° che sono accettabili rispetto a prima....cmq work in progress

http://youtu.be/Q2sytl8rQA0

capodanilo
25-11-2013, 17:43
Domani mattina provo....Grazie cmq....

capodanilo
29-11-2013, 19:23
http://www.youtube.com/watch?v=Li8LaxtPW14&feature=youtu.be

Questo è il rumore....un po' sfasato con le immagini ma rende l'idea.....saluti

ivan73
29-11-2013, 20:45
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Ciao,se posti il rumore vuol dire che non hai risolto pur avvitando tutto ciò che si poteva avvitare. Il rumore sembra una vibrazione di qualche parte metallica dissaldata, non mi sembra qualcosa del motore. Perchè non provi ad allentare la catena, sganciarla dal pignone e far girare il motore a vuoto? Se è il motore dovresti sentire lo stesso del rumore anche se non così amplificato. Se invece lo senti silenzioso vuol dire che ti tocca smontare ad una ad una le due coclee per vedere che siano integri i cuscinetti, che non si sia dissaldata la spirale della coclea in qualche parte, o che magari non si sia incastrato qualche sassolino od altro nel condotto. Già a catena sganciata solo muovendo il pignone e le due corone con le mani potresti vedere se sono ben fermi o se tentennano.
Dimenticavo hai visto per caso che non si sia allentato tutto il gruppo tramoggia (incluso quindi coclee e motore) dal resto della caldaia?
Tutto il gruppo come ben sai è imbullonato alla caldaia in modo che in fabbrica possano montarlo a dx o a sx.
Tienici aggiornati. Male che vada mettiti in auto a vai a prelevare qualcuno in fabbrica, e non dimenticare di portarti una bella mazza da baseball.

Ciao gente, qualcuno mi sa dare informazioni dettagliate dei parametri della scheda SY115 della TIEMME della nostra caldaia ?
Qual è il significato dei parametri F00, F02, F05 dei fumi? Ho variato F00 e F02 e non cambia nulla. A cosa serve poi il tempo di pre spegnimento?

cico_32
02-12-2013, 18:00
Ciao Ivan, adesso non ricordo quale parametro è quello che ho modificato io riguardo i fumi ma a me è servito solo per abbassare i gradi per passare dalla posizione accensione alla posizione di funzionamento normale, da allora non l'ho più toccato credo che da 75 l'ho passato a 65°....il tempo di pre-spegnimento non l'ho mai variato e non so cosa significhi....
Mi suona strano che chiedi informazioni tu...ahahahahaha noi ci affidiamo alle tue conoscenze :cry:...
Non ho il manuale a portata di mano altrimenti ti dicevo con certezza qual'è quello che ti permette di variare la temperatura dei fumi per cambiare fase.....
Saluti

ivan73
02-12-2013, 18:34
Ciao Cico, le mie conoscenze dipendono da quello che ho sul manuale. Se il manuale è poco chiaro posso solo sperare in visioni notturne.
Adesso ti spiego perchè mi serve conoscere meglio quei parametri.
Ricordi la storia del mantenimento? Con quella regolazione che ti accennavo sono riuscito ad ottenere 14 minuti di mantenimento e 2minuti e 30 sec di riattivazione caldaia. Temperatura tra 68° e 70° costante. Senza la regolazione avrei 10 minuti di mantenimento e 10 minuti di caldaia attiva e temperatura oscillante tra 70° e 64°. Questo l'ho monitorato domenica trascorrendo un paio d'ore facendo prove. Il fatto è però che i consumi sono maggiori e non di poco per mantenere il mantenimento e la temperatura quasi costante e quindi cercavo un'altra soluzione. L'unica cosa che mi viene in mente è quella di far fare alla caldaia al momento della riattivazione una nuova accensione (la fase proprio iniziale quando dai fuoco al braciere spento) in modo da far arrivare subito in braciere un grosso quantitativo di nocciolino e arrivare subito a regime senza avere il solito calo esagerato di temperatura. Leggendo il manuale ho visto che l'accensione è correlata alla temperatura dei fumi quindi a F02 e F05. Li ho variati ma non è successo nulla, allora ho provato con F00 e il tempo di pre spegnimento pensando che alla caldaia oltre alla temperatura dei fumi bisognava far capire di essere nello stato di "spenta", ma fino ad ora non sono riuscito nelle mie intenzioni. Sono sicuro che capendo meglio il significato di questi parametri riuscirei a rimediare a quello che secondo me è un errore di programmazione fatto presso la TIEMME i cui ricercatori a quanto pare non hanno una caldaia o stufa o termocamino a biomassa. Se vai sui vari forum troverai che tutti gli utenti che hanno il nostro termoregolatore sy115 (quindi diverse case costruttrici di caldaie e stufe) lamentano lo stesso problema di troppa oscillazione delle temperatura tra mantenimento e caldaia attiva. Se hai qualche altra soluzione sono ben disposto a provarla.

