PDA

Visualizza la versione completa : Fermentatori a secco



pietros
20-05-2010, 17:09
Salve a tutti in questi giorni ho trovato un'azienda che produce dei digestori a secco per impianti di biogas. Qualcuno saprebbe darmi delle delucidazioni su quanto il prodotto da digerire deve permanere all'interno dei digestori? Dal punto di vista delle rese è conveniente come tecnologia o rimane sempre più conveniente il sistema con digestori a umido?

felicelucia
21-05-2010, 09:59
beh ... io ho trovato un pò di roba su internet ... per ora i duè più affermati sono bekon e bioferm .. tu hai trovato altre aziende ....

pietros
21-05-2010, 11:59
io ho trovato anche l'agraferm.. però da quello ke ho capito i loro impianti sono idonei a lavorare solo con insilati...

pietros
21-05-2010, 23:27
Italia - Società - Ambiente-Goethe-Institut (http://www.goethe.de/ins/it/lp/ges/umw/it2860132.htm) intanto ho trovato questo articolo... e almeno dice il tempo d permanenza all'intarno dei digestori dell'impianto della bekon...

Solar
11-06-2010, 15:41
Di solito visti i costi d'investimento e la rognosità della gestione questi impianti si fanno solo con forsu.

Sulzer1
12-06-2010, 12:16
Il motivo dell'utilizzo della fermentazione a celle non è la rognosità del ciclo , anzi circolando solo liquidi e gas nei tubi la gestione è più facile , per ora nessuno garantisce la produttività degli impianti wet a insilato . Utilizzando la FORSU la cui trasformazione è addirtittura reminerata , è sicuramente economico il sitema dry . Dovendo adoperare insilati diventa difficile quadrare i conti

Solar
15-06-2010, 17:04
Ciao Sulzer
non ho capito... allora nel Wet ci sono liquidi e gas che girano e quindi movimento con pompe e carico con tramoggie automatiche, è nel Dry che ho solidi e quindi scarico con pala e se mi va bene ho delle bocche dove butto il materiale con i camion.
Poi io sapevo che il Dry con forsu non è garantia la produttività, mentre Wet con mais ci sono addirittura assicurazioni che garantiscono la produttività e ogni azienda seria rilascia in forme diverse i Performance bond.
Poi sull'economicità, nei Dry non c'è concorrenza quindi i prezzi sono alti mentre negli Wet ormai ci sono moltissimi concorrenti quindi ci sono prezzi più competitivi.

Ma mi posso anche sbagliare