cico_32
02-12-2013, 19:30
Io a dire il vero soluzioni non ne ho.
La cosa strana di questa caldaia è che per mettere la sansa perde quei secondi impostati da c56 perchè anzichè mandare subito sansa all'attivazione, la mette alla fine del tempo di funzionamento e tante volte nel mio caso, che ho lo scambiatore per i termosifoni, non riesce neanche a mettere la sansa impostata nella modulazione....
Io uso la modulazione per il problema che non spengo mai la caldaia e devo dirti che come mi avevo fatto fare, per la parte riscaldamento era ottima soluzione ma non andava bene per quando i termosifoni si spegnevano...se vuoi riempire subito la caldaia prova con la modulazione...e vedi come va

ivan73
02-12-2013, 20:26
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Con la modulazione ci avevo già provato. Potrebbe anche funzionare visto che è una fase indipendente e quindi si potrebbe usare la modulazione per far arrivare più sansa nella fase di riattivazione, solo che la modulazione c'è sia prima che dopo il mantenimento, e se mi fa comodo dopo il mantenimento mi crea problemi prima del mantenimento immettendo più sansa e facendomi salire la temperatura a 74°.
Avrei, anzi ho avuto visto che l'ho provata, un max di 74° e un min di 67°, quindi alla fine sempre un variazione che non dovrebbe esserci. Se riuscissi a far eseguire ogni volta la fase di accensione riuscirei, credo, a risolvere il problema.

faustus
02-12-2013, 21:43
Ciao a tutti,Sono anche io in possesso di una tcm Delia Mini, con problemi di fuoriuscita fumi dalla griglia vano raccogli cenere durante l'accensione.Per ovviare al problema ho provveduto a tappare i fori con del mastice. Sento peró a volte dei tremolii interni (e borbottii) alla caldaia come se ci fossero dei vuoti di aria, infatti aprendo leggermente lo sportellino cessa. Chi mi illumina su tale fenomeno?Grazie e complimenti a tutti,Fausto

cico_32
02-12-2013, 22:02
@Ivan Allora io ho f05 impostato a 65° cosi mi parte in accensione. potresti verificare questo parametro e lo metti magari a 100° in modo che la caldaia fino al raggiungimento della temperatura fumi a 100° ti funziona in accensione mettendo la sansa che hai impostato per quella fase...

@Faustus diminuisci la velocità della ventola in accensione e vedi che risolvi....se non erro dovrebbe essere la U00, verifica.
Saluti

ivan73
02-12-2013, 22:40
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Cico, ho provato tutte le temp. possibili di tutti i parametri che hanno a che fare con T°, non c'è niente da fare. Funziona solo se spegni l'interrutore, se resetti allora capisce che deve iniziare il ciclo da capo.


*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Ciao Faustus, affidi l'accensione alla candeletta o accendi manualmente? Fai affluire troppo combustibile all'inizio? I rumori che senti sono delle piccole esplosioni per carenza di aria: la fiamma vuole generarsi ma o è soffocata troppo materiale che le arriva addosso, oppure non riesce a formarsi per via dell'accensione tramite candeletta. In entrambi i casi crei dentro la camera solo uno spropositato cumulo di fumo scarso di ossigeno e quindi non buono per la combustione, e quando la fiamma riesce a beccare l'aria della ventola esplode creando i borbottii. Con lo sportello aperto garantisci la combustione evitando l'accumulo soffocante di fumo. Prova ad accendere manualmente con la zolletta accendifuoco e pezzetini di legno o con qualche pigna secca in modo da creare prima un pò di brace e fiamma, poi fai andare la caldaia. Ma in ogni caso in accensione non far accumulare troppo combustibile. Se non risolvi bisogna valutare il tiraggio della tua canna fumaria. Saluti.
P.S. In ogni caso hai fatto bene a tappare l'inutile griglia, serve più come uscita fumi che uscita cenere.

BIG62
03-12-2013, 12:59
Buongiorno a tutti, è la prima volta in assoluto che scrivo su un forum quindi, scusate se commetto degli errori. Ho scoperto il vostro forum alcuni giorni fa e ciò che leggo mi preoccupa non poco, perché ho ordinato una Mini a metà ottobre e l'ing. Tripodi mi aveva assicurato che mi l'avrebbe subito messa in lavorazione e l'avrei avuta in 25 giorni. (ne sono ormai passati circa 50). Capisco bene che "normalmente" una caldaia non si ordina in questo periodo......però io ne ho avuta ora la necessità. Ho avuto il sentore che ci sarebbero stati dei problemi con l'assistenza ( non si riesce mai a parlare con nessuno). Penso che quando (o se) arriverà dovrò rivolgermi a a voi per le regolazioni. Speriamo in bene...!!!!

ivan73
03-12-2013, 15:36
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Ciao Big62, se la volevi in 25 giorni dovevi mettere una bella penale sul contratto che hai firmato. Hanno degli inspiegabili tempi di lavorazione dovuti sicuramente al fatto che lavorano a commessa e non in serie. In ogni caso benvenuto nel gruppo.
Non ti scoraggiare per ciò che leggi, è ovvio che si parla sempre dei problemi e mai dei pregi, e questo vale per qualsiasi casa produttrice, inoltre la storia dell'assistenza è quella che riguarda un pò tutte le case. Non so da dove posti, ma da me in sicilia è inesistente l'assistenza di tutte le case produttrici, al massimo qualcuno ti da qualche suggerimento per telefono. Fino ad ora non sono affatto pentito dell'acquisto (sai bene che costa circa la metà rispetto a qualsiasi concorrente) e se dura nel tempo come garantiscono non mi pentirò dell'affare fatto.

BIG62
03-12-2013, 20:56
Ciao ivan73, posto da Torino e ti lascio immaginare con le temperature che abbiamo quanto sia desiderata. Oggi sono riuscito a parlare con l'azienda ma, pare che di consegna (almeno per questa settimana) non se ne parli. Tra l'altro, sto cercando qualcuno dalle mie parti che venda il nocciolino, ma, pare che da queste parti sia introvabile. Qualcuno nel forum,(scusate,ma ora non ricordo il nome) parlando dell'uso del mais aveva detto che usura molto le parti metalliche della caldaia. Qualcuno sa spiegarmi il perché, oppure sapete darmi qualche dritta? Perché per me sarebbe un'ottima alternativa al nocciolino, anche perché pare abbia una resa calorica decisamente alta.

ivan73
04-12-2013, 11:28
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Ciao, credo che sia difficile che tu riesca a trovare sansa o nocciolino dalle tue parti, è un prodotto più comune al sud. La caldaia la garantiscono ottima anche per il mais. che come hai detto tu ha un alto potere calorifico, anzi il più alto tra i solidi triti. Ha il grosso difetto di creare un creosoto (specie di catrame di combustione) abbondante, faticoso da pulire e un pò corrosivo.
E' ottimo comunque se riesci a miscelarlo con qualcos'altro tipo bucce di nocciole che in piemonte dovrebbero abbondare.
Se poi riesci a trovare bucce di mandorle è ancora meglio.

mastrocay
11-12-2013, 17:35
Salve a tutti, sono anch'io un nuovo possessore di questa "fantomatica "caldaia!!l 'ho installata qualche mese fa e non sono ancora riuscito a settare la giusta combustione... uso nocciolino di oliva, che a detta di molti , è un buon combustibile, ma sono due mesi che mi sbatto fra regolazione velocità coclea e ventola!!! il problema è che se non aggiungo un ciocco di legna dentro il crogiuolo non si forma la fiamma ma il nocciolino rimane incandescente .. ho provato anche a miscelare nocciolino con cippato (trucioli grossolani di castagno) con dosaggio 1/1, 1/2 , 1/3 ma nessuno di queste "dosi " ha funzionato.. anzi mi hanno solo sporcato di pù!
ho visto i video del bruciatore in funzione di Cico e Capodanilo... che invidia!!! però mi sembra di capire che hanno regolazioni molto contenute, io ho provato a portare la coclea a 6 sec e ventola fino a 60.. ma risultato pochissima fiamma e molti lapilli incandescenti impazziti!
premetto che con la combustione a legna non c'è nessun tipo di problema, ma lo scopo di questa caldaia è il funzionamento in automatico ..
potrebbe essere il nocciolino troppo umido?
si dice che potrebbe essere alimentata anche a cippato di legna, qualcuno lo ha mai provato? che caratteristiche e dimensioni ottimali dovrebbe avere?
p.s.
confermo che l'ing. Tripodi è a dir poco inattendibile, caldaia ordinata a luglio con tempi di consegna 20 giorni.... arrivata a ottobre!!!! :spettacolo:dopo non poche "discussioni" telefoniche...

mi affido ai vostri consigli...
grazie

ivan73
11-12-2013, 18:05
Ciao mastrocay, a me è arrivata dopo 7 mesi, quindi immagina. La tua situazione è veramente anomala perchè volendo ammettere difetti costruttivi in ogni caso dovresti avere una bella fiamma, magari non omogenea, non perfettamente centrata e più sviluppata in alcuni punti, ma sempre fiamma dovresti avere. Da come la descrivi sembra proprio che il nocciolino sia bagnato. Con 6 di colclea e 35 di ventola dovresti avere già una buona combustione. Il braciere si riempe o resta vuoto? Se vedi che è vuoto aumenta la coclea. Prova a portarla a 9 con non più di 40 di ventola, se si crea solo un cumulo di materiale che ti esce dal braciere e che non brucia mi sa tanto che il nocciolino non è stato asciugato a dovere.
Se vuoi poi un consiglio che ti aiuti ad escludere difetti di fabbricazione, compra un sacco di pellet che sicuramente troverai anche dal droghiere sotto casa e prova con questo. Ovviamente togli la griglia della tramoggia (utile con i solidi per eliminare pietre, pietre che nel pellet non hai) ed evita l'accensione automatica. Con pellet credo che dovrai aumentare l'avanzamento coclea e forse ridurre aria.
Riguardo al cippato, non l'ho mai provato, ma ho provato legna di castagno nel camino: pessimo combustibile, non fa fiamma ma tende a bruciare lentamente simile ad una "sigaretta".